Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2014.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2014."

Transcript

1 Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2014.

2

3 PREMESSA Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell art. 24, comma 6, del D.M. 06/7/2012. Nel bollettino sono riportati i dati di sintesi inerenti l incentivazione delle fonti rinnovabili mediante i meccanismi di supporto previsti dal DM 18/12/2008 (e i decreti che lo hanno preceduto) e dal DM 6/07/2013. Nel diagramma che segue è fornita una rappresentazione schematica della struttura del documento. Schema del documento DM 6/7/2012 DM 18/12/2008 L. 239/2004 Accesso diretto Registri Registri per i rifacimenti Aste Qualifica IAFR e CHP TLR Cap. 1 Incentivi FER E Cap. 2 Certificati Verdi Cap. 4 Cap. 3 Controlli Allegati Tariffe Onnicomprensive Cap. 5 Cap. 6 Cap. 7

4 INDICE 1 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/ Impianti ammessi agli incentivi e che non hanno comunicato l entrata in al 30 giugno Impianti ammessi agli incentivi e che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno Confronto tra impianti ammessi agli incentivi e impianti entrati in al 30 giugno L incentivazione ai sensi del DM 6/7/ Numero e potenza degli impianti FER E Energia e corrispettivi degli impianti FER E 21 3 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/ Dati di sintesi sugli impianti qualificati al 30 giugno Impianti qualificati e in al 30 giugno Impianti qualificati a progetto al 30 giugno Crescita storica degli impianti qualificati Qualifica degli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento 39 4 I Certificati Verdi Certificati Verdi emessi per gli impianti a fonti rinnovabili Certificati Verdi emessi per gli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento 48

5 4.3 I prezzi di riferimento nel mercato dei Certificati Verdi Certificati Verdi ritirati dal GSE La quantificazione dell energia soggetta all obbligo L assolvimento dell obbligo Evoluzione del mercato dei Certificati Verdi 55 5 Le tariffe onnicomprensive Numero e potenza degli impianti TO Energia e corrispettivi degli impianti TO 60 6 I controlli sugli impianti Controlli sugli impianti incentivati ai sensi del DM 6/7/ Controlli sugli impianti IAFR Controlli sugli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento 68 7 Allegati 70 Allegato 1. Elenco degli impianti ammessi agli incentivi del DM 06/7/2012 e che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno Allegato 2. Elenco degli impianti ammessi agli incentivi del DM 06/7/2012 e che non hanno comunicato l entrata in al 30 giugno Allegato 3. Elenco degli impianti qualificati IAFR ed entrati in al 30/06/ Allegato 4. Elenco degli impianti qualificati IAFR a progetto al 30/06/ Allegato 5. Elenco degli impianti qualificati CHP TLR al 30/06/

6 6 Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012

7 1 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012 Il DM 6 luglio 2012 ha stabilito le modalità di incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili, diverse da quella solare fotovoltaica, entrati in dal 1 gennaio Il nuovo sistema di incentivazione ha previsto dei contingenti annuali di potenza incentivabile, relativi a ciascun anno dal 2013 al 2015, divisi per tipologia di fonte e ripartiti secondo le nuove modalità di accesso introdotte. Per accedere agli incentivi del DM 6/7/2012 sono state definite quattro modalità, in funzione della potenza dell impianto e della categoria di intervento: accesso diretto, iscrizione ai registri, iscrizione a registri per gli interventi di rifacimento, partecipazione a procedure competitive d asta al ribasso 1. Nella tabella seguente sono illustrati i dati principali relativi agli impianti ammessi agli incentivi, intendendo come tali: gli impianti in che, al 30 giugno 2014, hanno richiesto l accesso diretto agli incentivi; gli impianti che, al 30 giugno 2014, risultano ammessi in posizione utile nei registri o aggiudicatari di procedure d asta. Tabella 1. Impianti ammessi agli incentivi del DM 6/7/2012 al 30 giugno 2014 Tipologia Numero di impianti 2 Energia incentivabile annua Ei [GWh] Idraulica a bacino/serbatoio fluente Idraulica su acquedotto Eolica onshore Eolica offshore Geotermica Biomasse Bioliquidi sostenibili Biogas Gas di discarica Totale complessivo Per approfondimenti si rimanda al sito web del GSE ( alla sezione: Qualifiche e certificati Incentivi DM 6 luglio Con potenza d impianto si intende la potenza nominale elettrica per tutte le fonti salvo quella idroelettrica, per cui si considera la potenza nominale di concessione (art.2 DM 6/7//2012) Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012 7

8 Figura 1 Impianti ammessi agli incentivi del DM 6/7/2012 al 30 giugno 2014 Idraulica a bacino/serbatoio fluente 5 4 MW 30 GWh MW Numero di impianti Energia incentivabile annua GWh Idraulica su acquedotto 22 1 MW 11 GWh Eolica onshore MW GWh Eolica offshore 1 30 MW 75 GWh Geotermica 3 77 MW 357 GWh Biomasse MW 897 GWh Bioliquidi sostenibili 5 7 MW 30 GWh Biogas MW 683 GWh Gas di discarica 5 4 MW 22 GWh 8 Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012

9 1.1 Impianti ammessi agli incentivi e che non hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Nelle tabelle seguenti sono illustrati i dati principali relativi agli Impianti ammessi agli incentivi e che non hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014, intendendo come tali: gli impianti che, al 30 giugno 2014, risultano aggiudicatari delle procedure competitive d asta al ribasso e che, alla medesima data, non hanno ancora comunicato l entrata in (Tabella 3); gli impianti che, al 30 giugno 2014, risultano ammessi in posizione utile nei registri per gli interventi di rifacimento e che, alla medesima data, non hanno ancora comunicato l entrata in (Tabella 4); gli impianti che, al 30 giugno 2014, risultano ammessi in posizione utile nei registri per gli interventi di nuova costruzione, integrale ricostruzione, riattivazione o potenziamento e che, alla medesima data non hanno ancora comunicato l entrata in ( Tabella 5 e Tabella 6). Tabella 2 Quadro sintetico degli impianti ammessi agli incentivi e che non hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Impianti Numero Energia E i [GWh] Idraulica a bacino/serbatoio 2 3,5 29 fluente ,8 888 Idraulica su acquedotto 2 0,4 2 Eolica onshore , Eolica offshore 1 30,0 75 Geotermica 2 56,7 238 Biomasse ,7 859 Bioliquidi sostenibili 5 7,2 30 Biogas ,7 558 Gas di discarica 5 4,1 22 Totale complessivo , Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012 9

10 Tabella 3 Impianti ammessi in posizione utile a seguito di procedura d aste e che non hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Tipologia Bando Classe Ei Numero di potenza [MWh] Eolica onshore I Bando (2012) Maggiore di kw II Bando (2013) Maggiore di kw Eolica onshore Totale Eolica offshore I Bando (2012) Maggiore di kw Eolica offshore Totale Geotermica I Bando (2012) Maggiore di kw Geotermica Totale I Bando (2012) Maggiore di kw Biomasse Da a kw II Bando (2013) Maggiore di kw Biomasse Totale Totale complessivo Tabella 4 Impianti ammessi in posizione utile a seguito di iscrizione ai registri dei rifacimenti e che non hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Tipologia Bando Classe Ei Numero di potenza [MWh] Idraulica a bacino/serbatoio I Bando (2012) Da a kw Idraulica a bacino/serbatoio Totale fluente I Bando (2012) Da 20 a 500 kw Da a kw II Bando (2013) Da 20 a 500 kw Da 500 a kw Da a kw fluente Totale Biomasse I Bando (2012) Maggiore di kw Biomasse Totale Totale complessivo Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012

11 Tabella 5 Impianti ammessi in posizione utile a seguito di iscrizione ai registri per gli interventi di nuova costruzione, integrale ricostruzione, riattivazione o potenziamento e che non hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Tipologia Classe di potenza TOTALE Numero Ei [MWh] Idraulica a bacino/serbatoio Da 500 a kw Idraulica a bacino/serbatoio Totale Da 20 a 500 kw fluente Da 500 a kw Da a kw fluente Totale Idraulica su acquedotto Da 20 a 500 kw Idraulica su acquedotto Totale Eolica onshore Da 20 a 200 kw Da 200 a kw Eolica onshore Totale Geotermica Da a kw Geotermica Totale Da 1 a 300 kw Biomasse Da 300 a 600 kw Da 600 a kw Da a kw Biomasse Totale Da 300 a 600 kw Bioliquidi sostenibili Da 600 a kw Da a kw Bioliquidi sostenibili Totale Da 1 a 300 kw Biogas Da 300 a 600 kw Da 600 a kw Biogas Totale Gas di discarica Da 300 a 600 kw Da 600 a kw Gas di discarica Totale Totale complessivo Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/

12 Tabella 6 Impianti ammessi in posizione utile a seguito di iscrizione ai registri e che non hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014, suddivisi per Bando di riferimento Tipologia Classe di potenza I Bando (2012) II Bando (2013) Ei Ei Numero Numero [MWh] [MWh] Idraulica a Da 500 a bacino/serbatoio kw Idraulica a bacino/serbatoio Totale Da 20 a 500 kw Da 500 a fluente kw Da a kw fluente Totale Idraulica su acquedotto Da 20 a 500 kw Idraulica su acquedotto Totale Da 20 a 200 kw Eolica onshore Da 200 a kw Eolica onshore Totale Geotermica Da a kw Geotermica Totale Da 1 a 300 kw Da 300 a 600 kw Biomasse Da 600 a kw Da a kw Biomasse Totale Da 300 a 600 kw Da 600 a Bioliquidi sostenibili kw Da a kw Bioliquidi sostenibili Totale Da 1 a 300 kw Da 300 a 600 kw Biogas Da 600 a kw Biogas Totale Da 300 a 600 kw Gas di discarica Da 600 a kw Gas di discarica Totale Totale complessivo Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012

13 1.2 Impianti ammessi agli incentivi e che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Nelle tabelle seguenti sono illustrati i dati principali relativi agli impianti ammessi agli incentivi e che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014, intendendo come tali: gli impianti ad accesso diretto che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 (Tabella 8); gli impianti ammessi in posizione utile a seguito di procedura di aste e che, al 30 giugno 2014, hanno comunicato l entrata in (Tabella 9) gli impianti che, al 30 giugno 2014, risultano ammessi in posizione utile nei registri per interventi di nuova costruzione, integrale ricostruzione, riattivazione o potenziamento e che, alla medesima data, hanno comunicato l entrata in (Tabella 10); gli impianti che, al 30 giugno 2014, risultano ammessi in posizione utile nei registri per interventi di rifacimento e che, alla medesima data, hanno comunicato l entrata in (Tabella 11); Tabella 7 Quadro sintetico degli impianti ammessi agli incentivi e che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Impianti Numero Energia E i [GWh] Idraulica a bacino/serbatoio 3 0,2 1 fluente ,6 207 Idraulica su acquedotto 20 1,0 9 Eolica onshore ,9 326 Geotermica 1 19,8 118 Biomasse 52 10,8 38 Biogas 80 18,7 124 Totale complessivo ,0 824 Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/

14 Tabella 8 Impianti ad accesso diretto che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Tipologia Categoria Classe Ei Numero di intervento di potenza [MWh] Idraulica a Nuova Da 1 a 20 kw 1 0,02 50 bacino/serbatoio Da 20 a 500 kw 2 0, Idraulica a bacino/serbatoio Totale 3 0, Integrale Da 1 a 20 kw 2 0, Ricostruzione Da 20 a 500 kw 4 0, Nuova Da 1 a 20 kw 17 0, Da 20 a 500 kw 64 4, fluente Potenziamento Da 20 a 500 kw 1 0, Riattivazione Da 1 a 20 kw 3 0, Da 20 a 500 kw 5 0, Rifacimento Da 1 a 20 kw 4 0, Totale o Da 20 a 500 kw 3 0, fluente Totale 103 5, Idraulica su acquedotto Nuova Da 1 a 20 kw 8 0, Da 20 a 500 kw 11 0, Idraulica su acquedotto Totale 19 0, Integrale Da 20 a 200 kw 2 0,09 64 Ricostruzione Eolica onshore Nuova Da 1 a 20 kw 73 0, Da 20 a 200 kw 159 8, Eolica onshore Totale 234 9, Biomasse Integrale Ricostruzione Da 1 a 300 kw 1 0, Nuova Da 1 a 300 kw 45 5, Biomasse Totale 46 5, Biogas Nuova Da 1 a 300 kw 36 3, Biogas Totale 36 3, Totale complessivo , Tabella 9 Impianti ammessi in posizione utile a seguito di procedura di aste e che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Tipologia Bando Classe Ei Numero di potenza [MWh] Eolica onshore I Bando (2012) Maggiore di kw Totale complessivo Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012

15 Tabella 10 Impianti ammessi in posizione utile a seguito di iscrizione ai registri per gli interventi di nuova costruzione, integrale ricostruzione, riattivazione o potenziamento e che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Tipologia Bando Classe Ei Numero di potenza [MWh] Da 20 a 500 kw I Bando (2012) Da 500 a kw fluente Da a kw II Bando (2013) Da 20 a 500 kw Da a kw fluente Totale Idraulica su acquedotto I Bando (2012) Da 20 a 500 kw Idraulica su acquedotto Totale Da 20 a 200 kw I Bando (2012) Eolica onshore Da 200 a kw II Bando (2013) Da 200 a kw Eolica onshore Totale Da 300 a 600 kw I Bando (2012) Biomasse Da 600 a kw II Bando (2013) Da a kw Biomasse Totale I Bando (2012) Da 1 a 300 kw Da 300 a 600 kw Da 1 a 300 kw Biogas Da 300 a 600 kw II Bando (2013) Da 600 a kw Da a kw Biogas Totale Totale complessivo Tabella 11 Impianti ammessi in posizione utile a seguito di iscrizione ai registri per gli interventi di rifacimento e che hanno comunicato l entrata in al 30 giugno 2014 Tipologia Bando Classe Numero Ei di potenza [MWh] fluente I Bando (2012) Da a kw 2 5, II Bando (2013) Da 20 a 500 kw 3 0, Da a kw 1 1, fluente Totale 6 7, Geotermica I Bando (2012) Da a kw 1 19, Geotermica Totale 1 19, Totale complessivo 7 27, Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/

16 1.3 Confronto tra impianti ammessi agli incentivi e impianti entrati in al 30 giugno 2014 Il DM 6/7/2012 prevede che gli impianti risultati aggiudicatari delle procedure competitive d asta o ammessi in posizione utile ai registri, entrino in entro un determinato intervallo di tempo, specifico per tecnologia e per schema di supporto, pena decurtazione della tariffa o decadenza del diritto di accesso all incentivazione. Di seguito si rappresenta, per ciascuna tecnologia, il confronto tra gli impianti che al 30 giugno 2014 risultano ammessi in posizione utile nei registri o aggiudicatari di procedure d asta, e il sottoinsieme di tali impianti che risultano avere comunicato l entrata in al 30 giugno Le seguenti tabelle mostrano tali informazioni in numero e potenza, dando anche indicazione dello specifico bando di riferimento. 16 Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012

17 Figura 2 Numerosità degli impianti che al 30/06/2014 risultano ammessi in posizione utile nei registri o aggiudicatari di procedure d asta dei primi due bandi previsti dal DM 6/7/2012, con indicazione della quotaparte di essi che risultano in al 30/06/2014, per specifica tecnologia e schema di incentivazione (Registri, Aste, Rifacimenti). Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/

18 Figura 3 degli impianti che al 30/06/2014 risultano ammessi in posizione utile nei registri o aggiudicatari di procedure d asta dei primi due bandi previsti dal DM 6/7/2012, con indicazione della quotaparte di essi che risultano in al 30/06/2014, per specifica tecnologia e schema di incentivazione (Registri, Aste, Rifacimenti). 18 Bollettino al 30 giugno 2014 Gli impianti ammessi agli incentivi ai sensi del DM 6/7/2012

19 Bollettino al 30 giugno 2014 L incentivazione ai sensi del DM 6/7/

20 2 L incentivazione ai sensi del DM 6/7/ Numero e potenza degli impianti FER E Nel 1 semestre 2014, 378 impianti, per una potenza complessiva di 166 MW, hanno beneficiato degli incentivi previsti dal DM 6/7/2012. Si riporta di seguito l evoluzione della numerosità e della potenza degli impianti incentivati ai sensi del DM 6/7/2012 a partire dal Tabella 12 Evoluzione del numero di impianti incentivati ai sensi del DM 6/7/2012 Tipologia sem 2014 Idraulica a bacino/serbatoio 2 2 fluente Idraulica su acquedotto Eolica onshore Geotermica 1 Biomasse Biogas Totale complessivo sem 2014 Tabella 13. Evoluzione della potenza incentivata ai sensi del DM 6/7/2012 Tipologia sem 2014 Idraulica a bacino/serbatoio 0,1 0,1 fluente 12,1 13,2 Idraulica su acquedotto 0,5 0,6 Eolica onshore 83,3 115,0 Geotermica 19,8 Biomasse 3,0 4,6 Biogas 10,9 12,4 Totale complessivo 109,9 165, sem Bollettino al 30 giugno 2014 L incentivazione ai sensi del DM 6/7/2012

21 2.2 Energia e corrispettivi degli impianti FER E Nel 1 semestre 2014 l energia incentivata ai sensi del DM 6/7/2012 è risultata pari a 212 GWh, per un corrispettivo economico erogato dal GSE di 29 milioni di euro. Tabella 14 Evoluzione dell energia incentivata ai sensi del DM 6/7/2012 [GWh] Tipologia sem 2014 Idraulica a bacino/serbatoio 0,0 0,1 fluente 27,9 50,7 Idraulica su acquedotto 1,8 1,3 Eolica onshore 6,4 116,2 Geotermica 0,0 0,0 Biomasse 0,8 8,3 Biogas 5,1 35,3 Totale complessivo 42,0 211, sem 2014 Tabella 15 Evoluzione dei corrispettivi erogati ai sensi del DM 6/7/2012 [ mln] Tipologia sem 2014 Idraulica a bacino/serbatoio 0,0 0,0 fluente 5,0 10,2 Idraulica su acquedotto 0,2 0,2 Eolica onshore 0,7 9,6 Geotermica 0,0 0,0 Biomasse 0,2 1,7 Biogas 0,6 6,9 Totale complessivo 6,8 28,7 6,8 28, sem 2014 Bollettino al 30 giugno 2014 L incentivazione ai sensi del DM 6/7/

22

23 3 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/2008 Ai sensi del DM 18/12/2008 (e dei decreti che lo hanno preceduto) la qualifica degli impianti alimentati da fonti rinnovabili (Qualifica IAFR) è un prerequisito necessario per l ottenimento dei certificati verdi (CV) in funzione dell energia elettrica netta prodotta, o per l accesso alla tariffa incentivante onnicomprensiva (TO) in funzione dell energia elettrica netta prodotta ed immessa in rete. Al 30 giugno 2014, impianti di produzione di energia elettrica risultano in possesso della qualifica IAFR, di cui in e 530 a progetto. In termini di potenza 3, risultano MW di impianti qualificati IAFR in e MW di impianti qualificati IAFR a progetto. 3 In questo paragrafo si fa riferimento alla potenza dei installati negli impianti. Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/

24 3.1 Dati di sintesi sugli impianti qualificati al 30 giugno 2014 Tabella 16. Impianti qualificati al 30 giugno Suddivisione per tipologia di impianto. Impianti Numero in Energia E i [GWh] Numero a progetto Energia E i [GWh] Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale complessivo Tabella 17. Impianti qualificati 30 giugno Suddivisione per categoria di intervento. Impianti Numero in Energia E i [GWh] Numero a progetto Energia E i [GWh] A Potenziamento B Rifacimento C Riattivazione E Co combustione in impianti esistenti prima del Totale complessivo Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/2008

25 Figura 4 Impianti qualificati e in al 30 giugno Suddivisione per tipologia di impianto. Idroelettrici a serbatoio 1% 9% 3% Idroelettrici a bacino 1% 10% 4% acqua fluente 31% 16% 18% acquedotto 3% 0% 1% Eolici 19% 37% 34% Solari 1% 0% 0% Marini 0% 0% 0% Geotermoelettrici Biomasse solide 0% 4% 3% 10% 4% 8% Bioliquidi 9% 5% 9% Biogas 24% 4% 15% Gas di discarica 4% 1% 3% Rifiuti 1% 4% 0% Numero Energia incentivabile Figura 5. Impianti qualificati e in al 30 giugno Suddivisione per categoria di intervento. A Potenziamento 3% 14% 3% B Rifacimento 3% 4% 5% 11% 19% 18% C Riattivazione 4% 1% 2% 79% 55% 73% E Co combustione in impianti esistenti prima del % 8% 0% Numero Energia incentivabile Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/

26 Figura 6 Impianti qualificati a progetto al 30 giugno Suddivisione per tipologia di impianto. Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici 0% 0% 16% 1% 34% 0% 10% 6% 0% 26% 0% 4% 9% 0% 21% Solari 0% 0% 0% Marini 0% 0% 0% Geotermoelettrici Biomasse solide 0% 15% 0% 13% 0% 23% Bioliquidi 25% 35% 33% Biogas Gas di discarica Rifiuti 7% 1% 1% 1% 0% 9% 4% 0% 6% Numero Energia incentivabile Figura 7. Impianti qualificati a progetto al 30 giugno Suddivisione per categoria di intervento. A Potenziamento 0% 8% 4% B Rifacimento 4% 6% 8% 5% 13% 7% C Riattivazione 2% 0% 0% 89% 73% 82% E Co combustione in impianti esistenti prima del % 0% 0% Numero Energia incentivabile 26 Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/2008

27 3.2 Impianti qualificati e in al 30 giugno 2014 Tabella 18. Impianti qualificati e in al 30 giugno Suddivisione per tipologia di impianto e meccanismo di incentivazione 4. Impianti Numero CV TO Totale Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale complessivo Numero, e Energia incentivabile totali, per tipologia di impianto, coincidono con la Tabella 16. Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/

28 Tabella 19. Impianti qualificati e in al 30 giugno Suddivisione per tipologia di impianto e categoria di intervento 5. Impianti A Potenziamento B Rifacimento Numero Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi 1 0 Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale complessivo Impianti C Riattivazione Numero Energia E i [GWh] E Co combustione in impianti preesistenti al 99 Numero Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale complessivo Numero, e Energia incentivabile totali, per tipologia di impianto, coincidono con la Tabella Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/2008

29 Figura 8. Numero degli impianti qualificati e in al 30 giugno 2014, suddivisi per tipologia di impianto e per categoria di intervento Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Figura 9. complessiva degli impianti qualificati e in al 30 giugno 2014, suddivisi per tipologia di impianto e per categoria di intervento Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Figura 10. Energia incentivabile annua complessiva degli impianti qualificati e in al 30 giugno 2014, suddivisi per tipologia di impianto e per categoria di intervento [GWh] Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Legenda Fig A Idroelettrici Potenziamento a serbatoio Idroelettrici B Rifacimento su acquedotto C Riattivazione Marini Bioliquidi E Co combustione Rifiuti in impianti 206 esistenti prima del 1999 Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/

30 Tabella 20. Impianti ibridi qualificati e in al 30 giugno 2014 (la potenza indicata è quella complessiva degli impianti). Impianti ibridi Numero Energia E i [GWh] Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale complessivo Figura 11. Impianti ibridi qualificati e in al 30 giugno Rifiuti 14% 6% 30% 6% 11% Gas di discarica 25% Biogas Bioliquidi 14% 68 % 82% Biomasse solide 42% Numero Energia [GWh] 30 Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/2008

31 Tabella 21. Impianti ibridi qualificati e in al 30 giugno Suddivisione per tipologia di impianto e categoria di intervento 6. Impianti A Potenziamento B Rifacimento Numero Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] Numero Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale complessivo Energia E i [GWh] Impianti C Riattivazione Numero Energia E i [GWh] E Co combustione in impianti preesistenti al 99 Numero Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale complessivo Numero, e Energia incentivabile totali, per tipologia di impianto, coincidono con la Tabella 20. La potenza indicata è quella complessiva degli impianti Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/

32 3.3 Impianti qualificati a progetto al 30 giugno 2014 Tabella 22. Impianti qualificati a progetto al 30 giugno Suddivisione per tipologia di impianto e categoria di intervento 7. Impianti A Potenziamento B Rifacimento Numero Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale complessivo Impianti C Riattivazione Numero Energia E i [GWh] Numero Energia E i [GWh] E Co combustione in impianti preesistenti al 99 Numero Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale complessivo Energia E i [GWh] 7 Numero, e Energia incentivabile totali, per tipologia di impianto, coincidono con la Tabella Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/2008

33 Figura 12. Numero degli impianti qualificati a progetto al 30 giugno 2014, suddivisi per tipologia di impianto e per categoria di intervento Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Figura 13. complessiva degli impianti qualificati a progetto al 30 giugno 2014, suddivisi per tipologia di impianto e per categoria di intervento Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Figura 14. Energia incentivabile annua complessiva degli impianti qualificati a progetto al 30 giugno 2014, suddivisi per tipologia di impianto e per categoria di intervento [GWh] Idroelettrici a serbatoio Idroelettrici a bacino acqua fluente acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Legenda Fig A Idroelettrici Potenziamento a serbatoio Idroelettrici B Rifacimento su acquedotto C Riattivazione Marini Bioliquidi E Co combustione Rifiuti in impianti 206 esistenti prima del 1999 Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/

34 Tabella 23. Impianti ibridi 8 qualificati a progetto al 30 giugno Impianti ibridi Numero Energia E i [GWh] Bioenergie e rifiuti La potenza indicata è quella complessiva degli impianti, imputabile alle fonti rinnovabili e non. 34 Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/21/2008

35 3.4 Crescita storica degli impianti qualificati Figura 15. Andamento per semestre del numero cumulativo degli impianti qualificati in e a progetto in a progetto giu 01 dic 01 giu 02 dic 02 giu 03 dic 03 giu 04 dic 04 giu 05 dic 05 giu 06 dic 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 dic 12 giu 13 dic 13 giu 14 Figura 16. Andamento per semestre della potenza cumulativa degli impianti qualificati in e a progetto in a progetto giu 01 dic 01 giu 02 dic 02 giu 03 dic 03 giu 04 dic 04 giu 05 dic 05 giu 06 dic 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 dic 12 giu 13 dic 13 giu 14 Figura 17. Andamento per semestre dell'energia incentivabile annua cumulativa degli impianti qualificati in e a progetto [GWh] (*) in a progetto giu 01 dic 01 giu 02 dic 02 giu 03 dic 03 giu 04 dic 04 giu 05 dic 05 giu 06 dic 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 dic 12 giu 13 dic 13 giu 14 * (*) Il valore dell energia incentivabile a partire dal 31/12/2012 è stimato in accordo a criteri più conservativi. I valori riferiti alle date precedenti sono invece calcolati secondo la metodologia riportata nei precedenti bollettini. Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/

36 Figura 18. Andamento per semestre del numero degli impianti qualificati e entrati in. Suddivisione per tipologia di impianto Idroelettrici Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti giu 01 dic 01 giu 02 dic 02 giu 03 dic 03 giu 04 dic 04 giu 05 dic 05 giu 06 dic 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 dic 12 giu 13 dic 13 giu 14 Figura 19. Andamento per semestre del numero degli impianti qualificati e entrati in. Suddivisione per categoria di intervento E Co combustione in impianti esistenti prima del 1999 C Riattivazione B Rifacimento A Potenziamento giu 01 dic 01 giu 02 dic 02 giu 03 dic 03 giu 04 dic 04 giu 05 dic 05 giu 06 dic 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 dic 12 giu 13 dic 13 giu Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/21/2008

37 Figura 20. Andamento per semestre della potenza degli impianti qualificati e entrati in. Suddivisione per tipologia di impianto Idroelettrici Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti giu 01 dic 01 giu 02 dic 02 giu 03 dic 03 giu 04 dic 04 giu 05 dic 05 giu 06 dic 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 dic 12 giu 13 dic 13 giu 14 Figura 21. Andamento per semestre della potenza degli impianti qualificati e entrati in. Suddivisione per categoria di intervento E Co combustione in impianti esistenti prima del 1999 C Riattivazione B Rifacimento A Potenziamento giu 01 dic 01 giu 02 dic 02 giu 03 dic 03 giu 04 dic 04 giu 05 dic 05 giu 06 dic 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 dic 12 giu 13 dic 13 giu 14 Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/

38 Figura 22. Andamento per semestre dell energia incentivabile degli impianti qualificati e entrati in. Suddivisione per tipologia di impianto [GWh] Idroelettrici Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti giu 01 dic 01 giu 02 dic 02 giu 03 dic 03 giu 04 dic 04 giu 05 dic 05 giu 06 dic 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 dic 12 giu 13 dic 13 giu 14 Figura 23. Andamento per semestre dell energia incentivabile degli impianti qualificati e entrati in. Suddivisione per categoria di intervento [GWh] A Potenziamento B Rifacimento C Riattivazione E Co combustione in impianti esistenti prima del 1999 giu 01 dic 01 giu 02 dic 02 giu 03 dic 03 giu 04 dic 04 giu 05 dic 05 giu 06 dic 06 giu 07 dic 07 giu 08 dic 08 giu 09 dic 09 giu 10 dic 10 giu 11 dic 11 giu 12 dic 12 giu 13 dic 13 giu Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/21/2008

39 3.5 Qualifica degli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento Con la L. 239/2004 anche gli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento (CHP TLR) hanno avuto la possibilità di accedere, previa qualifica degli stessi, al rilascio dei Certificati Verdi (denominati in questo caso CV TLR). Al 30 giugno 2014 risultano qualificati 104 impianti CHP TLR, a cui corrisponde una potenza di MW. Tabella 24. Impianti CHP TLR qualificati al 30 giugno 2014 Categoria di intervento Numero A Potenziamento BP.C Rifacimento (impianto di cogenerazione) BP.R Rifacimento (rete di teleriscaldamento) Totale complessivo Bollettino al 30 giugno 2014 La qualifica degli impianti ai sensi del DM 18/12/

40 40 Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi

41 4 I Certificati Verdi 4.1. Certificati Verdi emessi per gli impianti a fonti rinnovabili Al 30 giugno 2014 risultano emessi dal GSE 10,6 milioni di CV IAFR 2014 relativi alla produzione di impianti per una potenza complessiva di 12 GW. La ripartizione dei CV IAFR 2014 fra le diverse tipologie di impianto è la seguente: impianti eolici (48%), idroelettrici (27%), bioenergie (21%) geotermoelettrici (4%). Tali valori sono preliminari in quanto l attività di emissione dei CV 2014 è ancora in corso. Per quanto riguarda la produzione 2013, risultano emessi dal GSE 32 milioni di CV IAFR 2013 relativi a impianti per una potenza di 15,9 GW. La ripartizione dei CV IAFR 2013 fra le diverse tipologie di impianto è la seguente: impianti eolici (44%), idroelettrici (31%), bioenergie (21%) geotermoelettrici (5%). Una quota marginale è da ascrivere alla produzione degli impianti fotovoltaici che hanno richiesto e ottenuto la qualifica IAFR 9. Le tabelle nelle pagine seguenti riportano i dati 10 aggiornati relativi ai CV emessi dal GSE. 9 Fino alla data di entrata in vigore della Legge Finanziaria 2008, gli impianti fotovoltaici che non aderivano al Conto Energia potevano accedere al meccanismo dei CV. L art. 15, comma 2, del D.M. 18/12/2008 ha esteso tale facoltà agli impianti, non incentivati con il Conto Energia, che abbiano inoltrato la domanda di autorizzazione unica prima del I dati indicati possono differire da quelli riportati nei precedenti bollettini a causa dell aggiornamento dovuto a compensazioni successive alla data di emissione dei bollettini stessi. Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi 41

42 Tabella 25. Impianti per i quali risultano CV IAFR 2014 emessi. Dati preliminari al 30 giugno 2014 Impianti Numero (1) (1) CV Idro a serbatoio Idro a bacino Idro ad acqua fluente Idro su acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale (1) Numero e potenza si riferiscono ai soli impianti per i quali risultino effettivamente emissioni di CV IAFR 2014, e sono pertanto una quotaparte del totale degli impianti a CV che risultano qualificati ed in al 30/06/2014. Tabella 26. Impianti per i quali risultano CV IAFR 2014 emessi. Ripartizione per tipologia di impianto e categoria di intervento. Dati preliminari al 30 giugno 2014 Impianti Categoria di intervento (1) A B BP C D E Totale Idro a serbatoio Idro a bacino Idro ad acqua fluente Idro su acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale (1) A : Potenziamento B: Rifacimento BP: Rifacimento parziale C: Riattivazione D: Nuova E: Co combustione in impianti esistenti prima del 1999 Le categorie di intervento sono descritte nel DM 18/12/ Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi

43 Figura 24. CV IAFR 2014 emessi. Ripartizione per tipologia di impianto. Dati preliminari al 30 giugno Idro a serbatoio Idro a bacino Idro ad acqua fluente Idro su acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti ,7% 4,7% 18,1% 0,4% 48,2% 0,0% 0,0% 4,2% 7,5% 12,1% 0,4% 0,7% 0,1% Figura 25. CV IAFR 2014 emessi. Ripartizione per categoria di intervento. Dati preliminari al 30 giugno A : Potenziamento B: Rifacimento BP: Rifacimento parziale C: Riattivazione ,0% 6,6% 24,4% 1,2% D: Nuova ,7% E: Co combustione in 0,0% Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi 43

44 Tabella 27. Impianti per i quali risultano CV IAFR 2013 emessi. Impianti Numero (1) (1) CV Idro a serbatoio Idro a bacino Idro ad acqua fluente Idro su acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale (1) Numero e potenza si riferiscono ai soli impianti per i quali risultino effettivamente emissioni di CV IAFR 2013, e sono pertanto una quotaparte del totale degli impianti a CV che risultano qualificati ed in al 30/06/2014. Tabella 28. Impianti per i quali risultano CV IAFR 2013 emessi. Ripartizione per tipologia di impianto e categoria di intervento. Impianti Categoria di intervento (1) A B BP C D E Totale Idro a serbatoio Idro a bacino Idro ad acqua fluente Idro su acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti Totale (1) A : Potenziamento B: Rifacimento BP: Rifacimento parziale C: Riattivazione D: Nuova E: Co combustione in impianti esistenti prima del 1999 Le categorie di intervento sono descritte nel DM 18/12/ Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi

45 Figura 26. CV IAFR 2013 emessi. Ripartizione per tipologia di impianto. Idro a serbatoio Idro a bacino Idro ad acqua fluente Idro su acquedotto Eolici Solari Marini Geotermoelettrici Biomasse solide Bioliquidi Biogas Gas di discarica Rifiuti ,9% 6,5% 18,9% 0,6% 43,6% 0,0% 0,0% 4,8% 8,1% 11,0% 0,4% 1,1% 0,1% Figura 27. CV IAFR 2013 emessi. Ripartizione per categoria di intervento. A : Potenziamento B: Rifacimento BP: Rifacimento parziale C: Riattivazione ,6% 6,2% 22,3% 1,3% D: Nuova ,6% E: Co combustione in 0,0% Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi 45

46 Figura 28. CV IAFR emessi suddivisi per anno di emissione e tipologia di impianto [milioni di CV] Bioenergie Geotermoelettrici Marini Solari Eolici Idroelettrici 17,8 22,6 23,8 27,9 32,0 0,9 1,5 3,1 4,4 6,0 7,8 11,2 10, * Tabella 29. CV IAFR emessi suddivisi per anno di emissione e tipologia di impianto Idroelettrici Eolici Solari Marini Geotermoel. Bioenergie Totale (*) (*) Dato preliminare 46 Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi

47 Figura 29. CV IAFR emessi suddivisi per anno di emissione e categoria di intervento di impianto [milioni di CV] E: Co combustione in impianti esistenti prima del 1999 D: Nuova C: Riattivazione BP: Rifacimento parziale B: Rifacimento A : Potenziamento 11,2 7,8 6,0 0,9 1,5 3,1 4,4 17,8 22,6 23,8 27,9 32,0 10, * Tabella 30. CV IAFR emessi suddivisi per anno di emissione e categoria di intervento A B BP C D E Totale (*) A : Potenziamento; B: Rifacimento; BP: Rifacimento parziale; C: Riattivazione; D: Nuova ; E: Co combustione in impianti esistenti prima del 1999 (*) Dato preliminare Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi 47

48 4.2 Certificati Verdi emessi per gli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento Relativamente alla produzione di energia elettrica del 2012, risultano emessi dal GSE circa 1,9 milioni di CV TLR Per quanto riguarda la produzione di energia elettrica del 2011, risultano complessivamente emessi dal GSE circa 1,7 milion1 di CV TLR Figura 30. CV TLR emessi suddivisi per anno di emissione. [milioni di CV] 2,2 1,8 1,9 1,2 0,003 0,034 0,3 0, Tabella 31. CV TLR emessi suddivisi per anno di emissione. CV CHP TLR CV TLR EMESSI Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi

49 4.3 I prezzi di riferimento nel mercato dei Certificati Verdi Tabella 32. Prezzi di offerta e di ritiro dei Certificati Verdi espressi in /MWh al netto dell'iva. di produzione di 2002 energia rinnovabile di ritiro Prezzo di riferimento Art. 2, comma 148 della L /2007 Prezzo di cessione dell'energia Valore medio di ritiro della produzione rinnovabile non 67,12 91,34 67,18 66,90 74,72 77,00 65,54 programmabile. Art. 13 comma 3 D.Lgs. 387/2003 Prezzo di offerta CV GSE A partire dal 2007: Art. 2, comma 148 della L. 244/2007; 82,40 97,39 108,92 125,28 125,13 112,88 88,66 112,82 113,10 105,28 103,00 114,46 In precedenza: Art. 9 D.M. 11/11/1999; Art. 9 D.M. 24/10/2005 Prezzo di ritiro CV IAFR in scadenza Prezzo medio degli scambi di CV registrato durante l'anno precedente a quello di ritiro. Art. 2, comma 149 della L. 244/2007 Prezzo di ritiro CV IAFR Fino al 2010: prezzo medio degli scambi di CV dell ultimo triennio (Art. 15, comma 1 D.M. 18/12/2008) Dal 2011: 78% del prezzo di offerta dei CV GSE (art. 25 comma 4 D.lgs 28/2011) Prezzo di ritiro CV TLR Prezzo medio di mercato dei CV TLR registrato nel 2010 (art. 25 comma 4 D.lgs 28/2011) 120,19 78,59 88,74 86,17 98,00 88,91 87,38 82,12 80,34 89,28 84,34 84,34 84,34 Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi 49

50 Figura 31. Prezzi di offerta e di ritiro dei Certificati Verdi espressi in /MWh al netto dell'iva. Prezzo di offerta CV GSE Prezzo di ritiro CV IAFR Prezzo di ritiro CV IAFR in scadenza Prezzo di ritiro CV TLR 125,28 125,13 120,19 (*) 112,82 113,1 114,46 108,92 112,88 105,28 103,00 97,39 98,00 88,91 87,38 89,28 (*) applicato solo ai CV 2005 in scadenza 82,4 88,66 84,34 84,34 84,34 82,12 80,34 di ritiro di produzione energia rinnovabile Bollettino al 30 giugno 2014 I Certificati verdi

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2015.

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2015. Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2015. PREMESSA Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente

Dettagli

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2013.

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2013. Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2013. PREMESSA Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente

Dettagli

Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell art.

Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell art. Bollettino 2 2 semestre 2012 Incentivazione delle fonti rinnovabili. Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive. Bollettino aggiorn nato al 31 dicembre 2012. Il presente documento è il bollettino informativo

Dettagli

Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell art. 18 del D.M.

Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell art. 18 del D.M. Bollettino 2 2 semestre 2011 Incentivazione delle fonti rinnovabili Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive Bollettino aggiorn nato al 31 dicembre 2011 Il presente documento è il bollettino informativo

Dettagli

Gli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Luca Benedetti

Gli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Luca Benedetti Gli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Luca Benedetti Responsabile Unità Studi Perugia 12 marzo 2014 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004

Dettagli

Incentivazione delle fonti rinnovabili: Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2010

Incentivazione delle fonti rinnovabili: Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2010 Incentivazione delle fonti rinnovabili: Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2010 Aprile 2011 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 1. LA QUALIFICAZIONE DEGLI IMIANTI...

Dettagli

Incentivazione delle fonti rinnovabili Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2015

Incentivazione delle fonti rinnovabili Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2015 Incentivazione delle fonti rinnovabili Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2015 PREMESSA Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

Legge 244/07 (finanziaria 2008) e Legge 222/07

Legge 244/07 (finanziaria 2008) e Legge 222/07 1 Legge 244/07 (finanziaria 2008) e Legge 222/07 PICCOLI impianti IAFR Sistema incentivante con tariffa fissa onnicomprensiva (incentivo + ricavo vendita energia) (Incentivata solo all energia immessa

Dettagli

Il contatore degli oneri delle fonti rinnovabili

Il contatore degli oneri delle fonti rinnovabili Il contatore degli oneri delle fonti rinnovabili Il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi riconosciuti agli impianti alimentati da fonti rinnovabili diversi da quelli fotovoltaici 30 settembre

Dettagli

AREA CLIENTI. Home Azienda Sala stampa Dati e Bilanci Sostenibilità Bandi di gara Verso il 2020 Lavora con noi

AREA CLIENTI. Home Azienda Sala stampa Dati e Bilanci Sostenibilità Bandi di gara Verso il 2020 Lavora con noi A A A English AREA CLIENTI Home Azienda Sala stampa Dati e Bilanci Sostenibilità Bandi di gara Verso il 2020 Lavora con noi Contatti FAQ CONTO ENERGIA RITIRO E SCAMBIO QUALIFICHE E CERTIFICATI GAS, CO2

Dettagli

Aggiornamenti normativi in materia di fonti rinnovabili

Aggiornamenti normativi in materia di fonti rinnovabili Aggiornamenti normativi in materia di fonti rinnovabili Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa Convegno Cooperative Elettriche Italiane Storiche Pozza di Fassa (TN), 7 e 8 giugno 2013 Il ruolo

Dettagli

Il contatore degli oneri delle fonti rinnovabili

Il contatore degli oneri delle fonti rinnovabili Il contatore degli oneri delle fonti rinnovabili Il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi riconosciuti agli impianti alimentati da fonti rinnovabili diversi da quelli fotovoltaici Febbraio 2013

Dettagli

INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI ELETTRICHE: COSA CAMBIA CON IL NUOVO DECRETO?

INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI ELETTRICHE: COSA CAMBIA CON IL NUOVO DECRETO? Rinnovabili: I nuovi incentivi per il settore elettrico Bolzano, 25 luglio 2012 INCENTIVI ALLE FONTI RINNOVABILI ELETTRICHE: COSA CAMBIA CON IL NUOVO DECRETO? Andrea Zaghi Centro Studi L Associazione Aper

Dettagli

Evoluzione del sistema degli incentivi delle energie rinnovabili

Evoluzione del sistema degli incentivi delle energie rinnovabili Evoluzione del sistema degli incentivi delle energie rinnovabili Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa Convegno FederUtility Fonti rinnovabili ed efficienza energetica Le prospettive per le Aziende

Dettagli

Circolare N.72 del 21 Maggio 2014

Circolare N.72 del 21 Maggio 2014 Circolare N.72 del 21 Maggio 2014 Energie rinnovabili. Pubblicati i nuovi bandi GSE Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che GSE ha pubblicato i tre bandi per partecipare alla procedura

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA Entrata in vigore: Il nuovo regime di incentivazione previsto dal V conto energia entrerà in vigore 45 giorni dopo il raggiungimento di un costo indicativo

Dettagli

Il DM 6 luglio 2012 sugli incentivi alla produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici

Il DM 6 luglio 2012 sugli incentivi alla produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici Il DM 6 luglio 2012 sugli incentivi alla produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici Costantino Lato Direttore Studi, Statistiche e Servizi Specialistici Eolica

Dettagli

La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte III

La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte III Corso di Formazione ESTATE La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte III Daniele Cocco Dipartimento di Ingegneria Meccanica Università degli Studi di

Dettagli

Meccanismi di incentivazione del minieolico. Risultati raggiunti

Meccanismi di incentivazione del minieolico. Risultati raggiunti Meccanismi di incentivazione del minieolico. Risultati raggiunti Ing. Luca Di Carlo Direttore Ingegneria IL MINIEOLICO IN ITALIA. PROGETTARE IL FUTURO Solarexpo The Innovation Cloud Milano, 9 maggio 2014

Dettagli

Il DM 6 luglio 2012 e il V Conto energia sugli incentivi alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Il DM 6 luglio 2012 e il V Conto energia sugli incentivi alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Il DM 6 luglio 2012 e il V Conto energia sugli incentivi alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Costantino Lato Direttore Studi, Statistiche e Servizi Specialistici ENERGIE RINNOVABILI:

Dettagli

Nuova tariffa in Italia

Nuova tariffa in Italia è stato pubblicato nella G.U. n. 1 del 2 gennaio 2009, il Decreto 18 dicembre 2008, con il quale si dà prima attuazione alle disposizioni in materia di incentivazione della produzione di energia elettrica

Dettagli

Meccanismi di incentivazione dell energia da rifiuti

Meccanismi di incentivazione dell energia da rifiuti Meccanismi di incentivazione dell energia da rifiuti Ing. Nicola Iannarelli Studio Iannarelli Energia-Ambiente studioiannarelli@alice.it 339.4199942 Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale

Dettagli

IL REGIME DI INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Decreto Fer. Avv. Germana Cassar g.cassar@macchi-gangemi.com

IL REGIME DI INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Decreto Fer. Avv. Germana Cassar g.cassar@macchi-gangemi.com 1 IL REGIME DI INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Decreto Fer 2 IL REGIME DI INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Il Decreto FER : Decreto Ministeriale 6 luglio 2012 adottato dal Ministero dello

Dettagli

L INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Quadro normativo e risultati

L INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Quadro normativo e risultati L INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Quadro normativo e risultati Costantino Lato Direttore Studi, Statistiche e Servizi Specialistici www.gse.it Ovaro (UD), 27 marzo 2010 www.gsel.it 2 Indice Le attività

Dettagli

Spalma incentivi volontario

Spalma incentivi volontario Spalma incentivi volontario Guida alla lettura con esempi numerici Spalma incentivi volontario: guida alla lettura Riferimenti normativi: DECRETO LEGGE 23 dicembre 2013, n. 145 (c.d. Destinazione Italia

Dettagli

INFORMATIVA 01/2009. Incentivazione della produzione di energia elettrica da biomasse e biogas

INFORMATIVA 01/2009. Incentivazione della produzione di energia elettrica da biomasse e biogas INFORMATIVA 01/2009 Incentivazione della produzione di energia elettrica da biomasse e biogas Realizzato da: TIS Area Energia & Ambiente Data: Bolzano, 06/08/2009 Indice 1 Introduzione... 3 2 Incentivazione

Dettagli

Aggiornamenti normativi in materia di produzione da fonti rinnovabili e fotovoltaico - DM 5 e 6 luglio 2012. Gerardo Montanino Direttore Operativo

Aggiornamenti normativi in materia di produzione da fonti rinnovabili e fotovoltaico - DM 5 e 6 luglio 2012. Gerardo Montanino Direttore Operativo Aggiornamenti normativi in materia di produzione da fonti rinnovabili e fotovoltaico - DM 5 e 6 luglio 2012 Gerardo Montanino Direttore Operativo Incontro col GSE, AU e PAT AEIT Trento, 26 ottobre 2012-1

Dettagli

Energia da fonti rinnovabili in Italia Dati preliminari 2015

Energia da fonti rinnovabili in Italia Dati preliminari 2015 Energia da fonti rinnovabili in Italia Dati preliminari 2015 29 febbraio 2016 1. Premessa In un quadro di continua evoluzione normativa, tecnologica e di mercato, la disponibilità di dati aggiornati e

Dettagli

Meccanismi di remunerazione della produzione di

Meccanismi di remunerazione della produzione di Meccanismi di remunerazione della produzione di energia elettrica da FER Davide Valenzano Responsabile Unità Attività Regolatorie e Monitoraggio I Forum ABI Green Energy 2011, 17 giugno 2011 Agenda -2-

Dettagli

L'evoluzione dei meccanismi di incentivazione della produzione di energia Idroelettrica dal DM 18/12/2008 al DM 06/07/2012

L'evoluzione dei meccanismi di incentivazione della produzione di energia Idroelettrica dal DM 18/12/2008 al DM 06/07/2012 L'evoluzione dei meccanismi di incentivazione della produzione di energia Idroelettrica dal DM 18/12/2008 al DM 06/07/2012 Ing. Andros Racchetti Direzione Ingegneria, Unita Impianti Idroelettrici ed Eolici

Dettagli

Gestore dei Servizi Energetici GSE spa

Gestore dei Servizi Energetici GSE spa Gestore dei Servizi Energetici GSE spa Emilio Cremona Presidente www.gse.it www.gsel.it 2 Indice Il GSE Le fonti rinnovabili: presente e futuro CORRENTE GSE a supporto delle amministrazioni pubbliche 3

Dettagli

Il biogas. Opportunità per le aziende agricole e l agro industria produzione e prospettive. Incentivi e finanziamenti

Il biogas. Opportunità per le aziende agricole e l agro industria produzione e prospettive. Incentivi e finanziamenti Il biogas Opportunità per le aziende agricole e l agro industria produzione e prospettive. Incentivi e finanziamenti Renzo N.Iride Servizio Energia-Araen D.M. 18.12.2008 (g.u.2.01.09) Incentivazione della

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

www.provincia.bologna.it/opportunita_ambientale

www.provincia.bologna.it/opportunita_ambientale 1 CERTIFICATI VERDI, CONTO ENERGIA E TARIFFA ONNICOMPRENSIVA Legge Finanziaria 2008 (legge 24 Dicembre 2007, n. 244), art. 2, commi da 143 a 157, articolo 2, commi da 136 a 140 D.M 18/12/2008 (decreto

Dettagli

L ENERGIA IDROELETTRICA in ITALIA: evoluzione del settore e del quadro normativo

L ENERGIA IDROELETTRICA in ITALIA: evoluzione del settore e del quadro normativo Certificati Verdi e FER Elettriche Le novità introdotte dal DM 6 luglio 2012 Antonio D Amico Unità Gestione e Riconoscimento Incentivi e Titoli FER Direzione Contratti L ENERGIA IDROELETTRICA in ITALIA:

Dettagli

Guida agli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Guida agli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Guida agli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Guida agli incentivi per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili Maggio 2010 INDICE INDICE INTRODUZIONE...

Dettagli

Incentivazione delle biomasse

Incentivazione delle biomasse Incentivazione delle biomasse Luca Benedetti Responsabile Unità Studi luca.benedetti@gse.it 11 a Giornata PAVER Piacenza, 20 giugno 2011 INDICE 1. Meccanismi incentivanti in Italia Certificati Verdi Tariffe

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 19 DICEMBRE 2013 614/2013/R/EFR AGGIORNAMENTO DEL LIMITE MASSIMO PER LA RESTITUZIONE DEGLI ONERI GENERALI DI SISTEMA NEL CASO DI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI CHE ACCEDONO ALLO

Dettagli

Lo sviluppo dell eolico in Italia: incentivi e risultati

Lo sviluppo dell eolico in Italia: incentivi e risultati Lo sviluppo dell eolico in Italia: incentivi e risultati Matteo Giannì Unità Studi e Statistiche - 1 - GSE: monitoraggio e informazione Attività di monitoraggio previste dalla normativa assegnate al GSE

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 488/2013/R/EFR

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 488/2013/R/EFR DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 488/213/R/EFR SCAMBIO SUL POSTO: AGGIORNAMENTO DEL LIMITE MASSIMO PER LA RESTITUZIONE DEGLI ONERI GENERALI DI SISTEMA NEL CASO DI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino ALTHESYS Presentazione dell IREX International Report Solarexpo Milano, 7 maggio 2014 Non solo energia elettrica INDICE L energia rinnovabile

Dettagli

Le potenzialità degli impianti a fonti rinnovabili. L Incentivazione degli impianti a fonti rinnovabili 4. Le FONTI RINNOVABILI. Obiettivi comunitari

Le potenzialità degli impianti a fonti rinnovabili. L Incentivazione degli impianti a fonti rinnovabili 4. Le FONTI RINNOVABILI. Obiettivi comunitari convegno nazionale & question time L DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI I MERCATI DEI CERTIFICATI VERDI, DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DELLE UNITÀ DI EMISSIONE Gli strumenti

Dettagli

BOZZA NUOVO DECRETO FER DISPOSIZIONI ANCHE PER IL SOLARE

BOZZA NUOVO DECRETO FER DISPOSIZIONI ANCHE PER IL SOLARE CLIENT ALERT BOZZA NUOVO DECRETO FER DISPOSIZIONI ANCHE PER IL SOLARE OTTOBRE 2015 SCHEMA NUOVO DECRETO FER AL VAGLIO DELL'AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO E DELLA CONFERENZA

Dettagli

La posizione di Confindustria sul Fotovoltaico

La posizione di Confindustria sul Fotovoltaico La posizione di Confindustria sul Fotovoltaico 1 Gli obiettivi europei di sostenibilità ambientale al 2020 Pacchetto UE clima-energia Normativa e policy UE Recepimento Nazionale Obiettivo vincolante 20%

Dettagli

V Conto Energia. Sintesi e novità

V Conto Energia. Sintesi e novità V Conto Energia Una sintesi del Decreto Ministeriale (c.d. V Conto Energia) che indica quali sono e potranno essere i criteri e le modalità di incentivazione attuali e futuri della produzione di energia

Dettagli

Incentivazione delle fonti rinnovabili con il sistema dei Certificati Verdi. Bollettino aggiornato al 30/06/2007

Incentivazione delle fonti rinnovabili con il sistema dei Certificati Verdi. Bollettino aggiornato al 30/06/2007 Incentivazione delle fonti rinnovabili con il sistema dei Certificati Verdi. Bollettino aggiornato al 30/06/2007 Roma, novembre 2007 www.gsel.it INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Il meccanismo dei certificati

Dettagli

Fonti rinnovabili e supporto alla Pubblica Amministrazione, il ruolo del GSE. Maurizio Cuppone

Fonti rinnovabili e supporto alla Pubblica Amministrazione, il ruolo del GSE. Maurizio Cuppone Fonti rinnovabili e supporto alla Pubblica Amministrazione, il ruolo del GSE Maurizio Cuppone Il Gestore dei Servizi Energetici MSE (Ministero dello Sviluppo Economico) Direttive MEF (Ministero dell Economia

Dettagli

Andamento della produzione lorda totale e Idroelettrica dal 1960 al 2008

Andamento della produzione lorda totale e Idroelettrica dal 1960 al 2008 1 Le fonti rinnovabili in Italia Andamento della produzione lorda totale e Idroelettrica dal 1960 al 2008 GWh 340.000 320.000 300.000 280.000 260.000 240.000 Idroelettrica Produz. Lorda Idro-Rinnovaible

Dettagli

Gestore dei Servizi Energetici GSE spa

Gestore dei Servizi Energetici GSE spa Gestore dei Servizi Energetici GSE spa www.gse.it www.gsel.it 2 Indice Il GSE Le fonti rinnovabili: presente e futuro CORRENTE GSE a supporto delle amministrazioni pubbliche 3 GSE struttura societaria

Dettagli

llx.l68 G,3 KbJbMLb É.8vv 999.yÉx lyl.ly6 8.É63 4xT W h H I G H L I G H T S Tariffe Onnicomprensive Contact Center Scambio sul Posto Conto Termico

llx.l68 G,3 KbJbMLb É.8vv 999.yÉx lyl.ly6 8.É63 4xT W h H I G H L I G H T S Tariffe Onnicomprensive Contact Center Scambio sul Posto Conto Termico SINTESI DEL Rapporto Attività 2015 4xT W h H I G H L I G H T S Conto Energia llx.l68 I M P I A N T I Monitoraggio quota FER Biocarburanti Gv,y 0 /0 G,3 KbJbMLb C I C Tariffe Onnicomprensive É.8vv I M P

Dettagli

Procedura per il rilascio della Garanzia d Origine dell energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili

Procedura per il rilascio della Garanzia d Origine dell energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili N DREPI03060 EDIZIONE N 1 Pagina:1 di 13 Procedura per il rilascio della Garanzia d Origine dell energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili ATTENZIONE: La presente procedura va utilizzata esclusivamente

Dettagli

Prof. Carlo Andrea Bollino

Prof. Carlo Andrea Bollino INCENTIVAZIONE E PROMOZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Prof. Carlo Andrea Bollino Visioni e Frontiere delle Energie Rinnovabili Banca CR Firenze Firenze, 3 luglio 2009 www.gse.it 2 Indice Attività del GSE

Dettagli

Gestore dei Servizi Energetici GSE SpA

Gestore dei Servizi Energetici GSE SpA Gestore dei Servizi Energetici GSE SpA Emilio Cremona www.gse.it 2011 www.gsel.it 2 GSE struttura societaria MSE anche di concerto MATT Direttive MINISTERO DELL ECONOMIA 100% AUTORITA ENERGIA Delibere

Dettagli

Centro per lo sviluppo del polo di Cremona

Centro per lo sviluppo del polo di Cremona Centro per lo sviluppo del polo di Cremona La revisione al sistema di incentivazione delle FER: valutazioni economiche e opportunità d investimento per gli impianti di digestione anaerobica di biomasse

Dettagli

Le energie rinnovabili nel contesto agro-zootecnico: analisi normativa e d investimento per impianti fotovoltaici e a biomasse/biogas

Le energie rinnovabili nel contesto agro-zootecnico: analisi normativa e d investimento per impianti fotovoltaici e a biomasse/biogas Centro per lo sviluppo del polo di Cremona Le energie rinnovabili nel contesto agro-zootecnico: analisi normativa e d investimento per impianti fotovoltaici e a biomasse/biogas Centro per lo sviluppo del

Dettagli

ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 2, COMMA 153, DELLA LEGGE N

ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 2, COMMA 153, DELLA LEGGE N ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 2, COMMA 153, DELLA LEGGE N. 244/07 E DELL ARTICOLO 20 DEL DECRETO MINISTERIALE 18 DICEMBRE 2008, IN MATERIA DI INCENTIVAZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI

Dettagli

Modalità copertura gestione, verifica. ica

Modalità copertura gestione, verifica. ica Modalità operative per il riconoscimento delle tariffe a copertura dei costi sostenuti dal GSE per le attività di gestione, verifica e controllo relative ai meccanismii di incentivazione e sostegno delle

Dettagli

GSE: pubblicato rapporto attività 2009 su certificati verdi, CIP 6 e conto energia

GSE: pubblicato rapporto attività 2009 su certificati verdi, CIP 6 e conto energia http://www.ilsostenibile.it/2010/09/15/gse-pubblicato-rapporto-attivita-2009-su-certificati-verdi-cip-6-... Page 1 of 5 Home Mappa del sito Chi siamo Contatti Search... GO Pannelli Fotovoltaici Confronta

Dettagli

Indagine conoscitiva sulla Strategia Energetica Nazionale Audizione Gestore dei Servizi Energetici

Indagine conoscitiva sulla Strategia Energetica Nazionale Audizione Gestore dei Servizi Energetici Indagine conoscitiva sulla Strategia Energetica Nazionale Audizione Gestore dei Servizi Energetici Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato Commissione Attività Produttive della Camera Roma,

Dettagli

Crescono l eolico e l energia da rifiuti, il solare segna il passo Stefania Righi

Crescono l eolico e l energia da rifiuti, il solare segna il passo Stefania Righi Crescono l eolico e l energia da rifiuti, il solare segna il passo Stefania Righi Con 23.859 MW installati e 58.164 GWh prodotti nel 2008, con un incremento del 21 % rispetto all anno precedente: le energie

Dettagli

Servizi e incentivi per le imprese. Paola Carbone 29 ottobre 2010

Servizi e incentivi per le imprese. Paola Carbone 29 ottobre 2010 Servizi e incentivi per le imprese Paola Carbone 29 ottobre 2010 LE POLITICHE PER L ENERGIA RAFFORZARE binomio politiche energetiche e sviluppo economico sostenibile OBIETTIVI Ridurre i costi della bolletta

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO PARERE 14 OTTOBRE 2015 489/2015/I/EFR PARERE IN MERITO ALLO SCHEMA DI DECRETO INTERMINISTERIALE PER L INCENTIVAZIONE DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI DIVERSE DALLA

Dettagli

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr Definizione delle modalità per il ritiro, da parte del Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. - GSE, dell energia elettrica immessa in

Dettagli

Mercato dei certificati verdi : dalla nascita alla realizzazione

Mercato dei certificati verdi : dalla nascita alla realizzazione Mercato dei certificati verdi : dalla nascita alla realizzazione Giovanni Colais Milano, 19 settembre 2003 G Le fonti rinnovabili: meccanismi di incentivazione G Certificati verdi: il contesto normativo

Dettagli

Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici

Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici PROCEDURE APPLICATIVE DEL D.M. 6 luglio 2012 CONTENENTI I REGOLAMENTI OPERATIVI PER LE PROCEDURE

Dettagli

I sistemi di incentivazione: finalità, funzionamento, efficacia, proposte

I sistemi di incentivazione: finalità, funzionamento, efficacia, proposte I sistemi di incentivazione: finalità, funzionamento, efficacia, proposte Daniela Vazio (RIE) I dati contenuti nella presentazione si riferiscono a metà novembre 2009 1 Introduzione Alcuni spunti di riflessione

Dettagli

Le principali novità del V Conto Energia

Le principali novità del V Conto Energia Vittorio Chiesa L entrata in vigore Le modalità di accesso all incentivazione Lo scambio sul posto Le principali novità del V Conto Energia Il limite ai volumi incentivabili Le tariffe incentivanti www.energystrategy.it

Dettagli

Le fonti rinnovabili in Italia

Le fonti rinnovabili in Italia Le fonti rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa LEGAMBIENTE - Comuni rinnovabili 2010 Roma, 23 marzo 2010 www.gse.it 2 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici

Dettagli

Di Fabio Noferi Commercialista e Revisore Contabile Montevarchi ( Arezzo ).

Di Fabio Noferi Commercialista e Revisore Contabile Montevarchi ( Arezzo ). La tariffa fissa omnicomprensiva per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse rispetto alla energia solare : natura e corretto trattamento da un punto di vista fiscale alla luce della Risoluzione

Dettagli

Il Quinto conto energia e il nuovo sistema di incentivi alle energie rinnovabili

Il Quinto conto energia e il nuovo sistema di incentivi alle energie rinnovabili Unioncamere Lombardia Il Quinto conto energia e il nuovo sistema di incentivi alle energie rinnovabili 4 giugno 2012 Avv. Stefania Gorgoglione 1 Quadro normativo generale FR D.Lgs. 16 marzo 1999, n. 79,

Dettagli

Il Quinto Conto Energia

Il Quinto Conto Energia Nota di approfondimento Il Quinto Conto Energia E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2012, n. 159, il decreto 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, che ridefinisce le modalità

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO l articolo 1 del decreto legge n. 145 del 23 dicembre 2013, convertito, con

Dettagli

Istruzioni operative per l applicazione dell art 5 comma 7-bis della Legge n. 98 del 2013 (conversione DL Fare)

Istruzioni operative per l applicazione dell art 5 comma 7-bis della Legge n. 98 del 2013 (conversione DL Fare) Istruzioni operative per l applicazione dell art 5 comma 7-bis della Legge n. 98 del 2013 (conversione DL Fare) SOMMARIO 1 Generalità... 2 2 Requisiti per l accesso... 2 3 Modalità di applicazione... 2

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA Entrata in vigore: Il nuovo regime di incentivazione previsto dal V conto energia entrerà in vigore 45 giorni dopo il raggiungimento di un costo indicativo

Dettagli

Bologna 8 novembre 2010

Bologna 8 novembre 2010 Bologna 8 novembre 2010 Il Gestore dei Servizi Energe5ci (GSE) Dire(ve Proprietà 100% Delibere MISSIONE promozione dello sviluppo sostenibile, a>raverso l'erogazione di incen5vi economici des5na5 alla

Dettagli

Il sistema degli incentivi per le fonti rinnovabili in Italia

Il sistema degli incentivi per le fonti rinnovabili in Italia Il sistema degli incentivi per le fonti rinnovabili in Italia Relatore: Ing. Attilio Punzo Roma, 26 novembre 2010 Sommario Ruolo del GSE nel settore elettrico Il sistema degli incentivi in Italia Incentivi

Dettagli

Attività di promozione e monitoraggio degli impianti a biomasse

Attività di promozione e monitoraggio degli impianti a biomasse Attività di promozione e monitoraggio degli impianti a biomasse Luca Benedetti Responsabile Unità Studi EMERSON - SAFE ROMA, 30 ottobre 2012 IL GRUPPO GSE MSE (Ministero dello Sviluppo Economico) Direttive

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE ACQUISITO il concerto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Dettagli

FORUM GREEN ENERGY. Case history CVA: applicazione degli effetti normativi di incentivazione rinnovabile

FORUM GREEN ENERGY. Case history CVA: applicazione degli effetti normativi di incentivazione rinnovabile FORUM GREEN ENERGY Case history CVA: applicazione degli effetti normativi di incentivazione rinnovabile Roma 17 giugno 2011 Gruppo CVA CERTIFICAZIONI INCENTIVI GRUPPO CVA Posizionamento CVA nel mercato

Dettagli

Workshop Fonti Rinnovabili

Workshop Fonti Rinnovabili Workshop Fonti Rinnovabili Rinnovabili: vecchi vizi e nuove virtù. Una generazione sempre più al verde? Centro Studi SAFE Auditorium GSE Roma, 23 luglio 2012 Agenda Le rinnovabili nel mondo: quadro attuale

Dettagli

IMPIANTI QUALIFICATI IAFR INVIO ATTESTAZIONE DI PRODUZIONE ANNO 2011

IMPIANTI QUALIFICATI IAFR INVIO ATTESTAZIONE DI PRODUZIONE ANNO 2011 IMPIANTI QUALIFICATI IAFR INVIO ATTESTAZIONE DI PRODUZIONE ANNO 2011 Si informano i soggetti titolari di impianti alimentati a fonti rinnovabili, qualificati IAFR e incentivati con Certificati Verdi (CV)

Dettagli

Gestore dei Servizi Energetici GSE SpA

Gestore dei Servizi Energetici GSE SpA Gestore dei Servizi Energetici GSE SpA Emilio Cremona Presidente www.gse.it www.gsel.it 2 Indice Il GSE Le fonti rinnovabili: presente e futuro CORRENTE GSE a supporto delle amministrazioni pubbliche 3

Dettagli

il mini eolico quanto costa e quanto rende

il mini eolico quanto costa e quanto rende il mini eolico quanto costa e quanto rende quanto costa e quanto rende Il costo di un sistema mini eolico installato chiavi in mano (IVA esclusa) per taglie comprese fra 5 kw e 20 kw è compreso fra 3.000

Dettagli

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016

Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Link GSE per approfondimenti : QUINTO CONTO ENERGIA PER IL FOTOVOLTAICO 2012-2016 Il DM 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, ridefinisce le modalità di incentivazione per la produzione di energia

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica

Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica Università degli Studi di Perugia Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Meccanica Corso di Impatto ambientale Modulo Pianificazione Energetica a.a. 2012/13 Prof. Ing. Francesco

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con

Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTA la direttiva 2009/28/CE del 23 aprile 2009 del Parlamento europeo e del Consiglio

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE ACQUISITO il concerto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Audizione del Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato Roma, 3 luglio 2014 Indice Il Gruppo GSE Decreto-Legge 24

Dettagli

La Provincia di Ravenna e le energie rinnovabili

La Provincia di Ravenna e le energie rinnovabili La Provincia di Ravenna e le energie rinnovabili Dott. Marco Bacchini Responsabile del Servizio Politiche Energetiche e Sicurezza del Territorio Sala Consiglio della Provincia di Ravenna Giovedì 22 maggio

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO FER Testo elaborato in esito alla Commissione Politica congiunta Ambiente-Energia- Politiche Agricole

SCHEMA DI DECRETO FER Testo elaborato in esito alla Commissione Politica congiunta Ambiente-Energia- Politiche Agricole SCHEMA DI DECRETO FER Testo elaborato in esito alla Commissione Politica congiunta Ambiente-Energia- Politiche Agricole Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E

Dettagli

La politica degli incentivi Relazione di Pino Merisio della Rete nazionale NOGESI

La politica degli incentivi Relazione di Pino Merisio della Rete nazionale NOGESI La politica degli incentivi Relazione di Pino Merisio della Rete nazionale NOGESI INCENTIVI PER LE CENTRALI GEOTERMOELETTRICHE Gli incentivi statali per la produzione di energia elettrica con la geotermia

Dettagli

V Conto Energia Le principali novità in 15 FAQ

V Conto Energia Le principali novità in 15 FAQ 1. Quando entra in vigore il DM 5 Luglio 2012, ovvero il Quinto Conto Energia? Il Quinto Conto Energia (il Decreto ) è entrato in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale,

Dettagli

Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell energia solare. Francesco De Mango

Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell energia solare. Francesco De Mango Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell energia solare Francesco De Mango Direzione operativa Trento, 17 aprile 2008 www.gsel.it 2 Il

Dettagli

PREMESSE VISTO il Piano d Azione Nazionale per le energie rinnovabili, PAN, adottato dal Governo nel giugno 2010, nel quale il predetto obiettivo del

PREMESSE VISTO il Piano d Azione Nazionale per le energie rinnovabili, PAN, adottato dal Governo nel giugno 2010, nel quale il predetto obiettivo del PREMESSE VISTO il Piano d Azione Nazionale per le energie rinnovabili, PAN, adottato dal Governo nel giugno 2010, nel quale il predetto obiettivo del 17% è scomposto nei tre settori principali calore,

Dettagli

incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili

incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili Incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili incentivi Sommario Incentivi alla Produzione di energia elettrica e termica da impianti

Dettagli

Gli incentivi per la produzione di energie rinnovabili e l efficienza energetica

Gli incentivi per la produzione di energie rinnovabili e l efficienza energetica Gli incentivi per la produzione di energie rinnovabili e l efficienza energetica INTRODUZIONE Il 29 marzo scorso è entrato in vigore il decreto legislativo 28/2011 (c.d. Decreto Rinnovabili) attuativo

Dettagli

L Italia delle fonti rinnovabili

L Italia delle fonti rinnovabili L Italia delle fonti rinnovabili Le fonti rinnovabili in Italia Il GSE, Gestore dei Servizi Energetici, pubblica periodicamente dati e statistiche sulle fonti rinnovabili utilizzate in Italia. L uscita

Dettagli