A mia moglie, che quando le ho detto che stavo scrivendo un saggio di economia ha pensato: ho sposato un pazzo e non era la prima volta che lo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A mia moglie, che quando le ho detto che stavo scrivendo un saggio di economia ha pensato: ho sposato un pazzo e non era la prima volta che lo"

Transcript

1 A mia moglie, che quando le ho detto che stavo scrivendo un saggio di economia ha pensato: ho sposato un pazzo e non era la prima volta che lo pensava. 1

2 SOMMARIO Magari non completamente La sovranità (breve ma pallosa lezioncina sulla sovranità nazionale) pag.4 pag.5 Come funziona uno Stato a moneta sovrana pag. 7 Come funziona uno stato senza moneta sovrana pag. 9 Colpo di scena con sottofondo musicale pag. 13 Ingresso dei due protagonisti (sempre con musica in sottofondo) pag. 15 Alcuni nomi pag. 16 Il colpo di genio pag. 18 La destra è a sinistra (sì, forse ho bisogno di uno psicologo) pag. 19 E ora che c'entra Craxi? pag. 19 E allora cosa ci rimane? Pag. 20 Appendice 1: esiste il potere occulto? Pag. 23 Appendice 2: suggestioni democratiche di massa Pag. 25 Appendice 3: Intervento del dott. Bruno Tarquini Pag. 26 Aggiornamento del 14 agosto 2011 Pag. 29 2

3 FORSE SONO PAZZO Talvolta un pensiero mi annebbia l'io: sono pazzi gli altri, o sono pazzo io? Albert Einstein 3

4 Magari non completamente, non ancora almeno. Ma sono sulla buona strada. Vedo complotti dappertutto: i telegiornali, i programmi di approfondimento, le finction, tutto è mensogna, tutto ha un doppio fine, tutto è falso. La vita che viviamo non è reale. Siamo dentro Matrix (maledetto il giorno che ho visto quel film!). Le righe che seguono non sono un racconto, né un saggio, né un quaderno di appunti. Sono la prova della mia follia... o forse della mia integrità mentale. Io, proprio a causa del mio precario equilibrio intellettivo e psichico, non so giudicarlo. Fallo tu per me, giudica se sono veramente pazzo. Mi rimetto al tuo insindacabile ma pietoso giudizio, una volta che avrai finito di leggere queste poche pagine. Ci conto, eh? Grazie. Fammi sapere... Grazie. 4

5 Tutto è cominciato quando ho scoperto una cosa che mi ha turbato, e cioè che: noi tutti siamo stati appena ad un passo da ottenere qualcosa di simile alla vita che ogni persona vorrebbe vivere, ma qualcuno ce l'ha impedito (come incipit non è male, vero?) Chi? Perche? Come?... Uhuu che fretta! Piano piano ci arriviamo. Intanto ti presento due signori: John Maynard Keynes e Harry Dexter White. Ti dicono niente? Certo che no. Sono dei perfetti sconosciuti per chiunque non sia un economista o non si interessi a vario titolo di economia. Non ti scoraggiare, lo so che i nomi anglosassoni sono difficili da ricordare e ci si annoia velocemente, ma ti prego abbi un po' di pazienza. Per ora sappi che in questa storia uno è il buono e l'altro è il cattivo, e ora che sappiamo i loro nomi passiamo oltre, li conosceremo più approfonditamente dopo. Vorrei attirare la tua attenzione su di una parola che è di importanza vitale per qualsiasi cittadino del mondo e ci aiuterà a comprendere che cosa è successo negli ultimi anni: sovranità. Sentiamo spesso parlare di sovranità nazionale, popolo sovrano, ecc.. ma che cosa significa? LA SOVRANITA' (breve ma pallosa lezioncina sulla sovranità nazionale) Partiamo da lontano (e se smetti di leggere ora avrai sette anni di disgrazie!): un tempo c'era il Re, detto appunto Sovrano, in quanto detentore delle tre sovranità principali: La sovranità territoriale: tutto il territorio sotto il suo controllo era di sua proprietà. La sovranità giuridica e giurisdizionale: egli emanava le leggi e le faceva rispettare attraverso l'esercito e gli organi di polizia, anch'essi sotto il suo controllo. La sovranità monetaria: il Re stampava moneta a proprio piacimento (guadagnandoci sopra attraverso il signoraggio) e obbligava i cittadini a utilizzare solamente quella moneta per gli scambi commerciali e i pagamenti. Anche le tasse potevano essere pagate solo con la moneta riconosciuta dal sovrano. Delle tre la più importante è la sovranità monetaria, e vedremo in seguito perchè. 5

6 Tornando velocemente ai giorni nostri, finita l'epoca dei Re Sovrani e con l'avvento delle cosiddette Democrazie moderne (che sono in realtà delle dittature ben peggiori) le tre sovranità sono passate al popolo (ricordi la frase in nome del popolo sovrano?). Ciò significa che il popolo, cioè tu, io, e buona parte dei cittadini del mondo che vivono in democrazia, almeno in teoria, sono pieni detentori delle sovranità territoriale, giuridica e monetaria. In Italia il territorio è tuo, mio, e di tutti i cittadini italiani, e tutti insieme lo gestiamo attraverso le politiche del territorio fatte dai nostri governanti, che non sono altro che nostri rappresentanti regolarmente eletti da noi e ai quali diamo il compito di fare i nostri interessi in campo nazionale e internazionale perchè noi, evidentemente, non siamo in grado di farlo (democrazia rappresentativa) Ricorda: i nostri governanti sono nostri rappresentanti delegati da noi a mandare avanti lo Stato perchè noi non abbiamo le capacità e le conoscenze per attuare politiche nazionali, internazionali, monetarie ecc... e nel caso in cui un bel giorno dovessero smettere di fare i nostri interessi per passare ai propri, oppure fossero manifestamente incapaci del compito che abbiamo loro assegnato, dovremmo cacciarli immediatamente dal parlamento alle elezioni successive (ma che minchiata ho detto?). Ma non divaghiamo, stavamo parlando delle sovranità. Dunque, il territorio è di tutti, ma anche le leggi sono promulgate e fatte rispettare in nome del popolo sovrano. Cioè a dire che ogni singola legge dovrebbe essere fatta per rendere migliore il livello di vita dei cittadini. Non ti scordare mai: siamo noi semplici cittadini il cardine della democrazia. Le nostre leggi quindi è come se le promulgassimo noi, ma siccome non abbiamo le competenze per farlo, lo facciamo fare a nostri rappresentanti eletti appositamente da noi per fare i nostri interessi, ripeto: per fare i nostri interessi. Ripeto ancora: per fare i nostri interessi. E infine anche la moneta è di tutti noi. Nel senso che uno stato a moneta sovrana (ricorda bene questa frase perchè la ritroveremo dopo: STATO A MONETA SOVRANA), se gestito bene, deve stampare e utilizzare la moneta per migliorare la vita della comunità. Ricapitoliamo: in uno stato sovrano (nel quale il popolo è sovrano) ogni cittadino dovrebbe avere piena possibilità di utilizzare le tre sovranità per progredire continuamente nella ricerca della felicità, del benessere, della prosperità, del piacere... Tutto ciò che un tempo era prerogativa del Re (Sovrano), oggi potrebbe e dovrebbe essere prerogativa di ogni singolo cittadino (Sovrano)... ops... pensi che stia dando i numeri? Pensi che quello che ti sto prospettando sia una favola o un'utopia irrealizzabile? Ebbene: NON E' COSI'. Siamo cresciuti pensando che la vita sia una lotta, che i nostri 6

7 governanti sono dei potenti e noi solo dei semplici sudditi, che si debba vivere nella continua indigenza o nel migliore dei casi con uno stipendio che dà a malapena la possibilità di mangiare. Ci hanno fatto credere che far studiare i nostri figli sia un lusso che molti di noi non possono permettersi, che accedere alle cure gratuite e efficienti di un servizio sanitario nazionale funzionale sia un'illusione. Ci hanno sottomessi e ridotti a poco più che carne da macello... Ma non è sempre stato così. Nella fattispecie la situazione è precipitata con l'istituzione dell'europa Unita e soprattutto con l'avvento della moneta unica, l'euro appunto. Tutto ciò è stato IL PIU' GRANDE CRIMINE CHE SIA MAI STATO COMMESSO AI DANNI DEI SINGOLI CITTADINI. Pensi sempre di più che stia dando i numeri, che ti stia raccontando delle favole? Credimi non è così. Non sono favole: è la pura, semplice, terribile, mostruosa, crudele, terrificante, raccapricciante realtà (te l'ho gia detto che sono pazzo?). Ci hanno rovinato la vita, a noi e ai nostri figli, condannandoci ad avere continuamente sulla testa la spada di Damocle della povertà, dell'indigenza, dell'angoscia su quello che ci riserverà il futuro, su come riusciremo a far crescere i nostri figli, su come faremo a curarci se ci capita qualcosa di serio... MA C'ERA LA POSSIBILITA' CHE TUTTO QUESTO NON ACCADESSE, se solo qualcuno avesse voluto far girare la storia in maniera diversa. Ma chi è questo qualcuno? E come avrebbe dovuto girare la storia? Un po' di pazienza e ci arriviamo. E per arrivarci dobbiamo prima di tutto capire bene come funziona uno stato a moneta sovrana. Uno stato cioè come era l'italia prima di entrare a far parte dell'area Euro. Non ti preoccupare, non c'è niente di difficile (se ci sono arrivato io...). COME FUNZIONA UNO STATO A MONETA SOVRANA Dunque, visto che l'italia non ha più moneta sovrana da quando i nostri governanti (criminali!) hanno deciso di abolire la lira per adottare l'euro come moneta per gli scambi, prenderò ad esempio gli Stati Uniti come esemplificazione generale di come viene usata una moneta sovrana. Mettiamo che il governo USA debba comprare una nave. Se non ha denaro sul suo conto corrente presso la banca centrale USA (FED), allora emette dei titoli di stato per il valore della nave e li vende a banche private, le quali mettono a disposizione del governo americano la somma voluta con denaro INVENTATO DAL NULLA. A questo punto il governo prende i soldi e li trasferisce alla FED, poi con quei soldi compra la nave. Il venditore incassa quei soldi e li deposita presso la sua banca. Cosa è successo? E' successo che lo stato ha speso e alla fine del processo ci troviamo con un bene nelle mani del governo (la nave) e un bene (i titoli di stato) nelle mani 7

8 delle banche. Va sottolineato che un governo con moneta sovrana potrebbe spendere anche direttamente accreditando i c/c di coloro che gli vendono beni o servizi, e il procedimento di cui sopra è solo una gimkana imposta dalle leggi in vigore per evitare scorciatoie (anche se poco probabili) da parte di governi truffaldini. L'evidenza comunque è questa: i governi a moneta sovrana NON DEVONO MAI TROVARE IL DENARO PRIMA DI SPENDERLO. Quei governi SPENDONO PER PRIMI CON DENARO PROPRIO. La Banca Centrale è coinvolta nella spesa del governo con moneta sovrana, e si INVENTA IL DENARO lungo la via. La BC (banca centrale) ha il compito di accreditare le riserve delle banche private dove è stato depositato il denaro speso dal governo. E attenzione: la BC ha facoltà di accreditare tutte le riserve bancarie che vuole perchè SI INVENTA IL DENARO, e questo di conseguenza permette al governo di spendere quanto vuole, CREANDO RICCHEZZA fra le aziende e di conseguenza fra i cittadini. Infatti la spesa a debito dello stato a moneta sovrana NON è debito dei cittadini, bensì la loro ricchezza, i cittadini non devono ripagare il debito. Un governo a moneta sovrana crea ricchezza al netto quando spende e la sottrae quando tassa, di conseguenza se il governo in questione spende più di quanto tassa, questo arricchisce la società. L'unico limite alla spesa a deficit è l'inflazione, ma se quella spesa aumenta la produttività nazionale allora non ci sarà inflazione. Che cosa hai appena letto? Hai letto proprio che un governo a moneta sovrana che spende a deficit, cioè che spende a debito, crea ricchezza nella comunità. Ecco dimostrato che il debito cosiddetto pubblico non è affatto un debito dei cittadini (come vorrebbero farci credere) anzi, è proprio il contrario. Si può infatti affermare che esso (il debito pubblico) è ciò che noi cittadini intaschiamo, non ciò che dobbiamo a qualcuno. Inoltre la conseguenza logica di quanto sopra, e cioè (ripeto): PIU' IL GOVERNO A MONETA SOVRANA SPENDE A DEFICIT PIU' ARRICCHISCE I CITTADINI (ricorda bene questa frase, ti prego!!) sarà che se il governo decide di eliminare o pareggiare il deficit (o debito), esso cesserà automaticamente l'arricchimento dei cittadini. Questo è di importanza centrale per comprendere l'economia moderna. Alcuni esempi a prova di ciò che dico: il Giappone ti pare un paese povero? Certo che 8

9 no. È ricco e vi è una grande ricchezza pro-capite. Il Brasile ti pare un paese ricco? Certo che no. Vi è una grande povertà diffusa. Ebbene, il Giappone ha un debito pubblico rispetto al Pil (prodotto interno lordo) del 198,7%, mentre il Brasile ha un debito pubblico rispetto al Pil del 58,4%, quasi un quarto di quello giapponese! (dati 2011). La Grecia che è stata costretta a dare fallimento dai burocrati-criminali dell'unione Europea con conseguenti drammatici tagli alla spesa pubblica e conseguente impoverimento dei cittadini, ha un debito/pil del 132,9%, molto più basso del ricco Giappone. L'Italia che è attualmente nell'occhio del ciclone ha un debito/pil del 119,4%, quasi la metà di quello del Giappone. Mentre se l'etiopia facesse parte dell'ue sarebbe sicuramente considerata un paese virtuoso dai suddetti burocrati per il suo basso rapporto debito-pil: 35,2%, ma non mi risulta che i cittadini etiopi vivano nell'abbondanza. Qual'è allora il problema di Grecia, Italia, Spagna, Portogallo ecc...? Che non hanno più moneta sovrana in quanto aderenti all'euro. E allora andiamo a vedere come si muovono gli stati dell'eurozona (a moneta non sovrana). COME FUNZIONA UNO STATO SENZA MONETA SOVRANA Ripeto ancora una volta che l'euro non è una moneta sovrana e infatti esso non fa capo a nessuno stato che lo possiede. I Paesi dell'eurozona la possono solo usare ma non crearla come invece possono fare i paesi a moneta sovrana. Quindi, tutto quanto detto sopra, e soprattutto la parte che riguarda la creazione da parte del governo che spende a deficit creando ricchezza, non si applica più a noi membri dell'unione Monetaria Europea. Oggi per spendere, Francia, Germania, Italia, Grecia ecc.. devono letteralmente andarsi a trovare i denari come deve fare il comune cittadino. Ti ripeto che: I governi a moneta sovrana non spendono come i cittadini, cioè non devono mai, come invece i cittadini, trovare il denaro PRIMA di spenderlo (i cittadini lo trovano lavorando o contraendo prestiti). Essi, ribadisco, SE LO INVENTANO DI SANA PIANTA. Bene, i paesi dell'eurozona sono incredibilmente costretti a cercarsi i denari per la spesa pubblica in due modi: o tassando i cittadini, oppure chiedendo finanziamenti ai mercati privati di capitali che detteranno i tassi di interesse mettendoci in gara gli uni con gli altri, e ciò PRIMA di spendere. A questo punto purtroppo i nostri debiti come nazioni sono divenuti veramente un problema, perchè li dobbiamo ripagare ai privati da cui abbiamo preso in prestito gli 9

10 euro, mentre uno stato a moneta sovrana è indebitato unicamente CON SE STESSO (e non deve tassare i cittadini per poter spendere!!). Ed è soprattutto evidente che non potendo più noi emettere moneta a piacimento con cui tranquillamente onorare quei debiti, veniamo considerati a rischio di insolvenza dai grandi mercati di capitali, che perdono la fiducia in noi, ci declassano e ci spediscono dritti in un tunnel soffocante da cui noi nazioni dell'euro non usciremo più. Ecco le ragioni della reale crisi europea, che non riguarda solo Grecia, Italia o Portogallo, ma assolutamente tutti, Francia e Germania incluse. Ti pare troppo facile? E invece è tutto qui, credimi. Tutto quello che c'è di astruso e incomprensibile nella finanza mondiale, alla fine si riduce alle sei paginette che precedono. Noi della Zona Euro siamo nei guai fino al collo perchè non possiamo più inventarci la moneta come usavamo fare prima con la lira, il marco, il franco ecc.. Non abbiamo più moneta sovrana. Oggi per ogni centesimo che spendiamo dobbiamo far prestiti coi mercati dei capitali, cioè con istituti finanziari, fondi pensione, assicurazioni, banche, fondi sovrani stranieri ecc... i quali però decideranno i tassi di interesse a loro vantaggio strangolandoci. Questo distrugge la spesa dello Stato come ricchezza per i cittadini. Il debito dei paesi della Zona Euro va ripagato veramente CON I SOLDI DEI CITTADINI. Risanamento dei conti significa corsa degli Stati a tagliare tutto ciò che è assistenza pubblica, settore pubblico e previdenza sociale, sanità, Stato sociale ecc... con conseguenze catastrofiche per noi sudditi dell'europa Unita, ma con il vantaggio per i capitalisti privati di poter poi comprare a prezzi stracciati ogni sorta di nostro bene pubblico. Ma se fosse tutto qui non sarei pazzo. E infatti ora ti sbatto sul tavolo il carico di briscola. Stai bene attento: Questa terrificante condizione che porta dritta alla distruzione del bene qubblico per racimolare denari per pagare i nostri debiti, FU PIANIFICATA A TAVOLINO CON L'INTENZIONE DI DISTRUGGERCI COME STATI E COME DEMOCRAZIE. Oh! finalmente l'ho detto... hai letto bene? Hai capito? Lo ripeto: QUESTA CONDIZIONE FU PIANIFICATA A TAVOLINO CON L'INTENZIONE DI DISTRUGGERCI COME STATI E COME DEMOCRAZIE. Ma da chi? Come? Quando? Ma soprattutto, perchè? Aspetta un attimo, non avere fretta. Prima approfondiamo un po' di più la faccenda Stato - spesa (sto creando un po' di suspance?). 10

11 Abbiamo visto che la cosa migliore che uno stato a moneta sovrana può fare per i propri cittadini è spendere a deficit, cioè creare debito pubblico. Abbiamo anche appurato come la spesa a deficit produca ricchezza tra i cittadini, e come NON SIA AFFATTO VERO che il debito dello stato a moneta sovrana sia anche il debito dei cittadini: questa è una menzogna. Il debito di uno stato a moneta sovrana come era l'italia fino al 2002 non è mai un vero debito, ovvero non lo è come lo sarebbe per chiunque di noi nel caso dovessimo restituire denaro ad altri. Questo per alcuni motivi, di cui affronto subito il più tecnico (stai bene attento): cosa accade quando uno stato a moneta sovrana spende a debito? Può accreditare direttamente i c/c di coloro che gli vendono beni o servizi, e questo fa sì che le riserve delle banche che detengono quei c/c aumentino di pari valore. Le banche cosa faranno con quei soldi? Non li lasciano lì a far nulla, compreranno anche titoli di Stato che fruttano interessi. Ma se comprano titoli di Stato che succede? Accade che i soldi dello Stato rientrano dritti nelle casse dello Stato. E cosa succede se lo Stato deve poi onorare quei titoli? Accade che gli stessi soldi rientrano alle banche e lo Stato si riprende indietro i suoi titoli. Rimangono fuori gli interessi pagati nel frattempo, ma anche questi sono solamente soldi che escono dallo Stato a costo zero, per poi rientrare in altro modo se necessario, ad es. con le tasse. Ricorda che lo stato a moneta sovrana spende e onora titoli semplicemente inventandosi il denaro dal nulla, preme pulsanti su computer, e NON ha bisogno di cercare denaro da chicchessia. Infatti il motivo per cui esso emette titoli di Stato NON E' MAI per poter spendere, bensì per arricchire i cittadini e aumentare la produttività. Sappiamo infatti cosa succede quando un cittadino o una banca acquistano un titolo di Stato a moneta sovrana: semplicemente il loro denaro passa da un c/c (del cittadino) o da una riserva (della banca) che fruttano praticamente zero, a una sorta di libretto a risparmio (il titolo) che frutta assai di più. Devi capire che l'emissione di titoli di debito dello Stato a moneta sovrana come era l'italia fino al 2002 è UNA OPERAZIONE VOLONTARIA DEL TESORO, non una manovra imposta dalla necessità. Ma c'è di più: infatti la spesa a deficit dello Stato produce una crescita economica nella collettività (diventerà più ricca e spenderà di più), questa crescita alzerà il prodotto interno lordo (PIL) che a sua volta aumenterà le entrate fiscali senza aumentare le tasse, poiché è ovvio che un'aliquota dell'x% su un PIL di 2 trilioni di euro è una cifra, mentre su di un PIL di 2,5 trilioni di euro è ben altra cifra. Ma ancora più importante, l'indebitamento a deficit dello Stato conterrà l'inflazione perchè stimolando la ricchezza nazionale stimola anche la produttività (inflazione è troppo denaro in giro a fronte di pochi prodotti). 11

12 Se fino ad ora sei stato attento (complimenti), ora stai ancora più attento: il secondo motivo per cui il debito di uno Stato a moneta sovrana non è mai un vero debito, sta nel fatto che esso non è mai ripagato in realtà. Nessun governo che sia sano di mente lo fa, perchè quando è stato fatto ci si è accorti che i danni erano di gran lunga superiori ai vantaggi. Come è possibile questo? Te lo dico subito. Come fa lo Stato che ha i titoli in scadenza, quando cioè c'è qualcuno che reclama i soldi, a non pagare mai? Semplice. Chiediamoci cosa significa onorare un titolo di Stato. Significa che il possessore si prende gli interessi e alla scadenza anche i soldi che ha investito in quel titolo. Oppure significa che decide di rinnovare il titolo per altri 10 anni. In quest'ultimo caso il governo semplicemente scriverà su un pezzo di carta da nulla Titolo di Stato per 10 anni, e lo darà al cittadino. Nulla ha speso, il debito rimane. Ma supponiamo che il cittadino invece voglia proprio incassare i suoi soldi. Lo Stato allora semplicemente scriverà su un altro pezzo di carta da nulla Titolo di stato per 10 anni, troverà un altro acquirente, da esso prenderà il denaro e pagherà l'altro cittadino all'incasso. Come vedi il debito non si ripaga veramente mai. Ti ho detto poco fa che nessun governo sano di mente dovrebbe provare mai a risanare il debito. Perchè, cosa accade quando ci prova? Accade ciò che fu visto negli Usa del presidente Clinton, che tentò di pareggiare i conti pubblici. L'America di quegli anni riuscì a fermare l'espansione del debito pubblico ma il risparmio dei cittadini crollò, dando origine a una crisi di indebitamento privato che porterà poi al collasso dei mutui e delle carte di credito americani pochi anni dopo. Detta semplicemente, se un governo a moneta sovrana vuole bilanciare i conti o addirittura azzerare il debito, dovrà tassare i cittadini più di quanto li arricchisce spendendo, cioè dovrà sottrarre dai c/c dei cittadini più di quanto vi immette spendendo, dovrà tagliare la spesa pubblica (come detto prima) ecc.. e tutto ciò non è davvero bello per noi cittadini, mentre lo è per i grandi capitalisti privati che avranno tutto da guadagnare in questo gioco (ad es. comprando beni dello Stato, cioè di tutti noi, a prezzi stracciati). Ma ora tu mi dirai: bravo, bell'analisi, ma del tutto sbagliata. Anche l'argentina aveva moneta sovrana, eppure è fallita. Perchè? Ottima domanda. Ti rispondo subito. Vanno considerati paesi a moneta non sovrana anche quegli Stati che hanno agganciato 12

13 la propria moneta a un'altra ad un tasso di cambio fisso (es. una loro moneta viene sempre cambiata per un dollaro USA). Perchè? Semplice: quei governi potranno emettere la propria moneta solo nella misura in cui hanno nelle proprie riserve altrettanti dollari. Se ne emettono di più sono soggetti ad attacchi speculativi che li possono costringere ad abbandonare quel tasso di cambio fisso, e così falliscono (default). È questo che limita la capacità di quei governi di spendere liberamente anche a deficit come invece possono fare i paesi a moneta sovrana. L'Argentina era un caso tipico. Bene, siamo a buon punto, abbiamo compreso molto su come utilizzano la moneta gli Stati, e abbiamo visto che la tanto decantata Moneta Unica è in realtà un bluff. Anzi di più, un inganno. Anzi, visto che sono pazzo posso tranquillamente affermare che è un CRIMINE. La scusa di aver creato l'euro per contrastare l'egemonia del dollaro, ora lo abbiamo capito, è UNA MENZOGNA. Lo scopo era quello di togliere agli Stati il potere di gestire la propria moneta sovrana come condizione per distruggerli perchè senza la capacità di emettere moneta LO STATO NON HA PIU' RAGIONE DI ESISTERE. Ed ecco perchè a pagina 5 ho affermato che delle tre sovranità la più imprortante è quella monetaria. COLPO DI SCENA CON SOTTOFONDO MUSICALE.E ora... eccolo... lo senti il rullo di tamburi? No? Allora immaginatelo perchè sta per arrivare il colpo di scena. Anzi, no, cancella i tamburi, preferirei che ti immaginassi le prime cinque misure della Quinta Sinfonia di Beethoven. Come quale? Mi riferisco a quelle quattro note che avrai canticchiato un milione di volte nella tua vita: ta- ta- ta- taaaa, ta- ta- ta- taaa... sol- sol- sol- miiii (bemolle); fa- fa- fa- reeee. Hai capito? Bravo, proprio queste: 13

14 Sono appunto indicate per introdurre ciò che sto per dirti. Fai bene attenzione alle prossime righe, leggile con calma. Te le virgoletto perchè sono molto, molto importanti: La PIENA OCCUPAZIONE, cioè quell'inimmaginabile sogno dove non sarebbero esistiti uomini e donne privati della dignità del lavoro e del sostentamento dei propri figli, dove non sarebbe esistita l'umiliazione del lavoro sottopagato, dove i precari/flessibili/a chiamata sarebbero stati solo un incubo su cui scherzare, dove violenza domestica e alcolismo o droga e delinquenza non avrebbero mai incancrenito le mura domestiche di un licenziato, dove non sarebbero esistiti bambini col futuro spezzato da una busta paga scomparsa... beh quel sogno ERA POSSIBILE, PIENAMENTE POSSIBILE NELLE ECONOMIE DI TUTTI I PAESI, MA FU STRONCATO allo scopo di schiavizzare milioni di individui e controllarli con la sofferenza, al fine di ACCUMULARE POTERE E PROFITTI PER POCHISSIMI. Fiuuu, ammazza aho, non solo pazzo, ma anche visionario. La piena occupazione? Ma che cosa mi sto inventando? Il fatto è che non mi sto inventando nulla. Lo so che ciò che ho appena scritto ti lascia incredulo, ma credimi, non mi sto inventando assolutamente nulla. Il lavoro scientifico in materia economica che getta le basi per la possibilità della piena occupazione è merito soprattutto del Prof. L. Randall Wray, docente di economia e direttore della ricerca del CFEPS dell'università del Missouri Kansas City (USA). Cito testualmente le sue parole: Se capiamo come funzionano i sistemi monetari, se comprendiamo che il denaro è solo impulsi elettronici o carta straccia inventati dal Tesoro o dalla BC, allora possiamo dire: il governo a moneta sovrana può inventarsi tutti gli impulsi elettronici che vuole, con essi può pagare tutti gli stipendi che vuole, comprare tutto ciò che vuole. Possiamo avere la piena occupazione, il business può vendergli tutto ciò che deve vendere se il governo vuole comprarglielo. Può il governo permettersi queste cose? Certo, perchè il governo non esaurirà mai gli impulsi elettronici, dunque non farà mai bancarotta: preme un tasto e gli stipendi appaiono sui computer delle banche. L'unico limite è l'inflazione, ma se il governo spende per aumentare la produttività del settore privato, allora l'inflazione non è più un problema. Questa analisi, che noi stentiamo a credere solo perchè ci hanno inculcato da sempre idee contrarie, è suffragata anche da illustri economisti come il premio Nobel Paul Samuelson che afferma testualmente: C'è un elemento di verità nel fatto che il budget dello stato va sempre bilanciato. Ma 14

15 una volta che ci siamo sbarazzati di questa credenza, avremo eliminato la muraglia che ogni società erige contro la spesa fuori controllo. È una credenza simile alla religione di una volta, la cui funzione era di spaventare la gente con dei miti affinchè si comportassero nel modo voluto dalle usanze accettate. Noi (gli economisti della piena occupazione) abbiamo eliminato la credenza nella necessità che il governo spenda entro dei limiti. Bello si tu mi dirai un gran bel piano teorico, lo Stato che spende per arricchire i cittadini, la piena occupazione... A tavolino funziona, ma poi messo in pratica funzionerebbe? He, he, he... sto sogghignando con sguardo compiaciuto e sornione, perchè è qui che ti volevo, mi aspettavo questa obiezione. Caro mio, non: funzionerebbe ; ma bensì (sol sol sol miiiii; fa fa fa reeee) HA FUNZIONATO!. Ha funzionato dagli anni '20 agli anni '50 del secolo scorso, quando il mondo occidentale vide le nascite degli Stati sociali, del welfare, dell'organizzazione in massa del sindacalismo, dell'intervento dello Stato nelle economie per creare ricchezza. Basti citare il New Deal di Rooswelt negli USA o le grandi nazionalizzazioni in Europa. Ma possiamo ricordare anche la riscossa del Terzo Mondo per difendere i diritti fondamentali dei poveri e riacquisire le proprie ricchezze naturali depredate in secoli di colonialismo. Aveva cominciato a funzionare, ma è stato subito bloccato. Ed è a questo punto che finalmente entrano in campo i due signori che ho citato all'inizio di questo mio delirio: John Maynard Keynes e Harry Dexter White. INGRESSO DEI DUE PROTAGONISTI (sempre con musica in sottofondo) Prova a immaginarteli: due signori completamente diversi, due eminenti economisti con idee diametralmente opposte. Ma per questo ingresso ci vuole un'altra musica... una musica appropriata... vediamo un po'... Propongo la colonna sonora del film Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto. Ennio Morricone qui ebbe un colpo di genio, una cosa semplice, banalissima, ma che solo ai grandi può passare per la testa: decise di stonare il pianoforte. Proprio così, fece qualcosa che in musica non si dovrebbe fare: la prima cosa che un musicista compie prima di iniziare a suonare, è proprio accordare perfettamente il suo 15

16 strumento. È una cosa ovvia, è come allacciarsi le scarpe prima di uscire di casa... lui invece stonò il pianoforte per dare un senso di tensione, di inquietudine, quasi di angoscia. Si, è proprio la musica che ci vuole. Se non ce l'hai in mente ti prego, vai su youtube e digita Ennio Morricone indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto e poi continua a leggere. Ora per dare un ulteriore tocco teatrale prenderò in prestito la retorica di Carlo Lucarelli, quello di Blu Notte su Rai 3. Lui introdurrebbe i nostri protagonisti così: Se questa storia fosse una finction, uno sarebbe il buono e l'altro il cattivo. Ma questa non è una finction, è la realtà, e nella realtà non è sempre il buono a vincere (forte Lucarelli eh?). Siamo nel L'evento è la conferenza per gli assetti monetari internazionali di Bretton Woods. Seduti uno di fronte all'altro due economisti di fama internazionale: Keynes (il buono) e White (il cattivo). Due mondi inconciliabili, due visioni dell'umanità all'opposto, due destini per tutti noi totalmente diversi. Keynes ne uscì sconfitto, con l'innesco di un effetto domino che ne emarginerà le idee progressivamente nei successivi trent'anni fino alla loro sparizione. Avrai sicuramente capito che John Maynard Keynes era il teorico dell'intervento dello stato nelle economie e della piena occupazione, mentre Harry Dexter White, all'opposto, del liberismo sfrenato, del principio che lo Stato non deve mettere il becco nelle questioni economiche, del dogma che il debito pubblico è un problema ergo i conti pubblici vanno pareggiati, del motto meno Stato e più imprese private. Avevano cominciato ma si sono fermati. Per alcuni decenni gli Stati occidentali avevano sposato le teorie keynesiane, i governi spendevano a deficit, le aziende producevano, l'occupazione aumentava e di pari passo aumentava il benessere dei cittadini, lo stato sociale funzionava, il debito pubblico non era un problema perchè NON E' UN PROBLEMA (con una moneta sovrana)... ma si sono fermati. ALCUNI NOMI Hanno vinto gli altri, ha vinto il vero potere, che non è altro che il Potere Economico (i politici sono solo delle marionette manovrate dalle élites economiche mondiali). Ha vinto chi affermava che il sistema mondiale futuro avrebbe dovuto essere una gerarchia di ordini con supremazia assoluta delle élites sulla massa ignorante (parole testuali di Robert Schumann, uno dei capostipiti delle teorie liberiste). Ha vinto chi diceva che il crescente potere del popolo minacciava l'ordine capitalistico (parole testuali di Walter Lippmann, un altro dei padri delle teorie economiche oggi 16

17 universalmente accettate). Ha vinto chi sosteneva che ogni idea di Stato sociale, che avrebbe dato ai lavoratori garanzie e avrebbe alleviato la disoccupazione, sarebbe stata una deriva disastrosa poiché avrebbe dato origine ad un periodo di caos sociale (Samuel P. Huntington, Michel J. Crozier e Joji Watanuki, rispettivamente americano, francese e giapponese, altri tre eminenti sostenitori delle idee iper-liberiste). E così abbiamo fatto anche un po' di nomi. Ma questi sono gli economisti (ce ne sarebbero molti altri da citare) che dettarono le linee guida ai governi. Dopo ci volevano dei politici che adottassero queste direttive e le portassero dentro i parlamenti delle maggiori democrazie del mondo. Un crimine non può fermarsi alla teoria. Se resta nella mente di chi lo ha concepito non è un crimine. Chi furono i burattini del vero potere? Eccoli: Margaret Tatcher, Ronald Regan, Helmut Kohl, Francois Mitterand. E così siamo arrivati agli albori degli anni '80, gli anni del trionfo di questi quattro individui. I tagli alla spesa pubblica e allo Stato sociale furono devastanti. I governi si fecero convincere che il debito pubblico fosse un problema e decisero di rientrare dal deficit accumulato (e attraverso il quale avevano arricchito i propri cittadini) creando sacche di disoccupazione, di emarginazione e di povertà senza precedenti dal dopoguerra. Le nuove idee economiche stavano soffocando i destini di milioni di esseri umani e delle loro famiglie con la fittizia disoccupazione e con la penuria di spesa da parte dello Stato. Il vero potere stava vincendo! Ma c'era sempre il pericolo di un'improvvisa ribellione che costringesse i governi ad intervenire. Potevano farlo perchè ogni governo a moneta sovrana, come ho già detto, può creare piena occupazione spendendo a deficit senza problemi e salvare i propri cittadini dalla povertà e dall'indigenza. Allora le élites economiche si misero al lavoro per neutralizzare proprio il mezzo principe del riscatto degli Stati, che è appunto la spesa a deficit. 17

18 IL COLPO DI GENIO Hai già capito, non è necessario che mi dilunghi troppo, questo è il colpo di genio: si sono inventati l'euro. Una moneta che non è di nessuno. Una moneta che i governi devono andarsi a procurare sui mercati internazionali prima di poter spendere. Una moneta che ha tagliato le gambe agli Stati che non possono più arricchire i propri cittadini spendendo a deficit. Una moneta attraverso la quale il debito pubblico è diventato un vero problema, perchè è debito contratto verso i mercati privati di capitali, e va restituito. Una moneta responsabile dei tagli allo Stato sociale, ai servizi, alla sanità, alla scuola, perchè è moneta presa in prestito, e va restituita con gli interessi. Una moneta responsabile di terribili sofferenze. Una moneta voluta dall'oligarchia del potere economico per suggellare la propria egemonia sul resto del mondo. Una moneta che è un vero e proprio CRIMINE CONTRO L'UMANITA'. UN CRIMINE CONTRO L'UMANITA'. UN CRIMINE CONTRO L'UMANITA'! L'Euro, l'unione Europea, il Trattato di Lisbona sono tutti tasselli di un piano per distruggere gli Stati europei e i loro cittadini sottraendo loro la sovranità sia delle leggi che della moneta, imponendo loro il fantasma del debito pubblico, l'odiosa sofferenza della disoccupazione e della precarizzazione del lavoro, e svendendo i beni comuni ai mercati di capitali. (Un po' drammatico questo capitolo, vero?) 18

19 LA DESTRA E' A SINISTRA (si, forse ho bisogno di uno psicologo) E in Italia chi sono i portabandiera di coloro che hanno architettato questo crimine? Chi sono i referenti delle destre economiche che hanno ordito un tale disegno delittuoso, malvagio, nefando e scellerato; gli entusiastici sostenitori della modernità europea e dell'euro? Ebbene, da noi i galoppini delle destre economiche sono soprattutto (udite udite!) gli uomini di sinistra: Romano Prodi, Giuliano Amato, Vincenzo Visco, Dini, Bassanini, Padoa Schioppa, Ciampi, Draghi, D'Alema. È con il centrosinistra che è avvenuto il grande salto nella svendita dei beni pubblici (ENI, S.Paolo Torino, Banco di Napoli, SEAT, Telecom, INA, IMI, IRI, Alitalia, ENEL, Autostrade ecc...). E' con il centrosinistra che si è inaugurata la stagione dei contratti di lavoro atipici (Co.Co.Co. Ecc...). Apriamo gli occhi! Berlusconi sarà sicuramente il volto della mensogna e del malaffare, ma in Italia il volto di questo CRIMINE CONTRO L'UMANITA' è il centrosinistra. Non per nulla pochi sanno che fu proprio Berlusconi a tentare in sede UE una mossa che non solo aveva senso, ma che era di sinistra, quando fra il 2001 e il 2006 cercò l'adozione di una misura che escludesse dal calcolo del deficit pubblico le spese per le strade, infrastrutture, computer per le scuole ecc... Come dire: penalizzateci se spendiamo troppo per il superfluo, ma non per l'essenziale. E ORA CHE C'ENTRA CRAXI? Fu una illuminazione. In quell'attimo compresi tutto il disegno nella sua interezza. Ebbi finalmente la spiegazione del movente di quel terremoto politico che tutti conosciamo come mani pulite. Fu quando seppi che Craxi aveva un consulente economico KEYNESIANO. E inserendo mani pulite nel suo spazio temporale, e cioè in concomitanza con l'accelerazione del succitato progetto criminale da parte delle destre economiche, la spiegazione arriva da sola: la strategia era di eliminare tutta una classe politica che avrebbe senza dubbio osteggiato il progetto. 19

20 Eliminare una classe politica (con Craxi in testa) che aveva il giusto concetto di sovranità monetaria e spesa pubblica, e avrebbe posto dei paletti al piano che mirava a tagliare le gambe agli Stati sovrani. Certo, non è che i nostri ex governanti fossero proprio degli stinchi di santo, ma quelli che ci ritroviamo oggi sono forse meglio? Che cosa ci abbiamo guadagnato? Te lo dico io: NIENTE. E abbiamo perso la nostra sovranità monetaria. Alla fine ci hanno rincretiniti con la balla che Craxi, incrementando il debito pubblico, ci ha reso tutti più poveri in quanto debitori. Ma abbiamo visto che questa è UNA MENSOGNA, UNA VERGOGNOSA, IGNOBILE, OSCENA MENSOGNA, perchè il debito pubblico di uno Stato sovrano (quando fatto entro le regole) è RICCHEZZA PER I CITTADINI. E ALLORA COSA CI RIMANE?, ل شيء nic, NIENTE, nothing, rien, nada, nimic, intet, 没 有,.גארנישט Niente, niente, niente. A noi umili sudditi del Vero Potere non rimane niente. Siamo unicamente carne da macello. Delle altre due sovranità, quella territoriale ci è stata sottratta attraverso l'istituzione dell'europa Unita, che ha annullato le frontiere rendendoci semplice regione dell'impero dominato dalle suddette oligarchie economiche (non siamo in democrazia! Lo vuoi capire che non siamo in democrazia? Non esistono le democrazie, non sono mai esistite, eccettuata forse la prima democrazia ateniese. Quelle poche famiglie che detengono il potere economico, detengono inevitabilmente anche quello politico!). E la sovranità giuridica ci è stata sottratta dal Trattato di Lisbona. Sai che cos'è il Trattato di Lisbona? Sai quali sono le sue linee guida e i punti salienti? No, non lo sai. Non lo puoi sapere. E non perchè tu non sia informato, ma perchè è stato concepito DI PROPOSITO PER NON ESSERE COMPRESO. Nemmeno i politici che lo hanno ratificato sono riusciti a leggerlo e a comprenderlo. Dico sul serio, credimi. Ma ci sono alcuni punti comprensibili anche ai pazzi come me. Come ad esempio il fatto che (udite udite!) se una legge di un qualsiasi Stato europeo è in contrasto con una legge emanata dalla Commissione Europea, è la legge europea a prevalere su quella del singolo Stato. Capisci cosa significa? Significa che il tuo legislatore può emanare tutte le leggi che 20

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO 943 REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. R. Brunetta per Il Giornale 5 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Di imbrogli,

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

Dell'incertezza nelle attività umane e delle conseguenze nefaste della sua eliminazione attraverso il dirigismo statale

Dell'incertezza nelle attività umane e delle conseguenze nefaste della sua eliminazione attraverso il dirigismo statale Dell'incertezza nelle attività umane e delle conseguenze nefaste della sua eliminazione attraverso il dirigismo statale Introduzione Questo saggio si pone come finalità la discussione di una citazione

Dettagli

Nonna, ti spiego la crisi economica.

Nonna, ti spiego la crisi economica. Nonna, ti spiego la crisi economica. (Il Più Grande Crimine spiegato agli anziani, agli adolescenti e a persone del tutto digiune di economia) di Paolo Barnard 1 Loro sanno che tutto è innocuo al mondo

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

Una risposta ad una domanda difficile

Una risposta ad una domanda difficile An Answer to a Tough Question Una risposta ad una domanda difficile By Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Un certo numero di persone nel corso degli anni mi hanno chiesto

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

CHI HA DECISO, COME E QUANDO, CHE L ITALIA DOVEVA ENTRARE NELL EURO

CHI HA DECISO, COME E QUANDO, CHE L ITALIA DOVEVA ENTRARE NELL EURO L Euro CHI HA DECISO, COME E QUANDO, CHE L ITALIA DOVEVA ENTRARE NELL EURO L adesione all Euro è la conseguenza della adesione allo SME (Sistema Monetario Europeo) del 1979 (Governi Andreotti- Cossiga)

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO-

Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- DOV'È TUO FRATELLO? Adamo conobbe Eva, sua moglie, la quale concepì e partorì Caino, e disse: «Ho acquistato un uomo con l'aiuto del SIGNO- RE». Poi partorì ancora Abele, fratello di lui. Abele fu pastore

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Chimica Suggerimenti per lo studio

Chimica Suggerimenti per lo studio Chimica Suggerimenti per lo studio Dr. Rebecca R. Conry Traduzione dall inglese di Albert Ruggi Metodo di studio consigliato per la buona riuscita degli studi in Chimica 1 Una delle cose che rende duro

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

DEBITO PUBBLICO. Come uscirne senza strozzarci

DEBITO PUBBLICO. Come uscirne senza strozzarci via della Barra, 32-56019 Vecchiano (PI) coord@cnms.it www.cnms.it Come uscirne senza strozzarci Opera realizzata nel gennaio 2014 dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo col contributo di Franco Sacchetti

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

LETTERA DA WALL STREET. Di John Mauldin. Dio salvi il dollaro. Tutti i privilegi del biglietto verde

LETTERA DA WALL STREET. Di John Mauldin. Dio salvi il dollaro. Tutti i privilegi del biglietto verde LETTERA DA WALL STREET Di John Mauldin Dio salvi il dollaro Tutti i privilegi del biglietto verde Il termine privilegio esorbitante si riferisce al presunto vantaggio da parte degli Stati Uniti di avere

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne

Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne Impressum Novembre 2012 Editore Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Famiglia e politiche sociali

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

HDR. Come costruire. n e t w o r k. un Organizzazione. di Network Marketing. di successo. Parte I. m a n u a l e o p e r a t i v o

HDR. Come costruire. n e t w o r k. un Organizzazione. di Network Marketing. di successo. Parte I. m a n u a l e o p e r a t i v o HDR n e t w o r k Come costruire un Organizzazione di Network Marketing di successo Parte I m a n u a l e o p e r a t i v o M a t e r i a l e a d u s o e s c l u s i v o D e i Co P a r t n e r H D R SOMMARIO

Dettagli

AUTOSTIMA e l'immagine del SE' nel bambino e nell'adolescente. Dott.ssa Barbara Tonin Psicoterapeuta Analista Junghiana

AUTOSTIMA e l'immagine del SE' nel bambino e nell'adolescente. Dott.ssa Barbara Tonin Psicoterapeuta Analista Junghiana AUTOSTIMA e l'immagine del SE' nel bambino e nell'adolescente Dott.ssa Barbara Tonin Psicoterapeuta Analista Junghiana PERCHÉ PENSIAMO CHE AVERE AUTOSTIMA SIA IMPORTANTE? AUTOSTIMA E' la considerazione

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Domande e risposte sull Europa

Domande e risposte sull Europa Domande e risposte sull Europa A cura del PD Bruxelles Cosa fa l Europa per noi? Come sta lavorando per uscire dalla crisi e per rafforzare i nostri diritti? Brevi domande/risposte su alcuni dei temi più

Dettagli

INTERESSE E CAPITALE FITTIZIO

INTERESSE E CAPITALE FITTIZIO INTERESSE E CAPITALE FITTIZIO La finanziarizzazione dell economia Di Osvaldo Lamperti Per valutare meglio l attuale fase di crisi del capitalismo globalizzato è necessario fare alcune considerazioni sui

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli