A mia moglie, che quando le ho detto che stavo scrivendo un saggio di economia ha pensato: ho sposato un pazzo e non era la prima volta che lo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A mia moglie, che quando le ho detto che stavo scrivendo un saggio di economia ha pensato: ho sposato un pazzo e non era la prima volta che lo"

Transcript

1 A mia moglie, che quando le ho detto che stavo scrivendo un saggio di economia ha pensato: ho sposato un pazzo e non era la prima volta che lo pensava. 1

2 SOMMARIO Magari non completamente La sovranità (breve ma pallosa lezioncina sulla sovranità nazionale) pag.4 pag.5 Come funziona uno Stato a moneta sovrana pag. 7 Come funziona uno stato senza moneta sovrana pag. 9 Colpo di scena con sottofondo musicale pag. 13 Ingresso dei due protagonisti (sempre con musica in sottofondo) pag. 15 Alcuni nomi pag. 16 Il colpo di genio pag. 18 La destra è a sinistra (sì, forse ho bisogno di uno psicologo) pag. 19 E ora che c'entra Craxi? pag. 19 E allora cosa ci rimane? Pag. 20 Appendice 1: esiste il potere occulto? Pag. 23 Appendice 2: suggestioni democratiche di massa Pag. 25 Appendice 3: Intervento del dott. Bruno Tarquini Pag. 26 Aggiornamento del 14 agosto 2011 Pag. 29 2

3 FORSE SONO PAZZO Talvolta un pensiero mi annebbia l'io: sono pazzi gli altri, o sono pazzo io? Albert Einstein 3

4 Magari non completamente, non ancora almeno. Ma sono sulla buona strada. Vedo complotti dappertutto: i telegiornali, i programmi di approfondimento, le finction, tutto è mensogna, tutto ha un doppio fine, tutto è falso. La vita che viviamo non è reale. Siamo dentro Matrix (maledetto il giorno che ho visto quel film!). Le righe che seguono non sono un racconto, né un saggio, né un quaderno di appunti. Sono la prova della mia follia... o forse della mia integrità mentale. Io, proprio a causa del mio precario equilibrio intellettivo e psichico, non so giudicarlo. Fallo tu per me, giudica se sono veramente pazzo. Mi rimetto al tuo insindacabile ma pietoso giudizio, una volta che avrai finito di leggere queste poche pagine. Ci conto, eh? Grazie. Fammi sapere... Grazie. 4

5 Tutto è cominciato quando ho scoperto una cosa che mi ha turbato, e cioè che: noi tutti siamo stati appena ad un passo da ottenere qualcosa di simile alla vita che ogni persona vorrebbe vivere, ma qualcuno ce l'ha impedito (come incipit non è male, vero?) Chi? Perche? Come?... Uhuu che fretta! Piano piano ci arriviamo. Intanto ti presento due signori: John Maynard Keynes e Harry Dexter White. Ti dicono niente? Certo che no. Sono dei perfetti sconosciuti per chiunque non sia un economista o non si interessi a vario titolo di economia. Non ti scoraggiare, lo so che i nomi anglosassoni sono difficili da ricordare e ci si annoia velocemente, ma ti prego abbi un po' di pazienza. Per ora sappi che in questa storia uno è il buono e l'altro è il cattivo, e ora che sappiamo i loro nomi passiamo oltre, li conosceremo più approfonditamente dopo. Vorrei attirare la tua attenzione su di una parola che è di importanza vitale per qualsiasi cittadino del mondo e ci aiuterà a comprendere che cosa è successo negli ultimi anni: sovranità. Sentiamo spesso parlare di sovranità nazionale, popolo sovrano, ecc.. ma che cosa significa? LA SOVRANITA' (breve ma pallosa lezioncina sulla sovranità nazionale) Partiamo da lontano (e se smetti di leggere ora avrai sette anni di disgrazie!): un tempo c'era il Re, detto appunto Sovrano, in quanto detentore delle tre sovranità principali: La sovranità territoriale: tutto il territorio sotto il suo controllo era di sua proprietà. La sovranità giuridica e giurisdizionale: egli emanava le leggi e le faceva rispettare attraverso l'esercito e gli organi di polizia, anch'essi sotto il suo controllo. La sovranità monetaria: il Re stampava moneta a proprio piacimento (guadagnandoci sopra attraverso il signoraggio) e obbligava i cittadini a utilizzare solamente quella moneta per gli scambi commerciali e i pagamenti. Anche le tasse potevano essere pagate solo con la moneta riconosciuta dal sovrano. Delle tre la più importante è la sovranità monetaria, e vedremo in seguito perchè. 5

6 Tornando velocemente ai giorni nostri, finita l'epoca dei Re Sovrani e con l'avvento delle cosiddette Democrazie moderne (che sono in realtà delle dittature ben peggiori) le tre sovranità sono passate al popolo (ricordi la frase in nome del popolo sovrano?). Ciò significa che il popolo, cioè tu, io, e buona parte dei cittadini del mondo che vivono in democrazia, almeno in teoria, sono pieni detentori delle sovranità territoriale, giuridica e monetaria. In Italia il territorio è tuo, mio, e di tutti i cittadini italiani, e tutti insieme lo gestiamo attraverso le politiche del territorio fatte dai nostri governanti, che non sono altro che nostri rappresentanti regolarmente eletti da noi e ai quali diamo il compito di fare i nostri interessi in campo nazionale e internazionale perchè noi, evidentemente, non siamo in grado di farlo (democrazia rappresentativa) Ricorda: i nostri governanti sono nostri rappresentanti delegati da noi a mandare avanti lo Stato perchè noi non abbiamo le capacità e le conoscenze per attuare politiche nazionali, internazionali, monetarie ecc... e nel caso in cui un bel giorno dovessero smettere di fare i nostri interessi per passare ai propri, oppure fossero manifestamente incapaci del compito che abbiamo loro assegnato, dovremmo cacciarli immediatamente dal parlamento alle elezioni successive (ma che minchiata ho detto?). Ma non divaghiamo, stavamo parlando delle sovranità. Dunque, il territorio è di tutti, ma anche le leggi sono promulgate e fatte rispettare in nome del popolo sovrano. Cioè a dire che ogni singola legge dovrebbe essere fatta per rendere migliore il livello di vita dei cittadini. Non ti scordare mai: siamo noi semplici cittadini il cardine della democrazia. Le nostre leggi quindi è come se le promulgassimo noi, ma siccome non abbiamo le competenze per farlo, lo facciamo fare a nostri rappresentanti eletti appositamente da noi per fare i nostri interessi, ripeto: per fare i nostri interessi. Ripeto ancora: per fare i nostri interessi. E infine anche la moneta è di tutti noi. Nel senso che uno stato a moneta sovrana (ricorda bene questa frase perchè la ritroveremo dopo: STATO A MONETA SOVRANA), se gestito bene, deve stampare e utilizzare la moneta per migliorare la vita della comunità. Ricapitoliamo: in uno stato sovrano (nel quale il popolo è sovrano) ogni cittadino dovrebbe avere piena possibilità di utilizzare le tre sovranità per progredire continuamente nella ricerca della felicità, del benessere, della prosperità, del piacere... Tutto ciò che un tempo era prerogativa del Re (Sovrano), oggi potrebbe e dovrebbe essere prerogativa di ogni singolo cittadino (Sovrano)... ops... pensi che stia dando i numeri? Pensi che quello che ti sto prospettando sia una favola o un'utopia irrealizzabile? Ebbene: NON E' COSI'. Siamo cresciuti pensando che la vita sia una lotta, che i nostri 6

7 governanti sono dei potenti e noi solo dei semplici sudditi, che si debba vivere nella continua indigenza o nel migliore dei casi con uno stipendio che dà a malapena la possibilità di mangiare. Ci hanno fatto credere che far studiare i nostri figli sia un lusso che molti di noi non possono permettersi, che accedere alle cure gratuite e efficienti di un servizio sanitario nazionale funzionale sia un'illusione. Ci hanno sottomessi e ridotti a poco più che carne da macello... Ma non è sempre stato così. Nella fattispecie la situazione è precipitata con l'istituzione dell'europa Unita e soprattutto con l'avvento della moneta unica, l'euro appunto. Tutto ciò è stato IL PIU' GRANDE CRIMINE CHE SIA MAI STATO COMMESSO AI DANNI DEI SINGOLI CITTADINI. Pensi sempre di più che stia dando i numeri, che ti stia raccontando delle favole? Credimi non è così. Non sono favole: è la pura, semplice, terribile, mostruosa, crudele, terrificante, raccapricciante realtà (te l'ho gia detto che sono pazzo?). Ci hanno rovinato la vita, a noi e ai nostri figli, condannandoci ad avere continuamente sulla testa la spada di Damocle della povertà, dell'indigenza, dell'angoscia su quello che ci riserverà il futuro, su come riusciremo a far crescere i nostri figli, su come faremo a curarci se ci capita qualcosa di serio... MA C'ERA LA POSSIBILITA' CHE TUTTO QUESTO NON ACCADESSE, se solo qualcuno avesse voluto far girare la storia in maniera diversa. Ma chi è questo qualcuno? E come avrebbe dovuto girare la storia? Un po' di pazienza e ci arriviamo. E per arrivarci dobbiamo prima di tutto capire bene come funziona uno stato a moneta sovrana. Uno stato cioè come era l'italia prima di entrare a far parte dell'area Euro. Non ti preoccupare, non c'è niente di difficile (se ci sono arrivato io...). COME FUNZIONA UNO STATO A MONETA SOVRANA Dunque, visto che l'italia non ha più moneta sovrana da quando i nostri governanti (criminali!) hanno deciso di abolire la lira per adottare l'euro come moneta per gli scambi, prenderò ad esempio gli Stati Uniti come esemplificazione generale di come viene usata una moneta sovrana. Mettiamo che il governo USA debba comprare una nave. Se non ha denaro sul suo conto corrente presso la banca centrale USA (FED), allora emette dei titoli di stato per il valore della nave e li vende a banche private, le quali mettono a disposizione del governo americano la somma voluta con denaro INVENTATO DAL NULLA. A questo punto il governo prende i soldi e li trasferisce alla FED, poi con quei soldi compra la nave. Il venditore incassa quei soldi e li deposita presso la sua banca. Cosa è successo? E' successo che lo stato ha speso e alla fine del processo ci troviamo con un bene nelle mani del governo (la nave) e un bene (i titoli di stato) nelle mani 7

8 delle banche. Va sottolineato che un governo con moneta sovrana potrebbe spendere anche direttamente accreditando i c/c di coloro che gli vendono beni o servizi, e il procedimento di cui sopra è solo una gimkana imposta dalle leggi in vigore per evitare scorciatoie (anche se poco probabili) da parte di governi truffaldini. L'evidenza comunque è questa: i governi a moneta sovrana NON DEVONO MAI TROVARE IL DENARO PRIMA DI SPENDERLO. Quei governi SPENDONO PER PRIMI CON DENARO PROPRIO. La Banca Centrale è coinvolta nella spesa del governo con moneta sovrana, e si INVENTA IL DENARO lungo la via. La BC (banca centrale) ha il compito di accreditare le riserve delle banche private dove è stato depositato il denaro speso dal governo. E attenzione: la BC ha facoltà di accreditare tutte le riserve bancarie che vuole perchè SI INVENTA IL DENARO, e questo di conseguenza permette al governo di spendere quanto vuole, CREANDO RICCHEZZA fra le aziende e di conseguenza fra i cittadini. Infatti la spesa a debito dello stato a moneta sovrana NON è debito dei cittadini, bensì la loro ricchezza, i cittadini non devono ripagare il debito. Un governo a moneta sovrana crea ricchezza al netto quando spende e la sottrae quando tassa, di conseguenza se il governo in questione spende più di quanto tassa, questo arricchisce la società. L'unico limite alla spesa a deficit è l'inflazione, ma se quella spesa aumenta la produttività nazionale allora non ci sarà inflazione. Che cosa hai appena letto? Hai letto proprio che un governo a moneta sovrana che spende a deficit, cioè che spende a debito, crea ricchezza nella comunità. Ecco dimostrato che il debito cosiddetto pubblico non è affatto un debito dei cittadini (come vorrebbero farci credere) anzi, è proprio il contrario. Si può infatti affermare che esso (il debito pubblico) è ciò che noi cittadini intaschiamo, non ciò che dobbiamo a qualcuno. Inoltre la conseguenza logica di quanto sopra, e cioè (ripeto): PIU' IL GOVERNO A MONETA SOVRANA SPENDE A DEFICIT PIU' ARRICCHISCE I CITTADINI (ricorda bene questa frase, ti prego!!) sarà che se il governo decide di eliminare o pareggiare il deficit (o debito), esso cesserà automaticamente l'arricchimento dei cittadini. Questo è di importanza centrale per comprendere l'economia moderna. Alcuni esempi a prova di ciò che dico: il Giappone ti pare un paese povero? Certo che 8

9 no. È ricco e vi è una grande ricchezza pro-capite. Il Brasile ti pare un paese ricco? Certo che no. Vi è una grande povertà diffusa. Ebbene, il Giappone ha un debito pubblico rispetto al Pil (prodotto interno lordo) del 198,7%, mentre il Brasile ha un debito pubblico rispetto al Pil del 58,4%, quasi un quarto di quello giapponese! (dati 2011). La Grecia che è stata costretta a dare fallimento dai burocrati-criminali dell'unione Europea con conseguenti drammatici tagli alla spesa pubblica e conseguente impoverimento dei cittadini, ha un debito/pil del 132,9%, molto più basso del ricco Giappone. L'Italia che è attualmente nell'occhio del ciclone ha un debito/pil del 119,4%, quasi la metà di quello del Giappone. Mentre se l'etiopia facesse parte dell'ue sarebbe sicuramente considerata un paese virtuoso dai suddetti burocrati per il suo basso rapporto debito-pil: 35,2%, ma non mi risulta che i cittadini etiopi vivano nell'abbondanza. Qual'è allora il problema di Grecia, Italia, Spagna, Portogallo ecc...? Che non hanno più moneta sovrana in quanto aderenti all'euro. E allora andiamo a vedere come si muovono gli stati dell'eurozona (a moneta non sovrana). COME FUNZIONA UNO STATO SENZA MONETA SOVRANA Ripeto ancora una volta che l'euro non è una moneta sovrana e infatti esso non fa capo a nessuno stato che lo possiede. I Paesi dell'eurozona la possono solo usare ma non crearla come invece possono fare i paesi a moneta sovrana. Quindi, tutto quanto detto sopra, e soprattutto la parte che riguarda la creazione da parte del governo che spende a deficit creando ricchezza, non si applica più a noi membri dell'unione Monetaria Europea. Oggi per spendere, Francia, Germania, Italia, Grecia ecc.. devono letteralmente andarsi a trovare i denari come deve fare il comune cittadino. Ti ripeto che: I governi a moneta sovrana non spendono come i cittadini, cioè non devono mai, come invece i cittadini, trovare il denaro PRIMA di spenderlo (i cittadini lo trovano lavorando o contraendo prestiti). Essi, ribadisco, SE LO INVENTANO DI SANA PIANTA. Bene, i paesi dell'eurozona sono incredibilmente costretti a cercarsi i denari per la spesa pubblica in due modi: o tassando i cittadini, oppure chiedendo finanziamenti ai mercati privati di capitali che detteranno i tassi di interesse mettendoci in gara gli uni con gli altri, e ciò PRIMA di spendere. A questo punto purtroppo i nostri debiti come nazioni sono divenuti veramente un problema, perchè li dobbiamo ripagare ai privati da cui abbiamo preso in prestito gli 9

10 euro, mentre uno stato a moneta sovrana è indebitato unicamente CON SE STESSO (e non deve tassare i cittadini per poter spendere!!). Ed è soprattutto evidente che non potendo più noi emettere moneta a piacimento con cui tranquillamente onorare quei debiti, veniamo considerati a rischio di insolvenza dai grandi mercati di capitali, che perdono la fiducia in noi, ci declassano e ci spediscono dritti in un tunnel soffocante da cui noi nazioni dell'euro non usciremo più. Ecco le ragioni della reale crisi europea, che non riguarda solo Grecia, Italia o Portogallo, ma assolutamente tutti, Francia e Germania incluse. Ti pare troppo facile? E invece è tutto qui, credimi. Tutto quello che c'è di astruso e incomprensibile nella finanza mondiale, alla fine si riduce alle sei paginette che precedono. Noi della Zona Euro siamo nei guai fino al collo perchè non possiamo più inventarci la moneta come usavamo fare prima con la lira, il marco, il franco ecc.. Non abbiamo più moneta sovrana. Oggi per ogni centesimo che spendiamo dobbiamo far prestiti coi mercati dei capitali, cioè con istituti finanziari, fondi pensione, assicurazioni, banche, fondi sovrani stranieri ecc... i quali però decideranno i tassi di interesse a loro vantaggio strangolandoci. Questo distrugge la spesa dello Stato come ricchezza per i cittadini. Il debito dei paesi della Zona Euro va ripagato veramente CON I SOLDI DEI CITTADINI. Risanamento dei conti significa corsa degli Stati a tagliare tutto ciò che è assistenza pubblica, settore pubblico e previdenza sociale, sanità, Stato sociale ecc... con conseguenze catastrofiche per noi sudditi dell'europa Unita, ma con il vantaggio per i capitalisti privati di poter poi comprare a prezzi stracciati ogni sorta di nostro bene pubblico. Ma se fosse tutto qui non sarei pazzo. E infatti ora ti sbatto sul tavolo il carico di briscola. Stai bene attento: Questa terrificante condizione che porta dritta alla distruzione del bene qubblico per racimolare denari per pagare i nostri debiti, FU PIANIFICATA A TAVOLINO CON L'INTENZIONE DI DISTRUGGERCI COME STATI E COME DEMOCRAZIE. Oh! finalmente l'ho detto... hai letto bene? Hai capito? Lo ripeto: QUESTA CONDIZIONE FU PIANIFICATA A TAVOLINO CON L'INTENZIONE DI DISTRUGGERCI COME STATI E COME DEMOCRAZIE. Ma da chi? Come? Quando? Ma soprattutto, perchè? Aspetta un attimo, non avere fretta. Prima approfondiamo un po' di più la faccenda Stato - spesa (sto creando un po' di suspance?). 10

11 Abbiamo visto che la cosa migliore che uno stato a moneta sovrana può fare per i propri cittadini è spendere a deficit, cioè creare debito pubblico. Abbiamo anche appurato come la spesa a deficit produca ricchezza tra i cittadini, e come NON SIA AFFATTO VERO che il debito dello stato a moneta sovrana sia anche il debito dei cittadini: questa è una menzogna. Il debito di uno stato a moneta sovrana come era l'italia fino al 2002 non è mai un vero debito, ovvero non lo è come lo sarebbe per chiunque di noi nel caso dovessimo restituire denaro ad altri. Questo per alcuni motivi, di cui affronto subito il più tecnico (stai bene attento): cosa accade quando uno stato a moneta sovrana spende a debito? Può accreditare direttamente i c/c di coloro che gli vendono beni o servizi, e questo fa sì che le riserve delle banche che detengono quei c/c aumentino di pari valore. Le banche cosa faranno con quei soldi? Non li lasciano lì a far nulla, compreranno anche titoli di Stato che fruttano interessi. Ma se comprano titoli di Stato che succede? Accade che i soldi dello Stato rientrano dritti nelle casse dello Stato. E cosa succede se lo Stato deve poi onorare quei titoli? Accade che gli stessi soldi rientrano alle banche e lo Stato si riprende indietro i suoi titoli. Rimangono fuori gli interessi pagati nel frattempo, ma anche questi sono solamente soldi che escono dallo Stato a costo zero, per poi rientrare in altro modo se necessario, ad es. con le tasse. Ricorda che lo stato a moneta sovrana spende e onora titoli semplicemente inventandosi il denaro dal nulla, preme pulsanti su computer, e NON ha bisogno di cercare denaro da chicchessia. Infatti il motivo per cui esso emette titoli di Stato NON E' MAI per poter spendere, bensì per arricchire i cittadini e aumentare la produttività. Sappiamo infatti cosa succede quando un cittadino o una banca acquistano un titolo di Stato a moneta sovrana: semplicemente il loro denaro passa da un c/c (del cittadino) o da una riserva (della banca) che fruttano praticamente zero, a una sorta di libretto a risparmio (il titolo) che frutta assai di più. Devi capire che l'emissione di titoli di debito dello Stato a moneta sovrana come era l'italia fino al 2002 è UNA OPERAZIONE VOLONTARIA DEL TESORO, non una manovra imposta dalla necessità. Ma c'è di più: infatti la spesa a deficit dello Stato produce una crescita economica nella collettività (diventerà più ricca e spenderà di più), questa crescita alzerà il prodotto interno lordo (PIL) che a sua volta aumenterà le entrate fiscali senza aumentare le tasse, poiché è ovvio che un'aliquota dell'x% su un PIL di 2 trilioni di euro è una cifra, mentre su di un PIL di 2,5 trilioni di euro è ben altra cifra. Ma ancora più importante, l'indebitamento a deficit dello Stato conterrà l'inflazione perchè stimolando la ricchezza nazionale stimola anche la produttività (inflazione è troppo denaro in giro a fronte di pochi prodotti). 11

12 Se fino ad ora sei stato attento (complimenti), ora stai ancora più attento: il secondo motivo per cui il debito di uno Stato a moneta sovrana non è mai un vero debito, sta nel fatto che esso non è mai ripagato in realtà. Nessun governo che sia sano di mente lo fa, perchè quando è stato fatto ci si è accorti che i danni erano di gran lunga superiori ai vantaggi. Come è possibile questo? Te lo dico subito. Come fa lo Stato che ha i titoli in scadenza, quando cioè c'è qualcuno che reclama i soldi, a non pagare mai? Semplice. Chiediamoci cosa significa onorare un titolo di Stato. Significa che il possessore si prende gli interessi e alla scadenza anche i soldi che ha investito in quel titolo. Oppure significa che decide di rinnovare il titolo per altri 10 anni. In quest'ultimo caso il governo semplicemente scriverà su un pezzo di carta da nulla Titolo di Stato per 10 anni, e lo darà al cittadino. Nulla ha speso, il debito rimane. Ma supponiamo che il cittadino invece voglia proprio incassare i suoi soldi. Lo Stato allora semplicemente scriverà su un altro pezzo di carta da nulla Titolo di stato per 10 anni, troverà un altro acquirente, da esso prenderà il denaro e pagherà l'altro cittadino all'incasso. Come vedi il debito non si ripaga veramente mai. Ti ho detto poco fa che nessun governo sano di mente dovrebbe provare mai a risanare il debito. Perchè, cosa accade quando ci prova? Accade ciò che fu visto negli Usa del presidente Clinton, che tentò di pareggiare i conti pubblici. L'America di quegli anni riuscì a fermare l'espansione del debito pubblico ma il risparmio dei cittadini crollò, dando origine a una crisi di indebitamento privato che porterà poi al collasso dei mutui e delle carte di credito americani pochi anni dopo. Detta semplicemente, se un governo a moneta sovrana vuole bilanciare i conti o addirittura azzerare il debito, dovrà tassare i cittadini più di quanto li arricchisce spendendo, cioè dovrà sottrarre dai c/c dei cittadini più di quanto vi immette spendendo, dovrà tagliare la spesa pubblica (come detto prima) ecc.. e tutto ciò non è davvero bello per noi cittadini, mentre lo è per i grandi capitalisti privati che avranno tutto da guadagnare in questo gioco (ad es. comprando beni dello Stato, cioè di tutti noi, a prezzi stracciati). Ma ora tu mi dirai: bravo, bell'analisi, ma del tutto sbagliata. Anche l'argentina aveva moneta sovrana, eppure è fallita. Perchè? Ottima domanda. Ti rispondo subito. Vanno considerati paesi a moneta non sovrana anche quegli Stati che hanno agganciato 12

13 la propria moneta a un'altra ad un tasso di cambio fisso (es. una loro moneta viene sempre cambiata per un dollaro USA). Perchè? Semplice: quei governi potranno emettere la propria moneta solo nella misura in cui hanno nelle proprie riserve altrettanti dollari. Se ne emettono di più sono soggetti ad attacchi speculativi che li possono costringere ad abbandonare quel tasso di cambio fisso, e così falliscono (default). È questo che limita la capacità di quei governi di spendere liberamente anche a deficit come invece possono fare i paesi a moneta sovrana. L'Argentina era un caso tipico. Bene, siamo a buon punto, abbiamo compreso molto su come utilizzano la moneta gli Stati, e abbiamo visto che la tanto decantata Moneta Unica è in realtà un bluff. Anzi di più, un inganno. Anzi, visto che sono pazzo posso tranquillamente affermare che è un CRIMINE. La scusa di aver creato l'euro per contrastare l'egemonia del dollaro, ora lo abbiamo capito, è UNA MENZOGNA. Lo scopo era quello di togliere agli Stati il potere di gestire la propria moneta sovrana come condizione per distruggerli perchè senza la capacità di emettere moneta LO STATO NON HA PIU' RAGIONE DI ESISTERE. Ed ecco perchè a pagina 5 ho affermato che delle tre sovranità la più imprortante è quella monetaria. COLPO DI SCENA CON SOTTOFONDO MUSICALE.E ora... eccolo... lo senti il rullo di tamburi? No? Allora immaginatelo perchè sta per arrivare il colpo di scena. Anzi, no, cancella i tamburi, preferirei che ti immaginassi le prime cinque misure della Quinta Sinfonia di Beethoven. Come quale? Mi riferisco a quelle quattro note che avrai canticchiato un milione di volte nella tua vita: ta- ta- ta- taaaa, ta- ta- ta- taaa... sol- sol- sol- miiii (bemolle); fa- fa- fa- reeee. Hai capito? Bravo, proprio queste: 13

14 Sono appunto indicate per introdurre ciò che sto per dirti. Fai bene attenzione alle prossime righe, leggile con calma. Te le virgoletto perchè sono molto, molto importanti: La PIENA OCCUPAZIONE, cioè quell'inimmaginabile sogno dove non sarebbero esistiti uomini e donne privati della dignità del lavoro e del sostentamento dei propri figli, dove non sarebbe esistita l'umiliazione del lavoro sottopagato, dove i precari/flessibili/a chiamata sarebbero stati solo un incubo su cui scherzare, dove violenza domestica e alcolismo o droga e delinquenza non avrebbero mai incancrenito le mura domestiche di un licenziato, dove non sarebbero esistiti bambini col futuro spezzato da una busta paga scomparsa... beh quel sogno ERA POSSIBILE, PIENAMENTE POSSIBILE NELLE ECONOMIE DI TUTTI I PAESI, MA FU STRONCATO allo scopo di schiavizzare milioni di individui e controllarli con la sofferenza, al fine di ACCUMULARE POTERE E PROFITTI PER POCHISSIMI. Fiuuu, ammazza aho, non solo pazzo, ma anche visionario. La piena occupazione? Ma che cosa mi sto inventando? Il fatto è che non mi sto inventando nulla. Lo so che ciò che ho appena scritto ti lascia incredulo, ma credimi, non mi sto inventando assolutamente nulla. Il lavoro scientifico in materia economica che getta le basi per la possibilità della piena occupazione è merito soprattutto del Prof. L. Randall Wray, docente di economia e direttore della ricerca del CFEPS dell'università del Missouri Kansas City (USA). Cito testualmente le sue parole: Se capiamo come funzionano i sistemi monetari, se comprendiamo che il denaro è solo impulsi elettronici o carta straccia inventati dal Tesoro o dalla BC, allora possiamo dire: il governo a moneta sovrana può inventarsi tutti gli impulsi elettronici che vuole, con essi può pagare tutti gli stipendi che vuole, comprare tutto ciò che vuole. Possiamo avere la piena occupazione, il business può vendergli tutto ciò che deve vendere se il governo vuole comprarglielo. Può il governo permettersi queste cose? Certo, perchè il governo non esaurirà mai gli impulsi elettronici, dunque non farà mai bancarotta: preme un tasto e gli stipendi appaiono sui computer delle banche. L'unico limite è l'inflazione, ma se il governo spende per aumentare la produttività del settore privato, allora l'inflazione non è più un problema. Questa analisi, che noi stentiamo a credere solo perchè ci hanno inculcato da sempre idee contrarie, è suffragata anche da illustri economisti come il premio Nobel Paul Samuelson che afferma testualmente: C'è un elemento di verità nel fatto che il budget dello stato va sempre bilanciato. Ma 14

15 una volta che ci siamo sbarazzati di questa credenza, avremo eliminato la muraglia che ogni società erige contro la spesa fuori controllo. È una credenza simile alla religione di una volta, la cui funzione era di spaventare la gente con dei miti affinchè si comportassero nel modo voluto dalle usanze accettate. Noi (gli economisti della piena occupazione) abbiamo eliminato la credenza nella necessità che il governo spenda entro dei limiti. Bello si tu mi dirai un gran bel piano teorico, lo Stato che spende per arricchire i cittadini, la piena occupazione... A tavolino funziona, ma poi messo in pratica funzionerebbe? He, he, he... sto sogghignando con sguardo compiaciuto e sornione, perchè è qui che ti volevo, mi aspettavo questa obiezione. Caro mio, non: funzionerebbe ; ma bensì (sol sol sol miiiii; fa fa fa reeee) HA FUNZIONATO!. Ha funzionato dagli anni '20 agli anni '50 del secolo scorso, quando il mondo occidentale vide le nascite degli Stati sociali, del welfare, dell'organizzazione in massa del sindacalismo, dell'intervento dello Stato nelle economie per creare ricchezza. Basti citare il New Deal di Rooswelt negli USA o le grandi nazionalizzazioni in Europa. Ma possiamo ricordare anche la riscossa del Terzo Mondo per difendere i diritti fondamentali dei poveri e riacquisire le proprie ricchezze naturali depredate in secoli di colonialismo. Aveva cominciato a funzionare, ma è stato subito bloccato. Ed è a questo punto che finalmente entrano in campo i due signori che ho citato all'inizio di questo mio delirio: John Maynard Keynes e Harry Dexter White. INGRESSO DEI DUE PROTAGONISTI (sempre con musica in sottofondo) Prova a immaginarteli: due signori completamente diversi, due eminenti economisti con idee diametralmente opposte. Ma per questo ingresso ci vuole un'altra musica... una musica appropriata... vediamo un po'... Propongo la colonna sonora del film Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto. Ennio Morricone qui ebbe un colpo di genio, una cosa semplice, banalissima, ma che solo ai grandi può passare per la testa: decise di stonare il pianoforte. Proprio così, fece qualcosa che in musica non si dovrebbe fare: la prima cosa che un musicista compie prima di iniziare a suonare, è proprio accordare perfettamente il suo 15

16 strumento. È una cosa ovvia, è come allacciarsi le scarpe prima di uscire di casa... lui invece stonò il pianoforte per dare un senso di tensione, di inquietudine, quasi di angoscia. Si, è proprio la musica che ci vuole. Se non ce l'hai in mente ti prego, vai su youtube e digita Ennio Morricone indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto e poi continua a leggere. Ora per dare un ulteriore tocco teatrale prenderò in prestito la retorica di Carlo Lucarelli, quello di Blu Notte su Rai 3. Lui introdurrebbe i nostri protagonisti così: Se questa storia fosse una finction, uno sarebbe il buono e l'altro il cattivo. Ma questa non è una finction, è la realtà, e nella realtà non è sempre il buono a vincere (forte Lucarelli eh?). Siamo nel L'evento è la conferenza per gli assetti monetari internazionali di Bretton Woods. Seduti uno di fronte all'altro due economisti di fama internazionale: Keynes (il buono) e White (il cattivo). Due mondi inconciliabili, due visioni dell'umanità all'opposto, due destini per tutti noi totalmente diversi. Keynes ne uscì sconfitto, con l'innesco di un effetto domino che ne emarginerà le idee progressivamente nei successivi trent'anni fino alla loro sparizione. Avrai sicuramente capito che John Maynard Keynes era il teorico dell'intervento dello stato nelle economie e della piena occupazione, mentre Harry Dexter White, all'opposto, del liberismo sfrenato, del principio che lo Stato non deve mettere il becco nelle questioni economiche, del dogma che il debito pubblico è un problema ergo i conti pubblici vanno pareggiati, del motto meno Stato e più imprese private. Avevano cominciato ma si sono fermati. Per alcuni decenni gli Stati occidentali avevano sposato le teorie keynesiane, i governi spendevano a deficit, le aziende producevano, l'occupazione aumentava e di pari passo aumentava il benessere dei cittadini, lo stato sociale funzionava, il debito pubblico non era un problema perchè NON E' UN PROBLEMA (con una moneta sovrana)... ma si sono fermati. ALCUNI NOMI Hanno vinto gli altri, ha vinto il vero potere, che non è altro che il Potere Economico (i politici sono solo delle marionette manovrate dalle élites economiche mondiali). Ha vinto chi affermava che il sistema mondiale futuro avrebbe dovuto essere una gerarchia di ordini con supremazia assoluta delle élites sulla massa ignorante (parole testuali di Robert Schumann, uno dei capostipiti delle teorie liberiste). Ha vinto chi diceva che il crescente potere del popolo minacciava l'ordine capitalistico (parole testuali di Walter Lippmann, un altro dei padri delle teorie economiche oggi 16

17 universalmente accettate). Ha vinto chi sosteneva che ogni idea di Stato sociale, che avrebbe dato ai lavoratori garanzie e avrebbe alleviato la disoccupazione, sarebbe stata una deriva disastrosa poiché avrebbe dato origine ad un periodo di caos sociale (Samuel P. Huntington, Michel J. Crozier e Joji Watanuki, rispettivamente americano, francese e giapponese, altri tre eminenti sostenitori delle idee iper-liberiste). E così abbiamo fatto anche un po' di nomi. Ma questi sono gli economisti (ce ne sarebbero molti altri da citare) che dettarono le linee guida ai governi. Dopo ci volevano dei politici che adottassero queste direttive e le portassero dentro i parlamenti delle maggiori democrazie del mondo. Un crimine non può fermarsi alla teoria. Se resta nella mente di chi lo ha concepito non è un crimine. Chi furono i burattini del vero potere? Eccoli: Margaret Tatcher, Ronald Regan, Helmut Kohl, Francois Mitterand. E così siamo arrivati agli albori degli anni '80, gli anni del trionfo di questi quattro individui. I tagli alla spesa pubblica e allo Stato sociale furono devastanti. I governi si fecero convincere che il debito pubblico fosse un problema e decisero di rientrare dal deficit accumulato (e attraverso il quale avevano arricchito i propri cittadini) creando sacche di disoccupazione, di emarginazione e di povertà senza precedenti dal dopoguerra. Le nuove idee economiche stavano soffocando i destini di milioni di esseri umani e delle loro famiglie con la fittizia disoccupazione e con la penuria di spesa da parte dello Stato. Il vero potere stava vincendo! Ma c'era sempre il pericolo di un'improvvisa ribellione che costringesse i governi ad intervenire. Potevano farlo perchè ogni governo a moneta sovrana, come ho già detto, può creare piena occupazione spendendo a deficit senza problemi e salvare i propri cittadini dalla povertà e dall'indigenza. Allora le élites economiche si misero al lavoro per neutralizzare proprio il mezzo principe del riscatto degli Stati, che è appunto la spesa a deficit. 17

18 IL COLPO DI GENIO Hai già capito, non è necessario che mi dilunghi troppo, questo è il colpo di genio: si sono inventati l'euro. Una moneta che non è di nessuno. Una moneta che i governi devono andarsi a procurare sui mercati internazionali prima di poter spendere. Una moneta che ha tagliato le gambe agli Stati che non possono più arricchire i propri cittadini spendendo a deficit. Una moneta attraverso la quale il debito pubblico è diventato un vero problema, perchè è debito contratto verso i mercati privati di capitali, e va restituito. Una moneta responsabile dei tagli allo Stato sociale, ai servizi, alla sanità, alla scuola, perchè è moneta presa in prestito, e va restituita con gli interessi. Una moneta responsabile di terribili sofferenze. Una moneta voluta dall'oligarchia del potere economico per suggellare la propria egemonia sul resto del mondo. Una moneta che è un vero e proprio CRIMINE CONTRO L'UMANITA'. UN CRIMINE CONTRO L'UMANITA'. UN CRIMINE CONTRO L'UMANITA'! L'Euro, l'unione Europea, il Trattato di Lisbona sono tutti tasselli di un piano per distruggere gli Stati europei e i loro cittadini sottraendo loro la sovranità sia delle leggi che della moneta, imponendo loro il fantasma del debito pubblico, l'odiosa sofferenza della disoccupazione e della precarizzazione del lavoro, e svendendo i beni comuni ai mercati di capitali. (Un po' drammatico questo capitolo, vero?) 18

19 LA DESTRA E' A SINISTRA (si, forse ho bisogno di uno psicologo) E in Italia chi sono i portabandiera di coloro che hanno architettato questo crimine? Chi sono i referenti delle destre economiche che hanno ordito un tale disegno delittuoso, malvagio, nefando e scellerato; gli entusiastici sostenitori della modernità europea e dell'euro? Ebbene, da noi i galoppini delle destre economiche sono soprattutto (udite udite!) gli uomini di sinistra: Romano Prodi, Giuliano Amato, Vincenzo Visco, Dini, Bassanini, Padoa Schioppa, Ciampi, Draghi, D'Alema. È con il centrosinistra che è avvenuto il grande salto nella svendita dei beni pubblici (ENI, S.Paolo Torino, Banco di Napoli, SEAT, Telecom, INA, IMI, IRI, Alitalia, ENEL, Autostrade ecc...). E' con il centrosinistra che si è inaugurata la stagione dei contratti di lavoro atipici (Co.Co.Co. Ecc...). Apriamo gli occhi! Berlusconi sarà sicuramente il volto della mensogna e del malaffare, ma in Italia il volto di questo CRIMINE CONTRO L'UMANITA' è il centrosinistra. Non per nulla pochi sanno che fu proprio Berlusconi a tentare in sede UE una mossa che non solo aveva senso, ma che era di sinistra, quando fra il 2001 e il 2006 cercò l'adozione di una misura che escludesse dal calcolo del deficit pubblico le spese per le strade, infrastrutture, computer per le scuole ecc... Come dire: penalizzateci se spendiamo troppo per il superfluo, ma non per l'essenziale. E ORA CHE C'ENTRA CRAXI? Fu una illuminazione. In quell'attimo compresi tutto il disegno nella sua interezza. Ebbi finalmente la spiegazione del movente di quel terremoto politico che tutti conosciamo come mani pulite. Fu quando seppi che Craxi aveva un consulente economico KEYNESIANO. E inserendo mani pulite nel suo spazio temporale, e cioè in concomitanza con l'accelerazione del succitato progetto criminale da parte delle destre economiche, la spiegazione arriva da sola: la strategia era di eliminare tutta una classe politica che avrebbe senza dubbio osteggiato il progetto. 19

20 Eliminare una classe politica (con Craxi in testa) che aveva il giusto concetto di sovranità monetaria e spesa pubblica, e avrebbe posto dei paletti al piano che mirava a tagliare le gambe agli Stati sovrani. Certo, non è che i nostri ex governanti fossero proprio degli stinchi di santo, ma quelli che ci ritroviamo oggi sono forse meglio? Che cosa ci abbiamo guadagnato? Te lo dico io: NIENTE. E abbiamo perso la nostra sovranità monetaria. Alla fine ci hanno rincretiniti con la balla che Craxi, incrementando il debito pubblico, ci ha reso tutti più poveri in quanto debitori. Ma abbiamo visto che questa è UNA MENSOGNA, UNA VERGOGNOSA, IGNOBILE, OSCENA MENSOGNA, perchè il debito pubblico di uno Stato sovrano (quando fatto entro le regole) è RICCHEZZA PER I CITTADINI. E ALLORA COSA CI RIMANE?, ل شيء nic, NIENTE, nothing, rien, nada, nimic, intet, 没 有,.גארנישט Niente, niente, niente. A noi umili sudditi del Vero Potere non rimane niente. Siamo unicamente carne da macello. Delle altre due sovranità, quella territoriale ci è stata sottratta attraverso l'istituzione dell'europa Unita, che ha annullato le frontiere rendendoci semplice regione dell'impero dominato dalle suddette oligarchie economiche (non siamo in democrazia! Lo vuoi capire che non siamo in democrazia? Non esistono le democrazie, non sono mai esistite, eccettuata forse la prima democrazia ateniese. Quelle poche famiglie che detengono il potere economico, detengono inevitabilmente anche quello politico!). E la sovranità giuridica ci è stata sottratta dal Trattato di Lisbona. Sai che cos'è il Trattato di Lisbona? Sai quali sono le sue linee guida e i punti salienti? No, non lo sai. Non lo puoi sapere. E non perchè tu non sia informato, ma perchè è stato concepito DI PROPOSITO PER NON ESSERE COMPRESO. Nemmeno i politici che lo hanno ratificato sono riusciti a leggerlo e a comprenderlo. Dico sul serio, credimi. Ma ci sono alcuni punti comprensibili anche ai pazzi come me. Come ad esempio il fatto che (udite udite!) se una legge di un qualsiasi Stato europeo è in contrasto con una legge emanata dalla Commissione Europea, è la legge europea a prevalere su quella del singolo Stato. Capisci cosa significa? Significa che il tuo legislatore può emanare tutte le leggi che 20

Cos è la moneta. Teoria Monetaria Moderna interpretata da Paolo Barnard

Cos è la moneta. Teoria Monetaria Moderna interpretata da Paolo Barnard Cos è la moneta Teoria Monetaria Moderna interpretata da Paolo Barnard VI DEVO Lo STATO crea per primo la Moneta dal nulla Tramite Banca Centrale Per acquisire Beni o Servizi La moneta sovrana appartiene

Dettagli

Le 7 Frodi Capitali dell Economia Neoliberista (parte 1di 7) (di Marco Cavedon, postato il 04-02-2014).

Le 7 Frodi Capitali dell Economia Neoliberista (parte 1di 7) (di Marco Cavedon, postato il 04-02-2014). Le 7 Frodi Capitali dell Economia Neoliberista (parte 1di 7) (di Marco Cavedon, postato il 04-02-2014). Questo documento si ispira al libro Le 7 Innocenti Frodi Capitali della Politica Economica, scritto

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

di prossima pubblicazione:

di prossima pubblicazione: di prossima pubblicazione: 1 (la sintesi) Fare cessare l artificiale scarsità di moneta in Italia L economia italiana sta asfissiando a causa della scarsità di moneta. Gli altri problemi di sprechi e inefficienze

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi.

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. "Successo senza paura nel lavoro e nella vita" di Geshe Michael Roach Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. Note

Dettagli

Dati in milioni di euro.

Dati in milioni di euro. Il debito pubblico è fortemente legato al Signoraggio Bancario, e senza fare complottismo, vediamo di capire se il debito è una truffa o no. Per rendere evidente il fatto che il signoraggio non è un argomento

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI

WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI WARREN MOSLER LE SETTE INNOCENTI FRODI CAPITALI PRIMA FRODE Il governo (quello sovrano, non quello che ha rinunciato alla sovranità come il nostro) spende ciò che raccoglie con tasse e prestiti. FALSO!

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Esiste una verità fondamentale sul tema moneta e debito, ma la cosa è conosciuta da pochi.

Esiste una verità fondamentale sul tema moneta e debito, ma la cosa è conosciuta da pochi. Moneta e Debito (di Josef Hasslberger) Esiste una verità fondamentale sul tema moneta e debito, ma la cosa è conosciuta da pochi. Alcuni personaggi importanti che si misero a cambiare la situazione furono

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

La formula che regola l inflazione prende il nome di equazione di Fisher ed è di seguito esposta:

La formula che regola l inflazione prende il nome di equazione di Fisher ed è di seguito esposta: Le 7 Frodi Capitali dell Economia Neoliberista (parte 3 di 7) L inflazione. (di Marco Cavedon, postato l 11-02-2014). Esamineremo in questo capitolo uno dei più perniciosi falsi miti che l ideologia neoclassica

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

retemmt www.retemmt.it

retemmt www.retemmt.it MMT Primer di L. Randall Wray Blog 25 retemmt www.retemmt.it La solvibilità della valuta e il caso particolare del Dollaro USA di L. Randall Wray Postato il 20 novembre 2011 Nei blog recenti stiamo esaminando

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Economia mainstream vs. ME-MMT ed economia eterodossa. La (falsa) amoralità del debito pubblico. (di Marco Cavedon, postato il 06/07/2014).

Economia mainstream vs. ME-MMT ed economia eterodossa. La (falsa) amoralità del debito pubblico. (di Marco Cavedon, postato il 06/07/2014). Economia mainstream vs. ME-MMT ed economia eterodossa. La (falsa) amoralità del debito pubblico. (di Marco Cavedon, postato il 06/07/2014). Questa volta non utilizzeremo concetti tecnici, né grafici o

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario

Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario Griglia Colloquio di Presentazione Oro Monetario 1. SMALL TALK 2. FRASE D AGGANCIO 3. ANALISI GRAFICA 4. STRUMENTI INEFFICACI 5. NON È PER TUTTI COSÌ 6. LE CONDIZIONI OTTIMALI 7. 1 CONFERMA: 8. PRESENTAZIONE

Dettagli

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti 11-1 Facoltà di Scienze Politiche Università di Bari Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti Modulo 17 I regimi di cambio Hill, cap.11 (prima parte) C.W.L. Hill, International Business

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Imparare e Usare il Metodo di Studio

Imparare e Usare il Metodo di Studio Imparare e Usare il Metodo di Studio Per gli studenti: con questa semplice guida puoi imparare a usare un buon metodo di studio. Per imparare, leggi e cerca di capire bene i passi seguenti e allenati ogni

Dettagli

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE 11 November 2014 COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Ti sei mai chiesto perché alcune persone falliscono in tutto quello che

Dettagli

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse.

Esatto. Perché non pagate le tasse? Perché non fate le cose giuste? Per loro non esiste non pagare le tasse. A proposito di tasse: parliamo di evasione fiscale in Italia. Siamo campioni anche in quello. Noi siamo sempre i primi quando si parla di illegalità. Sempre a mia moglie norvegese: quando ho cercato di

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 06 La crisi dello SME-Sistema Monetario Europeo (capitolo 2) La crisi messicana (capitolo 2) La crisi dello SME - 1 La caduta degli accordi di Bretton

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

La crisi del 29. Il boom degli anni Venti

La crisi del 29. Il boom degli anni Venti Nel primo dopoguerra l'economia degli Stati Uniti ebbe un forte incremento, trainata soprattutto dal settore automobilistico. Infatti, in America dal 1922 al 1929, la produzione industriale aumentò del

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE

DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE DIETA ZONA, SUBITO IN FORMA E PER SEMPRE di Daniela Morandi Prefazione di Barry Sears. Con la partecipazione di Claudio Belotti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-409-3 Prefazione del dottor Barry

Dettagli

La dura realtà del guadagno online.

La dura realtà del guadagno online. La dura realtà del guadagno online. www.come-fare-soldi-online.info guadagnare con Internet Introduzione base sul guadagno Online 1 Distribuito da: da: Alessandro Cuoghi come-fare-soldi-online.info.info

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Pochi minuti possono cambiare la tua vita

Pochi minuti possono cambiare la tua vita Pochi minuti possono cambiare la tua vita Caro amico/cara amica, i pochi minuti spesi per la lettura di questa presentazione saranno quelli spesi meglio in tutta la tua vita! Lo so che questa affermazione

Dettagli

Avete mai sentito parlare della corsa del topo?

Avete mai sentito parlare della corsa del topo? Avete mai sentito parlare della corsa del topo? Avete presente il criceto che corre nella ruota fino allo sfinimento tutti i giorni? Beh, forse non ne avete piena consapevolezza ma anche voi, anche noi

Dettagli

TRUFFE LEGALI. Illustrazione di Matteo Pericoli 2002

TRUFFE LEGALI. Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 TRUFFE LEGALI Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 Da: Giovanni A: Giuseppe Ciao, mi chiamo Giovanni. Leggi attentamente questo messaggio perché quello che sto per raccontarti è veramente inaudito: esiste

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

SIGFRIDO RANUCCI E come no? Non mi dica che è la prima volta, perché non ci credo. Galluccio perché si rivolge a Lei?

SIGFRIDO RANUCCI E come no? Non mi dica che è la prima volta, perché non ci credo. Galluccio perché si rivolge a Lei? THE SPECIALIST di Sigfrido Ranucci MILENA GABANELLI FUORI CAMPO E adesso torniamo decisamente a casa nostra. Come tutte le settimane marchiamo stretto una nostra battaglia. Avevamo denunciato i controlli

Dettagli

CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE?

CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE? CHE RENDIMENTI È POSSIBILE OTTENERE? Se metti in soldi in banca che tasso di interesse ti danno? Il 2% forse. Se compri obbligazioni quale rendimento ti puoi aspettare? Quelle buone e non troppo rischiose

Dettagli

scopri i 7 rischi che corri 5 servizi che devi dall agenzia immobiliare

scopri i 7 rischi che corri 5 servizi che devi dall agenzia immobiliare 1 scopri i 7 rischi che corri nell acquisto della tua nuova casa e le 3 soluzioni che possono salvarti dall acquisto sbagliato. 5 servizi che devi pretendere dall agenzia immobiliare 2 Che si tratti dell

Dettagli

Debito pubblico, perché no?

Debito pubblico, perché no? Debito pubblico, perché no? Debito pubblico, perché no? Paolo Palazzi Come un aumento generalizzato della spesa pubblica finanziata da un aumento del debito pubblico può farci uscire dall'intreccio letale

Dettagli

L economia italiana 169

L economia italiana 169 L economia italiana 169 3.8 Debito pubblico: perché no?! il rapporto tra il disavanzo pubblico e il prodotto interno lordo non deve essere superiore al 3%;! il rapporto tra il debito pubblico e il prodotto

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale Discorso indiretto - o n 1 Trasformare il discorso diretto in indiretto 1. "Che cosa fai?". Mi chiese che cosa. 2. "Sono venuto a saperlo per caso". Disse a saperlo per caso. 3. "Per favore, telefoni a

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato

L attimo fuggente. Charlot soldato. Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato L attimo fuggente Charlot soldato Due sequenze tratte da due film assai diversi e lontani nel tempo: Charlot soldato di Charlie Chaplin (1918) e L attimo fuggente di Peter

Dettagli

Lottare si ma sapendo come.

Lottare si ma sapendo come. Lottare si ma sapendo come. Vorrei che prima di commentare leggeste tutta la nota, perché arrivando a metà nota si può tranquillamente dire i cambiamenti ci sono le persone stanno cambiano e svegliandosi

Dettagli

TRASCRIZIONE DELL INTERVENTO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE ON. PROF. GIULIO TREMONTI TESTO NON RIVISTO DALL AUTORE

TRASCRIZIONE DELL INTERVENTO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE ON. PROF. GIULIO TREMONTI TESTO NON RIVISTO DALL AUTORE 84 a GIORNATA MONDIALE DEL RISPARMIO TRASCRIZIONE DELL INTERVENTO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE ON. PROF. GIULIO TREMONTI TESTO NON RIVISTO DALL AUTORE TREMONTI: Per quanto è possibile in

Dettagli

La Scorciatoia per Guadagnare Online

La Scorciatoia per Guadagnare Online La Scorciatoia per Guadagnare Online Sono anni che mi sgolo sul Blog per convincere le persone sul fatto che non esistono scorciatoie per Guadagnare con Internet. Sono anni che lo dico in tutte le salse,

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

Capitolo undici. Il sistema monetario internazionale. Introduzione

Capitolo undici. Il sistema monetario internazionale. Introduzione EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo undici Il sistema monetario internazionale Introduzione 11-3 Col termine sistema monetario internazionale ci si riferisce agli accordi istituzionali che governano

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Questa non è una lezione

Questa non è una lezione Questa non è una lezione Sono appunti, idee su Internet tra rischi e opportunità. Che vuol dire non dobbiamo stare a guardare? È il Web 2.0... i cui attori siete voi Chi vi ha insegnato ad attraversare

Dettagli

La contabilità generale in 3.000 parole Facile e comprensibile. Ovviamente gratis.

La contabilità generale in 3.000 parole Facile e comprensibile. Ovviamente gratis. La contabilità generale in 3.000 parole Facile e comprensibile. Ovviamente gratis. Ma è davvero così difficile la contabilità? Io direi complessa difficile no, almeno se hai compreso bene le basi! In sole

Dettagli

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti

Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici. Giorgio Ricchiuti Un riepilogo di alcuni fenomeni macroeconomici Giorgio Ricchiuti Cosa abbiamo visto fin qui Abbiamo presentato e discusso alcuni concetti e fenomeni aggregati: 1) Il PIL, il risparmio e il debito pubblico.

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

ALBERTO BAGNAI: Ce lo chiede l europa MINIVIDEO 3

ALBERTO BAGNAI: Ce lo chiede l europa MINIVIDEO 3 ALBERTO BAGNAI: Ce lo chiede l europa MINIVIDEO 3 Trascrizione a cura di: Francesca De Munari [ 27:35-34:03 ] Giornalista: Ti faccio una domanda: il debito si può non pagare? O è un eresia economica? Alberto

Dettagli

A proposito di valutazione

A proposito di valutazione A proposito di valutazione QUANTE COSE SAI? Figlia Papà, quante cose sai? Padre Eh? Uhm... so circa un chilo di cose. F. Non dire sciocchezze. Un chilo di quali cose? Ti sto chiedendo davvero quante cose

Dettagli

Non ci sono traduzioni disponibili. SOLUZIONE ALLA CRISI DOPO TANTE PROMESSE:

Non ci sono traduzioni disponibili. SOLUZIONE ALLA CRISI DOPO TANTE PROMESSE: Non ci sono traduzioni disponibili. SOLUZIONE ALLA CRISI DOPO TANTE PROMESSE: Dopo tanti anni e innumerevoli annunci e promesse, la BCE (Banca Centrale Europea) ha finalmente lanciato le operazioni di

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 08 La crisi argentina (cap. 2) La crisi giapponese (cap. 2) La crisi argentina - 1 L Argentina negli ultimi decenni ha attraversato diversi periodi

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente LE PAROLE CHE PESANO Hotel Remilia 20/05/2014 Ciclo Magramente Pag. 01 IL LINGUAGGIO CHE PESA Hai mai pensato che il linguaggio che usi possa influenzare la tua autostima e il tuo peso? Rifletti un secondo:

Dettagli

L'oro è l elemento più importante del sistema finanziario mondiale

L'oro è l elemento più importante del sistema finanziario mondiale Cos è l Oro? 1. L oro è il metallo più prezioso, è sinonimo di ricchezza ed eccellenza. 2. L oro non dipende dai governi. 3. L oro non è tassato. 4. L oro non ha scadenza e non si deteriora. 5. L oro non

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

I bambini vengono costretti a lavorare

I bambini vengono costretti a lavorare Un continente segnato dalle violenze, dai soprusi e dalle ingiustizie. Il destino di schiavitù che nei secoli scorsi ha colpito l'africa non si è esaurito nemmeno nel Terzo millennio. Nell'Ottocento, uomini

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Le fondamenta di qualsiasi attività commerciale (online e offline)

Le fondamenta di qualsiasi attività commerciale (online e offline) Seminario gratuito in 5 lezioni: Scopri cos'è e come funziona Google AdWords, lo strumento più efficace per farti trovare 24 ore su 24 da potenziali clienti interessati ad acquistare i tuoi prodotti e

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT Aldo, Giovanni e Giacomo Sketch del controllore (da 'Tel chi el telun) Aldo: Non c è bisogno che tira perché non è che scappo. Giovanni: Intanto ha allungato il passo. Aldo: Ho allungato il passo perché

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

ANTONIO MARZANO. Mercato e regole

ANTONIO MARZANO. Mercato e regole ANTONIO MARZANO Mercato e regole 1. E opinione diffusa che gli esperimenti scientifici si facciano solo in laboratorio e che siano quelli propri delle scienze naturali, della fisica e della chimica. Credo

Dettagli

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE

ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE ERAVAMO SOLO BAMBINI UN RACCONTO PER NON DIMENTICARE CATERINA ROMANO 27/01/2012 Nonna, posso sedermi vicino a te? Ho paura. In televisione ci sono dei brutti film. Fanno vedere tante persone malate e dicono

Dettagli

mercatofotografico.net

mercatofotografico.net 1: 2: Prima Edizione Digitale Titolo Originale: Caso Studio Prezzo Si Prezzo/Prezzo No sul tuo sito web Sito web: http://www.mercatofotografico.net Info: assistenzaclienti@mercatofotografico.net Pagina

Dettagli

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed.

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed. Cristiano Carli BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com I ed. marzo 2014 Copertina: Giulia Tessari about me giulia.tessari@gmail.com DISCLAIMER

Dettagli

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326

Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Convegno Prospettive future per il volontariato 9 novembre 2012 Bari - Hotel Mercure Villa Romanazzi Carducci - Via Capruzzi, 326 Intervento di Stefano Tabò Condivido molto, quasi tutto di quello che è

Dettagli

8 Il futuro dei futures

8 Il futuro dei futures Introduzione Come accade spesso negli ultimi tempi, il titolo di questo libro è volutamente ambiguo, ma in questo caso non si tratta solo di un espediente retorico: come spero si colga nel corso della

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL UNA DELLE MILLE RAGIONI PER INDIGNARSI

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL UNA DELLE MILLE RAGIONI PER INDIGNARSI (LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL TRADUTTORE, MICHELE ORINI) UNA DELLE MILLE RAGIONI PER INDIGNARSI Vicenç Navarro 13/01/2014 Se

Dettagli

L azionario vince sempre nel lungo periodo?

L azionario vince sempre nel lungo periodo? 1 L azionario vince sempre nel lungo periodo? Redatto il 03/08/2007 Introduzione Spesso accade di ascoltare la celebre ed inflazionata massima secondo la quale l azionario vince sempre nel lungo periodo.

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli