CHRISTMAS WORLD 2012 Frankfurt

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CHRISTMAS WORLD 2012 Frankfurt"

Transcript

1 2013 MAGAZINE

2 CHRISTMAS WORLD 2012 Frankfurt CLIENTE: IDO LIGHT SUPERFICIE: 204 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: Alessandro Melli e Davide Telleschi 2

3 EXPOCOMFORT 2012 Milano CLIENTE: RINNAI SUPERFICIE: 250 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: Ricardo Storchi Designer 3

4 SALONE DEL MOBILE 2012 Milano CLIENTE: NOVELLINI SUPERFICIE: 200 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: Ufficio Marketing Novellini 4

5 MOSBUILD 2012 Moscow CLIENTE: ABK SUPERFICIE: 55 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: A&M Production

6 MOSBUILD 2012 Moscow CLIENTE: CERAMICS OF ITALY promosso da Confindustria Ceramica SUPERFICIE: 100 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: A&M Production

7 MOSBUILD 2012 Moscow CLIENTE: KERAMIN SUPERFICIE: 115 mq. + 75mq. soppalco PROGETTO ARCHITETTONICO: Ufficio Marketing Keramin 7

8 COVERINGS 2012 Orlando CLIENTE: CERAMICS OF ITALY promosso da Confindustria Ceramica SUPERFICIE: 270 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: E+I Studio LLC 8

9 CLIENTE: KALE SUPERFICIE: 108 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: Arch. Maurizio Molini COVERINGS 2012 Orlando

10 10

11 VETRINE 11

12 NUOVI OCCHI PER VEDERE Introduzione Obiettivo 3: ottimizzazione risorse Qualsiasi indicatore, qualunque sia la fonte che lo propone, ormai restituisce un quadro dell economia italiana compositamente negativo e, cosa più preoccupante, lontano dal cambiare segno. Le nostre imprese, per la maggior parte consistenti in realtà di piccole e medie dimensioni, soffrono e si confrontano ogni giorno con le conseguenze pratiche di tale clima: insoluti, corsa al ribasso dei prezzi, accesso al credito, recupero del credito. Problematiche eterogenee che, rispetto al passato, oggi vanno affrontate con un dispendio di energie molto maggiore. La percezione più diffusa è quella che ad esser messa in gioco possa essere non tanto la redditività delle aziende che, sebbene importantissima, in congiunture simili si potrebbe accettare di considerare come un obiettivo procrastinabile, quanto il ruolo che l azienda esercita più o meno direttamente sul sistema di relazioni che regola la vita di ogni comunità. Questo serpeggiante malessere ha un effetto venefico sia sulle imprese cosiddette giovani, perché ne deprime lo slancio, sia su quelle mature, che nel tempo hanno consolidato risultati d importanza variabile ma comunque mai minacciati in una tal misura da fattori di carattere estrinseco. Le aziende che nel passato, per conseguire quei risultati, hanno assunto personale, creando team di lavoratori esperti ed affiatati, oggi sentono con preoccupazione crescente il peso della responsabilità sociale che nei confronti di queste persone detengono. La perdita più grave, all atto della loro chiusura, non è tanto la sciagura, pur rispettabile, del singolo imprenditore che vede andare in fumo i sacrifici di una vita, ma, vista da fuori, è soprattutto la stabilità che il suo impegno riusciva a garantire all intero gruppo sociale che da lui dipendeva. Anche la nostra azienda non può ritenersi completamente al riparo dalle suddette turbolenze e da qualche mese inizia a risentire con maggiore coinvolgimento degli effetti di questa situazione. Si tratta, al momento, per lo più di previsioni a tinte moderatamente fosche, più che di una realtà matematica già calcolata. Ma questo è sufficiente a stimolare qualche riflesso conservativo, suggerendo l opportunità di reagire con un piano d azione incardinato su almeno tre obiettivi. Obiettivo 1: internazionalizzazione la prima misura attuata a contrasto di questo incedente scenario di disagio è consistita nella ricerca di terreni lavorativamente più fertili, non ancora inariditi dall arrivo di questo clima. Ciò comunque non rappresenta una grande novità, dal momento che la nostra presenza all estero è già consistente. La nostra azione commerciale, infatti, è stata sempre caratterizzata dalla tendenza ad attecchire su mercati collocati al di fuori dei confini nazionali. Una parte notevole delle aziende che serviamo opera direttamente o si spinge lontano dall Italia a lavorare negli Stati Uniti d America, in Cina, in Russia ed è proprio nel servirla in quei contesti che ci siamo specializzati nel corso degli anni. L aver compiuto un passo importante come quello di dar vita ad una sister company a Mosca (l A&M Italianstyle) di cui, da questa stessa rubrica, già negli anni scorsi si è avuto modo di parlare, dimostra quanto radicata sia in noi l intenzione di diversificare la offerta dei nostri servizi, per poter raggiungere destinazioni lontane sempre da più vicino. L A&MItalianstyle, attualmente gode di un grado di autonomia operativa confortante, sebbene il centro di propulsione delle decisioni che la riguardano rimanga intenzionalmente nell ufficio italiano. Obiettivo 2: innovazione e diversificazione Non paghi della stabilizzazione di tale assetto, nel secondo semestre del 2012 si è iniziata a valutare la possibilità di ampliare la gamma servizi in maniera ancora più innovativa. Si è andati alla ricerca di un operazione per ci permettesse di proporre ai clienti nuovi e a quelli già fidelizzati un approccio insolito alle modalità di presentazione del loro prodotto. A fine 2012 abbiamo acquistato il brevetto per la realizzazione e distribuzione in esclusiva della showcase Flyvision su tutto il territorio russo, riservandoci inoltre il diritto di offrirli a noleggio sul territorio italiano. Flyvision è sostanzialmente un idea adattabile a svariati contesti che innova fortemente il tradizionale concetto di vetrina espositiva. Serve principalmente a creare un illusione, basata su un metodo ben collaudato, tecnicamente coperto da segreto di produzione e d installazione, capace di catturare a lungo l attenzione dell osservatore, catalizzandola con effetto totalizzante sugli oggetti esposti. L oggetto contenuto nella vetrina sembra fluttuare nel vuoto, con un grado di realismo quasi disorientante. L effetto sortito è quello di sollecitare l arguzia dell osservatore, che si ritrova coinvolto in una sfida cerebrale, tutta tesa a scoprire il meccanismo che genera quell illusione. Ad arricchire i contenuti della proposta contribuisce il fatto che la tecnologia produttiva della vetrina è assolutamente indipendente dal suo design: questo, infatti, può essere liberamente personalizzato nel rispetto delle esigenze più particolari di qualsiasi cliente. L investimento su questo fronte è stato considerevole, ma è stato fin da subito supportato da un intensa operazione di marketing e sta iniziando a dare i primi confortanti segnali di successo, soprattutto sul mercato russo. 12 Alla luce di quanto appena detto, se qualcosa ci si poteva chiedere di fare sul fronte esterno in termini d investimento, non si può certo affermare di aver peccato d inerzia. Diverso, invece, è lo scenario proposto dal fronte interno. Oltre ad un generale innalzamento del livello d attenzione sul fare quotidiano, è stato avviato un processo ragionato di revisione degli schemi di funzionamento della nostra macchina aziendale. La Direzione ha posto quale obiettivo guida di questo processo quello della cosiddetta qualità totale, un concetto di qualità, cioè, che permea qualsiasi azione, qualsiasi procedura interna, che obbliga qualsiasi operatore a chiedersi quanto negativamente ogni suo gesto di negligenza si possa ripercuotere sull operatore chiamato ad intervenire a valle del primo e quanto negativamente questo gesto possa influire sul buon esito generale di una commessa. Questa nuova interpretazione dell idea di qualità esige che ciascun attore aziendale s impegni responsabilmente nello svolgimento del proprio compito, cominciando a considerare il collega che riceve in dote il risultato del suo lavoro come un cliente, che, come tale, deve essere soddisfatto del servizio ricevuto. Mettere al centro del proprio operato la figura del cliente, ampliandone l identità fino a farla coincidere con quella di operatori interni all azienda, significa lavorare nella convinzione che questo (il cliente) rappresenti una sorta di bene supremo cui informare ogni manifestazione della propria professionalità. Attraverso questa ottica si prende coscienza della reale natura del destinatario dei nostri servizi. Del cliente, infatti, ora si vede quella componente, in qualche caso definita bestiale, che lo assimila ad un famelico pretendente di soddisfazione. La sua soddisfazione, valicando il limite ordinario dell ordinaria conformità al protocollo, completa e magnifica il livello delle prestazioni che l azienda è capace di erogare. Come presupposto per la concretizzazione di questo scenario si è pensato di tracciare per tutti i lavoratori coinvolti nel flusso produttivo dell azienda un solco di riferimento da seguire nell impostazione del proprio lavoro quotidiano. Anche in virtù della dimensione che questo gruppo di lavoro sta assumendo, si è pensato alla scrittura di un manuale operativo, una raccolta sintetica di buone pratiche che fungano da norma generale per lo sviluppo dell azione di ciascuno settore. Si è partiti, attraverso un attenta attività di auditing, dal mettere assieme l esperienza di tutti i responsabili di reparto. La si è condensata in un documento unico che non ha la pretesa di valere come legge fissa ed immutabile, ma ha l ambizione di porsi come supporto alle decisioni, regola flessibile, che contiene in sé la spinta all auto-rigenerazione delle idee. Gli obiettivi conseguibili sono molteplici. Per dovere di sintesi essi si possono condensare nelle seguenti voci, a volerlo, tutte potenzialmente dettagliabili all infinito: - agevolazione dell eventuale intervento manageriale dall esterno (qualsiasi manager ricaverebbe dalla lettura del manuale la necessaria conoscenza del contesto in cui lavorare) - agevolazione della formazione delle nuove leve (i neoassunti saprebbero sempre a quale sussidiario attingere per imparare a conoscere i loro compiti) - omogeneizzazione delle procedure operative seguite dalla casa madre e dalla consociata russa - minimizzazione degli errori Quest ultima voce rappresenta uno degli scopi principali di questo progetto, in quanto rientra nella più generale marcia verso la qualità totale, agli occhi della quale l errore è foriero di non-qualità. Una riflessione più attenta sui nostri errori, memore delle intuizioni paretiane che solitamente vengono in aiuto nei più comuni contesti di project management (il riferimento è alla nota regola dell 80/20), ci farebbe comprendere che la maggior parte delle criticità che si affrontano quando si lavora dipende quasi sempre da un ristretto e reiterato numero di alterazioni negative delle procedure. Come dire che i peggiori guai vengono sempre dallo stesso tipo di errori. Conclusione Essendo ancora in atto il suo sviluppo, al momento si può dire che si sta delineando il contorno di un iniziativa che, anche secondo pareri terzi, ha uno spiccato carattere di originalità. La speranza di chi sta investendo tempo ed energie in questa ricerca è che, al termine del percorso, si disponga di uno strumento che si possa agilmente consultare, possibilmente attraverso lo strumento della wiki aziendale, da parte di chi ogni giorno deve compiere la scelta giusta. Ogni giorno non si dovranno avere incertezze su chi fa cosa, non si dovranno disperdere energie nell approntare soluzioni nuove per problemi ordinari. Per offrire una risposta a quella forma latente di dubbi che popolano spesso qualsiasi scrivania, si è vissuta un po la condizione di chi deve scrivere una legge e si è avuta la sensazione che qualsiasi processo potesse essere normato fino all inverosimile, fino al più spinto livello di dettaglio. Per evitare di ingessare le procedure e di renderle farraginose si sta lottando proprio contro la naturale propensione di ogni relatore a non arginare questa tendenza. il limite tra uno strumento buono ed uno non buono risiede tutto nella capacità di evitare eccessi di codifica. Per chi scrive questa è la sfida più difficile. Consapevoli che il successo di una legge dipende da quanto facilmente essa si presti ad essere attuata, nei prossimi mesi l impegno del gruppo di lavoro che controlla l avanzamento del progetto si concentrerà sulla sua finalizzazione. A beneficio generale della condizione lavorativa di tutto il corpo dipendente e, prima ancora, dell intero parco clienti, il risultato atteso è quello di un ribaltamento di prospettiva, dal quale tutto dovrà sembrare più stringentemente logico. Per dirla con Proust: Il vero viaggio di scoperta non è cercare nuove terre ma avere nuovi occhi per vedere.

13 SEEING WITH NEW EYES Introduction All indicators, whatever the source, today portray a generally negative picture of the Italian economy which, even more worryingly, is still a long way from recovery. Our companies, mostly of small or medium scope, are suffering badly and have to face the consequences of this economic climate on a daily basis: outstanding payments, pressure to reduce prices, access to credit, the collection of debts. Facing these problems requires much greater effort than in the past. The most widely held view is that what is at risk is not so much companies profitability (which, although important, could in similar situations be considered as a deferrable objective), as the role that the company more or less directly exercises in the system of relations that regulates the life of every community. This widespread malaise has a poisonous effect both on so-called young companies, because a brake is put on their potential for growth, and on more mature companies, which over the years have achieved perhaps variable results but in any case have never been so badly threatened by external factors. Companies which have taken on staff in the past in order to attain results, creating close teams of expert workers, are today increasingly concerned about their burden of social responsibility towards these workers. The most serious loss upon a company s closure is not the tragedy (although perfectly respectable) of the individual businessman who sees a lifetime s sacrifices go up in smoke but, seen from the outside, it s the sense of stability that his efforts have managed to guarantee for an entire social group which depended on him. Our company cannot consider itself completely safe from these storms and has begun in recent months to feel the effects of the situation more strongly. At present we are dealing with moderately unfavourable forecasts rather than a mathematical reality. Nevertheless they are sufficient to give rise to prudent reflection, suggesting the appropriateness of adopting an action plan focused on at least three target. Target1: internationalization The first action taken to combat this widespread situation of distress is the search for more fertile areas for business, not yet dried up by the arrival of this terrible economic climate. This is not, however, a particularly new development, given that we already have a strong presence abroad. Our commercial activities, in fact, have always been characterised by the tendency to sow seeds in markets located outside the national boundaries. A large number of the companies that we serve operate directly or have dealings far from Italy, working in the United States, in China and in Russia, and it is in working for these companies in these contexts that we have specialized over the years. The fact that we have already made the important step of setting up a sister company in Moscow (A&M Italianstyle, and which we have had the opportunity to refer to in these same pages in past years), shows how serious is our intention to diversify our offer of services in order to be able to reach distant destinations at ever closer proximity. A&M Italianstyle currently enjoys a reassuring level of autonomy, even though the decision-making centre regarding its operations purposely remains in the Italian office. Target 2: innovation and diversification Not satisfied with the stabilization of the current framework, since the second half-year of 2012 we have begun to assess the possibility of extending the range of services in a yet more innovative manner. We have searched for an idea that allows us to offer new and loyal customers an unusual approach in the way they present their products. At the end of 2012 we acquired the patent for the exclusive production and distribution of the Flyvision showcase throughout the Russian territory, reserving also the right to offer them on hire in Italy. Flyvision is essentially an idea adaptable to various contexts, and which is able to strongly innovate the traditional showcase concept. It is mainly used to create an illusion, based on a tried and tested method and technically covered by production and installation secrecy, able to catch the attention of the observer for a considerable period of time, focusing this attention entirely on the objects displayed. The object contained in the showcase seems to float in the air, in a disarmingly realistic way. The result is attracting the curiosity of the observer, who is interested to know what s going on, totally wrapped up in discovering the mechanisms generating the illusion. The fact that the production technology for the showcase is completely independent from its design further enhances the contents of the proposal: it can, in fact, be freely customized in line with the particular requirements of any customer. Investment in this area has been considerable, but it has been backed up by an intensive marketing campaign right from the outset and is starting to generate the first reassuring signals of success, especially in the Russian market. Target 3: optimisation of resources In the light of the above, we could certainly not be accused of lacking initiative with regards to investments in tackling external questions. The scenario in relation to internal questions, however, is rather different. Besides a general increase in the level of attention towards day-to day operations, a review process of the working practices of our organisation has also been set up. The Management has imposed total quality as a guiding principal in this process, a quality concept which must permeate every action, every internal procedure, obliging every operator to ask him/herself to what extent any act of negligence may affect the operator called in to take reparatory action downstream of the first operator and how negatively this act may influence the successful completion of an order. This new interpretation of the idea of quality requires that each company worker is committed in a responsible way to the performance of their tasks, starting from considering their colleague who receives the result of their work as a customer who, as such, must be satisfied with the service received. Putting the figure of the customer at the centre of their work, extending the identity of the customer to that of other workers inside the company means working with the idea that this figure (the customer) is a sort of supreme good, influencing every expression of a worker s professional role. This point of view creates an awareness of the true nature of the receiver of our services. That aspect of the customer, in some cases defined as beastly, who hungrily demands satisfaction, now becomes more apparent. Their demand for satisfaction, going beyond the ordinary compliance of protocol, completes and raises the level of services that the company is able to deliver. In order to put this idea into real practice it has been decided to identify a benchmark for the daily work of all employees involved in the company s production chain. Also on account of the dimension this project is acquiring, it has been decided to write an operating manual, a summary of good working practices serving as general guidelines for the development of actions in each sector. The first step has been to collate the experience of all department managers through a carefully planned auditing process. This was then summarised in a single document which should not be considered as fixed and unalterable law, but should be used as a support for decision-making: flexible regulations aimed at stimulating the self-regeneration of ideas. There are numerous attainable results. They are summarised in the following points, all of which could be further described in much more detail: - facilitating external managerial actions (any manager could find out about a relevant working context from reading the manual) - facilitating the training of new employees (newly hired staff would always know which subsidiary to refer to in order to learn about their tasks) - uniformity of the operating procedures followed by the head office and the Russian subsidiary - the minimisation of mistakes This last point is one of the main goals of the project, since it comes under the more general aspect of total quality, in which an error is synonymous with non-quality. Greater attention on our mistakes, mindful of the Paretian principle which is often helpful in most project management contexts (the reference is to the well-known 80/20 rule), would help us understand that most of the critical areas faced when working almost always depend on a limited and repeated number of negative alterations to procedures. In other words, the worst problems always arise from the same types of mistakes. Conclusion While still in its early stages, we can say (and third parties appear to agree) that this project is taking on a decidedly original character. Our hope, as the investor of time and energy in this research, is that at the end of the programme we will have a resource which is easy to use (possibly also through the wiki company tool) by people who have to make the right decision on a daily basis. It is essential to avoid any uncertainties regarding who does what; effort must not be wasted in finding new solutions to ordinary problems. In order to provide answers to latent questions that often pile up on desks, we have carried out a similar task to that of legislators, with the feeling that any process can be regulated without end, up to the finest of details. In order to avoid making the procedures too rigid and making them cumbersome, we are fighting against the natural tendency of any law-maker not to resist this tendency. The dividing line between a good tool and a bad one lies entirely in the ability to avoid excessive coding. This is the most difficult challenge for the writer. Well aware that the success of a law depends on how easily it can be applied, in the coming months the working group monitoring the project s progress will be committed to focusing on its completion. For the general benefit of the working conditions of all employees and, most of all, of our customers, the result aimed for is a turn-around in perceptions, in which everything seems more essentially logical. As Proust put it: The real journey of discovery it not seeking new lands but having new eyes to see with. 13 Alfredo Montanari

14 ARCH MOSCOW 2012 Moscow CLIENTE: ANTOLINI SUPERFICIE: 35 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: Andrea Laudini 14

15 AUTOMECHANIKA 2012 Moscow 8000 CLIENTE: ZAFCO SUPERFICIE: 72 mq mq. soppalco PROGETTO ARCHITETTONICO: A&M Production

16 IBA 2012 Munich CLIENTE: COMAS SUPERFICIE: 247 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: Arch. Adele Tuchtan 16

17 21000 IBA 2012 Munich CLIENTE: IMAFORNI SUPERFICIE: 262,5 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: Arch. Adele Tuchtan 17

18 IBA 2012 Munich CLIENTE: POLIN SUPERFICIE: 415 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: A&M Production 18

19 20000 CERSAIE 2012 Bologna CLIENTE: RAK CERAMICS SUPERFICIE: 400 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: A&M Production

20 CERSAIE 2012 Bologna CLIENTE: SMALTICERAM SUPERFICIE: 144 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: Ricardo Storchi Designer

21 MARMOMACC 2012 Verona CLIENTE: BTR SUPERFICIE: 104 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: A&M Production

22 MARMOMACC 2012 Verona CLIENTE: ZANET SUPERFICIE: 390 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: A&M Production 22

23 INTERLIGHT 2012 Moscow CLIENTE: FAEL SUPERFICIE: 110 mq. PROGETTO ARCHITETTONICO: Ricardo Storchi Designer

24 A&M Production s.r.l. Via Carnot n 1 CAP Reggio Emilia Italy Tel Fax

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

ORIENT. Italian design made in Emirates. your style, your bathroom

ORIENT. Italian design made in Emirates. your style, your bathroom ORIENT ORIENT Italian design made in Emirates your style, your bathroom ORIENT Orient, collezione tradizionale, dal design morbido e semplice si adatta perfettamente a qualsiasi bagno. Facile ed immediata

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori Trasformare le persone da esecutori a deleg-abili rappresenta uno dei compiti più complessi per un responsabile aziendale, ma è anche un opportunità unica per valorizzare il patrimonio di competenze aziendali

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI MODAL VERBS PROF. COLOMBA LA RAGIONE Indice 1 VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI ----------------------------------------------- 3 2 di 15 1 Verbi modali: aspetti grammaticali e pragmatici

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

UNIT 1 PRESENT SIMPLE PRESENT CONTINUOUS

UNIT 1 PRESENT SIMPLE PRESENT CONTINUOUS UNIT 1 PRESENT SIMPLE PRESENT CONTINUOUS Per definire le situazioni espresse attraverso l uso del present simple utilizzeremo la seguente terminologia: permanent state timetable routine law of nature or

Dettagli

Uomo al centro del progetto Design per un nuovo umanesimo Man at the Centre of the Project Design for a New Humanism

Uomo al centro del progetto Design per un nuovo umanesimo Man at the Centre of the Project Design for a New Humanism Uomo al centro del progetto Design per un nuovo umanesimo Man at the Centre of the Project Design for a New Humanism A CURA DI / EDITED BY CLAUDIO GERMAK SAGGI DI / ESSAYS BY LUIGI BISTAGNINO FLAVIANO

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012

Abbiamo un problema? 17/10/2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 ASPETTI LEGALI NELLE ATTIVITA SUBACQUEE BOLZANO 12 OTTOBRE 2012 La prevenzione primaria per la sicurezza delle attività subacquee professionali: risvolti procedurali, operativi, medici ed assicurativi

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli