Corso di Progettazione di Impianti e della Sicurezza Industriale: Fault Tree Analysis (FTA) I/E e Safety Instrumented System (SIS)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Progettazione di Impianti e della Sicurezza Industriale: Fault Tree Analysis (FTA) I/E e Safety Instrumented System (SIS)"

Transcript

1 Corso di Progettazione di Impianti e della Sicurezza Industriale: Fault Tree Analysis (FTA) I/E e Safety Instrumented System (SIS)

2 Negli impianti a rischio di incidente rilevante, al fine di prevenire l accadimento dei Top Event precedentemente individuati mediante FMEA o Hazop, si adottano sistemi di sicurezza il cui compito è quello di intervenire al verificarsi di eventi anomali. Sono eventi anomali gli eventi di guasto dei componenti o le eventuali deviazioni dei parametri di processo (temperatura, pressione, portata, etc..) rispetto alle normali condizioni operative. Ad esempio, sono strumenti di sicurezza pressure safety valve (PSV) emergency block valve (EBV) operatore Safety Instrumented System (SIS) etc.. Safety Instrumented System (SIS) 2

3 Safety Instrumented System (SIS) I SIS sono layer di protezione, indipendenti ed automatici, designati ad intervenire su domanda al verificarsi di deviazioni di processo potenzialmente pericolose in quanto in grado di condurre ad eventi indesiderati. Figura 1. Classica struttura di un SIS Nel caso di corretto funzionamento, i SIS agiscono, riducendola, sulla probabilità di accadimento dell evento indesiderato (misure preventive). I SIS sono comunemente chiamati blocchi. 3

4 Safety Instrumented System (SIS) Il sistema controllato mediante un SIS è definito come Equipment Under Control (EUC). Un SIS espleta una o più funzioni strumentate di sicurezza (safety instrumented function - SIF) ciascuna finalizzata a raggiungere o mantenere l EUC in uno stato di sicurezza (safe state). Figura 2. Esempio di utilizzo di un SIS 4

5 Safety Instrumented System (SIS): normativa di riferimento IEC Functional safety of electrical/electronic/programmable electronic safetyrelated systems IEC Functional safety-safety instrumented systems for the process industry sector Figura 3. Riferimenti normativi 5

6 Safety Instrumented System (SIS): normativa di riferimento IEC Functional safety of electrical/electronic/programmable electronic (E/E/PE) safety-related systems IEC Functional safety-safety instrumented systems for the process industry sector Interessa i produttori e i fornitori dei componenti dei SIS Si applica a tutti i sistemi di sicurezza in cui almeno uno dei componenti incorpori dispositivi elettrici, elettronici o elettronici programmabili (E/E/PE). Introduce il concetto di livelli di integrità della sicurezza (safety integrity level SIL) 6

7 Safety Instrumented System (SIS): normativa di riferimento IEC Functional safety of electrical/electronic/programmable electronic (E/E/PE) safety-related systems IEC Functional safety-safety instrumented systems for the process industry sector Interessa i titolari, progettisti, integratori e utenti dei SIS Sviluppata come implementazione dello standard IEC per gli impianti di processo, fornisce gli obiettivi e i requisiti per specificare, progettare, installare, operare e mantenere i SIS 7

8 Le IEC definiscono Safety Integrity Level (SIL) Safety Integrity la average probability of a safety instrumented system satisfactorily performing the required safety instrumented functions under all the stated conditions within a stated period of time Safety Integrity Level (SIL) come discrete level (one out of four) for specifying the safety integrity requirements of the safety instrumented functions to be allocated to the safety instrumented systems Le norme propongono quattro livelli di SIL (da 1 a 4) a ciascuno dei quali è associato il range di probabilità media che un SIS (più correttamente una SIF!) non si attivi qualora ne venga richiesto l intervento, ossia non esegua correttamente la funzione di sicurezza per cui è preposto nell'intervallo di tempo richiesto. Tale probabilità media di mancato intervento su domanda è definita Probability of Failure on Demand (PFD). 8

9 Safety Integrity Level (SIL) Tabella 1. Classi di SIL a) Low demand mode significa che la frequenza richiesta di intervento su domanda del SIS è a 1 -anno b) High demand mode significa che la frequenza richiesta di intervento su domanda del SIS è a 1 -anno Più alto è il valore del SIL, più alta è la riduzione del rischio ottenuta. Dunque, all'aumentare della gravità del rischio deve necessariamente aumentare l'affidabilità del SIS, ossia il suo SIL. 9

10 Guasti di un SIS I modi di guasto dei componenti di un SIS possono essere: Dangerous all failures that cause the SIS to fail to respond to a process demand are categorized as Dangerous (ANSI ISA-TR ). Safe all failures that cause the SIS to shutdown the process without a process demand present are categorized as Safe (spurious trip) (ANSI ISA- TR ). Per i componenti di un SIS dotati di sistemi di autodiagnosi (diagnostic test), i guasti dangerous e safe possono essere: Detected (D) se il guasto è rilevato durante le operazioni di diagnostic test ovvero durante il normale funzionamento del processo. Undetected (U) in caso contrario. 10

11 PFD dei componenti di un SIS sottoposti a periodic testing Un SIS ed i suoi componenti operano su domanda, ossia entrano in funzione solo qualora ne viene richiesto l intervento. Di conseguenza, il guasto di componenti che operano su domanda è rilevato quando ne viene richiesto l intervento durante il testing periodico durante le operazioni di diagnostic test (per i componenti del SIS dotati di autodiagnosi) 11

12 Calcolo della PFD di un SIS Le norme suggeriscono tre metodi per la valutazione della PFD di un SIS (installato): 1. Equazioni semplificate 2. Fault Tree Analysis 3. Markov models dove PFD Ai è la PFD avg dell attuatore A i PFD Si è la PFD avg del sensore S i PFD Li è la PFD avg del logic solver L i Equazioni semplificate PFD SIS PFD S PFD L PFD A (4) i i i i i i 12

13 Fault Tree Analysis Nell ipotesi che un SIS implementi più SIF, si sviluppa un albero dei guasti per ciascuna SIF Per ciascuna SIF analizzata, il Top Event del relativo albero dei guasti è l evento mancato intervento SIF Sensore PLC Attuatore Figura 4. Reliability block diagram della SIF analizzata 13

14 Fault Tree Analysis Figura 5. Albero dei guasti per il calcolo della probabilità di mancato intervento della SIF analizzata PTOP1 P( EVENT 1 EVENT 2 EVENT 3) 14

15 FTA negli impianti a RIR: analisi Initiator-Enabler Tipicamente, negli impianti a rischio di incidente rilevante i Basic Event possono essere distinti in due categorie: Iniziatori (initiator) eventi relativi alle anomalie di processo ritenuti possibili cause di Top Event Abilitanti (enabler) eventi relativi mancato intervento delle protezioni Initiator Sono caratterizzati attraverso la frequenza di accadimento ω Enabler Sono caratterizzati attraverso l indisponibilità Q o la PFD Figura. 6 Albero dei guasti dell'evento "Esplosione" 15

16 FTA negli impianti a RIR: analisi Initiator-Enabler Assume importanza l ordine con cui gli eventi si verificano Figura. 7 Albero dei guasti 16

17 FTA negli impianti a RIR: analisi Initiator-Enabler Minimal cut-set A-B-C-D Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Top cut A B C D B A C D C A B D D A B C In realtà, l unica sequenza consentita è della frequenza è: A B C D Q Q Q Top cut A B C D, per cui l espressione corretta 17

18 FTA negli impianti a RIR: analisi Initiator-Enabler Q EXPLOSION FIRE PROTECTION SYSTEM Initiator Sono caratterizzati attraverso la frequenza di accadimento ω Enabler Sono caratterizzati attraverso l indisponibilità Q o la PFD Figura. 6 Albero dei guasti dell'evento "Esplosione" 18

Sistemi di Sicurezza ad Alta Affidabilita Safety Integrity Level (SIL) RASSEGNA DELLA NORMATIVA. Ing. Domenico Barone Studio db

Sistemi di Sicurezza ad Alta Affidabilita Safety Integrity Level (SIL) RASSEGNA DELLA NORMATIVA. Ing. Domenico Barone Studio db Sistemi di Sicurezza ad Alta Affidabilita Safety Integrity Level (SIL) RASSEGNA DELLA NORMATIVA Ing. Domenico Barone Studio db Seminario 3ASI CESNEF Milano 30.06.04 1. Incidenti rilevanti accaduti nell

Dettagli

Fieldbus Foundation e la sicurezza

Fieldbus Foundation e la sicurezza Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate Italia Fieldbus Foundation e la sicurezza Safety Integrity System Alberto Digiuni Filedbus Foundation Italia La sicurezza Cosa è la sicurezza?...

Dettagli

ATEX ed Ambienti Confinanti DCS Safety System Sistemi di Sicurezza e Controllo in ambienti a rischio esplosione

ATEX ed Ambienti Confinanti DCS Safety System Sistemi di Sicurezza e Controllo in ambienti a rischio esplosione TUSL - TESTO UNICO IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO In ambito lavorativo, il Dlgs. 81/2008 propone un sistema di gestione della sicurezza e della salute preventivo e permanente,

Dettagli

La sicurezza funzionale vista da vicino: che cosa è il SIL. Micaela Caserza Magro Università di Genova

La sicurezza funzionale vista da vicino: che cosa è il SIL. Micaela Caserza Magro Università di Genova La sicurezza funzionale vista da vicino: che cosa è il SIL Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it Che cosa è la sicurezza funzionale La Sicurezza Funzionale è: Porzione della

Dettagli

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DEL SAFETY INTEGRITY LEVEL DEI SISTEMI DI BLOCCO DI SICUREZZA IN ACCORDO ALLE NORME IEC 61508 ED IEC61511

METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DEL SAFETY INTEGRITY LEVEL DEI SISTEMI DI BLOCCO DI SICUREZZA IN ACCORDO ALLE NORME IEC 61508 ED IEC61511 METODOLOGIA DI VALUTAZIONE DEL SAFETY INTEGRITY LEVEL DEI SISTEMI DI BLOCCO DI SICUREZZA IN ACCORDO ALLE NORME 61508 ED 61511 ESEMPIO APPLICATIVO Vinicio Rossini TECSA S.p.A. - Via Figino 101 - Pero (MI)

Dettagli

L impatto del Safety Integrity Level (SIL) nei sistemi di supervisione e controllo per le infrastrutture critiche

L impatto del Safety Integrity Level (SIL) nei sistemi di supervisione e controllo per le infrastrutture critiche L impatto del Safety Integrity Level (SIL) nei sistemi di supervisione e controllo per le infrastrutture critiche IEC 61508 : 2010 Functional safety of electrical/electronic/programmable electronic safety-related

Dettagli

Fieldbus Foundation e la sicurezza

Fieldbus Foundation e la sicurezza Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate Italia Fieldbus Foundation e la sicurezza Safety Instrumented System SISTEMI STRUMENTALI DI SICUREZZA Relatore Stefano Anfossi La sicurezza Cosa

Dettagli

L impatto del Safety Integrity Level (SIL) nei sistemi di supervisione e controllo per le infrastrutture critiche

L impatto del Safety Integrity Level (SIL) nei sistemi di supervisione e controllo per le infrastrutture critiche L impatto del Safety Integrity Level (SIL) nei sistemi di supervisione e controllo per le infrastrutture critiche IEC 61508 : 2010 Functional safety of electrical/electronic/programmable electronic safety-related

Dettagli

Sicurezza Funzionale Industria di Processo

Sicurezza Funzionale Industria di Processo Funzionale Industria di Processo La Funzionale è definita come la porzione della sicurezza globale correlata al processo che dipende dal corretto funzionamento del Sistema di e degli altri livelli di protezione.

Dettagli

La sicurezza sui fieldbus: anche la comunicazione è sicura. Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it

La sicurezza sui fieldbus: anche la comunicazione è sicura. Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it La sicurezza sui fieldbus: anche la comunicazione è sicura Micaela Caserza Magro Università di Genova Micaela.caserza@unige.it Che cosa è la sicurezza funzionale La Sicurezza Funzionale è: Porzione della

Dettagli

Come progettare un circuito di sicurezza secondo la EN 62061:2005

Come progettare un circuito di sicurezza secondo la EN 62061:2005 Come progettare un circuito di sicurezza secondo la EN 62061:2005 Sistemi di sicurezza industriale Fabrizio Castelli Industrial Safety Systems. Made by by SICK. Ciclo di vita della sicurezza IEC 61508

Dettagli

Safety Manual. Trasmettitore di pressione di processo IPT-1* 4 20 ma/hart. Trasmettitore di pressione di processo IPT-1*

Safety Manual. Trasmettitore di pressione di processo IPT-1* 4 20 ma/hart. Trasmettitore di pressione di processo IPT-1* Safety Manual Trasmettitore di pressione di processo IPT-1* 4 20 ma/hart Trasmettitore di pressione di processo IPT-1* Sommario Sommario 1 Sicurezza funzionale 1.1 Informazioni generali... 3 1.2 Progettazione...

Dettagli

Aspetti metodologici innovativi per la valutazione dei rischi nell'ambito della Nuova Direttiva Macchine

Aspetti metodologici innovativi per la valutazione dei rischi nell'ambito della Nuova Direttiva Macchine ISPESL - Politecnico di Bari - ARPA Puglia La sicurezza delle macchine tra nuova Direttiva Macchine e Testo Unico Aspetti metodologici innovativi per la valutazione dei rischi nell'ambito della Nuova Direttiva

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! Dal SIL alla validazione del SIS negli impianti di processo. Un pratico percorso compiuto nel rispetto normativo CEI EN 61511 SAVE Verona, 30 Ottobre 2013 Verona, 30 Ottobre

Dettagli

Functional Safety - SIL PLC di sicurezza - Safety Relay

Functional Safety - SIL PLC di sicurezza - Safety Relay Functional Safety - SIL PLC di sicurezza - Safety Relay Stefano Panzieri PLC e Realy Safety - 1 Is it safe? Stefano Panzieri PLC e Relay Safety - 2 La Safety è necessaria Nessun sistema fisico è in grado

Dettagli

La sicurezza funzionale

La sicurezza funzionale La sicurezza funzionale nell innovativa norma IEC 61508 di Fabio Andreolli* e Iuri Mazzarelli** LA NORMA SULLA SICUREZZA FUNZIONALE È ILLUSTRATA DETTAGLIATAMENTE IN TUTTE LE SUE CARATTERISTICHE E IMPLICAZIONI.

Dettagli

Introduzione alla norma IEC 61508 e al concetto di Safety Integrity Level (SIL)

Introduzione alla norma IEC 61508 e al concetto di Safety Integrity Level (SIL) Introduzione alla norma IEC 61508 e al concetto di Safety Integrity Level (SIL) a cura di Davide Conti, A&D AS In data 22 Marzo 2006 si è tenuto a Milano un corso dal titolo IEC 61508 Metodologie di calcolo

Dettagli

Machines 2010. :Nuova legge in Europa. :Nuove norme. Quasi-macchine. MTTFd. Documenti DC SIL PL. B10d CCF

Machines 2010. :Nuova legge in Europa. :Nuove norme. Quasi-macchine. MTTFd. Documenti DC SIL PL. B10d CCF Machines 2010 :Nuova legge in Europa :Nuove norme Quasi-macchine MTTFd B10d CCF Documenti DC SIL PL : Nuovi obblighi per progettisti, utilizzatori, costruttori, importatori di macchine: - Nuova Direttiva

Dettagli

Automazione. sicurezza ed efficienza di sistemi, impianti e prodotti. TÜV Italia - Gruppo TÜV SÜD

Automazione. sicurezza ed efficienza di sistemi, impianti e prodotti. TÜV Italia - Gruppo TÜV SÜD Automazione sicurezza ed efficienza di sistemi, impianti e prodotti. TÜV Italia - Gruppo TÜV SÜD Il gruppo TÜV SÜD e TÜV Italia L impegno per la sicurezza nel rapporto uomomacchina e, più in generale,

Dettagli

Safety Speed Monitoring. Considerazioni sui sensori in applicazioni per il controllo della velocità di sicurezza

Safety Speed Monitoring. Considerazioni sui sensori in applicazioni per il controllo della velocità di sicurezza Safety Speed Monitoring Considerazioni sui sensori in applicazioni per il controllo della velocità di sicurezza Safety Speed ESEMPI DI COMBINAZIONE TRA SENSORI E MOSAIC MV Encoder Proximity Modulo MV Livello

Dettagli

Verona, ottobre 2013!

Verona, ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! ORI srl Milano, Italy http://www.ori.milano.it Sistemi HIPPS elettronici vs meccanici vantaggi e svantaggi Introduzione ORI Srl Storia ORI è una primaria società Italiana attiva

Dettagli

Finalità del ciclo di vita nel System Engineering

Finalità del ciclo di vita nel System Engineering Fasi del ciclo di vita overview Finalità del ciclo di vita nel System Engineering Modularità Individuazione più agevole delle componenti riutilizzabili Ciclo di vita Esaustività Certezza di coprire tutte

Dettagli

METODI PER LA QUANTIFICAZIONE DEL RISCHIO: Alberi di Evento e Alberi di Guasto

METODI PER LA QUANTIFICAZIONE DEL RISCHIO: Alberi di Evento e Alberi di Guasto Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale METODI PER LA QUANTIFICAZIONE DEL RISCHIO: Docente: Page 1 Quantificazione del Rischio Fase Fase 1. 1. Fase Fase 2. 2. Fase Fase 3. 3. Definizione Definizione

Dettagli

Norma UNI EN ISO 13849-1

Norma UNI EN ISO 13849-1 Sistemi di comando per la sicurezza delle macchine Norma UNI EN ISO 13849-1 Parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza. Parte 1: principi generali per la progettazione. Per.Ind. Antonio Rigutto

Dettagli

Approccio alla nuova normativa macchine con Easy Safe Calculator

Approccio alla nuova normativa macchine con Easy Safe Calculator Approccio alla nuova normativa macchine con Easy Safe Calculator SAVE, Verona 21 ottobre 2009 Pierluca Bruna Product Manager Safety & Atex CEI CT 44 Schneider Electric La Direttiva Macchine Il riferimento

Dettagli

La Sicurezza nell industria di processo e la riduzione dei rischio al valore ALARP - Caso studio -

La Sicurezza nell industria di processo e la riduzione dei rischio al valore ALARP - Caso studio - Ing. Francesco Ganci (RAMS&E srl) Prof. Andrea Carpignano (Politecnico di Torino) Milano, 25 settembre 2015 La Sicurezza nell industria di processo e la riduzione dei rischio al valore ALARP - Caso studio

Dettagli

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Indice 1 Premessa3 1.1 Spiegazione dei simboli 3 2 Indicazioni di sicurezza 4 2.1 Requisiti

Dettagli

Sicurezza e sicurezza funzionale. Guida generale

Sicurezza e sicurezza funzionale. Guida generale Sicurezza e sicurezza funzionale. Guida generale ABB, da sempre attenta al mondo della sicurezza, offre un portafoglio di prodotti e di soluzioni di automazione innovativo e completo in grado di rispondere

Dettagli

Aspetti normativi. Decreto legislativo 81/2008 Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro Articolo 15 Misure generali di tutela

Aspetti normativi. Decreto legislativo 81/2008 Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro Articolo 15 Misure generali di tutela Decreto legislativo 81/2008 Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro Articolo 15 Misure generali di tutela Le misure generali di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei

Dettagli

Sicurezza delle Macchine

Sicurezza delle Macchine Automatisation Sicurezza delle Macchine Indicazioni per l applicazione delle norme EN 62061 ed EN ISO 13849-1 SIGLA EDITORIALE Sicurezza delle macchine Indicazioni per l applicazione delle norme EN 62061

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! Sicurezza Funzionale per l industria l di processo 30 Ottobre 2013 Valutazione dei parametri SIL per Elementi Finali di Sistemi Strumentati di Sicurezza Carlo Tarantola CTAI

Dettagli

Fieldbus Foundation e la sicurezza

Fieldbus Foundation e la sicurezza Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate Fieldbus Foundation e la sicurezza Safety Integrity System La sicurezza Cosa è la sicurezza?... eliminazione dei rischi inaccettabili! Si devono

Dettagli

METODI PER LA QUANTIFICAZIONE DEL RISCHIO: Sicurezza Funzionale

METODI PER LA QUANTIFICAZIONE DEL RISCHIO: Sicurezza Funzionale Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale METODI PER LA QUANTIFICAZIONE DEL RISCHIO: Docente: Page 1 Definizione di Safety Integrity Level (SIL) I SIL sono delle espressioni dei livelli di sicurezza di

Dettagli

Soluzione per la Sicurezza Funzionale nell industria di Processo

Soluzione per la Sicurezza Funzionale nell industria di Processo Soluzione per la Sicurezza Funzionale nell industria di Processo Nicola Iovine Global Process Technical Consultant Copyright 2012 Rockwell Automation, Inc. All rights reserved. Agenda Introduzione alla

Dettagli

LA SICUREZZA DEI SISTEMI DI COMANDO E CONTROLLO. Quale norma utilizzo per il calcolo?

LA SICUREZZA DEI SISTEMI DI COMANDO E CONTROLLO. Quale norma utilizzo per il calcolo? LA SICUREZZA DEI SISTEMI DI COMANDO E CONTROLLO Quale norma utilizzo per il calcolo? Matteo Marconi AC&E S.r.l. Una pietra miliare il punto 1.2 della 2006/42/CE 1.2. SISTEMI DI COMANDO 1.2.1. Sicurezza

Dettagli

Barone D. 1, Damiani A. 1 1 Tecnologie Sicurezza Industriale S.r.l., Via P. Lomazzo 51, Milano, 20154, Italia

Barone D. 1, Damiani A. 1 1 Tecnologie Sicurezza Industriale S.r.l., Via P. Lomazzo 51, Milano, 20154, Italia Esperienza pratica nella applicazione delle analisi SIL (IEC 61508/61511) relative ai sistemi di sicurezza ad alta affidabilità, per uno stabilimento a rischio di incidente rilevante Barone D. 1, Damiani

Dettagli

Giornata di studio e dibattito del Settore Trasporto Ferroviario. Progetto Linee guida: affidabilità e analisi RAM

Giornata di studio e dibattito del Settore Trasporto Ferroviario. Progetto Linee guida: affidabilità e analisi RAM Giornata di studio e dibattito del Settore Trasporto Ferroviario Progetto Linee guida: affidabilità e analisi RAM Le linee Guida nel panorama della standardizzazione Europea e Internazionale Ing. Gianosvaldo

Dettagli

CESI ENERSIS 2004. Metodologie di ausilio alla progettazione ed al commissioning di impianti petrolchimici - Un caso tipico

CESI ENERSIS 2004. Metodologie di ausilio alla progettazione ed al commissioning di impianti petrolchimici - Un caso tipico Torna al programma ENERSIS 2004 Metodologie di ausilio alla progettazione ed al commissioning di impianti petrolchimici - Un caso tipico A. Fisogni, A. Brambilla - ENI E&P M. Valisi, F. Rizzo - Risk analysis

Dettagli

Sistemi di rivelazione: certificazione SIL, impianti ridondati. Il mondo dell energia chiede sempre maggiore sicurezza

Sistemi di rivelazione: certificazione SIL, impianti ridondati. Il mondo dell energia chiede sempre maggiore sicurezza Sistemi di rivelazione: certificazione SIL, impianti ridondati. Il mondo dell energia chiede sempre maggiore sicurezza FORUM di PREVENZIONE FORUM di PREVENZIONE Certificazione SIL (Safety Integrity Level)

Dettagli

Sicurezza delle Macchine

Sicurezza delle Macchine Sicurezza delle Macchine Indicazioni per l applicazione delle norme EN 62061 ed EN ISO 13849-1 2 o Edizione Fachverband Automation S I G L A E D I T O R I A L E Sicurezza delle Macchine Indicazioni per

Dettagli

Consulenza nell ambito della conformità delle apparecchiature e dei sistemi

Consulenza nell ambito della conformità delle apparecchiature e dei sistemi Consulenza nell ambito della conformità delle apparecchiature e dei sistemi La marcatura CE delle apparecchiature (quadri, quadri comando, macchine, dispositivi, ecc) è regolamentata per mezzo delle direttive

Dettagli

La tecnica proporzionale

La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Controllo direzione e flusso La tecnica proporzionale

Dettagli

Come progettare un circuito di sicurezza Secondo la EN ISO 13849-1:2006

Come progettare un circuito di sicurezza Secondo la EN ISO 13849-1:2006 Come progettare un circuito di sicurezza Secondo la EN ISO 13849-1:2006 Sistemi di sicurezza industriale Fabrizio Castelli Industrial Safety Systems. Made by by SICK. Realizzare la sicurezza funzionale

Dettagli

Safety Matrix: il Tool per il Safety Lifecycle Management

Safety Matrix: il Tool per il Safety Lifecycle Management siemens.com/answers Safety Matrix: il Tool per il Safety Lifecycle Management Questa sessione esamina il contributo che la Safety Matrix può apportare all implementazione delle direttive IEC61511 durante

Dettagli

BOLOGNA, 02-03 OTTOBRE 2007

BOLOGNA, 02-03 OTTOBRE 2007 BOLOGNA, 02-03 OTTOBRE 2007 VINCOLI DI PROGETTAZIONE PER LA PARTE DI COMANDO E CONTROLLO ESPRESSI NELLA ATTUALE DIRETTIVA MACCHINE 1998/37/CE E NELLA NUOVA 2006/42/CE 1.2.1. Sicurezza e affidabilità dei

Dettagli

Micaela Caserza Magro Università degli Studi di Genova

Micaela Caserza Magro Università degli Studi di Genova Micaela Caserza Magro Università degli Studi di Genova La SAFETY è la protezione contro i malfunzionamenti di componenti e sistemi in un impianto E necessario considerare i rischi in modo globale in modo

Dettagli

Esempio applicativo: Arresto d emergenza degli attuatori tramite pulsante d'emergenza. Siemens AG 2011. All Rights Reserved.

Esempio applicativo: Arresto d emergenza degli attuatori tramite pulsante d'emergenza. Siemens AG 2011. All Rights Reserved. Esempio applicativo: Arresto d emergenza degli attuatori tramite pulsante d'emergenza L aiuto di Siemens Cosa offre Siemens in supporto alla progettazione Supporto globale per l uso ottimale della Sicurezza

Dettagli

ATEX 94/9/CE. Decreto legislativo n 81/2008. esplosive ATEX 94/9/CE & ATEX 99/92/CE

ATEX 94/9/CE. Decreto legislativo n 81/2008. esplosive ATEX 94/9/CE & ATEX 99/92/CE ATEX 99/92/CE Decreto legislativo n 81/2008 Titolo XI - Protezione da atmosfere esplosive ATEX 94/9/CE & ATEX 99/92/CE Utilizzatori AREE PERICOLOSE ATEX 1999/92/CE Dlgs. 81/2008 titolo XI (già Dlgs. 233/2003)

Dettagli

SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061

SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061 Per_Ind_Valeri_Vanni - PL.doc PAG. 1 DI 8 REV. 00 SAVE DATA: 09/10/12 PRINT DATA: 10/10/12 SICUREZZA FUNZIONALE SECONDO LE NORME: EN ISO 13849-1 ed EN IEC 62061 LA EN 954-1 VA IN PENSIONE A fine 2011,

Dettagli

Sicurezza Funzionale Macchinari

Sicurezza Funzionale Macchinari Sicurezza Funzionale Macchinari Uno degli aspetti fondamentali della sicurezza dei macchinari è l affidabilità delle parti di comando legate alla sicurezza, ovvero la Sicurezza Funzionale, definita come

Dettagli

Introduzione alla norma (EN) ISO 14119 Dispositivi di interblocco associati ai ripari

Introduzione alla norma (EN) ISO 14119 Dispositivi di interblocco associati ai ripari Introduzione alla norma (EN) ISO 14119 Dispositivi di interblocco associati ai ripari Derek Jones Business Development Manager (Functional Safety Engineer TÜV Rheinland) David Reade Business Development

Dettagli

LA PNEUMATICA E LE ZONE POTENZIALMENTE ESPLOSIVE: LA DIRETTIVA EUROPEA 94/9/EC (ATEX)

LA PNEUMATICA E LE ZONE POTENZIALMENTE ESPLOSIVE: LA DIRETTIVA EUROPEA 94/9/EC (ATEX) LA PNEUMATICA E LE ZONE POTENZIALMENTE ESPLOSIVE: LA IRETTIVA EUROPEA 94/9/EC (ATEX) al 1 Luglio 2003, tutti i prodotti messi in commercio nell Unione Europea e destinati ad essere utilizzati in zone potenzialmente

Dettagli

IEC 62603: Nuove linee-guida per progettare, valutare e provare i sistemi di automazione

IEC 62603: Nuove linee-guida per progettare, valutare e provare i sistemi di automazione 84 IEC 62603: Nuove linee-guida per progettare, valutare e provare i sistemi di automazione Con il nome Process Control System (PCS) è definito un sistema di controllo generico, indipendentemente dalla

Dettagli

Gli strumenti di simulazione per lo sviluppo di sistemi elettronici automotive

Gli strumenti di simulazione per lo sviluppo di sistemi elettronici automotive 18 aprile 2012 Gli strumenti di simulazione per lo sviluppo di sistemi elettronici automotive Andrea Delmastro R&D Manager La normativa ISO 26262 Road vehicles Functional Safety Soddisfare esigenze per

Dettagli

Architetture di calcolo per applicazioni safety-critical embedded

Architetture di calcolo per applicazioni safety-critical embedded Architetture di calcolo per applicazioni safety-critical embedded I guasti dei sistemi elettronici safety-critical possono provocare danni di notevole entità: da qui l esigenza di utilizzare architetture

Dettagli

Università degli Studi di Firenze

Università degli Studi di Firenze Università degli Studi di Firenze Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica Automazione - Progettazione Relazione diagnostica e qualificazione di componenti e sistemi: GRUPPO: 6 STUDENTI: Marco Montagni

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria civile e Industriale. Argomento. Valutazione qualitativa del rischio in rapporto agli obiettivi di sicurezza

Dipartimento di Ingegneria civile e Industriale. Argomento. Valutazione qualitativa del rischio in rapporto agli obiettivi di sicurezza Dipartimento di Ingegneria civile e Industriale «Scienza e Tecnica della Prevenzione Incendi» Argomento Valutazione qualitativa del rischio in rapporto agli obiettivi di sicurezza Docente: ing. Mauro Marchini

Dettagli

PREMESSA AUTOMAZIONE E FLESSIBILITA'

PREMESSA AUTOMAZIONE E FLESSIBILITA' PREMESSA In questa lezione analizziamo i concetti generali dell automazione e confrontiamo le diverse tipologie di controllo utilizzabili nei sistemi automatici. Per ogni tipologia si cercherà di evidenziare

Dettagli

Appunti su Risk management

Appunti su Risk management Appunti su Risk management Da circa 10 anni è avviato un processo di spostamento dell attenzione dal modello sistema Qualità al modello safety management, basato sul risk management. L aspetto di rilevo

Dettagli

IMATIC PCS 7. Stakes you beyond the limits! Process Safety con PCS 7 Josè Chavarria Esempio di applicazione nel settore Chimico 2010SIEMENS AG

IMATIC PCS 7. Stakes you beyond the limits! Process Safety con PCS 7 Josè Chavarria Esempio di applicazione nel settore Chimico 2010SIEMENS AG s IMATIC PCS 7 Stakes you beyond the limits! Process Safety con PCS 7 Josè Chavarria Esempio di applicazione nel settore Chimico 2010SIEMENS AG SIMATIC PCS 7 Process SAFETY Obiettivi del Safety Engineering

Dettagli

Workshop 2012. Associazione Provinciale Periti Industriali TECNOLOGIA GRAN SASSO

Workshop 2012. Associazione Provinciale Periti Industriali TECNOLOGIA GRAN SASSO Workshop 2012 Associazione Provinciale Periti Industriali TECNOLOGIA GRAN SASSO Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati di TERAMO Workshop 2012 I settori: -Sicurezza -Automazione

Dettagli

Tecniche per l Analisi di Affidabilità

Tecniche per l Analisi di Affidabilità Università degli Studi di Roma La Sapienza Cattedra di Sicurezza degli impianti Industriali Appunti del Corso di Sicurezza degli Impianti Industriali Tecniche per l Analisi di Affidabilità Lorenzo Fedele

Dettagli

Il ruolo del fornitore di macchine nella manutenzione preventiva e calibrazioni. Dott. Marco Bellentani

Il ruolo del fornitore di macchine nella manutenzione preventiva e calibrazioni. Dott. Marco Bellentani Il ruolo del fornitore di macchine nella manutenzione preventiva e calibrazioni Dott. Marco Bellentani 1 Sommario Obiettivi del cliente Supporto del fornitore durante la fornitura della macchina Analisi

Dettagli

Approvazione di prodotti secondo IEC 61508 un processo fuori rotta. Fonte: ControlGlobal.com

Approvazione di prodotti secondo IEC 61508 un processo fuori rotta. Fonte: ControlGlobal.com Approvazione di prodotti secondo IEC 61508 un processo fuori rotta. Fonte: ControlGlobal.com Da un analisi accurata appare che il processo di approvazione secondo IEC 61508 di prodotti e andato essenzialmente

Dettagli

SAFEBOOK 1 PROCESSO. Sicurezza funzionale nell industria di processo. Principi, standard ed implementazione

SAFEBOOK 1 PROCESSO. Sicurezza funzionale nell industria di processo. Principi, standard ed implementazione Sicurezza funzionale nell industria di processo Principi, standard ed implementazione Sicurezza funzionale nell industria di processo Sommario Capitolo 1 Introduzione a IEC 61511... 3 Capitolo 2 Ciclo

Dettagli

Deltaflux Valvola di Regolazione

Deltaflux Valvola di Regolazione Valvola di Regolazione Valvola di regolazione La valvola di regolazione rappresenta una soluzione ideale per tutte le applicazioni di controllo di fluidi dove siano previste alte pressioni differenziali

Dettagli

PARTE PRIMA 1 1 Complessità dei sistemi 2. 2 Elementi di statistica e di teoria della probabilità 13

PARTE PRIMA 1 1 Complessità dei sistemi 2. 2 Elementi di statistica e di teoria della probabilità 13 Indice Prefazione Presentazione XI XII PARTE PRIMA 1 1 Complessità dei sistemi 2 2 Elementi di statistica e di teoria della probabilità 13 3 Elementi di teoria della affidabilità, manutenibilità e disponibilità

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi A6_5 V1.0. Security Management

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT. Paolo Salvaneschi A6_5 V1.0. Security Management Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A6_5 V1.0 Security Management Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale

Dettagli

Strumenti FIELDVUE Fisher Per una maggiore affidabilità dei sistemi strumentati di sicurezza (SIS)

Strumenti FIELDVUE Fisher Per una maggiore affidabilità dei sistemi strumentati di sicurezza (SIS) Strumenti FIELDVUE Fisher Per una maggiore affidabilità dei sistemi strumentati di sicurezza (SIS) 2 Per una maggiore affidabilità dei sistemi strumentati di sicurezza (SIS) Per una maggiore affidabilità

Dettagli

PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT

PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT P.M.S. S.r.l. Via Migliara 46 n 6 04010 B.go S.Donato Sabaudia (LT) Tel. 0773.56281 Fax 0773.50490 Email info@pmstecnoelectric.it PROGETTO: PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT Dalla richiesta

Dettagli

TORINO 28 marzo 2012 Convegno Presentazione e stato di avanzamento del progetto DESTINATION

TORINO 28 marzo 2012 Convegno Presentazione e stato di avanzamento del progetto DESTINATION TORINO 28 marzo 2012 Convegno Presentazione e stato di avanzamento del progetto DESTINATION Monitoraggio dei veicoli ADR: architettura e funzionamento delle On Board Unit Fabio Borghetti Stefano Gatti

Dettagli

Istruzioni per l uso originali Pulsante di emergenza di sicurezza AS-i AC012S 7390991/00 05/2013

Istruzioni per l uso originali Pulsante di emergenza di sicurezza AS-i AC012S 7390991/00 05/2013 Istruzioni per l uso originali Pulsante di emergenza di sicurezza AS-i AC012S 7390991/00 05/2013 Indice 1 Premessa3 1.1 Spiegazione dei simboli 3 2 Indicazioni di sicurezza 4 2.1 Requisiti tecnici di sicurezza

Dettagli

Modellistica e Controllo di Sistemi ad Eventi Discreti

Modellistica e Controllo di Sistemi ad Eventi Discreti Modellistica e Controllo di Sistemi ad Eventi Discreti Cos è l Automazione Industriale? Automazione Industriale: insieme di discipline (modelli, metodi e strumenti) che permettono di analizzare e progettare

Dettagli

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti, 5 21053 Castellanza. INDIRIZZO: manutenzione assistenza tecnica

ISIS C.Facchinetti Sede: via Azimonti, 5 21053 Castellanza. INDIRIZZO: manutenzione assistenza tecnica Tel. 0331635718 INDIRIZZO: manutenzione assistenza tecnica OPZIONE apparati,impianti e servizi tecnici industriali e civili DISCIPLINA: tecnologie e tecniche di installazione e manutenzione PIANO DELLE

Dettagli

PRINCIPI E TECNICHE PER L APPLICAZIONE DEL QUALITY RISK MANAGEMENT AI PROCESSI DI PRODUZIONE FARMACEUTICI

PRINCIPI E TECNICHE PER L APPLICAZIONE DEL QUALITY RISK MANAGEMENT AI PROCESSI DI PRODUZIONE FARMACEUTICI PRINCIPI E TECNICHE PER L APPLICAZIONE DEL QUALITY RISK MANAGEMENT AI PROCESSI DI PRODUZIONE FARMACEUTICI Alessandro Regola Intendis Manufacturing S.p.A. 14 aprile 2011 Definizioni Quality Risk Management

Dettagli

Safety Chain Solutions, la soluzione Preventa per la sicurezza macchine. Safety Chain Solutions, la soluzione

Safety Chain Solutions, la soluzione Preventa per la sicurezza macchine. Safety Chain Solutions, la soluzione Safety Chain Solutions, la soluzione Preventa per la sicurezza macchine Safety Chain Solutions, la soluzione Preventa per la sicurezza macchine Pierluca Bruna Product Expert CT 44 CEI - UNI/CT 042/SC 01/GL

Dettagli

SAFETY SERVICE. Valutazione dei rischi

SAFETY SERVICE. Valutazione dei rischi SAFETY SERVICE Valutazione dei rischi AZIENDA: DATA: MACCHINA: REFERENTE (Cliente): IL TECNICO VERBALIZZANTE (Safety Service): IL RESPONSABILE TECNICO (Safety Service): IL RESPONSABILE DEL SERVICE: TRASMESSO

Dettagli

La sicurezza dell uomo e della macchina IV Edizione

La sicurezza dell uomo e della macchina IV Edizione La sicurezza dell uomo e della macchina IV Edizione Per un mondo industriale sicuro! TECHNO GR SAFETY SERVICE Partner per la sicurezza industriale per tutto il ciclo di vita della macchina. Analisi del

Dettagli

GUIDA ALLA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI

GUIDA ALLA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI NORME CEI 0-10 GUIDA ALLA MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI La guida contiene le indicazioni relative alla manutenzione degli impianti elettrici di bassa tensione allo scopo di favorire il mantenimento

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE La Norma IEC/EN 61511 nel Progetto e nella Gestione dei sistemi di Automazione e di Sicurezza

CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE La Norma IEC/EN 61511 nel Progetto e nella Gestione dei sistemi di Automazione e di Sicurezza Associazione Nazionale Italiana per l Automazione Sezione di Milano con il patrocinio di: CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE La Norma IEC/EN 61511 nel Progetto e nella Gestione dei sistemi di Automazione

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

Metodologie statistiche in manutenzione

Metodologie statistiche in manutenzione M in in > Statistica di base per la > FMECA per la alla generali Sviluppare una sensibilità al valore aggiunto derivante da un applicazione di metodi e tecniche statistiche in Fornire conoscenze specifiche

Dettagli

ANALISI DEL RISCHIO DEI DISPOSITIVI MEDICI: ASPETTI REGOLATORI E PUNTI DI VISTA. Quadro Normativo. Roberto Belliato. Modena - 10 Dicembre 2014

ANALISI DEL RISCHIO DEI DISPOSITIVI MEDICI: ASPETTI REGOLATORI E PUNTI DI VISTA. Quadro Normativo. Roberto Belliato. Modena - 10 Dicembre 2014 ANALISI DEL RISCHIO DEI DISPOSITIVI MEDICI: ASPETTI REGOLATORI E PUNTI DI VISTA Quadro Normativo Roberto Belliato Modena - 10 Dicembre 2014 Syllabus Syllabus Concetto di sicurezza Introduzione Riuscire

Dettagli

Servizi integrati per il magazzino

Servizi integrati per il magazzino Servizi integrati per il magazzino Ferretto Group Spa - Strada Padana Verso Verona, 101-36100 Vicenza, Italia - Tel. +39 0444 349688 - Fax +39 0444 349498 - info@ferrettogroup.com - www.ferrettogroup.com

Dettagli

TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 01/2012

TÜV RHEINLAND ITALIA NEWSLETTER 01/2012 EDITORIALE L anno nuovo inizia all insegna di novità e forti cambiamenti! È cambiata la mentalità dell azienda che, grazie all esperienza acquisita in 140 anni di attività, è ora pronta a supportare i

Dettagli

Manutenzione e sicurezza: aspetti tecnici e normativi nei radiocomandi industriali

Manutenzione e sicurezza: aspetti tecnici e normativi nei radiocomandi industriali Manutenzione e sicurezza: aspetti tecnici e normativi nei radiocomandi industriali Relatore: Ing. Stefano Bianchin Documentation & Standards Manager Tel 0444 901000 email: sbianchin@autecsafety.com Materiale

Dettagli

RPS TL System. Soluzioni per l energia solare Solutions for solar energy

RPS TL System. Soluzioni per l energia solare Solutions for solar energy Soluzioni per l energia solare Solutions for solar energy RPS TL da 280 kwp a 1460 kwp RPS TL from 280 kwp to 1460 kwp RPS TL System L elevata affidabilità e la modularità della costruzione sono solo alcuni

Dettagli

Sistemi antincendio per applicazioni transport

Sistemi antincendio per applicazioni transport Sistemi antincendio per applicazioni transport Sistemi antincendio per applicazioni transport Promel è in grado di fornire sistemi di protezione incendio per utilizzo in applicazioni transport, sia sui

Dettagli

Collaudo (testing) dei sistemi digitali

Collaudo (testing) dei sistemi digitali Collaudo (testing) dei sistemi digitali Realizzazione di sistemi digitali (VLSI) Collaudo e verifica Collaudo ideale e collaudo reale Costo del collaudo Ruolo del collaudo Struttura di un sistema VLSI

Dettagli

Prefazione. Introduzione

Prefazione. Introduzione Prefazione Introduzione XI XIII 1 Comportamento a stati finiti di un sistema embedded 3 1.1 Richiami su automi a stati finiti riconoscitori di linguaggi... 4 1.2 Grammatiche............................

Dettagli

Sicuri ma quanto? Introduzione alla Sicurezza Funzionale nei sistemi impieganti azionamenti elettrici ed alla normativa di riferimento.

Sicuri ma quanto? Introduzione alla Sicurezza Funzionale nei sistemi impieganti azionamenti elettrici ed alla normativa di riferimento. Sicuri ma quanto? Introduzione alla Sicurezza Funzionale nei sistemi impieganti azionamenti elettrici ed alla normativa di riferimento. Marco Franchi Ansaldo Sistemi Industriali Gruppo Azionamenti Elettrici

Dettagli

Che cos'è la Sicurezza?

Che cos'è la Sicurezza? Che cos'è la Sicurezza? Definizioni di sicurezza La sicurezza può essere definita come "La libertà da quelle condizioni che possono causare morte, ferite, malattie del lavoro, oppure come quelle condizioni

Dettagli

Progettazione dei sistemi di comando per la sicurezza delle macchine Norma EN IEC 62061

Progettazione dei sistemi di comando per la sicurezza delle macchine Norma EN IEC 62061 Pubblicato il 22/06/2010 Aggiornato al: 25/05/2010 Progettazione dei sistemi di comando per la sicurezza delle macchine Norma EN IEC 62061 di Gianfranco Ceresini 1 Riduzione del rischio (attraverso i sistemi

Dettagli

Incidente di FLIXBOROUGH - Inghilterra

Incidente di FLIXBOROUGH - Inghilterra Incidente di FLIXBOROUGH - Inghilterra NYPRO PLANT Impianto cicloesano Impianto idrogeno Control room 100 mt 50 mt Cosa è successo! Da una condotta di collegamento dell impianto di produzione del cicloesano

Dettagli

FOUNDATION TM Fieldbus technology

FOUNDATION TM Fieldbus technology Fieldbus Foundation Freedom to choose. Power to integrate Italia FOUNDATION TM Fieldbus technology Relatore : Design Guidelines Due possibili approcci: Teoria: Calcolo e verifica di ogni segmento Pratica:

Dettagli

Sicurezza macchine. Preventa. PLC di sicurezza. Configuratori di sicurezza. Moduli di sicurezza 8/0

Sicurezza macchine. Preventa. PLC di sicurezza. Configuratori di sicurezza. Moduli di sicurezza 8/0 Sicurezza macchine 8 Preventa Moduli di sicurezza Configuratori di sicurezza PLC di sicurezza 8/0 Sicurezza macchine Preventa, una soluzione globale di sicurezza per tutte le fasi del ciclo di vita delle

Dettagli

Rischio puro: insieme delle possibili minacce che possono det un impatto aziend negativo in seguito a danneggiamento di beni o persone

Rischio puro: insieme delle possibili minacce che possono det un impatto aziend negativo in seguito a danneggiamento di beni o persone Balesatra risk management Definizione joint commission: insieme di attività cliniche e organizzative volte a identificare, valutare, e ridurre il rischio di danno ai pz, staff e visitatori e sull intera

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO

LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO Pagina 1 Terminologia e Definizioni Incidente Evento o serie di eventi accidentali che possono arrecare un danno o Probabilità che l incidente rechi un danno, correlato alle

Dettagli

Sistema modulare per visualizzazione prezzi carburanti.

Sistema modulare per visualizzazione prezzi carburanti. Sistema modulare per visualizzazione prezzi carburanti. La gamma NAUTILUS, nata dall esperienza maturata dalla nostra azienda in oltre 36 anni di attività nella progettazione e produzione di sistemi di

Dettagli