RICHIESTA DI SUSSIDI PER ASSISTENZA INTERNAZIONALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RICHIESTA DI SUSSIDI PER ASSISTENZA INTERNAZIONALE"

Transcript

1 FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL RICHIESTA DI SUSSIDI PER ASSISTENZA INTERNAZIONALE Ci prendiamo cura degli altri. Serviamo. Otteniamo risultati.

2

3 RICHIESTA DI SUSSIDI PER ASSISTENZA INTERNAZIONALE Informazioni Generali Il programma dei sussidi per assistenza internazionale (IAG) permette ai Lions club dei paesi industrializzati di collaborare con i Lions club di zone meno sviluppate per la realizzazione di progetti che fanno la differenza in comunità bisognose. I fondi IAG finanziano progetti di collaborazione incentrati su settori quali il rafforzamento dei servizi di assistenza sanitaria di base, l istruzione e l'alfabetismo, l acqua potabile e le fognature, lo sviluppo agricolo e i programmi di autosufficienza, i servizi per disabili, la tutela dell ambiente e il supporto a missioni mediche Lions e attività internazionali volte a riciclare gli occhiali da vista. La natura collaborativa dei progetti Essendo questo un programma internazionale, i progetti IAG devono prevedere la collaborazione tra Lions in almeno due paesi: un distretto Lions o un Lions club sponsor, che raccoglie fondi ed altro tipo di sostegno, ed un distretto Lions o un Lions club ospite nel paese target, che si occupi degli aspetti logistici e della supervisione del progetto. Il programma IAG consente ai Lions di stringere rapporti a chilometri e chilometri di distanza grazie al service e alle attività di volontariato. Il distretto o il club sponsor è responsabile della presentazione della richiesta IAG alla Fondazione Lions Clubs International (LCIF) perché venga presa in considerazione. Finanziamento I Lions possono richiedere sussidi di importo pari a quello da questi raccolto (matching), per un ammontare compreso tra US$5.000 e US$ I Lions richiedenti devono fornire almeno il 50 percento dell importo del preventivo totale (v. norma n. 2). Scadenze La tempistica delle scadenze per le richieste IAG è duplice e dipende dall ammontare richiesto. Le richieste di importi compresi tra US$5.000 e US$ sono esaminate da un comitato interno a LCIF e possono essere presentate tutto l anno, almeno otto settimane prima dell inizio previsto del progetto. Le richieste di importi compresi tra US$ e US$ sono esaminate tre volte l anno dal Consiglio Fiduciario di LCIF nel corso delle proprie riunioni. Per la tempistica delle scadenze, si prega di contattare LCIF. Elementi fondamentali di un progetto IAG Affronta bisogni umanitari importanti Riguarda almeno due Lions club o distretti appartenenti a paesi diversi Offre benefici a lungo termine Serve una popolazione ampia o particolarmente bisognosa Il progetto viene identificato come un attività Lions Almeno il 50 percento del finanziamento del progetto proviene dai Lions o da altre fonti Consultare la pubblicazione Come richiedere un sussidio IAG per ulteriori informazioni sui settori su cui possono incentrarsi i progetti, sui loro requisiti e per trovare esempi. F o n d a z i o n e L i o n s C l u b s I n t e r n a t i o n a l 1

4 CRITERI DEI SUSSIDI DI ASSISTENZA INTERNAZIONALE 1. In quanto inseriti in un programma internazionale, i progetti IAG devono vedere il coinvolgimento tra Lions di almeno due paesi. Il programma è organizzato in modo da prevedere un distretto Lions (o un Lions club) sponsor, che contribuisce a raccogliere fondi per un importo pari alla richiesta IAG presentata e che spesso offre assistenza di volontariato internazionale. Il progetto riguarda anche un distretto Lions (o Lions club) ospite nel paese in cui il progetto si svolge che fornisce il coordinamento a livello locale. 2. Il finanziamento è possibile per una vasta gamma di progetti di sviluppo che vanno a beneficio di comunità svantaggiate e di categorie di persone con disabilità gravi. 3. Viene data la priorità ai progetti che incoraggiano l indipendenza e che migliorano la qualità della vita di persone con disabilità o gravi problemi alla vista. Tra i progetti tipici si possono annoverare la creazione di servizi di fisioterapia e di addestramento alla mobilità, la fornitura ai centri di riabilitazione di sedie a rotelle e di altre attrezzature, nonché l organizzazione di servizi chirurgici e riabilitativi in una comunità con servizi medici limitati. fondi di pari importo indicati dai Lions a fronte dei fondi IAG richiesti. Viene data priorità alle richieste che prevedono fondi di pari importo che vadano ben oltre l impiego degli stessi fondi per pagare spese di trasporto e di alloggio. 8. I progetti IAG devono essere attuati nell ambito delle strategie di sviluppo previste dagli enti pubblici e dalle agenzie regionali competenti nel paese ospite. I Lions richiedenti devono, inoltre, dimostrare che esistono le risorse tecniche necessarie per portare a compimento il progetto. 9. È possibile il finanziamento di costi operativi e di assistenza tecnica esterna, ma solamente nel corso della fase iniziale del progetto e se non sono disponibili altre risorse. Il progetto deve ragionevolmente garantire un prosieguo dopo il termine del finanziamento IAG, ad eccezione delle missioni mediche Lions di breve durata. I fondi non possono essere utilizzati per le retribuzioni e le normali spese operative di programmi e corsi esistenti. Non vengono prese in considerazione richieste di fondi per rimborsi. Rientrano in questa categoria missioni già completate o attrezzature già acquistate. 4. A causa della limitatezza delle risorse, non vengono elargiti sussidi per progetti di costruzioni edili. I finanziamenti IAG sono invece disponibili per forme più dirette di sviluppo e assistenza alle risorse umane. Tuttavia, possono essere presi in considerazione progetti che prevedano la costruzione di alloggi specificamente adattati ai disabili oppure di rifugi per i senzatetto. (Il finanziamento di progetti di costruzione edile può essere richiesto nell ambito del programma di sussidi standard di LCIF). 10. È consentito il finanziamento di missioni mediche internazionali dei Lions, ma limitatamente all acquisto di materiali medici e alle spese per le cure dei pazienti nel paese. La squadra della missione internazionale deve comprendere un gruppo di Lions e prevedere l attiva partecipazione di uno o più Lions club nel paese ospite. 11. Il ruolo dei Lions ospiti deve essere illustrato chiaramente nella richiesta. 5. I progetti il cui unico obiettivo sia il trasporto di beni non possono essere presi in considerazione. 6. Vengono preferiti i progetti che vanno a vantaggio di molte persone e di intere comunità. Non vengono elargiti fondi per offrire a singoli individui borse di studio o assistenza finanziaria diretta. 12. Può essere preso in considerazione il sostegno ai Centri di riciclaggio degli occhiali Lions, ma solamente per i centri sostenuti da Lions Clubs International che vantino risultati consolidati in termini di un alto volume di riciclo e di una rete di Lions club e di altre agenzie che distribuiscono occhiali da vista in comunità bisognose. 7. I Lions devono essere personalmente ed attivamente coinvolti nel progetto. Nella misura del possibile, si devono utilizzare volontari Lions sia del distretto/club sponsor che di quello ospite, allo scopo di ampliare l impatto del progetto. Il trasporto e l alloggio dei volontari internazionali è a carico degli stessi, ma l importo di tali spese può essere considerato parte dei 2 F o n d a z i o n e L i o n s C l u b s I n t e r n a t i o n a l

5 NORME SUI SUSSIDI PER ASSISTENZA INTERNAZIONALE 1. Le proposte di sussidi possono essere presentate da un distretto Lions o da un Lions club, ma le richieste dei club devono avere una dichiarazione di sostegno del governatore distrettuale. I Lions del distretto o club sponsor devono presentare la richiesta di sussidio completando l apposito modulo di richiesta IAG. Anche il Lions club o il distretto che opera nella comunità ospite ricevente deve firmare il modulo di richiesta e certificare il proprio coinvolgimento nel progetto. 2. I fondi IAG vengono elargiti come fondi di pari importo (matching). I Lions che propongono il progetto devono apportare almeno il 50 percento dei finanziamenti necessari. I fondi di provenienza locale di pari importo devono essere di natura finanziaria. La donazione in natura di servizi e di sostegno ai progetti viene incoraggiata, ma tale tipo di supporto non può essere considerato parte dei fondi di pari importo da considerare a fronte del finanziamento IAG. 6. Non verranno presi in considerazione i progetti in cui Lions e/o le loro famiglie abbiamo un interesse patrimoniale diretto o ricevano vantaggi o trattamenti di favore professionali o personali. 7. I fondi IAG sono intesi per progetti da attuare; non sono intesi per stabilire fondi di riserva, lasciti o per estinguere prestiti. Non possono essere presi in considerazione progetti già completati o quelli iniziati prima dell approvazione di LCIF. 8. Un distretto o un club può richiedere sussidi solamente per un progetto IAG all anno. Viene data la priorità al finanziamento di iniziative e programmi nuovi. Inoltre, a causa di risorse limitate, i finanziamenti potrebbero non essere disponibili su base continuativa per un progetto che ha già ricevuto assistenza attraverso progetti IAG precedenti. 3. I sussidi sono disponibili per un ammontare compreso tra US$5.000 e US$ Il tetto totale della Fondazione per questo programma è di 2 milioni di dollari. Poiché i fondi sono limitati, le richieste di fondi vengono considerate in modo competitivo, e viene data priorità ai progetti che affrontano priorità e bisogni umanitari essenziali. 4. Per i progetti per i quali si richiedono tra US$5.000 e US$10.000, le richieste possono essere presentate durante tutto l'anno e possono essere approvate da un comitato interno composto dal Presidente LCIF, dal Direttore Esecutivo LCIF e dal Manager del Dipartimento Programmi Umanitari. Le richieste devono essere presentate almeno otto settimane prima dell inizio previsto della missione o del progetto. Ciò garantirà un periodo di tempo sufficiente per analizzare e lavorare sulla richiesta. Le richieste di sussidi che superano i US$ devono essere considerate dal Consiglio Fiduciario di LCIF durante le riunioni programmate dello stesso. Le richieste devono pervenire in forma completa 60 giorni prima dell inizio della riunione del consiglio. 9. I progetti devono chiaramente esplicitare che sono stati resi possibili grazie a LCIF. 10. Chi riceve i sussidi (ovvero il distretto o il club sponsor) è tenuto a presentare regolarmente rapporti sui progressi fatti ed un rapporto finale al completamento del progetto. Il rapporto finale deve illustrare in modo dettagliato i risultati ottenuti dal progetto, oltre a fornire informazioni complete su come sono stati amministrati i fondi. Anche il club ospite, quando possibile, deve fornire un resoconto sul progetto. I moduli e le linee guida per redigere i rapporti verranno forniti da LCIF. Un distretto o club che non presenta un rapporto finale non potrà ricevere altri sussidi IAG. 5. I sussidi approvati sono inviati al distretto o club sponsor. Tali sussidi devono essere amministrati dal governatore distrettuale (o dal presidente di club nel caso di richieste presentate da club) in carica al momento dell approvazione. Sarà sua la responsabilità di elargire le somme e di tenere la contabilità dei fondi relativi ai sussidi di LCIF. Se un progetto prosegue in un nuovo anno sociale, l amministratore del sussidio resta lo stesso, salvo che, previa approvazione di LCIF, non deleghi i propri poteri in proposito all officer entrante. F o n d a z i o n e L i o n s C l u b s I n t e r n a t i o n a l 3

6 MODULO DI RICHIESTA PER SUSSIDI PER ASSISTENZA INTERNAZIONALE LINEE GUIDA Si prega di leggere attentamente i criteri per la concessione dei sussidi prima di compilare la richiesta. Utilizzare pagine separate per spiegazioni dettagliate, riportando il numero della domanda a cui ci si riferisce. Le richieste di sussidi superiori a US$ devono essere presentate al Dipartimento Programmi Umanitari almeno 60 giorni prima della riunione del Consiglio Fiduciario di LCIF. Le richieste di importo uguale o inferiore a US$ possono essere presentate tutto l anno, ma devono pervenire almeno otto settimane prima della data di inizio del progetto. Inviare le richieste debitamente compilate, comprese le firme di approvazione e la documentazione di supporto, al Dipartimento Programmi Umanitari della Fondazione Lions Club International. La firma del Lions club o del distretto Lions ospite può essere certificata in una lettera separata, se necessario. La LCIF si riserva il diritto di richiedere informazioni aggiuntive e chiarimenti dopo il ricevimento della richiesta. I Lions sono pregati di rispondere tempestivamente a qualsiasi richiesta di chiarimento. Si prega di fornire le seguenti informazioni, utilizzando, se necessario, altre pagine - A. DESCRIZIONE DEL PROGETTO 1. Data della presentazione della richiesta. 2. Nome del progetto. 3. Importo richiesto a LCIF (l importo deve essere compreso tra US$5.000 e US$30.000). 4. Luogo del progetto - indicare la città, la regione e il paese in cui si svolgerà il progetto e il numero del distretto Lions locale interessato. 5. Individuazione del problema e obiettivo del progetto - offrire motivazioni e giustificazioni dettagliate relative al progetto. Enunciare brevemente gli obiettivi del progetto. Fornire informazioni che descrivano sommariamente l area geografica e le condizioni socio-economiche della comunità che verrà servita. 6. Strategia del progetto e piano d azione. a. Descrizione del progetto - fornire una breve descrizione delle azioni da intraprendere per raggiungere gli obiettivi del progetto. Illustrare sia gli aspetti tecnici del progetto, ivi compreso il numero dei beneficiari previsti, che il ruolo generale dei Lions nella gestione del progetto, sia relativamente al Lions club/distretto sponsor che a quello ospite. Se si tratta di una missione medica, fornire nomi e titoli dei membri della squadra. b. Tempistica del progetto - indicare i tempi previsti per l attuazione e il completamento del progetto. 7. Informazioni generali su qualsiasi altra organizzazione o ente tecnico partecipante al progetto. 4 F o n d a z i o n e L i o n s C l u b s I n t e r n a t i o n a l

7 B. IDENTIFICAZIONE E COINVOLGIMENTO DEI LIONS 1. Specificare in che modo il progetto verrà identificato come sostenuto dai Lions e reso possibile dalla LCIF. 2. Descrivere quale sarà il coinvolgimento a lungo termine dei Lions dopo la conclusione del finanziamento LCIF. 3. Spiegare come verrà usato il nome dei Lions in relazione al progetto. C. BILANCIO DEL PROGETTO 1. Includere l opportuna documentazione relativa alle voci di spesa elencate nel bilancio. Ciò comprende i preventivi dei costi di attrezzature e contratti di lavori nei casi in cui altre agenzie dovessero fornire assistenza tecnica nell attuazione del progetto. 2. Elencare individualmente tutte le fonti di finanziamento per questo progetto (club, distretto, comunità, aziende, ecc.) Il distretto o club sponsor deve fornire un contributo significativo, anche se non tutti i fondi devono provenire da esso. Anche il Lions club o distretto ospite deve essere incoraggiato a sostenere il progetto, nei limiti delle proprie capacità di finanziamento. 3. Indicare l importo fornito da ciascuna fonte, specificando se si tratta di fondi raccolti, promessi o previsti. La richiesta di fondi IAG deve essere indicata come una fonte di finanziamento, e non può superare il 50% del costo del progetto. Le entrate devono essere pari alle spese. Utilizzare un foglio separato, seguendo il formato di seguito indicato. ESEMPIO DI BILANCIO PER SUSSIDIO DI ASSISTENZA INTERNAZIONALE (le entrate devono essere uguali alle spese) Entrate Club o distretto Lions sponsor US$6.000 (raccolte) Membri della squadra partecipante alla missione (raccolte e promesse) Club o distretto Lions ospite 500 (raccolte) Donazioni della comunità (previste) Organizzazione terza (raccolte) LCIF US$ Spese Biglietti aerei per i membri della squadra US$5.000 Forniture mediche (elenco dettagliato delle singole voci) Attrezzature varie (fatture pro forma fornite) US$ F o n d a z i o n e L i o n s C l u b s I n t e r n a t i o n a l 5

8 D. CERTIFICAZIONE PER LA RIChIESTA La richiesta di fondi IAG deve essere certificata sia dal distretto/club sponsor che da quello ospite. Nel caso di richieste provenienti da un singolo club sponsor, la richiesta prevede la dichiarazione di approvazione da parte del governatore distrettuale. Firmando la richiesta, il governatore distrettuale e il presidente del club del distretto sponsor certificano di aver esaminato i criteri, che il progetto proposto è conforme alle regole stabilite e che verrà effettuato ogni sforzo per assicurare che i fondi del sussidio vengano usati in ottemperanza al piano e al bilancio del progetto. INFORMAZIONI SUI LIONS SPONSOR Distretto Club Presidente del Club (nome in stampatello) (firma) (n. ID club) Indirizzo Telefono Fax Indirizzo INFORMAZIONI SUL GOVERNATORE DISTRETTUALE DEI LIONS SPONSOR Governatore distrettuale (nome in stampatello) (firma) (N. distretto) Indirizzo Telefono Fax Indirizzo 6 F o n d a z i o n e L i o n s C l u b s I n t e r n a t i o n a l

9 INFORMAZIONI SUI LIONS OSPITI Lions ospiti (paese in cui si svolge il progetto, co-sponsor) Distretto Club Presidente del Club (nome in stampatello) (firma) (n. ID club) Indirizzo Telefono Fax Indirizzo INFORMAZIONI SUL GOVERNATORE DISTRETTUALE DEI LIONS OSPITI Governatore distrettuale (nome in stampatello) (firma) (N. distretto) Indirizzo Telefono Fax Indirizzo Conservare copia di tutta la documentazione presentata a LCIF. Inviare la richiesta completa e tutti gli allegati a: Fondazione Lions Clubs International humanitarian Programs Department 300 West 22nd Street Oak Brook, IL , USA Telefono: Fax: F o n d a z i o n e L i o n s C l u b s I n t e r n a t i o n a l 7

10 8 F o n d a z i o n e L i o n s C l u b s I n t e r n a t i o n a l

11

12 SIAMO EFFICIENTI E RESPONSABILI COME AMMINISTRATORI DI FONDI. Lions Clubs International Foundation Humanitarian Programs Department 300 West 22nd Street Oak Brook, IL USA Telefono: Fax: Sito web: LCIF IAG1IT 5/15

FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL RICHIESTA PER SUSSIDI STANDARD

FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL RICHIESTA PER SUSSIDI STANDARD FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL RICHIESTA PER SUSSIDI STANDARD REQUISITI E REGOLAMENTO PER LA RICHIESTA DI SUSSIDI STANDARD MISSIONE DI SERVIZIO E PRIORITÀ DEL PROGRAMMA DI SUSSIDI I sussidi standard

Dettagli

FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL RICHIESTA PER SUSSIDI STANDARD

FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL RICHIESTA PER SUSSIDI STANDARD FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL RICHIESTA PER SUSSIDI STANDARD REQUISITI E REGOLAMENTO PER LA RICHIESTA DI SUSSIDI STANDARD MISSIONE DI SERVIZIO E PRIORITÀ DEL PROGRAMMA DI SUSSIDI I sussidi standard

Dettagli

Lions Clubs International Programma di contributi per la leadership Leo. Domanda di contributo

Lions Clubs International Programma di contributi per la leadership Leo. Domanda di contributo Lions Clubs International Programma di contributi per la leadership Leo Domanda di contributo Il Programma di contributi per la leadership Leo fornisce assistenza finanziaria ai multidistretti, sottodistretti

Dettagli

Normativa per Sussidi e Modulo di Richiesta

Normativa per Sussidi e Modulo di Richiesta Programma di Sussidi d=assistenza Internazionale (IAG) della LCIF INTRODUZIONE Normativa per Sussidi e Modulo di Richiesta In occasione della riunione di aprile 1996, i membri del consiglio della Fondazione

Dettagli

PROGRAMMA DI FINANZIAMENTO PER LA LEADERSHIP A LIVELLO MULTIDISTRETTUALE 2015-2016 FOGLIO INFORMATIVO

PROGRAMMA DI FINANZIAMENTO PER LA LEADERSHIP A LIVELLO MULTIDISTRETTUALE 2015-2016 FOGLIO INFORMATIVO PROGRAMMA DI FINANZIAMENTO PER LA LEADERSHIP A LIVELLO MULTIDISTRETTUALE 2015-2016 FOGLIO INFORMATIVO IN CHE COSA CONSISTE IL PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA LEADERSHIP A LIVELLO MULTIDISTRETTUALE? Questo

Dettagli

FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL CORE 4 DIABETE LINEE GUIDA PER I CONTRIBUTI E MODULO DI DOMANDA

FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL CORE 4 DIABETE LINEE GUIDA PER I CONTRIBUTI E MODULO DI DOMANDA FONDAZIONE LIONS CLUBS INTERNATIONAL CORE 4 DIABETE LINEE GUIDA PER I CONTRIBUTI E MODULO DI DOMANDA Linee guida per i contributi Core 4 Diabete e modulo di domanda INTRODUZIONE E SITUAZIONE GLOBALE Il

Dettagli

SEDE CENTRALE INTERNAZIONALE

SEDE CENTRALE INTERNAZIONALE Capitolo II SEDE CENTRALE INTERNAZIONALE La sede centrale internazionale è una risorsa importante per tutti i Lions. Tutto il personale della sede centrale internazionale è sempre a vostra disposizione

Dettagli

CAPITOLO XI FINANZE A. INVESTIMENTO DEI FONDI DELL ASSOCIAZIONE

CAPITOLO XI FINANZE A. INVESTIMENTO DEI FONDI DELL ASSOCIAZIONE CAPITOLO XI FINANZE A. INVESTIMENTO DEI FONDI DELL ASSOCIAZIONE Le decisioni relative agli investimenti riguardanti l Associazione dovranno essere basate sulle Dichiarazione della Politica degli Investimenti

Dettagli

Normativa del Board. Programma di Riciclaggio degli Occhiali da Vista del Lions Clubs International (Vigente dal 21 marzo 2008)

Normativa del Board. Programma di Riciclaggio degli Occhiali da Vista del Lions Clubs International (Vigente dal 21 marzo 2008) Normativa del Board Programma di Riciclaggio degli Occhiali da Vista del Lions Clubs International (Vigente dal 21 marzo 2008) a. Descrizione del Programma: Il Programma di Riciclaggio degli Occhiali da

Dettagli

Come presentare una Domanda di Finanziamento LCIF/SightFirst GUIDA ALLA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO SIGHTFIRST

Come presentare una Domanda di Finanziamento LCIF/SightFirst GUIDA ALLA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO SIGHTFIRST Come presentare una Domanda di Finanziamento LCIF/SightFirst GUIDA ALLA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO SIGHTFIRST Dichiarazione della Missione: SightFirst i Lions Sconfiggono la Cecità - mobilita le risorse

Dettagli

SERVIZI LIONS A FAVORE DEI BAMBINI VALUTAZIONE DEI BISOGNI COMUNITARI

SERVIZI LIONS A FAVORE DEI BAMBINI VALUTAZIONE DEI BISOGNI COMUNITARI SERVIZI LIONS A FAVORE DEI BAMBINI VALUTAZIONE DEI BISOGNI COMUNITARI Le statistiche attuali mostrano un numero impressionante di bambini che, in tutto il mondo, vivono in condizioni di vita precarie e,

Dettagli

Lions Quest: Un programma per la gioventù che insegna le abilità importanti nella vita Modulo di richiesta e requisiti per il sussidio Core 4

Lions Quest: Un programma per la gioventù che insegna le abilità importanti nella vita Modulo di richiesta e requisiti per il sussidio Core 4 Lions Quest: Un programma per la gioventù che insegna le abilità importanti nella vita Modulo di richiesta e requisiti per il sussidio Core 4 Linee guida del programma I. Informazioni generali Dal 1984,

Dettagli

CAPITOLO XI FINANZE A. INVESTIMENTO DEI FONDI DELL ASSOCIAZIONE

CAPITOLO XI FINANZE A. INVESTIMENTO DEI FONDI DELL ASSOCIAZIONE CAPITOLO XI FINANZE A. INVESTIMENTO DEI FONDI DELL ASSOCIAZIONE Le decisioni relative agli investimenti riguardanti l Associazione dovranno essere basate sulle Dichiarazione della Politica degli Investimenti

Dettagli

LIONS, BAMBINI AL CENTRO. Guida alla pianificazione

LIONS, BAMBINI AL CENTRO. Guida alla pianificazione LIONS, BAMBINI AL CENTRO Guida alla pianificazione INTRODUZIONE I Lions di tutto il mondo sono coinvolti attivamente per aiutare i bambini e i giovani a crescere bene, specialmente quelli che vivono in

Dettagli

SOMMARIO DELLE DELIBERE RIUNIONE DEL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE INTERNAZIONALE VIENNA, AUSTRIA 18 21 MARZO 2007

SOMMARIO DELLE DELIBERE RIUNIONE DEL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE INTERNAZIONALE VIENNA, AUSTRIA 18 21 MARZO 2007 RIUNIONE DEL CONSIGLIO D AMMINISTRAZIONE INTERNAZIONALE VIENNA, AUSTRIA 18 21 MARZO 2007 COMITATO STATUTO E REGOLAMENTO 1. Adottata la risoluzione da presentare alla Convention Internazionale 2008 per

Dettagli

RISORSE MEMORANDUM D INTESA DI CLUB Guida all implementazione del Memorandum d intesa di club

RISORSE MEMORANDUM D INTESA DI CLUB Guida all implementazione del Memorandum d intesa di club ITALIANO (IT) RISORSE MEMORANDUM D INTESA DI CLUB Guida all implementazione del Memorandum d intesa di club La presentazione della domanda di sovvenzione globale del tuo club dimostra il suo impegno ad

Dettagli

FARE IN MODO EHE SI REALIZZI. Guida Allo Sviluppo Dei Progetti Di Club

FARE IN MODO EHE SI REALIZZI. Guida Allo Sviluppo Dei Progetti Di Club FARE IN MODO EHE SI REALIZZI Guida Allo Sviluppo Dei Progetti Di Club FARLO ACCADERE! I Lions clubs che organizzano progetti di servizio utili alla comunità hanno un impatto considerevole sulle persone

Dettagli

MODI DI DONARE E TIPI DI RICONOSCIMENTO

MODI DI DONARE E TIPI DI RICONOSCIMENTO MODI DI DONARE E TIPI DI RICONOSCIMENTO Riconoscimento per i donatori LCIF Ogni donazione è importante I Lions di tutto il mondo sono uniti nell idea di portare aiuto e speranza ai più bisognosi. Attraverso

Dettagli

Regolamento Interno Bambini nel Deserto (approvato dall Assemblea dei Soci 10.04.2011)

Regolamento Interno Bambini nel Deserto (approvato dall Assemblea dei Soci 10.04.2011) Regolamento Interno Bambini nel Deserto (approvato dall Assemblea dei Soci 10.04.2011) Indice 1 Premessa 1 Definizioni 2 Sostenitore 2 Volontario 2 Socio 2 Settore 2 Gruppo di Lavoro 2 Gruppo Locale 2

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL COMITATO DISTRETTUALE LEO CLUB

PRESENTAZIONE DEL COMITATO DISTRETTUALE LEO CLUB THE INTERNATIONAL ASSOCIATION OF LIONS CLUBS DISTRETTO 108L (ITALY) Anno Sociale 2000-2001 GOVERNATORE ING. ENRICO CESAROTTI PRESENTAZIONE DEL COMITATO DISTRETTUALE LEO CLUB RIUNIONE DELLE CARICHE Pagina

Dettagli

SOMMARIO DELLE DELIBERE RIUNIONE DEL CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE INTERNAZIONALE SAN DIEGO, CALIFORNIA, USA 28 FEBBRAIO - 4 MARZO 2014

SOMMARIO DELLE DELIBERE RIUNIONE DEL CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE INTERNAZIONALE SAN DIEGO, CALIFORNIA, USA 28 FEBBRAIO - 4 MARZO 2014 SOMMARIO DELLE DELIBERE RIUNIONE DEL CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE INTERNAZIONALE SAN DIEGO, CALIFORNIA, USA 28 FEBBRAIO - 4 MARZO 2014 1. Milano, Italia è stata scelta come sede della Convention Internazionale

Dettagli

L.C.I.F. Come effettuare le donazioni. con bonifico bancario

L.C.I.F. Come effettuare le donazioni. con bonifico bancario L.C.I.F. Come effettuare le donazioni con bonifico bancario Erminio Ribet Lions Club Pinerolo Acaja Coordinatore distrettuale LCIF 108Ia3 erminio.ribet@gmail.com Cellulare 349.3503340 WE CARE, WE SERVE,

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2014 - Articolo

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009 PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO 1 Bando 2009 ASSISTENZA SOCIALE E SOCIO-SANITARIA - RICERCA SCIENTIFICA E IN CAMPO SANITARIO FORMAZIONE - TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DI ATTIVITA

Dettagli

Premi Lions Giovani Leader nel Service INCORAGGIATE I GIOVANI A SERVIRE

Premi Lions Giovani Leader nel Service INCORAGGIATE I GIOVANI A SERVIRE UNA GUIDA LIONS CLUBS INTERNATIONAL Premi Lions Giovani Leader nel Service INCORAGGIATE I GIOVANI A SERVIRE LIONS CLUBS INTERNATIONAL PREMI LIONS GIOVANI LEADER NEL SERVICE I giovani che fanno volontariato

Dettagli

METODI DI DONAZIONE E TIPI DI RICONOSCIMENTO

METODI DI DONAZIONE E TIPI DI RICONOSCIMENTO METODI DI DONAZIONE E TIPI DI RICONOSCIMENTO Riconoscimento per i donatori LCIF Ogni donazione è importante I Lions di tutto il mondo sono uniti nell idea di portare aiuto e speranza ai più bisognosi.

Dettagli

Normativa sui rimborsi spese del governatore distrettuale

Normativa sui rimborsi spese del governatore distrettuale Normativa sui rimborsi spese del governatore distrettuale I governatori distrettuali potranno richiedere un rimborso spese per le attività di seguito indicate: Tutti i viaggi dovranno essere compiuti nella

Dettagli

COORDINATORE DISTRETTUALE DOCUMENTAZIONE PER LA DOMANDA

COORDINATORE DISTRETTUALE DOCUMENTAZIONE PER LA DOMANDA COORDINATORE DISTRETTUALE DOCUMENTAZIONE PER LA DOMANDA Per questo incarico saranno presi in considerazione i Lions in possesso dei requisiti necessari per il distretto. Si prega di chiedere ai candidati

Dettagli

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali

Bando Volontariato 2015. Reti Nazionali Bando Volontariato 2015 Reti Nazionali SEZIONE 1. CARATTERISTICHE GENERALI DELL INIZIATIVA 1.1 Obiettivi Nell ambito delle numerose iniziative di sostegno al volontariato della Fondazione, il presente

Dettagli

BANDO GIOVENTÙ ESPLOSIVA Torino 2010 Capitale Europea dei Giovani. La mia associazione può presentare 2 progetti come soggetto proponente?

BANDO GIOVENTÙ ESPLOSIVA Torino 2010 Capitale Europea dei Giovani. La mia associazione può presentare 2 progetti come soggetto proponente? BANDO GIOVENTÙ ESPLOSIVA Torino 2010 Capitale Europea dei Giovani F.A.Q. La mia associazione può presentare 2 progetti come soggetto proponente? Sì, purché i progetti appartengano a due aree tematiche

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2013 - Articolo

Dettagli

Istituto di Scienze Umane e Sociali

Istituto di Scienze Umane e Sociali Istituto di Scienze Umane e Sociali Linee guida per le attività fuori sede degli allievi: richiesta di autorizzazione e di contributi Gli allievi dei corsi di perfezionamento possono richiedere alla Scuola

Dettagli

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI 1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO La Fondazione della Comunità Salernitana Onlus promuove un avviso in collaborazione con il Fondo

Dettagli

MODULO UNIFICATO DI RICHIESTA

MODULO UNIFICATO DI RICHIESTA MODULO UNIFICATO DI RICHIESTA Domanda per l assegnazione di un contributo per borse di studio (RIMBORSO SPESE SCOLASTICHE) a sostegno delle spese sostenute dalle famiglie per l istruzione. ( Legge 10/03/2000,

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI SERVIZIO POLITICHE SOCIALI ANNO 2008 PREMESSO CHE Nell ambito del convegno nazionale La figura del tutor all

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n. 13) APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 08 DI DATA

Dettagli

MODULO PER LA COMPILAZIONE DEI PROGETTI

MODULO PER LA COMPILAZIONE DEI PROGETTI A. ENTE PROPONENTE MODULO PER LA COMPILAZIONE DEI PROGETTI 1. NOME PER ESTESO DEL PROPONENTE 2. SEDE LEGALE 3. RECAPITI PER COMUNICAZIONI (Includere tutti i dati necessari per contattare l ente) 4. SITO

Dettagli

Guida della Commissione distrettuale finanze

Guida della Commissione distrettuale finanze Guida della Commissione distrettuale finanze Rotary International Poiché il Rotary International opera con club e distretti in oltre 200 Paesi e aree geografiche, questa risorsa è stata sviluppata come

Dettagli

2. SOGGETTI BENEFICIARI

2. SOGGETTI BENEFICIARI ALLEGATO A CRITERI E MODALITÀ PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI, PER PROGETTI INERENTI LE TEMATICHE DEFINITE DAL PIANO REGIONALE ANNUALE DEL DIRITTO ALLO STUDIO 1. CRITERI

Dettagli

Statuto tipo del Club Rotaract

Statuto tipo del Club Rotaract Statuto tipo del Club Rotaract Obiettivi Sponsorizzazíone di un Rotary Club Qualificazione Effettivo ART. 1 Costituzione e denominazione È costituita l associazione Rotaract Club di [inserire il nome].

Dettagli

Supplemento Borse di studio con Sovvenzioni globali

Supplemento Borse di studio con Sovvenzioni globali Supplemento Borse di studio con Sovvenzioni globali La Fondazione Rotary elargisce borse di studio attraverso sovvenzioni globali e sovvenzioni distrettuali. Questo documento si incentra sulle borse di

Dettagli

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani

CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani CITTA DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani Siciliana ia Regionale di Trapani REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI SPORTIVI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 02 febbraio

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA SULLE INTERAZIONI CON GLI OPERATORI DEL SETTORE SANITARIO

CODICE DI CONDOTTA SULLE INTERAZIONI CON GLI OPERATORI DEL SETTORE SANITARIO CODICE DI CONDOTTA SULLE INTERAZIONI CON GLI OPERATORI DEL SETTORE SANITARIO Dichiarazione di tutti i Soci del COCIR COCIR si dedica al progresso della scienza medica e al miglioramento della cura dei

Dettagli

MODULO DI DOMANDA Allegato 1.b PROGETTI DI INTEGRAZIONE SOCIALE IN FAVORE DI PERSONE DISABILI IN SITUAZIONE DI GRAVITA

MODULO DI DOMANDA Allegato 1.b PROGETTI DI INTEGRAZIONE SOCIALE IN FAVORE DI PERSONE DISABILI IN SITUAZIONE DI GRAVITA MODULO DI DOMANDA Allegato 1.b PROGETTI DI INTEGRAZIONE SOCIALE IN FAVORE DI PERSONE DISABILI IN SITUAZIONE DI GRAVITA Nota: la compilazione è obbligatoria in ogni sua parte. AL Direttore Generale Azienda

Dettagli

Contratto.. ALLEGATO 3 - LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE

Contratto.. ALLEGATO 3 - LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE Contratto.. ALLEGATO 3 - LINEE GUIDA PER LA RENDICONTAZIONE 1. COSTI AMMISSIBILI Sono ammissibili esclusivamente i costi strettamente connessi all attuazione del progetto per attività di ricerca industriale

Dettagli

Moduli per la presentazione di un progetto

Moduli per la presentazione di un progetto Fondazione aiutare i bambini - ONLUS Via Ronchi 17-20134 Milano - Italy Tel. +39.02.70603530 - Fax +39.02.70605244 E-mail: info@aiutareibambini.it Sito Internet: www.aiutareibambini.it Moduli per la presentazione

Dettagli

CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE PER RENDERE EFFETTIVO IL DIRITTO A STUDIO ED ISTRUZIONE

CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE PER RENDERE EFFETTIVO IL DIRITTO A STUDIO ED ISTRUZIONE COMUNE DI BEINASCO Provincia di Torino Via delle Fornaci n. 4 10092 BEINASCO Tel 011.39.89.215 Fax 011.39.89.373 E-mail: daniela.comba@comune.beinasco.to.it AREA DEISERVIZI UFFICIO ASSISTENZA SCOLASTICA

Dettagli

Servizio Volontario Europeo Linee Guida per l Accreditamento. Programma Gioventù in Azione

Servizio Volontario Europeo Linee Guida per l Accreditamento. Programma Gioventù in Azione Servizio Volontario Europeo Linee Guida per l Accreditamento Programma Gioventù in Azione Maggio 2011 1. Introduzione Il Servizio Volontario Europeo (SVE), facente parte del Programma dell Unione Europea

Dettagli

PROGRAMMA SIMPOSIO PER LA FAMIGLIA E LE DONNE. Guida per la Programmazione

PROGRAMMA SIMPOSIO PER LA FAMIGLIA E LE DONNE. Guida per la Programmazione PROGRAMMA SIMPOSIO PER LA FAMIGLIA E LE DONNE Guida per la Programmazione Pianificazione degli Eventi...4 Selezionare un Tema...4 Scegliere un Partner...5 Fissare la Data...5 Scegliere la Località...5

Dettagli

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO CULTURALMENTE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA La cultura non è tanto un emergenza dimenticata, quanto una scelta di fondo trascurata per lunghissimo tempo Negli ultimi anni in tutta

Dettagli

GUIDARE GLI ALTRI VITA I LEO CLUB

GUIDARE GLI ALTRI VITA I LEO CLUB GUIDARE GLI ALTRI PER LA VITA I LEO CLUB PREPARANO I GIOVANI AD UNA VITA DA LEADER FATE LA DIFFERENZA... CAMBIATE IL MONDO... SPONSORIZZATE UN LEO CLUB Quando si crea un Leo club locale, i giovani della

Dettagli

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione BANDO "DAI DISTRETTI PRODUTTIVI AI DISTRETTI TECNOLOGICI -2" Distretto 9.2 - Elettronica e Meccanica di Precisione MANUALE DI RENDICONTAZIONE Criteri di ammissibilità dei costi e modalità di rendicontazione

Dettagli

CARITAS ITALIANA. per la presentazione di MicroProgetti di sviluppo. a Caritas Italiana

CARITAS ITALIANA. per la presentazione di MicroProgetti di sviluppo. a Caritas Italiana CARITAS ITALIANA L I N E E G U I D A per la presentazione di MicroProgetti di sviluppo a Caritas Italiana R ECAPITI E RIFERIMENTI I MicroProgetti di sviluppo devono essere inviati a Caritas Italiana Area

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE 1. PREMESSA Viviamo in un territorio ricco di cultura, con elevata potenzialità produttiva materiale e immateriale dove molti giovani trovano modo di esprimere la loro creatività

Dettagli

Premi e Riconoscimenti per Non-Lions e Non-Leos

Premi e Riconoscimenti per Non-Lions e Non-Leos Guida ai Premi e Riconoscimenti pagina 1 Questa guida include informazioni sui premi e riconoscimenti offerti da Lions Clubs International e dalla Fondazione di Lions Clubs International ai Non-Lions e

Dettagli

DISCIPLINARE SOGGIORNI-VACANZA PER PERSONE CON DISABILITÀ - Anno 2015

DISCIPLINARE SOGGIORNI-VACANZA PER PERSONE CON DISABILITÀ - Anno 2015 DISCIPLINARE SOGGIORNI-VACANZA PER PERSONE CON DISABILITÀ - Anno 2015 ARTICOLO 1 - FINALITÀ E TIPOLOGIA DELL INTERVENTO Nell ambito degli interventi e dei servizi rivolti alle persone con disabilità, il

Dettagli

Art. 6 - Spese ammissibili non sono ammesse Art. 7 - Presentazione delle domande

Art. 6 - Spese ammissibili non sono ammesse Art. 7 - Presentazione delle domande REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI A SOSTEGNO DELLE INIZIATIVE SVOLTE PER L ORGANIZZAZIONE DELLA GIORNATA DEL VERDE PULITO Art.1 - Oggetto del regolamento Il presente

Dettagli

Regolamento del Fondo Interno di Solidarietà

Regolamento del Fondo Interno di Solidarietà 2012 Regolamento del Fondo Interno di Solidarietà Codess Sociale Cooperativa Sociale - ONLUS Rev. 2 del 14/.11/2012 Regolamento Fondo Interno di Solidarietà rev. 2 del 14/11/2012 Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO

Dettagli

WORKSHOP REGIONALE LIONS SULLE DONNE. Guida alla pianificazione

WORKSHOP REGIONALE LIONS SULLE DONNE. Guida alla pianificazione WORKSHOP REGIONALE LIONS SULLE DONNE Guida alla pianificazione WORKSHOP REGIONALE LIONS SULLE DONNE Guida alla pianificazione Indice Introduzione...3 Scopo...4 Informazioni generali sui workshop...4 Logistica...5

Dettagli

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SCHEMA PRESENTAZIONE AZIONI DI PROMOZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SCHEMA PRESENTAZIONE AZIONI DI PROMOZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO ALLEGATO SCHEMA PRESENTAZIONE PROGETTI Organizzazioni di volontariato ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO SCHEMA PRESENTAZIONE AZIONI DI PROMOZIONE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Il presente modulo deve

Dettagli

LA FONDAZIONE ROTARY ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ MEMORANDUM D INTESA PER LA QUALIFICAZIONE DEL DISTRETTO

LA FONDAZIONE ROTARY ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ MEMORANDUM D INTESA PER LA QUALIFICAZIONE DEL DISTRETTO LA FONDAZIONE ROTARY ~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~ MEMORANDUM D INTESA PER LA QUALIFICAZIONE DEL DISTRETTO 1. Requisiti per la qualificazione distrettuale 2. Responsabilità dei dirigenti distrettuali 3.

Dettagli

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA @II@ ALLEGATO ALLA DELIBERQZIONE C.C. N. 43 DEL 01.06.2006 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SUSSIDI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI. Art. 1 Oggetto TITOLO I DISCIPLINA GENERALE.

Dettagli

TITOLO II ACCESSO AI FONDI PER LA MOBILITA

TITOLO II ACCESSO AI FONDI PER LA MOBILITA REGOLAMENTO D ATENEO PER LA STIPULA DEGLI ACCORDI INTERNAZIONALI E L ACCESSO AI FONDI PER LA MOBILITA Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di stipula degli accordi internazionali

Dettagli

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

PROGETTO REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE PROGETTO per il finanziamento di progetti di sviluppo di imprese sociali, associazioni e cooperative culturali e sociali, destinati a creare nuova occupazione REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE L iniziativa

Dettagli

STA - TEACHING STAFF MOBILITY MOBILITÀ DOCENTI NELL'AMBITO DEL PROGETTO LLP/ERASMUS 2013/2014

STA - TEACHING STAFF MOBILITY MOBILITÀ DOCENTI NELL'AMBITO DEL PROGETTO LLP/ERASMUS 2013/2014 STA - TEACHING STAFF MOBILITY MOBILITÀ DOCENTI NELL'AMBITO DEL PROGETTO LLP/ERASMUS 2013/2014 Attività di Teaching Staff Il progetto LLP/Erasmus offre ai docenti la possibilità di svolgere brevi periodi

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 38 del 15/02/2010 dichiarata immediatamente NELL INTENTO

IL DIRETTORE GENERALE. In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 38 del 15/02/2010 dichiarata immediatamente NELL INTENTO Prot. n. 2471 del 22/02/2010 BANDO ANNO 2010 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE ATTIVITA COMMERCIALI, TURISTICHE, ARTIGIANALI E DEI SERVIZI. IL DIRETTORE

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

Convenzione quadro di partenariato

Convenzione quadro di partenariato Convenzione quadro di partenariato Tra Il Ministero della Salute, sito in viale Mohammed V, n 335, Rabat, rappresentato dal suo delegato del Ministero della Salute alla provincia di Khouribga, Da una parte

Dettagli

AVVISO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ORGANIZZAZIONE E LA COMPARTECIPAZIONE DI MANIFESTAZIONI SPORTIVE NEL CORSO DELL ANNO 2014

AVVISO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ORGANIZZAZIONE E LA COMPARTECIPAZIONE DI MANIFESTAZIONI SPORTIVE NEL CORSO DELL ANNO 2014 AVVISO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ORGANIZZAZIONE E LA COMPARTECIPAZIONE DI MANIFESTAZIONI SPORTIVE NEL CORSO DELL ANNO 24 IL DIRETTORE Vista la delibera del Consiglio di Gestione n. 6 del 8//23

Dettagli

AVVISO PUBBLICO FAQ. Come si compila la scheda finanziaria e come si calcola la percentuale del contributo regionale?

AVVISO PUBBLICO FAQ. Come si compila la scheda finanziaria e come si calcola la percentuale del contributo regionale? AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A SOSTEGNO DI PROGETTI DA ATTUARE NELLE SCUOLE DEL LAZIO. PRESENTAZIONE ON DEMAND DELLE PROPOSTE PROGETTUALI FAQ Come si compila la scheda finanziaria

Dettagli

Coordinazione regionale Interreg Sezione della promozione economica Viale Stefano Franscini 17 6501 Bellinzona. Condizioni generali

Coordinazione regionale Interreg Sezione della promozione economica Viale Stefano Franscini 17 6501 Bellinzona. Condizioni generali Coordinazione regionale Interreg Viale Stefano Franscini 17 6501 Bellinzona Condizioni generali Istruzioni per la richiesta d erogazione dei sussidi da parte della Coordinazione regionale Interreg, in

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGRAMMI OPERATIVI DEI COORDINAMENTI CONTINENTALI DI AREA GEOGRAFICA DEI TOSCANI NEL MONDO PER L ANNO 2013

LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGRAMMI OPERATIVI DEI COORDINAMENTI CONTINENTALI DI AREA GEOGRAFICA DEI TOSCANI NEL MONDO PER L ANNO 2013 LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGRAMMI OPERATIVI DEI COORDINAMENTI CONTINENTALI DI AREA GEOGRAFICA DEI TOSCANI NEL MONDO PER L ANNO 2013 INDICE 1. IL PROGRAMMA OPERATIVO DEL COORDINAMENTO DI AREA

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO TRASPORTO PERSONE IN SITUAZIONE DI DISABILITÀ MOTORIA PERMANENTE

REGOLAMENTO SERVIZIO TRASPORTO PERSONE IN SITUAZIONE DI DISABILITÀ MOTORIA PERMANENTE Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 del 3.2.2005 REGOLAMENTO SERVIZIO TRASPORTO PERSONE IN SITUAZIONE DI DISABILITÀ MOTORIA PERMANENTE ART. 1) OGGETTO 1) Il presente Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ CULTURALI, SOCIALI E RICREATIVE PER GLI STUDENTI (emanato con decreto rettorale n. 688 del 16 luglio 1997; modificato con delibere del Consiglio di Amministrazione nelle sedute

Dettagli

Guida alle. sovvenzioni paritarie

Guida alle. sovvenzioni paritarie Guida alle sovvenzioni paritarie Non ho parole per descrivere la nostra gratitudine per quanto avete fatto. I nostri figli cresceranno e non dimenticheranno mai quanto fatto dai Rotariani. Stanis Bai,

Dettagli

Comune di Vallarsa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI

Comune di Vallarsa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI Comune di Vallarsa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI AD ENTI ED ASSOCIAZIONI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 34 del 3/8/2005 modificato con delibera del Consiglio

Dettagli

Regolamento dei criteri per la concessione di contributi

Regolamento dei criteri per la concessione di contributi Regolamento dei criteri per la concessione di contributi Determinazione dei criteri e delle modalità per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari e l'attribuzione di vantaggi

Dettagli

PROVINCIA DI MATERA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E DEL PATROCINIO A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI

PROVINCIA DI MATERA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E DEL PATROCINIO A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI PROVINCIA DI MATERA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI E DEL PATROCINIO A SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI Approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 2 del 13 gennaio 2012 1 INDICE Art.

Dettagli

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti ITALIA

Linee guida per la presentazione, l'approvazione e il sostegno dei progetti ITALIA FAIB Fondazione aiutare i bambini Via Ronchi 17, 20134 Milano tel: 02 70 60 35 30 fax: 02 70 60 52 44 info@aiutareibambini.it www.aiutareibambini.it Linee Guida Presentazione MOD 27/B PRO 06.05 bis Rev.

Dettagli

Interventi in materia di Comitati nazionali per le celebrazioni, le ricorrenze o le manifestazioni culturali ed edizioni nazionali.

Interventi in materia di Comitati nazionali per le celebrazioni, le ricorrenze o le manifestazioni culturali ed edizioni nazionali. Circolare 10 febbraio 2016 n. 101 Interventi in materia di Comitati nazionali per le celebrazioni, le ricorrenze o le manifestazioni culturali ed edizioni nazionali. (G.U. 18 febbraio 2016, n. 40) Emanata

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

LINEE GUIDA PER L'UTILIZZO DEI FONDI

LINEE GUIDA PER L'UTILIZZO DEI FONDI Pagina 1 di 7 LINEE GUIDA PER L'UTILIZZO DEI FONDI Le presenti linee guida sono state ideate per aiutare i soci, i club e i distretti Lions (singoli, sub e multipli) a seguire le Norme per l'utilizzo dei

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL

REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL REGOLAMENTO INTERNO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL Il seguente regolamento contiene le norme attuative per la vita sociale dell ASSOCIAZIONE CULTURALE META BRASIL. Esso discende dallo statuto,

Dettagli

Manuale del Tesoriere di Club

Manuale del Tesoriere di Club Manuale del Tesoriere di Club Manuale del Distretto 108L Il Tesoriere di Club L art. 5 sezione 1 dello Statuto Internazionale annovera il Segretario tra i principali Officers delle nostra Associazione.

Dettagli

COMUNE DI CASARSA DELLA DELIZIA. Provincia di Pordenone

COMUNE DI CASARSA DELLA DELIZIA. Provincia di Pordenone Al. B) COMUNE DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone Regolamento comunale per la concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e ausili finanziari per l attribuzione di vantaggi economici di

Dettagli

MANITOWOC. Bollettino Norme di Condotta Aziendale. Relazioni Internazionali Pratiche e Operazioni Corrotte con Persone di Nazionalità Non Americana

MANITOWOC. Bollettino Norme di Condotta Aziendale. Relazioni Internazionali Pratiche e Operazioni Corrotte con Persone di Nazionalità Non Americana MANITOWOC Bollettino Norme di Condotta Aziendale Oggetto: Relazioni Internazionali Pratiche e Operazioni Corrotte con Persone di Nazionalità Non Americana Bollettino Originale 0 Sostituisce il bollettino

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO VI BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER MISSIONI ARCHEOLOGICHE, ANTROPOLOGICHE, ETNOLOGICHE ITALIANE ALL ESTERO - ANNO 2015 - Articolo

Dettagli

Carta dei volontari Carta Europea sui diritti e i doveri

Carta dei volontari Carta Europea sui diritti e i doveri Carta dei volontari Carta Europea sui diritti e i doveri dei volontari YFJ_VolunteeringCharter_IT.indd 1 16/09/12 13:02 Editorial team Editor in Chief Giuseppe Porcaro Copy Editor Thomas Spragg Graphic

Dettagli

Parametri per la valutazione delle richieste

Parametri per la valutazione delle richieste L/X/11 SEGRETERIA GENERALE Circolare n. 1 OGGETTO Contributi ad enti ed associazioni con sede all estero per attività assistenziali a favore delle collettività italiane Roma, 16 gennaio 2003 Parametri

Dettagli

COMMISSIONE CONTRIBUTI PER L IMPIANTISTICA. Oggetto: Contributi Federali per la realizzazione di impiantistica sportiva destinata al Rugby

COMMISSIONE CONTRIBUTI PER L IMPIANTISTICA. Oggetto: Contributi Federali per la realizzazione di impiantistica sportiva destinata al Rugby Federazione Italiana Rugby COMMISSIONE CONTRIBUTI PER L IMPIANTISTICA Oggetto: Contributi Federali per la realizzazione di impiantistica sportiva destinata al Rugby Informativa alle Società La Federazione

Dettagli

Comune di Olgiate Molgora REGOLAMENTO DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED EROGAZIONE CONTRIBUTI E BENIFICI ECONOMICI

Comune di Olgiate Molgora REGOLAMENTO DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED EROGAZIONE CONTRIBUTI E BENIFICI ECONOMICI Comune di Olgiate Molgora REGOLAMENTO DEL REGISTRO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED EROGAZIONE CONTRIBUTI E BENIFICI ECONOMICI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 13/07/2012 INDICE

Dettagli

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Art. 1 oggetto Il presente regolamento disciplina la concessione dei rimborsi e dei contributi alle associazioni di volontariato di protezione civile. Art. 2 riferimenti normativi Legge Regionale 12 giugno

Dettagli

ROTARY INTERNATIONAL REGOLAMENTO VIAGGI E RESOCONTO SPESE LUGLIO 2013

ROTARY INTERNATIONAL REGOLAMENTO VIAGGI E RESOCONTO SPESE LUGLIO 2013 ROTARY INTERNATIONAL REGOLAMENTO VIAGGI E RESOCONTO SPESE LUGLIO 2013 SCOPO Il Rotary International Travel Service (RITS) ha lo scopo di offrire servizi sicuri ed economici a chiunque viaggi a spese del

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO Provincia di Verona

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO Provincia di Verona COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO Provincia di Verona REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DELL ALBO DELLE LIBERE ASSOCIAZIONI E DEGLI ORGANISMI DI PARTECIPAZIONE. INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Istituzione dell

Dettagli

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione)

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione) Oggetto: Domanda di contributo per la realizzazione di iniziative sportive e del tempo libero. (Ogni domanda deve essere presentata per una singola iniziativa o progetto unitario.) L.R. 9 marzo 1988 n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE 1 C O M U N E D I S C I A R A P R O V I N C I A D I P A L E R M O REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE IV SETTORE : CORPO POLIZIA MUNICIPALE ED ATTIVITÀ

Dettagli

11/08/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 64. Regione Lazio. Regolamenti Regionali

11/08/2015 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LAZIO - N. 64. Regione Lazio. Regolamenti Regionali Regione Lazio Regolamenti Regionali Regolamento 7 agosto 2015, n. 9 Misure a favore delle Organizzazioni di Volontariato di protezione civile. LA GIUNTA REGIONALE ha adottato IL PRESIDENTE DELLA REGIONE

Dettagli

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF)

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 Reg. (CE) 1305/2013 Regione Toscana Bando Sottomisura 16.2 Sostegno a progetti pilota e di cooperazione All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) OBIETTIVO

Dettagli