Via Viotti, 12, 123 Parma (Italia) Sesso Maschile Data di nascita 07 giugno Dottore in Scienze Agrarie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Via Viotti, 12, 123 Parma (Italia) 0521032496 filippo.arfini@unipr.it. Sesso Maschile Data di nascita 07 giugno 1960. Dottore in Scienze Agrarie"

Transcript

1 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Arfini Filippo Via Viotti, 12, 123 Parma (Italia) Sesso Maschile Data di nascita 07 giugno 1960 POSIZIONE PER LA QUALE SI CONCORRE ESPERIENZA PROFESSIONALE 01 marzo 2001 alla data attuale Professore associato in Economia e politica agraria e agroalimentare Università degli studi di Parma 01 novembre marzo 2001 Ricercatore Universitario presso la Facoltà di Economia dell'università degli studi di Parma ISTRUZIONE E FORMAZIONE Dottore in Scienze Agrarie Università degli studi di Bologna, Bologna 01 ottobre novembre 1994 Dottore di ricerca in Economia montana e dei sistemi Foresta, Legno e Ambiente Università degli Studi di Trento, Trento (Italia) Nell ambito del Dottorato di Ricerca trascorre otto mesi (settembre 1992-aprile 1993) come visiting international scholar presso l Università della California a Davis (UCD). Consegue il titolo di Dottore di Ricerca nel Novembre 1994 con Tesi di Dottorato su: Il problema della compensazione nell impatto della politica agricola comunitaria nelle aree di montagna. COMPETENZE PERSONALI Lingua madre italiano Altre lingue COMPRENSIONE PARLATO PRODUZIONE SCRITTA Ascolto Lettura Interazione Produzione orale inglese C1 C2 C2 C2 C2 Livelli: A1/A2: Livello base - B1/B2: Livello intermedio - C1/C2: Livello avanzato Quadro Comune Europeo di Riferimento delle Lingue Competenze comunicative Competenze organizzative e Unione europea, Pagina 1 / 9

2 gestionali Competenze professionali Attività didattica: dall'anno 1992 svolge attiva di docenza presso la Facoltà di Economia dell'università degli studi di Parma (oggi Dipartimento di Economia) nelle materie relative agli studi economici agrari tra cuieorie e politiche dello sviluppo modulo politiche per lo sviluppo rurale, Politiche ed economia dell integrazione europea modulo economia e politica agro-alimentare europea della Facoltà di Economia e Economics of Rural development. L attività di ricerca ha seguito tre filoni principali: il primo riguarda lo studio e l applicazione di approcci quantitativi (principalmente basati sull uso della programmazione matematica) finalizzati alla valutazione dei possibili effetti dell evoluzione della Politica Agricola Europea e dell evoluzione degli accordi WTO in tema di agricoltura; il secondo interessa l area dell economia agroalimentare con riferimento allo studio delle caratteristiche e delle problematiche dei prodotti alimentari a qualità specifica riconducibili ai prodotti alimentari riconosciuti come tipici e/o tradizionali; il terzo è relativo all analisi delle tematiche socio-economiche che influenzano e/o condizionano il processo di sviluppo rurale nelle aree ad industrializzazione diffusa e più in generale allo studio degli effetti delle politiche di sviluppo rurale in Italia e in Europa. Nel suo complesso l attività di ricerca è stata svolta mediante la partecipazione a progetti di ricerca sviluppati in ambito locale e/o regionale (a seguito di collaborazioni con gli Assessorati agricoli delle Amministrazione della Provincia di Parma, della Regioni Emilia-Romagna e della Regione Veneto), nazionale (a seguito di collaborazioni con l Istituto Nazionale di Economia Agraria INEA - e Istituto di servizi del mercato agricolo alimentare - ISMEA) ed europeo (attraverso la partecipazione a progetti di ricerca finanziati nell ambito del Quarto, Quinto, Sesto e Settimo Programma Quadro di ricerca europea o attraverso alla partecipazione a gruppi di lavoro internazionale mobilitati per lo svolgimento di studi specifici promossi dalla Commissione Europea, dal Parlamento Europeo o centri studi ad essi riconducibili). I principali risultati delle ricerche sono stati presentati in occasione di convegni e giornate di studio (nazionali e internazionali) o pubblicati su libri o articoli di rivista nazionali o internazionali. 1. Esperienze di lavoro e professionali in ambito di sviluppo locale e di valutazione delle politiche agroalimentari finalizzate alla valorizzazione al sostegno e alla competitività delle filiere agricole e agroindustriali; Dal 1990 svolge attività di ricerca finalizzata alla valutazione degli impatti sullo sviluppo locale delle politiche agricole e di sviluppo rurale sviluppate a livello comunitario, nazionale e regionale. Il filone di studi relativi alla valutazione degli impatti delle politiche agricole sullo sviluppo rurale è stato avviato già dal 1990 con la partecipazione ad un gruppo di lavoro incaricato, dall'istituto Nazionale di Economia Agraria (INEA), di sviluppare una ricerca sui possibili effetti quantitativi e di localizzazione derivanti dall introduzione del Set-aside in Emilia-Romagna. Fa parte dello stesso filone di ricerca un altro incarico ricevuto dall'inea per valutare le "Possibili conseguenze delle proposte Mac Sharry sull'agricoltura dell'emilia-romagna".nello stesso periodo partecipa ad un gruppo di ricerca INEA sulla analisi delle metodologie per la programmazione in agricoltura. L'attività di studio e di ricerca iniziata su metodologie quantitative in grado di effettuare simulazioni di politica agraria utilizzando la informazioni contenute nella RICA (Rete Interaziendale di Contabilità Agraria) superandone alcuni limiti, iniziata con un periodi di studio presso l università di Reading (UK) - in collaborazione con il Prof. Tahir Reheman - e proseguita presso l Università di California (Davis) - in collaborazione con il Prof. Q. Paris-, gli consente di sviluppare e testare una nuova metodologia di programmazione matematica, dapprima indicata come Programmazione Quadratica Positiva (PQP) e evoluta in Programmazione Matematica Positiva (PMP). L uso della PMP è stato successivamente ampliamente utilizzato nell ambito di progetti di ricerca comunitari finalizzati a supportare l attività di policy maker della DG-AGRI. L attività di ricerca nel campo dello studio dei modelli di programmazione matematica, da applicarsi nella valutazione delle scelte di politica agraria, è proseguita nel tempo sviluppando l applicabilità della PMP alle caratteristiche della banca dati RICA attraverso la formulazione di modelli regionali e/o settoriali. Questo passaggio è ottenuto mediante l introduzione di una funzione di frontiera che esprime la tecnologia media delle aziende descritte nel campione e consente di migliorare nettamente la capacità di stima e di simulazione del modello superando alcuni limiti metodologici posti dalla PQP. I risultati metodologici relativi alla descrizione della PMP arricchita da una funzione di costo di frontiera sono stati oggetto di una pubblicazione sulla Rivista di Economia Agraria in collaborazione con il Prof. Q. Paris. Questa fase della ricerca è avvenuta nel 1998 durante lo svolgimento del Progetto di ricerca europeo FAIR Eurotools che si proponeva di studiare la modellistica utilizzabile per effettuare analisi di politica agraria. Il Progetto, coordinato dal Prof. R. Fanfani (Università di Bologna), era composto dalle seguenti unità: Università di Parma, I, (Prof. C. Giacomini), Università di Reading, UK (Prof. T. Reheman), INRA- Grignon, F (Prof. P.A. Jayet), INRA-Nancy, F (Prof. J. P. Boutault), Università di Unione europea, Pagina 2 / 9

3 Madrid, SP (Prof. L. Judez). I risultati del progetto sono stati oggetto di seminari (tra gli altri: 65 mo Seminario dell AEEA: Agricultural Sector Modelling and Policy Information Systems, Boon, 2000) e pubblicazioni su riviste scientifiche. A questo riguardo, viene svolta una prima applicazione dell impatto di Agenda 2000 sulla regione Emilia Romagna.Una sintesi dell applicazione della PMP integrata ad altre metodologie per la stima degli effetti di alcune misure di Politica Agraria, è stata pubblicata nel 2002 sulla rivista Statistical Methods and Applications (in collaborazione con C. Brasili, R. Fanfani, E. Montresor, M. Mazzocchi e Q. Paris). L applicazione della metodologia della Programmazione Matematica Positiva a problemi di Politica agraria legati all evolversi della PAC si è sviluppata sia nell ambito di progetti di studio individuali, che di progetti collettivi, questi ultimi finanziati sia in ambito nazionale che internazionale. Tra i progetti individuali presentati in ambito di convegni e seminari, si ricorda lo studio sulle famiglie agricole multifunzionali pubblicato negli atti del convegno SFER-CIRAD del 2001 La Multifonctionnalité de l'activité agricole ; lo studio sull impatto della riforma dell OCM carne dopo la crisi BSE e lo studio sull impatto di Agenda 2000 sulle aziende da latte italiane e sulle aziende agricole emiliano romagnole. L analisi dell introduzione di Agenda 2000 e delle successive riforme della PAC è proseguita mediante progetti di rilevanza nazionale e di rilevanza internazionale. Il progetto di rilevanza nazionale fa riferimento alla partecipazione al gruppo di ricerca PRIN (M.I.U.R.) "Il nuovo negoziato agricolo nell'ambito dell'organizzazione Mondiale del Commercio ed il processo di riforma delle politiche agricole dell'unione Europea", coordinato dal Prof. G. Anania. La partecipazione al progetto ha portato alla costruzione di un modello di Programmazione Matematica Positiva capace di valutare a livello regionale e nazionale gli effetti delle misure di politica agraria decise dalla PAC partendo dalle informazioni micro-economiche e organizzative nelle due banche dati: RICA e AGEAseminativi. I risultati della ricerca sono stati presentati in diversi convegni e seminari nazionali e internazionali e sono stati oggetto di una pubblicazione in un volume a cura di G. Anania dedicato alla divulgazione dei risultati del progetto. Una presentazione dei risultati ottenuti, sia da un punto di vista di analisi dell impatto che da un punto di vista metodologico, è effettuata rispettivamente dalla rivista Nuovo Diritto Agrario e dalla rivista dell associazione di economia agraria francese (SFER) Economie Rurale. I progetti finanziati dall Unione europea per la valutazione dell impatto delle riforme agricole utilizzando la PMP e che in cui ha svolto il ruolo di coordinatore o di responsabile sono stati numerosi. Un primo progetto, denominato Capset, mirava ad effettuare una analisi ex-post sull introduzione del set-aside in Italia. I risultati di questo progetto di durata annuale sono stati presentati nell ambito dell 89 mo Seminario EAAE Modelling Agricultural Policies: State of the Art and New Challanges e pubblicato nei relativi atti del Convegno in un capitolo dedicato in collaborazione con M. Donati, Q. Paris, M. Zuppiroli.. Un secondo progetto di ricerca, denominato Genedec, ha per obiettivo la stima dell impatto del disaccoppiamento dei pagamenti agricoli in Europa e su alcune filiere agroalimentari di qualità. La ricerca, relativamente ai casi di studio italiani, è pubblicata a cura dell INEA in un volume ed è stata presentata in due seminari internazionali: 93 mo seminario EAAE (Praga, 2006) e XXII nd Congress of the European Society for Rural Sociology (Wageningen, 2007). Un terzo progetto di ricerca, UE Tabacco, fa riferimento ad un contratto stipulato tra la Commissione Europea (DG Agri) e il Dipartimento di Economia dell Università di Parma per effettuare una analisi dettagliata sull impatto dell introduzione del disaccoppiamento per il settore del tabacco in Italia. I risultati del progetto sono stati presentati al Congresso EAAE tenutosi a Copenaghen nel 2005 e pubblicati in un volume collettaneo curato da F. Ferretti e pubblicato da Franco Angeli. Un quarto progetto di ricerca (UE-Choesion) fa riferimento ad un contratto stipulato tra la Commissione Europea (DG Agri) e il Dipartimento di Economia dell Università di Parma per effettuare un analisi degli effetti del disaccoppiamento sulla coesione delle Regioni (NUTS2) europee. I risultati della ricerca dopo essere stati approvati dalla DG-AGRI sono stati pubblicati come Working Paper del Dipartimento di Economia, mentre una sintesi è stata presentata nel giugno 2006 al Seminario AIEA2 su "Competitiveness in Agriculture and the Food Industry: US and EU Perspectives". L applicazione delle metodologie utilizzate nei progetti europei sopra indicati ha consentito di effettuare una prima valutazione dell introduzione di un pagamento unico erogato secondo il principio della regionalizzazione. I risultati di questa ricerca sono contenuti negli atti del XLI Convegno di studi SIDEA Diritto all Alimentazione, Agricoltura e Sviluppo (Roma 2004). Per stimolare il dibattito sulle metodologie utilizzate per l analisi delle politiche agricole in Europa e confrontare metodologie e risultati tra ricercatori, il sottoscritto ha organizzato a Parma presso la Facoltà di Economia, nel febbraio 2005, l 89 mo EAAE Seminar sul tema Modelling Agricultural Policies: State of the Art and New Challenges. Il convegno, grazie alla partecipazione ad una bando sulla disseminazione e il trasferimento scientifico, è stato finanziato interamente dalla DG-Ricerca. Al Convegno hanno partecipato oltre 200 ricercatori di tutto il mondo; i relativi atti rappresentano una Unione europea, Pagina 3 / 9

4 fotografia aggiornata delle principali metodologie attualmente utilizzate in Europa e offrono uno spaccato delle principali analisi effettuate per valutare l impatto delle politiche nelle diverse dimensioni. A seguito della buona riuscita del Seminario viene invitato a fare parte del Comitato Scientifico del 107 mo Seminario dell EAAE Modelling Agricultural and Rural Development Policies, tenutosi a Siviglia nel febbraio Nel 2007 partecipa ad un gruppo di ricerca promosso dall INEA e coordinato da G. Petriccione, finalizzato alla valutazione dell impatto del disaccoppiamento sulla filiera del pomodoro da industria in Italia. I risultati della ricerca sono stati pubblicati in un Working Paper dell INEA Possibili impatti della nuova OCM ortofrutta sulla filiera del pomodoro da industria in Italia e sono stati presentati al 107 mo Seminario dell EAAE di Siviglia. Allo stesso Seminario EAAE presenta i risultati di un gruppo di lavoro coordinato dal sottoscritto e composto da M. Donati, Q. Paris e L. Grossi finalizzato allo sviluppo di un modello integrato che, utilizzando le informazioni positive contenute nella banche dati RICA, sia in grado di stimare anche la funzione di domanda al variare delle politiche agricole e di rappresentarne l impatto sulle aziende agricole che costituiscono il campione esaminato, mediante un analisi fattoriale. Sempre nel 2007, per le competenze acquisite nell ambito dell uso della banca dati RICA, partecipa ad un gruppo di lavoro coordinato dall ISMEA finalizzato ad analizzare possibili forme operative nell individuazione e nella gestione dello stato di crisi di mercato ai sensi della pubblicazione della Comunicazione della Commissione al Consiglio sulla gestione dei rischi e delle crisi nel settore agricolo (Com(2005)74). I risultati di questa ricerca sono stati oggetto di una pubblicazione a cura dell ISMEA. Nel periodo 2006/2008 l attività di ricerca sulla valutazione delle politiche agricole sta proseguendo nell ambito di due progetti di ricerca nazionali ed europei. A livello nazionale partecipa ad un gruppo di lavoro INEA costituito nell ambito di un progetto di un progetto di ricerca nazionale finalizzato a analizzare l impatto di strumenti per promuovere l agricoltura biologica in Italia. Il progetto, indicato come multidisciplinare Sabio, è coordinato da C. Abitabile e F. Carillo, ha utilizzato le informazioni presenti nella banca dati RICA-Italia e la metodologia della PMP. I risultati della ricerca sono stati oggetto di una pubblicazione specifica a cura dell INEA (collana Wprking Papers INEA-SABIO), sono stati presentati al Congresso dell EAAA a Zurigo (nel 2011) e nel 2012 sono oggetto di una pubblicazione sulla rivista Journal of Sustainable Agriculture. In ambito europeo il primo progetto, denominato Carera, iniziato nel 2006, mira a valutare gli aspetti occupazionali della riforma Fischler e, nello specifico, contribuisce a sviluppare il modello di PMP da un punto di vista metodologico e ad effettuare una stima degli effetti del disaccoppiamento, con particolare riguardo agli effetti sull occupazione, su cinque Regioni europee. In questo caso, i risultati della ricerca sono stati presentati nell ambito del workshop sul tema Disaggregated Impacts of CAP Reforms organizzato dell OCSE nel Il secondo progetto di ricerca europeo, denominato Facepa, avviatosi nel marzo 2008 e concluso nel 2011, si propone di sviluppare e validare alcune metodologie idonee alla stima dei costi di produzione delle produzioni agricole per le aziende che entrano a fare parte della Banca Dati RICA. Nell ambito di questo secondo progetto, in collaborazione con M. Donati viene ulteriormente sviluppata la metodologia della PMP rendendola capace di stimare costi variabili di produzione per processo utilizzando i dati contabili registrati nella banca dati RICA Europea. La metodologia descritta è stata successivamente utilizzata nell ambito del contratto di ricerca stipulato tra il JRC-IPTS e ISAGRI Deriving from FADN data quantitative information on mountain agricultural products supply chains in the EU finalizzato a stimare i costi di produzione dei processi vegetali e zootecnici di 6 regioni montagnose europee. A seguito dell attività di ricerca svolta sulla stima del comportamento degli imprenditori agricoli e dell impatto delle politiche agricole europee sulle dinamiche delle aree rurali, sulle filiere agroalimentari e sul reddito delle imprese agricole, viene invitato alla Commissione Europa a partecipare in qualità di esperto al workshop organizzato dalla DG-AGRI in collaborazione con il JRC-IPTS Developments and Prospects of Farm Level Modelling for post 2013 CAP impact analysis" (Bruxelles 6-7 Giugno 2012). Obiettivo del workshop è sviluppare un modello di simulazione delle politiche agricole su scala europea capace si rappresentare dal basso l impatto sulle aziende agricole. Fanno parte del filone di ricerca relativo allo studio dei fattori economici che influenzano la gestione dei prodotti alimentari a qualità specifica (DOP, IGP, Bio, etc.) e alla valorizzazione delle filiere di qualità alcuni lavori inerenti il Parmigiano Reggiano, e altri, più generali, sulla tematica delle produzioni tipiche. In particolare, nel 1992 assieme a C. Mora analizza la filiera del latte in Italia e specificatamente il ruolo della cooperazione nella valorizzazione dei formaggi italiani. Nel 1997 pubblica un analisi della filiera del Parmigiano-Reggiano sull Annuario del Latte, edizione 1997 e una relazione presentata al convegno IAMA Building trust in the agrifood system, tenutosi a Firenze nel 1999 e successivamente pubblicata presso la Rivista Trade Marketing. Il tema della qualità del Parmigiano Reggiano è stato analizzato con una specifica ricerca i cui risultati Unione europea, Pagina 4 / 9

5 sono stati presentati in forma sintetica al XXXII Convegno di Studi della SIDEA e in modo più ampio in una pubblicazione successiva dal titolo Il problema della valutazione economica delle materie prime nei prodotti tipici: il caso del Parmigiano Reggiano apparsa sulla Rivista di Politica Agraria Rassegna dell Agricoltura Italiana. Una parte di questo lavoro è stata successivamente presentata nel 1997 in un paper scritto in collaborazione con F. Rosa, in occasione del 49 mo Seminario EAAE: Quality Management and Process Improvement for Competitive Advantage in Agriculture and Food Successivamente, nel 2001, assieme a C. M. Mancini sviluppa una proposta innovativa di gestione del mercato del Parmigiano Reggiano tesa a creare un vero e proprio mercato telematico del Parmigiano Reggiano utilizzabile sia dai produttori che dai commercianti. Il lavoro è stato presentato nell ambito del 75 mo Seminario EAAE di Boon E-Commerce and Electronic Markets in Agribusiness and Supply Chains Al fine di migliorare le conoscenze nel campo delle strategie dei prodotti tipici, assieme a C. Mora, organizza a Parma presso l Istituto di Economia Agraria e Forestale della Facoltà di Economia, il 53 mo Seminario della EAAE EU Typical and Traditional Productions: Rural Effects and Agro-industrial Problems, i cui atti sono stampati a cura dell Università degli Studi di Parma. Nell ambito del Seminario, presenta la relazione introduttiva, in collaborazione con C. Mora, dal titolo Typical Products and Local Development: the Case of Parma Area.. In seguito ai rapporti instauratisi con alcuni ricercatori presenti al Seminario, contribuisce a organizzare a Le Mans (F), presso l INRA-UREQUA il 67 mo Seminario EAAE The Socio Economics of Origin Labelled Products in Agro Food Supply Chains: Spatial, Institutional and Co-ordination Aspect, dove presenta il lavoro The Value of Typical Products: the Case of Prosciutto di Parma and Parmigiano Reggiano. Anche il filone di ricerca che riguarda lo studio dei problemi relativi alla gestione dei prodotti a qualità specifica si è sviluppato mediante la partecipazione a progetti di ricerca finanziati dalla Commissione Europea nell ambito del Quinto e del Sesto Programma Quadro della Ricerca Europea. Più precisamente, la partecipazione al progetto di ricerca europeo denominato Dolphins (Development of origin labelled producted humanity, innovation and sustainability), finanziato nell ambito del Quinto Programma Quadro, ha permesso di aumentare il livello di conoscenza sulle problematiche relative alla gestione dei prodotti tipici, o dei prodotti di origine locale provvisti di marchi, definiti Original Labelled Products (OLP). La partecipazione a questo progetto ha portato alla scrittura di un articolo, in collaborazione con A. Tregear, A. Marescotti e G. Belletti, pubblicato sul Journal of Rural Studies e un articolo pubblicato dalla rivista scientifica specializzata nei temi della nutrizione e del metabolismo Progress in Nutrition e ripreso dalla rivista Estudios Agrosociales y Pesqueros del Ministero dell agricoltura spagnolo. Una sintesi dei risultati del progetto Dolphins relativi ai rapporti tra prodotti tipici e strutture di governance e uso di segni distintivi di qualità sono stati pubblicati sulla rivista Agriregionieuropa. Lo studio delle problematiche relative ai prodotti tipici, è proseguito sempre in ambito di progetti finanziati dall Unione Europea e, in particolare, nell ambito del progetto UE Siner-Gi sulla valutazione dell impatto del sistema delle Indicazioni Geografiche (così come vengono definite dall art.22 del trattato TRIPS del WTO) sui prodotti tipici in Paesi in Via di Sviluppo. Nell ambito del Progetto ha organizzato a Parma (Giugno 2005) il convegno di avvio del progetto The Role of GIs in the WTO Framework: the Siner-Gi perpspective e ha coordinato un gruppo di ricerca finalizzato ad analizzare le implicazioni dell adozione del sistema di tutela delle GI da parte del Queso Chontaleno in Nicaragua e ha presentato i risultati in due seminari internazionali organizzati dal Progetto Siner-Gi: il primo a Budapest e il secondo a Santiago del Chile. I risultati della ricerca sono oggetto di una pubblicazione congiunta Siner-Gi-FAO nella forma di una Guida per lo sviluppo delle produzioni alimentari tipiche nei Paesi in Via di Sviluppo. La Guida Linking People Place and Products è disponibile in inglese e in francese presso il sito della FAO Sempre in ambito delle analisi sul tema dei prodotti tipici, nel Giugno 2006 viene richiesta da parte del JRC di Siviglia una collaborazione per l analisi della filiera del Parmigiano Reggiano nell ambito del progetto di ricerca europeo Food Quality Schemes. I risultati della ricerca, svolta congiuntamente con. C. Giacomini dell Università di Parma e P. Sckokai, D. Moro e S. Boccaletti dell Università Cattolica di Piacenza, sono stati pubblicati sul sito della Commissione Europea (http://foodqualityschemes.jrc.es/en/documents/casestudies_8-parmigianoreggiano.pdf) e presentati a Bruxelles nel corso del Convegno Food Quality Schemes, nel Febbraio 2006, alla presenza del Commissario Marianne Fischler Bohel. Lo studio delle tematiche relative ai prodotti di qualità si è rivolto anche ai problemi della certificazione delle produzioni alimentari e alla analisi dell impatto sulla strategia adottata dalla distribuzione moderna nei confronti dei prodotti di origine animali rispettosi del benessere degli animali. Questo ultimo tema è stato analizzato anche mediante la partecipazione al progetto di ricerca UE Welfare Quality nel quale il sottoscritto è responsabile del modulo relativo alla commercializzazione dei prodotti Animal Welfare e alle implicazioni per la filiera agroalimentare. Le tematiche sopra descritte Unione europea, Pagina 5 / 9

6 sono state presentate nell ambito di convegni e seminari promossi dall Associazione Europea degli Economisti Agrari nonché in working paper del progetto Welfare Quality e in riviste specializzate a maggior contenuto divulgativo. Più precisamente, il tema della certificazione è stato presentato al 82 mo Seminario EAAE Quality assurance, risk management and environmental control in agricolture and food supply networks nel 2004, il tema dei rapporti tra benessere animale e GDO è stato presentato nel 2006 al 99 mo Seminario EAAE, mentre una sintesi delle problematiche poste dall atteggiamento della moderna distribuzione rispetto ai prodotti Animal Welfare è stata pubblicata sulla rivista Agricoltura della Regione Emilia Romagna. Per le competenze acquisite nel settore dei prodotti a qualità specifica (anche di origine animale) affronta nel 2007 il tema della qualità come elemento di innovazione e quindi il tema dei rapporti tra innovazione pubblica e innovazione privata. I risultati di questo lavoro sviluppato con M.C. Mancini e S. Cernicchiaro, sono stati presentati nel 2007 al 1 mo forum dell EAAE su Innovation and System Dynamics in Food Networks, mentre nel 2008 viene chiamato a svolgere il ruolo di editor per un numero della rivista Agriregionieuropa dedicata ai problemi della zootecnia italiana. 2.Esperienza organizzativa e partecipazione a Progetti di Ricerca con finanziamenti competitivi nazionali e dell Unione Europea Svolge attività di ricerca in ambito comunitario vincendo, assieme ad altre Università e Centri di ricerca Europei, bandi promossi della Commissione Europea DG Ricerca, DG-AGRI e DG-SANCO. - The CAP Reform, Set-Aside and the Arable Crops Sector in Italy: an Integrated Evaluation Approach (CAPSET), Nell ambito del Progetto ha svolto il ruolo di coordinatore scientifico e amministrativo del progetto coordinando il lavoro dell Unità di Parma, l Università di Bologna e gli esperti internazionali - Mapstart Modelling Agricultural Policies: State of the Art and New Challenges durata: 2004/2005 Obiettivo del progetto era di svolgere, per conto della Commissione Europea (DG-AGRI), una attività di ricognizione delle principali metodologie di tipo quantitativo che sono attualmente utilizzate ai fini di simulare l impatto delle politiche agricole e di sviluppo rurale sul mercato dei prodotti agroalimentari e sulle aziende agricole nella loro componente economica, strutturale e ambientale. Il lavoro di ricognizione e di confronto metodologico ha previsto il coinvolgimento della comunità scientifica europea ed internazionale la quale si è interrogata e ha discusso su come approcci di indagine di tipo di tipo quantitativo possano supportare i policy maker nel prendere decisioni che riguardano l evolversi delle politiche agricole europee. I risultati di questo lavoro di ricognizione e confronto si è concluso con un convegno internazionale, tenutosi a Parma nel Febbraio 2005, che ha visto la partecipazione di oltre 180 partecipanti tra studiosi e policy maker. I risultati della ricerca sono stati presentati alla Commissione Europea (DG-AGRI) in presenza di funzionari della Commissione, del Parlamento Europeo e del Presidente dell Associazione Europea degli Economisti Agrari (EAAE). Il materiale scaturito dalla sistematizzazione delle conoscenze in ambito economico agrario relativamente allo sviluppo di una modellistica adeguata a supportare i bisogni dei policy maker europei è stato successivamente organizzato nel volume Modelling agricultural policies: state of the art and new challenges e diffuso ai ricercatori europei. Nell ambito del progetto ha svolto il ruolo di coordinatore scientifico e amministrativo curando l attività di coordinamento tra diversi istituti di ricerca (universitari e governativi) europei per la predisposizione del materiale scientifico per la Commissione. Altri progetti nel quale ha svolto una attività di coordinamento dell Unità Locale sono: - Azione Concertata Dolphins ( )Development of Origin Labelled Products: Humanity, Innovation and Sustainability (Contract QLK ). durata: (Marzo 2000 / Ottobre 2003) Il progetto verte sull analisi dei problemi socio-economici delle produzioni DOP/IGP e sulle caratteristiche dei prodotti tipici a livello UE, con particolare riferimento alla negoziazione WTO. In questa ricerca è stato parte dello Steering Committee e responsabile del Working Packaging 5: OLP Characteristics, Evolution Problems and Opportunities in collaborazione con A. Tregear, M. Ness (University of Newcastle, UK), K Corcoran (University of Edimburgh, UK), A. Marescotti (Università di Firenze, Italia) e E. Bertoli (Università di Parma, Italia). -Specific targeted research: Genedec A quantitative and qualitative assessment of the socio-economic and environmental impacts of decoupling of direct payments on agricultural production, markets and land use in the EU. Unione europea, Pagina 6 / 9

7 durata: (Marzo 2004 / Aprile 2007) Nell ambito del progetto, ha il compito di responsabile scientifico e amministrativo dell Unità Operativa di Parma con l incarico di sviluppare metodologie in grado di comprendere l impatto del disaccoppiamento non solo da un punto di vista quantitativo ma anche qualitativo con analisi di tipo socio-economico sulle Unità azienda-famiglia e sulle filiere che caratterizzano l agricoltura europea. Nel Progetto ricopre il ruolo di membro dello Steering Committee e responsabile del Working Packaging 4 Quantitative Assessment of Socio-economic Impacts of Decoupling Across Europe. Nella fattispecie, ha coordinato il gruppo di ricerca di Parma composto da ricercatori del Dipartimento di Economia di Parma, del Dipartimento di Scienze Economiche di Firenze e dell INEA. Inoltre, nell ambito delle attività previste dal WP 4 ha coordinato il lavoro dei ricercatori afferenti all INRA, al Fal, all Università di Reading, al Teagasc e all Università di Madrid. Il lavoro è stato concluso nel mese di febbraio 2007 mediante la produzione del Deliverable D6 Quantitative assessment of socio-economic impacts of the Commission proposal of decoupling, la cui responsabilità scientifica è interamente di Filippo Arfini, e un estratto del Deliverable è pubblicato dall INEA. - Welfare Quality Integration of animal welfare in the food quality chain: from public concern to improved welfare and transparent quality durata: 2004/2007 Welfare quality è un progetto sull'integrazione del benessere animale nelle filiere agro-alimentari ed è nato dall'interesse pubblico di incrementare il benessere animale, la trasparenza e la qualità delle catene alimentari. Il benessere animale è un tema di notevole interesse tra i consumatori europei. Oggi, la qualità del cibo non è determinata esclusivamente dalla salubrità e dalla sicurezza del prodotto finito, ma anche dalla percezione dello stato di benessere dell'animale dal quale viene prodotto il cibo. L'obiettivo del progetto è quello di conciliare le preoccupazioni dei consumatori con le esigenze del mercato, sviluppare un sistema di monitoraggio per i produttori affidabili, investigare ed implementare le metodologie migliori in grado di aumentare il benessere animale a livello aziendale. Le Università e gli Istituti di Ricerca coinvolti in questo Progetto di Ricerca Integrato sono 39, appartenenti a 13 Paesi europei, ed includono i maggiori esperti del settore. Nell ambito del progetto, il sottoscritto ha il ruolo di responsabile scientifico e coordinatore dell UO di Parma con l obiettivo di verificare e analizzare presso la GDO la presenza di prodotti che richiamano esplicitamente il benessere degli animali e di comprendere le strategie che la GDO sviluppa rispetto a questa categoria di beni. Nel complesso sono state analizzate in profondità sette filiere studiandone le specificità, le strategie, i punti di forza e di debolezza. -Siner-Gi Strengthening International Research on Geographical Indications: from research foundation to consistent policy durata: 2005/2008 Siner-Gi è un progetto di ricerca finanziato dall'unione Europea, avviato nel 2005, volto a fornire un quadro dei differenti livelli e tipi di protezione giuridica accordati alle indicazioni geografiche (IG) nei differenti Paesi (con riferimento particolare ai Paesi in via di sviluppo) e per differenti prodotti. Inoltre, il progetto si propone di identificare le conseguenze probabili (in termini di concorrenza, commercio, crescita economica, distribuzione del reddito sviluppo rurale, ambiente) della protezione delle IG a livello mondiale. Queste ultime, infatti, rappresentano un elemento fondamentale del modello di agricoltura europea. Esse costituiscono un importante strumento per la tutela degli interessi dei consumatori, per la conservazione del patrimonio culturale di un dato territorio, per lo sviluppo delle aree rurali, così come una leva fondamentale per la promozione delle piccole e medie imprese. Nell ambito del progetto, l Unità di Parma, coordinata dal sottoscritto, ha coordinato un gruppo di lavoro per l analisi del caso di studio del Queso chontaleno e ha partecipato alla stesura del deliverable D8: Case studies reports. Infine, il sottoscritto ha assunto la responsabilità di coordinamento di un rapporto congiunto con la FAO. Nell ambito del progetto riveste il ruolo di membro permanente dello steering committee. -Carera The Impact of CAP Reform on the Employment Levels in Rural Areas durata: marzo 2006 / febbraio 2008 Unione europea, Pagina 7 / 9

8 L obiettivo del progetto è fornire una valutazione quantitativa degli effetti strutturali sull occupazione generati dalla recente riforma della PAC nelle aree rurali europee. Inoltre, il progetto si propone di analizzare gli effetti sull'occupazione prodotti dai piani di sviluppo rurali già esistenti e attivi nelle varie regioni europee. Gli obiettivi scientifici dei differenti ambiti di attività del progetto contengono importanti aspetti teorici ed empirici, tra i quali: la comprensione delle principali forze che guidano la generazione dell'impiego e della crescita economica nelle aree rurali; una rivisitazione approfondita delle misure di sviluppo rurale dell'ue e un'analisi della loro efficienza in termini di impiego indotta dalla recente riforma della PAC; una quantificazione empirica dell'impiego e degli effetti sul reddito delle politiche di sviluppo rurali esistenti; una valutazione dell'impatto della riforma della PAC sulla competitività delle aziende agricole; una valutazione quantitativa della percezione ed intenzione degli stakeholders agricoli rispetto al sostegno dell'occupazione nelle zone rurali europee. Nell ambito del progetto il sottoscritto ha la responsabilità di coordinare l Unità di Parma il cui compito è di effettuare una analisi sugli effetti del disaccoppiamento su cinque regioni europee Nell ambito del progetto riveste il ruolo di membro permanente dello steering committee. - FACEPA Farm Accountancy Cost Estimation And Policy Analysis of European Agriculture Durata Nel progetto svolge il ruolo di membro esperto all interno dell Unità Operativa INEA e di coordinamento del lavoro dell Unità Operativa dell Università di Parma Il progetto FACEPA si propone di sviluppare metodologie utili a analizzare I costi di produzione nell Unione Europea usando i dati RICA. Il progetto fornirà informazioni, esperti e modelli economici sui costi di produzione per differenti prodotti produzioni agricole. Compito dell Unità di Parma è lo sviluppo di modelli finalizzati alla stima dei costi di produzione e all analisi dell efficienza aziendale. Nell ambito del progetto coordina il lavoro dell Unità di Parma. Partecipazione a Progetti di Ricerca Finanziati dalla DG-AGRI mediante tender Progetto Valutazione OCM Tabacco Nel Novembre 2003 riceve l incarico dalla Commissione Europea (DG-AGRI) di valutare l impatto della Riforma dell OCM Tabacco in Italia e, in particolare, gli effetti legati al passaggio degli aiuti al tabacco da interamente accoppiati a un sistema disaccoppiato. L attività di ricerca è stata condotta coordinando un gruppo di lavoro interno alla Sezione di Economia Agroalimentare e si è conclusa nel giugno del I risultati della ricerca sono stati oggetto di un Poster presentato al Congresso dell EAAE nel 2004 (Coopenaghen) e sono stati pubblicati da Franco Angeli nel 2006 nel volume Leaves and cigarettes: modelling the tabacco industry. Progetto contratto Coesione Nel 2005 partecipa e vince un tender promosso dalla Commissione Europea (DG-AGRI) finalizzato ad analizzare l impatto della Riforma della Politica Agricola Comunitaria, e specificatamente l introduzione del pagamento unico, sullo stato di Coesione delle Regioni Europee. Il progetto ha visto il coinvolgimento di 5 Università Italiane (Parma, Bologna, Pavia, Verona, Sassari). Il ruolo svolto nell ambito del progetto dal sottoscritto è stato sia quello di stesura del progetto che di coordinatore delle 5 unità operative nelle attività di ricerca, inclusa l attività specifica previste per l Unità di Parma. Il lavoro è stato concluso nel Novembre 2005 ed è stato presentato e discusso alla Unione europea, Pagina 8 / 9

9 Commissione Europea nel marzo Tutta la ricerca è attualmente disponibile come Working Paper del Dipartimento di Economia. Progetto Contratto Food Quality Scheme Nel Giugno 2006 viene richiesta da parte del JRC di Siviglia una collaborazione per l analisi della filiera del Parmigiano Reggiano nell ambito del progetto di ricerca europeo Food Quality Schemes. Il lavoro viene svolto mediante un gruppo di ricerca composto da ricercatori dell Università di Piacenza (Proff. P. Sckokai, D. Moro e S. Bocaletti) e di Parma (Prof. C. Giacomini). Progetto Contratto Evaluation of the CAP Policy on Protected Designations of Origin (PDO) and Protected Geographical Indications (PGI). Nel settembre 2007 partecipa al bando promosso dalla DG-Agri e coordinato dalla London Economics per effettuare una ricerca sulle DOP e IGP italiane. Risultato vincitore, la London Economics assegna alla Unità Operativa di Parma il compito di effettuare analisi specifiche mediante interviste su alcune filiere significative delle DOP italiane e suoi competitors. Nell ambito della ricerca in oggetto ricopre il ruolo di responsabile scientifico, coordinando il gruppo di ricercatori dell Unità di Parma e provvedendo alla stesura dei rapporti. Competenze informatiche Ottima conoscenza dei pacchetti, Office, GAMS, SPSS, Unione europea, Pagina 9 / 9

La filiera della noce e del nocciolo biologico in Italia. AO: Ricerche congiunturali e macroeconomiche. AO: Studi e ricerche di politica agraria

La filiera della noce e del nocciolo biologico in Italia. AO: Ricerche congiunturali e macroeconomiche. AO: Studi e ricerche di politica agraria INDICE DELLE ATTIVITA PER AMBITO OMOGENEO (AO) AO: Studi sull impresa Osservatorio sulla responsabilità sociale delle imprese agroalimentari Farm Accountancy cost estimation and Policy analysis La filiera

Dettagli

Carlo Sacchetto. Nato a Roma il 7 febbraio 1960 Sposato con 4 figli Dirigente dal 1999

Carlo Sacchetto. Nato a Roma il 7 febbraio 1960 Sposato con 4 figli Dirigente dal 1999 Carlo Sacchetto Nato a Roma il 7 febbraio 1960 Sposato con 4 figli Dirigente dal 1999 Sintesi Formazione: liceo classico, laureato con lode in scienze agrarie, specializzato in genetica vegetale, Master

Dettagli

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano La politica

Dettagli

La nuova RICA Italia

La nuova RICA Italia Gestione Aziendale delle Imprese Agricole La presentazione del nuovo software INEA per la gestione economica dell azienda agricola Milano, 11 Settembre 2008 La nuova RICA Italia Alfonso Scardera Istituto

Dettagli

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014 Tavola rotonda 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca Roma 10 luglio 2014 Dr. Francesco Bongiovanni Cosa intendiamo con il termine governance? L insieme di azioni che consentono la realizzazione

Dettagli

Recapito Residenza: 00053 Civitavecchia Via M. Buonarroti 112. Recapito telefonico: 329 2106181 Indirizzo e-mail: giorgio.venanzi@alice.

Recapito Residenza: 00053 Civitavecchia Via M. Buonarroti 112. Recapito telefonico: 329 2106181 Indirizzo e-mail: giorgio.venanzi@alice. Curriculum Vitae 03/09/13 Informazioni personali Nome / Cognome GIORGIO VENANZI Data di nascita 23/04/1963 Attuale posizione lavorativa Esperienze professionali precedenti Recapito Residenza: 00053 Civitavecchia

Dettagli

Riferimenti bibliografici

Riferimenti bibliografici Riferimenti bibliografici AA.VV. (2004): Vademecum rintracciabilità agroalimentare, Veneto Agricoltura, Padova. AA.VV. (2005): Mercato Italia Rapporto sullo stato delle imprese, Supplemento al n. 4 di

Dettagli

SAFE - SCUOLA DI SCIENZE AGRARIE, FORESTALI, ALIMENTARI ED AMBIENTALI

SAFE - SCUOLA DI SCIENZE AGRARIE, FORESTALI, ALIMENTARI ED AMBIENTALI Programma di insegnamento per l Anno Accademico 2013/2014 Programma dell insegnamento di: Economia della qualità e marketing agroalimentare Course title: Economics of Quality and Marketing in the AgroFood

Dettagli

DATI PERSONALI. Presidente della Commissione Paritetica docenti-studenti. Dip.to di Economia, Gestione, Società ed Istituzioni

DATI PERSONALI. Presidente della Commissione Paritetica docenti-studenti. Dip.to di Economia, Gestione, Società ed Istituzioni DATI PERSONALI Informazioni personali Cognome Forleo Nome Maria Bonaventura Nazionalità Italiana Nascita Brindisi, 12-05-1967 Indirizzo per la corrispondenza Università degli Studi del Molise - Dip.to

Dettagli

(D.M. 270/2004) Classe: L-25 Scienze e tecnologie agrarie e forestali

(D.M. 270/2004) Classe: L-25 Scienze e tecnologie agrarie e forestali Agraria Laurea in Scienze agrarie 9 Corso di laurea in Scienze agrarie DURATA NORMALE 3 anni CREDITI 180 SEDE Udine ACCESSO Libero (D.M. 270/2004) Classe: L-25 Scienze e tecnologie agrarie e forestali

Dettagli

Curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI SILVIA ARRIGHETTI VIA A. BERTAZZONI 100, 85100 POTENZA O971668080 ESPERIENZA LAVORATIVA

Curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI SILVIA ARRIGHETTI VIA A. BERTAZZONI 100, 85100 POTENZA O971668080 ESPERIENZA LAVORATIVA Curriculum vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono SILVIA ARRIGHETTI VIA A. BERTAZZONI 100, 85100 POTENZA O971668080 Fax 0971 668820 E-mail silviarrigh@gmail.com silvia.arrighetti@regione.basilicata.it

Dettagli

Dall INEA Istituto Nazionale di Economia Agraria. al CREA Consiglio per la ricerca e l economia in agricoltura

Dall INEA Istituto Nazionale di Economia Agraria. al CREA Consiglio per la ricerca e l economia in agricoltura Dall INEA Istituto Nazionale di Economia Agraria al CREA Consiglio per la ricerca e l economia in agricoltura Economia, società, policy making Le tappe principali L istituto Nazionale di Economia Agraria

Dettagli

1992 Diploma di Laurea in Scienze Politiche, conseguito con lode presso l Università degli Studi di Siena.

1992 Diploma di Laurea in Scienze Politiche, conseguito con lode presso l Università degli Studi di Siena. CURRICULUM VITAE Luca PEROZZI luogo di nascita: Siena data di nascita: 4 febbraio 1966 e.mail: segreteria.generale@av.camcom.it Tel.: 0825694303 Fax: 0825694312 POSIZIONE ATTUALMENTE OCCUPATA Dall ottobre

Dettagli

Massimo Matthias Professore a contratto - Università degli Studi di Siena Consulente Aziendale

Massimo Matthias Professore a contratto - Università degli Studi di Siena Consulente Aziendale Massimo Matthias Professore a contratto - Università degli Studi di Siena Consulente Aziendale CURRICULUM VITAE FORMAZIONE Laurea in Economia e Commercio conseguita presso l Università degli Studi La Sapienza

Dettagli

Curriculum vitae sintetico Prof. Fabio Donato

Curriculum vitae sintetico Prof. Fabio Donato Curriculum vitae sintetico Prof. Fabio Donato Ordinario di Economia Aziendale Dipartimento di Economia e Management Università di Ferrara Percorso Universitario Dal 1 Novembre 2012, Vice Direttore del

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome/Nome MAURIZIO CECI E-mail maurizio@ceci.it Nazionalità Italiana Data e luogo di nascita MEDESANO, 3

Dettagli

Economia dell azienda agraria e dei sistemi agroindustriali

Economia dell azienda agraria e dei sistemi agroindustriali Facoltà di Economia Università di Firenze Economia dell azienda agraria e dei sistemi agroindustriali Anno accademico 2012/2013 2 semestre GIOVANNI BELLETTI Dipartimento di Scienze dell economia e dell

Dettagli

Livio Barnabò - curriculum Vitae

Livio Barnabò - curriculum Vitae Livio Barnabò - curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Luogo e Data di nascita Auronzo di Cadore (BL), 3 febbraio 1952 ESPERIENZA PROFESSIONALE Date DA OTTOBRE 2009 Attività Libero professionista Consulenza

Dettagli

Date 1 gennaio 2013 31 dicembre 2013 Nome e indirizzo del INEA (Istituto Nazionale Economia Agraria)

Date 1 gennaio 2013 31 dicembre 2013 Nome e indirizzo del INEA (Istituto Nazionale Economia Agraria) CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome Annalisa Fiorenza Indirizzo residenza Via Provinciale n. 180, 88065, Guardavalle (Cz) Telefono +39 349/4304732 E-mail annalisafiorenza79@gmailcom;

Dettagli

Prof. Andrea Marchini. Curriculum Vitae

Prof. Andrea Marchini. Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-Mail Nazionalità Data di nascita Luogo di nascita Codice Fiscale Prof. Andrea Marchini Curriculum Vitae ANDREA MARCHINI Via dell Aratro 43 06132 PERUGIA

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Istruzione e formazione

Curriculum Vitae. Informazioni personali. Istruzione e formazione Curriculum Vitae Informazioni personali Nome / Cognome Alessandra Rosa E-mail alessandra.rosa3@unibo.it - rosa.ale2@gmail.com Cittadinanza Italiana Data di nascita 27/07/1978 Istruzione e Date 11/2007-11/2010

Dettagli

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI MISSIONE IMPRESA capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI con le risorse del fondo per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile in agricoltura

Dettagli

1992 Diploma di Laurea in Scienze Politiche, conseguito con lode presso l Università degli Studi di Siena.

1992 Diploma di Laurea in Scienze Politiche, conseguito con lode presso l Università degli Studi di Siena. CURRICULUM VITAE Luca PEROZZI luogo di nascita: Siena data di nascita: 4 febbraio 1966 e.mail: luca.perozzi@av.camcom.it Tel.: 0825694303 POSIZIONE ATTUALMENTE OCCUPATA Dall ottobre 2007 Segretario Generale

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA Regione Puglia FEASR 2007 -- 2013 Programma di Sviluppo Rurale 22 00 00 77 -- 22 00 11 33 M aa rr zz oo 22 00 11 00 MISURA 114 1. Titolo della Misura Utilizzo

Dettagli

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E MO D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome LA GIOIA Marco Ciro Data di nascita 20/01/1970 Qualifica Funzionario economico ctg D pos. ec. 6 Amministrazione Incarico

Dettagli

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms Leonardo Casini Questo è probabilmente l ettaro di terra più costoso del mondo: Burgundy, Vigneto Romanée Conti:

Dettagli

CURRICULUM VITAE NICOLUCCI ROBERTO. Luogo e data di nascita: Roma - 20 aprile 1966. Residenza: Via Giovanni Alfredo Cesareo n.

CURRICULUM VITAE NICOLUCCI ROBERTO. Luogo e data di nascita: Roma - 20 aprile 1966. Residenza: Via Giovanni Alfredo Cesareo n. CURRICULUM VITAE NICOLUCCI ROBERTO Luogo e data di nascita: Roma - 20 aprile 1966 Residenza: Via Giovanni Alfredo Cesareo n. 43 00137 Roma Codice fiscale: NCL RRT 66D20 H501R Telefono ufficio: 06/46.65.67.18

Dettagli

PAOLA TUCCIARONE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - VIA XX UFFICIO LEGISLATIVO

PAOLA TUCCIARONE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - VIA XX UFFICIO LEGISLATIVO CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome PAOLA TUCCIARONE Telefono 06 4665 30 63 E-mail p.tucciarone@mpaaf.gov.it Nazionalità Italiana Data di nascita 13/08/1964 ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e indirizzo

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 2 3 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

Europass Curriculum Vitae. Informazioni personali Nome e Cognome. Milena, Battaglia. m.battaglia@mpaaf.gov.it. Data di nascita 12/09/1972

Europass Curriculum Vitae. Informazioni personali Nome e Cognome. Milena, Battaglia. m.battaglia@mpaaf.gov.it. Data di nascita 12/09/1972 Europass Curriculum Vitae Informazioni personali Nome e Cognome Milena, Battaglia E-mail m.battaglia@mpaaf.gov.it : Nazionalità Italiana Data di nascita 12/09/1972 Esperienze professionali Data Dal 18

Dettagli

Pagina 2 - Curriculum vitae di Giugno 2010 [ MAURO Adriana ]

Pagina 2 - Curriculum vitae di Giugno 2010 [ MAURO Adriana ] CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ADRIANA MAURO Data di nascita 8 AGOSTO 1956 Qualifica DIRIGENTE II FASCIA Amministrazione MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Incarico attuale DIRIGENTE DELLA

Dettagli

Dirigente - Direttore apicale del Dipartimento Comunicazione e Diritti dei cittadini - Progetti Strategici e Grandi eventi

Dirigente - Direttore apicale del Dipartimento Comunicazione e Diritti dei cittadini - Progetti Strategici e Grandi eventi INFORMAZIONI PERSONALI Nome Di Gregorio Luigi Data di nascita 21/07/1975 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente amministrativo COMUNE DI ROMA Dirigente - Direttore

Dettagli

Marketing Sustainable Agriculture: An analysis of the potential role of new food supply chains in sustainable rural development

Marketing Sustainable Agriculture: An analysis of the potential role of new food supply chains in sustainable rural development European Commission THE FIFTH FRAMEWORK PROGRAMME 1998-2002 QUALITY OF LIFE AND MANAGEMENT OF LIVING RESOURCES Marketing Sustainable Agriculture: An analysis of the potential role of new food supply chains

Dettagli

Proposta per una strategia di promozione dei prodotti agricoli lucani

Proposta per una strategia di promozione dei prodotti agricoli lucani DIPARTIMENTO POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Viale Vincenzo Verrastro, 10-85100 Potenza ass_agricoltura@regione.basilicata.it tel. 0971668710 fax 0971668731 L ASSESSORE Potenza lì 05/05/2014 MATERA 2019

Dettagli

Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n.

Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n. Le attività sono finanziate dalla Regione Emilia-Romagna tramite Fondi Regionali. Operazioni approvate con Delibera della Giunta Regionale n. 1496 del 15/10/2012 Rif. P.A. 2012-1706/RER - Rif. P.A. 2012-1720/RER

Dettagli

Società Italiana per l Organizzazione Internazionale Titolo:

Società Italiana per l Organizzazione Internazionale Titolo: 1. NOME E COGNOME: Anna IELE 2. DATA DI NASCITA: 27 ottobre 1966 3. NAZIONALITA : Italiana 4. RESIDENZA: Roma 5. FORMAZIONE: Università: Università di Napoli Federico II Facoltà: Economia e commercio Diploma

Dettagli

CSR nelle istituzioni finanziarie:

CSR nelle istituzioni finanziarie: ATTIVITA DI RICERCA 2014 CSR nelle istituzioni finanziarie: strategia, sostenibilità e politiche aziendali PROPOSTA DI ADESIONE in collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI La Responsabilità Sociale di Impresa

Dettagli

Sestiere San Marco, 2322 Venezia (Italia) 041.2701768 marinr@consiglioveneto.it. Sesso Maschile Data di nascita 30 novembre 1958 Nazionalità Italiana

Sestiere San Marco, 2322 Venezia (Italia) 041.2701768 marinr@consiglioveneto.it. Sesso Maschile Data di nascita 30 novembre 1958 Nazionalità Italiana Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Marin Roberto Sestiere San Marco, 2322 Venezia (Italia) 041.2701768 marinr@consiglioveneto.it Sesso Maschile Data di nascita 30 novembre 1958 Nazionalità Italiana

Dettagli

La nuova Politica Agricola Comune (PAC)

La nuova Politica Agricola Comune (PAC) Argomenti trattati La nuova Politica Agricola Comune (PAC) Il percorso per giungere alla nuova PAC I principali elementi della discussione in atto Lo Sviluppo Rurale nella nuova PAC Spunti di riflessione

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Indirizzo(i) via Monti Ausoni, 8, 65124, Pescara, Italia Telefono(i) 085/4223418 Mobile 3476088028 Fax 0854223418 E-mail mauro@unich.it

Dettagli

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it

ITS FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE. Nuovi saperi per l Agroalimentare CORSO 2012-2014. www.itsparma.it ITS CORSO 2012-2014 TECNICO RESPONSABILE DELLE PRODUZIONI E DELLE TRASFORMAZIONI AGRARIE, AGRO-ALIMENTARI E AGRO-INDUSTRIALI www.itsparma.it TECNICI DI ALTO PROFILO PER IL SETTORE AGROALIMENTARE il nuovo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O PAT/RFS174-31/10/2014-0578858 - Allegato Utente 3 (A03) F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Giacomoni Alberto Indirizzo via zara 9 38122 Trento

Dettagli

SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016

SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016 SCHOOL LEADERSHIP AND MANAGEMENT 1^ EDIZIONE NOVEMBRE 2015 APRILE 2016 IPRASE propone in collaborazione con la Graduate School of Business del Politecnico di Milano, un percorso per i Dirigenti scolastici

Dettagli

CURRICULUM SCIENTIFICO E DIDATTICO

CURRICULUM SCIENTIFICO E DIDATTICO CURRICULUM SCIENTIFICO E DIDATTICO INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome: MAZZU SEBASTIANO E-mail: s.mazzu@unict.it Nazionalità: ITALIANA Data e luogo di nascita: 27/11/1967 - BARCELLONA POZZO DI GOTTO

Dettagli

TRADIZIONE & CULTURA

TRADIZIONE & CULTURA PALATIPICO MODENA TRADIZIONE & CULTURA Le Produzioni Agroalimentari Modenesi D.O.P. e I.G.P. Corso 30560 MARKETING STRATEGICO Laurea in Economia e marketing nel sistema agro-industriale Facoltà di Agraria

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Desantis Maurizio Data di nascita 13/03/1966 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI

Dettagli

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15)

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2 DESCRIZIONE DELLA MISURA 8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2.2.1 Base Giuridica Art.

Dettagli

Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE

Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE Davide D Amico CURRICULUM SCIENTIFICO DIDATTICO E PROFESSIONALE Dati personali Nome e cognome: Davide D Amico Data di nascita: 03 Luglio 1974 Nazionalità : italiana Titoli di studio e culturali Master

Dettagli

SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PER IL SETTORE CONCORSUALE 13/B2

SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PER IL SETTORE CONCORSUALE 13/B2 SELEZIONE PER LA COPERTURA DI N.1 POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PER IL SETTORE CONCORSUALE 13/B2 SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE SECS-P/08 ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE PRESSO IL DIPARTIMENTO

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento:

Dettagli

Modina Silvio. Indirizzo VIA MOSCHINI, 17 37129 VERONA Telefono 045 8352075 348 3017886 silvio.modina@unimib.it

Modina Silvio. Indirizzo VIA MOSCHINI, 17 37129 VERONA Telefono 045 8352075 348 3017886 silvio.modina@unimib.it C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome E-mail Nazionalità Luogo e Data di nascita Codice Fiscale Modina Silvio Indirizzo VIA MOSCHINI, 17 37129 VERONA Telefono 045 8352075

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ANTONIO ROMEO ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E. Nome

INFORMAZIONI PERSONALI ANTONIO ROMEO ESPERIENZA LAVORATIVA C U R R I C U L U M V I T A E. Nome C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo ANTONIO ROMEO Latina Telefono cellulare 349/3139686 Telefono ufficio 06/47822420 E-mail romeo@dintec.it Nazionalità Italiana Luogo e

Dettagli

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A

Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. UNIVPM - Ancona. www.agraria.univpm.it. Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali - D3A Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali UNIVPM - Ancona www.agraria.univpm.it 1 Agricoltura Ambiente Alimenti IL DIPARTIMENTO DELLE TRE A (D3A) LE 3 A IN EUROPA A A A INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

C U R R I C U L U M V I T A E

C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo luogo di lavoro Marisa Forti Piazza Unità d Italia, 26 - Formigine Telefono 059-416248 E-mail Nazionalità italiana Data di nascita 17.06.1057

Dettagli

Estratto dal verbale della Commissione giudicatrice riunitasi alle ore 10.30 del giorno martedì 19 aprile 2016.

Estratto dal verbale della Commissione giudicatrice riunitasi alle ore 10.30 del giorno martedì 19 aprile 2016. Procedura selettiva per un posto di professore universitario di seconda fascia ex art. 18 legge 30 dicembre 2010 n. 240, presso il Dipartimento di giurisprudenza (sede di Roma), settore scientifico disciplinare

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R

F O R M A T O E U R O P E O P E R F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome RENZO MORO Telefono 070500073 Fax 070500044 E-mail r.moro@mpaaf.gov.it Nazionalità ITALIANA Data e luogo

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo SAVERIO SALERNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO FACOLTÀ DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA

Dettagli

C U R R I C U L U M DOTT. ANDREA MARIA ALTIERI AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2013

C U R R I C U L U M DOTT. ANDREA MARIA ALTIERI AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2013 C U R R I C U L U M DOTT. ANDREA MARIA ALTIERI AGGIORNAMENTO NOVEMBRE 2013 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Luogo di Nascita Data di nascita Cittadinanza Nazionalità Residenza Telefono E-Mail Codice

Dettagli

PASSARO PIERLUIGI CORSO ALCIDE DE GASPERI, 278 D 70125 BARI

PASSARO PIERLUIGI CORSO ALCIDE DE GASPERI, 278 D 70125 BARI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo PASSARO PIERLUIGI CORSO ALCIDE DE GASPERI, 278 D 70125 BARI Telefono 080 5027305 340 3646451 Fax 080 5575662 E-mail ppassaro@disag.uniba.it Nazionalità Italiana Data

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI. Incarico di collaborazione presso il Gabinetto del Ministro per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI. Incarico di collaborazione presso il Gabinetto del Ministro per gli Affari Regionali, il Turismo e lo Sport CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME E NOME DATA DI NASCITA 26/04/1969 QUALIFICA AMMINISTRAZIONE FEROCINO CARLO COMPONENTE DEL NUCLEO TECNICO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI

Dettagli

ALL. A) - TIROCINI FORMATIVI NELL'AMBITO DEL PROGETTO GIOVANISI DELLA REGIONE TOSCANA

ALL. A) - TIROCINI FORMATIVI NELL'AMBITO DEL PROGETTO GIOVANISI DELLA REGIONE TOSCANA Direzione Generale Organizzazione 1 Supporto alla definizione di un piano di riorganizzazione della struttura operativa della Regione Toscana. a) laurea specialistica/magistrale delle pubbliche amministrazioni

Dettagli

Informazioni personali. Titoli di studio, professionali ed esperienze lavorative. Olivia Rizza. Qualifica

Informazioni personali. Titoli di studio, professionali ed esperienze lavorative. Olivia Rizza. Qualifica C U R R I C U L U M V I T A E Informazioni personali Nome Qualifica Amministrazione Incarico attuale Olivia Rizza C4 AGEA Agenzia per le erogazioni in agricoltura Funzionario Numero telefonico dell Ufficio

Dettagli

VERBALE DI VALUTAZIONEDEI TITOLI

VERBALE DI VALUTAZIONEDEI TITOLI PROCEDURA SELETTIVA PER LA CHIAMATA DI UN PROFESSORE DI SECONDA FASCIA PER IL SETTORE CONCORSUALE 07/A1 - ECONOMIA AGRARIA ED ESTIMO SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE AGR/01 - ECONOMIA ED ESTIMO RURALE

Dettagli

Sciacca Venera F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

Sciacca Venera F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Indirizzo Sciacca Venera Telefono

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) TOSCANI SILVIA Indirizzo(i) Piazza dell Ateneo Nuovo 1, 20126 Telefono(i) +39 02 64 48 69 06 Fax +39 02 64 48 60 88 E-mail silvia.toscani@unimib.it

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome VALENTE VANNI Data di nascita 15/03/1973 Qualifica Funzionario amministrativo (categ. D, posiz. Economica D 6) Amministrazione Provincia

Dettagli

Dsa3 Università di Perugia

Dsa3 Università di Perugia Dsa3 Università di Perugia Perugia, 3 ottobre 2014 Seminario Agricoltura familiare: riflessioni per una società più sostenibile La PAC 2014-2020 e l agricoltura familiare Angelo Frascarelli Docente di

Dettagli

Curriculum vitae di Stefano VACCARI

Curriculum vitae di Stefano VACCARI Curriculum vitae di Stefano VACCARI STEFANO VACCARI, nato a Roma il 4 agosto 1963. Coniugato, tre figli Dirigente di I fascia del ruolo del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Attualmente

Dettagli

Rossella Mondani 28 novembre 1966 Cat. D Area amministrativo gestionale Scuola Normale Superiore

Rossella Mondani 28 novembre 1966 Cat. D Area amministrativo gestionale Scuola Normale Superiore F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Telefono ufficio Fax ufficio E mail Rossella Mondani 28 novembre 1966 Cat.

Dettagli

INDICE PRESENTAZIONE...9 INTRODUZIONE...11 SIGLE E ABBREVIAZIONI...13 NOTA DI SINTESI...17

INDICE PRESENTAZIONE...9 INTRODUZIONE...11 SIGLE E ABBREVIAZIONI...13 NOTA DI SINTESI...17 PRESENTAZIONE...9 INTRODUZIONE...11 SIGLE E ABBREVIAZIONI...13 NOTA DI SINTESI...17 IL QUADRO DELL AGROALIMENTARE VENETO 1. L EVOLUZIONE DEL SISTEMA AGROALIMENTARE DEL VENETO (Davide Bortolozzo, Andrea

Dettagli

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI

IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI LA RESPONSABILITÀ SOCIALE UN VOLANO PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO IL LABORATORIO SULLA RSI PER LA VAL D AGRI: IL CONTESTO, GLI OBIETTIVI, I TEMPI Lucia Briamonte M. Assunta D Oronzio Villa

Dettagli

Corso di CAPO AZIENDA

Corso di CAPO AZIENDA Progetto: MISURA 111 Azione 1 Formazione- Pacchetto Formativo Misto Ambito: Programma di Sviluppo Rurale Regione Sicilia 2007-2013 Sede: NICOSIA Corso di formazione per CAPO AZIENDA Corso di CAPO AZIENDA

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Savino Montano. Istruttore Direttivo Analista Regione Campania

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Savino Montano. Istruttore Direttivo Analista Regione Campania CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Savino Montano Data di nascita 07/03/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Istruttore Direttivo Analista Regione Campania Numero telefonico dell Ufficio

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE "Antonio Della Lucia" Istituto Prof.le Agricoltura e Ambiente Istituto Tecnico per l Agricoltura Loc.

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Antonio Della Lucia Istituto Prof.le Agricoltura e Ambiente Istituto Tecnico per l Agricoltura Loc. ISTITUTO TECNICO Settore tecnologico ad indirizzo AGRARIA, AGROALIMENTARE E AGROINDUSTRIA L indirizzo è finalizzato all acquisizione, per il settore agrario integrato, di un complesso di competenze relative

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome Anno di nascita 1964 Struttura di afferenza Categoria BASILIA CARTA Telefono dell ufficio 070-6752410 Direzione Finanziaria Università degli

Dettagli

CALL FOR PAPERS. X Conferenza internazionale International Society for Third Sector Research (ISTR)

CALL FOR PAPERS. X Conferenza internazionale International Society for Third Sector Research (ISTR) CALL FOR PAPERS X Conferenza internazionale International Society for Third Sector Research (ISTR) Fondazione Scuola di Alta Formazione per il Terzo Settore (ForTeS) Siena ( Italy) 10 13 luglio 2012 Democratizzazione,

Dettagli

C S R N E W S N o t i z i a r i o s u l l a r e s p o n s a b i l i t à s o c i a l e d i m p r e s a

C S R N E W S N o t i z i a r i o s u l l a r e s p o n s a b i l i t à s o c i a l e d i m p r e s a C S R N E W S N o t i z i a r i o s u l l a r e s p o n s a b i l i t à s o c i a l e d i m p r e s a N. V II/10 -- o tt ttob rre 2011 I N D I C E F O C U S Le pratiche di CSR nelle imprese turistiche

Dettagli

Paolo Zalera CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA PAOLO ZALERA

Paolo Zalera CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA PAOLO ZALERA CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA PAOLO ZALERA Nato a Parma il 20 ottobre 1965 Residente in Parma - Via Catalani, 11 Codice fiscale ZLRPLA65R20G337V DOTTORE COMMERCIALISTA E REVISORE CONTABILE

Dettagli

Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check

Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check Workshop promosso dal Gruppo 2013 Il futuro della PAC dopo l Health Check Roma, Palazzo Rospigliosi, 26 novembre 2008 Interventi di mercato e quote latte dopo l Health Check Gabriele Canali Università

Dettagli

- Componente della delegazione italiana della 30 Sessione del Comitato di lotta contro le cavallette (FAO 12-16 giugno 1989);

- Componente della delegazione italiana della 30 Sessione del Comitato di lotta contro le cavallette (FAO 12-16 giugno 1989); CURRICULUM VITAE Nome Rizzato Salvatore Data di nascita 16/09/1957 Profilo Professionale Funzionario Agrario Area III F5 Amministrazione Numero telefonico dell Ufficio 06/46656093 E-mail istituzionale

Dettagli

Curriculum Vitae. Laura Rocca

Curriculum Vitae. Laura Rocca Curriculum Vitae Informazioni personali Nome/Cognome E-mail laura.rocca@unibs.it Cittadinanza Italiana Data di nascita 10/04/1985 Istruzione e formazione Dal 10/2007 al 03/2010 Titolo della qualifica rilasciata

Dettagli

Curriculum vitae e di lavoro

Curriculum vitae e di lavoro Curriculum vitae e di lavoro Dati Anagrafici Nome e cognome: Ilaria Borri Luogo e data di nascita: Torino, 5 aprile 1974 Residenza: Via Serena, 40 10090 Sangano (TO) Ufficio: INEA Sede Regionale per il

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Studi Abilitazione all insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche (classe di concorso A019) nelle scuole superiori conseguita a seguito di concorso ordinario presso

Dettagli

La ricerca nel settore agro-alimentare in Italia e in Puglia. Valenzano, 27 febbraio 2006 Massimiliano Schiralli

La ricerca nel settore agro-alimentare in Italia e in Puglia. Valenzano, 27 febbraio 2006 Massimiliano Schiralli La ricerca nel settore agro-alimentare in Italia e in Puglia Valenzano, 27 febbraio 2006 Massimiliano Schiralli Competitività e conoscenza Una delle priorità dell Unione Europea, sancita durante il Consiglio

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Titolo Linee guida per la trasformazione casearia su piccola scala Risultati della Ricerca Descrizione estesa del risultato Il documento è stato redatto come frutto della ricerca sviluppata dalla UO CRA-FLC

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Gli studenti che si iscrivono al I anno nell anno accademico 2003/2004 possono scegliere tra: ECONOMIA AZIENDALE - EA ECONOMIA

Dettagli

robertoforcucci@tin.it posta certificata = robertoforcucci@pec.it http://robertoforcucci.jimdo.com

robertoforcucci@tin.it posta certificata = robertoforcucci@pec.it http://robertoforcucci.jimdo.com C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome FORCUCCI ROBERTO Indirizzo VIA DI SOTTO N 7/1 65125 PESCARA Telefono 0854171719-3476720536 E-mail Sito personale Nazionalità

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) Telefono(i) Fax E-mail Cittadinanza 18, Via Principe di Piemonte 95048 Scordia (CT) g.calleri@tiscali.it Italiana Data

Dettagli

L esperienza della SSPA

L esperienza della SSPA Presidenza del Consiglio dei Ministri Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Convegno di presentazione dei risultati Osservatorio sull e-learning CNIPA AITech-Assinform 2006 L esperienza della

Dettagli

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA Premessa Nel marzo 2007 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

Smeralda Consulting & Associati srl è una società di servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione che nasce dalla collaborazione consolidata

Smeralda Consulting & Associati srl è una società di servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione che nasce dalla collaborazione consolidata Smeralda Consulting & Associati srl è una società di servizi alle imprese e alla pubblica amministrazione che nasce dalla collaborazione consolidata di un gruppo di professionisti. La società, sorta per

Dettagli

Bioeccellenze dei Parchi Italiani. LE FILIERE BIOLOGICHE VIRTUOSE NEI PARCHI ITALIANI dalla definizione all implementazione

Bioeccellenze dei Parchi Italiani. LE FILIERE BIOLOGICHE VIRTUOSE NEI PARCHI ITALIANI dalla definizione all implementazione Bioeccellenze dei Parchi Italiani LE FILIERE BIOLOGICHE VIRTUOSE NEI PARCHI ITALIANI dalla definizione all implementazione Il Progetto Le Filiere Biologiche Virtuose dei Parchi Italiani /1 Le aree protette

Dettagli

Partecipazione ai progetti di ricerca annuali finanziati con Fondi di Ricerca di Ateneo, responsabile scientifico Prof. Riccardo Resciniti

Partecipazione ai progetti di ricerca annuali finanziati con Fondi di Ricerca di Ateneo, responsabile scientifico Prof. Riccardo Resciniti CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome: DONATELLA FORTUNA Indirizzo: via Avellino n. 18, 82100, Benevento Telefono: 3491450428 Email: donatella.fortuna@unisannio.it Data di nascita: 29/07/1976 Luogo

Dettagli

Art. 1 Oggetto e finalità

Art. 1 Oggetto e finalità REGOLAMENTO del, n. Regolamento di attuazione della legge regionale 8 agosto 2014, n. 20 Riconoscimento e costituzione dei distretti rurali, dei distretti agroalimentari di qualità e dei distretti di filiera

Dettagli

GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE. Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza

GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE. Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza GLI SCENARI EUROPEI PER IL DOPO QUOTE LATTE Paolo Sckokai Università Cattolica, Piacenza Schema della relazione 1) Lo studio della Commissione Europea sul settore lattiero-caseario post-2015 2) Gli scenari

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Fioretti Alessandro Indirizzo(i) 1,F. Delpino - 80137, Napoli, Italia Telefono(i) +39 081 2536278 Mobile Fax +39 081 2536280 E-mail

Dettagli

SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATI SCUOLE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE SCUOLA SUPERIORE DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE La Scuola Superiore dell Economia e delle Finanze (SSEF) è la Scuola nazionale per la formazione del personale

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome ANTONINO CARTABELLOTTA Nazionalità Italiana Data di nascita 1965

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome ANTONINO CARTABELLOTTA Nazionalità Italiana Data di nascita 1965 F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANTONINO CARTABELLOTTA Nazionalità Italiana Data di nascita 1965 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Nome e indirizzo del datore di lavoro

Dettagli

RELAZIONE DI SINTESI DELL ATTIVITA SVOLTA Progetto OS4E Università Bocconi Customer & Service Science LAB

RELAZIONE DI SINTESI DELL ATTIVITA SVOLTA Progetto OS4E Università Bocconi Customer & Service Science LAB RELAZIONE DI SINTESI DELL ATTIVITA SVOLTA Progetto OS4E Università Bocconi Customer & Service Science LAB Obiettivi La sezione di ricerca realizzata da CSS-LAB Customer & Service Science LAB dell Università

Dettagli