Forum Brasile Unicredit Focus Settore Agroalimentare Parma, 15 Aprile 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Forum Brasile Unicredit Focus Settore Agroalimentare Parma, 15 Aprile 2014"

Transcript

1 Forum Brasile Unicredit Focus Settore Agroalimentare Parma, 15 Aprile

2 IL FOOD? SETTORE OGGI COMPLESSO Agenda di oggi : Il settore Food quadro generale La composizione dei canali di vendita Il consumatore brasiliano I prodotti Italiani in Brasile

3 IL BRASILE Grande potenziale di Consumo.. Tra il 2002 e il 2012 circa 37 milioni di persone sono entrate nella classe media, uscendo dalla povertà ed ampliando il mercato dei consumatori attivi brasiliani. Se la classe media fosse un paese oggi sarebbe il 12 paese più popoloso del mondo. In Brasile il livello di disuguaglianza nella distribuzione della ricchezza diminuisce e ha raggiunto la percentuale più alta mai raggiunta dalla popolazione di Classe C (54%). Circa di è il numero dei ricchi che si prevede abiteranno in Brasile nel 2014 Fonte: FGV Fondazione G. Vargas

4 e grande RISORSE INTERNE Fonte: IBGE, SECEX

5 IL SETTORE FOOD IN BRASILE : QUADRO GENERALE Fonte: ABIA

6 IL SETTORE FOOD IN BRASILE : QUADRO GENERALE Fonte: ABIA

7 IL SETTORE FOOD IN BRASILE : QUADRO GENERALE IMPORT ITALIA - BRASILE Fonte: ICE

8 ANALISI DEI CANALI DI VENDITA In Brasile le vendite dei prodotti alimentari e beverage sono così segmentati:. Fonte: ABRAS (Associação Brasileira de Supermercados), AC Nielsel e Isnart-Unioncamere (2012 8

9 ANALISI DEI CANALI DI VENDITA LA GDO GRUPPO INSEGNE FATTURATO (R$ Billion) Nr PDV Mq Medio Cia. Brasileira de Distribuição Carrefour Pão de Açúcar; Extra; Extra bairro; Extra Electro; Extra Fácil; Compre Bem; Assai Carrefour Bairro; Atacadão; Dia% 57, ,5 nr nr Wall Mart Wal- Mart; Sam s Club; Bom Preço; Big 25, Cencosud Brasil Commercial Zaffari Ranking 2013 > il 60% del mercato è composto dai primi top 5 gruppi 9

10 LA MAPPATURA DEI CANALI DI VENDITA BRASILIANI HO.RE.CA 20% Pdv Specializzati 10% Fonte: POP Consulting Brasile 10

11 I CANALI DI VENDITA: in sintesi GDO: Leader Nazionali Catene regionali PDV SPECIALIZZATI: Enoteche Empori e Pdv Delicatessen HO.RE.CA: Pizzerie e Ristoranti italiane Hotel, Alberghi, B&B, Flats, Pousadas, e resorts Bar e locali BUYERS / BROKERS IMPORTATORI NAZIONALI IMPORTATORI REGIONALI DISTRIBUTORI SPECIALIZZATI 11

12 IL SETTORE FOOD IN BRASILE IL CONSUMATORE BRASILIANO I Cluster di Consumo in Brasile (%) Fonte: 2013 FIESP BRASIL FOOD TRENDS

13 IL SETTORE FOOD IN BRASILE IL CONSUMATORE BRASILIANO I Fattori di maggiore importanza nel momento dell acquisto 1/4 dei consumatori che oggi non considerano importante la qualità lo farà nel futuro (2020) Fonte: 2013 FIESP BRASIL FOOD TRENDS

14 IL SETTORE FOOD IN BRASILE IL CONSUMATORE BRASILIANO Quale categoria di nuovi prodotti attira maggiormente il consumatore al lancio sul mercato? Fonte: 2013 FIESP BRASIL FOOD TRENDS

15 IL SETTORE FOOD IN BRASILE IL CONSUMATORE BRASILIANO Per quale categoria la conoscenza della marca influenza di più il consumatore al momento della scelta? Fonte: 2013 FIESP BRASIL FOOD TRENDS

16 SETTORE FOOD : I TREND Negli ultimi 15 anni si percepisce un aumento considerevole dei consumi dei prodotti Made in Italy nel settore Food, sopratutto per i beni che vengono percepiti di qualità ed eccellenza e tradizione. La partecipazione dei prodotti stranieri nei supermercati brasiliani è di circa 2% a 3% e la proiezione è che con la prossimità degli eventi sportivi dei prossimi anni questo indice cresca raggiungendo il 20% fino a Già il settore dei prodotti biologici cresce 20% all anno e l aspettativa è che raddoppi fino a Oggi il mercato dei prodotti surgelati in Brasile è in forte espansione tra il 15% e il 20%, con una forte aderenza alle tendenze del consumo di alimenti trovati in altri paese del mondo. Nel 2011 è fatturato 5 miliardi di reais. Nel 2012 dei prodotti per panetteria e pasticceria è cresciuto 11,6%, con un fatturato di 70,29 miliardi di reais, crescita che si è mantenuta negli ultimi 6 anni. La previsione per il 2014 è di una crescita di 20% e ogni volta di più con l aumento del potere di acquisto dei Brasiliane questo settore tenderà a crescere. Fonte: Business Monitor International

17 IL SETTORE FOOD IN BRASILE I PRODOTTI ITALIANI > MAPPATURA Prezzo NICCHIA Prodotti Bio Gluten Free Dolciari Lusso QUESTION Salumi Formaggi Volumi BIG 5 : Pasta Olio Riso Aceto Pomodori Pelati 17

18 IL SETTORE FOOD IN BRASILE I PRODOTTI ITALIANI > MAPPATURA E KEY WORDS Prezzo NICCHIA Prodotti Bio Gluten Free Dolciari Lusso QUESTION Salumi Formaggi Vino Volumi Supporto mktg Educazione Visibilità BIG 5 : Pasta Olio Riso Aceto Pomodori Pelati 18

19 IL SETTORE FOOD IN BRASILE I PRODOTTI ITALIANI > MAPPATURA E KEY WORDS Prezzo NICCHIA Prodotti Bio Gluten Free Dolciari Lusso QUESTION Salumi Formaggi Vino Volumi BIG 5 : Pasta Olio Riso Aceto Pomodori Pelati PREZZO Servizio Logiche GDO 19

20 IL SETTORE FOOD IN BRASILE I PRODOTTI ITALIANI > MAPPATURA E KEY WORDS Prezzo NICCHIA Prodotti Bio Gluten Free Dolciari Lusso QUESTION Salumi Formaggi Vino Volumi INTERNAZIONALIZZAZIONE 20

21 SETTORE FOOD : ESEMPIO DI BASKET DI PRODOTTI ITALIANI VOLUMI + Olitalia 500ml 12,9 RS$ De Cecco 500g 9,6 RS$ Barilla 500g 9 RS$ PREZZI - Fonte : Rilevazione POP Consulting Pao d Acuçar SP 21

22 SETTORE FOOD : ESEMPIO DI BASKET DI PRODOTTI ITALIANI VOLUMI??? Parmigiano Reggiano 125gr 20 R$ Prosciutto Fiorucci Disossato 100gr 17R$ Sadia «tipo Parma» 100gr 9,9 R$ PREZZI + Fonte : Rilevazione POP Consulting Pao d Acuçar SP 22

23 SETTORE FOOD : ESEMPIO DI BASKET DI PRODOTTI ITALIANI PREZZI + Ferrero Rocher 35 R$ Brunello «tenuta Giacomina» 250 R$ VOLUMI - Fonte : Rilevazione POP Consulting Pao d Acuçar SP Uovo Ferrero 50R$ 23

24 SETTORE FOOD : IN SINTESI I PROBLEMI DA CONSIDERARE DAZIO DOGANALE CERTIFICAZIONI LOGISTICA LOGICA DI APPROVIGIONAMENTO / SERVIZIO 24

25 IN SINTESI: APPROCCIO PAESE selezione e gestione dei partner commerciali : start up del business, contrattualistica, esclusive logica di puro export FASE DI START UP: studio del mercato obiettivo, simulazione del posizionamento prezzi, identikit del partner (distributivo o produttivo) focalizzazione geografica pianificazione del business : obiettivi e studio del potenziale di presidio in loco FASE DI INSEDIAMENTO:coinvolgimento del partner e condivisione del potenziale del progetto tropicalizzazione del prodotto : sia a livello di «autoimportazione» che di logiche di marketing FASE DI CONSOLIDAMENTO: Opportunità di presidio e di costruzione dell immagine 25

26 IN SINTESI: APPROCCIO PAESE L azienda che è interessata ad entrare nel mercato brasiliano deve sapere: se l investimento avrà un ritorno positivo, quali sono le opportunità e le possibili problematiche che dovranno essere superate. Le risposte a questi punti si possono ottenere attraverso: Analisi macro del mercato target e scenario competitivo; Analisi delle normative doganali e fiscali applicate. Es. Certificato di Origine Business Plan Individuazione delle opportunità LOGICA INTERNAZIONALIZZAZIONE vs LOGICA PURO EXPORT 26

27 IN SINTESI: I FOCUS Investimento Initial investment iniziale Infrastructure Infrastrutture studio di un piano logistico ad hoc trasporto via terra tempi tropicali basso livello vie di comunicazione Taxation Tassazione policy Selezione della location Strutturarsi In Brasile Internazionalizzazione Operational Costi operativi costs LTDA Commerciale Partner vs Cliente Supply Chain chain Simulazione del listino Paese Analisi della sostenibilità dei prezzi Availability Disponibilità human di resourc HR es operations costo medio basso management costi elevati ruolo società di selezione in loco attenzione ai benefit attenzione ai contratti ruoli tecnici da formare verifica standard fornitori chiave privilegiare indotti specializzati 27

28 APPENDICE ITER CERTIFICAZIONI REGOLAMENTAZIONE PER PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE CALCOLO DEI DAZI PRINCIPALI FIERE 28

29 1. Codice doganale di Inserire codice di riferimento : serve per calcolare il dazio doganale riferimento 2. Entità richiedente il Il processo di certificazione in Brasile deve essere avviato e preso in carico esclusivamente da una Società di diritto processo APPENDICE di certificazione brasiliana che può essere: in Brasile ITER CERTIFICAZIONI -Filiale/ new.co brasiliana 3. Ente certificante brasiliano 4. Documenti da produrre in Italia necessari alla certificazione -Importatore brasiliano -Buyer diretto (GDO) o trading company. Tale società prendera infatti in carico la Licenza di importazione e la responsabilità (penale) del Prodotto importato in Brasile. L Anvisa - Agência Nacional de Vigilância Sanitária- è un organo autonomo del Governo brasiliano, istituito per vigilare sulla salute dei cittadini brasiliani, attraverso l analisi, il controllo e la certificazione di prodotti e servizi soggetti a controllo sanitario. Website: L intero iter di importazione e di coordinamento del processo di importazione è preso in carico e gestito dalla Società di diritto brasiliana che importa (Importatore, Trading Company, GDO). Per avviare il processo di importazione l Azienda italiana deve produrre i seguenti materiali propedeutici alla certificazione del prodotto in Brasile: -Invoice/ fattura commerciale -Documenti logistici (AWB o B/L; packing list) -Certificato di origine Italiano, in genere rilasciato dalla Camera di commercio di competenza -Certificato di analisi italiano /composizione organica del prodotto (rilasciato da un laboratorio interno o esterno) -Certificato di registrazione dello stabilimento produttivo e tracciabilità della filiera -Retro etichetta in lingua portoghese (n.b. il modello e le giuste diciture tradotte in lingua portoghese vengono fornite dall Importatore locale. L etichette può essere ad-hoc, direttamente in lingua, oppure incollata sul retro, sotto forma di sticker.) 5. Modalità e tempi di certificazione in Brasile In questa fase terminano le attività di competenza dell Azienda, ed il processo burocratico passa nelle mani dell Importatore. Una volta ricevuta la documentazione dall Italia, l Importatore brasiliano si preoccupa di sottomettere tutta la documentazione all organo di Competenza brasiliano (Anvisa) per procedere alla produzione dei documenti necessari alla certificazione e all importazione del prodotto (Licenza di importazione, Certificato di Analisi brasiliano, Nr. di registro Anvisa, etc.) I tempi tecnico-logistici del processo variano, ma oscillano in genere fra i 60 e i 90 gg, comprensivi di produzione della documentazione di importazione e spedizione della merce in Brasile; tuttavia dipendono dalle capacità gestionali e relazionali dell Importatore. 29

30 REGOLAMENTO PRODOTTI OR ANIMALE Per avviare la procedura di esportazione verso il Brasile di prodotti di origine animale, in linea generale, è necessario che l azienda produttrice italiana acquisisca una previa autorizzazione dal Ministero italiano del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. Tale autorizzazione verrà concessa dopo la presentazione di idonea documentazione e di parere favorevole da parte dei Servizi Veterinari territorialmente competenti, a seguito dell accertamento che gli standard di produzione degli stabilimenti interessati siano conformi a quanto previsto anche dalla normativa brasiliana. Per i prodotti di origine animale, le autorizzazioni definitive vengono rilasciate da parte brasiliana dal Ministero dell'agricoltura (MAPA). Per l esportazione di prodotti a base di carne suina, l azienda italiana, registrata presso il Ministero della Salute italiano, dovrà inviare richiesta di autorizzazione al Ministero della Salute Dipartimento per la Sanità Pubblica Veterinaria, la Nutrizione e la Sicurezza degli Alimenti Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione Ufficio IX) per il tramite dei Servizi Veterinari Regionali (Nota DGSAN no 3590 del 13/02/2009). La richiesta, redatta su carta intestata dell azienda e sottoscritta dal responsabile, dovrà indicare: a) un elenco dei prodotti che s intende esportare verso il Brasile; b) l ubicazione esatta degli stabilimenti produttivi; c) il numero di autorizzazione CE; d) una dichiarazione del veterinario ufficiale dello stabilimento che attesta l idoneità del medesimo ad esportare verso il Brasile. ATTENZIONE : VIETATA L ESPORTAZIONE DI PRODOTTI DI CARNE SUINA CRUDA INFERIORI AI 10 MESI DI STAGIONATURA 30

31 REGOLAMENTO PRODOTTI OR ANIMALE Per l esportazione di latte e di prodotti a base di latte, l azienda italiana, registrata presso il Ministero della Salute italiano, dovrà inviare richiesta di autorizzazione al Ministero della Salute Dipartimento per la Sanità Pubblica Veterinaria, la Nutrizione e la Sicurezza degli Alimenti Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione Ufficio IX) per il tramite dei Servizi Veterinari Regionali (Nota DGSAN no 3590 del 13/02/2009). La richiesta, redatta su carta intestata dell azienda e sottoscritta dal responsabile, dovrà indicare: a) un elenco dei prodotti che s intende esportare verso il Brasile; b) l ubicazione esatta degli stabilimenti produttivi; c) il numero di autorizzazione CE; d) una dichiarazione del veterinario ufficiale dello stabilimento che attesta l idoneità del medesimo ad esportare verso il Brasile. Dal 1 gennaio 2009, per il latte e per i prodotti a base di latte, il Brasile ha concesso all Italia la prerogativa del pre-listing. Si tratta dell inserimento - da parte del Ministero italiano della Salute - del nominativo dell azienda italiana interessata ad esportare verso il Brasile in una lista speciale che viene periodicamente aggiornata ed inoltrata al Ministero dell Agricoltura brasiliano (MAPA). Sono quindi de facto accettati dal Brasile gli esami e i certificati sanitari rilasciati dalle autorità italiane. Trattandosi di una concessione, non è possibile assicurare per quanto tempo questa pratica sarà mantenuta in vigore. Successivamente alla pubblicazione sul sito del MAPA del proprio nominativo, l azienda dovrà procedere con l invio della RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE DELL ETICHETTATURA ( ROTULO ), attraverso un apposito formulario ("FORMULÁRIO DE REGISTRO DE RÓTULO DE PRODUTO DE ORIGEM ANIMAL IMPORTADO 31

32 CALCOLO DEI DAZI 32

33 PRINCIPALI FIERE 33

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E

il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in B R A S I L E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c i a

Dettagli

Progetto Este Farms. Prodotti agroalimentari toscani di alta qualità nella GDO statunitense Matthew Battaglia, 10 giugno 2015

Progetto Este Farms. Prodotti agroalimentari toscani di alta qualità nella GDO statunitense Matthew Battaglia, 10 giugno 2015 Progetto Este Farms Prodotti agroalimentari toscani di alta qualità nella GDO statunitense Matthew Battaglia, 10 giugno 2015 Chi siamo: PromoFirenze e Este Farms PromoFirenze è l Azienda Speciale della

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A

il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in F R A N C I A 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F r a n c

Dettagli

elò ITALIA Going to China

elò ITALIA Going to China elò ITALIA Going to China elò ITALIA: l unione di esperti per il massimo dei risultati Consulvendite Srl Italy Professional Srl SG Consulting Core Business aziendale Società specializzata nella consulenza

Dettagli

EXPORT: UN TAVOLO INTERNAZIONALIZZAZIONE TRA INDUSTRIA ALIMENTARE E ISTITUZIONI PER SOSTENERE IL MADE IN ITALY ALIMENTARE NEI SUOI 12 MERCATI CHIAVE:

EXPORT: UN TAVOLO INTERNAZIONALIZZAZIONE TRA INDUSTRIA ALIMENTARE E ISTITUZIONI PER SOSTENERE IL MADE IN ITALY ALIMENTARE NEI SUOI 12 MERCATI CHIAVE: EXPORT: UN TAVOLO INTERNAZIONALIZZAZIONE TRA INDUSTRIA ALIMENTARE E ISTITUZIONI PER SOSTENERE IL MADE IN ITALY ALIMENTARE NEI SUOI 12 MERCATI CHIAVE: Australia, Brasile, Canada, Cina e Hong Kong, Corea

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I

il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari negli S T A T I U N I T I 1 R e g n o U n i t o G i a p p o n e G e r m a n i a S t a t i U n i t i S v i z z e r a F

Dettagli

Hong Kong Scheda Paese

Hong Kong Scheda Paese Hong Kong Scheda Paese marzo 2013 Per ogni approfondimento, contattare: ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Area Agroalimentare Linea Agroindustria

Dettagli

Il GRUPPO CREMONINI Cremonini Gruppo Cremonini Inalca IF&B

Il GRUPPO CREMONINI Cremonini Gruppo Cremonini Inalca IF&B Il GRUPPO CREMONINI Il nome Cremonini è sinonimo di Eccellenza italiana nel settore agroalimentare. Il Gruppo, fondato grazie all iniziativa imprenditoriale di Luigi Cremonini, si è distinto sia a livello

Dettagli

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere.

Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. Quello che vogliamo esportare è ciò che siamo da sempre, ciò che vogliamo continuare ad essere. L idea Il Consorzio Il Made in Italy, conosciuto ovunque nel mondo, ha nei PRODOTTI AGROALIMENTARI una delle

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E

il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in G I A P P O N E 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a F r a n c i a m

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce IL MERCATO AGROALIMENTARE IN THAILANDIA Il settore del Food in Thailandia è sicuramente uno dei piu promettenti e in rapida crescita. La concorrenza sta crescendo di pari passo; ogni anno infatti assistiamo

Dettagli

Bellavita London. 19-20-21 Luglio 2015. BIO Expo Area

Bellavita London. 19-20-21 Luglio 2015. BIO Expo Area Bellavita London 19-20-21 Luglio 2015 BIO Expo Area Il Regno Unito ha importato prodotti alimentari e bevande per un giro di affari complessivo che ammonta a 40.2 miliardi di sterline nel solo 2013. L

Dettagli

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

LINEE GUIDA PER ESPORTARE FOOD & WINE IN GIAPPONE

LINEE GUIDA PER ESPORTARE FOOD & WINE IN GIAPPONE LINEE GUIDA PER ESPORTARE FOOD & WINE IN GIAPPONE 1 DHL Express (Italy) s.r.l. Marketing 062014 LINEE GUIDA PER ESPORTARE FOOD & WINE IN GIAPPONE Tra i Paesi dell Asia orientale, dopo la Cina, il Giappone

Dettagli

Camera di Commercio Italiana per la Svizzera fondata nel 1909. ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero

Camera di Commercio Italiana per la Svizzera fondata nel 1909. ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero ALIMENTARE, FORMAGGI, PARMIGIANO REGGIANO: il mercato svizzero Reggio Emilia, 11.07.2007 RELAZIONI ECONOMICHE CON L ESTERO E MADE IN ITALY Sesto mercato target per il Made in Italy /11/07 (Mln ) 4000 3000

Dettagli

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal

L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal L Industria Alimentare Italiana e le certificazioni Bio, Kosher e Halal Marcella Pedroni Fiere di Parma Spa Confindustria Palermo, 16 aprile 2014 L Industria Alimentare Italiana Consuntivo 2013 Fatturato

Dettagli

Progetto il Ponte srl si occupa di progettazione e sviluppo di progetti per l internazionalizzazione delle aziende

Progetto il Ponte srl si occupa di progettazione e sviluppo di progetti per l internazionalizzazione delle aziende Company Profile Progetto il Ponte srl si occupa di progettazione e sviluppo di progetti per l internazionalizzazione delle aziende Assistenza alle aziende italiane nel pianificare e attuare un percorso

Dettagli

DESTINAZIONE CINA. I&C Italy - Territorial Relations Department Territorial Development Programs

DESTINAZIONE CINA. I&C Italy - Territorial Relations Department Territorial Development Programs DESTINAZIONE CINA I&C Italy - Territorial Relations Department Territorial Development Programs Biella, 26 Luglio 2011 Destinazione Cina nasce con l intento di supportare le imprese che desiderano implementare

Dettagli

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE

PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE Bolzano, 29 maggio 2015 PRODOTTI TIPICI E MADE IN ITALY: MERCATO, OPPORTUNITA, PROSPETIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Il Made in Italy Dop e Igp :

Dettagli

DESTINAZIONE CINA. I&C Italy - Territorial Relations Department Territorial Development Programs. Milano, Ottobre 2011

DESTINAZIONE CINA. I&C Italy - Territorial Relations Department Territorial Development Programs. Milano, Ottobre 2011 DESTINAZIONE CINA I&C Italy - Territorial Relations Department Territorial Development Programs Milano, Ottobre 2011 Destinazione Cina nasce con l intento di supportare le imprese che desiderano implementare

Dettagli

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi

TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA. OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi TUTTI I NUMERI DEL BIO IN ITALIA OSSERVATORIO SANA 2014 a cura di Nomisma Silvia Zucconi Evento organizzato da: In collaborazione con: LE FINALITÀ CONOSCITIVE DEL CONTRIBUTO DI NOMISMA PER L OSSERVATORIO

Dettagli

SALONE FRANCHISING MILANO MILANO, 7.11.2014 COME ESPORTARE UNA RETE ITALIANA ALL ESTERO. Dott.ssa Valeria Colucci Consultant, RDS & Company

SALONE FRANCHISING MILANO MILANO, 7.11.2014 COME ESPORTARE UNA RETE ITALIANA ALL ESTERO. Dott.ssa Valeria Colucci Consultant, RDS & Company SALONE FRANCHISING MILANO MILANO, 7.11.2014 COME ESPORTARE UNA RETE ITALIANA ALL ESTERO Dott.ssa Valeria Colucci Consultant, RDS & Company 1. Perchè crescere all estero: lo scenario internazionale Integrazione

Dettagli

Workshop USA GDO&Retail Focus Paese e sessioni di B2B matching

Workshop USA GDO&Retail Focus Paese e sessioni di B2B matching Workshop USA GDO&Retail Focus Paese e sessioni di B2B matching Martedì 16.10.2012 (h 10-17.30) Sala dei 300 - Fiere di Parma L ICE-Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle

Dettagli

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina www.confapiexport.org Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina E-mail: info@umbriaproduce.com Un Paese due Sistemi: Hong Kong Tradizionale Modello di Consumo

Dettagli

OSSERVATORIO SANA 2015

OSSERVATORIO SANA 2015 Progetto promosso da: Progetto realizzato da: Progetto realizzato con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 A CURA DI NOMISMA L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO La filiera biologica italiana

Dettagli

DESTINAZIONE CINA Claudio Aldo Rigo Responsabile di Territorio Area Nordest

DESTINAZIONE CINA Claudio Aldo Rigo Responsabile di Territorio Area Nordest DESTINAZIONE CINA Claudio Aldo Rigo Responsabile di Territorio Area Nordest Luglio 2011 CARATTERISTICHE DELL INIZIATIVA APPROFONDIMENTI SULLA CINA AZIENDE TARGET TIMELINE 2 Destinazione Cina nasce con

Dettagli

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti e IGP Fra gli obiettivi del Governo a sostegno dell economia e dell occupazione, c è l incremento, entro il 2020, dell export agroalimentare

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D

il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in C O R E A D E L S U D 1 C o r e a d e l S u d G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a B

Dettagli

UNIONCAMERE SICILIA DATI DELL IMPRESA DATI DEL LEGALE RAPPRESENTANTE

UNIONCAMERE SICILIA DATI DELL IMPRESA DATI DEL LEGALE RAPPRESENTANTE UNIONCAMERE SICILIA PO FESR 2007/2013 Asse V Obiettivo Operativo 5.2.1 EXPÒ 2015 - AVVISO PER LA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA SELEZIONE DI IMPRESE PER LA PARTECIPAZIONE ALLE ATTIVITÀ PREVISTE NELL

Dettagli

Parma a Stelle e Strisce Vendere negli USA il FOOD italiano istruzioni per l uso

Parma a Stelle e Strisce Vendere negli USA il FOOD italiano istruzioni per l uso Parma a Stelle e Strisce Vendere negli USA il FOOD italiano istruzioni per l uso Carlo Alberto Bertozzi Giovanni Grimaldi Parma, 16 Aprile 2014 Gli argomenti di oggi 2 Chi siamo Fondata nel 1986, Management

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PREMESSA

CAPITOLATO TECNICO PREMESSA RICHIESTA DI OFFERTA PER SERVIZI RELATIVI ALLA PER PER L IDEAZIONE DI UN IMMAGINE COORDINATA E PER LA REALIZZAZIONE DELLA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE E PROMOZIONE PIEMONTE AGRIQUALITA PREMESSA CAPITOLATO

Dettagli

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati

NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati NUOVE MODALITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE il fattore strategico della conoscenza dei mercati FABIO PICCOLI Esperto Internazionalizzazione Wine Monitor Bologna, 3 aprile 2013 L internazionalizzazione non

Dettagli

< G. TECILLA > < BIO > il il contatto tra domanda e offerta: un progetto di piattaforma e-commerce per il il mercato del biologico

< G. TECILLA > < BIO > il il contatto tra domanda e offerta: un progetto di piattaforma e-commerce per il il mercato del biologico 1 il il contatto tra domanda e offerta: un progetto di piattaforma e-commerce per il il mercato del biologico Punto sul mercato bio 2 Il mercato del biologico è in continua crescita sia in Italia che in

Dettagli

il mercato dei prodotti agroalimentari in C A N A D A

il mercato dei prodotti agroalimentari in C A N A D A (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) il mercato dei prodotti agroalimentari in C A N A D A 1 B r a s i l e G i a p p o n e A u s t r a l i a S t a t i U n i t i C a n a d a F r a n c i a m a g

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli

IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN POLONIA

IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN POLONIA IL MERCATO DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI IN POLONIA Incoming operatori esteri al CIBUS 2014 Parma 5-8maggio 2014 Questa indagine è stata realizzata dall ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione

Dettagli

[Studio fd ] Aprire il proprio mercato estero - RETE Commerciale per l Internazionalizzazione

[Studio fd ] Aprire il proprio mercato estero - RETE Commerciale per l Internazionalizzazione 2014 Aprire il proprio mercato estero - RETE Commerciale per l Internazionalizzazione F. De Sanzuane http://avvfrancescodesanzuane.info https://www.linkedin.com/pub/francesco-de-sanzuane/37/988/589 https://twitter.com/desanzuane

Dettagli

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY IL VALORE DELLA FIDUCIA STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY SOSTENIBILITA La sostenibilità rappresenta una grande opportunità per le imprese,

Dettagli

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO

EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO EXPO: PARLATO E BRUNO PRESENTANO IL RAPPORTO CREA SUL COMMERCIO ESTERO 5144-01:07:15/13:05 - milano, (agra press) - nel 2014 per l'agroalimentare le esportazioni, pari a circa 35 miliardi di euro, sono

Dettagli

SPEDIRE PRODOTTI FOOD & WINE?

SPEDIRE PRODOTTI FOOD & WINE? SPEDIRE PRODOTTI FOOD & WINE? KEATCHEN: IL SISTEMA PIÙ ESCLUSIVO DI TRASPORTO A TEMPERATURA CONTROLLATA! BY KEATCHEN: PACK, SHIP, TASTE. KEATCHEN è il sistema di ultima generazione studiato appositamente

Dettagli

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015 I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO Milano, 6 ottobre 2015 INFORMAZIONI GENERALI Export Il settore agroalimentare ha continuato a registrare negli ultimi anni una costante crescita

Dettagli

SALONE EUROMEDITERRANEO DEL BUON CIBO E DEL BUON VINO

SALONE EUROMEDITERRANEO DEL BUON CIBO E DEL BUON VINO SALONE EUROMEDITERRANEO DEL BUON CIBO E DEL BUON VINO 29-30 NOVEMBRE - 1 DICEMBRE 2014 CENTRO LE CIMINIERE - CATANIA www.expofoodandwine.com LE STRADE LA STRADA DEL VINO Area dedicata alle aziende vitivinicole,

Dettagli

ANTONIO PANELLA RUOLO DELLA COOPERAZIONE COME ELEMENTO QUALIFICANTE DEL PROCESSO DI SVILUPPO DEL SISTEMA AGROALIMENTARE

ANTONIO PANELLA RUOLO DELLA COOPERAZIONE COME ELEMENTO QUALIFICANTE DEL PROCESSO DI SVILUPPO DEL SISTEMA AGROALIMENTARE ANTONIO PANELLA RUOLO DELLA COOPERAZIONE COME ELEMENTO QUALIFICANTE DEL PROCESSO DI SVILUPPO DEL SISTEMA AGROALIMENTARE Il sistema agroalimentare italiano è inserito in un contesto di mercato altamente

Dettagli

Piccole e Medie Imprese: ORGANIZZARSI PER L ESTERO

Piccole e Medie Imprese: ORGANIZZARSI PER L ESTERO Piccole e Medie Imprese: ORGANIZZARSI PER L ESTERO IMPRESA E MERCATO Gestire l impresa come un sistema complesso IMPRESA E STRATEGIA Analizzare le opportunità di miglioramento dei risultati Fonte: Ansoff

Dettagli

P.Iva: 05974470964 Tel e Fax: (0039) 02.82.40.321 - Mobile: (0039) 338.45.34.114 www.e-ventimediterranei.it - info@e-ventimediterranei.

P.Iva: 05974470964 Tel e Fax: (0039) 02.82.40.321 - Mobile: (0039) 338.45.34.114 www.e-ventimediterranei.it - info@e-ventimediterranei. LA STORIA, I PROFUMI, I COLORI, I SAPORI DELLE NOSTRE TERRE RICERCHIAMO LE MIGLIORI PRODUZIONI ENO E AGRO ALIMENTARI ITALIANE OFFRIAMO SUPPORTO ALLE AZIENDE AGRICOLE E ARTIGIANE DI ECCELLENZA REALIZZIAMO

Dettagli

Il marketing nelle PMI agroalimentari piemontesi

Il marketing nelle PMI agroalimentari piemontesi 1 Il marketing nelle PMI agroalimentari piemontesi Un indagine sui comportamenti e sulle attese, per attuare soluzioni vincenti Torino, 9 novembre 2004 3 OBIETTIVI DELLA RICERCA Rilevare: 1 la sensibilità

Dettagli

VADEMECUM NORMATIVO PER L ESPORTATORE SUL MERCATO SVIZZERO

VADEMECUM NORMATIVO PER L ESPORTATORE SUL MERCATO SVIZZERO SUL MERCATO SVIZZERO 4 ordini di limitazioni alle transazioni economiche A) Limitazioni alle importazioni Dogana B) Limitazioni alle importazioni di carattere normativo/sanitario C) Limitazioni alle importazioni

Dettagli

OPPORTUNITÀ IN BRASILE PER I PRODOTTI ITALIANI DEL SETTORE AGROALIMENTARE. Camera di Commercio Italo-brasiliana Minas Gerais - Brasile

OPPORTUNITÀ IN BRASILE PER I PRODOTTI ITALIANI DEL SETTORE AGROALIMENTARE. Camera di Commercio Italo-brasiliana Minas Gerais - Brasile OPPORTUNITÀ IN BRASILE PER I PRODOTTI ITALIANI DEL SETTORE AGROALIMENTARE 2002 Camera Italo-Brasiliana di Commercio e Industria Rio de Janeiro - Brasile Camera di Commercio Italo-brasiliana Minas Gerais

Dettagli

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare

MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE. DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare 11 ottobre 2014 MERCATI E CONSUMI DEI VINI E DEI PRODOTTI ALIMENTARI DOP/IGP: SCENARIO E TENDENZE EVOLUTIVE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare I TEMI DI APPROFONDIMENTO Vini e prodotti alimentari

Dettagli

Approcci di marketing per la valorizzazione della carne e dei suoi derivati

Approcci di marketing per la valorizzazione della carne e dei suoi derivati La nuova qualità nel settore delle carni Approcci di marketing per la valorizzazione della carne e dei suoi derivati Roberta Moruzzo Dipartimento di Produzioni Animali, Università di Pisa robemoru@vet.unipi.it

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Agroalimentare e Bevande Mosca Settembre 16 AGROALIMENTARE E BEVANDE Il 2013 si qualifica come un anno sostanzialmente positivo per l export agroalimentare italiano:

Dettagli

I Nostri Obiettivi, Il Vostro Risultato.

I Nostri Obiettivi, Il Vostro Risultato. UnicaItalia è la piattaforma multimediale dedicata alla promozione e allo sviluppo della capacità artigianale dell agroalimentare Made in Italy identificato nelle PMI della produzione e della distribuzione.

Dettagli

Brasile: Il Settore Agroalimentare

Brasile: Il Settore Agroalimentare Brasile: Il Settore Agroalimentare L Istituto nazionale per il Commercio Estero, con la propria rete di Uffici nel mondo e con le attività di promozione e di assistenza, costituisce un osservatorio sui

Dettagli

Indice. Prefazione Gli autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XXIII XXV XXVI

Indice. Prefazione Gli autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XXIII XXV XXVI I Prefazione Gli autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XXIII XXV XXVI Parte I Scenari e strategie di entrata sui mercati internazionali 1 Capitolo 1 Globalizzazione, apertura dei mercati

Dettagli

Le strategie internazionali

Le strategie internazionali Le strategie internazionali Le strategie internazionali costituiscono alternative di fondo seguite nella costruzione e/o nel rafforzamento del vantaggio competitivo in ambito internazionale (Valdani &

Dettagli

ESPERIENZE DELLE IMPRESE NEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

ESPERIENZE DELLE IMPRESE NEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE ESPERIENZE DELLE IMPRESE NEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE Il Gal Città di Castel del Monte ha avuto l incarico di individuare dei casi studio per imprese del settore agroalimentare in relazione ai

Dettagli

Come ridurre i costi e recuperare efficienza nella gestione degli Asset del Settore Alimentare

Come ridurre i costi e recuperare efficienza nella gestione degli Asset del Settore Alimentare Come ridurre i costi e recuperare efficienza nella gestione degli Asset del Settore Alimentare From FARM to FORK Farm Fork 2 Alcuni trend di Settore Pressione crescente della compliance normativa: qualità,

Dettagli

MISSIONE ECONOMICA IN B R A S I L E. San Paolo e Rio de Janeiro, 3-9 Maggio 2015

MISSIONE ECONOMICA IN B R A S I L E. San Paolo e Rio de Janeiro, 3-9 Maggio 2015 Vicenza, 4 marzo 2015 Tot. pag. 6 Alle DITTE INTERESSATE LORO SEDI Made in Vicenza, con la collaborazione di Veneto Promozione (nell ambito del Programma Promozionale condiviso dalla Regione e Unioncamere

Dettagli

17-21. Business inspiration Creativity Competitions. gelateria pasticceria e panificazione. TRENDS Global showcase Experimentation New format

17-21. Business inspiration Creativity Competitions. gelateria pasticceria e panificazione. TRENDS Global showcase Experimentation New format SIGEP Approved Business inspiration Creativity Competitions TRENDS Global showcase Experimentation New format Investments Events Event sigep.it 36 salone internazionale gelateria pasticceria e panificazione

Dettagli

Investor Presentation

Investor Presentation A company of Group Investor Presentation Milano, 3 Aprile 2014 Highlights Ki Group è il co-leader in Italia nella distribuzione di prodotti biologici e naturali con 2.500 referenze, in grado di servire

Dettagli

Retail & Consumer Summit 2011

Retail & Consumer Summit 2011 www.pwc.com/it Retail & Consumer Summit 2011 La gestione della discontinuità e del cambiamento: sfide e opportunità 11 ottobre 2011 1 1 Discontinuità nei consumi: come sta cambiando il comportamento d

Dettagli

Ruolo della formazione nella sicurezza degli alimenti Alessandro Mangia

Ruolo della formazione nella sicurezza degli alimenti Alessandro Mangia Università degli Studi di Parma Ruolo della formazione nella sicurezza degli alimenti Alessandro Mangia La Sicurezza degli alimenti tema prioritario per l opinione pubblica e nell agenda dei governi mondiali

Dettagli

Servizi per i distributori. Servizi per i produttori

Servizi per i distributori. Servizi per i produttori Servizi per i distributori Servizi per i produttori THINK QUALITY S.r.l. Innovazione e valore nell agroalimentare PRESENTAZIONE STORIA Think Quality nasce nel 2001 quando, Fabrizio Stecca e Paolo Masoero,

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

Contract istruzioni per l uso

Contract istruzioni per l uso Contract istruzioni per l uso v. 1.0 Gennaio 2014 Le informazioni contenute nel presente documento sono classificate riservate e confidenziali ad esclusivo uso del personale Cliente. Nessuna parte può

Dettagli

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia 2013 2014 Articolazione innovativa in progetti tematici modulati in chiave geografica, con focus sulla Potenziamento ed estensione del supporto a Rafforzamento della I CONTENUTI IN SINTESI: I PUNTI CHIAVE

Dettagli

CHINA BUSINESS LAB. 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai. Promosso da

CHINA BUSINESS LAB. 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai. Promosso da CHINA BUSINESS LAB 6-12 Giugno 2013 Ningbo/Shanghai Promosso da China Business Lab un evento unico ed esclusivo per iniziare a fare business in China Partner CHINA BUSINESS LAB Shanghai Chamber of Commerce

Dettagli

di Paolo Mariano Marketing e vendite>> Marketing e management

di Paolo Mariano Marketing e vendite>> Marketing e management SETTORE AGROALIMENTARE: ANALISI SWOT PER I PRODOTTI DI QUALITA di Paolo Mariano Marketing e vendite>> Marketing e management Nei Paesi sviluppati l alimentazione ha perso, in parte, il suo significato

Dettagli

Families bin a quarter of their food each week Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Families bin a quarter of their food each week Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Si ringrazia Si ringrazia il Gruppo Nestlé in Italia per il contributo alla ricerca. L approccio sensazionalistico Families bin a quarter of their food each week Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze

Dettagli

Le aree di specializzazione della Regione Friuli Venezia Giulia. Traccia di discussione Sistema della ricerca e tessuto imprenditoriale

Le aree di specializzazione della Regione Friuli Venezia Giulia. Traccia di discussione Sistema della ricerca e tessuto imprenditoriale Le aree di specializzazione della Regione Friuli Venezia Giulia Traccia di discussione Sistema della ricerca e tessuto imprenditoriale Area di specializzazione (settore) (Identificazione dell Area di specializzazione)

Dettagli

REGIONE MARCHE LEGGE 598/94 ART. 11 INNOVAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

REGIONE MARCHE LEGGE 598/94 ART. 11 INNOVAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI REGIONE MARCHE LEGGE 598/94 ART. 11 INNOVAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI SOGGETTI BENEFICIARI Piccole e medie imprese con unità produttiva ubicata nella Regione Marche PROGETTI AGEVOLABILI 1) Progetti relativi

Dettagli

PROGETTO SPECIALE USA

PROGETTO SPECIALE USA PROGETTO SPECIALE USA Seminario Gioielleria e Oreficeria Calzature - Articoli Sportivi Docente: Prof. Gaetano MACARIO - Faculty ICE Agenzia Founder and Partner - Studio MACARIO CONSULTING Vicenza, 20 Maggio

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Sales & Marketing. Specialists in sales & marketing recruitment www.michaelpage.it. Sales & Marketing

SALARY SURVEY 2015. Sales & Marketing. Specialists in sales & marketing recruitment www.michaelpage.it. Sales & Marketing SALARY SURVEY 2015 Sales & Marketing Sales & Marketing Specialists in sales & marketing recruitment www.michaelpage.it Sales & Marketing Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi

Dettagli

RICERCA PARTNER COMMERCIALI

RICERCA PARTNER COMMERCIALI RICERCA PARTNER COMMERCIALI In collaborazione con: Divisione di Alma Italia s.r.l. www.sanpaoloimprese.com PREMESSA Lo sviluppo commerciale è da sempre uno dei punti fondamentali dell attività aziendale.

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 2007, n. 2, articolo 24, comma 13 1/18 Indice Introduzione 3 Piano di marketing strategico per l estero.4 Organizzazione funzione commerciale/ufficio export..5

Dettagli

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT

CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Allegato 5 CATALOGO SERVIZI REALI EXPORT Legge Regionale 24 febbraio 2006, n. 1 art. 6 comma 4 lett. d) 1 Indice Introduzione...3....3 Piano di marketing strategico per l estero... 4 Organizzazione funzione

Dettagli

PROGETTO FONDIMPRESA AVVISO n. 4/2014 Si prega di restituire a Formetica ( fax:0583-952996 email: pieroni@formetica.it) entro il 25 settembre 2014

PROGETTO FONDIMPRESA AVVISO n. 4/2014 Si prega di restituire a Formetica ( fax:0583-952996 email: pieroni@formetica.it) entro il 25 settembre 2014 DATI ANAGRAFICI PROGETTO FONDIMPRESA AVVISO n. 4/2014 Si prega di restituire a Formetica ( fax:0583-952996 email: pieroni@formetica.it) entro il 25 settembre 2014 Azienda (Ragione Sociale) Partita Iva

Dettagli

Easy Export Drives your business www.easyexportuk.com - info@easyexportuk.com Tel: +39 342 1029536 +39 342 1028542 +44 (0) 741 549 4834 Contatto

Easy Export Drives your business www.easyexportuk.com - info@easyexportuk.com Tel: +39 342 1029536 +39 342 1028542 +44 (0) 741 549 4834 Contatto Easy Export è un agenzia di servizi specializzata nell'industria alimentare e del vino, che opera principalmente nel Regno Unito garantendo un sostegno globale alle aziende italiane che intendano entrare

Dettagli

Cosa spiega le differenze nei consumi

Cosa spiega le differenze nei consumi I consumi di prodotti agro-alimentari: differenziazioni nello spazio e nel tempo Cosa spiega le differenze nei consumi tra individui diversi tra paesi diversi per uno stesso individuo, o per uno stesso

Dettagli

INDACO NEL FOOD: Strategie e piano promozionale 2014. In.d.a.co. via Milazzo 28, Pesaro italia www.indaco.coop

INDACO NEL FOOD: Strategie e piano promozionale 2014. In.d.a.co. via Milazzo 28, Pesaro italia www.indaco.coop INDACO NEL FOOD: Strategie e piano promozionale 2014 In.d.a.co. via Milazzo 28, Pesaro italia www.indaco.coop MERCATO TARGET: CINA CENTRO- MERIDIONALE Strategia e strumenti PIATTAFORMA DISTRIBUTIVA: STRUMENTO

Dettagli

PROGETTO. Parma Point in Australia

PROGETTO. Parma Point in Australia PROGETTO Parma Point in Australia Marzo Agosto 2013 Il progetto La Camera di commercio di Parma, in collaborazione con la Camera di commercio italiana in Australia, propone alle imprese del territorio

Dettagli

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo

Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Stefano Barrese Responsabile Area Sales e Marketing Intesa Sanpaolo Agenda Accordo tra ISP e Confindustria Piccola Industria: punti chiave Crescita: nuovo modello di servizio e specializzazione Credito:

Dettagli

Export manager per il settore della nautica da diporto

Export manager per il settore della nautica da diporto PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica da diporto FORMAZIONE SUPERIORE Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica

Dettagli

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014 Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 Osservatorio PMI 2014 -VI Edizione 1 Obiettivi Individuare le

Dettagli

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Dies Academicus 2014-2015 in occasione del trentennale della sede di Cremona e della SMEA Lectio L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Prof. SMEA, Alta scuola in economia agro-alimentare

Dettagli

Tianjin/Pechino Victoria Trading La porta di accesso al mercato cinese

Tianjin/Pechino Victoria Trading La porta di accesso al mercato cinese Tianjin/Pechino Victoria Trading La porta di accesso al mercato cinese La Cerimonia dell Accordo tra European Trade Centre e Victoria Trading Il progetto Tianjin è una nuova porta di accesso al mercato

Dettagli

Come gestire il processo di internazionalizzazione

Come gestire il processo di internazionalizzazione Italia Bosnia-Erzegovina Brasile Bulgaria Cina Federazione Russa Polonia Romania Serbia Ucraina Ungheria USA Come gestire il processo di internazionalizzazione Relatore Roberto Guerrini Londra, 3 ottobre

Dettagli

LUSSEMBURGO Il contesto economico ed

LUSSEMBURGO Il contesto economico ed LUSSEMBURGO Il contesto economico ed il mercato agroalimentare Dott.ssa Luisa Castelli Segretario Generale CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LUSSEMBURGHESE Roma, 3 marzo 2011 LUSSEMBURGO: posizione strategica

Dettagli

Le strade del Made in Italy: quale futuro? IX FORUM DEL COMITATO LEONARDO Campidoglio, 20 ottobre 2010

Le strade del Made in Italy: quale futuro? IX FORUM DEL COMITATO LEONARDO Campidoglio, 20 ottobre 2010 Le strade del Made in Italy: quale futuro? IX FORUM DEL COMITATO LEONARDO Campidoglio, 20 ottobre 2010 FOCUS SETTORE AGROALIMENTARE a cura di Giandomenico Auricchio Presidente Federalimentare IL SETTORE

Dettagli

PROMOZIONE DEI PRODOTTI TIPICI AGROALIMENTARI LOMBARDI IN NORDAMERICA (USA CANADA) 2010

PROMOZIONE DEI PRODOTTI TIPICI AGROALIMENTARI LOMBARDI IN NORDAMERICA (USA CANADA) 2010 Gentile Impresa, PROMOZIONE DEI PRODOTTI TIPICI AGROALIMENTARI LOMBARDI IN NORDAMERICA (USA CANADA) 2010 Camera di Commercio di Mantova, Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Buonitalia Spa si sono

Dettagli

CATALOGO SERVIZI CAMERA di COMMERCIO ITALIANA di Francoforte. Sintesi dei principali servizi e modalità di erogazione

CATALOGO SERVIZI CAMERA di COMMERCIO ITALIANA di Francoforte. Sintesi dei principali servizi e modalità di erogazione CATALOGO SERVIZI CAMERA di COMMERCIO ITALIANA di Francoforte Sintesi dei principali servizi e 1 INTRODUZIONE CHE COSA E Il Catalogo Servizi della Camera di Commercio Italiana per la Germania ( Francoforte

Dettagli

DHL EXPRESS FOR FOOD IL MADE IN ITALY SULLE TAVOLE DI TUTTO IL MONDO

DHL EXPRESS FOR FOOD IL MADE IN ITALY SULLE TAVOLE DI TUTTO IL MONDO DHL EXPRESS FOR FOOD IL MADE IN ITALY SULLE TAVOLE DI TUTTO IL MONDO GLI INGREDIENTI FONDAMENTALI DI OGNI SPEDIZIONE Grazie alla propria gamma di servizi ad orario, DHL Express è in grado di esportare

Dettagli

PRINCIPALI CLIENTI. Nota: ne aggiungiamo altri o ridestribuiamo i loghi

PRINCIPALI CLIENTI. Nota: ne aggiungiamo altri o ridestribuiamo i loghi Roberto Canelli La dematerializzazione di flussi informativi rende più efficiente e sicuro il processo di ricevimento merci tramite l integrazione tecnologica di RF-ID e DESADV Sait, 18 settembre 2014

Dettagli

SIGEPApproved. L arte del gusto italiano nel mondo. Rimini Fiera 23-27 Gennaio 2016

SIGEPApproved. L arte del gusto italiano nel mondo. Rimini Fiera 23-27 Gennaio 2016 001/2014 SGPX14S1 L arte del gusto italiano nel mondo SIGEPApproved Event Rimini Fiera 23-27 Gennaio 2016 Michelangelo (Buonarroti, Michelangelo 1475-1564): David - p. (busto). Firenze, Accademia. 2015.

Dettagli

HORTIFRUTI BRASIL SHOW

HORTIFRUTI BRASIL SHOW HORTIFRUTI BRASIL SHOW 8 a 10 de Maio de 2014 Curitiba Paraná Brasil tet label text label Ca Il Brasile detienne una riconosciuta capacitá produttiva e di tecnologia degli alimenti ion or statement A ció

Dettagli

RIMINI HORECAEXPO RIMINI FIERA 23 26/ 02/2013 WWW.RHEX.IT IL BELLO. IL BUONO. IL FUTURO. organizzato da: con il patrocinio di:

RIMINI HORECAEXPO RIMINI FIERA 23 26/ 02/2013 WWW.RHEX.IT IL BELLO. IL BUONO. IL FUTURO. organizzato da: con il patrocinio di: RHEX IL BELLO. IL BUONO. IL FUTURO. RIMINI HORECAEXPO RIMINI FIERA 23 26/ 02/2013 WWW.RHEX.IT organizzato da: con il patrocinio di: con la collaborazione di: RISTORAZIONE E OSPITALITÀ IN UN NUOVO, GRANDE

Dettagli

TRACE ONE. Add On certificato SAP Business One per il Settore Food and Beverage e Beni di Largo Consumo

TRACE ONE. Add On certificato SAP Business One per il Settore Food and Beverage e Beni di Largo Consumo TRACE ONE Add On certificato SAP Business One per il Settore Food and Beverage e Beni di Largo Consumo Infrastruttura Dove Siamo Laboratorio di sviluppo Portogallo Gestione Clienti Italia (Milano e Piacenza)

Dettagli

TRADIZIONE & CULTURA

TRADIZIONE & CULTURA PALATIPICO MODENA TRADIZIONE & CULTURA Le Produzioni Agroalimentari Modenesi D.O.P. e I.G.P. Corso 30560 MARKETING STRATEGICO Laurea in Economia e marketing nel sistema agro-industriale Facoltà di Agraria

Dettagli

ECOFIS (Electronic Cooperation for Food Industry Services)

ECOFIS (Electronic Cooperation for Food Industry Services) ECOFIS (Electronic Cooperation for Food Industry Services) Alice Srl Milano, 2009 1 L Innovazione nell Industria Alimentare: Lo scenario L Industria Alimentare è un settore complesso, caratterizzato da

Dettagli