Curriculum vitae di Andrea Bonaccorsi Versione lunga

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Curriculum vitae di Andrea Bonaccorsi Versione lunga"

Transcript

1 Curriculum vitae di Andrea Bonaccorsi Versione lunga 1. Biografia Andrea Bonaccorsi è nato il e risiede a Pisa, in Via Rismondo 43. Dopo la laurea in Economia nel 1986, tra il 1987 e il 1990 ha frequentato il Perfezionamento triennale presso la Scuola Superiore Sant Anna e nel 1989 è risultato vincitore del concorso per ricercatore di Tecnica Industriale e Commerciale presso la Facoltà di Economia di Pisa. Nel 1998 è stato chiamato come Professore Associato alla Scuola Sant Anna e nel 2001 ha avuto la idoneità a Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese (SECS P/08) in una valutazione comparativa presso l Università di Siena. È membro dell High Level Export Group della Commissione Europea (DG Research) sulla ricerca di base e la proposta di costituzione dell European Research Council ( ) e membro dell High Level Export Group sugli scenari per la ricerca europea ( ). È stato invitato come Guest speaker al World Economic Forum dell OCSE (maggio 2001), alla EuroBic Conference (giugno 2002), alla Conferenza generale del Network of Excellence PRIME (gennaio 2005) e come esperto in vari panel della Commissione Europea (STRATA, Digital Europe). È membro eletto dell Executive Commitee del Network of Excellence PRIME (Policies for Research and Innovation in the Move towards the European Research Area) del 6 Programma Quadro della Commissione Europea. È stato invitato a tenere lezioni e seminari presso la Indiana University (Bloomington, USA), la London School of Economics (UK), l Observatoire des Sciences et Techniques (OST) di Parigi, l'università di Nizza/LATAPSES, l INSERM di Marsiglia, l INRIA di Grenoble (Francia), l'università di Linkoping e la Chalmers University di Goteborg (Svezia), l EFPL di Losanna e l Università di Lugano (Svizzera), l Istituto Universitario Europeo e presso numerose sedi italiane. È stato visiting professor alla Carnegie Mellon University (Pittsburgh, USA) nel Membro dell'editorial Board del Journal of Management and Governance, pubblicata da Kluwer Publishers. Membro del Comitato Editoriale di Darwin, bimestrale di alta divulgazione scientifica. È stato Guest Editor di uno Special Issue della rivista International Business Review (1995). Svolge attività di referaggio per le riviste International Journal of Industrial Organization, Research Policy, Journal of Evolutionary Economics, Journal of International Business Studies, Industry and Innovation, Journal of Systems Engineering. Membro del Consiglio Direttivo del Consiglio Italiano per le Scienze Sociali (2004-corrente) Membro del Comitato Scientifico del Dottorato Economia delle istituzioni e dei mercati dell Istituto di Alti Studi IMT (2004-corrente) Presidente del Comitato Scientifico dell Osservatorio sulle Nuove Imprese (2002-corrente). Direttore del Comitato Scientifico di ENEL.it ( ). Membro del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Pisa Ricerche ( ) Membro del Consiglio di Amministrazione di AGITEC, Agenzia Nazionale per il trasferimento tecnologico ( )

2 2. Attività Scientifica Le aree di ricerca di Andrea Bonaccorsi si collocano nell area della economia industriale e della economia dell innovazione e riguardano la dinamica industriale nelle industrie ad alta tecnologia, la teoria della diffusione delle innovazioni, l'economia della scienza e della ricerca, la teoria del design. 2.1 Dinamica industriale in settori ad alta tecnologia Una prima area di ricerca ha riguardato la dinamica industriale nel settore dell aeronautica civile, con particolare riferimento alla produzione di velivoli, di motori e di elettronica di controllo. L industria aeronautica presenta da tempo una serie di interessanti problemi per gli economisti industriali. In particolare il lavoro svolto ha riguardato: - la stima della frontiera tecnologica con metodi non parametrici (Data Envelopment Analysis); - l analisi del ciclo di vita dell industria (industry life cycle) e della dinamica industriale in termini di entrata, sopravvivenza, crescita e uscita delle imprese; - lo studio attraverso analisi di cointegrazione del rapporto tra dinamica industriale e relazioni verticali tra imprese finali (produttori di velivoli) e imprese intermedie (in particolare, produttori di motori e di avionica); - l applicazione di modelli di network analysis allo studio della dinamica della rete di rapporti di fornitura tra imprese finali e imprese intermedie; - una analisi dei brevetti nelle diverse aree della tecnologia avionica; - l analisi della evoluzione di lungo termine della domanda di velivoli civili. I lavori di ricerca sono stati basati sulla costruzione di banche dati originali a partire dalla integrazione di fonti di dati disperse, quali letteratura tecnica, documentazione di impresa, brevetti, directory di settore. È stata costruita una banca dati unica circa le relazioni verticali tra costruttori di velivoli e produttori di aerei o sistemi avionici per tutti i modelli civili dall inizio dell era del jet ad oggi. All interno di questa area un filone recente di ricerca ha riguardato la dinamica di crescita dimensionale postentry delle nuove imprese. Sulla base di un ampio lavoro di costruzione di basi di dati a partire dal Registro delle Imprese, sono stati intrapresi numerosi studi sulle determinanti della nascita e della sopravvivenza delle imprese, su modelli logit e probit sulla probabilità di crescita condizionale alla sopravvivenza, e sull impatto della dinamica di growth sulla crescita economica a livello territoriale. 2.2 Diffusione delle innovazioni tecnologiche Una seconda area di ricerca ha riguardato la teoria della diffusione delle innovazioni tecnologiche, con particolare riferimento alle ICT e alla diffusione di Internet. Il lavoro teorico si è indirizzato alla costruzione di un modello di diffusione con eterogeneità nella popolazione dei potenziali adottanti e alla analisi delle esternalità di rete. In questa area sono state poi svolte varie ricerche empiriche. Una prima ricerca ha riguardato l adozione di tecniche avanzate di progettazione presso l industria meccanica, in collaborazione con il Dipartimento di Costruzioni Meccaniche e Nucleari, sulla base di una ampia survey sul campo. Sulla stessa linea si è studiata l adozione delle tecnologie di commercio elettronico nelle imprese, nell ambito di un progetto di ricerca europeo. È stato sviluppato un modello di esternalità di rete ricorsive per dare conto di effetti di massa critica in condizioni di esternalità sia dal lato degli adottanti che dal lato dei partner della transazione. Una seconda e ampia ricerca si è basata sulla costruzione di indicatori di diffusione delle tecnologie Internet presso varie categorie di utilizzatori. Sulla base di una recente letteratura, si è adottata una metrica endogena basata sui nomi a dominio, in collaborazione con la Registration Authority e l IIT-CNR. Sono stati esaminati e ri-classificati oltre nomi a dominio.it e si sono costruiti indicatori di diffusione a livello provinciale, riferiti alle imprese, alle persone fisiche, alle pubbliche amministrazioni e al settore non profit. 2

3 Si è così costituita una originale base di dati, che viene tuttora utilizzata per analisi di econometria spaziale e per studi sul digital divide. Un terzo filone di ricerche ha riguardato la diffusione del modello di organizzazione dell industria del software basato sull Open Source. Si tratta di una tematica che ha interessato molti economisti, in quanto presenta dei puzzle teorici importanti. Si è realizzata una indagine esplorativa (ELISS), la prima a livello internazionale, sulle imprese italiane che producono software con licenze Open Source, testando alcune ipotesi teoriche iniziali. I paper derivanti dalla ricerca sono risultati nella lista dei top ten nell archivio elettronico del Social Science Research Network (www.ssrn.com). Sulla base di questa prima indagine si è costruito un progetto di ricerca europeo (ELISS 2), coordinato dal Prof. Bonaccorsi, che coinvolge Germania, Spagna, Portogallo e Finlandia, si basa su una indagine su vasta scala (oltre 1000 imprese contattate) e si concluderà nel Sulla base delle evidenze disponibili sull Open Source si sta lavorando ad una analisi dei nuovi modelli di gestione cooperativa della proprietà intellettuale. In questa linea un filone recente ha riguardato la diffusione di innovazioni in ambito medico, studiate con dati osservazionali su coorti di pazienti. 2.3 Economia della scienza e della ricerca Una terza area di ricerca riguarda l analisi economica della scienza e della ricerca scientifica e tecnologica. Vari filoni di ricerca sono attivi in questo campo. In primo luogo il prof. Bonaccorsi coltiva un interesse di lungo corso circa la dinamica di accrescimento della conoscenza in diverse aree scientifiche e tecnologiche. Questo filone viene studiato attraverso varie tecniche di misurazione della produzione di conoscenza scientifica e tecnologica, quali la bibliometria, la scientometria, la patent analysis. L interesse è a costruire modelli che rappresentino sia la dinamica degli output che la dinamica della rete sottostante che si sviluppa tra gli scienziati, in termini di co-authorship, citation analysis, analisi di co-occorrenza, clustering. Un interesse collegato riguarda le implicazioni economiche delle teorie della progettazione (teoria del design) proposte in vari ambiti della engineering science (in particolare meccanica, elettrica ed elettronica), della intelligenza artificiale, della biologia. In questo ambito è di grande interesse lo studio del rapporto tra conoscenza delle proprietà della materia e progettazione. Su un piano empirico sta lavorando a nuovi indicatori che misurino la dipendenza di avanzamenti tecnologici al livello degli artefatti dagli avanzamenti scientifici a livello della comprensione delle proprietà fisiche sottostanti. Una area più recente riguarda l analisi dei rapporti tra scienza e tecnologie, e tra ricerca pubblica e ricerca industriale, nell area emergente delle nanotecnologie. In questa area sono oggetto di studio indicatori di transizione tra scienza e tecnologia basati su analisi di clustering su documenti bibliometrici e brevettuali. Su un piano più applicato, Andrea Bonaccorsi ha lavorato nell ultimo bienni a progetti riguardanti: - l analisi di efficienza del sistema pubblico di ricerca (in particolare università e CNR), utilizzando tecniche non parametriche robuste di recentissima introduzione nella letteratura; - la costruzione di una base di dati integrata a livello europeo con micro-dati sulle singole università per svolgere analisi di efficienza; - l analisi delle attività di brevettazione del sistema pubblico di ricerca; - l utilizzo di algoritmi di tipo page-ranking, largamente utilizzati nella analisi topologica della rete Internet, per lo studio della emergenza di comunità scientifiche attraverso link di citazione paper-topaper e di co-authorship; - la mappatura e la analisi econometrica dell area delle nanotecnologie a livello mondiale, con riferimento alle pubblicazioni scientifiche, ai brevetti, alle imprese start up e incombenti, attraverso la costituzione di una banca dati originale; - l analisi dei curriculum vitae dei primi scienziati a livello mondiale nella computer science, al fine di ricostruire le carriere scientifiche e le collaborazioni; 3

4 - uno studio dell impatto della spesa pubblica in ricerca e sviluppo sulla crescita economica; - uno studio di nuovi indicatori di innovazione a livello regionale, integrando fonti di informazione originali; - un ampio studio di casi di agglomerazioni geografiche science-based a livello europeo; - una analisi integrata, utilizzando vari approcci e tecniche, di un sistema pubblico regionale di ricerca. Gli studi sviluppati in queste linee sono stati recentemente utilizzati a fini di policy nell ambito della Commissione Europea, del Ministero dell Economia e della Conferenza dei Rettori (CRUI), nonché di diversi governi regionali. 2.4 Coordinamento di progetti di ricerca Andrea Bonaccorsi coordina e partecipa ai seguenti progetti di ricerca European Commission- DG Research PRIME (Research Policy towards the European Research Area) Network di Eccellenza europeo sul VI Programma Quadro ( ) per la analisi economica e di policy della scienza e della tecnologia in Europa Membro dell Executive Committee europeo. Coordinatore del Working Group Public Sector Research Progetti ai quail partecipa: - (Advanced Quantitative Methods for the analysis of public sector research) (coordinatore europeo) - NANODISTRICTS (studio dei distretti tecnologici europei nell ambito delle nanotecnologie) - CIPR (Cooperative management of Intellectual Property Rights) (coordinatore del sotto-progetto ELISS 2) - Observatory on the European University (membro del Board di coordinamento) Seminari e workshop organizzati a Pisa: - Public sector research (Novembre 2002) - Towards the PRIME Network of Excellence (La Cerbana, Luglio 2003) - European Observatory on European University (Luglio 2004) - Advanced methods for quantitative analysis of the university system (Luglio 2004) - Characterizing nanotechnology (Novembre 2004) PRIME Thematic Network Coordinatore dell unità operativa Scuola Superiore Sant'Anna ( ) European Commission- Institute for Prospective Technology Studies (Seville) Trends in University Income (2005) European Commission- DG Regio INNODEC Sviluppo e validazione di nuovi indicatori per l analisi dello sviluppo economico locale e dei fenomeni di innovazione ( ) MIUR- FIRB (Fondo Integrato Ricerca di Base) Progetto di ricerca su Diffusione delle tecnologie Internet e struttura dell offerta Coordinatore Unità operativa ( ) MIUR-PRIN Analisi di produttività e effetti di spillover sulla crescita Coordinatore unità operativa ( ) MIUR 40% Analisi economica della diffusione di tecnologie ICT Coordinatore unità operativa ( ) 4

5 CNR- Agenzia 2000 Progettazione di aste combinatoriali Unità operative: Istituto di Matematica Computazionale del CNR, Università di Siena, Scuola Superiore Sant'Anna ( ) MINISTERO DELL ECONOMIA Ricognizione valutativa sull impatto della spesa pubblica in ricerca sullo sviluppo economico regionale ( ) MINISTERO DELL ECONOMIA Riforma del sistema di aiuti di stato per l innovazione ( ) CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA Sviluppo di indicatori di crescita economica e innovazione a livello regionale ( ) UNIONCAMERE NAZIONALE Osservatorio nazionale sulla demografia delle imprese (2004-corrente) Direzione scientifica di un progetto di comparazione internazionale di distretti tecnologici in Europa (2004) PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Progetto integrato di valutazione del sistema pubblico di ricerca ( ) FIRENZE TECNOLOGIA Progetto di sviluppo di linguaggi funzionali per la codifica e la interrogazione intelligente di informazioni tecnologiche distribuite ( ) DINTEC Sviluppo di metodologie di technology watch applicate a settori industriali di interesse locale ( ) Analisi di fattibilità per interventi nel settore del capitale di rischio per nuove imprese innovative (2005) Glaxo Smith Kline- INFORMA Analisi economica di patologie complesse. Il database ICONA-HIV ( ) Ha partecipato e coordinato unità operative nei seguenti progetti europei: Progetto ITEMS ( ) Inter-organizational Technologies for the electronic Management of Supplies Progetto DG XXII (1999) Needs and requirements for training in technology transfer & innovation in Europe Progetto DG XIII ( ) Survey on empirical evidence on organisational innovation in Europe Progetto TACIS/ACE ( ) The role of joint ventures in the conversion of the Russian aviation industry Nel periodo ha fatto parte di numerosi progetti di ricerca nazionali, tra i quali: - MURST 40%: Struttura, strategie e performances delle imprese esportatrici ( ) - Progetto Finalizzato CNR Internazionalizzazione ( ) - MURST 40%: Aspetti organizzativi dell'innovazione di prodotto nelle imprese industriali ( ) - MURST 40%: Aspetti economici della progettazione, (Unità Operativa Dipartimento di Costruzioni Meccaniche e Nucleari, Università di Pisa) ( ) - Progetto Strategico CNR Cambiamento tecnologico e sviluppo industriale ( ) 5

6 - MURST 40%: Dinamica industriale e dinamica dei network ( ) - MURST 40%: Forme di coordinamento e produttività della ricerca scientifica ( ) - MIUR 40% Esternalità di network e diffusione di B2B ( ) 3. Attività didattica Supplenza dei Corsi di Istituzioni di Economia, Sistemi Organizzativi e Processi Aziendali presso la facoltà di Ingegneria di Pisa (corsi di laurea di Ingegneria Gestionale, Ingegneria Aerospaziale, Ingegneria dell Informazione) Direttore del Master in Management dell'innovazione, Scuola Superiore Sant Anna 2003 Direttore scientifico del Corso Come diventare imprenditori nell alta tecnologia, Polo Sant Anna Valdera, Giugno-Luglio 2003 Docente del Corso Analisi funzionale per le indagini di mercato per nuove tecnologie, Polo Sant Anna Valdera Responsabile dell Area Management nel Master in Economia Digitale e E-Business dell Università di Siena. Docente del corso Economia e Management dell Innovazione Corso per gli allievi del Dottorato di Economia e Management della Scuola Superiore Sant Anna di Organizational change e Economics of network industries Affidamento per supplenza del corso di Economia e Organizzazione Aziendale presso la Facoltà di Ingegneria di Siena (3 semestri) Corso per gli allievi ordinari della Scuola Superiore Sant Anna Economia della scienza Supplenza dei corsi di Marketing Internazionale ed Economia e Direzione delle Imprese - Corso progredito (Economia e gestione dell'innovazione) presso la Facoltà di Economia dell Università di Pisa Collaborazione didattica al corso di Economia delle Aziende Industriali presso la Facoltà di Economia dell Università di Pisa Collaborazione didattica ai corsi di Marketing Internazionale e Tecnica Industriale e Commerciale presso la Facoltà di Economia dell Università di Pisa Cultore della materia, corso di Tecnica del Commercio Internazionale presso la Facoltà di Economia dell Università di Pisa. Il prof. Bonaccorsi ha inoltre svolto seminari e docenza in corsi di alta formazione manageriale in collaborazione con Finmeccanica-AMS, Marconi plc, Centro Ricerche FIAT, ENEL, Unicredit, Qualital, Alcatel, Poste Italiane, Accenture, Assist, ADACI. Come Direttore del Master in Management dell Innovazione ha promosso e organizzato una serie di convegni nazionali sui temi del cambiamento organizzativo: Come cambiano le organizzazioni - Pisa, 29 novembre 2001 La genesi del nuovo. Il management interroga le scienze del cambiamento - Pisa, 28 novembre 2002 Le passioni del cambiamento - Pisa, 28 febbraio 2004 La freccia di Zenone? Processi di cambiamento organizzativo nella Pubblica Amministrazione - Roma, 3 marzo

7 4. Attività di consulenza scientifica al Governo e partecipazione a Commissioni Ministeriali Ministero dell'industria Dal gennaio 2000 al maggio 2001 Andrea Bonaccorsi è stato consigliere economico e membro della Segreteria Tecnica del Ministro dell'industria. In questa qualità ha ricoperto i seguenti incarichi: - Presidente della Commissione incaricata di redigere le norme per il recepimento nell'ordinamento italiano della direttiva europea sulla brevettabilità delle biotecnologie - Membro del gruppo di lavoro per la redazione dello Statuto della costituenda Agenzia Italiana per la Proprietà Industriale (già Ufficio Brevetti e Marchi) - Esperto di ricerca industriale (L. 46/82) e di politica industriale e degli incentivi (L. 488/92) - Esperto scientifico e membro della delegazione italiana per la preparazione della Conferenza OCSE di Bologna (Giugno 2000) su Globalizzazione e piccole e medie imprese; redazione dei documenti ufficiali del governo italiano - Membro dello Steering Group per la creazione dell'international Network of Small and Medium-Sized Enterprises (INSME), OCSE-Minindustria - Coordinatore del Tavolo di concertazione sulla politica industriale nel settore farmaceutico - Membro del Working Group per l'organizzazione della Conferenza WIPO (World Intellectual Property Organization) - Minidustria su Piccole imprese e proprietà intellettuale (Milano, Febbraio 2001) - Coordinatore del gruppo di esperti per la redazione del position paper Minindustria su IPRs e piccole imprese - Membro della Delegazione governativa alla Conferenza Intergovernativa di Londra per la revisione del Trattato di Monaco sul brevetto europeo (Londra, ottobre 2000) Nel settembre 2000 è stato nominato esperto scientifico nel Comitato Tecnico Scientifico della Legge 46/82 (Fondo per l Innovazione Tecnologica), incarico che ha detenuto fino al Ministero della Sanità Coordinamento e svolgimento di una ricerca per conto del Ministero della Sanità, Direzione Studi e Ricerche e redazione del Rapporto finale Individuazione di standard di costo per la previsione della spesa sanitaria in beni e servizi ( ) Coordinamento e svolgimento di una ricerca per conto del Ministero della Sanità, Direzione Studi e Ricerche e redazione del Rapporto finale Analisi microeconomica della spesa sanitaria in beni e servizi ( ) Membro della Commissione CIPE sulla negoziazione del prezzo dei farmaci presso il Ministero della Salute, Ministero per le Politiche Comunitarie Partecipazione alla Commissione di studio sulla politica della ricerca comunitaria e coordinamento della redazione del Rapporto finale La partecipazione italiana alla ricerca comunitaria (1999) Ministero degli Affari Esteri Membro della Commissione incaricata dello studio della riforma del sistema degli addetti scientifici alle ambasciate italiane all'estero (2000) Ministero del Tesoro Membro della Commissione incaricata della stesura del regolamento per la gestione in via elettronica e telematica degli acquisti pubblici (2000) Membro invitato della Commissione CIPE per la riforma del sistema di contrattazione centralizzata dei prezzi (2000) 7

8 Ministero dell Economia Esperto su problemi di valutazione della spesa pubblica in ricerca e di aiuti di Stato per l innovazione (2003- corrente) Ministero dell'ambiente Membro della Commissione EMAS - Ecolabel ( ) 5. Attività svolte nell ambito della creazione di imprese ad alta tecnologia Nel corso dell esperienza come Consigliere economico del Ministro dell Industria ( ) ha coordinato le attività di redazione del Libro Bianco sulle nuove imprese, approvato dal Consiglio dei Ministri nel novembre Sulla scorta delle indicazioni del Libro Bianco ha sviluppato alcuni strumenti per il supporto alla creazione di nuove imprese innovative, finanziati sulle risorse del governo provenienti dalle licenze UMTS e in seguito gestiti dal Ministero delle Attività Produttive: (a) programma di supporto a progetti integrati presentati da università e soggetti locali per la creazione di sistemi di servizi per la creazione di spin-off (27 progetti presentati, 12 selezionati nel corso dell anno 2002 e finanziati), con uno stanziamento complessivo di circa 50 miliardi di vecchie lire; (b) schema di anticipazione da erogare a soggetti intermediari finanziari (ex art. 106 e 107 T.U.) a fronte di progetti di investimento nel capitale di rischio di imprese start up (decreto attuativo 2003, stanziamento previsto di circa 125 milioni di euro). Ha collaborato attivamente con ruoli di coordinamento alle attività di incubazione e accelerazione delle imprese spinoff della ricerca. Sulla base di queste esperienze ha svolto negli ultimi anni ( ) le seguenti attività: (a) coordinatore del Comitato Tecnico del Fondo rotativo per le nuove imprese innovative promosso dalla Camera di Commercio di Pisa su sua ideazione e piano operativo, con uno stanziamento di 2,5 milioni di euro per interventi di seed capital nel capitale di rischio; nel primo biennio si sono esaminati 27 progetti di impresa e approvati 11 interventi di ingresso nel capitale sociale; (b) creazione di una società di due diligence tecnologica, specializzata nella valutazione di piani di impresa ad alto contenuto tecnologico (TechnoDeal), spinoff della Scuola Superiore Sant'Anna, insieme a colleghi dell area ingegneria e a manager privati ; (c) svolgimento di attività di due diligence su piani di impresa per operatori di venture capital privato e per il programma Start Tech di Sviluppo Italia; (d) promozione di accordi di collaborazione tra Fondo rotativo e alcuni fondi chiusi di investimento specializzati nelle start up e soggetti operanti nella finanza di rischio e nello scambio di tecnologie; (e) accompagnamento diretto di alcune imprese start up provenienti dal mondo della ricerca nelle trattative finanziarie con fondi di venture capital e assistenza nella redazione dei business plan e dei piani finanziari; (f) esperto del Progetto di scouting delle idee di impresa dalla ricerca universitaria della Regione Abruzzo (2004), con oltre 200 progetti esaminati; (g) coordinamento di uno studio per il lancio di un Fondo start up da parte di Fidi Toscana; (h) coordinamento dello studio di fattibilità per la creazione di una zona di insediamento industriale per imprese ad alta tecnologia (Villaggio della ricerca e dell innovazione) nel comune di Peccioli, per conto di FINEV, società per lo sviluppo locale; (i) sviluppo di uno studio per un fondo di investimento chiuso specializzato nel settore delle biotecnologie e life science, per conto del Comitato promotore del Siena Life Science Park costituito da Comune, Provincia e Università di Siena e dalla Fondazione Monte dei Paschi; (j) coordinamento del piano operativo per la costituzione dell incubatore di impresa, su incarico di Comune, Provincia, Camera di Commercio e Università di Firenze; (k) membro del comitato direttivo di IUNet, associazione tra Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Università di Napoli Federico II, Università di Roma Tor Vergata e Scuola Superiore Sant'Anna per la gestione integrata di servizi di supporto alle spinoff universitarie; 8

9 (l) membro del comitato direttivo di PNI Cube, associazione tra le università che promuovono il Premio Nazionale per l Innovazione (circa dieci a fine 2004); (m) presidente del Comitato per il Premio Nazionale per l Innovazione di Pisa (2004); all interno della rosa dei vincitori (Era Endoscopy, Soft Hand, Extra Solution) la prima è stata selezionata a livello nazionale aggiudicandosi la seconda posizione; (n) organizzatore del corso di formazione ad alto impatto Diventare imprenditori nell alta tecnologia, svoltosi a Pisa nel 2003 e nel 2004 su iniziativa del Polo Sant Anna Valdera e erogato ad un gruppo di 25 potenziali imprenditori; (o) direzione scientifica e organizzazione del Convegno Nazionale Le politiche per le nuove imprese innovative, promosso da Unioncamere e svolto a Reggio Calabria nell ottobre 2004; (p) coordinatore europeo del gruppo Public Sector Research del Network of Excellence PRIME, al cui interno vi è una linea di ricerca sulle spinoff della ricerca su scala europea, con l obiettivo di giungere ad una mappatura completa del fenomeno; (q) organizzatore di uno study tour a livello europeo per imprenditori, allo scopo di visitare le principali esperienze di sistemi locali orientati al supporto delle start up innovative (Cambridge, Oxford, Grenoble, Parigi), nel settembre Produzione scientifica 5.1 Pubblicazioni su riviste internazionali Bonaccorsi A., Daraio C. (2005) Exploring size and agglomeration effects in research productivity, Scientometrics, forthcoming Bonaccorsi A., Rossi C (2005). Comparing motivations of individual programmers and firms to take part in the Open Source movement. From community to business. Knowledge Technology and Policy, Special Issue on Open source Software, forthcoming Merito M, Baio G, Bonaccorsi A, et al. (2005) Economic evaluation of HIV treatments: the I.CO.N.A. cohort study Health Policy, forthcoming Bonaccorsi A., Rossi C. (2004) Contributing to the common pool resources in Open Source software. A comparison between individuals and firms, Information Economics and Policy, forthcoming Bonaccorsi A., Rossi C. (2004) Altruistic individuals, selfish firms? The structure of motivation in Open Source software, First Monday, Peer Reviewed Journal on the Internet, 9 (1). Bonaccorsi A., Giuri P., Pierotti F. (2004) Measuring long term technological dynamics, Economics of Innovation and New Technology, November Bonaccorsi A., Daraio C. (2003) A robust nonparametric approach to the analysis of scientific productivity, Research Evaluation, June Bonaccorsi A., Daraio C. (2003) Age effects in the organisation of science. The case on the Italian National Research Council, Scientometrics, Vol. 58, No. 1, Bonaccorsi A., Rossi C. (2003) Why open source software can succeed, Research Policy, 32(7), Bonaccorsi A., Giuri P. (2001), The long term evolution of vertically-related industries, International Journal of Industrial Organization, 19, Bonaccorsi A., Giuri P. (2001), Network structure and industrial dynamics. The long term evolution of the aircraft-engine industry, Structural Change and Economic Dynamics, 12, Bonaccorsi A., Giuri P. (2000), Non shakeout patterns of industry evolution. The case of turboprop engine industry, Research Policy, 29,

10 Bonaccorsi A., F. Pammolli F., Paoli M., Tani S. (1999) Nature of innovation and technology management in system companies, R&D Management, January Orsenigo L., Pammolli F., Riccaboni M., Bonaccorsi A., Turchetti G. (1999) Dynamics of knowledge and industry network, Journal of Management and Governance, January Bonaccorsi A., Rossetto S. (1998) Software usability: A real option analysis International Journal of Software Management, Fall Bonaccorsi A., Pammolli F., Tani S. (1996) The changing boundaries of system companies International Business Review, Vol. 5, No. 6, pp Bonaccorsi A., Lipparini A.(1994) Models of supplier involvement in the new product innovation process, Journal of Product Innovation Management, Fall Bonaccorsi A., Piccaluga A. (1994) University-industry relationships, R&D Management, No.3 Bonaccorsi A. (1993) What Do We Know about the Exporting of Small Italian Manufacturing Firms? Journal of lnternational Marketing, No.2, 1993 Bonaccorsi A., Paliwoda S. (1993) Systems selling in the aircraft industry Industrial Marketing Management, Vol.22, no.2, May Bonaccorsi A. (1992) On the relationship between firm size and export intensity, Journal of International Business Studies, Fall 5.2 Capitoli su volumi internazionali Bonaccorsi A. e Daraio C., (2004) Econometric approaches to the analysis of productivity of R&D systems. Production functions and production frontiers. In Handbook on Science and Technology indicators, edited by Moed, Smoch and Glanzel, Kluwer Academic Press, Bonaccorsi A., Giuri P. (2003) Trajectories in long term technological developments, in Lundvall G. (ed.) Dynamics of knowledge-based economy, Edward Elgar Bonaccorsi A., Giuri P. (2001), The dynamics of vertically-related industries. Innovation, entry and concentration, in Metcalfe S. (ed.), Transformation and Development, Springer Verlag Bonaccorsi A., Giuri P. (2001), Increasing returns and network structure in the evolutionary dynamics of industries, in Saviotti P.P. (Ed.), Applied Evolutionary Economics: New Empirical Methods and Simulation Techniques, Edward Elgar. Bonaccorsi A., A.M. Fiorentino (1996) Customer service satisfaction in market and intra-company exchanges in Paul Kunst, Jos Lemmink (a cura di) Managing Service Quality, Volume II, Londra, Paul Chapman Publishing. 5.3 Libri Bonaccorsi A. La scienza come impresa. Contributi alla analisi economica della scienza e dei sistemi nazionali di ricerca Milano, Franco Angeli, Bonaccorsi A. Cambiamento tecnologico e competizione nell'industria aeronautica civile. Integrazione di conoscenze e incertezza. Milano, Guerini e Associati, Libri curati Bonaccorsi A. (a cura di) Il sistema della ricerca pubblica in Italia, Milano, Franco Angeli,

11 Bonaccorsi A. (a cura di ) La genesi del nuovo. Come cambiano le organizzazioni, Milano, Guerini e Associati, Capitoli su volumi nazionali Bonaccorsi A., Rossi C. (2005) L economia della produzione di OSS: regimi di protezione della proprietà intellettuale e modelli di business, in G.Ubertazzi (a cura di) La produzione di software Open Source. Aspetti economici e giuridici, Padova, Giuffrè Bonaccorsi A., Rossi C. (2003) Economia della non adozione. Aspettative, esternalità di rete e massa critica, in S.Mariotti, G.Gottardi (a cura di) Crisi e trasformazione dell economia digitale, Milano, F.Angeli Bonaccorsi A., Rossi C. (2003) La adozione di commercio elettronico B2B nelle imprese italiane, in S.Mariotti, G.Gottardi (a cura di) Crisi e trasformazione dell economia digitale, Milano, F.Angeli Bonaccorsi A., Daraio C. (2003) Effetti di scala, agglomerazione e struttura per età nella produttività scientifica del CNR, in A.Bonaccorsi (a cura di) Il sistema della ricerca pubblica in Italia, Milano, F.Angeli. Bonaccorsi A., Giuri P. (2003) Alle radici del ritardo tecnologico italiano, in A.Bonaccorsi (a cura di) Il sistema della ricerca pubblica in Italia, Milano, F.Angeli. Bonaccorsi A., F. Pammolli (1998) Crescita economica, convergenza e reti energetiche in AA.VV. L'Italia tra Europa e Mediterraneo: Il bivio che non c'è più, Bologna, Il Mulino. Bonaccorsi A., F. Pammolli (1998) Apprendimento, regimi tecnologici e dinamica industriale in A. Lipparini (a cura di) Le competenze organizzativi. Sviluppo, trasferimento, condivisione. Roma, La Nuova Italia Scientifica - Carocci Editore. Bonaccorsi A., P. Manfredi (1997) Dinamica delle popolazioni di organizzazioni In G. Micheli (a cura di) Popolazioni e mercati, Milano, Franco Angeli. Bonaccorsi A. (1997) L'evoluzione dei modelli di impresa nei settori tipici in R. Varaldo, N. Bellini, A. Bonaccorsi, Tendenze e vie di cambiamento dell'industria toscana, Milano, Franco Angeli Bonaccorsi A. (1997) Nuove direttrici di sviluppo: l'alta tecnologia in R. Varaldo, N. Bellini, A. Bonaccorsi, Tendenze e vie di cambiamento dell'industria toscana, Milano, Franco Angeli Bonaccorsi A. (1992) L'attività esportativa delle piccole e medie imprese in Italia: una rassegna delle indagini empiriche Capitolo, in R. Varaldo, P. Rosson (a cura di), Profili gestionali delle imprese esportatrici, Giappichelli, Torino, 1992 Bonaccorsi A., Pammolli F. (1991) Interpretazione: una proposta di ricerca sui rapporti dell'impresa con l'ambiente in AA.VV. Continuità e rinnovamento negli studi di economia aziendale, Bologna, CLUEB 1991 Bonaccorsi A. (1988) La disintegrazione verticale del sistema in R. Varaldo (a cura di), Il sistema delle imprese calzaturiere. Struttura e strategie competitive Torino, Giappichelli, 1988 Bonaccorsi A. (1988) Scenari competitivi internazionali e strategie delle imprese in R. Varaldo (a cura di), Il sistema delle imprese calzaturiere. Struttura e strategie competitivi Torino, Giappichelli, Articoli su riviste nazionali Merito M, Bonaccorsi A, Pammolli F, et al., (2004) Valutazione economica dei trattamenti anti-hiv: lo studio di coorte I.CO.N.A., Giornale Italiano di Malattie Infettive, In corso di stampa Bonaccorsi A., Giuri P. (2003) La ricerca industriale in Italia. Una valutazione, Queste Istituzioni, Settembre 11

12 Bonaccorsi A., Rossi C. (2002) Perché il software open source non è un assurdo economico, Economia e Politica Industriale, Dicembre Bonaccorsi A.,. Manfredi E. (1999) La diffusione delle tecnologie di progettazione nell'industria meccanica, Quaderno del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Costruzioni Nucleari, Università di Pisa, Giugno Bonaccorsi A., Pammolli F. (1991) Creazione del valore, informazione e interazione con il mercato: un contributo al dibattito sulla qualità totale, Economia e Politica Industriale, n.72. Bonaccorsi A. (1991) I modelli settoriali dell'innovazione tecnologica. Il caso dell'industria aeronautica Sinergie, n.2. Bonaccorsi A. (1987) L'attività esportativa delle piccole e medie imprese in Italia: Una rassegna delle indagini empiriche Economia e Politica Industriale, n Pubblicazioni a conferenze internazionali con atti D Arminio A., Merito M., Bonaccorsi A. et al. (2005) Comparing individual therapeutic histories in HIV care: innovation and standards in clinical practice, Proceedings of the 5th World Conference of the International Health Economics Association (ihea), Barcelona, July Bonaccorsi A., Piscitello L., Rossi C. (2004) Digital divide e produttivita'. Un'analisi a livello provinciale. Atti della XXV Conferenza Italiana di Scienze Regionali, 6-8- Ottobre, Novara. Bonaccorsi A., Rossi C. (2004) Contributing to the common pool resources in Open Source software. A comparison between individuals and firms, Proceedings of the 4th Workshop on Open Source Software Engineering (ICSE'04), Edimburgo, 25 Maggio. Merito M, Baio G, Bonaccorsi A, et al. Economic evaluation of HIV treatments: the I.CO.N.A. cohort study, ISPOR Seventh Annual European Congress, Value in Health 2004, 7(6):760. Merito M, Pezzotti P., Bonaccorsi A. (for the ICONA Study Group), Comparing costs and effectiveness of HAART timing in HIV infection: evidence from the I.CO.N.A. cohort, ISPOR Seventh Annual European Congress, Value in Health 2004, 7(6):760-1 Bonaccorsi A., Rossi C., Giannangeli S. (2004) Adaptive entry strategies under dominant standards, Proceedings of the the Schumpeterian Society Conference, Milan, June Bonaccorsi A., Daraio C., Simar L. (2004) The efficiency of Italian universities. Nonparametric analysis and implications, Proceedings of the North American Productivity Conference, Montreal, June Bonaccorsi A., Codenotti B., Dimitri N., Leoncini M., Resta G., Santi P. (2002) Generating realistic data sets for combinatorial auctions, Proceedings of the IEEE Society Conference on E-commerce, December Bonaccorsi A., Daraio C. (2002) Productivity analysis in biomedical research, Proceedings of the 7th International S&T Indicators Conference, Karlsruhe, settembre Bonaccorsi A., Rossi C. (2002) Using domain names in measuring Internet diffusion, Proceedings of the WWW Internet Conference 2002, novembre, Lisbona; presentato anche alla Conferenza WITASI`02-1st IFIP Workshop on Internet Technologies, Applications, and Societal Impact, Wroclaw, ottobre 12

13 Bonaccorsi A., Rossi C. (2002) Critical mass in the diffusion of B2B e-commerce, Proceedings of the 4th International Conference on Electronic Commerce ICEC, Hong Kong, ottobre 2002 Bonaccorsi A., Rossi C. (2002) Network externality in the diffusion of e-commerce, Proceedings of the European Association for Research in Industrial Economics (EARIE) Conference, Copenhagen, 5-8 settembre Bonaccorsi A., Gallo G., Rossi C., Vistori F. (2002) Network externality and critical mass phenomena in the diffusion of E-Commerce Technology. The case of B2B. Proceedings of the 2nd Annual (2002) Conference of Academy of E-Business, Orlando, Florida, 6-11 Marzo 2002 Bonaccorsi A., Cambini R., Giuri P., Riccardi R. (2001), Non ergodic properties of the dynamics of industry concentration, Proceedings of the European Meeting on Applied Evolutionary Economics, Vienna, Settembre 2001 Bonaccorsi A., Giuri P. (2001), Firms position in the network and market share dynamics, Proceedings of the European Academy of Management Founding Conference, Barcellona Aprile 2001 Bonaccorsi A., Rossi C. (2001) The adoption of Internet technologies. Intrinsic value of technology and externality effects, Proceedings of the 4 th World Conference on E-commerce, Dallas, 8-11 Novembre 2001 Bonaccorsi A., Gallo G., Rossi C., Vistori F. (2001) A Simulation Model for the Diffusion of a New Technology in an Environment Populated by Heterogeneous Agents. The case of Business to Business (B2B) E-Commerce. Proceedings of the WEHIA Conference 2001, Maastricht, 7-9 Giugno 2001 Bonaccorsi A., E.Manfredi (1999) The diffusion of design methodologies in the mechanical engineering industry, Proceedings of the 4h Intemational Conference on Engineering Design, Munich, August 24-27, Manfredi P., Bonaccorsi A., Secchi A. (1998) Heterogeneity in classical new product diffusion models Proceedings of the Workshop "Mathematical Models in Marketing", Sheffield, September Rossetto S., Bonaccorsi A. (1998) Modularity in design under market uncertainty, Proceedings of the International Conference "Real Options: Theory and Applications", Chicago, July 1998 Bonaccorsi A. (1997) The integration of external and internal resources in product development, IPSERA, Proceedings of the 3dr International Conference, Ischia, Aprile 1997 Bonaccorsi A. (1996) Models of supplier involvement in new product development. An empirical analysis EIASM-INSEAD, Proceedings of the 3rd International Product Development Conference, Bruxelles, Aprile, 1996 Bonaccorsi A., Lipparini A. (1992) On the emergent role of suppliers in new product development Paper, in Proceedings of the International New Product Development Conference, EIASM, Bruxelles, Maggio 1992 Bonaccorsi A. (1992) Incentive, search, coordination and the network of knowledge. A framework for integrating technology and procurement strategy in Valla J.P.- Spencer R.- Salle R. (eds.) Proccedings of the 8th I.M.P. Conference, Lyon, France, 3-5 Settembre 1992 Paliwoda S., Bonaccorsi A. (1991) Marketing and Procurement Interaction in the Commercial Aircraft Industry Paper, in F.Bradley (ed.), Proceedings of the 20th Annual Conference of the European Marketing Academy, Dublino, Maggio 1991 Bonaccorsi A., Paliwoda S. (1990) The Procurement Network in the Commercial Aircraft Industry, in I.Snehota (ed.) Research Developments in International Industrial Marketing and Purchasing, Proceedings of the 6th I.M.P. Conference, Milano, Settembre

14 Bonaccorsi A. (1990) Transaction characteristics and exporting modes: A comparison between the results of an Italian and a Canadian empirical research Paper, in I.Snehota (ed.) Research Developments in International Industrial Marketing and Purchasing, Proceedings of the 6th I.M.P. Conference, Milano, Settembre 1990 Bonaccorsi A.- Turnbull P.W. (1989) The strategic management of procurement network in the comnercial aircraft industry in D.Wilson, S.Wu (eds.) Proceedings of the 5th I.M.P. Intemational Conference, Pennstate University, Pennsylvania, 7-9 Settembre Articoli under review Bonaccorsi A. (2005) Search regimes and the industrial dynamics of science, Paper presented to the PRIME General Assembly, Manchester, January 7-9, submitted. Bonaccorsi A. (2005) Better institutions vs better policies in European science, Paper presented to the PRIME General Assembly, Manchester, January 7-9, submitted. Bonaccorsi A., Giannangeli S. (2005) Founders characteristics and firm growth, Paper presented to the Conference on Interdisciplinary Approaches to Entrepreneurship, Rotterdam, February 3-5, submitted. Bonaccorsi A., Piscitello L., Rossi C. (2005) Explaining the local digital divide. A spatial econometric approach, submitted. Bonaccorsi A., Daraio C., Simar L. (2004) The efficiency of Italian universities. Nonparametric analysis and implications, Paper presented to the North American Productivity Conference, Montreal, June 2004, submitted. Bonaccorsi A., Giannangeli S., Rossi C (2004) Adaptive entry strategies under dominant standards - hybrid business models in the Open Source software industry. SSRN Working Paper, submitted. Merito M, Pezzotti P, Bonaccorsi A. et al. (2004) (for the ICONA Study Group), Comparing costs and effectiveness of HAART timing in HIV infection: evidence from the I.CO.N.A. cohort, submitted. Bonaccorsi A., Rossi C (2004). Comparing motivations of individual programmers and firms to take part in the Open Source movement. From community to business. SSRN Working Paper, submitted. Bonaccorsi A., Rossi C. (2003) Licensing schemes in the production and distribution of Open Source Software, SSRN Working Paper, submitted. Bonaccorsi A., Rossi C. (2004) Why do companies contribute to Open Source projects (with their own money), submitted. 14

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei.

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Alessia Amighini (Università del Piemonte Orientale) Versione preliminare Intervento al convegno Innovare per

Dettagli

Perché non si può crescere senza ricerca Ignazio Visco

Perché non si può crescere senza ricerca Ignazio Visco Perché non si può crescere senza ricerca Ignazio Visco Un economia sana e con buone prospettive di crescita deve saper cogliere i frutti del progresso tecnico, che solo adeguati investimenti in ricerca

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO )

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA ESTRATTO DA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI RECLUTAMENTO DI RICERCATORI E DOCENTI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) 1 Requisiti

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione.

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Da dove viene remac... remac è un'iniziativa a seguito del progetto EUCO2

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso

Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Schede SUA-RD 2011-2013: Istruzioni per l Uso Breve Introduzione Questo è un documento di lavoro per la composizione delle schede SUA-RD 2011, 2012 e 2013. In questa prima sezione vengono rapidamente ricapitolate

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro

CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro CURRICULUM VITAE di Andrea Payaro Nome e Cognome Luogo e data di nascita: Residenza: Telefono: Internet Site: e-mail: C.F. e P.I. Iscrizione all Ordine Andrea Payaro Padova, 08 Ottobre 1972 Via Monte Bianco,

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

QUEST La certificazione per le politiche di mobilità urbana. ISIS Istituto di Studi per l Integrazione dei Sistemi MobyDixit Bologna 23.05.

QUEST La certificazione per le politiche di mobilità urbana. ISIS Istituto di Studi per l Integrazione dei Sistemi MobyDixit Bologna 23.05. QUEST La certificazione per le politiche di mobilità urbana ISIS Istituto di Studi per l Integrazione dei Sistemi MobyDixit Bologna 23.05.2013 Il progetto QUEST Gli obiettivi Offrire supporto alle città

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Marco Galvagno. ALTRE POSIZIONI Responsabile formazione del Contamination Lab dell Università degli Studi di Catania

Marco Galvagno. ALTRE POSIZIONI Responsabile formazione del Contamination Lab dell Università degli Studi di Catania Marco Galvagno Dipartimento di Economia e Impresa Università degli Studi di Catania Corso Italia, 55-95129 Catania tel. 095 7537644 fax. 095 7537510 email: mgalvagno@unict.it www.marcogalvagno.com POSIZIONE

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti

1. Proteggere il lavoro ed esprimere il potenziale delle aziende clienti Ufficio Stampa Jacobacci & Partners DATASTAMPA Simonetta Carbone Via Tiepolo, 10-10126 Torino, Italy Tel.: (+39) 011.19706371 Fax: (+39) 011.19706372 e-mail: piemonte@datastampa.it torino milano roma madrid

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE

Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento. Esempi e strumenti di attuazione. A. A Beccara I. Pilati Trento RISE Smart Specialisation Strategy della Provincia Autonoma di Trento Esempi e strumenti di attuazione A. A Beccara I. Pilati Trento RISE S3 PAT ICT Micro nano-elett. Qualità della vita Agrifood Nanotech. Fotonica

Dettagli

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line.

Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Provincia di Cosenza Dipartimento di Economia e Statistica Università della Calabria Trasport@ndo: l Osservatorio TPL on line. Il trasporto pubblico locale della Provincia di Cosenza in rete - 1 - Premessa

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando

L Asset management e certificazione del personale di manutenzione: come la manutenzione sta cambiando Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la serie di Newsletter legate agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce all Asset Management e alla certificazione

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae

AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO. Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Nausicaa Elena Milani Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Luogo e data di nascita Ponte dell Olio (PC), 7 September 1984 Cittadinanza: Italiana

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

Position statement sull'accesso aperto ai risultati della ricerca scientifica in Italia

Position statement sull'accesso aperto ai risultati della ricerca scientifica in Italia Position statement sull'accesso aperto ai risultati della ricerca scientifica in Italia Vista la Dichiarazione di Berlino 1 sull'accesso aperto alla letteratura scientifica dell'ottobre 2003, nella quale

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di

Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze dell Istituto di Cent anni di scienza del controllo Sergio Bittanti Politecnico di Milano Convegno Prospettive e Impatto dell Automatica nello Sviluppo del Paese e nelle Relazioni Internazionali Accademia delle Scienze

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli