Erogato per conto della Università di Pisa dal Consorzio Universitario in Ingegneria per la Qualità e l Innovazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Erogato per conto della Università di Pisa dal Consorzio Universitario in Ingegneria per la Qualità e l Innovazione"

Transcript

1 Erogato per conto della Università di Pisa dal Consorzio Universitario in Ingegneria per la Qualità e l Innovazione Master I livello - HSE&Q Management

2 Master Universitario di I Livello Operazioni e Manutenzioni Documentazione (dati, informazioni, procedure, manuali) Formazione e Addestrameneto Comunicazione Miglioramento e Innovazione Igiene sul lavoro Impegno e leadership Audit e Miglioramento Organizzazione e competenze HSE Sostenibilità Gestione di crisi ed emergenze Protezione dell ambiente Manutenzione Gestione del rischio Risorse Umane Gestione HSE dei fornitori Analisi e Reporting GESTIONE DI SISTEMI PER LA SALUTE, LA SICUREZZA, L AMBIENTE E LA QUALITA DI UN ORGANIZZAZIONE (Management of HSE&Q Systems) 2

3 Offerta formativa Management of HSE&Q Systems Negli ultimi anni il Consorzio Quinn, come frutto dell esperienza delle collaborazioni operative e delle competenze presenti strutturalmente, ha sviluppato un offerta formativa nell ambito del MANAGEMENT of HEALTH, SAFETY, ENVIRONMENT and QUALITY SYSTEMS. In particolare sono state realizzate esperienze formative in: MASTER HSE&Q dedicato al mondo Oil & Gas per ENI-E&P (I edizione , II edizione , III edizione ) Moduli formativi nei seguenti ambiti Environmental Management Industrial Safety Occupational and Operational Safety Qualità e Gestione dei Processi Innovazione 3

4 Obiettivi e destinatari SINT - Master Universitario in Sistemi Integrati HSE&Q Il Master è rivolto a laureati in qualsiasi disciplina e tecnici con conoscenze di base. L offerta didattica è strutturata in modo da trasmettere ai partecipanti sia l approccio metodologico che le conoscenze chiave per la gestione dei sistemi HSE&Q. Il Master è finalizzato a : coinvolgere ed integrare le esperienze di persone neo-laureate che correttamente supportate possano così avere una via preferenziale di formazione specifica per l inserimento nel mondo del lavoro; sviluppare e accrescere la cultura della HSE&Q nell industria in generale nell ottica di un ottimizzazione dell inserimento dei neo-assunti negli ambiti tecnici; coinvolgere personale tecnico proveniente da differenti realtà industriali o da enti amministrativi e tecnici per confrontarsi e maturare un percorso comune nell HSE&Q; formare tecnici nello sviluppo e gestione di sistemi integrati con particolare riferimento ai sistemi Sicurezza, Ambiente, Qualità e Salute. promuovere un esperienza di apprendimento operativo che favorisca l inserimento in ambito aziendale e/o l aggiornamento tecnico per una più rapida crescita professionale. 4

5 Obiettivi e destinatari HSE&Q Master Universitario I candidati: saranno individuati in base alle competenze, all esperienza professionale, alle prospettive ed esigenze di accrescimento tecnico e di eventuale collocazione aziendale e/o al proprio CVs; saranno selezionati in base ai criteri formulati nel Bando di Iscrizione al MASTER; verranno inseriti in un programma di training propedeutico di tipo tecnico; saranno coinvolti in momenti di socializzazione che serviranno a formare il clima per seguire con profitto il MASTER verranno chiamati a far parte di gruppi di lavoro tecnici assistiti dai tutor scientifici che rappresenteranno il riferimento per le attività integrative alla docenza: esercitazioni, laboratori, site visit, Projetc Work. 5

6 Struttura e Metodologia Il percorso formativo del Master si articola in varie sezioni: una sezione propedeutica costituita da due moduli didattici introduttivi e fondamentali volti a fornire ai partecipanti le conoscenze di base per affrontare il MASTER HSE&Q con le minime e indispensabili competenze tecniche; una sezione di sistema costituita da tre moduli di organizzazione aziendale e sistemi di gestione; una sezione specialistica costituita da sei moduli tecnici sui temi di HSE&Q con l illustrazione degli argomenti specifici con il relativo sviluppo di applicazioni pratiche in esercitazioni guidate e attività di laboratorio; una sezione HSE&Q composta da tre moduli (di cui M 3.3 Gestione ed auditing di un Sistema SA 8000 è opzionale) che abbracciano e riepilogano l approccio integrato nei sistemi e processi HSE&Q nei quali si tratteranno esperienze guidate in risoluzione di problemi operativi. Il project work/stage aziendale individuale con lo sviluppo di una tesi finalizzata a collegare una tematica del percorso formativo ad aspetti del contesto operativo aziendale. 6 La metodologia didattica sarà fortemente orientata ad un apprendimento interattivo e di collaborazione, e prevede contributi scientifici di frontiera e testimonianze provenienti da contesti aziendali in forte evoluzione.

7 Struttura e Metodologia I partecipanti seguiranno le lezioni in aula e dedicheranno un tempo allo studio personale per prepararsi con profitto alle prove di esame di ogni corso. Ogni modulo sarà tecnicamente e scientificamente seguito da un docente responsabile e da un tutor che seguirà i partecipanti durante il periodo del master nello svolgimento delle esercitazioni e nello studio personale. L apprendimento sarà facilitato e consolidato da un approccio didattico che coinvolgerà I partecipanti in sessioni diversificate di lezioni frontali, esercitazioni in aula, visite ad impianti etc. e che avrà come concetto chiave l applicazione ed il trasferimento dell esperienza svolta presso UNIPI della ricerca scientifica ed applicata negli ambiti HSE&Q. Lo svolgimento del progetto finale, che avverrà con la formula dello stage aziendale, concluderà il percorso del master. Durante il periodo del MASTER sarà possibile sostenere gli esami per ottenere la qualifica di auditor per i sistemi certificati ISO14001, ISO9001, OHSAS e con l opportunità di quella per i sistemi SA

8 Architettura: Moduli M.01 Introduzione al mondo HSE&Q M.02 Training Tecnico M. 1.1 Elementi di gestione dei Sistemi industriali e organizzativi M. 1.2 Elementi di Project Management M. 1.3 Metodi e strumenti per il Problem Solving e il Miglioramento continuo M. 1.4 Gestione delle attività di Audits M.2.1 Gestione della Qualita M.2.2 Affidabilità e Manutenzione M. 2.3 Sicurezza Industriale M.2.4 Ambiente M. 2.5 Salute e Igiene M.2.6 Sicurezza nei luoghi di lavoro M.3.1 Sistemi di Gestione Integrati M.3.2 Sostenibilità M.3.3 Gestione ed Auditing di un Sistema SA8000 Stage in Azienda / Tesi Introduttivi Sistema Specialistici HSE&Q Project Work 8

9 Moduli: riepilogo Modulo Titolo Giorni M.01 Introduzione al mondo HSE&Q 1 M.02 Technical Training 3 M 1.1 Elementi di gestione dei Sistemi Industriali e Organizzativi 2 M 1.2 Elementi di Project Management 2 M 1.3 Metodi e strumenti per il Problem Solving e il Miglioramento continuo M 1.4 Gestione delle attività di Audits 2 M2.1 Gestione della Qualità 6 M 2.2 Affidabilità e manutenzione 3 M 2.3 Sicurezza Industriale 5 M 2.4 Ambiente 7 M 2.5 Salute e Igiene del Lavoro 2 M 2.6 Sicurezza nei luoghi di lavoro 6 M 3.1 Sistemi di Gestione Integrati 2 M 3.2 Sostenibilità 2 M 3.3 Gestione ed auditing di un Sistema SA 8000 (opzionale) 5 PW Tirocinio Aziendale / Project Work - - Totale (escluso M 3.3 e PW)

10 Strutture Scientifiche e Organizzazione Direttore Scientifico Direzione Scientifica Manager Didattico Coordinatori di Area Tutor Tec. Scientifici Collegio dei Docenti Faculty M0.1 M1.1 M1.3 M2.1 M2.2 M2.3 M3.1 M3.3 M0.2 M1.2 M1.4 M2.4 M2.5 M2.6 M3.2 10

11 Struttura dei moduli e metodo didattico Caratteristiche generali Giornate di docenza di 8h. che assicurino momenti di interattività, (stimolo al confronto e verifica della comprensione) e fasi di esercitazione (laboratorio). Max. 75% lezione, esercitazione + min. 25% laboratorio Test di fine modulo: min. 2 h. Materiali di supporto Slide di supporto alla docenza Estratti letteratura scientifica e tecnica Casi ed esercitazioni per le attività di laboratorio in aula Test di verifica di fine modulo. 11

12 M.01 Il mondo HSE&Q Introduttivo DURATA 1 giorno Obiettivo: Fornire ai partecipanti il contesto in cui si inseriscono i sistemi integrati HSE&Q, l approccio metodologico e le modalità di fruizione del Master. Avviare la conoscenza reciproca dei partecipanti. Operazioni e Manutenzioni Documentazione (dati, informazioni, procedure, manuali) Formazione e Addestrameneto Comunicazione Miglioramento e Innovazione Igiene sul lavoro Impegno e leadership Audit e Miglioramento Organizzazione e competenze HSE Sostenibilità Gestione di crisi ed emergenze Protezione dell ambiente Manutenzione Gestione del rischio Risorse Umane Gestione HSE dei fornitori Analisi e Reporting 12

13 M.02 Training tecnico Introduttivo Obiettivo: DURATA 3 giorni Fornire ai partecipanti le conoscenze di base per affrontare il MASTER HSE&Q con le minime e indispensabili competenze tecniche. Il modulo sarà composto da sotto-moduli della durata di 4 o 8 ore ciascuno, tra quelli elencati di seguito: Statistica di base e applicata Fondamenti di termodinamica e bilanci di energia Bilanci di Massa e di Calore e Fondamenti di Fenomeni di Trasporto e di Energia Fondamenti di Meccanica dei Fluidi Strumenti per l analisi: Brain Storming, Diagrammi ad albero, Diagrammi di flusso FMEA, FMECA, FTA etc. Rappresentazione di Impianti: Flow sheet, P&IDs, etc. Fondamenti di Combustione Aula : 16 ore Esercitazione: 8 ore 13

14 M.1.1 Elementi di gestione dei Sistemi industriali e organizzativi Sistema DURATA 2 giorni Obiettivo: Fornire una panoramica degli elementi di riferimento per lo sviluppo e la gestione di un organizzazione orientata alla soddisfazione di tutte le Parti Interessate. Modelli di gestione dei processi aziendali per assicurare l eccellenza organizzativa e l innovazione sostenibile in ottica di miglioramento continuo. Il concetto azienda o più in generale di un Organizzazione come Sistema aperto e le sue interazioni con tutte le PI e il mondo esterno Il concetto e i principali processi di Management, caratteristiche e stili di Leadership; nuovi concetti per la gestione orientata ad una Innovazione Responsabile I principali elementi organizzativi e le relative caratteristiche e modalità di gestione dalle risorse umane a quelle tecnologiche, ai fornitori, alle partnership; la capitalizzazione della conoscenza. La gestione e il controllo dei processi Elementi di gestione della produzione e della supply chain: produzione a flusso continuo e a lotti, programmazione e controllo della produzione secondo logiche MRP Approccio alla lean manufacturing: analisi del valore e strumenti per il recupero dell efficienza nei processi produttivi. Aula Esercitazione 8 ore 8 ore 14

15 M. 1.2 Elementi di Project Management Sistema Obiettivo: DURATA 2 giorni Fornire le conoscenze essenziali per la gestione dei progetti. Approfondire gli strumenti operativi per fornire supporto tecnico alla gestione dei progetti. Introduzione Generale PMI Tecniche di Project Management e Ruoli e Responsabilità Definizione, Strategia e Pianificazione dei Processi di un Progetto Gestione del rischio e dei tempi Controllo economico di progetto Team di progetto Monitoraggio & Controllo : un caso studio Aula Laboratorio 8 ore 8 ore 15

16 M 1.3 Metodi e strumenti di Problem Solving e Miglioramento continuo Sistema Obiettivo: DURATA 1 giorni Il modulo ha l'obiettivo di fornire le conoscenze relative ai principali metodi e strumenti per sviluppare un approccio di miglioramento continuo all interno di un Organizzazione con particolare riferimento agli strumenti del Problem Solving. Il miglioramento come prassi per l eccellenza gestionale Caratteristiche, principi ispiratori e organizzazione del processo di miglioramento Gli strumenti del Problem Solving per il miglioramento Aula 8 ore 16

17 M. 1.4 Gestione delle attività di Audit Sistema Obiettivo: DURATA 2 giorni Il modulo ha l'obiettivo di fornire le conoscenze relative ai principali riferimenti normativi, alle tecniche e agli strumenti in materia di esecuzione e gestione degli audit in campo ambientale, della sicurezza e salute sui luoghi di lavoro e nel campo della qualità. Norme di riferimento Metodologie e strumenti per l esecuzione degli audit Assurance Review Aula Laboratorio 8 ore 8 ore 17

18 M. 2.1 Gestione della Qualità Sez. specialistica Obiettivo: DURATA 6 giorni Far acquisire la conoscenza dei principali approcci alla gestione del fattore qualità in una Organizzazione, dall approccio ISO 9001 per lo sviluppo di un Sistema di Gestione che assicuri la conformità di un prodotto o servizio alle esigenze del cliente. Il concetto di qualità e di Sistema di Gestione per la qualità Il modello ISO 9001: la struttura, i principi e le modalità applicative La gestione per processi dell ISO 9001: dalla mappa dei processi, alla pianificazione e progettazione di un sistema integrato di processi dalla individuazione delle esigenze dei clienti alla progettazione, produzione, commercializzazione e assistenza. Aula Laboratorio 32 ore 16 ore La frequenza di questo modulo ed il superamento dell esame consentono di ottenere la qualifica di auditor per i sistemi di gestione certificati per la qualità secondo la norma ISO 9001:

19 M. 2.2 Affidabilità e Manutenzione Sez. specialistica Obiettivo: Aula Laboratorio DURATA 3 giorni Far acquisire la conoscenza dei principali metodi quantitativi e strumenti di Statistica (di base, inferenziale ed applicata) per il controllo ed il miglioramento dei processi. Sistemi TPM, con particolare riferimento a: Manutenzione Autonoma Miglioramento Focalizzato Manutenzione Progressiva Sistemi informatici per la gestione della manutenzione (Computer Managed Maintenance Systems, CMMS) Tecniche di monitoraggio e manutenzione on condition Tecniche statistiche applicate all analisi di affidabilità Tecniche e strumenti per l analisi di criticità: FMECA, Fault Tree Analysis, Equipment Ranking, Reliability Block Diagrams Outsourcing della manutenzione Gestione della manutenzione industriale (organizzazione, gestione dei ricambi, KPIs, ) 16 ore 8 ore 19

20 M. 2.3 Sicurezza Industriale Sez. specialistica Obiettivo: DURATA 5 giorni Fornire le conoscenze relative ai metodi di identificazione e valutazione del rischio e ai modelli e agli strumenti di supporto. Metodi di identificazione dei rischi incindentali ed industriali Metodi di valutazione delle conseguenze (incendio, esplosione, rilasci tossici). Modellistica e strumenti di calcolo. Metodi di valutazione del rischio e criteri di accettabilità. Interazione dell impianto/stabilimento con l area esterna: effetto domino, rischio d area, security Sistemi critici per la sicurezza e caratteristiche / performace relative Gestione operativa della sicurezza Pianificazione delle emergenze Affidabilità delle prestazioni umane Aula Laboratorio 24 ore 16 ore 20

21 M. 2.4 Ambiente Sez. specialistica Obiettivo: DURATA 7 giorni Fornire le conoscenze relative ai metodi di identificazione e valutazione del rischio ambientale e ai modelli e agli strumenti di supporto per la gestione degli aspetti ambientali e dei relativi impatti. Introduzione all Ingegneria Ambientale L inquinamento e i metodi di valutazione degli impatti sull ambiente Metodi di identificazione dei rischi ambientali (ENVID, analisi ambientali, screening ambientali,.. ecc.) Analisi di rischio e studi di impatto Ambientale Sistemi critici per l ambiente e caratteristiche/performance relative Gestione operativa degli impatti ambientali (gestione rifiuti, decommissioning impianti e bonifica siti contaminati) Gestione delle emergenze ambientali La frequenza di questo modulo ed il superamento dell esame consentono di ottenere la qualifica di auditor per i sistemi di gestione certificati per l ambiente secondo la norma ISO 14001:2004. Aula Laboratorio 40 ore 16 ore 21

22 M. 2.5 Salute e Igiene del Lavoro Sez. specialistica Obiettivo: DURATA 2 giorni Fornire le conoscenze relative alle principali metodologie e agli strumenti in materia di gestione della salute sui luoghi di lavoro. Metodi di identificazione dei rischi per la salute (HRA, ); Metodi di valutazione delle esposizioni al rischio; Analisi di rischio e studi di impatto per la salute; Gestione operativa della salute (Fitness To Work, sorveglianza sanitaria, gestione rifiuti sanitari, monitoraggio medico, prevenzione e promozione della salute ) Gestione delle emergenze sanitarie e medical support Aula Laboratorio 8 ore 8 ore 22

23 M.2.6 Sicurezza nei luoghi di lavoro Specialistici Obiettivo: DURATA 6 giorni Fornire le conoscenze relative ai metodi di identificazione e valutazione del rischio ed ai modelli e agli strumenti di supporto in campo operativo. - Organizing for health and safety - Dlgs 81/2008 e sm requisiti e applicazione - OHSAS sviluppo e applicazione - Sviluppo e applicazione di una gestione aziendale per la sicurezza - Prevenzione e gestione degli infortuni - salute nei luoghi di lavoro / Control of Substances Hazardous to Health Regulations COSHH - Valutazione del Rischio - Igiene Industriale - Lavorare in sicurezza modelli applicativi ed organizzativi - gestione delle emergenze - casi di studio ed esperienze sul campo Aula Laboratorio 32 ore 16 ore La frequenza di questo modulo ed il superamento dell esame consentono di ottenere la qualifica di auditor per i sistemi di gestione certificati per la sicurezza secondo la norma OHSAS 18001:

24 M.3.1 Sistemi di Gestione Integrata HSE&Q HSE&Q DURATA 2 giorni Obiettivo: Fornire un quadro operativo della gestione integrata dei sistemi di gestione HSE&Q illustrandone pregi e limiti. Impostare la gestione orientandola alla logica di processo. Presentare l approccio di realtà che abbiano già sviluppato e applicato un sistema di gestione integrato Principi di progettazione e gestione di un sistema HSE&Q; La gestione e la riprogettazione dei processi; Lo sviluppo di dettaglio degli obiettivi e il monitoraggio dei processi; Fondamenti Gestionali ed elementi di gestione dei sistemi HSE&Q. Esempi di sistemi gestione ambiente e sicurezza applicati; esperienze di auditing, reporting etc. Operazioni e Documentazione Manutenzioni (dati, informazioni, procedure, manuali) Formazione e Miglioramento e Addestrameneto Comunicazione Innovazione Igiene Impegno e sul lavoro leadership Audit e Organizzazione Miglioramento e competenze Sostenibilità HSE Gestione di crisi Protezione ed emergenze dell ambiente Manutenzione Gestione del Risorse Umane rischio Gestione HSE Analisi e dei fornitori Reporting Aula Laboratorio 8 ore 8 ore 24

25 M.3.2 Sostenibilità HSE&Q DURATA 2 giorni Obiettivo: Fornire le conoscenze relative ai concetti di sostenibilità e relativo bilancio in termini di indicatori di performance e reporting. Fornire i principali riferimenti legislativi in materia di sostenibilità. Concetto di sostenibilità Contesto generale di riferimento Elementi di sostenibilità rilevanti per il settore Strumenti di valutazione Reporting e Indicatori di performance (bilancio di sostenibilità) Progetti di sostenibilità Aula Laboratorio 8 ore 8 ore 25

26 M 3.3 Gestione/Auditing di Sistemi per la Responsabilità Sociale HSE&Q opzionale DURATA 5 giorni Il corso ha l'obiettivo di fornire le conoscenze necessarie per svolgere audit sui sistemi di gestione della responsabilità sociale in conformità alla norma SA8000, avendo acquisito una buona conoscenza dei requisiti normativi e delle tecniche di audit applicabili. Introduzione alla responsabilità sociale La norma SA 8000: scopo, principi ed aree di intervento La certificazione in conformità alla norma SA8000 Il ruolo delle parti interessate Il sistema di gestione della responsabilità sociale L'audit SA8000:preparazione, pianificazione e tecniche di conduzione. Approfondimento sui requisiti SA8000 in ottica di valutazione Elementi di attenzione della legislazione nazionale in relazione ai requisiti SA8000 La frequenza opzionale a questo modulo ed il superamento dell esame consentono di ottenere la qualifica di auditor per i sistemi di gestione certificati per la Responsabilità Sociale (SA8000). 26 Aula Laboratorio 24 ore 16 ore

27 STAGE AZIENDALE - Project Work Il PW si pone l'obiettivo di completare l'iter formativo attraverso lo svolgimento di un progetto operativo (project-work) che preveda l applicazione in azienda delle metodologie e degli strumenti acquisiti e la redazione di un report che ne descriva processo e risultati. Il PW occuperà circa 480 ore di studio e applicazione. Il PW sarà oggetto di valutazione, votazione e relativa attribuzione di crediti. studio / applicazione 4 mesi 27

28 Diploma Al termine del MASTER ed in base alla selezione svolta inizialmente e ai risultati degli esami sostenuti i candidati potranno ottenere : 1. Il diploma di Master Universitario in HSE&Q rilasciato dall Università di Pisa 2. Un certificato di attestazione degli esiti degli esami (a richiesta). 3. la qualifica di auditor per i sistemi di gestione certificati per la Qualità (norma ISO9001), per l Ambiente (norma ISO14001), per la Sicurezza (norma OHSAS18001) ed in aggiunta (percorso opzionale) l opportunità di conseguire analoga qualifica per la Responsabilità Sociale (auditor norma SA8000). 28

29 I e II edizione Master HSE&Q The first edition of the II level MASTER Management of HSE&Q Systems, , took place in San Donato Milanese (MI) in collaboration with ENI E&P division and Eni Corporate University in the framework of the development and upgrading the culture of the integrated approach in HSE&Q Management. In particular in the ECU building, San Donato Milanense (MI), from septemper 2008 up to march 2009 the HSE&Q a group of 22 ENI SpA employees attended the master sessions; in particulare they represent: ENI E&P, AGIP KCO, Polimeri Europa S.p.A, SAIPEM SpA, Melita Gas, Petrobel, IEOC, Eni North Africa B.V., IEOC\AGIBA. The students coming from six different countries (Italy, Libya, Tunisia, Egypt, Kazakhstan, Philippine) follow the lessons, work in groups during the study days and prepare for the final test of the Project Work. The project work were carried out in groups and consists of several technical activities on HSE&Q integrated management systems on real on-going ENI-E&P and Saipem projects regarding upstream activities off-shore and on-shore. The master course ended in July in Pisa with the final examination for the project work discussion and with the official Ceremony for the Diplomas. The second edition of the MASTER in HSE&Q, , took place in San Donato Milanese (MI) in collaboration with ENI E&P division and Eni Corporate University. The second edition was followed by a group of 22 ENI SpA employees attended the master sessions; in particulare they represent: ENI E&P, AGIP KCO, Polimeri Europa S.p.A, SAIPEM SpA, Melita Gas, Petrobel, IEOC, Eni North Africa B.V., IEOC\AGIBA. 29

30 Stage aziendali Lo stage, della durata di quattro mesi, da svolgersi presso una impresa/organizzazione che collaborano al MASTER, è finalizzato all applicazione delle conoscenze apprese a casi reali per un più agevole inserimento nel mondo del lavoro. Tra le AZIENDE e gli ENTI che aderiscono con disponibilità per lo stage e con borse di studio: 30

31 Ammissione L accesso al MASTER è riservato a 30 laureati in possesso almeno di una laurea di I livello o un diploma universitario di durata triennale. In assenza del possesso di tale requisito minimo, è possibile frequentare il Master come uditore ottenendo ugualmente le qualifiche professionali di auditor previste dal percorso formativo. La selezione è basata sulla valutazione del curriculum vitae e di eventuali titoli. La quota di partecipazione è di euro. Per gli uditori la quota è ridotta a euro. Per i candidati meritevoli, sono previste borse di studio offerte da aziende che collaborano con il Master. Per partecipare alla procedura di ammissione il candidato deve presentare domanda di pre-iscrizione online collegandosi al portale dell Ateneo Pisano e inviando tutta la documentazione al Consorzio QuInn. Data di apertura delle prescrizioni: 05 dicembre 2011 Data di chiusura delle preiscrizioni ore 13,00 del 31/01/

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI

POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale OBIETTIVI E CARATTERISTICHE GENERALI Il Master è rivolto

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015

Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Corso per Tecnico Esperto in Sistemi di Gestione per la Qualità e la Sicurezza Alimentare 100 ore Udine, Febbraio 2015-Aprile 2015 Formula Weekend (Venerdì e Sabato) Con il patrocinio e la collaborazione

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE

Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE Quality Evolution Consulting Formazione Manageriale Job Master con Stage DIREZIONE RISORSE UMANE 7 edizione Firenze 23 maggio 2015 Firenze 120 ore al sabato 23 maggio 2015 31 ottobre 2015 Agenzia Formativa

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli