Gianfranco Schiavone: la previsione è che non succederà molto, non perché non ci sia discussione in Europa ma per due ragioni:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gianfranco Schiavone: la previsione è che non succederà molto, non perché non ci sia discussione in Europa ma per due ragioni:"

Transcript

1 Manuela Cartosio: lettura delle notizie di oggi: 1) Un altro naufragio (70/80 dispersi), secondo alcuni dei 27 superstiti sbarcati ieri a Catania. 2) 45 (e non 30) i morti asfissiati nella stiva del peschereccio attraccato a Pozzallo. Nel frattempo Renzi ha parlato al parlamento di Strasburgo e sul tema migranti-rifugiati-mare nostrum non ha detto niente. Ha semplicemente appoggiato Frontex plus. Mare nostrum, e dopo? Cos è Mare Nostrum? E l operazione umanitaria iniziata dopo l ecatombe (366 morti) di Lampedusa del 3 ottobre Dall inizio dell anno sono sbarcate 67 mila persone, in soli 6 mesi più dei 63 mila del 2011 (finora considerato l anno record). Sappiamo dove si imbarcano (97% in Libia), chi sono (siriani, eritrei, somali e, più di recente, sudanesi, gambiani, maliani), quanti sono i minori accompagnati o soli, quanto pagano per il viaggio e quanto devono aggiungere per avere un salvagente, una coperta, una bottiglietta d acqua. Sappiamo che la maggior parte delle persone sbarcate considera l Italia un paese di transito, vuole raggiungere pagando un altro biglietto salato i paesi del Nord Europa (che garantiscono un asilo più decente o dove hanno parenti). Sappiamo anche che l operazione Mare nostrum, garantendo il soccorso e il non respingimento in mare - cose ovvie, ma non è stato sempre così - ha incentivato le partenze, aumentato le tariffe (perché è cresciuta la domanda e perché i siriani hanno più soldi degli africani ) quindi i profitti dei clan (sempre più criminali e sempre più crudeli) che organizzano le traversate. Mare nostrum ha fatto paradossalmente aumentare anche i morti? No, se si rapporta il numero dei morti a quello degli imbarcati. Forse sì, se si ipotizza che senza Mare nostrum molti di meno si sarebbero messi in mare. Sia come sia, l Unhcr stima che dall inizio dell anno nel Mediterraneo siano morte 500 persone. Sapendo tutte queste cose, siamo attraversati dal dubbio se mettere o no tra virgolette l aggettivo umanitaria (operazione). La domanda e dopo? si presta a una duplice lettura locale dell accoglienza ed europea della politica e delle norme che chiederemo ai nostri ospiti di sviluppare. Li ringrazio e ve li presento: la giornalista milanese Ilaria Sesana e Gianfranco Schiavone, presidente del Consorzio italiano di solidarietà e componente del direttivo dell Asgi (Associazione Studi Giuridici sull Immigrazione). Prima lettura: cosa succede dopo che i profughi, i richiedenti protezione umanitaria o asilo, i migranti hanno messo piede in Italia? Dove finiscono, per quanto tempo ci stanno, come funziona la rete d accoglienza? Il numero più alto è confluito o per scelta o perché indirizzato a Milano, dove dallo scorso ottobre sono transitati 10 mila siriani e un numero imprecisato di eritrei. Della situazione milanese ci parlerà, avendola seguita passo a passo, Ilaria Sesana, collaboratrice di Avvenire e di altre testate. Seconda lettura: e dopo? andrà avanti, e per quanto, l operazione Mare nostrum? E in subordine: dobbiamo accontentarci che vada avanti così? Mentre l ultimo interrogativo riguarda noi, quella precedente rimanda al ping pong, o scaricabarile, in corso da mesi tra governo italiano ed Unione europea. Per quanto si possa pensare male di Alfano e di Renzi i loro appelli ai partner europei a condividere l onere, non solo economico, dei salvataggi e degli sbarcati, e quindi a rivedere Dublino3 e a riconoscere la mutua reciprocità in materia di asilo, sono fondati. Altrettanto aritmeticamente fondata la replica degli altri paesi

2 europei: di rifugiati noi ne accogliamo il doppio, il triplo, il quadruplo dell Italia. Risultato: da Palazzo Chigi all ultimo agente di polizia tutti collaborano più che volentieri al secondo esodo, dall Italia verso il resto d Europa. Questo gioco delle parti è destinato a ripetersi? Lo chiedo a Schiavone, alla luce dei risultati delle elezioni europee, alla vigilia del semestre italiano di presidenza Ue e nel giorno del discorso di Renzi a Strasburgo. Quali attese, come si modificherà Mare Nostrum? Gianfranco Schiavone: la previsione è che non succederà molto, non perché non ci sia discussione in Europa ma per due ragioni: 1) il quadro di riforma legislativo europeo si è appena concluso con la revisione della direttiva qualifiche e della convenzione Dublino. È probabile che si punti più all amministrazione dell esistente che non alla revisione strutturale di norme e politiche, alla luce anche della nuova compagine del parlamento europeo. Vi consiglio di prendere visione della relazione finale del Consiglio Europeo del 26 e 27 giungo 2014 che fa un piano di priorità dell Ue dei prossimi cinque anni che mette al primo punto l immigrazione, ma mette frasi generali in un testo in cui altri argomenti vengono trattati nel dettaglio (Ucraina, luoghi di frontiera, ) indicativo dell assenza di un programma attuativo vero e proprio. 2) Io credo che l operazione Mare nostrum sia importantissima e abbia due pregi: una dimensione umanitaria evidente, salvare vite umane e permettere a molti di partire da paesi di transito ostili ; la seconda riguarda il fatto che dice una cosa importante a livello giuridico e politico: la responsabilità, la protezione non inizia quando una persona è in uno degli stati membro ma deve iniziare prima. Non solo non possiamo respingere persone in acque internazionali, ma dobbiamo intervenire. Messaggio forte, non a caso l Ue ha avuto una reazione di sconcerto. Ci sono sicuramente molte pressioni a livello europeo nei confronti dell Italia per il fatto che la politica italiana scardina alcuni principi sulle politiche migratorie nell Ue, pressioni che avvengono a un livello che noi non vediamo, sono non evidenti, non trasmesse nei comunicati ufficiali. Manuela Cartosio: chiediamo a Sesana di raccontarci che effetto ha questo nella nostra città, raccontandoci dell accoglienza a Siriani ed Eritrei. In particolare quali differenze si sono venute a creare? Ilaria Sesana: siriani accolti da ottobre 2013 ad oggi da parte del Comune di Milano. Gli eritrei sono circa, anch essi accolti dal Comune a partire dal 20 giugno Questa differenza temporale è dovuta al fatto che prima gli eritrei venivano accolti altrove. L accoglienza ai profughi siriani è frutto di un accordo tra Prefettura e Comune di Milano. Per questo motivo si è strutturata una modalità di accoglienza ben precisa. Quindi i siriani in Centrale trovano uno staff pronto e organizzato, dal primo colloquio all animazione per i bimbi. Direi ben organizzati per un accoglienza minima ma dignitosa. Non è stato così per gli eritrei, aiutati dalle comunità di riferimento, costretti a bivaccare in porta Venezia. La loro situazione è divenuta importante solo quando il problema è diventato di ordine pubblico, in relazione all occupazione degli spazi pubblici. Manuela Cartosio: torno a Schiavone chiedendo della proposta di ASGI di creare corridoi umanitari, facendo in modo che le domande di asilo possano essere fatte nei paesi di transito prima dell arrivo nel paese di approdo. Gianfranco Schiavone: è importante pensare che la protezione non finisce dove finiscono le acque di confine nazionale. C è qualcosa di buono nelle proposte che sono state fatte da ASGI, però l applicabilità concreta di queste proposte va vagliata. Cosa vuole dire in termini pratici corridoio umanitario? Significa corridoio di evacuazione, se non è inteso così perde di significato. Se intendiamo la presentazione delle

3 domande di asilo nei consolati dei paesi terzi, nel proprio paese di origine, non ha senso (era previsto dalla Svizzera ma è stato tolto l agosto dell anno scorso). Quindi parliamo di persone che fuggono e che si trovano in un paese terzo, allora quali possibilità esistono e non vengono utilizzate? 1) Reinsediamento (resettlement): disponibilità di paesi terzi di accogliere quote di rifugiati (riconosciuti dall ACNHUR). Può essere uno strumento criticabile, però è molto utilizzato nella storia dell asilo degli ultimi 50 anni ed è curioso che in Europa non sia ancora stato usato. Qualcosa in Francia, ma mai in Italia. Non è in discussione in Europa la promozione di una direttiva su di un piano di reinsediamento. Tema che secondo me andrebbe ripreso e caldeggiato. 2) È uscito recentemente un documento dell Assemblea Parlamentare del Consiglio di Europa, Risoluzione 1999/2014 che rilancia la possibilità di un piano europeo per il reinsediamento e per il comune approccio del rilascio dei visti umanitaria. Ci sono casi in cui si può favorire un ingresso protetto (art. 5 codice Schengen Condizioni d ingresso per i cittadini di paesi terzi ). Quindi è importante non ragionare per slogan ma avere idee concrete. Vi ricordo che la prima volta che in Europa si è parlato di esternalizzazione di domande di asilo è stato nel 2002/2003, con tutt altro obiettivo che non favorire l accoglienza. È accaduto in Austria e Gran Bretagna, in cui la proposta è stata quella di valutare la domanda di asilo all estero e chi viene ammesso viene trasferito in Europa. Bisogna stare attenti quando si dice la domanda di asilo si può fare anche in Libia come sostiene il Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR). Manuela Cartosio: se ho capito bene ogni singolo paese potrebbe fare un piano di reinsediamento ma nessun paese si muove a solo? Ilaria Sesana: l ACNHUR chiese le disponibilità da parte dei paesi europei nel 2006; arrivò disponibilità per posti, una percentuale bassissima rispetto alle necessità. L'Italia mise a disposizione non più di 500 posti, solo la Germania. Manuela Cartosio: Milano è rappresentativa di quanto sta accadendo in Italia? Se le persone passano solo per andare via, vale la pena di mettere in piedi un sistema di accoglienza temporaneo di questo genere? Ilaria Sesana: quando si parla di rifugiati vale sempre la pena in Italia, perché il tema è sempre stato trattato sul piano dell emergenza. DOMANDE E RIFLESSIONI: Volontaria Naga: conosco quanto sta accadendo in Porta Venezia con gli Eritrei perché abito in zona. Sono indirizzati verso l Irlanda, la Svezia e la Finlandia. Ne arrivano circa 100 al giorno. Sono molti i minori stranieri che scappano da un servizio di leva molto duro e molto lungo. Da quello che posso vedere rimangono al massimo una settimana. Hanno dormito tutto l inverno al freddo in Porta Venezia. I siriani sono riusciti ad avere di più, anche la villetta sottratta alla mafia in Chiaravalle. Medici Volontari Italiani: da ottobre 2013 due dottoresse della nostra organizzazione hanno fatto circa 1500 visite documentate. Da circa due mesi andiamo due volte a settimana vicino a via Lazzaretto e facciamo in media 30/40 visite. C è una singolare differenza tra siriani ed eritrei. I siriani sembrano più seguiti, più curati. Gli eritrei si fermano in media 3 o 4 giorni. Queste persone vanno aiutate, ma come è possibile che con tutti gli sbarchi che ci sono in Sicilia queste persone arrivano a Milano che nessuno ne sa niente?

4 Intervento: sono in Italia da 20 anni ed è sempre stato gestito tutto come emergenza. Ora c è una discriminazione nell accoglienza, non si capisce perché i sub sahariani non sono accolti mentre i siriani si. Ci sono ancora eritrei che dormono in piazza. Inoltre dobbiamo guardare bene a quello che facciamo qui prima di parlare di Europa. Mare Nostrum va bene, ma a cosa serve raccogliere in mare se poi non si è capaci di accogliere? È importante intervenire prima, nei paesi di transito. Intervento: com è possibile che il Comune abbia firmato un accordo con la Prefettura per i siriani e non per altri? È una questione di opinione pubblica? Rispetto ai profitti il problema non è solo quello delle organizzazioni che ci marciano ma che questo passaggio dall Italia consente traffici illegali. Arci Milano: è vero che è stata data casa Chiaravalle per l accoglienza ai siriani, ma questo è avvenuto con forti pressioni da parte del Comune di Milano. Il servizio sociale di Milano è diventato una sorta di protezione civile. Partecipiamo anche noi come Arci. Ci è stato chiesto di fare una stazione solidale per 57 famiglie accolte. Un posto dove stare e sollevarsi dalle fatiche del viaggio prima della ri-partenza. I tempi si stanno lentamente allungando: inizialmente due giorni, ora circa otto giorni di permanenza. Perché occuparsi dei siriani? Un po per quello che si diceva rispetto all opinione pubblica. Ma c è un altro pezzo molto preoccupante: le diverse forme di accoglienza che si stanno strutturando parallelamente a Milano e in Italia più in generale. Lo SPRAR che anche se disomogeneo è strutturato, accanto a questo si ripropone un po la modalità di accoglienza prevista dal passato ENA (Emergenza Nord Africa) in cui venne richiesto dalla Prefettura ai Comuni di mettere a disposizione posti letto in strutture alberghiere o in strutture di accoglienza in proporzione al numero di abitanti presenti sul territorio. Oggi accanto a questi abbiamo altri sistemi paralleli: siriani, eritrei, dove i costi sono diversi (25,00 euro a persona) non si chiede alcun tipo di servizio, con accreditamento di tanti soggetti che entrano nel sistema di accoglienza senza avere minimamente esperienza. L ultima circolare parla di ribasso d asta e dato che tutte le strutture del terzo settore sono piene, si aprono esperienze di gestione alternative con strutture alberghiere. Non abbiamo più luoghi di riflessione rispetto a quanto sta accadendo. Volontaria NAGA: visto che ci sono molte associazioni mobiliate per queste questioni non è possibile organizzare gruppi di pressione che aiutino a modificare la legislazione? Intervento: Come si sta comportando il Comune di Milano in questa situazione? Ilaria Sesana: rispetto al tema delle diverse forme di accoglienza, quindi delle diverse rette, trovo scandaloso che si creino nuove realtà di accoglienza come funghi nell ambito dell emergenza, come dicevano nell intervento di Arci. Rispetto alla situazione dei siriani, io non me la sento di puntare il dito contro il trafficante che porta Siriani ed Eritrei dove vogliono andare; sicuramente ci sono farabutti e ladri, non nego questo. Mi domando se sia più colpevole aiutare queste persone ad andare dove vogliono o chiudere le frontiere. Lo vivo come un dubbio, non riesco a puntare il dito sullo scafista. Sicuramente sono persone che lucrano. Convenzione tra Prefettura e Comune: per i Siriani è accaduto tutto questo perché non hanno lasciato le impronte quando sono sbarcati. Prima 230 posti, poi 500, poi 800 poi 900 (di cui 100 per gli eritrei). È evidente che non c è equità, dovrebbero valutare in base alle necessità e non in base nazionale. Gianfranco Schiavone: sul sistema di accoglienza volevo fornire alcuni elementi e spiegare perché la situazione italiana è così. Prima di tutto in Italia l accoglienza dei rifugiati è competenza esclusiva dello stato. L accoglienza deve durare per tutto l iter della domanda di asilo fino alle fasi di ricorso. Si dice molto su richiedenti asilo e sulle diverse forme di accoglienza a questi dedicati, poco sull accoglienza ai rifugiati.

5 Perché? Per fare sì che i rifugiati che abbiano uno status definito non restino nel paese che è stato loro assegnato, in Italia non si rimane per l inefficienza nello SPRAR, ma soprattutto per l inesistenza di accoglienza e protezione per i rifugiati. Tornando ai richiedenti asilo, l Italia non ha mai avuto il numero di posti necessario per i richiedenti asilo, perché l Italia ha sottostimato i posti? Se voi cercate su internet il libro Il diritto alla protezione lo si legge chiaramente. Siamo sempre andati in sofferenza al più piccolo aumento di richieste di posti di accoglienza. Lo SPRAR è nato nel 2002 con 1800 posti, nel 2012 ne aveva 1800, cioè un aumento ridicolo considerabile nel 2012 ancora come a uno stadio infantile. Oggi lo SPRAR è passato a posti ma è come se stesse affrontando questo problema per la prima volta, quando in realtà è un problema che affrontiamo da 15 anni. Come se l emergenza facesse pensare che una cosa che accade un anno non accade l anno dopo e in realtà succede da 15 anni. Ma, nonostante la pressione, l Italia è all ultimo posto per le domande d asilo in Europa. Siamo in una situazione in cui ogni disservizio è possibile. La riforma è in corso ma nessuno se ne è accorto, dobbiamo accogliere la nuova direttiva europea del 2013, si può fare senza tanti cambiamenti ma si può affrontare anche in altro modo. Di questi grandi temi nessuno sta dibattendo. Noi stiamo affrontando il discorso (ASGI) con Anci e con l Alto Commissariato ma la sensazione è che si tratti di argomenti che non hanno piglio nell opinione pubblica. Invece servirebbe una forte pressione sociale. L Italia ha anche esperimenti positivi, come l accoglienza diffusa di carattere comunale (idea iniziale dello SPRAR) ma idea che si trova di fronte a una crisi di crescita, perché il sistema è d adesione volontaria (da parte dei comuni) con delega di funzioni all Ente pubblico. Quindi il pubblico che interviene lo fa per mettere un elemento di razionalità in un sistema che di razionalità non ne ha! La Lombardia è una delle regioni con il minor numero di comuni che aderiscono. Ma ormai siamo al fondo del barile chi voleva aderire ha aderito e chi no, non l ha fatto. Quindi oggi ci sono 99 programmi Sprar in Sicilia e poco più di una decina in Lombardia. Quest anno qualcosa succederà perché la direttiva la si deve recepire. La direttiva europea è un po povera, riguardo accesso, durata, standard di vita adeguati. L Europa sarà sempre un'europa più chiusa; il confronto con quanto accaduto con la guerra nei Balcani non è possibile, ma comunque l accoglienza è stata diversa. Dal punto di vista culturale, con il concetto di permesso umanitario, è stato eroso il concetto di asilo politico. Verbale: Riccardo Canitano

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Intervista a Yonous Muhammadi, President of Greek Forum of Refugees

Intervista a Yonous Muhammadi, President of Greek Forum of Refugees Carovana per i diritti dei migranti, per la dignità e la giustizia Lampedusa 22 novembre-torino 6 dicembre 2014 Ci può descrivere qual è la condizione che vivono i richiedenti asilo in Grecia? Intervista

Dettagli

Situazione odierna, reinsediamento e ricollocazione

Situazione odierna, reinsediamento e ricollocazione Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Segreteria di Stato della migrazione SEM Scheda informativa Data: 18.09.2015 Situazione odierna, reinsediamento e ricollocazione 1.1 Situazione in Siria

Dettagli

INTERVENTO ON. BERGAMINI

INTERVENTO ON. BERGAMINI Informativa urgente del Governo sul trattamento riservato ai migranti nel Centro di soccorso e di prima accoglienza di Lampedusa, come emerso in un recente filmato trasmesso dalla RAI 21 dicembre 2013

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

NOTA CONFERENZA UNIFICATA EMERGENZA FLUSSI NON PROGRAMMATI - DOCUMENTO DI INDIRIZZO. 16 aprile 2014

NOTA CONFERENZA UNIFICATA EMERGENZA FLUSSI NON PROGRAMMATI - DOCUMENTO DI INDIRIZZO. 16 aprile 2014 NOTA CONFERENZA UNIFICATA EMERGENZA FLUSSI NON PROGRAMMATI - DOCUMENTO DI INDIRIZZO 16 aprile 2014 La situazione in corso, da ultimo rappresentata al Tavolo di coordinamento nazionale presso il Ministero

Dettagli

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO

LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO LE COSE SI POSSONO FARE CI STIAMO PROVANDO 1. Da Lampedusa alla coscienza europea. Dopo il naufragio di Lampedusa avvenuto il 3 ottobre 2013, dove persero la vita circa 366 migranti, il governo italiano

Dettagli

Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti

Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti Seminario organizzato dalla Friedrich-Ebert-Stiftung e dalla Fondazione Italianieuropei Roma, venerdì 14 novembre ore

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO PARTECIPATO AL CENTRO ESTIVO A. ANALISI DI SFONDO: STRUTTURA FAMILIARE a) Da quante persone è composta la sua famiglia?

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

4 delle cooperative sociali sono impegnate nell attività di accoglienza dei richiedenti asilo

4 delle cooperative sociali sono impegnate nell attività di accoglienza dei richiedenti asilo 9Cooperative di cui 7 sociali e 2 di produzione e lavoro 4 delle cooperative sociali sono impegnate nell attività di accoglienza dei richiedenti asilo 1 cooperativa esterna al Consorzio collabora in associazione

Dettagli

RECORD DI MIGRAZIONI FORZATE

RECORD DI MIGRAZIONI FORZATE RECORD DI MIGRAZIONI FORZATE Il 2015 potrebbe essere un anno record per le migrazioni forzate in tutto il mondo Secondo l'ultimo rapporto "Global Trends" dell'unhcr sono quasi 60 milioni le persone costrette

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi alla Conferenza Internazionale Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Padova, 15 giugno 2007 1 Il servizio civile come celebrazione del 50 dei trattati

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Conclusioni. Incontro continentale LMC America Guatemala, 15-20 Settembre 2014

Conclusioni. Incontro continentale LMC America Guatemala, 15-20 Settembre 2014 Conclusioni Incontro continentale LMC America Guatemala, 15-20 Settembre 2014 La terza Assemblea continentale dei Laici Missionari Comboniani (LMC) si è celebrata a Città del Guatemala dal 15 al 20 settembre

Dettagli

RELAZIONE LAMPEDUSA di Pietro Rizzuto

RELAZIONE LAMPEDUSA di Pietro Rizzuto RELAZIONE LAMPEDUSA di Pietro Rizzuto 22/04/2011 L'isola attualmente ospita circa 80 90 clandestini arrivati dopo il 05 aprile, si trovano nel centro di accoglienza Imbracola che è sorvegliato dalle forze

Dettagli

anno I, n.2, 2011 Recensioni

anno I, n.2, 2011 Recensioni L. Salamone, La disciplina giuridica dell'immigrazione clandestina via mare, nel diritto interno, europeo ed internazionale, Torino, Giappichelli 2011, pp. XXVI-406 Come è noto, gli arrivi irregolari per

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

MANAGE AL CONFINE. Copertina

MANAGE AL CONFINE. Copertina Copertina MANAGE AL CONFINE Carlotta Sami, classe 1970, da gennaio 2014 è portavoce per il Sud Europa dell Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. In precedenza è stata direttrice generale

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE

VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE VOLONTARIATO E INTEGRAZIONE Progetto di mediazione linguistica e culturale per l integrazione di richiedenti asilo, rifugiati e beneficiari di protezione internazionale in Italia attraverso il volontariato

Dettagli

impegno è la risposta!

impegno è la risposta! Se l abbandono è una emergenza il mio impegno è la risposta! campo STUDIO A LAMPEDUSA la porta di ingresso verso una nuova vita Lampedusa, la porta di ingresso verso una nuova vita? Un isola diventata

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Attraversando il deserto un cammino di speranza

Attraversando il deserto un cammino di speranza Attraversando il deserto un cammino di speranza Kusi Evans e Albert Kwabena mi colpiscono da subito in una burrascosa giornata di febbraio lungo le rive di un canale che stanno disboscando con la loro

Dettagli

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com

i dossier TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO www.freefoundation.com 065 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO SAPERE SULLE BANCHE DI RENZI (E BOSCHI) E NESSUNO VI HA MAI DETTO 15 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

IMMIGRAZIONE E ACCOGLIENZA

IMMIGRAZIONE E ACCOGLIENZA Consiglio Regionale del Molise IMMIGRAZIONE E ACCOGLIENZA BREVE ANALISI DELLA SITUAZIONE IN ITALIA GRUPPO DI LAVORO IMMIGRAZIONE, POLITICHE SOCIALI E DIRITTI UMANI Le migrazioni forzate provocate da guerre,

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Il datore di lavoro Sandra Meier La signora F. è impiegata nella nostra azienda al servizio clienti. Lavora alla Helsana da oltre 20 anni. L ho conosciuta nel 2006 al

Dettagli

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30.

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Proto Tilocca Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Intanto permettetemi di ringraziare, a nome del CTM, la Regione non solo per averci

Dettagli

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO

ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO ITALIANO PONTE TRA LE CULTURE NEL MEDITERRANEO 1 PERCHÉ CONOSCERE L ITALIANO È UN PLUSVALORE? 2 Italiano lingua del cuore Feten Fradi - esperta comunicazione audiovisiva Copeam La mia esperienza personale

Dettagli

APPELLO PAPA PER RIFUGIATI

APPELLO PAPA PER RIFUGIATI RASSEGNA STAMPA APPELLO PAPA PER RIFUGIATI A cura di Agenzia Comunicatio INTERVISTA A DON FULVIO FERRARI REGISTRATA IL 7/09 ALLE ORE 16.00 CITAZIONE IN DIRETTA IL GIORNO 7/09 07/09/2015-12:41:00 Agenzia:

Dettagli

Catania, Boldrini: "Più Sud nell'agenda politica"

Catania, Boldrini: Più Sud nell'agenda politica Catania, Boldrini: "Più Sud nell'agenda politica" di Redazione Sicilia Journal - 10, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/catania-boldrini-piu-sud-nellagenda-politica/ di Graziella Nicolosi 1 / 5 CATANIA

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

incontro bambini-anziani

incontro bambini-anziani Progetto di integrazione sociale: incontro bambini-anziani Tirocinante Scanderebech Roberta 1 La Fondazione Edoardo Filograna è un centro polivalente per la Terza Età che ospita attualmente circa 120 anziani

Dettagli

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE:

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: CARATTERISTICHE, SIGNIFICATO E POTENZIALITA' Villa d Almè, ottobre-novembre 2015 Maria Coelli 1 La supervisione e l'intervisione -Per supervisione

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società

Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società Cristina Molfetta Ufficio Pastorale Migranti di Torino Firenze 16 Gennaio 2015 1 Le famiglie Migranti risorsa per la Chiesa e la Società Le Famiglie Cioè l importanza dei legami affettivi e relazionali

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

Minori stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti

Minori stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti Dipartimento Immigrazione 7 aprile 2008 L'arrivo di minori stranieri soli sui nostri territori non è un fenomeno nuovo - risale significativamente

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Io/tu/lei/lui noi voi loro

Io/tu/lei/lui noi voi loro CONGIUNTIVO PARTE 1 I verbi regolari. Completa la tabella: comprare finire mettere prendere mangiare aprire chiudere partire parlare cantare scrivere trovare vivere cercare dormire preferire abitare capire

Dettagli

IL NOSTRO FACT-CHECKING SU DUE ANNI DI GOVERNO RENZI «TAVOLO 2: SICUREZZA E IMMIGRAZIONE»

IL NOSTRO FACT-CHECKING SU DUE ANNI DI GOVERNO RENZI «TAVOLO 2: SICUREZZA E IMMIGRAZIONE» a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia 1024 IL NOSTRO FACT-CHECKING SU DUE ANNI DI GOVERNO RENZI «TAVOLO 2: SICUREZZA E IMMIGRAZIONE»

Dettagli

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO

GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO GUIDA AL PERMESSO DI SOGGIORNO IN QUESTA GUIDA TROVERAI INFORMAZIONI SUI DIVERSI TIPI DI PERMESSO DI SOGGIORNO, SU COME PRESENTARE DOMANDA E RINNOVARE, SUGLI ALTRI DOCUMENTI NECESSARI (RESIDENZA, CARTA

Dettagli

Immigrati e rifugiati: Oltre gli stereotipi. Maurizio Ambrosini, università di Milano, direttore della rivista Mondi migranti

Immigrati e rifugiati: Oltre gli stereotipi. Maurizio Ambrosini, università di Milano, direttore della rivista Mondi migranti Immigrati e rifugiati: Oltre gli stereotipi Maurizio Ambrosini, università di Milano, direttore della rivista Mondi migranti Chi sono gli immigrati? ONU: L immigrato è una persona che si è spostata in

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

«Chi non conosce le lingue non sa nulla nemmeno della propria»

«Chi non conosce le lingue non sa nulla nemmeno della propria» «Chi non conosce le lingue non sa nulla nemmeno della propria» (J. W. Goethe) LILIA ANDREA TERUGGI Leggere e scrivere attraverso il curriculo Trasversalità della lingua nei diversi ambiti disciplinari

Dettagli

Sbarchi, richiedenti asilo e presenze irregolari

Sbarchi, richiedenti asilo e presenze irregolari Sbarchi, richiedenti asilo e presenze irregolari La traversata del Mar Mediterraneo è la strada più mortale del mondo : così afferma l Agenzia Onu per i rifugiati, comunicando il bilancio record di 3.419

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci FUORI CAMPO Luca Richelli insegna informatica musicale al conservatorio di Verona. E siccome di informatica ci capisce, quando a fine corso ha dovuto fare la

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti di associazioni e cooperative 14 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione promosso

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

Insegnare relatività. nel XXI secolo

Insegnare relatività. nel XXI secolo Insegnare relatività nel XXI secolo L ' e s p e r i m e n t o d i H a f e l e e K e a t i n g È il primo dei nuovi esperimenti, realizzato nel 1971. Due orologi atomici sono stati montati su due aerei

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

Lasciatevi incantare

Lasciatevi incantare Lasciatevi incantare Rita Pecorari LASCIATEVI INCANTARE favole www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Rita Pecorari Tutti i diritti riservati Tanto tempo fa, io ero ancora una bambina, c era una persona

Dettagli

Dai, domanda! 6. Vita romana

Dai, domanda! 6. Vita romana Italiano per Sek I e Sek II Dai, domanda! 6. Vita romana 9:46 minuti Olivia: Edward: Margherita Un vecchio proverbio dice che tutte le strade portano a Roma. E finalmente sono venuto qua, giusto in tempo

Dettagli

INTRODUZIONE AI CICLI

INTRODUZIONE AI CICLI www.previsioniborsa.net INTRODUZIONE AI CICLI _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione di ciclo economico visto l argomento che andremo a trattare. Che cos è un ciclo economico?

Dettagli

START! Chicco, Nanà e la Magica Canzone della Super Attenzione!

START! Chicco, Nanà e la Magica Canzone della Super Attenzione! START! Chicco, Nanà e la Magica Canzone della Super Attenzione! MATERIALE Un pupazzetto a forma di uccellino in un cestino, inizialmente nascosto da qualche parte. Stampa della diapositiva 8, incollata

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

Prefettura di Reggio Calabria Ufficio territoriale del Governo

Prefettura di Reggio Calabria Ufficio territoriale del Governo Prefettura di Reggio Calabria Ufficio territoriale del Governo LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA DEI MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI Per minore straniero non accompagnato si intende il minorenne non avente

Dettagli

AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES (COHAFA)

AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES (COHAFA) AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA PER IL SEMESTRE DI PRESIDENZA ITALIANA DEL GRUPPO DI LAVORO SULL AIUTO UMANITARIO (COHAFA) Spunti di intervento 1 INTRODUZIONE

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Sociologia delle migrazioni I RIFUGIATI. A.a. 2003/2004. Gottardi Elisabetta, Medeghini Bibiana, Pollino Simona

Sociologia delle migrazioni I RIFUGIATI. A.a. 2003/2004. Gottardi Elisabetta, Medeghini Bibiana, Pollino Simona 1 Sociologia delle migrazioni I RIFUGIATI A.a. 2003/2004 Gottardi Elisabetta, Medeghini Bibiana, Pollino Simona 2 IRO e UNRRA 1943: nasce l UNRRA, Amministrazione delle Nazioni Unite per i soccorsi e la

Dettagli

Italiano e dialetto nella lingua degli immigrati. Lezione del 27 novembre 2014

Italiano e dialetto nella lingua degli immigrati. Lezione del 27 novembre 2014 Italiano e dialetto nella lingua degli immigrati Lezione del 27 novembre 2014 Finora si è parlato dell uso del dialetto da parte degli italiani Ma come si pongono di fronte ai dialetti gli stranieri che

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA.

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. CAPITOLO 1 VUOI IMPARARE AD OPERARE IN BORSA CON IL METODO CICLICO? VISITA IL LINK: http://www.fsbusiness.net/metodo-ciclico/index.htm _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Maurizio Ambrosini, Università di Milano, Direttore Mondi migranti

Maurizio Ambrosini, Università di Milano, Direttore Mondi migranti Maurizio Ambrosini, Università di Milano, Direttore Mondi migranti La regolazione dell immigrazione: un gioco complesso La spinta dell economia (e delle famiglie) Le resistenze della politica Gli interessi

Dettagli

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE

LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE LABORATORIO GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO 2010/2011 PRIMO QUADRIMESTRE Le immagini contenute in questa presentazione sono estratte da pagine web, se qualcuno dovesse trovare immagini coperte da copyright,

Dettagli

QUESTIONARIO RIVOLTO ALLE ASSOCIAZIONI DEI MIGRANTI

QUESTIONARIO RIVOLTO ALLE ASSOCIAZIONI DEI MIGRANTI QUESTIONARIO RIVOLTO ALLE ASSOCIAZIONI DEI MIGRANTI codice intervista: Sezione A) DATI RELATIVI ALL ASSOCIAZIONE E A CHI RISPONDE AL QUESTIONARIO.A00 Denominazione Associazione Nome e Cognome Numero di

Dettagli