Meno tasse e più risorse per le imprese L ARTIGIANATO LECCHESE. anno 62 n giugno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Meno tasse e più risorse per le imprese L ARTIGIANATO LECCHESE. anno 62 n. 6 2015 giugno"

Transcript

1 Aut. Tribunale di Lecco n. 61 del Periodico di Confartigianato Imprese Lecco Via Galileo Galilei LECCO - Tel direttore responsabile: ALBERTO RICCI redazione: Vittorio Tonini, Mario Ballabio, Marco Bonacina, Paola Bonacina, Guido Ciceri, Giovanni Dell Oro, Armando Dragoni, Roberto Ferrario, Paolo Grieco, Emanuele Pensotti, Matilde Petracca, Fabrizio Pierpaoli, Larissa Pirola, Giovanni Righetto, Elena Riva, Ildefonso Riva / stampa: Editoria Grafica Colombo srl Via Roma 87 - Valmadrera (Lc) - Tel composizione: Studio Grafico Artego Via Roma 66 - Lecco - Tel Periodico associato all Unione Stampa Periodica Italiana QUESTO NUMERO VIENE DISTRIBUITO IN COPIE anno 62 n giugno AL L ARTIGIANATO LECCHESE Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - 70% - DCB CO ASSEMBLEA NAZIONALE CONFARTIGIANATO AD EXPO 2015 Meno tasse e più risorse per le imprese

2 [editoriale] Le imprese hanno bisogno di interlocutori affidabili e amministrazioni efficienti Elezioni comunali, le nostre proposte Confartigianato Lecco ha incontrato nei giorni scorsi, alla vigilia delle elezioni comunali, i candidati sindaci al Comune di Lecco, a nome delle oltre 700 imprese associate che hanno sede nel capoluogo. Cinque appuntamenti nel corso dei quali abbiamo avuto modo di confrontarci faccia a faccia con Alberto Anghileri, Lorenzo Bodega, Virginio Brivio, Alberto Negrini e Massimo Riva. Ognuno ha espresso le proprie intenzioni sui temi che riguardano da vicino il mondo della piccola impresa, oltre alle questioni di carattere generale inerenti la gestione del Comune in tutte le sue sfaccettature. Ai candidati abbiamo ricordato l importanza che la nostra associazione attribuisce al rapporto con i Comuni del territorio, convinti che le aziende abbiano bisogno di interlocutori affidabili e macchine amministrative efficienti. Ad ogni aspirante sindaco abbiamo consegnato un documento con le proposte e i suggerimenti di Confartigianato Lecco per una buona amministrazione a tutela del mondo della piccola impresa e dei cittadini. Abbiamo premesso come sia fondamentale mantenere un dialogo costante tra Comune e attori del Daniele Riva Presidente Confartigianato Imprese Lecco mondo economico, condividendo le strategie del sistema Lecco e dedicando particolare attenzione alle istanze delle imprese di piccole dimensioni, che contribuiscono in modo determinante a definire il carattere e la qualità della vita nella città. Tra le priorità che abbiamo sottolineato, innanzitutto il nodo della tassazione locale. E urgente intervenire subito sull IMU per le attività d'impresa, che consideriamo un ingiusta duplicazione impositiva, dal momento che le nostre attività vengono già sottoposte a tassazione sul reddito d'impresa. Riguardo all'applicazione della TARI, abbiamo chiesto ai candidati un impegno concreto per rivisitare al ribasso le percentuali di produzione di rifiuti per le attività manifatturiere, di servizio e commerciali, che negli ultimi anni hanno subito sensibili aumenti. Abbiamo poi chiesto garanzie per la riduzione dei costi della burocrazia e per un azione di vera semplificazione amministrativa. Occorrerà inoltre riprendere il confronto sul Piano di Governo del Territorio, che presenta ancora molti punti da affrontare e risolvere. Il PGT deve rappresentare un supporto concreto per sostenere il tessuto artigianale, manifatturiero e di servizio, con opportuni incentivi alle imprese. Decisivo in questo senso sarà l individuazione di adeguati spazi per le attività economiche, anche attraverso la riqualificazione del patrimonio immobiliare pubblico e privato, a partire dalle aree dismesse. Altro tema che abbiamo messo sul tavolo è quello delle infrastrutture e della viabilità, essenziali per incentivare le potenzialità correlate non solo alle attività economiche, ma anche al turismo, all ambiente, ai servizi. In conclusione, a tutti abbiamo ribadito che una macchina amministrativa efficiente è il minimo che possano aspettarsi cittadini ed imprese, specie in questo difficile momento. ITALIAN MAKERS VILLAGE, VIA TORTONA 32, MILANO Tra esposizioni, show cooking e incontri, l artigianato è protagonista Una grande affluenza di pubblico, concentrata nei weekend, sta confermando il successo del Fuori Expo di Confartigianato, in via Tortona 32 a Milano. Decine gli appuntamenti in programma anche nelle prossime settimane: esposizioni di prodotti di eccellenza artigiana, incontri con buyers internazionali, show cooking con maestri del gusto, mostre, dibattiti, spettacoli e concerti serali dal vivo. L Italian Makers Village è uno spazio di 1800 metri quadri allestito per ospitare, a rotazione settimanale secondo un calendario tematico, oltre 800 eccellenze artigiane italiane di tutti i settori, con 27 stand espositivi nella Rassegna delle Eccellenze, uno Store per temporary shop, un area di 300 mq per eventi, 6 postazioni di street food e il ristorante Solatium, in collaborazione con l Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo. Fino al 2 novembre proseguirà il fitto calendario di eventi, ad ingresso libero, tutti i giorni dalle 11 alle 24. Per consultare il programma aggiornato dei prossimi giorni, consultare il sito 2 / n. 6 - giugno 2015

3 L assemblea nazionale Confartigianato si è tenuta ad EXPO Milano 2015 [vita associativa] Meno tasse, più risorse Si è svolta lo scorso 20 maggio, nella cornice di Expo Milano 2015, l Assemblea nazionale di Confartigianato, alla quale ha partecipato una delegazione di Confartigianato Imprese Lecco guidata dal presidente Daniele Riva e dal segretario generale Vittorio Tonini. Il presidente nazionale Giorgio Merletti, nel suo discorso di apertura, è stato chiaro: i nodi da sciogliere per liberare le potenzialità della piccola impresa sono ancora tanti. > il regolamento europeo sul Made in Italy (quello fatto in Italia ), il fare impresa (per risalire al 15 posto entro il 2018 dobbiamo scalare 50 posizioni), > la tassazione (le imprese italiane pagano 29 miliardi di tasse in più rispetto la media UE e sugli immobili, nel passaggio da Ici a Imu e Tasi, l incremento è stato del 153%), > il credito (i rubinetti delle banche continuano a restare troppo chiusi), > il taglio della spesa pubblica (David Cameron l ha fatta e ha vinto le elezioni), > la burocrazia (che a volte si risolve in mazzette ) e le tante riforme (fiscale, elettorale, della Pubblica Amministrazione) che il Governo ha promesso ma non ha ancora fatto. Poi ci sono la lotta all evasione, le infrastrutture, il mercato del lavoro, i ritardi della PA nei pagamenti. L innovazione. Merletti ha rilevato qualche contraddizione in un Governo che lancia il contratto unico a tutele crescenti e cannibalizza l apprendistato nello stesso momento in cui con la Buona Scuola annuncia di voler rilanciarlo. Nonostante tutto le nostre imprese non sono andate all estero a cercare capitali, non abbiamo venduto le aziende, abbiamo lavorato per renderle più solide. Il Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina ha ribattuto che non siamo ancora usciti da questi sette anni di crisi, ma penso sia un errore non vedere le novità che avanzano. Martina si riferisce al superamento del bicameralismo (con la riforma costituzionale), al Jobs Act, alla riforma fiscale e a quella del Senato, alle politiche di promozione dell occupazione e del lavoro, ai bonus fiscali in edilizia che verranno potenziati con la prossima Legge di Stabilità e ai tanti sforzi che il Governo sta compiendo, anche in sede europea, per cambiare le cose. Crede, Martina, nella impresa come il primo e vero soggetto dal quale si deve partire per costruire lo sviluppo economico e crede nel fatto che si potrà uscire da questa situazione solo se la battaglia la si costruisce insieme. Con quei corpi intermedi che il Presidente Merletti richiama nella sua relazione e ai quali Martina chiede di mettersi in discussione per dare ancora il loro contributo alla crescita. UNA GRANDE NOVITÀ IN ESCLUSIVA PER I TERMOIDRAULICI ASSOCIATI Impiantisti, servizio di risposta tecnica via mail Il servizio di consulenza tecnico-impiantistica si svolge via mail ed è attivo dal 1 giugno. I quesiti vanno inviati a La risposta arriverà via mail, generalmente entro 48 ore. E possibile porre domande su: > Legislazione Regionale e Nazionale relativa agli impianti termici > Norme UNI di riferimento per impianti termici > Documentazione di impianto e corretta compilazione > Temi impiantistici particolari, anche riguardanti impianti termici utilizzanti FER - Fonti Energetiche Rinnovabili (es: solare termico) n. 6 - giugno 2015 / 3

4 [news] Incontro tecnico a cura degli uffici Categorie e Formazione Seminario autotrasporto: gli obblighi normativi > SABATO 20 GIUGNO: INCONTRO TECNICO SUL CORRETTO UTILIZZO DEL CRONOTACHIGRAFO / ORE DI GUIDA E DI RIPOSO Considerate le sanzioni che stanno tartassando la categoria in merito all utilizzo del cronotachigrafo e soprattutto sulle responsabilità in capo al titolare nei confronti dei dipendenti e viceversa, Confartigianato Imprese Lecco organizza per sabato 20 giugno un incontro formativo rivolto a tutti gli autotrasportatori su: > la sicurezza stradale: disciplina nazionale e comunitaria (tachigrafo digitale, tempi di guida e di riposo). L incontro si svolgerà dalle ore 8.30 nella sede di Confartigianato in via Galilei 1 a Lecco e sarà tenuto da Massimiliano Merenda esperto del Codice della strada. E importante la presenza sia dei titolari sia dei dipendenti. Al termine verrà rilasciato l attestato di partecipazione. Partecipazione gratuita. Si prega di segnalare la presenza a dott. Giovanni Dell Oro, tel , Impiantisti, formazione gratuita per dipendenti ELFI Lecco, in partnership con ELFI Bergamo e Brescia, presenterà a Fondartigianato sulla prossima scadenza di luglio un progetto per richiedere il finanziamento della formazione dei dipendenti delle aziende aderenti delle categorie Installatori Elettrici e Termoidraulici. Questi gli argomenti dei corsi: 1) aggiornamento per termoidraulici sulle norme UNI 7129 e (16 ore) 2) corso PAV PES per installatori elettrici (16 ore) 3) corso PEI per installatori elettrici (8 ore) 4) sicurezza Lavoratori rischio alto (16 ore). Le aziende interessate alla frequenza devono segnalare quanto prima l esigenza. IMPORTANTE: ricordiamo che l essere aderenti a Fondartigianato è condizione imprescindibile per la partecipazione a tali corsi, per cui invitiamo le aziende che ancora non lo siano a provvedere, senza alcun onere aggiuntivo. > NUOVO CORSO RINNOVO CQC, ISCRIZIONI APERTE Sono aperte le iscrizioni per l ultima edizione del corso di qualificazione periodica per conducenti professionali (merci), organizzato dal nostro Ente di formazione accreditato ELFI, che si svolgerà dal 26 settembre 2015 al 20 febbraio 2016, con lezioni una volta al mese (sabato) per un totale di 35 ore. La quota di iscrizione è di 202 per associati Confartigianato e Con.S.Aut, 235 per i non associati, comprensiva del costo della pratica di duplicato, materiale didattico e marche da bollo. Info e iscrizioni: dott. Giovanni Dell Oro, tel , I PENSIONATI IN VISITA AL MUSEO FERRARI Il gruppo ANAP in pole position Lo scorso 16 maggio il gruppo pensionati ANAP di Lecco - guidato dal presidente Giovanni Mazzoleni - ha organizzato una gita a Modena alla quale hanno partecipato oltre quaranta persone. La prima tappa è stata il museo della Ferrari, dove è stato offerto uno spettacolo che racconta, attraverso un filmato avvolgente, la magica storia dei 90 anni di vita di Enzo Ferrari. A questo tuffo nell emozione, si affianca il museo dei motori Ferrari, nell officina perfettamente restaurata dove il padre di Enzo lavorava. Una storia nella storia che permette di capire perché le Ferrari siano automobili uniche. In seguito il gruppo si è spostato nel centro città per una visita guidata. Il pranzo si è svolto a casa del presidente nazionale ANAP Giampaolo Palazzi, con piatti tipici emiliani. Nel pomeriggio, il viaggio è proseguito con un tour nell azienda di produzione di aceto balsamico Acetaia. Ad ogni partecipante è stato donato un chilo di formaggio Parmigiano Reggiano. (a cura di Angelica Fumagalli) 4 / n. 6 - giugno 2015

5 E attiva la piattaforma e-learning Corsimpresa [formazione] Imparare Microsoft Office online Grandi novità in Confartigianato Lecco sul fronte della formazione. E stato attivato da qualche giorno Corsimpresa, una piattaforma e-learning rivolto non solo agli associati, ma aperto anche a privati cittadini, grazie alla quale si può accedere sul web ad una serie di pacchetti di formazione a distanza dedicati allo studio di Microsoft Office nelle sue diverse applicazioni: > Word (15 ore) > Excel (12 ore) > Powerpoint (10 ore) > Access (10 ore) > Outlook (6 ore) > e infine Tutto Office (50 ore) che prepara all uso approfondito dei cinque software, spiegandone funzionalità base e avanzate con una didattica moderna ed efficace. Il vantaggio più evidente è dato dalla possibilità di seguire i percorsi online secondo le proprie personali disponibilità di tempo. - sottolinea il presidente di Confartigianato Lecco Daniele Riva - E possibile infatti frequentare le lezioni quando e come si vuole, anche da smartphone e tablet. Ci si può organizzare per collegarsi in viaggio o da casa, con una semplice connessione internet, a qualsiasi ora del giorno e della notte. I corsi sono intuitivi e di facile navigabilità, spiegati e commentati dai docenti attraverso un ricco archivio video, con parti scaricabili e stampabili. Si può inoltre interrompere la lezione in qualsiasi momento e riprenderla esattamente dal punto in cui si è lasciata, oppure recuperare sezioni poco chiare. Perché si dovrebbe affidare la formazione a Corsimpresa? > Risparmio di tempo e denaro, evitando inutili spostamenti; > Ottimizzazione dei tempi: un'ora di formazione online equivale, come concentrazione, a due ore di lezione frontale; > Accessibilità da tutti i dispositivi (PC, tablet, smartphone): è sufficiente una connessione internet; > Uso di un linguaggio semplice per percorsi formativi sostenibili e chiari, pensati su misura; > Presenza di un e-tutor che seguirà l utente durante tutto il corso; > Efficace sistema di ripristino e backup che tutela dalla perdita accidentale di dati e permette di riprendere la lezione dal punto di interruzione Per dettagli e iscrizioni, rivolgersi a Confartigianato Lecco dott.ssa Chiara Bellingardi, tel , IMPARA L INGLESE CON LA TUA ASSOCIAZIONE Scrivere una mail commerciale in inglese Seminario gratuito il 6 luglio Confartigianato Imprese Lecco organizza per lunedì 6 luglio dalle alle il seminario formativo gratuito Come scrivere correttamente una e- mail commerciale in inglese. L incontro si svolgerà nella sede di via Galilei 1 a Lecco, e sarà tenuto da una docente madrelingua, che illustrerà le migliori modalità per impostare una comunicazione scritta efficace con i partner d affari esteri, sia clienti che fornitori. Per motivi organizzativi è necessaria la conferma di partecipazione, entro il giorno prima, a Corso di business english Segnaliamo che a ottobre partirà il corso di Business English, con lezioni serali da due ore ciascuna sempre con docente madrelingua, con lezioni sia di inglese scritto sia di conversazione per migliorare la gestione aziendale con l estero. Iscriviti alla newsletter di Confartigianato Lecco La newsletter di Confartigianato Lecco rappresenta un pratico e immediato canale di comunicazione che ha la funzione di aggiornare tempestivamente gli associati, i dirigenti e i dipendenti sulle notizie di interesse per la vita dell impresa artigiana. Con la newsletter, il rapporto tra le aziende e la struttura Confartigianato è ancora più diretto: la sua periodicità settimanale va infatti ad integrarsi con gli altri mezzi di informazione già attivi. Riceverete segnalazioni di carattere sindacale, fiscale e tecnico, informazioni su bandi, progetti ed eventi, corsi di formazione e aggiornamento, e molto altro. Il servizio newsletter è riservato agli associati ed è gratuito. Chi ancora non la ricevesse e desiderasse essere inserito tra i destinatari può inviare una mail all indirizzo specificando nome e sede dell azienda. Auguriamo a tutti una buona lettura. n. 6 - giugno 2015 / 5

6 [news] Gli Stati Uniti sono primo mercato Extra UE per il made in Lombardia Mercato USA, opportunità e sfida buiscono per il 24,6% ai 29,8 miliardi di euro delle esportazioni italiane verso gli USA. - afferma Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Lombardia - Peraltro gli Stati Uniti sono anche il primo mercato Extra UE, e il terzo in assoluto, di destinazione del made in Lombardia, cresciuto del 9,7% nell ultimo anno (8,3 punti in più rispetto alla crescita Quali opportunità potrà aprire il TTIP, l accordo commerciale di libero scambio in fase di negoziazione tra USA ed Unione Europea, alle piccole imprese? Se ne è parlato a Milano lo scorso 26 maggio nel corso dell incontro TTIP: un opportunità economica e una sfida per le PMI italiane organizzato da Confartigianato, con la presenza di Amedeo Teti, Direttore Generale per la Politica Commerciale del Ministero dello Sviluppo Economico; Luca De Carli, Policy Officer DG Trade della Commissione Europea e Kathleen A. Doherty, Vice Capo Missione dell Ambasciata USA in Italia. Gli Stati Uniti rappresentano per noi un mercato di grande interesse, in particolar modo per le imprese lombarde, che contridell export totale lombardo). Il Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP) rappresenta un importante opportunità anche per le piccole imprese lombarde, protagoniste dell export per un valore di 1,9 miliardi di euro, pari al 27,3% delle esportazioni totali verso gli USA: tanto infatti contano le esportazioni del made in Lombardia nei settori manifatturieri a prevalenza di MPI. Numeri che, oltretutto, crescono del 7,5% solo nell ultimo anno. All incontro hanno partecipato anche sei artigiani lecchesi che hanno avuto l occasione di un confronto diretto con gli operativi delle politiche commerciali dell Unione Europea e del nostro Governo. Un nodo importante di questo importante accordo riguarda il mutuo riconoscimento delle certificazioni e l accettazione dell indicazione geografica dei prodotti. L accordo non è ancora definito e ci sono ancora spazi per proporre soluzioni a misura di micro e piccole imprese. Per maggiori informazioni: dott. Paolo Grieco, tel , Qualità, arriva la 9001:2015 Lo scorso 13 maggio si è svolta nella sede di via Galilei una serata informativa, aperta a tutte le aziende, organizzata dal Gruppo Giovani in collaborazione con l Ufficio Qualità. L incontro è stato dedicato all avanzamento dei lavori per la nuova edizione del Sistema Qualità, illustrando i cambiamenti che porterà alle imprese la nuova versione 9001:2015. Informiamo che Confartigianato Lecco attiverà uno specifico servizio per assistere gli associati in questo passaggio. Per maggiori informazioni contattare l Ufficio qualità (Elena Riva, tel , IL FONDO SAN.ARTI. RIMBORSA ANCHE I TICKET L Assistenza Sanitaria Artigiana è aperta a titolari, soci e collaboratori Il Fondo SAN.ARTI. (Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per i Lavoratori dell Artigianato) ha riaperto le iscrizioni ai titolari di imprese artigiane, ai soci, ai collaboratori, ai lavoratori autonomi e loro familiari. Il Fondo nasce per garantire una importante protezione socio-sanitaria integrativa rispetto a quella fornita dal Servizio Sanitario Nazionale. Oltre a costituire un utile vantaggio economico per la famiglia, con l iscrizione al Fondo si potrà, infatti, ottenere in corso d anno il rimborso integrale dei ticket del Servizio Sanitario Nazionale ed utilizzare la rete delle strutture private convenzionate per effettuare visite specialistiche ed esami, evitando le lunghe liste di attesa del sistema pubblico. L elenco completo delle prestazioni sanitarie e le modalità di accesso sono consultabili sul portale Con l estensione, dunque, della copertura sanitaria anche agli imprenditori artigiani si consolida una scelta fondamentale delle parti sociali dell Artigianato: la creazione di un sistema di sanità integrativa esteso a tutti i soggetti del mondo dell artigianato. Per maggiori informazioni: > zone Colico/Premana/Primaluna: Valentina Maletta, tel , > zone Calolzio/Merate/Missaglia: Monica Pigazzini, tel , > zone Lecco/Oggiono: Silvia Conti / Sabrina Serra, / tel / n. 6 - giugno 2015

7 Dal 24 ottobre al 1 novembre torna la Mostra dell'artigianato [mostra artigianato] Artigianato è... fare con cura Proseguono a ritmo serrato i lavori di programmazione della 42esima edizione della Mostra dell Artigianato, presentata ai giornalisti lo scorso 20 maggio nello Spazio Pianeta Lombardia di Expo Milano 2015, alla presenza di Daniele Riva, presidente di Confartigianato Lecco, e del segretario nazionale di Confartigianato Cesare Fumagalli, in arrivo dall assemblea nazionale. La storica vetrina per le eccellenze artigiane d Italia è in programma a Lariofiere di Erba dal 24 ottobre al 1 novembre e sarà dedicata al tema del fare con cura, accogliendo espositori provenienti da tutti i settori dell artigianato: dall arredamento all alimentare, dalla moda alle nuove tecnologie, con condizioni di partecipazione agevolate per le imprese riconducibili all area Benessere e all area Natale. Grazie agli oltre 42mila visitatori, la Mostra dell Artigianato rappresenta un occasione unica per promuovere la propria realtà imprenditoriale su un territorio culturalmente vivace e dalle notevoli potenzialità economiche, culla ideale per nuove idee di business e relazioni commerciali. Il salone sarà suddiviso in aree tematiche. Complice un atmosfera all altezza dei grandi showroom, quella del legno-arredo sarà caratterizzata da allestimenti ricercati e ambientazioni di forte impatto, con proposte di arredamento moderno, dal design innovativo e utilizzo di nuove tecnologie, a soluzioni per una casa più classica. Confermato anche per il 2015 il servizio su misura, che prevede la consulenza professionale gratuita e personalizzata di un team di architetti e designer in grado di presentare ai visitatori soluzioni d arredo originali ed innovative. Vi sarà poi un Area Moda, nella quale saranno valorizzate le abilità sartoriali e artigiane, in un viaggio attraverso tessuti, abiti da boutique, gioielli, calzature e accessori. Verrà riproposta inoltre l Area Benessere, all interno della quale saranno ospitati i professionisti dell estetica e dell acconciatura, protagonisti di una vera e propria SPA in cui sperimentare trattamenti di bellezza, cosmetici e prodotti specifici. Considerato il periodo pre-natalizio in cui si svolgerà la Mostra, particolare attenzione sarà attribuita all Area Regalo, uno spazio che intreccia un percorso di giochi, animazioni e laboratori per famiglie, a quello più commerciale, con addobbi natalizi per la casa, per preparare la tavola e confezionare il menù delle feste. L estrema varietà di manufatti permetterà di acquistare regali originali e ricercati, spaziando dalle ceramiche agli accessori in pelle, fino ai vasi in vetro soffiato. Le eccellenze agroalimentari tipiche di tutte le regioni d Italia troveranno spazio nell Area Food, in cui saranno organizzati percorsi di degustazione. Altro punto di forza del Salone sarà l Area Nuove Tecnologie, in cui saranno illustrati i più moderni strumenti tecnologici al servizio delle aziende impegnate nel processo di digitalizzazione: accanto ai moderni sistemi di comunicazione web 2.0, verrà mostrato il funzionamento delle stampanti 3D e dei dispositivi telefonici di ultima generazione con applicazioni utili allo studio, a lavoro e al tempo libero. Saranno infine rappresentati progetti innovativi rivolti alle imprese artigiane ed esempi di realtà imprenditoriali che hanno individuato nel processo di aggiornamento tecnologico il fulcro della loro attività. n. 6 - giugno 2015 / 7

8 AVVIO D IMPRESA ÏOffre tutte le informazioni necessarie ad aprire una nuova attività. Esamina la fattibilità dell idea imprenditoriale e aiuta a realizzarla, analizzando le normative, orientando nella stesura di un piano di sviluppo e nella scelta della forma giuridica. Svolge tutte le pratiche burocratiche per la registrazione dell impresa. [ FABRIZIO ] I SERVIZI DI CONFARTIGIANATO LECCO PER LE IMPRESE > LECCO, VIA GALILEI 1 > TEL CATEGORIE ÏCoordina le problematiche delle categorie di mestiere. Informa sulle normative di settore, provvede alla stesura dei listini prezzi, organizza assemblee e convegni. Gestisce la politica del territorio assistendo gli imprenditori nel rapporto con gli enti locali. [ ROBERTO ] FISCALE ÏAggiorna le imprese sulle nuove normative e gli adempimenti. Offre servizio di contabilità e gestisce tutte le competenze in materia di tributi diretti e indiretti, studi di settore, bilanci, costituzione di società. Assiste l imprenditore nel contenzioso tributario e partecipa alle attività confederali formulando proposte di legge a tutela dell artigianato. [ ARMANDO ] SINDACALE ÏAssiste le imprese in materia di contrattazione e contenziosi, intervenendo presso sindacati, istituti previdenziali e assicurativi. Gestisce le procedure per la Cassa Integrazione in deroga. Offre servizio di elaborazione paghe (anche online) e contributi, calcolo TFR, documenti del lavoro, pratiche ELBA. E a disposizione per consulenze su legislazione sociale e giurisprudenza del lavoro. [ GIOVANNI ] CREDITO ÏConsiglia in tema di finanziamenti per liquidità, scorte e investimenti, sostenendo l artigiano nei rapporti con le banche. Suggerisce gli strumenti di credito più opportuni, come la Cooperativa Artigiana di Garanzia, per ottenere finanziamenti agevolati in tempi brevi, con prestiti assistiti da garanzia per il 50% dell importo e vantaggiosi tassi di interesse [ MARIO ] FORMAZIONE ÏAnalizza i fabbisogni degli imprenditori, organizzando corsi e seminari di aggiornamento tecnico-professionale rivolti a titolari, dipendenti o a singole categorie. Tra le proposte: corsi per figure normate (ad esempio autotrasportatori, tecnici revisioni, gestione rifiuti, tutor aziendali), per apprendisti, per aziende aderenti a Fondartigianato, corsi di lingue straniere [ MATILDE ] INTERNAZIONALIZZAZIONE ÏLe aziende che cercano un supporto nelle operazioni con i mercati nazionali ed esteri trovano il loro partner ideale nell Ufficio Estero. Numerosi i servizi: richiesta di contributi per abbattimento costi, opportunità per partecipazione a fiere e missioni commerciali, informazioni sui mercati esteri, ricerca di partner commerciali, traduzioni di testi e manuali, interpretariato, pratiche rimborso IVA straniera. [ PAOLO ] PREVIDENZA ÏFornisce agli artigiani, ai loro collaboratori e ai loro familiari, ogni tipo di assistenza e tutela nei confronti degli enti previdenziali. I servizi sono a cura del Patronato INAPA, in grado di gestire tutte le pratiche di pensione, infortunio, assicurative e sanitarie. Il CAAF è a disposizione per predisporre i 730, i modelli RED, ISEE ed IMU. [ ILDEFONSO ] COMPETITIVITA / SICUREZZA SPORTELLO RETI D IMPRESA ÏFavorisce la collaborazione e l aggregazione tra imprese, anche attraverso l utilizzo del contratto di rete, con l obiettivo di accrescere le capacità di sviluppo. Incoraggia i rapporti con le università e i centri di ricerca, stimolando progetti su bandi pubblici. Informa sulle opportunità di finanziamento e sugli strumenti più idonei ai percorsi di innovazione. Accompagna negli obblighi relativi alla salute e alla sicurezza sui luoghi di lavoro [ PAOLO ] QUALITA ÏGli imprenditori possono intraprendere percorsi di certificazione a prezzi convenzionati, con diverse formule di consulenza: per aziende singole, gruppi di aziende miste o categorie omogenee di attività. E possibile partecipare a percorsi di formazione sui temi della qualità e richiedere assistenza post-certificazione. [ ELENA ] AMBIENTE ÏAccompagna negli obblighi relativi alla gestione dei rifiuti, all inquinamento atmosferico, idrico e rumore. La società Economie Ambientali, di cui Confartigianato Lecco è partner, offre assistenza nei settori della medicina del lavoro, nelle analisi e pratiche per emissioni, rumore e rifiuti, formazione dei rappresentanti sicurezza, antincendio e primo soccorso, stesura del documento di valutazione dei rischi. [ MARCO ] SPORTELLO ENERGIA ÏGarantisce sconti per i consumi di elettricità e gas, sia per le utenze dell impresa sia per le utenze domestiche. Le agevolazioni si applicano anche ai dipendenti e ai pensionati. [ EMANUELE ] SPORTELLO CAIT ÏIl CAIT (Centro Assistenza Impianti Termici) è uno sportello regionale operativo presso la nostra associazione dal Effettua per conto dell installatore o manutentore le denunce telematiche delle installazioni di impianti termici e delle dichiarazioni di manutenzione. [ PAOLA ] CONVENZIONI ÏGli accordi locali e nazionali garantiscono notevoli risparmi per acquisto di veicoli commerciali, auto e moto; prodotti assicurativi; cure sanitarie, analisi e visite ambulatoriali, prestazioni odontoiatriche, occhiali e apparecchi acustici; parcheggi aeroportuali. [ ROBERTO ÏPAOLA ] CONSULENZE ÏE a disposizione un esperto di locazioni immobiliari che assiste nella stipula di contratti ad uso artigianale ed abitativo. Professionisti esterni sono disponibili per consulenze legali, certificazione energetica degli edifici, marcatura CE e normative NTC, contributi ed agevolazioni finanziarie.

9 Scadenza: 16 giugno [fiscale] Come calcolare l acconto IMU e TASI Scade il 16 giugno il termine per il versamento della prima rata dovuta per la TASI e per l IMU relativamente all'anno in corso. L acconto è calcolato, per entrambi i tributi, sulla base delle aliquote e detrazioni dell'anno precedente, con conguaglio in sede di seconda rata. Le delibere comunali per l anno in corso dovranno essere consultate per il versamento della rata di dicembre. Il primo appuntamento per versare i tributi locali IMU e TASI, relativi all'anno 2015, è previsto per il 16 giugno: entro tale data, deve essere versata la prima rata dell'imu e della TASI per il Si ricorda che sono identiche, per entrambi i tributi, le regole per quanto riguarda la misura e la base di determinazione dell acconto (cioè, 50% del tributo dovuto sulla base delle aliquote e detrazioni dell'anno precedente), ma è diverso l'ambito oggettivo e soggettivo di applicazione dei due tributi, non sempre alternativi ma in alcuni casi coesistenti sulla medesima fattispecie impositiva. In particolare, per entrambi i tributi il versamento è effettuato in due rate di pari importo, così determinate: gno, è calcolata sulla base dell'aliquota e detrazioni dei dodici mesi dell anno precedente; > la seconda rata, scadente il 16 dicembre, è calcolata: > sulla base di aliquote e detrazioni pubblicate nel Portale del Federalismo fiscale alla data del 28 ottobre. A tal fine, i comuni devono inviare le deliberazioni di approvazione delle aliquote e detrazioni, nonché i regolamenti, entro il 21 ottobre dello stesso anno esclusivamente in via telematica, per la pubblicazione dei dati nel citato Portale. > Sulla base di aliquote e detrazioni dell'anno precedente, nel caso in cui gli atti non siano pubblicati nel Portale entro il 28 ottobre. Sia per l IMU che per la TASI, è prevista la facoltà di pagamento in unica rata entro il 16 giugno Si fa presente, inoltre, che la prima rata di IMU o TASI potrebbe non coincidere esattamente con la metà dell'imposta dovuta per l anno precedente, poiché non sempre è riscontrabile un identità di situazioni rispetto all anno antecedente. Infatti, in sede di determinazione della prima rata, pur facendo rife- > la prima rata, scadente il 16 giurimento alle aliquote e detrazioni dell'anno precedente, occorre tener conto del presupposto e della situazione soggettiva dell anno in corso: tale chiarimento è valido anche per la TASI, in considerazione delle medesime regole di determinazione dell acconto vigenti per i due tributi. Infine, si ricorda che per la TASI è prevista la facoltà per gli enti locali di inviare, dal 2015, i modelli di pagamento preventivamente compilati, salvo specifica richiesta del contribuente. Per l IMU non è prevista analoga disposizione. AUTOTRASPORTO > NUOVE REGOLE PER IL MODELLO F24 E stata accolta dalle Dogane l indicazione suggerita da Confartigianato per risolvere alcune criticità sulle modalità di compilazione del mod. F24 nel caso di utilizzo in compensazione di crediti del Dopo le precisazioni fornite dall Agenzia delle entrate in merito alle nuove indicazioni per la compilazione del modello F24, Confartigianato ha rappresentato alcune problematiche nel gestire tali novità relativamente ai crediti già sorti ma non ancora utilizzati, per la necessità di dover manualmente ricostruire la composizione del credito che si va ad utilizzare. L Agenzia delle Dogane ha accolto il nostro suggerimento ed ha precisato che con riguardo ai crediti riferiti ai consumi di gasolio dei trimestri dell'anno 2014, non ancora utilizzati in compensazione, il modello F24 deve essere compilato come segue: > nel campo rateazione/regione/prov/mese-rif (in cui deve essere indicato il numero della rata nel formato NNRR, dove NN rappresenta il trimestre solare di riferimento e RR indica l'anno di consumo di gasolio di riferimento), potranno essere inseriti i caratteri 0414 unitariamente per tutti i trimestri dell'anno 2014; > nel campo anno di riferimento (in cui deve essere indicato l'anno di presentazione della dichiarazione trimestrale di riferimento nel formato AAAA), deve essere indicato 2014 (per i primi tre trimestri dell'anno solare) o 2015 (per il quarto trimestre). Per maggiori dettagli, consulta il documento dell Agenzia delle dogane sul nostro sito / sezione Autotrasporto. n. 6 - giugno 2015 / 9

10 Energia e Gas per L IMPRESA Risparmio medio: 12% sul energia (1400 /anno in media). Risparmio medio: 10% sul gas (380 /anno in media). Nessun rischio interruzione o cattiva erogazione della fornitura. Assistenza di personale qualificato Confartigianato. Preventivo gratuito e senza impegno. Vuoi saperne di più? È molto semplice: contatta Emanuele Pensotti (uf ficio energia di Confartigianato Lecco) - Tel Energia e Gas per la FAMIGLIA Risparmio medio: 110 /anno per famiglia Sconto del 15% sul prezzo energia Sconto del 10% sul gas metano Fino a 30 /anno di bonus per le autoletture gas Per maggiori informazioni: Sabrina Serra - Tel / n. 6 - giugno 2015 IMPRESA CASA

11 [fiscale] Delega fiscale, si procede troppo lentamente NOTIZIE FISCALI IN BREVE Si procede troppo a rilento sulla riforma fiscale. I tempi di approvazione dei decreti legislativi per l attuazione della legge delega non rispecchiano la necessità di dare risposte concrete e rapide alle micro e alle piccole imprese. Lo ha affermato Rete Imprese Italia in occasione di una recente audizione che si è svolta presso la VI Commissione Finanze e tesoro del Senato. A parere di R.ETE Imprese Italia molte misure importanti mancano ancora all appello: la riduzione della pressione fiscale, oggi troppo alta ed iniqua a svantaggio proprio delle piccole imprese personali; gli incentivi alla capitalizzazione delle imprese di minori dimensioni; la modifica del sistema di riscossione coattiva dei tributi; la possibilità di pagare le imposte solo in relazione a ricavi effettivamente incassati, la certezza di dover versare l IRAP per le tante piccole imprese individuali che non hanno un'autonoma organizzazione. E stato anche sottolineato che tra le priorità dell'impresa diffusa italiana non è l introduzione del ruling internazionale, la definizione di abuso di diritto, o la cosiddetta cooperative compliance, strumenti che, indubbiamente, possono conferire maggiori certezze in un sistema fiscale farraginoso come l attuale, ma, purtroppo, solo per una parte molto limitata di imprese di grandi dimensioni. Per quanto concerne la fatturazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi è stato evidenziato che il decreto delegato rappresenta un importante cambio di paradigma: chi adotta, per libera scelta, i nuovi strumenti vedrà ridotti gli oneri amministrativi e contabili e gli sarà garantita la possibilità di accedere ad un sistema di fatturazione elettronica completamente gratuito. Per Rete Imprese Italia, però, per arrivare quanto prima ad un uso generalizzato del sistema di fatturazione elettronica, il sistema incentivante deve essere potenziato.in particolare, oltre agli esoneri già previsti debbono essere eliminati alcuni obblighi, quali: 1) la comunicazione delle dichiarazioni d intento emesse da parte degli esportatori abituali; 2) la comunicazione dei beni dati in godimento ai soci e dei finanziamenti effettuati; 3) l adozione del reverse charge per l individuazione del soggetto debitore dell'iva; 4) l apposizione del visto di conformità per la compensazione o rimborso del crediti Iva e delle imposte sui redditi di importo superiore a euro; 5) la comunicazione delle operazioni di acquisto, senza applicazione dell IVA, presso soggetti residenti nella Repubblica di San Marino. Il reverse charge va modificato In considerazione dell ampliamento del campo di applicazione del reverse charge dal 1 gennaio 2015, e dei numerosi dubbi applicativi che ancora oggi gli operatori si trovano a dover affrontare, Confartigianato ha proposto una modifica del relativo quadro sanzionatorio. In particolare, in una lettera all Agenzia delle entrate, Confartigianato congiuntamente a R.E.TE Imprese Italia, è intervenuta per richiedere che, in occasione dell attuazione della legge delega per la riforma fiscale, siano introdotte delle modifiche che concorrano alla realizzazione di un sistema sanzionatorio più equo e realmente commisurato alla gravità del comportamento. In particolare, le richieste avanzate sono le seguenti: > riduzione della sanzione amministrativa, attualmente prevista nella misura del 3%, in considerazione del fatto che l imposta è comunque assolta, seppure in modo irregolare; > introduzione a regime di un limite massimo alla citata sanzione amministrativa, così come previsto dal legislatore nel 2007 in occasione dell introduzione dell'inversione contabile; > garantire la reciprocità nell applicazione della citata sanzione amministrativa ridotta, a condizione che il tributo sia stato assolto (tanto se è stata applicata erroneamente l IVA, quanto se è stata applicata erroneamente l inversione contabile). NO allo split payment Nessuna operatività per l inversione contabile relativa alle cessioni di beni effettuate nei confronti degli ipermercati, supermercati, discount alimentari: la misura non può diventare efficace per la mancanza della relativa autorizzazione comunitaria. La Commissione europea ha, infatti, bocciato la misura e nessuna deroga sarà concessa all Italia per l applicazione del meccanismo. Secondo la Comunità, non è dimostrato che la misura richiesta contribuisca a contrastare le frodi; addirittura, ritiene che il meccanismo potrebbe implicare seri rischi di frode a scapito del settore delle vendite al dettaglio e a scapito di altri Stati membri. Confartigianato evidenza che tale bocciatura è un segnale contro scelte sbagliate in materia di IVA e ribadisce la propria contrarietà a tutte quelle misure che colpiscono la liquidità delle imprese: il riferimento è anche allo split payment, già in vigore dal 1 gennaio 2015, ma per il quale l Italia è in attesa di una specifica autorizzazione. Si ricorda che Confartigianato, tramite l'anaepa, ha già avviato un azione in sede comunitaria per evidenziare che lo split payment non risponde ai principi che le misure di deroga, concesse dalla Comunità, dovrebbero avere: lo split payment, infatti, non è una misura temporanea, né necessaria per contrastare l evasione in quanto coinvolge i soggetti che comunque emettono la fattura elettronica, ed è privo della proporzionalità richiesta nel confronto tra il vantaggio recato allo Stato e gli oneri posti a carico degli operatori coinvolti. n. 6 - giugno 2015 / 11

12 Sede centrale: LECCO / Via G. Galilei 1 Tel / Segretario generale Vittorio Tonini Segreteria di Direzione Paola Bonacina Fiscale Armando Dragoni Sindacale Giovanni Righetto Previdenza Ildefonso Riva Credito Mario Ballabio Categorie Roberto Ferrario Nuove imprese Fabrizio Pierpaoli Competitività Paolo Grieco Formazione Matilde Petracca Ambiente Marco Bonacina Energia Emanuele Pensotti Internazionalizzazione Paolo Grieco Qualità Elena Riva Ufficio Stampa Alberto Ricci Ced Stefano Gualtieri Amministrazione Michele Ticozzi DELEGAZIONI SUL TERRITORIO CALOLZIOCORTE > Marco Ghezzi Corso Dante 29 Tel COLICO > Ilaria Silvetti Via Nazionale 91 Tel MERATE > Emilio Gilardi Via Mameli 6 Tel MISSAGLIA > Paola Zatta Via Ugo Merlini 4 Tel OGGION0 > Tommaso Tentorio Via De Francesco 23 Tel PREMANA > Emanuele Pensotti Via 2 Giugno 2 Tel PRIMALUNA > Valentina Maletta Via Provinciale 85 Tel ISCRIVITI A CONFARTIGIANATO, DIFENDI LA TUA IMPRESA Associandoti a Confartigianato Imprese Lecco avrai accanto un organizzazione che ti sostiene in tutte le esigenze della tua impresa, ma soprattutto contribuirai a dare peso e prestigio all artigianato. Come socio potrai contare su: l affiancamento da parte di un'équipe di professionisti nei settori fiscale, creditizio, sindacale e pensionistico consulenze, corsi e opportunità su misura nell ambito della formazione, della qualità, dell internazionalizzazione, della sicurezza e dell ambiente tutte le informazioni e gli strumenti per affrontare la giungla delle normative e i risolvere i problemi quotidiani della tua attività la forza della più grande organizzazione italiana dell artigianato e un potente strumento per far sentire la tua voce laddove si prendono le decisioni riguardanti il nostro lavoro la possibilità di collaborare alla vita associativa e partecipare a tutte le attività direttive, formative, culturali e conviviali.

13 L'assegno triennale da 80 euro al mese vale per i nati o gli adottati nel periodo [previdenza] Bonus bebè, aperte le richieste Da lunedì si potrà chiedere il bonus bebè da 80 euro al mese introdotto dalla legge di stabilità L lnps ha infatti fornito le indicazioni operative che rendono effettivamente fruibile il bonus. L'agevolazione viene riconosciuta ai nuclei familiari a fronte di un figlio nato o adottato nel periodo L aiuto economico ha una durata di tre anni (quindi per i nati nel 2015 si esaurirà nel 2017 e per i nati in tale anno proseguirà fino al 2019) e un importo di 80 euro per i nuclei familiari con un indicatore della situazione economica equivalente (Isee) non superiore a 25mila euro. Il valore del bonus raddoppia se l Isee non supera i 7mila euro. La richiesta dovrà essere effettuata tramite il sito internet dell'inps (utilizzando il codice personale PIN) oppure contattando il call center o tramite i patronati. Per facilitare la compilazione della procedura online, l istituto di previdenza ha messo a disposizione un facsimile che si può scaricare dal sito internet nella sezione moduli. Prima di inviare la domanda, tuttavia, si deve presentare una dichiarazione sostitutiva unica (DSU), cioè il documento base che serve per calcolare l Isee. Per incassare tutte le 36 mensilità previste dalla legge, le domande devono essere presentate entro 90 giorni dalla nascita o dall ingresso in famiglia del figlio adottivo a seguito dell affidamento preadottivo o della sentenza definitiva. In tal caso il primo assegno comprenderà anche gli arretrati. Invece se non si rispetta il termine del 90 giorni, i mesi già trascorsi non verranno liquidati e andranno persi. Poiché il bonus è valido per gli eventi avvenuti dal 10 gennaio 2015, ma le procedure sono state completate solo ora, le domande per i nati entro il 27 aprile (data di entrata in vigore del decreto attuativo del Presidente del consiglio dei ministri) dovranno essere inviate entro il 27 luglio. La richiesta avrà validità per l intera durata del contributo, ma poiché ogni 15 gennaio la DSU scade, tale documento dovrà essere inviato di nuovo, pena la sospensione dell assegno. VUOI GESTIRE SENZA PENSIERI LA CONTABILITÀ E LE PAGHE DELLA TUA AZIENDA? Confartigianato Lecco è da settant anni a fianco dei piccoli imprenditori, suggerendo la soluzione migliore ai mille problemi di chi ha scelto di condurre un attività in proprio. Tra i numerosi servizi, la tenuta della contabilità e delle paghe, attraverso una consulenza personalizzata, vi permetteranno di svolgere il vostro lavoro con maggior sicurezza e tranquillità. Chiedici - senza impegno - un preventivo telefonando allo Potrai godere di un conveniente pacchetto integrato nel caso decidessi di affidarci sia la contabilità sia le paghe della tua azienda, con consistenti agevolazioni sul piano tariffario. Per conoscere tutti i servizi offerti da Confartigianato Lecco visita il nostro sito CHIAMACI PER UN PREVENTIVO, VERREMO NOI DA TE! I pensionati ANAP chiedono di incontrare il Ministro Poletti Il CUPLA, il Comitato dei pensionati del lavoro autonomo di cui fa parte ANAP Confartigianato e che rappresenta oltre 5 milioni di pensionati, ha chiesto un incontro urgente al Ministro del lavoro Poletti per definire modalità e tempi del rimborso di quanto dovuto ai pensionati che hanno subito il blocco della rivalutazione dei loro importi pensionistici a seguito di una recente sentenza della Corte Costituzionale. Coscienti della ingente somma che graverà sui conti dell'istituto previdenziale, e quindi dello Stato, i pensionati sono convinti che possano essere trovate soluzioni che consentano di non compromettere la stabilità dei conti pubblici e gli impegni assunti dal Governo a livello europeo, ed al tempo stesso di dare la giusta applicazione alle disposizioni della Consulta. Mentre si dichiara disponibile al confronto con il Governo al fine di trovare soluzioni praticabili e condivise, l ANAP si augura che il Ministro ascolti in via preventiva i rappresentanti dei pensionati, affinché vengano trovate soluzioni rispettose dei diritti acquisiti e tutelati dal dettato costituzionale. n. 6 - giugno 2015 / 13

14 [scadenzario] GIUGNO GIOVEDÌ 25 MODELLI INTRA Presentazione per via telematica dei modelli INTRA per le operazioni del mese di maggio MARTEDÌ 30 IRPEF Trasmissione in via telematica dei Modelli 730 da parte dei CAF o dei professionisti abilitati IRPEF Presentazione della dichiarazione da parte dei soggetti non obbligati all invio telematico REGISTRO Versamento dell'imposta sui contratti di locazione di immobili decorrenti dal 1 giugno IMU Presentazione della dichiarazione per le variazioni intervenute nell anno precedente TASI Presentazione della dichiarazione per le variazioni intervenute nell anno precedente LIBRO UNICO DEL LAVORO Obbligo di stampa in relazione al periodo di paga precedente UNIEMENS Denuncia delle retribuzioni e contributi del mese precedente LUGLIO GIOVEDI 16 IVA Liquidazione e versamento dell imposta relativa al mese di giugno IVA Invio telematico dei dati contenuti nelle dichiarazioni di intento per le operazioni confluite nella liquidazione del mese di giugno IRPEF Contributi Versamento delle ritenute d'acconto e dei contributi relativi al mese di giugno Contributi IVS Versamento della 1 rata 2015 per coltivatori diretti, mezzadri, coloni ed imprenditori agricoli professionali IRPEF-IVA-IRAP Versamento del saldo e dell acconto, con la maggiorazione dello 0,40%, da parte dei soggetti che presentano la dichiarazione unificata IRES-IVA-IRAP Versamento del saldo e dell acconto, con la maggiorazione dello 0,40%, da parte dei soggetti con esercizio solare coincidente con l anno solare CEDOLARE SECCA Versamento del saldo 2014 e del 1 acconto 2015 con la maggiorazione dello 0,40% DIRITTI CAMERALI Pagamento dei diritti alle Camere di commercio con la maggiorazione dello 0,40% INPS Versamento del saldo 2014 e del 1 acconto 2015, con la maggiorazione dello 0,40%, dei contributi dovuti sul reddito eccedente il minimale da parte di artigiani e commercianti RITENUTE Versamento ritenute sui redditi da lavoro dipendente e assimilati, lavoro autonomo, provvigioni (mese precedente) CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento a favore della generalità dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni del mese precedente GESTIONE SEPARATA INPS Versamento contributi collaboratori a progetto, occasionali e associati in partecipazione LUNEDI 27 MODELLI INTRA Presentazione per via telematica dei modelli INTRA per le operazioni del mese di giugno o del 2 trimestre GIOVEDI 30 REGISTRO Versamento dell'imposta sui contratti di locazione di immobili decorrenti dal 1 luglio VENERDI 31 IVA Presentazione della domanda di rimborso infrannuale relativo al 2 trimestre IRPEF Presentazione in via telematica del Modello 770 semplificato da parte dei sostituti d imposta IRPEF Presentazione in via telematica del Modello 770 ordinario da parte dei sostituti d imposta LIBRO UNICO DEL LAVORO Obbligo di stampa in relazione al periodo di paga precedente UNIEMENS Denuncia delle retribuzioni e contributi del mese precedente Vendesi attività di AUTOLAVAGGIO, metratura del locale 200 mq, area esterna 800 mq. Il locale è totalmente attrezzato ed arredato, già operativo in modalità self service. Ottimo contesto lavorativo a soli 600 mt dal centro commerciale Iperal di Civate (via Prà Trebbia). Prezzo 175mila euro, con opportunità di finanziamento tramite la Cooperativa di Garanzia di Confartigianato Lecco. Possibilità di ampliamento di attività annesse. Per maggiori dettagli chiamare Davide / n. 6 - giugno 2015

15

16 Confartigianato Lecco adesso anche su Facebook! Seguici per rimanere sempre aggiornato in tempo reale La nuova pagina di Confartigianato Lecco è piena di notizie sulle nostre attività e di informazioni sui nostri servizi. Se vuoi diventare fan della nostra pagina, cerca CONFARTIGIANATO IMPRESE LECCO su Facebook clicca mi piace e sarai costantemente aggiornato sugli appuntamenti e gli eventi in programma

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015 CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 13 aprile 2015 OGGETTO: Operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni: cd. scissione dei pagamenti. Articolo 1, commi 629, lettere

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013

GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 COMUNE DI VIGONZA UNITA OPERATIVA TRIBUTI GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) ANNO 2013 Il decreto legge 21 maggio 2013 n 54 ha sospeso il versamento dell'acconto IMU per alcuni

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 CODICE FISCALE/TESSERA SANITARIA/PARTITA IVA CONTRATTI DI LOCAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA SUCCESSIONI RIMBORSI COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITÀ E CARTELLE DI PAGAMENTO GUIDA

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Edizione 2010. Aut. SMA/CN/RE 0409/2009. Valida dal 16/06/2009

Edizione 2010. Aut. SMA/CN/RE 0409/2009. Valida dal 16/06/2009 Registro Aziende Cremona Edizione 2010 AGLI OPERATORI ECONOMICI - n. 28 del Registro imprese del comune - Aut. Trib. RE n. 788 del 20/02/1991 - Prop. Società Editrice Europea Srl - Euro 0,13 - Copia omaggio

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella La sentenza n. 12581 del 2010 1 della Corte di cassazione è parte di un gruppo di recenti sentenze 2, le prime a intervenire

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014

CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE. Anno accademico 2013-2014 CORSO UNIVERSITARIO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN SERVIZI PUBBLICI DIPARTIMENTO DI DIRITTO ECONOMIA E CULTURE Anno accademico 2013-2014 Como - Varese, 15 febbraio 2014 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Progetto Insieme si può

Progetto Insieme si può Progetto Insieme si può Network dei servizi sociali Lavoro di cura, badanti, politiche dei servizi Milano, 17 aprile 2007 e.mail insieme.roma@libero.it Sito del progetto www.insiemesipuo.net GLI OBIETTIVI

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli