SANITÁ: occhi puntati sulla Regione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SANITÁ: occhi puntati sulla Regione"

Transcript

1 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 1 Redazione c/o Associazione Commercianti Albesi Editrice Servizi A.C.A. S.r.l. ALBA Piazza San Paolo n. 3 Tel Telefax Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004 n. 46) art. 1, comma 1, CB-NO/CUNEO Autorizz. Trib. di Alba del 14/01/1977 n. 371 Iscrizione ROC n Direttore Responsabile: Giancarlo Drocco Stampa: Tipografia-Litografia «l artigiana», Corso Bra 20/b Alba ORARI, COSA CAMBIA Il governo Monti liberalizza le aperture Decade la differenza tra comuni turistici e non A pag. 11 CORSI GRATUITI Tutte le opportunità per i lavoratori nella programmazione di Aca Formazione Alle pagg INSERTO DA CONSERVARE Informazioni su fisco, lavoro, normative, scadenze Da pag. 5 Dopo le prime rassicurazioni circa l autonomia di Asl e ospedale unico, si attendono le azioni SANITÁ: occhi puntati sulla Regione TESSERAMENTO ACA 2012 Un primo importante spiraglio si è aperto circa la possibilità di modificare il Piano Sanitario regionale con cui la Regione Piemonte intende rivoluzionare la sanità piemontese e sanare lo spaventoso debito che la assilla. Nei mesi scorsi il territorio cuneese e in particolare l'albese e il braidese si sono mobilitati per manifestare tutta la propria avversione nei confronti dei principi cardine del Piano: lo scorporo degli ospedali dal territorio, con una distinzione netta tra Aso (le aziende ospedaliere) e Asl (le aziende sanitarie), nonché la creazione di INCONTRO PROFICUO - Il 28 dicembre scorso i vertici dell Associazione Commercianti Albesi hanno incontrato i rappresentanti della Regione. Da sinistra: l assessore Alberto Cirio (Pdl) e il consigliere Federico Gregorio (Lega), il vice presidente Aca Carlo Costa, il vice direttore e il direttore Aca Fabrizio Pace e Giuliano Viglione, il vice presidente Aca Sergio Vacchetti, il dott. Domenico Dogliani in rappresentanza della Ferrero, il presidente Aca Giancarlo Drocco e il vice presidente Aca Duilio Scavino (segue foto all interno) una rete di ospedali, con ruoli e gerarchie che il nostro territorio artefice da tempo di un ambizioso programma di razionalizzazione simboleggiato dal nuovo ospedale unico di Verduno - ha considerato assurde, penalizzanti, punitive. Prima di Natale, un'apertura da parte del presidente della Regione Roberto Cota e dell'assessore alla Sanità Paolo Monferino, ha decretato una sorta di tregua armata, almeno fino al mese di gennaio. Nelle ultime settimane infatti ha avuto inizio un confronto tra Torino e territorio sui contenuti del Piano, confronto che, fatta salva l'ultima parentesi dedicata alle audizioni dei territori da parte della IV Commissione del Consiglio regionale, era di fatto del tutto mancato lungo il resto dell'anno. INSERTO-GUIDA AI SERVIZI E AI VANTAGGI PER LE IMPRESE Da pag. 7 L'incontro presso l'aca Il 28 dicembre, presso la sede Aca, si è svolto un importante incontro tra i vertici dell'associazione e SEGUE A PAG. 3 SCAVINO centralino 0173 / Veicoli Commerciali ALBA - viale artigianato, 59 cuneo - genova - milano - novara - torino

2 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 2

3 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 3 9 gennaio 2012 SEGUE DALLA PRIMA due rappresentanti territoriali della maggioranza di governo regionale, vale a dire l'assessore Alberto Cirio del Pdl e il consigliere Federico Gregorio della Lega Nord. Era presente anche il dott. Domenico Dogliani dell'industria Ferrero. In quella sede gli esponenti politici hanno dato ampie rassicurazioni circa il mantenimento dell'autonomia sia dell'asl Cn2 Alba-Bra, sia del costruendo ospedale unico di Verduno e sul fatto che l'asl gestirà il proprio nosocomio. Restano invariate da parte della Regione le esigenze di razionalizzazione globale della spesa sanitaria piemontese, i cui meccanismi dovrebbero essere azionati dalla suddivisione del territorio in quattro quadranti: Torino, Piemonte Nord, Asti- Alessandria e Piemonte Sud (quest'ultimo corrispondente alla provincia di Cuneo). Fondamentale che il territorio sia rappresentato nei quadranti «E' chiaro che su queste premesse si può ragionare dichiara il presidente Aca Giancarlo Drocco perché è certamente comprensibile voler compiere programmazioni generali di quadrante, si pensi ad esempio alle forniture e al fabbisogno di personale che può integrarsi tra le diverse Asl e Aso. Ciò non toglie che il territorio debba avere voce in capitolo su questo genere di scelte e che quindi, negli organi politico-dirigenziali del quadrante siano inseriti oltre ai dirigenti amministrativi e ospedalieri - anche i sindaci, gli esponenti del Tavolo delle Autonomie e della Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra Onlus». Allo stato attuale, dunque, la Regione pare disposta a salvare l'asl Cn2 di Alba- Bra e l'asl Cn1 di Cuneo, che nel disegno originale della riforma avrebbero dovuto fondersi in un unico, enorme ente amministrativo per l'intera provincia Granda. Un'ipotesi da sempre reputata scellerata dagli amministratori locali, dalle associazioni di categoria, dalle forze sociali, che unanimemente hanno espresso con documenti e osservazioni la propria totale contrarietà al Piano. Un altra veduta del tavolo di confronto del 28 dicembre presso l Aca: da sinistra Domenico Dogliani, Giancarlo Drocco, Duilio Scavino, il vice presidente Aca Carlo Drocco, l imprenditore Mauro Mollo - socio della Fondazione Nuovo Ospedale -, il vice direttore Aca Silvia Anselmo, Alberto Cirio e Federico Gregorio Tavolo Autonomie e difesa dei servizi sul territorio «Oggi - dichiara il presidente Drocco - paghiamo il fatto di non aver creato, una decina d'anni or sono, una struttura istituzionale leggera in grado di difendere i servizi del territorio. Ancora non abbiamo un soggetto di rappresentanza per l'albese e il braidese ed i relativi territori, e l'emergenza che ci troviamo a vivere in merito alla sanità è l'esempio di come, dall'alto, sia molto facile commettere errori di valutazione a causa della mancata conoscenza del territorio e delle sue caratteristiche». Il coordinamento è la prima espressione operativa del Tavolo delle Autonomie che i principali comuni delle Langhe e del Roero, unitamente alle associazioni di categoria, vorrebbero creare proprio per colmare la lacuna della rappresentanza territoriale, specie nella prospettiva, ormai più che un'ipotesi, del ridimensionamento delle province se non della loro cancellazione. E' un modo per scongiurare gli attacchi all'autonomia dei servizi sul territorio, che a causa dei chiari di luna delle finanze pubbliche vengono messi in discussione ad ogni pié sospinto. Alcuni giorni prima del parziale dietrofront regionale, in Municipio ad Alba, la Fondazione Nuovo Ospedale e il gruppo di coordinamento del Tavolo delle Autonomie (formato da sindaci e rappresentanti di categoria) avevano tenuto una riunione urgente nella quale sono stati ribaditi i principi dell'opposizione al piano e sono state delineate iniziative di protesta: dall'acquisto di una pagina sui giornali, all'affissione nei negozi di Alba e di Bra e di tutto il territorio dell Asl Cn2 di una locandina di sostegno alle iniziative di difesa di Asl e ospedale, all'avvio di una petizione on line che mentre scriviamo veleggia verso le 4000 sottoscrizioni. La mobilitazione prosegue aspettando un incontro con i vertici della Regione Piemonte Un primo passo è stato compiuto e l'apertura politica sul Piano sanitario può essere un punto di partenza per un dialogo serio tra Regione e territorio. Di certo la guardia non va abbassata, poiché non esiste ancora una bozza di legge che contempli nero su bianco le promesse verbali circa l'autonomia di Asl e ospedale unico. Nell'attesa di un incontro con la presidenza della Regione nella persona di Roberto Cota e con l'assessorato alla Sanità nella persona di Paolo Monferino, la mobilitazione continua e l'attenzione resta alta. Occhi puntati sulla Regione, dunque. 3

4 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina gennaio 2012 Dalla Regione Piemonte, bandi per l accesso ad agevolazioni volte a favorire investimenti e crescita Innovazione: credito a Pmi e microimprese POR FESR Asse I Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e p.m.i. Piccole e Microimprese / Bando: Agevolazioni per le micro e le piccole imprese a sostegno di progetti ed investimenti per l innovazione dei processi produttivi. Obiettivo della misura è sostenere investimenti finalizzati ad introdurre innovazioni nel processo produttivo, che consentano un miglioramento delle prestazioni dell impresa in termini di efficienza produttiva, posizionamento competitivo, penetrazione su nuovi mercati. I beneficiari sono le microimprese e le piccole imprese che esercitano attività dirette alla produzione di beni e/o servizi. Sono ammesse attività estrattive, manifatturiere, di fornitura di energia, di acqua, attività di costruzioni, trasporto e magazzinaggio, servizi di informazione e comunicazione, attività professionali, scientifiche e tecniche. Sono ammessi al finanziamento gli investimenti tesi ad un innovazione di processo o di prodotto. Il costo del progetto non può essere inferiore a Sono ammessi investimenti avviati successivamente all invio della domanda ed esclusivamente strumentali al progetto: acquisto di macchinari, attrezzature, impianti; servizi di consulenza (massimo 20% del totale spese ammissibili); acquisto di brevetti, licenze, know-how o conoscenze tecniche non brevettate (massimo 10% del totale spese ammissibili). L agevolazione consiste in un finanziamento, fino a copertura del 100% delle spese ammissibili, così composto: 50% fondi regionali a tasso zero (fino ad un massimo di ,00); 50% fondi bancari, alle condizioni previste da apposite convenzioni stipulate dagli istituti bancari con Finpiemonte S.p.A. Il prestito sarà rimborsato in sessanta mesi di cui dodici di preammortamento, in rate trimestrali posticipate. POR FESR Asse I Innovazione e transizione produttiva Attività I.1.3 Innovazione e p.m.i. / Bando: agevolazioni per le piccole e medie imprese a sostegno di progetti ed investimenti per l innovazione, la sostenibilità ambientale e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Obiettivo della misura è sostenere investimenti finalizzati ad introdurre innovazioni nel processo produttivo, che consentano un miglioramento delle prestazioni dell impresa in termini di efficienza produttiva, posizionamento competitivo, penetrazione su nuovi mercati. I beneficiari sono le PMI che esercitano attività dirette alla produzione di beni e/o La crescita delle imprese passa anche attraverso le opportunità offerte dal credito servizi. Sono ammesse attività estrattive, manifatturiere, di fornitura di energia, di acqua, attività di costruzioni, trasporto e magazzinaggio, servizi di informazione e comunicazione, attività professionali, scientifiche e tecniche. Sono ammessi al finanziamento gli investimenti tesi a un innovazione di processo o di prodotto. E prevista una maggiorazione dell agevolazione se questi investimenti comportano anche: miglioramenti delle prestazioni ambientali del ciclo produttivo; miglioramenti della sicurezza nei luoghi di lavoro; miglioramenti dell efficienza energetica nel ciclo produttivo. Sono ammissibili le spese sostenute successivamente all invio della domanda ed esclusivamente strumentali al progetto: acquisto di macchinari, attrezzature, impianti; servizi di consulenza (massimo 20% del totale spese ammissibili); acquisto di brevetti, licenze, know-how o conoscenze tecniche non brevettate (massimo 10% del totale spese ammissibili). L agevolazione consiste in un finanziamento, fino a copertura del 100% delle spese ammissibili, così composto: Interventi con maggiorazione 170% fondi regionali a tasso zero (fino ad un massimo di ,00); 30% fondi bancari, alle condizioni previste da apposite convenzioni stipulate dagli istituti bancari con Finpiemonte S.p.A. Interventi senza maggiorazione - 150% fondi regionali a tasso zero (fino ad un massimo di ,00); - 250% fondi bancari, alle condizioni previste da apposite convenzioni stipulate dagli istituti bancari con Finpiemonte S.p.A. Il finanziamento dovrà avere una durata di 60 mesi (con 12 mesi di preammortamento) e dovrà essere rimborsato in rate trimestrali posticipate. Per informazioni: A scom fidi Langhe e Roero Soc. Coop., tel. 0173/ Viberti Luciano S.a.s. Dal 1985 CELLE E IMPIANTI FRIGORIFERI ARREDAMENTI E ATTREZZATURE PER BAR - NEGOZI - RISTORANTI - GELATERIE - PANETTERIE - CUCINE INDUSTRIALI SERVIZIO ASSISTENZA LA NOSTRA ESPERIENZA AL VOSTRO SERVIZIO VISITATE LA NOSTRA NUOVA ESPOSIZIONE per la cottura e una vasta offerta di prodotti complementari per la refrigerazione, il lavaggio, la conservazione e la RODDI (CN) - via Don Demetrio Castelli, 81/A tel fax Sito internet: -

5 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 5 9 gennaio 2012 Il taccuino 5 Inserto da conservare di Inserto I - PAGINA I In evidenza Fisco I principali contenuti del decreto salva Italia Pag. I-II Normative Sicurezza: documento valutazione rischi sul lavoro Pag. III Lavoro Apprendistato: sgravi e contributi Pag. III Scadenze Gli adempimenti di gennaio-febbraio Pag. IV CREDITO OBIETTIVO INNOVAZIONE PER PMI E MICRO IMPRESE A PAG. 4 Il decreto salva Italia Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale è entrata in vigore, a decorrere dal la Legge , n. 214 di conversione del DL n. 201/2011, c.d. Salva Italia. Si illustrano di seguito le principali novità di natura fiscale. DEDUCIBILITÀ IRAP RELATIVA A COSTO DEL LAVORO A decorrere dal periodo d imposta in corso al (2012 per i soggetti con periodo d imposta coincidente con l anno solare), è possibile dedurre dal reddito d impresa l I- RAP riferita alla quota imponibile del costo del personale dipendente ed assimilato. AIUTO ALLA CRESCITA ECONOMICA (ACE) A decorrere dal periodo d imposta in corso al (2011 per i soggetti con periodo d imposta coincidente con l anno solare), al fine di incentivare il finanziamento delle imprese con capitale proprio, è introdotta una deduzione dal reddito d impresa, pari al rendimento nozionale del nuovo capitale proprio. Tale rendimento è pari all importo risultante dall applicazione, all incremento del capitale proprio rispetto a quello esistente alla chiusura del periodo d imposta in corso al (2010 per i soggetti con periodo d imposta coincidente con l anno solare) di un aliquota individuata con apposito Decreto da emanare entro il di ogni anno. Per il primo triennio la stessa è fissata nella misura del 3%. DEDUZIONE IRAP PER DONNE E GIOVANI A decorrere del periodo d imposta successivo a quello in corso al (2012 per i soggetti con periodo d imposta coincidente con l anno solare), la deduzione IRAP per ciascun dipendente a tempo indeterminato impiegato nel periodo d imposta è aumentata: da a se il dipendente è di sesso femminile o di età inferiore a 35 anni. DETRAZIONI 36% E 55% A decorrere dall , è disposto il riconoscimento a regime della detrazione IRPEF del 36% delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio con la sostanziale conferma dell attuale assetto normativo. Il nuovo art. 16-bis prevede infatti che la detrazione spetta: per una spesa massima complessiva di , considerando anche le spese sostenute in anni precedenti in caso di lavori che proseguono per più annualità; Aumentano gli interessi da ravvedimento operoso Per effetto dell aumento del saggio di interesse legale il tasso da applicare al ravvedimento operoso dal 01/01/12 viene aumentato al 2,5%. Per informazioni, tel. 0173/226611, per le sole unità immobiliari residenziali (di qualsiasi categoria catastale) e relative pertinenze, con la conseguenza che, in caso di uso promiscuo, la detrazione va ridotta del 50%; in 10 quote annuali di pari importo a decorrere dall anno di sostenimento delle spese. Con riferimento agli interventi di risparmio energetico è disposto che la detrazione del 55% per gli interventi di risparmio energetico è applicabile per le spese sostenute fino al ; per le spese relative alle opere per il conseguimento di risparmio energetico a decorrere dall è applicabile la detrazione del 36%. SEGUE A PAG. II Tosap: scadenza 31 gennaio 2012 Il 31 gennaio 2012 scade il termine ultimo per il pagamento della tassa di occupazione suolo pubblico (TOSAP), per concessioni di dehors ed occupazioni permanenti come tende a cappottino, vasi, lucernai ed insegne. Come per gli anni scorsi dovrebbero pervenire ad ogni esercizio i bollettini precompilati inviati dalle società incaricate alla riscossione (A.I.P.A.-I.R.T.E.L.- MAG- GIOLI TRIBUTI ecc.). E da considerare attentamente il caso particolare costituito dai dehors collocati su suolo pubblico ed oggetto di concessione (possibilità di occupazione suolo pubblico superiore all anno). I titolari di concessioni per l occupazione suolo pubblico con dehors sono tenuti a controllare la scadenza della stessa. Si possono pertanto verificare i seguenti casi: 1) se la concessione è scaduta il 31/12/2011 la tassa di occupazione suolo pubblico (TOSAP) deve essere pagata entro il 31 gennaio qualora non sia stata data comunicazione scritta dell effettivo termine dell occupazione all Ufficio Riscossione Tributi. Bisognerà inoltre provvedere al rinnovo dell autorizzazione prima della prossima installazione del dehor; 2) se la concessione è ancora in essere la tassa di occupazione suolo pubblico (TOSAP) per il dehor deve essere pagata tassativamente entro il prossimo 31 gennaio. Relativamente alle occupazioni con dehors nel Comune di Alba, bisognerà provvedere al rinnovo del titolo abilitativo all installazione della struttura, considerando l effettivo periodo di posizionamento della stessa. Per informazioni, tel. 0173/226611, Ingrosso e produzione alimentari, tassa controlli Ai sensi del Regolamento CE 882/2004 e del D.lgs 194/2008 tutte le attività che operano in prevalenza all'ingrosso nel settore alimentare (grossisti e imprese di produzioni alimenti), sono tenute annualmente, al versamento degli importi stabiliti per rifinanziare i controlli sanitari ufficiali. Gli importi devono essere versati entro il 31 gennaio di ogni anno. Per informazioni, tel. 0173/226611, Sistri: proroga al 2 aprile 2012 Il Consiglio dei Ministri, nell ambito del decreto milleproroghe, ha previsto lo slittamento dell'entrate in vigore del sistema per la tracciabilità dei rifiuti SISTRI al 2 aprile Per i produttori di rifiuti fino a dieci dipendenti l entrata in operatività del SISTRI decorrerà dopo il 1 giugno Fino all entrata in funzione del SISTRI resteranno invariati i vigenti obblighi relativi all emissione dei formulari per il trasporto dei rifiuti ed alla tenuta dei registri di carico e scarico, nonché le disposizioni concernenti la denuncia annuale rifiuti MUD al 30 aprile Per informazioni, tel. 0173/226611, Contributi Inail alle imprese INAIL ha emanato un bando per la concessione di contributi alle imprese che, nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge, presenteranno progetti finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Sono ammessi a contributo i progetti ricadenti in uno dei seguenti interventi: progetti di investimento (ad esempio installazione o sostituzione di macchinari, impianti o attrezzature, ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro, interventi per la riduzione/eliminazione dei fattori di rischio); progetti per l adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. La misura dei contributi, erogati a fondo perduto, sarà del 50% delle spese ammissibili. La domanda dovrà essere presentata in modalità telematica. L inserimento telematico della domanda potrà essere effettuato a partire dal 28 dicembre 2011 e non oltre il 7 marzo L Inail comunicherà in seguito il periodo in cui sarà possibile l effettivo inoltro delle domande. Per la verifica dei requisiti e per la predisposizione della domanda di contributo all INAIL invitiamo le aziende interessate a rivolgersi all Associazione Commercianti Albesi (Ufficio Sicurezza sul lavoro). Per ulteriori informazioni, tel. 0173/ Alimenti, nuove regole Ue sull etichetta Arrivano dall Unione europea nuove regole per le etichette degli alimenti. Il nuovo regolamento comunitario rende obbligatorio indicare le informazioni nutrizionali e l impatto sulla salute di ogni alimento, con l evidenziazione della presenza di allergeni e una dimensione minima delle etichette. Lo stesso decreto vieta le indicazioni forvianti e disciplina, a cadenze temporali, l obbligo di indicare l origine di taluni alimenti. In sintesi le principali novità del regolamento: dichiarazione nutrizionale obbligatoria; indicazioni sulla presenza di allergeni (ora obbligatoria anche per gli alimenti somministrati in bar e ristoranti); etichette più leggibili; data di scadenza presente anche sui prodotti confezionati singolarmente; divieto alle indicazioni fuorvianti sulle confezioni. La nuova regolamentazione sarà applicabile solo a decorrere dal 13 dicembre 2014, mentre per le dichiarazioni nutrizionali l obbligo scatterà il 13 dicembre Per informazioni tel. 0173/226611,

6 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina gennaio 2012 PAGINA II SEGUE DA PAG. I NUOVO REGIME PER LE ATTIVITÀ TRASPARENTI A decorrere dall , al fine di promuovere la trasparenza e l emersione di base imponibile sono previste una serie di agevolazioni a favore dei lavoratori autonomi, degli imprenditori individuali e dei soggetti che esercitano l attività in forma associata, che: provvedono all invio telematico all Agenzia delle Entrate dei corrispettivi, delle fatture emesse/ricevute e delle risultanze degli acquisti/cessioni non soggetti a fattura; istituiscono un conto corrente dedicato ai movimenti finanziari relativi all attività artistica, professionale o di impresa esercitata. In particolare sono previsti i seguenti benefici: A. semplificazione degli adempimenti amministrativi; B. assistenza negli adempimenti amministrativi da parte dell'agenzia delle Entrate. C. accelerazione del rimborso o della compensazione del credito IVA; D. riduzione di 1 anno dei termini di decadenza per l attività di accertamento. La precisa individuazione di tali benefici e le relative modalità attuative sono demandate a specifici Provvedimenti dell Agenzia delle Entrate. NOVITÁ IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE Con riferimento alle dichiarazioni relative al 2011 e annualità successive, a favore dei contribuenti soggetti agli studi di settore che: assolvono regolarmente gli obblighi di comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell'applicazione degli studi di settore, indicando fedelmente tutti i dati previsti; risultano congrui, anche a seguito di adeguamento; risultano coerenti agli specifici indicatori previsti dallo studio di settore; sono riconosciuti i seguenti benefici: preclusione dagli accertamenti basati sulle presunzioni semplici ex art. 39, comma 1, lett. d), secondo periodo, DPR n. 600/73 e art. 54, comma 2, ultimo periodo, DPR n. 633/72; riduzione di 1 anno dei termini di decadenza per l attività di accertamento ex art. 43, comma 1, DPR n. 600/73 e art. 57, comma 1, DPR n. 633/72; determinazione sintetica del reddito ex art. 38, DPR n. 600/73 solo se il reddito complessivo accertabile eccede di almeno 1/3 quello dichiarato. I contribuenti soggetti agli studi di settore che non soddisfano le 3 condizioni sopra riportate (che consentono di fruire dei nuovi benefici) saranno oggetto di specifici piani di controllo da parte dell Agenzia delle Entrate e della GdF. DILAZIONE PAGAMENTO SOMME ISCRITTE A RUOLO E stata introdotta la possibilità di un ulteriore dilazione di pagamento delle somme iscritte a ruolo. In particolare è disposto che in caso di comprovato peggioramento della situazione di temporanea obiettiva difficoltà finanziaria del contribuente, la dilazione di pagamento (ripartizione delle somme scritte a ruolo fino ad un massimo di 72 rate mensili) può essere prorogata una sola volta, per un ulteriore periodo e fino a settantadue mesi, a condizione che non sia intervenuta la decadenza. In tal caso, inoltre, il soggetto interessato potrà richiedere di effettuare il pagamento con rate variabili, di importo crescente per ogni anno. RATEIZZAZIONE DEBITI TRIBUTARI E stato soppresso l obbligo di prestare un idonea garanzia precedentemente previsto qualora l importo complessivo delle rate successive alla prima fosse superiore a E previsto che il versamento delle rate successive alla prima entro il termine di pagamento della rata successiva (versamento tardivo), ancorché non comporti la decadenza dalla rateazione, determina l iscrizione a ruolo, a titolo definitivo, della sanzione (30% dell importo della rata versata in ritardo) e degli interessi legali. Tuttavia, l iscrizione a ruolo non viene eseguita qualora il contribuente si avvalga del ravvedimento operoso entro il termine di pagamento della rata successiva. Locazioni: aggiornamenti Istat Si comunica, ai fini dell aggiornamento dei canoni di locazione degli immobili adibiti ad uso commerciale o abitativo, la variazione dell indice ai sensi della Legge 392/78: annuale NOVEMBRE 2011/ NOVEMBRE 2010 = 3,20% il cui 75% è pari al 2,40% EMERSIONE DI BASE IMPONIBILE Al fine di favorire l emersione di base imponibile sono previste le seguenti disposizioni: l irrogazione di sanzioni penali, l insorgere dell uso di atto falso e, nei casi più gravi, l'interdizione temporanea dai pubblici uffici o dalla professione, nel caso in cui il contribuente esibisca/trasmetta atti o documenti falsi (in tutto o in parte) ovvero fornisca dati e notizie non veritieri a seguito delle richieste fatte dall Ufficio. obbligo per gli operatori finanziari (banche, Poste, intermediari finanziari, imprese di investimento, organismi di investimento, ecc.), a decorrere dall , di comunicare periodicamente all Anagrafe tributaria le movimentazioni effettuate (ad esempio, conto corrente). Le informazioni così raccolte potranno essere utilizzate anche per individuare i contribuenti a maggior rischio di evasione da sottoporre a controllo. comunicazione da parte dell INPS all Agenzia delle Entrate e alla GdF dei dati relativi ai contribuenti beneficiari di prestazioni socio assistenziali affinché gli stessi siano oggetto di verifica circa la fedeltà dei redditi dichiarati. LIMITAZIONI USO DEL CONTANTE È introdotta, a decorrere dal , una ulteriore riduzione del limite all uso del contante e dei titoli al portatore (pari a fino al ) in base alla quale: il trasferimento di denaro contante, di libretti bancari o postali al portatore e di titoli al portatore è possibile soltanto per importi inferiori a 1.000; gli assegni bancari e postali nonché i vaglia postali e cambiari di importo pari o superiore a devono riportare il nome o la ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità; il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore dovranno essere estinti o riportati ad importi inferiori alla soglia di entro il APPLICAZIONE SPERIMENTALE DELL IMPOSTA MUNICIPALE (IMU) L art. 8, D.Lgs. n. 23/2011 contenente Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale prevede l introduzione dell IMU (imposta municipale propria) dal Il Decreto in esame ne anticipa in via sperimentale, l applicazione a decorrere dal Il presupposto dell IMU è il possesso di fabbricati (anche rurali), aree fabbricabili e terreni agricoli. Il Decreto estende l applicazione dell IMU anche all abitazione principale e sue pertinenze. È prevista un aliquota IMU ordinaria, nella misura dello 0,76% che i Comuni potranno aumentare o diminuire dello 0,3%. È prevista una specifica detrazione per l IMU riferita all abitazione principale e sue pertinenze di ammontare pari a 200 rapportata al periodo dell anno durante il quale si protrae tale destinazione. In sede di conversione in legge è stata introdotta una maggiorazione pari a 50 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni che dimori abitualmente e risieda anagraficamente nell abitazione principale. Tale ulteriore detrazione è prevista solo per il 2012 e 2013 e fino ad un massimo di 400. SUPER BOLLO AUTO È confermato che il cosiddetto super bollo per le autovetture e autoveicoli per il trasposto promiscuo di persone, a decorre dal 2012, è dovuto se di potenza superiore a 185 kw nella misura di 20 per ciascun kw eccedente i 185. Nell iter di conversione in legge è stato disposto che tale tassa: non è dovuta decorsi 20 anni dalla data di costruzione del veicolo; è dovuta nella misura ridotta del: 60% dopo 5 anni dalla data di costruzione del veicolo; 30% dopo 10 anni dalla data di costruzione del veicolo; biennale NOVEMBRE 2011/ NOVEMBRE 2009 = 4,90% il cui 75% è pari al 3,675% Per conteggi e disbrigo delle pratiche, potete rivolgervi presso il nostro Ufficio Pratiche Amministrative. Per informazioni, tel. 0173/2266, 15% dopo 15 anni dalla data di costruzione del veicolo. IMPOSTA DI BOLLO SPECIALE ATTIVITÀ SCUDATE Le attività oggetto di rimpatrio o regolarizzazione in applicazione di quanto previsto dall art. 13-bis, DL n. 78/2009 e degli artt. 12 e 15, DL n. 350/2001 (c.d. scudo fiscale ) sono assoggettate ad una imposta di bollo speciale annuale del 4. Per il 2012 e 2013 l imposta in esame è pari rispettivamente al 10 e al 13,5. L Agenzia, con un apposito Provvedimento, stabilirà le relative disposizioni di attuazione. PATRIMONIALE SU IMMOBILI E ATTIVITÀ FINANZIARIE ESTERI E stata introdotta, a decorrere dal 2011, un imposta sul valore degli immobili situati all estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residenti. La nuova imposta: è a carico del proprietario dell immobile ovvero del titolare di altro diritto reale sullo stesso; è dovuta in misura proporzionale alla quota e ai mesi di possesso, tenendo presente che il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno 15 giorni è computato per intero; è pari allo 0,76% del valore degli immobili. Dall imposta determinata è deducibile, fino a concorrenza, un credito d imposta pari all ammontare dell eventuale imposta patrimoniale versata allo Stato in cui è ubicato l immobile. Dal 2011 è istituita altresì un imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all estero dalle persone fisiche residenti. La nuova imposta è dovuta proporzionalmente alla quota e al periodo di detenzione ed è pari all 1 per il 2011 e il 2012, e all 1,5 dal 2013, del valore delle attività finanziarie. AUMENTO ALIQUOTE CONTRIBUTIVE IVS A decorrere dall le aliquote contributive degli artigiani e commercianti iscritti alla Gestione IVS sono incrementate dello 1,3% dal 2012 e dello 0,45% annuale successivamente, fino a raggiungere la misura del 24%. Per ulteriori informazioni, tel. 0173/226611,

7 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 7 I Associati o rinnova la tua adesione Servizi e vantaggi per le imprese e tesseramento 2012 Segreteria Generale Inserto del periodico A.C.A. Imprese e territorio del 9 gennaio 2012 Segreteria Generale piazza S. Paolo 3 - ALBA tel fax Orari di apertura al pubblico mattino dalle 8.30 alle pomeriggio dalle alle sabato e domenica chiuso Informazioni a carattere generale Tesseramento Pratiche amministrative varie Domande indennità di maternità Rilascio certificati C.C.I.A.A. Organizzazione manifestazioni a premi Associazioni di via Registrazione marchi d impresa e deposito brevetti Servizio privacy: analisi situazione aziendale e redazione documenti obbligatori Servizio rilascio Visure Catastali e Ipotecarie Consulenza legale Organizzazione delle Categorie del Commercio, del Turismo e dei Servizi Normativa Antiriciclaggio Ufficio informativo Fondo Est Segue all interno

8 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 8 II guida ai Servizi guida ai Servizi Emas L Emas Langhe e Roero è un Ente Mutuo di Assistenza Sanitaria che fornisce prestazioni qualificate mediante convenzione con il Poliambulatorio San Paolo di Alba, struttura sanitaria privata autorizzata come Ambulatorio di Assistenza Specialistica e come Ambulatorio di Recupero e Rieducazione funzionale di I livello. Gli iscritti possono usufruire di: Prestazioni ambulatoriali gratuite Visite mediche specialistiche, trattamenti, terapie, servizi di diagnostica e interventi di chirurgia ambulatoriale con tariffe scontate Riabilitazione e medicina dello sport con tariffe scontate Programma di prevenzione con tariffe scontate Contabilità e assistenza fiscale - Informazioni e consulenza in materia tributaria, IVA e imposte Elaborazione contabilità semplificata ed ordinaria - Regimi agevolati Tenuta libri obbligatori per la normativa fiscale e civilistica Compilazione modello UNICO, versamento delle imposte ed invio telematico Redazione modelli 730 Dichiarazioni, conteggi e versamenti ai fini IMU CAF - Centro Assistenza Fiscale ACA: rilascio visto di conformità Colloqui per la verifica dell andamento aziendale con applicazione degli Studi di Settore Assistenza presso l Agenzia delle Entrate Contenzioso tributario: ricorsi, istanze di rimborso e rappresentanza del contribuente Cassetto fiscale Modelli INTRA e comunicazioni telematiche black-list Analisi di bilancio, budget e controllo di gestione Assistenza e consulenza amministrativa Creazione d impresa: informazioni ed assistenza per inizio attività in tutti i settori del commercio, del turismo e dei servizi Costituzioni e modifiche societarie Volture di aziende (cessioni, affitto) Denuncia di successione Comunicazione Unica : comunicazione telematica per l avvio e le modifiche dell impresa valida ai fini Registro Imprese, Agenzia delle Entrate, INPS e INAIL Assistenza per richiesta firma digitale P.E.C. (Posta Elettronica Certificata) Assistenza ed inoltro pratiche Camera di Commercio ed uffici vari Pratiche e gestione contributi INPS Verifica amministrativa aziendale Consulenza per richiesta rilascio licenze e/o autorizzazioni Assistenza e redazione contratti di locazione Verifica di regolarità delle imprese di commercio su area pubblica per il rilascio del V.A.R.A. Assistenza alle strutture ricettive per la trasmissione telematica di notifica delle persone alloggiate Servizio libri paga Consulenza in materia di lavoro Elaborazione paghe e contributi mensili Elaborazione a base mensile ed annuale dei costi sospesi e del TFR Analisi costi aziendali comprensivi anche dei costi plurimensili Assistenza in caso di visite ispettive Elaborazione denunce annuali Pratiche di assunzione e licenziamento presso il Centro per l impiego Avviamento contratti particolari (apprendistato, contratto di inserimento, lavori a progetto, stages) Sistema rilevazione presenze Stampa e conservazione libro unico per le aziende associate Pratiche per il rilascio autorizzazioni nominative al lavoro per extracomunitari Gestione dati TFR per fondi previdenza integrativa e tesoreria INPS Gestione comunicazioni relative alle assunzioni obbligatorie ai sensi della legge 68/99 Attività dell Ente Bilaterale e del Fondo Est per le aziende Richiesta telematica voucher sia per il settore agricolo che per altri settori previsti dalla legge Gestione settore Lavoro Domestico Servizi innovativi, Ambiente, Igiene e HACCP - Sicurezza sul lavoro Igiene e HACCP Redazione del piano aziendale HACCP Elaborazione procedure per la rintracciabilità degli alimenti Formazione dei lavoratori e delle figure responsabili Analisi di laboratorio Richieste/modifiche autorizzazioni sanitarie/dia sanitaria Check up locali ed impianti Normativa Igiene ed Etichettatura Prodotti Alimentari Sicurezza sul lavoro Valutazione dei rischi e stesura del documento Valutazione strumentale del rumore e altre valutazioni specifiche Servizio Prevenzione e Protezione con assunzione incarico RSPP Normativa cantieri e lavori in appalto (P.O.S., P.S.C.,P.I.M.U.S., I.T.P.) Normativa antincendio e piani di emergenza planimetrie del piano di evacuazione Check up ambienti di lavoro Formazione dei lavoratori e delle figure responsabili Medicina del Lavoro e programmi di sorveglianza sanitaria Inserto del periodico A.C.A. Imprese e territorio del 9 gennaio 2012

9 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 9 Inserto del periodico A.C.A. Imprese e territorio del 9 gennaio 2012 guida guida ai ai Servizi Servizio Certificazione Qualità Progettazione e sviluppo del Sistema di Gestione per la Qualità Stesura del Manuale Qualità e delle Procedure Assistenza alla Certificazione Mantenimento del Sistema di Gestione per la Qualità Assistenza e consulenza in materia vitivinicola Inizio attività, vidimazione e tenuta registri obbligatori Dichiarazione vitivinicola, di giacenza, anagrafe vitivinicola Pratiche di richiesta autorizzazione e gestione deposito fiscale, invio telematico dati accise, documenti per l export Servizio ambiente Normativa ambientale e denuncia rifiuti - MUD - SISTRI Normativa CONAI Pratiche Albo Gestori Rifiuti e Provincia Varie Informazioni e consulenza in materia di tributi locali Tassa rifiuti / Tassa occupazione suolo pubblico Imposta di pubblicità Formazione professionale Corsi abilitanti: albo agenti e rappresentanti, albo mediatori, somministrazione alimenti e bevande, accesso esercizio commercio settore merceologico alimentare Consulenza per progettazione e organizzazione corsi di formazione per aziende finanziati attraverso F.S.E. e Fondi Interprofessionali Corsi professionalizzanti: marketing, vetrinistica, contabilità e gestione aziendale, lingua inglese e tedesco commerciale, computer, barman, analisi sensoriale, comunicazione, accoglienza e cultura del territorio, cucina e pasticceria, decorazioni floreali, ecc Corsi obbligatori: H.A.C.C.P, responsabile sicurezza sul lavoro (R.S.P.P.), rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (R.L.S.), addetto antincendio, addetto primo soccorso aziendale, aggiornamento obbligatorio comparto somministrazione alimenti e bevande, carrellisti. Corsi di formazione per apprendisti Servizi informatici Gestione informatica aziendale: soluzioni software per gestione contabilità, magazzino e fatturazione, gestione agenti, ecc. Check-up della realtà informatica dell azienda Consulenza hardware e software gestionali e di sviluppo Recovery dati e backup - Assistenza remota Studio e sviluppo minisito Internet Consulenza su telefonia mobile e fissa Realizzazione di reti wi-fi Assistenza Apple Servizi turistici Promozione del territorio e delle strutture turistiche Associazione Ristoratori e Albergatori Albesi Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero - Charming Hotels & Restaurants Fiore - Osterie e locali tipici Sol Piccole Dimore di Charme e di Campagna Luoghi del Gusto Prodotti tipici, enoteche, pasticcerie, caffè storici Agenzia viaggi incoming Ospitalità Selezionata Viaggi Servizio informazioni e prenotazioni turistiche Alba-Bra Convention Bureau: Turismo Congressuale, location e servizi per eventi, congressi e convention Parco culturale Langhe Monferrato e Roero: iniziative culturali e musicali Expo Turist Alba Organizzazione eventi, manifestazioni e fiere Organi di stampa Vetrina settimanale e pagine mensili sul commercio su Gazzetta d Alba / Periodico Imprese e Territorio / Circolari informative Credito agevolato Per programmi di ristrutturazione ed ampliamento attività ascom rinnova: finanziamenti dall 1,70% al 4,20%. Per acquisto attrezzature e beni strumentali ascom integra: finanziamenti euribor 3 6 m + spread dallo 0,80% al 4,25% + contributi Camera di Commercio del 4%. Per scorte di magazzino ed esigenze temporanee di cassa ascom cassa: finanziamenti euribor 3 6 m + spread dallo 0,80% al 4,25%. Per le nuove attività ascom crescita: finanziamenti dall 1,49% al 3,99% + contributi Regione Piemonte. Per esigenze varie di liquidità ascom affida: fidi euribor 3 6 m + spread dal 2,20% all 8%. Per il sostegno all imprenditoria femminile ascom donna: finanziamenti a tasso fisso, eurirs + spread dall 1,25% al 3% con garanzia all 80% Fondo Regione Piemonte. Per il sostegno ai soggetti non bancabili ascom microcredito: finanziamenti a tasso fisso, eurirs + spread dal 2% al 4% con garanzia all 80% Fondo Regione Piemonte. tassi aggiornati al 01/12/2011 Servizi sul territorio Distretto Commerciale Alba-Bra. Sede Operativa Recapiti sul territorio: Canale, Cortemilia, Montà, Santo Stefano Belbo Ufficio 50&Più Enasco e 50&Più Presentazione gratuita domande di pensione di vecchiaia, inabilità, anzianità, superstiti e assegno ordinario di invalidità Estratti contributivi Proiezione e decorrenza pensioni INPS Domande di contribuzione volontaria Domande di invalidità civile Domande di pensione ENASARCO Certificazione ISEE Supplementi e maggiorazioni III

10 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 10 IV tesseramento 2012 Guida ai vantaggi con la tessera ACA 2012 avrete: TUTELA POLITICO SINDACALE Organizzazione riunioni di categoria. Invio periodico Imprese e territorio. Invio circolari. Informazioni a carattere generale EMAS Ente Mutuo di Assistenza Sanitaria che, tramite convenzione con il Poliambulatorio San Paolo di Alba, fornisce in forma gratuita e/o scontata servizi ambulatoriali, visite mediche specialistiche, servizi multidisciplinari, diagnostica, check-up, interventi di chirurgia ambulatoriale, riabilitazione e medicina dello sport, chirurgia e medicina estetica FINANZIAMENTI AGEVOLATI alle imprese del commercio, turismo e servizi Riduzione commissione bancaria CARTA SI/ PAGOBAN- COMAT Servizio RILASCIO IMMEDIATO CERTIFICATI visure ed iscrizioni Camera di Commercio I.A.A. Servizio RILASCIO VISURE CATASTALI E IPOTECARIE CALENDARIO con scadenze amministrative e fiscali, agenda, penna, calendario tascabile, CARTELLI ORARI, CAR- TELLI OBBLIGATORI, comunicazioni ferie in Comune, modelli per sconto sui diritti Siae GAZZETTA D'ALBA sconto del 50% su pubblicità redazionale in occasione di nuove aperture, inaugurazioni, anniversari, ristrutturazioni ed ampliamento locali (promozione valida una sola volta nel cor so del 2012) e per ogni tre uscite consecutive, gratis la quarta (non in posizione di rigore) IL CORRIERE DI ALBA-BRA-LANGHE-ROERO fino a 4 prodotti editoriali gratis a scelta per rinnovo/sottoscrizione abbonamento annuale e per due inserzioni pubblicitarie gratis la terza di pari dimensioni (promozione valida una sola volta nel corso del 2012) RIVISTA IDEA per tre inserzioni pubblicitarie - pagina intera o mezza pagina - programmate nel corso dell anno, mezza pagina aggiuntiva in omaggio (promozione valida una sola volta nel corso del 2012) RADIO VALLEBELBO NATIONAL SANREMO, RADIO CANELLI MONFERRATO SOLO MUSICA ITALIANA 50 spot da 30 in omaggio su nuovi contratti pubblicitari da almeno 100 spot su una delle emittenti indicate (promozione valida una sola volta nell arco del 2012) GRUPPO EGEA condizioni economiche vantaggiose sulla fornitura di energia elettrica e gas, servizio efficiente e capillare sul territorio, per domestici e imprese. Possibilità di fissare il prezzo per due anni e di ricevere la bolletta unica ovvero energia elettrica + gas in un unica bolletta, solo per utenze domestiche ALBA RENT MORINI sconto del 10% sul noleggio di autoveicoli senza autista CARAVAN LANGHE sconto del 10% sul noleggio di camper e mini pullman COOPERATIVA VITALE ROBALDO sconto dal 5% al 10% sul costo finale della prestazione, in base al volume di lavoro svolto IMPRESA DI PULIZIA SPLENDIDA trattamenti particolari sul costo finale di prestazioni di pulizia e facchinaggio, sconti dal 5% al 10% SISTEMI TRE ALBA sconti ed agevolazioni per l acquisto di soluzioni software gestionali e servizi web BLULAB condizioni economiche particolari sulla fornitura di servizi per il web, contratti personalizzati per rifacimento e restyling di siti aziendali, presenza e assistenza sul territorio STUDIO UTOPIA sconto del 5% sullo sviluppo di siti web e su realizzazioni grafiche o multimediali CNR SERVICE sconti ed agevolazioni per l acquisto di soluzioni hardware, software gestionali e servizi web WELCOME ITALIA con MEDEA INFORMATICA vi offre soluzioni tecnologiche innovative in ambito telecomunicazioni e Voip. Tariffe agevolate per telefonia e Internet e progetti personalizzati per le PMI R.P.S. SICUREZZA, ANTIFURTI, VIDEOCONTROLLO agevolazioni e condizioni vantaggiose per l acquisto e l installazione di sistemi di allarme videocontrollo casseforti da muro e da pavimento armadi e porte blindati estintori I.NA.GE.C. SRL CREDIT MANAGEMENT SERVICE soluzioni complete per la tutela del credito aziendale recupero crediti stragiudiziale e legale, servizio incassi soft collection, informazioni commerciali a carattere ufficioso, distribuzione servizio infocamere, cessione pro soluto crediti no performing. Sconto del 15% sul costo di listino senza investimenti anticipati o vincolati nel tempo S.D.S. SERVIZI DI VIGILANZA agevolazioni e trattamenti scontati sul servizio di sorveglianza e vigilanza VIBERTI LUCIANO scontistica particolare sull acquisto di arredamenti e attrezzatura tecnica per bar, negozi e ristoranti GI GROUP condizioni economiche di favore per i servizi di ricerca e selezione Permanent, somministrazione di personale a tempo determinato e indeterminato PARCHEGGI ITALIA - Parcheggio Centro-Stazione Alba trattamenti particolari sull acquisto di abbonamenti mensili e annuali (trattamento estendibile anche ai dipendenti) ASILO INFANTILE SCUOLA MATERNA CITTÁ DI AL- BA agevolazioni e sconti per l utilizzo della struttura asilo infantile e scuola materna e dei loro servizi CENTRO SPORTIVO ROERO sconto 10% sul prezzo di listino per la sottoscrizione di abbonamenti mensili ed annuali presso la piscina comunale di Alba RISERVA BIANCA LIMONE PIEMONTE condizioni particolari per l acquisto di ski-pass da 3 giorni anche non consecutivi (ski-pass in vendita presso l Associazione Commercianti con uno sconto del 15%) MONDOLÈ SKI agevolazioni sull acquisto di ski-pass giornalieri sconto da euro 3,00 a euro 9,00 sull acquisto di uno ski-pass per accedere agli impianti di Artesina, Prato Nevoso e Frabosa Soprana (riduzione valida per n 1 socio che esibisce la tessera associativa alla biglietteria nella stessa giornata) BEAUTY SPA SANTA MARIA trattamenti estetici e rilassanti per il benessere della persona scontati del 15% sul prezzo di listino (offerta estendibile anche ad altre persone accompagnate dal socio) Inserto del periodico A.C.A. Imprese e territorio del 9 gennaio 2012

11 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 11 9 gennaio 2012 Il Ministero del Lavoro e della previdenza sociale ha affidato ad Italia Lavoro spa la realizzazione del nuovo intervento per la promozione del contratto di APPRENDISTA- TO, con riferimento ai giovani che si trovano nello stato di svantaggio. Per le aziende che assumeranno giovani con contratto di apprendistato sono previsti: euro di contributo per ogni giovane di età compresa tra i diciassette e i ventinove anni, assunto con contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere (in tutti i settori di attività); euro di contributo per ogni giovane, che abbia compiuto quindici anni e fino al venticinquesimo anno di età, assunto con contratto di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale (in tutti i settori di attività), per i quali sarà comunque necessaria l attuazione del Testo Unico sull apprendistato, per il quale è prevista l entrata in vigore entro il 25 aprile I destinatari della misura, oltre a soddisfare i limiti di età devono possedere il requisito di lavoratori svantaggiati che di Apprendistato/1: contributi per l assunzione di lavoratori svantaggiati PAGINA III seguito sono indicati i più importanti: chi non ha un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi; chi non possiede un diploma di scuola media superiore o professionale; coloro che vivono soli con una o più persone a carico; vengono, inoltre, considerati molto svantaggiati coloro che risultano senza occupazione da almeno 24 mesi. Tali lavoratori non devono aver avuto rapporti di lavoro dipendente o assimilato, negli ultimi 12 mesi, con il soggetto beneficiario, la cui cessazione sia stata determinata da cause diverse dalla scadenza naturale dei contratti. Le risorse disponibili complessive ammontano a ,00 euro e l assegnazione dei contributi avverrà seguendo l ordine cronologico di presentazione delle domande, previa verifica delle condizioni previste e l assenza di cause di inammissibilità. Le imprese possono accedere ai contributi fino al 31 dicembre 2012 (e comunque fino ad esaurimento dei fondi). Per ulteriori informazioni, tel. 0173/226611, Apprendistato/2: : sgravio contributivo totale I datori di lavoro che occupano fino a 9 addetti avranno diritto ad uno sgravio contributivo del 100% nei primi tre anni dei contratti di apprendistato stipulati tra il 1 gennaio 2012 al 31 dicembre Dal quarto anno scatterà la contribuzione sarà pari al 10% della retribuzione lorda. Attualmente, i predetti datori di lavoro, versano per gli apprendisti una contribuzione pari all'1,5% il primo anno, del 3% per il secondo anno e del 10% dal terzo anno in poi (art. 22 comma 1 primo periodo). Per informazioni, tel. 0173/226611, libri - ca web.it 7 Strutture ricettive: obbligo di comunicazione telematica o via fax delle persone alloggiate Il cosiddetto decreto salva Italia ha modificato l art. 109 del Testo Unico di Pubblica Sicurezza, prevedendo l obbligo di comunicazione alla Questura competente delle generalità delle persone alloggiate con modalità esclusivamente telematica o mediante fax. Si precisa che non viene eliminato l obbligo di compilazione e sottoscrizione da parte del cliente della scheda cartacea, ma viene esclusa la possibilità di consegna manuale delle schedine all autorità locale di pubblica sicurezza. Per poter utilizzare la procedura telematica si dovrà richiedere alla Conai: scadenza il 20 gennaio In base alla normativa in materia, i cosiddetti Produttori e Utilizzatori sono responsabili della corretta gestione ambientale degli imballaggi (o merci imballate) e dei rifiuti di imballaggio generati, e per questo motivo sono obbligati ad aderire a CONAI, versando una tantum una quota di partecipazione. La legge prescrive particolari adempimenti e procedure periodiche di versamento del contributo per le aziende che producono o importano imballaggi o merci imballate. La periodicità della comunicazione può essere annuale (scad. 20 gennaio), trimestrale o mensile, in funzione dell entità del Contributo dovuto per ciascun materiale, salvo i casi di esenzione. La menzionata scadenza riguarda anche l eventuale modifica della classe di dichiarazione e l eventuale modifica della procedura semplificata adottata (possibile solo per importatori di imballaggi pieni). Dal 1 gennaio 2012 sono stati ridotti i contributi dovuti per le tipologie di imballaggi di alluminio, carta e plastica. Sono stati inoltre ridotti i contributi forfetari dovuti sul peso dei soli imballaggi delle merci e le aliquote da applicare sul valore delle importazioni dei prodotti alimentari e non alimentari imballati. Per informazioni, tel. 0173/226611, Questura competente le credenziali di accesso. L esercente dopo avere ottenuto le credenziali potrà trasmettere telematicamente i dati degli alloggiati direttamente dalla propria struttura ricettiva, dopo avere effettuato la procedura di autenticazione, e riceverà una ricevuta elettronica dell invio. Si fa presenta che la norma rimanda ad un successivo decreto del Ministero dell Interno per stabilire le modalità per l invio dei dati contenuti negli schedini. Pertanto nelle more dell emanazione di tale decreto o comunque fino all ottenimento dell abilitazione si potrà continuare ad effettuare la notifica con le procedure finora utilizzate, compresa la consegna manuale delle schede. L Ufficio Amministrativo è disponibile per l espletamento di tutte le pratiche inerenti la richiesta delle credenziali di accesso e nell offrire l assistenza per l utilizzo della procedura telematica. Per informazioni, tel. 0173/ , Abbonamento speciale Rai Prima di versare il canone di abbonamento speciale è opportuno rivolgersi alla sede RAI competente per territorio precisando il tipo di utenza (radiofonica o televisiva) e il mese nel quale si intende installare l'apparecchio. Sulla base delle informazioni ricevute, l'ufficio competente provvederà ad inviare un bollettino di conto corrente postale n. 2105, intestato alla RAI Radiotelevisione Italiana, con l'indicazione dell'importo. Cos è e chi deve pagare Devono pagare il canone di abbonamento speciale coloro che detengono uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o comunque fuori dell'ambito familiare, o che li impiegano a scopo di lucro diretto o indiretto. Validità del canone L'abbonamento speciale ha validità limitata all indirizzo per cui è stipulato, indicato nel libretto di iscrizione; pertanto, chi detenga più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive in sedi diverse dovrà stipulare un abbonamento per ciascuna di esse (è il caso, ad esempio, delle catene alberghiere, o delle filiali di banca). L'abbonamento speciale è strettamente personale: in caso di cessione degli apparecchi o di cessione o cessazione dell'attività, deve essere data disdetta dell'abbonamento alla RAI nei termini e con le modalità di seguito specificate. L'abbonamento speciale deve essere pagato annualmente, semestralmente o trimestralmente nei termini di legge (31 gennaio per il pagamento annuale; 31 gennaio e 31 luglio per i pagamenti semestrali; 31 gennaio, Canone Rai in dichiarazione dei redditi 30 aprile, 31 luglio e 31 ottobre per le rate trimestrali) e, in mancanza di regolare disdetta, è tacitamente rinnovato. Per informazioni, tel. 0173/226611, Il Decreto Legge 6 Dicembre 2011 n. 284 ha previsto l obbligo di indicazione nella dichiarazione dei redditi per le imprese e le società del numero di abbonamento speciale alla radio o alla televisione, la categoria di appartenenza ai fini dell applicazione della tariffa di abbonamento speciale, nonché altri elementi eventualmente indicati nel modello per la dichiarazione dei redditi, ai fini della verifica del pagamento del canone di abbonamento radiotelevisivo speciale. Per informazioni, tel. 0173/226611, Sicurezza sul lavoro, obbligatorio il documento di valutazione rischi A norma del nuovo Testo unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, tutte le imprese (indipendentemente dal numero dei lavoratori e dal settore di appartenenza) sono tenute ad elaborare entro il uno specifico documento di valutazione di tutti i rischi aziendali. Questo documento deve seguire una traccia ben precisa e deve riguardare l analisi di tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari (tra cui: stress lavoro-correlato, rischi per lavoratrici in stato di gravidanza, rischi connessi alle differenze di genere, all'età, alla provenienza da altri Paesi). Il documento risultante dalla valutazione dei rischi deve avere data certa. Anche le imprese che hanno autocertificato l effettuazione della valutazione dei rischi, dovranno elaborare uno specifico documento di valutazione. La violazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro prevede pesanti sanzioni penali ed amministrative pecuniarie. Per informazioni e verifica della propria posizione, tel. 0173/226611, Sicurezza in ambienti confinati In caso di lavorazioni in ambienti sospetti di inquinamento (es. pozzi neri, fogne, camini, fosse, gallerie, caldaie, cisterne, scavi) e negli ambienti confinati (vasche, canalizzazioni, tubazioni, serbatoi, recipienti e silos), lavoratori autonomi e aziende dovranno rispettare precise disposizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Tra le principali: obbligo di formazione e addestramento dei lavoratori e visite mediche, presenza di personale con esperienza triennale in ambienti confinati, possesso di dispositivi di protezione individuale (es. mascherine, imbracature etc.) e strumentazione/attrezzature idonee a prevenire i rischi, presenza di procedure di lavoro dirette a eliminare o ridurre al minimo i rischi. Quando i lavori sono svolti presso aziende terze, il datore di lavoro committente deve individuare un proprio rappresentante incaricato di vigilare sulle attività lavorative per limitare i rischi da interferenze. In tali circostanze il datore di lavoro committente deve inoltre elaborare un DUVRI (Documento Unico Valutazione Rischi Interferenziali) e richiedere referenze all azienda esecutrice dei lavori (Idoneità tecnico professionale). Per informazioni tel. 0173/ Imposta di pubblicità, scade il 31 Entro il 31 gennaio p.v., salvo i casi di esenzione (ad esempio per insegne di esercizio di superficie complessiva fino a 5 metri quadrati), dovrà essere effettuato il pagamento dell imposta di pubblicità relativa all anno Ricordiamo inoltre, che entro tale termine, dovranno essere comunicate eventuali variazioni rispetto alla situazione dell anno precedente. In ogni caso, ogni qual volta si posizionano nuovi mezzi pubblicitari, onde evitare contenziosi, occorre darne preventiva comunicazione agli uffici incaricati della riscossione dell imposta (A.I.P.A. - MAGGIOLI TRIBUTI I.R.T.E.L. ecc.) e richiederne la prescritta autorizzazione al comune o alla provincia competente. Gli uffici sono a disposizione per ulteriori chiarimenti e per l'espletamento delle richieste di autorizzazione. Per informazioni, tel. 0173/226611,

12 imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina gennaio 2012 PAGINA IV Le scadenze di gennaio-febbraio 2012 GENNAIO Lunedì 16 Ritenute - Versamento ritenute su redditi da lavoro dipendente e assimilati, lavoro autonomo, provvigioni nonché su corrispettivi per contratti d'appalto nei confronti dei condomini (mese precedente). Modello 730 assistenza fiscale - Il sostituto d'imposta comunica ai propri dipendenti l'intenzione di prestare assistenza fiscale diretta. Iva dichiarazione d intento - Invio telematico all'amministrazione finanziaria dei dati relativi alle dichiarazioni d'intento ricevute nel mese precedente. Iva liquidazione mensile - Liquidazione nonché versamento dell imposta eventualmente a debito relativa al mese precedente. Imposta sugli intrattenimenti - Termine per il versamento dell imposta sugli intrattenimenti del mese precedente. Contributi Inps mensili - Versamento all'inps da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali a favore della generalità dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese precedente. Contributi Enpals mensili - Termine per il versamento contributi previdenziali a favore dei lavoratori dello spettacolo. Contributi Inpgi - Versamento dei contributi previdenziali dei giornalisti professionisti relativi alle retribuzioni maturate nel mese precedente. Gestione separata Inps - Versamento del contributo previdenziale sui compensi corrisposti nel mese precedente. Libro unico - Scadenza delle registrazioni relative al mese precedente. Contributi Inps manodopera agricola - Termine per il versamento dei contributi relativi alla manodopera agricola. Presentazione dichiarazione vendemmia e produzione vino, rivendicazione Uve DO. Venerdì 20 Previndai e Previndapi - Versamento dei contributi previdenziali integrativi a favore dei dirigenti di aziende industriali relativi alle retribuzioni maturate nel trimestre precedente. Conai - Comunicazione annuale produttori o importatori di imballaggi o merci imballate. Mercoledì 25 Enpals unificata - Denuncia unificata del mese precedente. Elenchi Intrastat mensili - Presentazione contribuenti mensili. Elenchi Intrastat trimestrali - Presentazione elenchi trimestrali esclusivamente in via telematica. Martedì 31 CC.GG. - Versamento c/c/p tassa atti e provvedimenti con pagamento annuale. Denuncia Uni-Emens - Denuncia telematica delle retribuzioni e dei contributi relativi al mese precedente. Operazioni con Paesi Black List - Invio della comunicazione relativa alle operazioni effettuate con paesi Black List nel mese precedente (soggetti mensili) e nel trimestre precedente (soggetti trimestrali). Aziende commerciali in crisi - Presentazione della domanda all'inps per beneficiare dell'indennizzo per la cessazione dell'attività. Inps manodopera agricola - Denuncia relativa alle retribuzioni del trimestre precedente. Tosap - Termine ultimo di pagamento tassa anno Imposta pubblicità - Pagamento relativo all anno Ingrosso e produzione alimenti - Tassa controlli sanitari anno FEBBRAIO Giovedì 16 Ritenute - Versamento ritenute su redditi da lavoro dipendente e assimilati, lavoro autonomo, provvigioni e su corrispettivi per contratti d'appalto nei confronti dei condomini (mese precedente). Addizionali - Versamento addizionali regionali/comunali su redditi da lavoro dipendente del mese precedente. Iva dichiarazione d intento - Invio telematico all'amministrazione finanziaria dei dati relativi alle dichiarazioni d'intento ricevute nel mese precedente. Iva liquidazione mensile. Imposta sugli intrattenimenti. Iva liquidazione trimestrale. Contributi Inps mensili - Versamento all'inps da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali a favore della generalità dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese precedente. Contributi Enpals mensili - Termine per il versamento contributi previdenziali a favore dei lavoratori dello spettacolo. Contributi Inpgi - Versamento dei contributi previdenziali dei giornalisti professionisti relativi alle retribuzioni maturate nel mese precedente. Gestione separata Inps collaboratori - Versamento dei contributi previdenziali per i collaboratori a progetto, occasionali e associati in partecipazione corrisposti nel mese precedente. Contributi IVS Artigiani e commercianti - Versamento dei contributi IVS da parte dei soggetti iscritti alla gestione INPS artigiani e commercianti (quota fissa sul reddito minimale) Autoliquidazione Inail - Predisposizione del modello per calcolo e pagamento premio INAIL. Libro unico. TFR - Versamento a saldo sulle rivalutazioni del TFR maturate nell'anno Lunedì 20 Contributi Enasarco - Termine per il versamento dei contributi trimestrali da parte del mandante. Lunedì 27 Elenchi Intrastat mensili - Presentazione contribuenti mensili. Denuncia Enpals mensile - Presentazione della denuncia dei contributi per i lavoratori dello spettacolo. Per contatti e InformazIonI: associazione commercianti albesi PIazza san Paolo n. 3 - alba tel fax

13 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 13 9 gennaio 2012 L articolo 31 della manovra economica Salva Italia relativamente alle disposizioni in materia di liberalizzazione degli esercizi commerciali, estende definitivamente la liberalizzazione delle aperture (domenicali e festive, chiusura infrasettimanale) e del regime degli orari dei negozi e degli esercizi di somministrazione in tutti i comuni italiani, senza più alcun riferimento agli elenchi regionali delle località turistiche o città d arte. Dato che la modifica non reintroduce l obbligo di adeguamento da parte delle Regioni e degli enti locali alla disciplina citata, ed elimina, inoltre, qualunque dubbio in ordine all individuazione dei comuni interessati, il nuovo regime risulta immediatamente operativo. È logico inoltre ritenere che le ordinanze generali e specifiche, che sono state adottate dai Comuni sulla base delle norme nazionali e/o regionali citate e ormai abrogate, sono da considerarsi decadute. Pertanto tutte le attività compresi gli esercizi di somministrazione potranno scegliere sulla base delle esigenze La manovra economica di Monti liberalizza le aperture: decade la differenza tra comuni turistici e non Commercio e orari: cosa cambia In questi giorni il commercio respira, grazie ai saldi appena avviati della propria clientela gli orari più confacenti alla domanda del mercato locale. L Ufficio Amministrativo è disponibile per qualsiasi informazione: tel. 0173/ fax 0173/ e- Imprese e territorio Periodico a cura dell Associazione Commercianti Albesi Coordinamento: Katia Robaldo Collaboratori: Tiziano Coccio, Gianluca Ferrero, Laura Ghigo, Elena Giachino, Annamaria Giacone, Elisabetta Grasso, Sandra Monchiero, Giovanni Moraglio, Fabrizio Pecchenino, Marco Scuderi, Valter Seitone, Fulvio Taliano, Monica Vico 9 Il nuovo sistema di corrispondenza è obbligatorio per tutte le aziende PEC e informatica: comunicazione innovativa Una svolta tecnologica. E questo il tema affrontato nelle scorse settimane dall Associazione Commercianti Albesi con le imprese associate. Nel corso di alcuni incontri svoltisi presso la sede Aca, sono state consegnate le password per l utilizzo della Posta elettronica certificata, divenuta obbligatoria per tutte le aziende. Nell occasione, sono stati illustrati tutti i servizi che l Aca offre per lo sviluppo e l incentivazione degli strumenti informatici in dotazione, ormai indispensabili per comunicare e trasmettere dati alla pubblica amministrazione e alle altre imprese. Per informazioni, tel. 0173/226611, La sottoscrizione entro il 31 gennaio è possibile presso l Aca Mediatori: rinnovo assicurazione 2012 Il sindacato albese della FIMAA (Federazione italiana mediatori agenti d affari) aderente a Confcommercio ricorda il rinnovo della quota assicurativa 2012 con scadenza lunedì 31 gennaio. Oggetto della Assicurazione R.C. Professionale Mediatori è la responsabilità civile per danni patrimoniali non derivanti da dolo cagionati a terzi nell esercizio dell attività professionale. Come gli anni scorsi, è possibile sottoscrivere la polizza presso l Associazione Commercianti Albesi. Per informazioni, tel. 0173/226611, BOFFA ELETTRODOMESTICI: una storia di famiglia L'avventura imprenditoriale di Angelo Boffa inizia quando nel 1965, appena 19enne, da artigiano elettricista, avvia la propria attività in Valle Talloria. L'intraprendenza e l'intuizione lo portano a immaginare tuttavia un futuro di più ampio orizzonte: presto infatti la sua esperienza proseguirà ad Alba, al numero civico 78 di corso Piave dove, passo dopo passo, l'esercizio assumerà un'impronta sempre più commerciale, pur unendo la competenza professionale maturata negli anni nel campo degli elettrodomestici. E' l'epoca in cui il settore tira e in città e nei dintorni si contano numerosi negozi dalle stesse caratteristiche merceologiche. Boffa Elettrodomestici cresce: dopo 34 anni l'attività necessita di maggiore spazio, che trova al civico 54 dello stesso corso, dove rimane per 9 anni. L'azienda si amplia grazie all'immutato impegno dei titolari, il signor Angelo e la consorte, Rosanna Busca, ispiratrice di molte delle scelte che, condivise dalla famiglia, si riveleranno vincenti. Arriva il 2008, con la realizzazione di una sede che di fatto raddoppia la superficie espositiva al numero 174 di corso Piave, un'arteria di Alba che a buon titolo entra nella positiva storia dell'azienda e della famiglia Boffa. Locali luminosi, accoglienti, personale gentile e preparato, un comodo parcheggio antistante l'ingresso principale, fanno della nuova collocazione un'altra felice tappa della storia di questa impresa famigliare albese. Il signor Angelo Boffa con la signora Rosanna. Dal loro felice connubio si origina il successo dell azienda. Dedizione, impegno, innovazione, intuizione e un forte attaccamento della famiglia all impresa fanno la differenza e determinano l affermazione in un mercato sempre più difficile Un successo, dunque, quello della Boffa Elettrodomestici, che non conoscere sosta né è il caso di dire, specie di questi tempi crisi. Negli ultimi vent'anni, sono circa 25 i negozi di elettrodomestici che hanno chiuso i battenti, soffocati dalla concorrenza insostenibile della grande distribuzione. L'azienda Boffa, invece, ha dimostrato che un'impresa delle sue dimensioni può non solo sopravvivere alla concorrenza ma che addirittura può ampliarsi, senza per questo rendere più approssimativo né il servizio, né il rapporto con la clientela. Il binomio elettrodomestici-casalinghi, l'esperienza, la competenza tecnica, l'assistenza totale e continua agli acquirenti, la validità dei collaboratori, rendono Boffa Elettrodomestici un unicum, al quale va aggiunta un'altra preziosa caratteristica: la continuità famigliare. Dalla metà degli anni Novanta il primogenito Bruno e successivamente l'altro figlio, Alessandro, collaborano attivamente alla gestione aziendale. La signora Rosanna, da sempre attenta e qualificata responsabile del settore casalinghi e liste nozze, è da alcuni anni coadiuvata dalla nuora Grazia Cavallotto e insieme conferiscono all attività commerciale quel tocco femminile che distingue e qualifica ulteriormente l'offerta. La storia della Boffa Elettrodomestici, come si conviene ad un'azienda radicata nella sua città e nel suo quartiere, si estende alle attività di rappresentanza e di promozione: il fondatore Angelo Boffa è da 28 anni capogruppo dei rivenditori di elettrodomestici e casalinghi, fa parte del Consiglio direttivo dell'associazione Commercianti Albesi, è consigliere dell'ascom Fidi Langhe e Roero, è stato tra i fondatori del comitato di via Albauno.

14 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina gennaio 2012 FORMAZIONE GRATUITA PER I LAVORATORI: APPROFITTANE! A.C.A. FORMAZIONE, agenzia formativa dell Associazione Commercianti Albesi, nell autunno scorso, secondo le disposizioni del bando relativo alla formazione dei lavoratori occupati Piani di Area 2011, ha progettato alcuni percorsi formativi rivolti ai lavoratori occupati e finalizzati alla riqualificazione delle competenze di questi stessi. I corsi, finanziati con le risorse messe a disposizione sul bando sopraccitato, sono interamente gratuiti. Gli stessi richiedono, però, la frequenza obbligatoria ad almeno i 2/3 delle ore totali previste per ciascun percorso ed il rilasciato di un attestato finale di frequenza. I vari corsi saranno attivati a partire dal mese di gennaio prossimo e dovranno concludersi entro il 31 luglio 2012; i singoli calendari saranno, pertanto, definiti al più presto. I destinatari delle azioni formative, così come previsto dal Bando stesso, sono: lavoratori dipendenti, titolari, amministratori e coadiuvanti di PMI, agenti (di commercio e/o rappresentanti, di affari in mediazione, assicurazione e broker, agenti di prodotti finanziari), lavoratori con contratto a progetto, a tempo parziale o di collaborazione, professionisti iscritti ai relativi albi. Requisito indispensabile è la localizzazione dell impresa all interno della Provincia di Cuneo. Sono, dunque, aperte le iscrizioni con un numero limitato di posti disponibili ai seguenti percorsi formativi: CORSI DI LINGUE INGLESE BASE E INTERMEDIO 1 edizione per ciascuno dei 2 corsi della durata di 32 ore ciascuno e max 14 allievi. Gli argomenti sviluppati saranno i seguenti: Inglese base: elementi grammaticali di base; formule di saluto e di cortesia, numeri, espressioni idiomatiche e fraseologia per l acquisizione delle abilità produttive parlate e scritte legate al luogo ove si vive, al cibo, alle ore, alle indicazioni stradali ed alle informazioni inerenti la vendita, simulazione di interazione con i clienti in lingua finalizzate a migliorare la professionalità degli operatori nell accogliere i clienti sul territorio ed appropriarsi degli elementi indispensabili per impostare un dialogo. Inglese intermedio: consigliare e orientare il cliente, espressioni idiomatiche e fraseologia. I tempi verbali, forme interrogative, verbi irregolari; simulazioni di situazioni reali di vita professionale finalizzate al miglioramento delle abilità comunicative parlate e scritte grazie all acquisizione di vocaboli ed espressioni tecnico/commerciali. ANALISI SENSORIALE 1 edizione della durata di 24 ore e presenza di 14 partecipanti (8 incontri serali da 3 ore ciascuno). Considerato il successo ottenuto dalle precedenti edizioni di questo stesso corso, saranno sviluppati i seguenti argomenti: introduzione alla degustazione dei vini; tecniche di psicofisiologia dei sensi e di valutazione sensoriale dei vini bianchi e rossi (aspetto visivo, olfattivo, e gustativo); strumenti per riconoscere pregi e difetti dei vini, confrontandone profumi, gusti e sensazioni; abbinamenti ideali con i piatti della cucina locale. BARMAN 1 edizioni della durata di 24 ore suddivise in 8 lezioni da 3 ore per un max di 14 allievi. Questo percorso formativo rappresenterà per gli allievi un occasione per migliorare: l arte della caffetteria, le tecniche di preparazione di drink e cocktail, le caratteristiche di aperitivi, vini liquorosi ed aromatizzati, spumanti e champagne, modalità ed accorgimenti per servire gli stessi e personalizzare le preparazioni; tecniche innovative e singolari per la miscelazione e la decorazione. Gli allievi stessi potranno esercitarsi nelle varie preparazioni illustrate dal docente, professionista esperto, utilizzando il laboratorio appositamente attrezzato. ACCOGLIENZA TURISTICA 1 edizione della durata di 20 ore con una disponibilità di 14 posti. Il corso progettato, in modo particolare, per gli operatori delle strutture ricettive presenti sul nostro territorio svilupperà le seguenti tematiche: la cultura dell accoglienza, la gestione dell attività ricettiva, la proposta di itinerari culturali, artistici nelle Langhe e nel Roero, le caratteristiche dei prodotti del territorio e la promozione degli stessi attraverso tecniche e strumenti finalizzati a migliorare le tecniche di ricevimento e soddisfare sempre meglio le esigenze dei clienti. DI FIORE IN FIOCCO 1 edizione della durata di 16 ore per 14 partecipanti. Il corso è pensato per chi vuole utilizzare il proprio estro e la propria manualità per creare originali confezioni e/o pacchi regalo o decorazioni floreali per abbellire la propria casa o il proprio locale e stupire gli ospiti. Saranno, dunque, trattati i seguenti argomenti: fiocchi e teoria del colore; il pacchetto regalo; bouquet Biedermaier; composizioni formali di fiori freschi; galateo della tavola; decorazione e allestimento della tavola: centritavola e segnaposto. Luigi Sciutto ARREDAMENTI SU MISURA RESTAURI DA TRENT ANNI AL SERVIZIO DEL VOSTRO ARREDAMENTO: REALIZZAZIONE IONE DI MOBILI SU MISURA E RESTAURI SIBAs.r.l..l. SOLUZIONI PER IL COMMERCIO SIBA BILANCE REGISTRATORI DI CASSA ATTREZZATURE TURE BAR AFFETTATRICI TRICI SOFTWARE VENDITA E ASSISTENZA Augura ura un sereno 2012 con MINICOOKER Cuoce a vapore e a induzione, n frulla, monta, trita, impasta, sminuzza, amalgama e omogeinizza... PRATICO E IRRINUNCIABILE AIUTO IN CUCINA C.so M. Coppino, 36/a ALBA (CN) Tel/Fax Cell SIBA ALBA, corso Langhe 29, tel SIBA -

15 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 15 9 gennaio PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO WEB 1 edizione della durata di 24 ore e 14 posti disponibili. Il corso è rivolto a tutte le imprese che intendono incrementare la propria attività utilizzando correttamente il web. Gli argomenti trattati durante il corso saranno, infatti, i seguenti: progettazione e sviluppo di applicazioni basate su architetture modulari, accesso a sorgenti dati eterogenee, utilizzo degli ejb, linguaggio sql. AGGIORNAMENTO INFORMATICO LIVELLO INTERMEDIO 1 edizione della durata di 32 ore per 14 partecipanti. I corsi si svilupperanno in 10 lezioni da 3 ore ciascuna durante le quali saranno trattati i seguenti argomenti: Livello intermedio: l utilizzo del pacchetto Office: Word ed Excel in particolare per la creazione di tabelle e grafici per la gestione dei dati; internet ed outlook. Sarà messo a disposizione degli allievi il laboratorio informatico dell ACA. LE FUNZIONI SALUTISTICHE DELLE ERBE OFFICINALI 1 edizione della durata di 18 ore per un max di 14 allievi. Questo percorso formativo si propone di formare gli operatori del settore erboristico e farmaceutico operanti sul territorio in merito alle problematiche di sicurezza alimentare ed al corretto utilizzo delle erbe officinali, trattando i seguenti argomenti: interazioni farmaco alimenti, cenni di farmacognosia, normativa del settore. MARKETING E TECNICHE DI VENDITA 1 edizione della durata di 20 ore per un max di 14 allievi. In un momento di particolare difficoltà economica riteniamo necessaria una attenta riflessione sulle strategie commerciali adottate da ciascuna azienda. Partendo da tale considerazione, gli argomenti sviluppati durante questo percorso saranno i seguenti: strategie di marketing, marketing relazionale, tecniche di vendita, il rafforzamento della propria automotivazione. TECNICHE DI COMUNICAZIONE E PSICOLOGIA DEL CLIENTE 1 edizione della durata di 16 ore per un max di 14 allievi. In un mondo del lavoro sempre più difficile e competitivo, riteniamo necessario saper gestire il proprio ruolo lavorativo in modo rinnovato e consapevole applicando corrette tecniche di comunicazione e fidelizzazione del cliente. Gli argomenti trattati durante il corso, dalle tecniche di comunicazione alla gestione efficace della vendita, saranno, per l appunto, finalizzati agli obiettivi sopraddetti. I PIATTI DELLA TRADIZIONE 1 edizione della durata 20 ore e max 14 partecipanti. Con la realizzazione di questo corso vorremmo riscoprire i piatti che la cucina delle Langhe Monferrato e Roero offriva anni fa utilizzando prodotti tradizionali del territorio. Saranno, dunque, trattati i seguenti argomenti: antiche tradizioni culinarie del territorio, i prodotti tradizionali ed il loro utilizzo secondo antiche ricette, preparazione dei piatti tipici. CONSULENTI DI IMMAGINE 1 edizione della durata 16 ore e max 12 partecipanti. Il corso è rivolto, in modo particolare, a tutti gli operatori del settore abbigliamento che intendano migliorare le proprie abilità nel consigliare i clienti, acquisendo tecniche di consulenza di immagine utili per soddisfare al meglio le richieste del cliente e poterlo fidelizzare. Gli argomenti trattati saranno infatti: lo studio del colore e l analisi della figura, cenni alla psicologia del cliente, nozioni e tecniche di abbinamento. FOTORITOCCO DIGITALE 1 edizione per 18 ore e 14 posti disponibili. Il corso si propone l insegnamento delle tecniche di base per l elaborazione creativa della fotografia digitale al computer: modifica e correzione di immagini, variazione di colore, fotomontaggio, inserimento testi. Info e scadenze I corsi sopraelencati saranno svolti presso A.C.A. FORMAZIONE piazza San Paolo n. 3 Alba (CN) con calendari ed orari che verranno definiti al più presto. Per maggiori informazioni e/o iscrizioni contattare il numero 0173/ o scrivere all indirizzo entro il 30 gennaio 2012 al fine di poter predisporre tutta la documentazione richiesta dall ente finanziatore per l iscrizione stessa. Tourval Café: progetto Gal per aiutare le micro imprese L Alta Langa migliora l accoglienza Un momento del corso svoltosi a Bossolasco nelle scorse settimane con il prof. Ghibaudo Si sono svolti nei mesi di novembre e dicembre, in Alta Langa, gli incontri formativi inerenti il Progetto semplice C4 Tourval Café Programma ALCO- TRA portato avanti dal GAL Langhe e Roero Leader. A mettere in atto le iniziative del progetto è l'associazione Commercianti Albesi, con lo scopo di sostenere le piccole imprese dei settori commercio e turismo attive nei 39 comuni dell'alta Langa. Gli incontri gratuiti vertono su tematiche quali marketing, miglioramento dell'accoglienza e dei servizi offerti, sviluppo del territorio, valorizzazione del patrimonio paesaggistico e enogastronomico. In Alta Langa esistono infatti opportunità di sviluppo nei prodotti tipici di punta nocciole, formaggio, vino -, nell'escursionismo, nelle vacanze per famiglie, nelle fattorie didattiche. In questa prima fase, grazie al supporto del prof. Cristiano Ghibaudo esperto di formazione professionale e coaching, autore del MetodoLara - è stato posto l'accento in particolare sull'ambito della comunicazione, come mezzo per cambiare la propria attitudine in base alle esigenze riscontrate nella clientela. L'Alta Langa, poi, per le sue caratteristiche territoriali, si presta a nuove frontiere di organizzazione economica: qui infatti si parla di alleanze tra microimprese con lo scopo di formare circuiti. L'obiettivo è innescare meccanismi di crescita senza necessità di grandi investimenti ma semplicemente unendo le competenze e sviluppando così le reciproche attività.

16 01 - imprese e territorio PULITA_Alba Notizie n. 2/ /01/ Pagina 16

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it

VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it COMUNE DI CELLE LIGURE PROVINCIA DI SAVONA VIA S. BOAGNO 11 17015 - CELLE LIGURE Tel. 019/99801 Fax 019/993599 info@comune.celle.sv.it www.comune.celle.sv.it Ufficio Entrate Tributarie e Tariffarie A decorrere

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Vista la legge 23 dicembre 1996, n. 662 e, in particolare, l articolo 2, comma 100, lettera a), che ha istituito il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese;

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio N. 165 del 6 Novembre 2013 News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi POS obbligatorio per esercenti di attività di vendita di prodotti e servizi, anche professionali (Articolo 15 commi

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO)

SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) Al Comune di BRUINO SUAP Piazza Municipio 3 10090 BRUINO (TO) OGGETTO: SCIA di subingresso nell'esercizio dell'attività di commercio su aree pubbliche ai sensi dell art. 28, comma 12, del D.Lgs. n. 114/1998

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli