Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?"

Transcript

1 Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat nlla tlfonia mobil potrbb non raggiungr gli fftti sprati in trmini di trasparnza, più in gnral, di bnssr di consumatori. In un sttor così concntrato, sarbbro auspicabili intrvnti strutturali a favor di una maggior concorrnza, piuttosto ch limitazioni alla struttura di przzi. Introduzion Il Dcrto Lgg prsntato dal Govrno il 25 gnnaio 2007 (il cosiddtto scondo Dcrto sull Libralizzazioni ) ha liminato il contributo di ricarica sull cart prpagat nlla tlfonia mobil, contributo ch rapprsntava un onr aggiuntivo risptto al valor dl traffico tlfonico acquistato. La ragion conomica sottostant tal provvdimnto è riconducibil alla ncssità di favorir la trasparnza dll tariff, pr qusta via, la concorrnza fra l imprs. In tal modo, i consumatori sarbbro in grado di dtrminar mglio i costi ffttivamnt sostnuti, di consgunza, di ffttuar confronti tra l divrs offrt prsnti sul mrcato. In qusto lavoro, ci proponiamo di analizzar nl dttaglio l motivazioni ch hanno portato all liminazion dl contributo di ricarica di saminar gli fftti di tal provvdimnto sul bnssr di consumatori. L liminazion dl contributo di ricarica: l motivazioni 102 Il 7 giugno 2006, l AGCM l AGCOM hanno avviato un indagin conoscitiva congiunta sui srvizi di tlfonia con ricarica dl crdito. L iniziativa è sguita a sgnalazioni ricvut da associazioni di consumatori singoli utnti, in particolar, a una lttra inviata dalla Dirzion Gnral Concorrnza dlla Commision uropa. Il coinvolgimnto dll du Autorità è stato richisto dal fatto ch risultavano rilvanti sia i profili concorrnziali (pr i quali è comptnt l AGCM) sia i profili rgolamntari (pr i quali è comptnt l AGCOM). Maria Rosa Battaggion Profssor associato Univrsità di Brgamo CESPRI Nicoltta Corrochr Lcturr Univrsità Bocconi CESPRI Lornzo Zirulia Ricrcator Univrsità di Bologna CESPRI numro 2/2007 Argomnti Mrcato

2 L conclusioni dll indagin (disponibili all indirizzo hanno sollvato qustioni rilvanti sia dal punto di vista concorrnzial sia dal punto di vista rgolamntar. Da un lato, sotto il profilo concorrnzial, si sostnva ch il contributo di ricarica potss favorir la collusion. Fissar una part dl przzo indipndnt dai piani tariffari immdiatamnt ossrvabil dai concorrnti avrbb ridotto, almno parzialmnt, i costi di coordinamnto lgati alla complssità dll tariff. A supporto di qusta tsi, nll indagin si è sottolinato ch, mntr i przzi mdi al minuto sono diminuiti nl corso dgli anni, il contributo di ricarica è rimasto costant prssoché ugual fra gli opratori, consntndo una sacca di rdditività immun dalla prssion concorrnzial. Pr quanto riguarda i profili rgolamntari, l Autorità si sono concntrat prvalntmnt su du argomntazioni: l una rlativa al problma dlla trasparnza, l altra al problma dlla rgrssività. La prima tsi ra ch la prsnza di un contributo di ricarica rndss più difficil il computo dl costo ffttivo dll tlfonat, riducndo la trasparnza, quindi, complicando il confronto fra l offrt di divrsi opratori. A qusto proposito, l AGCOM sarbb potuta intrvnir sulla bas dll articolo 71 dl Codic dll Comunicazioni Elttronich, ch l assgna splicitamnt il compito di assicurar informazioni trasparnti aggiornat in mrito ai przzi all tariff. La sconda tsi, invc, ra ch foss possibil un intrvnto volto a liminar la struttura rgrssiva dl contributo, ossia il fatto ch l incidnza dl contributo diminuiss al crscr dl taglio dlla ricarica. Su qusto punto, sarbb stato possibil un intrvnto, sulla bas dll articolo 2 dlla Lgg 481 dl 1995 sulla concorrnza la rgolazion di srvizi di pubblica utilità, ch fa rifrimnto all obbligo di prstar il srvizio in condizioni di uguaglianza. Succssivamnt alla pubblicazion dll indagin conoscitiva, l AGCOM ha dciso il 13 dicmbr 2006 di intraprndr una consultazion pubblica, con l obittivo di dtrminar possibili intrvnti rgolamntari rlativi agli fftti di rgrssività scarsa trasparnza dlla tariffa. Il tsto dlla consultazion, pubblicato dall Autorità il 10 gnnaio 2007, proponva tr possibili intrvnti: 1) l liminazion dl contributo di ricarica, in modo da garantir la trasparnza; 2) una rimodulazion dl contributo di ricarica in modo da liminar la struttura rgrssiva; 3) la cosistnza dll du soluzioni prcdnti. Al contmpo, l AGCM ha dciso di non intrvnir. Il 14 gnnaio 2007, in un intrvista a Il Sol 24 or, il Prsidnt dll Antitrust Catricalà ha dichiarato: «Nlla tlfonia mobil l socità si fanno concorrnza [...]. Quindi non c è dominanza collttiva sul sttor ch giustificass l intrvnto dll Antitrust. Tuttavia, insim all Autorità dll Comunicazioni, abbiamo promosso un indagin conoscitiva da cui è mrso ch il costo fisso dlla ricarica non è trasparnt non è proporzional. Prtanto l Authority probabilmnt prndrà un provvdimnto pr vitar un costo fisso dlla ricarica ch vada oltr il rcupro dll sps amministrativ.» numro 2/2007 Argomnti Mrcato 103

3 104 Oltr al fatto ch la dichiarazion di Catricalà è, pr quanto riguarda gli asptti concorrnziali, in contraddizion con il tsto dll indagin conoscitiva condotta dalla sua stssa Autorità, si dv ossrvar ch la collusion ra il motivo addotto da più parti (in particolar dall associazioni di consumatori) pr giustificar un intrvnto, nonché, a nostro parr, qullo più mritvol di un ultrior approfondimnto. Fissar una part dl przzo indipndnt dai piani tariffari immdiatamnt ossrvabil dai concorrnti ridurrbb, almno parzialmnt, i costi di coordinamnto lgati alla complssità dll tariff. A supporto di qusta tsi, nll indagin si sottolinava ch, mntr i przzi mdi al minuto rano diminuiti, il contributo di ricarica ra rimasto costant prssoché ugual fra opratori, consntndo una sacca di rdditività immun dalla prssion concorrnzial. L Autorità sostnva, quindi, ch l sistnza dl contributo di ricarica potss favorir la collusion. Pur concordando ch la part fissa dl przzo possa favorir comportamnti collusivi, tuttavia ritniamo ch non si dbba scludr ch l imprs l abbiano introdotta con altri obittivi (pr maggiori dttagli in mrito si vda Battaggion t al., 2006). La lttratura ha mostrato infatti ch, in un contsto in cui l imprs hanno potr di mrcato, l tariff compost da una part fissa (contributo di ricarica) da una variabil (przzo minutario) consntono di aumntar i profitti, ma sono compatibili con un quilibrio non collusivo (Stol, 2003). Il 9 gnnaio 2007 è arrivato l annuncio dl Ministro dllo Sviluppo Economico Brsani su un suo possibil intrvnto volto all liminazion dl contributo di ricarica, ch ha addotto com motivazioni pr l intrvnto da part dl Govrno l qustioni dlla trasparnza dlla rgrssività. Notiamo, a tal proposito, com la sola qustion dlla rgrssività non potss giustificar l liminazion dl contributo, ma potss smplicmnt portar a stabilir la proporzionalità dl contributo risptto al taglio acquistato. La vicnda si è conclusa (almno pr ora) con il Dcrto Lgg prsntato dal Govrno il 25 gnnaio 2007 (il cosiddtto Dcrto sull Libralizzazioni ). All articolo 1, comma 1, il dcrto, pubblicato sulla Gazztta Ufficial dll 1 fbbraio, rcita com sgu: «Al fin di favorir la concorrnza la trasparnza dll tariff, di garantir ai consumatori finali un adguato livllo di conoscnza sugli ffttivi costi dl srvizio, nonché di facilitar il confronto tra l offrt prsnti sul mrcato, è vitata, da part dgli opratori dlla tlfonia mobil, l applicazion di costi fissi di contributi pr la ricarica di cart prpagat, anch via bancomat o in forma tlmatica, aggiuntivi risptto al costo dl traffico tlfonico richisto, nonché la prvision di trmini tmporali massimi di utilizzo dl traffico acquistato [...]. Gli opratori adguano la propria offrta commrcial all prdtt disposizioni ntro il trmin di trnta giorni dalla data di ntrata in vigor dl prsnt dcrto.» Il contributo di ricarica è stato, quindi, liminato pr favorir la trasparnza dll tariff, pr qusta via, la concorrnza fra l imprs, con un provvdi- numro 2/2007 Argomnti Mrcato

4 mnto in vigor dal 5 marzo Rinviando alla szion succssiva un giudizio sul mrito dl provvdimnto (val a dir sulla sua fficacia nl favorir la trasparnza), non possiamo non intrrogarci sull opportunità di un intrvnto dl Govrno in concomitanza con una consultazion pubblica da part dll AGCOM, attuato, tra l altro, pr mzzo di un dcrto lgg ch implica l urgnza dl provvdimnto stsso. L liminazion dl contributo di ricarica: gli fftti Il provvdimnto dl govrno può ssr giudicato sotto du punti di vista. Il primo riguarda l obittivo dichiarato nl tsto dl dcrto (ossia la trasparnza), il scondo gli fftti ch consguono dirttamnt dall liminazion di una dll componnti di przzo utilizzat fino a ora. Risptto all argomntazioni dll Autorità, il provvdimnto annulla pr dfinizion la rgrssività - obittivo praltro non indicato nl comma 1 - ma non migliora, a nostro avviso, la trasparnza di przzi. In mrito al problma dlla trasparnza dll tariff, da un punto di vista lgislativo la normativa di rifrimnto è il Dcrto Lgislativo n. 259/2003 in matria di comunicazioni lttronich. L art. 13, comma 6, punto d), mnziona splicitamnt ngli obittivi ni principi dll attività di rgolamntazion qullo di «promuovr la diffusion di informazioni chiar, in particolar garantndo la trasparnza dll tariff dll condizioni di uso di srvizi di comunicazion lttronica accssibili al pubblico». Inoltr l art. 46, in rlazion all obbligo di trasparnza, ribadisc il ruolo dll Autorità nll imporr «obblighi di trasparnza [...] prscrivndo agli opratori di rndr pubblich dtrminat informazioni [...] i przzi». In qusto snso, ci prm sottolinar ch il problma dlla trasparnza tariffaria è primariamnt lgato a un oggttiva difficoltà, pr il consumator, di calcolar il przzo mdio al minuto piuttosto ch al contributo di ricarica. In rifrimnto a ciò, si noti ch fra il 1992 il 2005 sono stati introdotti in Italia un total di 280 piani tariffari fra prpagat abbonamnti. TIM Vodafon sono l imprs più attiv, rispttivamnt con 12 7,1 nuovi piani tariffari all anno, mntr Wind ha introdotto 5,6 piani tariffari all anno H3G n ha introdotti 6,3 (Corrochr Zirulia, 2006). Oltr al numro lvato di piani tariffari prsnti sul mrcato, è opportuno sottolinar ch qusti sono composti di molti lmnti: przzo al minuto spsso diffrnziato pr oprator, ara gografica, orario; mccanismo di tariffazion a scatti o a scondi; scatto alla risposta; mccanismi di autoricarica; przzo dgli SMS. Prtanto divnta strmamnt difficil pr il consumator dtrminar il costo ffttivo dll tlfonat, nonché confrontar i divrsi piani tariffari di un oprator o di opratori concorrnti. Data tal complssità, l abolizion dl contributo di ricarica stsso non giova s non in misura molto marginal alla trasparnza di przzi. numro 2/2007 Argomnti Mrcato 105

5 Risptto all obittivo di migliorar la trasparnza, ci appar potnzialmnt più fficac il provvdimnto contnuto ni commi 2 4 dl dcrto: comma 2: «L offrta dll tariff di diffrnti opratori dlla tlfonia dv vidnziar tutt l voci ch compongono l ffttivo costo dl traffico tlfonico, al fin di consntir ai singoli consumatori un adguato confronto.» comma 4: «L Autorità pr l Garanzi nll Comunicazioni stabilisc l modalità attuativ dll disposizioni di cui al comma 2 applica l rlativ sanzioni.» È chiaro, dunqu, ch l fficacia di qusto provvdimnto dipndrà dall concrt modalità attuativ adottat dall AGCOM. Prima di discutr dgli fftti dirtti dl provvdimnto, è ncssario ricordar qui alcun carattristich dl sttor. Pr quanto riguarda l carattristich dlla domanda, s è vro ch in quasi tutti i pasi uropi la prcntual di utnti di cart prpagat è suprior risptto alla prcntual di sottoscrittori di abbonamnti, l Italia è il pas in cui qusto gap è maggior d è l unico in cui la prcntual di cart prpagat è suprior al 90%. Ciò suggrisc ch il sgmnto dll cart prpagat nl nostro pas costituisc il mrcato principal pr l imprs. Con rifrimnto all stratgi dll imprs, invc, si noti ch un important font di diffrnziazion in qusto sttor ( di consgunza, di potr di mrcato) è data dall sistnza di switching cost, ovvro costi lgati al cambiamnto dll oprator /o dl piano tariffario. In passato, gli switching cost sono stati principalmnt associati alla mancanza di numbr portability fra opratori, ch tuttavia è stata introdotta in anni rcnti in molti Pasi (in Italia nl 2002). Nonostant qusto, è chiaro ch l introduzion dlla numbr portability ha ridotto, ma non liminato, gli switching cost 1. Oltr ad altri costi di natura sogna (quali pr smpio qulli lgati alla natural inrzia di consumatori), nl sttor risultano particolarmnt rilvanti gli switching cost crati artificialmnt dall imprs (switching cost ndogni). Pr smpio, la trmination-basd pric discrimination (scondo cui il przzo dlla tlfonata varia con l oprator dl dstinatario dlla chiamata) opzioni com You&M di Vodafon Tim Tribù di TIM inducono fftti di rt al livllo local, poiché pr un consumator divnta convnint adottar lo stsso oprator di propri contatti abituali. La prcntual di qusti piani tariffari sul total è aumntata dal 10,7% nl priodo al 48,15% nl binnio In qusto caso, cambiar oprator, in assnza di coordinamnto fra consumatori appartnnti allo stsso ntwork social, può ssr particolarmnt costoso. Ancora più splicito è il tntativo di crar costi alla mobilità attravrso mccanismi di autoricarica dl crdito, divntati particolarmnt popolari ngli anni rcnti (la prcntual di piani tariffari ch offrono qusto tipo di srvizio è passata dal 7,1% nl priodo al 44,5% nl priodo ) Si vda pr smpio Grzybowski (2004) pr il Rgno Unito, L t al. (2005) pr la Cora dl Sud. numro 2/2007 Argomnti Mrcato

6 Qusti mccanismi nlla sostanza ricalcano, pr smpio, i frqunt flyr program dll compagni ar l tssr fdltà dlla grand distribuzion. In qusto caso, gli switching cost risultano aumntati proprio pr qugli utnti ch sono più prziosi pr gli opratori (gli utnti ad alto traffico). Un vidnza indirtta a sostgno dll sistnza dgli switching cost è data dall offrt particolarmnt convninti ch l imprs propongono ai clinti dgli altri opratori. Dal momnto ch il livllo di concorrnza, in sguito all intrvnto sull abolizion di contributi di ricarica, è rimasto invariato ch l imprs continuano a godr di un crto potr di mrcato, la loro stratgia ottimal non sarà qulla di diminuir i przzi sulla part variabil, ma vicvrsa qulla di aumntarli al fin di rcuprar (almno in part) la prdita di rdditività sulla part fissa. Tal comportamnto è ragionvol in una situazion di informazion asimmtrica, laddov i consumatori non sono comunqu in grado di calcolar con sattzza il costo minutario, quindi, hanno una limitata capacità di ragir, più o mno vlocmnt, a incrmnti di przzo dl proprio oprator, spostandosi vrso un altro gstor. Considrando, inoltr, il ruolo important dgli switching cost, anch nll ipotsi ch il consumator sia in grado di ossrvar l aumnto di przzo ch gli è stato praticato, non è dtto ch al ntto di costi di trasfrimnto la sua stratgia ottimal sia qulla di cambiar gstor. Qusto è confrmato dall ossrvazion mpirica scondo la qual in Italia il churn rat (prcntual di utnti di un imprsa ch passano a un altra imprsa in un dato priodo di tmpo) è uno di più bassi d Europa (15% contro una mdia uropa intorno al 20%). Vin, quindi, mno anch la minaccia di dcurtazion dlla domanda, associata a un incrmnto di przzi. Inoltr, in un rgim di libro mrcato, un aumnto di przzi, di pr sé, non può giustificar un intrvnto dll Authority, a mno ch non si configuri una pratica collusiva, risptto alla qual tocchrbb all AGCM intrvnir. È difficil prvdr qual sia l fftto ntto sul bnssr di consumatori. Su qusto punto la lttratura conomica non dà rispost crt (Armstrong Vickrs, 2001). A nostro avviso, il provvdimnto potrbb ridurr il sovrappiù 2 di consumatori, in quanto, stimolando gli opratori ad aumntar la part variabil dlla tariffa, si potrbbro controbilanciar gli fftti positivi dll liminazion dlla part fissa. Si considri ch, fino a ora, l condizioni di mrcato hanno prmsso all imprs di mantnr la part variabil rlativamnt bassa di appropriarsi dl sovrappiù di consumatori attravrso la part fissa. Con l liminazion dl contributo di ricarica, si impdisc all imprs di utilizzar una dll possibili componnti di przzo: qusto potrbb spingr gli opratori a utilizzar l altr componnti, tra l quali la part variabil dlla tariffa, in modo più aggrssivo. In ogni caso, l cifr ch sono circolat riguardo ai risparmi pr i consumatori, ch ipotizzano un invarianza dll offrt commrciali dgli opratori, ci appaiono ccssivamnt ottimistich. 2 Il sovrappiù di consumatori è la diffrnza fra quanto i consumatori pagano pr il srvizio quanto sarbbro al massimo disposti a pagar. numro 2/2007 Argomnti Mrcato 107

7 Oltr ai piani tariffari, è ragionvol aspttarsi variazioni consistnti nlla disponibilità dll ricarich, sia in trmini di tagli di ricarica disponibili, sia in trmini di capillarità dlla distribuzion, anch in qusto caso con un fftto ngativo sul bnssr di consumatori. Innanzitutto, con l liminazion dl contributo di ricarica, è plausibil ch si vrifichi una riduzion sul numro di tagli di ricarica. L offrta si è ampliata notvolmnt ngli ultimi anni, soprattutto con l introduzion di tagli di importo ridotto, inizialmnt non offrti dai gstori. Attualmnt i tagli di ricarica variano da 4 uro (la più bassa ricarica proposta da Wind) a 255 (la più alta ricarica proposta da TIM, Vodafon Wind) sono sostanzialmnt simili fra l imprs. Si noti, inoltr, ch fra i 26 tagli di ricarica disponibili, 7 sono sotto i 30 uro. L ampliamnto dll offrta di tagli di ricarica è stato dtrminato dalla crscnt diffusion di srvizi di tlfonia mobil dall ntrata di nicchi di consumatori con più bassa disponibilità a pagar (giovani anziani). L vidnza mpirica a disposizion, riportata nll indagin AGCM-AGCOM, mostra ch, nl 2005, i tagli di minor importo - fino a 20 uro - hanno costituito oltr il 70% dll ricarich ffttuat circa il 48% dl valor complssivo di ricavi dgli opratori drivanti dal contributo di ricarica (Tab. 1). Tab. 1 Distribuzion di tagli di ricarica pr volum valor TAGLI DI RICARICA % volum % valor % volum % valor % volum % valor Fino a 20 uro 61,4 33,4 68,6 40,7 71,8 48,2 Da 21 a 50 uro 32,1 54,7 26,2 48,3 24,8 45,4 Oltr 50 uro 6,6 11,8 5,2 11 3,4 6,3 108 L offrta di cart prpagat comporta pr l imprs un consistnt flusso di ricavi, ma anch alcuni costi di gstion (intrni d strni). I ricavi sono tanto più lvati, quanto più alto è il taglio dlla ricarica. Attravrso il contributo di ricarica, l imprs di fatto guadagnavano una prcntual aggiuntiva sul crdito acquistato dall utnt: data la rgrssività dl contributo, tal prcntual ra maggior sui tagli di ricarica piccoli. Eliminato il contributo di ricarica, è ragionvol ipotizzar ch, a parità di altr condizioni, pr l imprs non sia più vantaggioso offrir tagli di ricarica bassi qusto potrbb dannggiar qull catgori di consumatori con una minor disponibilità a pagar, ch sono tipicamnt soggtti a vincoli di liquidità. Ovviamnt, va anch tnuto conto dl fatto ch l vntual liminazion di tagli di ricarica d importo infrior portrbb alcuni consumatori a rinunciar all acquisto stsso dl srvizio, con un danno pr l imprs. In ogni caso, una modifica ni tagli di ricarich offrt ci appar probabil. In scondo luogo, è opportuno ricordar ch la struttura di costi dl crdito prpagato pr gli opratori comprnd non solamnt costi intrni (costi oprativi, ammortamnti su invstimnti costo dl capital invstito), ma anch componnti di costo strno, ch coincidono con l commissioni prcpit dai soggtti numro 2/2007 Argomnti Mrcato

8 ch consntono l attività di ricarica, ovvro i titolari di ATM POS (banch, post italian d srcizi commrciali) i distributori di scratch card (dicol, tabaccai cc.). Qust commissioni comprndono una part fissa una variabil pr i primi (rispttivamnt 0,35 uro 1,15%), mntr solo una part variabil pr i scondi (intorno al 3% dll importo dlla ricarica). L vidnza mpirica a disposizion (AGCM-AGCOM, 2006) mostra ch i mzzi più diffusi prsso il pubblico sono il pagamnto tramit scratch card POS, ch rapprsntano il 90% dll ricarich ffttuat il 76% di ricavi. Esistono importanti diffrnz ni canali distributivi utilizzati a sconda dl taglio dlla ricarica: POS scratch card, infatti, sono molto comuni pr gli importi più bassi, mntr l ATM risulta ssr il canal prvalnt pr i tagli oltr i 50 uro (65% dll transazioni). Il ruolo di Intrnt, invc, appar ancora marginal (1,5% di ricavi totali). Con rifrimnto all commissioni unitari dal lato di distributori, è intrssant confrontar il rapporto fra il contributo riconosciuto agli srcnti (banch, tabaccai, dicolanti) il taglio di ricarica fra i divrsi canali distributivi. Esistono importanti diffrnz in mrito all commissioni rcpit dai divrsi soggtti ch rogano il srvizio, in particolar, ossrviamo com pr l ricarich non infriori a 20 uro - qull ch, pr quanto dtto sopra, con maggior probabilità sopravvivranno nl mrcato - sia più convnint pr l imprs sfruttar maggiormnt il circuito bancario invc ch l dicol o i tabaccai (Tab. 2). Qusto potrbb comportar una riduzion nlla capillarità dl sistma distributivo, a danno dgli utnti finali. Tab. 2 Contributo riconosciuto agli srcnti pr taglio di ricarica (uro) Tagli di ricarica Circuito bancomat/atm 0,41 0,47 0,58 0,93 Tabaccai 0-0,5 0, ,5 2,5-3 Edicolanti 0-0,5 0-0,5 0, Conclusioni Com è stato prcdntmnt argomntato, l intrvnto dl Govrno volto all abolizion di costi di ricarica sull cart prpagat pon divrsi dubbi sia sull opportunità dll intrvnto stsso, sia sulla sua fficacia pr il bnssr di consumatori. Ci prm sottolinar, ancora una volta, ch, s l obittivo è qullo dlla tutla di consumatori, ciò ch conta è il sovrappiù complssivo ch l imprs sono in grado di strarr ai consumatori. In qust ottica, l intrvnto dl lgislator dovrbb concntrarsi sulla tariffa complssiva, cioè comprnsiva di part fissa part variabil, non smplicmnt sulla singola componnt fissa. Intrvnndo dirttamnt sulla forma contrattual sottrando all imprs una variabil stratgica di controllo (il contributo di ricarica), si rischia numro 2/2007 Argomnti Mrcato 109

9 di gnrar un comportamnto più aggrssivo sull unica lva stratgica rimasta, la part variabil, con il risultato di provocar un aumnto di przzi pr i consumatori. In un sttor com la tlfonia mobil, l imprs hanno numros componnti tariffari a disposizion, al di là dl contributo di ricarica, com pr smpio lo scatto alla risposta, il przzo minutario, il mccanismo di tariffazion a scatti o a scondi. A qusto riguardo, l indagin conoscitiva ha ossrvato com, includndo il contributo di ricarica, l andamnto di przzi italiani sia sostanzialmnt allinato con il rsto d Europa (AGCM-AGCOM, 2006). L prim razioni da part di gstori smbrano confrmar i nostri timori: pr smpio, Vodafon Wind, non a caso gli opratori con la più alta prcntual di cart prpagat risptto agli abbonamnti, hanno introdotto nuovi piani tariffari più costosi accompagnati da campagn pubblicitari volt a incntivar i consumatori a passar all nuov tariff. In gnral, in un sttor concntrato com qullo dlla tlfonia mobil in Italia, con quattro imprs di cui du controllano l 80% dl mrcato, è chiaro ch qualsiasi limitazion alla struttura di przzi risulta ssr una misura poco incisiva, risptto a intrvnti strutturali ch favoriscano una maggior concorrnza, com sarbb pr smpio l aprtura dl mrcato ai cosiddtti opratori di tlfonia mobil virtual. Tali intrvnti consntirbbro anch di ridurr il rischio di potnziali comportamnti collusivi, trascurati dai rcnti provvdimnti, ma sicuramnt rilvanti pr il bnssr di consumatori. Rifrimnti Bibliografici 110 AGCM-AGCOM (2006), Indagin conoscitiva sui contributi di ricarica ni srvizi di tlfonia mobil a crdito prpagato. Armstrong, M., Vickrs, J., Comptitiv pric discrimination RAND Journal of Economics, vol (4). Battaggion M.R., Corrochr N., Zirulia L., Tlfonia mobil costi di ricarica: un di battito aprto, Economia Politica Industrial, vol Corrochr N., Zirulia L., Innovation and Comptition in th Mobil Communications Srvic Industry. Papr prsntato alla SPRU 40 Annivrsary Confrnc Brighton, Sttmbr Grzybowski L., Estimating switching costs in th mobil tlcommunication industry in th UK. Mimo L J., Kim Y., L J., Park Y., (2005) Estimating th xtnt of potntial comptition in th Koran mobil tlcommunications markt: switching costs and numbr portability, Intrnational Journal of Industrial Organization, di prossima pubblicazion. Motta M., Polo M., Economia Politica dlla Concorrnza, Il Mulino, Bologna Stol L., (2003) Pric Discrimination and Imprfct Comptition, Handbook of Industrial Organization, di prossima pubblicazion. numro 2/2007 Argomnti Mrcato

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3)

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3) G. Ptrucci Lzioni di Cotruzion di Macchin. CRITERI DI RESISTENZA La vrifica di ritnza ha o copo di tabiir o tato tniona d mnto truttura anaizzato è ta da provocarn i cdimnto into com rottura o nrvamnto.

Dettagli

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE Cnsrvari Musica Giuspp Tartini Trist NUCLEO DI VALUTAZIONE RELAZIONE ANNUALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE sull dll a.a.2010/11 (DPR 28/2/03 n.132, art.10 cmma 2 ltt. b) Nucl valutazin Waltr Grbin Prsidnt

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

Telecom Italia Dicembre 2013

Telecom Italia Dicembre 2013 RICARICABILE BUSINESS TIM : PROPOSIZIONE ESCLUSIVA PER MEPA Telecom Italia Dicembre 2013 Ricaricabile Business TIM La piattaforma ricaricabile business di Telecom Italia prevede un basket per singola linea.

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative FORMA 3: Valutazione dei comportamenti organizzativi Nozioni di base 1. LA VALUAZION DLL COMPNZ INDIVIDUALI 1.1 L COMPNZ INDIVIDUALI In base ai recenti contributi di numerosi autori, possiamo intendere

Dettagli

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA NELLA sua riunione di Consiglio del 1 luglio 2010; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249,

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO SCHEMA DI PROVVEDIMENTO Allegato B alla Delibera n. 696/09/CONS PROVVEDIMENTO RELATIVO A MISURE DI ARMONIZZAZIONE CON I PRINCIPI DEL REGOLAMENTO EUROPEO SUL ROAMING INTERNAZIONALE E PER LA TUTELA ORDINARIA

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

CAMBIO OPERATORE TELEFONICO RETE MOBILE. Che cos è. cambiare operatore mobile, mantenendo al tempo stesso il proprio numero di

CAMBIO OPERATORE TELEFONICO RETE MOBILE. Che cos è. cambiare operatore mobile, mantenendo al tempo stesso il proprio numero di CAMBIO OPERATORE TELEFONICO RETE MOBILE Che cos è La MNP (Mobile Number Portability) è la procedura che consente all utente di cambiare operatore mobile, mantenendo al tempo stesso il proprio numero di

Dettagli

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso

ELASTICITÀ. Sarebbe conveniente per il produttore aumentare ulteriormente il prezzo nella stessa misura del caso Esercizio 1 Data la funzione di domanda: ELASTICITÀ Dire se partendo da un livello di prezzo p 1 = 1.5, al produttore converrà aumentare il prezzo fino al livello p 2 = 2. Sarebbe conveniente per il produttore

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014

Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014 Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014 INTRODUZIONE Vodafone Omnitel B.V. adotta la presente Carta dei Servizi in attuazione delle direttive e delle delibere

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI ARMONIZZAZION DI SISTMI CONTABILI D. Lgs. 118/2011 Maggio 2014 Le origini: il federalismo fiscale Legge 5/5/2009 n. 42 Delega al Governo in materia di FDRALISMO FISCAL in attuazione dell art. 119 della

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche

I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche I beni pubblici come causa del fallimento del mercato. Definizioni e caratteristiche (versione provvisoria) Marisa Faggini Università di Salerno mfaggini@unisa.it I beni pubblici rappresentano un esempio

Dettagli

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A.

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. 1. PREMESSA E PRINCIPI FONDAMENTALI Con la sottoscrizione del Modulo di richiesta di consegna ed attivazione della Carta SIM PosteMobile e del Modulo di richiesta

Dettagli

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania)

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Capitolo 8 Le imprese nell economia globale: esportazioni, outsourcing e multinazionali [a.a. 2012/13] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 8-1 Struttura della

Dettagli

Profilo Commerciale OFFERTA SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (ricaricabile)

Profilo Commerciale OFFERTA SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (ricaricabile) SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (di seguito l Offerta) è un offerta rivolta alle Aziende e/o persone fisiche intestatarie di Partita IVA, già titolari o contestualmente sottoscrittori di un Contratto

Dettagli

Equilibrio generale ed efficienza dei mercati (Frank, Capitolo 15)

Equilibrio generale ed efficienza dei mercati (Frank, Capitolo 15) Equilibrio generale ed efficienza dei mercati (Frank, Capitolo 15) EQUILIBRIO ECONOMICO GENERALE Esistono molteplici relazioni tra mercati Per comprendere il funzionamento dell economia è quindi indispensabile

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza

Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza X-Pay Il pos virtuale di CartaSi per le vendite a distanza Agenda CartaSi e l e-commerce Chi è CartaSi CartaSi nel mercato Card Not Present I vantaggi I vantaggi offerti da X-Pay I vantaggi offerti da

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE

OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE OVI-SUITE E NAVIGAZ. WEB CON CELLULARE 1) Ovviamente anche su quelle GPRS, inoltre il tuo modello supporta anche l'edge. Si tratta di un "aggiornamento" del GPRS, quindi è leggermente più veloce ma in

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti 08 Giugno 2015 Elisa Noto, Mariateresa Villani Sommario La prescrizione breve in materia di rapporto

Dettagli

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business.

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Le soluzioni migliori per il tuo lavoro Area Clienti Business www.impresasemplice.it Mobile Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Telefonia mobile cos'è l'area Clienti business L Area Clienti

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER

Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER Osservazioni su bozza di Decreto di incentivazione altre FER 15 giugno 2015 Il Decreto di incentivazione delle FER non fotovoltaiche in via di emanazione dal Ministero dello Sviluppo Economico dovrebbe

Dettagli

Effetto reddito ed effetto sostituzione.

Effetto reddito ed effetto sostituzione. . Indice.. 1 1. Effetto sostituzione di Slutsky. 3 2. Effetto reddito. 6 3. Effetto complessivo. 7 II . Si consideri un consumatore che può scegliere panieri (x 1 ; ) composti da due soli beni (il bene

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

Travature reticolari piane : esercizi svolti De Domenico D., Fuschi P., Pisano A., Sofi A.

Travature reticolari piane : esercizi svolti De Domenico D., Fuschi P., Pisano A., Sofi A. Travature reticolari piane : esercizi svolti e omenico., Fuschi., isano., Sofi. SRZO n. ata la travatura reticolare piana triangolata semplice illustrata in Figura, determinare gli sforzi normali nelle

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica,

Tutti i nostri viaggi prevedono una copertura assicurativa inclusa nella Quota d Apertura Pratica, ppur Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv clus nl Qut d Aprtur Prtic, grntit d Tutti i nstri viggi prvdn un cprtur ssicurtiv tiv utmticmnt clus nl Qut d iscriz, iz ssicurt t d In clbrz z cn 34

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

1. Soggetto promotore ENI S.pA., sede legale in Piazzale Enrico Mattei n.1, 00144 Roma (di seguito eni o Promotore ).

1. Soggetto promotore ENI S.pA., sede legale in Piazzale Enrico Mattei n.1, 00144 Roma (di seguito eni o Promotore ). REGOLAMENTO Concorso 10 anni di pieni 1. Soggetto promotore ENI S.pA., sede legale in Piazzale Enrico Mattei n.1, 00144 Roma (di seguito eni o Promotore ). 2. Denominazione 10 anni di pieni 3. Ambito territoriale

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO. www.bancaetica.it

ISTRUZIONI PER L USO. www.bancaetica.it ISTRUZIONI PER L USO www.bancaetica.it INDICE Introduzione...4 1) Che cos è InBank?...5 2) Quali sono i requisiti tecnici?...6 3) Quali sono i consigli da seguire per navigare in sicurezza?...7 4) Come

Dettagli

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012

ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 ACCORDO DI RINNOVO 5 DICEMBRE 2012 MINIMI ED ALTRI ISTITUTI ECONOMICI 130 euro al 5 livello; 112 euro al 3 livello; 132 euro in media Tranche: 1/1/ 13 35 euro; 1/1/ 14 45 euro; 1/1/ 15 50 euro Conglobamento

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI La Polizia Postale e delle Comunicazioni si occupa della prevenzione e repressione di tutti i reati commessi per il

Dettagli

Lezione 10: Il problema del consumatore: Preferenze e scelta ottimale

Lezione 10: Il problema del consumatore: Preferenze e scelta ottimale Corso di Scienza Economica (Economia Politica) prof. G. Di Bartolomeo Lezione 10: Il problema del consumatore: Preferenze e scelta ottimale Facoltà di Scienze della Comunicazione Università di Teramo Scelta

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

Capitolo 12 Il monopolio. Robert H. Frank Microeconomia - 5 a Edizione Copyright 2010 - The McGraw-Hill Companies, srl

Capitolo 12 Il monopolio. Robert H. Frank Microeconomia - 5 a Edizione Copyright 2010 - The McGraw-Hill Companies, srl Capitolo 12 Il monopolio IL MONOPOLIO Il monopolio è una forma di mercato in cui un unico venditore offre un bene che non ha stretti sostituti, ad una moltitudine di consumatori La differenza fondamentale

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli