Comunicazione Sistema e trasmissione Itinerariodi documenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunicazione Sistema e trasmissione Itinerariodi documenti"

Transcript

1 Comunicazione Sistema e trasmissione Itinerariodi documenti Posta elettronica ordinaria e P.E.C. 1 Sigla pag

2 La posta elettronica ordinaria La posta elettronica ( o , dall'inglese electronic mail ) è un servizio Internet grazie al quale ogni utente abilitato può inviare e ricevere dei messaggi utilizzando un computer o altro dispositivo elettronico (es. palmare, cellulare ecc.) connesso in rete attraverso un proprio account di posta, registrato presso un provider del servizio. È una delle applicazioni Internet più conosciute e utilizzate oltre al WEB. La sua nascita risale al 1971, quando Ray Tomlinson installò su ARPANET un sistema in grado di scambiare messaggi fra le varie università, ma chi ne ha realmente definito il funzionamento è stato Jon Postel. La posta elettronica rappresenta l alter ego digitale ed elettronico della posta ordinaria e cartacea. A differenza di quest'ultima, il tempo con cui il messaggio transita dal mittente al destinatario è normalmente di pochi secondi/minuti, anche se vi sono delle eccezioni/anomalie che vedono ritardare il servizio di consegna dell fino a qualche ora. Per questo l ha rappresentato di fatto una rivoluzione nel modo di inviare e ricevere messaggi di posta, con la possibilità di allegare qualsiasi tipo di documento e immagini digitali (entro certi limiti di dimensioni). 4-2

3 Modalità di funzionamento della posta elettronica Scopo del servizio di posta elettronica è il trasferimento di messaggi da un utente ad un altro attraverso un sistema di comunicazione dati che coinvolge sia gli utenti, sia più server di posta che agiscono come nodi intermediari di raccolta/smistamento dei messaggi. Ogni utente è titolare di una o più caselle di posta elettronica, sulle/dalle quali riceve e invia messaggi. L'accesso alle caselle di posta elettronica è controllato da forme di autenticazione assimilabili sul piano normativo ad un sistema di firma elettronica debole (cioè che si ferma ad una procedura di login che richiede l inserimento di una user Id e di una password). La modalità di accesso al servizio è asincrona : per la trasmissione non è necessario che mittente e destinatario siano contemporaneamente attivi o collegati. La consegna al destinatario dei messaggi inviati non è garantita. Se un server non può consegnare un messaggio, invia una notifica al mittente per avvisarlo della mancata consegna, ma anche questa notifica è a sua volta un messaggio di posta elettronica, e quindi la sua consegna non è garantita. Il mittente può anche richiedere una conferma di consegna o di lettura dei messaggi inviati, ma il destinatario è normalmente in grado di decidere se vuole inviare o meno tale conferma. Il significato della conferma di lettura può essere ambiguo, in quanto aver visualizzato un messaggio per pochi secondi in un client non significa averlo letto, compreso o averne condiviso il contenuto. 4-3

4 Indirizzi e domini; modalità di consultazione A ogni casella è associato un indirizzo di posta elettronica (account), necessario per identificare il destinatario. Questo si presenta in forma: dove <nome-utente> è un nome scelto dall'utente, che identifica in maniera univoca un utente (o un gruppo di utenti), e <dominio> è il nome del dominio applicativo in cui è registrata la casella. L'indirizzo di posta elettronica può contenere qualsiasi carattere alfabetico e numerico (escluse le accentate) e alcuni simboli come il trattino di sottolineatura (_) ed il punto (.). Ad esempio: La gestione dei messaggi di posta elettronica avviene secondo due grandi modalità: Web based: all account di posta si accede via internet mediante il proprio programma di navigazione in rete (web browser: Internet Explorer, Moxilla Firefox, Google Chrome, ecc.), che consente di lasciare tutti i messaggi sulle risorse (server) del proprio provider, senza nulla scaricare localmente (sul PC usato per la connessione) Client based: all account di posta si accede mediante un apposito programma (Outlook, Outlook Express, Eudora, Moxilla Thunderbird, ecc.) installato localmente (sul PC utilizzato per la connessione), il quale scarica e memorizza i messaggi recapitati sul server, mettendoli a disposizione per l elaborazione successiva, nonché memorizza localmente i nuovi messaggi in partenza per il server di gestione 4-4

5 Posta elettronica e D.N.S. D.N.S. = Domain Name System La rete Internet opera in base ad una architettura definita da Jonathan Bruce Postel ( ), un computer scientist & architect statunitense che ha contribuito in maniera significativa allo sviluppo della rete Internet, in particolare per quanto riguarda la creazione e l'adozione di alcuni standard. Postel è noto soprattutto per essere il redattore e il curatore della serie di documenti denominata RFC. Probabilmente la sua eredità più conosciuta riguarda la RFC 793 relativa al protocollo TCP (Transmission Control Protocol), che contiene il "Principio di robustezza" spesso citato come "Legge di Postel": "be conservative in what you do, be liberal in what you accept from others" (sii conservatore in ciò che fai, sii liberale in ciò che accetti dagli altri) La rete è costituita da un insieme molto grande di computer, che possono operare come: server, sistemi in grado di mantenere informazioni (testi, immagini, documenti, database) e di elaborarle ai fini di erogare servizi; client, sistemi presso cui operano gl utenti, che richiedono i servizi dei server; router, sistemi che instradano i messaggi. 4-5

6 Indirizzi IP e questioni di conversione alfanumerica I computer sono identificati da particolari codici numerici, detti indirizzi IP (Internet Protocol). Un indirizzo IP è un numero a 32 bit, che per convenzione viene indicato nella cosi detta notazione decimale puntata, in cui i 32 bit sono suddivisi in quattro gruppi da 8 bit l uno, il cui valore viene rappresentato in decimale, e il valore di ogni gruppo è separato dal successivo da un punto (. ). Ad esempio, se un computer ha l indirizzo binario: la sua conversione in notazione decimale puntata è: Tutti i computer della rete nelle connessioni e nell instradamento dei messaggi operano in base agli indirizzi IP numerici. L utilizzo della rete, se fatto in termini di indirizzi IP, sarebbe improponibile per qualunque utente che non sia un tecnico specializzato. 4-6

7 Il dominio nell architettura di rete Per ovviare a questo piccolo inconveniente, Postel inventò un sistema di nomenclatura basato su stringhe alfanumeriche (nomi), che permette la ripartizione e l organizzazione della rete in domini, ovvero raggruppamenti di risorse organizzati secondo una struttura logica ad albero. Tale struttura riporta nella rete IP l organizzazione amministrativa delle entità che utilizzano la rete (utenti, società, aziende, organizzazioni, enti pubblici, ). Un sistema di traduzione, operante come servizio base di tutta la rete, permette in ogni istante di convertire un nome a dominio nel corrispondente indirizzo IP e viceversa, permettendo agli utenti l utilizzo della rete con nomi simbolici, e ai computer di operare in base a indirizzi IP, ovvero a numeri. Il sistema dei nomi a dominio (dall inglese Domain Name System, spesso indicato con l'acronimo DNS), è un sistema utilizzato per la risoluzione dei nomi dei nodi della rete (host) in indirizzi IP numerici, e viceversa. Il servizio è realizzato tramite un database distribuito, costituito da un insieme di server dedicati a tale funzione (server DNS). Un nome di dominio è costituito da una serie di stringhe separate da punti, ad esempio avvocati.corso.euclidea.org. In un nome DNS la parte più importante è la prima partendo da destra. Questa è detta dominio di primo livello (o TLD, Top Level Domain), per esempio.org o.it. 4-7

8 La risoluzione di un nome di dominio Un dominio di secondo livello consiste in due parti, ad esempio euclidea.org, e così via. Ogni ulteriore elemento specifica un'ulteriore suddivisione. Quando un dominio di secondo livello viene registrato all'assegnatario, questo è autorizzato a usare i nomi di dominio relativi ai successivi livelli come corso.euclidea.org (dominio di terzo livello) e altri come avvocati.corso.euclidea.org (dominio di quinto livello) e così via. La risoluzione di un nome DNS nel corrispondente indirizzo IP (utilizzato dai programmi quali il client di o il browser WEB per stabilire le connessioni con i server remoti) viene effettuata con il supporto del DNS resolver. Il DNS resolver è un servizio implementato da qualunque provider Internet, il quale comunicando inizialmente con un server primario (nameserver ROOT), e successivamente con i server responsabili dei domini di primo, secondo, terzo livello, arriva a tradurre il nome DNS nell indirizzo IP della macchina su cui opera il servizio richiesto. 4-8

9 Schema operativo della risoluzione dei nomi di dominio A titolo di esempio, la risoluzione del nome DNS: corso.euclidea.org svolta dal DNS resolver nel nostro sistema configurato opera con una catena di ricerche che permette, nel nostro esempio, di arrivare alla risoluzione del nome in tre passi successivi. Ricerca corso.euclidea.org? DNS resolver nameserver ROOT nameserver.org nameserver.euclidea.org

10 Altre caratteristiche dei nomi di dominio Un nome di dominio, come per esempio corso.euclidea.org, può essere parte di un URL, come o di un indirizzo e- mail, come per esempio Molti nomi di dominio utilizzati per identificare i server WEB hanno nella parte sinistra la stringa di caratteri "www", ma non è sempre necessario averla. In molti casi, ma non sempre, il nome privato del prefisso "www." porta comunque alla stessa pagina, come per esempio "corso.euclidea.org " e "www.corso.euclidea.org ". I DNS implementano uno spazio gerarchico dei nomi, al fine di permettere che parti di uno spazio dei nomi (conosciute come "zone") possano essere delegate da un name server a un altro name server che si trova più in basso nella gerarchia. I nomi di dominio sono soggetti a determinate restrizioni: per esempio ogni parte del nome (quella cioè limitata dai punti nel nome) non può superare i 63 caratteri e il nome complessivo non può superare i 255 caratteri. I nomi di dominio sono anche limitati ad un sottoinsieme di caratteri ASCII; in questo modo si impedisce di scrivere nomi e parole con caratteri legati a determinate versioni nazionali delle tastiere. 4-10

11 Posta elettronica: architettura di sistema Architettura del sistema di posta elettronica I componenti fondamentali del sistema di posta elettronica sono: i client (MUA, Mail User Agent), per gestire le caselle di posta elettronica; i server, che svolgono due funzioni fondamentali: MS, Message Store: immagazzinare i messaggi nelle mailbox; MTA, Mail Transfer Agent: smistare i messaggi in arrivo e in partenza. I protocolli tipicamente impiegati per lo scambio di messaggi di posta elettronica sono: SMTP per l'invio, la ricezione e l'inoltro dei messaggi tra server, POP e IMAP per la ricezione e consultazione dei messaggi da parte degli utenti. I client richiedono la configurazione dei server da contattare, ma è anche molto diffusa la possibilità di consultare una casella di posta elettronica attraverso il WEB (Webmail). 4-11

12 Diagramma di architettura da: a: eugenio.ordine.org Ciao,.. client di posta (MUA) di da: a: eugenio.ordine.org Ciao,.. client di posta (MUA) di SMTP 1 4 POP IMAP 3 SMTP server di posta (MTA) di euclidea.org DNS ricerca dell IP del server di posta (MX) di ordine.org server di posta (MTA) di ordine.org

13 Elementi del messaggio di posta elettronica Un messaggio di posta elettronica è costituito da: una busta (envelope): le informazioni a corredo del messaggio che vengono scambiate tra i server con il protocollo SMTP, principalmente gli indirizzi di posta elettronica del mittente e dei destinatari. una sezione di intestazioni (header): informazioni di servizio che servono a controllare l'invio del messaggio, o a tener traccia delle manipolazioni che subisce. Ogni intestazione è costituita da una riga di testo, con un nome seguito dal carattere ':' e dal corrispondente valore (Subject, From, To, Cc, Bcc, Reply-to, Date, Message-ID, Received, ) un corpo del messaggio (body): il corpo del messaggio è composto dal contenuto informativo che il mittente vuol comunicare ai destinatari. Esso è composto da una sezione di testo semplice, con l eventuale aggiunta di file (allegati), ad esempio immagini o documenti/file esterni. Per combinare il testo e gli allegati i client di posta del mittente utilizzano la codifica MIME (Multipurpose Internet Mail Extensions). Gli standard di riferimento per l architettura del servizio di posta elettronica sono specificati dagli RFC 822 e

14 I programmi client di posta elettronica I client di posta elettronica sono programmi che permettono di operare sul contenuto di una o più caselle di posta. La stragrande maggioranza dei client presenta all'incirca le stesse caratteristiche principali, differenziandosi per presentazione grafica e per funzionalità avanzate. Outlook Thunderbird Postfix Eudora Il client di posta elettronica è tradizionalmente un programma eseguito sul computer utilizzato dall'utente, ma è molto diffusa anche la possibilità di utilizzare le stesse funzionalità sotto forma di applicazione WEB (Webmail). La funzione principale è visualizzare una lista dei messaggi presenti nella casella, in cui per ogni messaggio si vedono solo alcuni header, come il Subject, la data, il mittente, e talvolta le prime righe di testo del corpo del messaggio. 4-14

15 La P.E.C. La posta elettronica certificata (P.E.C.) La Posta Elettronica Certificata è un servizio di posta elettronica limitata allo stato italiano che permette di ottenere la garanzia del ricevimento del messaggio da parte del destinatario e della integrità del messaggio ricevuto. Non prevede invece la segretezza del contenuto del messaggio o la certificazione del mittente, e può porre parecchi problemi nell'uso con soggetti esteri. In ambito europeo sta prendendo piede la REM (Registered Electronic Mail) definita negli standard ETSI TR (Electronic Signatures and Infrastructures - Registered ), ETSI TS (Electronic Signatures and Infrastructures - Registered Electronic Mail Part 1, 2, 3) In Italia l'invio di un messaggio di posta elettronica certificato, nelle forme stabilite dalla normativa vigente (in particolare il DPR 68/2005 e il d. lgs. 82/2005 Codice dell'amministrazione digitale), è equiparato a tutti gli effetti di legge alla spedizione di una raccomandata cartacea con avviso di ricevimento. Ai fini della legge, il messaggio si considera consegnato al destinatario quando è accessibile nella sua casella di posta. Dal 29 novembre 2011 tutte le aziende devono disporre e comunicare alla Camera di Commercio il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata. 4-15

16 Posta elettronica ordinaria e P.E.C. Il meccanismo consiste nel fatto che il gestore di posta elettronica certificata, nel momento in cui prende in carico il messaggio di posta elettronica del mittente, gli invia una ricevuta di accettazione, che certifica l'avvenuto invio. Nel momento invece in cui il gestore del destinatario deposita il messaggio nella casella del destinatario, invia al mittente una ricevuta di consegna che certifica l'avvenuta ricezione. Sia la ricevuta di accettazione che la ricevuta di consegna sono in formato elettronico, e ad esse è apposta la firma digitale del gestore. Se il gestore di posta elettronica certificata del mittente è diverso dal gestore del destinatario, si ha un passaggio ulteriore: il gestore del destinatario, nel momento in cui riceve la mail dal gestore del mittente, emette una ricevuta di presa a carico, in formato elettronico, a cui appone la propria firma digitale. Se il gestore di posta elettronica non è in grado di depositare la mail nella casella del destinatario, invia una ricevuta di mancata consegna. I gestori di posta certificata hanno l'obbligo di non accettare le mail contenenti virus. 4-16

17 I gestori di P.E.C. I gestori di posta elettronica certificata sono soggetti privati che devono possedere una pluralità di requisiti stabiliti dalla legge (devono, per esempio, possedere gli stessi requisiti di onorabilità previsti per l'attività bancaria, e avere un capitale sociale non inferiore a 1 milione di euro), e possono operare solo se sono autorizzati da DigitPA, il Centro Nazionale per l'informatica nella Pubblica Amministrazione. Le pubbliche amministrazioni possono essere gestori di posta elettronica certificata, ma in tal caso gli indirizzi rilasciati hanno validità solo limitatamente agli scambi di mail fra il titolare dell'indirizzo e l'amministrazione che lo ha rilasciato. La Posta elettronica certificata è un sistema autarchico, valido solo entro i confini nazionali e non si interfaccia con il resto del mondo: dialoga solo tra gestori di PEC e con le PA nazionali. L invio mediante PEC di un documento, sebbene ritenuto anche dalla normativa (art. 4 comma 4 secondo periodo DPCM 6 maggio 2009) una forma di firma elettronica del documento medesimo (essendo noto che per la configurabilità della firma elettronica semplice, o debole, è sufficiente il presidio di una userid e di una password) non equivale a firma digitale in senso stretto e proprio. 4-17

18 La P.E.C. in funzione Funzionamento di un sistema PEC 4-18

19 La P.E.C. in funzione (2) 4-19

20 Dettagli dell architettura Architettura della soluzione Mail Transfer Agent (MTA) che si incarica del dispatching delle mail, modulo Antivirus che controlla ogni messaggio che arriva, server LDAP (Lightweight Directory Access Protocol) che contiene l'indice dei gestori, database (RDBMS) che contiene gli account di PEC, server LMTP (Local Mail Transfer Protocol) che si incarica di effettuare la consegna dei messaggi nelle mailbox degli utenti, moduli HSM (Hardware Security Module) utilizzati per la firma dei messaggi (e per la verifica dei messaggi firmati), storage (file system) che contiene i dati del sistema fra cui le mailbox ed i file di log, server POP-IMAP attraverso i quali l'utente ha la possibilità di accedere alla propria mailbox attraverso i comuni clienti di posta. Web Mail attraverso la quale l'utente può accedere alla propria casella attraverso un comune internet browser, modulo di provisioning (per la creazione/modifica degli account) richiamabile attraverso interfaccia SOAP (Simple Object Access Protocol) 4-20

21 Diagramma dell architettura Architettura della soluzione 4-21

22 I successivi stati dell invio di una PEC Schema di Protocollo Possibili stati di un messaggio PEC in uscita (trasmessa) con i messaggi di risposta ricevuti da: il proprio gestore (accettazione); il gestore del destinatario (avviso di consegna o avvisi vari di non accettazione/consegna). Da Trasmettere Trasmesso Invio OK Accettato Non Consegnabile Consegnato Invio NOK NOK ACCETTAZIONE CONSEGNA OK Rifiutato Virus Timeout Errore Virus AVVISO DI NON ACCETTAZIONE AVVISO DI NON ACCETTAZIONE PER VIRUS NOK AVVISO DI MANCATA CONSEGNA PER SUP. TEMPO MASSIMO AVVISO DI MANCATA CONSEGNA AVVISO DI MANCATA CONSEGNA PER VIRUS NOK NOK NOK NOK 4-22

23 La telematica Sistema nel dominio Itinerario della giustizia italiana Il P.S.T. (portale dei servizi telematici) 23 Sigla pag

24 Il portale dei servizi telematici Premettiamo che il dominio giustizia è l insieme delle risorse hardware e software mediante cui il Ministero di Grazia e Giustizia tratta in via informatica e telematica qualsiasi tipo di attività, dato, servizio, comunicazione, procedura (art. 2 DM 44/2011) Portale dei Servizi Telematici (P.S.T. art. 6 DM 44/2011): la struttura tecnologica ed organizzativa che fornisce l accesso ai servizi telematici resi disponibili nel dominio giustizia in base a determinate regole tecnico-operative fissate dalla normativa Collegandosi al sito sia l utente privato che i soggetti abilitati possono accedere alle diverse tipologie di servizi (consultazione pagamento scaricamento di documenti), seguendo un percorso di navigazione già classificato per tipologia di utente/servizio Come previsto dal PST, i principali servizi offerti sono classificati in: Servizi ad accesso libero: consultabili e fruibili da utente professionista e privato; Servizi riservati: fruibili da utente professionista in possesso delle credenziali di accesso e fruibili tramite procedura di Login. 4-24

25 Il PST: servizi liberi e servizi riservati 4-25

26 Il PST e la sua interfaccia utente : la home page

27 (segue) Alcuni dettagli della home page 4-27

28 (segue) Altri dettagli della home page 4-28

29 Il portale dei servizi telematici e la sua architettura La home-page del sito (http://pst.giustizia.it/pst/), con la mappa dei contenuti informativi del P.S.T. (v. slides precedenti) contempla: Accesso ai servizi riservati (con indicazione login) Accesso ai servizi liberi con funzionalità di accessibilità diretta Schede informative che descrivono informative sul servizio Navigazione tematica delle schede informative Navigazione per utente delle schede informative Sezione con documenti normativi, tecnici e approfondimento sul Processo Telematico La nuova architettura dei servizi telematici rivede la denominazione delle entità coinvolte, ed in particolare introduce il gestore dei servizi telematici (al posto del gestore centrale) che consente l interoperabilità tra: a) i sistemi informatici utilizzati dai soggetti abilitati interni, b) il portale dei servizi telematici vero e proprio e c) il gestore di posta elettronica certificata del Ministero della giustizia. La nuova architettura prevede in generale una separazione logica tra i flussi di trasmissione di atti da e verso i soggetti abilitati esterni (veicolati tramite PEC), e tutti i servizi sincroni di accesso alle basi dati (fruibili attraverso il punto di accesso o il portale dei servizi telematici, previa autenticazione forte con il supporto del dispositivo sicuro, quale una smartcard). 4-29

30 Il gestore dei servizi telematici Nella trasmissione degli atti il livello di trasporto (dunque la P.E.C.) è separato dai contenuti da trasportare, che rimangono gli stessi previsti oggi A tal fine il gestore dei servizi telematici si interfaccia con il gestore di PEC del Ministero della Giustizia al fine di gestire in automatico le caselle degli uffici giudiziari (Cancellerie e Segreterie) e degli U.N.E.P. (Uffici Notificazioni Esecuzioni e Protesti) (v. slide successiva, ritratta come alcune altre che seguiranno direttamente dalle pagine del sito ministeriale) In questo modo viene preservata l attuale infrastruttura interna, con evidente risparmio di costi, e soprattutto non viene modificata l attuale operatività per il personale di cancelleria, che continua a operare unicamente sui sistemi informatizzati di gestione dei registri. 4-30

31 Il portale dei servizi telematici L architettura di rete 4-31

32 Il portale dei servizi telematici Schema dei flussi telematici La seguente figura illustra i flussi di trasmissione telematica di atti e documenti informatici tra un soggetto abilitato esterno (es. avvocato) ed il dominio giustizia 4-32

33 I flussi documentali nel PCT: il deposito degli atti esterni, le comunicazioni e le notifiche mediante PEC E stato scelto il mezzo tecnico della PEC per l effettuazione di: Deposito atti (e documenti) da parte dei soggetti abilitati esterni Comunicazioni di cancelleria Notifiche telematiche E stata scelta una diversa tecnologia (web server, con protocollo SSL v3) per l invio di atti da parte dei soggetti abilitati interni E stata implementata un architettura di sistema web based, mediante i cosiddetti punti di accesso, per l offerta dei servizi telematici di consultazione pubblica dei registri processuali (resi in forma anomia) nonché per l accesso ai fascicoli elettronici e la consultazione da parte dei soggetti abilitati, dotati di idonee credenziali (incluso un certificato di identità su dispositivo sicuro) Le slides seguenti elencano le principali tipologie dei servizi implementati sul PST, in corso di continua espansione 4-33

34 Il portale dei servizi telematici I servizi di consultazione sono accessibili tramite punto di accesso o portale dei servizi telematici, secondo lo schema illustrato Per l accesso in consultazione è richiesta l autenticazione forte, tranne per i servizi di consultazione che rendono disponibili informazioni in forma anonima (es. 4-34

35 Il portale dei servizi telematici Servizi ad accesso libero Servizi Elenco Punti di Accesso Descrizione Il servizio consente a tutti gli utenti di consultare agevolmente la lista dei punti di accesso esistenti in Italia Il Servizio consente di visualizzare la lista dei Punti di Accesso accreditati dal Ministero della Giustizia. Per ogni Punto di accesso viene specificato: Nome (es. Istituto Nazionale Previdenza sociale) Tipo di Punto di Accesso (es. Ente Pubblico, Ente Privato, Ordini di Avvocati) URL (link all indirizzo specifico del Punto di Accesso) Consultazione Pubblica dei Registri Nella sezione Servizi è disponibile per il cittadino il servizio di Consultazione Pubblica dei Registri, ovvero dello stato del procedimento e dei dati contenuti nei registri di cancelleria, visualizzati in forma anonima L utente può visualizzare lo stato del procedimento e i dati contenuti nei registri di cancelleria Le tipologia di procedimenti consultabili sono: Contenzioso Civile Diritto del Lavoro Volontaria Giurisdizione Procedure Concorsuali Esecuzioni Mobiliari Esecuzioni Immobiliari Procedimenti civili presso l ufficio del Giudice di Pace 4-35

36 Il portale dei servizi telematici Servizi ad accesso libero Servizi Servizio Online Giudici di Pace Descrizione Il servizio permette la consultazione delle informazioni visualizzate in forma anonima relativa ai procedimenti civili davanti al Giudice di Pace Il servizio consente di: accedere tramite internet alle informazioni sullo stato dei procedimenti proposti innanzi al Giudice di Pace contenute nella banca dati del software ministeriale Sistema Informatico Giudice di Pace (SIGP), in uso presso gli uffici del giudice di pace compilare online i ricorsi in opposizione a sanzione amministrativa e per decreto in giuntivo e la relativa nota di iscrizione a ruolo (è possibile compilare anche la sola nota di iscrizione a ruolo). Se l'utente fornisce una potrà ricevere comunicazioni e aggiornamenti sul ricorso, una volta iscritto a ruolo 4-36

37 Il portale dei servizi telematici Servizi ad accesso libero Servizi Portale delle Procedure Concorsuali Descrizione Il servizio consente ai soggetti interessati (in particolare ai creditori) di avere informazioni aggiornate circa le procedure concorsuali in atto, evitando di presentarsi allo sportello dell'ufficio giudiziario. L utente può accedere a informazioni sempre aggiornate relative alle procedure concorsuali atto. Inoltre il servizio prevede l'invio di news all'indirizzo di posta elettronica comunicato al momento del deposito della domanda di insinuazione e la possibilità per l'utente di inviare richieste direttamente all'ufficio giudiziario. Le informazioni sono curate direttamente dagli Organi procedurali, quali Cancellerie, Giudici Delegati e Professionisti incaricati (curatori, liquidatori, ecc.) Il Portale è suddiviso in Area in pubblica e Area privata: Area Pubblica: contiene informazioni e documenti che gli Organi procedurali ritengono dover rendere pubblici ed è accessibile senza necessità di autenticazione Area Privata: contiene informazioni di merito e documenti relativi alla singola procedura e consultabili a seconda del grado di riservatezza. 4-37

38 Il portale dei servizi telematici Servizi ad accesso libero Servizi Uffici Giudiziari Descrizione Il servizio fornisce informazioni sui servizi telematici attivi presso gli Uffici Giudiziari Italiani.Il servizio permette di visualizzare informazioni relative ai servizi telematici attivi presso gli Uffici Giudiziari.Accedendo al servizio è possibile effettuare una ricerca dei servizi telematici disponibili presso ciascun Ufficio Giudiziario. I parametri di ricerca sono: Distretto di Corte d Appello Città/Comune Tipologia d UfficioDalla scheda dell Ufficio è possibile consultare l elenco di tutti i servizi telematici attivi presso gli Uffici e scaricare (ove disponibile) il decreto ministeriale di avvio a valore legale del Servzio telematico. 4-38

39 Il portale dei servizi telematici Servizi ad accesso riservato Servizi Registro Generale degli Indirizzi Elettronici Descrizione Il Registro (ReGIndE), gestito dal Ministero della Giustizia, contiene i dati identificativi nonché l indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dei soggetti ivi censiti.il Registro Generale degli Indirizzi Elettronici (acronimo ReGIndE), è consultabile all interno dell area riservata di questo Portale sezione Servizi - dove viene messa a disposizione la funzione di ricerca alfabetica per cognome del soggetto iscritto nel registro (indicando almeno 2 iniziali); si può opzionalmente aggiungere ai parametri di ricerca anche l ente di appartenenza scelto tra quelli censiti attraverso un apposito menù a tendina.la ricerca permette di visualizzare, per ciascun soggetto, le seguenti informazioni: Nome Cognome Codice Fiscale Ente di appartenenza Indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) Domicilio Legale 4-39

40 Il portale dei servizi telematici Servizi ad accesso riservato Servizi Consultazione Registri Descrizione Il servizio consente di reperire, nell area riservata, informazioni sullo stato dei procedimenti e di consultare, on line, il fascicolo informatico.il professionista può accedere, previa autenticazione sul Portale o presso un qualsiasi punto di Accesso (riconoscimento tramite SmartCard), alla Consultazione dei registri SICID, SIECIC o SIGP relativamente ai soli procedimenti in cui risulta costituito.in particolare, il professionista può: - esaminare e ricostruire tutti gli eventi processuali che si sono verificati in un determinato processo - verificare eventuali scadenze ed adempimenti, - monitorare lo scioglimento di una riserva o il deposito di un provvedimento del giudice; - controllare eventuali attività fuori udienza della controparte, - consultare il fascicolo elettronico come implementato dall ufficio e dalle parti 4-40

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it

Posta Elettronica. Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica Claudio Cardinali claudio@csolution.it Posta Elettronica: WebMail Una Webmail è un'applicazione web che permette di gestire uno o più account di posta elettronica attraverso un Browser.

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

Iscrizione al ReGIndE. tramite il Portale dei Servizi Telematici

Iscrizione al ReGIndE. tramite il Portale dei Servizi Telematici Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A. www.procedure.it Iscrizione al ReGIndE (Registro Generale degli Indirizzi Elettronici) tramite il Portale dei Servizi Telematici Vademecum operativo realizzato dalla società

Dettagli

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata

Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Regole tecniche del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica certificata Pagina 1 di 48 INDICE 1 MODIFICHE DOCUMENTO...4 2 RIFERIMENTI...4 3 TERMINI E DEFINIZIONI...4

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Invio della domanda on line ai sensi

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4 Banche Dati del Portale della Trasparenza Manuale del sistema di gestione Versione 2.4 Sommario Introduzione e definizioni principali... 3 Albero dei contenuti del sistema Banche Dati Trasparenza... 3

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD 1.1 Premessa Il presente documento è una guida rapida che può aiutare i clienti nella corretta configurazione del software MOZILLA THUNDERBIRD

Dettagli

Gestione della posta elettronica e della rubrica.

Gestione della posta elettronica e della rubrica. Incontro 2: Corso di aggiornamento sull uso di internet Gestione della posta elettronica e della rubrica. Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it Tel: 0332-286367

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad.

La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad. La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad. OPERAZIONI PRELIMINARI Dal menu impostazioni andate su E-mail, Contatti,

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI

E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA OTTIMIZZAZIONE DEI PROCESSI AZIENDALI E-MAIL INTEGRATA Ottimizzazione dei processi aziendali Con il modulo E-mail Integrata, NTS Informatica ha realizzato uno strumento di posta elettronica

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER LE AMMINISTRAZIONI E GLI ENTI PUBBLICI Versione 1.1 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 Passo 1 - Registrazione dell Amministrazione/Ente...

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda

Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda mailto:beable@beable.it http://www.beable.it 1 / 33 Questo tutorial è rilasciato con la licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-non

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI

ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI ISTRUZIONI PER L INVIO TRAMITE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA) DI ISTANZE, COMUNICAZIONI E DOCUMENTI Firenze, mercoledì 10 Maggio 2011 VERSIONE 1.2 DEL 10 Maggio2011 Pagina 2 di 8 In queste pagine

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - BRESCIA Sportello Telematico CERC PROCEDURA AGGIORNATA 2012 Brescia, 11 dicembre 2012 1 SERVIZIO WEB PER IL DEPOSITO DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma

Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico. Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma Modulo PCT Redattore atti per il Processo Telematico Versione speciale per gli iscritti al Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Roma 1 Il Momento Legislativo Istruzioni stampa Messaggi e Ricevute relative

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Gestione Fascicoli Guida Utente

Gestione Fascicoli Guida Utente Gestione Fascicoli Guida Utente Versione 2.3 Guida Utente all uso di Gestione Fascicoli AVVOCATI Sommario Premessa... 4 Struttura... 5 Pagamento fascicoli... 9 Anagrafica Avvocati... 17 1.1 Inserimento

Dettagli

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente.

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente. Questo documento riporta delle note integrative ai documenti di riferimento della Posta Elettronica Certificata (PEC). Nello specifico le seguenti note fanno riferimento a: Decreto del Presidente della

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli