OPEN-XCHANGE. Procedura d'installazione su piattaforma Linux Mandrake Stefano Bordini Rel.: 1.1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OPEN-XCHANGE. Procedura d'installazione su piattaforma Linux Mandrake 10.1. Stefano Bordini stefano.bordini@gmail.com Rel.: 1.1"

Transcript

1 OPEN-XCHANGE Procedura d'installazione su piattaforma Linux Mandrake 10.1 Stefano Bordini Rel.: 1.1

2 Ringraziamenti Desidero ringraziare: Il team Open-Xchange Mike Fetherston (Open-Xchange on Gentoo) Fabrice Ch-Anglay (Open-Xchange on Fedora Core 3.0) e tutti coloro che, partecipando al Forum OX e offrendo il proprio contributo sul sito Open-Xchange Wiki, mi hanno aiutato a scrivere questa documentazione. 2

3 Definizione dei prerequisiti del sistema Questa guida contiene le informazioni necessarie all'installazione di Open-Xchange. In queste pagine non sarà descritta la procedura d'installazione di Linux Mandrake, ma saranno indicati i pacchetti necessari all'installazione di OX e la loro configurazione. I pacchetti in questione sono i seguenti: Nome Webmin PostgreSQL Apache2 OpenLDAP Postfix Cyrus Tomcat Descrizione Tool di amministrazione remota via web Database relazionale Web server LDAP server SMTP server IMAP/POP3 server Servlet container E' consigliabile utilizzare Mandrake Control Center per installare/aggiornare il software. Gli aggiornamenti possono essere effettuati tramite uno dei siti FTP raggiungibili cliccando su Mandrake Updates. 3

4 Installazione WEBMIN Webmin fornisce un'interfaccia web-based in grado di amministrare da remoto un sistema Linux. Questo tool fornisce gli strumenti per gestire le utenze, l'hardware, i logs, i servizi in esercizio sul sistema. In effetti la sua presenza non è indispensabile ai fini dell'installazione di Open-Xchange, tuttavia è uno stumento estremamente comodo che facilita notevolmente i processi di configurazione. Dopo aver installato il pacchetto tramite i files RPM a corredo della distribuzione, avviare il servizio tramite Mandrake Control Center o da riga di comando, digitando service webmin start Verificare che tutto funzioni correttamente utilizzando un browser, specificando l'indirizzo https://localhost:10000 oppure Installazione/configurazione di PostgreSQL Dopo aver installato PostgreSQL dagli RPM a corredo della distribuzione Linux Mandrake, è opportuno modificare alcuni file di configurazione. Aprire il file: /var/lib/pgsql/data/postgresql.conf ed assicurarsi che sia presente/attiva la seguente istruzione: tcpip_socket = true Aprire il file: /var/lib/pgsql/data/pg_hba.conf ed aggiungere, se non sono presenti, le seguenti righe: local all all trust host all trust commentando, se esiste, questa riga: #local all all ident sameuser IMPORTANTE: la mancanza del pacchetto perl-dbd-pg potrebbe causare degli errori in fase di startup del servizio. Assicurarsi che tale pacchetto sia installato correttamente. 4

5 Creazione del database e delle utenze per Open-Xchange Open-Xchange ha bisogno di un'utenza/gruppo e di un database (PostgreSQL) definiti sul sistema per essere installato correttamente. Per questo motivo è necessario aprire una shell e digitare quanto segue: Comando Descrizione useradd ox su postrgres createuser -A -D -P openexchange createdb openexchange exit Definisce utenza/gruppo sul sistema operativo switch sull'utenza di servizio PostgreSQL crea l'utenza openexchange all'interno del database crea un database chiamato openexchange ritorna all'utenza root A questo punto è possibile utilizzare Webmin per verificare il funzionamento di PostgreSQL. Dopo aver effettuato il logon con Webmin, cliccare su Servers PostgreSQL Database Server. Se tutto funziona correttamente si dovrebbero individuare sia il database openexchange sia l'utenza openexchange definite precedentemente. In questa fase è sufficiente verificare che il servizio PostgreSQL possa essere fermato e riavviato senza errori. Nota: E' importante ricordare la password dell'utente openexchange: dovrà essere utilizzata in seguito. Installazione di Apache2 Installare Apache2 tramite gli RPM forniti con la distribuzione di Linux Mandrake Per configurare Apache2 è possibile utilizzare Webmin, cliccando su Servers Apache Webserver e, successivamente, su Configurazione modulo. Verificare che il percorso relativo al file eseguibile sia definito correttamente, per cui: Path del file eseguibile: /usr/sbin/httpd Cliccare sull'icona Modifica file di configurazione e verificare che il percorso relativo al file di configurazione di apache sia nella directory corretta: Path del file di configurazione: /etc/httpd/2.0/conf/httpd2.conf Anche in questo caso, è sufficiente verificare che il servizio Apache possa essere fermato e avviato senza errori. Nota: è possibile che il file eseguibile di Apache e il suo file di configurazione non siano apparentemente collocati nelle directory sopra indicate. In questo caso è opportuno verificare tramite shell di comando la possibile presenza di collegamenti che si riferiscono a tali files. 5

6 Installazione di OpenLDAP Dopo aver installato OpenLDAP dai pacchetti RPM a corredo della distribuzione di Linux Mandrake, verificare tramite Webmin, che il servizio possa essere arrestato e riavviato senza errori. Per eseguire questo controllo da riga di comando, digitare quanto segue: service ldap restart In seguito, modificare il file /etc/openldap/ldap.conf definendo i seguenti parametri: Base dc=oxtest,dc=com ATTENZIONE: non digitare spazi dopo la virgola Host localhost ldap_version 3 scope sub Configurare il file /etc/openldap/slapd.conf definendo i seguenti parametri: include /usr/share/openldap/schema/core.schema include /usr/share/openldap/schema/cosine.schema include /usr/share/openldap/schema/corba.schema include /usr/share/openldap/schema/inetorgperson.schema include /usr/share/openldap/schema/java.schema include /usr/share/openldap/schema/misc.schema include /usr/share/openldap/schema/nis.schema include /usr/share/openldap/schema/openldap.schema # include /etc/openldap/schema/openxchange.schema database suffix bdb dc=oxtest,dc=com rootdn cn=oxadmin,dc=oxtest,dc=com rootpw oxadmin index objectclass index gidnumber,memberuid pres,eq eq # index uid,mailenabled,cn,sn,givenname,lnetmailaccess,alias,logindestination eq,sub # include /etc/openldap/acl_ox.auth Attenzione: questo non è tutto il contenuto del file! 6

7 E' importante creare un file (nell'esempio acl_ox.auth) che definisca le autorizzazioni di accesso ad OpenLDAP. Procedere con un text editor qualsiasi o da riga di comando come segue: vi /etc/openldap/acl_ox.auth access to dn.base="" by * read access to dn.base="cn=subschema" by * read # protect the userpassword attribute access to attr=userpassword by self =w by anonymous auth # global address book access to dn.subtree="o=addressbook,ou=oxobjects,dc=oxtest,dc=com" by group.exact="cn=addressadmins,o=addressbook,ou=oxobjects,dc=oxtest,dc=com" write by users read # personal address book access to dn.regex="^ou=addr,(uid=([^,]+),ou=users,ou=oxobjects,dc=oxtest,dc=com)$" attrs=children by dn.exact,expand="$1" write access to dn.regex="^uid=([^,]+),ou=addr,(uid=([^,]+),ou=users,ou=oxobjects,dc=oxtest,dc=com)$" attrs=entry by dn.exact,expand="$2" write # default rule allowing users full access to their own entries access to * by self write by users read 7

8 Installazione di Postfix (SMTP server) Dopo aver installato Postfix dai pacchetti RPM a corredo della distribuzione di Linux Mandrake, verificare tramite Webmin, che il servizio possa essere arrestato e riavviato senza errori. Per eseguire questo controllo da riga di comando, digitare quanto segue: service postfix restart In seguito, modificare il file /etc/postfix/master.cf e /etc/postfix/main.cf definendo i seguenti parametri: /etc/postfix/master.cf #lmtp unix - - y - - lmtp lmtp unix - - n - - lmtp /etc/postfix/main.cf myhostname = mailserver.oxtest.com mydomain = oxtest.com myorigin = $mydomain mydestination = $mydomain inet_interfaces = all mailbox_transport = lmtp:unix:/var/spool/postfix/public/lmtp local_recipient_maps= alias_maps = ldap:/etc/postfix/ldapalias virtual_mailbox_domains = ldap:/etc/postfix/ldapdomalias lmtp_cache_connection = NO Attenzione: questo non è tutto il contenuto del file! Dopo aver salvato la configurazione, è opportuno creare i file ldapalias e ldapdomalias necessari alla risoluzione delle caselle di posta degli utenti e dei domini virtuali. /etc/postfix/ldapalias server_host = :389 bind = no version = 3 search_base = ou=users,ou=oxobjects,dc=oxtest,dc=com scope = sub query_filter = uid=%s result_attribute = mail /etc/postfix/ldapdomalias server_host = :389 bind = no version = 3 search_base = ou=users,ou=oxobjects,dc=oxtest,dc=com scope = sub query_filter = uid=%s result_attribute = maildomain 8

9 Installazione di Cyrus e SASL (IMAP/POP3 server) Per installare Cyrus-Imapd è necessario scaricare da internet i pacchetti RPM necessari, da un mirror qualsiasi che fornisce le distribuzioni Mandrake, ad esempio: ftp://bo.mirror.garr.it/pub/mirrors/mandrake/official/10.1/i586/media/main/ I pacchetti da scaricare sono i seguenti: 10/05/04 12:00AM 6,603,642 cyrus-imapd mdk.i586.rpm 10/05/04 12:00AM 265,003 cyrus-imapd-devel mdk.i586.rpm 10/05/04 12:00AM 1,135,878 cyrus-imapd-murder mdk.i586.rpm 10/05/04 12:00AM 597,363 cyrus-imapd-nntp mdk.i586.rpm 10/05/04 12:00AM 153,709 cyrus-imapd-utils mdk.i586.rpm 10/09/04 12:00AM 384,288 cyrus-sasl mdk.i586.rpm E' possibile che durante l'installazione venga chiesto di soddisfare alcune dipendenze, in tal caso è necessario scaricarne i pacchetti. Per automatizzare il processo d'installazione di Cyrus (ma anche di altro software) e delle eventuali dipendenze è consigliabile aggiungere una sorgente d'installazione all'interno del Mandrake Control Center, nella sezione relativa alla gestione RPM, specificando come FTP Server uno dei mirror che forniscono i pacchetti di Mandrake (quello indicato in precedenza è sufficiente). In questo modo, richiedendo l'installazione di Cyrus tramite Mandrake Control Center, il sistema operativo sarà in grado di attingere al software dal nuovo supporto e potrà soddisfare automaticamente l'installazione delle eventuali dipendenze. Dopo aver installato Cyrus è opportuno verificare, tramite Webmin, che il servizio possa essere arrestato e riavviato senza errori. Per eseguire questo controllo da riga di comando, digitare quanto segue: service cyrus-imapd restart Successivamente, è necessario modificare il file di configurazione /etc/cyrus.conf definendo i seguenti parametri: imap imaps pop3 pop3s sieve cmd= imapd listen= imap prefork=0 cmd= imapd -s listen= imaps prefork=0 cmd= pop3d listen= pop3 prefork=0 cmd= pop3d -s listen= pop3s prefork=0 cmd= timsieved listen= sieve prefork=0 lmtpunix cmd=lmtpd listen= /var/spool/postfix/public/lmtp prefork=0 Attenzione: questo non è tutto il contenuto del file! 9

10 Modificare il file di configurazione /etc/imapd.conf per utilizzare SASL come sistema di autenticazione per Cyrus: admins: cyrus allowanonymouslogin: no allowplaintext: yes unixhierarchysep: yes servername: localhost virtualdomains: yes defaultdomain: oxtest.com loginrealms: oxtest.com autocreatequota: 5000 quotawarn: 90 lmtpsocket: /var/spool/postfix/public/lmtp sasl_pwcheck_method: saslauthd sasl_mech_list: PLAIN Attenzione: questo non è tutto il contenuto del file! Verificare che SASL supporti LDAP come metodo di autenticazione, digitando: saslauthd -v dovrebbe essere visualizzato un messaggio simile: authentication mechanisms: getpwent kerberos5 pam imap rimap shadow ldap IMPORTANTE: Se LDAP non appare come metodo di autenticazione, provate a reistallare il pacchetto cyrussasl o a consultare Google, in ogni caso è inutile continuare con l'installazione finchè non si risolve il problema. /etc/sysconf/saslauthd Verificare che all'interno del file siano definiti i seguenti parametri: SASL_AUTHMECH=pam Adesso installa il modulo pam_ldap /etc/ldap.conf (file di configurazione utilizzato dal sistema PAM_LDAP usato da SASL per accedere all'ldap) Verificare che all'interno del file siano definiti i seguenti parametri: host base dc=oxtest,dc=com ldap_version 3 rootbinddn cn=oxadmin,dc=oxtest,dc=com scope sub Attenzione: questo non è tutto il contenuto del file! 10

11 /etc/ldap.secret(file di configurazione utilizzato dal sistema PAM di SASL per accedere all'ldap) Verificare che all'interno del file sia definita la password relativa all'utenza di amministrazione di ldap: oxadmin E' opportuno definire i permessi su questo file in modo che sia accessibile solo all'utenza root. Infine, per un corretto funzionamento di Cyrus con il supporto di autenticazione SASL, è necessario definire una password per l'utenza di servizio cyrus e, successivamente, definire la stessa utenza all'interno del database utenti utilizzato da SASL, perciò da riga di comando: passwd cyrus saslpasswd2 -c cyrus (definire la password, per es.: cyrusadmin) (definire la stessa password) Per rendere operative le modifiche è necessario riavviare i servizi, quindi: service ldap restart service postfix restart service cyrus-imapd restart service saslauthd restart L'ultima cosa da fare è configurare i moduli PAM per il servizio IMAP (e POP nel caso venga usato), per cui: cd /etc/pam.d aprire il file imap e modificarlo come segue: vi imap #%PAM-1.0 #auth required pam_stack.so service=system-auth #account required pam_stack.so service=system-auth auth sufficient pam_ldap.so auth required pam_unix.so account sufficient pam_ldap.so account required pam_unix.so Definire le stesse modifiche al file POP se si vuole applicare l'autenticazione PAM anche a questo servizio. 11

12 Installazione di pacchetti RPM aggiuntivi dalla distribuzione Mandrake Per procedere con la definizione dei prerequisiti di Open-Xchange è necessario installare i seguenti pacchetti: Jdom b9.2jpp ant jpp postgresql-jdbc apache2-devel xerces-j jpp ed i seguenti moduli perl, per i quali sarà necessario soddisfare delle dipendenze: perl-convert-asn perl-ldap-0.31 perl-io-socket-ssl-0.96 perl-authen-sasl-2.08 perl-net_ssleay-1.25 Dipendenze: perl-xml-parser-2.34 perl-xml-sax perl-xml-namespacesupport_1.08 I pacchetti Jdom e ant possono essere scaricati dal link: ftp://bo.mirror.garr.it/pub/mirrors/mandrake/official/10.1/i586/media/jpackage Alcune dipendenze del pacchetto Jdom: Jpackage-utils_ jpp xalan-j jpp xerces-j jpp xml-commons b2.6jpp xml-commons-apis b2.6jpp xml-commons-resolver-1.1-2jpp NOTA: E' possibile che sia necessario soddisfare alcune dipendenze non indicate in questo documento :-) 12

13 Installazione dei moduli JAVA Per installare correttamente Open-Xchange è necessario avvalersi di alcuni moduli Java, scaricabili gratuitamente dal sito SUN. Per questo motivo è necessario connettersi ai seguenti link e scaricare i pacchetti: Java 2 Platform, Standard Edition (J2SE) (piattaforma Java 2) cliccare sul link Download JDK 5.0 update 4, accettare i termini di licenza e scaricare il pacchetto per linux jdk-1_5_0_04-linux-i586-rpm.bin (circa 45 Mb) Alla stesura di questo documento, l'ultima versione di J2SE è la 5.0. Dopo aver eseguito il download del file, è necessario modificarne le proprietà e procedere all'installazione come segue: chmod 700 jdk-1_5_0_04-linux-i586-rpm.bin./jdk-1_5_0_04-linux-i586-rpm.bin (invio) (invio) JavaMail (framework per realizzare applicazioni di messaging e mail) cliccare sul link Download, accettare i termini di licenza e scaricare il pacchetto in formato.zip javamail-1_3_3-ea.zip (circa 2,5 Mb) Alla stesura di questo documento, l'ultima versione di Javamail è la Dopo aver eseguito il download del file, è necessario procedere all'installazione come segue: unzip javamail-1_3_3-ea.zip cd javamail-1.3.3ea cp mail.jar /usr/share/java (invio) (invio) (invio) JAF (JavaBeans Application Framework) cliccare sul link Download, accettare i termini di licenza e scaricare il pacchetto in formato.zip jaf-1_0_2-upd2.zip (circa 352 Kb) Alla stesura di questo documento, l'ultima versione di JAF è la Procedere all'installazione come segue: unzip jaf-1_0_2-upd2.zip cd jaf-1_0_2-upd2 cp -R * /usr/share/java (invio) (invio) (invio) 13

14 JTA (Java Transaction API) cliccare sui link Download sia per ClassFiles che per JavaDocs, accettare i termini di licenza e scaricare i pacchetti in formato.zip: jta-1_0_1b-classes.zip jta-1_0_1b-doc.zip (circa 8 Kb) (circa 102 Kb) Per l'installazione dei pacchetti è sufficiente copiare il contenuto dei files.zip all'interno della cartella /usr/share/java. Java Servlet Development Kit cliccare sul link Download relativo al pacchetto Java Servlet Development Kit 2.1, accettare i termini di licenza e scaricare il pacchetto per piattaforma Solaris SPARC jsdk2_1-solsparc.tar.z (circa 456 Kb) Alla stesura di questo documento, l'ultima versione di J2SDK è la 2.1 Per l'installazione del pacchetto procedere come segue: tar xzf jsdk2_1-solsparc.tar.z chown -R root:root jsdk2.1 cp -R jsdk2.1 /usr/local (invio) (invio) (invio) 14

15 Installazione di Tomcat Per installare Tomcat è necessario scaricare il pacchetto connettendosi al sito La versione di Tomcat utilizzata in questa guida è la 5.5.9, tuttavia è consigliabile scaricare una nuova release qualora fosse disponibile. Dopo aver scaricato il pacchetto jakarta-tomcat tar.gz, digitare quanto segue: tar xzf jakarta-tomcat tar.gz cd jakarta-tomcat mkdir /usr/local/tomcat5 cp -R * /usr/local/tomcat5 (invio) (invio) (invio) (invio) Prima di procedere, è opportuno definire alcune variabili di ambiente. Per questo motivo è necessario editare con vi il file.bashrc all'interno della cartella /root e digitare quanto segue: cd /root vi.bashrc export JAVA_HOME=/usr/java/jdk1.5.0_04 PATH=$PATH:/usr/java/jdk1.5.0_04/bin la modifica alla variabile PATH è indispensabile per fornire al sistema operativo la possibilità di rintracciare i file necessari al processo di compilazione di OX. A questo punto, per verificare che tomcat funzioni correttamente, avviare il servizio digitando /usr/local/tomcat5/bin/startup.sh e arrestarlo digitando /usr/local/tomcat5/bin/shutdown.sh 15

16 Può essere comodo realizzare uno script che consenta di avviare/arrestare il servizio di tomcat in modo più efficiente. Per questo motivo, se si desidera, è necessario creare un file all'interno della directory /etc/init.d con il nome del servizio che si vuole gestire, e scrivere quanto segue: cd /etc/init.d vi tomcat #! /bin/sh start() { echo echo "Avvio di TOMCAT" echo /usr/local/tomcat/bin/startup.sh } stop() { echo echo "Arresto di TOMCAT" echo /usr/local/tomcat/bin/shutdown.sh } restart() { stop start } case "$1" in start) start ;; stop) stop ;; restart) stop start ;; *) echo "Usage: service tomcat {start stop restart}" exit 1 esac exit $? Da questo momento sarà possibile avviare/fermare/riavviare tomcat digitando: service tomcat start/stop/restart 16

17 Compilazione di Open-Xchange Dopo aver scaricato l'ultima versione di OpenExchange dal sito è necessario entrare nella directory che si è creata scompattando il file tar.gz di OX con il comando: tar xzf open-xchange-0.8.x-x.tar.gz cd open-xchange-0.8.x-x Successivamente (e per comodità) si potrà procedere alla creazione di un file che consentirà di automatizzare i processi di configurazione di OpenExchange. Per cui, da riga di comando, si deve creare il file oxinst.sh (o un file con qualsiasi altro nome) con vi ed impostare i seguenti parametri di configurazione, quindi: vi oxinst.sh Parametro script Descrizione./configure \ --prefix=/usr/local/ox \ Directory dove sarà installato Open-Xchange --with-mailjar=/usr/share/java/mail.jar \ --with-activationjar=/usr/share/java/activation.jar \ --with-jdomjar=/usr/share/java/jdom.jar \ --with-xercesjar=/usr/share/java/xerces-j2.jar \ --with-jsdkjar=/usr/local/tomcat5/common/lib/servlet-api.jar \ --with-jdbcjar=/usr/share/pgsql/pg74.1jdbc3.jar \ --with-dbname=openexchange \ --with-dbuser=openexchange \ --with-dbpass=openexchange \ --with-domain=oxtest.com \ Nome del db utilizzato da Open-Xchange Utente per la gestione del db di Open-Xchange Password impostata durante la creazione dell'utente openexchange Dominio di posta elettronica --with-basedn=dc=oxtest,dc=com \ --with-rootdn=cn=oxadmin,dc=oxtest,dc=com \ --with-rootpw=oxadmin \ --with-organization= OX-Test \ --enable-webdav \ --with-runuid=ox \ --with-rungid=ox Salvare il file e procedere alla compilazione come segue: sh oxinst.sh make make install NOTA: per evitare fastidiosi messaggi di warning relativi al database, è necessario che il servizio postgresql sia avviato. 17

18 Dopo aver installato con successo Open-Xchange, è necessario copiare i seguenti files nella directory cgi-bin di Apache: cd /usr/local/ox/share/perl cp login.* /var/www/cgi-bin Verificare la schermata di login di OX con un browser, caricando l'indirizzo: oppure Successivamente, copiare il resto dei files relativi all'interfaccia web di OX, quindi: cd /var/www/html mkdir -p cfintranet/webmail cd /usr/local/ox/share/groupware/data cp -R images css javascript /var/www/html/cfintranet cd /usr/local/ox/share/webmail/data cp -R images css javascript /var/www/html/cfintranet/webmail 18

19 Open-Xchange: installazione servlets A questo punto è opportuno configurare Tomcat5 per ospitare le servlets di Open-Xchange. La procedura è la seguente: cd /usr/local/tomcat5/webapps mkdir -p servlet/web-inf/classes cd servlet/web-inf/classes cp /usr/local/ox/share/servlets/*.class. Per gestire le servlets in modo opportuno è indispensabile definire il file web.xml quindi, all'interno della directory /usr/local/tomcat5/webapps/servlet/web-inf/ digitare: vi web.xml <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <!DOCTYPE web-app PUBLIC "-//Sun Microsystems, Inc.//DTD Web Application 2.3//EN" "http://java.sun.com/dtd/web-app_2_3.dtd"> <web-app> <display-name> Open-Xchange Servlets and WebDAV </display-name> <description> Open-Xchange </description> <servlet> <servlet-name>intranet</servlet-name> <servlet-class>intranet</servlet-class> </servlet> <servlet> <servlet-name>webmail</servlet-name> <servlet-class>webmail</servlet-class> </servlet> <servlet> <servlet-name>documents</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.documents </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet>...continua... 19

20 <servlet> <servlet-name>calendar</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.calendar </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet> <servlet> <servlet-name>tasks</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.tasks </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet> <servlet> <servlet-name>contacts</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.contacts </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet>...continua... 20

21 <servlet> <servlet-name>folders</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.folders </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet> <servlet> <servlet-name>projects</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.projects </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet> <servlet> <servlet-name>groupuser</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.groupuser </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet>...continua... 21

22 <servlet> <servlet-name>attachments</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.attachments </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet> <servlet> <servlet-name>freebusy</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.freebusy </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet> <servlet> <servlet-name>ical</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.ical </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet>...continua... 22

23 <servlet> <servlet-name>vcard</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.vcard </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet> <servlet> <servlet-name>bookmarks</servlet-name> <servlet-class> com.openexchange.webdav.bookmarks </servlet-class> <init-param> <param-name>openexchange.propfile</param-name> <param-value> /usr/local/open-xchange/etc/groupware/system.properties </param-value> </init-param> </servlet> <servlet-mapping> <servlet-name>intranet</servlet-name> <url-pattern>/intranet</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>webmail</servlet-name> <url-pattern>/webmail</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>documents</servlet-name> <url-pattern>/webdav.documents/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>calendar</servlet-name> <url-pattern>/webdav.calendar/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>tasks</servlet-name> <url-pattern>/webdav.tasks/*</url-pattern> </servlet-mapping>...continua... 23

24 <servlet-mapping> <servlet-name>contacts</servlet-name> <url-pattern>/webdav.contacts/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>folders</servlet-name> <url-pattern>/webdav.folders/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>projects</servlet-name> <url-pattern>/webdav.projects/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>groupuser</servlet-name> <url-pattern>/webdav.groupuser/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>attachments</servlet-name> <url-pattern>/webdav.attachments/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>freebusy</servlet-name> <url-pattern>/webdav.freebusy/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>ical</servlet-name> <url-pattern>/webdav.ical/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>vcard</servlet-name> <url-pattern>/webdav.vcard/*</url-pattern> </servlet-mapping> <servlet-mapping> <servlet-name>bookmarks</servlet-name> <url-pattern>/webdav.bookmarks/*</url-pattern> </servlet-mapping> </web-app> 24

25 Successivamente, definire la directory lib e copiare al suo interno i seguenti files: cd /usr/local/tomcat5/webapps/servlet/web-inf mkdir lib cd lib cp /usr/local/ox/lib/*.jar. Configurare la variabile JAVA_OPTS intervenendo sui file di configurazione di Tomcat: vi /usr/local/tomcat5/bin/catalina.sh JAVA_OPTS= -Dopenexchange.propfile=/usr/local/ox/etc/groupware/system.properties A questo punto è possibile procedere alla definizione della servlet relativa al Setup utente di OX. Prima di tutto è necessario modificare il file di configurazione di tomcat relativo alle utenze di amministrazione come segue: cd /usr/local/tomcat5/conf vi tomcat-users.xml <?xml version='1.0' encoding='utf-8'?> <tomcat-users> <role rolename="tomcat"/> <role rolename="role1"/> <role rolename="manager"/> <user username="tomcat" password="tomcat" roles="manager"/> <user username="both" password="tomcat" roles="tomcat,role1"/> <user username="role1" password="tomcat" roles="role1"/> </tomcat-users> Accedere alla Web GUI con un browser all'indirizzo e, cliccando sul link Tomcat Manager, fornire le credenziali di autenticazione definite precedentemente (username: tomcat / password: tomcat). Nella pagina di amministrazione, alla sezione WAR file to deploy, cliccare sul pulsante Browse e sfogliare la cartella contenente la servlet da installare, e cioè /usr/local/ox/lib selezionando il file umin.war Cliccare sul pulsante Deploy. 25

26 WEBDAV Per definire la servlet relativa alle estensioni WebDAV procedere come segue: cd /usr/local/tomcat5/webapps/servlet/web-inf/classes cp /usr/local/ox/lib/webdav.jar. jar xvf webdav.jar Questo comando scompatterà il file webdav.jar e creerà due directory: com e META-INF Entrare all'interno della directory com e digitare quanto segue: cd com/openexchange mkdir -p tools/webdav cd tools/webdav cp /%sourceox%/build/com/openexchange/tools/webdav/*. cd /usr/local/tomcat5/webapps/servlet/web-inf/lib Verifica il contenuto della directory, copiando i files mancanti da /usr/local/ox/lib e definendo i link simbolici indicati: -rw-r--r-- 1 root root activation.jar -rw-r--r-- 1 root root comfiretools.jar -rw-r--r-- 1 root root intranet.jar lrwxrwxrwx 1 root root 24 jdom.jar -> /usr/share/java/jdom.jar -rw-r--r-- 1 root root mail.jar -rw-r--r-- 1 root root nas.jar lrwxrwxrwx 1 root root 32 pg74.1jdbc3.jar -> /usr/share/pgsql/pg74.1jdbc3.jar* -rw-r--r-- 1 root root sessiond.jar -rw-r--r-- 1 root root umin.jar -rw-r--r-- 1 root root webdav.jar -rw-r--r-- 1 root root webmail.jar Sincronizzazione di Tomcat con Apache (mod_jk) Perchè tutto funzioni correttamente è indispensabile installare un connettore che consenta ad Apache di interfacciarsi con Tomcat. Per questo motivo è necessario connettersi al link e scaricare il file jakarta-tomcat-connectors-jk src.zip (1Mb circa) A questo punto si provveda alla compilazione del connettore secondo la procedura indicata: unzip jakarta-tomcat-connectors-jk src.zip Rinominare la cartella creata in jakarta-tomcat-connector e, successivamente, digitare quanto segue: mv jakarta-tomcat-connector /usr/src cd /usr/src/jakarta-tomcat-connector/jk/native2 26

Introduzione ai servizi di Linux

Introduzione ai servizi di Linux Introduzione ai servizi di Linux Premessa Adios è un interessante sistema operativo Linux basato sulla distribuzione Fedora Core 6 (ex Red Hat) distribuito come Live CD (con la possibilità di essere anche

Dettagli

Tutorial web Application

Tutorial web Application Tutorial web Application Installazione della JDK: Java viene distribuito con la jdk e il jre acronimi di Java Development Kit e Java Runtime Environment rispettivamente. La jdk è l'ambiente di sviluppo

Dettagli

Tomcat. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2006/07-1

Tomcat. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2006/07-1 Tomcat E uno dei servlet engine più diffusi. Può funzionare sia come prodotto stand-alone, sia come modulo del web server Apache. Disponibile gratuitamente (per molti sistemi operativi tra cui Linux, Windows,

Dettagli

Installazione di Open-Xchange OpenSource Edition su CentOS 4.3

Installazione di Open-Xchange OpenSource Edition su CentOS 4.3 Installazione di Open-Xchange OpenSource Edition su CentOS 4.3 Convenzioni I comandi che cominciano con il prompt # devono essere dati da root. I comandi con prompt $ devono essere eseguiti da un normale

Dettagli

Applicazioni web. Sommario. Parte 6 Servlet Java. Applicazioni web - Servlet. Alberto Ferrari 1. Servlet Introduzione alle API ed esempi

Applicazioni web. Sommario. Parte 6 Servlet Java. Applicazioni web - Servlet. Alberto Ferrari 1. Servlet Introduzione alle API ed esempi Applicazioni web Parte 6 Java Alberto Ferrari 1 Sommario Introduzione alle API ed esempi Tomcat Server per applicazioni web Alberto Ferrari 2 Alberto Ferrari 1 Java: da applet a servlet In origine Java

Dettagli

Guida all'installazione di Jug4Tenda

Guida all'installazione di Jug4Tenda Indice generale Guida all'installazione di Jug4Tenda WORK IN PROGRESS di Andrea Del Bene Guida all'installazione di Jug4Tenda...1 Nota...2 1Prerequisiti software...3 1.1Installazione Java JDK...3 1.2Installazione

Dettagli

maildocpro Manuale Installazione

maildocpro Manuale Installazione maildocpro Manuale Installazione versione 3.4 maildocpro Manuale Installazione - Versione 3.4 1 Indice Indice... 2 Creazione database... 3 Database: MAILDOCPRO... 3 Database: SILOGONWEB... 5 Configurazione

Dettagli

Di seguito riportiamo l'elenco dei componenti che devono risultare già installati prima di procedere con il caricamento di AGO Infinity:

Di seguito riportiamo l'elenco dei componenti che devono risultare già installati prima di procedere con il caricamento di AGO Infinity: Note di installazione v.02.08.04 Il le di installazione contiene il prodotto AGO Innity 2010 Edition, i le di congurazione per l'accesso al database (DBCong) e le Tabella Estimi Catastali e Tabella Nomenclature

Dettagli

LABORATORIO DI Tecnologie di Sviluppo per il Web. Guida all installazione del Software

LABORATORIO DI Tecnologie di Sviluppo per il Web. Guida all installazione del Software LABORATORIO DI Tecnologie di Sviluppo per il Web Guida all installazione del Software Il Software da installare: 1) Ambiente di programmazione Java 2 Software Developement Kit v. 1.4 2) Server HTTP Apache

Dettagli

17.2. Configurazione di un server di Samba

17.2. Configurazione di un server di Samba 17.2. Configurazione di un server di Samba Il file di configurazione di default (/etc/samba/smb.conf) consente agli utenti di visualizzare le proprie home directory di Red Hat Linux come una condivisione

Dettagli

Application Server per sviluppare applicazioni Java Enterprise

Application Server per sviluppare applicazioni Java Enterprise Application Server per sviluppare applicazioni Java Enterprise Con il termine Application Server si fa riferimento ad un contenitore, composto da diversi moduli, che offre alle applicazioni Web un ambiente

Dettagli

Il sito della scuola con

Il sito della scuola con Incontro in aula virtuale del 24 gennaio 2013 Il sito della scuola con La sicurezza di un sito Joomla Il Pacchetto Joomla pasw quickstart versione 2.0. a cura di Gianluigi Pelizzari IIS Fantoni Clusone

Dettagli

INSTALLARE UN DATABASE BIBLIOGRAFICO SU SUSE LINUX 9.2 CON APACHE, POSTGRESQL E DOCDB

INSTALLARE UN DATABASE BIBLIOGRAFICO SU SUSE LINUX 9.2 CON APACHE, POSTGRESQL E DOCDB INSTALLARE UN DATABASE BIBLIOGRAFICO SU SUSE LINUX 9.2 CON APACHE, POSTGRESQL E DOCDB 1. INTRODUZIONE In questo tutorial si illustra come installare un sistema di gestione in rete di documenti, con relativa

Dettagli

Primi passi con Apache Tomcat. L application server dell Apache group

Primi passi con Apache Tomcat. L application server dell Apache group Primi passi con Apache Tomcat L application server dell Apache group 2 J2EE Direttive Sun Microsystem Che cos è un application server EJB Maggiori application server open source 3 Tomcat Open Source e

Dettagli

INSTALLAZIONE DI JOOMLA! Guida alla installazione di Joomla!

INSTALLAZIONE DI JOOMLA! Guida alla installazione di Joomla! Guida di Virtuemart INSTALLAZIONE DI JOOMLA! Guida alla installazione di Joomla! INDICE INDICE... 1 INTRODUZIONE... 2 DONWLOAD... 2 INSTALLAZIONE... 2 REQUISITI MINIMI... 3 PASSAGGIO 1... 4 PASSAGGIO 2...

Dettagli

installazione www.sellrapido.com

installazione www.sellrapido.com installazione www.sellrapido.com Installazione Posizione Singola Guida all'installazione di SellRapido ATTENZIONE: Una volta scaricato il programma, alcuni Antivirus potrebbero segnalarlo come "sospetto"

Dettagli

manuale utente rev. 2.0 powered by

manuale utente rev. 2.0 powered by manuale utente rev. 2.0 powered by www.cantierecreativo.net MANUALE UTENTE REV.2 Indice generale 1 Introduzione... 2 2 Accesso all'area amministrativa...3 3 Sezione Pagine... 4 3.1 Pagine recenti...4 3.2

Dettagli

Tomcat & Cocoon Mini manuale EINN. Christian Zoffoli czoffoli@littlepenguin.org - czoffoli@linux-mandrake.com

Tomcat & Cocoon Mini manuale EINN. Christian Zoffoli czoffoli@littlepenguin.org - czoffoli@linux-mandrake.com Tomcat & Cocoon Mini manuale czoffoli@littlepenguin.org - czoffoli@linux-mandrake.com Introduzione Servlet Cosa sono le servlet? Servlet vs CGI I vantaggi rispetto alle CGI I motori Servlet più diffusi

Dettagli

Apache 2, PHP5, MySQL 5

Apache 2, PHP5, MySQL 5 Installazione di Apache 2, PHP5, MySQL 5 Corso Interazione Uomo Macchina AA 2005/2006 Installazione e Versioni Considerazione le versioni più recenti dei vari software così da poterne sperimentare le caratteristiche

Dettagli

Posta Elettronica Certificata elettronica per il servizio PEC di TI Trust Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 Scopo del documento... 3 2 Primo accesso e cambio password... 4

Dettagli

hottimo procedura di installazione

hottimo procedura di installazione hottimo procedura di installazione LATO SERVER Per un corretto funzionamento di hottimo è necessario in primis installare all interno del server, Microsoft Sql Server 2008 (Versione minima Express Edition)

Dettagli

Servizio di Posta elettronica Certificata. Procedura di configurazione dei client di posta elettronica

Servizio di Posta elettronica Certificata. Procedura di configurazione dei client di posta elettronica Pag. 1 di 42 Servizio di Posta elettronica Certificata Procedura di configurazione dei client di posta elettronica Funzione 1 7-2-08 Firma 1)Direzione Sistemi 2)Direzione Tecnologie e Governo Elettronico

Dettagli

Esercitazione 8. Basi di dati e web

Esercitazione 8. Basi di dati e web Esercitazione 8 Basi di dati e web Rev. 1 Basi di dati - prof. Silvio Salza - a.a. 2014-2015 E8-1 Basi di dati e web Una modalità tipica di accesso alle basi di dati è tramite interfacce web Esiste una

Dettagli

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB.

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Reggio Emilia CORSO DI TECNOLOGIE E APPLICAZIONI WEB Web Server TOMCAT Ing. Marco Mamei Anno Accademico 2004-2005 M. Mamei - Tecnologie

Dettagli

Corso GNU/Linux - Lezione 6. Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it

Corso GNU/Linux - Lezione 6. Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it Corso GNU/Linux - Lezione 6 Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it Riepilogo TCP/IP Ogni host nella rete deve avere un proprio indirizzo ip Due o piu computer nella stessa rete, per poter comunicare

Dettagli

Il Web, HTML e Java Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Progetto S.C.E.L.T.E.

Il Web, HTML e Java Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Progetto S.C.E.L.T.E. Il Web, HTML e Java Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Progetto S.C.E.L.T.E. Università di Bologna Facoltà di Ingegneria Bologna, 08/02/2010 Outline Da applicazioni concentrate a distribuite Modello

Dettagli

Guida installazione Winasped 4 Data ultima revisione della guida: 12-05-2014

Guida installazione Winasped 4 Data ultima revisione della guida: 12-05-2014 Guida installazione Winasped 4 Data ultima revisione della guida: 12-05-2014 Winasped è un'applicazione di tipo client - server pertando è composta da due parti: un programma client e uno server. Di seguito

Dettagli

INFN Sezione di Perugia Servizio di Calcolo e Reti Fabrizio Gentile Enrico Becchetti

INFN Sezione di Perugia Servizio di Calcolo e Reti Fabrizio Gentile Enrico Becchetti INFN Sezione di Perugia Servizio di Calcolo e Reti Fabrizio Gentile Enrico Becchetti Configurazione del client per l uso dei nuovi sistemi di posta Introduzione; p. 2 Server SMTP; p. 2 Server IMAP/POP;

Dettagli

Guida all Installazione della Binary Release di OpenSPCoop2. Guida all Installazione della Binary Release di OpenSPCoop2

Guida all Installazione della Binary Release di OpenSPCoop2. Guida all Installazione della Binary Release di OpenSPCoop2 Guida all Installazione della Binary Release di OpenSPCoop2 i Guida all Installazione della Binary Release di OpenSPCoop2 Guida all Installazione della Binary Release di OpenSPCoop2 ii Copyright 2005-2015

Dettagli

Installazione Qt/Qt Quick per target Android

Installazione Qt/Qt Quick per target Android Tutorial Qt-Italia.org Installazione Qt/Qt Quick per target Android Prima edizione, Giugno 2015 P. S e r e n o ( h t t p : / / w w w. q t - i t a l i a. o r g ) P a g. 1 19 Questo tutorial è rilasciato

Dettagli

Il sito della scuola con Joomla

Il sito della scuola con Joomla sabato 26 ottobre 2013 LINUX DAY 2013 E OPEN SPACE SCUOLA Il sito della scuola con Joomla a cura di Gianluigi Pelizzari gianpelizzari@yahoo.it Il sito della scuola con Joomla Joomla è un progetto nato

Dettagli

Istruzioni per scaricare ed installare FirstClass IntroEdition per Linux

Istruzioni per scaricare ed installare FirstClass IntroEdition per Linux Istruzioni per scaricare ed installare FirstClass IntroEdition per Linux NOTA: Per eseguire l'amministrazione su tale versione è consigliato utilizzare il client per Mac o Windows 9.0 poiché su piattaforma

Dettagli

NAL DI STAGING. Versione 1.0

NAL DI STAGING. Versione 1.0 NAL DI STAGING Versione 1.0 14/10/2008 Indice dei Contenuti 1. Introduzione... 3 2. Installazione NAL di staging... 3 VMWare Server... 3 Preistallazione su server linux... 6 Preinstallazione su server

Dettagli

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP

CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP CORSO WEB SERVER, DBMS E SERVER FTP DISPENSA LEZIONE 1 Autore D. Mondello Transazione di dati in una richiesta di sito web Quando viene effettuata la richiesta di un sito Internet su un browser, tramite

Dettagli

Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I)

Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I) Note pratiche sullo sviluppo di servlet (I) Nel caso in cui sulla macchina locale (PC in laboratorio/pc a casa/portatile) ci sia a disposizione un ambiente Java (con compilatore) e un editor/ambiente di

Dettagli

Osservazioni. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2005/06-1

Osservazioni. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2005/06-1 Osservazioni Nell esempio della precedente lezione del contatore di accessi persistente il nome del file in cui memorizzare il numero di hit ed il valore iniziale del contatore sono codificati direttamente

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Stato: Rilasciato Posta Elettronica Certificata elettronica per il servizio PEC di IT Telecom Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 30 Stato: Rilasciato REGISTRO DELLE MODIFICHE REVISIONE DESCRIZIONE EMISSIONE

Dettagli

Aggiornamento a edizioni avanzate di Acronis Backup & Recovery 11

Aggiornamento a edizioni avanzate di Acronis Backup & Recovery 11 Aggiornamento a edizioni avanzate di Acronis Backup & Recovery 11 Si applica alle seguenti edizioni: Advanced Server Virtual Edition Advanced Server SBS Edition Advanced Workstation Server for Linux Server

Dettagli

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo

Che cos'è un modulo? pulsanti di opzione caselle di controllo caselle di riepilogo Creazione di moduli Creazione di moduli Che cos'è un modulo? Un elenco di domande accompagnato da aree in cui è possibile scrivere le risposte, selezionare opzioni. Il modulo di un sito Web viene utilizzato

Dettagli

Manuale di installazione di SunForum 3.2

Manuale di installazione di SunForum 3.2 Manuale di installazione di SunForum 3.2 Sun Microsystems, Inc. 901 San Antonio Road Palo Alto, CA 94303-4900 U.S.A. 650-960-1300 N. di parte: 816-0874-10 Maggio 2001, revisione A1 Per inviare commenti

Dettagli

Nuovo server E-Shop: Guida alla installazione di Microsoft SQL Server

Nuovo server E-Shop: Guida alla installazione di Microsoft SQL Server Nuovo server E-Shop: Guida alla installazione di Microsoft SQL Server La prima cosa da fare è installare SQL sul pc: se si vuole utilizzare SQL Server 2012 SP1 versione Express (gratuita), il link attuale

Dettagli

Il sito della scuola con

Il sito della scuola con Giornata Aperta sul Web 2012 Istituto Gentileschi Milano USR Lombardia Il sito della scuola con Le novità di Joomla 2.5 Il progetto Joomla FAP L'albo pretorio on-line a cura di Gianluigi Pelizzari IIS

Dettagli

Installazione e utilizzo di Document Distributor 1

Installazione e utilizzo di Document Distributor 1 1 Il software Document Distributor comprende i pacchetti server e client. Il pacchetto server deve essere installato su sistemi operativi Windows NT, Windows 2000 o Windows XP. Il pacchetto client può

Dettagli

CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE

CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE Autore: KATIA D ORTA (@katiatrew) in collaborazione con MARISA FAUSONE (@Mfausone) 1 Questa guida è liberamente scaricabile sul sito cowinning.it 2 Questa

Dettagli

GovPay 2.0. Manuale Installazione

GovPay 2.0. Manuale Installazione SERVIZI DI INTERMEDIAZIONE AL NODO DEI PAGAMENTI GovPay-ManualeInstallazione del 16/12/2015 - vers. 1 STATO DEL DOCUMENTO REV. DESCRIZIONE DATA 1 Prima versione 16/12/2015 ATTORI DEL DOCUMENTO Redatto

Dettagli

SAP SRM 7 Manuale GARE ON LINE con cfolders FORNITORI INDICE

SAP SRM 7 Manuale GARE ON LINE con cfolders FORNITORI INDICE SAP SRM 7 Manuale GARE ON LINE con cfolders FORNITORI INDICE 0 - Introduzione Vai! 1 - Logon 2 - Ricerca gara elettronica 3 - Visualizzazione offerta 4 - Creazione offerta Vai! Vai! Vai! Vai! 5 - Elaborazione

Dettagli

Postfix & MySQL tables on Mac OS X

Postfix & MySQL tables on Mac OS X Postfix & MySQL tables on Mac OS X www.kdev.it Questa é una guida passo passo per ottenere da Mac OS X un server di posta SMTP con POSTFIX compilato con supporto per le tabelle di MySQL. Condizioni strettamente

Dettagli

Come portare la vostra intranet su IBM i con Drupal e Zend Server

Come portare la vostra intranet su IBM i con Drupal e Zend Server Come portare la vostra intranet su IBM i con Drupal e Zend Server by Enrico Zimuel Senior Consultant & Architect Zend Technologies Email: enrico.z@zend.com Copyright 2007, Zend Technologies Inc. Sommario

Dettagli

OwnCloud 8 su rete lan aziendale (una specie di Gdrive privato)

OwnCloud 8 su rete lan aziendale (una specie di Gdrive privato) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) (a.scatolini@linux4campagnano.net) (campagnanorap@gmail.com) Miniguida n. 216 Ver. febbraio 2015 OwnCloud 8 su rete lan aziendale (una specie di Gdrive

Dettagli

CMS (Content Management System) della categoria Open Source

CMS (Content Management System) della categoria Open Source Una panoramica sui CMS (Content Management System) CMS (Content Management System) della categoria Open Source Per la piattaforma PHP/MYSQL e considerata l esigenza sempre più ricorrente di realizzare

Dettagli

SICR@WEB SICR@WEB - & POSTGRESQL. Il presente documento comprende la procedura di prima installazione di Postgres (e altre nozioni di base).

SICR@WEB SICR@WEB - & POSTGRESQL. Il presente documento comprende la procedura di prima installazione di Postgres (e altre nozioni di base). SICR@WEB SICR@WEB - & POSTGRESQL Il presente documento comprende la procedura di prima installazione di Postgres (e altre nozioni di base). SICR@WEB PRIMA INSTALLAZIONE Revisioni Data Modifiche Versione

Dettagli

Presentazione funzionale. (utente redattore) Portale SPORVIC

Presentazione funzionale. (utente redattore) Portale SPORVIC TD Group S.p.A. www.tdgroup.it Presentazione funzionale (utente redattore) Portale SPORVIC TD Group S.p.A. Via del Fischione, 19 56019 Vecchiano - Migliarino P. (PI) Tel. (+39) 050.8971 Fax (+39) 050.897

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

WP3 Realizzazione estesa. AT33 Erogazione. WRAPPER STANDARD - Manuale di Installazione e configurazione

WP3 Realizzazione estesa. AT33 Erogazione. WRAPPER STANDARD - Manuale di Installazione e configurazione Progetto LUMIR Consiglio Nazionale delle Ricerche ITB - Istituto Tecnologie Biomediche http://www.itb.cnr.it CONVENZIONE CNR REGIONE BASILICATA LUMIR LUCANIA MEDICI IN RETE WP3 Realizzazione estesa AT33

Dettagli

WebMail: Manuale per l'utente

WebMail: Manuale per l'utente WebMail: Manuale per l'utente Indice generale Introduzione...4 Login alla webmail...5 Leggere e gestire i messaggi di posta...6 Scrivere un messaggio di posta...16 Altre funzioni...22 Rubrica...22 Impostazioni...32

Dettagli

Come installare Apache 2.2, PHP 5.2 e MySQL 5 su Windows 2000/XP (di Andrea Turso)

Come installare Apache 2.2, PHP 5.2 e MySQL 5 su Windows 2000/XP (di Andrea Turso) Come installare Apache 2.2, PHP 5.2 e MySQL 5 su Windows 2000/XP (di Andrea Turso) Introduzione Il nostro scopo principale è quello di ottenere una piattaforma di sviluppo per poter realizzare e testare

Dettagli

BIMPublisher Manuale Tecnico

BIMPublisher Manuale Tecnico Manuale Tecnico Sommario 1 Cos è BIMPublisher...3 2 BIM Services Console...4 3 Installazione e prima configurazione...5 3.1 Configurazione...5 3.2 File di amministrazione...7 3.3 Database...7 3.4 Altre

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA REGISTRARSI AL SITO ALTERVISTA, PER OTTENERE SPAZIO WEB GRATUITO o Andare sul sito it.altervista.org o Nel riquadro al centro, scrivere

Dettagli

Tutti gli altri nomi di prodotti sono marchi o marchi depositati dei rispettivi proprietari.

Tutti gli altri nomi di prodotti sono marchi o marchi depositati dei rispettivi proprietari. Introduzione Premessa PageScope è un software di utilità che consente di controllare, da un punto centrale, stampanti, copiatrici e altre periferiche in rete. Con PageScope si può utilizzare un browser

Dettagli

HotSpot UNIMI. Installazione e configurazione di OpenVPN per Windows e di TunnelBlick per Mac OS X

HotSpot UNIMI. Installazione e configurazione di OpenVPN per Windows e di TunnelBlick per Mac OS X HotSpot UNIMI Installazione e configurazione di OpenVPN per Windows e di TunnelBlick per Mac OS X Autore: Francesco Pessina (francesco.pessina@unimi.it) Versione: 3.1.1 Revisione: 55 13/09/2010-17.25 1

Dettagli

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com 15.03.2006 Ver. 1.0 Scarica la versione pdf ( MBytes) Nessuno si spaventi! Non voglio fare né un manuale

Dettagli

Guida all uso dei servizi Mail:

Guida all uso dei servizi Mail: Guida all uso dei servizi Mail: - Install. certificato digitale - Outlook Web Access (OWA) - Configurazione di Outlook - Configurazione palmare V 1.0 Installazione del Certificato Digitale Fare doppio

Dettagli

Sommario. 1. Introduzione. Samba - Monografia per il Corso di "Laboratorio di Sistemi Operativi".

Sommario. 1. Introduzione. Samba - Monografia per il Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi. Sommario SAMBA Raphael Pfattner 10 Giugno 2004 Diario delle revisioni Revisione 1 10 Giugno 2004 pralph@sbox.tugraz.at Revisione 0 17 Marzo 2004 roberto.alfieri@unipr.it Samba - Monografia per il Corso

Dettagli

Manuale per il cliente finale

Manuale per il cliente finale Manuale per il cliente finale versione 1.6-r1 Indice 1 Cos è Confixx? - Generalità 4 1.1 Login................................ 4 1.2 Ritardi temporali delle impostazioni.............. 5 2 Settori della

Dettagli

Utilizzo del server LDAP locale per la sincronizzazione della base utenti e della GAL

Utilizzo del server LDAP locale per la sincronizzazione della base utenti e della GAL Utilizzo del server LDAP locale per la sincronizzazione della base utenti e della GAL IceWarp Server supporta il protocollo LDAP v3 (Lightweight Directory Access Protocol) che rappresenta oramai uno standard

Dettagli

Apache MySQL PHP - FTP

Apache MySQL PHP - FTP Apache MySQL PHP - FTP Scelta del software, Installazione e configurazione Ivan Grimaldi grimaldi.ivan@gmail.com HcssLug GNU/LINUX USERS GROUP Outline Cenni sul funzionamento di un WebServer Apache, PHP,

Dettagli

DNNCenter. Installazione standard di DotNetNuke 5. per Windows Vista. Installazione Standard DotNetNuke 5 per Windows Vista

DNNCenter. Installazione standard di DotNetNuke 5. per Windows Vista. Installazione Standard DotNetNuke 5 per Windows Vista DNNCenter Installazione standard di DotNetNuke 5 per Windows Vista Copyright OPSI Srl www.opsi.it Pag. 1 of 28 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. Pre-requisiti... 3 2. DOWNLOAD DOTNETNUKE... 4 2.1. Download

Dettagli

Procedura di abilitazione alla Rete di Lombardia Integrata

Procedura di abilitazione alla Rete di Lombardia Integrata VPN Client Versione 5.0.07 - Release 2 Procedura di abilitazione alla Rete di Lombardia Integrata La presente procedura descrive la fase di installazione dell applicazione VPN Client versione 5.0.07 utilizzata

Dettagli

Tutorial per l installazione del J2SE 6 e configurazione del sistema operativo

Tutorial per l installazione del J2SE 6 e configurazione del sistema operativo Tutorial per l installazione del J2SE 6 e configurazione del sistema operativo Ing. Giovanni Ponti DEIS Università della Calabria gponti@deis.unical.it La piattaforma Java mette a disposizione una serie

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Ubiquity getting started

Ubiquity getting started Introduzione Il documento descrive I passi fondamentali per il setup completo di una installazione Ubiquity Installazione dei componenti Creazione del dominio Associazione dei dispositivi al dominio Versione

Dettagli

Manuale Utente FAX SERVER

Manuale Utente FAX SERVER Manuale Utente FAX SERVER Manuale Utente FAX Server - Evolution 2015 Indice 1. Servizio Fax Server... 3 2. Tool Print and Fax... 4 2.1. Download Tool Print&Fax... 4 2.2. Setup e configurazione tool Print&Fax...

Dettagli

Il server web: Apache, IIS e PWS

Il server web: Apache, IIS e PWS IL SERVER WEB Corso WebGIS - Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Il server web: Apache, IIS e PWS...1 Directory di default...2 Alias e cartelle virtuali...3

Dettagli

Installazione del Software. per lo Sviluppo di Applicazioni Java

Installazione del Software. per lo Sviluppo di Applicazioni Java Installazione del Software per lo Sviluppo di Applicazioni Java Ing. Luca Ferrari ferrari.luca@unimore.it Tel. 0592056142 Installazione del Software per lo Sviluppo di Applicazioni Java 1 Il Compilatore

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Programmare in Php con NetBeans Php. Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE

Laboratorio di Sistemi Programmare in Php con NetBeans Php. Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE Programmare in Php con Xampp e NetBeans IDE NetBeans è un IDE ben noto ai programmatori Java. Con esso si possono infatti costruire applicazioni desktop professionali dotate di interfaccia grafica, applicazioni

Dettagli

Installation Guide. Pagina 1

Installation Guide. Pagina 1 Installation Guide Pagina 1 Introduzione Questo manuale illustra la procedura di Set up e prima installazione dell ambiente Tempest e del configuratore IVR. Questo manuale si riferisce alla sola procedura

Dettagli

Tomcat. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2004/05-1

Tomcat. Laboratorio di Tecnologie Lato Server - V.Della Mea e I.Scagnetto, a.a. 2004/05-1 Tomcat E uno dei servlet engine più diffusi. Può funzionare sia come prodotto standalone, sia come modulo del web server Apache. Disponibile gratuitamente (per molti sistemi operativi tra cui Linux e Windows)

Dettagli

1 - MANUALE INSTALLAZIONE ED USO DEL SOFTWARE Di Sergio Capretta

1 - MANUALE INSTALLAZIONE ED USO DEL SOFTWARE Di Sergio Capretta 1 - MANUALE INSTALLAZIONE ED USO DEL SOFTWARE Di Sergio Capretta Indice generale INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE...3 Preparazione del server...3 Installazione...3 Intestazione pagine di Stampa...3 Link esterni,

Dettagli

ISPConfig: configurazione di un sito

ISPConfig: configurazione di un sito ISPConfig: configurazione di un sito Scopo del documento... 1 ISPConfig... 1 Accesso a ISPConfig... 1 Gestione di un dominio... 2 Creazione di un utente FTP... 3 Installazione di un applicativo web: creazione

Dettagli

Software utilizzato per le esercitazioni

Software utilizzato per le esercitazioni SW Software utilizzato per le esercitazioni Software utilizzato per le esercitazioni Editor testuale per pagine html, xhtml, css Browser Web server Motore Php Motore JSP JDK JSDK Ambiente di sviluppo Java

Dettagli

MODALITÀ DI ACCESSO ALLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

MODALITÀ DI ACCESSO ALLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA MODALITÀ DI ACCESSO ALLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA L utente, per poter accedere alla propria casella di posta certificata, ha due possibilità: 1) Accesso tramite webmail utilizzando un browser

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Problemi di visualizzazione

Problemi di visualizzazione Lotus Quickr è la piattaforma IBM per la gestione dei corsi elearning in uso presso l università di Bergamo fino all anno accademico 2013-2014. È visualizzabile utilizzando un normale browser e non richiede

Dettagli

BitDefender Client Security e Soluzioni BitDefender Windows Server

BitDefender Client Security e Soluzioni BitDefender Windows Server BitDefender Client Security e Soluzioni BitDefender Windows Server Guida Rapida all'installazione Diritto d'autore 2010 BitDefender; 1. Panoramica dell'installazione Grazie per aver scelto le soluzioni

Dettagli

FAXBOX. Manuale utente

FAXBOX. Manuale utente FAXBOX Manuale utente Client di posta elettronica Outlook Version 3.5.2 Sommario INFORMAZIONI SULLA DOCUMENTAZIONE...4 INFORMAZIONI SPECIFICHE DELLA PROPRIA AZIENDA...5 DAL CLIENT DI POSTA ELETTRONICA...6

Dettagli

GUIDA ALL'INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE DI UN SERVER MAIL PER UNA PICCOLA LAN MEDIANTE L'USO DI QMAIL E VPOPMAIL

GUIDA ALL'INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE DI UN SERVER MAIL PER UNA PICCOLA LAN MEDIANTE L'USO DI QMAIL E VPOPMAIL GUIDA ALL'INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE DI UN SERVER MAIL PER UNA PICCOLA LAN MEDIANTE L'USO DI QMAIL E VPOPMAIL 14-03-2004 by Profex Sistema di test CPU: AMD 1000 mhz RAM: 512 mb Sistema Operativo Slackware

Dettagli

Laboratorio di PROGRAMMAZIONE - a.a. 2010/2011

Laboratorio di PROGRAMMAZIONE - a.a. 2010/2011 Laboratorio di PROGRAMMAZIONE - a.a. 2010/2011 02 - Creazione della macchina virtuale 18 Ottobre 2010 Srdjan Matic Laboratorio di PROGRAMMAZIONE - a.a. 2010/2011 1 / 30 Installazione di JDK [LINUX] Srdjan

Dettagli

Corso di Informatica. Prerequisiti. Modulo T3 B3 Programmazione lato server. Architettura client/server Conoscenze generali sui database

Corso di Informatica. Prerequisiti. Modulo T3 B3 Programmazione lato server. Architettura client/server Conoscenze generali sui database Corso di Informatica Modulo T3 B3 Programmazione lato server 1 Prerequisiti Architettura client/server Conoscenze generali sui database 2 1 Introduzione Lo scopo di questa Unità è descrivere gli strumenti

Dettagli

Server web e protocollo HTTP

Server web e protocollo HTTP Server web e protocollo HTTP Dott. Emiliano Bruni (info@ebruni.it) Argomenti del corso Cenni generali sul web IIS e Apache Il server web Micsosoft Internet Information Server 5.0 Il server web Apache 2.0

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Indice generale. Piattaforma MetelWebEDI2010

Indice generale. Piattaforma MetelWebEDI2010 Piattaforma MetelWebEDI2010 Indice generale PER INIZIARE...2 INSTALLAZIONE SU SERVER WINDOWS...3 SCARICO PACCHETTO DAL SITO...3 INSTALLAZIONE...3 PRIMO LANCIO E SCHEDULAZIONE...10 INSTALLAZIONE SU SERVER

Dettagli

phpmyedit con codice offuscato (Editor istantaneo di tabelle MySQL e generatore di codice PHP, open source)

phpmyedit con codice offuscato (Editor istantaneo di tabelle MySQL e generatore di codice PHP, open source) phpmyedit con codice offuscato (Editor istantaneo di tabelle MySQL e generatore di codice PHP, open source) Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 Marzo 2011 Dopo aver visto DaDaBIK

Dettagli

Domini Virtual Server

Domini Virtual Server Domini Virtual Server Pannello di controllo Manuale Utente Pannello di controllo domini e virtual server - Manuale utente ver. 2.0 Pag. 1 di 18 Sommario INFORMAZIONI GENERALI... 3 Virtual Server... 3 ACCESSO

Dettagli

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com

Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO. http://www.liveboxcloud.com 2015 Iniziamo ad utilizzare LiveBox ITALIANO http://www.liveboxcloud.com Iniziamo ad utilizzare LiveBox LiveBox è un software di private cloud che permette di memorizzare, condividere e modificare i documenti

Dettagli

Installazione di un server di posta

Installazione di un server di posta Installazione di un server di posta Massimo Maggi Politecnico Open unix Labs Vista dall'alto RFC2822, questo sconosciuto From: Tu To: mailinglist Date: Wed,

Dettagli

GPL4i DMS-WEB. Copyright 2010 2014 JetLab S.r.l. Tutti i diritti riservati

GPL4i DMS-WEB. Copyright 2010 2014 JetLab S.r.l. Tutti i diritti riservati GPL4i DMS-WEB Copyright 2010 2014 JetLab S.r.l. Tutti i diritti riservati Copyright 2014 2015 JetLab S.r.l. Tutti i diritti riservati GPL4i è un marchio di JetLab S.r.l. Microsoft, Windows, Windows NT,

Dettagli