QUICK START GUIDE SERIE S Rev 1.0

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUICK START GUIDE SERIE S Rev 1.0"

Transcript

1 QUICK START GUIDE SERIE S Rev 1.0 PARAGRAFO ARGOMENTO PAGINA 1.1 Connessione dell apparato Primo accesso all apparato Wizard 4 2 Gestioni credenziali di acceso Credenziali di accesso area Admin Credenziali di accesso area Setup 7 3 Easy firewall Forward Forward esempi pratici NAT NAT esempi pratici Servizi Servizi esempi pratici Admins Siti diretti Mail Proxy SMTP Proxy No Log Strumenti Speciali di Easy Firewall Lucchetto Wizard Unlock Restore 17 4 Configurazione Rete Schede di Rete 18 1

2 PARAGRAFO ARGOMENTO PAGINA Configurazione LAN (eth0) Configurazione WAN (eth1) Route & Failover Router Failover Route statiche Multi ADSL ADSL Routing Adsl Routing esempi pratici 24 5 Gestione VPN VPN GRE VPN OpenVPN OpenVPN Server per PC OpenVPN LAN to LAN 31 6 WebFilter Gestione Gruppi di navigazione Appartenenza ai Gruppi di Navigazione Appartenenza ai Gruppi di Navigazione per indirizzo IP Appartenenza ai Gruppi di Navigazione per Utente Pagina di blocco 41 7 Server di posta Gestione Utenti Polling di posta remota Posta configurazione Autenticazione Smart Host Domini gestiti localmente Controllo RELAY Domain routing Alias Virtual User 51 8 Guida in Linea (Knowledge Base) 52 2

3 1.1 Connessione dell apparato Per interconnettere l appliance alla propria LAN seguire i seguenti passaggi: - Collegare la porta ethernet LAN dell appliance alla propria rete locale aziendale usando un cavo UTP Classe 5 o superiore. - Collegare la porta ethernet WAN dell appliance al proprio router usando un cavo UTP Classe 5 o superiore. - N.B. Le porte ethernet LAN e WAN devono sempre essere collegate a due reti separate. - Collegare il cavo di alimentazione fornito alla presa elettrica a muro e al dispositivo nell apposito connettore. - Dopo tre minuti c.a l appliance sarà disponibile in rete. 1.2 Primo accesso all apparato S620R Impostazioni di fabbrica dell appliance: - Indirizzo IP LAN: Indirizzo IP WAN: Nome Utente: Admin - Password: riportata sull etichetta - Gateway DNS DNS Time Server time.nist.gov 3

4 1.3 Wizard Una volta collegato l apparato alla propria rete, seguendo i passi al punto 1.1, impostare sul proprio PC un indirizzo IP statico della rete x (es ) in modo da poter raggiungere l appliance via WEB. Lanciare il proprio browser, inserire nella barra degli indirizzi l IP dell appliance Inseriamo nome utente e password (rispettivamente Admin e la password riportata sull etichetta) negli appositi campi e selezioniamo Login. Al primo accesso viene visualizzato il Wizard che permette di configurare le impostazioni base dell apparato in modo rapido. Nome macchina: Inserire il nome host che vogliamo assegnare all apparato. amministratore: inserire l indirizzo mail dell amministratore di rete che riceverà giornalmente i log dell apparato. Per modifiche successive riconfigurare l alias postmaster. assistenza: inserire l indirizzo mail del rivenditore del dispositivo che riceverà mensilmente la configurazione dell apparato ed eventuali warning legati a problematiche hardware. Per modifiche successive riconfigurare l alias assistenza (Paragrafo 7.3.5). Indirizzo IP LAN (eth0): Inserire l indirizzo IP che vogliamo assegnare alla porta ethernet LAN che sarà utilizzato come gateway dalla rete locale aziendale. Netmask: Inserire la Subnet Mask relativa all IP assegnato alla porta LAN. DNS1, DNS2: Inserire due indirizzi IP che l apparato utilizzerà per la risoluzione DNS, tipicamente vengono forniti direttamente dal provider. Interfaccia WAN (eth1): Protocollo Statico: Con il protocollo impostato su statico la porta ethernet WAN verrà configurata con IP statico in base alle impostazioni inserite nei campi seguenti. Protocollo DHCP: Con il protocollo impostato su DHCP la porta ethernet WAN otterrà la configurazione dell IP, del gateway e dei DNS dal router. N.B. per poter utilizzare questa funzione sul router deve essere attivo il server DHCP e la WAN dell appliance deve essere collegata all avvio dell apparato. Indirizzo IP WAN: Inserire l indirizzo IP che vogliamo assegnare alla porta ethernet WAN; tale indirizzo deve essere della stessa classe dell IP presente sul router in modo che possa interfacciarsi con quest ultimo, ad esempio: IP router , IP lato WAN Netmask: Inserire la Subnet Mask relativa all IP assegnato alla porta WAN. Gateway (Router): Indirizzo ip del Ruoter che l appliance utilizzerà come gateway. N.B. la classe di indirizzamento IP per le porte LAN e WAN deve sempre essere diversa. 4

5 Una volta compilati tutti i campi selezionare salva per applicare la configurazione. ATTENZIONE: non disconnettere l apparato dalla rete elettrica fino a che non sarà disponibile in rete al nuovo indirizzo ip assegnato. Il wizard è richiamabile in qualsiasi momento inserendo nella barra degli indirizzi del proprio browser 5

6 2 Gestioni credenziali di acceso E consigliato modificare le credenziali di accesso all apparato. 2.1 Credenziali di accesso area Admin Dall home page dell apparato selezioniamo Setup nel menù a sinistra. Una volta eseguito il log in selezioniamo Altro e Credenziali accesso area Admin, dalla lista utenti selezioniamo Utente Admin. Nella schermata successiva selezionare la spunta in corrispondenza del campo Password Imposta a e inserire nella casella di testo a fianco la nuova password. Per applicare le modifiche selezionare Salva. Tramite gli utenti presenti in questa lista è possibile accedere all area di Admin, aprire il lucchetto (Paragrafo 3.9.1) direttamente da Homepage e disabilitare temporaneamente la pagina di blocco (Paragrafo 6.3) durante la navigazione web. 6

7 2.1 Credenziali di accesso area Setup Dall home page dell apparato selezioniamo Setup nel menù a sinistra. Una volta eseguito il log in selezioniamo Altro e Modifica password, dalla lista utenti selezioniamo Admin. Inseriamo nel campo Nuova password, e nel campo di conferma, la password per l accesso all area di setup. Tramite queste credenziali è possibile avere accesso completo all area di setup e direttamente in console tramite ssh. 3 Easy firewall Di default l appliance consente connessioni solo sulle porte TCP dalla 7 alla 134 e alle porte 443, 1723, Alcune delle porte aperte sono filtrate come la 80 TCP, filtro web sui contenuti, 25 e 110, filtro antispam e antivirus, e 21, filtro antivirus. Dall esterno di default l appliance non accetta connessioni su nessuna porta e non risponde al ping. E possibile personalizzare le regole di firewalling tramite l apposita interfaccia Easy Firewall raggiungibile selezionando Admin nel menù a sinistra dalla Home page. Una volta eseguito il log in selezioniamo Rete e Easy Firewall 7

8 3.1 Forward Tramite la tabella Forward è possibile definire porte accessibili dalla LAN verso Internet. Selezionando Nuova regola è possibile accedere al menu di configurazione per le regole di Forward: IP di lan (opzionale): compilare questo campo solo se si vuole limitare la regola ad un determinato IP sorgente della nostra LAN. Se omesso la regola è valida per tutta la LAN. IP di destinazione (opz.): compilare questo campo solo se si vuole limitare la regola ad un determinato IP di destinazione. Se omesso la regola è valida verso qualsiasi destinazione. Porta di destinazione: permette di scegliere la porta da un elenco di servizi noti. Protocollo: Definisce il protocollo considerato dalla regola, TCP o UDP. Per gestire entrambi i protocolli vanno create due regole. Dalla porta: inserire il numero della porta da gestire. Alla porta (opzionale): compilando questo campo viene gestito il range di porte compreso fra il valore inserito in Dalla porta e Alla porta. Se omesso verrà gestita solo la porta contenuta nel campo Dalla porta. Orario di validità: Definisce l orario in cui la regola è attiva. Se omesso la regola è sempre attiva. Azione: Selezionando Permetti il range o la porta specificati saranno disponibili dalla LAN verso Internet. Selezionando Scarta il range o la porta specificati non verranno concessi dalla LAN verso Internet. Selezionando Scarta e Logga il range o la porta specificati non verranno concessi dalla LAN verso Internet e verrà generato un log ad ogni richiesta scartata. Selezionare Crea per aggiungere la regola. Dopo aver aggiunto una regola in qualsiasi sezione di Easy Firewall quest ultima viene verificata e se corretta applicata. E possibile tramite il tasto Applica ricaricare completamente le regole di firewalling. 8

9 3.1.1 Forward esempi pratici Come concedere la porta 993 TCP per tutta la LAN verso qualsiasi destinazione: Una volta creata la regola appare nella tabella Forward come di seguito: 9

10 Come impedire all ip di connettersi alla porta 3389 TCP verso Internet: Una volta creata la regola appare nella tabella Forward come di seguito: 3.2 NAT Tramite la tabella NAT è possibile rendere disponibili verso Internet dei servizi presenti all interno della LAN, ad esempio Web Server, Desktop Remoto, eccetera. N.B. assicurarsi sempre che i servizi pubblicati su Internet siano servizi sicuri. Selezionando Nuova regola è possibile acceder al menu di configurazione per le regole di NAT. Indirizzo IP wan (opzionale): Selezionare l ip di WAN del firewall sul quale abilitare la NAT. Utilizzabile solo nel caso di WAN virtuali o multiple. Se non specificato la NAT viene abilitata sull interfaccia eth1. 10

11 Indirizzo IP interno: inserire l indirizzo IP di LAN sul quale reindirizzare la connessione da Internet. Indirizzo IP chiamante Internet: Permette di abilitare la NAT per un solo IP pubblico sorgente. Se omesso la NAT sarà valida per qualsiasi IP pubblico sorgente. Protocollo: Definisce il protocollo considerato dalla regola, TCP o UDP. Porte note: permette di scegliere la porta da un elenco di servizi noti. Dalla porta: inserire il numero della porta da inoltrare verso l IP di LAN specificato. Alla porta (opzionale): compilando questo campo viene inoltrato sull IP interno specificato il range di porte compreso fra il valore inserito in Dalla porta e Alla porta. Se si definisce un range di porte lo stesso range va riportato anche nei campi relativi a Porta Interna LAN (opzionale). Se omesso verrà gestita solo la porta contenuta nel campo Dalla porta. Porta Interna LAN (opzionale): Nel caso la NAT sia di una singola porta è possibile ridirigere una chiamata esterna su una porta interna differente specificando tale porta nel campo Dalla porta (opzionale). Selezionare Aggiungi per aggiungere la regola. N.B. Per poter usufruire della funzionalità di NAT è necessario che l appliance sia raggiungibile da internet o con IP pubblico statico direttamente sull interfaccia eth1 o nattando dal router tutte le porte sull ip privato di eth1. Dopo aver aggiunto una regola in qualsiasi sezione di Easy Firewall quest ultima viene verificata e se corretta applicata. E possibile tramite il tasto Applica ricaricare completamente le regole di firewalling NAT esempi pratici Come Inoltrare la porta 80 TCP da internet verso la porta 80 TCP dell ip

12 Una volta creata la regola appare nella tabella NAT come di seguito: Come inoltrare la porta 81 TCP da Internet verso la porta 80 TCP dell IP Una volta creata la regola appare nella tabella NAT come di seguito: 12

13 3.3 Servizi Tramite la tabella Servizi è possibile rendere disponibili verso Internet dei servizi presenti direttamente sull appliance. Ad esempio aprendo la porta 22 TCP sarebbe possibile connettersi in console tramite SSH dall esterno. Selezionando Nuova regola è possibile acceder al menu di configurazione per i Servizi: Indirizzo IP chiamante (opzionale): compilare questo campo solo se si vuole limitare la regola ad un determinato IP pubblico sorgente. Se omesso la regola è valida qualsiasi IP sorgente. IP Destinazione (opz.): permette di definire su quale IP WAN deve essere in ascolto la porta specificata. Se omesso la regola sarà effettiva su tutte le WAN virtuali o fisiche. Porta di destinazione: permette di scegliere la porta da un elenco di servizi noti. Protocollo: Definisce il protocollo considerato dalla regola, TCP o UDP. Per gestire entrambi i protocolli vanno create due regole. Dalla porta: inserire il numero della porta da gestire. Alla porta (opzionale): compilando questo campo viene gestito il range di porte compreso fra il valore inserito in Dalla porta e Alla porta. Se omesso verrà gestita solo la porta contenuta nel campo Dalla porta. Orario di validità: Definisce l orario in cui la regola è attiva. Se omesso la regola è sempre attiva. Azione: Selezionando Permetti il range o la porta specificati saranno disponibili da Internet. Selezionando Scarta il range o la porta specificati non saranno disponibili Internet. Selezionando Scarta e Logga il range o la porta specificati non saranno disponibili da Internet e verrà generato un log ad ogni richiesta scartata. Selezionare Crea per aggiungere la regola. Dopo aver aggiunto una regola in qualsiasi sezione di Easy Firewall quest ultima viene verificata e se corretta applicata. E possibile tramite il tasto Applica ricaricare completamente le regole di firewalling. 13

14 3.3.1 Servizi esempi pratici Come rendere disponibile la console SSH a qualsiasi IP pubblico sorgente: N.B. per potersi collegare in ssh bisogna conoscere nome utente e password di Setup (Paragrafo 2.2). Una volta creata la regola appare nella tabella Servizi come di seguito: 3.4 Admis Tramite la tabella Adminis è possibile definire IP della LAN che avranno tutte le porte aperte in uscita. Tali client pur avendo tutte le porte aperte verso l esterno passano comunque attraverso i filtri dell appliance come ad esempio il WebFilter. Indirizzo IP del PC di lan Trusted: permette di definire l ip di LAN sul quale deve agire la regola. Orario di validità: Definisce l orario in cui la regola è attiva. Se omesso la regola è sempre attiva. Azione: Selezionando Permetti l IP specificato avrà tutte le porte aperte dalla LAN verso Internet. Selezionando NEGA l IP specificato non potrà effettuare alcuna connessione verso Intenet Selezionando NEGA e Logga l IP specificato non potrà effettuare alcuna connessione verso Intenet e verrà generato un log ad ogni richiesta scartata. 14

15 Selezionare Crea per aggiungere la regola. Dopo aver aggiunto una regola in qualsiasi sezione di Easy Firewall quest ultima viene verificata e se corretta applicata. E possibile tramite il tasto Applica ricaricare completamente le regole di firewalling. 3.5 Siti diretti Tramite la tabella Siti diretti è possibile definire siti web attendibili sui quali l appliance non applica alcun tipo di filtro e non fa nemmeno caching. Sito Web Remoto (ip o nome): permette di definire il sito per il quale avrà effetto la regola. Inserire il nome completo del sito, comprensivo di www, o l IP pubblico corrispondente. Orario di validità: Definisce l orario in cui la regola è attiva. Se omesso la regola è sempre attiva. Azione: Selezionando Permetti Il sito web specificato sarà raggiungibile da tutti i client della LAN senza alcun filtro da parte dell apliance. Selezionando NEGA blocca la connessione al sito specificato per tutti i client della LAN. Selezionando NEGA e Logga blocca la connessione al sito specificato per tutti i client della LAN e verrà generato un log ad ogni richiesta scartata. 3.6 Mail Proxy Tramite la tabella Mail Proxy è possibile definire IP della LAN che non avranno alcun filtro sulle connessioni POP3. Client LAN (ip o nome): permette di definire l IP di LAN per il quale avrà effetto la regola. Orario di validità: Definisce l orario in cui la regola è attiva. Se omesso la regola è sempre attiva. Azione: Selezionando Permetti l ip specificato non avrà nessun filtro sulle connessioni POP3. Selezionando NEGA l IP specificato non potrà effettuare connessioni in POP3. Selezionando NEGA e Logga l IP specificato non potrà effettuare connessioni in POP3 e verrà generato un log ad ogni richiesta scartata. 3.7 SMTP Proxy Tramite la tabella SMTP Proxy è possibile definire server SMTP esterni ritenuti attendibili. Sulle connessioni verso questi SMTP non verrà effettuato alcun filtraggio antivirus e antispam. Server SMTP remoto: permette di definire l IP o il nome del server SMTP per il quale avrà effetto la regola. Orario di validità: Definisce l orario in cui la regola è attiva. Se omesso la regola è sempre attiva. 15

16 Azione: Selezionando Permetti sulle connessioni verso l SMTP specificato non verranno applicati filtri antispam e antivirus. Selezionando NEGA non sarà possibile connettersi al server SMTP specificato. Selezionando NEGA e Logga non sarà possibile connettersi al server SMTP specificato e verrà generato un log ad ogni richiesta scartata. 3.8 No Log Tramite la tabella No Log è possibile definire IP della LAN sui quali non verranno applicati il filtro antivirus e il filtro sui contenuti in navigazione, per tali client non vengono registrati nemmeno i log di navigazione. Indirizzo di LAN del PC da NON filtrare in Navigazione: permette di definire l IP di LAN per il quale avrà effetto la regola. Orario di validità: Definisce l orario in cui la regola è attiva. Se omesso la regola è sempre attiva. Azione: Selezionando Permetti per l IP di LAN specificato non verrà applicato nessun filtro in navigazione http. Selezionando NEGA non sarà possibile per l ip specificato navigare in HTTP. Selezionando NEGA e Logga non sarà possibile per l ip specificato navigare in HTTP e verrà generato un log ad ogni richiesta scartata. 3.9 Strumenti Speciali di Easy Firewall Lucchetto Il lucchetto, presente anche nell home page del firewall, permette tramite un semplice click di aprire tutte le porte dalla LAN verso Internet e disabilitare tutti i filtri effettuati dall appliance. Questa caratteristica può essere utile in caso di malfunzionamenti da parte di qualche applicazione o sito web, se una volta disarmato il firewall il problema persiste allora la problematica non è riconducibile all appliance. Diversamente se il problema viene risolto si ha la certezza che l applicativo utilizzato tenta di connettersi a una porta o a un sito bloccati. 16

17 Quando il firewall è disarmato appare il seguente messaggio. Per chiudere il lucchetto, e quindi riarmare il firewall, è sufficiente selezionare l icona del lucchetto aperto oppure riavviare l appliance. N.B. Disarmando il firewall tutte le NAT e i servizi erogati verso internet dall appliance vengono temporaneamente disabilitati, sarà raggiungibile dall esterno sono sulla porta 22 TCP per agevolare un eventuale assistenza remota Wizard Unlock Wizard Unlock ci permette di visualizzare gli ultimi pacchetti scartati dall appliance dalla LAN verso Internet e viceversa con la possibilità, selezionando direttamente la porta interessata, di creare una regola di sblocco per tutta la LAN o solo per l IP che ha effettuato la richiesta Restore Ogni giorno, non appena viene eseguito l accesso all interfaccia di Easy Firewall, viene creato un backup delle regole allo stato attuale in modo da poterle facilmente ripristinare in seguito a modifiche accidentali. La lista delle configurazioni precedenti è accessibile selezionando il tasto Restore. 17

18 4 Configurazione Rete Dal menù Configurazione Rete, accessibile sotto Setup Rete, è possibile configurare gli indirizzi IP da assegnare alle porte ethernet dell appliance, eventuali route statiche, il nome Host del dispositivo, in caso si più connettività ADSl il failover e su alcuni apparati il bilanciamento MULTI Adsl. 4.1 Schede di Rete Tramite questo menù è possibile modificare gli indirizzi IP delle singole schede di rete presenti sull apparato ma anche creare interfacce virtuali. Per configurare una porta ethernet selezionarla dalla lista. 18

19 4.1.1 Configurazione LAN (eth0) Indirizzo IP: Inserire l indirizzo IP che vogliamo assegnare alla porta ethernet LAN che sarà utilizzato come gateway dalla rete locale aziendale. Netmask: Inserire la Subnet Mask relativa all IP assegnato. Time server: Inserire l ip di un Time Server dal quale il firewall può ricavare la data e l ora corrette, ad esempio time.nist.gov. IP Aggiuntivo: Permette di aggiungere IP di LAN virtuale per essere usato, ad esempio, come gateway da host con classi differenti dal LAN principale. Una volta compilati tutti i campi selezionare Salva e riavviare l appliance per applicare la configurazione. ATTENZIONE: non disconnettere l apparato dalla rete elettrica durante il riavvio fino a che non sarà disponibile in rete al nuovo indirizzo ip assegnato Configurazione WAN (eth1) Interfaccia: Permette di impostare un nome identificativo all interfaccia ethernet ad esempio WAN. DHCP: Si: Con il protocollo impostato su DHCP la porta ethernet WAN otterrà la configurazione dell IP, del gateway e dei DNS dal router. N.B. per poter utilizzare questa funzione sul router deve essere attivo il server DHCP e la WAN dell appliance deve essere collegata all avvio dell apparato. No: Con il protocollo impostato su statico la porta ethernet WAN verrà configurata con IP statico in base alle impostazioni inserite nei campi seguenti. 19

20 Indirizzo IP: Inserire l indirizzo IP che vogliamo assegnare alla porta ethernet WAN, tale indirizzo deve essere della stessa classe dell IP presente sul router in modo che possa interfacciarsi con quest ultimo, ad esempio: IP router , IP lato WAN Netmask: Inserire la Subnet Mask relativa all IP assegnato. Gateway (Router): Indirizzo ip del Ruoter che l appliance utilizzerà come gateway. Una volta compilati tutti i campi selezionare Salva e riavviare l appliance per applicare la configurazione. ATTENZIONE: non disconnettere l apparato dalla rete elettrica fino a che non sarà disponibile in rete al nuovo indirizzo ip assegnato o alla porta LAN. IP Aggiuntivo: Permette di aggiungere IP di WAN virtuale per sfruttare ad esempio più IP pubblici forniti dal provider. Una volta compilati tutti i campi selezionare Salva e riavviare l appliance per applicare la configurazione. ATTENZIONE: non disconnettere l apparato dalla rete elettrica durante il riavvio fino a che non sarà disponibile in rete. 4.2 Route & Failover Tramite questo menù è possibile configurare il default gateway dell appliance, un eventuale ADSL di backup (failover) e delle route statiche. 20

21 4.2.1 Router Indirizzo Router: Indirizzo ip del Ruoter che l appliance utilizzerà come gateway. N.B. Il default gateway deve essere sempre raggiungibile tramite l interfaccia di rete eth1. Una volta compilati tutti i campi selezionare Salva e riavviare l appliance per applicare la configurazione. ATTENZIONE: non disconnettere l apparato dalla rete elettrica durante il riavvio fino a che non sarà disponibile in rete Failover Abilitando la funzione Failover verifica costantemente lo stato dell ADSL principale, se dovesse cadere ridirigere in automatico tutto il traffico sull ADSL di backup. Il router di backup può essere raggiunto sia tramite eth1, utilizzando un interfaccia virtuale o direttamente con l ip principale se il router appartiene alla stessa classe, o tramite interfacce di rete aggiuntive, se l apparato ne è provvisto, appositamente configurate. Abilita: Si: Funzionalità Failover abilitata. No: Funzionalità Failover disabilitata. Router di backup: Inserire l indirizzo IP del gateway che fornisce la connettività verso l ADSL di backup. Indirizzo IP da pingare per il controllo del gateway di default: Inserire un IP pubblico che sarà utilizzato per testare il funzionamento dell ADSL principale. N.B. l IP in questione deve rispondere al ping. Notifica il seguente indirizzo Inserire un indirizzo mail che riceverà una notifica non appena entra in funzione il Failover. Selezionare Salva per applicare la configurazione. 21

22 4.2.3 Route Statiche Tramite questa interfaccia è possibile creare delle route statiche utili se si ha la necessità di utilizzare gateway differenti da quello di default per alcune destinazioni. Destinazione/maschera di rete: Inserire l ip e la relativa subnetmask per il quale si intende utilizzare un gateway differente da quello di default. Gateway da utilizzare: Inserire l ip del gateway da utilizzare per la destinazione specificata. Tale indirizzo deve essere raggiungibile dal firewall. 4.3 Multi ADSL La funzionalità Multi ADSL è disponibile solo su alcuni modelli della Serie S. Permette di utilizzare 2 o più ADSL in bilanciamento di carico, ovvero il traffico in uscita verrà smistato sulle ADSL disponibili in base alle impostazioni definite dall'amministratore. 22

23 Abilitato: Si: Funzionalità Multi ADSL attiva. No: Funzionalità Multi ADSL disattiva. ADSL Numero 1 connessa alla ethernet eth1: L ADSL primaria è quella collegata all eth1 (come configurare l interfaccia eth1 al punto 4.1.2). Impostare la velocità della linea ADSL. ADSL Numero 2 connessa alla ethernet: Selezionare dal menù l interfaccia al quale è collegato il router che fornisce la connettività all ADSL2 ed inserire l IP del router stesso. Impostare la velocità della linea ADSL. N.B. l interfaccia dovrà avere un indirizzo IP della stessa classe del router. Non è possibile usare interfacce virtuali per questo tipo di configurazione. Procedere in questo modo per tutte le ADSL che si intendono configurare. Selezionare Salva e applica per attivare il bilanciamento Adsl Routing Tramite la tabella Adsl Routing presente in Easy Firewall (paragrafo 3) è possibile instradare connessioni in base alla porta di destinazione su una determinata ADSL. Selezionando Nuova regola è possibile accedere al menu di configurazione per le regole di Adsl Routing: IP di lan (opzionale): compilare questo campo solo se si vuole limitare la regola ad un determinato IP sorgente della nostra LAN. Se omesso la regola è valida per tutta la LAN. IP di destinazione (opz.): compilare questo campo solo se si vuole limitare la regola ad un determinato IP di destinazione. Se omesso la regola è valida verso qualsiasi destinazione. Porta di destinazione: permette di scegliere la porta da un elenco di servizi noti. 23

24 Protocollo: Definisce il protocollo considerato dalla regola, TCP o UDP. Per gestire entrambi i protocolli vanno create due regole. Dalla porta: inserire il numero della porta da gestire. Alla porta (opzionale): compilando questo campo viene gestito il range di porte compreso fra il valore inserito in Dalla porta e Alla porta. Se omesso verrà gestita solo la porta contenuta nel campo Dalla porta. Usa ADSL numero: Selezionare dal menù l ADSL sulla quale vogliamo instradare le connessioni verso le porte specificate. Una volta creata la regola appare nella tabella Adsl Routing come di seguito: Se omesso la regola è sempre attiva. Selezionare Crea per aggiungere la regola. Dopo aver aggiunto una regola in qualsiasi sezione di Easy Firewall quest ultima viene verificata e se corretta applicata. E possibile tramite il tasto Applica ricaricare completamente le regole di firewalling Adsl Routing esempi pratici Come instradare le connessioni SMTP sull ADSL numero 1 24

25 Una volta creata la regola appare nella tabella Adsl Routing come di seguito: 5 Gestione VPN L appliance supporta diversi tipi di VPN che possono essere usati contemporaneamente. N.B. Per poter utilizzare qualsiasi VPN in modalità server l appliance deve essere raggiungibile da internet o configurando opportunamente il router o con IP pubblico direttamente sull appliance stessa. 5.1 VPN GRE La VPN GRE, o pptp, è di rapida configurazione e nativamente compatibile con la grande maggioranza dei sistemi operativi. Tuttavia ha alcuni limiti come ad esempio l'impossibilità di accettare più di una connessione da un IP pubblico remoto e il suo protocollo non è supportato in modalità passante da alcuni router. Dal menù VPN Server GRE / L2TP, accessibile sotto Setup Rete, è possibile gestire le impostazioni per tale tipologia di VPN. Dal pannello di gestione selezionare Opzioni VPN GRE per gestire le configurazioni generali. 25

26 Nel pannello Opzioni VPN GRE verificare che il range di indirizzi Indirzzi IP lato server ed Indirizzi IP lato client siano della stessa classe della rete LAN ed eventualmente modificarli in base alle proprie esigenze. Una volta ultimate le modifiche selezionare Salva. Dal pannello di gestione selezioniamo Utenti VPN per gestire le credenziali di accesso. Selezionare l icona per creare un nuovo utente. Nome Utente: Spuntare a fianco la casella di testo e inserire il nome utente che si intende utilizzare per la connessione remota. Password: Spuntare Imposta a e inserire nella casella a fianco la password relativa all utente che si sta creando. Indirizzo Assegnato: Permetti Qualunque: Una volta eseguita l autenticazione assegna un IP del range specificato in Opzioni VPN GRE in modo casuale. Nega: Non sarà possibile effettuare l accesso con queste credenziali. Assegna il seguente indirizzo IP: Inserire l indirizzo IP che si intende assegnare a questo utente ad ogni accesso. Una volta ultimata la configurazione selezionare Salva. 26

27 N.B. Per rendere utilizzabile la VPN GRE devono essere concesse le connessioni da internet sulla porta 1723 TCP del firewall (paragrafo 3.3). 5.2 VPN OpenVPN Tramite OpenVPN è possibile creare connessioni per singoli client remoti e gestire VPN LAN to LAN tramite apparati Gigasys. Dal menù VPN Openvpn, accessibile sotto Setup Rete, è possibile gestire le impostazioni per tale tipologia di VPN. Dal pannello Configurazioni attive è possibile gestire tutte le OpenVPN presenti sul sistema OpenVPN Server per PC Di default su tutti gli apparati è presente la OpenVPN chiamata server, con certificato digitale volutamente scaduto. Tale configurazione va utilizzata per la gestione di connessioni OpenVPN da parte di singoli host remoti che abbiano la necessità di collegarsi alla LAN aziendale. 27

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014)

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014) GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad (v. 1.0.0 Maggio 2014) Benvenuto alla guida di configurazione della posta elettronica per dispositivi mobili tipo iphone/ipad. Prima di proseguire, assicurati

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg.

Indice. Pannello Gestione Email pag. 3. Accesso da Web pag. 4. Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6. Microsoft Outlook pagg. POSTA ELETTRONICA INDICE 2 Indice Pannello Gestione Email pag. 3 Accesso da Web pag. 4 Configurazione Client: Mozilla Thunderbird pagg. 5-6 Microsoft Outlook pagg. 7-8-9 Mail pagg. 10-11 PANNELLO GESTIONE

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

Figura 1 - Schermata principale di Login

Figura 1 - Schermata principale di Login MONITOR ON LINE Infracom Italia ha realizzato uno strumento a disposizione dei Clienti che permette a questi di avere sotto controllo in maniera semplice e veloce tutti i dati relativi alla spesa del traffico

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D Se avete un tablet android, ma non avete la minima idea di come accenderlo, usarlo e avviarlo, seguite queste nostre indicazioni 1. ATTIVAZIONE

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO La seguente guida mostra come trasferire un SiteManager presente nel Server Gateanager al Server Proprietario; assumiamo a titolo di esempio,

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad.

La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad. La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad. OPERAZIONI PRELIMINARI Dal menu impostazioni andate su E-mail, Contatti,

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Accesso alle risorse elettroniche SiBA da reti esterne

Accesso alle risorse elettroniche SiBA da reti esterne Accesso alle risorse elettroniche SiBA da reti esterne Chi può accedere? Il servizio è riservato a tutti gli utenti istituzionali provvisti di account di posta elettronica d'ateneo nel formato nome.cognome@uninsubria.it

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO

ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO ATLAS : Aula - COME ESEGUIRE UNA SESSIONE DEMO Come eseguire una sessione DEMO CONTENUTO Il documento contiene le informazioni necessarie allo svolgimento di una sessione di prova, atta a verificare la

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Le informazioni e il contenuto del presente documento vengono forniti esclusivamente a scopi informativi e come sono, senza garanzie di alcun tipo, sia espresse che implicite,

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD 1.1 Premessa Il presente documento è una guida rapida che può aiutare i clienti nella corretta configurazione del software MOZILLA THUNDERBIRD

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli