BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO. Food Management - MAFOOD. I Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015. IN COLLABORAZIONE CON AITA e AIDEPI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO. Food Management - MAFOOD. I Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015. IN COLLABORAZIONE CON AITA e AIDEPI"

Transcript

1 BANDO MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN Food Management - MAFOOD I Edizione ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IN COLLABORAZIONE CON AITA e AIDEPI IN PARTNERSHIP CON 1

2 1. L Università Carlo Cattaneo LIUC istituita con decreto 31/10/1991, come da Gazzetta Ufficiale, emette Titoli aventi valore legale. 2. INTRODUZIONE Il Master in Food Management è nato dall esigenza manifestata dalle aziende della filiera agroalimentare di creare nuovi profili professionali di tecnici e manager dei processi dell industria alimentare che abbiano una preparazione più ampia e trasversale alle diverse aree funzionali. Da questi fabbisogni nasce il progetto di creare un percorso di formazione post laurea altamente professionalizzante specializzato in ambito alimentare: un master che offra alle figure tecniche e manageriali del settore food una formazione specifica in ambiti che sono chiave per lo sviluppo e la crescita di queste figure professionali. 3. OBIETTIVI E FINALITÀ DEL MASTER Il Master si pone l obiettivo di soddisfare i fabbisogni formativi del tecnico alimentare (tecnologo alimentare, chimico, biologo, etc.) chiamato ad occupare posizioni gestionali nell ambito delle aziende della filiera agroalimentare e di tutti coloro che, pur provenendo da percorsi non necessariamente tecnico-specialisti, hanno comunque bisogno di acquisire le conoscenze elementari nell ambito della food science e di consolidare le proprie competenze nella gestione dei processi delle aziende agroalimentari. Le aree funzionali che ospiteranno questi professionisti sono: il marketing, la ricerca e sviluppo, il controllo qualità, la gestione produzione, le vendite e la distribuzione; processi quali la gestione dell innovazione, il product management e funzioni di supporto alla direzione in staff. Per svolgere in modo efficace questi ruoli è necessario possedere, oggi, sia competenze tecnico-specialistiche sia valide capacità manageriali che non vengono adeguatamente trasmesse nei percorsi formativi monodisciplinari. Il Master in Food Management risponde a questi obiettivi creando nuovi profili professionali di tecnici e manager del food con una preparazione tecnica e manageriale più ampia e trasversale. Il percorso formativo, quindi, è fortemente strutturato su contenuti che sono in linea con le recenti evoluzioni del mondo del lavoro e delle diverse professionalità richieste. Un Master che si configura, infine, come un iniziativa di formazione riconosciuta dalla business community dell industria alimentare e che garantisce ai partecipanti buone opportunità per inserirsi in nuovi percorsi di carriera o consolidare e rendere spendibile l esperienza acquisita nel Master stesso. 4. DESTINATARI E SBOCCHI PROFESSIONALI Condizione indispensabile per l iscrizione ad un Master di primo livello è la Laurea Triennale oppure di titolo equipollente per gli studenti in possesso di titoli stranieri. I candidati in possesso di titoli universitari stranieri dovranno attenersi alle procedure dettate a livello ministeriale e alla normativa vigente per ottenere la documentazione necessaria alla valutazione da parte degli organi competenti dell università dei requisiti di 2

3 ammissione. I candidati non in possesso di laurea potranno essere ammessi, in numero limitato, in qualità di uditori. È possibile l iscrizione, previa verifica dei requisiti di ammissione, ai seguenti macro-moduli: Economia e Management, Marketing, Competenze Trasversali, Industrie Alimentari; nonché ai seguenti singoli corsi: Diritto Alimentare, Packaging, Logistica - Trade Marketing - Food Retail Management, Risk & Quality Management, Sensory & Consumer Science, Comunicazione - Brand Management & Social Media Marketing. Il Master, quindi, è rivolto: a chi ha conseguito una laurea tecnico specialistica (esempio: scienze e tecnologie alimentari, agronomi, veterinari, chimici, biologi) e desidera acquisire le competenze gestionali (di marketing, di strategia, di costing, di gestione delle risorse umane ) necessarie per operare in modo efficace nell ambito dei processi critici dell industria alimentare collaborando, in organizzazioni complesse, con tutte le funzioni aziendali; a chi ha conseguito una laurea non tecnico specialistica (economia, scienze politiche, etc.) e desidera acquisire le conoscenze elementari di food science e consolidare le competenze gestionali (di marketing, di strategia, di costing, di gestione delle risorse umane) necessarie per operare in modo efficace nell ambito dei processi critici dell industria alimentare collaborando, in organizzazioni complesse, con le funzioni tecniche di laboratorio; in qualità di uditore a chi ha una buona esperienza di lavoro nell ambito delle aziende della filiera alimentare e vuole avere una visione trasversale dei processi che regolano il mondo del food e acquisire strumenti e competenze immediatamente spendibili nel proprio ambito lavorativo. Il Master permette di acquisire competenze manageriali specifiche del food che consentono di cogliere le molteplici opportunità professionali che la filiera delle produzioni alimentari offre. Gli sbocchi professionali che il Master apre ai partecipanti sono principalmente i seguenti: carriera manageriale con responsabilità di product management e di process management in aziende del food; carriera manageriale in aree funzionali chiave per un azienda del food quali: ricerca e sviluppo, acquisti, marketing, controllo qualità, commerciale e vendite, distribuzione; affiancamento di un imprenditore alla guida di un azienda del food; carriera direzionale alla guida di un azienda del food; attività di consulenza rivolta alle aziende del food. 5. NUMERO DI ISCRITTI Il Master sarà attivato se raggiungerà un numero di partecipanti tale da garantire una composizione dell aula equilibrata ed adatta a favorire la partecipazione e l acquisizione di competenze. Poiché il Master prevede un percorso comune tra il Food Management di I livello e il Food Management di II livello, il numero di partecipanti totale è fissato in un massimo di 30 partecipanti. 3

4 Il Direttore del Master si riserva di ammettere partecipanti oltre al numero massimo definito, fatta salva la garanzia della piena qualità didattica. Il Direttore del Master si riserva inoltre di non attivare il corso qualora il numero degli iscritti non sia tale da renderlo economicamente sostenibile, dandone tempestiva comunicazione agli interessati entro 15/30 giorni dalla data prevista di inizio. In caso di mancata attivazione del Master, l Università provvederà a restituire le eventuali tasse incassate con esclusione di ulteriori altre spese, materiali e non, sostenute dal candidato. Qualora non si raggiunga il numero minimo di partecipanti, l Università si riserverà la possibilità di attivare ugualmente il Master esclusivamente se riterrà la composizione dell aula adeguata e il progetto economicamente sostenibile. 6. CRITERI DI SELEZIONE La selezione sarà effettuata mediante una valutazione curriculare e un colloquio attitudinale motivazionale. Verificati i requisiti per l accesso al Master l aula verrà composta seguendo l ordine temporale d iscrizione fino al raggiungimento del numero massimo previsto. L ammissione al Master sarà comunicata al candidato via mail. È vietata l iscrizione contemporanea a più corsi di studio universitari. 7. FREQUENZA La frequenza al Master è obbligatoria e non dovrà essere inferiore al 70% delle ore complessive d aula previste dal Piano di Studi. 8. PERCORSO FORMATIVO Il percorso formativo della durata complessiva di 9 mesi circa è full time: 88 ore di corsi propedeutici, 232 ore di ore d aula, uno stage o project work di 500 ore, esercitazioni, testimonianze, visite aziendali, seminari e partecipazione a fiere. Il piano didattico si articola in corsi a cui si accompagnano momenti di sperimentazione trasversale e l insegnamento di discipline di supporto. Il percorso didattico prevede che professionisti e manager delle più importanti imprese italiane e multinazionali si affianchino ai docenti universitari per dar vita ad una formula educativa che combini in modo rigoroso ma pragmatico concetti, strumenti ed esperienze. Grande enfasi è data alle esercitazioni e al lavoro di gruppo e all uso di strumenti informatici. Il materiale didattico insieme ai riferimenti bibliografici verrà fornito dai docenti dei singoli corsi su formato elettronico. Alla fine del percorso dovrà essere discussa una tesi che verrà redatta durante il periodo di stage sul progetto sviluppato in azienda. 4

5 Psicosociolo gia organizzativa Marketing Economia e Management Service Master in Food Management 9. PIANO STUDI I moduli si articolano in insegnamenti. Di seguito il piano di studi con le denominazioni degli insegnamenti. È previsto un modulo introduttivo prima dell inizio delle lezioni che permetterà ai partecipanti di omogenizzare le conoscenze ritenute propedeutiche per gli insegnamenti universitari nonché di avere una panoramica generale dei fondamenti di scienze e tecnologie alimentare Si precisa che i cicli di lezione SERVICE non prevedono crediti universitari. MODULI CORSI SETTORE ORE ORE STUDIO DISCIPLINARE AULA INDIVIDUALE CREDITI Business English 24 Fondamenti di scienze e chimica degli alimenti 24 Metodi quantitativi per il management 40 Totale modulo Strategia SECS P/ Analisi delle performance economico finanziarie Basic e Advanced SECS P/ Gestione dell'innovazione e Project Management SECS P/ Pricing SECS P/ Istituzioni di economia politica SECS P/ Totale modulo Istituzioni di marketing SECS-P/ Business logistics & supply chain management ING.IND/ Food Retail management SECS-P/ Comunicazione, brand management e Social media Marketing SECS-P/ Totale modulo Lavorare in team SECS P/ Leadership e gestione del fattore umano SECS P/

6 Industrie alimentari Master in Food Management Comunicazione e relazione interpersonale SECS P/ Totale modulo Diritto Alimentare IUS/ Packaging ING IND/ Risk & Quality Management ING-IND/ Elementi di processi della tecnologia alimentare ING-IND/ Sensory & Consumer science ING-IND/ Totale modulo Totale ore d'aula ORE AULA ORE STUDIO CREDITI TIROCINIO FORMATIVO Totale Ore MASTER Il Master prevede n. 320 ore di formazione in aula, alle quali si aggiungono attività di studio individuale e lo stage, fino a raggiungere un carico complessivo di lavoro pari a 60 crediti, equivalenti ad una annualità universitaria. 6

7 CORSI SERVICE Business English Il corso viene proposto come service ai partecipanti che non hanno una idonea conoscenza della lingua inglese. L importanza attribuita al miglioramento della padronanza della lingua inglese, in termini di comprensione scritta e orale, è dimostrata dal fatto che alcune lezioni e parte del materiale didattico saranno in inglese. Lo scopo del corso è quello di migliorare la capacità di ascolto, comunicazione e scrittura in lingua inglese. L attenzione sarà rivolta allo studio del lessico e della terminologia usata nei corsi del Master. E prevista la possibilità di sostenere esami di certificazione della conoscenza della lingua inglese. Metodi quantitativi per il management Il corso viene proposto come service ai partecipanti che non hanno un idonea conoscenza dei principali metodi di analisi dei dati.e dei relativi strumenti informatici Alla fine del corso i partecipanti saranno in grado di: impostare un piano di analisi, eseguire analisi di tipo univariato e multivariato su dati reali mediante l utilizzo di software, di interpretare i risultati ottenuti e presentarli in chiave business. Fondamenti di scienze e chimica degli alimenti Il modulo viene proposto come service ai partecipanti per omogenizzare il vocabolario dell aula in tema di scienze e tecnologie alimentari. ECONOMIA E MANAGEMENT Responsabili del modulo: Giuseppe Toscano Strategia La definizione del business Il processo di segmentazione strategica dei business Le leve per il pieno potenziale del core business Dal core business alle adiacenze di business La valutazione di entrata in nuovi business Le opzioni dello sviluppo strategico in nuovi business Strumenti per l analisi del settore e della concorrenza Le mappe strategiche per il posizionamento competitivo La profilazione e l analisi dei concorrenti diretti La strutturazione di un sistema di competitive intelligence La costruzione di una strategia competitiva: scelte di vantaggio e di ambito competitivo Il dilemma tra imitazione e unicità competitiva Scelte competitive e ciclo di vita del prodotto La specificità delle strategie in fase di maturità settoriale I giochi competitivi: movimento, imitazione e posizione 7

8 Manovre offensive e difensive nei giochi competitivi Analisi delle performance economico-finanziarie basic e advanced I principali metodi di calcolo dei costi La determinazione dei costi di prodotto, di progetto, di cliente, di area geografica, di servizio L analisi dei conti economici gestionali L impiego delle informazioni economiche gestionali nella valutazione di redditività dei prodotti, dei progetti, dei servizi e dei clienti, e nelle decisoni make or buy La determinazione delle performance (economiche, di efficienza e di efficacia) di processo Le caratteristiche di un progetto di investimento La misurazione del costo del capitale, del rischio e delle aspettative dell investitore La tecnica dell attualizzazione dei flussi di cassa I principali metodi per la valutazione della bontà economico-finanziaria di un investimento La redditività operativa Il payback period L internal rate of return o IRR Il net present value (NPV) o V.A.N. Le relazioni tra gestione economica, gestione finanziaria, gestione strategica e aspetti socioorganizzativi nella creazione di valore da parte di un investimento Il budget economico come integrazione dei diversi budget operativi La dimensione finanziaria del budget Il controllo dei risultati: analisi degli scostamenti di ricavo, di costo, di margine rispetto al budget Gestione dell'innovazione e Project Management Principali modelli di gestione dell innovazione La programmazione e il controllo dell attività di innovazione e dei progetti Principali strumenti di project management Analisi integrata dei risultati di progetto: economico-finanziari, di efficienza del processo, di soddisfazione del cliente, di creazione di know-how Pricing Gli obiettivi delle politiche di pricing Le analisi propedeutiche per la determinazione del prezzo: la domanda, i concorrenti, i costi I metodi tradizionali (cost plus pricing) e i metodi innovativi (target costing) nella determinazione del costo per la fissazione del prezzo cost-oriented L analisi delle preferenze dei clienti e del valore percepito: analisi sensoriale e consumer science La misurazione delle preferenze dei clienti e del valore percepito: conjoint analysis, misurazione à la fishbein, Economic Value to the Customer 8

9 I metodi di determinazione del prezzo in funzione del valore per il cliente (value based pricing) I modelli di formazione del prezzo nell economia digitale: Revenue Management, Yield Management e dynamic pricing La definizione e l attuazione di strategie di pricing Istituzioni di Economia politica Il corso è finalizzato a fornire ai partecipanti gli strumenti e i concetti utili per leggere, interpretare e utilizzare gli scenari macroeconomici, nazionali e internazionali e di settore. Vengono pertanto affrontate tematiche relative alla congiuntura macroeconomica, alle patologie dei sistemi economici e dei mercati e alle possibili soluzioni di Politica Economica. MARKETING Responsabili del modulo: Annamaria Vinci, Giuseppe Toscano Istituzioni di marketing Il ruolo del marketing nei mercati maturi e in quelli innovativi Il comportamento d acquisto del consumatore Le ricerche di mercato Segmentazione e posizionamento La gestione della clientela diretta e il trade marketing Customer satisfaction and brand loyalty Marketing e antropologia, analisi e classificazione delle culture internazionali Le dimensioni culturali (Hofstede) e l adattamento delle strategie di Marketing Globalizzazione vs localizzazione della strategia di marketing e comunicazione Un confronto USA Italia Business logistics & supply chain management Le modalità di analisi dei processi esistenti (As IS) e di definizione di quelli richiesti in futuro (TO BE) I principali sistemi di misura delle prestazioni produttive e logistiche Le differenze esistenti tra diverse tipologie produttive La formulazione delle strategie produttive e logistiche in rapporto alla strategia aziendale nel suo complesso Gli approcci più moderni al miglioramento delle operazioni con particolare riferimento al lean manufacturing e al supply chain management Food retail management Aspetti strategici, gestionali e organizzativi del Food Retail Management Dal sell-in al sell-out 9

10 Strategie di canale-cliente Analisi del portafoglio cliente (qualità, marginalità, potenzialità) e delle performance distributive Condizioni di vendita Inserimento nuovi prodotti Promozioni al trade Marketing del punto di vendita Supply chain, continuous Product replenishment Category management Tendenze evolutive nel food retail management Comunicazione, Brand Management e Social media Marketing Il Brand Management I diversi ruoli della marca all interno dell azienda: da fattore tattico ad asset strategico L equity di marca: come misurare il valore della marca per il cliente e per l azienda Le azioni di comunicazione a supporto della marca: il Communication Mix Le politiche promozionali Il mondo Internet e la sua evoluzione Le nuove forme di comunicazione: la comunicazione digitale e le sue caratteristiche I new media e la campagna pubblicitaria Gestire relazioni attraverso i social media: la reputation management Strategie di valutazione delle attività sui social media Il marketing virale PSICOSOCIOLOGIA ORGANIZZATIVA Responsabili del modulo: Luciano Traquandi Lavoro in team Formazione dei gruppi e dei team Ruoli e dinamiche lavorative Stadi di evoluzione di un gruppo, secondo Lacoursiere Le fasi critiche dei gruppi, diagnosi e superamento Produttività e fattore umano, meccanismi di interazione Problemi del cambiamento entro i gruppi I gruppi a durata predefinita: task force Allocazione dei ruoli entro i gruppi Il patto psicologico entro il team Creazione e scioglimento dei gruppi Leadership e gestione del fattore umano 10

11 Stili di leadership Leader in equilibrio fra carisma e istituzione Motivazione attraverso strumenti non monetari Gestione del conflitto e delle insoddisfazioni Atteggiamenti comportamentali e mentali del leader La gestione delle differenze entro il gruppo Esempi da culture non italiane: l'estremo oriente e l'estremo occidente Analisi di casi di gestione del fattore umano Riti, miti e leadership, influenza sulla gestione organizzativa Paradigmi manageriali non convenzionali per la globalizzazione Comunicazione e relazione interpersonale Definizione delle due dimensioni dello stile di comunicazione: assertività ed espressività Come riconoscere lo stile del nostro interlocutore analizzando il suo comportamento (sguardo, voce, gestualità) Chi siamo noi: qual è il nostro stile di comunicazione? La versatilità: come modificare temporaneamente il nostro stile di comunicazione per migliorare il rapporto con l interlocutore assecondando il suo stile di comportamento INDUSTRIE ALIMENTARI Responsabili del modulo: Sebastiano Porretta, Annamaria Vinci Diritto Alimentare Controlli e Analisi Sequestro, ritiro, allerta Sicurezza dei prodotti alimentari Regolamento 178/2002 Pericolo per la salute pubblica: illeciti alimentari Le frodi alimentari Etichettatura dei prodotti alimentari e informazione del consumatore La pubblicità dei prodotti alimentari Packaging Food Packaging La sicurezza del Food Packaging Il valore economico delle funzioni tecniche del Food Packaging Il Food Packaging e le problematiche dello stoccaggio, del trasporto e del canale distributivo Osservare i quattro punti con gli occhi dell ambiente e cercare un nuovo equilibrio Food packaging e comunicazione 11

12 Risk & Quality Management L evoluzione delle tecniche di Qualità nell Industria Alimentare Come trasformare le aspettative del consumatore in un prodotto a lui gradito Il controllo e la gestione del processo I costi di non Qualità Il significato della certificazione della Qualità Come misurare la Qualità Esempi di gestione della sicurezza alimentare nell Industria Alimentare La gestione della sicurezza alimentare da parte delle Autorità Sanitarie Igiene e sicurezza alimentare Le principali operazioni unitarie I Principali processi della tecnologia alimentare Sensory & Consumer science Elementi di statistica per non statistici L analisi sensoriale: modello, strumenti e applicazioni Elementi di product development Shelf Life degli alimenti 10. CALENDARIO La giornata di apertura del Master è prevista per il giorno 16 Febbraio Le discussioni dei progetti finali si terranno entro il mese di Dicembre Il Direttore del Master potrà indire una sessione di discussione tesi suppletiva riservata a coloro che per gravi e giustificati motivi non abbiano potuto partecipare alla sessione ordinaria. Il Master sarà impostato secondo un calendario dettagliato delle lezioni e degli esami, che sarà direttamente pubblicato sul sito del Master. La commissione si riserva il diritto di comunicare eventuali variazioni dello stesso mediante pubblicazione tempestiva delle comunicazioni sul sito del Master. 11. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLE PROVE DI PROFITTO E DELLA PROVA FINALE Ogni singolo insegnamento prevede una valutazione dell apprendimento tramite esami con votazione in trentesimi. Le prove potranno essere scritte, orali o di altro genere in relazione alle caratteristiche di ciascun insegnamento. La verbalizzazione automatica del voto avverrà entro 10 giorni dalla data di esposizione degli esiti di ciascun esame sul sito del Master, fatti salvi gli eventuali casi di rifiuto degli stessi da comunicare tempestivamente al tutor didattico del Master. 12

13 È inoltre prevista una valutazione finale che prenderà in considerazione il project work condotto durante lo stage, o il project work, che potrà portare a un incremento della media ponderata degli esami. La documentazione relativa alla tesi finale dovrà essere consegnata alla Segreteria Master almeno 20 giorni prima della data prevista per la sessione di laurea ordinaria. In caso di superamento di tutti gli esami, del raggiungimento delle frequenza richiesta e di valutazione positiva delle attività finali da parte della commissione, ai partecipanti sarà rilasciato il diploma di Master Universitario di I livello in Food Management. Coloro i quali non superino gli esami secondo le modalità sopra specificate potranno ottenere a conclusione del Master un attestato di frequenza, sotto la condizione del raggiungimento della frequenza richiesta. Gli studenti che non riuscissero a completare gli esami oppure la tesi, potranno iscriversi a una eventuale successiva edizione dello stesso Master pagando l intero importo della retta con la possibilità di chiedere, con istanza al Rettore, il riconoscimento dei crediti già acquisiti. Unica eccezione sarà concessa a quegli studenti che presentino al Direttore del Master, entro la fine delle lezioni, una istanza motivata per giustificato motivo oggettivo con la quale chiedano di sospendere la loro partecipazione al Master e di poterlo completare nella prima edizione utile, se attivata. In questo caso, al momento della riattivazione della carriera, sarà loro richiesta una tassa di ricognizione pari a Euro 250,00 oltre all eventuale saldo delle tasse dell edizione Master alla quale erano originariamente iscritti. Se non dovesse essere attivata nessuna edizione, tali studenti non potranno completare il percorso Master. Le tesi dei corsi Master sono sottoposte, a cura del Direttore del Master, alla valutazione del software antiplagio. 12. FACULTY La faculty del Master prevede la presenza di docenti dell Università, nonché di accreditati e riconosciuti professionisti di settore. La scelta di un corpo docenti bilanciato tra mondo accademico e mondo professionale risponde alla precisa esigenza di trasferire contenuti didattici ad alto valore operativo, così da trovare reale e immediato riscontro nella pratica lavorativa. 13. DIREZIONE Il responsabile delle attività didattiche del Master è il Direttore. Il Direttore dirige il Master, ha nell ambito della conduzione del Master stesso le funzioni proprie dei Direttori dei Corsi di Laurea e firma i diplomi del Master. Direttore Master: Giuseppe Toscano Coordinatore Master: Annamaria Vinci Segreteria organizzativa : Eleonora Ferrari 13

14 14. APPLICATION FORM L application form può essere compilata esclusivamente accedendo al sito sul quale si troveranno tutte le indicazioni necessarie alla compilazione. Le domande devono essere presentate direttamente a mano o spedite tramite posta, alla c.a. della Sig.ra Elisabetta Mentasti Segreteria Master, Corso Matteotti, Castellanza (Va), entro il 16 marzo 2015 (farà fede il timbro postale) allegando i seguenti documenti: Curriculum Vitae indicante anche la posizione lavorativa ricoperta attualmente; autocertificazione (debitamente firmata) attestante conseguimento Laurea Triennale; fotocopia (fronte e retro) firmata della carta d'identità e del codice fiscale (indicare sul retro copia conforme all originale e apporre la propria firma); n. 2 fotografie identiche formato tessera (tutte firmate sul retro), di cui una verrà autenticata a cura della Segreteria; permesso di soggiorno (se studente extra U.E.). I candidati di nazionalità straniera dovranno presentare la domanda in tempo utile per poter procedere con l emissione del visto. Le modalità di immatricolazione per i candidati idonei ammessi, saranno rese disponibili sul sito del Master. Il Direttore del Master ha la facoltà di prorogare la data di presentazione dell application form, qualora ve ne fosse necessità, e di ammettere al Master eventuali partecipanti in ritardo a condizione che non sia superato il numero massimo di partecipanti a bando e che siano rispettati i relativi obblighi di frequenza, dandone tempestiva comunicazione agli uffici di competenza. Il Direttore del Master ha la facoltà di prorogare le iscrizioni entro e non oltre 30 giorni dopo la data d inizio Master per permettere l iscrizione di eventuali richieste tardive o regolarizzare le posizioni di studenti non ancora completate. 15. IMMATRICOLAZIONE Agli studenti immatricolati, verrà rilasciata una LIUC CARD tessera di riconoscimento, valida per l intero percorso di studi. La LIUC CARD è strettamente personale e dovrà essere presentata in occasione di esami o altre attività previste dal percorso di studi come unico documento identificativo dello studente. Al termine degli studi o in caso di trasferimento, decadenza o rinuncia agli studi, tale documento deve essere restituito alla Segreteria Master. In caso di furto, smarrimento o distruzione della stessa, lo studente deve esplicitare le circostanze in cui è avvenuto il fatto e chiedere il rilascio del duplicato (il costo del duplicato della LIUC CARD è di 20,00 euro) presentando alla Segreteria Master: domanda redatta in carta legale contenente le generalità del richiedente e il numero di matricola; 14

15 copia della denuncia di furto o smarrimento rilasciata da autorità della Pubblica Sicurezza o Carabinieri; due fotografie formato tessera debitamente firmate sul retro; quietanza del pagamento per indennità-duplicato della tessera di iscrizione. Lo studente è responsabile personalmente di eventuali alterazioni della propria LIUC CARD. 16. QUOTA ISCRIZIONE Chi ha ottenuto l'iscrizione al Master è tenuto a versare l'intero importo anche in caso di ritiro e non ha diritto in nessun caso alla restituzione delle tasse, soprattasse e contributi pagati. La quota di partecipazione al Master è di 7.500,00 Euro. Il pagamento è previsto in due rate così ripartite: - la prima di euro 3.600,00 + euro 16,00 di imposta di bollo all atto dell iscrizione - la seconda di euro 3.900,00 entro il 15 Aprile 2015 E prevista anche la partecipazione in forma di uditore. Il pagamento è previsto in due rate così ripartite: - la prima di euro 3.000,00 all atto d iscrizione - la seconda di euro 1.000,00 entro il 15 Aprile 2015 Alla domanda di iscrizione occorre applicare una marca da bollo da 16,00 euro. È anche possibile iscriversi, in qualità di uditori, ai singoli moduli Economia e Management: 2000,00 euro Marketing: 1700,00 euro Psicosociologia organizzativa: 800,00 euro Industrie Alimentari: 1.700,00 euro o ai singoli corsi Business logistics & supply chain management: 480,00 euro Comunicazione, Brand Management e Social Media Marketing: 480,00 euro Diritto Alimentare: 500,00 euro Packaging: 320,00 euro Risk & Quality Management: 320,00 euro Sensory & Consumer Science: 350,00 euro 15

16 Food Retail Management: 480,00 euro Alla domanda di iscrizione occorre applicare una marca da bollo da 16,00 euro. E in corso di definizione con le aziende partner del Master la possibilità di mettere a disposizione premi o contributi destinati agli studenti più meritevoli. La quota d iscrizione non comprende le trasferte per la partecipazione a fiere, eventi e visite aziendali. 18. SEDE E FACILITIES Il Master si terrà presso l Università Carlo Cattaneo - LIUC. L Università Carlo Cattaneo - LIUC è situata a circa 20 km dall aeroporto di Malpensa. Di seguito i percorsi per raggiungere la LIUC: Via treno Per chi proviene da Milano: Partenza dalla Stazione di Milano Centrale per Castellanza. Alla stazione di Castellanza, prendere l Autobus di linea per l'università o per il centro di Castellanza. Partenza dalla Stazione di Milano Porta Garibaldi (linee di superficie o passante), cambio a Legnano. A Legnano prendere Autolinee STIE (fermata all'ingresso dell'università). Partenza dalla Stazione di Milano Cadorna per Castellanza. Alla stazione di Castellanza prendere l Autobus di linea per l'università o per il centro di Castellanza. Per chi proviene da Novara: Ferrovie Nord Linea Novara-Milano, scendere alla stazione di Castellanza. Prendere l Autobus di linea per l'università o per il centro di Castellanza. Per chi proviene da Varese Ferrovie dello Stato, scendere alla stazione di Busto Arsizio. Prendere Autolinee STIE (fermata all'ingresso dell'università). Per chi proviene da Verbania, Arona, Sesto Calende: Ferrovie dello Stato, scendere alla stazione di Busto Arsizio. Prendere Autolinee STIE (fermata all'ingresso dell'università). In aereo Per chi proviene da Aeroporto Malpensa Ferrovie direttamente in aeroporto. Linea Malpensa Express, scendere alla Stazione di Castellanza. Alla stazione di Castellanza prendere l Autobus di linea per l'università o per il centro di Castellanza. 16

17 Dalla rete autostradale Autostrada A8 Milano-Laghi, provenienza da Milano: uscita Castellanza. Alla rotonda girare a sinistra proseguire su Via Saronnese verso Castellanza superare 1 rotonda, poi successivamente 2 semafori e altre 2 rotonde. A quest ultima svoltare a destra seguendo le indicazioni LIUC Aule e Parcheggi. Provenienza da Varese: uscita Castellanza svoltare a destra proseguire su via Saronnese sempre diritto superare 2 semafori e 2 rotonde, alla seconda rotonda svoltare a destra seguendo le indicazioni LIUC Aule e Parcheggi. Residenza Universitaria L Università Carlo Cattaneo - LIUC dispone di una Residenza Universitaria distribuita su quattro piani, per una superficie complessiva di quasi mq. All'interno della struttura Universitaria, la Residenza dispone di 440 posti letto con oltre 250 camere (di cui 24 camere albergo e 6 suite) progettate per varie tipologie di utenti, di aule computer, di laboratori linguistici, di una biblioteca di settore, di 550 posti a sedere nell area ristorazione, 2 sale TV, 30 sale studio e 120 posti auto coperti per gli ospiti della residenza. Ogni camera è dotata di prese telematiche polifunzionali per l allacciamento dei servizi telefonici con accesso diretto alle linee esterne, antenna televisiva per ricezione satellitare, prese per personal computer collegabili alla rete informatica della LIUC e a Internet, consentendo così agli studenti che lo volessero di continuare a svolgere attività di studio e di ricerca anche durante il tempo libero. A richiesta è possibile usufruire di alcuni servizi aggiuntivi (cassaforte e pulizie personalizzate). 17

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN

Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN Università degli Studi di Macerata MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN FORMAZIONE, GESTIONE E CONSERVAZIONE DI ARCHIVI DIGITALI IN AMBITO PUBBLICO E PRIVATO Anno Accademico 2014/2015 VIII edizione BANDO

Dettagli

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015

STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS. Anno Accademico 2014/2015 STRUTTURA CONTENUTI E SCADENZE SCHEDA SUA CDS Anno Accademico 2014/2015 PERCHE LA SCHEDA SUA CDS? L Obiettivo della scheda SUA-CdS non è puramente compilativo; tale strumento vuole essere una guida ad

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D.R. n. 1000 del 16.7.2013 Master di I Livello in MANAGEMENT DEI PRODOTTI E SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE I L R E T T O R E VISTO lo Statuto dell'università degli Studi di Cagliari, emanato con D.R. n. 339

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI

POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale OBIETTIVI E CARATTERISTICHE GENERALI Il Master è rivolto

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015

L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 L ORÉAL Italia Per le Donne e la Scienza in collaborazione con la Commissione Nazionale Italiana per l UNESCO Edizione 2014/2015 Regolamento per l'istituzione di borse di studio Art. 1 - Scopi e destinatari

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA.

Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA. Bando di concorso per l ammissione al MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO CULTURA DELL INNOVAZIONE, MERCATI E CREAZIONE D IMPRESA Sede di Bologna codice: 8159 Anno Accademico 2008/09 Scadenza Bando : 31

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli