BRYONIA ALBA. Ancora oltre il tifo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BRYONIA ALBA. Ancora oltre il tifo"

Transcript

1 BRYONIA ALBA Ancora oltre il tifo

2 Cucurbitacine Tra le componenti più importanti della bryonia alba sono state isolate e identificate, dalle radici, alcune molecole, denominate cucurbitacine, le quali mostrano una spiccata attività citotossica e anti-tumorale. Alcune di queste molecole sono in grado di inibire, in vitro, il rilascio di acido arachidonico, uno dei mediatori chimici del infiammazione, da parte dei neutrofili

3 Nel diabete Gli acidi tri-idrossi-octadecadienoici, ottenuti sempre dalle radici, somministrati a ratti resi diabetici con allossano, alla dose di 0,05 mg/kg al giorno, per 15 giorni, sono in grado di ripristinare l equilibrio nell alterazione del metabolismo lipidico, caratterizzato da un aumento degli acidi grassi non esterificati e dei trigliceridi. In questo modo, tali molecole sono state proposte per correggere lo squilibrio metabolico nelle forme di grave diabete mellito.

4 Dislipidemia Ancora, la somministrazione di estratto delle radici di bryonia permette di ristabilire l equilibrio nelle frazioni lipidiche del fegato, qualora sia somministrato a ratti diabetici per allossano. Analoghe osservazioni sono state riportate nella normalizzazione dei fosfolipidi, con lo stesso modello sperimentale

5 Anti-flogisto Le cucurbitacine sono di grande interesse per le loro molteplici attività biologiche, esibite nelle piante e negli animali. Sono state studiate le loro proprietà anti-ossidanti, attraverso un effetto diretto sulla eliminazione dei radicali liberi. In modo diverso, la cucurbitacina R è in grado di ridurre l infiammazione e il danno cartilagineo nelle artriti indotte da adiuvante nei ratti Lewis, mediante la soppressione del TNFα.

6 Tumori Quanto all effetto anti-tumorale, è stata osservata l azione della cucurbitacina B sul carcinoma umano del laringe. Trattando le cellule Hep-2 con differenti concentrazioni di tale molecola è stato dimostrato un effetto inibitorio sulla proliferazione cellulare e un effetto apoptotico evidente, deregolando l espressione di due oncoproteine, la ciclina B1 e la Bcl-2.

7 Ancora sui tumori Il loro effetto anti-proliferativo è stato dimostrato anche sulle cellule cancerose mammarie umane con mutazione di p53, sia in vivo, sia in vitro, in maniera analoga all azione del tassolo e della vincristina. Considerazioni simili sono state riportate nelle cellule Hke-3 del carcinoma del colon, inducendo l espressione degli oncosoppressori p53 e p21. Sembra che anche il glioblastoma multiforme sia suscettibile all azione della stessa molecola, su cellule in vitro, alla dose di 10(-7) molare. Osservazioni simili sono state riportate nel carcinoma epatocellulare umano, sulle cellule HepG2

8 Ipotesi terapeutiche effetto anti-infiammatorio, per inibizione del rilascio di acido arachidonico e TNFα (nelle artriti); effetto anti-dislipidemico, soprattutto nel diabete scompensato; effetto anti-ossidante; effetto oncosoppressivo.

9 BRYONIA Se, ad esempio, il paziente si lamenta di vertigini, dolori lancinanti (strappantilaceranti) alla testa, gola, torace, addome, etc., che sono avvertiti particolarmente con il movimento della parte in aggiunta gli altri sintomi, le emorragie, il vomito, il calore, la sete, l irrequietezza notturna, etc., gli somministriamo su un poco di zucchero una goccia della boccetta n. 12, al mattino, di preferenza rispetto a ogni altro momento, perché la febbre tende ad aumentare verso la notte. Il miglioramento si verifica in 4-24 ore, tempo per il quale non diamo altre medicine, fino a che dura il miglioramento stesso; poiché, nessuno dei farmaci qui raccomandati deve essere usato più spesso di una volta (nella dose di una goccia) raramente possono essere somministrati, con vantaggio, una seconda volta.

10 BRYONIA (dal II volume, 3 edizione, 1833) La durata di azione di una forte dose, di questo succo vegetale, può essere apprezzata intorno ad un paio di settimane. La somiglianza dei suoi effetti con molti dei sintomi di rhus toxicodendron non può non essere notata; nella prefazione a quest ultima medicina, ho sufficientemente argomentato su ciò. Nello stesso tempo, bryonia altera l umore in maniera del tutto diversa, la sua febbre consiste principalmente di brividi, ed i suoi sintomi sono più eccitati o aggravati dall esercizio fisico, benché i suoi effetti alternanti, quando i sintomi siano migliorati dal movimento, non sono molto rari.

11 BRYONIA Quando è stata realmente prescritta male, e non era veramente omeopatica, gli effetti negativi sono generalmente rimossi da rhus o, in accordo alle circostanze, da qualche altra medicina che corrisponda più esattamente agli effetti negativi prodotti, come canfora. Dal ricco tesoro di sintomi, che provoca nelle persone sane, un certo numero di stati morbosi artificiali può essere messo insieme, di cui noi possiamo ricavarne un profitto per il miglioramento omeopatico di molti disturbi che insorgono quotidianamente, soprattutto certe febbri, alcuni tipi di cosiddetti spasmi addominali del sesso femminile. I suoi poteri curativi, quindi, sono di grande estensione.

12 dal II volume, 3 edizione, 1833 (Il succo espresso dalla radice fresca, raccolta prima della fioritura, è mescolato con parti eguali di alcool, e, per l uso omeopatico, è diluito e potentizzato, come descritto nell introduzione a pulsatilla, fino alla trentesima potenza).

13 Dice ancora Hahnemann quando usiamo bryonia nelle malattie, ci possono essere dei casi ove il rimedio, sebbene scelto il più omeopaticamente possibile, e somministrato in dose sufficientemente piccola, non rende un adeguato servizio nelle prime 24 ore. La ragione di questo è che soltanto una, questo è l errore, delle sue azioni alternanti, corrisponde. In tali casi, una dose fresca, somministrata dopo 24 ore, determina un miglioramento con la produzione di azioni alternanti opposte.

14 Antidoti Quando è stata realmente prescritta male, e non era veramente omeopatica, gli effetti negativi sono generalmente rimossi da rhus o, in accordo alle circostanze, da qualche altra medicina che corrisponda più esattamente agli effetti negativi prodotti, come canfora.

15 Potenza e dosaggio Nelle severe malattie acute, con grande eccitazione, la dose più utile è una diluizione molto alta, la più alta da me prima usata, ossia un globulo della decilionesima potenza. L inalazione più o meno forte di un globulo della grandezza di un seme di mostarda, mescolato con tale attenuazione, agisce più delicatamente e sicuramente, ed è ugualmente efficace nei suoi effetti sulla forza vitale.

16 Indicazioni implicite febbre con brivido; sintomi eccitati o aggravati dall esercizio fisico (migliorati con il movimento); spasmi addominali nelle donne; tifo addominale.

17 Comparazione con il tifo Vertigini (7, 14), dolori lancinanti (strappantilaceranti) (588, 590) alla testa (64, 65), gola (195), torace (435, 448, addome (331), etc., che sono avvertiti particolarmente con il movimento della parte in aggiunta gli altri sintomi, le emorragie (148, 149, 150, 151, 153, 155), il vomito (288), il calore (720), la sete (717), l irrequietezza notturna (764).

18 Confusione e vertigini 7. Vertigine come da intossicazione, tutto il giorno (dopo 8 giorni) 14. Mentre cammina barcolla da entrambi i lati, come se non potesse stare in piedi fermamente (dopo 48 ore) 24. Non poteva sapere con precisione quello che stava facendo (nella stanza), peggio mentre era sdraiata, per 24 ore (immediatamente) 29. Mancanza di memoria, smemorato (dopo 4 ore)

19 Cefalea 39. Dolore sordo nell occipite 42. Pressione scavante nella parte frontale del cervello, con pressione verso la fronte, specialmente quando si inchina o cammina velocemente; una passeggiata lo stanca molto (dopo 24 ore) 55. Cefalea inchinandosi, come se tutto volesse uscire fuori dalla fronte 59. Dolore pressante all esterno in entrambe le tempie

20 Emicrania 62. Cefalea emilaterale: una (scavante) pressione su una piccola zona della metà dx del cervello, come una specie di dolore scavante o lacerante lungo le ossa delle mascelle, superiore ed inferiore, in connessione con una ghiandola sottomascellare dolente (dopo 30 ore) 64. Lacerazione spasmodica dall osso zigomatico destro in alto verso la tempia destra, esternamente, più violento al tatto

21 Volto in generale 83. Al mattino i capelli sono molto grassi, la testa stessa è fredda; le mani diventano completamente grasse pettinando i capelli (dopo 10 ore) 92. Macchia rossa sul viso e sul collo (per 2 giorni) 93. Pallore del volto, per 24 ore 96. Grande gonfiore della metà superiore del viso, specialmente un grande gonfiore sotto gli occhi, e sopra la radice del naso, con gonfiore delle palpebre; non poté aprire l occhio sinistro per 4 giorni (dopo 3 giorni)

22 Occhi 99. Nella palpebra inferiore sx, una papula, della grandezza di un pisello, dolente al tatto, per 16 giorni (dopo 24 ore) 108. Frequente lacrimazione degli occhi 111. (Presbiopia): poteva vedere distante ma non vicino (dopo 24 ore) 116. Al mattino i tegumenti degli occhi sono gonfi, come incollati con della materia

23 Massiccio facciale 125. Una piccola eruzione herpetiforme sulla guancia destra (dopo 4 giorni) 126. Gonfiore della guancia destra vicino all orecchio, con dolore bruciante (dopo 4 giorni) 127. Pressione dolente sotto l osso zigomatico destro, migliorata dalla pressione esterna (dopo 1 ora) P r e s s i o n e p i n z e t t a n t e n e l l a c a v i t à dell articolazione della mascella destra, che aumenta con il movimento

24 Epistassi 146. Naso gonfio con epistassi per diversi giorni (dopo 5 giorni) 147. Epistassi per 3 giorni di seguito ( il 10, l 11, ed il 12 giorno) 148. Epistassi, molte volte al giorno, per 14 giorni 151. Profusa epistassi di giorno (dopo 14 giorni) 155. Epistassi nel sonno, intorno alle 3 a.m., cosicchè si svegliò per questo (dopo 4 giorni)

25 Collo 163. Nel lato sinistro della nuca e del collo, dei muscoli facciale e massetere, dolore ulcerante al movimento, che faceva girare la testa, e rendeva la masticazione difficile o quasi impossibile (dopo 24 ore) 164. Prurito, come punture di spillo, al collo (specialmente camminando velocemente) che lo costringeva a grattarsi; veniva rimosso dal grattamento (dopo 24 ore)

26 Denti 176. Mal di denti tirante, qualche volta spasmodico, nei molari della mascella superiore sinistra, soltanto durante e dopo mangiato; nello stesso tempo i denti sembravano troppo lunghi e come se dondolassero avanti e indietro (dopo 6 ore) 174. La sera, a letto, odontalgia spasmodica, ora sui molari superiori ora su quelli inferiori (per un ora); quando il dolore era sopra, e vi si applicava la punta delle dita, il dolore improvvisamente scompariva, e si presentava nei denti inferiori opposti (dopo 5 giorni)

27 Denti 177. Dolore tirante nei molari della mascella superiore ed inferiore (dopo 24 ore) 188. Al mattino, dopo essersi svegliato, sensazione come se tutti i molari fossero troppo lunghi; potevano essere mossi avanti ed indietro dalle dita, per quanto fossero lenti; non poteva mordere niente con essi, e quando mordeva qualcosa c era un dolore come se i denti cadessero, per 15 ore (dopo 48 ore)

28 Sete e altro 213. Violenta sete per 21 giorni 216. Dopo mangiato, grande sete, per 16 giorni 219. Accumulo di saliva viscida e schiumosa nella bocca 221. Sapore insipido e disgustoso nella bocca (dopo 5 giorni) 223. Sapore insipido, nauseante nella bocca; non ha pressoché più il sapore

29 Desideri 243. Fame eccessiva per sei giorni 247. Non ha appetito per il latte; ma quando lo prende, l appetito per esso gli torna, e comincia a gustarlo 252. Grande desiderio per il caffè (dopo 5 ore)

30 Dispepsia 255. Dopo l eruttazione, singhiozzo per un quarto d ora (dopo 48 ore) 266. Eruttazione amara dopo un pasto 271. Frequente, t alvolt a acida, eruttazione, dopo mangiato

31 Stomaco 296. Immediatamente dopo mangiato (la sera), violento dolore nello scrobiculus cordis, camminando, e alla fine pressione sulla vescica e sul perineo, fino a un grado intollerabile; scomparve sedendo (dopo 12 ore) 298. Pressione nello stomaco dopo mangiato; come una pietra posta sopra, cosa che lo rendeva di cattivo umore 302. Sensazione nello scrobiculus cordis, come se fosse gonfio

32 Diarrea? 343. Diarrea per 4 giorni di seguito, una volta ogni tre ore, tanto brusca da non poter trattenere; i seguenti dodici giorni le feci, normali, passavano con eguale inaspettata rapidità 346. Diarrea, specialmente la notte, e bruciore anale ad ogni evacuazione (dopo 7 giorni) 348. Feci sottili, sanguinolente (dopo 24 ore) 349. Diarrea preceduta da dolori taglienti nell addome (dopo 44 e 72 ore)

33 Uetrite 356. Bruciore e dolore tagliente prima di urinare (dopo 3 giorni) 362. Nonostante la vescica non fosse piena, aveva tale urgenza di urinare, che a mala pena riusciva a trattenerla per un istante (dopo 12 ore) 367. Urgenza nella minzione e frequente emissione di urine, mentre cammina all aria aperta (dopo 6 ore)

34 Vie superiori 389. Raffreddore fluente per 8 giorni 390. Forte coriza fluente, cosicchè parlava attraverso il naso; nello stesso tempo brividi continui, per 8 giorni 391. Forte coriza fluente, con molti starnuti, per otto giorni (dopo 48 ore) 393. Forte raffreddore senza tosse (dopo 36 ore) 396. Muco viscido nelle fauci che veniva staccato raschiando

35 Tosse 407. Irritazione da tosse raschiante; sembra come avere del muco in trachea; quando ha tossito per un po' di tempo gli sembra di avere un dolore costituito da ulcerazione e pressione; il dolore diventa più forte parlando e fumando tabacco (dopo 4 ore) 408. Quando entra in una stanza calda, dall aperto, ha una sensazione come di vapore in trachea, che lo costringe a tossire; sente come se non possa respirare abbastanza (dopo 2 ore) 409. Muco viscido in trachea, che viene staccato da frequente tosse raschiante 423. Quando tossisce, la tosse si ripercuote sempre nella testa, come una pressione

36 Torace 455. Calore interno nel torace 458. Pressione scuotente dietro lo sterno, aggravata dalla espirazione e dalla inspirazione (dopo 5 giorni) 460. In un capezzolo indurito singole fitte, come scariche elettriche, per 2 ore e mezza, dopo cui ogni traccia di indurimento scomparve (dopo 5 ore) 461. Dolore lancinante acuto verso l esterno, sotto il capezzolo dx, nella cavità toracica, solo con la espirazione

37 Dorso 469. Pressione dolente alla sommità della spalla destra, peggiore al tatto; respirando profondamente, si presenta un ottuso dolore lancinante, che si estende all indietro e all esterno, dentro l articolazione della spalla (dopo 10 ore) 475. Dolore contrattivo che attraversa tutto il dorso, come se fosse fermamente compresso con una benda, quasi come un crampo (nel pomeriggio, dalle 4 alle 8) (dopo 48 ore) 476. Stiramento lungo il dorso, in basso, quando è seduto che scompare col movimento

38 Articolazioni arti superiori 492. Gonfiore sull articolazione del gomito e qualche volta sopra e sotto di esso, che si estende nella metà superiore dell avambraccio e ai piedi, per 3 ore 493. Dolore lacerante nella superficie interna dell avambraccio, dal gomito lungo una linea che arriva all articolazione del polso (dopo 5 giorni) 501. Dolore nell articolazione del polso come se fosse stato sforzato o dislocato, ad ogni movimento (dopo 24 ore) 508. Dolori lancinanti nelle dita delle mani, scrivendo

39 Arti inferiori 525. Grande debolezza delle cosce; può salire le scale con molta difficoltà; meno, quando le scende 534. Rigidità dolente, tensiva, delle ginocchia 539. Fitte nelle ginocchia, camminando 544. Le ginocchia vacillano e si piegano sotto di lui, camminando 545. Le gambe sono così deboli, che a stento lo sorreggono, non appena comincia a camminare, ed anche stando in piedi

40 Crampi 549. Violento dolore tirante nella gamba, specialmente nel polpaccio, per un ora, seguito da sudorazione (dopo 4 giorni) 555. Crampi nel polpaccio sinistro al mattino (dopo 12 ore) 556. La notte, quando è a letto, crampi nei piedi, nel dorso dei piedi e nei calcagni (dopo 6 ore) 561. Gonfiore caldo del piede (dopo 8 ore)

41 Effetti generali 587. Tutto il corpo è dolente, come se la carne fosse allentata, per 16 giorni 588. Tutti gli arti sono come contusi o paralizzati (la sera), e come se fosse sdraiato su un duro giaciglio (dopo 4 ore) 590. Un dolore inspiegabile acuto e tirante, nel periostio di tutte le ossa, come all inizio di una febbre intermittente, nel pomeriggio (dopo 24 ore) 607. Colore giallognolo della pelle di tutto il corpo, anche del viso (dopo 12 giorni) 624. Debolezza generale

42 Sonno 644. Forte tendenza allo sbadiglio; frequenti sbadigli di giorno 684. Sogni pieni di litigi e di situazioni vessatorie 685. Sogni molto vividi, per tutta la notte, di attenzione ansiosa e accurata sul suo lavoro 686. Nei suoi sogni è occupato con gli affari di famiglia 699. Dopo la siesta di mezzodì ha brividi ed è intorpidito alla testa

43 Febbre 717. Grande sete (deve bere molti liquidi freddi) con calore interno, senza peraltro essere caldo al tatto esterno 720. Sensazione di calore al viso con rossore e sete (dopo 3 ore) 749. Sudorazione diffusa, camminando all aperto 759. Abbondante sudorazione notturna, dalle 3 a.m. per 20 notti di seguito

44 Mentale 768. Esitazione; apprensione (dopo 18 ore) 770. Ansietà; è apprensivo in merito al suo futuro 773. Dapprima abbattimento di spirito, più tardi (dopo 5 giorni) gaiezza 775. Molto pianto, per un giorno e mezzo 780 Troppo occupata; desidera intraprendere e lavorare a troppe cose (dopo 20 ore)

45 Alcune importanti note al sintoma 336 (vedi): bryonia sembra dare costipazione più frequentemente, nella sua azione primaria, e nell azione secondaria, nella quale determina l opposto, è più raro; dunque, quando i suoi altri sintomi lo indicano, essa cura la costipazione permanentemente, come poche medicine, oltre nux vomica e opium, riescono a fare al sintoma 380 (le regole insorgono in poche ore, talvolta otto giorni in anticipo): questa è un azione primaria, quindi bryonia avrà, spesso, il potere di fermare la metrorragia

Dispnea, tosse secca incessante con sensazione di pizzicore e costrizione laringea,

Dispnea, tosse secca incessante con sensazione di pizzicore e costrizione laringea, Materia medica comparata delle sindromi respiratorie I.R.M.S.O. dott Alviani ISTITUTO DI RICERCA MEDICO SCIENTIFICA OMEOPATICA ACONITUM Dispnea, tosse secca incessante con sensazione di pizzicore e costrizione

Dettagli

ARNICA MONTANA. dal I volume, 3 edizione, 1830

ARNICA MONTANA. dal I volume, 3 edizione, 1830 ARNICA MONTANA dal I volume, 3 edizione, 1830 2 Cantani (Manuale di farmacologia Clinica, 1887) la pelle e le mucose cui viene applicata offrono iperemia, turgescenza e aumento di calore La polvere dei

Dettagli

ISSQoL. questionario per la valutazione della Qualità della Vita in persone con infezione da HIV

ISSQoL. questionario per la valutazione della Qualità della Vita in persone con infezione da HIV ISSQoL questionario per la valutazione della Qualità della Vita in persone con infezione da HIV 1 Codice Centro Num. Paziente Data visita 1. Nelle ultime 4 settimane si è sentito/a limitato/a nello svolgimento

Dettagli

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VINCRISTINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE

Dettagli

IDROSSIUREA (Oncocarbide)

IDROSSIUREA (Oncocarbide) IDROSSIUREA (Oncocarbide) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ;

Dettagli

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PEMETREXED (ALIMTA) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Alumina ansia vertigine eruttazione nausea frequente prurito all ano leucorrea dolori alla cervicale pesantezza nel braccio

Alumina ansia vertigine eruttazione nausea frequente prurito all ano leucorrea dolori alla cervicale pesantezza nel braccio Alumina Secondo Bute, bryonia dovrebbe dimostrarsi un antidoto agli effetti febbrili troppo forti della terra di allume. Altri danno camomilla e ipecacuana come antidoto. La terra di argilla si è dimostrata

Dettagli

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI GEMCITABINA POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

QUESTIONARIO SULL ADERENZA ALLA TERAPIA PER L EPATITE C

QUESTIONARIO SULL ADERENZA ALLA TERAPIA PER L EPATITE C ALLEGATO 5 Cod. paz.: Data compilazione / / Centro Clinico QUESTIONARIO SULL ADERENZA ALLA TERAPIA PER L EPATITE C Lo scopo di questa ricerca è quello di comprendere meglio i problemi legati all assunzione

Dettagli

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PACLITAXEL (Taxolo) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

A cura di Marcello Ghizzo

A cura di Marcello Ghizzo IL PRIMO SOCCORSO A NOI E AGLI ALTRI A cura di Marcello Ghizzo Per cominciare Il rischio che tu o i tuoi compagni possiate restare vittime di incidenti durante la pratica sportiva, il gioco, a scuola o

Dettagli

A - Primo stadio dei prodromi

A - Primo stadio dei prodromi SALUS INFIRMORUM snc Sede Fiscale: Via Piovese, 181 35127 Padova - - - Sede Operativa: Via Friuli, 17-35030 Tencarola (PD) Tel. 340-1201963 Fax 049-2106981 - P.I. 02661820288 E-mail: edizionisalus@gmail.com

Dettagli

Patologie da caldo. Collasso da calore o sincope da caldo. Colpo di calore. Ustione. Colpo di sole

Patologie da caldo. Collasso da calore o sincope da caldo. Colpo di calore. Ustione. Colpo di sole Patologie da caldo Patologie da caldo Collasso da calore o sincope da caldo Colpo di calore Ustione Colpo di sole permanenza prolungata e attività fisica in ambiente caldo, perdita elevata di acqua e sali

Dettagli

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI CISPLATINO POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI LE ALLERGIE RESPIRATORIE Cosa sono e come si manifestano LA REAZIONE ALLERGICA Le allergie sono una reazione eccessiva

Dettagli

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro.

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro. Polipi precancerosi I polipi sono piccole escrescenze dovute ad una proliferazione eccessiva delle cellule sane della mucosa intestinale che può causare lo sviluppo di polipi cosiddetti adenomatosi (anche

Dettagli

LA NATURA E LA SCIENZA

LA NATURA E LA SCIENZA LA NATURA E LA SCIENZA La NATURA è tutto quello che sta intorno a noi: le persone, gli animali, le piante, le montagne, il cielo, le stelle. e tante altre cose non costruite dall uomo. Lo studio di tutte

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

La Prevenzione del Rischio da MMC. Introduzione. Newsletter 08/2014

La Prevenzione del Rischio da MMC. Introduzione. Newsletter 08/2014 Codroipo, lì 15 settembre 2014 Prot. 4714LM La Prevenzione del Rischio da Movimentazione Manuale dei Carichi MMC Introduzione Newsletter 08/2014 ECONSULTING del dott. Luciano Martinelli Via Roma, 15 int.

Dettagli

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità.

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità. Gli effetti delle lesioni cerebrali Dato che il cervello è coinvolto in tutto ciò che facciamo, le lesioni cerebrali possono provocare una vasta serie di effetti. Questi effetti variano da una persona

Dettagli

STUDIO DI ODONTOSTOMATOLOGIA (dal Trattato delle Malattie Croniche) AMMONIUM CARBONICUM

STUDIO DI ODONTOSTOMATOLOGIA (dal Trattato delle Malattie Croniche) AMMONIUM CARBONICUM STUDIO DI ODONTOSTOMATOLOGIA (dal Trattato delle Malattie Croniche) AMMONIUM CARBONICUM INDICAZIONI CLINICHE: prolungato allentamento dei denti. 193. Violenta odontalgia la sera, non appena va a letto,

Dettagli

un tubicino che gli entrava nell'ombelico.

un tubicino che gli entrava nell'ombelico. Un altro Miracolo Quel bimbo non aveva un nome né sapeva se era un maschietto o una femminuccia. Inoltre non riusciva a vedere, non poteva parlare, non poteva camminare né giocare. Riusciva a muoversi

Dettagli

Nausea e vomito da chemioterapia

Nausea e vomito da chemioterapia Nausea e vomito da chemioterapia La nausea e il vomito sono tra gli effetti collaterali più temuti dai soggetti che devono sottoporsi a una chemioterapia per un tumore perché hanno un grande impatto sulla

Dettagli

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi?

I CRAMPI NEL RUNNER. Come faccio a prevenire i crampi? oppure perché vengono i crampi? I CRAMPI NEL RUNNER Ai bicipiti femorali o ai polpacci, i crampi, contrazioni muscolari involontarie, sono sempre molto fastidiosi e a volte dolorosi. La decisione di trattare questo argomento è nata dalle

Dettagli

FOLFOX POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

FOLFOX POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI FOLFOX POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: fluorouracile, acido folinico, oxaliplatino Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione

Dettagli

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167

Stimola la riparazione dei tessuti. Magnetoterapia BF 167 Stimola la riparazione dei tessuti Magnetoterapia BF 167 Illustrazioni esplicative per famiglie che intendono utilizzare trattamenti con Magnetoterapia BF 167: Illustrazione Descrizione Diffusori Frequenza

Dettagli

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE Francesco Albanese, 67 anni Ex titolare di una impresa edile Operato 5 anni fa di protesi alle ginocchia Sul sito web www.storiedivitainmovimento.it

Dettagli

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it A.N.P.A.N.A. (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente) Sezione Provinciale di Cosenza e COMUNE DI PAOLA PROVINCIA DI COSENZA presentano ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio

Dettagli

ALUMINA. Terra di argilla

ALUMINA. Terra di argilla ALUMINA Terra di argilla La terra di argilla si è dimostrata un importante antipsorico,, utile soprattutto ansia (vedi da 13 a 22) vertigine (vedi da 61 a 75) eruttazione (vedi da 437 a 448) nausea frequente

Dettagli

IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI IMATINIB (Glivec) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

INTERFERONE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

INTERFERONE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI INTERFERONE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

Corso di Primo Soccorso. Dolore. Gonfiore. Turgore. Calore. Funzione lesa. Corso di Primo Soccorso. contrazione in eccentrica

Corso di Primo Soccorso. Dolore. Gonfiore. Turgore. Calore. Funzione lesa. Corso di Primo Soccorso. contrazione in eccentrica Patologie dell apparato locomotore Traumatologia Traumatologia Ossa Fratture Definizioni Per trauma si intende una lesione fisica di natura violenta che si manifesta in maniera più o meno improvvisa. Articolazioni

Dettagli

MOSCHUS MOSCHIFERUS. Il muschio di ruminan8a cervina

MOSCHUS MOSCHIFERUS. Il muschio di ruminan8a cervina MOSCHUS MOSCHIFERUS Il muschio di ruminan8a cervina Tossicologia La specie dei cervidi con muschio (Moschidae) rappresenta una delle risorse maggiori delle montagne cinesi del Funiu, sia per le condizioni

Dettagli

More details >>> HERE <<<

More details >>> HERE <<< More details >>> HERE http://urlzz.org/hbritalian/pdx/palo1445/ Tags:

Dettagli

Congestione passiva pelvica con secchezza e calore ano-rettale, sensazione di spine nel retto

Congestione passiva pelvica con secchezza e calore ano-rettale, sensazione di spine nel retto PATOLOGIA GASTROINTESTINALE MATERIA MEDICA CLINICA I.R.M.S.O. ISTITUTO DI RICERCA MEDICO SCIENTIFICA OMEOPATICA ACONITUM Per problemi acuti, immediati, con dolori a fitta,taglienti, spesso accompagnati

Dettagli

MALORI DA CAUSE AMBIENTALI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA

MALORI DA CAUSE AMBIENTALI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA MALORI DA CAUSE AMBIENTALI REGOLAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA METABOLISMO = TEMPERATURA CORPOREA ETEROTERMI: (RETTILI ED ANFIBI) VARIANO LA LORO TEMPERATURA IN RELAZIONE ALLA TEMPERATURA AMBIENTALE.

Dettagli

LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI

LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI MASSAGGIAPIEDI LA SALUTE COMINCIA DAI PIEDI Fin dai tempi più antichi, l uomo ha imparato ad adoperare i suoi piedi per reggersi col corpo, ma poche persone hanno cercato di capire la struttura e l importanza

Dettagli

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching

Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching Consigli generali Procedi lentamente ed evita movimenti improvvisi. Presta attenzione allo stretching muscolare. Quando l hai eseguito quanto più comodamente possibile, rimani così per 5-10 secondi e poi

Dettagli

COPIA. Neuropatia diabetica. «Il diabete può danneggiare il sistema nervoso!»

COPIA. Neuropatia diabetica. «Il diabete può danneggiare il sistema nervoso!» Neuropatia diabetica «Il diabete può danneggiare il sistema nervoso!» www.associazionedeldiabete.ch Per donazioni: PC 80-9730-7 Associazione Svizzera per il Diabete Association Suisse du Diabète Schweizerische

Dettagli

CISPLATINO + GLIVEC (Imatinib)

CISPLATINO + GLIVEC (Imatinib) CISPLATINO + GLIVEC (Imatinib) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Questo schema comprende i seguenti farmaci: cisplatino, imatinib. Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione

Dettagli

METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI METHOTREXATE POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

Riscaldamento/Rilassamento

Riscaldamento/Rilassamento Riscaldamento/Rilassamento Eseguite ciascuno dei movimenti almeno quattro volte da ogni lato in maniera lenta e controllata. Non trattenete il respiro. 1) Testa Sollevate e abbassate la testa. Fissate

Dettagli

Sessione 22 IL PIANTO. 106 22. Il pianto. Introduzione

Sessione 22 IL PIANTO. 106 22. Il pianto. Introduzione 106 22. Il pianto Sessione 22 IL PIANTO Introduzione Molte madri cominciano a dare aggiunte inutili perché il loro bambino piange. Tuttavia le aggiunte spesso non fanno piangere di meno un bambino, che

Dettagli

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI PEB POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: cisplatino, etoposide, bleomicina. Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la

Dettagli

Additional details >>> HERE <<<

Additional details >>> HERE <<< Additional details >>> HERE

Dettagli

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Il monitoraggio Il principale strumento per monitorare l

Dettagli

6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso

6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso 6.5. Suggerimenti sul pronto soccorso In qualità di assistente è possibile trovarsi nelle condizioni in cui è necessario avere alcune nozioni di pronto soccorso. Un modo per apprendere queste competenze

Dettagli

INSURANCE TEAM di Farina & C. S.a.s.

INSURANCE TEAM di Farina & C. S.a.s. CONGELAMENTO E una lesione locale da freddo che interessa una o più parti del corpo, generalmente le estremità: mani, piedi, naso, orecchie. - Diminuito apporto di sangue nei tessuti interessati (colore

Dettagli

La Febbre: Info per i genitori. Calvani Mauro e Laura Reali

La Febbre: Info per i genitori. Calvani Mauro e Laura Reali La Febbre: Info per i genitori Calvani Mauro e Laura Reali 1. A cosa serve la febbre? La febbre èun importante e benefico meccanismo di difesa con cui il tuo bambino si difende dai germi che entrano nel

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTROPATIA PSORIASICA Informazioni per i pazienti Reggio Emilia, settembre 2015 Artropatia psoriasica DESCRIZIONE

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

Comune di Viadana Azienda Sanitaria Locale di Mantova

Comune di Viadana Azienda Sanitaria Locale di Mantova Comune di Viadana Azienda Sanitaria Locale di Mantova QUESTIONARIO PER I GENITORI Gentili Genitori, il presente questionario è simile a quello che già avete compilato nel 2006, anche se semplificato e

Dettagli

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA È importante sapere come comportarsi in caso di malattia. Evitate le situazioni a rischio e stabilite preventivamente le regole da seguire. Ricordate:

Dettagli

Additional details >>> HERE <<<

Additional details >>> HERE <<< Additional details >>> HERE http://pdfo.org/hbritalian/pdx/port3356/

Dettagli

CHOP +MABTHERA (Rituximab)

CHOP +MABTHERA (Rituximab) CHOP +MABTHERA (Rituximab) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: ciclofosfamide, doxorubicina (adriamicina), vincristina, prednisone, rituximab Le informazioni

Dettagli

Riconoscere lo stato di incoscienza. Saper effettuare manovre su pazienti incoscienti. Saper riconoscere un paziente in stato di shock

Riconoscere lo stato di incoscienza. Saper effettuare manovre su pazienti incoscienti. Saper riconoscere un paziente in stato di shock Corso Base per Aspiranti Volontari della CROCE ROSSA ITALIANA INFORTUNATO INCOSCIENTE SHOCK OBIETTIVO DELLA LEZIONE Riconoscere lo stato di incoscienza Saper effettuare manovre su pazienti incoscienti

Dettagli

Scopri la tua Prakriti/ Test Ayurvedico

Scopri la tua Prakriti/ Test Ayurvedico Scopri la tua Prakriti/ Test Ayurvedico STRUTTURA FISICA V - Molto alto o molto basso, esile, ossuto P - Corporatura media K - Grosso, massiccio, struttura ampia PESO V - Leggero, con ossa sporgenti, variazioni

Dettagli

Factsheet calore. Lucerna, 01.06.2006. 1. Introduzione

Factsheet calore. Lucerna, 01.06.2006. 1. Introduzione Lucerna, 01.06.2006 Factsheet calore 1. Introduzione Il lavoro nei giorni di canicola provoca un aumento della temperatura corporea, dovuto a fattori come il caldo, il lavoro fisico e, in alcuni casi,

Dettagli

Additional details >>> HERE <<<

Additional details >>> HERE <<< Additional details >>> HERE http://urlzz.org/hbritalian/pdx/monc/

Dettagli

FOLFIRI + AVASTIN (Bevacizumab) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

FOLFIRI + AVASTIN (Bevacizumab) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI FOLFIRI + AVASTIN (Bevacizumab) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: fluorouracile, acido folinico, irinotecano, bevacizumab. Le informazioni contenute in questo

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE http://urlzz.org/hbritalian/pdx/broa7433/

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

PRIMO SOCCORSO EMERGENZE MEDICHE PATOLOGIA DA CALORE CRAMPI DA CALORE ESAURIMENTO DA CALORE COLPO DI CALORE. deplezione IDRICA.

PRIMO SOCCORSO EMERGENZE MEDICHE PATOLOGIA DA CALORE CRAMPI DA CALORE ESAURIMENTO DA CALORE COLPO DI CALORE. deplezione IDRICA. PRIMO SOCCORSO EMERGENZE MEDICHE PATOLOGIA DA CALORE CRAMPI DA CALORE ESAURIMENTO DA CALORE deplezione SALINA deplezione IDRICA COLPO DI CALORE CRAMPI DA CALORE Insorgono in seguito ad una giornata di

Dettagli

PHOSPHORUS. Antipsorico e oltre

PHOSPHORUS. Antipsorico e oltre PHOSPHORUS Antipsorico e oltre Phosphorus (da Penzoldt e Stintzing,, vol. II, pag. 84, 1897) necrosi fosforica della mandibola (più di rado il mascellare superiore) un dente cariato diventa doloroso, la

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE DI ROMA. M.Grazia Fabbri VdS ROMA NORD

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE DI ROMA. M.Grazia Fabbri VdS ROMA NORD Crisi epilettiche Crisi ipoglicemiche CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE DI ROMA M.Grazia Fabbri VdS ROMA NORD Obiettivi Imparare a conoscere i diversi tipi: 2.CRISI EPILETTICHE 3.CRISI IPOGLICEMICHE

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE http://urlzz.org/hbritalian/pdx/dyna3530/

Dettagli

CISTITE. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

CISTITE. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate CISTITE A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è la CISTITE? La cistite è la più comune e frequente malattia delle vie urinarie e può colpire

Dettagli

Additional information >>> HERE <<<

Additional information >>> HERE <<< Additional information >>> HERE http://pdfo.org/hbritalian/pdx/sjzf1222/ Tags: mai piã¹ reflusso acido - curare il

Dettagli

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente.

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi

Dettagli

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico

ESERCIZI PRATICI. ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico La al ESERCIZI PRATICI ESERCIZI PRATICI per il benessere fisico L attività fisica è fondamentale per sentirsi bene e per mantenersi in forma. Eseguire degli esercizi di ginnastica dolce, nel postintervento,

Dettagli

Comprendere il processo del decesso

Comprendere il processo del decesso Governo dell'australia occidentale Ministero della Salute WA Cancer and Palliative Care Network (Rete sulla cura del cancro e le cure palliative dell'australia occidentale) Comprendere il processo del

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

STRETCHING PER GLI ARTI

STRETCHING PER GLI ARTI STRETCHING PER GLI ARTI INFERIORI E SUPERIORI... 1] Stretching attivo del polpaccio (gastrocnemio) In piedi rivolti verso il muro Mantenere ben dritta la gamba posteriore Mantenere il tallone a terra Mantenere

Dettagli

Cosa dovete sapere sulla gotta

Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno In breve gli aspetti importanti sollevare questa pagina. Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno Informazioni per i pazienti «Gotta» Informazioni per i pazienti «Gotta»

Dettagli

Problemi respiratori nella Malattia di Pompe

Problemi respiratori nella Malattia di Pompe Problemi respiratori nella Malattia di Pompe Molti neonati, bambini e adulti affetti dalla Malattia di Pompe presentano sintomi precoci di difficoltà respiratoria, che può aggravarsi con il progressivo

Dettagli

Il lavoro al Videoterminale (VDT)

Il lavoro al Videoterminale (VDT) Servizio Prevenzione e Protezione Viale Innovazione, 2-Edificio U11-20126 Milano tel.02-64486190-fax 02-64486191 Il lavoro al Videoterminale (VDT) Effetti sulla salute e prevenzione I videoterminali Negli

Dettagli

More information >>> HERE <<<

More information >>> HERE <<< More information >>> HERE

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Ho mal di stomaco Che cosa è la dispepsia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 24-0 05/09/2012 INDICE Cos è? 4 Come si riconosce? 5 La dispepsia

Dettagli

Pronto intervento con l omeopatia

Pronto intervento con l omeopatia Pronto intervento con l omeopatia CRITERI DI VERIFICA PER OGNI FENOMENO ACUTO Circostanze di apparizione del fenomeno Il modo in cui viene percepito il sintomo Localizzazione Estensione Tempo Periodicità

Dettagli

Stretching 1. Polmoni e Intestino Crasso

Stretching 1. Polmoni e Intestino Crasso Stretching 1 Polmoni e Intestino Crasso Elemento: Metallo mano biancastra come colorito della pelle, viso allungato con labbra a fessura, occhi chiari acquosi e tristi, spalle strette e gambe lunghe, andatura

Dettagli

Iperestesia tattile di tutta la superficie corporea, intolleranza agli indumenti stretti, soprattutto intorno al collo. Lateralità sinistra.

Iperestesia tattile di tutta la superficie corporea, intolleranza agli indumenti stretti, soprattutto intorno al collo. Lateralità sinistra. LACHESIS E un rimedio che influenza il sistema nervoso, il sangue, la circolazione ed il fegato. Fase di eccitazione e di depressione fino ad un estrema debolezza generale. Il sangue subisce importanti

Dettagli

Esercizi per collo, spalle e braccia.

Esercizi per collo, spalle e braccia. DA FARE IN CASA - Esercizi pratici per mantenersi in forma. Esercizi per collo, spalle e braccia. 1 - Muscoli spalle e braccia Sdraiati sulla schiena, sollevare un leggero peso sulla testa e flettendo

Dettagli

Corso avanzato di massaggio antistress

Corso avanzato di massaggio antistress Corso avanzato di massaggio antistress Massaggio parte anteriore del corpo, delle mani e del viso 21 novembre 2009 www.cmosteopatica.it Massaggio parte anteriore, Pagina 1 Massaggio parte anteriore Il

Dettagli

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali

ESERCIZI FISICI Esercizio 1. Schiena e spalle Esercizio 2. Collo e vertebre cervicali ESERCIZI FISICI Sono utili da eseguire prima o dopo la pratica sul pianoforte, per sciogliere, allungare e rinforzare le parti coinvolte nell azione pianistica. Devono essere affrontati con ritmo cadenzato

Dettagli

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO CONOSCERE IL PROPRIO CORPO Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

DISTURBI METABOLICI. Modulo 1 Lezione C Croce Rossa Italiana Emilia Romagna

DISTURBI METABOLICI. Modulo 1 Lezione C Croce Rossa Italiana Emilia Romagna DISTURBI METABOLICI Modulo 1 Lezione C Croce Rossa Italiana Emilia Romagna IL PANCREAS Funzione esocrina: supporto alla digestione Funzione endocrina: produzione di due ormoni: insulina e glucagone I due

Dettagli

DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE

DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE: FASCITE PLANTARE Con il termine fascite s intende l infiammazione di una fascia anatomica, nel caso specifico della fascite plantare si fa riferimento ad un processo infiammatorio

Dettagli

More information >>> HERE <<<

More information >>> HERE <<< More information >>> HERE

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

Il metodo McKenzie Alessandro Aina e sull esecuzione di esercizi appropriati diagnosi e trattamento Che cos è il metodo McKenzie

Il metodo McKenzie Alessandro Aina  e sull esecuzione di esercizi appropriati diagnosi e trattamento Che cos è il metodo McKenzie Il metodo McKenzie Alessandro Aina fisioterapista, dip MDT, docente McKenzie Studio v. Spontini 3, Milano, via Ripalta 6A San Donato Mil.se, tel 02 29527326 Si basa essenzialmente sul mantenimento di posizioni

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE http://pdfo.org/hbritalian/pdx/1181t736/ Tags: :

Dettagli

Sequenza Disintossicante

Sequenza Disintossicante Sequenza Disintossicante Lezioni e suggerimenti pratici di Kundalini Yoga HTTP://WWW.LEVIEDELDHARMA.IT 1 Sequenza Disintossicante Lezioni e suggerimenti pratici di Kundalini Yoga Detoxification Sequenza

Dettagli