LE LINEE GUIDA PROVINCIALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE LINEE GUIDA PROVINCIALI"

Transcript

1 LE LINEE GUIDA PROVINCIALI 2) INDICAZIONI PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DEI MODULI

2 ELABORATO PROGETTUALE (Mod.( A) predisposto dal produttore delle terre e rocce da scavo va presentato all autorità competente o allegato al progetto nel caso di lavori pubblici non soggetti a VIA, concessione edilizia e DIA; contiene le informazioni relative a: - sito di origine - sito di destinazione - deposito provvisorio - quantità e caratteristiche del materiale - modalità di riutilizzo si fonda sulla relazione geologica va integrato con planimetria dell area e sezioni di scavo va integrato con relazione agronomica nel caso di riutilizzo a beneficio dell agricoltura

3 ELABORATO PROGETTUALE (Mod.( A) Deve essere presentato insieme alla domanda di rilascio dei titoli abilitativi a carattere urbanistico-edilizio relativi al sito di origine o comunque prima del rilascio degli stessi. Eventuali variazioni in merito a quanto dichiarato nel Mod. A devono essere presentate: prima di procedere a qualsiasi forma di reimpiego; mediante apposita comunicazione alle autorità competenti (mediante dichiarazione allegata al progetto nel caso di lavori pubblici non soggetti a VIA, concessione edilizia e DIA)

4 Mod. A ELABORATO PROGETTUALE (Mod.( A) Oggetto: ELABORATO PROGETTUALE PER L UTILIZZO DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO Il sottoscritto nato il / / a Prov. ( ) CAP residente a Prov. ( ) CAP via e nr. civico in qualità di Sito di origine: DICHIARA Comune di località caratteristiche urbanistiche: area verde pubblico, privato e residenziale, agricola sito commerciale / industriale volume di scavo stimato complessivo: m 3 volume massimo stimato destinato a utilizzo fuori sito: m 3 eventuale deposito provvisorio: in sito: m 3, per mesi; fuori area: m 3, per mesi, in località caratteristiche merceologiche delle terre e rocce da scavo: caratteristiche chimiche e chimico-fisiche tali da permettere l integrale utilizzo senza alcuna trasformazione preliminare (v. relazione geologica di progetto): compatibili con i valori limite della colonna A 1 ; non compatibili con i valori limite della colonna A, ma non superiori ai valori limite della colonna B; non compatibili con i valori limite della colonna A, ma non superiori ai valori limite della colonna B, a causa di fenomeni naturali riconosciuti e approvati dalla Giunta provinciale o dall APPA; non compatibili con i valori limite della colonna B a causa di fenomeni naturali riconosciuti e approvati dalla Giunta provinciale o dall APPA; compatibili con i valori limite previsti per il test di cessione 2. Sito/i di destinazione: Relativamente alla destinazione delle terre e rocce da scavo, devono essere prodotte tante schede di cui alla pagina successiva, quanti i siti previsti. 1 Tabella 1 dell allegato 5 al titolo V della parte quarta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n Allegato 3 del decreto ministeriale 5 febbraio 1998, come modificato dal decreto ministeriale 5 aprile 2006, n. 186, ad esclusione del parametro COD e dell Amianto. Compilato da: Progettista o D.L. o altro tecnico che si assume la responsabilità della corretta compilazione. Volume di scavo stimato e volume massimo stimato destinato a utilizzo fuori sito : sono ricavabili dal progetto dell opera e non necessariamente corrisponderanno ai volumi effettivi scavati (fattore di espansione) che saranno dichiarati nel Mod. B (ovvero nel Mod. C). Caratteristiche merceologiche: va riportata una descrizione fedele dell aspetto fisico del materiale (es. terra vegetale, sabbia, limo,ghiaia, ). Caratteristiche chimiche e chimico-fisiche: possono essere ipotizzate sulla base della relazione geologica; in seguito devono comunque essere verificate tramite le analisi. Unico Mod. A anche per più siti di destinazione.

5 SCHEDA SPECIFICA PER OGNI SINGOLO SITO DI DESTINAZIONE (n di ) Sito di destinazione: 3 Comune di località Proprietario o Società: Eventuale autorizzazione dell intervento: provvedimento prot. n. di data / / rilasciato da Impianto 4 : caratteristiche urbanistiche: area verde pubblico, privato e residenziale, agricola sito commerciale / industriale eventuale presenza di un fondo naturale riconosciuto e approvato dalla Giunta provinciale o dall APPA, rispetto al quale le caratteristiche delle terre e rocce da scavo risultano compatibili ai sensi del punto 4.4, lettera b), delle Linee guida: presenza di un fondo naturale con valori di fondo naturale superiori ai valori di colonna A ma inferiori a quelli di colonna B; presenza di un fondo naturale con valori di fondo naturale superiori ai valori di colonna B; volume stimato destinato a utilizzo nello specifico sito: m 3 Modalità di riutilizzo: reinterro riempimento rimodellazione realizzazione rilevati in processi industriali in sostituzione di materiali di cava ELABORATO PROGETTUALE (Mod.( A) Indicazione del sito di destinazione (e di deposito provvisorio): possibilità di modificare tale informazione in un secondo momento tramite apposita comunicazione alle autorità competenti o dichiarazione prima di procedere al reimpiego. Eventuale autorizzazione dell intervento : autorizzazione urbanistico/edilizia relativa all intervento nel sito di utilizzo delle terre. Modalità di trasporto: le terre e rocce, senza subire trasformazioni preliminari, saranno conferite: direttamente al sito di utilizzo al sito di stoccaggio intermedio localizzato a il materiale sarà accompagnato durante il trasporto da un documento che ne attesti la tracciabilità (Mod. B). Sito di stoccaggio intermedio corrisponde al sito di deposito provvisorio già presente nella parte precedente. 3 Per quanto possibile, il sito di destinazione deve essere indicato all atto della redazione del Mod. A. Fatti salvi gli ulteriori ed eventuali adempimenti previsti dal punto 6 di queste linee guida, devono in ogni caso essere precisate nel Mod. A le caratteristiche urbanistiche del sito di destinazione. 4 Da compilare nel caso di utilizzo in processi industriali in sostituzione di materiali di cava.

6 ELABORATO PROGETTUALE (Mod.( A) Eventuali note: Data / / Data / / Timbro e firma del progettista o del D.L. Firma del proprietario del sito di origine Compilato e firmato da: Progettista o D.L. o altro tecnico che si assume la responsabilità della corretta compilazione Sottoscritto da: Proprietario del sito di origine Allegati: Obbligatori: - Planimetria e sezioni dell area con indicazione delle zone di escavazione. - Relazione geologica di progetto. In funzione dei singoli casi: Analisi chimiche, qualora già effettuate. Relazione agronomica. Altro: Allegati obbligatori: Planimetria e sezioni dell area con indicazione delle zone di escavazione Relazione geologica di progetto Altri allegati: Analisi chimiche, qualora già effettuate Relazione agronomica, nel caso di utilizzo a beneficio dell agricoltura, comprese destinazioni a pascolo

7 DOCUMENTO DI TRASPORTO (Mod.( B) specifico per i trasporti effettuati dallo stesso automezzo a partire da un unico sito di origine verso un unico sito di utilizzo o di deposito provvisorio; va redatto in unica copia; deve essere conservato in originale dal responsabile del sito di utilizzo ( D.L. o proprietario del sito) fino all ultimazione dei lavori.

8 Mod. B Oggetto: DOCUMENTO DI TRASPORTO TERRE E ROCCE DA SCAVO Nota: Il modello è specifico per tutti i trasporti di terre e rocce da scavo effettuati dallo stesso automezzo a partire da un unico sito di produzione verso un unico sito di utilizzo o di deposito provvisorio previsti da apposito progetto. Il documento, completati i trasporti, deve essere conservato in originale, fino all ultimazione dei lavori, dal responsabile del sito di utilizzo. TARGA MEZZO SITO DI ORIGINE Comune di località SITO DI DESTINAZIONE - IMPIANTO INDUSTRIALE - SITO DI DEPOSITO PROVVISORIO 1 Comune di località DOCUMENTO DI TRASPORTO (Mod.( B) Deve essere: aggiornato dall autista ad ogni trasporto; VIAGGI DATA E ORA PARTENZA QUANTITA TRASPORTATA n.1 m 3 n.2 m 3 n.3 m 3 n.4 m 3 n.5 m 3 n.6 m 3 n.7 m 3 n.8 m 3 n.9 m 3 n.10 m 3 n.11 m 3 n.12 m 3 FIRMA DELL AUTISTA DATA E ORA ARRIVO Firma del soggetto che ha la disponibilità del sito 2 di origine sottoscritto fin dal primo trasporto da parte del soggetto che ha la disponibilità del sito di origine; controfirmato dal soggetto che ha la disponibilità del sito o dell impianto di utilizzo al termine di tutti i trasporti. Firma del soggetto che ha la disponibilità del sito o dell impianto di utilizzo 1 Segnare con una X il campo di interesse. 2 Per soggetto che ha la disponibilità del sito si intende il titolare dell impresa esecutrice dei lavori (o suo delegato) o il titolare dei diritti di proprietà o di godimento del sito. NOTA: Soggetto che ha la disponibilità del sito : - titolare dell impresa esecutrice dei lavori (o suo delegato); - titolare dei diritti di proprietà o di godimento del sito.

9 DICHIARAZIONE DI AVVENUTO UTILIZZO (Mod.( C) Deve essere redatto da due soggetti diversi, in tempi diversi QUANDO SOGGETTO OBBLIGATO ALLEGATI DESTINATARIO DEL MOD. C 1. Al termine dei lavori di scavo Chi dispone del sito di origine o il D.L. dell opera ivi prevista Certificati di analisi autorità competente, (già in possesso del Mod. A); Comune territorialmente competente in relazione al sito di utilizzo Al termine Chi dispone del sito o 2. impianto di Nessun dei lavori di allegato utilizzo destinazione o il D.L. dell opera ivi prevista autorità competente; Comune territorialmente competente in relazione al sito di utilizzo

10 Mod. C Oggetto: DICHIARAZIONE DI AVVENUTO UTILIZZO DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO Nota: tale modello deve essere compilato due volte, ovvero: dal soggetto che dispone del sito di origine delle terre e rocce o dal D.L. dell opera ivi prevista, a conclusione dei lavori di escavazione; dal soggetto che dispone del sito di utilizzo o dal D.L. dell opera ivi prevista, a conclusione dei lavori di utilizzo, o dal soggetto responsabile dell impianto industriale in cui le terre e rocce sono utilizzate in sostituzione dei materiali di cava. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETÀ (art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il sottoscritto nato il / / a Prov. ( ) CAP residente a Prov. ( ) CAP via e nr. civico in relazione all opera realizzata / all impianto situato nel Comune di in località DICHIARA consapevole delle sanzioni penali nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall articolo 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n che a seguito dei lavori di escavazione condotti per la realizzazione di detta opera: m 3 di terre e rocce sono stati gestiti come rifiuti; m 3 di terre e rocce sono stati trasferiti nel sito / nell impianto del Comune di in località via n p.f./p.ed., ai fini dell utilizzo previsto dall elaborato progettuale presentato a in data / / o dalla successiva comunicazione/dichiarazione di data / /. 2 che per la realizzazione di detta opera / che in detto impianto sono stati utilizzati: m 3 di terre e rocce prodotte dal signor 3 come risulta dai documenti di trasporto. Allegati 4 : Certificati delle analisi effettuate sui campioni. DICHIARAZIONE DI AVVENUTO UTILIZZO (Mod.( C) Il Mod. C va compilato per ogni sito di origine e per ogni sito di destinazione Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà: Sottoscritta, previa identificazione, in presenza del dipendente addetto, oppure Presentata unitamente a fotocopia non autenticata del documento di identità La prima parte deve essere compilata dal responsabile del sito di origine, la seconda parte dal responsabile del sito di utilizzo. Data / / Firma di chi ha la disponibilità del sito o impianto o del D.L. Ai sensi dell'articolo 38 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, la presente dichiarazione è stata: sottoscritta, previa identificazione del richiedente, in presenza del dipendente addetto (indicare in stampatello il nome del dipendente) sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. 1 Da compilare nel caso di dichiarazione rilasciata dal soggetto che dispone del sito di origine delle terre e rocce o dal D.L. dell opera ivi prevista. 2 Da compilare nel caso di dichiarazione rilasciata dal soggetto che dispone del sito di utilizzo o dal D.L. dell opera ivi prevista o dal soggetto responsabile dell impianto industriale in cui le terre e rocce sono utilizzate in sostituzione dei materiali di cava. 3 Indicare i dati identificativi del soggetto che dispone del sito di origine o del D.L. dell opera ivi prevista. 4 Allegati che deve obbligatoriamente produrre il soggetto che dispone del sito di origine delle terre e rocce, o il D.L. dell opera ivi prevista. Il volume dichiarato deve essere quello effettivo e deve corrispondere a quello dichiarato nel Mod. B anche se può non corrispondere a quello stimato nel Mod. A

11 DICHIARAZIONE DI NON SOTTOPOSIZIONE AD INDAGINE AMB. (Mod.( D) Sostituisce l elaborato progettuale (Mod. A) qualora ci si avvalga delle esclusioni particolari per: - scavi di modesta entità (< 100 m 3 ) - scavi connessi con interventi di sistemazione idraulica e forestale Dichiarazione che l area di scavo non è stata interessata da attività o eventi di potenziale contaminazione ambientale Dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà Va presentato all autorità competente, prima del rilascio dei titoli abilitativi a carattere urbanistico-edilizio, o allegato al progetto dell opera, sottoscritto dal progettista.

12 Mod. D DICHIARAZIONE DI NON SOTTOPOSIZIONE AD INDAGINE AMB. (Mod.( D) Oggetto: DICHIARAZIONE DI NON SOTTOPOSIZIONE AD INDAGINE AMBIENTALE Interventi di scavo di modesta entità (<100 m 3 ) Interventi di scavo nell ambito di sistemazioni idrauliche e forestali DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL'ATTO DI NOTORIETÀ (art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il sottoscritto nato il / / a Prov. ( ) CAP residente a Prov. ( ) CAP via e nr. civico in qualità di proprietario del terreno interessato dalle operazioni di scavo sotto specificate; autorità competente all esecuzione di interventi di sistemazione idraulica e forestale; DICHIARA consapevole delle sanzioni penali nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall articolo 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n ) che l area di scavo sita nel Comune di località sulla quale è prevista l escavazione di m 3 di terre e rocce originate come sottoprodotti e destinate ad utilizzo nel sito del Comune di località Impianto 1 : Chi compila il Mod. D: - proprietario del terreno nel caso di scavi di modesta entità; - autorità competente all esecuzione dei lavori nel caso di interventi di sistemazione idraulica e forestale. Compilazione del punto 1) è sempre obbligatoria non è stata interessata da attività o eventi di potenziale contaminazione ambientale; 2) 2 che, essendo l area di scavo caratterizzata dalla presenza di fenomeni di origine naturale riconosciuti e approvati dalla Giunta provinciale o dall APPA, il sito di destinazione individuato: risulta anch esso caratterizzato dalla presenza di fenomeni di origine naturale analoghi; è caratterizzato da destinazione d uso compatibile con i valori di fondo naturale riconosciuti nel sito di origine. Data / / Firma Compilazione del punto 2) è richiesta solo nei casi di presenza di fenomeni naturali Ai sensi dell'articolo 38 del D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000, la presente dichiarazione è stata: sottoscritta, previa identificazione del richiedente, in presenza del dipendente addetto (indicare in stampatello il nome del dipendente) sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. 1 Da compilare nel caso di riutilizzo in processi industriali in sostituzione di materiali di cava. 2 Cancellare se non pertinente al caso di specie.

13 NOTA La modulistica allegata alla deliberazione richiede le informazioni minime per la gestione delle terre e rocce da scavo: può essere eventualmente modificata per fornire più dettagliate informazioni.

MODELLO A: ELABORATO PROGETTUALE

MODELLO A: ELABORATO PROGETTUALE Mod. A ELABORATO PROGETTUALE PER L UTILIZZO DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO MODELLO A: ELABORATO PROGETTUALE Compilato da: soggetto proponente Il sottoscritto nato il / / a residente a via e nr. civico in

Dettagli

MODELLO A: ELABORATO PROGETTUALE

MODELLO A: ELABORATO PROGETTUALE Mod. A Oggetto: ELABORATO PROGETTUALE PER L UTILIZZO DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO MODELLO A: ELABORATO PROGETTUALE Compilato da: soggetto proponente Il sottoscritto nato il / / a residente a via e nr.

Dettagli

MODELLO 1 DA UTILIZZARE PER LA COMUNICAZIONE ALL ARPAV AI SENSI DELL ART. 41BIS, COMMA 1, DELLA LEGGE N. 98/2013 E PER LE EVENTUALI MODIFICHE

MODELLO 1 DA UTILIZZARE PER LA COMUNICAZIONE ALL ARPAV AI SENSI DELL ART. 41BIS, COMMA 1, DELLA LEGGE N. 98/2013 E PER LE EVENTUALI MODIFICHE MODELLO 1 DA UTILIZZARE PER LA COMUNICAZIONE ALL ARPAV AI SENSI DELL ART. 41BIS, COMMA 1, DELLA LEGGE N. 98/2013 E PER LE EVENTUALI MODIFICHE Dichiarazione del proponente/produttore in merito al rispetto

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ DICHIARAZIONE IN MERITO AL RISPETTO DEI CRITERI PREVISTI IN TEMA DI RIUTILIZZO DI TERRE E ROCCE DA SCAVO DAL COMMA 1 DELL ART. 41bis DEL DECRETO LEGGE 21 GIUGNO 2013, N 69, RECANTE DISPOSIZIONI URGENTI

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (resa ai sensi degli artt. 47 e 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ (resa ai sensi degli artt. 47 e 38 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445) Spett.le ARPA Lombardia DIPARTIMENTO DI.. Via...... (indirizzare all ARPA territorialmente competente con riferimento al sito di produzione dei materiali da scavo) Dichiarazione relativa al rispetto delle

Dettagli

PIANO DI UTILIZZO DEI MATERIALI DA SCAVO (D.M. 10/8/2012, N.161)

PIANO DI UTILIZZO DEI MATERIALI DA SCAVO (D.M. 10/8/2012, N.161) Spett.le Comune di (autorità competente)... Via... n Il sottoscritto (cognome)... (nome)..., C.F..., nato a..., il..., residente in..., prov. (.), via... n..., C.A.P...., in qualità di:...... ai sensi

Dettagli

paragrafo successivo, in cui sono indicate le modalità di riutilizzo, omettendo la parte anagrafica già compilata nel presente paragrafo.

paragrafo successivo, in cui sono indicate le modalità di riutilizzo, omettendo la parte anagrafica già compilata nel presente paragrafo. Riutilizzo Terre e Rocce da Scavo DECRETO LEGISLATIVO 3 aprile 2006, n 152 - Art. 186, come modificato dal D.lgs. N. 4/08 Il sottoscritto (cognome) (nome) nato a il in qualità di Titolare, Legale Rappresentante,

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

Il sottoscritto (cognome) (nome) nato a il codice fiscale residente a in via/loc.

Il sottoscritto (cognome) (nome) nato a il codice fiscale residente a in via/loc. DICHIARAZIONE SERVIZIO GOVERNO DEL TERRITORIO IN MATERIA DI TERRE E ROCCE DA SCAVO (art. 186 D.Lgs 152/2006 come modificato da D.Lgs. n. 4/08) Oggetto : Riutilizzo delle terre e rocce da scavo ai sensi

Dettagli

R I F I U T I D A C & D (art. 39, comma 2 della L.R. 45/07 e s.m.i.)

R I F I U T I D A C & D (art. 39, comma 2 della L.R. 45/07 e s.m.i.) MODULO 1 Al Comune di Provincia di Ufficio Urbanistica ed Edizia Privata e Pubblica AL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PRATICA N. Ing./geom Per trasmissione del presente modulo da parte del Comune alla Provincia

Dettagli

COMUNICAZIONE FINE LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE FINE LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante e del direttore dei lavori Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023 Campo Manin - 30124

Dettagli

La gestione dei rifiuti in edilizia

La gestione dei rifiuti in edilizia La gestione dei rifiuti in edilizia L Aquila, 26 febbraio 2008 ANCE ASSOCIAZIONE NAZIONALE COSTRUTTORI EDILI Direzione Legislazione Mercato Privato 1 EDILIZIA E CODICE AMBIENTE NUOVA EDIFICAZIONE INTERVENTI

Dettagli

Allegato 1 DICHIARA. che le terre e rocce da scavo provenienti dal suddetto intervento (barrare la/le voce/i, che interessa/no):

Allegato 1 DICHIARA. che le terre e rocce da scavo provenienti dal suddetto intervento (barrare la/le voce/i, che interessa/no): CRITERI PER LA GESTIONE DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO E MATERIALE DI RISULTA DA ATTIVITA DI CANTIERE (Decreto legislativo 03.04.2006 n 152 e s. m. i. art. 186) Allegato 1 Schema di dichiarazione relativa

Dettagli

Compilazione del modulo di dichiarazione per l utilizzo terre e rocce da scavo come sottoprodotto, ai sensi della legge 9 agosto 2013 n.

Compilazione del modulo di dichiarazione per l utilizzo terre e rocce da scavo come sottoprodotto, ai sensi della legge 9 agosto 2013 n. Compilazione del modulo di dichiarazione per l utilizzo terre e rocce da scavo come sottoprodotto, ai sensi della legge 9 agosto 2013 n. 98 A seguito dell entrata in vigore della Legge 09.08.2013 n. 98,

Dettagli

TERRE E ROCCE DA SCAVO art. 186 del D.lgs. n. 152/2006, così come modificato dall art. 2, comma 23 del D.lgs n. 4/2008 LINEE GUIDA

TERRE E ROCCE DA SCAVO art. 186 del D.lgs. n. 152/2006, così come modificato dall art. 2, comma 23 del D.lgs n. 4/2008 LINEE GUIDA TERRE E ROCCE DA SCAVO art. 186 del D.lgs. n. 152/2006, così come modificato dall art. 2, comma 23 del D.lgs n. 4/2008 LINEE GUIDA Con le modifiche apportate dall art. 2, comma 23 del D.lgs n. 4/2008 al

Dettagli

Il sottoscritto / La sottoscritta richiedente 1 cognome nome. nato a il / / residente a indirizzo

Il sottoscritto / La sottoscritta richiedente 1 cognome nome. nato a il / / residente a indirizzo Modulistica unificata SPAZIO RISERVATO ALLA COMUNITA /TERRITORIO Marca da bollo 16,00 Alla Comunità / al Territorio Val d Adige (specificare la Comunità o barrare) DOMANDA DI CONTRIBUTO PER LA PRIMA CASA

Dettagli

Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia

Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia Comune di Montebello Jonico Provincia di Reggio Calabria Area Tecnica Sportello Unico edilizia Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01 e

Dettagli

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico

COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico COMUNE DI MENDICINO (Provincia di Cosenza) AREA TECNICA Servizio Urbanistico Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01 e s.m.i. come modificati

Dettagli

CITTA DI MOGLIANO VENETO

CITTA DI MOGLIANO VENETO CITTA DI MOGLIANO VENETO P.zza Caduti, 8 C.A.P. 31021 PROVINCIA DI TREVISO tel. 041/5930.111 - fax 041/5930.299 Codice fiscale 00565860269 Partita IVA 00476370267 COMUNICAZIONE DI FINE LAVORI E COLLAUDO

Dettagli

Assessorato territorio e ambiente Dipartimento territorio e ambiente

Assessorato territorio e ambiente Dipartimento territorio e ambiente Assessorato territorio e ambiente Dipartimento territorio e ambiente LINEE-GUIDA PER LA GESTIONE DEI MATERIALI/RIFIUTI INERTI DERIVANTI DALLE ATTIVITÀ DI DEMOLIZIONE, COSTRUZIONE E SCAVO, COMPRESE LE COSTRUZIONI

Dettagli

Il sottoscritto. avente sede legale. in, Via Cap, REA CCIAA di: PG - TR n. P.Iva

Il sottoscritto. avente sede legale. in, Via Cap, REA CCIAA di: PG - TR n. P.Iva Domanda di contributo per la partecipazione a manifestazioni fieristiche in Italia e all estero da inviare almeno 15 giorni prima della data di inizio della manifestazione (Articolo 6 del Regolamento)

Dettagli

ll sottoscritto Tel. SEGNALA di dare inizio alla realizzazione del seguente intervento:

ll sottoscritto Tel. SEGNALA di dare inizio alla realizzazione del seguente intervento: Mittente: Via Al Sig. Sindaco del Comune di Colfelice Viale della Repubblica 03030 COLFELICE (FR) Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01

Dettagli

contestualmente alla data di presentazione all ufficio protocollo comunale della presente S.C.I.A.,

contestualmente alla data di presentazione all ufficio protocollo comunale della presente S.C.I.A., Bollo 16,00 Allo Sportello Unico Dell Edilizia del Comune di Sgurgola Via Roma 8 03010 SGURGOLA (FR) Segnalazione Certificata di Inizio Attività -S.C.I.A.- ai sensi degli artt. 22 e 23 del D.P.R. n. 380/01

Dettagli

FREQUENTLY ASKED QUESTIONS (FAQ)

FREQUENTLY ASKED QUESTIONS (FAQ) Agenzia Provinciale per la Protezione dell Ambiente Settore Gestione Ambientale U.O. Pianificazione FREQUENTLY ASKED QUESTIONS (FAQ) Linee guida e indicazioni operative per l utilizzo di terre e rocce

Dettagli

2. Tipologia degli interventi ammissibili a contributo e individuazione della spesa ammessa

2. Tipologia degli interventi ammissibili a contributo e individuazione della spesa ammessa Allegato parte integrante Allegato 1 - Criteri veicoli Criteri e modalità per la concessione dei contributi di cui all art. 74, commi 9, della legge provinciale 1 luglio 2011, n. 9 Disciplina delle attività

Dettagli

ADEMPIMENTI IN CASO DI EVENTO POTENZIALMENTE CONTAMINANTE

ADEMPIMENTI IN CASO DI EVENTO POTENZIALMENTE CONTAMINANTE ADEMPIMENTI IN CASO DI EVENTO POTENZIALMENTE CONTAMINANTE Settore Ambiente Adempimenti in caso di evento potenzialmente contaminante Soggetti interessati Responsabile dell inquinamento Proprietario o gestore

Dettagli

Oggetto: L.R. n. 27 del 12.08.1998, art. 6, comunicazione di inizio attività di esercizio saltuario del servizio di alloggio e prima colazione

Oggetto: L.R. n. 27 del 12.08.1998, art. 6, comunicazione di inizio attività di esercizio saltuario del servizio di alloggio e prima colazione Al Comune di Cagliari Servizio Attività Produttive e Turismo Ufficio Turismo Via Roma n. 145 09100 CAGLIARI Oggetto: L.R. n. 27 del 12.08.1998, art. 6, comunicazione di inizio attività di esercizio saltuario

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA GESTIONE DI TERRE E ROCCE DA SCAVO. Normativa di riferimento: La gestione delle terre e rocce da scavo può avvenire:

ISTRUZIONI PER LA GESTIONE DI TERRE E ROCCE DA SCAVO. Normativa di riferimento: La gestione delle terre e rocce da scavo può avvenire: ISTRUZIONI PER LA GESTIONE DI TERRE E ROCCE DA SCAVO Normativa di riferimento: art. 186 del D.Lgs. 152/06 D.G.R.V. N. 2424 del 08/08/2008 art. 20, comma 10-sexies del D.L. 29/11/2008 n. 185 La gestione

Dettagli

PIANO DI GESTIONE DELLE TERRE

PIANO DI GESTIONE DELLE TERRE PIANO DI GESTIONE DELLE TERRE PROGETTO.. Richiedente: Tecnico: PREMESSA Il presente Piano di Gestione delle terre è stato redatto nel rispetto e in ottemperanza delle seguenti normative specifiche in materia:

Dettagli

marca da bollo Residente/con sede in via/piazza n. In via/piazza n. CAP sito nel Comune di via/piazza n. CHIEDE

marca da bollo Residente/con sede in via/piazza n. In via/piazza n. CAP sito nel Comune di via/piazza n. CHIEDE marca da bollo MODULISTICA UNIFICATA SPAZIO RISERVATO AL COMUNE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO DEGLI INSEDIAMENTI CIVILI (Testo Unico delle leggi provinciali in materia di tutela dell'ambiente

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. B DELL ALBO DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE SICILIANA (mod. 015)

MODULO DI RICHIESTA PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. B DELL ALBO DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE SICILIANA (mod. 015) Marca da bollo 16,00 MODULO DI RICHIESTA PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. B DELL ALBO DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE SICILIANA (mod. 015) Al Presidente dell Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana Via

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. A DELL ALBO DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE SICILIANA (mod. 015)

MODULO DI RICHIESTA PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. A DELL ALBO DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE SICILIANA (mod. 015) Marca da bollo 16,00 MODULO DI RICHIESTA PER L ISCRIZIONE ALLA SEZ. A DELL ALBO DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE SICILIANA (mod. 015) Al Presidente dell Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana Via

Dettagli

ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi dell art. 23 del D.P.R. 380/01 s.m.i.

ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi dell art. 23 del D.P.R. 380/01 s.m.i. Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi dell art. 23 del D.P.R. 380/01 s.m.i. MODELLO B cod. B- 27/1/2010 da compilarsi

Dettagli

COMUNE DI SAN PIETRO VIMINARIO PROVINCIA DI PADOVA Settore Territorio Servizio Edilizia Privata Spazio riservato all ufficio Numero pratica edilizia S.C.I.A. / Codice Fabbricato _ _ _ _ _ _ _ Spazio riservato

Dettagli

a) ambulatoriale Apporre marca da bollo MODELLO 1 apertura ed esercizio di struttura sanitaria privata Al Comune di BUCINE UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE

a) ambulatoriale Apporre marca da bollo MODELLO 1 apertura ed esercizio di struttura sanitaria privata Al Comune di BUCINE UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE MODELLO 1 apertura ed esercizio di struttura sanitaria privata Apporre marca da bollo 14.62 Al Comune di BUCINE UFFICIO ATTIVITA PRODUTTIVE Il/la sottoscritto/a CHIEDE ai sensi della L.R. 23 febbraio 1999

Dettagli

COMUNICAZIONE per AGGIORNAMENTO della REGISTRAZIONE

COMUNICAZIONE per AGGIORNAMENTO della REGISTRAZIONE Pagina 1 di 5 IMPIANTO SITO NEL COMUNE DI Da presentare in triplice copia Il sottoscritto Cognome Nome Codice fiscale Data di nascita Cittadinanza Luogo di nascita: Stato Provincia Comune Residenza: Provincia

Dettagli

Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di

Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di MODELLO SCIA.b SCIA.b - 29/08/2011 ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA ai sensi dell articolo 19, comma 1

Dettagli

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale MODULISTICA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI E DELL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI COSENZA- EDIZIONE 2015 ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA Il/la sottoscritto/a

Dettagli

OGGETTO : Richiesta iscrizione albo provinciale direttori tecnici di agenzia di viaggio e turismo ( L.R 33/2002 art. 78): Il/la sottoscritto/a

OGGETTO : Richiesta iscrizione albo provinciale direttori tecnici di agenzia di viaggio e turismo ( L.R 33/2002 art. 78): Il/la sottoscritto/a Marca da bollo da Euro 16,00 Alla Provincia di Treviso Settore Promozione del Territorio U.O. Organizzazione Turistica Via Cal di Breda n. 116 31100 - TREVISO OGGETTO : Richiesta iscrizione albo provinciale

Dettagli

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER OTTENERE IL PARERE per SANATORIA EDILIZIA

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER OTTENERE IL PARERE per SANATORIA EDILIZIA INTERVENTI ricadenti in aree naturali protette DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER OTTENERE IL PARERE per SANATORIA EDILIZIA 1) DOMANDA come da facsimile allegato n. 1/ter duplice copia. 2) VERSAMENTO di euro

Dettagli

Nota in merito alla gestione delle terre e rocce da scavo

Nota in merito alla gestione delle terre e rocce da scavo Nota in merito alla gestione delle terre e rocce da scavo Indice 1 PREMESSA... 2 2 RIFERIMENTI NORMATIVI... 2 3 BILANCIO DEI MATERIALI IN PROGETTO... 6 4 CONFERIMENTO A IMPIANTI DI TRATTAMENTO... 7 5 CARATTERIZZAZIONE

Dettagli

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90

DENUNCIA L INIZIO DELL ATTITA Ai sensi dell art.19 della Legge n 241/90 AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI Oggetto: Denuncia di Manifestazione occasionale di pubblico spettacolo / somministrazione temporanea di alimenti e bevande in occasione di festa, fiera, sagra, altra manifestazione

Dettagli

AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO DOMANDA DI NUOVA AUTORIZZAZIONE PER CAMBIO DI TITOLARITA' / LEGALE RAPPRESENTANTE

AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO DOMANDA DI NUOVA AUTORIZZAZIONE PER CAMBIO DI TITOLARITA' / LEGALE RAPPRESENTANTE IMPOSTA DI BOLLO DA ASSOLVERE VIRTUALMENTE Alla Provincia di Padova Servizio Turismo Piazza Antenore, 3 35121 PADOVA AGENZIA DI VIAGGIO E TURISMO DOMANDA DI NUOVA AUTORIZZAZIONE PER CAMBIO DI TITOLARITA'

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

DI ANGUILLARA SABAZIA

DI ANGUILLARA SABAZIA 1 CITTÀ DI ANGUILLARA SABAZIA PROVINCIA DI ROMA Area Urbanistica - Edilizia Privata - Patrimonio - Edilizia Residenziale Pubblica MODULO C.I.L.A. In duplice copia COMUNICAZIONE DI INIZIO LAVORI ASSEVERATA

Dettagli

Il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E IL MINISTRO DELLA SALUTE REGOLAMENTO AI SENSI DELL ARTICOLO 195, COMMA 2, LETTERA

Dettagli

Marca da bollo Euro 14,62 Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO UFFICIO STAMPA Piazza Dante, 15 38122 TRENTO

Marca da bollo Euro 14,62 Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO UFFICIO STAMPA Piazza Dante, 15 38122 TRENTO Allegato A Marca da bollo Euro 14,62 Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO UFFICIO STAMPA Piazza Dante, 15 38122 TRENTO Oggetto: Domanda di contributo per il sostegno del settore cinematografico e audiovisivo.

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TARANTO Cittadella delle imprese V.le Virgilio, 152 74100 Taranto

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TARANTO Cittadella delle imprese V.le Virgilio, 152 74100 Taranto ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA TARANTO Cittadella delle imprese V.le Virgilio, 152 74100 Taranto SPAZIO RISERVATO AL PROTOCOLLO BOLLO Oggetto: RICHIESTA DI LICENZA DI MACINAZIONE

Dettagli

INTRODUZIONE. 4 RIMOZIONE MASSICCIATA STRADALE. 5 DEMOLIZIONE MANUFATTI EDILI E STRADALI. 5 SCAVO TRADIZIONALE ALL APERTO.

INTRODUZIONE. 4 RIMOZIONE MASSICCIATA STRADALE. 5 DEMOLIZIONE MANUFATTI EDILI E STRADALI. 5 SCAVO TRADIZIONALE ALL APERTO. SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 RIMOZIONE MASSICCIATA STRADALE... 5 3 DEMOLIZIONE MANUFATTI EDILI E STRADALI... 5 4 SCAVO TRADIZIONALE ALL APERTO... 6 5 TRIVELLAZIONI... 6 6 CARATTERIZZAZIONE CHIMICA...

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato/a a prov. il residente in c.a.p via Tel. c.f. Cellulare indirizzo e-mail obbligatorio) pec Titolo di Studio.

Il/La sottoscritto/a nato/a a prov. il residente in c.a.p via Tel. c.f. Cellulare indirizzo e-mail obbligatorio) pec Titolo di Studio. DOMANDA DA REDIGERE IN CARTA LEGALE O RESA LEGALE (16,00) Al Consiglio Provinciale dei Consulenti del Lavoro della Provincia di Sassari Via Milano 7 07100 Sassari (SS) Il/La sottoscritto/a nato/a a prov.

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì Cesena REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AI CITTADINI DI CONRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA PRESSO ABITAZIONI PRIVATE Approvato con deliberazione

Dettagli

Alla CITTA' DI SAN MAURO TORINESE

Alla CITTA' DI SAN MAURO TORINESE Spazio riservato al Protocollo Spazio riservato al Protocollo Modello Comunicazione Inizio Lavori P.D.C. Alla CITTA' DI SAN MAURO TORINESE SETTORE PIANIFICAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO Servizio Edilizia

Dettagli

RICHIESTA ISCRIZIONE ALL'ELENCO SPECIALE DELLE ASSOCIAZIONI E ORGANISMI SENZA SCOPO DI LUCRO (L.R - 33/2002 art. 75)

RICHIESTA ISCRIZIONE ALL'ELENCO SPECIALE DELLE ASSOCIAZIONI E ORGANISMI SENZA SCOPO DI LUCRO (L.R - 33/2002 art. 75) IMPOSTA DI BOLLO DA ASSOLVERE VIRTUALMENTE Alla Provincia di Padova Settore Turismo Piazza Bardella, 2 35131 PADOVA RICHIESTA ISCRIZIONE ALL'ELENCO SPECIALE DELLE ASSOCIAZIONI E ORGANISMI SENZA SCOPO DI

Dettagli

RIVOLGE ISTANZA DI RILASCIO DI. prima autorizzazione: alla realizzazione; all esercizio;

RIVOLGE ISTANZA DI RILASCIO DI. prima autorizzazione: alla realizzazione; all esercizio; Marca da bollo - euro 14,62 All Assessorato alla sanità, salute e politiche sociali Via de Tillier, 30 11100 AOSTA AO OGGETTO: richiesta di rilascio o di rinnovo di autorizzazione ai sensi dell articolo

Dettagli

ACEA Distribuzione Direzione Operazioni Rete AT

ACEA Distribuzione Direzione Operazioni Rete AT Capitolato Tecnico per le prestazioni professionali relative alla redazione di documentazione inerente la gestione delle terre e rocce da scavo DATA rev. 00 ottobre 2012 Elaborato N. 7-3-329 REDATTO VERIFICATO

Dettagli

COMUNICA (unitamente agli altri aventi titolo ove presenti)

COMUNICA (unitamente agli altri aventi titolo ove presenti) All Ufficio Edilizia Privata Tel. 0365.546030 Comune di Toscolano Maderno Provincia di Brescia Via Trento n. 5 C.A.P. 25088 TIMBRO UFF. PROTOCOLLO E-mail: ediliziaurbanistica@comune.toscolanomaderno.bs.it

Dettagli

COMUNE DI SUISIO SCIA / PROVINCIA DI BERGAMO. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) ex lege 07.08.1990 n.241, art.

COMUNE DI SUISIO SCIA / PROVINCIA DI BERGAMO. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) ex lege 07.08.1990 n.241, art. Spazio riservato al Protocollo COMUNE DI SUISIO PROVINCIA DI BERGAMO UFFICIO TECNICO Riservato all ufficio Numero pratica edilizia SCIA / OGGETTO : SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

Dettagli

Allegato: 1 LINEE GUIDA

Allegato: 1 LINEE GUIDA Allegato: 1 LINEE GUIDA Modalità applicative per il riutilizzo delle terre e rocce da scavo previsto dall art. 186 del D.Lgs. n. 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni. Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

n. civico, edificio, scala, interno

n. civico, edificio, scala, interno MODULO A _FORNITURE INDIVIDUALI ISTANZA PER L AMMISSIONE AL BONUS RIFERITO AL SERVIZIO TELERISCALDAMENTO FORNITURA INDIVIDUALE1 N Protocollo del Il/La sottoscritto/a2 (Cognome) (Nome) nato/a a, (prov.

Dettagli

AVVISO DI MOBILITA ORDINARIA INTERNA. Il Direttore Generale, in esecuzione della propria deliberazione N. 361 del 14.07.2011.

AVVISO DI MOBILITA ORDINARIA INTERNA. Il Direttore Generale, in esecuzione della propria deliberazione N. 361 del 14.07.2011. Allegato A alla deliberazione N. 361 del 14.07.2011 AVVISO DI MOBILITA ORDINARIA INTERNA Il Direttore Generale, in esecuzione della propria deliberazione N. 361 del 14.07.2011. RENDE NOTO Che si intende

Dettagli

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PER INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI (ESCLUSE INSEGNE/TENDE/TARGHE/VETROFANIE)

DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PER INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI (ESCLUSE INSEGNE/TENDE/TARGHE/VETROFANIE) DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE PER INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI (ESCLUSE INSEGNE/TENDE/TARGHE/VETROFANIE) [ ] NUOVA INSTALLAZIONE [ ] SOSTITUZIONE [ ] MANTENIMENTO IN OPERA [ ] CESSAZIONE [ ] Marca

Dettagli

COMUNE DI LORIA Provincia di Treviso

COMUNE DI LORIA Provincia di Treviso Timbro protocollo Marca da bollo COMUNE DI LORIA Provincia di Treviso al Signor SINDACO del Comune di LORIA (TV) ATTESTAZIONE DI AGIBILITA DELL IMMOBILE, con asseverazione di conformità delle opere al

Dettagli

COMUNE di PODENZANA Provincia di Massa Carrara SETTORE URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO

COMUNE di PODENZANA Provincia di Massa Carrara SETTORE URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO COMUNE di PODENZANA Provincia di Massa Carrara SETTORE URBANISTICA ASSETTO DEL TERRITORIO aggiornamento 31.12.2012 (spazio riservato all ufficio Protocollo) (spazio riservato all ufficio Edilizia Privata)

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE

BANDO PER LA CONCESSIONE BANDO PER LA CONCESSIONE Dl CONTRIBUTI PER LA BONIFICA, RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI COPERTURE IN AMIANTO DA FABBRICATI ED EDIFICI AD USO CIVILE, PRODUTTIVO, COMMERCIALE, TERZIARIO ED AGRICOLO. ANNO 2015

Dettagli

COMUNE DI CIGLIANO Servizi all Urbanistica, Ambiente, Lavori Pubblici Premessa Art. 1 Finalità Art. 2 - Interventi finanziabili

COMUNE DI CIGLIANO Servizi all Urbanistica, Ambiente, Lavori Pubblici Premessa Art. 1 Finalità Art. 2 - Interventi finanziabili BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DOMESTICI FOTOVOLTAICI E SOLARI TERMICI Premessa Per raggiungere le finalità dello sviluppo e della diffusione di fonti energetiche

Dettagli

CITTÀ DI TORRE DEL GRECO (PROVINCIA DI NAPOLI) 2^ Area Risorse Finanziarie e Programmazione 7 Settore Programmazione OO.PP. Edilizia Cimiteriale

CITTÀ DI TORRE DEL GRECO (PROVINCIA DI NAPOLI) 2^ Area Risorse Finanziarie e Programmazione 7 Settore Programmazione OO.PP. Edilizia Cimiteriale Marca da bollo da 16,00 CITTÀ DI TORRE DEL GRECO (PROVINCIA DI NAPOLI) 2^ Area Risorse Finanziarie e Programmazione 7 Settore Programmazione OO.PP. Edilizia Cimiteriale LAVORI DI EDILIZIA CIMITERIALE DENUNCIA

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI LAZZATE PROVINCIA DI MILANO DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA (ex regime concessorio) ai sensi dell art. 41 della Legge Regionale 12/05 Il/ La sottoscritto/a Cod. fiscale/partita IVA residente /con sede in via n. CAP tel. in qualità proprietario

Dettagli

COMUNE DI SOIANO DEL LAGO (Provincia di Brescia) SCIA N. Al Sindaco del Comune di SOIANO DEL LAGO SEGNALA

COMUNE DI SOIANO DEL LAGO (Provincia di Brescia) SCIA N. Al Sindaco del Comune di SOIANO DEL LAGO SEGNALA COMUNE DI SOIANO DEL LAGO (Provincia di Brescia) UFFICIO TECNICO SETTORE EDILIZIA PRIVATA Telefono 0365676114-Fax 0365675414 www.comune.soiano.com tecnico@soaino.com Spazio riservato al protocollo SCIA

Dettagli

VARIANTE AI SENSI DELL ART. 143 L.R. 65/2014. SCIA n... del... (busta.../... )

VARIANTE AI SENSI DELL ART. 143 L.R. 65/2014. SCIA n... del... (busta.../... ) AL DIRIGENTE RESPONSABILE DEL SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI IMPRUNETA VARIANTE AI SENSI DELL ART. 143 L.R. 65/2014 SCIA n..... del... (busta...../.... ) SCIA n..... del... (busta...../....

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA Art. 145/2 lett. a) LRT 65/2014

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA Art. 145/2 lett. a) LRT 65/2014 Spazio riservato al protocollo: Spazio riservato all Ufficio: Il sottoscritto COGNOME E NOME SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA Art. 145/2 lett. a) LRT 65/2014 LUOGO

Dettagli

Attività di edilizia libera (Comunicazione Inizio Lavori)

Attività di edilizia libera (Comunicazione Inizio Lavori) Attività di edilizia libera (Comunicazione Inizio Lavori) Descrizione del procedimento e riferimenti normativi Le attività di edilizia libera sono individuate all art. 6 D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380. Ai

Dettagli

BILANCIO DI PRODUZIONE DI MATERIALE DA SCAVO E/O DI RIFIUTI...

BILANCIO DI PRODUZIONE DI MATERIALE DA SCAVO E/O DI RIFIUTI... INDICE 1 PREMESSA... 2 2 BILANCIO DI PRODUZIONE DI MATERIALE DA SCAVO E/O DI RIFIUTI... 2 3 CRITERI PER LA LOCALIZZAZIONE E GESTIONE DELLE AREE DI CANTIERE DA ADIBIRE A DEPOSITO TEMPORANEO... 3 File: 13-033_gen01es_r0

Dettagli

CITTA DI MONTEIASI Provincia di Taranto

CITTA DI MONTEIASI Provincia di Taranto CITTA DI MONTEIASI Provincia di Taranto Prot. 3374 UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI (Tel. 099/5908960 fax: 099/5901183) AVVISO PUBBLICO Formazione elenco di professionisti per l affidamento di incarichi

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA(1) comma 2, art. 6 del D.P.R. 380/01

COMUNICAZIONE DI ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA(1) comma 2, art. 6 del D.P.R. 380/01 In duplice copia Al Comune di SAN SALVO SERVIZIO URBANISTICA COMUNICAZIONE DI ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA(1) comma 2, art. 6 del D.P.R. 380/01 Il/i sottoscritt, nato a.. Il con residenza e/o recapito in..

Dettagli

MUNICIPIO VIII GENOVA MEDIO LEVANTE ISCRIZIONE AL REGISTRO ANAGRAFICO DELLE ASSOCIAZIONI

MUNICIPIO VIII GENOVA MEDIO LEVANTE ISCRIZIONE AL REGISTRO ANAGRAFICO DELLE ASSOCIAZIONI MUNICIPIO VIII GENOVA MEDIO LEVANTE ISCRIZIONE AL REGISTRO ANAGRAFICO DELLE ASSOCIAZIONI (COMPILARE IN STAMPATELLO) Il sottoscritto Cognome Nome Nato a il C.F. Residente in Via n. C.A.P. Telefono Cellulare

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2012/2013. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO

ANNO SCOLASTICO 2012/2013. IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO C O M U N E D I E S C O L C A P R O V I N C I A D I C A G L I A R I Via Dante n 2 Tel. 0782808303 - Fax 0782808516 e-mail: segreteria.escolca@tiscali.it Prot. n. 2019 del 08.07.13 BANDO DI CONCORSO PER

Dettagli

Oggetto: Richiesta autorizzazione edilizia per l istallazione di impianti pubblicitari.

Oggetto: Richiesta autorizzazione edilizia per l istallazione di impianti pubblicitari. Pos. n.. Marca da bollo AL COMUNE DI AGRIGENTO Sportello Unico per l Edilizia S.U.E. Oggetto: Richiesta autorizzazione edilizia per l istallazione di impianti pubblicitari. Il sottoscritto Nato a il e

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI DI ATTIVITA EDILIZIA LIBERA Protocollo Comune COMUNE DI REGGELLO (Provincia di Firenze) Pratica Ed. n. / Al Responsabile del Settore Urbanistica del Comune di Reggello Copia per Comune Copia per Denunciante COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI

Dettagli

RICHIESTA ACCESSO ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI (ai sensi della L.241/90 e s.m.i.)

RICHIESTA ACCESSO ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI (ai sensi della L.241/90 e s.m.i.) SETTORE 2 - TECNICO SERVIZIO 4 - EDILIZIA PRIVATA URBANISTICA - BB.AA. Via Cà Pisani, 74-35010 VIGODARZERE PD tel. 049/8888334 - fax. 049/8871459 posta certificata: sst.vigodarzere@legalmailpa.it Sito-Internet:

Dettagli

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO (Provincia di Trento)

COMUNE DI MEZZOLOMBARDO (Provincia di Trento) COMUNE DI MEZZOLOMBARDO (Provincia di Trento) DISCIPLINARE PER LA TENUTA DEL REGISTRO DEI TESTAMENTI BIOLOGICI Articolo 1 Registro dei Testamenti Biologici 1. Il Comune di Mezzolombardo istituisce il Registro

Dettagli

AUTORIZZAZIONE IMPIANTI MOBILI PER LO SMALTIMENTO E IL RECUPERO DI RIFIUTI

AUTORIZZAZIONE IMPIANTI MOBILI PER LO SMALTIMENTO E IL RECUPERO DI RIFIUTI AUTORIZZAZIONE IMPIANTI MOBILI PER LO SMALTIMENTO E IL RECUPERO DI RIFIUTI La Provincia autorizza impianti mobili per lo smaltimento e il recupero di rifiuti ai soggetti con sede legale sul proprio territorio.

Dettagli

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59

Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Istanza di Autorizzazione Unica Ambientale A.U.A. ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

meglio descritte nella relazione tecnica allegata

meglio descritte nella relazione tecnica allegata Modello 05: Spazio riservato all Ufficio Protocollo Marca da bollo 14,62 Al Dirigente del Settore II Comune di Roccapalumba Oggetto: l sottoscritt nat a ( ) il / / residente a ( ) in via n. C.F. in qualità

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 23 del 26 maggio 2003

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 23 del 26 maggio 2003 Giunta Regionale della Campania Bollettino Ufficiale della Regione Campania n 23 del 26 maggio 2003 REGIONE CAMPANIA Giunta Regionale - Seduta del 24 aprile 2003 - Deliberazione N. 1537 - Area Generale

Dettagli

DICHIARAZIONE DI ESENZIONE DALL OBBLIGO DI PRESENTAZIONE DELL ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA

DICHIARAZIONE DI ESENZIONE DALL OBBLIGO DI PRESENTAZIONE DELL ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA DICHIARAZIONE DI ESENZIONE DALL OBBLIGO DI PRESENTAZIONE DELL ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE ENERGETICA (ai sensi dell art. 3, comma 2 del D.P.P. 13.07.2009, n. 11-13/Leg) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO

Dettagli

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1

Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Comunicazione di Fine Progetto e Richiesta Saldo 1 Da inviare (su carta intestata dell ente) a: Dichiarazione di Spesa FINALE numero del / / Oggetto: La concessione del contributo/finanziamento è avvenuto

Dettagli

Ufficio COSAP ICP. Informazioni e istruzioni sul modulo

Ufficio COSAP ICP. Informazioni e istruzioni sul modulo Allegato Modulo concessione temporanea posteggio RICHIESTA DI CONCESSIONE TEMPORANEA DI POSTEGGIO SU AREE PUBBLICHE PER LO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONE COMMERCIALE A CARATTERE STRAORDINARIO (Articolo

Dettagli

OGGETTO: Segnalazione certificata di inizio attività per insegne d esercizio (per interventi relativi ad impianti produttivi).

OGGETTO: Segnalazione certificata di inizio attività per insegne d esercizio (per interventi relativi ad impianti produttivi). Protocollo generale Comune di Sabaudia Provincia di Latina N del Sportello Unico Attività Produttive (n. 3 copie in carta semplice) Al S.U.A.P. del Comune di Sabaudia Piazza del Comune 04016 Sabaudia (LT)

Dettagli

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:.

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:. 3. Che la tipologia dell intervento, delle suddette opere è riconducibile a: 4. Che lo stato attuale dell immobile/unità immobiliare risulta legittimato dai seguenti atti: Fabbricato antecedente al 1938

Dettagli

COMUNE DI PARMA Settore Servizi al Cittadino e all Impresa e SUEI

COMUNE DI PARMA Settore Servizi al Cittadino e all Impresa e SUEI Mod. Volt v.1. D COMUNE DI PARMA Settore Servizi al Cittadino e all Impresa e SUEI COMUNICAZIONE DI VOLTURA * la compilazione dei campi contrassegnati con l asterisco è OBBLIGATORIA 1/A DATI ANAGRAFICI

Dettagli

OGGETTO: Localizzazione dell intervento: Individuazione catastale: Il sottoscritto, quale titolare del Permesso DICHIARA CHE

OGGETTO: Localizzazione dell intervento: Individuazione catastale: Il sottoscritto, quale titolare del Permesso DICHIARA CHE DENUNCIA DI I N I Z I O L A V O R I - art. 31 R.E.C. - = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = = IL PRESENTE MODELLO SE NON COMPILATO IN TUTTE LE SUE PARTI E SENZA GLI ALLEGATI E PRIVO DI EFFICACIA

Dettagli

SEGNALA di dare inizio

SEGNALA di dare inizio Protocollo generale n. AL SIG. SINDACO del Comune di CARONNO PERTUSELLA P.zza A. Moro, 1 21042 CARONNO PERTUSELLA (VA) SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ ai sensi dell art. 19 legge n. 241/1990

Dettagli

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59

ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 ISTANZA di AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE AUA ai sensi del D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 Al SUAP territorialmente competente Marca da bollo 1 [Solo nel caso in cui l istanza al SUAP riguardi esclusivamente

Dettagli

Alla Provincia di Treviso Settore Promozione del Territorio U.O. Organizzazione Turistica Via Cal di Breda n. 116 31100 - TREVISO

Alla Provincia di Treviso Settore Promozione del Territorio U.O. Organizzazione Turistica Via Cal di Breda n. 116 31100 - TREVISO Alla Provincia di Treviso Settore Promozione del Territorio U.O. Organizzazione Turistica Via Cal di Breda n. 116 31100 - TREVISO OGGETTO :apertura di filiale dell'agenzia di viaggio e turismo ( L.R 33/2002

Dettagli

Destinatari e requisiti

Destinatari e requisiti ALL. 1 COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE PROVINCIA DI RAVENNA BANDO PER L ACCESSO, L ASSEGNAZIONE E L EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI DESTINATI PER LA TRASFORMAZIONE A GAS METANO E GPL DEGLI AUTOVEICOLI PRIVATI (contributi

Dettagli

RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI. Il/La Sottoscritto/a (cognome e nome) nato/a a. il,residente a ( prov. ) in Via/Piazza n

RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI. Il/La Sottoscritto/a (cognome e nome) nato/a a. il,residente a ( prov. ) in Via/Piazza n RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI Al Sindaco del Comune di Prato Il/La Sottoscritto/a (cognome e nome) nato/a a il,residente a ( prov. ) in Via/Piazza n domiciliato/a in ( prov. ) in Via recapito telefonico

Dettagli

OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. ai sensi dell art. 19 Legge 07/08/1990, n. 241, come sostituito dall art.

OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A. ai sensi dell art. 19 Legge 07/08/1990, n. 241, come sostituito dall art. S.C.I.A. n. / (riservato al Comune) Timbro del Protocollo Generale AL COMUNE DI ROSTA UFFICIO TECNICO Piazza Vittorio Veneto 1 10090 Rosta Torino OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA S.C.I.A.

Dettagli

MODELLO UNICO BANDO PROVINCIALE PROVINCIA DI LUCCA COMUNE DI SILLANO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S.

MODELLO UNICO BANDO PROVINCIALE PROVINCIA DI LUCCA COMUNE DI SILLANO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S. \ MODELLO UNICO BANDO PROVINCIALE PROVINCIA DI LUCCA COMUNE DI SILLANO BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO A.S. 2009/2010 Vista la L.R. 32 del 26.7.02 Testo unico della normativa della

Dettagli

Rifiuti Apparecchiature Elettriche Elettroniche. Decreto Ministeriale del 8 marzo 2010, n. 65

Rifiuti Apparecchiature Elettriche Elettroniche. Decreto Ministeriale del 8 marzo 2010, n. 65 Rifiuti Apparecchiature Elettriche Elettroniche Decreto Ministeriale del 8 marzo 2010, n. 65 Il quadro Legislativo ed operativo Decreto n 15 del 25 Luglio 2005 Decreto n 152 del 3 Aprile 2006 Decreto n

Dettagli

RICHIESTA DI FINANZIAMENTO DI PROGETTI SPERIMENTALI DI OFFERTA FORMATIVA PER BAMBINI DAI 2 AI 3 ANNI A.S. 2008-2009 (SEZIONI PRIMAVERA SPERIMENTALI)

RICHIESTA DI FINANZIAMENTO DI PROGETTI SPERIMENTALI DI OFFERTA FORMATIVA PER BAMBINI DAI 2 AI 3 ANNI A.S. 2008-2009 (SEZIONI PRIMAVERA SPERIMENTALI) 1 RICHIESTA DI FINANZIAMENTO DI PROGETTI SPERIMENTALI DI OFFERTA FORMATIVA PER BAMBINI DAI 2 AI 3 ANNI A.S. 2008-2009 (SEZIONI PRIMAVERA SPERIMENTALI) RICHIESTA PRESENTATA PER UN NUOVO SERVIZIO NON FINANZIATO

Dettagli