L azzardo della nuova Scu. 275, POLITICI E CITTADINI CHIEDONO A GRAN VOCE L AVVIO DEI LAVORI Giovanni Nuzzo pag. 15

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L azzardo della nuova Scu. 275, POLITICI E CITTADINI CHIEDONO A GRAN VOCE L AVVIO DEI LAVORI Giovanni Nuzzo pag. 15"

Transcript

1 13 Primo febbraio 2010 piano 25 febbraio 2012 Tricase 1 LA STAZIONE FS DI LECCE SI RIBALTA : PREVISTI INTERVENTI PER 13 MILIONI Daniele Greco pag , POLITICI E CITTADINI CHIEDONO A GRAN VOCE L AVVIO DEI LAVORI Giovanni Nuzzo pag. 15 Settimanale d informazione del Salento Anno XI n LECCE Per il centrodestra è giunto il tempo delle primarie Daniele Greco pag. 10 CASARANO Sansificio sì o no? La decisione ora spetta al Consiglio di Stato A cura della redazione pag. 16 GALATINA L azzardo della nuova Scu iû~ää~êãé=çéä=éêçåìê~íçêé=çáëíêéííì~äé=~åíáã~ñá~=`~í~äçç=jçíí~=åéää~=ëì~=êéä~òáçåé=~ååì~äé=åçå=ä~ëåá~=~çáíç=~=çìääáw ä~= applenì~êí~= j~ñá~ò= Åçåíáåì~= ~Ç= ÉëÉêÅáí~êÉ= ä~= ëì~= éêéëëáçåé= ëìä= åçëíêç= íéêêáíçêáçi= ÅÉêÅ~åÇç= ééê = åéä= ÅçåíÉãéç= áä ÅçåëÉåëç= ÇÉää~= ÖÉåíÉK= b= ^äñêéçç= j~åíçî~åç= ~ÖÖáìåÖÉW= applei~= åìçî~= p~åê~= `çêçå~= råáí~= = ãéåç= ÉÑÑÉê~í~= É= é᪠áåíéêéëë~í~=~=ñ~êé=äìëáåéëëò= Gabellone commissaria la sezione del Pdl e la affida a Baldassarre Maddalena Mongiò pag. 17

2 2 25 febbraio 2012

3 3 25 febbraio 2012 Editoriale Il Salento trionfa nella musica di Giovanni Nuzzo La nostra terra sta diventando trampolino di lancio, accendendo i riflettori nella magia musicale e discografica di tante giovani leve. Parla salentino l ultimo festival di Sanremo per il trionfo di Emma Marrone e la buona affermazione di Dolcenera, che si sono imposte con orgoglio a livello nazionale. Volti e canzoni hanno messo ancora una volta in bella mostra un territorio ricco di talenti per gli splendidi risultati delle nostre conterranee. Dopo i successi nei talent show Superstar ed Amici le giovani artiste del profondo Sud spiccano tra le personalità più importanti del panorama musicale italiano. Un successo che fa gioire l intero tacco d Italia. Ora non vi è solo la Notte della Taranta ad incantare l estremo lembo d Italia, ma siamo stregati anche dalle voci di innumerevoli giovani. Un Salento ricco di immagini, musica, colori, atmosfere e arte per una ghiotta opportunità di sviluppo e di crescita. Un percorso artistico di grande impatto visivo, che permette di apprezzare ancor di più la nostra terra non solo per il suo mare e il suo clima, ma anche per la sua offerta musical-culturale di notevole spessore. Un Salento, quindi, fucina di tanti giovani volenterosi e noi ne siamo fieri, perché contribuiscono a fare grande il suo nome. Un fenomeno che potrebbe apparire quasi un riscatto e noi cantiamo vittoria anche per motivi di campanile, tanto che un po di sano orgoglio provinciale non guasta. L augurio che si possa continuare a lavorare ogni giorno per migliorare il territorio nella certezza che le giovani artiste possano ancora dare tante altre soddisfazioni e vittorie per il Sud. OPINIONI ^=j~íáåç=ä~=appleçáëå~êáå~=çéá=séåéòá~åáò= sáéåé=ç~ää~=ëéòáçåé=ëìç=p~äéåíç=çá=fí~äá~=kçëíê~=äûéååéëáã~=çéåìååá~=ééê=äûéååéëáã~=çáëå~j êáå~=~äìëáî~=åéääé=å~ãé~öåé=ë~äéåíáåék=nìéëí~=îçäí~=ëá~ãç=~=j~íáåç=áå=åçåíê~ç~=appleséåéòá~åáò ÇçîÉ=~á=ÄçêÇá=ÇÉää~=ëíê~Ç~=îáÅáå~äÉ=Ñ~ååç=ÄÉää~=ãçëíê~=Çá=ë =êáñáìíá=áåöçãäê~åíái=ééêáåçäçëá=é=íçëj ëáåçjåçåáîá=çá=î~êáç=öéåéêé=eíê~=åìá=áä=ééêáåçäçëáëëáãç=bíéêåáífk=fåçäíêéi=ëéãäê~=åüé=í~äé=ëáíì~j òáçåé=çá=çéöê~çç=ëíá~=çéíéêãáå~åçç=ìå~=êáçìòáçåé=çéääé=~ííáîáí =Ç~=é~êíÉ=ÇÉá=éêçéêáÉí~êá=ÇÉá=ÑçåJ ÇáI=áãéçëëáÄáäáí~íá=áå=~äÅìåá=Å~ëá=~Ç=~ÅÅÉÇÉêÉ=Åçå=á=äçêç=ãÉòòá=åÉá=äçêç=~ééÉòò~ãÉåíáK= Molti fatti, continuano ad essere segnalati allo "Sportello dei Diritti" attraverso denunce che ci giungono da ogni dove del Bel Paese. Questa volta, ci viene comunicata una nuova prassi che è una conseguenza implacabile della crisi per chi vive tra gli stenti. Non più solo i classici furti dagli scaffali dei supermercati, troppo controllati perchè sottoposti agli attenti occhi della videosorveglianza e degli agenti antitaccheggio, ma pare che si stia diffondendo un fenomeno che potremmo definire più comodo: il furto dai carrelli o dal bagagliaio dell auto dopo che si è usciti dal Crisi: aumentano i furti della spesa negozio o dal supermarket ad ignari cittadini che hanno già effettuato la spesa approfittando del primo momento di distrazione di quest ultimi. Dopo aver fatto la spesa, la vittima apre la vettura e inizia a scaricare nel baule gli acquisti. Poi si allontana quei pochi metri per depositare il carrello. È in questo frangente che il ladro, sicuramente appostato, entra in azione: all interno della vettura quasi sempre è stata lasciata la borsa della spesa, per abitudine o perché ritenuta ingombrante per le operazioni scarico. E per quello che è dato da sapere, i casi non sarebbero isolati, anche perché cifre ufficiali sono impossibili da conoscere in quanto i malcapitati che arrivano a casa e non trovano la spesa nel bagagliaio, nella stragrande maggioranza dei casi non sporgono denuncia. Quale rimedio per i consumatori, allora? Un innalzamento del livello di attenzione e di guardia di chi va a fare la spesa è l unica via d uscita in maniera pratica. Giovanni D Agata Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" La lucerna a cura di fra Roberto Francavilla In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e vi rimase 40 giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli Angeli lo servivano. Siamo entrati nella grande Quaresima, tempo di perdono e di salvezza. Gli evangelisti Luca e Matteo pongono Gesù al centro di un confronto serrato con Satana; Marco, invece, predilige la semplicità collocandolo tra bestie selvatiche ed Angeli che lo servono. Questa scenografia è un anticipo della nostra realtà quotidiana, perché anche noi siamo tra bestie selvatiche, rappresentate dal male che imperversa ogni parte, confortati d altronde da Angeli invisibili ma veri, verso i quali non è male ricordare l antica invocazione che imparammo sin da piccoli al Catechismo: Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me che ti fui affidato!. La realtà di ogni giorno ci fa spettatori di malvagità e cattiverie di ogni specie! Con l inizio della Quaresima siamo invitati a non lasciarci trascinare da questa onda anomala che sembra travolgere tutto e tutti ma a reagire con l imperativo categorico del Maestro: Convertitevi e credete al Vangelo. Queste parole sono state rivolte a ciascuno di noi il mercoledì delle Ceneri, quando il sacerdote, mettendole sul nostro capo, ci ha esortati a iniziare questo percorso penitenziale. La storia biblica e cristiana richiama più volte questo rito della cenere sul capo e sulle vesti dei penitenti, la vita d altronde non ci risparmia altra cenere non solo sul capo quando siamo visitati dalla malattia o da altri imprevisti del vivere quotidiano, non escluse le discordie familiari! Solo la preghiera e il digiuno sono in grado di rimediare a questi mali: digiuno inteso non solo come privazione di cibo, semmai da condividere con chi non ne ha; ma c è da riscoprire un digiuno della lingua, degli occhi e del cuore, inteso come sobrietà e purificazione delle parole, degli sguardi e degli affetti. Amici di Belpaese, in sintesi non pensiate che vi stia facendo la predica (non voglio rubare il mestiere a Celentano). Il mio riferimento chiaro è alla parola di Dio, che fa la verità dentro di noi e intorno a noi, perché non si vive di solo pane, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio. Allora, buona Quaresima, e non fermatevi per strada, dobbiamo arrivare alla Pasqua di resurrezione.

4 4 25 febbraio 2012 in copertina L azzardo della nuova Scu iû~ää~êãé= ÇÉä= éêçåìê~íçêé= ÇáëíêÉííì~äÉ= ~åíáã~ñá~ `~í~äçç=jçíí~=åéää~=ëì~=êéä~òáçåé=~ååì~äé=åçå=ä~ëåá~ ~Çáíç=~=ÇìÄÄáW=ä~=applenì~êí~=j~Ñá~Ò=Åçåíáåì~=~Ç=ÉëÉêÅáí~êÉ ä~=ëì~=éêéëëáçåé=ëìä=åçëíêç=íéêêáíçêáçi=åéêå~åçç=ééê åéä= ÅçåíÉãéç= áä= ÅçåëÉåëç= ÇÉää~= ÖÉåíÉK= b= ^äñêéçç j~åíçî~åç=~ööáìåöéw=applei~=åìçî~=p~åê~=`çêçå~=råáí~= ãéåç=éññéê~í~=é=éáª=áåíéêéëë~í~=~=ñ~êé=äìëáåéëëò= La nuova Sacra Corona Unita cambia pelle. Come una serpe scura tra i rovi del Salento, si mimetizza, si rigenera e striscia, dura a morire. Prende il colore dei muretti a secco e dei paesaggi, a seconda del mutare dell inclinazione del sole e delle stagioni, si adegua. E vive. La controffensiva della macchina della giustizia ha assicurato i capi storici della Quarta Mafia alle sbarre, ma la guardia resta alta. La Scu oggi non insozza le strade di sangue, investe in gioco e insediamenti turistici, cercando lavatrici di riguardo in cui ripulire il denaro. Non fa rumore ma siede ai tavoli che contano e pigia i bottoni delle sale alte, integrata a dovere tra pubblica amministrazione e colletti bianchi. I Arriva la nuova Scu. La Sacra Corona Unita non è morta, non è stata decapitata ma rischia di rinascere e di trovare vigore proprio nelle nuova generazioni cresciute all ombra e nel mito dei vecchi capoclan. A lanciare il preoccupato allarme, il procuratore della direzione distrettuale antimafia Cataldo Motta (nella foto) nella consueta relazione annuale sull amministrazione della giustizia. Si tratta di una sorta di preoccupante passaggio del testimone alla nuova generazione -ha scritto il procuratore Motta- che molto spesso trova l appoggio di familiari, usciti di prigione, anche attraverso la liberazione anticipata. Una situazione che non autorizza alcun ottimismo sul possibile ridimensionamento ed indebolimento dell associazione mafiosa, nonostante il lavoro costante delle forze dell ordine. La criminalità organizzata, pur continuando ad avere il punto di forza nella sua capacità intimidatoria, ha compreso l importanza del consenso ottenuto manifestando disponibilità nei confronti della gente ad ascoltarne e soddisfarne bisogni ed esigenze. Per questo accanto ai cosiddetti buoni e i cattivi, spesso mangiano accanto e tra un prosecco e un risotto ai ricci, si dilettano nel gioco delle scatole cinesi con cui allontanare capitali all estero, mettendoli al riparo. Ne parliamo con Alfredo Mantovano, ex magistrato e già sottosegretario all Interno. Onorevole Mantovano, l affairemala salentina è tornato alla ribalta in questi giorni. Aveva ragione il giudice Falcone quando sosteneva che non si sarebbe debellata mai? Falcone diceva che la mafia è un fenomeno umano, e come tale destinato a una fine. Nel suo realismo siciliano nutriva la speranza che finisse. Cosa rende la nuova Scu forte? reati economici, all usura e all estorsione, restano le attività criminali tradizionali come il traffico di sostanze stupefacenti, soprattutto con l Albania. La nuova frontiera è però quella del favoreggiamento dell immigrazione clandestina e del traffico di esseri umani. La Sacra Corona Unita quindi sta perseguendo il modello Mafia e Camorra, puntando ad ottenere un ruolo determinante nel regolare i rapporti nella società Mantovano: La nuova Scu? Punta all economia Le parole di Cataldo Motta trovano conferma nelle affermazioni di Alfredo Mantovano, per il quale la Quarta Mafia oggi preferisce evitare gli spargimenti di sangue a favore di affari redditizi civile in una prospettiva della definitiva sostituzione agli organi istituzionali dello Stato. Esemplare è quanto accade sempre più spesso al momento delle scarcerazioni: le manifestazioni di solidarietà ai detenuti sono celebrate con l esplosione di fuochi d artificio. Come nel caso di Andrea Leo, esponente di rilievo di un gruppo mafioso (clan Vernel) che opera nella zona di Vernole e delle aree di Calimera e Melendugno, accolto appena liberato proprio con i fuochi pirotecnici. Non solo: a riprova della tesi di Motta, nei giorni scorsi alcune scritte ingiuriose sono state rinvenute proprio a Vernole, in via Tripoli. Un episodio gravissimo certo, ma anche un sintomo inquietante. L Eccellenza della mafia pugliese Le infiltrazioni mafiose nel calcio non sono solo ipotesi. La denuncia del procuratore antimafia Cataldo Motta è circostanziata: sono almeno sette le società del campionato di Eccellenza pugliese che risultano direttamente controllate dalla criminalità organizzata attraverso i diversi ruoli di amministratore, socio o addirittura direttore sportivo. Le infiltrazioni nelle società calcistiche si fanno sempre più preoccupanti -ha spiegato il procuratore- e per questo Figc e Prefettura di Lecce hanno studiato un protocollo cui aderire, per ora su base volontaria, che prevede la presentazione della certificazione antimafia per chi lavora nei club calcistici. Speriamo che l iniziativa presto si trasformi in una legge, visto che la malavita ha puntato il calcio per un paio di motivi: è un formidabile strumento di riciclaggio del denaro sporco e consente di compiere azioni di marketing e di ricerca del consenso presso l ampio popolo dei tifosi. Un doppio beneficio, su cui occorre intervenire al più presto. Innanzitutto occorre ridimensionare il fenomeno. La Scu oggi ha caratteristiche di minore efferatezza, grazie al lavoro delle forze dell ordine. Oggi che sono rimaste solo sparute bande in azione. Attualmente la criminalità non usa l omicidio se non come extrema ratio, quando è indispensabile. Punta all economia, addirittura s infiltra nelle squadre di calcio di livello dilettantistico. La Quarta Mafia è partita con una sorta di vantaggio spazio-temporale sulla Giustizia? Ci sarà stato il fattore sorpresa, durato però non più di tre-quattro anni. In breve tempo ci sono state le reazioni della giustizia e i maxiprocessi storici. L offensiva di magistratura e forze dell ordine è forte ma l attuale sistema penitenziario spesso forgia e sforna boss, vecchi e nuovi. Come agire? Non sono così sicuro che in carcere oggi i boss si fortifichino. Basti pensare al caso Padovano. Appena uscito di galera aveva provato a dedicarsi al crimine con nuove modalità ma è stato ucciso. 20 anni fa non esisteva il 41bis, era più facile il contatto con l esterno, oggi non è così. Non può neanche dirsi che non esistano in assoluto contatti con l esterno, ma sono davvero pochi e difficili. È ovvio che il malavitoso, una volta uscito di prigione, abbia maggiori possibilità di ricaduta. Le donne di mafia, un tempo postine dal carcere e custodi della droga, oggi sono delle vere imprenditrici, boss in gonnella Non una novità. Se ne parla già dall estate del 2001, quando Ilde Saponaro, moglie del boss De Tommasi, fu colpita da un ordinanza di custodia cautelare perché curava in maniera diretta gli affari della famiglia, soprattutto usura ed estorsioni. C è il sentore che criminali e politici seggano allo stesso tavolo. Il lutto di rispetto osservato a Gallipoli per il boss Salvatore Padovano, ucciso dal fratello Rosario, scatenò un polverone Parlerei più di assenza di seria attenzione che di collusione. Non lo dico per giustificare, ritengo però che occorra tenere forti le distanze e chi abbia avuto simili condotte dovrà fare maggiore attenzione. Come sarà la nuova Scu tra 10 anni? Spero che non ci sia! Fabiana Pacella

5 5 25 febbraio 2012 in copertina Un nuova generazione di uomini d onore Nella sua relazione annuale il procuratore Motta ha delineato la geografia dei clan nel Salento, sottolineando la continuità dinastica dei nuovi affiliati Una delle operazioni fondamentali messe a punto dalla Questura leccese nei confronti della Sacra Corona Unita è avvenuta non più di un mese fa. Si tratta della famosa operazione Cinemastore le cui indagini iniziarono nel 2009, in seguito all omicidio di Antonio Giannone e alla successiva intimidazione ai danni della videoteca omonima che sarebbe stata organizzata dai fratelli Giuseppe e Roberto Nisi per punire indirettamente Giampaolo Monaco, considerato il responsabile della morte di Giannone. Da allora attraverso intercettazioni, pedinamenti e altri riscontri furono acquisiti gravi elementi indiziari circa l esistenza di una organizzazione criminale nel territorio leccese legata alla Sacra Corona Unita che operante anche attraverso collegamenti con elementi della criminalità organizzata brindisina. Un gruppo nato dalla naturale evoluzione di una frangia della Sacra Corona Unita salentina vicina al clan Cerfeda, che si sarebbe arricchito negli anni con il traffico di stupefacenti aumentando il proprio potere con l usura, le estorsioni e la gestione delle bische clandestine. In un blitz avvenuto all alba del 24 gennaio scorso la Squadra Mobile della Questura di Lecce portò a termine 49 arresti (dei quali 41 in carcere e 8 ai domiciliari) di altrettanti affiliati all organizzazione criminale facente capo al Pasquale La seconda generazione della Scu ha i volti di ragazzi diventati grandi in fretta. A farlo presente è il procuratore antimafia Cataldo Motta che nella sua relazione annuale non ha girato intorno al problema ma ha fatto nomi e cognomi. Un vero e proprio passaggio di testimone dai cosiddetti boss storici attivi negli anni passati alle figure emergenti che fanno parte dell ambito familiare dei vecchi capoclan. Un albero genealogico di tutto rispetto, che parte dagli anziani leader e culmina con i nipoti giovanissimi entrati ben presto a far parte del giro. Cataldo Motta descrive con puntigliosità la geografia di questa nuova mafia, cristallizzata purtroppo nelle zone di appartenenza storiche delle organizzazioni criminali: Monteroni, Gallipoli, Squinzano, Matino e Parabita, Lecce e Martano, Galatina ma anche Tuturano facendo un salto appena fuori dalla provincia di Lecce. A Monteroni il clan guidato da Mario e Angelo Tornese si è riorganizzato: a prendere le redini sono stati i figli di Mario, Mariolino e Ivan, quest ultimo già arrestato nel 2005 a giugno dell anno scorso è stato condannato per mafia perché manteneva direttamente i contatti tra i detenuti in carcere e le famiglie. Padovano è un cognome noto a Gallipoli, per tutto quello che ha significato negli ultimi anni specie per quanto riguarda la criminalità organizzata. Angelo Padovano, poco più che ventenne sarebbe l erede designato del padre Salvatore (nella foto) ucciso barbaramente nel settembre del A commissionare l omicidio sarebbe stato lo zio Rosario che avrebbe cercato di riportare l ordine nell ambito criminale. A Squinzano, il punto di riferimento dei clan è Antonio Pellegrino, 37 anni, figlio dell ergastolano Francesco che ha già scontato 16 anni di carcere per due omicidi di mafia e per estorsione. Nella zona di Parabita e a Matino è il figlio di Luigi Giannelli, Marco a dirigere le operazioni criminose. Il procuratore Motta nella sua relazione è molto preciso: Nella zona più meridionale del Salento (Casarano, Matino, Parabita) già lo scorso anno era stata segnalata una certa vivacità di traffici illeciti. Si è assistito ad una riorganizzazione dei gruppi criminali ed ai collegamenti tra loro fra i figli dei capi storici della Scu: Marco Giannelli, figlio del pluriergastolano Luigi, con Angelo Padovano ed Ivan Tornese. I nipoti Stefano Rizzo, avrebbero invece già iniziato ad operare su Lecce e Martano come subentrando alla guida dello zio Totò condannato all ergastolo. Anche a Galatina, scrive Motta, la situazione non è rosea: Particolarmente rilevanti, poi, e sintomatici anche dei mutati rapporti tra i Coluccia e Mario Notaro, sono i loro collegamenti con l amministrazione comunale di Galatina, di cui si è già riferito lo scorso anno in virtù dei quali due appalti sono stati aggiudicati a loro familiari o persone loro vicine (la sorella di Mario Notaro e moglie di Luigi Sparapane, anche quest ultimo condannato per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e indagato -insieme con Mario Notaro- per usura commessa con metodo mafioso) e la moglie di Pietro Longo, vicepresidente della squadra di calcio del Galatina della quale Luciano Coluccia è socio fondatore e consigliere di amministrazione (ed il cui figlio Pasquale è cassiere). A Tuturano opera il figlio di Salvatore Buccarella, Angelo che agisce d intesa con la madre Antonia Caliandro. Con Cinemastore un posto in prima fila nella lotta alla Scu L operazione del gennaio scorso è stata uno dei colpi più importanti messi a segno dalla Squadra Mobile di Lecce ai danni della Quarta Mafia Briganti ed ai fratelli Giuseppe e Roberto Nisi indagati per associazione a delinquere di stampo mafioso. Il responsabile dell organizzazione mafiosa cui gli affiliati della zona di Lecce si rivolgevano era proprio Briganti mentre i fratelli Nisi avevano il ruolo, sempre per Lecce, di controllo delle attività illecite quali il commercio della droga, la riscossione forzata dei crediti, la conduzione del gioco d azzardo, le estorsioni, alla esazione delle tangenti sul commercio della droga e alla riscossione del cosiddetto punto, cioè la somma di denaro che, in misura percentuale viene pagata da coloro i quali svolgono attività illecite in un determinato territorio, nei confronti di chi su quel territorio opera un controllo di tipo mafioso. Nell ambito dell attività svolta dalla Squadra Mobile ci fu il sequestro di 3 chili e 65 grammi di cocaina e 2 chili di hashish. Un operazione, la Cinemastore, che però ebbe uno strascico di polemiche (si parlò di fuga di notizie, fatto prontamente smentito proprio dal procuratore Motta) perché in sette riuscirono all inizio a sottrarsi alla cattura cioè i capoclan Roberto Nisi, Giuseppe Nisi, Pasquale Briganti, Teodoro De Nuccio, Daniele Urso, Vincenzo Minicozzi e Salvatore Bramato. Successivamente alcuni dei latitanti sono stati rintracciati o si sono consegnati spontaneamente. Confisca senza attenuanti Sono allo studio miglioramenti del Codice antimafia riguardanti le procedure di sequestro e la destinazione dei patrimoni mafiosi Il Codice antimafia deve essere inasprito migliorando le procedure di sequestro, confisca, gestione e destinazione dei patrimoni mafiosi. Il documento con le proposte correttive alla legge delega (legge 136/2010) è stato messo a punto dall Osservatorio nazionale sulle confische ed è stato largamente condiviso dalla Procura Nazionale Antimafia e dalle Procure Distrettuali di Caltanissetta, Catania, Lecce, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria e Torino che hanno contribuito all elaborazione delle proposte con osservazioni e suggerimenti. Una delle proposte di lavoro è quella di collegare le indagini penali sulle responsabilità personali alle indagini patrimoniali che farebbe aumentare la capacità dello Stato di sottrarre i patrimoni ai mafiosi. Altra modifica che dovrebbe essere realizzata riguarda la cosiddetta confisca breve ovvero i termini di efficacia del provvedimento di sequestro: la proposta è di modificare il comma 2 dell articolo 24 e di aggiungere altri due comma con l obiettivo di riallineare il Codice alla legge delega ed evitare le conseguenze di estinzione o di improseguibilità del procedimento. Verrà quindi introdotto anche l istituto del controllo giudiziario. Altra questione riguarda il ruolo dell Agenzia nazionale guidata da Giuseppe Caruso: l Agenzia dovrà assumere l amministrazione dei beni dopo la confisca definitiva. Il ministro della Giustizia Paola Severino, intervenendo all Università di Palermo si è detta favorevole: Sono sempre disponibile ad ascoltare tutti per apprendere e meditare su eventuali correzioni sul codice antimafia. Siamo chiamati ad attendere il consolidamento della disciplina in modo da poter adottare disposizioni correttive del decreto.

6 6 25 febbraio 2012

7 7 25 febbraio 2012 primo piano Vite in prima linea Due diverse storie incrociano i destini di militari pugliesi: dalla morte del salentino Luca Valente in un incidente in Afghanistan, al caso dei due marò fermati in India per la morte dei due pescatori durante un operazione anti pirateria Quello di Luca Valente è il decimo nome che si aggiunge alla triste lista dei militari salentini caduti nelle missione di pace inviate dal governo italiano in giro per il mondo. Un elenco che si allunga drammaticamente e che in tutto all Italia è costato 49 vite di giovani. Di questi la maggioranza è rimasta vittima di attentanti e scontri a fuoco, altri invece in tragici incidenti. Prima del caporal maggiore di Miggiano avevano perso la vita, ancora in Afghanistan, il 19 ottobre del 2010, il 23enne Marco Pedone di Patù. Ed ancora Antonio Colazzo, 47 Un militare mette in conto di esporre la propria vita anche all estremo sacrificio per onorare la divisa e gli ideali che lo hanno spinto alla missione di rappresentare e difendere il proprio Paese. Nella propria nazione come in giro per il mondo. È accaduto negli anni ed anche in questi ultimi giorni. Ma le storie che da ultimo si sono accavallate meritano maggiore attenzione e diverse considerazioni. Storie che hanno coinvolto il soldato salentino Luca Valente (nella foto in alto), morto a 20 chilometri da Shindand, in Afghanistan in un tragico incidente, ed i due marò pugliesi Massimiliano Latorre e Salvatore Girone (nella foto in basso), accusati di omicidio per l uccisione di due pescatori indiani. Per la Marina Italiana i due avrebbero sventato un attacco di pirati, mentre per le autorità indiane avrebbero fatto fuoco su un peschereccio. Il 27enne Luca Valente, caporal maggiore del 66esimo reggimento fanteria Trieste di Forlì, era un altro figlio del Sud che non aveva paura di andare in missione. Di quei giovani che abbracciano la vita militare perché il posto di lavoro nella propria terra natia non c è e forse difficilmente ci sarà. Diventa un percorso obbligato partire da Miggiano, dal Salento, per vestire una divisa che ti dà onore ma che ti carica di tante responsabilità e di espone al rischio delle armi. Delle armi nemiche in tempi che si cdefiniscono di pace ma che nel frattempo mietono vittime come se fosse in atto una guerra invisibile e duratura e per la quale nessun concordato o armistizio sono in grado di porre rimedi. Luca Valente era un soldato esperto. Era già stato in missione in Libano e tra qualche settimane sarebbe dovuto tornare dall Afghanistan. Il beffardo destino ha affrettato i tempi, e Luca nella casa paterna di via Como a Miggiano, dove Luca era nato e cresciuto vi ha fatto ritorno in un feretro avvolto da una bandiera tricolore e con il rispetto e gli onori di un intero Paese. L ennesimo lutto di una guerra non Un bilancio drammatico per i militari salentini in missione Con Luca Valente sono 10 i salentini morti in missione, 7 invece i nostri militari rimasti feriti in attentati, scontri a fuoco ed incidenti guerra assurda che invece di regalare pace consegna lacrime, disperazione e le polemiche di chi vorrebbe porre fine a questo stillicidio con il ritiro dei contingenti italiani dalle aree calde del mondo. Militari sono anche Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, coinvolti nell incidente militare e diplomatico scoppiato nei mari dell India. Per loro si è mosso il sottosegretario agli esteri Staffan De Mistura, espressamente inviato nel paese asiatico dal ministro Giulio Terzi per tutelare i due italiani che rischiano l ergastolo o la pena di morte. La battaglia legale e diplomatica italiana è tutta incentrata sulle competenze e sulle giurisdizioni. Per dimostrare che l incidente anti pirateria generato dai militari di stanza sulla Enrica Lexie è avvenuto in acque internazionali e che pertanto, se ci sarà un inchiesta giudiziaria, questa dovrà svolgersi in Italia. I familiari dei due pescatori hanno denunciato i militari italiani per omicidio e all Alta Corte di Kochi c è anche la richiesta della moglie di uno dei due pescatori che richiede un risarcimento al governo italiano. Una storia tutta da chiarire, ora al vaglio di una squadra investigativa indiana, la Special Investigation Team che dovrà condurre l inchiesta sull uccisione dei due pescatori. Daniele Greco anni, di Galatina; Davide Ricchiuto di Tiggiano (settembre 2009); il caporal maggiore Alessandro Carrisi di Trepuzzi; il tenente Manuel Fiorito, 27 anni di Neviano, il maresciallo capo Daniele Paladini di Lecce; il primo caporal maggiore Antonio Tarantino di Spongano; il 25enne caporal maggiore scelto Massimo Vitaliano di Galatone ed il maggiore 28enne Stefano Rugge, di Lecce. Molti sono anche i militari salentini rimasti feriti nel corso delle diverse missioni. Si tratta del caporal maggiore Paolo Chiarillo, 26 anni di Ruffano (nell incidente stradale verificatosi in Iraq nel 2005); Michele Miccoli di Aradeo; Giuseppe Cannazza di Galatone; vice brigadiere Pietro Daniele Livieri, 40enne di Nardò (coinvolto nello stesso attentato in cui perse la vita Alessandro Carrisi); l appuntato 29enne di Otranto Ivan Buia, Francesco Galati (26 anni di Surano) e Daniele Vadrucci, (27enne di Nociglia) coinvolti a Nassirya nel maggio del 2004 per l esplosione di una mina a Nassiriya. Stalking? No, grazie Con una tavola rotonda che ha visto la partecipazione della criminologa Roberta Bruzzone ha preso il via il corso, promosso dalla Provincia di Lecce, per il contrasto ai reati di atti persecutori Una simbiosi asfittica che qualcuno ha ancora il coraggio di definire amore. Con queste parole Roberta Bruzzone, criminologa e psicologa forense italiana, ha aperto la tavola rotonda dal titolo Dalla persecuzione alla violenza: tutela giuridica ed interventi a favore della vittima, svoltasi martedì scorso presso l hotel Tiziano di Lecce e organizzata dall assessorato alle Politiche sociali e di Parità della Provincia di Lecce. Si tratta dell appuntamento di apertura del corso sullo stalking previsto nell ambito del Piano formativo Welfare e qualità sociale del territorio: un percorso continuo di aggiornamento e confronto, promosso e realizzato dall assessorato guidato da Filomena D Antini Solero e rivolto agli operatori sociali. Il corso nasce con l intento di aumentare le competenze di chi lavora già nel campo come gli operatori socio-santiari, socio-assistenziali e le forze dell ordine, perchè il problema esiste ed è reale visto che anche a Lecce si sono già registrati denunce e arresti Dagli interventi seguitisi nel convegno è emerso che nell universo femminile una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, è stata colpita nella sua vita dell aggressività di un uomo, e nel 63% dei casi, alla violenza hanno assistito i figli. Le più numerose ad essere colpite sono le donne più giovani -tra i 16 e i 24 anni- ma nella quasi totalità dei casi le violenze non sono state denunciate: il 96% delle vittime, infatti, non parla con nessuno delle violenze subite. I maggiori responsabili delle aggressioni sono i partner, artefici della quota più elevata di tutte le forme di violenza fisica. Nel 75% dei casi lo stalker è uomo e solamente nel 25% è donna. È un individuo che non è in grado di elaborare ed accettare l abbandono. In Europa sono 8 i paesi che hanno una normativa specifica diretta a punire i comportamenti di stalking: Austria, Belgio, Danimarca, Olanda, Germania, Irlanda, Malta, Regno Unito. In Italia è divenuto reato da non molto tempo con un decreto legge entrato in vigore il 25 febbraio Il merito del decreto è, però, aver finalmente introdotto nel Codice Penale il reato di stalking o atti persecutori. Alessandra Caiulo

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Dipartimento della Pubblica Sicurezza Stagione sportiva 2011/2012 Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive Determinazione n. 26/2012 del 30 maggio 2012 L Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro

LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro LINEE GUIDA in materia di discriminazioni sul lavoro (adottate dall Ente in data 10/06/2014) La Provincia di Cuneo intende promuovere un ambiente di lavoro scevro da qualsiasi tipologia di discriminazione.

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Giuseppe Massari ONORE AL CARABINIERE ANTONIO BONAVITA Medaglia d Argento al Valor Militare www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Il Rosso e il Nero Settimanale di strategia

Il Rosso e il Nero Settimanale di strategia Il Rosso e il Nero Settimanale di strategia SCHREBERGARTEN 8 luglio 2015 Questione greca e scontro di civiltà Le città del mondo sono fatte di case, strade, piazze, fabbriche e parchi ma sono anche piene

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

Leonardo Orlando Barcellona La famiglia mafiosa dei Barcellonesi, fin dai primi anni

Leonardo Orlando Barcellona La famiglia mafiosa dei Barcellonesi, fin dai primi anni Domenica 4 Gennaio 2015 BARCELLONA, IERI DEPOSITATI I VERBALI CON LE CLAMOROSE DICHIARAZIONI DEL PENTITO CARMELO D AMICO: C ERA UN PATTO TRA MAFIA E MASSONERIA. GLI INTRECCI E I NOMI SVELATI DAL COLLABORATORE

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

PROMOSSI ALLA GLORIA. Curtatone, non lontano dalla stazione Termini, ospite il pastore di origine svizzera Herman Parli, Francesco

PROMOSSI ALLA GLORIA. Curtatone, non lontano dalla stazione Termini, ospite il pastore di origine svizzera Herman Parli, Francesco Pagina 1 di 5 Francesco Toppi 1928-2014 di Eliseo Cardarelli PROMOSSI ALLA GLORIA Francesco Toppi 1928 2014 Il pastore Francesco Toppi era nato a Roma il 1 gennaio del 1928, da Gioacchino e Gina Gorietti,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli