L azzardo della nuova Scu. 275, POLITICI E CITTADINI CHIEDONO A GRAN VOCE L AVVIO DEI LAVORI Giovanni Nuzzo pag. 15

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L azzardo della nuova Scu. 275, POLITICI E CITTADINI CHIEDONO A GRAN VOCE L AVVIO DEI LAVORI Giovanni Nuzzo pag. 15"

Transcript

1 13 Primo febbraio 2010 piano 25 febbraio 2012 Tricase 1 LA STAZIONE FS DI LECCE SI RIBALTA : PREVISTI INTERVENTI PER 13 MILIONI Daniele Greco pag , POLITICI E CITTADINI CHIEDONO A GRAN VOCE L AVVIO DEI LAVORI Giovanni Nuzzo pag. 15 Settimanale d informazione del Salento Anno XI n LECCE Per il centrodestra è giunto il tempo delle primarie Daniele Greco pag. 10 CASARANO Sansificio sì o no? La decisione ora spetta al Consiglio di Stato A cura della redazione pag. 16 GALATINA L azzardo della nuova Scu iû~ää~êãé=çéä=éêçåìê~íçêé=çáëíêéííì~äé=~åíáã~ñá~=`~í~äçç=jçíí~=åéää~=ëì~=êéä~òáçåé=~ååì~äé=åçå=ä~ëåá~=~çáíç=~=çìääáw ä~= applenì~êí~= j~ñá~ò= Åçåíáåì~= ~Ç= ÉëÉêÅáí~êÉ= ä~= ëì~= éêéëëáçåé= ëìä= åçëíêç= íéêêáíçêáçi= ÅÉêÅ~åÇç= ééê = åéä= ÅçåíÉãéç= áä ÅçåëÉåëç= ÇÉää~= ÖÉåíÉK= b= ^äñêéçç= j~åíçî~åç= ~ÖÖáìåÖÉW= applei~= åìçî~= p~åê~= `çêçå~= råáí~= = ãéåç= ÉÑÑÉê~í~= É= é᪠áåíéêéëë~í~=~=ñ~êé=äìëáåéëëò= Gabellone commissaria la sezione del Pdl e la affida a Baldassarre Maddalena Mongiò pag. 17

2 2 25 febbraio 2012

3 3 25 febbraio 2012 Editoriale Il Salento trionfa nella musica di Giovanni Nuzzo La nostra terra sta diventando trampolino di lancio, accendendo i riflettori nella magia musicale e discografica di tante giovani leve. Parla salentino l ultimo festival di Sanremo per il trionfo di Emma Marrone e la buona affermazione di Dolcenera, che si sono imposte con orgoglio a livello nazionale. Volti e canzoni hanno messo ancora una volta in bella mostra un territorio ricco di talenti per gli splendidi risultati delle nostre conterranee. Dopo i successi nei talent show Superstar ed Amici le giovani artiste del profondo Sud spiccano tra le personalità più importanti del panorama musicale italiano. Un successo che fa gioire l intero tacco d Italia. Ora non vi è solo la Notte della Taranta ad incantare l estremo lembo d Italia, ma siamo stregati anche dalle voci di innumerevoli giovani. Un Salento ricco di immagini, musica, colori, atmosfere e arte per una ghiotta opportunità di sviluppo e di crescita. Un percorso artistico di grande impatto visivo, che permette di apprezzare ancor di più la nostra terra non solo per il suo mare e il suo clima, ma anche per la sua offerta musical-culturale di notevole spessore. Un Salento, quindi, fucina di tanti giovani volenterosi e noi ne siamo fieri, perché contribuiscono a fare grande il suo nome. Un fenomeno che potrebbe apparire quasi un riscatto e noi cantiamo vittoria anche per motivi di campanile, tanto che un po di sano orgoglio provinciale non guasta. L augurio che si possa continuare a lavorare ogni giorno per migliorare il territorio nella certezza che le giovani artiste possano ancora dare tante altre soddisfazioni e vittorie per il Sud. OPINIONI ^=j~íáåç=ä~=appleçáëå~êáå~=çéá=séåéòá~åáò= sáéåé=ç~ää~=ëéòáçåé=ëìç=p~äéåíç=çá=fí~äá~=kçëíê~=äûéååéëáã~=çéåìååá~=ééê=äûéååéëáã~=çáëå~j êáå~=~äìëáî~=åéääé=å~ãé~öåé=ë~äéåíáåék=nìéëí~=îçäí~=ëá~ãç=~=j~íáåç=áå=åçåíê~ç~=appleséåéòá~åáò ÇçîÉ=~á=ÄçêÇá=ÇÉää~=ëíê~Ç~=îáÅáå~äÉ=Ñ~ååç=ÄÉää~=ãçëíê~=Çá=ë =êáñáìíá=áåöçãäê~åíái=ééêáåçäçëá=é=íçëj ëáåçjåçåáîá=çá=î~êáç=öéåéêé=eíê~=åìá=áä=ééêáåçäçëáëëáãç=bíéêåáífk=fåçäíêéi=ëéãäê~=åüé=í~äé=ëáíì~j òáçåé=çá=çéöê~çç=ëíá~=çéíéêãáå~åçç=ìå~=êáçìòáçåé=çéääé=~ííáîáí =Ç~=é~êíÉ=ÇÉá=éêçéêáÉí~êá=ÇÉá=ÑçåJ ÇáI=áãéçëëáÄáäáí~íá=áå=~äÅìåá=Å~ëá=~Ç=~ÅÅÉÇÉêÉ=Åçå=á=äçêç=ãÉòòá=åÉá=äçêç=~ééÉòò~ãÉåíáK= Molti fatti, continuano ad essere segnalati allo "Sportello dei Diritti" attraverso denunce che ci giungono da ogni dove del Bel Paese. Questa volta, ci viene comunicata una nuova prassi che è una conseguenza implacabile della crisi per chi vive tra gli stenti. Non più solo i classici furti dagli scaffali dei supermercati, troppo controllati perchè sottoposti agli attenti occhi della videosorveglianza e degli agenti antitaccheggio, ma pare che si stia diffondendo un fenomeno che potremmo definire più comodo: il furto dai carrelli o dal bagagliaio dell auto dopo che si è usciti dal Crisi: aumentano i furti della spesa negozio o dal supermarket ad ignari cittadini che hanno già effettuato la spesa approfittando del primo momento di distrazione di quest ultimi. Dopo aver fatto la spesa, la vittima apre la vettura e inizia a scaricare nel baule gli acquisti. Poi si allontana quei pochi metri per depositare il carrello. È in questo frangente che il ladro, sicuramente appostato, entra in azione: all interno della vettura quasi sempre è stata lasciata la borsa della spesa, per abitudine o perché ritenuta ingombrante per le operazioni scarico. E per quello che è dato da sapere, i casi non sarebbero isolati, anche perché cifre ufficiali sono impossibili da conoscere in quanto i malcapitati che arrivano a casa e non trovano la spesa nel bagagliaio, nella stragrande maggioranza dei casi non sporgono denuncia. Quale rimedio per i consumatori, allora? Un innalzamento del livello di attenzione e di guardia di chi va a fare la spesa è l unica via d uscita in maniera pratica. Giovanni D Agata Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" La lucerna a cura di fra Roberto Francavilla In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e vi rimase 40 giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli Angeli lo servivano. Siamo entrati nella grande Quaresima, tempo di perdono e di salvezza. Gli evangelisti Luca e Matteo pongono Gesù al centro di un confronto serrato con Satana; Marco, invece, predilige la semplicità collocandolo tra bestie selvatiche ed Angeli che lo servono. Questa scenografia è un anticipo della nostra realtà quotidiana, perché anche noi siamo tra bestie selvatiche, rappresentate dal male che imperversa ogni parte, confortati d altronde da Angeli invisibili ma veri, verso i quali non è male ricordare l antica invocazione che imparammo sin da piccoli al Catechismo: Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me che ti fui affidato!. La realtà di ogni giorno ci fa spettatori di malvagità e cattiverie di ogni specie! Con l inizio della Quaresima siamo invitati a non lasciarci trascinare da questa onda anomala che sembra travolgere tutto e tutti ma a reagire con l imperativo categorico del Maestro: Convertitevi e credete al Vangelo. Queste parole sono state rivolte a ciascuno di noi il mercoledì delle Ceneri, quando il sacerdote, mettendole sul nostro capo, ci ha esortati a iniziare questo percorso penitenziale. La storia biblica e cristiana richiama più volte questo rito della cenere sul capo e sulle vesti dei penitenti, la vita d altronde non ci risparmia altra cenere non solo sul capo quando siamo visitati dalla malattia o da altri imprevisti del vivere quotidiano, non escluse le discordie familiari! Solo la preghiera e il digiuno sono in grado di rimediare a questi mali: digiuno inteso non solo come privazione di cibo, semmai da condividere con chi non ne ha; ma c è da riscoprire un digiuno della lingua, degli occhi e del cuore, inteso come sobrietà e purificazione delle parole, degli sguardi e degli affetti. Amici di Belpaese, in sintesi non pensiate che vi stia facendo la predica (non voglio rubare il mestiere a Celentano). Il mio riferimento chiaro è alla parola di Dio, che fa la verità dentro di noi e intorno a noi, perché non si vive di solo pane, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio. Allora, buona Quaresima, e non fermatevi per strada, dobbiamo arrivare alla Pasqua di resurrezione.

4 4 25 febbraio 2012 in copertina L azzardo della nuova Scu iû~ää~êãé= ÇÉä= éêçåìê~íçêé= ÇáëíêÉííì~äÉ= ~åíáã~ñá~ `~í~äçç=jçíí~=åéää~=ëì~=êéä~òáçåé=~ååì~äé=åçå=ä~ëåá~ ~Çáíç=~=ÇìÄÄáW=ä~=applenì~êí~=j~Ñá~Ò=Åçåíáåì~=~Ç=ÉëÉêÅáí~êÉ ä~=ëì~=éêéëëáçåé=ëìä=åçëíêç=íéêêáíçêáçi=åéêå~åçç=ééê åéä= ÅçåíÉãéç= áä= ÅçåëÉåëç= ÇÉää~= ÖÉåíÉK= b= ^äñêéçç j~åíçî~åç=~ööáìåöéw=applei~=åìçî~=p~åê~=`çêçå~=råáí~= ãéåç=éññéê~í~=é=éáª=áåíéêéëë~í~=~=ñ~êé=äìëáåéëëò= La nuova Sacra Corona Unita cambia pelle. Come una serpe scura tra i rovi del Salento, si mimetizza, si rigenera e striscia, dura a morire. Prende il colore dei muretti a secco e dei paesaggi, a seconda del mutare dell inclinazione del sole e delle stagioni, si adegua. E vive. La controffensiva della macchina della giustizia ha assicurato i capi storici della Quarta Mafia alle sbarre, ma la guardia resta alta. La Scu oggi non insozza le strade di sangue, investe in gioco e insediamenti turistici, cercando lavatrici di riguardo in cui ripulire il denaro. Non fa rumore ma siede ai tavoli che contano e pigia i bottoni delle sale alte, integrata a dovere tra pubblica amministrazione e colletti bianchi. I Arriva la nuova Scu. La Sacra Corona Unita non è morta, non è stata decapitata ma rischia di rinascere e di trovare vigore proprio nelle nuova generazioni cresciute all ombra e nel mito dei vecchi capoclan. A lanciare il preoccupato allarme, il procuratore della direzione distrettuale antimafia Cataldo Motta (nella foto) nella consueta relazione annuale sull amministrazione della giustizia. Si tratta di una sorta di preoccupante passaggio del testimone alla nuova generazione -ha scritto il procuratore Motta- che molto spesso trova l appoggio di familiari, usciti di prigione, anche attraverso la liberazione anticipata. Una situazione che non autorizza alcun ottimismo sul possibile ridimensionamento ed indebolimento dell associazione mafiosa, nonostante il lavoro costante delle forze dell ordine. La criminalità organizzata, pur continuando ad avere il punto di forza nella sua capacità intimidatoria, ha compreso l importanza del consenso ottenuto manifestando disponibilità nei confronti della gente ad ascoltarne e soddisfarne bisogni ed esigenze. Per questo accanto ai cosiddetti buoni e i cattivi, spesso mangiano accanto e tra un prosecco e un risotto ai ricci, si dilettano nel gioco delle scatole cinesi con cui allontanare capitali all estero, mettendoli al riparo. Ne parliamo con Alfredo Mantovano, ex magistrato e già sottosegretario all Interno. Onorevole Mantovano, l affairemala salentina è tornato alla ribalta in questi giorni. Aveva ragione il giudice Falcone quando sosteneva che non si sarebbe debellata mai? Falcone diceva che la mafia è un fenomeno umano, e come tale destinato a una fine. Nel suo realismo siciliano nutriva la speranza che finisse. Cosa rende la nuova Scu forte? reati economici, all usura e all estorsione, restano le attività criminali tradizionali come il traffico di sostanze stupefacenti, soprattutto con l Albania. La nuova frontiera è però quella del favoreggiamento dell immigrazione clandestina e del traffico di esseri umani. La Sacra Corona Unita quindi sta perseguendo il modello Mafia e Camorra, puntando ad ottenere un ruolo determinante nel regolare i rapporti nella società Mantovano: La nuova Scu? Punta all economia Le parole di Cataldo Motta trovano conferma nelle affermazioni di Alfredo Mantovano, per il quale la Quarta Mafia oggi preferisce evitare gli spargimenti di sangue a favore di affari redditizi civile in una prospettiva della definitiva sostituzione agli organi istituzionali dello Stato. Esemplare è quanto accade sempre più spesso al momento delle scarcerazioni: le manifestazioni di solidarietà ai detenuti sono celebrate con l esplosione di fuochi d artificio. Come nel caso di Andrea Leo, esponente di rilievo di un gruppo mafioso (clan Vernel) che opera nella zona di Vernole e delle aree di Calimera e Melendugno, accolto appena liberato proprio con i fuochi pirotecnici. Non solo: a riprova della tesi di Motta, nei giorni scorsi alcune scritte ingiuriose sono state rinvenute proprio a Vernole, in via Tripoli. Un episodio gravissimo certo, ma anche un sintomo inquietante. L Eccellenza della mafia pugliese Le infiltrazioni mafiose nel calcio non sono solo ipotesi. La denuncia del procuratore antimafia Cataldo Motta è circostanziata: sono almeno sette le società del campionato di Eccellenza pugliese che risultano direttamente controllate dalla criminalità organizzata attraverso i diversi ruoli di amministratore, socio o addirittura direttore sportivo. Le infiltrazioni nelle società calcistiche si fanno sempre più preoccupanti -ha spiegato il procuratore- e per questo Figc e Prefettura di Lecce hanno studiato un protocollo cui aderire, per ora su base volontaria, che prevede la presentazione della certificazione antimafia per chi lavora nei club calcistici. Speriamo che l iniziativa presto si trasformi in una legge, visto che la malavita ha puntato il calcio per un paio di motivi: è un formidabile strumento di riciclaggio del denaro sporco e consente di compiere azioni di marketing e di ricerca del consenso presso l ampio popolo dei tifosi. Un doppio beneficio, su cui occorre intervenire al più presto. Innanzitutto occorre ridimensionare il fenomeno. La Scu oggi ha caratteristiche di minore efferatezza, grazie al lavoro delle forze dell ordine. Oggi che sono rimaste solo sparute bande in azione. Attualmente la criminalità non usa l omicidio se non come extrema ratio, quando è indispensabile. Punta all economia, addirittura s infiltra nelle squadre di calcio di livello dilettantistico. La Quarta Mafia è partita con una sorta di vantaggio spazio-temporale sulla Giustizia? Ci sarà stato il fattore sorpresa, durato però non più di tre-quattro anni. In breve tempo ci sono state le reazioni della giustizia e i maxiprocessi storici. L offensiva di magistratura e forze dell ordine è forte ma l attuale sistema penitenziario spesso forgia e sforna boss, vecchi e nuovi. Come agire? Non sono così sicuro che in carcere oggi i boss si fortifichino. Basti pensare al caso Padovano. Appena uscito di galera aveva provato a dedicarsi al crimine con nuove modalità ma è stato ucciso. 20 anni fa non esisteva il 41bis, era più facile il contatto con l esterno, oggi non è così. Non può neanche dirsi che non esistano in assoluto contatti con l esterno, ma sono davvero pochi e difficili. È ovvio che il malavitoso, una volta uscito di prigione, abbia maggiori possibilità di ricaduta. Le donne di mafia, un tempo postine dal carcere e custodi della droga, oggi sono delle vere imprenditrici, boss in gonnella Non una novità. Se ne parla già dall estate del 2001, quando Ilde Saponaro, moglie del boss De Tommasi, fu colpita da un ordinanza di custodia cautelare perché curava in maniera diretta gli affari della famiglia, soprattutto usura ed estorsioni. C è il sentore che criminali e politici seggano allo stesso tavolo. Il lutto di rispetto osservato a Gallipoli per il boss Salvatore Padovano, ucciso dal fratello Rosario, scatenò un polverone Parlerei più di assenza di seria attenzione che di collusione. Non lo dico per giustificare, ritengo però che occorra tenere forti le distanze e chi abbia avuto simili condotte dovrà fare maggiore attenzione. Come sarà la nuova Scu tra 10 anni? Spero che non ci sia! Fabiana Pacella

5 5 25 febbraio 2012 in copertina Un nuova generazione di uomini d onore Nella sua relazione annuale il procuratore Motta ha delineato la geografia dei clan nel Salento, sottolineando la continuità dinastica dei nuovi affiliati Una delle operazioni fondamentali messe a punto dalla Questura leccese nei confronti della Sacra Corona Unita è avvenuta non più di un mese fa. Si tratta della famosa operazione Cinemastore le cui indagini iniziarono nel 2009, in seguito all omicidio di Antonio Giannone e alla successiva intimidazione ai danni della videoteca omonima che sarebbe stata organizzata dai fratelli Giuseppe e Roberto Nisi per punire indirettamente Giampaolo Monaco, considerato il responsabile della morte di Giannone. Da allora attraverso intercettazioni, pedinamenti e altri riscontri furono acquisiti gravi elementi indiziari circa l esistenza di una organizzazione criminale nel territorio leccese legata alla Sacra Corona Unita che operante anche attraverso collegamenti con elementi della criminalità organizzata brindisina. Un gruppo nato dalla naturale evoluzione di una frangia della Sacra Corona Unita salentina vicina al clan Cerfeda, che si sarebbe arricchito negli anni con il traffico di stupefacenti aumentando il proprio potere con l usura, le estorsioni e la gestione delle bische clandestine. In un blitz avvenuto all alba del 24 gennaio scorso la Squadra Mobile della Questura di Lecce portò a termine 49 arresti (dei quali 41 in carcere e 8 ai domiciliari) di altrettanti affiliati all organizzazione criminale facente capo al Pasquale La seconda generazione della Scu ha i volti di ragazzi diventati grandi in fretta. A farlo presente è il procuratore antimafia Cataldo Motta che nella sua relazione annuale non ha girato intorno al problema ma ha fatto nomi e cognomi. Un vero e proprio passaggio di testimone dai cosiddetti boss storici attivi negli anni passati alle figure emergenti che fanno parte dell ambito familiare dei vecchi capoclan. Un albero genealogico di tutto rispetto, che parte dagli anziani leader e culmina con i nipoti giovanissimi entrati ben presto a far parte del giro. Cataldo Motta descrive con puntigliosità la geografia di questa nuova mafia, cristallizzata purtroppo nelle zone di appartenenza storiche delle organizzazioni criminali: Monteroni, Gallipoli, Squinzano, Matino e Parabita, Lecce e Martano, Galatina ma anche Tuturano facendo un salto appena fuori dalla provincia di Lecce. A Monteroni il clan guidato da Mario e Angelo Tornese si è riorganizzato: a prendere le redini sono stati i figli di Mario, Mariolino e Ivan, quest ultimo già arrestato nel 2005 a giugno dell anno scorso è stato condannato per mafia perché manteneva direttamente i contatti tra i detenuti in carcere e le famiglie. Padovano è un cognome noto a Gallipoli, per tutto quello che ha significato negli ultimi anni specie per quanto riguarda la criminalità organizzata. Angelo Padovano, poco più che ventenne sarebbe l erede designato del padre Salvatore (nella foto) ucciso barbaramente nel settembre del A commissionare l omicidio sarebbe stato lo zio Rosario che avrebbe cercato di riportare l ordine nell ambito criminale. A Squinzano, il punto di riferimento dei clan è Antonio Pellegrino, 37 anni, figlio dell ergastolano Francesco che ha già scontato 16 anni di carcere per due omicidi di mafia e per estorsione. Nella zona di Parabita e a Matino è il figlio di Luigi Giannelli, Marco a dirigere le operazioni criminose. Il procuratore Motta nella sua relazione è molto preciso: Nella zona più meridionale del Salento (Casarano, Matino, Parabita) già lo scorso anno era stata segnalata una certa vivacità di traffici illeciti. Si è assistito ad una riorganizzazione dei gruppi criminali ed ai collegamenti tra loro fra i figli dei capi storici della Scu: Marco Giannelli, figlio del pluriergastolano Luigi, con Angelo Padovano ed Ivan Tornese. I nipoti Stefano Rizzo, avrebbero invece già iniziato ad operare su Lecce e Martano come subentrando alla guida dello zio Totò condannato all ergastolo. Anche a Galatina, scrive Motta, la situazione non è rosea: Particolarmente rilevanti, poi, e sintomatici anche dei mutati rapporti tra i Coluccia e Mario Notaro, sono i loro collegamenti con l amministrazione comunale di Galatina, di cui si è già riferito lo scorso anno in virtù dei quali due appalti sono stati aggiudicati a loro familiari o persone loro vicine (la sorella di Mario Notaro e moglie di Luigi Sparapane, anche quest ultimo condannato per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e indagato -insieme con Mario Notaro- per usura commessa con metodo mafioso) e la moglie di Pietro Longo, vicepresidente della squadra di calcio del Galatina della quale Luciano Coluccia è socio fondatore e consigliere di amministrazione (ed il cui figlio Pasquale è cassiere). A Tuturano opera il figlio di Salvatore Buccarella, Angelo che agisce d intesa con la madre Antonia Caliandro. Con Cinemastore un posto in prima fila nella lotta alla Scu L operazione del gennaio scorso è stata uno dei colpi più importanti messi a segno dalla Squadra Mobile di Lecce ai danni della Quarta Mafia Briganti ed ai fratelli Giuseppe e Roberto Nisi indagati per associazione a delinquere di stampo mafioso. Il responsabile dell organizzazione mafiosa cui gli affiliati della zona di Lecce si rivolgevano era proprio Briganti mentre i fratelli Nisi avevano il ruolo, sempre per Lecce, di controllo delle attività illecite quali il commercio della droga, la riscossione forzata dei crediti, la conduzione del gioco d azzardo, le estorsioni, alla esazione delle tangenti sul commercio della droga e alla riscossione del cosiddetto punto, cioè la somma di denaro che, in misura percentuale viene pagata da coloro i quali svolgono attività illecite in un determinato territorio, nei confronti di chi su quel territorio opera un controllo di tipo mafioso. Nell ambito dell attività svolta dalla Squadra Mobile ci fu il sequestro di 3 chili e 65 grammi di cocaina e 2 chili di hashish. Un operazione, la Cinemastore, che però ebbe uno strascico di polemiche (si parlò di fuga di notizie, fatto prontamente smentito proprio dal procuratore Motta) perché in sette riuscirono all inizio a sottrarsi alla cattura cioè i capoclan Roberto Nisi, Giuseppe Nisi, Pasquale Briganti, Teodoro De Nuccio, Daniele Urso, Vincenzo Minicozzi e Salvatore Bramato. Successivamente alcuni dei latitanti sono stati rintracciati o si sono consegnati spontaneamente. Confisca senza attenuanti Sono allo studio miglioramenti del Codice antimafia riguardanti le procedure di sequestro e la destinazione dei patrimoni mafiosi Il Codice antimafia deve essere inasprito migliorando le procedure di sequestro, confisca, gestione e destinazione dei patrimoni mafiosi. Il documento con le proposte correttive alla legge delega (legge 136/2010) è stato messo a punto dall Osservatorio nazionale sulle confische ed è stato largamente condiviso dalla Procura Nazionale Antimafia e dalle Procure Distrettuali di Caltanissetta, Catania, Lecce, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria e Torino che hanno contribuito all elaborazione delle proposte con osservazioni e suggerimenti. Una delle proposte di lavoro è quella di collegare le indagini penali sulle responsabilità personali alle indagini patrimoniali che farebbe aumentare la capacità dello Stato di sottrarre i patrimoni ai mafiosi. Altra modifica che dovrebbe essere realizzata riguarda la cosiddetta confisca breve ovvero i termini di efficacia del provvedimento di sequestro: la proposta è di modificare il comma 2 dell articolo 24 e di aggiungere altri due comma con l obiettivo di riallineare il Codice alla legge delega ed evitare le conseguenze di estinzione o di improseguibilità del procedimento. Verrà quindi introdotto anche l istituto del controllo giudiziario. Altra questione riguarda il ruolo dell Agenzia nazionale guidata da Giuseppe Caruso: l Agenzia dovrà assumere l amministrazione dei beni dopo la confisca definitiva. Il ministro della Giustizia Paola Severino, intervenendo all Università di Palermo si è detta favorevole: Sono sempre disponibile ad ascoltare tutti per apprendere e meditare su eventuali correzioni sul codice antimafia. Siamo chiamati ad attendere il consolidamento della disciplina in modo da poter adottare disposizioni correttive del decreto.

6 6 25 febbraio 2012

7 7 25 febbraio 2012 primo piano Vite in prima linea Due diverse storie incrociano i destini di militari pugliesi: dalla morte del salentino Luca Valente in un incidente in Afghanistan, al caso dei due marò fermati in India per la morte dei due pescatori durante un operazione anti pirateria Quello di Luca Valente è il decimo nome che si aggiunge alla triste lista dei militari salentini caduti nelle missione di pace inviate dal governo italiano in giro per il mondo. Un elenco che si allunga drammaticamente e che in tutto all Italia è costato 49 vite di giovani. Di questi la maggioranza è rimasta vittima di attentanti e scontri a fuoco, altri invece in tragici incidenti. Prima del caporal maggiore di Miggiano avevano perso la vita, ancora in Afghanistan, il 19 ottobre del 2010, il 23enne Marco Pedone di Patù. Ed ancora Antonio Colazzo, 47 Un militare mette in conto di esporre la propria vita anche all estremo sacrificio per onorare la divisa e gli ideali che lo hanno spinto alla missione di rappresentare e difendere il proprio Paese. Nella propria nazione come in giro per il mondo. È accaduto negli anni ed anche in questi ultimi giorni. Ma le storie che da ultimo si sono accavallate meritano maggiore attenzione e diverse considerazioni. Storie che hanno coinvolto il soldato salentino Luca Valente (nella foto in alto), morto a 20 chilometri da Shindand, in Afghanistan in un tragico incidente, ed i due marò pugliesi Massimiliano Latorre e Salvatore Girone (nella foto in basso), accusati di omicidio per l uccisione di due pescatori indiani. Per la Marina Italiana i due avrebbero sventato un attacco di pirati, mentre per le autorità indiane avrebbero fatto fuoco su un peschereccio. Il 27enne Luca Valente, caporal maggiore del 66esimo reggimento fanteria Trieste di Forlì, era un altro figlio del Sud che non aveva paura di andare in missione. Di quei giovani che abbracciano la vita militare perché il posto di lavoro nella propria terra natia non c è e forse difficilmente ci sarà. Diventa un percorso obbligato partire da Miggiano, dal Salento, per vestire una divisa che ti dà onore ma che ti carica di tante responsabilità e di espone al rischio delle armi. Delle armi nemiche in tempi che si cdefiniscono di pace ma che nel frattempo mietono vittime come se fosse in atto una guerra invisibile e duratura e per la quale nessun concordato o armistizio sono in grado di porre rimedi. Luca Valente era un soldato esperto. Era già stato in missione in Libano e tra qualche settimane sarebbe dovuto tornare dall Afghanistan. Il beffardo destino ha affrettato i tempi, e Luca nella casa paterna di via Como a Miggiano, dove Luca era nato e cresciuto vi ha fatto ritorno in un feretro avvolto da una bandiera tricolore e con il rispetto e gli onori di un intero Paese. L ennesimo lutto di una guerra non Un bilancio drammatico per i militari salentini in missione Con Luca Valente sono 10 i salentini morti in missione, 7 invece i nostri militari rimasti feriti in attentati, scontri a fuoco ed incidenti guerra assurda che invece di regalare pace consegna lacrime, disperazione e le polemiche di chi vorrebbe porre fine a questo stillicidio con il ritiro dei contingenti italiani dalle aree calde del mondo. Militari sono anche Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, coinvolti nell incidente militare e diplomatico scoppiato nei mari dell India. Per loro si è mosso il sottosegretario agli esteri Staffan De Mistura, espressamente inviato nel paese asiatico dal ministro Giulio Terzi per tutelare i due italiani che rischiano l ergastolo o la pena di morte. La battaglia legale e diplomatica italiana è tutta incentrata sulle competenze e sulle giurisdizioni. Per dimostrare che l incidente anti pirateria generato dai militari di stanza sulla Enrica Lexie è avvenuto in acque internazionali e che pertanto, se ci sarà un inchiesta giudiziaria, questa dovrà svolgersi in Italia. I familiari dei due pescatori hanno denunciato i militari italiani per omicidio e all Alta Corte di Kochi c è anche la richiesta della moglie di uno dei due pescatori che richiede un risarcimento al governo italiano. Una storia tutta da chiarire, ora al vaglio di una squadra investigativa indiana, la Special Investigation Team che dovrà condurre l inchiesta sull uccisione dei due pescatori. Daniele Greco anni, di Galatina; Davide Ricchiuto di Tiggiano (settembre 2009); il caporal maggiore Alessandro Carrisi di Trepuzzi; il tenente Manuel Fiorito, 27 anni di Neviano, il maresciallo capo Daniele Paladini di Lecce; il primo caporal maggiore Antonio Tarantino di Spongano; il 25enne caporal maggiore scelto Massimo Vitaliano di Galatone ed il maggiore 28enne Stefano Rugge, di Lecce. Molti sono anche i militari salentini rimasti feriti nel corso delle diverse missioni. Si tratta del caporal maggiore Paolo Chiarillo, 26 anni di Ruffano (nell incidente stradale verificatosi in Iraq nel 2005); Michele Miccoli di Aradeo; Giuseppe Cannazza di Galatone; vice brigadiere Pietro Daniele Livieri, 40enne di Nardò (coinvolto nello stesso attentato in cui perse la vita Alessandro Carrisi); l appuntato 29enne di Otranto Ivan Buia, Francesco Galati (26 anni di Surano) e Daniele Vadrucci, (27enne di Nociglia) coinvolti a Nassirya nel maggio del 2004 per l esplosione di una mina a Nassiriya. Stalking? No, grazie Con una tavola rotonda che ha visto la partecipazione della criminologa Roberta Bruzzone ha preso il via il corso, promosso dalla Provincia di Lecce, per il contrasto ai reati di atti persecutori Una simbiosi asfittica che qualcuno ha ancora il coraggio di definire amore. Con queste parole Roberta Bruzzone, criminologa e psicologa forense italiana, ha aperto la tavola rotonda dal titolo Dalla persecuzione alla violenza: tutela giuridica ed interventi a favore della vittima, svoltasi martedì scorso presso l hotel Tiziano di Lecce e organizzata dall assessorato alle Politiche sociali e di Parità della Provincia di Lecce. Si tratta dell appuntamento di apertura del corso sullo stalking previsto nell ambito del Piano formativo Welfare e qualità sociale del territorio: un percorso continuo di aggiornamento e confronto, promosso e realizzato dall assessorato guidato da Filomena D Antini Solero e rivolto agli operatori sociali. Il corso nasce con l intento di aumentare le competenze di chi lavora già nel campo come gli operatori socio-santiari, socio-assistenziali e le forze dell ordine, perchè il problema esiste ed è reale visto che anche a Lecce si sono già registrati denunce e arresti Dagli interventi seguitisi nel convegno è emerso che nell universo femminile una donna su tre, tra i 16 e i 70 anni, è stata colpita nella sua vita dell aggressività di un uomo, e nel 63% dei casi, alla violenza hanno assistito i figli. Le più numerose ad essere colpite sono le donne più giovani -tra i 16 e i 24 anni- ma nella quasi totalità dei casi le violenze non sono state denunciate: il 96% delle vittime, infatti, non parla con nessuno delle violenze subite. I maggiori responsabili delle aggressioni sono i partner, artefici della quota più elevata di tutte le forme di violenza fisica. Nel 75% dei casi lo stalker è uomo e solamente nel 25% è donna. È un individuo che non è in grado di elaborare ed accettare l abbandono. In Europa sono 8 i paesi che hanno una normativa specifica diretta a punire i comportamenti di stalking: Austria, Belgio, Danimarca, Olanda, Germania, Irlanda, Malta, Regno Unito. In Italia è divenuto reato da non molto tempo con un decreto legge entrato in vigore il 25 febbraio Il merito del decreto è, però, aver finalmente introdotto nel Codice Penale il reato di stalking o atti persecutori. Alessandra Caiulo

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

ULTIMI SVILUPPI NELLA LOTTA CONTRO LA MAFIA E CORRELATE ATTIVITA DELLA D.I.A.

ULTIMI SVILUPPI NELLA LOTTA CONTRO LA MAFIA E CORRELATE ATTIVITA DELLA D.I.A. INTERVENTO DEL CAPO CENTRO OPERATIVO D.I.A. DI PALERMO COL. GIUSEPPE D AGATA PRESSO LA COMMISSIONE SPECIALE SULLA CRIMINALITA ORGANIZZATA, LA CORRUZIONE E IL RICICLAGGIO DI DENARO - (CRIM) DEL PARLAMENTO

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech

Dopo il Silenzio. Di Pietro Grasso. Presentazione di regia. Di Alessio Pizzech Dopo il Silenzio Di Pietro Grasso Presentazione di regia Di Alessio Pizzech Dopo la significativa esperienza di Per non Morire di mafia, tratto dall omonimo libro, che dopo il fortunato battesimo Spoletino

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Norme contro il traffico e la vendita degli organi prelevati dai bambini N. 392

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Norme contro il traffico e la vendita degli organi prelevati dai bambini N. 392 Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 392 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato VOLONTÈ Norme contro il traffico e la vendita degli organi prelevati dai bambini Presentata

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Indice. Introduzione... Pag. 5 CAPITOLO PRIMO LA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA

Indice. Introduzione... Pag. 5 CAPITOLO PRIMO LA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA Indice Introduzione... Pag. 5 CAPITOLO PRIMO LA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA Premessa... «17 La criminalità organizzata nel mondo...» 20 Stati Uniti Cosa Nostra...» 22 Cina - Le Triadi...» 24 Cina - I Tong...»

Dettagli

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA

CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA CAPITOLO VII IL SACRIFICIO DI FILIPPO MERLINO A NASSYRIA Filippo Merlino Nato a Sant Arcangelo il 25/02/1957, era entrato nei carabinieri a soli 17 anni. Maresciallo Maggiore comandava la stazione dei

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Giovedì, 16 giugno 2016 16/06/2016 Pagina 21 PIER LUIGI TROMBETTA Dipendente in prova denuncia il titolare:

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

SOLIDARIA società cooperativa sociale a r.l. - onlus

SOLIDARIA società cooperativa sociale a r.l. - onlus Introduzione alla manifestazione conclusiva del concorso per il miglior manifesto antiracket per l assegnazione del Premio Libero Grassi 2005 Care amiche e cari amici, grazie a tutti per aver voluto partecipare

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

La Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie

La Giornata della Memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie Non è un corteo come gli altri perché a partecipare sono i familiari delle vittime della mafia, una mafia che è come la peste che si espande come un cancro per tutto il Paese. Per combatterla non basta

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

Psoprattutto nella fase di informazione,

Psoprattutto nella fase di informazione, UNA VISIONE DALLA PARTE DELL UTENZA DEBOLE, CICLISTI E PEDONI Marco Passigato FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta rima di iniziare vorrei ringraziare le associazioni che hanno collaborato,

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa.

22 febbraio 2013. Nel periodo della purificazione si assume un maggiordomo, che ha il compito di sorvegliare la casa. 1 22 febbraio 2013 Sesto incontro Introduzione Nella Teologia Spirituale troviamo tre tappe per la crescita dello spirito. Nella Religione Cattolica le tre dimensioni sono: la purificazione, l illuminazione,

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Un amico è per sempre, ma anche un nemico

Un amico è per sempre, ma anche un nemico In quest angolo di mondo, un angolo morto, è finita la vita di mio fratello Angelo Vassallo. [ ] Non c è movimento, nell angolo morto, tutto si è sgretolato. 14 settembre 2013, Laura Boldrini fa visita

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO NO MAFIE BIELLA BILANCIO SOCIALE IDENTITA' DELL'ASSOCIAZIONE L'Associazione NO MAFIE BIELLA, che per brevità chiameremo NO MAFIE è un associazione di volontariato ONLUS (organizzazione

Dettagli

N. 8 14 marzo 2013 aggiornato alle ore 22.00 di domenica

N. 8 14 marzo 2013 aggiornato alle ore 22.00 di domenica N. 8 14 marzo 2013 aggiornato alle ore 22.00 di domenica Notizie in breve Italia Esteri pag. 1 pag. 2 Notizie per parlare Papa Francesco Salute Attualità Salute - Prevenzione Cinema Giochi - Rebus pag.

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Fragili, come le ali di una farfalla. E, SULLE ALI DELLA SPERANZA IN COPERTINA

Fragili, come le ali di una farfalla. E, SULLE ALI DELLA SPERANZA IN COPERTINA IN COPERTINA SULLE ALI DELLA SPERANZA Fare conoscere una malattia rara come l Epidermolisi Bollosa. Raccogliere fondi per la ricerca e sostenere la sperimentazione. Trasformare i sogni e i desideri dei

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

IN CARCERE MA LIBERI!

IN CARCERE MA LIBERI! PATRIZIO ASTORRI GENNARO CAROTENUTO TULLIO MENGON SILVANO SPAGNUOLO LORENZO ZOCCA IN CARCERE MA LIBERI! Terza edizione Chirico INDICE Presentazione del Cardinale Michele Giordano XI Lettera del cappellano

Dettagli

Volontariato Brescia ONLUS I SERVIZI. partecipazione alle spese per i danni subiti

Volontariato Brescia ONLUS I SERVIZI. partecipazione alle spese per i danni subiti Associazione di volontariato ASSOARMA Croce Rossa Italiana Comitato locale di Brescia Volontariato Brescia ONLUS Associazione Nazionale Terza Età Attiva per la Solidarietà Comune di Brescia SETTORE SICUREZZA

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa?

2. Lei dice che la mafia oggi sia più discreta che nel passato. Secondo Lei: La Mafia e più potente o meno potente che diciamo dieci anni fa? 1. In Germania c'è l'impressione che in Italia il periodo degli grandi assassini della mafia sia passato: Non si vede più grandi attentati come quellineglianninovanta.comemai?egiustoquestaimpressione?

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO Cari amici, oggi siamo qui per ricordare e per testimoniare la

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 19 Settembre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 19 Settembre 2013 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 19 Settembre 2013 IL CITTADINO SANITÀ LA REGIONE SI METTE AL LAVORO PER STILARE UNA RIFORMA DEL SETTORE, FORONI E PEDRAZZINI: «PER ORA NESSUNA DISCUSSIONE, SIAMO SOLO

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Mafie in Veneto Dati statistici

Mafie in Veneto Dati statistici Mafie in Veneto Dati statistici Raccolta di dati a cura di Avviso Pubblico Le mafie Scheda informativa sintetica 1 Diverse sono le ipotesi etimologiche del termine mafia. La più accreditata ritiene che

Dettagli

E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD

E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD SCHEDA Roma, 27 febbraio 2008 N 3 E ADESSO VI SPIEGHIAMO IL PROGRAMMA DEL PD Analisi critica, sintetica e graffiante dei dodici punti del programma del Partito Democratico Punto 3 CITTADINI E IMPRESE PIÙ

Dettagli

MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali

MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali MANIFESTO dei Gruppi di Volontariato Vincenziano di Milano - AIC Italia (versione analitica) I principi fondamentali La nostra identità si basa sulla coerenza con il progetto fondamentale di San Vincenzo

Dettagli

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali.

IL GRILLO PARLANTE. www.inmigrazione.it. Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. IL GRILLO PARLANTE Laboratorio sul Consiglio: dalle vicende del burattino di legno ai grandi temi personali. www.inmigrazione.it collana lingua italiana l2 Pinocchio e il grillo parlante Pinocchio è una

Dettagli

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga,

Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, Saggistica Aracne Il libro vuole invitare i giovani che ancora cercano il loro cammino ad una conoscenza più intima e approfondita della vita di padre Mario Borzaga, missionario Oblato di Maria Immacolata.

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi. Sintesi e Conclusioni

Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi. Sintesi e Conclusioni Relazione Osservatorio sulla prostituzione e sui fenomeni delittuosi ad essa connessi Sintesi e Conclusioni Due le questioni emergenti su cui l Osservatorio si è soffermato: la condizione di sfruttamento

Dettagli

SECONDA TAPPA verso il CoMiGi 12

SECONDA TAPPA verso il CoMiGi 12 SECONDA TAPPA verso il CoMiGi 12 Da discepoli a testimoni. La Parabola di Pietro. Il tema vuole mettere in luce quel discernimento che ha visto divenire Pietro da un semplice discepolo ad un testimone

Dettagli

Presentazione dell Associazione ONLUS GRUPPO A.M.A. ASCOLTO Venaria DEFINIZIONI AUTO ( AIUTO) Dal greco di sé stesso, da sé spontaneamente, con mezzi propri. MUTUO (AIUTO) dal sistema didattico del sec.

Dettagli

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Il convegno, svoltosi ad Acireale il 27 febbraio 2015 per iniziativa della Diocesi di Acireale assieme alla Associazione

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA PER LA RACCOLTA FIRME

NOTA ESPLICATIVA PER LA RACCOLTA FIRME NOTA ESPLICATIVA PER LA RACCOLTA FIRME PREMESSA Chi raccoglie le firme per il referendum deve essere consapevole che sta esercitando un diritto previsto dallʹart. 138 della Costituzione, e che tale diritto

Dettagli

Secondo incontro: La mia esperienza d amore

Secondo incontro: La mia esperienza d amore Secondo incontro: La mia esperienza d amore Prima di addentrarci nel tema dell incontro sondiamo la motivazione dei ragazzi. Propongo loro un diagramma G/T. Tutti i ragazzi pensavano ad un esercizio di

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO NELLA CHIRURGIA REFRATTIVA ESEGUITA CON LASER AD ECCIMERI

INFORMAZIONE E CONSENSO NELLA CHIRURGIA REFRATTIVA ESEGUITA CON LASER AD ECCIMERI INFORMAZIONE E CONSENSO NELLA CHIRURGIA REFRATTIVA ESEGUITA CON LASER AD ECCIMERI Torino, li Informazione in merito al caso clinico del Sig.: Nato a: Residente in: Lei presenta un difetto visivo che viene

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

MILENA GABANELLI FUORI CAMPO

MILENA GABANELLI FUORI CAMPO Ammazza che mafia di Paolo Mondani MILENA GABANELLI FUORI CAMPO La storia che adesso vedremo avrebbe potuto, almeno in parte, essere raccontata 10 anni fa. Siamo a Roma dove una vera e propria federazione

Dettagli

IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA

IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA IL LASER PER I DIFETTI DELLA VISTA LA MIOPIA Si parla di miopia quando la vista da lontano è ridotta. Il miope vede bene a distanza ravvicinata, mentre le immagini lontane appaiono sfuocate. La ragione

Dettagli

1 di 6 07/10/2012 12.45

1 di 6 07/10/2012 12.45 1 di 6 07/10/2012 12.45 cerca nel sito... - cerca per Comune - Cerca con Google Sei il visitatore n 80.558.433 Il primo giornale online della provincia di Lecco redazione@merateonline.it per la tua pubblicità

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI

Allegato n. 9 UNITA DI APPRENDIMENTO 1 DATI IDENTIFICATIVI UNITA DI 1 gli alunni delle classi prime Riconoscere l importanza dello stare insieme e del conoscere se stessi e gli altri. Riconoscere l importanza dell imparare legata alla nuova esperienza scolastica.

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI IMPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE DA CAMERA POSTERIORE IN OCCHIO FACHICO (LIOF-CP)

SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI IMPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE DA CAMERA POSTERIORE IN OCCHIO FACHICO (LIOF-CP) SCHEDA INFORMATIVA INTERVENTO DI IMPIANTO DI LENTE INTRAOCULARE DA CAMERA POSTERIORE IN OCCHIO FACHICO (LIOF-CP) Data: Informazioni fornite da: Responsabile del trattamento chirurgico:. I difetti visivi,

Dettagli

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro

La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro La rete territoriale contro la violenza sulle donne di Varese: lavori in corso e priorità per il prossimo futuro Intervista a Gabriella Sberviglieri, socia fondatrice di EOS onlus, Centro Ascolto e accompagnamento

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU'

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' 4 Agosto 2008, 08:24 Giuseppe Tornatore, dopo vent anni torna a Cefalù come un semplice ospite a passare una serata con amici, una sera d estate. Una serata

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria

La regina delle nevi di H.C. Andersen. Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria La regina delle nevi di H.C. Andersen Maria De Nigris Insegnante di scuola primaria Introduzione Rileggendo queste fiabe di Andersen, con la maturità di oggi, ho potuto cogliere la ricchezza delle descrizioni

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti Corriere della Sera http://www.corriere.it/cronache/11_settembre_29/fasano-nonna-moto-cade_b1ce4c46... Page 1 of 2 03/10/2011 stampa chiudi IL RECORD DI TARANTO, 321 INDAGATI. E LE FRODI FANNO SALIRE IL

Dettagli

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte.

Questo è l ICAM, sembra tutto fuorché un carcere. La giovane responsabile è l ispettore Stefania Conte. FRANCESCA CORSO di Edoardo Di Lorenzo FRANCESCA CORSO FONDATRICE Ho lavorato come assistente sociale al carcere di San Vittore e ho trovato dei bambini carcerati assieme alle mamme in un regime carcerario

Dettagli

COSTITUZIONE DI UN LABORATORIO DI CRIMINOLOGICA per il sostegno alle vittime di reato a cura di Dea D Aprile

COSTITUZIONE DI UN LABORATORIO DI CRIMINOLOGICA per il sostegno alle vittime di reato a cura di Dea D Aprile COSTITUZIONE DI UN LABORATORIO DI CRIMINOLOGICA per il sostegno alle vittime di reato a cura di Dea D Aprile PROMOTORE, UNIVERSITA MEIER Medicina Integrata Europea e Ricerca E riconosciuta dal MIUR E iscritta

Dettagli

100in1giorno M I L A N O 2 0 1 5 KIT INIZIATIVE

100in1giorno M I L A N O 2 0 1 5 KIT INIZIATIVE KIT INIZIATIVE Grazie! Per aver contribuito a portare nei parchi, strade e piazze di Milano la prima edizione italiana di 100in1giorno, proponendo un iniziativa che renderà la città un po più simile a

Dettagli

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO INTRODUZIONE Le attività proposte in preparazione all incontro con il Vescovo Gianni hanno il loro orizzonte più ampio nei contenuti della

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

DIRITTINSCENA 2 edizione

DIRITTINSCENA 2 edizione BANDO DI CONCORSO FESTIVAL ANTIMAFIE E PER I DIRITTI UMANI DIRITTINSCENA 2 edizione «Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli