Calcolo economico e finanziario: Esercizi svolti

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Calcolo economico e finanziario: Esercizi svolti"

Transcript

1 Calcolo economico e finanziario: Esercizi svolti 1. Si vuole realizzare un investimento acquistando un macchinario il cui costo è Sarà finanziato per metà attraverso un prestito rimborsabile in 5 annualità posticipate costanti al tasso del 12% annuo. Il coefficiente di ammortamento è del 20%. Le previsioni per i prossimi 5 anni sono le seguenti: Ricavi operativi Costi operativi Le imposte sugli utili lordi sono stimate nella misura del 40% e il bene potrà essere rivenduto per 100 alla fine dei 5 anni. Determinare il reddito operativo, il reddito lordo e il reddito netto che l'investimento produrrà nei 5 anni. Calcolare il valore attuale e commentare il risultato. a) Calcoliamo la rata del prestito scomponendo la quota capitale e la quota interesse: A=500(A/P,12,5)=18,7 Debito residuo inizio anno 500,0 421,,1 24, 12,7 Quota interessi 60,0 50,5 9,9 28,1 14,8 Quota capitale 78,7 88,2 98,8 110,6 12,9 b) Calcoliamo, per ciascun anno, il risultato netto: Ricavi , , , ,0 Costi operativi ,0-800,0-700,0-600,0 Ammortamenti ,0-200,0-200,0-200,0 Utile operativo ,0 500,0 00,0 200,0 Interessi passivi ,5-9,9-28,1-14,8 Utile lordo ,5 460,1 271,9 185,2 Imposte ,8-184,0-108,7-74,0 Utile netto ,7 276,1 16,2 111,2 c) L'utile netto si combina con i flussi legati all'investimento e al suo finanziamento. Calcoliamo i flussi di capitale annuali: Anni Utile netto 144,0 209,7 276,1 16,2 111,2 Ammortamenti 200,0 200,0 200,0 200,0 200,0 Cash flow 44,0 409,7 476,1 6,2 11,2 Investimento Prestito ,7-88,2-98,8-110,6-12,9 Valore residuo 100,0 Flusso annuale , 21,5 77, 252,6 287, d) Il valore attuale è uguale alla somma dei flussi annuali attualizzati al MARR del 10%: VAN= ,(P/F,10,1)+21,5(P/F,10,2)+77,(P/F,10,)+252,6(P/F,10,4)+287,(P/F,10,5)=641,2 2. Qual è il periodo di recupero di ciascuno dei seguenti progetti di investimento? Quale scegliereste? Progetto A B C Risposta: A= anni; B=2 anni; C= anni.. Per attuare una certa produzione, si hanno tre opportunità: rinnovare un impianto vecchio o investire in un nuovo impianto per il quale si presentano due alternative. I dati relativi ai tre impianti sono i seguenti: Vecchio impianto Nuovo impianto A Nuovo impianto B Costo dell'investimento Capacità di produzione (unità/anno) Coefficiente di ammortamento - 20% 20% Costo unitario materie prime 0,04 0,025 0,021 Costo unitario manodopera 0,0 0,025 0,02 Costi unitari di lavorazione 0,05 0,04 0,08 Altri costi variabili (% delle vendite) 5% 5% 5% Costi fissi annuali di produzione Altri costi fissi annuali Il vecchio impianto ha un valore di cessione nullo (è stato totalmente ammortizzato). L'imposta sugli utili è pari al 40%. Il prezzo unitario di vendita dei prodotti è di 0,2. Mantenere il vecchio impianto necessita un investimento per rinnovo pari a all'inizio del primo anno e ammortizzabile in 5 anni. La quantità venduta mantenendo il vecchio impianto sarà di unità all'anno. La quantità venduta acquistando un nuovo macchinario (A o B) sarà: unità il primo anno; unità il secondo anno; unità dal terzo anno in poi. Alla fine del quinto anno il vecchio impianto rinnovato non ha alcun valore; l'impianto A avrà un valore di recupero di 800 e l'impianto B avrà un valore di recupero di (non considerare tali plusvalenze per il calcolo del reddito netto). Calcolare: a) i risultati netti annuali per i tre impianti; b) quale progetto di investimento è più conveniente (MARR=12%). 1

2 a) Calcolo del risultato netto dei tre impianti: Vecchio Nuovo A Nuovo B Anni Ricavi Costi variabili di produzione (MP, MOD, Lavoraz.) Altri costi variabili (5% delle vendite) Costi fissi di produzione Altri costi fissi Ammortamento Reddito prima delle imposte Imposte 40% Reddito netto b) Calcolo del valore attuale dei tre impianti: Vecchio Nuovo A Nuovo B Anni Utile netto Ammortamento Investimento Totale flussi Vecchio impianto: (P/A,12,5)=-41,792 Impianto A: (P/F,12,1)+1.900(P/F,12,2)+2.200(P/F,12,)+2.200(P/F,12,4)+.000(P/F,12,5)=2.609,58 Impianto B: (P/F,12,1)+2.196(P/F,12,2)+2.520(P/F,12,)+2.520(P/F,12,4)+.720(P/F,12,5)=2.928, Un impresa di costruzioni che effettua scavi per fondazioni esamina l eventualità dell acquisto di una escavatrice che ha un costo di 200, durata 8 anni, valore di recupero nullo. Si ritiene che l uso della macchina riduca il costo della manodopera di 70 /anno e comporti una spesa per combustibile, manutenzione e assicurazione di 8 /anno. La macchina può essere acquistata in contanti o a rate. In questo secondo caso le condizioni sono: 80 in contanti e il resto in anni, annualità posticipate ognuna di 40 più il 15% per interesse sul debito residuo. Una terza alternativa è l'affitto della macchina alle seguenti condizioni: cauzione di 20 da restituire al termine dell affitto senza interesse; annualità posticipate di 60 nei primi anni e di 20 nei successivi 5 anni. Determinare quale delle tre soluzioni è più conveniente tenendo conto di: ammortamento fiscale 20%, MARR 10%, aliquota fiscale 40%. Acquisto in contanti a) Investimento e costi operativi b) Risparmio di costi c) Ammortamento d) Flusso imponibile e) Imposta -8,8-8,8-24,8 f) Flusso netto (a+b+e) ,2 5,2 7,2 VAN=-200+5,2(P/A,10,5)+7,2(P/A,10,)(P/F,10,5)=59,111 Acquisto a rate a) Costo investimento b) Interessi c) Costi operativi d) Risparmio di costi e) Ammortamento f) Flusso imponibile (b+c+d+e) g) Imposta -1,6-4 -6,4-8,8-24,8 h) Flusso netto (a+b+c+d+g) -80 2,4 6 9,6 5,2 7,2 VAN=-80+2,4(P/F,10,1)+6(P/F,10,2)+9,6(P/F,10,)+5,2(P/A,10,2)(P/F,10,)+7,2(P/A,10,)(P/F,10,5)=61,161 Affitto a) Cauzione b) Costo affitto c) Costi operativi d) Risparmio di costi e) Flusso imponibile (b+c+d) f) Imposte -0,8-16,8-16,8 g) Flusso netto (a+b+c+d+f) -80 1,2 25,2 45,2 VAN=-20+1,2(P/A,10,)+25,2(P/A,10,4)(P/F,10,)+45,2(P/F,10,8)=64,085 Risulta più conveniente l'affitto 5. Tizio, titolare della ditta di rappresentanza Gamma, vuole acquistare un furgone il cui costo di acquisto è pagabili metà in contanti all'atto dell'acquisto e metà dopo un anno. L'ammortamento fiscale è del 25%. Per i successivi 4 anni si prevedono i seguenti ricavi da provvigioni: , 1.500, , I ricavi della Gamma sono legati esclusivamente alle provvigioni di vendita. L'incidenza dei costi di gestione (escluso l'ammortamento del furgone) ammonta al 50% dei ricavi e la 2

3 ritenuta fiscale è del 40%. Attualmente Tizio noleggia un furgone sostenendo un costo pari al 0% dei ricavi. Determinare se conviene acquistare il furgone nuovo (MARR 10%). Acquisto furgone a) Costo investimento b) Ricavi da provvigioni c) Costi operativi d) Ammortamento e) Flusso imponibile f) Oneri tributari g) Flusso netto (a+b+c+f) VAN= (P/F,10,1)+5.250(P/F,10,2)+6.00(P/F,10,)+7.200(P/F,10,4)=6.626,265 Noleggio furgone a) Ricavi da provvigioni b) Costo affitto c) Costi operativi d) Flusso imponibile (a+b+c) e) Oneri tributari g) Flusso netto (d+e) VAN=1.20(P/F,10,1)+1.620(P/F,10,2)+2.040(P/F,10,)+2.400(P/F,10,4)=5.710, La clinica privata Salus deve decidere se acquistare o prendere in leasing una attrezzatura. Nel caso di leasing, il canone annuo posticipato è di 00 e il contratto dura 5 anni. In caso di acquisto, l'attrezzatura costa in contanti e ha una durata utile di 4 anni. Per l'acquisto, la clinica potrebbe ottenere un contributo statale a fondo perduto pari a 100 e, inoltre, potrebbe finanziare il resto dell'operazione mediante un prestito al tasso agevolato del 6%, rimborsando la somma in 4 annualità costanti posticipate. I ricavi previsti correlati all'attrezzatura sono di 600 l'anno, i costi operativi escluso l'ammortamento sono di 200 l'anno, l'ammortamento fiscale è del 25%, l'aliquota fiscale è del 40% sull'utile lordo. Considerando un MARR del 10% determinare se conviene l'acquisto o il leasing. a) Acquisto attrezzatura. Calcoliamo la rata del prestito scomponendo poi la quota capitale e la quota interesse: A=1.000(A/P,6,4)=288,6 Anni Debito residuo inizio anno ,4 529,1 272,2 Quota interessi 60 46, 1,7 16, Quota capitale 228,6 242, 256,9 272, Ricavi Costi operativi Ammortamenti Interessi passivi , -1,7-16, Utile lordo 65 78,7 9, 108,7 Imposte -26-1,5-7, -4,5 Utile netto 9 47, ,2 L'utile netto si combina con i flussi legati all'investimento e al suo finanziamento. Calcoliamo i flussi di capitale annuali: Anni Utile netto 9 47, ,2 Ammortamenti Cash flow 14 22,2 1 40,2 Investimento Prestito ,6-242, -256,9-272, Contributo +100 Flusso annuale 0 85,4 79,9 74,1 67,9 EA=[85,4(P/F,10,1)+79,9(P/F,10,2)+74,1(P/F,10,)+67,9(P/F,10,4)](A/P,10,5)=245,72(A/P,10,5)=64,82 b) Leasing. Ricavi Costi operativi Canone Utile lordo Imposte Utile netto E' più conveniente l'acquisto dell'attrezzatura.

4 7. La Gamma SpA sta prendendo in considerazione un investimento di 40 UM in nuovi impianti e macchinari (vita utile 8 anni), dal quale si attende un flusso di vendite di 15 UM per il primo anno, 20 UM per il secondo, 22 UM per il terzo e 21 UM dal quarto all'ottavo anno. I costi operativi attesi (escluso l'ammortamento) sono pari a 7 UM il primo anno, 10 UM il secondo, 11 UM il terzo, 1 UM dal quarto all'ottavo. Considerando un ammortamento fiscale del 20% e un'aliquota d'imposta del 40% calcolare il TIR dell'investimento. Anni Ricavi Costi operativi Ammortamenti Utile lordo Imposte - 0,8 1,2 - -,2,2,2 Utile netto - 1,2 1, ,8 4,8 4,8 Ammortamento Flusso di cassa ,2 9, ,8 4,8 4,8 VAN=-40+8(P/F,i,1)+9,2(P/F,i,2)+9,8(P/F,i,)+8(P/F,i,4)+8(P/F,i,5)+4,8(P/A,i,)(P/F,i,5)=0 da cui 10%<TIR<11% 8. La Beta S.p.A. deve sostituire un vecchio macchinario. Un nuovo macchinario che costa 200 UM e dura 4 anni può essere acquistato pagando 4 annualità costanti posticipate al tasso del 10% annuo (ammortamento fiscale del 25%). I ricavi previsti correlati al macchinario sono pari a 80 UM per il primo anno e avranno un incremento dell'8% annuo, mentre i costi operativi, escluso l'ammortamento, sono previsti pari a 10 UM e subiranno un incremento annuo del 5%. In alternativa, l'impresa può noleggiare il macchinario stipulando un contratto per 4 anni che prevede il pagamento di 50 UM alla fine del primo anno e alla fine del secondo, 70 UM alla fine del terzo anno e 80 UM alla fine del quarto. Considerando un MARR del 12% e un'aliquota fiscale del 40% determinare l'alternativa più conveniente. a) Acquisto. Calcoliamo la rata del prestito scomponendo poi la quota capitale e la quota interesse: A=200(A/P,10,4)=6,1 Anni Debito residuo inizio anno ,9 109,49 57,4 Quota interessi 20 15,69 10,95 5,7 Quota capitale 4,1 47,41 52,15 57,7 Ricavi 80 86,4 9,1 100,77 Costi operativi 10 10,5 11,02 11,57 Ammortamenti Interessi passivi 20 15,69 10,95 5,7 Utile lordo = 10,21 21,4,47 Imposte = 4,08 8,54 1,9 Utile netto = 6,1 12,8 20,08 Utile netto = 6,1 12,8 20,08 Ammortamento Prestito (quota capitale) -4,1-47,41-52,15-57,7 Flusso di cassa 6,9 8,72 10,65 12,71 VAN=6,9(P/F,12,1)+8,72(P/F,12,2)+10,65(P/F,12,)+12,71(P/F,12,4)=28,77 b) Noleggio. Anni Ricavi 80 86,4 9,1 100,77 Costi operativi 10 10,5 11,02 11,57 Noleggio Utile lordo 20 25,9 12,29 9,2 Imposte 8 10,6 4,92,68 Utile netto 12 15,54 7,7 5,52 VAN=12(P/F,12,1)+15,54(P/F,12,2)+7,7(P/F,12,)+5,52(P/F,12,4)=1,85 E' più conveniente il noleggio 9. Analizzate il seguente progetto di investimento: a) costo UM; b) modalità di pagamento: 20% subito, 5% alla fine del primo anno e alla fine del secondo anno, 10% alla fine del terzo anno; c) durata 5 anni; d) vendite previste legate all'investimento (numero di unità prodotte): anno 1=1.000, anno 2=1.000, anno =2.000, anno 4=.500, anno 5= e) costi unitari di produzione: materiali 0,1 UM, manodopera 0,16 UM, costi generali 0,11 UM; f) prezzo unitario di vendita 0,8 UM; g) ammortamento fiscale 20%, h) aliquota fiscale 45%. Calcolare il TIR dell'investimento. Anni Ricavi Costi operativi Ammortamento RAI Imposte Utile netto Ammortamenti Investimento Flusso annuale VAN= (P/A,i,2)+420(P/F,i,)+950(P/F,i,4)+1.060(P/F,i,5)=0 da cui VAN(0%)=0,97 4

5 10. Per attuare una certa produzione, la Gamma SpA deve sostituire un vecchio macchinario e prende in considerazione due alternative. Il macchinario A costa UM (pagamento 200 in contanti all'atto dell'acquisto e il resto in annualità costanti posticipate al tasso dell'8%), durata 4 anni, costi operativi annui (escluso ammortamento) 0,08 UM per unità, capacità produttiva annua unità. Il macchinario B costa.200 UM (pagamento UM in contanti all'atto dell'acquisto e il resto in 4 annualità costanti posticipate al tasso dell'8%), durata 5 anni, costi operativi annui (escluso ammortamento) 0,07 UM per unità, capacità produttiva annua unità. Se viene acquistato il macchinario A la quantità prodotta e venduta sarà: anni 1-2=18.000, anni -4=20.000; se viene acquistato il macchinario B la quantità prodotta e venduta sarà: anni 1-2=18.000, anno =22.000, anni 4-5= L'ammortamento fiscale per entrambi i macchinari è del 25%, il prezzo unitario del prodotto è di 0,15 UM, l'aliquota fiscale è del 40%. Considerando un MARR del 10% determinare l'alternativa più conveniente. A: rata=1.400(a/p,8,)=54,2 B: rata=2.000(a/p,8,4)=60,8 Anni Debito residuo inizio anno ,8 50, , ,9 559,2 - Quota interessi ,5 40, ,5 86,1 44,7 - Quota capitale ,2 465, ,8 479, 517,7 559,1 - Ricavi Costi operativi Ammortamenti Interessi passivi ,5-40, ,5-86,1-44,7 - Utile lordo ,5 959, ,5 87,9 1.25, Imposte -299,2-1 -8, ,2 49,6 494,1 82 Utile netto 448,8 469,5 575, , 524, 741, Ammortamento Quota capitale ,2-465, ,8-479, -517,7-559,1 - Flusso di cassa ,6 40,8 472, , ,6 982, VAN (A) = ,6(P/F,10,1)+40,8(P/F,10,2)+472,9(P/F,10,)+1.000(P/F,10,4)=1.551,7 EA (A) = 1.551,7(A/P,10,4)=489,6 VAN (B) = ,2(P/F,10,1)+60(P/F,10,2)+806,6(P/F,10,)+982,1(P/F,10,4)+1.248(P/F,10,5)=1.958 EA (B) = 1.958(A/P,10,5)=516,5 Conviene il macchinario B 11. La Beta S.p.A. deve sostituire un macchinario. Il nuovo macchinario costa UM in contanti, ha una durata di sei anni e consentirebbe un risparmio nei costi operativi pari a 00 UM l anno. L acquisto del macchinario può anche effettuarsi a rate: 200 UM subito in contanti e il resto in quattro rate posticipate al tasso del 10%. Infine il macchinario potrebbe essere noleggiato alle seguenti condizioni: cauzione di 100 UM da restituire al termine del noleggio senza interesse, annualità posticipate pari a 20 UM. Considerando un ammortamento fiscale del 20%, un aliquota d imposta del 40% e un MARR dell 8%, calcolare il VAN delle tre proposte e dire se è più conveniente: a) acquistare il macchinario per contanti, b) a rate, c) noleggiarlo. 800(A/P,10,4)=252, Quota interesse 80 62,8 4,8 22,9 Quota capitale 172,4 189,6 208,6 229,5 Debito residuo 627, , Investimento ,4-189,6-208,6-229, Interessi ,8-4,8-22,9 Risparmio costi Ammortam./Canone Flusso imponibile ,2 56,2 77, Imposte ,9-22,5-0, Utile ,,7 46, Ammortamento Flusso di cassa ,6 2,7 25,10 16, VANa= (P/A,8,5)+180(P/F,8,6)=151,5 VANb=-200+9,6(P/F,8,1)+2,7(P/F,8,2)+25,10(P/F,8,)+16,8(P/F,8,4)+260(P/F,8,5)+180(P/F,8,6)=187, VANc= (P/A,8,5)+142(P/F,8,6)=157,2 12. La Gamma SpA sta considerando l opportunità di effettuare un investimento, per i successivi quattro anni, che produrrà ricavi pari a UM l anno. I costi medi di gestione (ammortamento escluso) sono pari a 600 UM l anno. L investimento ha un costo iniziale di UM in contanti. Per far fronte, parzialmente, al pagamento la Gamma SpA contrae un prestito P da rimborsare in tre rate costanti posticipate pari a 252,2 UM ciascuna, e la cui prima quota di interesse è pari a 52 UM. Considerando un ammortamento fiscale del 25%, un aliquota fiscale del 40%, un MARR del 10% dire se l investimento è economicamente conveniente. P=252,2(P/A,i,) ip=52 P=52/i (1 + i) ,2 = quindi 1 0, i(1 + i) i (1 + i) = 5

6 1 (1 + i) = 0,7981 i=8% pertanto P=252,2(P/A,8,)=650 Anni Quota interessi ,6 Quota capitale 200,2 216,2 2,6 Debito residuo 449,8 2,6 - Ricavi Costi operativi Ammortamenti Interessi passivi ,6 Utile lordo ,4 100 Imposte -19,2-25,6-2,6-40 Utile netto 28,8 8,4 48, Ammortamento Quota capitale -200,2-216,2-2,6 Flusso di cassa 128,6 122,2 115,2 60 VAN=-( )+128,6 1, ,2 1, ,2 1, ,1-4 =0,4 UM 1. La Beta SpA sta considerando l opportunità di acquistare un nuovo macchinario che costa UM in contanti, durata 6 anni. Le vendite previste legate al nuovo investimento sono UM l anno; i costi per materiali 400 UM l anno, per manodopera 500 UM l anno, mentre gli altri costi industriali sono stimati in 200 UM l anno. Per far fronte al pagamento in contanti del macchinario, la beta SpA contrae un prestito di UM (erogate all atto dell acquisto) al tasso del 5% annuo da rimborsare in cinque rate costanti posticipate. Considerando un ammortamento fiscale del 25%, un aliquota fiscale del 40%, un MARR del 15% calcolare il VAN dell investimento. Rata=1.000(A/P,5,5)=21 Anni Debito residuo inizio anno ,9 429, 219,8 Quota interessi 50 40,9 1,4 21,5 11 Quota capitale ,1 199,6 209,5 220 Ricavi Costi operativi Ammortamenti Interessi passivi ,9-1,4-21,5-11 Utile lordo 0 9,1 18,6 28, Imposte -4,5-9, -14,2-194,5-200 Utile netto 0 4,6 9, 14,2 194, Ammortamento Quota capitale ,1-199,6-209,5-220 Flusso di cassa ,5 159,7 154,8-25,5 200 VAN= , ,5 1, ,7 1, ,8 1, ,5 1, ,15-6 =18,6 14. Un azienda industriale deve acquistare un macchinario per avviare una certa produzione. Il costo di acquisto è di 80 UM in contanti, il coefficiente di ammortamento ordinario è del 12,5%. L azienda può ricorrere ad un finanziamento di 60 UM da rimborsare in quote di capitale annue da 20 UM ciascuna più l interesse del 10% annuo sul debito residuo. L azienda ritiene inoltre di avvalersi dell ammortamento anticipato. Considerando un periodo di 5 anni, un reddito operativo legato all investimento di 16 UM l anno, un aliquota di imposta del 50% e un MARR del 12% calcolare il VAN dell investimento. Acquisto Anni Reddito operativo Interessi passivi Utile lordo Imposte Utile netto Ammortamento Quota capitale Flusso di cassa VAN=-20+5(P/F,12,1)+6(P/F,12,2)+7(P/F,12,)+18(P/F,12,4)+18(P/F,12,5)=15, La Beta SpA sta valutando la seguente proposta di investimento: a) acquisto di un macchinario del costo di ; modalità di pagamento: all atto dell acquisto più tre rate annuali posticipate da ciascuna considerando per ogni rata una maggiorazione dell 8% sul debito residuo; b) durata 4 anni; c) ammortamento fiscale 15% più l ammortamento anticipato; d) i costi operativi (escluso l ammortamento) per i quattro anni sono stimati in , , , ; e) si è stimato che i ricavi operativi legati all investimento cresceranno del 5% annuo; f) il reddito operativo relativo al primo anno è 6

7 stimato in ; g) l aliquota di imposta è del 50%. Considerando un MARR del 20% dire se l investimento è conveniente o meno. Ricavi del primo anno: Costi operativi + Ammortamento + Reddito operativo = Ricavi Costi operativi Ammortamento Oneri finanziari Utile lordo Imposte ,5 Utile netto ,5 Investimento Ammortamento Flusso di cassa ,5 VAN= (P/F,20,1)+8.200(P/F,20,2)+8.150(P/F,20,)+1.152,5(P/F,20,4)= La Alfa SpA sta considerando l opportunità di effettuare un nuovo investimento, della durata di 5 anni, che produrrà un incremento medio delle vendite pari a 750 UM l anno. I costi medi di gestione del nuovo investimento (ammortamento escluso) sono 500 UM l anno. L investimento ha un costo iniziale di 800 UM in contanti. Per far fronte, parzialmente, al pagamento la Alfa SpA contrae un prestito P al tasso del 10% annuo, da rimborsare in tre rate costanti posticipate, la cui prima quota di capitale è pari a 100 UM. Considerando un ammortamento fiscale del 25%, un aliquota fiscale del 40%, un MARR del 12% dire se l investimento è economicamente conveniente. P=(0,1P+100)(P/A,10,)=1 Quota interessi,1 2,1 12,1 Quota capitale Debito residuo Ricavi Costi operativi Ammortamenti Interessi passivi,1 2,1 12,1 Utile lordo 16,9 26,9 7, Imposte -6,76-10,76-15, Utile netto 10,14 16,14 22, Ammortamento Quota capitale Flusso di cassa 110,14 106,14 101, VAN=-(800-1)+110,14 1, ,14 1, ,74 1, , ,12-5 =17, Tizio vuole valutare la possibilità di costruire un piccolo villaggio turistico. I dati relativi all investimento sono: a) esborso iniziale investimento UM ammortizzabile in 9 anni; b) spese di costruzione 25 UM ammortizzabili in 5 anni; c) costi del personale 12 UM/anno; d) ricavi previsti: anni 1-=600 UM/anno, dal 4 in poi 650 UM/anno; e) tassa di concessione 40 UM/anno; f) costi di gestione annui 200 UM/anno. Dopo 7 anni si ritiene di poter vendere tutto a 500 UM. Ponendo un MARR del 10% e un aliquota fiscale del 40%, determinare la convenienza dell investimento se si pensa di liquidarlo alla fine del settimo anno. Anni Ricavi Costi annui monetari Ammortamento Ammortamento RAI Oneri tributari -57,2-77,2-79,2-79,2 Utile 85,8 115,8 118,8 118,8 + Ammortamenti Investimento Vendita 500 Flusso di cassa ,8 20,8 18,8 818,8 VAN = ,8(P/A,10,)+20,8(P/A,10,2)(P/F,10,)+18,8(P/F,10,6)+818,8(P/F,10,7)= -8,5 18. La Gamma SpA sta valutando l opportunità di sostituire un impianto esistente Alfa con uno nuovo Beta. L impianto Alfa ha una vita utile residua di 2 anni e presenta al momento della valutazione un VAN di euro. L impianto Beta avrebbe una vita utile di anni e comporterebbe i seguenti costi e ricavi: a) investimento di euro (da ammortizzare in anni); b) ricavi pari a , e euro per i tre anni di vita utile; c) costi di acquisto di materie prime pari a , e euro per i tre anni; d) costi del personale pari a euro/anno inclusivi del 25% come 7

8 fondo TFR; e) liquidazione del TFR alla scadenza; f) aliquota d imposta 20%. Si valuti l opportunità di sostituire Alfa con Beta, applicando un MARR del 6%. Anni 1 2 Ricavi Acquisti Costi di lavoro Accantonamento TFR Ammortamento RAI Imposte Utile netto Accantonamento TFR Ammortamento Liquidazione TFR Flusso di cassa ,06 1,06 EA Alfa: 50 = 190, 9 2 1, ,06 1,06 EA Beta: = 176, 44 1,06 2 1,06 1,06 1,06 1 8

Calcolo economico e finanziario: Esercizi da svolgere. A) Capitalizzazione semplice

Calcolo economico e finanziario: Esercizi da svolgere. A) Capitalizzazione semplice Calcolo economico e finanziario: Esercizi da svolgere A) Capitalizzazione semplice A.1) Il capitale di 3.000 viene impiegato al tasso i=0,07 per 4 anni. Calcolare il montante. A.2) Il capitale di 3.500

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di prof.ssa Maria Sole Brioschi Esercizi sulle decisioni aziendali di lungo periodo DLP-E2 Corso 20085 Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Edile Anno Accademico

Dettagli

PARTE A 1. Si valuti la convenienza della operazione di acquisto di una posizione di cambio a termine a tre mesi, in assenza di costi di negoziazione.

PARTE A 1. Si valuti la convenienza della operazione di acquisto di una posizione di cambio a termine a tre mesi, in assenza di costi di negoziazione. PARTE A 1 A1) L azienda Beta presenta questi due problemi: a) L azienda vende i propri prodotti ad una società straniera per un importo di 480.000 $, con pagamento a tre mesi. L azienda ha sostenuto i

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale (7,5 CFU) Allievi Meccanici. Prof. Michele Meoli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale (7,5 CFU) Allievi Meccanici. Prof. Michele Meoli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Corso di (7,5 CFU) Allievi Meccanici Prof. Michele Meoli 3.2 Il Valore Attuale Netto Analisi degli investimenti Overview tecniche di valutazione degli investimenti Tra

Dettagli

La valutazione degli investimenti reali

La valutazione degli investimenti reali Teoria della Finanza Aziendale La valutazione degli investimenti reali 5 1-2 Argomenti Dai valori mobiliari agli investimenti reali Analisi dei progetti di investimento Determinazione dei flussi di cassa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Scuola di Ingegneria Corso di prof.ssa Maria Sole Brioschi Esercizi sulle decisioni aziendali di lungo periodo DLP-E2 Corso 20099 Corso di Laurea Triennale in Ingegneria

Dettagli

TUTORATI - FINANZA AZIENDALE 1 SOTTOPERIODO - BERGAMO

TUTORATI - FINANZA AZIENDALE 1 SOTTOPERIODO - BERGAMO TUTORATI - FINANZA AZIENDALE 1 SOTTOPERIODO - BERGAMO 1) Riclassificare secondo il criterio di pertinenza gestionale, presentando il prospetto sintetico: IMPIEGHI SP riclassificato secondo il criterio

Dettagli

4bis. Dalla valutazione dei. titoli alla valutazione degli investimenti reali. Argomenti. Domande chiave

4bis. Dalla valutazione dei. titoli alla valutazione degli investimenti reali. Argomenti. Domande chiave 1-1 4bis Teoria della Finanza Aziendale Prof. Arturo Capasso A.A. 2005-2006 Dalla valutazione dei A. titoli alla valutazione degli investimenti reali 1-2 Argomenti La determinazione dei flussi di cassa

Dettagli

La valutazione degli degli investimenti reali reali

La valutazione degli degli investimenti reali reali Teoria della Finanza Aziendale La valutazione degli investimenti reali 5 1-2 Argomenti Dai valori mobiliari agli investimenti reali Analisi dei progetti di investimento Determinazione dei flussi di cassa

Dettagli

681 5.215 1,5% 19,56% 9.231 4.362,9 22.150 106,528

681 5.215 1,5% 19,56% 9.231 4.362,9 22.150 106,528 Calcolo economico e finanziario: Esercizi svolti. Un macchinario è stato acquistato per 200., vita utile dieci anni, flusso netto di cassa stimato 60. l anno, valore di recupero 20.. Calcolare il costo

Dettagli

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti

Appendice A: il calcolo dei flussi nella valutazione degli investimenti 16 18-12-2007 19:11 Pagina 465 Le decisioni di lungo termine: gli elementi necessari alla valutazione di un investimento 465 rischio dei manager potrebbe condizionare il rifiuto di un progetto con un van

Dettagli

Economia e organizzazione aziendale

Economia e organizzazione aziendale Economia e organizzazione aziendale Corso di Laurea: Ing. Meccanica Ing. e Informatica Prof. Fabio Bertoni Esercizi su analisi degli investimenti Esercizio 1 Un impresa intende valutare la possibilità

Dettagli

06/11/15 OBIETTIVI ESERCIZIO 1: CAE E OTC IL COSTO ANNUO EQUIVALENTE

06/11/15 OBIETTIVI ESERCIZIO 1: CAE E OTC IL COSTO ANNUO EQUIVALENTE OBIETTIVI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E GESTIONE AZIENDALE ESERCITAZIONI DI FINANZA AZIENDALE ESERCITAZIONE 4 1) CAE; 2) OTC; 3) Sostituzione anticipata

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

ANALISI AZIENDALE e CONTROLLO DI GESTIONE

ANALISI AZIENDALE e CONTROLLO DI GESTIONE ANALISI AZIENDALE e CONTROLLO DI GESTIONE INVESTIMENTI: LEASING E FINANZIAMENTI A CONFRONTO Dott. Aldo Canal e Dott. Gianluca Giacomello Mestre (VE), 30 Ottobre 2015 Agenda Parte 1 Parte 2 SCELTE DI INVESTIMENTO

Dettagli

ANALISI DEGLI INVESTIMENTI

ANALISI DEGLI INVESTIMENTI Dipartimento di Ingegneria Meccanica Chimica e dei Materiali IMPIANTI INDUSTRIALI Esercitazione ANALISI DEGLI INVESTIMENTI Prof. Ing. Maria Teresa Pilloni Anno Accademico 2015-2016 1 ------------------------------------

Dettagli

Dipartimento di Economia e Management - ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI Esercizi sulla BEA- Integrano il E&Cn. 3.10 di Aziende

Dipartimento di Economia e Management - ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI Esercizi sulla BEA- Integrano il E&Cn. 3.10 di Aziende BEA Esercizio n. 1 I costi di caffè, acqua, energia, zucchero e igiene per produrre una tazzina di caffè ammontano a 0,2 ; i costi fissi per affitto, mobilio e altri costi di struttura ammontano a 25.000

Dettagli

TRACCIA A ESERCIZIO 1

TRACCIA A ESERCIZIO 1 TRACCIA A ESERCIZIO 1 Nel corso del 2009 la ditta individuale Verdi ha effettuato, tra le altre, le operazioni di gestione di seguito riportate. Presentare le scritture a libro giornale (gestione e assestamenti;

Dettagli

NEL MODELLO MICROECONOMICO

NEL MODELLO MICROECONOMICO NEL MODELLO MICROECONOMICO 1 solo periodo Output: flusso Input: flusso Decisioni dell impresa: raffrontare ricavi correnti con costi correnti Questo si adatta bene ad alcuni fattori (il LAVORO) Meno soddisfacente

Dettagli

FORMULARIO PER LE SOCIETA E COOPERATIVE

FORMULARIO PER LE SOCIETA E COOPERATIVE FORMULARIO PER LE SOCIETA E COOPERATIVE P.O.R. ABRUZZO Ob. 3 2000-2006 ALLEGATO PER LL.RR. 143/95 E 96/97 136/96-55/98 ANNUALITA MISURA / AZIONE (*) L.R. ART. (*) - Azione D3.1 per le LL.RR. 136/96 e 55/98

Dettagli

Stato patrimoniale al 31/12/n

Stato patrimoniale al 31/12/n Tema d esame Gestione economica delle imprese ristorative, analisi di bilancio e fonti di finanziamento di Grazia BATARRA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE ECONOMICHE (Classe 5 a IP Tecnico servizi ristorativi)

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il 31-12-2000 presenta il seguente Stato Patrimoniale.

Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il 31-12-2000 presenta il seguente Stato Patrimoniale. Capitolo 11 Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini Esercizio 1 Una Società, il 31-12-2 presenta il seguente Stato Patrimoniale. Terreni Immobilizzazioni tecniche Immobilizzazioni immateriali

Dettagli

LA GESTIONE FINANZIARIA

LA GESTIONE FINANZIARIA LA GESTIONE FINANZIARIA Nella letteratura la gestione finanziaria viene frequentemente definita come il complesso di decisioni ed operazioni volte a reperire ed impiegare il capitale in impresa. La gestione

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (9 CFU)

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (9 CFU) ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (9 CFU) A.A. 2010-2011 ESERCIZIO N. 1 Si valuti la convenienza di un investimento di ampliamento caratterizzato dai seguenti dati previsionali: Costo dell impianto 40.000

Dettagli

Gli ambiti della finanza aziendale

Gli ambiti della finanza aziendale LA FUNZIONE FINANZA Finanza aziendale Governo delle risorse di capitale dell azienda, attuato regolando tutti i movimenti di acquisizione e di impiego dei mezzi finanziari Gli ambiti della finanza aziendale

Dettagli

Teoria del valore dell impresa. Casi aziendali sui metodi finanziari e reddituali

Teoria del valore dell impresa. Casi aziendali sui metodi finanziari e reddituali Casi aziendali sui metodi finanziari e reddituali Si determini, utilizzando il metodo unlevered discounted cash flow, il valore del capitale economico di un impresa alla data del 1 gennaio 2008 operante

Dettagli

I processi di acquisizione/utilizzo dei fattori produttivi pluriennali

I processi di acquisizione/utilizzo dei fattori produttivi pluriennali I processi di acquisizione/utilizzo dei fattori produttivi pluriennali azienda/fornitori circuiti: flussi fisico tecnici ed economici (in entrata) flussi monetari-finanziari (in uscita) settore fisico-tecnico

Dettagli

Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte)

Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte) Reddito d esercizio e Capitale di funzionamento (I parte) 1 REDDITO flusso di ricchezza che, in un definito arco temporale di vita dell impresa, per effetto della gestione,! incrementa il valore del capitale

Dettagli

RISULTATI PROVA INTERMEDIA DI FINANZA AZIENDALE del 24-01-09

RISULTATI PROVA INTERMEDIA DI FINANZA AZIENDALE del 24-01-09 RISULTATI PROVA INTERMEDIA DI FINANZA AZIENDALE del 24-01-09 Gli studenti che hanno superato la prima prova (votazione maggiore o uguale a 18/30) potranno sostenere il 14 marzo 2009 la seconda prova scritta

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE SCRITTURE DI RETTIFICA E ASSESTAMENTO 1 LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO Dalla raccolta delle informazioni contabili alla loro sintesi L esercizio La competenza

Dettagli

Interesse e tasso di interesse Capitalizzazione e attualizzazione Costi di gestione. Valutazione redditività investimenti impiantistici

Interesse e tasso di interesse Capitalizzazione e attualizzazione Costi di gestione. Valutazione redditività investimenti impiantistici Impianti industriali 1 Ingegneria economica Interesse e tasso di interesse Capitalizzazione e attualizzazione Costi di gestione Valutazione redditività investimenti impiantistici Investimenti industriali

Dettagli

l Innovazione nella Professione:

l Innovazione nella Professione: Il Cambiamento e l Innovazione nella Professione: il Controllo Direzionale IL SISTEMA DI BUDGET UN CASO AZIENDALE Dr. Gaia Bassani Bergamo, 26 Novembre 2010 IL SISTEMA DI BUDGET: UN CASO AZIENDALE Bergamo,

Dettagli

Esercizio 1 Calcolare il montante F di 10.000 con un interesse semplice del 15% annuo, dopo 4 anni. [16.000 ]

Esercizio 1 Calcolare il montante F di 10.000 con un interesse semplice del 15% annuo, dopo 4 anni. [16.000 ] Esercizio 1 Calcolare il montante F di 10.000 con un interesse semplice del 15% annuo, dopo 4 anni. [16.000 ] Esercizio 2 Del precedente esercizio calcolare il montante in regime di capitalizzazione composta.

Dettagli

FINANZA AZIENDALE RISULTATI ESAME DEL 30/1/2006

FINANZA AZIENDALE RISULTATI ESAME DEL 30/1/2006 FINANZA AZIENDALE RISULTATI ESAME DEL 30/1/2006 NORME PER LA VERBALIZZAZIONE GLI STUDENTI CON VOTAZIONE MAGGIORE DI 18/30 CHE INTENDONO RIFIUTARE IL VOTO DEVONO PRESENTARSI IN DATA 15/5/2006 DURANTE LA

Dettagli

ESERCIZIO 1. La Zelig S.p.A. viene costituita il 1 gennaio 2004 con 1) il versamento da parte degli azionisti di capitale per 1.000.

ESERCIZIO 1. La Zelig S.p.A. viene costituita il 1 gennaio 2004 con 1) il versamento da parte degli azionisti di capitale per 1.000. ESERCIZIO 1 La Zelig S.p.A. viene costituita il 1 gennaio 2004 con 1) il versamento da parte degli azionisti di capitale per 1.000. Nel corso del periodo 1 gennaio 2004 31 dicembre 2004 si svolgono le

Dettagli

I processi di finanziamento (segue)

I processi di finanziamento (segue) I processi di finanziamento (segue) Finanziamenti a titolo di capitale + capitale proprio Finanziamenti a titolo di credito + debiti a breve e a lungo termine Realizzi derivanti dalle vendite di prodotti/servizi

Dettagli

Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro scolastico Lodrone di Storo. Piano Economico e Finanziario

Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro scolastico Lodrone di Storo. Piano Economico e Finanziario Comune di Storo ESCO BIM e Comuni del Chiese Spa Impianto fotovoltaico Centro scolastico Lodrone di Storo Piano Economico e Finanziario Ottobre 2010 Introduzione 1) Nell ambito degli impegni assunti dalle

Dettagli

Leasing secondo lo IAS 17

Leasing secondo lo IAS 17 Leasing secondo lo IAS 17 Leasing: Ias 17 Lo Ias 17 prevede modalità diverse di rappresentazione contabile a seconda si tratti di leasing finanziario o di leasing operativo. Il leasing è un contratto per

Dettagli

Svolgimento Tema di Economia d azienda

Svolgimento Tema di Economia d azienda Svolgimento a cura di Lucia Barale Pag. 1 a 10 Esame di Stato 2015 Indirizzi: Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Linguistico Tecnico della Gestione Aziendale ad Indirizzo Informatico Svolgimento

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

Capitolo Terzo Valore attuale e costo opportunità del capitale

Capitolo Terzo Valore attuale e costo opportunità del capitale Capitolo Terzo Valore attuale e costo opportunità del capitale 1. IL VALORE ATTUALE La logica di investimento aziendale è assolutamente identica a quella adottata per gli strumenti finanziari. Per poter

Dettagli

Tema 1. Figura 1-a Schema a blocchi dell utilizzatore. Figura 1-b Profilo della camma UTILIZZATORE

Tema 1. Figura 1-a Schema a blocchi dell utilizzatore. Figura 1-b Profilo della camma UTILIZZATORE Esami di Stato per l abilitazione all esercizio della professione di Ingegnere I Sessione 21 Sezione A Vecchio Ordinamento Prova scritta - Settore INDUSTRIALE Tema 1 L albero d ingresso di una macchina

Dettagli

ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2005/2006 Esercitazione riepilogativa Simulazione prova scritta

ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2005/2006 Esercitazione riepilogativa Simulazione prova scritta ECONOMIA AZIENDALE A.A. 2005/2006 Esercitazione riepilogativa Simulazione prova scritta ESERCIZIO 1 - Riporto a capitale, reddito e rendiconto di liquidità. Analisi dei valori e delle variazioni Alla fine

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività:

Commento al tema di Economia aziendale. Nelle imprese industriali possiamo individuare le seguenti attività: Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sulla scomposizione del reddito di esercizio nei risultati parziali generati

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino

POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino COSTI DI PRODUZIONE E GESTIONE AZIENDALE A.A. 1999-2000 (Tutore: Ing. L. Roero) Scheda N. 10 ANALISI DEGLI INVESTIMENTI In questa

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE GARA NAZIONALE PROGETTO MERCURIO - ANNO 2013 - PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE La prova consiste nello svolgimento di due parti, la parte A e la parte B PARTE A - obbligatoria - ( punti 20 ) Operazioni relative

Dettagli

2. Scomporre la seconda rata in quota di capitale e quota d interesse.

2. Scomporre la seconda rata in quota di capitale e quota d interesse. Esercizi di matematica finanziaria Rate e ammortamenti Esercizio.. Un finanziamento di 0000 euro deve essere rimborsato con tre rate annue costanti d ammontare R. Il tasso contrattuale è 2% annuo (composto)..

Dettagli

Comune di Santa Lucia di Piave (TV) BILANCIO 2011

Comune di Santa Lucia di Piave (TV) BILANCIO 2011 ENTRATE: PREVISIONE 2011 Quota avanzo dell'anno precedente (Titolo 0) 150.000,00 Entrate Tributarie (Titolo 1) 2.152.100,00 Entrate derivanti da contributi e trasferim. correnti dello Stato (Titolo 2)

Dettagli

GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE Si richiede lo svolgimento della parte A e di uno dei punti a scelta della parte B E consentito l uso del Codice Civile non commentato e della calcolatrice

Dettagli

Esercizi di Matematica Finanziaria - Corso Part Time scheda 1 - Leggi finanziarie, rendite ed ammortamenti

Esercizi di Matematica Finanziaria - Corso Part Time scheda 1 - Leggi finanziarie, rendite ed ammortamenti Esercizi di Matematica Finanziaria - Corso Part Time scheda 1 - Leggi finanziarie, rendite ed ammortamenti 1. Un capitale d ammontare 100 viene investito, in regime di interesse semplice, al tasso annuo

Dettagli

15 La differenza fra il valore economico del capitale e il suo valore contabile è rappresentata da:

15 La differenza fra il valore economico del capitale e il suo valore contabile è rappresentata da: 15 La differenza fra il valore economico del capitale e il suo valore contabile è rappresentata da: l avviamento; l avviamento e i beni immateriali invisibili; l avviamento, i beni immateriali invisibili

Dettagli

Modello di valutazione comparativa del trattamento fiscale: Leasing vs Finanziamento

Modello di valutazione comparativa del trattamento fiscale: Leasing vs Finanziamento Modello di valutazione comparativa del trattamento fiscale: Leasing vs Finanziamento Legenda Modello di valutazione comparativa del trattamento fiscale: Leasing vs Finanziamento... 1 1. Modello trattamento

Dettagli

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (9 CFU)

ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (9 CFU) ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (9 CFU) ESERCIZIO N. 1 Si valuti la convenienza di un investimento di ampliamento caratterizzato dai seguenti dati previsionali: Costo dell impianto 60.000 Costi di installazione

Dettagli

valutazione investimento

valutazione investimento INTERNI DESIGN Progettazione e realizzazione nuovo prodotto City valutazione investimento Sistema di sedute modulare Prodotto City La INTERNI DESIGN S.p.A. è una azienda leader per quanto riguarda la produzione

Dettagli

La consapevolezza di. 30giorni LA PREVIDENZA. questo difficile momento economico rende auspicabile una programmazione

La consapevolezza di. 30giorni LA PREVIDENZA. questo difficile momento economico rende auspicabile una programmazione LA PREVIDENZA CAPITALIZZAZIONE DEI MONTANTI CONTRIBUTIVI Con la modulare capitale e rendimento sono garantiti Con la pensione modulare è garantita la restituzione del capitale, maggiorato di rendimento.

Dettagli

Pianificazione economico-finanziaria Prof. Ettore Cinque. Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria

Pianificazione economico-finanziaria Prof. Ettore Cinque. Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria Bilanci preventivi e piani finanziari perché utilizzarli? Simulazione di scenari e valutazione impatto variabili di business Analisi compatibilità

Dettagli

Investitore Immobiliare GLOSSARIO

Investitore Immobiliare GLOSSARIO InvestitoreInves Immobiliare InvImm App per iphone, Ipad, Mac Investitore Immobiliare http://bit.ly/invimm Tratta gli immobili da Professionista! GLOSSARIO ACCONTO: E' il capitale proprio iniziale da sborsare

Dettagli

Università degli studi di Bari A. Moro Corso di Laurea magistrale in Consulenza professionale per le aziende

Università degli studi di Bari A. Moro Corso di Laurea magistrale in Consulenza professionale per le aziende Università degli studi di Bari A. Moro Corso di Laurea magistrale in Consulenza professionale per le aziende Economia dei tributi Anno accademico 2013/2014 Prova scritta del 9 giugno 2014 Prima parte per

Dettagli

Esempio n. 1 di valutazione d azienda (metodo reddituale)

Esempio n. 1 di valutazione d azienda (metodo reddituale) Esempio n. 1 di valutazione d azienda (metodo reddituale) I redditi attesi stimati sono: - reali; - normali; - netti e sono riportati nella tabella seguente. Importo 2013 Importo 2014 Importo 2015 VF 2015

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO INDICE IL RENDICONTO FINANZIARIO,... 2 LA POSIZIONE FINANZIARIA NETTA,... 3 IL RENDICONTO FINANZIARIO DELLA POSIZIONE FINANZIARIA NETTA,... 6 PRIMO PASSO:

Dettagli

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati

La redazione del bilancio preventivo. Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Michele Pisani La redazione del bilancio preventivo modulo 4 Determinazione del fabbisogno finanziario, scelte di copertura e sintesi dei risultati Le macro-fasi di redazione del preventivo operazioni

Dettagli

Tre temi sui saggi impiegati nella stima e nella valutazione dei progetti 26.XI. 2009

Tre temi sui saggi impiegati nella stima e nella valutazione dei progetti 26.XI. 2009 Tre temi sui saggi impiegati nella stima e nella valutazione dei progetti 26.XI. 2009 1. La natura finanziaria della capitalizzazione La capitalizzazione dei redditi rappresenta, sotto il profilo finanziario,

Dettagli

Impianto Fotovoltaico di POTENZA NOMINALE PARI A 18,48 KWP PROGETTO DENOMINATO: IMPIANTO ORATORIO

Impianto Fotovoltaico di POTENZA NOMINALE PARI A 18,48 KWP PROGETTO DENOMINATO: IMPIANTO ORATORIO Impianto Fotovoltaico di POTENZA NOMINALE PARI A 18,48 KWP PROGETTO DENOMINATO: IMPIANTO ORATORIO Sito nel comune di VILLA CARCINA VIA DANTE Committente FRANCO FERRARI GECO SRL VIA VERDI 6 25100 - BRESCIA

Dettagli

Istanza Unica ai sensi del D.Lgs 387/2003 con pronuncia di Compatibilità Ambientale

Istanza Unica ai sensi del D.Lgs 387/2003 con pronuncia di Compatibilità Ambientale ALLEGATO A7 INDICE 1. PREMESSA...1 2. VALUTAZIONE ECONOMICA...1 2.1 COSTI DI INVESTIMENTO...1 2.2 STIMA ORIENTATIVA DEI RICAVI DALLA VENDITA DI ENERGIA...2 2.3 COSTI DI ESERCIZIO...2 2.4 CANONI E SOVRACANONI

Dettagli

Economia e Organizzazione Aziendale ESERCIZI SUGLI INVESTIMENTI

Economia e Organizzazione Aziendale ESERCIZI SUGLI INVESTIMENTI Economia e Organizzazione Aziendale ESERCIZIO 1 ESERCIZI SUGLI INVESTIMENTI La Fispo è una media azienda che produce motori elettrici per piccoli elettrodomestici. La fase di assemblaggio del prodotto

Dettagli

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria

IL NUOVO TFR, GUIDA ALL USO A cura di Tommaso Roberto De Maria LIBERA Confederazione Sindacale Li.Co.S. Sede nazionale Via Garibaldi, 45-20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.: 02 / 39.43.76.31. Fax: 02 / 39.43.75.26. e-mail: sindacatolicos@libero.it IL NUOVO TFR, GUIDA

Dettagli

CONCESSIONE CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE

CONCESSIONE CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE Business Plan (PIANO DI IMPRESA) DELL IMPRESA CONCESSIONE CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE PAGE \*Arabic 1 PARTE DESCRITTIVA Parte generale a a descrizione dell impresa: - denominazione - forma giuridica

Dettagli

Il rendiconto finanziario e gli indici di bilancio

Il rendiconto finanziario e gli indici di bilancio Il rendiconto finanziario e gli indici di bilancio Erika Cresti Firenze, 18 ottobre 2013 Indice La gestione della variabile finanziaria Il rendiconto finanziario: normativa e principi contabili di riferimento

Dettagli

Gruppo 24 ORE RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2009 RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI

Gruppo 24 ORE RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2009 RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI Conto economico (31) Ricavi quotidiani, libri e periodici RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI Quotidiano 74.456 82.303 (7.847) -9,5% Periodici 57.387 64.930 (7.543) -11,6% Collaterali 10.069 27.376 (17.307)

Dettagli

Le Scelte Finanziarie. S. Corsaro Matematica Finanziaria a.a. 2007/08

Le Scelte Finanziarie. S. Corsaro Matematica Finanziaria a.a. 2007/08 Le Scelte Finanziarie 1 Tasso Interno di Rendimento Consideriamo un operazione finanziaria (t 0 =0): 0 x 0 t 1 t 2 t m...... x 1 x 2 x m Posto: x = x0, x1,, xm { } si definisce tasso interno di rendimento

Dettagli

Release : 2014_1 Settore : Produzione/Servizi Bp Richiesta Finanziamenti misura Microimpresa

Release : 2014_1 Settore : Produzione/Servizi Bp Richiesta Finanziamenti misura Microimpresa Release : 2014_1 Settore : Produzione/Servizi Bp Richiesta Finanziamenti misura Microimpresa Guida all Utilizzo del Modello Excel Premessa Il Modello permette di elaborare i Previsionali Patrimoniale,

Dettagli

Le decisioni di investimento

Le decisioni di investimento DISPENSA 6 Economia ed Organizzazione Aziendale Le decisioni di investimento 1 Le decisioni di investimento Una introduzione 2 Come è possibile misurare, attraverso grandezze economico-finanziarie, l impatto

Dettagli

Matrice Excel Calcolo rata con IMPORTO DEL FINANZIAMENTO determinato dall'utente

Matrice Excel Calcolo rata con IMPORTO DEL FINANZIAMENTO determinato dall'utente Matrice Excel Calcolo rata con IMPORTO DEL FINANZIAMENTO determinato dall'utente L'acquisto di un immobile comporta un impegno finanziario notevole e non sempre è possibile disporre della somma di denaro

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema proposto per la prova di Economia aziendale negli Istituti Tecnici è incentrato sul controllo di gestione ed è articolato in una parte obbligatoria e tre

Dettagli

Argomenti. Domande importanti. Teori della Finanza Aziendale. Il valore finanziario del tempo: tecniche di valutazione

Argomenti. Domande importanti. Teori della Finanza Aziendale. Il valore finanziario del tempo: tecniche di valutazione Teori della Finanza Aziendale Il valore finanziario del tempo: tecniche di valutazione 3-2 Argomenti La valutazione delle attività a lungo termine Tecniche per il calcolo del valore attuale Rate costanti,

Dettagli

- Le nuove regole di deducibilità dei canoni di leasing per i

- Le nuove regole di deducibilità dei canoni di leasing per i LE NOVITÀ DEL LEASING - Le nuove regole di deducibilità dei canoni di leasing per i professionisti e per le imprese - Sale & lease back: opportunità e cautele -Analisi comparativa e di convenienza dei

Dettagli

L inquadramento teorico

L inquadramento teorico I preventivi economicofinanziari L inquadramento teorico Università di Pisa Le previsioni economiche: i ricavi di vendita Solitamente la prima variabile ad essere stimata corrisponde ai ricavi di vendita

Dettagli

AZIENDA LA LOGICA GENERALE DI DI COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI DI ESERCIZIO IL IL SISTEMA AZIENDA CONDIZIONI PRODUTTIVE ACQUISITE

AZIENDA LA LOGICA GENERALE DI DI COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI DI ESERCIZIO IL IL SISTEMA AZIENDA CONDIZIONI PRODUTTIVE ACQUISITE LA LOGICA GENERALE DI DI COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI DI ESERCIZIO IL IL SISTEMA AZIENDA FATTORI CONDIZIONI PRODUTTIVE BENI E SERVIZI PRODOTTI USCITE MONETARIE O AUMENTO DI DEBITI AZIENDA ENTRATE MONETARIE

Dettagli

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici

Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir. tire e da indici Tracce di temi 2010 Scuola Duemila 1 Traccia n. 1 Elaborazione di un bilancio con dati a scelta a partir tire e da indici Olivia Leone Il candidato illustri brevemente quali sono i principali vincoli da

Dettagli

Scegliere gli investimenti

Scegliere gli investimenti 1-1 Finanza Aziendale Prof. Arturo Capasso 6 Scegliere gli investimenti A. con il metodo del valore attuale netto 1- Argomenti Come si determinano i flussi di cassa da attualizzare Le decisioni di investimento

Dettagli

Matematica Finanziaria A - corso part time prova d esame del 21 Aprile 2010 modalità A

Matematica Finanziaria A - corso part time prova d esame del 21 Aprile 2010 modalità A prova d esame del 21 Aprile 2010 modalità A 1. Un tizio ha bisogno di 600 euro che può chiedere, in alternativa, a due banche: A e B. La banca A propone un rimborso a quote capitale costanti mediante tre

Dettagli

Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi

Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi Business Plan 3 anni Società di persone, Professioniti e Autonomi Le attività da svolgere per la realizzazione del Business Plan da parte del sono le seguenti: 1. Inserimento del resoconto dell'anno 2.

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA MATEMATICA FINANZIARIA E. Michetti Esercitazioni in aula MOD. 2 E. Michetti (Esercitazioni in aula MOD. 2) MATEMATICA FINANZIARIA 1 / 18 Rendite Esercizi 2.1 1. Un flusso di cassa prevede la riscossione

Dettagli

Valutazione degli investimenti

Valutazione degli investimenti Valutazione degli investimenti Mutina Profit Consulting S.r.l. affianca l imprenditore nella valutazione degli investimenti sia in termini di sostenibilità economica, mediante la predisposizione di Business

Dettagli

Commento al tema di Economia aziendale

Commento al tema di Economia aziendale Commento al tema di Economia aziendale Il tema di Economia aziendale proposto negli Istituti Tecnici è incentrato sulla crisi finanziaria ed è articolato in una parte obbligatoria e tre percorsi alternativi

Dettagli

Matrice Excel Calcolo rata con TASSO DI INTERESSE determinato dall'utente

Matrice Excel Calcolo rata con TASSO DI INTERESSE determinato dall'utente Matrice Excel Calcolo rata con TASSO DI INTERESSE determinato dall'utente L'acquisto di un immobile comporta un impegno finanziario notevole e non sempre è possibile disporre della somma di denaro sufficiente

Dettagli

Adottato il servizio on line

Adottato il servizio on line iltriangolo R I V I S T A T R I M E S T R A L E D I N F O R M A Z I O N E T E C N I C O P R O F E S S I O N A L E D E L C O L L E G I O D E I G E O M E T R I E D E I G E O M E T R I L A U R E A T I D E

Dettagli

Conto economico. Prospetti contabili infrannuali 2007 62. (importi in migliaia di euro)

Conto economico. Prospetti contabili infrannuali 2007 62. (importi in migliaia di euro) Prospetti contabili infrannuali della Capogruppo per il semestre chiuso al 30 giugno 2007 Conto economico 1 semestre 2007 1 semestre 2006 Ricavi verso terzi 14.025 8.851 Ricavi parti correlati 2.772 3.521

Dettagli

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE 1 Finanziamenti Bancari Finanziamenti a breve termine Finanziamenti a medio- lungo termine Operazioni di prestito bancario Operazioni di smobilizzo 2 Definizione

Dettagli

Gruppo 24 ORE RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2010 RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI

Gruppo 24 ORE RELAZIONE FINANZIARIA ANNUALE 2010 RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI Conto economico (30) Ricavi quotidiani, libri e periodici RICAVI QUOTIDIANI, LIBRI E PERIODICI Quotidiano 67.401 74.456 (7.055) -9,5% Periodici 51.931 57.387 (5.456) -9,5% Collaterali 4.545 10.069 (5.524)

Dettagli

FINANZA AZIENDALE RISULTATI PROVA DEL 13/9/2005

FINANZA AZIENDALE RISULTATI PROVA DEL 13/9/2005 FINANZA AZIENDALE RISULTATI PROVA DEL 13/9/2005 Si ricorda agli studenti che: 1. la registrazione del voto avverrà improrogabilmente in data 20/9/2005 alle ore 10.00. LO STUDENTE CHE NON SI PRESENTA IN

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI AVVIAMENTO 100.000,00 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI: MACCHINARI-IMPIANTI 200.000,00 AUTOVETTURE 50.

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI AVVIAMENTO 100.000,00 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI: MACCHINARI-IMPIANTI 200.000,00 AUTOVETTURE 50. Una Società a Responsabilità Limitata con attività commerciale presenta il seguente: BILANCIO DI VERIFICA AL 31 DICEMBRE 2005 ATTIVITA' IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI AVVIAMENTO 100.000,00 IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

7. CONTABILITA GENERALE

7. CONTABILITA GENERALE 7. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE OTTENIMENTO CAPITALE DI TERZI 1 Definizione Per poter acquisire i fattori produttivi da impiegare nel processo produttivo l impresa necessita del fattore

Dettagli

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari

ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari 1 ESERCIZI RELATIVI AL CAP. 16 RENDICONTO FINANZIARIO A cura di N. Pecchiari ESERCIZIO (1) Variazioni del reddito, patrimonio, CCN e cassa Si ipotizzi di analizzare il bilancio della azienda BETA chiuso

Dettagli

Scegliere gli investimenti con il A. metodo del valore attuale netto

Scegliere gli investimenti con il A. metodo del valore attuale netto 1-1 Teoria della Finanza Aziendale Prof. Arturo Capasso A.A. 007-008 6 Scegliere gli investimenti con il A. metodo del valore attuale netto 1- Argomenti Come si determinano i flussi di cassa da attualizzare

Dettagli

Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria

Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria Fondamenti e didattica di Matematica Finanziaria Silvana Stefani Piazza dell Ateneo Nuovo 1-20126 MILANO U6-368 silvana.stefani@unimib.it 1 Unità 7 Costituzione di un capitale Classificazione Fondo di

Dettagli

Alternativa Investimento iniziale euro Flusso di cassa anno1 euro

Alternativa Investimento iniziale euro Flusso di cassa anno1 euro Tecnica e Gestione degli Investimenti/Finanza Aziendale 5cfu Prova scritta del 19.02.16 (4 punti) Selezionare la strategia di investimento migliore con un budget di 2.000.000 di euro e 4 opportunità di

Dettagli

L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5

L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5 focus modulo 4 lezione 50 La gestione finanziaria La correlazione tra investimenti e finanziamenti L analisi dei flussi finanziari 1. I flussi finanziari I flussi finanziari che hanno origine dall attività

Dettagli