Alla scoperta di MONTEGIORGIO. cultura, itinerari, curiosità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Alla scoperta di MONTEGIORGIO. cultura, itinerari, curiosità"

Transcript

1 Alla scoperta di MONTEGIORGIO cultura, itinerari, curiosità

2 GUIDA TURISTICA DI MONTEGIORGIO Comune di Montegiorgio Piazza Matteotti, Montegiorgio (FM) Testi a cura Archeoclub sede di Montegiorgio: Chiara Casturani Ramona Ferri Juri Muccichini Francesco Pasquali Francesca Travaglini Bibliografia: Montegiorgio nella storia e nell arte - di Mario Liberati Quaderni Montegiorgesi Per itinerario da Farfa a Roma, Adolfo Leoni - Antichi Sentieri, Nuovi Cammini Le Colline del Buongusto Foto ed Archivio Iconografico: Miconi s.r.l. Archeoclub sede di Montegiorgio Archivio comunale Biblioteca Comunale COMUNE DI MONTEGIORGIO Alla scoperta di MONTEGIORGIO Cultura, itinerari, curiosità Progetto grafico: Miconi s.r.l. - Finito di stampare nel mese di maggio 2018 Copyright 2018 Comune di Montegiorgio Tutti i diritti sono riservati Testi ed immagini di questa pubblicazione sono di proprietà del Comune di Montegiorgio, della Miconi s.r.l. e dellarcheclub. Qualsiasi riproduzione e diffusione è vietata salvo esplicito e documentato consenso dell editore. Un vivissimo ringraziamento a tutti quelli che hanno prestato la loro collaborazione senza la quale questa pubblicazione non sarebbe stata possibile. Questa guida è stata realizzata a titolo esemplificativo e non esaustivo e si riferisce alla data di stampa. Per maggiori informazioni circa i suoi contenuti, in particolare per gli edifici e i luoghi visitabili, si prega di contattare l'ufficio Cultura del Comune di Montegiorgio al numero: This guide has been produced as a list of recommendations, it is not complete and refers to the date of printing. For more information on its contents, especially the buildings and places that can be visited, please contact the Culture Office of the Municipality of Montegiorgio at: or consult the bibliography. Disegno a lato: schizzo per progetto di sistemazione del colle San Francesco (sec. XVIII), foto conservata presso l archivio fotografico della biblioteca comunale.

3 Le meraije de Montejorgio Montejorgio è n paese caru e béllu, ma pe rrià ce ò l ale de n uccellu; e ce se gode n aria cuscì fina, che n te fa sintì mai la panza pina. S ede lu mare, s ede la montagna ma all immerno lo friddo te se magna. Edè lu colle che je lea lu sòle, sennò lu Paradisu n ce la pole. Quanno che ve la jente forestera, po caminà pe na jornata intera su pe le coste, jù pe le discese, se ò vede tuttu quantu lu Paese. Felice Rampini Boncori (ingegnere, scrittore) Montegiorgio è un Paese caro e bello, ma per arrivare fino in cima ci vorrebbero le ali di un uccello; gode di un aria così leggera che non ti fa mai sentire a pancia piena. Si vede il mare, la montagna... ma d inverno il freddo ti assale. E il colle a fargli ombra, altrimenti farebbe invidia al Paradiso. Quando arriva qualche visitatore, può camminare per una giornata intera per le salite e le discese, ammirando tutto quanto il Paese. Montegiorgio is a nice and charming village, though only a bird on the wing could reach its top; the air here is so fresh and clear that you will always want to be near. You can see the sea and the mountains but in the winter it gets freezing. It is in the shade of a hill, or even on the Heavens its shadow would cast When some visitors arrive, they could walk the whole day through its climbs and descents, admiring all that the Village presents.

4 SOMMARIO Useful numbers Numeri utili pag. 7 pag. 50 Sport e benessere Sport and wellness Why visit Montegiorgio Perchè visitare Montegiorgio pag. 9 pag. 52 Folklore e antichi mestieri Folklore and ancient professions Emotions not to be missed Emozioni da non perdere pag. 10 pag. 54 Prodotti locali Typical products History Storia pag. 12 pag. 56 Dieta mediterranea Mediterranean Diet Places of interest Punti d interesse pag. 14 pag. 58 Ricette montegiorgesi Recipes Monuments Monumenti ed edifici storici pag. 16 pag. 60 Eventi Events Suggested sites to visit Itinerari consigliati pag. 44 pag. 62 Dove dormire / dove mangiare Where to stay/eat

5 Pesaro Ancona Municipio Piazza Matteotti, / NUMERI UTILI Come arrivare Macerata Fermo o Montegiorgio Ascoli Piceno Da Nord Prendere l autostrada A14 Bologna - Bari in direzione di Ancona, uscire a Civitanova Marche, prendere la superstrada SS 77 in direzione di Tolentino/Macerata, uscire a Montecosaro, seguire la direzione Rapagnano, continuare sulla SP 78, attraversare Contrada Tenna percorrendo la SP 239 e proseguire in direzione Montegiorgio. Da Sud Prendere l autostrada A14 uscire a Fermo/Porto San Giorgio, proseguire sulla SS 16, svoltare sulla SP 37 e seguire le indicazioni per Montegiorgio. In treno Stazione ferroviaria di Corridonia-Mogliano e prosegue in autobus con le autolinee Trasfer. In autobus Autolinee Contram Autolinee Trasfer In Aereo: Aeroporto Ancona (85 km circa) Aeroporto di Pescara (120 km circa) From the North Take the A14 motorway Bologna - Bari towards Ancona, take the Civitanova Marche exit and then the SS77 towards Tolentino / Macerata. Exit at the Montecosaro signpost, follow the signs for Rapagnano and continue on SP78, go past Contrada Tenna along SP239 and continue towards Montegiorgio. From the South Take the A14 motorway and exit at the Fermo/Porto San Giorgio signpost. Continue on SS16, turn onto SP37 and follow the signs for Montegiorgio. By train You can arrive at the train station of Corridonia-Mogliano and then continue by bus using the services of the Trasfer bus company. Emergenze: 118 Polizia: 113 Vigili del fuoco: 115 Carabinieri: Viale Ugolino, 2 Generale: 112 Ospedale: Via Ospedale Diotallevi Farmacie: Farroni Piazza Giacomo Matteotti, 10 Eugeni Via Faleriense Est, 29 Noleggio auto e camper: Tamanti - Via Soccorso, Autoerre srl - Via Faleriense Ovest Area di sosta Camper: Via Dante Mattii, Piane di Montegiorgio Biblioteca comunale Don Germano Liberati Piazza Matteotti Dal lunedì al venerdì 15-19, venerdì mattina 9-13 Archeoclub sede di Montegiorgio (Punto Informativo) Corso Italia Archeoclub Montegiorgio Venerdi ore 10-12, sabato e domenica ore (Giu.-Set.) da ottobre a maggio Ufficio cultura Opening times: Fridays 10am-12pm, Saturdays and Sundays 6pm-8pm Free guided tours, reservation required.

6 PERCHE VISITARE MONTEGIORGIO Dear visitor, With this guide we want to give you some tips that will help you to know a corner of the Marche which is in a very good geographical position, only thirty minutes away from the Adriatic Sea and the beautiful Sibylline mountains. Montegiorgio can also be chosen as a base for a short excursion to discover its nature and art or for a longer journey to visit the areas around Fermo and the Central Southern Marches. Immersed in the tranquillity of the hills, you will have the opportunity to enjoy charming views of the alleys in the historic centre and learn about the history of the town and the people who have contributed to its prestige. While Montegiorgio s artistic heritage, its many buildings, frescoes, paintings and monuments that are hidden in ancient buildings will tell you about the town s past, its crafts and manufacturing activities, the fairs and events will give you the opportunity to enjoy the liveliness and industry of the town s present. In the town s restaurants and inns you will be able to taste our typical dishes and buy our traditional food and wines from the local producers to benefit from a healthy lifestyle and the Mediterranean diet; you will have the opportunity to discover the secrets hidden in the workshops and find out the most unusual aspects of Montegiorgio s folklore and dialect. We are sure that when you leave, you will take with you the aromas and flavours of our land, you will always treasure the memories of our town s views and in your heart you will remember the simplicity and hospitality of our people: by telling others about Montegiorgio and its wonders, you will make our beautiful town known everywhere and we will have the best imaginable publicity. Caro turista, con questa guida vogliamo offrirti alcuni suggerimenti che possano aiutarti a conoscere un angolo di Marca dalla felice posizione geografica, a soli trenta minuti dal mar Adriatico e dai bellissimi monti Sibillini. Potrai scegliere Montegiorgio anche come base per una breve escursione all insegna della natura e dell arte oppure per un viaggio più lungo alla scoperta del Fermano e delle Marche centro-meridionali. Nella tranquillità del paesaggio collinare godrai dei suggestivi scorci del centro storico e conoscerai la storia e i personaggi che hanno dato lustro a questo paese. Mentre il patrimonio artistico di Montegiorgio, ricco di edifici, affreschi, tele e monumenti celati nelle antiche costruzioni ti parleranno del passato, le attività artigianali e manifatturiere, le feste e gli eventi ti faranno godere la vivacità e la laboriosità del presente. Nei ristoranti e nelle trattorie potrai assaporare i piatti caratteristici della zona, dai nostri produttori potrai acquistare le tipicità eno-gastronomiche per beneficiare di uno stile di vita sano all insegna della dieta mediterranea; potrai curiosare nei laboratori artigianali e scoprire gli aspetti più insoliti del folklore e della tradizione dialettale Montegiorgese. Siamo sicuri che ripartendo porterai con te i profumi e i sapori della nostra terra, nei tuoi occhi resterà l immagine del nostro paesaggio e nel tuo cuore la semplicità e l accoglienza della nostra gente: raccontando Montegiorgio e le sue meraviglie porterai il nostro bel paese ovunque e avremo il miglior biglietto da visita che si possa immaginare.

7 I panorami di Montegiorgio Salendo al Pincio potrete godere di un panorama che spazia dagli Appennini al Mar Adriatico. Dalla sommità del colle di Contrada Montemilone rimarrete incantati da una vista a 360 da togliere il fiato. Il Viale delle Noci Fate quattro passi al Viale delle Noci (in realtà ippocastani) ufficialmente Via Garibaldi. Luogo caro ai montegiorgesi che nei mesi estivi affollano le sue panchine in cerca di refrigerio, godendo così dello spettacolo offerto dalle dolci colline digradanti verso il mare. Il Teatro Alaleona Rimarrete affascinati dall emozionante scenario di stucchi e velluto di uno dei più bei teatri storici delle Marche. Chiudete gli occhi, d un tratto vi sembrerà di sentire note lontane... La vista dalle Logge Sopra il loggiato un viaggio nel tempo nella storia di Montegiorgio, da intraprendere semplicemente girando su voi stessi: l Arco del Trecento, Palazzo S. Agostino, Palazzo Passari, con uno sguardo su piazza Matteotti. Il Chiostro di Sant Agostino Il suggestivo alternarsi delle volte ci introduce nei locali dell ex convento che conserva geloso i suoi affreschi e nasconde da sguardi indiscreti le grotte e i cunicoli che un tempo percorrevano tutto il centro storico. La Cappella Farfense Alla sinistra dell altare della chiesa di San Francesco, una porta vi farà accedere ad uno scrigno incantato e col naso all insù ammirerete affreschi che vi racconteranno una leggenda molto più antica. Cerreto Un mondo da favola immerso nel verde. Racchiuso tra antichi bastioni, ruderi e chiese, ecco i resti di quello che un tempo era il più piccolo Comune dello Stato della Chiesa: Cerreto! Le Cascatelle di Pian del Sasso Da località Tre Molini si costeggia il fiume Tenna seguendo il corso della corrente, avvolti dal dolce rumore dell acqua e rapiti dal paesaggio fluviale delle cascatelle. EMOZIONI DA NON PERDERE I vicoli del centro storico Magari quelli che da Piazza Matteotti arrivano fino alla Portarella, in contrada Cota. Li caciù Tradizionale dolce montegiorgese a forma di mezzaluna, fritto o al forno e ripieno di cacao, castagne o fave. The views from Montegiorgio Climb the Pincio to enjoy a panorama that stretches from the Apennines to the Adriatic Sea, or reach Contrada Montemilone to be left speechless by its amazing views in all directions. Viale delle noci It s a place that is dear to the people of Montegiorgio. Every summer they flock to its benches looking for refreshment while enjoying the spectacular view offered by the hills that gently slope down to the sea. Alaleona Theatre You will be fascinated to see the incredible atmosphere created by stucco and velvet elements of one of the most beautiful old theatres in the Marches. The view from the Loggia When you are in the loggia, look at everything around you. In just one turn, you will be able to take a journey through the history of Montegiorgio. Cloister of Sant Agostino Going through evocative alternating vaults, you can access the rooms of the former convent which jealously preserves its frescoes and conceals the caves and tunnels that once stretched across the entire historic centre. The Farfense Chapel In the Church of San Francesco, near the altar, you will find a chest adorned with ancient decorations. Raise your head to see old drawings and learn about their stories. Today as in the past. Cerreto Immersing yourself in a fairytale world immersed in the countryside. Enclosed between old bastions, ruins and churches, here are the remains of what was once the smallest Commune of the State of the Church. The Cascades of Pian del Sasso From Tre Molini you can follow the River Tenna towards the east, listening to the gentle sound of the water and admiring the fluvial landscape of the cascades. Alleys in the old town Perhaps those that from Piazza Matteotti reach Portarella, in Contrada Cota. Li Caciù A traditional Montegiorgio dessert in a half-moon shape that can be fried or baked and filled with cocoa, chestnuts or broad beans.

8 Situato su di un colle della media Valtenna, a 411 m sul livello del mare, Montegiorgio ha un territorio di circa 48 kmq. L insediamento originario risale all epoca picena e romana, come testimoniano molti reperti archeologici rinvenuti dal concittadino Gian Battista Compagnoni Natali nella seconda metà dell Ottocento. In età romana il suo territorio rientrò nella centuriazione augustea che interessò la città di Falerio Picenus, quando furono assegnate le terre ai veterani della battaglia di Azio (31 a.c.), mentre è controversa l esistenza, nel territorio comunale, di una città romana chiamata Tignum. Con la caduta dell Impero Romano e il venir meno del potere centrale, la popolazione si spostò sulle alture: arrivarono i monaci benedettini da Farfa che si stabilirono in zona Cafagnano, intorno alla Chiesa di Santa Maria Grande (attuale S. Francesco), dando vita al primo nucleo urbano. Nel 1099 si costruì la prima cinta muraria e dopo meno di un secolo Montegiorgio divenne comune autonomo. STORIA Nello stemma sono rappresentati: San Giorgio nell atto di trafiggere con una lancia d argento il drago su di una rupe d oro, in secondo piano una fanciulla orante rivolta verso il monte all italiana, a sei colli, sormontato da una crocetta greca, sotto lo scudo di San Giorgio il cartiglio Montis Sanctae Mariae in Georgio Felix Terra, ovvero Terra felice del monte della Chiesa di Santa Maria (ora San Francesco), costruita sul girone. I secoli XIII e XIV videro fasi alterne di lotta e di riavvicinamento, nelle quali Montegiorgio cercò maggiore autonomia dalla vicina Fermo. Nel 1229 il paese ottenne da Rinaldo, duca di Spoleto e Rettore della Marca, la giurisdizione su alcuni castelli della zona. Si trattò di un momento di grande espansione e ricchezza che vide anche l insediarsi nel territorio di due ordini religiosi: quello dei Francescani (1246) e quello degli Agostiniani (1265) e l instaurarsi di una colonia ebrea nel quartiere di San Nicolò, che stimolò diversi commerci. Successivamente Montegiorgio fu coinvolta, a fianco di Fermo, nelle lotte tra Impero e Papato e ritrovò splendore con la riorganizzazione della provincia anconetana operata dal cardinale Albornoz, fino ad essere teatro delle vicende di Rinaldo da Monteverde. Nel 400, interessata dalle ostilità tra papa Gregorio XII e Ludovico Migliorati, Montegiorgio si ritrovò al centro delle azioni delle forze rivali, fino a subire il dominio fermano di Francesco Sforza. Per i secoli successivi ci sono limitate testimonianze poiché nel 1760 un incendio distrusse parte dell archivio comunale; sicuramente il paese fu coinvolto nelle vicende che interessarono lo Stato della Chiesa e, con l invasione francese, entrò a far parte del dipartimento del Tronto, per poi essere annesso al Regno d Italia. The original settlement of Montegiorgio dates back to the Picenian era, as evidenced by many archaeological finds. In Roman era the territory returned under the control of Augustus centurions, while there are divergent opinions on the existence in the municipal area of a Roman city called Tignum. After the fall of the Roman Empire, the people moved to the mountains: Benedictine monks from Farfa arrived and established the first urban settlement. The first defensive walls were built in 1099 and almost a century later, Montegiorgio became an independent commune. During the 13th and 14th centuries there were alternating phases of conflict and peace with the neighbouring city of Fermo. This period was followed by an epoch of great expansion and wealth, including the settlement of two religious orders in its territory: the Franciscans (1246) and the Augustinians (1265) and a Jewish colony. Subsequently, Montegiorgio, alongside Fermo, became involved in the power struggle between Empire and Papacy. There is only limited evidence of the events of the following centuries as in 1760 a fire destroyed part of the municipal archives: it is certain that the town had to endure the vicissitudes of the State of the Church. After the French invasion, it became part of the Department of Tronto and was later annexed by the Kingdom of Italy. Tignio: the term derives from the River Tenna and, probably, it does not refer to an actual town but to a Roman military settlement. Coat of arms: the coat of arms depicts St George slaying the dragon, a praying maiden, a mountain surmounted by a Greek cross and the motto Montis Sanctae Mariae in Georgio Felix Terra, meaning The happy land on the mount of the St Mary s Church. TIGNUM: termine derivante dal fiume Tenna, è legato alla tradizione montegiorgese sino al 1540; nelle fonti letterarie è documentato fin dai tempi di Cesare e Cicerone, poi scompare sostituito da Iguvium (Gubbio). Probabilmente non ci si riferiva ad una città vera e propria ma ad un insediamento romano di tipo militare.

9 19 24 MONTEVERDE VIA SOLFERINO 16 VIA GIUDACILIO VIA MAZZINI STRADA COMUNALE DELLE MURA VIA MENTANA MONTEVERDE VIA CESTONI VIA OSPEDALE DIOTALLEVI PUNTI D INTERESSE VIA DELLE MURA VIA DEL SOLE VIA DEL SOLE VIA COLLICILLI VIA CAVOUR VIA MAZZ I NI DEL COLLE 14 3 DEGLI ORTI VIA ROMA VIA GARIBALDI V ENTIDIO B. 4 VIA CAVOUR 5 P.ZZA ALALEONA VIA UMBERTO I VIA STAMURA VAI MINGHETTI VIA MARCONI TRIESTE P.ZZALE UNGHERIA VIA PALESTRO L.go LEOPARDI PIAZZA MATTEOTTI VIA CESTONI 6 VIA PALESTRO VIA PORTA TARELLA 20 Archeoclub Corso Italia PIANE DI MONTEGIORGIO P.LE KENNEDY CORSO ITALIA VIA FARINI VIA S. MARTINO VIA CAIROLI 12 CASTELFIDARDO VIA GOITO 13 VIA OSPEDALE DIOTALLEVI VIA PASSARI L.go ACHILLI STRADA PROVINCIALE MACERATESE 17 VIA OSPEDALE DIOTALLEVI CERRETO ALTETA Chiesa di San Francesco Church of San Francesco Ex Convento Francescano The former Franciscan Convent Cappella Farfense The Farfense Chapel Teatro Alaleona Alaleona Theatre Chiesa S. Chiara e Monastero Clarisse Church of S. Chiara and Monastery of Clarisses Palazzo Passari Palazzo Passari Palazzo Sant Agostino Palazzo Sant Agostino Sagrestia di San Salvatore Sacristy of San Salvatore Arco del 300 The 14th-Century Arch Chiesa Santa Maria degli Angeli Church of S. Maria degli Angeli Piazza Matteotti Piazza Matteotti Chiesa dei SS. Giovanni B. e Benedetto Church of SS. Giovanni Battista and Benedetto Chiesa di San Michele Church of San Michele Chiesa di Sant Andrea Church of San Andrea Chiesa di San Giacomo Church of San Giacomo Chiesa SS. Nicolò e Savino Church of SS. Nicolò and Savino Ex Lavatoio Former lavoir Chiesa di Santa Maria della Luna Church of S. Maria della Luna Chiesa e Convento dei Cappuccini Church and Convent of the Capuchins Mulino Fortificato Fortified Mill Chiesa di S. Maria delle Grazie di Crocedivia Church of Santa Maria delle Grazie di Crocedivia Chiesa di S. Angelo in Montiliano Church of Sant Angelo in Montiliano Villa Fontebella, già Villa Ganucci Villa Fontebella Chiesa Santa Maria delle Grazie-Monteverde Church of Santa Maria delle Grazie Piazza XXV Aprile Piazza XXV Aprile Chiesa di San Zenone Church of San Zenone Chiesa di S. Michele e S. Dorotea Church of San Michele Arcangelo and Santa Dorotea Chiesa di Santa Maria delle Grazie-Cerreto Church of Santa Maria delle Grazie

10 Chiesa di San Francesco Via Roma L imponente edificio del XIII sec., un tempo Chiesa di Santa Maria Grande, che si erge sul punto più alto del Paese, ha avuto origine da una precedente Chiesa risalente all XI sec. È proprio da questo sito che nasce il primo significativo insediamento del paese. Nel 1263 la Chiesa fu ceduta ai Frati Minori Conventuali e venne riconsacrata al Santo. Proprio i Francescani rifondarono l edificio in stile romanico-gotico. Il portale, in travertino, è opera del maestro Gallo e si presenta con un arco a tutto sesto decorato con un aspide, il basilisco e il leone che, nella tradizione cristiano-medioevale, rappresentano la disperazione, la presunzione e la superbia. Completano il portale due leoni stilofori ed una lunetta con lo stemma di Papa Sisto V, frate francescano e marchigiano, la cui ascesa al soglio pontificio permise ai frati di apportare radicali trasformazioni alla Chiesa che divenne più imponente. L ingresso originario era rivolto all attuale Pincio e con un altra porta, nel lato opposto, si accedeva al chiostro del convento mentre, all interno, la Chiesa si presentava a navata unica con lo stile semplice e funzionale tipico delle costruzioni francescane. Verso la fine del XVIII sec. la costruzione subì gli ultimi interventi acquisendo l attuale stile neoclassico. Annessa alla Chiesa si trova la Cappella Farfense. Church of San Francesco An impressive 13th-century building, known as the Church of Santa Maria Grande, stands on the town s highest point. Originally, it was a church that dated back to the 11th century. Eventually, this site became the town s first significant settlement. In 1263, the church was ceded to the Order of the Friars Minor Conventual and was consecrated again to the Saint. It was the Franciscans to restore the building in Romanesque-Gothic style. The portal is made of travertine and was built by master builder Gallo. It features a semi-circular arch decorated with an asp, a basilisk and a lion, which according to Christian-mediaeval tradition represent despair, presumption and pride. The portal also features two lions supporting the columns and a lunette with the coat of arms of Pope Sixtus V, Franciscan friar born in the Marches, whose ascent to the papal throne allowed the friars to make radical changes to the church, making it more imposing. The original entrance was located on the side where the Pincio is today, while another door on the opposite side gave access to the convent s cloister. Inside, the church featured a single nave in the simple and functional style that is typical of Franciscan buildings. Around the end of the 18th century, the construction underwent the last changes taking on the current neoclassical style. Attached to the church is the Farfense Chapel. 2 Ex Convento francescano Via Roma Il convento francescano, attiguo alla Chiesa di San Francesco, negli anni 50 venne demolito, ricostruito e destinato a sede comunale. Furono salvaguardati il monumentale scalone settecentesco e il soffitto, decorato dal pittore Pio Panfili. All interno sono ospitati la scultura Il seminatore dell artista montegiorgese Gaetano Orsolini, le tele della chiesa di San Francesco e la quadreria di Palazzo Passari con le vedute settecentesche, altri reperti interessanti e l archivio storico comunale. The former Franciscan Convent The Franciscan convent, adjacent to the Church of San Francesco, was demolished in the 1950s, rebuilt and destined for the municipal offices. Only the magnificent 18th-century staircase and the ceiling, decorated by painter Pio Panfili, have been preserved. The building houses the sculpture The Sower by Gaetano Orsolini, an artist from Montegiorgio, the painting collection of the Church of San Francesco, a series of 18th-century landscapes, other interesting exhibits and the town s historical archives.

11 3 Cappella Farfense Via Roma Alla sinistra dell altare della Chiesa di S. Francesco vi è un ingresso che immette nella Cappella Farfense, unica struttura del duecentesco complesso monastico sopravvissuta alle svariate trasformazioni. Adibita un tempo alla sepoltura di nobili famiglie montegiorgesi, si presenta come uno spazio unico con una volta a crociera in stile gotico, divisa in otto compartimenti, a loro volta separati in due registri da fasce decorative. I pregevoli affreschi del 400, attribuibili ad Antonio Alberti da Ferrara appartenente alla scuola umbro-emiliana, illustrano in questi sedici spazi la leggenda della Vera Croce, tema ricorrente nelle chiese francescane. Il ciclo pittorico, dal grande impatto emotivo, intrecciando verità e leggenda, tratta della complessa storia del legno della croce dove è morto il Cristo. Attribuibili ad altra mano e successivi, sono gli affreschi nei compartimenti murali, quelli delle scene della Morte e dell Assunzione di Maria e quella di San Francesco che riceve le stigmate. Oltre alle varie iscrizioni, per lo più funebri, notevole è la sepoltura della famiglia Alaleona costituita da una pietra raffigurante un cavaliere che giace con una spada lungo il fianco sinistro. 23 FRATE UGOLINO BONISCAMBI (Montegiorgio inizi XIV secolo). Riconosciuto dalla critica storico-filologica come autore del testo latino dei Fioretti di S. Francesco, composti tra il 1327 e il The Farfense Chapel On the north side of the Church of San Francesco, there is an entrance that leads into the Farfense Chapel, the only structure of the 13th-century monastery that has survived the different transformations. Once used as a burial site for local noble families, today it consists of a single area with a Gothic rib vault divided into eight compartments which in turn are divided into two parts by decorative bands. The beautiful 15th-century frescoes, probably coming from the UmbriaEmilia school of Antonio Alberti from Ferrara, depict in sixteen spaces the myth of the True Cross, a recurring theme in Franciscan churches. This cycle of paintings of great emotional impact, interweaving truth and myth, tells the complex history of the wood of the cross on which Christ died. The frescoes in the wall compartments, probably painted by other artists in a subsequent period, depict scenes of the Death and Assumption of Mary and that of St Francis receiving the stigmata. In addition to the various inscriptions, most of which had a burial theme, it is worth noting the burial stone of the Alaleona family that depicts a knight lying with a sword on his left side. Frate Ugolino Boniscambi (beginning of the 14th century): acknowledged by historical-philological scholars as the author of the Latin text of the Little Flowers of St Francis, written between 1327 and 1340.

12 4 Teatro Alaleona ALALEONA THEATRE The theatre is dedicated to musician Domenico Alaleona and is featured in the list of the oldest theatres of the Marches. Meeting the request of the people, a theatre was built in 1770 in a hall on the first floor of the old town hall, entirely built of wood. The structure was used so much that it deteriorated after a short time. The limited number of seats, plus the difficulty to perform restoration works, made it necessary in 1869 to design a project for a new theatre that would occupy the entire area of the old town hall, under the supervision of Giuseppe Sabbatini from Montegiorgio. The construction works were completed in 1884, with the exception of the Northwest façade that remained incomplete, and gave the theatre its current neoclassical style. The decorations, the furnishings and the paintings were completed in It was inaugurated two years later with the name of Teatro dell Aquila. In 1945, it was finally dedicated to Alaleona. Several improvements were made to the theatre over the years, refining its structure: a horseshoe-shaped hall with three levels of boxes and a gallery for a total of 388 seats. Over the course of time, the theatre has been the venue for several cultural events and political meetings and it has also been used as a cinema, for concerts, dance events, New Year s parties and folk performances. In the past it mainly featured operas, while today it is mainly used as a venue for plays. Domenico Alaleona (Montegiorgio ) Musician and composer. His most famous opera is Mirra (1913). He was a forerunner of certain aspects of modern musical technique and he coined the term dodecaphony, fundamental for 20th-century music. 25 La torre campanaria (nota come Torre de palazzu ) apparteneva all edificio che ospitava il Palazzo comunale esistente nella stessa area dell attuale teatro. Via Roma Il teatro di Montegiorgio, dedicato al musicista Domenico Alaleona, è annoverato fra i teatri storici delle Marche. Rispondendo a un desiderio popolare, nel 1770 fu realizzato un teatro in un salone del primo piano del vecchio Palazzo comunale, interamente costruito in legno. La struttura fu molto utilizzata, tanto da deteriorarsi dopo non molto tempo. Il numero limitato di posti e la difficoltà di eseguire opere di restauro suggerirono, nel 1869, di realizzare un progetto per un nuovo teatro che occupasse l intera superficie del vecchio Palazzo comunale, il progetto fu affidato al montegiorgese Giuseppe Sabbatini. Nel 1884 i lavori di costruzione, ad esclusione della facciata di nord-ovest, rimasta incompleta, terminarono e diedero al teatro l attuale stile neoclassico. Le decorazioni, gli arredi e le pitture furono ultimati nel Due anni più tardi l edificio fu inaugurato col nome di Teatro dell Aquila. Nel 1914 fu intitolato a Giuseppe Verdi e, infine nel 1945, definitivamente a Domenico Alaleona. Le diverse migliorie, le ultime dal 1996 al 2008, apportate nel tempo, hanno definito il teatro nella sua struttura attuale: sala a ferro di cavallo con tre ordini di palco e loggione, per un totale di 388 posti. Il Teatro ha ospitato nel tempo diversi eventi culturali, incontri politici, ma anche concerti, feste da ballo, veglioni e rappresentazioni folk. Un ruolo di primo piano, in passato, è stato rappresentato dalla musica lirica mentre oggi è protagonista la stagione di prosa. DOMENICO ALALEONA (Montegiorgio ) Musicista e compositore. La sua opera più famosa è Mirra (1913). Anticipatore di alcuni aspetti della tecnica musicale moderna, coniò il termine dodecafonia, alla base degli studi musicali del Novecento. A lui è intitolato il teatro comunale e la piazza dove si affaccia la casa natale.

13 27 5 Nel monastero, risalente al 1400, otto devote ragazze si unirono a far vita ritirata, chiudendosi volontariamente nella proprietà che i monaci benedettini avevano abbandonato e donata loro dal Comune di Montegiorgio. Le suore in perpetua clausura, sotto la regola di San Francesco, diedero alla Chiesa il nome di Santa Chiara. Gli sviluppi del monastero sono poco chiari a causa di un incendio divampato nel 1517 e alle successive deprivazioni subite. La Chiesa si presenta a navata unica, con volta a tutto sesto in camorcanna dipinta a cassettoni, e sei unghie con lunette in prossimità delle finestre, a forma semicircolare. All interno di una cornice circolare è dipinta Santa Chiara. La pala sopra l altare maggiore raffigura la Madonna con in braccio il Bambino e ai piedi San Francesco e Santa Chiara. Alle pareti della navata sono i quadri di Sant Agnese e San Giovanni Bosco, di fronte al quale c è il quadro di S. Giuseppe. 6 Chiesa S. Chiara e Monastero Clarisse Piazza Alaleona Palazzo Passari Piazza Matteotti L edificio fu costruito all inizio del XVIII sec. su una struttura preesistente e la sua storia è legata a quella della casata Passari. Sorge al centro della piazza e, dal lato nord, è completato da una serie di edifici minori collegati tra loro. Church of S. Chiara The monastery of S. Chiara was founded in 1400 by eight devote girls who joined to live a cloistered existence, secluding themselves voluntarily in a property that the Benedictine monks had abandoned and that had been donated to them by the town of Montegiorgio. Eventually, the nuns confined themselves to the monastery in perpetual seclusion under the rule of St Francis and gave the church the name of St Clare. The history of the monastery is not clear due to a fire that broke out in 1517 and to the subsequent deprivations suffered. The church has a single nave with a round vault, a painted coffered ceiling and six panels with lunettes near the semicircular windows. St Clare is depicted inside a circular frame. The altarpiece above the high altar features a depiction of the Madonna with Child and St Francis and St Clare at her feet. The paintings on the walls of the nave represent St Agnes and St John Bosco, with St Joseph on the opposite side. L ingresso principale, un notevole portale in travertino, dà sulla piazza. Il piano ammezzato era destinato ad alloggio della servitù, il piano che accoglieva la nobiltà corrisponde al livello GAETANO ORSOLINI (Montegiorgio Torino 1954): scultore e medaglista formatosi nella bottega paterna, vinse molti premi e si aggiudicò diverse committenze in tutta Italia. Autore di numerosi monumenti commemorativi. Suo Il Combattente, intitolato ai caduti di Montegiorgio, in Piazza Alaleona. della strada superiore (via Passari), dove si accede da un secondo ingresso delimitato da un portale in cotto. Qui trovano collocazione gli ambienti di rappresentanza; al centro si apre un ampio salone le cui pareti sono delimitate in alto da un fregio affrescato con i simboli delle quattro stagioni. I soffitti dell ala nord sono adornati da affreschi ottocenteschi, mentre il piano superiore ha vari ambienti di dimensioni più modeste, ma anch esso presenta un soffitto a cassettoni di legno dipinto. Sempre al centro del piano, dal lato ovest, si apre la Cappella, di cui restano gli stucchi dorati. Il Palazzo è dotato di un piccolo cortile interno, a cielo aperto, in cui è situato il pozzo. Palazzo Passari è oggi proprietà del Comune, sede scolastica fino a qualche anno fa, attualmente ospita l esposizione permanente delle opere di Gaetano Orsolini. Palazzo Passari This building was built on a pre-existing structure, it dates back to the beginning of the 18th century and its construction is related to the Passari family. It is located in the centre of the square where it has its main entrance, a remarkable travertine portal. The mezzanine floor was destined for the servants, the main floor is on the same level as the street above (Via Passari) and it can be accessed through a secondary entrance enclosed by a terracotta portal. This floor contains the meeting rooms with a large hall in the centre, whose walls are bordered on top by a frieze adorned with frescoes representing the symbols of the four seasons. The ceilings in the north wing are adorned with 19th-century frescoes, while the rooms on the upper floor have a more modest size, though still featuring a coffered ceiling in painted wood. The west side in the middle of the floor opens onto the Chapel; only its gilded stucco decorations have been preserved. The building has a small internal courtyard which contains the well. Until a few years ago, Palazzo Passari was used as a school while now it is the seat of the Town Hall and houses the permanent exhibition of the works of Gaetano Orsolini. Gaetano Orsolini (Montegiorgio 1884-Torino 1954) Sculptor of many commemorative monuments. In particular, The Fighter in Piazza Alaleona, a monument dedicated to Montegiorgio s fallen soldiers.

14 7 Palazzo Sant Agostino Largo Leopardi Il palazzo si trova nel centro del paese e rappresenta uno degli edifici più significativi per mole e maestosità. È chiamato così per essere stato sede del convento degli Agostiniani, che ampliarono una costruzione già esistente nel Il complesso comprendeva una serie di costruzioni tutte collegate: le abitazioni e la scalinata nella zona dell attuale loggiato ottocentesco di Piazza Matteotti, la Chiesa di S. Salvatore e il convento. Il Palazzo, distribuito su tre piani, ospitava al piano terra la sagrestia, una cantina e il refettorio, un forno e una grotta ad uso cimitero; al primo piano risiedevano i padri religiosi e al secondo i novizi. Le sue facciate sono cadenzate da aperture regolari e l ingresso presenta un portale in pietra, in parte demolito. I locali del piano interrato e del primo piano sono coperti da volte a crociera, mentre quelli dell ultimo piano sono in camorcanna. All interno si accede alla Sagrestia di San Salvatore. Nel 1780 il Palazzo venne ristrutturato secondo uno stile neoclassico, visibile dal portico sui tre lati che delimita il cortile con pozzo; è costituito da muratura faccia a vista. Dal 1880 al 1910 fu sede comunale. Nel tempo il convento trovò altri utilizzi: carcere, caserma, forno, fino ad ospitare attualmente l ufficio postale e la scuola media intitolata al concittadino Giacinto Cestoni. Nei locali a piano terra si tengono manifestazioni culturali di vario genere e alcune esposizioni periodiche. Palazzo Sant Agostino The building is located in the town centre and is one of its most significant buildings. It was the seat of the convent of the Augustinians who extended a construction that already existed in The palace housed: on the ground floor the sacristy, a cellar and the refectory, an oven and a cave used as a burial site, the first level for the friars and the second one for the novices. The Sacristy of San Salvatore can be accessed from the inside. In 1780, the building was renovated in a neoclassical style. It was also used as the seat of the town hall from 1880 to Over the course of time, the convent was used for many purposes: as a prison, barracks and even as an oven, and currently it is the seat of the post office and a middle school dedicated to Giacinto Cestoni, naturalist and pharmacist. 8 Sagrestia San Salvatore Largo Leopardi La sagrestia dell antica Chiesa di San Salvatore, che occupava l area dell attuale Piazzale Ungheria, si presenta come un ampio ambiente quadrangolare con volta a crociera quadripartita. Quando l ordine agostiniano acquisì la Chiesa appartenuta ai benedettini decise di mantenere la stessa intitolazione. Attualmente la trecentesca sagrestia di S. Salvatore esibisce, nella parte superiore delle pareti e sulla volta, tracce di affreschi particolarmente interessanti. Quello più suggestivo rappresenta la Crocifissione: fulcro della composizione è il Cristo in croce, affiancato dalle personificazioni della Chiesa e della Sinagoga. La Chiesa, sposa di Cristo, si trova alla sua destra: è una splendida fanciulla in vesti regali dal colore vermiglio, esplicito richiamo eucaristico, colta nell atto di raccogliere in una coppa il sangue del Redentore mentre regge un vessillo trionfante con la croce rossa che spicca dal fondo bianco. La Sinagoga, invece, si trova alla sinistra di Cristo in atteggiamento di dolore, con la mano sul viso, il capo velato, l abito dai toni spenti; reca l asta spezzata di una bandiera a dimostrazione della sua sconfitta. Sulla parete consecutiva affiorano le scene della Circoncisione e del Battesimo di Gesù, molto deteriorate. Nella volta, un grande pesce e le zampe posteriori di un probabile ariete sono tutto ciò che è visibile dei segni zodiacali che la tradizione ci attesta. I quattro volti dalle gote gonfie e privi di corpo, invece, rappresentano i venti. Sacristy of San Salvatore A large quadrangular hall with a rib vault, it 29 is the sacristy of the old Church of Sant Agostino.The sacristy of San Salvatore dates back to the 14th century and currently it features the remains of particularly interesting frescoes in the upper part of the walls and on the vault. The most interesting one represents the Crucifixion: The main piece of the composition is Christ on the Cross, flanked by personifications of the Church and the Synagogue. The Church, the bride of Christ, is on his right holding a triumphant banner with the red cross standing out from a white background. The Synagogue, on the other hand, is on Christ s left side, showing pain as it carries a broken flagpole, proof of its defeat. The adjacent wall shows scenes of the Circumcision and the Baptism of Jesus, heavily deteriorated. Only a large fish and the hind legs of an animal, probably a ram, is all that is left on the vault of the zodiac signs that tradition handed down. The four faces with puffy cheeks and without a body, instead, represent the winds. GIACINTO CESTONI (Montegiorgio Livorno 1718): naturalista e speziale, grande precursore della scienza sperimentale. Studioso di molti fenomeni naturali, scopritore della causa della scabbia, può essere senz altro considerato l iniziatore delle osservazioni scientifiche. Di natura umile e schiva, fu studioso stimato.

15 9 Arco del 300 Piazzale Ungheria 31 Costruito nella prima metà del XIV sec. era posto all ingresso della Chiesa di S. Salvatore dal lato sinistro, a capo della scalinata che saliva dalla piazza sottostante: la maestosità del portale richiama le imponenti dimensioni dell antica Chiesa romanica appartenuta agli agostiniani. Si tratta di un portale a sesto acuto con i resti di una cuspide con campana; è delimitato da stipiti a ghiera decorati con motivi di tralci vegetali bordati verticalmente da una colonnina liscia e, per la parte circolare, da un bordo di quadrotte decorate a motivi fitomorfi. Le formelle della ghiera raccontano la storia della Genesi, il peccato originale e la cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso terrestre. Il brano biblico si snoda tra elementi figurativi derivanti dal mondo vegetale e animale: colpa e pena, come pure bene e male, sono monito per il fedele. La fattura di questo portale si distingue per originalità: le mani che reggono le mensole laterali con le colonnine, su cui dovevano poggiare altri elementi architettonici della facciata, sono un raro esempio di scultura architettonica trecentesca. The 14th-Century Arch It was built in the first half of the 14th century and it constituted the entrance of the Church of San Salvatore from the left side at the top of the staircase that rose from the square below: the majestic appearance of the portal recalls the imposing size of the ancient Romanesque church that belonged to the Augustinians. It is a pointed portal with the remains of a tented roof and a bell; it is enclosed by jambs with voussure, decorated with plant motifs and bordered vertically by a smooth column and for the circular part by a rim of squares decorated with phytomorphic motifs.the decorations on the voussure depict the story of the Genesis, the original sin and the expulsion of Adam and Eve from the Garden of Eden. The biblical passage is represented through figurative elements deriving from the plant and animal world: guilt and pain, as well as good and evil, are an admonition for the faithful.the portal stands out for its unusual appearance: the hands that hold the side imposts and the columns, on which probably lay other architectural elements of the façade, are a rare example of 14th-century architectural sculpture. 10 Chiesa Santa Maria degli Angeli Piazzale Ungheria Venne costruita nel XIX secolo per ospitare un frammento di affresco della prima metà del 400 raffigurante la Madonna degli Angeli, appartenuto alla Chiesa di S. Salvatore. La storia di questo affresco è piuttosto curiosa: celato in una nicchia coperta da una cortina di mattoni, fu sottratto alla vista e alla memoria. Poi, nel 1825 la cortina, resa fragile dalla pioggia e dalle intemperie a causa della caduta del tetto della Chiesa, rovinò a terra, svelando l affresco ormai dimenticato. Si decise dunque di costruirgli intorno una piccola cappella con adiacente sacrestia, come si vede oggi. L interno fu sistemato nei primi del Novecento con alcune decorazioni neogotiche come il baldacchino che incornicia l affresco, opera del montegiorgese Raffaele Alessandrini. Church of S. Maria degli Angeli It was built in the 19th century to house a fragment of a fresco that dated back to the first half of the 15th century, representing the Virgin of the Angels. The fresco had been hidden behind a brick wall. The long-forgotten fresco was found in 1825 when the wall, made fragile by rain and bad weather, collapsed. A small chapel was then built around it, as it can be seen today. The interior was embellished in the early years of the 20th century with some neo-gothic decorations by Raffaele Alessandrini, a local artist. Secondo la cronaca del tempo furono non le intemperie, ma un gruppo di montegiorgesi, che giocavano a bocce, a far sì che questa cortina cadesse sotto le loro bocciate, svelando il tesoro che nascondeva. GIUSEPPE VANNICOLA (Montegiorgio Capri 1915): intellettuale, scrittore e violinista partecipò attivamente alla vita letteraria italiana ed europea collaborando con i maggiori letterati del primo Novecento, è considerato da molti l ultimo bohemien. Violinist, he participated actively in the Italian literary environment maintaining relationships with the major writers of the early 20th century. He is considered the last of the Bohemians.

16 11 Piazza Matteotti In piazza Matteotti, la principale del paese, si affacciano Palazzo Passari e il loggiato ottocentesco le cui colonne recano le effigi di Re Umberto I e quelle di alcuni uomini illustri montegiorgesi come padre Agostino Trapè, Giacinto Cestoni, Domenico Alaleona, Giuseppe Petrelli e Lucidio Ceci. Un tempo, al posto di questo loggiato, c era una scalinata che collegava direttamente all ingresso laterale dell antica Chiesa di S. Salvatore. Piazza Matteotti Piazza Matteotti is the town s main square. It is enclosed by Palazzo Passari and the 19th-century loggia, on whose columns are represented the effigies of King Umberto I and those of some famous men from Montegiorgio, such as Father Agostino Trapè, Giacinto Cestoni, Domenico Alaleona, Giuseppe Petrelli and Lucidio Ceci. In the past, instead of this loggia, there was a stairway that led directly to the side entrance of the old Church of San Salvatore. 33 GIUSEPPE PETRELLI (Montegiorgio ): vescovo, lavorò nella diplomazia vaticana per venti anni. Nel 1910, inviato nelle Filippine, fondò la diocesi di Lipa. DANTE AGOSTINO TRAPE (Montegiorgio Roma 1987): agostiniano, priore dell ordine, fondò l Istituto Patristico Augustinianum di cui fu prima professore e poi preside. Fondò anche la Nuova Biblioteca Agostiniana e concepì l edizione bilingue in latino ed italiano dell intera opera di Sant Agostino. GIUSEPPE PETRELLI (Montegiorgio ): bishop. He worked in Vatican diplomacy for twenty years. In 1910, while in the Philippines, he founded the diocese of Lipa. DANTE AGOSTINO TRAPE (Montegiorgio Rome 1987): Augustinian, prior of the Order. He founded the Patristic Institute Augustinianum and worked there first as a professor and then as headmaster. He also founded the New Augustinian Library and published a bilingual edition in Latin and Italian of the entire works of St Augustine. GAETANO ORSOLINI (pag. 23) GIACINTO CESTONI (pag. 24) LUCIDIO CECI (Monte Vidon Corrado Lama 2014): missionario montegiorgese, formatore di intere generazioni di maestri. Vissuto in Bangladesh come educatore globale, ha fatto della scuola una leva per una rivoluzione sociale basata sulla solidarietà. A lui è stata intitolata la Scuola Primaria di Via Mazzini nell ottobre del 2015 ed è stata apposta una lapide in suo onore in una delle colonne del loggiato ottocentesco. A missionary from Montegiorgio, he trained entire generations of teachers. He lived in Bangladesh as a global educator where he used education as a lever for a social revolution based on solidarity. In October 2015 the Primary School of Via Mazzini was named after him and on 15 October 2017 a plaque in his honour was affixed to one of the columns of the 19th-century loggia.

17 12 Chiesa dei SS. Giovanni Battista e Benedetto 13 Chiesa di San Michele Via Passari Corso Italia Le prime notizie della chiesa risalgono al 1263, mentre fu costruita come la conosciamo 34 oggi solo nel 1782, sui resti della cappella di S. Benedetto, grazie anche al materiale di demolizione di vecchie chiese del paese. Si tratta di uno degli edifici più significativi di Montegiorgio. Costruita in laterizio, presenta un unico portale di accesso in stile neoclassico, ha una torre con pianta quadrangolare che si conclude a forma di cono. Dalla strada esterna è alta 36,5 metri ed è la più alta del paese. L interno della Chiesa è costituito da una grande navata centrale e due piccole navate laterali. Lo spazio è scandito da sei grandi arcate che costituiscono l accesso ai sei altari laterali. La copertura si presenta con una volta a botte. Nella cappella dell Addolorata, è possibile ammirare i lavori pittorici di Luigi Fontana ( ), di Monte San Pietrangeli, attivo tra le Marche e Roma nella seconda metà dell Ottocento, e le decorazioni dell allievo montegiorgese Nicola Achilli. È attribuibile al Fontana anche la tempera del Battesimo del Salvatore presente sul catino absidale, mentre la tela con la Nascita di San Giovanni Battista è di Stefano Parrocel (1740). Davanti all ingresso destro si trova la statua di S. Giorgio, che i cittadini portano in spalla per celebrare in processione il loro patrono. Church of Ss. Giovanni Battista and Benedetto The earliest records of the church date back to It was built the way it is today only in 1782 on the remains of the Chapel of S. Benedetto, also using materials obtained from the demolition of some of the town s old churches. It is one of the most significant buildings of Montegiorgio. It is made of clay and is accessed through a single Neoclassical portal, it reaches a height of 36.5 metres from the street and is the town s tallest church. The Interior of the Church consists of a large central nave and two smaller ones on the sides. It is characterised by six large arches that give access to six side altars. The ceiling features a barrel vault. In the Chapel of the Addolorata, it is possible to admire a painting by Luigi Fontana ( ) from Monte San Pietrangeli, who worked between the Marches and Rome in the second half of the 19th century, and some decorations made by his apprentice, Nicola Achilli from Montegiorgio. On the right, next to the entrance, there is the statue of St George that is carried on the shoulders by the citizens during the procession to celebrate their patron saint. Nicola Achilli (Montegiorgio ): decorator and ornamentalist, he also worked in Rome to the Cathedrals of the SS. Apostoli, S. Lorenzo in Damaso, S. Giovanni in Laterano. Si tratta della più antica Chiesa del centro storico (XI sec. c.a.). Residue testimonianze dell antica 35 costruzione romanica sono visibili, ad un occhio attento, lungo il cornicione dove sono raffigurate testine umane e animali. La Chiesa, appartenente ai benedettini fin dal 1263, passò successivamente al vescovo di Fermo e nel sec. XVI alla Confraternita del Ss. Sacramento. Nella seconda metà del 700 furono eseguiti importanti lavori di ammodernamento che ampliarono la Chiesa e le diedero l impronta barocca che tuttora conserva nella facciata dall andamento originale curvilineo e negli interni rococò. La facciata presenta due nicchie che in origine dovevano forse contenere delle statue oggi scomparse. All interno, la Chiesa si presenta a tre navate, una centrale più grande con volta a botte e le altre due più strette con volte a crociera, decorata a stucchi che incorniciano i sottostanti altari impreziositi da tele di Ubaldo Ricci (Ultima cena, 1710), Filippo Ricci (Sacro Cuore di Gesù e Madonna del Rosario, 1769; e Santi Giuda e Simone, 1771), mentre l abside ospita la pala di Filippo Conti (1766). Church of San Michele It is the oldest church in the historic centre (11th century ca). Particularly typical of that era and of Romanesque sculpture, are the little human heads and the animals depicted on the ledge. Since 1263, the church had belonged to the Benedictines, then it passed to the Bishop of Fermo and in the 16th century to the Confraternity of the Blessed Sacrament. In the second half of the 18th century, the church was extended through big modernization works and acquired a Baroque style that can be still seen in the façade with its original curvilinear appearance and in the rococo interior. The façade features two niches which probably contained some statues and that now have been lost. Inside, the church has three naves, a large central one with a barrel vault and two smaller ones with rib vaults. It is decorated with stucco elements that frame the altars below, embellished with paintings by Ubaldo Ricci (Last Supper, 1710), Filippo Ricci (Sacred Heart of Jesus and Our Lady of the Rosary, 1769; St Judas and Simon, 1771) while the apse contains an altarpiece by Filippo Conti representing St Michael the Archangel (1766). NICOLA ACHILLI (Montegiorgio ): decoratore ed ornatista, allievo di Luigi Fontana, lavorò anche a Roma nelle basiliche dei SS. Apostoli, S. Lorenzo in Damaso, S. Giovanni in Laterano.

18 15 Chiesa di San Giacomo Via del Sole 14 Chiesa di Sant Andrea Via Cavour Probabilmente risalente al periodo tra il XIII e il XV sec., appartenuta all ordine agostiniano e divenuta Chiesa parrocchiale, fu oggetto di diversi e graduali interventi, l ultimo nel La Chiesa attuale, di stile neoclassico, è a tre navate, con volta a botte generata da un arco a tutto sesto di mattoni. Le pareti laterali sono ritmate da tre archi a tutto sesto che collegano la navata centrale con le due piccole navate laterali con volte a crociera ribassate. A capo della navata centrale, dentro una cornice di legno di faggio, è collocata la tavola di Francescuccio di Cecco Ghissi che rappresenta la Madonna dell Umiltà, datata 1374, un capolavoro dipinto a tempera su fondo oro. Church of San Andrea It probably dates back to the period between the 13th and 15th centuries, it belonged to the Augustinian order and later it became a parish church. It is a neoclassical church with three naves and a barrel vault. The side walls are divided into three semi-circular arches that connect the central nave with the two smaller side naves with rib vaults. A painting by Francescuccio di Cecco Ghissi in a beech frame is located at the end of the central nave. It is a masterpiece, a tempera with a golden background representing the Madonna of Humility, dated La costruzione della Chiesa dovrebbe risalire alla fine del secolo XIV circa, in quanto gli archetti pensili, la forma della porta e del portale nella facciata principale fanno pensare al periodo gotico. La Chiesa ha subito notevoli trasformazioni, dalla chiusura della piccola porta posta a sinistra della facciata, alla costruzione del portale che costituisce l ingresso attuale. Dello stesso periodo è il campanile. Dalle iscrizioni presenti sulla campana della torre e sull affresco dell altare, è possibile datare la forma attuale della Chiesa alla seconda metà del sec. XVI. Internamente la Chiesa è arricchita da alcuni affreschi: quello più antico, praticamente illeggibile, rappresenta un santo all interno di una cornice policroma; di fronte all ingresso è posto l affresco con la Madonna in trono che allatta il bambino. Il terzo affresco è di carattere votivo e rappresenta il Cristo sulla Croce con a sinistra la Madonna Addolorata e, a destra, San Giacomo Apostolo (il maggiore) e sullo sfondo la città di Gerusalemme. Probabilmente la Chiesa fu voluta da privati cittadini montegiorgesi. Agli inizi del Novecento fu acquisita dal marchese Andrea Passari e quindi donata alla Confraternita della Misericordia alla quale ancora oggi appartiene. Church of San Giacomo The church probably dates back to the end of the 14th century, as the hanging arches, the shape of the door and that of the portal in the main façade suggest it was built during the Gothic period. The church underwent many transformations, evident from the closing of the small door on the left side of the façade and from the construction of the portal which constitutes the current entrance. The bell tower dates from the same period. The inscription on the bell tower and the fresco behind the altar allow to date the current shape of the church to the second half of the 16th century. The interior of the church is enriched by some frescoes: the oldest one represents a saint in a polychromatic frame, in front of the entrance there is a fresco of Madonna enthroned suckling the Child. The third fresco has a votive purpose and represents Christ on the Cross with Our Lady of Sorrows on the left and Saint James the Greater on the right; the city of Jerusalem in the background. The Church was probably commissioned by private Montegiorgio citizens. It was state-owned until the early years of the 20th century when it was acquired by Marquess Andrea Passari and then donated to the Confraternity of Mercy to which it still belongs. ANDREA PASSARI (Siena Catania 1917): nobile e benefattore, nel 1879 fondò a Montegiorgio la Confraternita della Misericordia. Un tempo incaricata del trasporto dei malati all Ospedale e alla sepoltura dei morti, oggi l istituzione è molto attiva nell espletamento di servizi sociosanitari. Andrea Passari (Siena Catania 1917): noble, benefactor. In 1879 he founded the Confraternity of Mercy in Montegiorgio.

19 16 Chiesa dei SS. Nicolò e Savino Via Mazzini La Chiesa dei SS. Nicolò e Savino ha origini antiche. Risalente probabilmente alla metà del XIII sec., sorge sulle rovine di due chiese, che per il loro cattivo stato furono demolite e riconvertite in un unico edificio quello attuale tra il XVI e il XVIII sec. Nel tempo furono apportate alcune modifiche strutturali come l apertura della porta di ingresso in corrispondenza della sagrestia e dell altare maggiore, e opere di ampliamento. Altri lavori di completamento furono realizzati alla fine del XIX sec. La Chiesa presenta una navata unica, con volta a botte e tre altari, di cui uno dedicato ai SS. Nicolò e Savino. La costruzione si trova nella contrada di San Nicolò a cui si accede dall antichissima porta (unica, tra gli antichi accesi al centro storico, ancora col portone in legno). La contrada ospitava il ghetto ebraico di Montegiorgio. Una fiorente comunità ebraica prosperava infatti a Montegiorgio sin dai primi decenni del secolo XIII, quando i suoi componenti esercitavano liberamente l arte del lino, della lana e della concia delle pelli. Church of Ss. Nicolò and Savino The church has ancient origins. It probably dates back to the 13th century when the site contained two churches that eventually, due to their bad condition, were demolished and converted into a single building, the current one, between the 16th and 18th centuries. Over the course of time, the church underwent some changes, such as the opening of the entrance door near the sacristy and the high altar and some extension works. Other construction works were done at the end of the 19th century. It is a church with a single nave and a barrel vault; it has three altars, one of which is dedicated to St Nicholas and Sabinus. The building is located in Contrada S. Nicolò, which is accessed through the ancient wooden Gate of S. Nicolò, one of the old entrances to the town.the area also housed the Jewish ghetto of Montegiorgio between the 13th and 15th centuries. 17 Ex lavatoio Via Diotallevi Nel piazzale sottostante l attuale Ospedale è visibile l ex lavatoio, testimonianza suggestiva di un tempo non troppo lontano dal nostro. Former Lavoir The former lavoir is visible in the square below the current hospital, evocative memory of a not too distant past. 18 Chiesa di Santa Maria della Luna Via Palestro La Chiesa si trova in prossimità della portarella, una delle quattro porte d accesso al paese (insieme a S. Maria, San Nicolò e Sant Andrea). Tale chiesetta, eretta nel 1326, era dedicata allo Spirito Santo e si trovava proprio accanto ad un ospedale per malati, poi trasferito, dopo il 1851, nell ex convento di S. Maria delle Grazie (attuale ospedale). Si tratta di una piccola Chiesa a navata unica con tetto a capanna. La facciata è caratterizzata da un portale di notevole pregio che si sovrappone agli archetti pensili posti sotto il cornicione, e quindi realizzato successivamente a questi, probabilmente nel secolo XVI. Il portale, che richiama quello di S. Giacomo, è formato da cinque archi concentrici a tutto sesto, strombati. La Chiesa è stata utilizzata durante il secolo scorso come palestra per le scuole, e attualmente è sede della Banda Musicale Domenico Alaleona. 19 Chiesa e Convento dei Cappuccini Via delle Rose Il Convento dei Cappuccini fu fondato nella seconda metà del 500 con la Chiesa dedicata alla SS. Annunziata e l orto contiguo. In origine contava 15 celle e 2 infermerie, vi risiedevano 11 religiosi, di cui 6 sacerdoti, 1 chierico e 4 laici. Fu soppresso una prima volta nel 1810 e poi nel Attorno agli anni 50 fu totalmente ricostruito. La Chiesa con facciata a capanna e finestra rettangolare presenta un portico anteriore a cinque arcate a tutto sesto; l interno è a navata unica con due cappelle sul lato destro. Church of S.anta Maria della Luna The Church is located near portarella, one of the town s four entrance gates. The church was built in 1326 and was dedicated to the Holy Spirit. It was located right next to a hospital which in 1851 was moved to the former Convent of Santa Maria delle Grazie. It is a small church with a single nave and a gabled roof. The façade is characterised by a remarkable portal that overlaps the hanging arches located under the cornice and so, for this reason, it was built at a later time, probably in the XVI century. This portal, which recalls that of the Church of S. Giacomo, consists of five concentric semi-circular splayed arches. The church was used in the last century as a gym for schools and it is currently the seat of the Domenico Alaleona band. Church and Convent of the Capuchins The Convent of the Capuchins was founded in the second half of the 16th century with the Church of SS. Annunziata and the adjacent vegetable garden. There were 11 members of the order, including 6 priests, 1 cleric and 4 lay workers. It was dissolved the first time in 1810 and then again in It was completely rebuilt around the 1950s. The church with a two-pitched façade and a rectangular window features a front porch with five semi-circular arches.

20 41 Chiesa S. Maria delle Grazie Loc. Crocedivia Chiesa S. Angelo in Montiliano Via Sant Angelo, Piane 20 Mulino fortificato C.da Molino, Piane di Montegiorgio Il vecchio mulino ad acqua, fortificato, di cui si conservano i resti a Piane di Montegiorgio, è stato al centro di battaglie per questioni territoriali tra Montegiorgio e il vicino paese di Belmonte. Si trova infatti in una zona dove si incontravano i territori di Fermo, Montegiorgio e Belmonte. Non si ha una datazione certa del fabbricato ma in due episodi, giunti fino a noi dalle cronache locali, gli abitanti di Belmonte risposero alle provocazioni dei Montegiorgesi danneggiando il mulino: nel 1541, quando deviarono il corso d acqua che lo alimentava e, nel 1545, quando lo incendiarono. Fortified mill The remains of an old fortified water mill are preserved in Piane di Montegiorgio. For a long time it was at the centre of a dispute for territorial issues between Montegiorgio and the nearby town of Belmonte. In fact, it is located in an area where the territories of Fermo, Montegiorgio and Belmonte intersect. It is no certain when the mill was built but there is evidence of two episodes, passed on in the chronicles, when the citizens of Belmonte responded to the provocations of the people of Montegiorgio damaging the mill: in 1541 they diverted the stream that powered the mill and in 1545 they set it on fire. Nel XVII secolo si riferisce della Chiesa di S. Maria di Crocedivia di cui su un mattone si leggeva la data di costruzione: Oggi è la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, ma da tutti viene chiamata semplicemente Chiesa di Crocedivia. Presenta un unica navata dalla quale si apre una cappella laterale rialzata dedicata a San Filippo Neri. Sopra all altare maggiore si ammira un piccolo dipinto della Madonna delle Grazie. La facciata a capanna, terminante con un frontone, ospita il portale d ingresso sovrastato da un rosone circolare. A metà dell edificio spicca un campanile a vela le cui campane suonano tutte le domeniche azionate ancora a mano. Church of S. M. delle Grazie di Crocedivia The church of Santa Maria delle Grazie dates back to the 17th century and has a single nave with a raised side chapel dedicated to St Philip Neri. Above the high altar there is a small painting representing the Holy Mary of Grace. The two-pitched façade, enclosed by a pediment, features a portal dominated by a circular rose window. In the middle of the building there is a bell gable whose bells ring every Sunday, still operated by hand. Si tratta della Chiesa più antica del territorio montegiorgese. In documenti risalenti al 967 d.c. viene citata la corte di Sant Angelo in località detta Margiano come prima presenza dei monaci farfensi nel territorio montegiorgese. Quasi certamente quei documenti fanno riferimento alla Chiesa di Sant Angelo e agli edifici esistenti a quel tempo intorno ad essa. Da lì i monaci benedettini di Farfa si spostarono nel paese alto. Del X secolo restano le murature esterne, tutte tranne la facciata a capanna con portale e finestra rettangolare, probabilmente successiva. La costruzione è attualmente adibita a rimessa agricola. Church of Sant Angelo in Montiliano The Church is the oldest church and the first establishment of the monks of Farfa in the territory of Montegiorgio. From here the Benedictines of Farfa moved to the upper town. Today, it still features external walls of the 10th century and a two-pitched façade, probably built in a subsequent period, with a portal and a rectangular window. The apse is flanked by semi-circular arches with masonry infills. It has a single nave.

21 Nel 2017 il Gruppo Speleo del CAI di Fermo ha esplorato le cisterne romane e l acquedotto sotterraneo di Villa Fontebella. Nel cunicolo, che per i primi 50 metri è di costruzione medievale poi verosimilmente di epoca Romana, scorre acqua che arriva alla fontana e alle cisterne Villa Fontebella già Villa Ganucci Piane di Montegiorgio Edificata nel XVIII secolo, è stata la villa di campagna dei marchesi Passari, nobile famiglia montegiorgese. Il nome Villa Ganucci viene da Lionello Ganucci Cancellieri, che sposò Caterina, figlia di Andrea Passari, e che ricevette in eredità la villa con la tenuta adiacente. Nel 1917 Ganucci Cancellieri ordinò i lavori di ristrutturazione che conferirono l attuale aspetto all edificio. L appellativo di Fontebella, invece, è stato conferito alla zona, e quindi alla villa, per la presenza di una fonte. Due pilastri e un grande cancello danno inizio a un lungo viale alberato (480 lecci disposti su quattro file), al termine del quale si trova il giardino con al centro una fontana circolare, e la villa a pianta rettangolare con quattro torrioni tondi agli angoli. Al centro della facciata, una scalinata a due bracci porta all ingresso del piano nobile, dove, sul soffitto di una stanza a nord-est, si trova l unica decorazione rimasta dell antico ciclo pittorico. La Chiesa di San Francesco, posta a est, è un piccolo edificio a navata unica con il soffitto dipinto d azzurro e punteggiato di stelle dorate. Il parco ospita due esemplari arborei dalle dimensioni straordinarie: un cedro del Libano di 32 metri e un platano alto 20 metri. Villa Fontebella, previously known as Villa Ganucci Built in the 18th century, it was the villa of the Passari family, Marquesses of Montegiorgio. The name Villa Ganucci comes from Lionello Ganucci Cancellieri who married Caterina, daughter of Andrea Passari, and inherited the villa together with the adjacent estate. In 1917, he started renovation works to the villa, giving it its current appearance. The name Fontebella, instead, was given to the area, and to the villa as well, for the presence of a spring. Two pillars and a large gate give access to a long tree-lined avenue (480 evergreen oaks arranged in four rows), at the end of which is a garden with a circular fountain in the middle and the villa with a rectangular plan and four round towers at the corners. A two-flight staircase in the middle of the façade leads to the entrance to the main floor. The Church of San Francesco, on the east, is a small building with a single nave with a blue ceiling dotted with golden stars. The garden contains two trees of extraordinary size: a 32-metre Lebanon cedar and a 20-metre Platanus. In 2017 Gruppo Speleo of the CAI of Fermo explored the Roman cistern and the underground aqueduct of Villa Fontebella. They discovered water that flows in the tunnel and reaches the fountain and the cistern. 24 Chiesa Santa Maria delle Grazie Fraz. Monteverde La Chiesa di Santa Maria delle Grazie fu edificata nel 1634 sul precedente oratorio di Santa Maria in Villa. La Chiesa ha subito negli anni piccole modifiche, ma si è conservata sostanzialmente com era in origine: a navata unica con volta a botte. La facciata, terminante con timpano triangolare, ospita una finestra rettangolare e il portale d ingresso. Nelle pareti che sostengono l arco che divide la navata dal presbiterio si trovano due nicchie contenenti le statue di Santa Monica e Sant Antonio. La Chiesa di Santa Maria delle Grazie oggi rappresenta, insieme alla vicina fonte a tre vasche con arcone centrale, una delle più antiche costruzioni della frazione di Monteverde, ricostruita dopo la rovina dell antico castello medievale. Monteverde è stata residenza dei signori Rinaldo e Mercenario. Il castello fu totalmente distrutto nel 1443 e, insieme ad esso, con molta probabilità, anche il borgo abitato. Church of Santa Maria delle Grazie The Church of Santa Maria delle Grazie was built in 1634 over the previous oratory of Santa Maria in Villa. Over the years, the church underwent only a few changes and so it has been mostly preserved as it was originally: a single nave with a barrel vault. The façade is surmounted by a triangular tympanum and encloses a rectangular window and the entrance portal. The walls that support the arch that divides the nave from the presbytery contain two niches with the statues of St Monica and St Anthony. Today, the Church of Santa Maria delle Grazie with its central arch, together with the nearby spring with three basins, represents one of the oldest buildings in the village of Monteverde, rebuilt after the old mediaeval castle fell into ruin. Monteverde was the residence of the lords Rinaldo and Mercenario. The castle, and most likely the village together with it, was completely destroyed in 1443.

22 44 26 Chiesa di San Zenone Fraz. Alteta La data di erezione della Chiesa di San Zenone non è conosciuta, tuttavia si sa che esisteva già nel 1563 e che negli anni ha subito diversi rimaneggiamenti. La facciata presenta riquadri geometrici di diverse dimensioni, un portale d ingresso e una finestra rettangolare, ed è completata da un frontone in muratura. Il campanile, a pianta quadrata, è collegato alla Chiesa da un corpo di fabbrica più piccolo. Oggi si presenta a navata unica con un abside semicircolare all interno e poligonale all esterno. Church of San Zenone It is not known when the Church of San Zeno was erected, it already existed in the 1563 and in the following years it underwent several changes. The façade features geometric panels of different sizes, an entrance portal, a rectangular window and a masonry pediment. The bell tower has a square plan and is connected to the church through a smaller structure. Today it has a single nave with an internal semicircular apse and an external polygonal apse Piazza XXV Aprile 27 Chiesa San Michele e Dorotea Fraz. Alteta Fraz. Cerreto Piazza XXV Aprile è il cuore di Alteta (da altus, luogo elevato), frazione di Montegiorgio che conserva ancora oggi la tipica struttura del castello medievale con un piccolo borgo nei pressi della cinta muraria, dove si trovano i resti della Chiesa di San Rocco. Di Alteta si hanno notizie fin dal 1155, prima soggetta all autorità fermana, fu in seguito comune autonomo, e dal 1869 entra a far parte del Comune di Montegiorgio. A Piazza XXV Aprile si accede dall unica porta delle mura castellane, posta sul lato sud. Sulla piazza, dove si affaccia la Chiesa di San Zenone, inizia e termina una via a ferro di cavallo lungo la quale troviamo Palazzo Tiracorda (sec. XVII). Piazza XXV Aprile Piazza XXV Aprile is the heart of Alteta (from altus, high place), one of Montegiorgio s boroughs. The village still preserves the typical structure of the mediaeval castle with a small settlement near the defensive walls, where there are the remains of the Church of San Rocco. The earliest record of Alteta dates back to 1155, it belonged to the City of Fermo, then it became an independent commune and in 1869 became part of the Town of Montegiorgio. Piazza XXV Aprile can be accessed through the only gate in the castle walls, placed on the South side. The square is overlooked by the Church of San Zenone and from it departs and arrives a horseshoe-shaped road, along which we find Palazzo Tiracorda (17th century). La porta d ingresso a quello che un tempo era il castello di Cerreto, un arco a sesto acuto della seconda metà del Trecento, immette in una ripida stradina di accesso al centro storico chiamata anche la via degli Ebrei che, attraversando piazza delle Erbe termina, all uscita del castello, davanti alla Chiesa di San Michele e Santa Dorotea. La Chiesa sorge nei pressi delle mura castellane di Cerreto, frazione del Comune di Montegiorgio che deve il suo nome al cerro, un tipo di quercia diffusa in zona. La Chiesa fu eretta nel Della struttura originale restano le mura e il campanile a vela con due campane. Nel 1960 ha subito il crollo del soffitto. Church of San Michele and Santa Dorotea The front gate of what was once the Castle of Cerreto, a pointed arch of the second half of the 14th century, leads to a steep access road to the old town which is also known as the Jewish street. The road leaves the castle and, crossing Piazza delle Erbe, ends in front of the Church of San Michele and Santa Dorotea. The church is located near the castle walls of Cerreto, part of the Town of Montegiorgio that takes its name from the Cerro, a type of oak very common in the area. The church was erected in Parts of the original structure still existing are the walls and the bell gable with its two bells. The ceiling collapsed in 1960.

23 28 Chiesa S. Maria delle Grazie Fraz. Cerreto La Chiesa di Santa Maria delle Grazie, leggermente isolata dalle mura del castello, è stata costruita come la possiamo ammirare ora in epoche differenti. La zona absidale è la più antica e risale ai secoli XIV-XV. Successive sono la navata, la facciata, la sagrestia ( ) e le cappelle laterali: quella di Sant Antonio, a destra, è del 1655 e la sinistra, dedicata alla Madonna del Rosario, deriva da un rifacimento ottocentesco. Il corpo centrale della Chiesa è interamente adornato di affreschi del Maestro di Cerreto e di altri autori locali ignoti. Church of Santa Maria delle Grazie The Church of Santa Maria delle Grazie was built in different eras. The area around the apse is the oldest and dates back to the 14th and 15th centuries. More recent are the nave, the façade, the sacristy ( ) and the side chapels. The main block is entirely adorned with frescos by the Master of Cerreto and other unknown local authors. Mengone Torcicolli In the first half of the 19th century, Andrea Longino Cardinali realised a puppet: Mengone Torcicolli. The only example of stock character in the Marches. MENGONE TORCICOLLI Nella prima metà del 1800 Andrea Longino Cardinali crea una marionetta: Mengone Torcicolli. Unica vera maschera marchigiana, l autore la fa risalire al 1766 nella gran città de Cerreto. Mengone interpreta i testi classici rivisitati dall autore.

24 Centro storico Consigliato a chi ha mezza giornata a disposizione 16 ITINERARI La nostra visita inizia con la 12 Chiesa dei Ss. Giovanni Battista e Benedetto, da qui, poi, raggiungeremo, sceso qualche gradino, la 13 Chiesa di S. Michele, e da lì proseguiremo per 150 metri lungo Corso Italia, arrivando in 11 Piazza Matteotti, dove si affacciano 6 Palazzo Passari e il loggiato ottocentesco. Salendo la scalinata, sopra al loggiato, troviamo 9 l Arco del 300 con addossata la piccola chiesa di 10 S. Maria degli Angeli, e di fronte 7 Palazzo S. Agostino con all interno la 8 Sagrestia di S. Salvatore. Continuiamo la nostra ascesa fino a raggiungere Piazza Alaleona dove potremo ammirare la 5 Chiesa di S. Chiara e il Convento delle Clarisse, il Palazzo e il 4 Teatro Alaleona. Al centro, il monumento ai caduti. Salendo ancora arriviamo al Pincio, punto più alto del paese, dove si ergono la chiesa di 1 S. Francesco, con annessa 3 Cappella Farfense, e 2 l ex Palazzo Comunale. Da qui, dopo aver goduto dello splendido panorama, scenderemo per Via Garibaldi, fino ad incrociare Via Cavour e trovare la 14 Chiesa di S. Andrea. Da qui, tornando appena indietro, proseguiremo sempre per via Mazzini fino a trovarci, sulla sinistra, la 15 Chiesa di S. Giacomo, e dopo una ripida discesa l ex convento delle Suore Agostiniane, la 16 Chiesa di S. Nicolò e, in fondo, l omonimo arco, dove termineremo il nostro percorso. Start your visit with the Church of San Giovanni and the Church of San Michele, then reach Piazza Matteotti with Palazzo Passari and the 19th-century loggia. Above the loggia, you will see the 14th-century arch with the Church of S. Maria degli Angeli and Palazzo S. Agostino. Continue then to Piazza Alaleona, where you can admire the Church of S. Chiara and the Convent of the Clarisses, the Palace and the Alaleona Theatre. Continuing upwards, you will reach the Pincio, the highest point in town, with the Church of S. Francesco and the adjacent Farfense Chapel. Then, go downhill until you reach the Church of S. Andrea and from there head towards the Church of San Giacomo. Following Via Mazzini, you will see on the left the former convent of the Augustinian nuns, the Church of S. Nicolò and, at the end, the arch.

25 Alteta MONTEGIORGIO Cerreto MONTEGIORGIO Cerreto Monteverde Piane di Montegiorgio 20 Suggestioni medievali Centro storico e Cerreto: consigliato a chi ha una giornata a disposizione Dopo una suggestiva passeggiata per il centro storico di Montegiorgio (itinerario pag. 45) visitando i suoi luoghi più significativi ci concederemo un pranzo rigenerante, magari a base di prodotti tipici, per poi ripartire alla scoperta di Cerreto. Saliti in auto seguiremo la SP 52 in direzione Rapagnano. Dopo 6 km circa, seguendo le indicazioni, dovremo abbandonare la strada principale e, girando a sinistra, proseguire per una strada scoscesa che ci porterà nel verde, fino ad immergerci nel cuore di Cerreto. Il borgo ci accoglierà con i resti della Chiesa priva di tetto, di 27 S. Michele Arcangelo e Dorotea (XVII). Poco al di sopra, sempre fuori dalle mura, si erge 28 S. Maria delle Grazie col suo pregevole ciclo di affreschi. Oltrepassata l antica porta del castello, potremo ammirare ancora alcuni edifici e la cinta muraria originaria del borgo. Prima di ripartire potremo fare una piccola sosta e godere ancora per un attimo del silenzio e della pace che solo posti come questo possono donare. Cerreto medievale Evento promosso ed organizzato dall associazione Rivivi Cerreto e dagli Errabundi Musici, si svolge ogni anno, dal 2011, l ultimo fine settimana di maggio. Alla manifestazione fanno da sfondo il castello, il borgo e il bosco di Cerreto che prendono vita e si animano in un atmosfera medievale, magica ed emozionante. After an enchanting walk through Montegiorgio s historic centre (itinerary on page XX), you can enjoy a refreshing lunch, perhaps taste traditional local products, and then set off again to discover Cerreto. By car, you can follow SP 52 towards Rapagnano. After about 6 km, following the signs, turn left and leave the main road, continuing on a steep road immersed in the green that will lead you to the centre of Cerreto. The borough will welcome you with the remains of the roofless Church of S. Michele Arcangelo and Dorotea (17th century). Not much further, still outside the walls, you will see the Church of S. Maria delle Grazie with its remarkable frescoes. Going past the castle s ancient gate, you will find some buildings and the village s original defensive walls. Before you leave, pause for a moment and enjoy the silence and peace that only places like this can offer. Viaggio nel tempo Centro storico e le frazioni: consigliato a chi ha due giornate a disposizione Passeggiamo nel fitto cuore del centro storico di Montegiorgio ammirando luoghi ed edifici significativi come la Cappella Farfense, il Teatro Alaleona e gli altri numerosi monumenti che ci faranno ripercorrere la storia di questo paese (vedi itinerario pag. 45). Terminato il nostro percorso prendiamo l auto e imbocchiamo la SP 37 scendendo a Piane nei pressi del 20 Mulino fortificato. Attraversata la SP239 incontriamo i resti di 22 S. Angelo in Montiliano mentre spostandoci più ad ovest (circa 3 km) ecco il rudere di Querciabella. Poco più in la 23 Villa Fontebella (privata). Risaliamo per Monteverde ammirando l antica Fonte e la chiesa, 24 S. Maria delle Grazie. Dopo aver cenato e passato la notte in una delle strutture ricettive consigliate da questa guida, il secondo giorno ci dirigiamo a Rapagnano dove, abbandonata la SP 52, ci ritroveremo dopo una lunga discesa a Cerreto. Qui meriteranno attenzione la 28 Chiesa di Santa Maria delle Grazie con i suoi affreschi e la 27 Chiesa dei Ss. Michele e Dorotea. Tornati sulla SP52, sempre in direzione Rapagnano, giriamo a sinistra per la SP 72 e, dopo 3 km, ci troveremo di fronte al Castello di Alteta con al centro la suggestiva 25 Piazza XXV Aprile nella quale si ergono Palazzo Merli e la 26 Chiesa di San Zenone. Have a walk in the heart of Montegiorgio s old town and admire significant places and buildings such as the Farfense Chapel, the Alaleona Theatre and other numerous monuments that will let you explore the history of this town (see itinerary on page XX). Completed the tour, take the car and take SP37 for Piane near the Fortified Mill. Crossing SP239, you will see the remains of S. Angelo in Montiliano, while moving further west (about 3 km) you will find the ruins of Querciabella. Not much distant, Villa Fontebella (private building). Travel back to Monteverde and admire the old Spring and the Church of S. Maria delle Grazie. After a nice dinner, and having spent the night in one of the hotels recommended by this guide, on the second day you can head to Rapagnano where, leaving SP52 and after a long downhill road, you will finally reach Cerreto. Places worth visiting are the Church of Santa Maria with its frescoes and the Church of Ss. Michele and Dorotea. Take again SP52, still following the route for Rapagnano, and turn left onto SP72. After 3 km you will be in front of the Castle of Alteta, with the remarkable Piazza XXV Aprile in the centre overlooked by Palazzo Merli and the Church of San Zenone.

26 53 Da Farfa a Roma Itinerario a piedi COMUNI COINVOLTI: Montegiorgio - Falerone PARTENZA: Chiesa di San Francesco, Montegiorgio ARRIVO: Teatro Romano - Falerone DURATA: 3 h (circa 10 Km) DIFFICOLTA : bassa CONSIGLI: itinerario da effettuare solo con guida naturalistica INFO E PRENOTAZIONI: Associazione Antichi Sentieri, Nuovi Cammini Tel Emanuele - L itinerario si snoda attraverso la campagna del fermano. Partenza dal tempio monumentale di S. Francesco (con annessa Cappella Farfense affrescata), lambendo la Rocca maledetta di Rinaldo da Monteverde, sino al Teatro romano di Piane di Falerone. Un percorso che unisce il monachesimo benedettino, i nobili longobardi e la romanità di queste terre. FROM FARFA TO ROME MUNICIPALITIES INVOLVED: Falerone - Montegiorgio STARTING POINT: Church of St. Francis, Montegiorgio ENDING POINT: The Roman Theatre - Falerone LENGTH: 3 h (about 10 km ) DIFFICULTY: low TIPS: trail to be done only with a naturalist guide INFO AND RESERVATIONS: Associazione Antichi Sentieri, Nuovi Cammini Tel Emanuele - The route winds along the countryside around Fermo. The departure is at the monumental temple of St. Francis (with the frescoed farfense * chapel), touching Rinaldo of Monteverde s damned Fortress, until the Piane di Falerone Roman Theatre. This route joins the Benedictine monasticism, the Lombard nobles and the Roman soul of these lands. Passeggiata a Piane Itinerario a piedi COMUNI COINVOLTI: Montegiorgio PARTENZA: Chiesa di S. Angelo in Montiliano, Piane di Montegiorgio ARRIVO: Molino DURATA: 3 h (circa 6 Km) DIFFICOLTA : bassa CONSIGLI: è necessario un abbigliamento adeguato. Non adatto a chi ha problemi di mobilità INFO E PRENOTAZIONI: Marco Ramadori Tel La prima domenica di maggio e ultima domenica di novembre viene organizzata una passeggia storico-naturalistica, a piedi, alla scoperta delle antiche zone archeologiche della frazione Piane. Dal centro della frazione in direzione Ovest si visitano i resti della chiesa di San Angelo in Montiliano, i ruderi di una villa romana in contrada Morrecine, villa Fontebella con le cisterne romane, poi si costeggia il fiume Tenna tornando in direzione Est con visita alle cascatelle del Sasso fino all antico Molino. A WALK IN PIANE MUNICIPALITIES INVOLVED: Montegiorgio STARTING POINT: Church of St. Angelo in Montiliano, Piane di Montegiorgio ENDING POINT: Molino LENGTH: 3 h (about 6 km ) DIFFICULTY: low TIPS:You will need appropriate clothing. Not suitable for those with mobility issues. INFO AND RESERVATIONS: Marco Ramadori Tel A historical-naturalistic walk is organised every first Sunday of May and on the last Sunday of November to discover the ancient archaeological sites of the village of Piane. From the centre of the village heading west, you can visit the remains of the Church of San Angelo in Montiliano, the ruins of a Roman villa in the area of Morrecine and Villa Fontebella with its Roman cisterns. Then, following the Tenna river going back east, you can visit the Cascades of Sasso up to the ancient Mill.

27 Attività per famiglie e piccoli turisti Parco attrezzato Baden Powell Loc. Castagneto, Via Spontini Parco attrezzato Fraz. Piane di Montegiorgio, Via Archimede Laboratori di apicoltura Azienda agroapistica FRA.MI. Info e prenotazione Tel / Passeggiata con pony ASD Il Crine C.da Ferranini, 8 Tel Biblioteca Comunale M. Germano Liberati (Organizza periodicamente laboratori e letture animate) dal lunedì al venerdì ore 15-19, venerdì matt. Ore 9-13 Per info: SPORT E BENESSERE A disposizione del turista vi sono alcune interessanti opportunità da cogliere. I ciclisti troveranno percorsi impegnativi, ma non impossibili, mentre i runner potranno optare sia per percorsi facili e pianeggianti, sia per tratti più duri e mossi. Il Comune, nel periodo estivo, mette poi a disposizione servizi bus per recarsi al mare e in montagna. Qui di seguito suggeriamo alcune attività per completare l offerta turistica. Tourists will have many interesting options available to them. Cycling enthusiasts will find challenging routes, but not too difficult, while runners will have the opportunity to choose from easy and flat terrains or difficult and rough ones. Also, during the summer, the Town provides bus services to reach the sea and the mountains. Below, we recommend some activities that complete the offer of the Town of Montegiorgio for its visitors. Dove fare sport Basket: Campo Via Guido Rossa Piane di Montegiorgio Tennis e calcio a 5: Campo Polivalente Via Mazzini Tel Altletica, calcio a 5/tennis : Struttura geodetica - Stadio Pianarelle C.da Pianarelle Tel Maneggi: Ippodromo San Paolo Via dell Ippodromo, 1 Piane di Montegiorgio Tel Conte Manin C.da Ferranini, 8 Tel ASD Il Crine C.da Ferranini, 8 Tel Centro benessere/palestra/piscina: Q-Bo Wellness C.da Piane di Monteverde, 19 Tel Golf: Golf club Aviogolf Via Piane, 10 Tel Escursioni quad: Moto Properzi Loc. Piane Via Faleriense Est, 78 Tel Street boulder: Big Sun Factory Blocks Viale Ugolino, 54 Tel Tiro a segno: Tiro a Segno Nazionale Via Giotto, 2 Tel

28 Tradizioni e folklore L occupazione prevalente di un tempo era legata all agricoltura e alle attività che si susseguivano durante l anno. Queste erano quasi sempre accompagnate da canti, spesso inventati al momento. Attualmente a Montegiorgio, secondo la tradizione religiosa, si festeggiano il Santo Patrono S. Giorgio (presente nello stemma comunale), la Madonna Addolorata e il Corpus Domini con processioni che attraversano il centro storico, così come per quella del Venerdì Santo. Inoltre si festeggiano San Paolo Apostolo a Piane e Santa Dorotea a Cerreto. Fiore all occhiello della tradizione folkloristica montegiorgese è Montejorgio Caciona, associazione folk che mette in scena uno spettacolo fatto di stornelli, poesie e commedie dialettali. Da oltre 300 anni poi, nel mese di novembre (la domenica più prossima al 21), va in scena la tradizionale Fiera de lu succursu. Folklore and tradition The most common jobs in the past were those related to agriculture and the activities that followed one another during the year. These were almost always accompanied by songs, often invented on the spot. Following religious tradition, currently Montegiorgio celebrates its Patron Saint, St George (represented in the town s coat of arms), and Our Lady of Sorrows with processions that cross the historical centre, as well as the procession on Good Friday. A source of pride to Montegiorgio s tradition is Montejorgio Caciona, a traditional folk association that organises shows with folk songs, poems and dialectal comedies. In addition, for more than 300 years, every November (on the Sunday nearest to the 21st), the town has held the Fiera de lu succursu, a traditional fair. The dialect The dialect of Montegiorgio originated in the Middle Ages during the period when Romance languages were starting to emerge. The town s central position in Valle del Tenna favoured rich linguistic circulation: there are perceptible influences of the dialects of Campania, Venice and Rome. Il dialetto Montegiorgese trova la sua origine nel periodo medioevale, quando si andarono elaborando i linguaggi neolatini. La posizione centrale del paese nella Valle del Tenna favorì una ricca circolazione linguistica: sono percepibili influenze campane, venete e romanesche. Degni rappresentanti del dialetto montegiorgese sono stati i poeti: Antonio Angelelli (Ntuni de Tavarro ) vincitore di un edizione radiofonica della Corrida nel 1972, Giovanni Capecci (Nanni de Capiccittu), Bruno Marziali (Bruno de Carlo ), Agostino Scaloni (Gusti de Ciriolu) e Sesto Vita (Sesto de Rabbio ), noti anche fuori Regione. Da notare che per ogni cognome delle famiglie Montegiorgesi, e presente un soprannome, un modo di chiamarsi usato da sempre dalla gente di campagna che tuttora si tramanda. FOLKLORE E ANTICHI MESTIERI Antichi mestieri Già dal XVII sec. a Montegiorgio erano presenti valenti falegnami, fabbri, decoratori ed indoratori che hanno tramandato la loro arte dando origine a quella che può dirsi scuola Montegiorgese. Sopravvivono ancora ora oggi alcune antiche attività artigianali: per il turista è possibile fare una visita in alcune di queste realtà. Piccole botteghe dove ammirare lavori di qualità, realizzati con sapienti tecniche e portate avanti da generazioni. Un viaggio alla riscoperta di antiche tradizioni, in cui si potrà ammirare l esposizione di oggetti creati manualmente e farsi conquistare da sapienti dimostrazioni. A livello industriale, invece, sono la calzatura, le minuterie metalliche e gli accessori moda le eccellenze del paese oggi conosciute ed apprezzate in Italia e nel Mondo. Laboratorio di indoratura e restauro di Nicola Alessandrini Via degli Orti, 2 - Tel Ars Antiqua Legatoria di Ranucci Maria Letizia Via Passari, 65 - Tel Ancient professions Even since XVII century in Montegiorgio there were carpenters, craftsmen, decorators and so on. Nowadays the tourist can see some of these ancient artisan activities: small workshops in which they can admire quality works and refined techniques. It s a trip in order to rediscover ancient traditions in a suggestive way. As far as it concerns the industry, in Italy and in the world Montegiorgio is known for the footwear, the metalworking and the mode accessories.

29 Prodotti tipici Produttori Montegiorgio rientra nella tradizione contadina delle Marche centrali che ha come prodotto tipico, certificato IGP, il ciauscolo (o ciabusculu), un salametto di media grandezza fatto con pasta di salsiccia dalla grana sottile insaporita con sale, pepe e aglio; insaccato e lasciato asciugare, da consumare fresco, spalmato sul pane. Tra i vini la produzione locale è basata sui vitigni Passerina, Pecorino e Malvasia per i bianchi, e Sangiovese e Montepulciano per i rossi. Caratteristico è il vino cotto, un vino dolce ottenuto da uve miste da cui si ricava un mosto che viene cotto su grandi calderoni di rame su fuoco a legna. Ricca attualmente è la produzione locale legata a miele, cereali e legumi, olio extra vergine d oliva, frutta (con prodotti locali come la mela rosa dei Sibillini) e zafferano. Salumi C.C.S. SALUMIFICIO Via Crocedivia, 38 Tel LU CONDE F.lli Corradini Via Crocifisso, 5a - Alteta Tel Vino AGRICOLA LA PILA S.S. Via Michelangelo, 2 Tel COUNTRY PIG Via S. Zenone - Alteta Tel SALUMIFICIO S. GIORGIO Via Crocedivia, 22 Tel I SASSI DI SAN GIUSEPPE C.da San Giuseppe, 4 Tel PRODOTTI TIPICI OFFICINA DEL SOLE C.da Montemilone, 1 Tel Miele AGROAPISTICA FRA.MI. C.da San Giorgio, 27/A Tel VITA LUIGINO Via Pontenovo, 6 CICCIOLI NERIO Via Fontebella, 1 Tel MICUCCI GRAZIANO Località Crocedivia, 28/a Tel Montegiorgio is part of the peasant tradition of the central Marches which has as its typical product, IGP certified, the ciauscolo (or ciabusculu, a medium-sized salami made with finely grained sausage seasoned with salt, black pepper and garlic; it is stuffed and left to dry, to be eaten fresh spread on bread. Regarding wine, the local production is based on the Passerina, Pecorino and Malvasia wine grapes for white wines and Sangiovese and Montepulciano grapes for red wines. A traditional product is the vino cotto, a sweet wine made from several different grapes from which you obtain a must that is cooked on large copper cauldrons over a wood fire. There is also a rich local production of: honey, cereals and legumes, extra virgin olive oil, fruits (with local products such as the Pink Apple of the Sibylline mountains) and saffron Formaggi Zafferano Carne AGRITURISMO FARA C.da Gaglianello, 6 Tel AZ. LUCIANI FABRIZIO Via Faleriense Est Tel SOLE e VITA di Bitti L. C.da Querciari, 4 Tel

30 Laboratorio Piceno della Dieta Mediterranea La Dieta Mediterranea è stata sancita dall UNESCO come patrimonio culturale dell umanità. Il Laboratorio piceno della dieta mediterranea, associazione con sede a Montegiorgio, è nato per valorizzare la Dieta Mediterranea intesa come ecosistema e stile di vita di una comunità territoriale. Come testimonia la targa apposta vicino alla Chiesa di San Francesco, Montegiorgio è stata una delle 16 località di 7 nazioni, di 3 diversi continenti, studiate nel Seven Countries Study tra il 1959 e il L indagine è nata indirettamente con gli studi del Prof. Flaminio Fidanza, originario di Magliano di Tenna, il quale faceva parte dell equipe di lavoro dello Studio dei Sette Paesi guidata da Ancel Keys. The Mediterranean Diet has been selected by UNESCO as part of the world s cultural heritage. The Piceno workshop of the Mediterranean diet, an association from Montegiorgio, was created to promote the valorisation of the Mediterranean Diet as the ecosystem and the lifestyle of a local community. A plaque placed near the Church of San Francesco informs that Montegiorgio was one of the 16 localities in 7 countries of 3 different continents that was studied as part of the Seven Countries Study between 1959 and This study is indirectly connected with the studies of Flaminio Fidanza from Magliano di Tenna, who was part of the team of the Seven Countries Study led by Ancel Keys and was later one of the persons responsible for the monitoring and collection of the data. Thirty years of research made the team come to the conclusion that the Mediterranean Diet is the lifestyle that allows one to live better and longer. Montegiorgio was studied as the place where people manifestly follow the Mediterranean diet and many tests were carried out on a sample of 719 people from Montegiorgio for the Seven Countries Study. There is no doubt that the dietary habits studied in Montegiorgio, more than in any other places, were a significant example of Mediterranean Diet not only with regard to food but also to the way of living and thinking in an environment as healthy and Fidanza negli anni successivi è stato tra i curatori del monitoraggio e della raccolta dei dati. Trent anni di ricerca hanno portato alla conclusione che la Dieta Mediterranea sia lo stile di vita che permette di vivere meglio e più a lungo. Montegiorgio è stata studiata come località dove ci si nutre manifestamente al modo della dieta mediterranea e per il Seven Countries Study furono svolti esami su un campione di 719 montegiorgesi. È innegabile che il regime alimentare studiato a Montegiorgio, più che in altri luoghi, sia stato un esempio significativo di Dieta Mediterranea, non solo riguardo al cibo ma anche al modo di vivere e di pensare in un ambiente sano ed accogliente come le vallate della Terra di Marca. Grazie agli studi del Professor Fidanza e ai 719 cittadini di Montegiorgio che, forti delle nostre tradizioni, hanno partecipato agli esami scientifici, la Terra di Marca è stata protagonista di quella che può essere considerata la più grande scoperta in campo biomedico nell ultimo sessantennio sia in termini scientifici sia per le conseguenze sociali, ambientali, economiche, turistiche, culturali e sanitarie. DIETA MEDITERRANEA welcoming as the valleys of the Marches region. Thanks to the studies of Professor Fidanza and the 719 Montegiorgio citizens who, because of our traditions, took part in the scientific tests, the Terra di Marca was the protagonist of what can be considered the greatest discovery in the biomedical field of the last sixty years, both in scientific terms and for its social, environmental, economic, tourist, cultural and health consequences.

31 RICETTE MONTEGIORGESI Li caciù Li caciu de Muntijorgio sono un prodotto De.Co (Denominazione comunale). E un dolce povero, ma la confezione e il consumo riguardavano non solo il mondo contadino ma erano patrimonio comune di tutta la cittadinanza. I cittadini montegiorgesi vengono difatti chiamati cacionà proprio in onore del loro dolce tipico. t is a poor simple cake, made with readily available ingredients even in the humble peasant houses but the preparation and consumption were a common heritage of all citizens. A nice treaty about caciù was written by a dialect poet. Ingredienti Ingredienti pasta sfoglia: 1 Kg di farina 00, 5 uova intere, 5 cucchiaini di olio di oliva, vino (10 mezzi gusci di uovo), sale q.b. Ingredienti per il ripieno: Fava sbucciata, zucchero, succo di limone cannella (variante con cacao: cacao, rhum) Preparazione Preparazione della sfoglia Amalgamare tutti gli ingredienti e tirare la sfoglia a mano molto sottile con il matterello. Si consiglia di far riposare la massa prima di tirare la sfoglia. Realizzazione del prodotto finale Si taglia la sfoglia a rondelle del diametro di circa 12 cm. Si mette al centro un po di impasto e si piegano in mezzo chiudendo i lembi pressandoli con la forchetta. Si friggono in abbondante olio d oliva o d arachide fino a doratura rigirandoli delicatamente. Ingredients puff pastry 1 kg of flour 00, 5 eggs, 5 teaspoons of olive oil, wine (an half egg shell 10 times), salt q.s. Filling ingredients: Peeled fava bean, sugar, lemon juice, cinnamon (variant with cocoa: cocoa, rhum) Procedure Preparation of the dough: Mix all the ingredients and roll the dough very thin by hand with a rolling pin. It is recommended to let the pastry rest before rolling the dough. The final product: Cut the pastry into 12 cm diameter rounds. Put in the middle a little bit of filling and fold the rounds into halves, closing the flaps and pressing them with a fork. Fry in copious olive or or peanut oil. Lu Pristingu Il nome deriva dal termine latino frustum che significa pezzetto, tozzo, perché in effetti si presenta di 5 cm di altezza e non molto lungo. È un dolce diffuso in gran parte delle Marche, le cui origini risalgono addirittura al XIII sec. Nato come piatto povero realizzato utilizzando frutta secca e altri ingredienti che avanzavano dalla cucina. Vanta un vasto repertorio di ingredienti che varia in ogni ricetta, ne esisterebbero addirittura 22 varianti. The name comes from the Latin word frustum meaning piece, stubby, as it is only 5 cm tall and not so long.it is a common dessert in most of the Marches and it even dates back to the 13th century. It was created as a poor dish made using dried fruit, an inexpensive product in the past because it was abundant in the country and leftovers. It can boast a huge list of ingredients that are different in every recipe, there are even 22 variants. Ingredienti Noci, mandorle, fichi secchi, farina di mais, pane raffermo, cedro candito, succo d arancia, scorza di limone, uva sultanina, olio d oliva, cannella, cacao e mosto cotto Preparazione Mettete a bagno i fichi secchi per parecchie ore. Quindi fateli bollire, quando diventeranno morbidi toglieteli dal fuoco asciugateli e tagliateli a pezzi. Aggiungete l uva sultanina, lo zucchero, i canditi, il miele, le mandorle e le noci. Poi incorporate la farina, il pangrattato e il cioccolato. Si aggiunge la buccia d arancia grattugiata, la cannella ed un pizzico di noce moscata. L impasto si lavora e si amalgama bene con l olio e mosto cotto quanto basta, poi si versa nella pentola unta e si cuoce ad alta temperatura per 45/60 minuti (180 gradi). Ingredients Walnuts, almonds, dried figs, corn flour, stale bread, candied citron, orange juice, lemon peel, raisins, olive oil, cinnamon, cocoa and cooked must. Procedure Leave the dried figs to soak for several hours. Then boil them and once they become soft, remove them from the fire and dry and slice them. Add the raisins, the sugar, the candied fruit, the honey, the almonds and the walnuts. Then add the flour, the bread crumbs and the chocolate. Finally add grated orange peel, cinnamon and a pinch of nutmeg. Knead the dough and mix it well with the oil and cooked must, then pour it into a greased pot and cook at a high temperature for 45/60 minutes (180 degrees).

32 FEBBRAIO - FEBRUARY Festa Santa Dorotea a Cerreto, domenica successiva al 6 febbraio (festa religiosa) Festival of Santa Dorotea in Cerreto (religious festival) the first Sunday after the 6th of February MARZO - MARCH Montejorgio Cacionà (spettacolo folkloristico dialettale) Montejorgio Caciona (traditional show in dialect) APRILE - APRIL Festa del patrono San Giorgio (festività religiosa e civile) Festival of the Patron Saint St Giorgio (religious and cultural festival) Rassegna Montegiorgio in coro (rassegna musicale, canora) Montegiorgio in coro (music and song contest) MAGGIO - MAY Cerreto Medievale, ultimo weekend (rievocazione storica) Cerreto Medievale, last weekend (historical re-enactment) Palio San Paolo a Piane di Montegiorgio, ultima settimana di maggio-ultima domenica giugno (giochi tra contrade) Palio of San Paolo in Piane di Montegiorgio from the last week of May to the last week of June (races and games between neighbourhoods). Festa Santa Rita in prossimità del 22 maggio (festività religiosa e civile) Festival Santa Rita 22 May (religious and cultural festival) GIUGNO - JUNE Festa di S. Paolo a Piane di Montegiorgio (festività religiose e civili) Festival of S. Paolo in Piane di Montegiorgio Finali Palio S. Paolo Finals of the Palio of S. Paolo (religious and cultural festival) Festa della Madonna della Pace, loc. Castagneto (Festività civile e religiosa) Festival of Madonna della Pace, in Castagneto (religious and cultural festival) LUGLIO - JULY Concerto estivo Banda Musicale Alaleona Summer concert, Banda Musicale Alaleona Festival del Teatro dialettale, loc. Monteverde Dialect theater festival, Monteverde Festa della Trebbiatura, Piane di Montegiorgio Festival of Trebbiatura, Piane di Montegiorgio SETTEMBRE - SEPTEMBER Festa della Madonna Addolorata Jochi tra contrade (festività civile e religiosa) Festival of Madonna Addolorata Jochi tra contrade OTTOBRE - OCTOBER Castagnata (stand gastronomici a tema autunnale) Castagnata (autumn-themed food stalls) NOVEMBRE - NOVEMBER Palio dei Comuni, penultima domenica di novembre (palio ippico tra comuni della zona) Palio dei Comuni, second last Sunday of November (horse race between the towns) Fiera de lu succursu, terza domenica (fiera storica con stand di ogni tipo) Fiera de lu succursu, third Sunday (traditional fair with all kinds of stalls and local food) DICEMBRE - DECEMBER Stagione teatrale Teatro Alaleona (fino ad Aprile) Theatrical season Alaleona Theatre (up to April) Concerto di Natale del Coro Polifonico Alaleona Boxing Day - Christmas Concert, Coro Alaleona Concerto di Natale Banda Alaleona 26 Dicembre Boxing Day - Christmas Concert, Alaleona band Concerto Junior Band Domenico Alaleona Junior Concert, Domenico Alaleona Band EVENTI

33 Dove dormire Where to stay Dove mangiare Where to eat AGRITURISMO FARA C.da Gaglianello, 6 Tel AGRITURISMO OFFICINA DEL SOLE C.da Montemilone, 1 Tel P P HOTEL SAN PAOLO**** Via Faleriense Est, 66 Tel P AGRITURISMO I SASSI DI S. GIUSEPPE Via San Giuseppe, 4 Tel P HOTEL **** OSCAR & AMORINA SS. Faleriense, 69 Tel P B&B CASA SAN RUFFINO C.da Montese, 13 Tel P Bar/Pasticcerie/Gelaterie BAR DEL CORSO C.so Italia, 41 Tel BAR PASTICCERIA NATALI Via Faleriense Est, 7 Tel BAR JOLLY Via Giotto, 11 Tel DOLCEAMORE Via Faleriense Est, 12 Tel NUOVO BAR CAMELI Via Faleriense Est, 84 Tel Pizzerie I FRUTTI DEL GRANO Via Faleriense Ovest, 25 Tel BAR LA SCAMPAGNATA Via Piane Monteverde, 41 Tel BAR PICCADILLY Via Ospedale Diotallevi, 21 Tel CAFFE DEL BORGO Via Monteverde,10 Tel L ARTIGIANO DEL GELATO Via Faleriense Est, 37 Tel SOBE Via Faleriense Est,8 Tel IL VECCHIO SPACCIO DI F. Via Piane Monteverde, 13/A Tel DORMIRE MANGIARE CAFFE ISABELLA Via Faleriense Est, 43 Tel CIOCCOLAMI Via Faleriense Ovest,46 Tel LE NOTTI BIANCHE Via Rossini, 4/A PIZZA DELIZIA Via D. Mattii, 10 Tel B&B LA CAPPELLANIA C.da Cerreto, 9 Tel P B&B RICCI LIDIA Via Andrea Passari, 36 Tel PIZZERIA M. M. Via Giotto, 7 Tel ROBIN HOOD Via Diotallevi, 5 Tel PIZZA FACTORY Via Faleriense Ovest,50 Tel FORNO SANT AGOSTINO Via Ospedale Diotallevi, 2 Tel PIZZERIA LA RONDINE Via Faleriense Estt,14 Tel FORNO FCG Via Dante Matti, 3 Tel B&B SAN NICOLÒ Via Solferino, 18 Tel CASA VACANZA CASA DI TONY C.da San Giorgio, 5 Tel Ristoranti AGRITURISMO FARA C.da Gaglianello, 6 Tel IL GROTTINO Via Ospedale Diotallevi, 5 Tel JOLLY Via Giotto, 11 Tel CASA VACANZA VILLA SANTA MARIA Via Santa Maria, 24 Tel P P Ristorante Piscina Maneggio Parcheggio P Lingue Bar Spa Palestra NUOVO BAR CAMELI Via Faleriense Est, 84 Tel LA FANTINA Viale Dell ippodromo, 1 Tel SYMBIOFOOD C.da Piane di Monteverde,19 Tel OFFICINA DEL SOLE C.da Montemilone, 1 Tel RISTORANTE OPEN Via Faleriense Est, 66 Tel OSCAR E AMORINA SS. Faleriense, 69 Tel RISTORANTE ZEN Via Faleriense Ovest, 2 Tel

34 MACERATA MONTEGRANARO PORTO SANT ELPIDIO SANT ELPIDIO A MARE MONTAPPONE URBISAGLIA MASSA FERMANA SERVIGLIANO FERMO MONTEGIORGIO FALERONE MORESCO MONTERUBBIANO MONTE RINALDO TORRE DI PALME MONTEFORTINO ASCOLI PICENO Scopri cosa visitare nelle vicinanze di Montegiorgio Discover the areas around Montegiorgio Borghi - Village Fermo Monterubbiano Moresco Servigliano Torre di Palme Siti Archeologici - Archaeological sites Falerone - Falerio Picenus Monte Rinaldo - La Cuma Urbisaglia - Urbs Salvia Luoghi della fede - Religious sites Urbisaglia - Abbazia di Fiastra Montefortino - Santuario dell Ambro Shopping della scarpa - Shopping for shoes Montegranaro Sant Elpidio a Mare Porto Sant Elpidio Shopping del cappello - Shopping for hats Massa Fermana Montappone

S C.F.

S C.F. Rif. 1511 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Veneto Vicenza Magnificent luxury villa in Vicenza DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1560 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Umbria Perugia Prestigious estate for sale in Umbria

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3537 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Treviso Period villa for sale in Veneto DESCRIPTION

Dettagli

LA CHIESA MADRE CHIESA MADRE

LA CHIESA MADRE CHIESA MADRE LA CHIESA MADRE I lavori per la costruzione della Chiesa Madre, a tre navate, ebbero inizio nel 1724. Il prospetto del tempio è rivolto verso est; è invece sulla porta del prospetto, rivolto a sud, che

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3705 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Perugia Wonderful castle for sale in Umbria DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1348 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Udine Magnificent Castle for Sale Near Udine DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3197 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Treviso Magnificent noble villa for sale in Treviso

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3402 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Pavia 16th-century castle for sale in Pavia DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1520 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Parma Historical palace for sale in the Parma area DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 4098 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Carmignano Villa for sale on Tuscan hills DESCRIPTION

Dettagli

Cesena (Italia) Malatestiana Library Lighting Urban décor

Cesena (Italia) Malatestiana Library Lighting Urban décor Cesena is situated in the centre of the Romagna region, between the Adriatic sea and the Apennine. The centre is surrounded by the original walls almost entirely intact and various turrets and gates located

Dettagli

Tuder Immobiliare Rif. 660 TODI

Tuder Immobiliare     Rif. 660 TODI www.tuder.it Rif. 660 TODI San Bartolomeo in Tabellaria antico insediamento cristiano (XI XII sec.), nato come pieve e divenuto lentamente nei secoli una vera e propria corte rurale. Il complesso è costituito

Dettagli

Tuder immobiliare

Tuder immobiliare www.tuder.it Rif. 618 VISSO Complesso immobiliare di 630 mq. in una antica Pieve tra i Monti del Parco Nazionale dei Sibillini, costituito da due casali, Cappella privata, annessi agricoli e terreno di

Dettagli

Price upon request. Ref: Sale Antico Borgo Noble

Price upon request. Ref: Sale Antico Borgo Noble Ref: 0518 Sale Antico Borgo Noble 1700 www.villecasalirealestate.com/en/property/518/sale-antico-borgo-noble-1700 Price upon request Area Municipality Province Region Nation Costa Ionica Rossano Calabro

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1903 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Como Luxury estate for sale in Como DESCRIPTION This

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1267 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Pisa Luxury Historic Villa for Sale near Pisa DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1964 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Cuneo Magnificent 14th-century castle in Piedmont DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1121 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Turin Exclusive Luxury Villa near Turin DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1132 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Florence Prestigious apartment for sale in a

Dettagli

Casa Museo Cima - Conegliano

Casa Museo Cima - Conegliano Casa Museo Cima - Conegliano by Around & About Treviso - Sunday, January 11, 2015 http://www.aroundandabouttreviso.com/casa-museo-cima-conegliano/ museo casa cima Partiamo verso Conegliano. Ho deciso di

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1789 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Sanremo Stunning villa for sale by the sea in Liguria

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1059 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 veneto VENICE LUXURY VILLA FOR SALE IN VENICE DESCRIPTION

Dettagli

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI Read Online and Download Ebook LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI DOWNLOAD EBOOK : LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO Click link bellow and

Dettagli

STAZIONE MARITTIMA DI NAPOLI CENTRO CONGRESSI CONGRESS CENTER

STAZIONE MARITTIMA DI NAPOLI CENTRO CONGRESSI CONGRESS CENTER STAZIONE MARITTIMA DI NAPOLI CENTRO CONGRESSI CONGRESS CENTER IL CENTRO CONGRESSI AL CENTRO DI NAPOLI STAZIONE FERROVIARIA TRAIN STATION 20 MIN TEMPI DI PERCORRENZA IN AUTO TRAVEL TIMES BY CAR AEROPORTO

Dettagli

Village for sale in Florence. www.villecasalirealestate.com/en/property/402/village-for-sale-in-florence

Village for sale in Florence. www.villecasalirealestate.com/en/property/402/village-for-sale-in-florence Ref: 0403 Village for sale in Florence www.villecasalirealestate.com/en/property/402/village-for-sale-in-florence Price upon request Area Municipality Province Region Nation Lastra a Signa Florence Tuscany

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 2488 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Luxury Home Sold in Lucca Italy DESCRIPTION

Dettagli

NATIONAL SPORT SCHOOL

NATIONAL SPORT SCHOOL NATIONAL SPORT SCHOOL Mark HALF-YEARLY EXAMINATION 2016 Level 4-6 FORM 1 ITALIAN TIME: 30 minutes LISTENING COMPREHENSION TEST (20 punti) Teacher s Paper Please first read the instructions carefully by

Dettagli

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI

LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI Read Online and Download Ebook LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO TESTAMENTO VERSIONE RIVEDUTA BY GIOVANNI LUZZI DOWNLOAD EBOOK : LA SACRA BIBBIA: OSSIA L'ANTICO E IL NUOVO Click link bellow and

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 4056 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Arezzo Stunning villa for sale near Arezzo DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1517 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Salerno Luxury seafront villa on the Amalfi Coast DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1128 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Orbetello Luxury house for sale on the Argentario DESCRIPTION

Dettagli

Village for sale in Florence.

Village for sale in Florence. Ref: 0403 Village for sale in Florence www.villecasalirealestate.com/en/property/402/village-for-sale-in-florence Price upon request Area Municipality Province Region Nation Chianti Lastra a Signa Florence

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1681 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Lucca Luxury 17th-century villa in Lucca's countryside

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1181 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Treviso Modern Luxury Villa for Sale in Treviso DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 0404 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Fauglia Villa For Sale Pisa DESCRIPTION One

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3185 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Varese Historical castle for sale in the province of

Dettagli

TARIFFE INTERA CASA PER AFFILIATI I.P.A. E FAMIGLIE (4 PERSONE)

TARIFFE INTERA CASA PER AFFILIATI I.P.A. E FAMIGLIE (4 PERSONE) CASA DELLE GINESTRE L'appartamento è di 130 metri quadrati ed è situato al primo piano nobile di un palazzo del 1300 nel centro storico veneziano. Dalla sala centrale si accede sia alla cucina che alle

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1150 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Alessandria Magnificent Historical Luxury Villa in Piedmont

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3776 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Marina di Pisa Villa for sale in front of the

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 0834 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Asti Prestigious castle for sale in Asti DESCRIPTION

Dettagli

Pagani Automobili Lighting

Pagani Automobili Lighting Pagani Automobili is a unique firm in the world of the automotive industry. In June 2016, Pagani has inaugurated the new factory and with regards to lighting, both indoor and outdoor, Neri products have

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1304 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Magnificent Luxury Residence in Umbria DESCRIPTION This

Dettagli

Villa for sale in Porto Santo Stefano.

Villa for sale in Porto Santo Stefano. Ref: 0389 Villa for sale in Porto Santo Stefano www.villecasalirealestate.com/en/property/389/villa-for-sale-in-porto-santo-stefano 9.000.000,00 Area Municipality Province Region Nation Argentario Porto

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1011 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 MANTOVA LUXURY VILLA FOR SALE IN LOMBARDY DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1393 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Parma Modern Luxury Apartment in Parma DESCRIPTION On

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1122 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Amalfi Coast Luxury Villa for Sale on the Amalfi Coast

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 0435 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Lucca Historic Villa For Sale Lucca DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1558 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Lake Como Magnificent villa for sale by Lake Como DESCRIPTION

Dettagli

AVERE 30 ANNI E VIVERE CON LA MAMMA BIBLIOTECA BIETTI ITALIAN EDITION

AVERE 30 ANNI E VIVERE CON LA MAMMA BIBLIOTECA BIETTI ITALIAN EDITION AVERE 30 ANNI E VIVERE CON LA MAMMA BIBLIOTECA BIETTI ITALIAN EDITION READ ONLINE AND DOWNLOAD EBOOK : AVERE 30 ANNI E VIVERE CON LA MAMMA BIBLIOTECA BIETTI ITALIAN EDITION PDF Click button to download

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1785 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Lake Varese Luxury villa for sale by Lake Varese DESCRIPTION

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 0845 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Florence Luxury apartment for sale on Florence's

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1077 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany LUCCA LUXURY VILLA FOR SALE IN LUCCA in Liberty

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1087 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Umbria Perugia Luxury villa for sale in Perugia DESCRIPTION

Dettagli

The Abbey was part of a Benedictine monastery. The building,

The Abbey was part of a Benedictine monastery. The building, Abbazia Santa Maria di Ronzano L Abbazia apparteneva ad un complesso monastico benedettino. Si ritiene che la costruzione risalga alla fine del 1100, all interno il catino absidale contiene meravigliosi

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1206 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Florence Elegant Luxury Apartment in the Heart

Dettagli

PARAPHRASING TO SIMPLIFY

PARAPHRASING TO SIMPLIFY PARAPHRASING TO SIMPLIFY To paraphrase is to rewrite something using different words without changing the original meaning. SIMPLIFY: Look up any difficult words, and try to find synonyms for them. EXAMPLE:

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1875 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Lazio Rome Stunning luxury villa with swimming pool

Dettagli

Vogliamo conquistarvi, in un attimo, per sempre. We desire to seduce, at a glance, but forever UN SOGGIORNO DI CHARME NEL CUORE DELLA CITTÀ

Vogliamo conquistarvi, in un attimo, per sempre. We desire to seduce, at a glance, but forever UN SOGGIORNO DI CHARME NEL CUORE DELLA CITTÀ Vogliamo conquistarvi, in un attimo, per sempre UN SOGGIORNO DI CHARME NEL CUORE DELLA CITTÀ Il Patria Palace Hotel rende unico il soggiorno grazie alla qualità, alla storia e alla eleganza che si nascondo

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1000 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Siena CASTLE FOR SALE IN SIENA, TUSCANY DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1559 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Umbria Perugia Charming country house for sale in Perugia

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1139 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Rome Luxury villa with turret for sale in Rome DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3126 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Campania Capri Prestigious apartment by Capri's sea

Dettagli

PALAZZO PARENSI. 6/7 People - 3 Bedr, 3 Bathr - Air Co - WiFi - Ground Floor - Private Garden pw

PALAZZO PARENSI. 6/7 People - 3 Bedr, 3 Bathr - Air Co - WiFi - Ground Floor - Private Garden pw Y o u r R e n t a l s i n L u c c a 6/7 People - 3 Bedr, 3 Bathr - Air Co - WiFi - Ground Floor - Private Garden - 1750 pw Palazzo PARENSI. 3 Bedrooms. 3 Bathrooms. Furnished Garden Palazzo Parensi is

Dettagli

Federico BAROCCI URBINO 1535?-1612 URBINO SENIGALLIA URBANIA

Federico BAROCCI URBINO 1535?-1612 URBINO SENIGALLIA URBANIA URBANIA Federico 1535?-1612 BAROCCI SENIGALLIA La formazione di Federico Barocci, nella seconda metà del 500, coincise con un periodo di rapida decadenza per la cittadina di Urbino che aveva ormai perso

Dettagli

Stone farmhouse Bed &Breakfast Between San Gimignano (Si) and Volterra (Pi), Tuscany, Italy

Stone farmhouse Bed &Breakfast Between San Gimignano (Si) and Volterra (Pi), Tuscany, Italy Stone farmhouse Bed &Breakfast Between San Gimignano (Si) and Volterra (Pi), Tuscany, Italy B E T T I I M M O B I L I A R E S R L w w w. b e t t i t o s c a n a. i t Pagina 1 Ref. 1078 Located on the charming

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1593 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Florence Charming 16th-century villa in Florence

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3116 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Brescia Charming luxury villa overlooking Lake Garda

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1113 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Amalfi Coast Luxury Home on the Amalfi Coast DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 0878 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Lucca Tuscany villas in Lucca DESCRIPTION This

Dettagli

Monopoli (Italia) Fenice Lighting

Monopoli (Italia) Fenice Lighting Monopoli (Italia) Fenice Lighting Monopoli is a town in the province of Bari, in the Puglia region, 43 km South-East of the region s capital city. Its characterful medieval centre overlooks the sea and

Dettagli

Fiori di campo. Conoscere, riconoscere e osservare tutte le specie di fiori selvatici più note

Fiori di campo. Conoscere, riconoscere e osservare tutte le specie di fiori selvatici più note Fiori di campo. Conoscere, riconoscere e osservare tutte le specie di fiori selvatici più note M. Teresa Della Beffa Click here if your download doesn"t start automatically Fiori di campo. Conoscere, riconoscere

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3165 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Milan Historical estate for sale near Milan DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1658 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Tuscany, Florence Fabulous luxury villa for

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 0652 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Amalfi Coast Extraordinary villa on the Amalfi Coast

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3490 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Florence Prestigious apartment in the heart

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3094 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Treviso Magnificent villa in the province of Treviso

Dettagli

GRAND HOTEL PARKER S NAPOLI

GRAND HOTEL PARKER S NAPOLI GRAND HOTEL PARKER S NAPOLI NAPOLI vista DA NOI! GRAND HOTEL PARKER S Napoli Il Grand Hotel Parker s è l albergo più antico di Napoli, nasce nel 1870 in una delle aree più prestigiose della città, che

Dettagli

HOSPITALITY /03/2019

HOSPITALITY /03/2019 HOSPITALITY 2019 09/03/2019 ANNA VAN DER BREGGEN WINNER 2018 La Classica del Nord più a Sud d Europa è diventato ormai un claim conosciuto in tutto il mondo, così come conosciuto in tutto il mondo è il

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3284 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Lecco stunning villa for sale in Lecco DESCRIPTION In

Dettagli

Charming villa for sale in the Tuscan hills.

Charming villa for sale in the Tuscan hills. Ref: 0528 Charming villa for sale in the Tuscan hills www.villecasalirealestate.com/en/property/528/charming-villa-for-sale-in-the-tuscan-hills Price upon request Area Municipality Province Region Nation

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 3679 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Bergamo Villa for sale in Bergamo Alta DESCRIPTION In

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 4094 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Brescia Charming farmstead for sale in Franciacorta

Dettagli

Vicenza. Itinerario. Passeggiare in un museo a cielo aperto. Camminare fa bene perché. Previene l osteoporosi. Aiuta a regolare il colesterolo buono

Vicenza. Itinerario. Passeggiare in un museo a cielo aperto. Camminare fa bene perché. Previene l osteoporosi. Aiuta a regolare il colesterolo buono Vicenza Passeggiare in un museo a cielo aperto Camminare fa bene perché 1 2 3 Aiuta a regolare il colesterolo buono Previene l osteoporosi Aiuta le articolazioni Itinerario TREKKING URBANO Campo Marzo

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 0586 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Rome at Frosinone VILLA FOR SALE IN ROME with original

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1405 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Pian dei Giullari Dream home on the hills of

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1567 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Lake Iseo Ancient castle for sale on Lake Iseo DESCRIPTION

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 0961 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Pisa luxury villa with pool for sale in Pisa DESCRIPTION

Dettagli

La tradizione del velluto in seta dal 1700 The tradition of silk velvet since 1700

La tradizione del velluto in seta dal 1700 The tradition of silk velvet since 1700 La tradizione del velluto in seta dal 1700 The tradition of silk velvet since 1700 La tessitura Luigi Bevilacqua, fondata a Venezia attorno al 1700, è una delle più antiche tessiture d Europa in attività.

Dettagli

Canti Popolari delle Isole Eolie e di Altri Luoghi di Sicilia (Italian Edition)

Canti Popolari delle Isole Eolie e di Altri Luoghi di Sicilia (Italian Edition) Canti Popolari delle Isole Eolie e di Altri Luoghi di Sicilia (Italian Edition) L. Lizio-Bruno Click here if your download doesn"t start automatically Canti Popolari delle Isole Eolie e di Altri Luoghi

Dettagli

greenhouse, are quiet, elegant and fnely designed ; most of them with a unique view of Floren -- SKY 32 TV Camere / Rooms

greenhouse, are quiet, elegant and fnely designed ; most of them with a unique view of Floren -- SKY 32 TV Camere / Rooms Firenze, universalmente riconosciuta come culla dell arte, deve il suo prestigio anche alle lussureggianti e panoramiche colline che la circondano delle quali la più famosa e suggestiva è senz altro quella

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1125 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Lecco Magnificent Luxury Villa for Sale in Lombardy

Dettagli

Borgo di Catignano Volterra. Agenzia Immobiliare Tuscany Real Estate Agency. Milianti sas

Borgo di Catignano Volterra. Agenzia Immobiliare Tuscany Real Estate Agency. Milianti sas Borgo di Catignano Volterra Agenzia Immobiliare Tuscany Real Estate Agency Milianti sas Il Borgo di Catignano è situato sulla sommità di una splendida collina tra Volterra e San Gimignano a soli 2 km dal

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 0492 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Collodi - Pescia PINOCCHIO'S LUXURY VILLA FOR

Dettagli

palazzo Falier - Venezia -

palazzo Falier - Venezia - palazzo Falier - Venezia - Palazzo Falier Palazzo Falier è una costruzione gotica, probabilmente della prima metà del XV secolo, che ha subito numerose modifiche in tempi diversi: caratteristiche uniche

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 1025 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 LECCO HISTORIC LUXURY VILLA FOR SALE IN LOMBARDY DESCRIPTION

Dettagli

Imola (Italy) Restoration of the historic wall brackets

Imola (Italy) Restoration of the historic wall brackets On the façade of Palazzo Comunale in Imola, in the same square where Neri restored 4 monumental lamp posts from 1928 (see presentation Restoration of the historic lamp posts of Imola ), 15 wrought iron

Dettagli

S C.F.

S C.F. Rif. 21907 Lionard Luxury Real Estate Via dei Banchi, 6 - ang. Piazza S. Maria Novella 50123 Florence Italy Tel. +39 055 0548100 Fax. +39 055 0548150 Tuscany Florence Luxury apartment for sale in Central

Dettagli

Una Ricerca Erboristica (Italian Edition)

Una Ricerca Erboristica (Italian Edition) Una Ricerca Erboristica (Italian Edition) Matteo Politi Click here if your download doesn"t start automatically Una Ricerca Erboristica (Italian Edition) Matteo Politi Una Ricerca Erboristica (Italian

Dettagli