LA PEC DEGLI ORGANI DELLE PROCEDURE FALLIMENTARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA PEC DEGLI ORGANI DELLE PROCEDURE FALLIMENTARI"

Transcript

1 Anno 2013 COMMISSIONE DIRITTO FALLIMENTARE (Coordinatore avv. Biancamaria Sparano Vice-Coordinatore avv. Paolo Trapanese) III CORSO DI FORMAZIONE DIRITTO FALLIMENTARE LA NORMATIVA ATTUALE, PROBLEMATICHE GENERALI E PROSPETTIVE ATTUATIVE LA PEC DEGLI ORGANI DELLE PROCEDURE FALLIMENTARI

2 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO NELLE PROCEDURE CONCORSUALI Avv. Ilaria Malagrida Avv. Livio Persico Dott. Gabriele Chiosi Napoli, 9 aprile 2013

3 FONTI NORMATIVE L art. 17 del D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 cd. Decreto sviluppo bis convertito in legge dalla L. 17 dicembre 2012 n L art. 1, comma 19 della Legge di stabilità 2013 Legge n. 228/2012 che ha aggiunto il comma 2 bis all art. 17 D.L. 179/

4 NOVITA NEL FALLIMENTO 1. Novità nel procedimento per la dichiarazione di fallimento: modifiche dell art. 15 L.F. 2. Novità nelle comunicazioni del curatore: introduzione dell art. 31-bis L.F. modifiche dell art. 92 L.F. 3. Novità nelle relazioni del curatore: modifiche dell art. 33 L.F. 4. Novità nella verifica del passivo e nella ripartizione dell attivo: modifiche dell art. 92 L.F. modifiche dell art. 101 L.F. modifiche dell art. 110 L.F. 5. Novità nel rendiconto del curatore: Modifiche dell art. 116 L.F. 4

5 1 NOVITA NEL PROCEDIMENTO PER LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO L art. 17 D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 convertito in legge dalla L. 17 dicembre 2012 n. 221 ha aggiunto al III comma dell Art. 15 Procedimento per la dichiarazione di fallimento: Il ricorso e il decreto devono essere notificati, a cura della cancelleria, all'indirizzo di posta elettronica certificata del debitore risultante dal registro delle imprese ovvero dall'indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti. L'esito della comunicazione è trasmesso, con modalità automatica, all'indirizzo di posta elettronica certificata del ricorrente. Quando, per qualsiasi ragione, la notificazione non risulta possibile o non ha esito positivo, la notifica, a cura del ricorrente, del ricorso e del decreto si esegue esclusivamente di persona a norma dell'articolo 107, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 15 dicembre 1959, n. 1229, presso la sede risultante dal registro delle imprese. Quando la notificazione non può essere compiuta con queste modalità, si esegue con il deposito dell'atto nella casa comunale della sede che risulta iscritta nel registro delle imprese e si perfeziona nel momento del deposito stesso. L'udienza è fissata non oltre quarantacinque giorni dal deposito del ricorso e tra la data della comunicazione o notificazione e quella dell'udienza deve intercorrere un termine non inferiore a quindici giorni. 5

6 1 NOVITA NEL PROCEDIMENTO PER LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO ENTRATA IN VIGORE E APPLICAZIONE L art. 17 comma 3 del D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 convertito in legge dalla L. 17 dicembre 2012 n ha stabilito che la modifica al procedimento pre-fallimentare si applica ai procedimenti che verranno introdotti dopo il 31 dicembre 2013.

7 2 NOVITA NELLE COMUNICAZIONI DEL CURATORE L art. 17 D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 convertito in legge dalla L. 17 dicembre 2012 n. 221 ha introdotto l Art. 31-bis Comunicazioni del curatore I. Le comunicazioni ai creditori e ai titolari di diritti sui beni che la legge o il giudice delegato pone a carico del curatore sono effettuate all'indirizzo di posta elettronica certificata da loro indicato nei casi previsti dalla legge. II. Quando è omessa l'indicazione di cui al comma precedente, nonché nei casi di mancata consegna del messaggio di posta elettronica certificata per cause imputabili al destinatario, tutte le comunicazioni sono eseguite esclusivamente mediante deposito in cancelleria. III. In pendenza della procedura e per il periodo di due anni dalla chiusura della stessa, il curatore è tenuto a conservare i messaggi di posta elettronica certificata inviati e ricevuti. 7

8 2 NOVITA NELLE COMUNICAZIONI DEL CURATORE ENTRATA IN VIGORE E APPLICAZIONE Si applica a tutte le procedure dichiarate dopo il 19 dicembre 2012 (data di entrata in vigore della citata legge di conversione). Per le procedure già pendenti alla data del 19 dicembre 2012 bisogna verificare se sia stata effettuata o meno la comunicazione ai creditori di cui agli artt. 92, 171, 207 del regio decreto 16 marzo 1942, n. 267 e all'articolo 22 decreto legislativo 8 luglio 1999, n Per le procedure in cui, alla data del 19 dicembre 2012, non sia stata effettuata la comunicazione suddetta, la nuova disposizione si applica a decorrere dal 19 dicembre Per le procedure in cui, alla data del 19 dicembre 2012, sia stata effettuata la comunicazione suddetta, la nuova disposizione si applica a decorrere dal 31 ottobre

9 2 NOVITA NELLE COMUNICAZIONI DEL CURATORE OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLA PEC DEL CURATORE AI CREDITORI PER LE VECCHIE PROCEDURE Il curatore, il commissario giudiziale, il commissario liquidatore e il commissario straordinario entro il 30 giugno 2013 comunicano ai creditori e ai terzi titolari di diritti sui beni il loro indirizzo di posta elettronica certificata e li invitano a comunicare, entro tre mesi, l'indirizzo di posta elettronica certificata al quale ricevere tutte le comunicazioni relative alla procedura, avvertendoli di rendere nota ogni successiva variazione e che in caso di omessa indicazione le comunicazioni sono eseguite esclusivamente mediante deposito in cancelleria. 9

10 2 NOVITA NELLE COMUNICAZIONI DEL CURATORE OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DELLA PEC DEL CURATORE AL REGISTRO DELLE IMPRESE L art. 1, comma 19 della Legge di stabilità 2013 Legge n. 228/2012 ha aggiunto il comma 2 bis all art. 17 D.L. 179/2012 (Decreto sviluppo bis): Il curatore fallimentare, entro dieci giorni dalla propria nomina, deve comunicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata, per l'iscrizione al Registro Imprese. La comunicazione è obbligatoria per i fallimenti dichiarati dopo il 1 gennaio

11 2 NOVITA NELLE COMUNICAZIONI DEL CURATORE COSTI DELLA COMUNICAZIONE DELLA PEC DEL CURATORE AL REGISTRO DELLE IMPRESE Con nota n del 4 febbraio 2013 il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito che: 11 se la sentenza di fallimento non autorizza l'impresa all'esercizio provvisorio dell'attività il curatore comunica la propria PEC in sostituzione dell'indirizzo di posta elettronica certificata dell'impresa (se già iscritto nel registro imprese). In questo caso l'adempimento è esente da imposta di bollo e da diritto di segreteria se la sentenza di fallimento a u t o r i z z a l ' i m p r e s a all'esercizio provvisorio dell'attività, la PEC del curatore deve aggiungersi a quella dell'impresa. I n q u e s t o c a s o l'adempimento è soggetto al pagamento del solo diritto di segreteria di 10,00.

12 2 NOVITA NELLE COMUNICAZIONI DEL CURATORE RIEPILOGO DEI COSTI Per il curatore fallimentare se con la sentenza di fallimento non viene autorizzato l esercizio provvisorio dell attività dell impresa: Bollo ESENTE; Diritti di segreteria 0,00 se con la sentenza di fallimento viene autorizzato l esercizio provvisorio dell attività dell impresa: Bollo ESENTE; Diritti di segreteria 10,00 Per il commissario giudiziale nominato a norma dell'art. 163 del R.D n. 267/1942 Per il commissario liquidatore e per il commissario giudiziale nominati a norma dell'art. 8 del D. Lgs. n. 270/ Bollo: 65,00 per società di capitali; 59,00 per società di persone; 17,50 per imprese individuali Diritti di segreteria: 30,00

13 2 NOVITA NELLE COMUNICAZIONI DEL CURATORE LA COMUNICAZIONE AI CREDITORI EX ART. 92 L.F. L art. 17 D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 convertito in legge dalla L. 17 dicembre 2012 n. 221 ha modificato l Art. 92 Avviso ai creditori ed agli altri interessati ll curatore, esaminate le scritture dell'imprenditore ed altre fonti di informazione, comunica senza indugio ai creditori e ai titolari di diritti reali o personali su beni mobili e immobili di proprietà o in possesso del fallito, a mezzo posta elettronica certificata se il relativo indirizzo del destinatario risulta dal registro delle imprese ovvero dall'indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti e, in ogni altro caso, a mezzo lettera raccomandata o telefax presso la sede dell'impresa o la residenza del creditore: 1) che possono partecipare al concorso trasmettendo domanda con le modalità indicate nell'articolo seguente; 2) (v. slide seguente) 13

14 2 NOVITA NELLE COMUNICAZIONI DEL CURATORE LA COMUNICAZIONE AI CREDITORI EX ART. 92 L.F. (SEGUE) 2) la data fissata per l'esame dello stato passivo e quella entro cui vanno presentate le domande; 3) ogni utile informazione per agevolare la presentazione della domanda, con l'avvertimento delle conseguenze di cui all'articolo 31-bis, secondo comma, nonché della sussistenza dell'onere previsto dall'articolo 93, terzo comma, n. 5); 4) il suo indirizzo di posta elettronica certificata. 14

15 3 NOVITA NELLE RELAZIONI DEL CURATORE ALTRI OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE TELEMATICA DEL CURATORE L art. 17 D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 convertito in legge dalla L. 17 dicembre 2012 n. 221 ha aggiunto al V comma dell Art. 33 Relazione al giudice e rapporti riepilogativi. Nello stesso termine altra copia del rapporto, assieme alle eventuali osservazioni, è trasmessa a mezzo posta elettronica certificata ai creditori e ai titolari di diritti sui beni. 15 I rapporti riepilogativi semestrali delle attività svolte, trasmessi dal curatore al C.d.C., devono essere altresì trasmessi a mezzo pec nei quindici giorni successivi alla scadenza del termine per il deposito delle osservazioni nella cancelleria del tribunale da parte del C.d.C. assieme alle eventuali osservazioni del Comitato, a tutti i creditori e a tutti i titolari di diritti sui beni.

16 D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 Introduce modifiche alla gestione dei fallimenti Vigenza Dalla data di entrata in vigore della legge di conversione (L. 17/12/2012 n G.U. 18/12/12 entrata in vigore 19/12/12) 19 dicembre 2012 Se, a quella data, il curatore non ha inviato le comunicazioni ex art. 92 L.Fall. si applica la nuova normativa. Se, a quella data, il curatore ha già inviato le comunicazioni ex art. 92 L.Fall. si applica la nuova normativa a partire dal 31/10/ Norme Interessate: Commi 4 e 5 art. 17 D.L. 18/10/2012 n. 179 norme attuative

17 D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 Introduce modifiche alla gestione dei fallimenti Comunicazioni del curatore/creditori Art. 31 bis L.Fall. Tutte le comunicazioni che la legge o il Giudice Delegato pone a carico del curatore sono effettuate tramite Posta Elettronica Certificata Se il soggetto con cui si deve comunicare non ha PEC (ed è tenuto ad averla) o i messaggi PEC non riescono a giungere a questi, le comunicazioni sono eseguite mediante deposito in cancelleria Art. 92 L.Fall. Il curatore invia le comunicazioni ex art. 92 all indirizzo di PEC, in alternativa in qualunque altro modo possibile (racc a/r, telefax) PEC destinatario: deve risultare da Registro delle imprese o da Indice nazionale indirizzi PEC Art L.Fall. Il Curatore deposita in cancelleria ed invia progetto di stato passivo a tutti i creditori entro 15giorni dall udienza di verifica; Il Curatore invia lo stato passivo esecutivo immediatamente dopo la dichiarazione di esecutività Norme Interessate: Artt. 31 bis, 92, 95 e 97 L.Fall. nuova disciplina 17

18 Applicazione pratica nuove norme Il curatore deve comunicare la PEC del fallimento al Registro delle imprese (entro 10g dal fallimento) Per non intasare la PEC del professionista è consigliato aprire una casella per ogni procedura Step 1 invio comunicazioni Il curatore invia le comunicazioni ex art. 92 L.Fall. tramite PEC o con qualunque altro mezzo La comunicazione deve contenere l invito a presentare il ricorso per ammissione al passivo/rivendica per via telematica indicando la PEC del curatore o della procedura 18 Il Creditore/rivendicante ha l obbligo di indicare l indirizzo PEC tramite cui comunicare con la curatela

19 Formazione del ricorso In mancanza di una puntuale specifica, analizzando la relazione accompagnatoria, si evince che il ricorso va formato: elettronicamente e con firma digitale (da considerare in formato.p7m) (art. 21 CAD) o in forma cartacea, redatto nella forma classica, sottoscritto e scansionato (art. 22 CAD) E specificamente previsto che il ricorso, presentato anche dalla parte personalmente, sia formato ai sensi degli articoli 21, comma 2, ovvero 22, comma 3, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, per essere trasmesso direttamente all indirizzo PEC del curatore indicato nell avviso di cui all articolo 92 come novellato Il riferimento all art. 22 comma 3 D. Lgs. 82/05 consente a qualunque creditore di formare una domanda di ammissione su supporto cartaceo, sottoscriverla in maniera tradizionale e poi spedirla autonomamente (se munito di un indirizzo di posta elettronica certificata) l art. 22, comma 3, D.Lgs 82/05 prevede una modalità di formazione del documento digitale in tutto assimilabile al telefax, perché consente di trasformare in formato digitale un documento che è nato in forma analogica e, quindi, di inviarlo telematicamente 19 Relazione accompagnatoria al d.l. 179/2012

20 Step 2 ricezione ricorsi I ricorsi devono pervenire via PEC sulla pec della procedura (o del professionista) 20 Il curatore è tenuto a conservare sia il messaggio di posta che gli allegati per due anni dalla chiusura della procedura

21 Step 3 archivio ricorsi Il curatore, ricevuti i ricorsi sulla casella PEC, deve provvedere ad immagazzinarli Conviene predisporre una cartella dello stato passivo. All interno ogni creditore/rivendicante deve avere una propria cartella preferibilmente nominata con il numero di cronologico (che il curatore assegna) La cartella di ogni creditore deve contenere il ricorso con tutti i documenti allegati ed il/i file della PEC con cui li si è ricevuti. 21

22 Step 4 elenco domande redattore atti L elenco delle domande ed il progetto di stato passivo vanno inviate al Sistema Informativo Esecuzioni Civili Individuali e Concorsuali (SIECIC) È necessario munirsi di un redattore atti che permetta di formare tutti gli atti richiesti dal sistema informatico ministeriale nel modo corretto I redattori ad oggi in commercio consentono di gestire il fallimento quasi completamente in automatico. Conviene inserire in questi tutti i dati relativi ai creditori/rivendicanti, ai crediti ai domiciliatari di questi ultimi in quanto il programma aiuterà e ridurrà le tempistiche delle singole azioni del curatore 22

23 Step 5 Progetto di stato passivo Il progetto di stato passivo deve essere formulato con la modalità richiesta proposta motivazione 23 I redattori atti, se utilizzati con tutte le funzioni disponibili, predispongono in automatico il modello di progetto di stato passivo

24 Step 6 invio al SIECIC Le trasmissioni tra la cancelleria, ovvero il software ministeriale (SIECIC) ed il curatore avvengono tramite PEC La PEC con cui il Curatore invia il file deve contenere necessariamente 2 file L atto che si vuole inviare in formato PDF firmato digitalmente tramite creazione di busta in formato. p7m Un file.xml contenente le informazioni presenti nel file PDF ma elencate in modo che il software SIECIC possa riconoscerle ed automaticamente aggiornarsi 24 Il software ministeriale acquisisce PEC non più grandi di 30 MB (allo stato è impossibile inviare gli allegati ai ricorsi)

25 Step 7 deposito in cancelleria Presso il Tribunale di Napoli l elenco delle domande ed il progetto di stato passivo dovrà essere depositato con due DVD. Questi dovranno contenere tutte le cartelle dei creditori (relative alle domande ed allegati) ed il progetto. Dovranno essere accompagnati da una nota di deposito cartacea ove deve essere indicato cosa è contenuto nei DVD ed una copia (cartacea) del progetto. Il progetto di stato passivo deve essere inviato, con gli stessi termini del deposito in cancelleria, via PEC a tutti i creditori che potranno presentare osservazioni ed integrazioni documentali fino a 5 giorni prima dell udienza di verifica, sempre via PEC 25

26 Step 8 udienza di verifica Ancora dubbi vi sono sull udienza di verifica in ordine alle domande in formato digitale. Soluzione migliore sembrerebbe essere quella di dotarsi di due PC per permettere di visionare le domande contemporaneamente sia al GD che al curatore. Step 9 stato passivo esecutivo Dichiarato esecutivo lo stato passivo il curatore deve depositarlo in cancelleria a mezzo altri due DVD contenenti tutte le osservazioni e le integrazioni documentali 26 Ogni sei mesi, dopo il deposito della relazione ex art. 33 L.Fall. Il curatore è tenuto a depositare una relazione sullo stato della procedura inviarne una copia al CdC che può presentare osservazioni. la relazione semestrale unitamente alle osservazioni va inviata via PEC ai creditori. A tal fine conviene salvare in una cartella Osservazioni tutte le integrazioni ed osservazioni. All interno della cartella conviene seguire lo stesso metodo delle domande creando una sottocartella per ogni creditore che ha presentato osservazioni/integrazioni

27 D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 Introduce modifiche alla gestione dei fallimenti Comunicazione Curatore/Cancelleria Il curatore nel trasmettere le domande di ammissione, di rivendica, il progetto e lo stato passivo esecutivo alla cancelleria fallimentare deve rispettare gli standard tecnici previsti dal Sistema Informativo Esecuzioni Civili Individuali e Concorsuali (SIECIC) Qualunque trasmissione dal Curatore alla cancelleria fallimentare deve avvenire dalla PEC di questi alla PEC del Tribunale. Il Curatore deve risultare nella propria carica dal sistema informatico, altrimenti questo non lo riconoscerà nella propria qualifica e non riceverà gli atti inviati (dovrà quindi essere stato nominato e dovrà aver accettato la nomina) 27

28 D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 Introduce modifiche alla gestione dei fallimenti Comunicazioni riepilogo Il creditore è onerato: di inviare le domande di ammissione al passivo e di rivendica tramite PEC al curatore; di formare il ricorso come previsto dagli artt. 21 e 22 del CAD di inviare osservazioni ed in generale ogni comunicazione al curatore tramite PEC. Il curatore è onerato: della comunicazione al registro delle imprese del proprio indirizzo di PEC entro 10 giorni dalla nomina della ricezione delle domande; della conservazione delle domande; della trasmissione delle domande al sistema ministeriale di PCT per le procedure (SIECIC); della trasmissione del progetto e poi dello stato passivo esecutivo tramite PEC a coloro che ne hanno diritto. In particolare tutte le comunicazioni che avvengono elettronicamente devono rispettare la legislazione vigente in materia di Trasmissione e formazione del documento elettronico 28

29 D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 Introduce modifiche alla gestione dei fallimenti Formazione del documento informatico/trasmissione al SIECIC Problemi pratici: il software ministeriale acquisisce PEC non più grandi di 30 MB (allo stato è impossibile inviare gli allegati ai ricorsi); Il software ministeriale ed i redattori atti non considerano la (frequente) modifica di proposta della curatela che avviene a seguito delle osservazioni ed integrazioni documentali prima dell udienza di verifica ex art. 95 II comma L.Fall. e pertanto considerano unicamente quella formulata al deposito del progetto di stato passivo; la comunicazione tra il curatore ed il SIECIC può avvenire solo tramite la PEC personale del curatore, quindi nell ipotesi in cui questi vuole creare una PEC apposita per il fallimento il redattore deve prevedere l utilizzo di due distinte caselle (una pubblica per la ricezione e quella personale del curatore). 29

30 Formazione del documento informatico Il documento informatico è redatto ai sensi del d.lgs. 7 marzo 2005 n.82 e successive modificazioni (codice dell amministrazione digitale CAD) Gli articoli del CAD disciplinano la redazione del documento informatico (Il nuovo articolo 93 L.Fall. prevede che il ricorso sia formato a norma di questi articoli) Art. 20 CAD Il documento informatico è quello formato secondo le regole tecniche del CAD previste dall art. 71 Art. 21 CAD Il documento informatico essere formato secondo le norme del CAD (art. 20) può essere firmato digitalmente In tal caso il documento ha l efficacia prevista dall art c.c. Art. 22 CAD Le copie di documenti analogici (documenti scannerizzati), se formati come da regole tecniche hanno la stessa efficacia probatoria degli originali. 30 Norme Interessate: Artt. 20,21 e 22 D.lgs. 7 marzo 2005 n. 82 Codice dell Amministrazione Digitale

31 Formazione del documento informatico Regole tecniche previste dall art. 71 CAD L agenzia per l Italia digitale (DigitPA) deve stabilire le regole tecniche, le quali vengono poi adottate con decreto ministeriale. Ad oggi vi è solo la bozza, inviata al Ministero della pubblica amministrazione, in attesa di schema del DPCM Il software ministeriale SIECIC riceve solo file in formato PDF firmati digitalmente tramite creazione di busta in formato.p7m Questo è il sistema che ad oggi è obbligatorio per le comunicazioni con le cancellerie 31 Norme Interessate: Art. 71 D.lgs. 7 marzo 2005 n. 82 Codice dell Amministrazione Digitale

32 Creditori P E C Curatore Redattore atti CANCELLERIA SIECIC 32 Giudice Delegato

33 CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NAPOLI COMMISSIONE DIRITTO FALLIMENTARE III CORSO DI FORMAZIONE DIRITTO FALLIMENTARE LA NORMATIVA ATTUALE, PROBLEMATICHE GENERALI E PROSPETTIVE ATTUATIVE PARTE SPECIALISTICA MARTEDÌ 09 APRILE 2013 ORE NUOVO PALAZZO DI GIUSTIZIA CENTRO DIREZIONALE SALA AUDITORIUM Inaugurazione del III Corso di Formazione Diritto Fallimentare parte specialistica INDIRIZZI DI SALUTO: AVV. FRANCESCO CAIA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NAPOLI AVV. PROF. VINCENZO SPARANO GIÀ DOCENTE DIRITTO FALLIMENTARE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II LA MATERIA CONCORSUALE NELL ATTUALIZZAZIONE DELLA MODALITÀ TELEMATICA LA PEC DEGLI ORGANI DELLE PROCEDURE FALLIMENTARI DOTT. LUCIO DI NOSSE PRESIDENTE VII SEZIONE FALLIMENTARE TRIBUNALE NAPOLI AVV. DEOSDEDIO LITTERIO TESORIERE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NAPOLI AVV. GIUSEPPE NAPOLITANO CONSIGLIERE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI NAPOLI AVV.TI ILARIA MALAGRIDA, AVV. MAURO MAROBBIO COMMISSIONE DIRITTO FALLIMENTARE MODERA: AVV. LUCA MOSCARDINO COMMISSIONE DIRITTO FALLIMENTARE Nell occasione sarà presente il Dott.Vasco Ciresola, Amministratore unico di Zucchetti Software Giuridico s.r.l. che tratterà delle evoluzioni organizzative e tecnologiche necessarie ai Curatori per effetto delle novità introdotte dalla Legge 221/2012 e dalla Legge 228/2012. MODALITÀ DI PRENOTAZIONE PER GLI AVVOCATI ISCRITTI ALL'ORDINE DI NAPOLI: LA PARTECIPAZIONE ALL'EVENTO DARÀ DIRITTO A 3 CREDITI FORMATIVI LA PRENOTAZIONE AL CORSO DECORRE DAL 27/03/2013 FINO AD ESAURIMENTO DEI 500 POSTI PRENOTABILI VIA INTERNET PER GLI ISCRITTI IN POSSESSO DEL TESSERINO MAGNETICO E LA PASSWORD PERSONALE. MODALITÀ DI RILEVAZIONE DELLA PRESENZA CON RILEVATORE DI PRESENZA IN ENTRATA E IN USCITA. LA RILEVAZIONE CARTACEA È ASSICURATA PER I SOLI AVVOCATI DEGLI ALTRI CONSIGLI DELL'ORDINE Il Consigliere Segretario Avv Antonio Tafuri Il Presidente Avv. Francesco Caia

Avv. Giorgio Cesare Amerio Avv. Giuseppe Vitrani PROCESSO TELEMATICO LE ESECUZIONI INDIVIDUALI E CONCORSUALI

Avv. Giorgio Cesare Amerio Avv. Giuseppe Vitrani PROCESSO TELEMATICO LE ESECUZIONI INDIVIDUALI E CONCORSUALI Avv. Giorgio Cesare Amerio Avv. Giuseppe Vitrani PROCESSO TELEMATICO LE ESECUZIONI INDIVIDUALI E CONCORSUALI PROGRAMMA Aspetti comuni alle procedure concorsuali nel processo telematico Le procedure esecutive

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Avv. Angelo Cugini www.iuslaw.it . La PEC è uno strumento che, al pari della posta elettronica ordinaria consente la trasmissione un documento informatico composto dal testo

Dettagli

Data aggiornamento: 16 gennaio 2014

Data aggiornamento: 16 gennaio 2014 Adempimenti al Registro Imprese previsti dalla Legge Fallimentare e normative ad essa collegate in capo al Curatore Fallimentare ai Commissari e Liquidatori Giudiziali Data aggiornamento: 16 gennaio 2014

Dettagli

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 Le modifiche introdotte dal DL Sviluppo bis in materia concorsuale riguardano:

Dettagli

FIRENZE - GIOVEDÌ 14 MARZO 2013

FIRENZE - GIOVEDÌ 14 MARZO 2013 I NUOVI ADEMPIMENTI TELEMATICI NELLE PROCEDURE CONCORSUALI A L E S S A N D R O T O R C I N I LA NUOVA DISCIPLINA DELLA COMUNICAZIONE TELEMATICA DEGLI ATTI NELLE PROCEDURE CONCORSUALI NUOVI COMPITI ED ONERI

Dettagli

LE MODALITA OPERATIVE NEI: FALLIMENTI CONCORDATI PREVENTIVI AMMINISTRAZIONI STRAORDINARIE LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE.

LE MODALITA OPERATIVE NEI: FALLIMENTI CONCORDATI PREVENTIVI AMMINISTRAZIONI STRAORDINARIE LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE. LE MODALITA OPERATIVE NEI: FALLIMENTI CONCORDATI PREVENTIVI AMMINISTRAZIONI STRAORDINARIE LIQUIDAZIONI COATTE AMMINISTRATIVE. Suggeriamo le modalità operative a cui i Curatori e amministratori dovranno

Dettagli

ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDE DI DIRITTO CONCORSUALE N. 01/2014

ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDE DI DIRITTO CONCORSUALE N. 01/2014 ODCEC DI MANTOVA - COMMISSIONE PROCEDURE CONCORSUALI - SCHEDE DI DIRITTO CONCORSUALE N. 01/2014 COMUNICAZIONI AI CREDITORI: I NUOVI ADEMPIMENTI TELEMATICI RIFERIMENTI NORMATIVI: PREMESSA: Art. 17 del D.L.

Dettagli

LA DOMANDA DI INSINUAZIONE AL PASSIVO ALLA LUCE DEL D.P.C.M. 13.11.2014. RIMINI 12 GIUGNO 2015 RELATORE: Avv. Andrea Deangeli

LA DOMANDA DI INSINUAZIONE AL PASSIVO ALLA LUCE DEL D.P.C.M. 13.11.2014. RIMINI 12 GIUGNO 2015 RELATORE: Avv. Andrea Deangeli LA DOMANDA DI INSINUAZIONE AL PASSIVO ALLA LUCE DEL D.P.C.M. 13.11.2014 RIMINI 12 GIUGNO 2015 RELATORE: Avv. Andrea Deangeli LA DOMANDA DI INSINUAZIONE AL PASSIVO ALLA LUCE DEL D.P.C.M. 13.11.2014 RIMINI

Dettagli

Novità introdotte dal D.L. 179 convertito nella Legge 17-12-2012 n. 221

Novità introdotte dal D.L. 179 convertito nella Legge 17-12-2012 n. 221 Novità introdotte dal D.L. 179 convertito nella Legge 17-12-2012 n. 221 Modifiche alla legge fallimentare in tema di comunicazioni per via telematica Le modifiche proposte, tutte volte a favorire e velocizzare

Dettagli

Il processo civile telematico e la consulenza tecnica di ufficio. Commissione di studio Area Giudiziale Sottocommissione alle CTU

Il processo civile telematico e la consulenza tecnica di ufficio. Commissione di studio Area Giudiziale Sottocommissione alle CTU Il processo civile telematico e la consulenza tecnica di ufficio Commissione di studio Area Giudiziale Sottocommissione alle CTU Art 16-bis D.L. 179/2012 come convertito in Legge "Salvo quanto previsto

Dettagli

Progetto FALLCO - MANDATI ELETTRONICI

Progetto FALLCO - MANDATI ELETTRONICI Progetto FALLCO - MANDATI ELETTRONICI Dematerializzazione dell iter autorizzativo ed esecutivo relativo ai mandati di pagamento disposti nell ambito delle procedure concorsuali presso le sezioni fallimentari

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO Firenze, 21 luglio 2014 Hotel Mediterraneo Eros Ceccherini La lunga strada del processo telematico D.LGS 7 MARZO 2005 N. 82 PRINCIPI PER L ADOZIONE

Dettagli

Le trasmetto una sintetica presentazione della piattaforma Fallco, per la gestione delle procedure concorsuali.

Le trasmetto una sintetica presentazione della piattaforma Fallco, per la gestione delle procedure concorsuali. Vicenza, 25 maggio 2013 Illustre Dott. Alberto MION Presidente ODCEC di Verona Via Tezone, 5 37122 Verona Illustre dott Mion, Le trasmetto una sintetica presentazione della piattaforma Fallco, per la gestione

Dettagli

Processo Civile Telematico per Procedure Concorsuali ed Esecutive. 30 Giugno 2014 LE NOVITA

Processo Civile Telematico per Procedure Concorsuali ed Esecutive. 30 Giugno 2014 LE NOVITA Processo Civile Telematico per Procedure Concorsuali ed Esecutive 30 Giugno 2014 LE NOVITA INDICE ARGOMENTI: 1. LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA LEGGE 228/2012, 2. COSA CAMBIA PER IL CURATORE/COMMISSARIO/PROFESSIONISTA

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO L ABC DEL PCT

PROCESSO CIVILE TELEMATICO L ABC DEL PCT PROCESSO CIVILE TELEMATICO L ABC DEL PCT OTTOBRE 2014 GRUPPO DI LAVORO DELLA F.I.I.F. FONDAZIONE ITALIANA PER L INNOVAZIONE FORENSE PREMESSA Tutte le slide reperibili sul sito www.pergliavvocati.it ScreenCast

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE

INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE 13 GENNAIO 2015 La presente nota operativa dello StaffPCT del Tribunale di Firenze è un estratto di alcune indicazioni contenute nella circolare

Dettagli

IL PROCESSO TELEMATICO DEL LAVORO. Avv. Daniela Muradore

IL PROCESSO TELEMATICO DEL LAVORO. Avv. Daniela Muradore IL PROCESSO TELEMATICO DEL LAVORO Avv. Daniela Muradore LA PEC D.l. n. 185/2008 convertito in Legge 28 gennaio 2009, n. 2 e successive modificazioni art. 16 comma 7 art. 16 comma 7-bis I professionisti

Dettagli

Le notifiche degli avvocati tramite PEC (L. 53/94) dopo il DL 90/14 e la L. 114/14

Le notifiche degli avvocati tramite PEC (L. 53/94) dopo il DL 90/14 e la L. 114/14 Le notifiche degli avvocati tramite PEC (L. 53/94) Lentini, 24 ottobre 2014 Avv. Maurizio Reale Evoluzione normativa della L. 53/94 1) Legge 148/2011 2) Legge 17.12.2012 n. 221 3) DM 48/2013 Introduce

Dettagli

L ABC DEL PCT. Notizie sul Processo Civile Telematico applicato alle procedure concorsuali.

L ABC DEL PCT. Notizie sul Processo Civile Telematico applicato alle procedure concorsuali. L ABC DEL PCT Notizie sul Processo Civile Telematico applicato alle procedure concorsuali. A cura del Gruppo di lavoro sul P.C.T. Ordine Dottori Commercialisti di Firenze SIETE PRONTI? Da un punto di vista

Dettagli

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali)

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) 1. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell articolo 16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni,

Dettagli

Progetto di formazione sul Processo Telematico DECRETI INGIUNTIVI ESECUZIONI IMMOBILIARI ATTI ENDOPROCESSUALI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA

Progetto di formazione sul Processo Telematico DECRETI INGIUNTIVI ESECUZIONI IMMOBILIARI ATTI ENDOPROCESSUALI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA Progetto di formazione sul Processo Telematico DECRETI INGIUNTIVI ESECUZIONI IMMOBILIARI ATTI ENDOPROCESSUALI Verona 29 aprile 2014 Il tempo scorre. Sostituire il testo

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO <> << Società fallita>>

TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO <<numero ed anno del fallimento>> << Società fallita>> TRIBUNALE DI ROMA AVVISO EX ART.92 L.F. FALLIMENTO > Si informa che con Sentenza il Tribunale di Roma ha dichiarato il fallimento

Dettagli

LA NOTIFICA ESEGUITA DALL AVVOCATO

LA NOTIFICA ESEGUITA DALL AVVOCATO LA NOTIFICA ESEGUITA DALL AVVOCATO La legge n 53 del 1994 Firenze, 10 giugno 2011 Avv. Fabrizio Ariani REQUISITI Titolarità di procura alle liti Preventiva autorizzazione del consiglio dell Ordine Possesso

Dettagli

Le notifiche degli avvocati tramite PEC dopo il DL 90/14, la L. 114/14 e il DPCM 13.11.2014

Le notifiche degli avvocati tramite PEC dopo il DL 90/14, la L. 114/14 e il DPCM 13.11.2014 dopo il DL 90/14, la L. 114/14 e il DPCM 13.11.2014 AVV. MAURIZIO REALE (aggiornate al 22 marzo 2015) GRUPPO DI LAVORO DELLA F.I.I.F. FONDAZIONE ITALIANA PER L INNOVAZIONE FORENSE Evoluzione normativa

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A. www.procedure.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO Istruzioni per i professionisti ausiliari del Giudice e per i CTU Vademecum realizzato dalla società Aste Giudiziarie Inlinea

Dettagli

Fallco e il PCT Atti depositabili dal Curatore

Fallco e il PCT Atti depositabili dal Curatore Atti depositabili dal Curatore (L elenco che segue si riferisce agli atti dell ambito procedure concorsuali che è possibile depositare telematicamente presso gli Uffici Giudiziari nei quali sia stato attivato

Dettagli

COMUNICAZIONE AI CURATORI DI VERBANIA

COMUNICAZIONE AI CURATORI DI VERBANIA COMUNICAZIONE AI CURATORI DI VERBANIA Vicenza, 12 aprile 2012 Oggetto: informatizzazione dell attività del Curatore Fallimentare e interoperabilità col Sistema Ministeriale SIECIC - PCT Preg.mo Curatore,

Dettagli

La PEC come domicilio digitale del cittadino e dell impresa tra rischi e opportunità

La PEC come domicilio digitale del cittadino e dell impresa tra rischi e opportunità La PEC come domicilio digitale del cittadino e dell impresa tra rischi e opportunità Avv. Nicola Gargano www.amadir.it Un po di norme D.P.R. 11.2.2005 n. 68 regolamenta in Italia la c.d. PEC (Posta Elettronica

Dettagli

www.lascalaw.com www.iusletter.com

www.lascalaw.com www.iusletter.com LaScala studio legale in association with Field Fisher Waterhouse Focus on VADEMECUM: COMUNICAZIONI TELEMATICHE E DEPOSITO DEGLI ATTI NELLE PROCEDURE CONCORSUALI EX D.L. 179/2012 Marzo 2013 www.lascalaw.com

Dettagli

L.R. 15/2010, art. 29, c. 1, lett. f) e g) B.U.R. 5/11/2014, n. 45. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 22 ottobre 2014, n. 0206/Pres.

L.R. 15/2010, art. 29, c. 1, lett. f) e g) B.U.R. 5/11/2014, n. 45. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 22 ottobre 2014, n. 0206/Pres. L.R. 15/2010, art. 29, c. 1, lett. f) e g) B.U.R. 5/11/2014, n. 45 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 22 ottobre 2014, n. 0206/Pres. Regolamento per la disciplina della domanda tavolare telematica e

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1898 DEL 17 OTTOBRE 2014

ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1898 DEL 17 OTTOBRE 2014 Attenzione: la copertina del decreto presidenziale va stampata su carta intestata della presidenza, che ha già il cartiglio ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 1898 DEL 17 OTTOBRE 2014 Regolamento per la disciplina

Dettagli

Sistema di Notifiche e Comunicazioni telematiche penali

Sistema di Notifiche e Comunicazioni telematiche penali Dipartimento dell Organizzazione Giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale per i Sistemi Informativi Automatizzati Sistema di Notifiche e Comunicazioni telematiche penali Lucia Marcon

Dettagli

entro 5 gg. ( x ESE MOB. c/o TERZI e ESE AUTOV.) dalla maturata inefficacia del pignoramento >>>>>

entro 5 gg. ( x ESE MOB. c/o TERZI e ESE AUTOV.) dalla maturata inefficacia del pignoramento >>>>> Come è noto la novella delle Esecuzioni Civili ha previsto che: l UNEP Deve consegnare al CREDITORE 1) Verbale /atto di pignoramento 2) Titolo Esecutivo 3) Atto di precetto il CREDITORE Deve depositare

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE

CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE www.pg.camcom.gov.it CAMERA DI COMMERCIO DI PERUGIA UFFICIO REGISTRO IMPRESE LE PROCEDURE CONCORSUALI DOPO LA RIFORMA DELLA LEGGE MANUALE OPERATIVO PER GLI ADEMPIMENTI REGISTRO IMPRESE IN MATERIA DI FALLIMENTO,

Dettagli

TRIBUNALE DI BOLOGNA

TRIBUNALE DI BOLOGNA Vicenza, 6 aprile 2012 TRIBUNALE DI BOLOGNA INTEROPERABILITÀ P.C.T. TRA CURATORE FALLIMENTARE E SIECIC La direttiva del tribunale di Bologna n.3660 del 25 ottobre 2011, indica che dal prossimo 1 giugno

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

La piattaforma web per il Processo Civile Telematico

La piattaforma web per il Processo Civile Telematico La piattaforma web per il Processo Civile Telematico INTRODUZIONE Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A., in virtù di una pluriennale esperienza professionale in ambito giudiziario, ha seguito da vicino il processo

Dettagli

PRIME INDICAZIONI OPERATIVE CONSEGUENTI ALL ENTRATA IN VIGORE DEL DECRETO LEGGE 179/2012 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI

PRIME INDICAZIONI OPERATIVE CONSEGUENTI ALL ENTRATA IN VIGORE DEL DECRETO LEGGE 179/2012 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Tribunale di Roma Sezione Fallimentare il Presidente della Sezione - visto il Decreto Legge 18 ottobre 2012, n. 179 (Pubblicato nel S.O. n.194, relativo alla G.U. n.245 del 19/10/2012) convertito con modificazioni

Dettagli

Guida alla lettura del D.M. 44/2011 (Regolamento PCT)

Guida alla lettura del D.M. 44/2011 (Regolamento PCT) Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 26.3.2015 La Nuova Procedura Civile, 1, 2015 Editrice Guida alla lettura del D.M. 44/2011 (Regolamento PCT)

Dettagli

Legge 21 gennaio 1994, n. 53

Legge 21 gennaio 1994, n. 53 Legge 21 gennaio 1994, n. 53 Facoltà di notificazioni di atti civili, amministrativi e stragiudiziali per gli avvocati e procuratori legali (1-2) (1) Il termine "procuratore legale" contenuto nella presente

Dettagli

Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA

Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA Belluno 28 gennaio 2014 www.feinar.it PEC: Posta Elettronica Certificata Che cos'è e come funziona la PEC 3 PEC: Posta Elettronica

Dettagli

Fatturazione elettronica: aspetti fiscali e conservazione

Fatturazione elettronica: aspetti fiscali e conservazione Fatturazione elettronica: aspetti fiscali e conservazione Torino - 11 aprile 2016 Fatturazione elettronica Normativa Funzionamento del sistema di fatturazione Creazione e apposizione della firma digitale

Dettagli

P.C.T. Il Processo Civile Telematico Guida operativa all utilizzo del sistema GEO-C.T.U. (GEOWEB-LEXTEL) Versione 28 Giugno 2014 Release 2.0.

P.C.T. Il Processo Civile Telematico Guida operativa all utilizzo del sistema GEO-C.T.U. (GEOWEB-LEXTEL) Versione 28 Giugno 2014 Release 2.0. P.C.T. Il Processo Civile Telematico Guida operativa all utilizzo del sistema GEO-C.T.U. (GEOWEB-LEXTEL) Versione 28 Giugno 2014 Release 2.0. Dal 30 Giugno 2014 è entrato in vigore il Processo Civile Telemativo

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI VARESE

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI VARESE ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI VARESE CORSO DI FORMAZIONE La Riforma della Legge Fallimentare nei suoi aspetti pratici 3 a giornata Venerdì 19 Maggio 2006 Esercitazioni

Dettagli

Sin Professionisti Gold. per

Sin Professionisti Gold. per Sin Professionisti Gold per Indice 1 L offerta di Poste Italiane per gli Avvocati 2 Descrizione dell offerta 3 Il processo 4 Il Portale 5 Condizioni economiche L offerta di Poste Italiane per gli Avvocati

Dettagli

LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO. Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014

LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO. Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014 LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014 Le principali novità Iscrizione a ruolo del processo esecutivo per espropriazione (art. 518 co.6)

Dettagli

Vademecum Professionisti ausiliari del Giudice

Vademecum Professionisti ausiliari del Giudice Vademecum Professionisti ausiliari del Giudice Processo Civile Telematico Sezione Commerciale del Tribunale di Lecce Il presente documento di prassi è stato elaborato C.O.Gruppo srl con il supporto della

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE

TRIBUNALE DI FIRENZE AI MAGISTRATI AL PERSONALE AMMINISTRATIVO E,P.C AL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE TRIBUNALE DI FIRENZE STAFF PCT E,P.C. AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI MEMORANDUM RIEPILOGATIVO PCT Lo

Dettagli

VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEL RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO

VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEL RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO VADEMECUM PER IL DEPOSITO DEL RICORSO PER DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO Il RICORSO per decreto ingiuntivo telematico deve essere redatto con il software tradizionalmente utilizzato dall avvocato (Word,

Dettagli

Si fa presente che la cancelleria non stamperà in nessun caso copia cartacea degli atti e dei documenti depositati

Si fa presente che la cancelleria non stamperà in nessun caso copia cartacea degli atti e dei documenti depositati TRIBUNALE CIVILE DI ROMA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA ISTRUZIONI OPERATIVE PER IL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI DI PARTE DEL CONTENZIOSO ATTRAVERSO LA PIATTAFORMA DEL PROCESSO TELEMATICO Il Tribunale

Dettagli

Processo AMMINISTRATIVO Telematico (P.A.T.) Avv. Andrea Pontecorvo

Processo AMMINISTRATIVO Telematico (P.A.T.) Avv. Andrea Pontecorvo Processo AMMINISTRATIVO Telematico (P.A.T.) Avv. Andrea Pontecorvo Trieste, addì 6 novembre 2015... Non si conosce, perché non ancora ancora pubblicate, il contenuto delle regole tecniche e delle specifiche

Dettagli

LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE

LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE LA RIFORMA DELLA LEGGE FALLIMENTARE GLI ADEMPIMENTI NEI CONFRONTI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE SOMMARIO A - FALLIMENTO B - CONCORDATO FALLIMENTARE C - CONCORDATO PREVENTIVO D - LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA

Dettagli

PCT E NOTIFICHE A MEZZO PEC UN ANNO DOPO: STATO DELL'ARTE, NOVITÀ E PROBLEMATICHE

PCT E NOTIFICHE A MEZZO PEC UN ANNO DOPO: STATO DELL'ARTE, NOVITÀ E PROBLEMATICHE PCT E NOTIFICHE A MEZZO PEC UN ANNO DOPO: STATO DELL'ARTE, NOVITÀ E PROBLEMATICHE Mantova, 20 marzo 2015 Avv. Alessandro Piccinini Il PCT e le procedure esecutive post D.L. 132/2014 Art. 18 D.L. 132/2014,

Dettagli

Il Momento Legislativo

Il Momento Legislativo Il Momento Legislativo Modulo PCT Redattore atti Iscrizione a ruolo telematica delle procedure esecutive mobiliari, immobiliari e presso terzi 31 marzo 2015 1 Introduzione Le diapositive che seguono illustreranno

Dettagli

VADEMECUM PER IL DEPOSITO TELEMATICO DELLA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA

VADEMECUM PER IL DEPOSITO TELEMATICO DELLA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA VADEMECUM PER IL DEPOSITO TELEMATICO DELLA COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA Per depositare telematicamente la COMPARSA DI COSTITUZIONE E RISPOSTA la stessa deve essere redatta con il software tradizionalmente

Dettagli

Fallco Fallimenti Web. Introduzione

Fallco Fallimenti Web. Introduzione Introduzione Fallco Fallimenti Web è l unico software per curatori realizzato in ambiente web, coniugando l esperienza e la qualità acquisite con lo storico prodotto Fallco Fallimenti con i vantaggi offerti

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI CROTONE. Settore Fallimenti. Al Magistrato Referente per l'informatica

TRIBUNALE ORDINARIO DI CROTONE. Settore Fallimenti. Al Magistrato Referente per l'informatica óirlq. 5l "u4,l ] Gtru?illfi TRIBUNALE ORDINARIO DI CROTONE Settore Fallimenti Al Presidente del Tribunale Al Magistrato Referente per l'informatica AI Dirigent e Ammini s tr ativo Al funzionario coordinatore

Dettagli

TRASMISSIONE E DEPOSITO DEGLI ATTI TELEMATICI

TRASMISSIONE E DEPOSITO DEGLI ATTI TELEMATICI TRIBUNALE ORDINARIO DI FERRARA CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FERRARA r VADEMECUM PER IL PCT SEZIONE 2 TRASMISSIONE E DEPOSITO DEGLI ATTI TELEMATICI SOMMARIO 2.1. IL DEPOSITO TELEMATICO DELL'AVVOCATO

Dettagli

SCHEMA RIEPILOGATIVO DELLE ATTESTAZIONI DI CONFORMITA NELLE NOTIFICHE E NEI DEPOSITI CON FORMULE

SCHEMA RIEPILOGATIVO DELLE ATTESTAZIONI DI CONFORMITA NELLE NOTIFICHE E NEI DEPOSITI CON FORMULE SCHEMA RIEPILOGATIVO DELLE ATTESTAZIONI DI CONFORMITA NELLE NOTIFICHE E NEI DEPOSITI CON FORMULE Avv. Mirco Minardi Foro di Ancona Aggiornato al 18/09/2015 In rete è possibile trovare molti schemi riepilogativi

Dettagli

Il Processo Civile Telematico. 2 Round

Il Processo Civile Telematico. 2 Round Il Processo Civile Telematico 2 Round Ordine degli Avvocati di Viterbo 21 febbraio 2014 Cap. 1 REDAZIONE DELL ATTO IL P.C.T. 2 ODA Viterbo 21/02/2014 Avv. Marco Prosperoni 2 IL D.I. IN SEI PASSI Redazione

Dettagli

La Digitalizzazione del processo: dalla buona pratica, all obbligo.

La Digitalizzazione del processo: dalla buona pratica, all obbligo. La Digitalizzazione del processo: dalla buona pratica, all obbligo. Ordine degli Avvocati di Macerata Formazione Continua Evento del 15 novembre 2013 Avv. Renzo Tartuferi Master in Innovazione nella Pubblica

Dettagli

Le attestazioni di conformità dopo il d.l. 83/2015 e l. conv. 132/2015. Avv. Mirco Minardi Ancona, 25/09/2015

Le attestazioni di conformità dopo il d.l. 83/2015 e l. conv. 132/2015. Avv. Mirco Minardi Ancona, 25/09/2015 Le attestazioni di conformità dopo il d.l. 83/2015 e l. conv. 132/2015 Avv. Mirco Minardi Ancona, 25/09/2015 Evoluzione della disciplina Art. 3-bis, legge 53/1994, introdotto dal d.l. 179/2012 (prima della

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

Notifiche PEC Guida Utente

Notifiche PEC Guida Utente s Notifiche PEC Guida Utente Versione 1.6 Guida all uso Notifiche in Proprio tramite PEC Sommario Premessa... 2 Notifiche PEC... 3 1.1 Schede d inserimento dati... 5 1.1.1 Cliente, Fase del Procedimento

Dettagli

IL PCT: PROCESSO CIVILE TELEMATICO

IL PCT: PROCESSO CIVILE TELEMATICO Gli strumenti necessari al PcT(PEC, ReGindE, Portale Giustizia e PolisWeb, esame fascicoli, punti di accesso, redattore atti e busta telematica, depositi elaborati) 1 DA QUANDO INIZIERA L OBBLIGO? OBBLIGATORIETA

Dettagli

Quadro normativo di riferimento. Avv. Marco Scialdone - marcoscialdone@gmail.com scialdone@pec.studiolegalefd.it BLOG: http://scialdone.blogspot.

Quadro normativo di riferimento. Avv. Marco Scialdone - marcoscialdone@gmail.com scialdone@pec.studiolegalefd.it BLOG: http://scialdone.blogspot. Quadro normativo di riferimento Avv. Marco Scialdone - marcoscialdone@gmail.com BLOG: http://scialdone.blogspot.com La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica nel quale è

Dettagli

Breve guida su strumenti operativi, notifiche e autentiche dell avvocato nell ambito del PCT Vers.2

Breve guida su strumenti operativi, notifiche e autentiche dell avvocato nell ambito del PCT Vers.2 Breve guida su strumenti operativi, notifiche e autentiche dell avvocato nell ambito del PCT Vers.2 Le novità contenute nella legge 132/15 che ha convertito il dl 83/15 in tema di modalità di esercizio

Dettagli

Cosa è la Comunicazione Unica?

Cosa è la Comunicazione Unica? Cosa è la Comunicazione Unica? La Comunicazione Unica permette di assolvere tutti gli adempimenti amministrativi, fiscali, previdenziali ed assicurativi necessari all'avvio di un'attività imprenditoriale

Dettagli

Le notifiche degli avvocati tramite PEC

Le notifiche degli avvocati tramite PEC Le notifiche degli avvocati tramite PEC La tecnologia non è più appannaggio esclusivo di scienziati, ingegneri e addetti ai lavori, ma è entrata nelle case, negli uffici, negli studi professionali e la

Dettagli

VADEMECUM PER L'ISCRIZIONE A RUOLO IN VIA TELEMATICA DELLE PROCEDURE ESECUTIVE 4.5.2015

VADEMECUM PER L'ISCRIZIONE A RUOLO IN VIA TELEMATICA DELLE PROCEDURE ESECUTIVE 4.5.2015 VADEMECUM PER L'ISCRIZIONE A RUOLO IN VIA TELEMATICA DELLE PROCEDURE ESECUTIVE Prima edizione elaborata dalla Commissione Informatica del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Padova con la collaborazione

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI PER LA CIRCOSCRIZIONE DEL TRIBUNALE DI TREVISO TREVISO Via Verdi 18 TEL. 0422 5596 + 21-12-10-20-19 - FAX 0422 559618 SITO WEB: www.ordineavvocatitreviso.it Prot. n.

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE STAFF PCT

TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE STAFF PCT TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE STAFF PCT Oggetto: novità normative AI SIGG. MAGISTRATI AL PERSONALE AMMINISTRATIVO e, p. c. AL SIG. PRESIDENTE DEL TRIBUNALE AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI SEDE

Dettagli

Formazione 2015 Comm. Informatica OAT

Formazione 2015 Comm. Informatica OAT Formazione 2015 Comm. Informatica OAT 1. l ABC del Processo Telematico e dei servizi telematici attivi a Torino; 2. Processo telematico: gli strumenti necessari (PEC e firma digitale) e le notificazioni

Dettagli

GRUPPO MISTO DI LAVORO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEL TRIBUNALE DI PESCARA

GRUPPO MISTO DI LAVORO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEL TRIBUNALE DI PESCARA GRUPPO MISTO DI LAVORO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEL TRIBUNALE DI PESCARA Vademecum per la redazione e l invio del ricorso per ingiunzione telematico e degli atti del processo civile telematico (per

Dettagli

V GRUPPO Processo civile telematico

V GRUPPO Processo civile telematico V GRUPPO Processo civile telematico Scheda argomenti di dibattito: Processo telematico e raccordo tra atti difensivi e provvedimenti del giudice Protocolli sul processo civile telematico e modelli di atti/provvedimenti

Dettagli

L avvocato può trovare la strada giusta (?)

L avvocato può trovare la strada giusta (?) Il processo civile telematico a un anno dalla sua obbligatorietà Salone Valente - 16 giugno 2015 L avvocato può trovare la strada giusta (?) NORMATIVA Codice dell Amministrazione Digitale D.Lgs. 82/2005

Dettagli

Circolare N.90 del 30 Maggio 2013

Circolare N.90 del 30 Maggio 2013 Circolare N.90 del 30 Maggio 2013 Ditte individuali già attive. Obbligo di deposito della PEC entro il 30 giugno 2013 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, le imprese individuali

Dettagli

OGGETTO: Pec per imprese individuali entro il 30.06

OGGETTO: Pec per imprese individuali entro il 30.06 Informativa per la clientela di studio N. 75 DEL 29.05.2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Pec per imprese individuali entro il 30.06 Gentile cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il

Dettagli

BREVE VADEMECUM LE NOTIFICHE IN PROPRIO A MEZZO PEC A CURA DELL AVV. DARIO OBIZZI

BREVE VADEMECUM LE NOTIFICHE IN PROPRIO A MEZZO PEC A CURA DELL AVV. DARIO OBIZZI BREVE VADEMECUM LE NOTIFICHE IN PROPRIO A MEZZO PEC A CURA DELL AVV. DARIO OBIZZI Quest'opera è stata rilasciata con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia. Per leggere una copia della licenza

Dettagli

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Prof. Avv. Giusella Finocchiaro Studio legale Finocchiaro www. studiolegalefinocchiaro.it 1 Il quadro normativo Percorso lungo e complesso: normativa

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI FERRARA CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FERRARA PROTOCOLLO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

TRIBUNALE ORDINARIO DI FERRARA CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FERRARA PROTOCOLLO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO TRIBUNALE ORDINARIO DI FERRARA CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FERRARA PROTOCOLLO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Il Tribunale di Ferrara, ed il Consiglio dell'ordine degli Avvocati del Foro di

Dettagli

Ordine Avvocati Corte di Cassazione

Ordine Avvocati Corte di Cassazione Ordine Avvocati Corte di Cassazione Convegno 18 Novembre 2014 Relazione a cura di Domenico Condello Consigliere dell Ordine degli Avvocati di Roma IL DECRETO INGIUNTIVO TELEMATICO COME FARE? COSA FARE?

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione di tre premi di studio Prof. E. h. Dipl.- Ing. Klaus Fischer. Edizione 2015

Bando di concorso per l assegnazione di tre premi di studio Prof. E. h. Dipl.- Ing. Klaus Fischer. Edizione 2015 Bando di concorso per l assegnazione di tre premi di studio Prof. E. h. Dipl.- Ing. Klaus Fischer. Edizione 2015 DIREZIONE GENERALE AREA DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI Decreto Rep. 1935 Prot. n. 139721

Dettagli

COME PROCEDERE ALL'ISCRIZIONE TELEMATICA DI UN PIGNORAMENTO IMMOBILIARE DAL

COME PROCEDERE ALL'ISCRIZIONE TELEMATICA DI UN PIGNORAMENTO IMMOBILIARE DAL COME PROCEDERE ALL'ISCRIZIONE TELEMATICA DI UN PIGNORAMENTO IMMOBILIARE DAL 31.03.2015 (entrata in vigore della modifica delle norme sulle esecuzioni contenute nel D.L. 12.09.2014, n. 132 convertito dalla

Dettagli

DIRETTIVE CONCERNENTI L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

DIRETTIVE CONCERNENTI L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Allegato A) DIRETTIVE CONCERNENTI L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. 1. LA POSTA ELETTRONICA TRADIZIONALE E LA POSTA ELETTRONICA

Dettagli

Il Processo Tributario Telematico

Il Processo Tributario Telematico IL PROCESSO TRIBUTARIO Il Processo Tributario Telematico dopo la pubblicazione del Decreto 23 dicembre 2013 n.163 RELATORE: Aurelio Parente Componente Gruppo di lavoro per il processo tributario telematico

Dettagli

LORO SEDI. Esclusione dell uso del fax per la trasmissione di documenti tra PA Prima applicazione: le richieste di visite fiscali

LORO SEDI. Esclusione dell uso del fax per la trasmissione di documenti tra PA Prima applicazione: le richieste di visite fiscali DIREZIONE GENERALE CENTRALE ORGANIZZAZIONE, PERSONALE, SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICA SERVIZIO AMMINISTRAZIONE E GESTIONE IL RESPONSABILE ELENA ROVERSI REG. DEL TIPO ANNO NUMERO CFR. FILE SEGNATURA XML

Dettagli

Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82

Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE (CAD) Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 Modifiche ed integrazioni introdotte dal decreto-legge 22 giugno 2012 n. 83 e 6 luglio 2012 n 95 (convertiti con modificazioni,

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Gruppo Informatico di Presidenza

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Gruppo Informatico di Presidenza CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ROMA Gruppo Informatico di Presidenza Vademecum pratico operativo per l'attuazione del Protocollo sul Processo Civile Telematico sottoscritto dal Presidente del

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI

STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI 1 REGISTRO DELLE IMPRESE STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI 1/2006 febbraio 2006 www.an.camcom.it 1 2 INDICE PREMESSA... 3 1. SOCIETA PER AZIONI: STRUMENTI FINANZIARI... 3 1.1

Dettagli

Introduzione al PCT. Vincenzo Gunnella. Roma 3 aprile 2014

Introduzione al PCT. Vincenzo Gunnella. Roma 3 aprile 2014 Introduzione al PCT Vincenzo Gunnella Roma 3 aprile 2014 Che cos è il PCT Una serie di servizi telematici per: Ufficio giudiziario Depositare atti e documenti Notaio Ricevere comunicazioni e notificazioni

Dettagli

Servizio PCT. Guida all uso. www.accessogiustizia.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO

Servizio PCT. Guida all uso. www.accessogiustizia.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO Guida all uso www.accessogiustizia.it Servizio PCT PROCESSO CIVILE TELEMATICO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche, con servizi

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO GUIDA RAPIDA AGLI ADEMPIMENTI

PROCESSO CIVILE TELEMATICO GUIDA RAPIDA AGLI ADEMPIMENTI PROCESSO CIVILE TELEMATICO GUIDA RAPIDA AGLI ADEMPIMENTI Il Processo Civile Telematico o PCT è la rete informatica gestita dal Ministero della Giustizia per l automazione dei flussi informativi e documentali

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretto della Corte d Appello di Napoli. Il Processo Civile Telematico: Kit informativo per l Avvocato

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretto della Corte d Appello di Napoli. Il Processo Civile Telematico: Kit informativo per l Avvocato Progetto GOL! Giustizia On Line Distretto della Corte d Appello di Napoli Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO TELEMATICO E L'OBBLIGO DELLE COMUNICAZIONI E

Dettagli

COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA RIFORMA DEL PROCESSO ESECUTIVO D.L.132/2014

COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA RIFORMA DEL PROCESSO ESECUTIVO D.L.132/2014 COMUNICAZIONI RELATIVE ALLA RIFORMA DEL PROCESSO ESECUTIVO D.L.132/2014 Con l entrata in vigore della riforma del processo esecutivo ex D.L. 132/2014, limitatamente agli aspetti pratici e in attesa di

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 25 giugno 2014)

Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 25 giugno 2014) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 25 giugno 2014) 1 Le tre modalità di notifica secondo la nuova L. n. 53/1994 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 Che

Dettagli

DEPLIANT OPERATIVO PER IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

DEPLIANT OPERATIVO PER IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEPLIANT OPERATIVO PER IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO SCOPO DEL PROGETTO Il Processo Civile Telematico (PCT) è un progetto del Ministero della giustizia finalizzato allo scambio telematico di atti giuridici

Dettagli

IL PCT: PROCESSO CIVILE TELEMATICO

IL PCT: PROCESSO CIVILE TELEMATICO PCT Istruzioni per l uso IL PCT: PROCESSO CIVILE TELEMATICO 12 novembre 2014 Brescia 1 Cosa è cambiato con il PCT Aspetti positivi: I documenti sono consultabili da qualsiasi postazione; Si è sempre aggiornati

Dettagli

Breve guida su strumenti operativi, notifiche e autentiche dell avvocato nell ambito del PCT

Breve guida su strumenti operativi, notifiche e autentiche dell avvocato nell ambito del PCT Breve guida su strumenti operativi, notifiche e autentiche dell avvocato nell ambito del PCT Le novità contenute nella legge 132/15 che ha convertito il dl 83/15 in tema di modalità di esercizio del potere

Dettagli