BREVE EXCURSUS SULLA DISCIPLINA IN TEMA DI TARIFFE FORENSI NEI PRINCIPALI PAESI D EUROPA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BREVE EXCURSUS SULLA DISCIPLINA IN TEMA DI TARIFFE FORENSI NEI PRINCIPALI PAESI D EUROPA"

Transcript

1 BREVE EXCURSUS SULLA DISCIPLINA IN TEMA DI TARIFFE FORENSI NEI PRINCIPALI PAESI D EUROPA a cura di Stefano Petri Come ormai noto a tutti gli operatori del settore giuridico, l art. 9 del Decreto Legge 24 gennaio 2012 n. 1, ha abrogato in Italia le tariffe delle professioni regolamentate nel sistema ordinistico, tra le quali appunto, le tariffe professionali forensi. Esse prevedevano dei minimi e dei massimi tariffari in relazione alle attività svolte dal professionista; il tutto commisurato sulla base del valore della controversia trattata. Pertanto, non essendovi più dei minimi e dei massimi stabiliti dalla legge, il rapporto di patrocinio intercorrente tra il cliente e l avvocato viene di fatto rimesso alla libera contrattazione. E vi è di più: ai sensi dell art. 9, n. 3 D. Lgs 1/2012, Il compenso per le prestazioni professionali sarà pattuito al momento del conferimento dell incarico professionale, e il professionista avrà l obbligo di informare la parte circa le difficoltà della causa da instaurare, redigendo un preventivo da sottoporle. Inutile dire che l emanazione del decreto legge in oggetto ha suscitato vibranti critiche e contestazioni da parte di tutti gli ordini professionali per i quali i tariffari erano precedentemente in vigore, nonché fondati dubbi di costituzionalità, che i Tribunali non hanno esitato a sollevare innanzi alla Corte Costituzionale. Tuttavia nella presente analisi non ci soffermeremo sulla serie di risvolti negativi e contraddittori scaturenti dal sopracitato articolo 9, che innegabilmente esistono a livello pratico, ma procederemo ad esaminare gli elementi caratterizzanti i sistemi tariffari forensi Europei, al fine di evidenziare i punti di incontro e le differenze con la corrispondente nuova disciplina italiana in tema di tariffe professionali, anche al fine di individuare le possibili soluzioni al vuoto normativo venutosi a creare a seguito della riforma. 1. Le tariffe forensi in Regno Unito. La principale differenza del sistema giuridico inglese rispetto al resto dei paesi Europei è rappresentata dalla suddivisione in due categorie di soggetti che svolgono attività di rappresentanza e consulenza giuridica nell ambito delle professioni legali: stiamo parlando della categoria dei Barrister e dei Solicitors. 1

2 Possiamo affermare che il Barrister viene considerato avvocato per eccellenza, in quanto solo lui può patrocinare le cause avanti la Crown Court (ovvero il Tribunale nazionale che si occupa di tutte le più gravi cause penali, una sorta di Italiana Corte D Assise) sulla base delle istruzioni fornitegli dal solicitor. Tuttavia, sebbene i solicitors rimangano ancora i responsabili della fase istruttoria di una causa e si occupino principalmente di attività stragiudiziale, viene loro consentito di comparire avanti alle corti inferiori e introdurre (solo in alcuni casi particolari e dietro autorizzazione) le cause avanti alla stessa Crown Court. Diverse categorie, diversi sistemi di remunerazione. a) I solicitors Il sistema di remunerazione dei solicitors dipende dalla tipologia dell attività svolta dal professionista, a seconda che essa sia di natura giudiziale o stragiudiziale. Nell attività di tipo giudiziale, l art. 59 del Solicitors Act del 1974 autorizza i solicitors a concludere accordi con i propri clienti, destinati alla remunerazione di detto tipo di cause. Nel caso in cui non venisse stipulato un accordo in tal senso, il solicitor potrà redigere una nota spese, che offra il dettaglio delle attività svolte (in pratica, simile a una nostrana parcella dettagliata), ovvero semplicemente una notula riportante il corrispettivo lordo dovuto. Non è previsto alcun tariffario forense, ma il cliente avrà la facoltà di ricorrere alla High Court per richiedere un accertamento sulla congruità della notula nel caso in cui egli la ritenga eccessivamente elevata. Se il ricorso presentato dal cliente viene accolto, il compenso sarà calcolato sulla base di un giudizio di congruità od equità da parte degli stessi giudici della High Court. Le attività di tipo stragiudiziale sono regolate invece dall art. 57 del Solicitors Act Le somme richieste al cliente vengono conteggiate in base alle ore di lavoro impiegate nello studio della pratica e nell attività materiale che la stessa ha comportato. Il solicitor possiede una ampia facoltà di accordarsi con il proprio assistito sull importo della prestazione dovuta, sostanzialmente in base al criterio del valore economico della problematica sollevata e di tutte le circostanze del caso concreto. 2

3 In ogni caso il cliente potrà rivolgersi alla Law Society o alla High Court affinché venga valutata la congruità della somma richiesta dal solicitor, tenendo presente che il Code of Conduct (ovvero il Codice deontologico) dei solicitors considera l overcharging (ovvero il richiedere compensi sproporzionati in relazione all effettiva attività svolta) un illecito disciplinare, mentre nessuna sanzione a livello disciplinare è prevista in caso di undercharging. b) I Barristers Non vi sono norme regolanti il sistema tariffario dei barrister, i quali usualmente stabiliscono i loro compensi base del livello di esperienza, della complessità e del tempo di studio impiegato. E davvero raro che il cliente che verrà assistito in udienza abbia rapporti diretti con il barrister: di regola è solitamente il solicitor, nella fase di istruzione della causa, che concorda la tariffa con il segretario (o clerk) dell avvocato, per poi proporla al cliente. Pertanto sarà necessario che il solicitor sia sempre aggiornato sugli standard tariffari e, nel caso in cui reputi eccessivi i compensi richiesti dal barrister, potrà indirizzare il potenziale assistito altrove. Altra peculiarità della categoria del barrister riguarda il fatto che detto tipo di categoria non è obbligata ad accettare il mandato fino a che non si sia raggiunto un accordo sul compenso, essendo i barrister persino autorizzati a richiedere il pagamento dello stesso in anticipo. Anche nell ordinamento Britannico, in relazione alle spese processuali, vige la regola della soccombenza. Tuttavia, se la parte soccombente ritenga eccessive le spese legali sostenute dalla controparte, ha salva la facoltà di contestarle di fronte alla High Court, la quale, come accennato sopra, deciderà in merito alla congruità o meno delle spese legali sostenute dalla parte vincitrice. Potremmo solo immaginare le possibili conseguenze se tale tipo di facoltà venisse concessa alla parte soccombente in Italia. c) Il divieto di Patto di quota lite Il patto di quota lite in Inghilterra viene chiamato Contingency Fee (tariffa circostanziata): detto tipo di accordo prevede che l avvocato, se da un lato accetta di non pretendere alcun compenso in caso di soccombenza, dall altro conviene con il 3

4 cliente una percentuale che verrà calcolata sulla somma ottenuta in caso di vittoria della causa. Il Contingency Fee, a differenza del patto di quota lite (ammesso in Italia ai sensi del Decreto Bersani) è tradizionalmente impraticabile nel Regno Unito, per considerazioni di tipo pubblicistico. Vi è la diffusa opinione infatti che un tale tipo di patto porterebbe gli avvocati a tentare di vincere la causa a tutti costi, incentivando (ipoteticamente) l assunzione di condotte immorali e prive di ogni scrupolo professionale da parte degli stessi. Differentemente in Italia vi è l opinione di senso opposto secondo la quale rendere il proprio difensore partecipe di una sostanziosa percentuale della lite in caso di vittoria, lo motiverebbe e responsabilizzerebbe: il patrocinatore in questo caso sarebbe dunque più portato ad impegnarsi al massimo e ad impiegare tutte le proprie risorse professionali. 2. Le tariffe forensi in Germania. Come in Italia nel sistema giuridico tedesco non vi sono distinzioni in riguardo alla categoria degli avvocati. La legge che regola la remunerazione degli avvocati in Germania è chiamata Rechtsanwalts vergütungsgesetz (o RVG), alla quale è allegato un piano di remunerazione, effettivamente molto simile al nostro ormai bandito tariffario forense. Infatti, nel piano di remunerazione vengono previste delle tabelle indicanti onorari fissi e delle fasce di onorario applicabili alle singole attività espletate: il tutto sulla base del valore della causa. Come accadeva in Italia, sono previsti in Germania dei minimi e dei massimi tariffari, che verranno applicati secondo equità dal professionista, tenendo conto di tutte le circostanze del caso concreto, come ad esempio la natura e la difficoltà del lavoro previsto o l importanza del caso. L avvocato, nella redazione della parcella, dovrà inoltre prendere in considerazione il reddito e la situazione economica del cliente, cosa che invece non era contemplata dall abrogato tariffario forense italiano. Nel RVG viene stabilito che l onorario pattuito non potrà essere inferiore a quello fissato dalla legge, mentre un compenso superiore a quello indicato potrà essere concordato in qualsiasi momento con il cliente. 4

5 Infine, vi è da aggiungere che in linea di principio è sempre possibile per l avvocato raggiungere un accordo con il cliente sull onorario, in alternativa agli onorari stabiliti per legge 3. Le tariffe forensi in Francia. La professione forense in Francia è regolata dalla Legge del 31 dicembre 1971 e dal decreto n del 27 novembre Come accade oggi in Italia, la remunerazione dell avvocato non è ancorata a tariffe professionali, ma è basata sulla libera determinazione dell onorario ai sensi dell art. 10 della L del 31 dicembre 1971, fermo restando l obbligo per il difensore di calcolare il proprio onorario in considerazione della situazione economica del cliente, della difficoltà della causa, delle spese sostenute, e, infine della reputazione e diligenza del difensore stesso. Secondo prassi l'onorario è calcolato in via forfetaria o su base oraria. Più simile al nostro ormai superato sistema tariffario è la remunerazione specifica per gli avvocati in caso di obbligatorietà del patrocinio dinanzi alle magistrature superiori. Detta remunerazione è disciplinata dal decreto n del 25 agosto 1972 e comprende dei diritti fissi, una percentuale del valore della causa (variabile), nonché le relative spese processuali. Cliente e avvocato possono ricorrere al Bâtonnier (ovvero al Presidente dell Ordine degli Avvocati) del foro competente in caso di contestazione o mancato pagamento dell'onorario. In ogni caso la decisione presa dal Presidente potrà essere suscettibile d'appello. 4. Le tariffe forensi in Spagna. Infine, similarmente a quanto accade in Italia, in Spagna vi è una sola categoria di avvocati, i quali, dopo essersi regolarmente iscritti al relativo ordine, possono intervenire in qualsiasi tipo di processo e innanzi ogni tipo di tribunale. Nell ordinamento spagnolo non sono previsti tariffari forensi. Il codice di procedura civile spagnolo stabilisce infatti che gli avvocati fissano gli onorari nel rispetto delle norme che disciplinano il loro statuto professionale. In conformità a quanto statuito dal codice di procedura civile, però, ciascun ordine professionale pubblica delle norme di orientamento per la determinazione degli onorari, le quali si basano su noti criteri 5

6 generali come la difficoltà del caso e il valore dello stesso: gli avvocati dovranno pertanto attenersi a detti principi nell elaborazione delle parcelle. Sin dall inizio della causa, il cliente può quindi conoscere con più o meno precisione l ammontare degli onorari da corrispondere al proprio difensore, ma solo al termine del processo sarà noto l importo esatto della relativa parcella. L avvocato potrà esigere il pagamento dal cliente tramite il versamento di un anticipo a processo in corso, oppure potrà essere concluso un accordo a processo definito con il quale l assistito si impegni a saldare la parcella dell avvocato. Solitamente il cliente anticipa una somma all inizio del procedimento e poi attende la decisione relativa alla condanna alle spese di giudizio (c.d. condena en costas). Nel caso in cui il pagamento degli onorari spetti alla parte soccombente, l avvocato che ha assistito la parte vincitrice presenta al giudice la propria parcella, la quale, a seguito di approvazione, dovrà essere saldata dalla controparte. In caso di accoglimento o rigetto parziale delle richieste, ciascuna parte sosterrà le proprie spese e la metà delle spese comuni, sempre che non vi siano motivi per imporle ad una delle parti per aver agito in giudizio con avventatezza. Quando la parte condannata alle spese beneficia del patrocinio a spese dello Stato, essa è tenuta a pagare soltanto le spese causate dalla difesa della controparte nei casi espressamente indicati dalla legge sull assistenza giuridica gratuita. *** In conclusione, se prima dell entrata in vigore del D. Lgs. 1/2012 il sistema nazionale di remunerazione per le attività svolte dall avvocato era molto simile a quello tedesco, possiamo affermare che con l abrogazione delle tariffe imposte per legge esso si sia, pur forzatamente e non senza disagi, allineato con il resto dei paesi Europei. 6

Sezione quarta La retribuzione del professionista. Questionario n. 4. 1. Cosa comprende la parcella dell avvocato?... Pag. 29

Sezione quarta La retribuzione del professionista. Questionario n. 4. 1. Cosa comprende la parcella dell avvocato?... Pag. 29 Sezione quarta La retribuzione del professionista Questionario n. 4 1. Cosa comprende la parcella dell avvocato?... Pag. 29 2. Possono essere derogati i minimi tariffari?...» 31 3. Quali sono le azioni

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI

DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 5 dell 11.1.2012 DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI ART. 1 PREMESSA 1. Il presente documento disciplina il conferimento degli incarichi per

Dettagli

REGOLAMENTO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI PATROCINIO LEGALE.

REGOLAMENTO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI PATROCINIO LEGALE. REGOLAMENTO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE DEL CONTENZIOSO E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI PATROCINIO LEGALE. *********************** Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di

Dettagli

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26 PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 - Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per

Dettagli

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato

Parte I Normativa sui compensi dell avvocato Parte I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 10 marzo 2014, n. 55. Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell art.13,

Dettagli

Regolamento di organizzazione dell Avvocatura Civica e della rappresentanza e difesa in giudizio del Comune di Rovigo.

Regolamento di organizzazione dell Avvocatura Civica e della rappresentanza e difesa in giudizio del Comune di Rovigo. Regolamento di organizzazione dell Avvocatura Civica e della rappresentanza e difesa in giudizio del Comune di Rovigo. (ex articolo 9 del DL 90/2014, convertito in L. 114/2014 approvato con Deliberazione

Dettagli

CITTA DI CASTELVETRANO REGOLAMENTO AVVOCATURA COMUNALE

CITTA DI CASTELVETRANO REGOLAMENTO AVVOCATURA COMUNALE CITTA DI CASTELVETRANO REGOLAMENTO AVVOCATURA COMUNALE Approvato con Deliberazione di Giunta Municipale n. 13 del 18 gennaio 2012 1 Titolo I - ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

Criteri per la determinazione del compenso forfettario

Criteri per la determinazione del compenso forfettario Via Di Pettorano N.11 73100 LECCE Tel/fax 0832.492179 Cell.338.7079547 Pec:avvannagentile@pecavvocati.com Mail:anna_gentile@tin.it AVV. ANNA GENTILE L avv. Anna Gentile, con studio legale in Lecce alla

Dettagli

COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA

COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA COMUNE DI GRAVINA IN PUGLIA C.A.P. 70024 Partita Iva 0036498722 Codice Fiscale 82000970721 PROVINCIA DI BARI REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI AGLI AVVOCATI ESTERNI (approvato con deliberazione

Dettagli

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA DETERMINAZIONE DEL COMPENSO PROFESSIONALE SPETTANTE AGLI AVVOCATI ESTERNI

REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA DETERMINAZIONE DEL COMPENSO PROFESSIONALE SPETTANTE AGLI AVVOCATI ESTERNI REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA DETERMINAZIONE DEL COMPENSO PROFESSIONALE SPETTANTE AGLI AVVOCATI ESTERNI Art. 1 Disposizioni generali Il presente regolamento disciplina in via generale i rapporti, anche

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO. Disciplina della corresponsione dei compensi professionali

PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO. Disciplina della corresponsione dei compensi professionali Allegato alla deliberazione della G.P. N. 102 del 19 GIUGNO 2008 PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO Disciplina della corresponsione dei compensi professionali spettanti agli avvocati interni ai sensi dell'art.

Dettagli

Comune di Noci Amministrazione Comunale di Noci. AOO_NOCI 07/05/2014-0007725 Protocollo: Uscita

Comune di Noci Amministrazione Comunale di Noci. AOO_NOCI 07/05/2014-0007725 Protocollo: Uscita Comune di Noci Amministrazione Comunale di Noci UO: Settore Affari Generali AOO_NOCI 07/05/2014-0007725 Protocollo: Uscita Avviso pubblico per la formazione di elenco di professionisti cui conferire incarichi

Dettagli

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE INDICE pag. Prefazione.... XV PARTE I Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE 1.1. La garanzia costituzionale del diritto di difesa in

Dettagli

Comune di Striano (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI LEGALI E PER LA GESTIONE DEL RELATIVO ALBO

Comune di Striano (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI LEGALI E PER LA GESTIONE DEL RELATIVO ALBO Comune di Striano (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI LEGALI E PER LA GESTIONE DEL RELATIVO ALBO ARTICOLO 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento stabilisce

Dettagli

Capitolo II Tariffa penale

Capitolo II Tariffa penale Capitolo II Tariffa penale Art. 1 - Criteri generali - 1. Per la determinazione dell'onorario di cui alla tabella deve tenersi conto della natura, complessità e gravità della causa, delle contestazioni

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX CAPITOLO I LINEAMENTI DI ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE 1. Ordinamento professionale forense, pluralità degli ordinamenti

Dettagli

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI INCARICHI LEGALI

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI INCARICHI LEGALI COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI INCARICHI LEGALI Approvato con deliberazione n. AC 149/19 del 01.03.2012 del Commissario Straordinario con poteri del Consiglio Comunale REGOLAMENTO PER

Dettagli

COMUNE DI MOLA DI BARI

COMUNE DI MOLA DI BARI COMUNE DI MOLA DI BARI DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI ESTERNI I N D I C E ART. 1 - ART. 2 ART. 3 - ART. 4 ART. 5 - ART. 6 ART. 7 - ART. 8 - ART. 9 ART. 10 ART. 11 - ART. 12 - ART.

Dettagli

PARERI di CONGRUITA PARCELLE

PARERI di CONGRUITA PARCELLE RACCOLTA DELIBERE E MASSIME del Consiglio dell Ordine di Sassari dal 01.02.2010 aggiornata al 26.02.2014 a cura del Consigliere Segretario avv. Silvio Zicconi in Tema di : PARERI di CONGRUITA PARCELLE

Dettagli

STUDIO DI DIRITTO COMPARATO RELATIVO ALLE SPESE ACCESSORIE IMPOSTATE NEL AFFITO DI LOCALI D'ABITAZIONE COMPENDIO

STUDIO DI DIRITTO COMPARATO RELATIVO ALLE SPESE ACCESSORIE IMPOSTATE NEL AFFITO DI LOCALI D'ABITAZIONE COMPENDIO STUDIO DI DIRITTO COMPARATO RELATIVO ALLE SPESE ACCESSORIE IMPOSTATE NEL AFFITO DI LOCALI D'ABITAZIONE COMPENDIO Lo studio illustra le modalità di trattamento delle spese accessorie in cinque ordinamenti

Dettagli

Tariffe degli onorari, diritti e indennità spettanti agli avvocati per le prestazioni giudiziali in materia civile, amministrativa e tributaria

Tariffe degli onorari, diritti e indennità spettanti agli avvocati per le prestazioni giudiziali in materia civile, amministrativa e tributaria CAPITOLO I Allegato al decreto del ministro della Giustizia Tariffe degli onorari, diritti e indennità spettanti agli avvocati per le prestazioni giudiziali in materia civile, amministrativa e tributaria

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER INCARICO LEGALE TRA. - Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale Pubblica della Provincia di

SCHEMA DI CONVENZIONE PER INCARICO LEGALE TRA. - Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale Pubblica della Provincia di AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DELLA PROVINCIA DI LATINA *** SCHEMA DI CONVENZIONE PER INCARICO LEGALE TRA - Azienda Territoriale per l Edilizia Residenziale Pubblica della Provincia

Dettagli

Capitolo V Criteri generali per la liquidazione

Capitolo V Criteri generali per la liquidazione Capitolo V Criteri generali per la liquidazione Sommario: 1. Liquidazione onorari a carico del soccombente - 2. Cause di particolare importanza - 3. Liquidazione onorari a carico del cliente. Prestazione

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE, L ATTIVITA E LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DEL SERVIZIO AVVOCATURA

PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE, L ATTIVITA E LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DEL SERVIZIO AVVOCATURA PROVINCIA DI MANTOVA REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE, L ATTIVITA E LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DEL SERVIZIO AVVOCATURA Adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 1420 del 19/12/2013 OGGETTO: Regolamento per l'affidamento di incarichi legali. Il Direttore della SC Legale e Assicurazioni

Dettagli

Il procedimento di mediazione

Il procedimento di mediazione Il procedimento di mediazione 1 Informativa al cliente e procura alle liti (art. 4 D.Lgs. 28/2010, modif. ex art. 84, co. 1, D.L. n. 69/2013, conv., con modif., dalla L. n. 98/2013) INFORMATIVA EX ART.

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER IL CONFERIMENTO DA PARTE DELL AUTOMOBILE CLUB PRATO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE ESTERNA A NORMA DELL ART.

REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER IL CONFERIMENTO DA PARTE DELL AUTOMOBILE CLUB PRATO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE ESTERNA A NORMA DELL ART. REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER IL CONFERIMENTO DA PARTE DELL AUTOMOBILE CLUB PRATO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE ESTERNA A NORMA DELL ART. 7, COMMI 6 E 6 BIS, DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 MARZO 2001,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO Approvato con Delibera della Giunta Provinciale n.122 dell 11.12.2012 In vigore dal 1 gennaio 2013 Pag. 1 di 6 Art. 1 - Avvocatura Provinciale 1. L Avvocatura

Dettagli

Decreto ingiuntivo e nuovi parametri: è ancora necessario il visto dell Ordine?Tribunale Varese, sez. I civile, decreto 11.10.

Decreto ingiuntivo e nuovi parametri: è ancora necessario il visto dell Ordine?Tribunale Varese, sez. I civile, decreto 11.10. Decreto ingiuntivo e nuovi parametri: è ancora necessario il visto dell Ordine?Tribunale Varese, sez. I civile, decreto 11.10.2012 commento (Andrea Bulgarelli) Il decreto ingiuntivo del tribunale di Varese

Dettagli

SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI PER IL RECUPERO DEI CREDITI INSOLUTI

SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI PER IL RECUPERO DEI CREDITI INSOLUTI SCHEMA CONVENZIONE ALLEGATO 1 SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI PER IL RECUPERO DEI CREDITI INSOLUTI L anno 2014, il giorno. del mese di, in Paternò (CT), nei

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO AD AVVOCATI ESTERNI DI INCARICHI PER L ASSISTENZA E PATROCINIO LEGALE DELL AZIENDA

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO AD AVVOCATI ESTERNI DI INCARICHI PER L ASSISTENZA E PATROCINIO LEGALE DELL AZIENDA REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO AD AVVOCATI ESTERNI DI INCARICHI PER L ASSISTENZA E PATROCINIO LEGALE DELL AZIENDA ART. 1) Oggetto Il presente regolamento disciplina le modalità per la formazione, la tenuta

Dettagli

COMUNE DI MONTESANO SALENTINO (Provincia di Lecce)

COMUNE DI MONTESANO SALENTINO (Provincia di Lecce) COMUNE DI MONTESANO SALENTINO (Provincia di Lecce) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CONTENZIOSO GIUDIZIALE E STRAGIUDIZIALE E MODALITA DI CONFERIMENTO INCARICHI LEGALI Approvato con deliberazione del

Dettagli

TARIFFA CIVILE, AMMINISTRATIVA E TRIBUTARIA

TARIFFA CIVILE, AMMINISTRATIVA E TRIBUTARIA ALLEGATO N. 1. TARIFFA CIVILE, AMMINISTRATIVA E TRIBUTARIA NORMATIVA VIGENTE TARIFFA DEGLI ONORARI, DIRITTI E INDENNITA' SPETTANTI AGLI AVVOCATI ED AI PROCURATORI PER LE PRESTAZIONI GIUDIZIALI IN MATERIA

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO REGOLAMENTO COMUNALE DELL UFFICIO CONTENZIOSO

COMUNE DI RUFFANO REGOLAMENTO COMUNALE DELL UFFICIO CONTENZIOSO COMUNE DI RUFFANO REGOLAMENTO COMUNALE DELL UFFICIO CONTENZIOSO Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 232 del 24 /08/2006 Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina l ordinamento

Dettagli

EDIZIONI ESTREMI ATTO DI DELIBERAZIONE ENTRATA IN VIGORE 1 Rev.0 G.C. n. 145 del 25.10.2006 5.11.2006

EDIZIONI ESTREMI ATTO DI DELIBERAZIONE ENTRATA IN VIGORE 1 Rev.0 G.C. n. 145 del 25.10.2006 5.11.2006 Regolamento per il servizio legale RO/038 CITTA DI SANTENA Edizione 2 Revisione 0 NORMAZIONE EDIZIONI ESTREMI ATTO DI DELIBERAZIONE ENTRATA IN VIGORE 1 Rev.0 G.C. n. 145 del 25.10.2006 5.11.2006 2 Rev.0

Dettagli

C O M U N E D I VIBO VALENTIA

C O M U N E D I VIBO VALENTIA C O M U N E D I VIBO VALENTIA R E G O L A M E N T O AVVOCATURA CIVICA E DELLA RAPPRESENTANZA E DIFESA IN GIUDIZIO DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE ART. 1 E istituito l Ufficio di Avvocatura civica dell Amministrazione

Dettagli

Parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi professionali

Parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi professionali Parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi professionali Edizioni Il Momento Legislativo s.r.l. Liquidazione giudiziale dell attività legale 2 INDICE Determinazione

Dettagli

AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI e CONSULENZE

AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI e CONSULENZE AVVISO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI e CONSULENZE ART. 1 - OGGETTO CASA LIVORNO E PROVINCIA S.P.A. (in seguito

Dettagli

COMUNE DI CAMPOSANO. Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI LEGALI

COMUNE DI CAMPOSANO. Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI LEGALI COMUNE DI CAMPOSANO Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI LEGALI ART.1 Il presente Regolamento disciplina gli incarichi conferiti per l espletamento di attività di assistenza

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI RAPPRESENTANZA E DIFESA LEGALE IN GIUDIZIO

AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI RAPPRESENTANZA E DIFESA LEGALE IN GIUDIZIO (Provincia di Reggio Calabria) ----------------------- AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DI RAPPRESENTANZA E DIFESA LEGALE IN GIUDIZIO Il Comune

Dettagli

I crediti dell'avvocato

I crediti dell'avvocato Alumni Litubium Claviere (TO) - 12 e 13 Dicembre 2104 I crediti dell'avvocato Nuovi e vecchi scenari dopo le recenti riforme I rapporti con i clienti 2 Prima Durante Dopo Premessa: riforma del Tariffario

Dettagli

REQUISITI GENERALI MODALITA DI CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI

REQUISITI GENERALI MODALITA DI CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI AVVISO per la costituzione di un Albo aziendale di Avvocati esterni finalizzato al conferimento di incarichi di patrocinio legale per la difesa in giudizio dell Azienda USL 4 Teramo In esecuzione della

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DECRETO 20 LUGLIO 2012, N. 140 Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le professioni regolamentate

Dettagli

ISTANZA PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI ONORARI PROFESSIONALI

ISTANZA PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI ONORARI PROFESSIONALI ISTANZA PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI ONORARI PROFESSIONALI Il sottoscritto Avv.., iscritto presso Codesto Ordine, avendo svolto attività giudiziale civile e/o amministrativa e/o tributaria e/o, penale o attività

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DI APPELLO DI POTENZA SEZIONE CIVILE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DI APPELLO DI POTENZA SEZIONE CIVILE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO REPUBBLICA ITALIANA CORTE DI APPELLO DI POTENZA SEZIONE CIVILE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO La Corte, riunita in camera di consiglio in persona dei magistrati - dott. Ettore NESTI presidente - dott. Rocco

Dettagli

LE FASI DELLA MEDIAZIONE

LE FASI DELLA MEDIAZIONE LE FASI DELLA MEDIAZIONE Tesista: Rigon Mattia Guigno 2014 Ente Formatore: I.CO.TE.A.C.A.T. Srl 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..Pag. 3 2. MATERIE OBBLIGO DELLA MEDIAZIONE..Pag. 3 3. AGEVOLAZIONI FISCALI. Pag.

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO II CONFERIMENTO DELL INCARICO PROFESSIONALE* L anno, il giorno del mese di.in.. nello Studio.,

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 COMPITI E FUNZIONI

ART. 1 OGGETTO ART. 2 COMPITI E FUNZIONI REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO LEGALE DI ATENEO (D.R. N. 293 DEL 8 MAGGIO 2013 COME MODIFICATO DAL D.R. N. 43 DEL 26 GENNAIO 2015) ART. 1 OGGETTO 1. Il presente regolamento disciplina il

Dettagli

COMUNE DI SAVIGNONE Provincia di Genova

COMUNE DI SAVIGNONE Provincia di Genova COMUNE DI SAVIGNONE Provincia di Genova Regolamento per gli incarichi agli avvocati Art. 1 Disciplina della materia e ammissibilità incarichi Il presente regolamento disciplina il conferimento degli incarichi

Dettagli

Comune di Baranzate Provincia di Milano

Comune di Baranzate Provincia di Milano Comune di Baranzate Provincia di Milano Area Segreteria Generale Personale - CED REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI AGLI AVVOCATI ESTERNI ALL ENTE Approvato con delibera di Giunta Comunale

Dettagli

INFORMATIVA PUBBLICA

INFORMATIVA PUBBLICA Presidi Ospedalieri: Bollate, Garbagnate M.se, Passirana, Rho INFORMATIVA PUBBLICA PER L AGGIORNAMENTO DI UN ELENCO DI AVVOCATI CUI CONFERIRE EVENTUALI INCARICHI DI : DIFESA/RAPPRESENTANZA IN GIUDIZIO

Dettagli

Determinazione. del 20-03-2009. SETTORE: Ragioneria

Determinazione. del 20-03-2009. SETTORE: Ragioneria Comune n. 178 di del 20-03-2009 Argenta PROVINCIA DI FERRARA Determinazione SETTORE: Ragioneria OGGETTO: Incarico Legale all Avvocato Riccardo Caniato per l assistenza preliminare in giudizio e la costituzione

Dettagli

CONVENZIONE PER ATTIVITA DI CONSULENZA E ASSISTENZA LEGALE GIUDIZIALE E STRAGIUDIZIALE * * * * * * L anno 2007 e questo giorno 29 (ventinove) del

CONVENZIONE PER ATTIVITA DI CONSULENZA E ASSISTENZA LEGALE GIUDIZIALE E STRAGIUDIZIALE * * * * * * L anno 2007 e questo giorno 29 (ventinove) del CONVENZIONE PER ATTIVITA DI CONSULENZA E ASSISTENZA LEGALE GIUDIZIALE E STRAGIUDIZIALE * * * * * * L anno 2007 e questo giorno 29 (ventinove) del mese di ottobre in Prato in un locale della Sede legale

Dettagli

2) La presenza del praticante alle udienze civili dovrà risultare dal provvedimento del giudice che chiude il verbale. 3) L assistenza alle udienze

2) La presenza del praticante alle udienze civili dovrà risultare dal provvedimento del giudice che chiude il verbale. 3) L assistenza alle udienze REGOLAMENTO PER LA PRATICA FORENSE E PER L ESERCIZIO DEL PATROCINIO La pratica forense costituisce un momento essenziale del percorso formativo dell avvocato e svolge la funzione essenziale di consentire

Dettagli

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA PER CONFERIMENTO

REGOLAMENTO RECANTE DISCIPLINA PER CONFERIMENTO REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA PER IL CONFERIMENTO DA PARTE DELL AUTOMOBILE CLUB ALESSANDRIA DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE ESTERNA A NORMA DELL ARTICOLO 7, COMMI 6 E 6 BIS, DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI A PROFESSIONISTI ESTERNI ALL ENTE

PROVINCIA DI BRINDISI REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI A PROFESSIONISTI ESTERNI ALL ENTE PROVINCIA DI BRINDISI REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI A PROFESSIONISTI ESTERNI ALL ENTE Approvato con delibera n. 9 del 31.01.2013 del Commissario Straordinario con i poteri della Giunta

Dettagli

I NUOVI PARAMETRI FORENSI

I NUOVI PARAMETRI FORENSI FOCUS NELDIRITTO Domenico MONTERISI I NUOVI PARAMETRI FORENSI Decreto del Ministro della Giustizia n. 55 del 10/3/2014 Breve commentario e guida pratica, con software per la redazione delle parcelle SOMMARIO

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi SCRITTURA PRIVATA AVENTE AD OGGETTO II CONFERIMENTO DELL INCARICO PROFESSIONALE L anno, il giorno del mese di.in.. nello Studio.,

Dettagli

Le novità della tariffa ed il parere di liquidazione parcelle

Le novità della tariffa ed il parere di liquidazione parcelle Venezia 21 luglio 2009 Massimo Mellacina (Consigliere Delegato Area Tariffe) Le novità della tariffa ed il parere di liquidazione parcelle Venezia 21 luglio 2009 Parere liquidazione parcelle 1 Fonti normative

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE COMUNE DI POLISTENA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE IL RESPONSABILE

Dettagli

sono entrati in vigore il 23 agosto 2012. Legge 31 dicembre 2012, n. 247, Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense

sono entrati in vigore il 23 agosto 2012. Legge 31 dicembre 2012, n. 247, Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense Egregio Collega, il tuo quesito, in buona sostanza, è il seguente: In base alla normativa vigente, sono ripetibili dal soccombente le spese generali e/o forfettarie non liquidate dal Giudice nella sentenza?

Dettagli

propri diritti e di comparazione delle prestazioni offerte sul mercato», ha

propri diritti e di comparazione delle prestazioni offerte sul mercato», ha RELAZIONE SULLE MODIFICHE APPORTATE AL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE IN APPLICAZIONE DEL D.L. 4 LUGLIO 2006, N. 223, CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE 4 AGOSTO 2006, N. 248. A distanza di poco più

Dettagli

DISCIPLINARE DI INCARICO PER LA RAPPRESENTANZA E DIFESA GIUDIZIALE DEL COMUNE DI MALNATE

DISCIPLINARE DI INCARICO PER LA RAPPRESENTANZA E DIFESA GIUDIZIALE DEL COMUNE DI MALNATE DISCIPLINARE DI INCARICO PER LA RAPPRESENTANZA E DIFESA GIUDIZIALE DEL COMUNE DI MALNATE Tra Il COMUNE DI MALNATE cod. fisc./p. IVA: 00243280120, con sede in Malnate, Piazza Vittorio Veneto n.2, qui rappresentato

Dettagli

Provincia Regionale di Caltanissetta

Provincia Regionale di Caltanissetta Provincia Regionale di Caltanissetta REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI AGLI AVVOCATI ESTERNI ALL ENTE Il presente regolamento, composto da n. 19 articoli, è stato approvato dal Commissario

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A. Consiglio di Stato. Sezione Consultiva per gli Atti Normativi. Adunanza di Sezione del 20 dicembre 2012

R E P U B B L I C A I T A L I A N A. Consiglio di Stato. Sezione Consultiva per gli Atti Normativi. Adunanza di Sezione del 20 dicembre 2012 Numero 00161/2013 e data 18/01/2013 R E P U B B L I C A I T A L I A N A Consiglio di Stato Sezione Consultiva per gli Atti Normativi Adunanza di Sezione del 20 dicembre 2012 NUMERO AFFARE 12463/2012 OGGETTO:

Dettagli

Sentenza della Corte (Grande Sezione), del 26 febbraio 2013, Stefano Melloni/Ministerio Fiscal, C-399/11

Sentenza della Corte (Grande Sezione), del 26 febbraio 2013, Stefano Melloni/Ministerio Fiscal, C-399/11 Questa Sezione contiene le conclusioni degli Avvocati Generali unitamente alle relative sentenze in materia di cooperazione di polizia e giudiziaria in materia penale nonché di diritti fondamentali dell

Dettagli

CITTÀ di CASALNUOVO di NAPOLI. Regolamento sull Ordinamento Generale degli Uffici e dei Servizi. L Avvocatura Municipale

CITTÀ di CASALNUOVO di NAPOLI. Regolamento sull Ordinamento Generale degli Uffici e dei Servizi. L Avvocatura Municipale CITTÀ di CASALNUOVO di NAPOLI Regolamento sull Ordinamento Generale degli Uffici e dei Servizi. L Avvocatura Municipale -Adottato con deliberazione di Giunta Comunale n. 238 del 29-10-2010 - Modificato

Dettagli

Capitolo. Dalle tariffe ai parametri ministeriali. 2.1 L abrogazione delle tariffe. Sommario

Capitolo. Dalle tariffe ai parametri ministeriali. 2.1 L abrogazione delle tariffe. Sommario Capitolo 2 Dalle tariffe ai parametri ministeriali Sommario 2.1 L abrogazione delle tariffe. - 2.2 Il previgente sistema tariffario era in linea con la normativa europea. - 2.3 Alla liquidazione dei compensi

Dettagli

Codice svizzero di deontologia

Codice svizzero di deontologia Codice svizzero di deontologia La Federazione Svizzera degli Avvocati, in applicazione degli articoli art. 1 e 12.10 degli statuti, nella consapevolezza che la LLCA stabilisce imperativamente i principi

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI LEGALI Art. 1 Premessa ed oggetto Pag. 2 Art. 2 Elenco dei professionisti Pag. 2 Art. 3 Requisiti per l iscrizione nell elenco Pag. 3 Art. 4 Criteri di conferimento

Dettagli

RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI. CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez.

RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI. CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez. CONVENZIONE OGGETTO: DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE PER IL PATROCINIO E LA RAPPRESENTANZA LEGALE IN GIUDIZIO DEL COMUNE DI CALCIANO DINANZI AL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA II Sez.

Dettagli

La mediazione civile e commerciale

La mediazione civile e commerciale D Lvo 4mar2010 n 28 presentazione La mediazione civile e commerciale Il decreto legislativo 4 marzo 2010, n.28 (pubblicato nella G.U. n.53 del 5 marzo 2010) sulla mediazione in materia civile e commerciale

Dettagli

Capitolo 6 IL COMPENSO DELL AVVOCATO

Capitolo 6 IL COMPENSO DELL AVVOCATO Capitolo 6 IL COMPENSO DELL AVVOCATO di Alessia Vanni Sommario: 1. Il diritto dell avvocato al compenso. 2. La determinazione consensuale (la regola). 3. La determinazione unilaterale (l eccezione): dalle

Dettagli

COPIA DELIBERAZIONE N. 4-2015 COMUNE DI LONGANO PROVINCIA DI ISERNIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

COPIA DELIBERAZIONE N. 4-2015 COMUNE DI LONGANO PROVINCIA DI ISERNIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE COPIA DELIBERAZIONE N. 4-2015 pubblicato all Albo Pretorio on line lì 20.1.2015 n. ro Registro COMUNE DI LONGANO PROVINCIA DI ISERNIA DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Cartella di pagamento Equitalia

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL AVVOCATURA PROVINCIALE

PROVINCIA DI CROTONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL AVVOCATURA PROVINCIALE PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL AVVOCATURA PROVINCIALE PROVINCIA DI CROTONE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL AVVOCATURA PROVINCIALE. SOMMARIO RUBRICA Art. 1 - Oggetto del

Dettagli

ORDINE dei DOTTORI COMMERCIALISTI di IVREA PINEROLO TORINO

ORDINE dei DOTTORI COMMERCIALISTI di IVREA PINEROLO TORINO Incontro del 18 ottobre 2006, ore 18.00 - Tariffa e Deontologia Dott. Pier Vittorio Vietti - Formazione Professionale Continua Deontologia e Azione Disciplinare Dott. Mario Pia Delle Professioni Intellettuali

Dettagli

I QUADERNI GIURIDICI

I QUADERNI GIURIDICI I QUADERNI GIURIDICI IL COMPENSO ALL AVVOCATO DOPO L ABROGAZIONE DELLE TARIFFE I contratti d opera professionale Il regolamento ed i parametri (D.M. 140 del 22 Agosto 2012) I parametri sviluppati in tabelle

Dettagli

Parametri d.m. 140/2012

Parametri d.m. 140/2012 Parametri d.m. 140/2012 Allegato a Il Notiziatio Novembre 2012 TABELLE DELLE NOTE SPESE E PROSPETTI DEI COMPENSI PROFESSIONALI PROCEDIMENTI DI INGIUNZIONE - TRIBUNALE pag 2 PARAMETRI d.m. 20 luglio 2012,

Dettagli

CONVENZIONE Servizio di assistenza legale di recupero crediti per Asec Trade Srl

CONVENZIONE Servizio di assistenza legale di recupero crediti per Asec Trade Srl CONVENZIONE Servizio di assistenza legale di recupero crediti per Asec Trade Srl Oggi, in Catania TRA Asec Trade Srl con sede legale in Catania, Via Cristoforo Colombo 150/b, in persona del legale rappresentante

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI SALERNO E PRESIDENZA DEL TRIBUNALE DI SALERNO CONVENZIONE SUL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO E PROCEDURE ASSIMILATE

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI SALERNO E PRESIDENZA DEL TRIBUNALE DI SALERNO CONVENZIONE SUL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO E PROCEDURE ASSIMILATE ORDINE DEGLI AVVOCATI DI SALERNO E PRESIDENZA DEL TRIBUNALE DI SALERNO CONVENZIONE SUL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO E PROCEDURE ASSIMILATE L anno 2013 addì 10 del mese di luglio, in Salerno: il Tribunale

Dettagli

CAPITOLO III TARIFFA DEGLI ONORARI E DELLE INDENNITÀ SPETTANTI AGLI AVVOCATI IN MATERIA STRAGIUDIZIALE (CIVILE E PENALE, TRIBUTARIA E AMMINISTRATIVA)

CAPITOLO III TARIFFA DEGLI ONORARI E DELLE INDENNITÀ SPETTANTI AGLI AVVOCATI IN MATERIA STRAGIUDIZIALE (CIVILE E PENALE, TRIBUTARIA E AMMINISTRATIVA) CAPITOLO III TARIFFA DEGLI ONORARI E DELLE INDENNITÀ SPETTANTI AGLI AVVOCATI IN MATERIA STRAGIUDIZIALE (CIVILE E PENALE, TRIBUTARIA E AMMINISTRATIVA) Art. 1 - Criteri generali - 1. Per l assistenza e la

Dettagli

DISCIPLINA PER LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DELLA PROVINCIA

DISCIPLINA PER LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DELLA PROVINCIA DISCIPLINA PER LA CORRESPONSIONE DEI COMPENSI PROFESSIONALI AGLI AVVOCATI DELLA PROVINCIA Approvata con Deliberazione della Giunta Provinciale n. 3 del 14.1.2013 INDICE: Art. 1 Oggetto della disciplina

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO DETERMINAZIONE N. 64 DEL 17/3/2014 OGGETTO: Vertenza Comune di Bari Sardo / Società Ecologica di F. Podda srl Villasor. Tribunale Civile

Dettagli

Modera: avv. Stefano Dalla Verità Direttore della Fondazione Forense Bolognese

Modera: avv. Stefano Dalla Verità Direttore della Fondazione Forense Bolognese Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Bologna Fondazione Forense Bolognese (CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BOLOGNA) Evento in materia di deontologia e ordinamento professionale FORMAZIONE CONTINUA

Dettagli

Mediazione Civile & Commerciale. Studio Legale MM & PARTNERS. Viale Majno,7 20122, Milano Tel. 02/76280777 02/76280776 Fax.

Mediazione Civile & Commerciale. Studio Legale MM & PARTNERS. Viale Majno,7 20122, Milano Tel. 02/76280777 02/76280776 Fax. Studio Legale MM & PARTNERS Viale Majno,7 20122, Milano Tel. 02/76280777 02/76280776 Fax. 02/76407336 Mediazione Civile & Commerciale Avv. Maria Sorbini m.sorbini@mmjus.it INDICE: 1. DOPO UN TORMENTATO

Dettagli

CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE

CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE CONFERIMENTO INCARICO PROFESSIONALE Con la presente il sig..., C.F.., residente in, Via, in proprio / quale legale rappresentante di, con sede in, P. IVA, (d ora innanzi il Cliente ), identificato come

Dettagli

2 attività subordinata, in quali giorni, in quali orari ed alle dipendenze di quale datore di lavoro; ove il praticante dovesse intraprendere

2 attività subordinata, in quali giorni, in quali orari ed alle dipendenze di quale datore di lavoro; ove il praticante dovesse intraprendere 2008-2011 IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE RITENUTO CHE: a) L art. 1 DPR 101/90 dispone che la pratica forense deve essere svolta con assiduità, diligenza e che la stessa si svolge principalmente

Dettagli

STRUMENTI PER CONSULENTI DI PARTE IN MEDIAZIONE

STRUMENTI PER CONSULENTI DI PARTE IN MEDIAZIONE STRUMENTI PER CONSULENTI DI PARTE IN MEDIAZIONE INFORMATIVA EX ART. 4 D.LGS N. 28/2010 E ART. 13 D.LGS. N. 196/2003 ISTANZA DI MEDIAZIONE ISTANZA DI MEDIAZIONE A FIRMA CONGIUNTA DELLE PARTI DESIGNAZIONE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI MANDATO PER AVVOCATI

CONDIZIONI GENERALI DI MANDATO PER AVVOCATI CONDIZIONI GENERALI DI MANDATO PER AVVOCATI 1. Campo di applicazione 1.1. Le condizioni generali di mandato si applicano a tutte le attività e gli atti di rappresentanza dinanzi alle autorità giudiziarie

Dettagli

CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE E L ORIENTAMENTO DEI PRATICANTI AVVOCATI

CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE E L ORIENTAMENTO DEI PRATICANTI AVVOCATI CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE E L ORIENTAMENTO DEI PRATICANTI AVVOCATI Tra: il CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PADOVA, in persona del suo Presidente Avv. Giovanni Chiello, il TRIBUNALE ORDINARIO

Dettagli

Tribunale di Udine. - sezione civile -

Tribunale di Udine. - sezione civile - Tribunale di Udine - sezione civile - Verbale d udienza Successivamente oggi, 13.1.2014, alle ore 12.00, davanti al giudice istruttore dott. Andrea Zuliani, nella causa iscritta al n 2998/12 R.A.C.C.,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI TARANTO-SEZ 1^ Il Dr. Giacovelli Martino, ha pronunciato la seguente SENTENZA N. 3166 nella causa iscritta al n 4206/2015,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PATROCINIO LEGALE A FAVORE DEI DIPENDENTI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PATROCINIO LEGALE A FAVORE DEI DIPENDENTI Servizio Sanitario Regionale Azienda per i Servizi Sanitari n.1- Triestina via Giovanni SAI nn. 1-3 34128 Trieste REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PATROCINIO LEGALE A FAVORE DEI DIPENDENTI Art. 25 dei

Dettagli

1) In particolare, per quanto inerisce i costi di un procedimento giudiziario

1) In particolare, per quanto inerisce i costi di un procedimento giudiziario Francia, Germania, Belgio, Spagna e Svezia sono questi i Paesi che sono stati presi in esame per confrontarne la disciplina adottata in materia di patrocinio a spese dello Stato. In particolare, sono stati

Dettagli

D. Lgs. 198/06. Legittimazione processuale della Consigliera di Parita' regionale. Impegno di spesa di Euro 5.000,00. Capitolo 136776 Bilancio 2013.

D. Lgs. 198/06. Legittimazione processuale della Consigliera di Parita' regionale. Impegno di spesa di Euro 5.000,00. Capitolo 136776 Bilancio 2013. REGIONE PIEMONTE BU5 30/01/2014 Codice DB1512 D.D. 28 novembre 2013, n. 745 D. Lgs. 198/06. Legittimazione processuale della Consigliera di Parita' regionale. Impegno di spesa di Euro 5.000,00. Capitolo

Dettagli

CORTE D APPELLO DI MILANO. Sezione delle Persone, dei Minori e della Famiglia. Dott.ssa Anna Maria Paganoni

CORTE D APPELLO DI MILANO. Sezione delle Persone, dei Minori e della Famiglia. Dott.ssa Anna Maria Paganoni N. 826/07R. R. Vol. G. CORTE D APPELLO DI MILANO Sezione delle Persone, dei Minori e della Famiglia La Corte, riunita in camera di consiglio nelle persone dei signori Dott.ssa Anna Maria Paganoni Dott.

Dettagli

I nuovi parametri forensi, la proposta del CNF: una prima analisi dell auspicata novella. di Filippo Pistone

I nuovi parametri forensi, la proposta del CNF: una prima analisi dell auspicata novella. di Filippo Pistone Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 ----------------------------------------------- I nuovi parametri forensi, la proposta del CNF: una prima analisi dell auspicata

Dettagli