Andrea Garello - Diego Piselli - Salvatore Scuto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Andrea Garello - Diego Piselli - Salvatore Scuto"

Transcript

1 Andrea Garello - Diego Piselli - Salvatore Scuto Profili civili, penali e disciplinari Nuovo Codice deontologico

2 Indice Premessa pag. XIII Parte prima LA RESPONSABILITÀ CIVILE di Diego Piselli Capitolo 1 Le obbligazioni dell'avvocato» La trasformazione della professione forense e la responsabilità contrattuale dell'avvocato.» II rapporto cliente-avvocato tra contratto d'opera professionale e mandato» Le particolarità dell'attività difensiva» II contenuto dell'obbligazione dell'avvocato» La tradizionale qualificazione dell'obbligazione dell'avvocato come obbligazione di «mezzi»» Conseguenze della classificazione tradizionale dell'obbligazione dell'avvocato» Recenti indirizzi giurisprudenziali: verso il superamento della teoria dell'obbligazione di mezzi?» Critiche dottrinali al concetto di obbligazione «di mezzi»...» Altre critiche dottrinali al concetto di obbligazione «di mezzi».» II «risultato» dovuto dall'avvocato nell'attività stragiudiziale..» II contenuto dell'obbligazione dell'avvocato incaricato della redazione di un contratto» II primo «risultato» dovuto dall'avvocato nell'attività difensiva.» II secondo «risultato» dovuto dall'avvocato nell'attività difensiva.» I parametri di valutazione dell'adempimento dell'avvocato..» La teoria dell'«errore professionale» scusabile» L'inadempimento contrattuale dell'avvocato» 22

3 VI INDICE 1.17 Irrilevanza della distinzione tra «avvocato» e «procuratore legale» in materia di responsabilità professionale pag. 24 Capitolo 2 L'adempimento dell'avvocato nelle prestazioni specialistiche e di particolare difficoltà» La specializzazione degli avvocati e l'organizzazione degli studi.» La specializzazione dell'avvocato e l'organizzazione del suo studio nella valutazione dell'adempimento» La valutazione del comportamento dell'avvocato «specializzato» ed «organizzato»» Le indicazioni provenienti dalla giurisprudenza sulla responsabilità medica» La valutazione del comportamento dell'avvocato che ha operato oltre i propri limiti di preparazione ed organizzazione....» La valutazione del comportamento dell'avvocato che affronti problemi di carattere extralegale» I casi di difficile soluzione e la regola contenuta nell'alt c.c..» Critiche dottrinali alla regola di cui all'art c.c» L'applicazione giurisprudenziale dell'alt c.c» Rilevanti casi di applicazione dell'art c.c. all'attività dell'avvocato» Altri casi di applicazione dell'art c.c. all'attività dell'avvocato» I numerosi casi nei quali è stata esclusa la sussistenza di una questione di «speciale difficoltà»» L'inapplicabilità dell'art c.c. all'attività di informazione e consiglio del cliente» 40 Capitolo 3 L'inadempimento del dovere di informazione e di quello di protezione dell'assistito alla cessazione del rapporto professionale.» II dovere di informazione dell'avvocato come obbligo contrattuale.» L'incertezza dell'ordinamento può giustificare il cattivo adempimento dell'obbligo informativo dell'avvocato?» II dovere di informazione preliminare sulle conseguenze delle iniziative dell'avvocato» Le indicazioni che provengono dalla giurisprudenza sui doveri «preliminari» di informazione del medico» La questione del consenso all'avvio di attività rischiosa....» Presunzione di responsabilità dell'avvocato in presenza di un inadempimento del dovere di informazione?» La responsabilità dell'avvocato per insufficiente informazione preliminare in alcuni precedenti giurisprudenziali» 51

4 INDICE VII 3.8 II dovere di consultare la parte prima di compiere iniziative pregiudizievoli pag Un precedente in tema di omissione dell'informazione circa le possibilità di appello» L'interruzione del rapporto con il cliente e la responsabilità dell'avvocato» II comportamento dell'avvocato in caso di recesso dal rapporto professionale. Casistica giurisprudenziale» I doveri dell'avvocato alla cessazione del rapporto per causa diversa dal recesso del professionista» 56 Capitolo 4 L'errore, l'omissione ed il ritardo nell'attività difensiva» Premessa» Negligenza difensiva e rifiuto di pagare il compenso dell'avvocato. Il problema delle contestazioni infondate» II comportamento dell'avvocato che abbia omesso l'esame di questione rilevabile d'ufficio» Critica di alcune decisioni relative al comportamento dell'avvocato che abbia proposto domande «limitate»» L'errore tecnico nella difesa. Casistica giurisprudenziale...» L'omissione di atti processuali» L'omissione di atti processuali in condizioni d'incertezza normativa» L'omissione di atti processuali in assenza d'istruzioni del cliente.» L'omissione di atti processuali urgenti da parte dell'avvocato richiesto di una consulenza» II ritardo nello svolgimento dell'incarico. Considerazioni generali» I casi nei quali il ritardo nello svolgimento dell'incarico comporta inadempimento dell'avvocato» Ritardo dell'avvocato e violazione del diritto costituzionale alla difesa» Responsabilità dell'avvocato per il prolungamento del processo in un noto precedente giurisprudenziale» 71 Capitolo 5 Le cause di giustificazione dell'inadempimento contrattuale dell'avvocato» Premessa» Le indicazioni dell'assistito e la negligenza dell'avvocato: considerazioni generali» L'irrilevanza delle indicazioni dell'assistito nella valutazione del comportamento dell'avvocato» La mancanza di tempo come causa di giustificazione» 75

5 Vili INDICE 5.5 L'irrilevanza delle istruzioni del cliente in un noto precedente. pag Un altro noto precedente in tema di irrilevanza delle indicazioni del cliente» Precedenti giurisprudenziali in tema di difetto del tempo necessario per adempiere l'incarico» La questione dell'impossibilità oggettiva dell'adempimento dell'avvocato» Un precedente giurisprudenziale in tema di impossibilità oggettiva di adempimento dell'incarico» Considerazioni in tema di rilevanza dell'inadempimento dell'assistito» Precedenti giurisprudenziali sul comportamento dell'avvocato che non abbia ricevuto le anticipazioni richieste» 80 Capitolo 6 II risarcimento del danno derivato dall'inadempimento dell'avvocato.» Premessa» La tradizionale preclusione del riesame dell'attività dell'avvocato: la questione dell'imprevedibilità dell'esito dei giudizi» Ancora sulla tradizionale preclusione del riesame dell'attività dell'avvocato: la questione dell'intangibilità del giudicato....» Singolari proposte di soluzione del problema della responsabilità per negligenza professionale» L'evoluzione giurisprudenziale degli anni '60: viene ammessa la possibilità di riesaminare l'esito del processo » Successivi sviluppi: si richiede la «certezza morale» che la diligenza del legale avrebbe determinato un diverso esito della lite...» Critiche al criterio della «certezza morale»» Ulteriore sviluppo della giurisprudenza: si richiede la «ragionevole certezza» che la diligenza del legale avrebbe determinato un diverso esito della lite» L'ultima evoluzione della giurisprudenza: si riconosce il risarcimento della perdita della «chance» di vincere la lite» Un'importante decisione in tema di risarcibilità della perdita della «chance» di vincere la lite» 93 Capitolo 7 La quantificazione del danno e l'onere della prova» La quantificazione del risarcimento dovuto al cliente in caso di inadempimento dell'avvocato» II risarcimento in caso di insuccesso di azioni da considerarsi ragionevolmente fondate» II risarcimento del danno da perdita della «chance» di un diverso esito della lite» Rassegna di giurisprudenza in tema di quantificazione del danno.» 97

6 INDICE IX L'obbligo di restituire il compenso percepito dall'avvocato pag Le decisioni delle quali è impossibile ricostruire la «ratio decidendi»» Un caso di quantificazione del danno in assenza di incertezza sul diverso esito della lite» Esempi di quantificazione del danno da perdita di «chance»» Decisioni relative al danno da pignoramento improvviso.» Un caso in tema di danno da perdita della documentazione del cliente» La gravosa prova della negligenza e del danno tradizionalmente richiesta al cliente dell'avvocato» Indicazioni che provengono dalla giurisprudenza in tema di attività mediche di «routine»» La questione della prova del danno ed i criteri presuntivi...» 104 Capitolo 8 La responsabilità aquiliana dell'avvocato e la responsabilità nell'esercizio collettivo dell'attività forense» La responsabilità aquiliana dell'avvocato: le situazioni nelle quali può insorgere» La giurisprudenza straniera in tema di responsabilità dell'avvocato verso terzi estranei al rapporto professionale» II regime della responsabilità aquiliana dell'avvocato» Considerazioni generali sull'esercizio «collettivo» dell'attività legale» La responsabilità dell'avvocato per il fatto di sostituti ed ausiliari Ili 8.6 La responsabilità nell'esercizio congiunto dell'attività professionale forense. La situazione sino all'approvazione della «legge Bersani». La «società interna» tra avvocati» La responsabilità nell'esercizio congiunto dell'attività professionale forense nel D.Lgs. n. 96/2001» Osservazioni finali sulla responsabilità degli avvocati che cooperano nell'interesse del cliente» 115 Parte seconda LA RESPONSABILITÀ PENALE di Andrea Garello e Salvatore Scuto Capitolo 1 I reati propri del difensore» La responsabilità penale del difensore: una prospettiva in espansione?» 119

7 X INDICE 1.2 Le ipotesi tipiche di responsabilità del difensore pag Patrocinio o consulenza infedele» Patrocinio di parte avversa» Millantato credito del patrocinatore» 126 Capitolo 2 Tutela delle indagini e favoreggiamento personale» II favoreggiamento personale» Tutela delle investigazioni e tutela del processo» II confine tra attività difensiva lecita e favoreggiamento personale» 133 Parte terza LA RESPONSABILITÀ DISCIPLINARE di Andrea Garello e Salvatore Scuto Capitolo 1 Fondamenti della responsabilità disciplinare» 139 Capitolo 2 I doveri dell'avvocato» II dovere di probità, dignità e decoro» II dovere di lealtà e correttezza» II dovere di diligenza» II dovere di aggiornamento professionale» II dovere di segretezza e riservatezza» II dovere di indipendenza» II nuovo art. 17 e le informazioni sull'esercizio professionale..» II contenuto della regola generale» Canone I: i mezzi di informazione» Canone II: il contenuto dell'informazione» Canone III: l'indicazione del nome dell'avvocato defunto.» II dovere di verità» II I canone complementare: il divieto di introduzione di prove false» H II canone complementare: l'obbligo di menzionare i provvedimenti ottenuti e quelli rigettati» II dovere di colleganza» L'autonomia del rapporto con la parte assistita nel processo..» II conflitto di interessi» 167

8 Parte quarta INDAGINI DIFENSIVE E RESPONSABILITÀ PENALE E DISCIPLINARE DEL DIFENSORE di Andrea Garello e Salvatore Sento INDICE XI Capitolo 1 Indagini difensive e nuove responsabilità penali del difensore... pag Le indagini difensive: incremento di efficacia della difesa nel processo e incremento della responsabilità, anche penale, del difensore» II contatto con i luoghi e le tracce materiali del reato....» I poteri di documentazione degli atti compiuti dal difensore e il dubbio sull'assunzione della qualifica di pubblico ufficiale...» I verbali di mancata comparizione della persona informata o di mancato consenso del titolare dei luoghi» I verbali delle dichiarazioni rese dalla persona informata sui fatti.» L'utilizzabilità dibattimentale degli atti formati dal difensore..» Esercizio di pubblica funzione e obblighi deontologici del difensore» 184 Capitolo 2 Le nuove norme deontologiche in materia di indagini difensive..» II cammino della deontologia dall'entrata in vigore della legge n. 397/2000 alla riforma del codice deontologico» La regola generale dell'art. 52 e del punto 14 del canone 52.1.» Le indagini difensive come obbligo deontologico» La responsabilità del difensore nella direzione delle indagini..» L'obbligo del segreto» La spendita del nome dell'assistito» Gli avvertimenti circa le conseguenze della scelta di non rispondere» L'accesso ai luoghi privati» II rapporto con la persona offesa» II rapporto con il minore» L'accesso ai luoghi» La documentazione delle dichiarazioni» 197 APPENDICE 1. Il Codice deontologico» Delibera del Consiglio delle Camere Penali 14 luglio Regole di comportamento del penalista nelle investigazioni difensive..» 219 Indice cronologico della giurisprudenza» 225 Bibliografia» 233

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE CODICE DEONTOLOGICO FORENSE MODIFICHE APPROVATE IL 26 OTTOBRE 2002 DAL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - Art. 13 (Dovere di aggiornamento professionale) - Art. 17 (Informazioni sull'esercizio professionale)

Dettagli

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE

PARTE I. Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE INDICE pag. Prefazione.... XV PARTE I Capitolo I IL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER I NON ABBIENTI NEL PROCESSO PENALE TRA PASSATO E PRESENTE 1.1. La garanzia costituzionale del diritto di difesa in

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX

INDICE SOMMARIO. Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX Prefazione alla seconda edizione... Pag. VII Prefazione di Guido Alpa...» IX CAPITOLO I LINEAMENTI DI ORDINAMENTO PROFESSIONALE FORENSE 1. Ordinamento professionale forense, pluralità degli ordinamenti

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Parte generale... pag. 1. Capitolo I La responsabilità (F. Martini)...» 3

INDICE SOMMARIO. Parte generale... pag. 1. Capitolo I La responsabilità (F. Martini)...» 3 Indice sommario 1.1 INDICE SOMMARIO Parte generale...................... pag. 1 Capitolo I La responsabilità (F. Martini)............» 3 1.1. Gli elementi costitutivi della responsabilità.............»

Dettagli

REGOLE DI COMPORTAMENTO DEL PENALISTA NELLE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE

REGOLE DI COMPORTAMENTO DEL PENALISTA NELLE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE REGOLE DI COMPORTAMENTO DEL PENALISTA NELLE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE TESTO APPROVATO IL 14 LUGLIO 2001 DAL CONSIGLIO DELLE CAMERE PENALI CON LE MODIFICHE APPROVATE IL 19 GENNAIO 2007 IL CONSIGLIO DELLE

Dettagli

SCHEDA TECNICA. contenente i riferimenti ad articoli e normative rilevanti ai fini delle investigazioni difensive

SCHEDA TECNICA. contenente i riferimenti ad articoli e normative rilevanti ai fini delle investigazioni difensive SCHEDA TECNICA contenente i riferimenti ad articoli e normative rilevanti ai fini delle investigazioni difensive 1) CONVENZIONE PER LA SALVAGUARDIA DEI DIRITTI DELL UOMO E DELLE LIBERTA FONDAMENTALI Art.

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA

INDICE-SOMMARIO. Capitolo Primo PREMESSA VII INDICE-SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni.... pag. XV Capitolo Primo PREMESSA 1. Premessa.... pag. 1 2. Evoluzione storica. Appalti urbanistica edilizia....» 2 3. Le norme applicabili....»

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... XIX Capitolo 1 LA VIOLENZA ENDO-FAMILIARE E LO STALKING 1.1. Introduzione... 1 1.2. I pregiudizi... 2 1.3. La tutela.... 4 1.4. La mancanza di una

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO PREAMBOLO

CODICE DEONTOLOGICO PREAMBOLO CODICE DEONTOLOGICO PREAMBOLO L'avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza delle

Dettagli

SCUOLA TERRITORIALE. C A M E R A P E N A L E di Busto Arsizio CORSO DI DEONTOLOGIA E TECNICA DEL PENALISTA

SCUOLA TERRITORIALE. C A M E R A P E N A L E di Busto Arsizio CORSO DI DEONTOLOGIA E TECNICA DEL PENALISTA SCUOLA TERRITORIALE C A M E R A P E N A L E di Busto Arsizio CORSO DI DEONTOLOGIA E TECNICA DEL PENALISTA I - Introduzione al corso La figura ed il ruolo del difensore d ufficio Attività dell U.C.P.I.

Dettagli

La responsabilita sanitaria

La responsabilita sanitaria La responsabilita sanitaria opera diretta da Flavio Peccenini con la collaborazione di Antonio Cardace, Barbara De Risio, Giovanni Facci, Giovanni Fini Alfredo Francavilla, Diana Gervasio, Giuseppe Musolino

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Sezione prima PROVA PENALE E GIUSTO PROCESSO (Pietro Silvestri)

INDICE SOMMARIO. Sezione prima PROVA PENALE E GIUSTO PROCESSO (Pietro Silvestri) INDICE SOMMARIO Premessa... vii Sezione prima PROVA PENALE E GIUSTO PROCESSO (Pietro Silvestri) Capitolo I DALLA RIFORMA DELL ART. 111 DELLA COSTITUZIONE ALLA LEGGE N. 63/2001 1.1. Premessa... 3 1.2. La

Dettagli

Studio Legale Avv. Stefano Tomasello

Studio Legale Avv. Stefano Tomasello Titolo I - Principi generali Articolo 1. Ambito di applicazione. Le norme deontologiche si applicano a tutti gli avvocati e praticanti nella loro attività, nei loro reciproci rapporti e nei confronti dei

Dettagli

I RAPPORTI CON LA PARTE ASSISTITA

I RAPPORTI CON LA PARTE ASSISTITA Corso di studi DEONTOLOGIA E ORDINAMENTO PROFESSIONALE I RAPPORTI CON LA PARTE ASSISTITA 21 aprile 2008 Avv. Laura Marini Avv. Fabrizio Ariani Il primo nemico dell avvocato è il cliente Ma se rispettiamo

Dettagli

Consiglio Nazionale Forense. Codice deontologico. con le modifiche approvate nella seduta. del 26 ottobre 2002. dal Consiglio Nazionale Forense

Consiglio Nazionale Forense. Codice deontologico. con le modifiche approvate nella seduta. del 26 ottobre 2002. dal Consiglio Nazionale Forense Consiglio Nazionale Forense Codice deontologico con le modifiche approvate nella seduta del 26 ottobre 2002 dal Consiglio Nazionale Forense. Preambolo L'avvocato esercita la propria attività in piena libertà,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI DIFESA IN GIUDIZIO (CIVILE E PENALE) IN

CONDIZIONI GENERALI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI DIFESA IN GIUDIZIO (CIVILE E PENALE) IN CONDIZIONI GENERALI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI DIFESA IN GIUDIZIO (CIVILE E PENALE) IN AMBITO DI RESPONSABILITA PROFESSIONALE MEDICO - SANITARIA DELLE AUSL DI RAVENNA, FORLI, CESENA

Dettagli

IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26 ottobre 2002, il 27 gennaio

Dettagli

CODICE ETICO- DEL REVISORE CONDOMINIALE. (approvato in data 30 GENNAIO 2015 dal Consiglio Direttivo )

CODICE ETICO- DEL REVISORE CONDOMINIALE. (approvato in data 30 GENNAIO 2015 dal Consiglio Direttivo ) CODICE ETICO- DEL REVISORE CONDOMINIALE (approvato in data 30 GENNAIO 2015 dal Consiglio Direttivo ) REVCOND ASSOCIAZIONE REVISORI CONDOMINIALI PREAMBOLO quale parte integrante del presente Codice Il revisore

Dettagli

INDICE. Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI

INDICE. Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI INDICE Presentazione... Avvertenza... pag VII XIII Capitolo I COSTITUZIONE E ALTRE DISPOSIZIONI FONDAMENTALI 1. Costituzione della Repubblica Italiana... 3 2. Convenzione per la salvaguardia dei diritti

Dettagli

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI

SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI SCRITTI ESAME AVVOCATO 2014 di Roberto GAROFOLI Valerio de GIOIA COME SI SCRIVE L ATTO GUIDA PRATICA E CONSIGLI OPERATIVI Con la collaborazione di Sonia GRASSI Giovanna SPIRITO Carlo TANGARI SOMMARIO Premessa

Dettagli

Incontro di aggiornamento e formazione sul tema: L attività del penalista tra norme del codice e regole deontologiche

Incontro di aggiornamento e formazione sul tema: L attività del penalista tra norme del codice e regole deontologiche CODICE DI PROCEDURA PENALE IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999,

Dettagli

IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE IL CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997, successivamente modificato il 16 ottobre 1999, il 26 ottobre 2002, il 27 gennaio 2006 e

Dettagli

Codice Deontologico Forense

Codice Deontologico Forense Codice Deontologico Forense (aggiornato al 12 giugno 2008) PREAMBOLO L'avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona,

Dettagli

La colpa nella responsabilita civile delle Amministrazioni pubbliche

La colpa nella responsabilita civile delle Amministrazioni pubbliche SALVATORE CIMINI La colpa nella responsabilita civile delle Amministrazioni pubbliche G. GIAPPICHELLI EDITORE - TORINO Indice-Sommario Introduzione 1. Dall'immunita alla piena responsabilita civile delle

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26 ottobre 2002, il 27 gennaio

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 1 di 23 17/10/2014 10:28 CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE - PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA COMUNICATO Codice deontologico forense. (14A07985) (GU n.241 del 16-10-2014) (Approvato dal Consiglio nazionale

Dettagli

GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE

GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE a cura di Remo Danovi 1. Tenuta albi - Obbligo di comunicazione dell ammontare del reddito professionale alla Cassa di previdenza In tema di obblighi degli avvocati

Dettagli

RESPONSABILITA' CIVILE E PENALE DEL REVISORE CONTABILE

RESPONSABILITA' CIVILE E PENALE DEL REVISORE CONTABILE RESPONSABILITA' CIVILE E PENALE DEL REVISORE CONTABILE Marco Bongiovanni 1 FONTI NORMATIVE Art. 2409 sexies C Civile Art. 164 D.Lgs. 58/98 Art. 2407 Codice Civile Art. 1710 Codice Civile Art. 1176 Codice

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE REGOLAMENTO PER LA PRATICA FORENSE E L'ESERCIZIO DEL PATROCINIO APPROVATO DAL CONSIGLIO DELL ORDINE NELLA SEDUTA DEL 27 FEBBRAIO 2003 Iscrizione Art. 1

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Contratto di conferimento dell'incarico di responsabile del servizio di prevenzione e protezione TRA

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ANCONA. Contratto di conferimento dell'incarico di responsabile del servizio di prevenzione e protezione TRA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ANCONA Contratto di conferimento dell'incarico di responsabile del servizio di prevenzione e protezione TRA La Società.. con sede legale in.... e sede amministrativa

Dettagli

Autorizzazione n. 6/2007 al trattamento dei dati sensibili da parte degli investigatori privati

Autorizzazione n. 6/2007 al trattamento dei dati sensibili da parte degli investigatori privati Autorizzazione n. 6/2007 al trattamento dei dati sensibili da parte degli investigatori privati (Pubblicata sulla G.U. n. 196 del 24 agosto 2007 - supp. ord. n. 186) Registro delle Deliberazioni Del. n.

Dettagli

Legge 7 dicembre 2000, n. 397 "Disposizioni in materia di indagini difensive"

Legge 7 dicembre 2000, n. 397 Disposizioni in materia di indagini difensive Legge 7 dicembre 2000, n. 397 "Disposizioni in materia di indagini difensive" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 2 del 3 gennaio 2001 Capo I MODIFICHE AL CODICE DI PROCEDURA PENALE Art. 1 1. All'articolo

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Approvato dal Consiglio nazionale forense nella seduta del 31 gennaio 2014) TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 L avvocato 1. L avvocato tutela, in ogni sede, il diritto alla

Dettagli

LA RESPONSABILITA' PROFESSIONALE IN SANITA. Dott.Laura Giurgola S.C. Igiene e Prevenzione- Settore Medicina Legale ASL4 Chiavarese

LA RESPONSABILITA' PROFESSIONALE IN SANITA. Dott.Laura Giurgola S.C. Igiene e Prevenzione- Settore Medicina Legale ASL4 Chiavarese LA RESPONSABILITA' PROFESSIONALE IN SANITA Dott.Laura Giurgola S.C. Igiene e Prevenzione- Settore Medicina Legale ASL4 Chiavarese Le fasi della Responsabilita Inosservanza degli obblighi o violazione dei

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE - Sentenza 14 novembre 2005 n. 22913 Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SECONDA CIVILE

Dettagli

CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE

CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE I COMPENDI D AUTORE diretti da Roberto GAROFOLI Per concorsi pubblici e abilitazione forense propone: I COMPENDI D AUTORE : Diritto Civile Diritto Penale Procedura

Dettagli

INDICE. Parte Prima INADEMPIMENTO E RESPONSABILITÀ NELL APPALTO IN GENERE CAPITOLO 1 VIZI E DIFFORMITÀ NELL APPALTO.

INDICE. Parte Prima INADEMPIMENTO E RESPONSABILITÀ NELL APPALTO IN GENERE CAPITOLO 1 VIZI E DIFFORMITÀ NELL APPALTO. INDICE Parte Prima INADEMPIMENTO E RESPONSABILITÀ NELL APPALTO IN GENERE CAPITOLO 1 VIZI E DIFFORMITÀ NELL APPALTO. ASPETTI GENERALI 3 1. L estensione della responsabilità dell appaltatore per i vizi e

Dettagli

Formula 79 ILL.MO SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI... ILL.MO G.I.P./G.U.P. PRESSO IL TRIBUNALE DI...

Formula 79 ILL.MO SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI... ILL.MO G.I.P./G.U.P. PRESSO IL TRIBUNALE DI... Formula 79 Difensore 149 FORMULA 79 VERBALE DI ASSUNZIONE DI INFORMAZIONI DA PERSONE INFORMATE SUI FATTI (artt. 327 bis e 391 bis c.p.p.) R.G. n.... ILL.MO SIGNOR PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL

Dettagli

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI AUTORIZZAZIONE 11 dicembre 2014 Autorizzazione al trattamento dei dati sensibili da parte degli investigatori privati. (Autorizzazione n. 6/2014). (14A09916)

Dettagli

(Approvato dal C.C.B.E. il 28 ottobre 1988, con le modifiche introdotte il 28 novembre 1998 e il 5

(Approvato dal C.C.B.E. il 28 ottobre 1988, con le modifiche introdotte il 28 novembre 1998 e il 5 CODICE DI DEONTOLOGIA DEGLI AVVOCATI EUROPEI (Approvato dal C.C.B.E. il 28 ottobre 1988, con le modifiche introdotte il 28 novembre 1998 e il 5 dicembre 2002) 1. PREAMBOLO. 1.1. La missione dell'avvocato.

Dettagli

* * * TARIFFARIO DEGLI ONORARI E DIRITTI DI AVVOCATO IN MATERIA GIUDIZIALE CIVILE - AMMINISTRATIVA E PENALE * * * TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

* * * TARIFFARIO DEGLI ONORARI E DIRITTI DI AVVOCATO IN MATERIA GIUDIZIALE CIVILE - AMMINISTRATIVA E PENALE * * * TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI * * * TARIFFARIO DEGLI ONORARI E DIRITTI DI AVVOCATO IN MATERIA GIUDIZIALE CIVILE - AMMINISTRATIVA E PENALE * * * TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Diritto dell'avvocato al pagamento di onorari, spese

Dettagli

CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE

CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE I COMPENDI D AUTORE diretti da Roberto GAROFOLI Per concorsi pubblici e abilitazione forense propone: I COMPENDI D AUTORE : Diritto Penale Diritto Civile Diritto

Dettagli

Catalogo SYSTEM SERVICE MAGGIO 2014 Area: Avvocati ON LINE

Catalogo SYSTEM SERVICE MAGGIO 2014 Area: Avvocati ON LINE Catalogo SYSTEM SERVICE MAGGIO 2014 Area: Avvocati ON LINE Categoria: A.2.1: Principi generali CNF0361 Il Codice Deontologico Categoria: D.7.7: Accertamento dell'imposta, controllo formale e liquidazione

Dettagli

Ordine Nazionale dei Tecnologi Alimentari

Ordine Nazionale dei Tecnologi Alimentari CODICE DEONTOLOGICO ORDINE NAZIONALE DEI TECNOLOGI ALIMENTARI TITOLO I Principi Generali ARTICOLO 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE 1) I principi e le regole espressi dal presente Codice Deontologico sono vincolanti

Dettagli

CAPO I PRINCIPI GENERALI. Art. 1. Ambito di applicazione

CAPO I PRINCIPI GENERALI. Art. 1. Ambito di applicazione CODICE DI DEONTOLOGIA E DI BUONA CONDOTTA PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI PER SVOLGERE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE O PER FAR VALERE O DIFENDERE UN DIRITTO IN SEDE GIUDIZIARIA (Approvato dal Garante

Dettagli

La responsabilità nell esercizio delle professioni protette.

La responsabilità nell esercizio delle professioni protette. La responsabilità nell esercizio delle professioni protette. Responsabilità professionale e contatto sociale. Dott. Mario Mauro Firenze, 11 aprile 2011 Abstract. Individuazione del problema. La violazione

Dettagli

TITOLO I PRINCIPI GENERALI

TITOLO I PRINCIPI GENERALI TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 L avvocato 1. L avvocato tutela, in ogni sede, il diritto alla libertà, l inviolabilità e l effettività della difesa, assicurando, nel processo, la regolarità del giudizio

Dettagli

Capitolo II Tariffa penale

Capitolo II Tariffa penale Capitolo II Tariffa penale Art. 1 - Criteri generali - 1. Per la determinazione dell'onorario di cui alla tabella deve tenersi conto della natura, complessità e gravità della causa, delle contestazioni

Dettagli

LA RESPONSABILITÀ PENALE E CIVILE DEL MEDICO

LA RESPONSABILITÀ PENALE E CIVILE DEL MEDICO MAURO BILANCETTI FRANCESCO BILANCETTI LA RESPONSABILITÀ PENALE E CIVILE DEL MEDICO SETTIMA EDIZIONE CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI 2010 INDICE-SOMMARIO INTRODUZIONE LA RESPONSABILITÀ IN GENERALE

Dettagli

CODICE DI DEONTOLOGIA E DI BUONA CONDOTTA PER AVVOCATI E INVESTIGATORI Mauro Alovisio, avvocato in Torino. In vigore da gennaio 2009

CODICE DI DEONTOLOGIA E DI BUONA CONDOTTA PER AVVOCATI E INVESTIGATORI Mauro Alovisio, avvocato in Torino. In vigore da gennaio 2009 CODICE DI DEONTOLOGIA E DI BUONA CONDOTTA PER AVVOCATI E INVESTIGATORI Mauro Alovisio, avvocato in Torino In vigore da gennaio 2009 Il codice di deontologia adatta i principi della normativa sulla protezione

Dettagli

DECRETO BALDUZZI E RESPONSABILITÀ

DECRETO BALDUZZI E RESPONSABILITÀ DECRETO BALDUZZI E RESPONSABILITÀ Assemblea TSRM Ferrara 28 maggio 2013 Avv. Roberta Li Calzi CONCETTO DI RESPONSABILITÀ Obbligo di rispondere di un'azione antigiuridica (contraria alle norme) cioè di

Dettagli

INDICE. Presentazione

INDICE. Presentazione INDICE Autore Presentazione XI XIII Capitolo 1 LA FORMAZIONE INFERMIERISTICA 1 Cenni storici 1 La formazione universitaria 2 Il superamento del diploma universitario e l istituzione delle lauree 3 Le indicazioni

Dettagli

INDICE. Parte Prima I PRECEDENTI STORICI: PERCORSI NORMATIVI, DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI

INDICE. Parte Prima I PRECEDENTI STORICI: PERCORSI NORMATIVI, DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI Indice VII INDICE Presentazione.... V Parte Prima I PRECEDENTI STORICI: PERCORSI NORMATIVI, DOTTRINALI E GIURISPRUDENZIALI Capitolo Primo LE FONTI NORMATIVE DELLE INVESTIGAZIONI DIFENSIVE 1. Generalità....

Dettagli

Risoluzione di un contratto di locazione commerciale: come si valuta la gravità dell'inadempimento

Risoluzione di un contratto di locazione commerciale: come si valuta la gravità dell'inadempimento Risoluzione di un contratto di locazione commerciale: come si valuta la gravità dell'inadempimento Corte d'appello, Napoli, sez. II civile, sentenza 06/05/2015 n 1727 Pubblicato il 09/07/2015 La sentenza

Dettagli

Consiglio Nazionale Forense Codice deontologico Con le modifiche approvate nella seduta del 26 ottobre 2002 dal Consiglio Nazionale Forense

Consiglio Nazionale Forense Codice deontologico Con le modifiche approvate nella seduta del 26 ottobre 2002 dal Consiglio Nazionale Forense Consiglio Nazionale Forense Codice deontologico Con le modifiche approvate nella seduta del 26 ottobre 2002 dal Consiglio Nazionale Forense Preambolo L avvocato esercita la propria attività in piena libertà,

Dettagli

Approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999 e il 26 ottobre 2002

Approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999 e il 26 ottobre 2002 CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CODICE DEONTOLOGICO INDICE Preambolo Titolo I Principi generali Titolo II Rapporti con i colleghi Titolo III Rapporti con la parte assistita Curriculum Vitae Titolo IV Rapporti

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE CODCE DEONTOLOGCO FORENSE Approvato dal Consiglio Nazionale Forense (nella seduta del 17 aprile 1997 con le modifiche introdotte il 16/10/1999, il 26/10/2002, il 27/01/2006, il 14/12/2006 e il 12/06/2008)

Dettagli

TITOLO VI RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI FORENSI

TITOLO VI RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI FORENSI TITOLO VI RAPPORTI CON LE ISTITUZIONI FORENSI Il titolo VI, anch esso nuovo, ricomprende organicamente e valorizza il profilo dei rapporti dell avvocato con le Istituzioni forensi e ciò quando è chiamato,

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE REGISTRO PRATICANTI AVVOCATI

DOMANDA DI ISCRIZIONE REGISTRO PRATICANTI AVVOCATI MARCA DA BOLLO Euro 16,00 DOMANDA DI ISCRIZIONE REGISTRO PRATICANTI AVVOCATI Al Consiglio dell'ordine degli Avvocati di Roma Il sottoscritto nato a il e residente in Via CHIEDE di essere iscritto nel Registro

Dettagli

Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive

Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive Roma 18 dicembre 2008 Autorità garante per la protezione dei dati personali Presentazione del Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali effettuati per svolgere investigazioni

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE. MODIFICHE AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 gennaio 2006 VARIANTE APPROVATA (IN CORSIVO)

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE. MODIFICHE AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 gennaio 2006 VARIANTE APPROVATA (IN CORSIVO) ARTICOLO 7 Dovere di fedeltà È dovere dell avvocato svolgere con fedeltà la propria attività professionale. I. Costituisce infrazione disciplinare il comportamento dell avvocato che compia consapevolmente

Dettagli

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato

PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le

Dettagli

REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ISERNIA

REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ISERNIA REGOLAMENTO INTEGRATIVO PER LO SVOLGIMENTO DELLA PRATICA FORENSE DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI ISERNIA Adottato con delibera del Consiglio dell Ordine del 21/03/ 2013 PREMESSO CHE Il presente regolamento

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE MODIFICAZIONI AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 GENNAIO 2006

CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE MODIFICAZIONI AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 GENNAIO 2006 CODICE DEONTOLOGICO TESTO VIGENTE MODIFICAZIONI AL CODICE DEONTOLOGICO APPROVATE DAL C.N.F. NELLA SEDUTA DEL 27 GENNAIO 2006 ARTICOLO 7 Dovere di fedeltà E dovere dell avvocato svolgere con fedeltà la

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BASSANO DEL GRAPPA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA PRATICA FORENSE

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BASSANO DEL GRAPPA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA PRATICA FORENSE CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BASSANO DEL GRAPPA REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELLA PRATICA FORENSE CAPO I Iscrizione al Registro Speciale dei Praticanti 1 Il laureato che intenda avviarsi alla

Dettagli

2 attività subordinata, in quali giorni, in quali orari ed alle dipendenze di quale datore di lavoro; ove il praticante dovesse intraprendere

2 attività subordinata, in quali giorni, in quali orari ed alle dipendenze di quale datore di lavoro; ove il praticante dovesse intraprendere 2008-2011 IL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRIESTE RITENUTO CHE: a) L art. 1 DPR 101/90 dispone che la pratica forense deve essere svolta con assiduità, diligenza e che la stessa si svolge principalmente

Dettagli

ARTICOLO 2 REQUISITI DELL AVVOCATO 1) L

ARTICOLO 2 REQUISITI DELL AVVOCATO 1) L REGOLAMENTO PER LA PRATICA FORENSE E PER L ESERCIZIO DEL PATROCINIO La pratica forense costituisce un momento essenziale del percorso formativo dell avvocato e svolge la funzione essenziale di consentire

Dettagli

CAMERA PENALE di MESSINA P. PISANI G. AMENDOLIA

CAMERA PENALE di MESSINA P. PISANI G. AMENDOLIA Liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi professionali. Linee guida per l'applicazione dei parametri previsti dal D.M. n. 55 del 10 marzo 2014 Premessa: Che con la legge 31 dicembre

Dettagli

I DOVERI E I DIVIETI DEL CODICE DEONTOLOGICO

I DOVERI E I DIVIETI DEL CODICE DEONTOLOGICO Corso di studi DEONTOLOGIA E ORDINAMENTO PROFESSIONALE I DOVERI E I DIVIETI DEL CODICE DEONTOLOGICO 21 aprile 2008 Avv. Fabrizio Ariani Definizione di deontologia L insieme delle regole giuridiche, di

Dettagli

25674. 414 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SEZIONE LAVORO SENTENZA. STROLOGO LUCIANA C.F. STRLCN55H58A271J, elettivamente

25674. 414 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO SEZIONE LAVORO SENTENZA. STROLOGO LUCIANA C.F. STRLCN55H58A271J, elettivamente 25674. 414 REPUBBLICA ITALIANA Oggetto IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE LAVORO Composta dagli Ill.mi Sigg.ri Magistrati: R.G.N. 13364/2011 cronz.s6 Rep. Dott. LUIGI MACIOCE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Oggetto del servizio Oggetto del servizio è l'attività di consulenza e brokeraggio assicurativo a favore della Ruzzo

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LATINA

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LATINA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI LATINA Regolamento per lo svolgimento della pratica forense 1) Regolamentazione della pratica 1.1 Fonti normative 2) Note sulla pratica forense 2.1 Svolgimento della pratica 2.1

Dettagli

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI DELIBERAZIONE 6 novembre 2008

GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI DELIBERAZIONE 6 novembre 2008 Codice di deontologia e buona condotta per il trattamento dei dati personali effettuati per svolgere investigazioni difensive o per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria. GARANTE PER LA

Dettagli

CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE

CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE CONCORSI PUBBLICI E ABILITAZIONE FORENSE I COMPENDI D AUTORE diretti da Roberto GAROFOLI Per concorsi pubblici e abilitazione forense propone: I COMPENDI D AUTORE : Diritto Civile Diritto Penale Procedura

Dettagli

SENTENZE IN SANITÀ CORTE DI CASSAZIONE. Cassazione civile - Sezione III sentenza n. 9331 dell 8 maggio 2015

SENTENZE IN SANITÀ CORTE DI CASSAZIONE. Cassazione civile - Sezione III sentenza n. 9331 dell 8 maggio 2015 SENTENZE IN SANITÀ CORTE DI CASSAZIONE Cassazione civile - Sezione III sentenza n. 9331 dell 8 maggio 2015 QUANDO IL DANNO È PROCURATO DA ATTO NECESSARIO SENZA CONSENSO In presenza di un atto terapeutico

Dettagli

CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE E L ORIENTAMENTO DEI PRATICANTI AVVOCATI

CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE E L ORIENTAMENTO DEI PRATICANTI AVVOCATI CONVENZIONE PER LA FORMAZIONE E L ORIENTAMENTO DEI PRATICANTI AVVOCATI Tra: il CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI PADOVA, in persona del suo Presidente Avv. Giovanni Chiello, il TRIBUNALE ORDINARIO

Dettagli

I crediti dell'avvocato

I crediti dell'avvocato Alumni Litubium Claviere (TO) - 12 e 13 Dicembre 2104 I crediti dell'avvocato Nuovi e vecchi scenari dopo le recenti riforme I rapporti con i clienti 2 Prima Durante Dopo Premessa: riforma del Tariffario

Dettagli

Il Consiglio Nazionale Forense (C.N.F.), l Organismo Unitario dell Avvocatura (O.U.A.), l Associazione Italiana Giovani Avvocati (A.I.G.A.

Il Consiglio Nazionale Forense (C.N.F.), l Organismo Unitario dell Avvocatura (O.U.A.), l Associazione Italiana Giovani Avvocati (A.I.G.A. Il Consiglio Nazionale Forense (C.N.F.), l Organismo Unitario dell Avvocatura (O.U.A.), l Associazione Italiana Giovani Avvocati (A.I.G.A.), l Unione Camere Civili (U.C.C.), l Unione Camere Penali Italiane

Dettagli

INDICE. CAPITOLO I LA RILEVANZA DEL CONSENSO DEL PAZIENTE NEL TRATTAMENTO MEDICO-CHIRURGICO (Gianfranco Iadecola)

INDICE. CAPITOLO I LA RILEVANZA DEL CONSENSO DEL PAZIENTE NEL TRATTAMENTO MEDICO-CHIRURGICO (Gianfranco Iadecola) PARTE I LA RESPONSABILITÀ DEI MEDICI E DELLE STRUTTURE SANITARIE DIRITTO PENALE CAPITOLO I LA RILEVANZA DEL CONSENSO DEL PAZIENTE NEL TRATTAMENTO MEDICO-CHIRURGICO 1. Il trattamento medico-chirurgico...

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE. (Approvato dal Consiglio nazionale forense nella seduta del 31 gennaio 2014) TITOLO I PRINCIPI GENERALI

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE. (Approvato dal Consiglio nazionale forense nella seduta del 31 gennaio 2014) TITOLO I PRINCIPI GENERALI CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Approvato dal Consiglio nazionale forense nella seduta del 31 gennaio 2014) TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 L avvocato 1.L avvocato tutela, in ogni sede, il diritto alla

Dettagli

LYBRA ASSOCIAZIONE GIURIDICO CULTURALE

LYBRA ASSOCIAZIONE GIURIDICO CULTURALE LYBRA ASSOCIAZIONE GIURIDICO CULTURALE Cass. civ. Sez. Unite, Sent., 16-02-2015, n. 3023 2 AVVOCATO Con decisione 29.9.2011, il Consiglio dell'ordine degli Avvocati di Roma irrogò all'avv. F.S. la sanzione

Dettagli

Sentenza del Tribunale di Bari

Sentenza del Tribunale di Bari Sentenza del Tribunale di Bari!"#$%%&'()#"**+ Studenti: Rosalinda Cottone, Luca Galimberti 1. Esposizione concisa dei fatti Ricorso ante causam : Davanti al Tribunale di Bari viene concesso in data 26.10.2006

Dettagli

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE

CODICE DEONTOLOGICO FORENSE CODICE DEONTOLOGICO FORENSE PREAMBOLO L avvocato esercita la propria attività in piena libertà, autonomia ed indipendenza, per tutelare i diritti e gli interessi della persona, assicurando la conoscenza

Dettagli

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26

Tariffa civile (Tabella A)... 20 Tariffa penale (Tabella B)... 22 Tariffa stragiudiziale (compensi indicativi )... 26 PARTE I Normativa sui compensi dell avvocato D.M. 20 LUGLIO 2012, N. 140 - Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per

Dettagli

LA CORRISPONDENZA SCAMBIATA CON IL COLLEGA DIVIETI E PREVISIONI DEONTOLOGICHE

LA CORRISPONDENZA SCAMBIATA CON IL COLLEGA DIVIETI E PREVISIONI DEONTOLOGICHE LA CORRISPONDENZA SCAMBIATA CON IL COLLEGA DIVIETI E PREVISIONI DEONTOLOGICHE 1 )- Premesse L art.28 del nostro Codice deontologico tratta l argomento in oggetto e prevede il divieto di produrre o riferire

Dettagli

Capitolo Terzo... I doveri dell avvocato

Capitolo Terzo... I doveri dell avvocato Capitolo Terzo... I doveri dell avvocato 1. I rapporti con i colleghi L avvocato deve mantenere, nei confronti dei colleghi, un comportamento ispirato a correttezza e lealtà (art. 19 cod. deont.). Il principio

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26 ottobre 2002, il 27 gennaio

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA CODICE DEONTOLOGICO FORENSE (Testo approvato dal Consiglio Nazionale Forense nella seduta del 17 aprile 1997 ed aggiornato con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26 ottobre 2002, il 27 gennaio

Dettagli

Privacy: Codice Deontologico per avvocati e investigatori privati

Privacy: Codice Deontologico per avvocati e investigatori privati Privacy: Codice Deontologico per avvocati e investigatori privati Come riportato nel sito del Garante della privacy 1, è stato approvato il Codice Deontologico sul trattamento dei dati personali per avvocati

Dettagli

1. Gli onorari e i diritti sono sempre dovuti all'avvocato dal cliente indipendentemente dalle statuizioni del giudice sulle spese giudiziali.

1. Gli onorari e i diritti sono sempre dovuti all'avvocato dal cliente indipendentemente dalle statuizioni del giudice sulle spese giudiziali. Decreto n. 127/2004 con il Regolamento (adottato con decreto ministeriale 8 aprile 2004) del ministero della giustizia Determinazione degli onorari dei diritti e delle indennità spettanti agli avvocati

Dettagli

A.N.Te.L. - Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico. CODICE DEONTOLOGICO - del Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico

A.N.Te.L. - Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico. CODICE DEONTOLOGICO - del Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico A.N.Te.L. - Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico CODICE DEONTOLOGICO - del Tecnico Sanitario di Laboratorio Biomedico Disposizioni generali Art. 1 - Il Tecnico Sanitario di Laboratorio

Dettagli

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI

IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Garante per la protezione dei dati personali AUTORIZZAZIONE 13 dicembre 2012 Autorizzazione al trattamento dei dati sensibili da parte dei liberi professionisti. (Autorizzazione n. 4/2012). (GU n.3 del

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA CODICE DI DEONTOLOGIA (Approvato dal Consiglio nazionale forense il 17 aprile 1997, con le modifiche introdotte il 16 ottobre 1999, il 26

Dettagli

TITOLO I - PRINCIPI GENERALI

TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Si riportano in neretto le parti dell articolo modificato dal Consiglio nazionale forense il 16 dicembre 2011(circolare n. 2-C-2012 del 5 gennaio 2012): art. 55 CODICE DI DEONTOLOGIA (Approvato dal Consiglio

Dettagli

DIRITTO PENALE TRIBUTARIO

DIRITTO PENALE TRIBUTARIO DIRITTO PENALE TRIBUTARIO a cura di GIOVANNI FIANDACA - ENZO MUSCO con contributi di GIANCARLO DE VERO - MARIA BEATRICE MIRRI ROBERTO RAMPIONI - PAOLA SEVERINO DI BENEDETTO ROBERTO ZANNOTTI GIUFFRE 1992

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRAPANI

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRAPANI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA PRATICA PROFESSIONALE (approvato con delibera consiliare del 03/04/2002 e succ. mod. con delibera del 21/06/2005) CAPO I PRINCIPI GENERALI

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone)

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) INDICE SOMMARIO Elenco delle principali abbreviazioni... Introduzione... XIII XV Capitolo 1 LA RESPONSABILITAv NELLA PRESTAZIONE DI SERVIZI DI INVESTIMENTO. PROFILI GENERALI (Giovanni Falcone) 1. Aspetti

Dettagli

Lavoro agile. Spunti e riflessioni per una legislazione smart. Controlli sui lavoratori e tutela della privacy: diritti e doveri

Lavoro agile. Spunti e riflessioni per una legislazione smart. Controlli sui lavoratori e tutela della privacy: diritti e doveri Lavoro agile. Spunti e riflessioni per una legislazione smart Controlli sui lavoratori e tutela della privacy: diritti e doveri Milano, 16 marzo 2015 Avv. Renato Scorcelli 1 Controlli sui lavoratori e

Dettagli

Mariagrazia GALATI. TRACCE di PARERI. con PARERI SVOLTI CASI PROBABILI TECNICHE DI REDAZIONE

Mariagrazia GALATI. TRACCE di PARERI. con PARERI SVOLTI CASI PROBABILI TECNICHE DI REDAZIONE Mariagrazia GALATI TRACCE di PARERI con PARERI SVOLTI CASI PROBABILI TECNICHE DI REDAZIONE SOMMARIO Premessa V SEZIONE I - I SOGGETTI DI DIRITTO PARTE PRIMA TRACCIA 1 L amministrazione di sostegno. Inquadramento

Dettagli

Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell'art.

Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell'art. Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense ai sensi dell'art. 13 comma 6 della legge 31 dicembre 2012 n. 247. Il Ministro della Giustizia

Dettagli