Per alcune categorie di lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri,

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Per alcune categorie di lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri,"

Transcript

1 I trattamenti di famiglia Assegni familiari Assegno al nucleo familiare STAMPA

2 Assegni familiari Per alcune categorie di lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri, caratisti imbarcati) e per i pensionati ex lavoratori autonomi è prevista una prestazione che, per i primi, continua ad essere denominata "assegni familiari" mentre per i secondi è denominata "quote di maggiorazione della pensione" per carichi di famiglia. È pari a 10,21 euro mensili (una volta, lire) per ogni familiare a carico ed è concessa in base alla normativa precedente alla legge n. 153/88 (istitutiva dell assegno per il nucleo familiare). Questo trattamento spetta, se il reddito familiare non supera determinati limiti, per i seguenti componenti del nucleo: il coniuge a carico; i figli minori o maggiorenni inabili ed a carico del pensionato; i figli studenti fino a 21 anni, se frequentanti le scuole superiori, e fino a 26 anni, se frequentanti l università; i figli maggiorenni apprendisti; gli equiparati ai figli. Erano legalmente equiparati ai figli, anche per quanto riguarda il diritto agli assegni familiari, solo i figli adottivi, gli affiliati, i figli naturali legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati, i figli nati da precedente matrimonio dell altro coniuge e i minori regolarmente affidati dagli organi competenti. Ora, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 180/99, vanno inclusi tra essi anche i nipoti minorenni dei quali risulti la vivenza a carico dei nonni (v. scheda pensione ai superstiti ). La normativa regolante l'attribuzione dei trattamenti di famiglia è la stessa sia per i coltivatori diretti in attività che pensionati delle gestioni speciali. Per stabilire il diritto e la misura del trattamento di famiglia spettante è necessario in primo luogo individuare i soggetti da considerare a carico del titolare della pensione o del reddito di coltivatore diretto, in base alla tabella relativa al reddito individuale mensile. Successivamente, è necessario procedere al controllo del reddito complessivo del nucleo familiare perché dal 1 gennaio 1984 trova applicazione il disposto della legge , n. 730, concernente la cessazione del pagamento delle quote di maggiorazione non spettanti in rapporto al reddito familiare annuale. 1) Limiti di reddito individuale mensile per il diritto agli assegni familiari (art. 43 L , n. 153 e art. 6 DL 267/72, conv. L , n. 485; art. 3 bis L 27 luglio 1994, n. 473) I limiti di reddito individuale di cui alla tabella seguente sono riferiti al reddito mensile assoggettabile all'irpef contestuale all'eventuale diritto al trattamento, comprensivo del rateo mensile di emolumenti ultramensili, e sono dati da: l'importo del trattamento minimo mensile di pensione INPS determinato in via previsionale alle diverse decorrenze di perequazione (art. 6, comma 18, DL , n. 536, conv. L , n. 48; art. 24, comma 5, L , n. 41; delibera CdA INPS n. 157 del ) 337

3 maggiorato di 1/12 (a titolo di rateo di tredicesima mensilità) ulteriormente maggiorato del 30%. LIMITI DI REDDITO MENSILE Importo Anno Per il coniuge, figlio o genitore Per la coppia di genitori (TM+1/12) +30% [(TM+1/12) +30%] +75% 2008 euro 624,05 euro 1.092, euro 645,29 euro 1.129, euro 649,19 euro 1.136, euro 658,29 euro 1.152, euro 676,75 euro 1.184, euro 697,73 euro 1.221, euro 706,11 euro 1.235,69 Assegni familiari 2) Limiti di reddito familiare per la corresponsione del trattamento (art. 20 L , n. 730; art. 23, commi 1-4 della L 28 febbraio 1986, n. 41) 338 Ai fini dell'individuazione del reddito complessivo familiare che influisce sul numero degli assegni o quote di maggiorazione da corrispondere, si prendono in considerazione i redditi di qualsiasi natura degli stessi soggetti per i quali può essere corrisposto il trattamento di famiglia, più quello del soggetto percettore. Se questi è in particolari condizioni (famiglia monoparentale in presenza di minorenni, presenza di un invalido totale) i limiti di reddito sono proporzionalmente più alti. Il reddito percepito in un anno è influente sulla corresponsione degli assegni familiari nel periodo dal 1 luglio dell'anno seguente fino al 30 giugno dell'anno ancora successivo (art. 6, comma 20, DL , n. 536, conv. L , n. 48). In dettaglio, i redditi da prendere in considerazione sono: redditi complessivi assoggettabili all IRPEF (compresi quelli a tassazione separata, quelli prodotti all estero, l assegno di mantenimento corrisposto al coniuge separato, ad eccezione della quota destinata ai figli); redditi di qualsiasi natura, compresi, se complessivamente superiori a 2 milioni di lire (1.032,92 euro), quelli esenti da imposta (assegni e pensioni sociali, borse di studio, assegni e pensioni agli invalidi civili, ecc.) o soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta o ad imposta sostitutiva (BOT, CCT, interessi bancari e postali, vincite del Lotto, ecc.).

4 Sono invece esclusi: - trattamenti di fine rapporto e relative anticipazioni; - arretrati delle integrazioni salariali riferite ad anni precedenti quello di erogazione; - assegno per il nucleo familiare ed ogni altro trattamento di famiglia; - indennità ai ciechi parziali e ai sordi prelinguali; - pensioni tabellari ai militari di leva vittime di infortunio; - pensioni di guerra; - rendite INAIL; - indennità di accompagnamento agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai pensionati INPS di inabilità; - assegni di superinvalidità sulle pensioni privilegiate dello Stato; - indennità di trasferta per la parte non soggetta ad IRPEF. I trattamenti di famiglia Il limite di reddito originario è stato stabilito con la legge 730/83 e modificato più volte. Esso viene perequato ogni anno in ragione del tasso programmato d inflazione. A seguito di un interpretazione ministeriale, il tasso d inflazione programmato da prendere a riferimento è quello contenuto nella relazione previsionale e programmatica per l anno precedente quello da rivalutare. TASSO D INFLAZIONE PROGRAMMATO valevole per per l anno: la perequazione Valore Fonte limiti AF per l anno: ,4% Circ. INPS 2/ ,7% Circ. INPS 174/ ,6% Circ. INPS 2/ ,5% Circ. INPS 12/ ,0% Circ. INPS 6/ ,7% Circ. INPS 2/ ,5% Circ. INPS 2/ ,5% Circ. INPS 1/ ,5% Circ. INPS 25/ ,1% Circ. INPS 150/ ,0% Circ. INPS 182/

5 NUCLEO FAMILIARE SITUAZIONE BASE Livelli di reddito percepiti negli anni dal nucleo familiare nel suo insieme valevoli rispettivamente per il 1 semestre e per il 2 semestre dell anno 2014 Nucleo familiare per cessazione 1 figlio per cessazione di tutti composto da: e genitori gli assegni o quote 1 persona euro 9.195,12-2 persone euro ,26 euro ,39 3 persone euro ,25 euro ,24 4 persone euro ,26 euro ,11 5 persone euro ,50 euro ,01 6 persone euro ,72 euro ,71 7 persone ed oltre euro ,27 euro ,68 RICHIEDENTE VEDOVO/A, DIVORZIATO/A, SEPARATO/A LEGALMENTE, CELIBE O NUBILE Livelli di reddito percepiti negli anni dal nucleo familiare nel suo insieme valevoli rispettivamente per il 1 semestre e per il 2 semestre dell anno 2014 Nucleo familiare per cessazione 1 figlio per cessazione di tutti composto da: e genitori gli assegni o quote persona euro ,63-2 persone euro ,09 euro ,73 3 persone euro ,18 euro ,46 4 persone euro ,29 euro ,02 5 persone euro ,95 euro ,61 6 persone euro ,39 euro ,38 7 persone ed oltre euro ,10 euro ,35

6 NUCLEO FAMILIARE CON SOGGETTI TOTALMENTE INABILI PER I QUALI POSSONO ATTRIBUIRSI I TRATTAMENTI DI FAMIGLIA Livelli di reddito percepiti negli anni dal nucleo familiare nel suo insieme valevoli rispettivamente per il 1 semestre e per il 2 semestre dell anno 2014 Nucleo familiare per cessazione 1 figlio per cessazione di tutti composto da: e genitori gli assegni o quote 1 persona euro ,68-2 persone euro ,39 euro ,09 3 persone euro ,88 euro ,36 4 persone euro ,39 euro ,67 5 persone euro ,75 euro ,02 6 persone euro ,08 euro ,07 7 persone ed oltre euro ,41 euro ,02 RICHIEDENTE VEDOVO/A, DIVORZIATO/A, SEPARATO/A LEGALMENTE, CELIBE O NUBILE E TOTALMENTE INABILE O IN NUCLEO FAMILIARE CON SOGGETTI TOTALMENTE INABILI PER I QUALI POSSONO ATTRIBUIRSI I TRATTAMENTI DI FAMIGLIA Livelli di reddito percepiti negli anni dal nucleo familiare nel suo insieme valevoli rispettivamente per il 1 semestre e per il 2 semestre dell anno 2014 Nucleo familiare per cessazione 1 figlio per cessazione di tutti composto da: e genitori gli assegni o quote 1 persona euro ,19-2 persone euro ,22 euro ,42 3 persone euro ,80 euro ,58 4 persone euro ,42 euro ,58 5 persone euro ,20 euro ,62 6 persone euro ,75 euro ,74 7 persone ed oltre euro ,23 euro ,69 341

7 Assegno al nucleo familiare È una prestazione introdotta dal DL 13 marzo 1988, n. 69, convertito nella L 13 maggio 1988, n. 153 che spetta sia ai lavoratori dipendenti attivi sia ai pensionati ex lavoratori dipendenti e che, per queste categorie, ha sostituito i vecchi assegni familiari a partire dal Serve ad integrare il reddito del nucleo familiare quando inferiore a determinati limiti e la sua misura varia in rapporto al reddito ed al numero dei componenti del nucleo familiare comprendente il titolare della pensione o il lavoratore dipendente che richiedono l assegno. 342 I soggetti aventi diritto Il nucleo familiare da considerare, sia per l individuazione del reddito sia per la determinazione dell importo dell assegno, è composto da: il pensionato ex dipendente o dal lavoratore dipendente che richiedono l assegno; il coniuge non legalmente ed effettivamente separato (a cui, in base all'art. 1, comma 559, della L 311/2004, l'assegno va materialmente corrisposto); i figli ed equiparati di minore età o maggiorenni se inabili. Dal 1 gennaio 2007, oltre i soggetti sopra indicati, fanno parte del nucleo familiare anche i figli ed equiparati con più di 18 anni e meno di 21, se apprendisti o studenti, a condizione che nella famiglia vi siano almeno 4 figli di età minore di 26 anni compiuti (art.1, comma 11, lett. d, L 296/2006). Quest ultima condizione è verificata indipendentemente dalla convivenza con il nucleo, dal carico fiscale, dallo stato civile o dalla qualifica di lavoratore o studente (circ. Inps 13/2007, punto 6.1). L equiparazione ai figli è disciplinata con l art. 38 del DPR 818/57, che fa riferimento ai figli adottivi, agli affiliati, ai figli naturali legalmente riconosciuti o giudizialmente dichiarati, ai figli nati da precedente matrimonio dell altro coniuge e ai minori regolarmente affidati dagli organi competenti. Ora, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 180/99, vanno inclusi tra essi anche i nipoti minorenni dei quali risulti la vivenza a carico dei nonni (circ. Inps n. 195/1999 e n. 213/2000); tuttavia, dal momento che la sentenza parla di minorenni, l equiparazione dei nipoti a figli viene meno con il compimento del 18 anno di età, così che non entrano nel nucleo familiare, ai fini dell assegno, i nipoti maggiorenni inabili né quelli apprendisti o studenti in caso di nucleo numeroso, né i nipoti fra i 18 e 26 anni possono rilevare ai fini della numerosità del nucleo (circ. Inps 132/2007). La condizione di vivenza a carico è verificata col mantenimento abituale da parte dei nonni, in presenza dell impossibilità dei genitori di provvedervi perché sprovvisti di reddito. In ogni caso, se orfani di entrambi i genitori, non coniugati e senza diritto alla pensione ai superstiti, fanno parte del nucleo familiare anche i nipoti, i fratelli e le sorelle del richiedente se sono minorenni o inabili.

8 Il nucleo familiare può essere composto da una sola persona nei seguenti due casi: quando si tratti di orfano (minorenne o maggiorenne inabile) di entrambi i genitori, titolare di pensione ai superstiti e senza contitolari; quando si tratti di coniuge superstite (anche in questo caso minorenne o maggiorenne inabile), titolare di pensione ai superstiti e senza contitolari. In ambedue i casi si utilizzano le tabelle orfanili nn. 13, 16 e 19, a seconda dei casi (circ. INPS n. 98 del 6 maggio 1998). In seguito a nuove disposizioni dell INPS (circolare 182 del 7 novembre 2000) l assegno al nucleo familiare spetta anche a titolari di pensioni categoria PSO (vedi capitolo Assegni vitalizi - pensioni PSO ). Inoltre, con la legge finanziaria per il 2001, è stato stabilito che gli assegni al nucleo familiare, che spettano ai soggetti iscritti alla Gestione speciale INPS per i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, vengano corrisposti con le stesse modalità previste per i lavoratori dipendenti. I trattamenti di famiglia I limiti di reddito I redditi da prendere in considerazione sono quelli conseguiti nell anno solare precedente il 1 luglio di ciascun anno da tutti i soggetti che, alla stessa data del 1 luglio, si trovano a comporre il nucleo familiare. Si tratta dei: redditi complessivi assoggettabili all IRPEF (compresi quelli a tassazione separata, quelli prodotti all estero, l assegno di mantenimento corrisposto dal coniuge separato, ad eccezione della quota destinata ai figli); redditi di qualsiasi natura, compresi, quando siano complessivamente di importo superiore a 2 milioni di lire, pari a 1.032,91 euro: - i redditi esenti da imposta (es. pensioni sociali, borse di studio, assegni erogati agli invalidi civili); - i redditi soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta definitiva (es. interessi bancari e postali, interessi da BOT o CCT); - i redditi assoggettabili ad imposta sostitutiva dell IRPEF (es. vincite del lotto o di altri giochi a premi). Sono invece esclusi dal computo: - trattamenti di fine rapporto, comprese le anticipazioni; - arretrati delle integrazioni salariali riferiti ad anni precedenti quello di erogazione; - l assegno per il nucleo familiare e ogni altro trattamento di famiglia; - indennità a ciechi parziali e sordi prelinguali; - pensioni tabellari a militari di leva vittime di infortunio; 343

9 Assegno al - pensioni di guerra; nucleo familiare - rendite INAIL; - indennità di accompagnamento agli invalidi civili, ciechi civili e pensionati INPS di inabilità; - assegni di superinvalidità sulle pensioni privilegiate dello Stato; - indennità di trasferta, per la parte non soggetta ad IRPEF. Per aver diritto all assegno, la somma dei redditi da lavoro dipendente e da pensione o da altre prestazioni previdenziali non deve essere inferiore al 70% del reddito familiare complessivo. A questo fine l Inps ha stabilito (con circolare n. 12 del 1990, al punto 4) che, in quanto redditi da lavoro dipendente a norma dell art. 49, comma 2, lettera a), del DPR 917/1986, sono considerati utili al raggiungimento del 70% anche: - le pensioni sociali e le pensioni ed assegni agli invalidi civili, ai ciechi civili ed ai sordomuti; - le pensioni a carico delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi; - gli assegni periodici corrisposti dal coniuge ad esclusione di quelli destinati al mantenimento dei figli - in conseguenza di separazione legale o divorzio e gli alimenti corrisposti ai sensi dell'art. 433 c.c.; - a partire dal , i redditi da rapporto di collaborazione coordinata e continuativa (art. 34 L 342/2000 e circ. INPS 199/2003). 344 L importo dell ANF La misura dell assegno non è soggetta a perequazione automatica, mentre i livelli di reddito sono rivalutati con effetto dal 1 luglio di ogni anno in misura pari alla variazione percentuale dell indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati calcolato dall ISTAT. Sia i livelli di reddito che la misura degli assegni al nucleo familiare, come determinati nell art. 2 della disposizione istitutiva della prestazione, sono stati successivamente modificati in diverse occasioni: nel 1994 fu aumentato l importo mensile dell assegno per i nuclei familiari con 2 o più figli nella misura di lire per ogni figlio oltre il primo; nel 1995 fu disposto un aumento di lire per ogni figlio dal terzo in poi, originariamente solo in via provvisoria; nel 1996, a titolo di restituzione delle somme trattenute in misura distorta per effetto del cosiddetto drenaggio fiscale che aveva colpito, negli anni passati, i nuclei familiari che vivono di lavoro dipendente, è stato confermato l aumento sopra indicato ed è stato disposto l aumento dell importo mensile in misura va-

10 riabile, a seconda della composizione del nucleo, solo per i nuclei con figli minorenni; nel 1997 sono stati aumentati del 20% gli importi mensili dell assegno, vigenti al , per tutti; è stato aumentato il valore delle fasce di reddito per aumentare del 20% il numero dei beneficiari di questa prestazione ed è stato ulteriormente aumentato, del 25%, l importo dell assegno per i nuclei familiari comprendenti soggetti inabili; nel 1998, sempre in luogo della restituzione del drenaggio fiscale, gli importi e i limiti di reddito vigenti al per i nuclei familiari con figli sono stati ulteriormente aumentati in varia misura, con particolare riferimento ai nuclei con più figli, ai nuclei monoparentali e a quelli in cui sono presenti soggetti portatori di handicap; nel 2007, nell ambito di una manovra generale di redistribuzione del reddito da pensione e da lavoro dipendente, attuata con legge finanziaria sul versante fiscale e su quello dei trattamenti di famiglia, sono stati portati da mila euro a 86 95mila i limiti di reddito nelle situazioni mono e biparentali con figli minori, senza soggetti inabili, introducendo il passo di 100 euro per uno scaglionamento più fine dell importo spettante, anch esso potenziato; sono stati inoltre aumentati del 15% gli importi di tutte le altre situazioni familiari con figli, mentre sono rimaste soggette alla precedente disciplina le situazioni senza figli tranne per il fatto che, anche per queste, la rivalutazione dei limiti di reddito prevista per luglio 2007 è stata rinviata al 1 luglio In conseguenza del finissimo scaglionamento delle tabelle 11 e 12, in alcuni casi si verificò la situazione paradossale per cui a parità di numero di componenti e di reddito complessivo, nuclei familiare con soggetto inabile (tabelle 14 e 15) conseguirono un trattamento minore di quello corrisposto ad un nucleo corrispettivo senza inabili. La soluzione stava nella rideterminazione delle altre tabelle con criteri analoghi a quelli seguiti per la 11 e la 12; come soluzione provvisoria per il 2007, i Ministeri della famiglia e del lavoro stabilirono che il trattamento per i nuclei con soggetti inabili non potesse essere inferiore a quello previsto per nuclei senza soggetti inabili, a parità delle altre condizioni (DM 7 marzo 2007); I trattamenti di famiglia nel 2008, con uno stanziamento di 30 milioni di euro, è stata disposta la ristrutturazione delle altre tabelle con figli, in modo da eliminare la disparità di trattamento sopra evidenziata; in seguito alla ristrutturazione, le tabelle con figli maggiorenni inabili (17 e18) sono state assorbite dalle tabelle 14 e 15, per nuclei familiari con soggetto inabile e almeno un figlio minorenne, rispettivamente in presenza di entrambi i genitori o solo uno. L importo dell assegno ai nuclei orfanili e a quelli senza figli, ma con presenza di soggetto inabile, sono stati aumentati del 10% nelle rispettive fasce di reddito, che non hanno subito modifiche. Non hanno subito modifiche né aumenti, infine, le tabelle relative a nuclei senza figli e senza componenti inabili (art. 1, comma 200, L 244/2007, legge finanziaria per il 2008, e DM 25 marzo 2008). 345

11 Assegno al Negli ultimi anni, la sequenza degli interventi legislativi e delle conseguenti sistemazioni amministrative può essere ricostruita sulla base delle seguenti circolari del- nucleo familiare l INPS: 2000/2001: n. 113 del ; 2001/2002: n. 121 del ; 2002/2003: n. 110 del ; 2003/2004: n. 110 del ; 2004/2005:n. 94 del ; 2005/2006: n. 70 del ; 2006/2007: n. 83 del ; : n. 13 del ; : n. 68 del ; 2008/2009: n. 69 del ; 2009/2010: n. 81 del ; 2010/2011: n. 69 del ; 2011/2012: n. 83 del ; 2012/2013: n. 79 dell ; 2013/2014: n.84 del /2015: n.76 dell I tipi di nucleo familiare rilevanti ai fini della concessione dell assegno in base alle fasce di reddito e al numero di componenti, così come stabilito dalla legge istitutiva, erano 4: nuclei familiari in situazione base ; nuclei familiari monoparentali; nuclei familiari con soggetti inabili; nuclei familiari monoparentali con soggetti inabili. In seguito alle modificazioni che sono intervenute in merito all importo degli assegni e ai livelli di reddito, con riferimento alle diverse situazioni familiari (anche non contemplate dalla legge istitutiva), l intera tipologia viene coperta oggi da 13 tabelle, contraddistinte dalla numerazione non ufficiale adottata dagli Enti previdenziali ed esposta nel quadro riepilogativo che segue. Per mancanza di spazio sono pubblicate in questo volume solo le tabelle vigenti per nuclei senza figli: le altre sono comunque disponibili nell ipertesto formato pdf. 346

12 QUADRO RIEPILOGATIVO DELLE TABELLE ANF PER TIPOLOGIA E SITUAZIONE FAMILIARE (in nero i nuclei con inabili) tipo di nucleo familiare n. tabella NUCLEI SENZA FIGLI NUCLEI ORFANILI NUCLEI CON FIGLI Nuclei con entrambi i genitori e almeno un figlio minore 11 (in cui non siano presenti componenti inabili) Nuclei con un solo genitore e almeno un figlio minore 12 (in cui non siano presenti componenti inabili) Nuclei con entrambi i genitori ed almeno un figlio 14 (in cui sia presente almeno un componente inabile) Nuclei con un solo genitore ed almeno un figlio 15 (in cui sia presente almeno un componente inabile) Nuclei orfanili composti solo da minori non inabili 13 Nuclei orfanili composti da almeno un minore 16 (in cui sia presente almeno un componente inabile) Nuclei orfanili composti solo da maggiorenni inabili 19 Nuclei con entrambi i coniugi e senza figli 20A (in cui sia presente almeno un fratello, sorella o nipote inabile) Nuclei monoparentali (in cui, cioè, il/la richiedente sia celibe/nubile, separato/a, divorziato/a, vedovo/a, abbandonato/a o straniero/a con coniuge residente in un 20 B Paese estero non convenzionato) senza figli (in cui sia presente almeno un fratello, sorella o nipote inabile) Nuclei senza figli, con i soli coniugi o con entrambi i coniugi e almeno 21 A un fratello, sorella o nipote (in cui non siano presenti componenti inabili) Nuclei monoparentali (in cui, cioè, il/la richiedente sia celibe/nubile, separato/a, divorziato/a, vedovo/a, abbandonato/a o straniero/a con coniuge residente in un Paese estero non convenzionato) senza figli e con 21 B almeno un fratello, sorella o nipote (in cui non siano presenti componenti inabili) Nuclei senza figli, con i soli coniugi o con entrambi i coniugi e almeno un fratello, sorella o nipote (in cui sia presente almeno 21 C un coniuge inabile e nessun altro componente inabile) Nuclei monoparentali (in cui, cioè, il/la richiedente sia celibe/nubile, separato/a, divorziato/a, vedovo/a, abbandonato/a o straniero/a con coniuge residente in un Paese 21 D estero non convenzionato) senza figli e con almeno un fratello, sorella o nipote (in cui solo il richiedente sia inabile) 347

13 TABELLA numero 20 A Livelli di reddito percepito durante l'anno 2013 dal nucleo familiare nel suo insieme valevole per il periodo: dal 1 luglio 2014 al 30 giugno da euro 1,00 a euro ,97 da euro ,98 a euro ,16 da euro ,17 a euro ,65 da euro ,66 a euro ,82 da euro ,83 a euro ,69 da euro ,70 a euro ,84 da euro ,85 a euro ,06 da euro ,07 a euro ,88 da euro ,89 a euro ,74 da euro ,75 a euro ,27 da euro ,28 a euro ,43 348

14 NUCLEI CON ENTRAMBI I CONIUGI E SENZA FIGLI (IN CUI SIA PRESENTE ALMENO UN FRATELLO, SORELLA O NIPOTE INABILE) Numero dei componenti il nucleo familiare o più Importo mensile euro 107,94 156,23 204,51 252,80 301,09 96,58 136,35 190,31 244,29 286,89 73,85 116,46 170,43 238,60 272,69 53,97 96,58 150,55 224,40 258,49 34,09 73,85 136,35 218,72 244,29 14,20 53,97 116,46 204,51 232,93-34,09 82,38 184,64 210,20-14,20 48,29 164,75 190, ,20 142,02 176, ,17 156, ,17 349

15 TABELLA numero 20 B Livelli di reddito percepito durante l'anno 2013 dal nucleo familiare nel suo insieme valevole per il periodo: dal 1 luglio 2014 al 30 giugno da euro 1,00 a euro ,75 62,49 da euro ,76 a euro ,25 48,29 da euro ,26 a euro ,44 34,09 da euro ,45 a euro ,95 14,20 da euro ,96 a euro ,46 - da euro ,47 a euro ,31 - da euro ,32 a euro ,17 - da euro ,18 a euro ,01 - da euro ,02 a euro ,54 - da euro ,55 a euro ,69 - da euro ,70 a euro ,55 - * richiedente celibe/nubile, separato/a, divorziato/a, vedovo/a, abbandonato/a o straniero/a con coniuge residente in un Paese estero 350

16 NUCLEI MONOPARENTALI* SENZA FIGLI (IN CUI SIA PRESENTE ALMENO UN FRATELLO, SORELLA O NIPOTE INABILE) Numero dei componenti il nucleo familiare o più Importo mensile euro 107,94 156,23 204,51 252,80 301,09 96,58 136,35 190,31 244,29 286,89 73,85 116,46 170,43 238,60 272,69 53,97 96,58 150,55 224,40 258,49 34,09 73,85 136,35 218,72 244,29 14,20 53,97 116,46 204,51 232,93-34,09 82,38 184,64 210,20-14,20 48,29 164,75 190, ,20 142,02 176, ,17 156, ,17 non convenzionato 351

17 TABELLA numero 21 A Livelli di reddito percepito durante l'anno 2013 dal nucleo familiare nel suo insieme valevole per il periodo: dal 1 luglio 2014 al 30 giugno da euro 1,00 a euro ,36 46,48 da euro ,37 a euro ,21 36,15 da euro ,22 a euro ,04 25,82 da euro ,05 a euro ,57 10,33 da euro ,58 a euro ,75 - da euro ,76 a euro ,25 - da euro ,26 a euro ,44 - da euro ,45 a euro ,95 - da euro ,96 a euro ,46 - da euro ,47 a euro ,31 - da euro ,32 a euro ,17-352

18 NUCLEI SENZA FIGLI, CON I SOLI CONIUGI O CON ENTRAMBI I CONIUGI E ALMENO UN FRATELLO, SORELLA O NIPOTE (IN CUI NON SIANO PRESENTI COMPONENTI INABILI) Numero dei componenti il nucleo familiare o più Importo mensile euro 82,63 118,79 154,94 191,09 227,24 72,30 103,29 144,61 185,92 216,91 56,81 87,80 129,11 180,76 206,58 41,32 72,30 113,62 170,43 196,25 25,82 56,81 103,29 165,27 185,92 10,33 41,32 87,80 154,94 175,60-25,82 61,97 139,44 160,10-10,33 36,15 123,95 144, ,33 108,46 134, ,65 118, ,65 353

19 TABELLA numero 21 B Livelli di reddito percepito durante l'anno 2013 dal nucleo familiare nel suo insieme valevole per il periodo: dal 1 luglio 2014 al 30 giugno da euro 1,00 a euro ,48 46,48 da euro ,49 a euro ,99 36,15 da euro ,00 a euro ,85 25,82 da euro ,86 a euro ,04 10,33 da euro ,05 a euro ,19 - da euro ,20 a euro ,36 - da euro ,37 a euro ,22 - da euro ,23 a euro ,09 - da euro ,10 a euro ,93 - da euro ,94 a euro ,77 - da euro ,78 a euro ,63 - * richiedente celibe/nubile, separato/a, divorziato/a, vedovo/a, abbandonato/a o straniero/a con coniuge residente in un Paese estero 354

20 NUCLEI MONOPARENTALI * SENZA FIGLI E CON ALMENO UN FRATELLO, SORELLA O NIPOTE (IN CUI NON SIANO PRESENTI COMPONENTI INABILI) Numero dei componenti il nucleo familiare o più Importo mensile euro 82,63 118,79 154,94 191,09 227,24 72,30 103,29 144,61 185,92 216,91 56,81 87,80 129,11 180,76 206,58 41,32 72,30 113,62 170,43 196,25 25,82 56,81 103,29 165,27 185,92 10,33 41,32 87,80 154,94 175,60-25,82 61,97 139,44 160,10-10,33 36,15 123,95 144, ,33 108,46 134, ,65 118, ,65 non convenzionato 355

21 TABELLA numero 21 C Livelli di reddito percepito durante l'anno 2013 dal nucleo familiare nel suo insieme valevole per il periodo: dal 1 luglio 2014 al 30 giugno da euro 1,00 a euro ,97 51,13 da euro ,98 a euro ,16 39,77 da euro ,17 a euro ,65 28,40 da euro ,66 a euro ,82 11,36 da euro ,83 a euro ,69 - da euro ,70 a euro ,84 - da euro ,85 a euro ,06 - da euro ,07 a euro ,88 - da euro ,89 a euro ,74 - da euro ,75 a euro ,27 - da euro ,28 a euro ,43-356

22 NUCLEI SENZA FIGLI, CON I SOLI CONIUGI O CON ENTRAMBI I CONIUGI E ALMENO UN FRATELLO, SORELLA O NIPOTE (IN CUI SIA PRESENTE ALMENO UN CONIUGE INABILE E NESSUN ALTRO COMPONENTE INABILE) Numero dei componenti il nucleo familiare o più Importo mensile euro 90,89 130,67 170,43 210,20 249,96 79,53 113,62 159,07 204,51 238,60 62,49 96,58 142,02 198,84 227,24 45,45 79,53 124,98 187,47 215,88 28,40 62,49 113,62 181,80 204,51 11,36 45,45 96,58 170,43 193,16-28,40 68,17 153,38 176,11-11,36 39,77 136,35 159, ,36 119,31 147, ,82 130, ,82 357

23 TABELLA numero 21 D Livelli di reddito percepito durante l'anno 2013 dal nucleo familiare nel suo insieme valevole per il periodo: dal 1 luglio 2014 al 30 giugno da euro 1,00 a euro ,75 51,13 da euro ,76 a euro ,25 39,77 da euro ,26 a euro ,44 28,40 da euro ,45 a euro ,95 11,36 da euro ,96 a euro ,46 - da euro ,47 a euro ,31 - da euro ,32 a euro ,17 - da euro ,18 a euro ,01 - da euro ,02 a euro ,54 - da euro ,55 a euro ,69 - da euro ,70 a euro ,55 - * richiedente celibe/nubile, separato/a, divorziato/a, vedovo/a, abbandonato/a o straniero/a con coniuge residente in un Paese estero 358

24 NUCLEI MONOPARENTALI* SENZA FIGLI E CON ALMENO UN FRATELLO, SORELLA O NIPOTE (IN CUI SOLO IL RICHIEDENTE SIA INABILE) Numero dei componenti il nucleo familiare o più Importo mensile euro 90,89 130,67 170,43 210,20 249,96 79,53 113,62 159,07 204,51 238,60 62,49 96,58 142,02 198,84 227,24 45,45 79,53 124,98 187,47 215,88 28,40 62,49 113,62 181,80 204,51 11,36 45,45 96,58 170,43 193,16-28,40 68,17 153,38 176,11-11,36 39,77 136,35 159, ,36 119,31 147, ,82 130, ,82 non convenzionato 359

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

ASSEGNI FAMILIARI E QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE PER L ANNO 2014. TABELLE DEI LIMITI DI REDDITO FAMILIARE

ASSEGNI FAMILIARI E QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE PER L ANNO 2014. TABELLE DEI LIMITI DI REDDITO FAMILIARE ASSEGNI FAMILIARI E QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE PER L ANNO 2014. TABELLE DEI LIMITI DI REDDITO FAMILIARE L INPS con circolare n 182/13, ha fornito le tabelle aggiornate da applicare, a decorre dal

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8. Variazione situazione nucleo familiare dal. Mod. ANF/DIP - COD.

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8. Variazione situazione nucleo familiare dal. Mod. ANF/DIP - COD. Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal Variazione situazione nucleo familiare dal ALL AZIENDA al (gg/mm/aaaa) PROTOCOLLO (gg/mm/aaaa) CITTADANZA RESIDENTE TELEFONO* CELLULARE* E-MAIL* Stato

Dettagli

ASSEGNI FAMILIARI E QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE PER L ANNO 2013. TABELLE DEI LIMITI DI REDDITO FAMILIARE

ASSEGNI FAMILIARI E QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE PER L ANNO 2013. TABELLE DEI LIMITI DI REDDITO FAMILIARE ASSEGNI FAMILIARI E QUOTE DI MAGGIORAZIONE DI PENSIONE PER L ANNO 2013. TABELLE DEI LIMITI DI REDDITO FAMILIARE L INPS con circolare n 150/12, ha fornito le tabelle aggiornate da applicare, a decorre dal

Dettagli

L'assegno per il nucleo familiare

L'assegno per il nucleo familiare L'assegno per il nucleo familiare A CHI SPETTA L'ASSEGNO AL CONIUGE I REQUISITI PER QUALI PERSONE SPETTA LA DOMANDA CHI PAGA L'ASSEGNO IL RICORSO ASSEGNO DI SOSTEGNO LIMITI DI REDDITO ANNUO TABELLE E'

Dettagli

Prospetto 1 - Le prestazioni collegate a limiti di reddito e le rilevanze INPS e INPDAP

Prospetto 1 - Le prestazioni collegate a limiti di reddito e le rilevanze INPS e INPDAP Prospetto 1 - Le prestazioni collegate a limiti di e le rilevanze e INPDAP Codice Reddito del 1 Integrazione al minimo. Pensioni con decorrenza anteriore al 1 febbraio 1994 - del della casa di abitazione

Dettagli

Domanda Assegno per il Nucleo Familiare (ANF 2015) dall Angolo del Dipendente (opzione operativa da luglio 2015)

Domanda Assegno per il Nucleo Familiare (ANF 2015) dall Angolo del Dipendente (opzione operativa da luglio 2015) Domanda Assegno per il Nucleo Familiare (ANF 2015) dall Angolo del Dipendente (opzione operativa da luglio 2015) Effettuare l accesso all Angolo del Dipendente con le credenziali in possesso (Istruzioni

Dettagli

Barrare la casella corrispondente. (compilare solo se si appartiene ad una delle categorie indicate) *Dati facoltativi. Essepaghe s.r.l.

Barrare la casella corrispondente. (compilare solo se si appartiene ad una delle categorie indicate) *Dati facoltativi. Essepaghe s.r.l. Protocollo Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal 01/07/2015 al 30/06/2016 (gg/mm/aaaa) Variazione situazione nucleo familiare dal (gg/mm/aaaa) ALL'AZIENDA Nome Cognome Codice fiscale Nato/a

Dettagli

ANF per il lavoro dipendente

ANF per il lavoro dipendente ANF per il lavoro dipendente ISTRUZIONI PER L USO BERGAMO ENZO MOLOGNI LAVORO DIPENDENTE D.P.R. 30 MAGGIO 1955, N 797 (Assegni familiari) LEGGE 13 MAGGIO 1988, N 153 (Assegni al nucleo familiare) RIFERIMENTI

Dettagli

TuttoInps. Le prestazioni a sostegno del reddito. L'assegno per il nucleo familiare. Sommario

TuttoInps. Le prestazioni a sostegno del reddito. L'assegno per il nucleo familiare. Sommario TuttoInps Le prestazioni a sostegno del reddito L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA... 2 L'ASSEGNO AL CONIUGE... 2 I REQUISITI... 3 PER QUALI PERSONE SPETTA... 3 LA DOMANDA... 4 CHI

Dettagli

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO Roma, 4 Gennaio 2006 Circolare n. 2 Allegati n. 4 INPS Direzione Centrale delle Prestazioni a sostegno del reddito OGGETTO: Assegni familiari e quote di maggiorazione di pensione per l anno 2006. I) Tabelle

Dettagli

FAQ ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE [MEF]

FAQ ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE [MEF] FAQ ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE [MEF] Da chi è composto il nucleo familiare? Il nucleo familiare è composto ai sensi dell art.2, comma 2, del D.L. 13.3.1988, n.69, convertito nella L. 13.5.1988, n.153 (norma

Dettagli

RAVENNA RA ITALIA RAVENNA RA ITALIA VIA DI ROMA 123 CAP 48101

RAVENNA RA ITALIA RAVENNA RA ITALIA VIA DI ROMA 123 CAP 48101 Mod ANF/DIP - COD SR16 PROTOCOLLO Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal al 30/06/2012 (gg/mm/aaaa) Realizzato con tecnologia SMART FORMS - wwwsmtformscom ALL AZIENDA PALLINO CSS CENTRO

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE 2015/2016

DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE 2015/2016 Servizio Autonomo Personale Area Amministrazione Economica Risorse Umane Tel 0817953725/30 Fax 0817953875 A DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE 2015/2016 DATI ANAGRAFICI DEL RICHIEDENTE (compilare

Dettagli

CIRCOLARE N.12 OGGETTO: CORRESPONSIONE ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE PER IL PERIODO 01.07.2012/30.06.2013

CIRCOLARE N.12 OGGETTO: CORRESPONSIONE ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE PER IL PERIODO 01.07.2012/30.06.2013 Direzione Generale Servizio Personale U.O. Trattamento Economico PROT.GEN.N.44751 CIRCOLARE N.12 OGGETTO: CORRESPONSIONE ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE PER IL PERIODO 01.07.2012/30.06.2013 In esecuzione del

Dettagli

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE L assegno per il nucleo familiare e' una prestazione a sostegno delle famiglie dei lavoratori dipendenti e dei titolari di prestazione a carico dell'assicurazione generale obbligatoria,

Dettagli

Prestazioni L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA...2 L'ASSEGNO AL CONIUGE...2 I REQUISITI...3 PER QUALI PERSONE SPETTA...

Prestazioni L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA...2 L'ASSEGNO AL CONIUGE...2 I REQUISITI...3 PER QUALI PERSONE SPETTA... Prestazioni L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA...2 L'ASSEGNO AL CONIUGE...2 I REQUISITI...3 PER QUALI PERSONE SPETTA...3 LA DOMANDA...4 CHI PAGA L'ASSEGNO...4 IL RICORSO...5 ASSEGNO

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 104 05.06.2015 Assegno per il nucleo familiare: i livelli reddituali 2015/2016 Aggiornati i nuovi livelli reddituali dell ANF

Dettagli

ANF : nuovi livelli di reddito

ANF : nuovi livelli di reddito FIOM INFORMA ANF : nuovi livelli di reddito luglio 2013-giugno 2014 NPS, con circolare 84/2013 pubblica le nuove tabelle utili per le richieste di ANF (assegno al nucleo familiare) per il periodo Luglio

Dettagli

Le prestazioni collegate al reddito

Le prestazioni collegate al reddito Sindacato Pensionati Italiani Le prestazioni collegate al reddito 1 Le prestazioni soggette a controllo a. integrazione al minimo b. maggiorazioni sociali c. importo aggiuntivo d. somma aggiuntiva e. pensione

Dettagli

Domanda Assegno per il nucleo familiare dal 01.07.2015 al 30.06.2016 Variazione situazione nucleo familiare dal

Domanda Assegno per il nucleo familiare dal 01.07.2015 al 30.06.2016 Variazione situazione nucleo familiare dal RESIDENTE ALL ESTERO Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria All Area Gestione e Sviluppo Risorse Umane Domanda Assegno per il nucleo familiare dal 01.07.2015 al 30.06.2016 Variazione

Dettagli

Studio Nicco. Nicco Dott. William - Nicco Dott. Saverio Lomazzo Dott.sa Elisabetta. Consulenti del Lavoro

Studio Nicco. Nicco Dott. William - Nicco Dott. Saverio Lomazzo Dott.sa Elisabetta. Consulenti del Lavoro Studio Nicco Nicco Dott. William - Nicco Dott. Saverio Lomazzo Dott.sa Elisabetta Consulenti del Lavoro Carcare, 05.06.2015 A tutti i Clienti Loro sedi Oggetto: Moduli per l assegno al nucleo familiare

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8. 01-07-2012 al 30-06-2013. Variazione situazione nucleo familiare dal

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8. 01-07-2012 al 30-06-2013. Variazione situazione nucleo familiare dal Mod ANF/DIP - COD SR16 PROTOCOLLO Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal 01-07-2012 al 30-06-2013 (gg/mm/aaaa) Realizzato con tecnologia SMART FORMS - wwwsmtformscom Variazione situazione

Dettagli

TABELLE ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE VALIDE DAL 1.7.2011 AL 30.06.2012

TABELLE ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE VALIDE DAL 1.7.2011 AL 30.06.2012 ANF 2011-2012 pag. 1/115 TABELLE ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE VALIDE DAL 1.7.2011 AL 30.06.2012 INDICE TAB 11 Nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui non siano presenti

Dettagli

Le condizioni di erogazione degli assegni familiari per l'anno 2004/2005.

Le condizioni di erogazione degli assegni familiari per l'anno 2004/2005. Assegni familiari Le condizioni di erogazione degli assegni familiari per l'anno 2004/2005. A chi spettano - Dipendenti in attività - Dipendenti in aspettativa retribuita per malattia o maternità - Dipendenti

Dettagli

Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori:

Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori: Gli ammortizzatori sociali in pillole Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori: Assegno per il nucleo familiare A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze USR Emilia Romagna)

Dettagli

ASSEGNI FAMILIARI 2009-2010

ASSEGNI FAMILIARI 2009-2010 Prot. n. 5_563_PUBBLICO_IMPIEGO Roma, 31 maggio 2010 Info Pubblico Impiego n. 67 ASSEGNI FAMILIARI 2009-2010 L assegno per il nucleo familiare è previsto per aiutare le famiglie dei lavoratori dipendenti,

Dettagli

Pensioni INPS. Prime tabelle

Pensioni INPS. Prime tabelle Pensioni INPS 2012 Prime tabelle Gli importi delle pensioni INPS dal 1 gennaio 2012 e limiti di reddito per alcune prestazioni sociali La perequazione automatica in base all aumento del costo della vita,

Dettagli

La pensione ai superstiti

La pensione ai superstiti Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Pensioni La pensione ai superstiti Aggiornato al Febbraio 2006 E' la pensione che, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, spetta ai componenti del

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal al Variazione situazione nucleo familiare dal (gg/mm/aaaa) (gg/mm/aaaa) LL'ZIEND CITTDNZ RESIDENTE TELEFONO* CELLULRE* E MIL* Stato civile del richiedente

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI

LA PENSIONE AI SUPERSTITI LA PENSIONE AI SUPERSTITI CHE COS'È È la pensione che, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, spetta ai componenti del suo nucleo familiare. Questa pensione può essere: di reversibilità: se

Dettagli

Tabelle ANF 1 luglio 2014-30 giugno 2015

Tabelle ANF 1 luglio 2014-30 giugno 2015 Numero 93 Giugno 2014 Tabelle ANF 1 luglio 2014-30 giugno 2015 L'INPS con propria circolare n. 76 dell 11 giugno 2014 ha pubblicato le nuove tabelle per la corresponsione dell'anf da valere per il periodo

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare

Assegno per il nucleo familiare L E G U I D E Assegno per il nucleo familiare Premessa La legge prevede alcuni sostegni al lavoratore, al pensionato e alle loro famiglie. Tra questi c è l assegno per il nucleo familiare. Si tratta di

Dettagli

IL/LA SOTTOSCRITTO/A MATRICOLA NATO/A IL A RESIDENTE A PROV. C.A.P. IN VIA N DIPENDENTE DI QUESTA A.O. IN SERVIZIO

IL/LA SOTTOSCRITTO/A MATRICOLA NATO/A IL A RESIDENTE A PROV. C.A.P. IN VIA N DIPENDENTE DI QUESTA A.O. IN SERVIZIO Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale Santobono-Pausilipon Struttura Complessa Risorse Umane - Ufficio Trattamento Economico tel. 081 220 5207/5223/ 5317 fax 0812205319/5207/5317 o ATTRIBUZIONE DELL

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA'

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA' DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA' AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL T.U. DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA - D.P.R. 28.12.2000, N.445 OGGETTO: Dichiarazione reddituale del

Dettagli

INPS: ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE

INPS: ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 04/06/2015. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

TABELLE A.N.F. dal 1.1.2007 al 30.06.2007 redditi 2005 dal 1.7.2007 al 30.06.2008 redditi 2006 INDICE

TABELLE A.N.F. dal 1.1.2007 al 30.06.2007 redditi 2005 dal 1.7.2007 al 30.06.2008 redditi 2006 INDICE TABELLE A.N.F. dal 1.1.2007 al 30.06.2007 redditi 2005 dal 1.7.2007 al 30.06.2008 redditi 2006 INDICE Tabelle Descrizione Pagina Tabella 11 nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore

Dettagli

RICHIESTA DI DETRAZIONI DI IMPOSTA PER L ANNO 2013

RICHIESTA DI DETRAZIONI DI IMPOSTA PER L ANNO 2013 RICHIESTA DI DETRAZIONI DI IMPOSTA PER L ANNO 2013 L SOTTOSCRITT NATO/A A IL RESIDENTE IN CAP VIA N. CODICE FISCALE TEL. STATO CIVILE: CELIBE/NUBILE CONIUGATO/A DIVORZIATO/A SEPARATO/A LEGALMENTE ED EFFETTIVAMENTE

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare 2014/2015

Assegno per il nucleo familiare 2014/2015 GIUGNO 2014 Suppl. al n. 1 marzo 2014 di Bergamo Cisl - Anno XXXIV - Sped. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 - comma 2 - CMP Milano Roserio - Editore: Cisl - Direttore:

Dettagli

Le pensioni nel 2013. Le pensioni da lavoro. Allegato n. 2

Le pensioni nel 2013. Le pensioni da lavoro. Allegato n. 2 Le pensioni nel 2013 Le pensioni da lavoro Allegato n. 2 Integrazione al minimo Le pensioni liquidate col sistema retributivo o col sistema misto, in presenza di determinate condizioni di reddito, vengono

Dettagli

GIUGNO 2015. Che cosa è

GIUGNO 2015. Che cosa è GIUGNO 2015 Numero 1 giugno 2015 di Bergamo Cisl - Anno XXXV - Sped. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 - comma 2 - CMP Milano Roserio - Editore: Cisl - Direttore: Ferdinando

Dettagli

I trattamenti di famiglia. ANF Assegno al nucleo familiare AF - Assegni familiari Assegno erogato dai comuni

I trattamenti di famiglia. ANF Assegno al nucleo familiare AF - Assegni familiari Assegno erogato dai comuni I trattamenti di famiglia ANF Assegno al nucleo familiare AF - Assegni familiari Assegno erogato dai comuni A cura di Paolo Zani Consulente previdenziale Agg.to all aprile2014 Trattamenti di famiglia definizioni

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE MOD. ANF./ GSE Spett.le ENTE NAZIONALE di PREVIDENZA e ASSISTENZA della PROFESSIONE INFERMIERISTICA GESTIONE SEPARATA Via Alessandro Farnese, 3 00192 ROMA gestioneseparata@pec.enpapi.it DOMANDA DI ASSEGNO

Dettagli

Pensione di reversibilità. ENPAM INPS ( ex-inpdap)

Pensione di reversibilità. ENPAM INPS ( ex-inpdap) Pensione di reversibilità ENPAM INPS ( ex-inpdap) La pensione di reversibilità, anche conosciuta come pensione ai superstiti, è una prestazione economica erogata, a domanda, in favore dei superstiti La

Dettagli

Nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore (in cui sia

Nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore (in cui sia Tabella 20A: Tabella 20B: Tabella 21A: Tabella 21B: Tabella 21C: Tabella 21D: Tabella 11: Tabella 12: Tabella 13: Tabella 14: Tabella 15: Tabella 16: Tabella 17: Tabella 18: Tabella 19: ASSEGNO AL NUCLEO

Dettagli

La disposizione in esame opera per i decessi intervenuti a decorrere dal 1 dicembre 2011.

La disposizione in esame opera per i decessi intervenuti a decorrere dal 1 dicembre 2011. Pensione ai superstiti ed art. 18 della L. 111/2011 Staiano Rocchina riduzione sulle pensioni ai superstiti Art. 18, comma 5, della L. 111/2011: premessa Il comma 5 dell art. 18 della L. 111/2011 dispone,

Dettagli

n. 7/8 - luglio/agosto 2010

n. 7/8 - luglio/agosto 2010 n. 7/8 - luglio/agosto 2010 A cura di Roberto Battaglia Segretario SPI-CGIL Emilia Romagna Roberta Lorenzoni Dipartimento previdenza SPI-CGIL Emilia Romagna Argomenti Pensione di reversibilità: requisiti

Dettagli

Tabelle A.N.F. (Assegno al Nucleo Familiare) Dal 1 Luglio 2009 al 30 Giugno 2010. (Importi aggiornati in base alla Circolare INPS n 81 del 16-06-2009)

Tabelle A.N.F. (Assegno al Nucleo Familiare) Dal 1 Luglio 2009 al 30 Giugno 2010. (Importi aggiornati in base alla Circolare INPS n 81 del 16-06-2009) Tabelle A.N.F. (Assegno al Nucleo Familiare) Dal 1 Luglio 2009 al 30 Giugno 2010 (Importi aggiornati in base alla Circolare INPS n 81 del 16-06-2009) A cura di INCA-CGIL Emilia Romagna Pagina 1 di 66 Indice

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI (REVERSIBILITA )

LA PENSIONE AI SUPERSTITI (REVERSIBILITA ) LA PENSIONE AI SUPERSTITI (REVERSIBILITA ) DUE TIPI DI PENSIONE La pensione ai superstiti può essere: 1) DI REVERSIBILITA' : se il defunto è già titolare di pensione diretta (vecchiaia, inabilità, anzianità).

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare 2011/2012

Assegno per il nucleo familiare 2011/2012 GIUGNO 2011 Suppl. al n. 1 febbraio 2011 di Bergamo Cisl - Anno XXXI - Sped. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 - comma 2 - CMP Milano Roserio - Editore: Cisl - Direttore:

Dettagli

Le pensioni pagano l'irpef

Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni pagano l'irpef Le pensioni sono equiparate ai redditi da lavoro dipendente e quindi sono soggette a tassazione. L'Inps si sostituisce al fisco ed effettua sulle pensioni una ritenuta alla fonte

Dettagli

L IMPORTO DELLE PENSIONI DAL1 GENNAIO 2006 Il Bonus di 154,94 Euro

L IMPORTO DELLE PENSIONI DAL1 GENNAIO 2006 Il Bonus di 154,94 Euro L IMPORTO DELLE PENSIONI DAL1 GENNAIO 2006 Il Bonus di 154,94 Euro A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Emilia Romagna Inoltre:

Dettagli

Riduzione delle pensioni di reversibilità: le disposizioni attuative dell INPS

Riduzione delle pensioni di reversibilità: le disposizioni attuative dell INPS CIRCOLARE A.F. N. 95 del 22 giugno 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Riduzione delle pensioni di reversibilità: le disposizioni attuative dell INPS Gentile cliente con la presente intendiamo informarla

Dettagli

TRATTAMENTO DI PENSIONE AI SUPERSTITI Vademecum

TRATTAMENTO DI PENSIONE AI SUPERSTITI Vademecum TRATTAMENTO DI PENSIONE AI SUPERSTITI Vademecum 1 TRATTAMENTO DI PENSIONE AI SUPERSTITI Vademecum 1. Premessa Preliminarmente va sottolineato che la reversibilità ha natura previdenziale e non assistenziale.

Dettagli

Reddito familiare annuo di riferimento valido dal 1 luglio Importo dell'assegno per numero dei componenti il nucleo familiare

Reddito familiare annuo di riferimento valido dal 1 luglio Importo dell'assegno per numero dei componenti il nucleo familiare NUCLEI FAMILIARI CON ENTRAMBI I GENITORI E ALMENO UN FIGLIO MINORE IN CUI NON SIANO PRESENTI COMPONENTI INABILI TAB. 11 di riferimento valido dal 1 luglio 2004 fino a 11.989,56 - - 130,66 250,48 358,94

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CALTANISSETTA V I A G.CUSM A N O, 1-93100 C A L T A N I S S E T T A C O D. FI S C. E P. IVA : 0 1 8 2 55 7 0 85 4 Modulo: DANFDip_v 1.0 ASSEGNO PER NUCLEO

Dettagli

dell assegno per il nucleo familiare. _ l _ stess_ dichiara di essere:

dell assegno per il nucleo familiare. _ l _ stess_ dichiara di essere: Al Dipartimento Provinciale del Ministero Dell Economia e delle finanze - Direzione Provinciale dei servizi vari Di Al Dirigente Scolastico dell Istituzione Scolastica di OGGETTO: RICHIESTA CORRESPONSIONE

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI. La Pensione ai superstiti può essere:

LA PENSIONE AI SUPERSTITI. La Pensione ai superstiti può essere: LA PENSIONE AI SUPERSTITI La Pensione ai superstiti può essere: - di reversibilità: nel caso in cui il defunto fosse già titolare di pensione (di vecchiaia, di anzianità, di inabilità) prima del decesso.

Dettagli

Pensione di reversibilità ENPAM-INPS ( EX-INPDAP)

Pensione di reversibilità ENPAM-INPS ( EX-INPDAP) Pensione di reversibilità ENPAM-INPS ( EX-INPDAP) INDICE Definizione- Differenti regole in ENPAM ed in INPS Slide 3 ENPAM - Pensione indiretta e pensione di reversibilità ai superstiti-superstiti Slide

Dettagli

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE. Istruzioni e appunti per l uso

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE. Istruzioni e appunti per l uso ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE Istruzioni e appunti per l uso L ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE : ANF L assegno al nucleo familiare è una prestazione a sostegno del reddito istituita per sostenere le famiglie

Dettagli

dell assegno per il nucleo familiare. _ l _ stess_ dichiara di essere:

dell assegno per il nucleo familiare. _ l _ stess_ dichiara di essere: Al Dipartimento Provinciale del Ministero Dell Economia e delle finanze - Direzione Provinciale dei servizi vari Di Al Dirigente Scolastico dell Istituzione Scolastica di OGGETTO: RICHIESTA CORRESPONSIONE

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE

Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE SPECIALE/ottobre 2011 a cura di Antonio Marchini www.fpcgil.it Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE...1 Coefficienti di trasformazione

Dettagli

Lezione 18 Gli assegni per il nucleo familiare Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare E' una prestazione

Lezione 18 Gli assegni per il nucleo familiare Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare E' una prestazione Lezione 18 Gli assegni per il nucleo familiare Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare Tra gli elementi aggiuntivi della retribuzione vi può essere l'assegno familiare. Va precisato, anzi tutto,

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 14/06/2012

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 14/06/2012 Direzione Centrale Pensioni Roma, 14/06/2012 Circolare n. 84 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

GOVERNO AGENZIA DELLE ENTRATE PROGETTO INFORMATIVO SPERIMENTALE DI PUBBLICA UTILITA. Bonus straordinario: nuova circolare dell'agenzia delle entrate

GOVERNO AGENZIA DELLE ENTRATE PROGETTO INFORMATIVO SPERIMENTALE DI PUBBLICA UTILITA. Bonus straordinario: nuova circolare dell'agenzia delle entrate Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00186 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 335 7262435-335 7262863 Fax: +39 06 48903735 coisp@coisp.it www.coisp.it GOVERNO - AGENZIA DELLE ENTRATE Bonus Straordinario

Dettagli

Prospetto 2 - Tipologia dei redditi influenti sulle prestazioni. LAVORO (codice A)

Prospetto 2 - Tipologia dei redditi influenti sulle prestazioni. LAVORO (codice A) 378 Prospetto 2 - Tipologia dei redditi influenti sulle prestazioni LAVORO (codice A) Codice INPS vecchio nuovo Descrizione della tipologia di reddito Dettaglio dei redditi Note 1 A1 Lavoro dipendente

Dettagli

MODULO RICHIESTA PENSIONE DI REVERSIBILITA. L Sottoscritt_. (Prov. ) il / / in Via/P.zza n. Tel. / Fax e-mail C H I E D E

MODULO RICHIESTA PENSIONE DI REVERSIBILITA. L Sottoscritt_. (Prov. ) il / / in Via/P.zza n. Tel. / Fax e-mail C H I E D E MODULO RICHIESTA PENSIONE DI REVERSIBILITA Regione Siciliana FONDO PENSIONI SICILIA Fondo per il pagamento del trattamento di quiescenza e dell indennità di buonuscita del personale regionale Viale Regione

Dettagli

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE a1 a2 a3 a4 a5 a6 a7 A Retribuzione: Paga base Indennità contingenza Scatti anzianità Sperminimo individuale Lavoro straordinario Altri elementi imponibili ai fini

Dettagli

by S. Martorelli & P.Zani I trattamenti di famiglia: cosa occorre sapere L assegno al nucleo familiare A.N.F. Gli interessati

by S. Martorelli & P.Zani I trattamenti di famiglia: cosa occorre sapere L assegno al nucleo familiare A.N.F. Gli interessati Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani I trattamenti di famiglia: cosa occorre sapere La necessità di sostenere le esigenze economiche della famiglia del lavoratore dipendente con coniuge o

Dettagli

Rinnovo 2011 - Tabelle

Rinnovo 2011 - Tabelle Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione centrale delle Pensioni Rinnovo 2011 - Tabelle Perequazione provvisoria Pensioni e limiti di reddito 1,4% Limiti di reddito INVCIV totali 1,0% Indennità

Dettagli

15 lezione Le prestazioni previdenziali e assistenziali

15 lezione Le prestazioni previdenziali e assistenziali L'attività dell Inps consiste nella liquidazione e nel pagamento delle prestazioni che possono essere di natura previdenziale assistenziale sono liquidate sulla base di rapporti assicurativi e finanziate

Dettagli

Rinnovo 2006 - Tabelle

Rinnovo 2006 - Tabelle Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione centrale delle Prestazioni Rinnovo 2006 - Tabelle Decreto 18 novembre 2005 G.U. n. 278 del 29 novembre 2005 A cura della Direzione Centrale per le Pensioni

Dettagli

Coordinamento Nazionale Beni Culturali

Coordinamento Nazionale Beni Culturali Coordinamento Nazionale Beni Culturali c/o Ministero per i Beni e le Attività Culturali - 00186 Roma - Via del Collegio Romano, 27 Tel. 06 6723 2348-2889 Fax. 06 6785 552 - info@unsabeniculturali.it -

Dettagli

A cura della Segreteria di Gruppo

A cura della Segreteria di Gruppo Miniguida A cura della Segreteria di Gruppo Gli assegni per il NUCLEO FAMILIARE Chi ne ha diritto e come richiederli aggiornamento LUGLIo 2015 SOMMARIO Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare?...

Dettagli

RICHIESTA APPLICAZIONE DETRAZIONI

RICHIESTA APPLICAZIONE DETRAZIONI RICHIESTA APPLICAZIONE DETRAZIONI DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE - AUTOCERTIFICAZIONE (art. 2 L. 4.01.1968 n. 15, modificato dall art. 3 L. 15.05.1997, n. 127 e art. 1 D.P.R. 20.10.1998, n.

Dettagli

I trattamenti di famiglia: cosa occorre sapere

I trattamenti di famiglia: cosa occorre sapere Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 86 Aprile 2014 I trattamenti di famiglia: cosa occorre sapere Za ni La necessità di sostenere le esigenze economiche della famiglia del lavoratore

Dettagli

La somma aggiuntiva sulle pensioni di basso importo: la «quattordicesima»

La somma aggiuntiva sulle pensioni di basso importo: la «quattordicesima» La somma aggiuntiva sulle pensioni di basso importo: la «quattordicesima» A cura di Paolo Zani per FNP CISL Milano Aggiornata al 30/11/2015 2 La quattordicesima Fonti istitutive D. Legge 81/2007 art. 5

Dettagli

TABELLE ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE VALIDE DAL 1.7.2015 AL 30.06.2016

TABELLE ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE VALIDE DAL 1.7.2015 AL 30.06.2016 ANF 2015-2016 Pagina 1 di 115 TABELLE ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE VALIDE DAL 1.7.2015 AL 30.06.2016 INDICE TAB 11 Nuclei familiari con entrambi i genitori e almeno un figlio minore in cui non siano presenti

Dettagli

superstiti sono cu-mulabili con i redditi del beneficiario, nei limiti di cui al-la Tabella F allegato 1. Il trattamento derivante dal cumulo dei

superstiti sono cu-mulabili con i redditi del beneficiario, nei limiti di cui al-la Tabella F allegato 1. Il trattamento derivante dal cumulo dei Circolare INPS del 25 agosto 1995 n. 234 Legge 8 agosto 1995, n. 335. Riforma del sistema pensio- nistico obbligatorio e complementare. Pensioni ai superstiti e trattamenti di invalidità. Nuovi limiti

Dettagli

Archivio Nazionale Nuovi livelli di reddito per la corresponsione dell assegno per il nucleo familiare per il periodo 1 luglio giugno 2006

Archivio Nazionale Nuovi livelli di reddito per la corresponsione dell assegno per il nucleo familiare per il periodo 1 luglio giugno 2006 Nuovi livelli di reddito per la corresponsione dell assegno per il nucleo per il periodo 1 luglio 2005 30 giugno 2006 Con la circolare 70 del 30 maggio 2005 l INPS ha comunicato i nuovi livelli di reddito

Dettagli

Circolare N.144 del 2 novembre 2011

Circolare N.144 del 2 novembre 2011 Circolare N.144 del 2 novembre 2011 Partite le verifiche Inps delle denunce aziendali sui conguagli per gli assegni familiari e le lettere di interruzione dei termini prescrizionali e di recupero contributivo

Dettagli

Rinnovo 2013 - Tabelle

Rinnovo 2013 - Tabelle Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione centrale delle Prestazioni Rinnovo 2013 - Tabelle Perequazione provvisoria Pensioni e limiti di reddito 3,0% Limiti di reddito INVCIV totali 3,2% Indennità

Dettagli

Sindacato Pensionati Italiani. Invalidi civili SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA

Sindacato Pensionati Italiani. Invalidi civili SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA Sindacato Pensionati Italiani Invalidi civili 1 Invalidi civili Persone colpite da patologie e menomazioni invalidanti che non dipendono da cause di guerra, lavoro o servizio: mutilati e invalidi civili,

Dettagli

BONUS STRAORDINARIO PER FAMIGLIE, LAVORATORI PENSIONATI E NON AUTOSUFFICIENZA DL 29.11.2008 n. 185 convertito in legge n. 2 del 27 gennaio 2009 art.

BONUS STRAORDINARIO PER FAMIGLIE, LAVORATORI PENSIONATI E NON AUTOSUFFICIENZA DL 29.11.2008 n. 185 convertito in legge n. 2 del 27 gennaio 2009 art. BONUS STRAORDINARIO PER FAMIGLIE, LAVORATORI PENSIONATI E NON AUTOSUFFICIENZA DL 29.11.2008 n. 185 convertito in legge n. 2 del 27 gennaio 2009 art. 1 IN CHE COSA CONSISTE IL BONUS Il così detto Bonus

Dettagli

Rinnovo 2014 - Tabelle

Rinnovo 2014 - Tabelle Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione centrale delle Prestazioni Rinnovo 2014 - Tabelle Perequazione provvisoria Pensioni e limiti di reddito 1,2% Limiti di reddito INVCIV totali 2,0% Indennità

Dettagli

SPECCHI RIASSUNTIVI DEI BENEFICI SPETTANTI ALLE VITTIME

SPECCHI RIASSUNTIVI DEI BENEFICI SPETTANTI ALLE VITTIME SPECCHI RIASSUNTIVI DEI BENEFICI SPETTANTI ALLE VITTIME o del terrorismo o del dovere ed equiparati o del servizio IN AGGIUNTA ALLA PENSIONE PRIVILEGIATA ED ALL EQUO INDENNIZZO DESTINATARI ISTITUTI (*)

Dettagli

Rinnovo 2015 - Tabelle

Rinnovo 2015 - Tabelle Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione centrale delle Pensioni Rinnovo 2015 - Tabelle Perequazione provvisoria Pensioni e limiti di reddito 0,3% Limiti di reddito INVCIV totali 0,5% Indennità

Dettagli

DOMANDA DI PRESTAZIONE DI DISOCCUPAZIONE

DOMANDA DI PRESTAZIONE DI DISOCCUPAZIONE COD. SR05 DOMANDA DI PRESTAZIONE DI DISOCCUPAZIONE Sede INPSdi DOMANDA n. Modello DS2 A Dati del richiedente Nome di nascita del marito M / F Comune o Stato estero di nascita Prov Cittadinanza Comune di

Dettagli

Rinnovo 2016 - Tabelle

Rinnovo 2016 - Tabelle Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione centrale delle Pensioni Rinnovo 2016 - Tabelle Perequazione provvisoria Pensioni e limiti di reddito 0,0% Limiti di reddito INVCIV totali 0,0% Indennità

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori parasubordinati

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori parasubordinati Mod. NF/GEST SEP COD.SR27 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Domanda per i lavoratori parasubordinati Per ottenere l assegno per il nucleo familiare, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario

Dettagli

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE CON ALMENO TRE FIGLI MINORI (ANF) E ASSEGNO DI MATERNITA' (MAT) EROGATI DAI COMUNI ASPETTI PRINCIPALI DELLA NORMATIVA

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE CON ALMENO TRE FIGLI MINORI (ANF) E ASSEGNO DI MATERNITA' (MAT) EROGATI DAI COMUNI ASPETTI PRINCIPALI DELLA NORMATIVA Roma 19/04/2012 ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE CON ALMENO TRE FIGLI MINORI (ANF) E ASSEGNO DI MATERNITA' (MAT) EROGATI DAI COMUNI ASPETTI PRINCIPALI DELLA NORMATIVA La normativa nazionale ha introdotto

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e. Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e. Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI Roma, 08/06/2005 DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 Ai Direttori delle Sedi

Dettagli

Bonus straordinario: modulo e istruzioni dell Agenzia delle entrate

Bonus straordinario: modulo e istruzioni dell Agenzia delle entrate www.handylex.org Carlo Giacobini, Responsabile del Centro per la documentazione legislativa, Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare - Direzione Nazionale Bonus straordinario: modulo e istruzioni

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE Consulenza del lavoro 1 Decorrenza normativa Dall 1/1/1988 gli assegni familiari e le relative maggiorazioni, nonché ogni altro trattamento di famiglia, sono stati sostituiti

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI Roma, 08/06/2005 DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it

Dettagli

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati.

È il sistema di calcolo valido per coloro che sono stati assunti dopo il 31 dicembre 1995 ed è legato alla totalità dei contributi versati. PENSIONI In virtù del principio della territorialità dell obbligo assicurativo, i lavoratori devono essere assicurati ai fini previdenziali ed assistenziali nel Paese in cui svolgono attività lavorativa.

Dettagli

DISCIPLINA PER L APPLICAZIONE DEL MODELLO DI DICHIARAZIONE ICEF

DISCIPLINA PER L APPLICAZIONE DEL MODELLO DI DICHIARAZIONE ICEF Allegato A) alla deliberazione del Comitato Esecutivo n. *** dd. **.11.2015 DISCIPLINA PER L APPLICAZIONE DEL MODELLO DI DICHIARAZIONE ICEF INDIVIDUAZIONE DEGLI ELEMENTI VARIABILI DA CONSIDERARE NELLA

Dettagli