IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA?

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL FINANZIAMENTO DELLA SANITÀ IN ITALIA: FINANZA AUTONOMA O DERIVATA?"

Transcript

1 WORKIG PAPER o 68 febbrao 2009 IL FIAZIAMETO DELLA SAITÀ I ITALIA: FIAZA AUTOOMA O DERIVATA? AGESE SACCHI JEL Classfcaton: H5, H75, H77 Keywords: Sstema santaro nazonale Federalsmo fscale socetà talana d economa pubblca dpartmento d economa pubblca e terrtorale unverstà d Pava

2 Il fnanzamento della santà n Itala: fnanza autonoma o dervata? ( ) Agnese Sacch Unverstà degl Stud d Roma Tre, E-mal: Abstract Recent reforms of the atonal Health Servce (HS) fnancng system n Italy (D.Lgs. 446/97 and D.Lgs. 56/2000) have potentally gven more responsblty for health care to Regons, ncreasng ther power over ths functon. Startng from ths normatve process, the am of the paper s to analyse the Italan health spendng n the Ordnary Statute Regons (OSR), by proposng a model to verfy emprcally whether the fnancng mechansms are actually defned at local level or f Regons act as agents of the central government. The emprcal results do not support the evoluton of fscal federalsm n health sector, hghlghtng n fact that health fnancng decsons are mostly centralzed n Italy, even f the nsttutonal context has recently moved toward decentralzaton of health fnancng sources, extendng the autonomy of sub-natonal governments. JEL Classfcaton: H5, H75, H77. Introduzone L avvo del federalsmo fscale e l rordno del Sstema Santaro azonale (SS) costtuscono due nnovazon potenzalmente n grado d modfcare n modo sostanzale l assetto della fnanza regonale. La santà, nfatt, può essere consderata a peno ttolo l settore che ha operato da banco d prova del federalsmo fscale, n quanto essa ha attuato cambament che vanno nella drezone del trasfermento delle responsabltà a lvell d governo sub-central e della progressva espansone del ruolo delle regon. Partendo da queste consderazon, l obettvo del lavoro consste nell analzzare l caso della spesa santara talana nelle Regon a Statuto Ordnaro (RSO) proponendo un semplce modello teorco e un metodo emprco per valutare quanto meccansm d erogazone e d prelevo relatv alla funzone santà, formalmente n capo alle regon, sano effettvamente stablt a lvell locale. ( ) Rngrazo Paolo Lberat per prezos comment e suggerment al lavoro. Inoltre, rngrazo Fabo Forllo e tutt partecpant al 3 convegno dell Assocazone Italana d Economa Santara (AIES), Matera, ottobre 2008, per le utl osservazon. M assumo la pena responsabltà delle proposzon e delle opnon espresse nell artcolo e degl error rmanent. L anals emprca è stata condotta prendendo n esame solo le Regon a Statuto Ordnaro dato l dverso regme d fnanzamento della spesa santara nelle Regon a Statuto Specale (RSS). Infatt, l attrbuzone delle competenze e l sstema d fnanzamento n tal Regon sono determnat da statut regonal a dfferenza delle RSO, n cu valgono le legg statal nel rspetto de vncol costtuzonal anche sensblmente dvers tra regon. In dettaglo, l modello d fnanzamento delle RSS s basa essenzalmente sul sstema delle compartecpazon al gettto de trbut eraral, coè sul versamento a tal regon del gettto d molt trbut statal ncassat entro confn regonal.

3 La necesstà d determnare emprcamente quanto questa funzone sa accentrata o decentrata è sembrato un tema rlevante, spece osservando le recent rforme sttuzonal che hanno rguardato l Itala. Infatt, l nuovo meccansmo d fnanzamento delle RSO (D.Lgs. 446/97 e D.Lgs. 56/2000) costtusce l prmo vero sstema d fnanzamento d cu s è dotata la santà 2. La nuova normatva ha prevsto che l fnanzamento del SS sa quas nteramente affdato alle Regon 3 e basato sulla fnanza regonale complessva, senza pù vncol specfc d destnazone su uno o pù trbut (Muraro, 2002). Tuttava, se dal 200 sono venut meno tal vncol formal, d fatto, restano vncol sostanzal tal per cu l gettto de prncpal trbut regonal (Irap e Addzonale Irpef) vene destnato prncpalmente al fnanzamento della spesa santara regonale (Lberat, 200). In aggunta, con l ntroduzone della compartecpazone all Iva contestualmente all abolzone de trasferment dallo Stato alle Regon - d cu l 99,2% rfert alla santà (abolzone del FS) permane l meccansmo d trasfermento d rsorse dal centro alle untà local 4. Questo aspetto è strettamente legato al fatto che la garanza a cttadn d lvell essenzal ed unform d assstenza (LEA) 5 è ancora un obettvo fondamentale del governo centrale, l quale è nteressato ad asscurare che su tutto l terrtoro nazonale sano fornt lvell mnm d servzo santaro. La questone da pors è se sa possble mantenere degl standard nazonal, quando la santà rentr tra le competenze propre delle Regon, le qual potrebbero non avere un adeguata capactà d rsorse per garantre tal lvell mnm, su qual contnuerebbe dunque ad ncdere la componente d fnanzamento nazonale, presumblmente nella forma d trasferment specfc o vncolat. In altr termn, la presenza de lvell essenzal potrebbe non essere totalmente compatble con un sstema d fnanzamento decentrato della spesa santara. In tal senso, s è rtenuto opportuno analzzare se l cambamento prodotto dal decentramento fscale sul settore santaro almeno formalmente - s sa effettvamente realzzato. Ipotzzando un modello teorco che sa n grado d rappresentare le soluzon verso cu dovrebbe tendere un sstema d fnanza autonoma o d fnanza dervata, caratterzzat da una dversa gestone della funzone santà (n termn d responsabltà d provvedere a tale funzone), c s è chest se le soluzon effettvamente osservate nel caso talano sano pù compatbl con l uno o l altro degl schem teorc. In partcolare, se prevalga un modello n cu le decson d copertura del fabbsogno santaro sono sostanzalmente ndpendent (fnanza autonoma) o uno n cu le decson sono 2 Le legge 833/78 sttuì l SS n sosttuzone del sstema mutualstco a rmborso per le sngole categore professonal. Fno a quel momento, non era prevsto alcun sstema d fnanzamento della santà pubblca. 3 Ad eccezone d una quota gestta a lvello centrale per fnaltà o programm partcolar (accord nternazonal, rcerca). 4 La compartecpazone all Iva è, nfatt, l trbuto che compensa crca l 94% de fnanzament abolt, fornendo alle regon entrate par a mlard d lre. 5 Il compto de LEA è, nfatt, quello d realzzare l dettato dell art. 32 della Costtuzone sul drtto d ogn cttadno, n qualunque parte del terrtoro egl vva, d avere un adeguata tutela della salute. 2

4 centralzzate (s pens a lvell essenzal fnanza dervata). Da qu, l esgenza d verfcare emprcamente lo scostamento tra le soluzon ottmal fornte da modell propost e l contesto talano. In defntva, l punto che s vuole mettere n evdenza è che nonostante le rforme sttuzonal abbano potenzalmente aumentato l autonoma delle Regon - per alcune funzon essenzal come la santà (D.Lgs. 56/2000) - rsultat emprc potrebbero non confermare tale evoluzone normatva. Detto altrment, s potrebbe verfcare che la fnanza pubblca talana n rfermento alla funzone santà - s comport ancora n manera compatble con uno schema d fnanza dervata, benché d recente s sano fatt pass avant verso un sstema d fnanza autonoma. 2. Il modello teorco Consderando un economa caratterzzata dalla presenza d almeno due lvell d governo (Goodspeed, 2000) 6, s ntende costrure un modello che sa n grado d rappresentare le soluzon ottmal per lvell d spesa e tassazone, relatvamente alla funzone santà, n due scenar alternatv: a) Stato e regon fnanzano contemporaneamente ed n modo autonomo la spesa santara per le rspettve comuntà, ognuno secondo le propre competenze (fnanza autonoma); b) un decsore centrale unco s occupa n va esclusva della funzone santara, prendendo decson per tutt lvell d governo (fnanza dervata). L potes d base è che entramb lvell d governo (centrale e locale) utlzzno un mposta proporzonale sul reddto 7 per fnanzare la spesa santara, erogata sotto forma d ben e servz assegnat su base pro capte, a rspettv resdent (Arzagh e Henderson, 2005). 6 Una struttura federale d governo mplca almeno due lvell d governo: uno pù alto (es. governo centrale) e un set d untà nferor (es. regon). Molt paes democratc hanno un governo nazonale e una gamma d govern local sottostant. Senza perdere generaltà ne rsultat, s assume l esstenza d due ent local (ad esempo, due regon) e d un governo centrale. Le due regon, assunte d uguale popolazone, s dfferenzano per l reddto totale prodotto dato dalla somma de reddt ndvdual e qund per l reddto pro capte. Per maggor dettagl sul modello teorco, s permetta l rnvo a Sacch (2008). 7 Dal punto d vsta del governo locale, l fnanzamento della santà con mposta proporzonale sul reddto trova un rscontro reale nell addzonale regonale Irpef che vene applcata nella maggor parte delle RSO con alquota proporzonale tra 0,9% e,4%. Anche l Irap prevede un alquota costante del 3,9% (con l eccezone d alcun settor agevolat). Benché questo trbuto grav formalmente sulle mprese, o meglo su soggett economc che eserctano un attvtà produttva, s può ragonevolmente potzzare una traslazone, almeno parzale, dell mposta su consumator, che va qund ad ncdere sul loro reddto personale. Sulla base d questa osservazone, è sembrato sensato potzzare un prelevo proporzonale sul reddto ndvduale a lvello locale. Dal lato del governo centrale, l applcazone dell mposta proporzonale per fnanzare la santà non trova una corrspondenza dretta con la stuazone reale. In effett, non esste un trbuto propro del governo centrale destnato a sostenere tale spesa. Tuttava, la prncpale fonte d fnanzamento per la santà d competenza dello Stato è rappresentata dalla compartecpazone all Iva, che s basa su una struttura sostanzalmente proporzonale applcata alla base mponble nazonale. Essendo l Iva un mposta generale sugl scamb d ben e servz la cu ncdenza s manfesta su consum, ed essendo consum correlat con l reddto degl ndvdu, è plausble assumere una certa equvalenza tra questa mposta e l mposta proporzonale sul reddto. Accettando dunque questa nterpretazone, nel modello teorco s propone un prelevo proporzonale sul reddto anche da parte del governo centrale. 3

5 In aggunta, ogn polcy maker è benevolente e, come tale, massmzza una funzone obettvo espressone del benessere collettvo de propr resdent, dato l vncolo d blanco n pareggo. S assume noltre l assenza d relazon tra var lvell d governo e tra govern d par lvello 8. el defnre gl strument per attuare la funzone santà, l operatore pubblco tene conto delle preferenze della rspettva collettvtà per tale funzone pubblca. In partcolare, s assume che a fronte dell eterogenetà delle preferenze ndvdual, l operatore pubblco sa esso centrale o locale - consder una preferenza meda per la spesa santara. Tale parametro è legato alla dstrbuzone del reddto dentro l ente: esso è defnto dal rapporto tra l reddto medo e l reddto massmo e, come tale, fornsce nformazon sul grado d dsuguaglanza. L dea è che maggore è la dstanza tra reddto medo e massmo, maggore è la sperequazone del reddto, maggore sarà anche l peso delle poltche santare sull utltà aggregata. In altr termn, s assume che l mportanza d tale spesa sul benessere degl ndvdu sa tanto maggore quanto pù elevata è la dsuguaglanza del reddto, data la sua natura d spesa redstrbutva n knd 9. Il quadro appena descrtto rappresenta l punto d partenza dell anals. el prossmo paragrafo vengono descrtt gl scenar sttuzonal d fnanza autonoma e dervata. 2. La funzone santà nel caso d fnanza autonoma Il prmo scenaro prevede che Stato e regon abbano, entramb, la responsabltà d provvedere all erogazone e al fnanzamento della spesa santara, n modo autonomo e smultaneo. el farlo, govern utlzzano gl strument a loro dsposzone, massmzzando l benessere delle rspettve collettvtà: ogn polcy maker prende come base del problema una funzone che rappresent una msura d sntes dell utltà de suo membr. In dettaglo, s assume che ogn governo locale 8 Il fatto che non sano prevst legam vertcal tra Stato e regon esclude la possbltà che l governo centrale ntervenga nel blanco delle autortà local per rpanare eventual dsavanz, evtando anche una sere d problem legat a soft budget constrants, a balouts e a commons pool (Psauro, 200; 2003). Tal fenomen, nfatt, s potrebbero verfcare con l decentramento delle responsabltà fscal se, per gl ent local, permanga la possbltà d essere fnanzat e copert n ultma stanza dalle rsorse del governo centrale. Va detto che la presenza d polcy makers benevolent, nteressat dunque alla massmzzazone del benessere socale puttosto che a quella d una funzone obettvo propra, garantsce che anche nel caso n cu govern local rcevano trasferment dall autortà centrale, quest l spendano n modo effcente. In defntva, l assenza d relazon tra lvell d governo s traduce nell assenza d trasferment vertcal dallo Stato alle untà local, assumendo una perfetta corrspondenza tra la dmensone delle entrate e quella delle spese a tutt lvell. In realtà, anche la drezone opposta del legame è teorcamente possble, ma rappresenta l caso meno frequente. Osservando anche la recente rforma sttuzonale talana (s vedano decret sull attuazone del federalsmo fscale che prevedono l sttuzone d nuov trbut local - D.Lgs. 446/97 - e la contemporanea abolzone de trasferment eraral dallo Stato alle Regon - D.Lgs. 56/2000), questa potes trova un effettvo rscontro nella realtà. S nota, nfatt, una crescente autonoma delle Regon, caratterzzata da un mnor legame effettvo n termn d fnanzamento della spesa locale tra l centro e gl ent sub-central. I dat (Buglone, 2005) suggerscono che la capactà d autofnanzamento msurata dalla percentuale delle entrate propre sulle entrate corrent delle RSO è passata dal 996 al 2000 da crca l 20% a oltre l 50%. Smlmente, l lvello d decentramento del gettto trbutaro s è quas raddoppato. 9 L evdenza emprca mostra che un comportamento sempre pù dffuso da parte de govern consste nell assegnare maggor rsorse alla spesa redstrbutva n ben e servz - n knd - rspetto a quelle destnate per trasferment monetar n cash. In Itala, ad esempo, nel 200 la spesa santara è par a crca l 6,3% del PIL; la spesa per l struzone è crca l 4,9% del PIL; mentre le spese per le poltche a sostegno della famgla e del mercato del lavoro (comprensve de sussd alla dsoccupazone) sono rspettvamente par all % e all,% del PIL (OECD, 2004). 4

6 massmzz l utltà meda de suo resdent, mentre l governo centrale consder una funzone obettvo che è la somma pesata delle funzon obettvo de govern local (Tresch, 2002) ovvero la somma pesata delle utltà mede consderate da polcy maker local. I process d massmzzazone de due lvell d governo vengono analzzat dstntamente, benché ess faccano parte dello stesso scenaro sttuzonale. 2.. I govern local Il problema d massmzzazone s presenta n modo analogo per due govern local. La funzone obettvo della regone -esma ( =,2) è data dalla seguente espressone: W ( t t ) + ( ln g+ ln g ) = α y γ () con y y = max, γ (a) L equazone () rappresenta l utltà meda de cttadn nella regone 0. Oltre alle varabl fscal local ( t e g ) e central ( t e g ), nella funzone obettvo della regone è presente l parametro d preferenza meda per la spesa santara ( γ ). Rspetto a tale parametro, l dea è che la preferenza per la spesa sa defnta sul complesso della funzone santà, e non sulle component d tale funzone (es. ospedal e farmace) 2. In tal senso, l mportanza che tale spesa ha sul benessere degl ndvdu non dpende dal fatto che a fornre l servzo sa lo Stato o la regone, ma che entramb fornscano 0 Il reddto medo locale ( y ) rappresenta la msura d sntes d tutt reddt. Il reddto d rfermento è quello medo e non l reddto medano - n quanto govern sono benevolent e non nteressat alla loro relezone (n tal caso, sarebbe stato pù opportuno consderare le preferenze dell elettore medano). Inoltre, ess non conoscono le preferenze puntual ma solo la forma della dstrbuzone. Anche per questo motvo, s calcola la meda. Il parametro d preferenza meda assume valor tra zero e uno: 0 γ <. Se tutt reddt fossero ugual, allora anche l reddto medo concderebbe con l reddto massmo e γ assumerebbe l suo valore mnmo. D altra parte, se l reddto massmo fosse molto dstante dalla meda, la dstrbuzone sarebbe maggormente sperequata rspetto al caso precedente. In tal caso, l parametro γ s avvcna al suo valore massmo. L estremo superore, nfatt, è escluso n quanto γ = mplca che l reddto medo sa zero e questo è possble solo se tutt reddt sono ugual a zero, n assenza d reddt negatv, ovvamente. In tal caso, anche l reddto massmo sarebbe par a zero e l rapporto tra reddto medo e reddto massmo sarebbe ndetermnato. 2 In meda, non s prefersce avere pù ospedal o pù farmace, ma s ha preferenza affnché ospedal e farmace eserctno l loro ruolo d complement nello svolgmento della funzone santà. Inoltre, dal momento che non s conoscono le preferenze ndvdual, attrbure lo stesso peso n termn d funzone d utltà aggregata - per ben dvers (ospedal e farmace) è arbtraro tanto quanto assumere pes dvers per tal ben. D certo, un solo parametro rende l modello pù parsmonoso. 5

7 ben essenzal e non ntercambabl - d tale funzone 3. In sede d massmzzazone della funzone obettvo, l polcy maker locale è tenuto al rspetto del pareggo d blanco 4 : t Y = g (2) Dalla massmzzazone vncolata, s ottengono le scelte ottme del governo locale: γ g * = (3) α t γ = * α y (4) La quota d spesa santara pro capte erogata dalla regone dpende drettamente dal parametro che esprme la dsuguaglanza del reddto e nversamente dal parametro d preferenza per l reddto prvato. Smlmente, l alquota ottmale è funzone crescente del parametro parametro α e del reddto medo locale ( y ) 5. γ ; decrescente del A fronte d una crescente dspartà tra reddt, l ammontare d spesa erogato sarà pù alto; per fnanzarlo, occorre agre sul gettto. Il governo locale alzerà l alquota, a partà d base mponble; mentre se aumenta la base mponble, ceters parbus, può permetters d fssare un alquota pù bassa Il governo centrale Il problema d massmzzazone del governo centrale è analogo a quello de govern local. In partcolare, la funzone obettvo del governo centrale è data dalla somma pesata - dove pes sono dat dal rapporto tra la popolazone locale e quella nazonale: 6 - delle utltà mede de 3 In tal senso, s assume l esstenza d un lvello mnmo d spesa (s pens, a lvell mnm essenzal stablt per le prestazon santare) che deve essere fornto da entrambe le autortà d governo (centrale e locale). In defntva, s assume: g e g. A tale proposto, s può osservare che anche storcamente s è spesso verfcata una sovrapposzone d competenze tra dvers lvell d governo che ha portato ad avere che una stessa funzone sa svolta dal governo centrale e dalle untà sub-central. 4 S assume che tutte le rsorse prelevate dalla collettvtà ( t Y ) sano destnate al fnanzamento della spesa pubblca a favore della popolazone locale ( g ). 5 In partcolare, per la spesa s ha: g * = > 0 e g * 0 2 γ α = γ α α < ; per l alquota: t * > 0 ; t * < 0 ; t * < 0. γ α y 6 Data, per potes, la stessa dmensone della popolazone locale ( = ), la somma pesata delle utltà mede local, 2 s rduce alla meda d tal funzon d utltà. 6

8 resdent delle due regon ovvero dalla somma pesata delle funzon obettvo de govern local (Tresch, 2002): W = 2 = [ y ( t t ) + γ ( ln g+ ln g )] α (5) Il mx ottmale d spesa e alquota 7 s ottene nel rspetto del vncolo d pareggo del blanco: ty = g (6) I valor ottmal per la spesa centrale ( g *) e per l alquota unca ( t *) sono dat dalle seguent espresson: β *= α g (7) t β * = α y (8) con 2 β = = γ (9) Il parametro β è defnto dalla (9), come somma pesata delle dsuguaglanze local ( γ e γ 2 ) 8. Esso tene conto delle caratterstche della dstrbuzone del reddto n entrambe le regon e del grado d dsuguaglanza ad esse connesso - e, come tale, fornsce ndcazon sulla dstrbuzone del reddto nel complesso. Dunque, β esprme una msura d sntes delle dverse preferenze per la spesa santara erogata dal governo centrale nelle due regon. Sulla base d queste consderazon, l governo centrale scegle un ammontare d spesa equazone (7) - che è funzone crescente della dsuguaglanza del reddto presente nelle due regon; 7 Il governo centrale fssa un alquota unca proporzonale sul reddto e ndfferenzata su tutto l terrtoro per evtare dspartà geografche tra ndvdu e dstorson dovute ad una dfferente tassazone, secondo l prncpo del trattamento uguale degl ugual che rsedono nello stesso terrtoro. Infatt, l trattamento dfferenzato degl ugual è ammesso solo a lvello locale ovvero tra ndvdu che appartengono a dverse gursdzon e come tal sono soggett alla rspettva poltca locale, che può dfferre da quella promossa dalle altre regon. 8 Essendo pes dat dal rapporto tra la popolazone regonale (uguale nelle due regon) e quella complessva, la somma pesata de γ s rduce alla meda d tal parametr. In altr termn, β è dato dalla meda de γ regonal. 7

9 un alquota equazone (8) - che dpende postvamente dal parametro β e negatvamente dal reddto medo complessvo ( y ), ceters parbus La funzone santà nel caso d fnanza dervata Il secondo scenaro prevede che c sa un unco decsore centrale che s occup del benessere d tutta la collettvtà. Senza rcorrere al decentramento fscale, esso utlzza ndrettamente l meccansmo del trasfermento d rsorse alle untà d governo sottostant. Queste dventano come delle scatole vuote, ovvero prve de poter d prelevo e d spesa, e s lmtano a trasferre, a loro volta, rsorse sotto forma d ben e servz a rspettv cttadn (fnanza dervata). L dea d base è che l decsore defnsca la spesa santara a lvello centrale e per le due regon, assegnando n modo opportuno le rsorse per la popolazone nazonale ( g ) e quelle per la popolazone delle due regon ( g e g 2 ), applcando un alquota unca ( t d ) alla base mponble nazonale 20. Esso massmzza la sua funzone obettvo, espressone dell utltà aggregata degl ndvdu, nel rspetto del vncolo d pareggo d blanco: W d = 2 = [ y ( t ) + γ ( ln g+ ln g )] α (0) d t d Y = g + 2 = g () La soluzone del problema del decsore centrale è caratterzzata dalle seguent equazon: β *= α g (2) g = γ * (3) α β α y t d * = 2 (4) 9 Infatt, s ha: g * = > 0 ; t * = > 0 e t * β = 0 2 β α β α y ( ) <. y α y 20 S assume che l decsore centrale fss un alquota proporzonale ndfferenzata sul terrtoro, per evtare dspartà regonal. Essa sarà presumblmente dversa dall alquota centrale, da quella locale - ottenute nel caso d fnanza autonoma - e dalla somma d queste ultme. 8

10 Le espresson che defnscono la spesa santara pro capte a lvello centrale e locale, sono analoghe a quelle ottenute nel caso n cu entramb lvell d governo s occupno d tale funzone n modo autonomo 2 equazon (3) e (7). L uguaglanza delle soluzon conferma che ndpendentemente da ch gestsce la funzone santà, le scelte ottme per la spesa sono le stesse, n quanto l decsore pur pensando alla collettvtà nel suo complesso resce a fssare l set d ben e servz che Stato e regon avrebbero scelto autonomamente per le rspettve popolazon. L alquota unca è nvece l doppo d quella che l governo centrale fsserebbe n presenza d tassazone locale (fnanza autonoma) 22. Dato l dfferente vncolo d blanco, l alquota applcata dal decsore non concde con quella scelta dal governo centrale ( * t *), né con quella scelta dal governo regonale ( t t * ) a seguto de loro process d massmzzazone autonoma 23. d * Prma d analzzare emprcamente quale tra due scenar propost sa maggormente rappresentatvo per l caso talano, s fornsce un quadro del processo normatvo che ha rguardato l fnanzamento della santà n Itala. t d 3. Il decentramento fscale e la santà n Itala: aspett sttuzonal Il decentramento fscale n Itala ha prodotto consstent modfche nel blanco delle RSO: a partre dal 200, è aumentata la dmensone dell autofnanzamento basato su trbut propr (Irap e addzonale regonale Irpef) e devolut (compartecpazone all Iva e all accsa sulla benzna) e s è contemporaneamente rdotto l peso de trasferment eraral (Messna, 200). In partcolare per l anno 200, l ammontare totale de trasferment soppress è par a mlard d lre, d cu ben l 99,2% rfert alla santà (Drndn, 200). D qu, è evdente l ruolo del settore santaro nella realzzazone del federalsmo fscale. D altra parte, dal lato delle nuove entrate, cambament s concentrano prncpalmente n una voce: la compartecpazone all Iva. Essa è, nfatt, l trbuto che compensa crca l 94% de trasferment abolt, fornendo alle regon entrate par a mlard d lre. Dall osservazone d tal dat, s 2 Anche rapport tra parametr sono gl stess: gl strument fscal sono tutt funzon crescent del rspettvo parametro d dsuguaglanza e decrescent del parametro d preferenza per l reddto (o consumo) prvato. Questo s nota da segn delle dervate parzal: g * > 0, g * > 0 e t d * > 0. Mentre: g * < 0, g * < 0 e t d * < 0. β γ β α α α 22 Infatt, rsulta: t d * = 2t *, poché β t* =. α y 23 In realtà, essa non concde nemmeno con la somma delle due alquote ( t d* t * + t *). In questo caso, nfatt, l alquota unca deve garantre contestualmente la copertura d tutte le spese santare, ntendendo quelle che l governo centrale e le due regon erogherebbero separatamente n un regme d fnanza autonoma. In ogn caso, s rscontra una certa smmetra tra l espressone che dentfca t d * e le equazon che defnscono le alquote ottmal de precedent contest ( t * e t *). 9

11 potrebbe quas affermare che con la rforma ntrodotta nel 200, s sa attuata la sosttuzone del Fondo Santaro azonale con la compartecpazone all Iva. Prma d tale rforma, l SS era fnanzato sulla base del fabbsogno nazonale corrspondente all erogazone de lvell essenzal d tutela santara e la rpartzone d tale mporto tra le regon venva determnata sulla base della cosddetta quota captara ponderata (Muraro, 2002) commsurata a bsogn della popolazone (ndcator relatv a sesso, età, denstà della popolazone ecc.). Il fabbsogno regonale così calcolato era coperto, n parte, dal 90% del gettto locale dell Irap e, per la parte resdua, da un apposto trasfermento erarale a valere sul FS. Con l nuovo regme, nvece, s realzza la completa abolzone de trasferment eraral ntegratv alle RSO per la spesa santara (con alcune eccezon) che vengono sosttut con: l aumento dell alquota dell addzonale regonale Irpef (d 0,4 punt percentual 24 ); l aumento della compartecpazone all accsa sulla benzna (da 242 a 250 lre al ltro); la compartecpazone regonale al gettto Iva (nella msura del 27,5% 25 ). In realtà, tra le font d fnanzamento della spesa santara, rmane l Irap, sttuta (D.Lgs. 446/97) per sostture contrbut santar, precedentemente regonalzzat. Da trasferment vncolat e prelev d scopo - contrbut santar - s è passat a rsorse propre local e non d scopo, benché vncolat per legge al fnanzamento della santà (Lberat, 200). Infatt, l meccansmo d mputazone dell Irap prevede che l relatvo gettto (al 90%) rmanga vncolato al fnanzamento della spesa santara, accompagnato dal gettto (per ntero) dell addzonale regonale Irpef. In sntes, per cascuna Regone l fabbsogno per la santà è coperto attraverso la fscaltà generale e, n partcolare, con mposte drette (Irap e addzonale Irpef) ed ndrette (compartecpazone all Iva e all accsa sulla benzna) e resdual trasferment eraral. Alla luce d quest fatt e del crescente peso che la spesa per la santà ha sul blanco pubblco nazonale e regonale, s è effettuato un eserczo d verfca emprca del modello teorco, per verfcare se l cambamento normatvo prodotto dal decentramento fscale sul fnanzamento del settore santaro s sa effettvamente realzzato. 4. Una verfca emprca per l Itala Dopo aver dervato le soluzon ottme del modello teorco (spesa santara pro capte e alquota proporzonale) per entramb gl scenar sttuzonal, s procede al calcolo de valor numerc d tal varabl utlzzando un campone d dat real (mcrodat d Banca d Itala, Indagne su blanc 24 L alquota base del trbuto è stata elevata dallo 0,5 allo 0,9 per cento; quella massma dall all,4 per cento. Corrspondentemente, è stata rdotta d 40 punt base l alquota erarale (Messna, 200). 25 Questa è la msura ndcata dal D.Lgs. 56/2000. Essa è stata rdetermnata sulla base de dat consuntv del 999 e dal 200 nnalzata al 38,55%. 0

12 delle famgle talane, ). Questo è dovuto al fatto che le grandezze teorche dpendono da parametr legat alla dstrbuzone del reddto regonale e nazonale. Il passo successvo consste nel confrontare tal valor teorc con le msure effettve d poltca santara, per le sngole Regon e per lo Stato. In tal senso, s sono utlzzat dat d fonte Istat (2002) e del Mnstero della Salute (2002) per le msure della spesa santara regonale e nazonale e per le relatve font d fnanzamento (Irap, addzonale regonale Irpef, compartecpazone all Iva). Valutando l quadrato degl scart tra le due msure, s calcola l errore che s commette approssmando le grandezze effettve con quelle teorche degl scenar sttuzonal d fnanza autonoma e dervata 27. Il confronto pù nteressante rguarda l lato della tassazone 28 ovvero tra le alquote applcate dagl operator pubblc ne due contest e le alquote effettve legate al fnanzamento della spesa santara. Tecncamente, l valore delle alquote teorche è ottenuto dal modello opportunamente calbrato sulla realtà talana; l valore delle alquote effettve come rapporto tra gettt e bas mponbl 29. Lo scarto mnore tra tassazone teorca ed effettva fornsce l errore pù pccolo, che dovrebbe ndcare a quale de due scenar propost s avvcna maggormente l fnanzamento della santà n Itala. In altr termn, se l errore che s commette approssmando le alquote effettve con quelle teorche nel caso d fnanza autonoma è nferore a quello ottenuto effettuando la stessa approssmazone nel caso d fnanza dervata, allora è accettable l nterpretazone secondo cu n Itala le poltche pubblche per la santà (lato entrate) sono condotte n modo autonomo da Stato e Regon, ognuno secondo le propre competenze. D altra parte, se l errore calcolato nell potes d fnanza dervata è nferore a quello nel caso d fnanza autonoma, s può affermare che l modello teorco pù vcno alla realtà talana è quello caratterzzato dalla presenza d un solo operatore pubblco che, a fronte d un prelevo unforme su tutto l terrtoro 30, defnsce la spesa santara per tutt lvell governo (decson centralzzate). 4. Il campone d dat L anals vene condotta utlzzando l ndagne della Banca d Itala su blanc delle famgle talane, che contene le nformazon raccolte presso le famgle talane nell ndagne camponara 26 Per la verfca emprca, s è scelto d utlzzare l 2002 come anno d rfermento per due prncpal motv: esso rappresenta l prmo anno d attuazone della rforma e, al contempo, l pù recente come dsponbltà d dat per l campone d Banca d Itala. A tale proposto, s veda anche la nota Tale scostamento non vene consderato n modo a sé stante, ma nell ottca d comparare due dvers regm sttuzonal. 28 Questo è dovuto al fatto che le soluzon del modello per la spesa santara pro capte restano mmutate, anche consderando regm sttuzonal dvers. S confrontno a tale proposto le equazon (3) e (7) per la fnanza autonoma, con la (2) e la (3) per la fnanza dervata. 29 In altr termn, s rcorre alla defnzone d alquota mplcta. 30 La dfferenza prncpale tra due regm sttuzonal rsede nel fatto che l prelevo fscale messo n atto dal decsore centrale non concde con quello defnto da polcy makers locale e centrale. In altr termn, l alquota ottma nel caso d fnanza dervata è dversa da quella fssata dal governo centrale e da govern local nel caso d fnanza autonoma.

13 per l anno In dettaglo, per costrure la dstrbuzone del reddto su base regonale e nazonale necessara per l calcolo de parametr d dsuguaglanza γ e β - s è preso n consderazone l reddto ndvduale (come somma d altre component: reddto da lavoro dpendente, da captale, da penson, ecc.) lordo 32. Per una corretta elaborazone de mcrodat d Banca d Itala, è necessaro procedere alla pesatura de reddt. Questo perché la rappresentatvtà del campone d Banca d Itala è abbastanza buona a lvello nazonale, ma meno a lvello regonale. In tal senso, s rendono necessar aggustament n termn d pesatura del campone per consentre l allneamento alle prncpal dstrbuzon margnal soco-demografche d fonte Istat, mglorando così l grado d rappresentatvtà del dataset utlzzato. 4.2 Il problema de pes In generale, lo scopo della calbrazone de pes, da utlzzare con dat sulla dstrbuzone del reddto delle famgle, è quello d aumentare la precsone e d rdurre le dfferenze tra la dstrbuzone del campone e quella della popolazone reale con l auto d varabl auslare 33 (Faella e Gambacorta, 2007). In altr termn, partendo da pes orgnar contenut nel dataset d Banca d Itala ( w, ), è possble ottenere, con opportune procedure d parametrzzazone, un nuovo h set d pes fnal ( ˆ w h, ) per rmedare a fenomen d sottorappresentazone del campone. La correzone effettuata benché molto parzale permette d ottenere una buona rappresentatvtà regonale del campone, almeno per quanto concerne la numerostà della popolazone 34. Tecncamente, s è applcata la seguente formula per ottenere nuov pes per regone: = ˆ w h h, ˆ h, (5) wh, w 3 L ndagne ha rguardato 8.0 famgle estratte dalle lste anagrafche d 344 comun, composte d 2.48 ndvdu. 32 Esso è stato ottenuto con opportune procedure a partre dal reddto dsponble netto fornto da Banca d Itala. A tale proposto, s rngrazano Mara Graza Pazenza e Chara Rapalln (Unverstà d Frenze, Dpartmento d Stud sullo Stato) per avere messo a dsposzone dell autrce l dataset per l anno 2002 contenente la varable reddto ndvduale dsponble (e tutte le sue component) lordo, rcostruto dalle medesme con elaborazon, a partre da mcrodat sul reddto ndvduale dsponble netto dffuso da Banca d Itala. 33 In questo contesto, come varable auslara s è utlzzato l dato della numerostà reale della popolazone. 34 In realtà, l problema (della numerostà) della popolazone, prncpalmente a lvello regonale, è solo una delle possbl varabl che causano la non corretta rappresentazone del campone. Infatt, potrebbero verfcars problem analogh per l reddto (se, ad esempo, gl ntervstat sono tutt soggett senza reddto, mnorenn, ecc.), per la composzone famlare (se, ad esempo, soggett ntervstat appartengono tutt a famgle con 5 fgl, ecc.) e per altr aspett relatv all ndagne. In tal senso, la correzone de pes sulla base della reale numerostà della popolazone è una correzone solo parzale ovvero per una sola dmensone, che permette d avere una buona rappresentatvtà del campone relatvamente a tale aspetto. Per le altre varabl (tra cu l reddto) s assume che esse sano, nvece, ben rappresentate. 2

14 ˆ è la dmensone effettva della popolazone regonale (dato Istat); w h, è la varable de pes orgnar ndczzata per regone (ogn sua componente ndca un ndvduo d quella regone); l denomnatore della formula ndca la somma de pes orgnar per regone. In altr termn, l rapporto ndcato tra parentes rappresenta l peso relatvo dell ndvduo all nterno della regone. S veda l Appendce (Tavola A.) per valor della popolazone - regonale e nazonale - calcolat a partre dal campone d Banca d Itala con la tecnca del peso regonalzzato espressone (5). 4.3 Il reddto ndvduale Al fne d rcostrure la dstrbuzone del reddto a lvello regonale e nazonale, s utlzza la varable che descrve l reddto dsponble lordo ndvduale (Y), dato dalla somma delle seguent component: reddto da lavoro dpendente (YL), penson e trasferment (YT), reddto da lavoro autonomo (YM) e reddto da captale (YC), secondo la classfcazone d Banca d Itala. Tale grandezza è omncomprensva n quanto permette d consderare tutte le possbl font d reddto per l ndvduo 35. Dopo aver costruto l nuovo set d coeffcent d ponderazone ( 3 ˆ w h, ), è stato possble pesare correttamente reddt ndvdual. La somma degl stess, ndczzata per regone, consente d calcolare l reddto totale dsponble lordo all nterno d ogn regone e per l Itala nel complesso. Avendo effettuato la correzone solo sulla popolazone, è possble che le altre varabl del campone reddto - non trovno un perfetto allneamento con dat real. S è valutata, dunque, la corrspondenza tra l reddto camponaro, per regone e n aggregato, e l reddto reale. La Tavola A.2 (n Appendce) mostra l reddto d Banca d Itala (dopo le tecnche d rproporzonamento della popolazone) e quello rlevato dall Istat, per l La prma colonna (A) contene reddt ndvdual lord pesat con ˆ e po sommat, per regone e per l Itala; la w h, colonna (B) descrve l reddto dsponble 36 lordo per l totale delle famgle all nterno d ogn regone; la colonna (C) rporta valor del Prodotto Interno Lordo (PIL) regonale e per l Itala. on sorprende notare che l reddto BdI sottostma parzalmente l reddto dsponble lordo Istat 37 : dalle ultme due colonne s nota che l prmo copre, n meda, ntorno all 80% del reddto dsponble lordo totale, e crca l 55% del PIL. Alla luce d queste dscrepanze tra le msure d reddto, s è 35 Dal campone orgnaro, sono stat elmnat gl ndvdu con età nferore a 8 ann dal momento che, essendo nteressat alla dstrbuzone del reddto ndvduale, s presume che non detengano un reddto propro. Inoltre, sono stat esclus gl ndvdu resdent nelle Regon a Statuto Specale. In defntva, l numero totale d osservazon per la varable Y nell anno 2002 è par a Il totale degl ndvdu vene po rpartto nelle vare regon, attraverso la varable IREG che fornsce l codce Istat della regone d appartenenza. 36 La dctura reddto dsponble lordo totale s rfersce alla voce reddto dsponble lordo, totale famgle, Conto della dstrbuzone secondara del reddto (Impegh). Per reddto dsponble s ntende l ammontare d rsorse corrent degl operator per gl mpegh fnal (consumo e rsparmo), secondo la defnzone Istat. 37 Questo potrebbe essere dovuto sostanzalmente a due ragon: la prma è che l ndagne d Banca d Itala non resce a stmare esattamente tutte le component d reddto, nel senso che alcune d queste sono sottorappresentate, come è l caso del reddto da lavoro autonomo; la seconda è che, come evdenzato pù volte, la correzone apportata è parzale, n quanto è solo sulla popolazone. In tal senso, le altre varabl del campone potrebbero rsentre d questa correzone e rsultare sottorappresentate.

15 rtenuto opportuno procedere ad ulteror elaborazon per testare la robustezza de rsultat raggunt con dat camponar d Banca d Itala (paragrafo 8.3). 5. Metodologa e calcolo de parametr Il punto d partenza dell anals è calcolare parametr del modello che determnano a loro volta le soluzon ottme (spesa pro capte e alquota) de due scenar. In partcolare, c s rfersce a β e γ. Ess vengono calcolat come valor puntual a partre dalle dstrbuzon del reddto regonale e nazonale utlzzando mcrodat d Banca d Itala. Dal modello, s ha che l parametro γ è funzone della dstanza tra l reddto medo e l reddto massmo locale espressone (a) mentre β è dato dalla somma pesata de γ regonal equazone (9). A fn della msurazone emprca d β, s estendono rsultat del modello consderando 5 Regon, nvece che 2, dato l elevato grado d smmetra rscontrato per γ regonal. In tal senso, l parametro β - dsuguaglanza complessva - vene calcolato come somma ponderata d tutt gl ndc d dsuguaglanza regonal ( γ ). Rguardo a pes, s consdera l rapporto tra la popolazone locale e quella nazonale - - come nel modello, gnorando però l potes d uguale popolazone nelle due regon per consderare, nvece, popolazon regonal dfferent sulla base de dat del campone (Tavola A.). Dunque, l calcolo d β avvene a partre da γ d tutte le regon, secondo la seguente espressone: 5 β = = γ (6) 5. I parametr regonal Il prmo passo dell anals consste nel rcostrure la dstrbuzone del reddto all nterno d ogn regone e per l Itala. I reddt degl ndvdu d una data regone adeguatamente pesat - danno luogo alla dstrbuzone orgnara del reddto su base locale. Da questa, s stmano le msure d sntes per l reddto, necessare per l calcolo de parametr del modello: l reddto medo e quello 4

16 massmo local che determnano l parametro γ. Il reddto medo regonale ( y ) s calcola come reddto pro capte puro 38. Per assegnare un valore puntuale al reddto massmo locale - y max, - s è scelto d non selezonare l ndvduo con l reddto pù alto n assoluto nella regone, per due prncpal motv. Tale valore, nfatt, potrebbe essere stato rlevato o regstrato non correttamente n sede d ndagne 39. In secondo luogo, esso potrebbe portare ad avere stme dstorte, data la sua possble natura d valore outler. In tal senso, s è preferto rcorrere ad una msura formalmente pù corretta e robusta per ndcare l reddto massmo, utlzzando percentl della dstrbuzone del reddto: l 99 percentle per ogn dstrbuzone regonale 40. Questo ha permesso d avere msure meno sensbl per ndvduare l soggetto pù rcco all nterno d ogn regone e, soprattutto, d avere valor pù conform al reddto medo regonale. A tale proposto, la Tavola, mostra che valor d n quelle regon dove anche y è pù elevato. y max, pù elevat s rscontrano Tavola : PARAMETRI REGIOALI REGIOI REDDITO MEDIO y (n euro) REDDITO MASSIMO y max, (n euro) γ y y = max, Pemonte ,7647 Lombarda ,8264 Veneto ,8240 Lgura ,763 Emla Romagna ,826 Toscana ,8375 Umbra ,8206 Marche ,7572 Lazo ,8083 Abruzzo ,8088 Molse ,8384 Campana ,8229 Pugla ,8039 Baslcata ,8659 Calabra ,8482 Fonte: Elaborazon propre su mcrodat Banca d Itala Ossa come rapporto tra la somma pesata d tutt reddt ndvdual lord d una regone dvso per la popolazone camponara. 39 E noto, nfatt, l problema dell underreportng de reddt molto alt (o molto bass) nella maggor parte delle surveys che raccolgono nformazon su reddt ndvdual o famlar (Atknson et al., 995; Gottschalk e Smeedng, 999). 40 La scelta del 99 percentle è dovuta al fatto che tale msura è la pù prossma al reddto massmo ed è anche quella che appattsce meno la dstrbuzone del reddto, rspetto ad esempo all utlzzo del 90 percentle. In aggunta, tale valore fornsce anche una buona rappresentazone del reddto massmo n termn relatv, fornendo valor accettabl anche nell ottca d confronto tra le regon (ad esempo, l ndvduo pù rcco n assoluto rsulta essere resdente n Lombarda, mentre quello meno rcco n assoluto n Campana). 5

17 Dal calcolo de γ, emerge che ess sono puttosto elevat e abbastanza prossm all estremo superore. In aggunta, l campo d varazone de γ regonal è abbastanza rstretto: esso va da un mnmo d 0,7572 (Marche) ad un massmo d 0,8659 (Baslcata). Per la maggor parte delle regon (Lombarda, Veneto, Emla Romagna, Toscana, Umbra, Lazo, Abruzzo, Molse, Campana, Pugla) l ndce osclla tra 0,80 e 0,83. Le eccezon verso l alto sono rappresentate da Calabra e Baslcata valore pù alto del campone - mentre quelle verso l basso rguardano Pemonte, Lgura e Marche. In queste, l reddto massmo è meno dstante dalla meda rspetto a quanto accade per l resto del campone. Cò mplca che la dstrbuzone del reddto rsult meno sperequata. C s aspetta, dunque, che l ammontare d spesa santara da erogare n queste regon sa nferore rspetto a quanto accade nelle altre. Dversamente, nelle regon n cu γ è partcolarmente alto, s ha che la dsuguaglanza tra reddt è maggore. Per cu, anche la poltca santara andrà nella stessa drezone: alquote e spesa pro capte pù elevate secondo la relazone (dretta) che lega g * e t * al parametro γ. 5.2 Il parametro nazonale Da γ regonal, è possble ottenere l parametro β secondo l espressone (6), utlzzando dat d Tavola (parametr regonal) e quell d Tavola A. (popolazone). Il valore fnale d β è par a: 0,837. Confrontando questo dato con quell d Tavola, s nota che solo poche regon (Pemonte, Lgura, Marche, Lazo, Abruzzo e Pugla) hanno valor della dsuguaglanza regonale al d sotto della meda nazonale. Le restant mostrano valor d γ superor al valore d β. Infne, per completezza d anals e per verfcare la valdtà dell approcco consderato, s è effettuato l calcolo del parametro β anche con l procedmento utlzzato per var γ. In altr termn, dopo avere rcostruto la dstrbuzone del reddto per l Itala a 5 regon, s sono evdenzat l reddto medo (2.875 euro), l reddto massmo (tecncamente, l 99 percentle: euro) e s è calcolato l parametro β ITA secondo la seguente espressone: y y = ITA ITA max, ITA β (6a) 6

18 Il rsultato ottenuto per β ITA è par a 0,806. Confrontando tale valore con quello precedente (β ), s nota che due dfferscono poco (a partre dalla terza cfra decmale). S può affermare che la msurazone d tale ndce con l estensone del modello a 5 regon è adeguata e non s dscosta molto dal rsultato ottenuto con l secondo metodo. Tuttava, poché questa scelta forzerebbe l modello, n quanto l parametro nazonale è potzzato essere una meda de parametr regonal, s è decso d consderare l prmo valore d β per le successve elaborazon. 6. Calcolo delle soluzon ottme del modello Oltre a valor che ndcano grad d dsuguaglanza (β e numerco anche agl altr parametr che defnscono l alquota e la spesa ottme. γ ), occorre assegnare un valore 6. Il parametro α * In partcolare, la spesa santara pro capte centrale e locale n entramb gl scenar è funzone d un parametro α (uguale per entrambe), che nel modello rappresenta la preferenza per l reddto prvato 4. Purché compreso tra 0 e, l valore d α potrebbe essere scelto lberamente. Tuttava, per defnrlo s è scelto d utlzzare l meccansmo della calbrazone su dat real. In dettaglo, s è optato per quel valore d α che resttusce l valore effettvo della spesa santara nazonale a dre, d competenza del governo centrale - pro capte ( g *) secondo dat real (Istat). Tecncamente, utlzzando l valore numerco precedentemente calcolato per β, s tratta d nvertre l espressone g *, assumendo che l valore teorco d tale spesa concda propro con l dato effettvo della stessa ( g*= gˆ ): β α * = (7) ĝ La decsone d calbrare α * rspetto a dat nazonal della spesa e non a quell regonal è dovuta al fatto che nel modello s prevede un unco parametro, uguale su tutto l terrtoro, sgancato dalla dmensone regonale. Questo mplca utlzzare l dato effettvo della spesa santara pro capte nazonale - e non regonale - per assegnare un valore adeguato a tale parametro. In dettaglo, la spesa santara nazonale pro capte effettva ( ĝ ) è par a (crca) 802 euro 42. Questo valore 4 S vedano a tale proposto le espresson (3) e (7) per la fnanza autonoma; (2) e (3) per la fnanza dervata. 42 In realtà, l fabbsogno santaro complessvo pro capte è par a.376 euro. Tale valore s ottene dal rapporto tra la somma della spesa per la funzone santà nelle 5 regon consderate e la somma della popolazone effettva d tal regon per l anno D questo ammontare, parte vene fnanzato dal governo centrale (802 euro) e parte dalle 7

19 rappresenta l equvalente monetaro della spesa santara (forntura d ospedal, prestazon santare, personale medco ecc.), assunta n ben e servz nel modello e d competenza del governo centrale. Dalla (7), s ottene un valore d α * par a 0, I valor teorc: spesa pro capte e alquota A questo punto, per dervare le soluzon teorche della spesa pro capte regonale per la funzone santà ( g *), è suffcente sostture l valore d α * e l rspettvo valore d γ (Tavola ) nell espressone (3) o nella (3), che rsultano ugual ne due scenar sttuzonal. La Tavola 2 mostra l equvalente monetaro della spesa santara pro capte stanzata dalle RSO, a partre da dat del campone e calcolata sulla base delle soluzon del modello teorco. Tavola 2: SPESA SAITARIA PRO CAPITE REGIOALE E AZIOALE (n euro) E ALIQUOTA REGIOALE E AZIOALE (n percentuale) REGIOI γ g * = α * g*= gˆ t * = g * y t* = g * y t d * = 2g * y Pemonte 765 5,62 Lombarda 826 4,9 Veneto 824 6,23 Lgura 76 4,85 Emla Romagna 822 5,04 Toscana 837 5,87 Umbra 82 6,44 Marche 757 6,00 Lazo 808 6,34 Abruzzo 809 8,33 Molse 838 8,74 Campana 823,4 Pugla 804 8,29 Baslcata 866 0,86 Calabra 848,00 Itala (governo centrale: g *, t *) 802 6,23 Itala (decsore centrale: t d *) 2,46 Fonte: Elaborazon propre su mcrodat Banca d Itala 2002 Regon (n meda, 574 euro). La prma componente è stata stmata come dfferenza tra la spesa santara totale delle 5 regon e l gettto totale d que trbut local propr (Irap e Addzonale Irpef) utlzzat per coprre l fabbsogno santaro regonale. In altr termn, la spesa santara d competenza del governo centrale dovrebbe rappresentare quello che l governo centrale spende per la santà nel complesso, utlzzando rsorse propre, raccolte su base nazonale. In questa categora rentrano le compartecpazon all Iva e all accsa sulla benzna. Tale suddvsone delle font d fnanzamento sarà utle anche n seguto, per la determnazone delle alquote effettve. 8

20 In partcolare, le regon n cu la quota d spesa rsulta elevata rspetto al resto del campone sono quelle caratterzzate da reddt med puttosto bass e da valor d γ puttosto elevat (Baslcata e Calabra). on sorprende osservare che laddove l parametro d dsuguaglanza regonale è pù alto, ceters parbus, anche la quota d spesa santara da erogare vada nella stessa drezone. Da valor teorc della spesa santara pro capte regonale e nazonale (quest ultma per potes concde con l dato effettvo) è possble calcolare valor teorc delle alquote regonal, del governo centrale e del decsore, rspettvamente secondo le espresson (4), (8) e (4). Osservando la seconda colonna d Tavola 2, s nota che l alquota fssata dal decsore centrale regme d fnanza dervata - rsulta essere l doppo d quella applcata dal governo centrale, quando opera contestualmente a govern local fnanza autonoma. Dall osservazone delle alquote regonal, emerge che alcune regon del centro (Abruzzo, Molse) e tutte quelle del sud (Campana, Pugla, Baslcata, Calabra) regstrano valor pù elevat del campone. Al contempo, esse superano, n cert cas (Campana, Baslcata e Calabra) anche notevolmente l valore dell alquota stablta dal governo centrale ( t *). In alcune d queste regon, anche la spesa pro capte è relatvamente elevata. on sorprende, dunque, che la tassazone sa congrua all ammontare d spesa erogata, dato l loro legame nel vncolo d blanco. Tuttava, s verfca anche che tassazon relatvamente basse rescono a coprre l fnanzamento d spese, n proporzone, pù elevate. Questo è dovuto all nfluenza del reddto pro capte regonale ovvero alle rsorse dsponbl che possede la regone: laddove l reddto medo è pù elevato, è suffcente un prelevo fscale pù basso per garantre lo stesso ammontare d spesa. E questo l caso della Lombarda e dell Emla Romagna che detengono reddt med pù elevat del campone e al contempo le alquote pù basse. 7. Calcolo de valor effettv (le alquote) Come evdenzato n precedenza, l confronto pù nteressante è quello dal lato della tassazone. Dopo avere rcostruto valor teorc delle alquote a partre da rsultat del modello, s procede dunque al calcolo delle alquote effettve. Per ottenerle, s consderano que trbut, n partcolare a lvello regonale, volt prncpalmente al fnanzamento della spesa santara. In dettaglo, l fabbsogno santaro complessvo nelle RSO vene coperto prncpalmente con: l addzonale regonale Irpef; la compartecpazone all accsa sulla benzna; la compartecpazone al gettto Iva; l gettto dervante dall Irap. Mentre Irap e addzonale regonale Irpef rappresentato 9

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS

Capitolo 7. La «sintesi neoclassica» e il modello IS-LM. 2. La curva IS Captolo 7 1. Il modello IS-LM La «sntes neoclassca» e l modello IS-LM Defnzone: ndvdua tutte le combnazon d reddto e saggo d nteresse per le qual l mercato de ben (curva IS) e l mercato della moneta (curva

Dettagli

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione

Relazione funzionale e statistica tra due variabili Modello di regressione lineare semplice Stima puntuale dei coefficienti di regressione 1 La Regressone Lneare (Semplce) Relazone funzonale e statstca tra due varabl Modello d regressone lneare semplce Stma puntuale de coeffcent d regressone Decomposzone della varanza Coeffcente d determnazone

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne

Metodi e Modelli per l Ottimizzazione Combinatoria Progetto: Metodo di soluzione basato su generazione di colonne Metod e Modell per l Ottmzzazone Combnatora Progetto: Metodo d soluzone basato su generazone d colonne Lug De Govann Vene presentato un modello alternatvo per l problema della turnazone delle farmace che

Dettagli

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse

Lezione 10. L equilibrio del mercato finanziario: la struttura dei tassi d interesse Lezone 1. L equlbro del mercato fnanzaro: la struttura de tass d nteresse Ttol con scadenza dversa hanno prezz (e tass d nteresse) dfferent. Due ttol d durata dversa emess dallo stesso soggetto (stesso

Dettagli

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1 APAT Agenza per la Protezone dell Ambente e per Servz Tecnc Dpartmento Dfesa del Suolo / Servzo Geologco D Itala Servzo Tecnologe del sto e St Contamnat * * * Nota nerente l calcolo della concentrazone

Dettagli

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 ESERCITAZIONE 2 MERCATO MONETARIO E MODELLO /LM ESERCIZIO 1 A) Un economa sta attraversando un perodo d profonda crs economca. Le banche decdono d aumentare la quota d depost

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model Rcerca Operatva e Logstca Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentl Modell per la Logstca: Sngle Flow One Level Model Mult Flow Two Level Model Modell d localzzazone nel dscreto Modell a Prodotto Sngolo e a Un

Dettagli

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca

Esercitazioni del corso di Relazioni tra variabili. Giancarlo Manzi Facoltà di Sociologia Università degli Studi di Milano-Bicocca Eserctazon del corso d Relazon tra varabl Gancarlo Manz Facoltà d Socologa Unverstà degl Stud d Mlano-Bcocca e-mal: gancarlo.manz@statstca.unmb.t Terza eserctazone Mlano, 8 febbrao 7 SOMMARIO TERZA ESERCITAZIONE

Dettagli

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti

Il modello markoviano per la rappresentazione del Sistema Bonus Malus. Prof. Cerchiara Rocco Roberto. Materiale e Riferimenti Il modello marovano per la rappresentazone del Sstema Bonus Malus rof. Cercara Rocco Roberto Materale e Rferment. Lucd dstrbut n aula. Lemare 995 (pag.6- e pag. 74-78 3. Galatoto G. 4 (tt del VI Congresso

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Facoltà di Economia Unverstà degl Stud d Urbno Facoltà d Economa Lezon d Statstca Descrttva svolte durante la prma parte del corso d corso d Statstca / Statstca I A.A. 004/05 a cura d: F. Bartolucc Lez. 8/0/04 Statstca descrttva

Dettagli

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM)

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM) Identfcazone: SIT/Tec-012/05 Revsone: 0 Data 2005-06-06 Pagna 1 d 7 Annotazon: Il presente documento fornsce comment e lnee guda sull applcazone della ISO 7500-1 COPIA CONTROLLATA N CONSEGNATA A: COPIA

Dettagli

Federalismo Fiscale: legge delega e decreti attuativi

Federalismo Fiscale: legge delega e decreti attuativi Unverstà degl Stud d eruga Corso d Laurea Magstrale n Scenze della oltca e dell'ammnstrazone ederalsmo scale: legge delega e decret attuatv Enza Caruso Argoment trattat nella lezone Teora del federalsmo

Dettagli

Variabili statistiche - Sommario

Variabili statistiche - Sommario Varabl statstche - Sommaro Defnzon prelmnar Statstca descrttva Msure della tendenza centrale e della dspersone d un campone Introduzone La varable statstca rappresenta rsultat d un anals effettuata su

Dettagli

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui:

I SINDACATI E LA CONTRATTAZIONE COLLETTIVA. Il ruolo economico del sindacato in concorrenza imperfetta, in cui: I IDACATI E LA COTRATTAZIOE COLLETTIVA Il ruolo economco del sndacato n concorrenza mperfetta, n cu: a) le mprese fssano prezz de ben n contest d concorrenza monopolstca (con extra-proftt); b) lavorator

Dettagli

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA:

Economia del Settore Pubblico 97. Economia del Settore Pubblico 99. Quale indice di diseguaglianza usare? il rapporto interdecilico PROBLEMA: Economa del Settore Pubblco Laura Vc laura.vc@unbo.t www.dse.unbo.t/lvc/edsp_.htm LEZIONE 4 Rmn, 9 aprle 008 Economa del Settore Pubblco 96 I prncpal ndc d dseguaglanza: ndc d entropa generalzzata Isprata

Dettagli

La verifica delle ipotesi

La verifica delle ipotesi La verfca delle potes In molte crcostanze l rcercatore s trova a dover decdere quale, tra le dverse stuazon possbl rferbl alla popolazone, è quella meglo sostenuta dalle evdenze emprche. Ipotes statstca:

Dettagli

Economia del Lavoro. Argomenti del corso

Economia del Lavoro. Argomenti del corso Economa del Lavoro Argoment del corso Studo del funzonamento del mercato del lavoro. In partcolare, l anals economca nerente l comportamento d: a) lavorator, b) mprese, c) sttuzon nel processo d determnazone

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

NOTE DALLE LEZIONI DI STATISTICA MEDICA ED ESERCIZI CONFRONTO DI PIU MEDIE IL METODO DI ANALISI DELLA VARIANZA

NOTE DALLE LEZIONI DI STATISTICA MEDICA ED ESERCIZI CONFRONTO DI PIU MEDIE IL METODO DI ANALISI DELLA VARIANZA NOTE DALLE LEZIONI DI STATISTICA MEDICA ED ESERCIZI CONFRONTO DI PIU MEDIE IL METODO DI ANALISI DELLA VARIANZA IL PROBLEMA Supponamo d voler studare l effetto d 4 dverse dete su un campone casuale d 4

Dettagli

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari

Capitolo 3 Covarianza, correlazione, bestfit lineari e non lineari Captolo 3 Covaranza, correlazone, bestft lnear e non lnear ) Covaranza e correlazone Ad un problema s assoca spesso pù d una varable quanttatva (es.: d una persona possamo determnare peso e altezza, oppure

Dettagli

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi ESEMPIO N. Anals d mercuro n matrc solde medante spettrometra d assorbmento atomco a vapor fredd 0 Introduzone La determnazone del mercuro n matrc solde è effettuata medante trattamento termco del campone

Dettagli

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione

Capitolo 6 Risultati pag. 468. a) Osmannoro. b) Case Passerini c) Ponte di Maccione Captolo 6 Rsultat pag. 468 a) Osmannoro b) Case Passern c) Ponte d Maccone Fgura 6.189. Confronto termovalorzzatore-sorgent dffuse per l PM 10. Il contrbuto del termovalorzzatore alle concentrazon d PM

Dettagli

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz

LEZIONE 2 e 3. La teoria della selezione di portafoglio di Markowitz LEZIONE e 3 La teora della selezone d portafoglo d Markowtz Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa Unverstà degl Stud d Bergamo Premessa () È puttosto frequente osservare come gl nvesttor tendano a non

Dettagli

La contabilità analitica nelle aziende agrarie

La contabilità analitica nelle aziende agrarie 2 La contabltà analtca nelle azende agrare Estmo rurale ed element d contabltà (analtca) S. Menghn Corso d Laurea n Scenze e tecnologe agrare Percorso Economa ed Estmo Contabltà generale e cont. ndustrale

Dettagli

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari

Indicatori di rendimento per i titoli obbligazionari Indcator d rendmento per ttol obblgazonar LA VALUTAZIONE DEGLI INVESTIMENTI A TASSO FISSO Per valutare la convenenza d uno strumento fnanzaro è necessaro precsare: /4 Le specfche esgenze d un nvesttore

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Compettvtà BANDO PUBBLICO Voucher Startup Incentv per la compettvtà delle Startup nnovatve ALLEGATO 3 PIANO DI UTILIZZO DEL VOUCHER STARTUP INNOVATIVE 2014 3. Pano d

Dettagli

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 -

PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE. (Metodo delle Osservazioni Indirette) - 1 - PROCEDURA INFORMATIZZATA PER LA COMPENSAZIONE DELLE RETI DI LIVELLAZIONE (Metodo delle Osservazon Indrette) - - SPECIFICHE DI CALCOLO Procedura software per la compensazone d una rete d lvellazone collegata

Dettagli

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014

Dipartimento di Economia Aziendale e Studi Giusprivatistici. Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Corso di Macroeconomia 2014 Dpartmento d Economa Azendale e Stud Gusprvatstc Unverstà degl Stud d Bar Aldo Moro Corso d Macroeconoma 2014 1.Consderate l seguente grafco: LM Partà de tass d nteresse LM B A IS IS Y E E E Immagnate

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

Duranti Silvia. Ghezzi Leonardo. Sciclone Nicola

Duranti Silvia. Ghezzi Leonardo. Sciclone Nicola La fscalzzazone de trasferment regonal: una smulazone per la Toscana Durant Slva errett Clauda Ghezz Leonardo Ravagl Letza Scclone Ncola ederalsmo fscale: obettv Autonoma d entrata e d spesa e maggore

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ECONOMIA AZIENDALE A.S.: 2015/2016 Prof Pnzzotto Dana classe 5 b afm Obtv educatv OBTV ddattc trasversal Acqusre

Dettagli

Concetti principale della lezione precedente

Concetti principale della lezione precedente Corso d Statstca medca e applcata 6 a Lezone Dott.ssa Donatella Cocca Concett prncpale della lezone precedente I concett prncpal che sono stat presentat sono: I fenomen probablstc RR OR ROC-curve Varabl

Dettagli

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard

Corso di Statistica (canale P-Z) A.A. 2009/10 Prof.ssa P. Vicard Corso d Statstca (canale P-Z) A.A. 2009/0 Prof.ssa P. Vcard VALORI MEDI Introduzone Con le dstrbuzon e le rappresentazon grafche abbamo effettuato le prme sntes de dat. E propro osservando degl stogramm

Dettagli

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia

CIRCOLARE N. 9. CIRCOLARI DELL ENTE MODIFICATE/SOSTITUITE: nessuna. Firmato: ing. Carlo Cannafoglia PROT. N 53897 ENTE EMITTENTE: OGGETTO: DESTINATARI: DATA DECORRENZA: CIRCOLARE N. 9 DC Cartografa, Catasto e Pubblctà Immoblare, d ntesa con l Uffco del Consglere Scentfco e la DC Osservatoro del Mercato

Dettagli

Corso di Economia Applicata

Corso di Economia Applicata Corso d Economa Applcata a.a. 2007-08 II modulo 16 Lezone Programma 16 lezone Democraza rappresentatva e nformazone Rcaptolando L agenza e l mercato (Arrow, 1986) Lezone 16 2 Introduzone Governo e Parlamento

Dettagli

VA TIR - TA - TAEG Introduzione

VA TIR - TA - TAEG Introduzione VA TIR - TA - TAEG Introduzone La presente trattazone s pone come obettvo d analzzare due prncpal crter d scelta degl nvestment e fnanzament per valutare la convenenza tra due o pù operazon fnanzare. S

Dettagli

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale

Economie di scala, concorrenza imperfetta e commercio internazionale Sanna-Randacco Lezone n. 14 Econome d scala, concorrenza mperfetta e commerco nternazonale Non v è vantaggo comparato (e qund non v è commerco nter-ndustrale). S vuole dmostrare che la struttura d mercato

Dettagli

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA

PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA PRIVATIZZAZIONE DEL WELFARE E RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI DI RAPPRESENTANZA La rforma del sstema pensonstco talano: le queston aperte e le prospettve d svluppo della componente a captalzzazone Carlo Mazzaferro

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato

RELAZIONE TECNICA. Introduzione. 1 Finalità e requisiti delle attività di dispacciamento nel mercato elettrico liberalizzato Allegato n. 1 a Prot AU/01/130 RELAZIONE TECNICA PRESUPPOSTI PER L ADOZIONE DI SCHEMA DI CONDIZIONI PER L EROGAZIONE DEL PUBBLICO SERVIZIO DI DISPACCIAMENTO DELL ENERGIA ELETTRICA SUL TERRITORIO NAZIONALE

Dettagli

Statistica e calcolo delle Probabilità. Allievi INF

Statistica e calcolo delle Probabilità. Allievi INF Statstca e calcolo delle Probabltà. Allev INF Proff. L. Ladell e G. Posta 06.09.10 I drtt d autore sono rservat. Ogn sfruttamento commercale non autorzzato sarà perseguto. Cognome e Nome: Matrcola: Docente:

Dettagli

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria

2 Modello IS-LM. 2.1 Gli e etti della politica monetaria 2 Modello IS-LM 2. Gl e ett della poltca monetara S consderun modello IS-LM senzastatocon seguent datc = 0:8, I = 00( ), L d = 0:5 500, M s = 00 e P =. ) S calcolno valor d equlbro del reddto e del tasso

Dettagli

La retroazione negli amplificatori

La retroazione negli amplificatori La retroazone negl amplfcator P etroazonare un amplfcatore () sgnfca sottrarre (o sommare) al segnale d ngresso (S ) l segnale d retroazone (S r ) ottenuto dal segnale d uscta (S u ) medante un quadrpolo

Dettagli

Condensatori e resistenze

Condensatori e resistenze Condensator e resstenze Lucano attaa Versone del 22 febbrao 2007 Indce In questa nota presento uno schema replogatvo relatvo a condensator e alle resstenze, con partcolare rguardo a collegament n sere

Dettagli

1. Una panoramica sui metodi valutativi

1. Una panoramica sui metodi valutativi . Una panoramca su metod valutatv La dottrna azendalstca rconosce l esstenza d var metod att a determnare l valore del captale economco d un mpresa. In partcolare, è possble ndvduare tre macro-tpologe

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. 5 REGRESSIONE LINEARE

STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. 5 REGRESSIONE LINEARE Matematca e statstca: da dat a modell alle scelte www.dma.unge/pls_statstca Responsabl scentfc M.P. Rogantn e E. Sasso (Dpartmento d Matematca Unverstà d Genova) STATISTICA DESCRITTIVA - SCHEDA N. REGRESSIONE

Dettagli

Questo è il secondo di una serie di articoli, di

Questo è il secondo di una serie di articoli, di DENTRO LA SCATOLA Rubrca a cura d Fabo A. Schreber Il Consglo Scentfco della rvsta ha pensato d attuare un nzatva culturalmente utle presentando n ogn numero d Mondo Dgtale un argomento fondante per l

Dettagli

Modelli di base per la politica economica

Modelli di base per la politica economica Marcella Mulno Modell d base per la poltca economca Corso d Poltca economca a.a. 22-23 Captolo 2 Modello - e poltche scal e monetare In questo captolo rchamamo brevemente l modello macroeconomco a prezz

Dettagli

Introduzione al Machine Learning

Introduzione al Machine Learning Introduzone al Machne Learnng Note dal corso d Machne Learnng Corso d Laurea Magstrale n Informatca aa 2010-2011 Prof Gorgo Gambos Unverstà degl Stud d Roma Tor Vergata 2 Queste note dervano da una selezone

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL

STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL STATISTICA DESCRITTIVA CON EXCEL Corso d CPS - II parte: Statstca Laurea n Informatca Sstem e Ret 2004-2005 1 Obettv della lezone Introduzone all uso d EXCEL Statstca descrttva Utlzzo dello strumento:

Dettagli

La taratura degli strumenti di misura

La taratura degli strumenti di misura La taratura degl strument d msura L mportanza dell operazone d taratura nasce dall esgenza d rendere l rsultato d una msura rferble a campon nazonal od nternazonal del msurando n questone affnché pù msure

Dettagli

Indici di misurazione del potere di mercato

Indici di misurazione del potere di mercato Indc d msurazone del potere d mercato Metod tradzonal: tass d rendmento, margn e q d Tobn Indc d concentrazone Metod presuntv d Ganmara Martn Introduzone Le teore de mercat concorrenzal e non concorrenzal

Dettagli

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto

Scenari di frenata per il comparto elettrico: il nodo della valorizzazione del prodotto CRESME Scenar d frenata per l comparto elettrco: l nodo della valorzzazone del prodotto Il mercato elettrco rappresenta uno de pù nteressant compart economc del nostro paese, caratterzzato da profonde

Dettagli

LA STATISTICA: OBIETTIVI; RACCOLTA DATI; LE FREQUENZE (EXCEL) ASSOLUTE E RELATIVE

LA STATISTICA: OBIETTIVI; RACCOLTA DATI; LE FREQUENZE (EXCEL) ASSOLUTE E RELATIVE Lezone 6 - La statstca: obettv; raccolta dat; le frequenze (EXCEL) assolute e relatve 1 LA STATISTICA: OBIETTIVI; RACCOLTA DATI; LE FREQUENZE (EXCEL) ASSOLUTE E RELATIVE GRUPPO MAT06 Dp. Matematca, Unverstà

Dettagli

La POLITICA di BILANCIO espansiva della DOMANDA Il Deficit spending Il DEBITO PUBBLICO

La POLITICA di BILANCIO espansiva della DOMANDA Il Deficit spending Il DEBITO PUBBLICO 1 Ettore Peyron P.A.S. 2014 Ddattca della MACROECONOMIA Lezone N 4 A Testo tratto dalle Dspense del Corso d Economa pubblca Unverstà degl stud d Torno Anno accademco 2010/2011 Facoltà d Economa Lezone

Dettagli

31/03/2012. Collusione (Cabral cap.8 PRN capp. 13-14) Il modello standard. Collusione nel modello di Bertrand. Collusione nel modello di Bertrand

31/03/2012. Collusione (Cabral cap.8 PRN capp. 13-14) Il modello standard. Collusione nel modello di Bertrand. Collusione nel modello di Bertrand Collusone (Cabral cap.8 PRN capp. 13-14) Accord tact o esplct per aumentare l potere d mercato e pratcare prezz pù elevat rspetto all equlbro non cooperatvo corrspondente Esste un vantaggo dalla collusone

Dettagli

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida

Hansard OnLine. Unit Fund Centre Guida Hansard OnLne Unt Fund Centre Guda Sommaro Pagna Introduzone al Unt Fund Centre (UFC) 3 Uso de fltr per la selezone de fond 4-5 Lavorare con rsultat del fltro 6 Lavorare con rsultat del fltro - Prezz 7

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

Analisi dei flussi 182

Analisi dei flussi 182 Programmazone e Controllo Anals de fluss Clent SERVIZIO Uscta Quanto al massmo produce l mo sstema produttvo? Quanto al massmo produce la ma macchna? Anals de fluss 82 Programmazone e Controllo Teora delle

Dettagli

I fabbisogni standard nel settore sanitario Commento allo schema di decreto legislativo

I fabbisogni standard nel settore sanitario Commento allo schema di decreto legislativo Federalsmo I fabbsogn standard nel settore santaro Commento allo schema d decreto legslatvo Guseppe Psauro Premessa La defnzone del sstema d fnanzamento della santà è charamente un momento fondamentale

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

Newsletter "Lean Production" Autore: Dott. Silvio Marzo

Newsletter Lean Production Autore: Dott. Silvio Marzo Il concetto d "Produzone Snella" (Lean Producton) s sta rapdamente mponendo come uno degl strument pù modern ed effcac per garantre alle azende la flessbltà e la compettvtà che l moderno mercato rchede.

Dettagli

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri Scelta dell Ubcazone d un Impanto Industrale Corso d Progettazone Impant Industral Prof. Sergo Cavaler I fattor ubcazonal Cost d Caratterstche del Mercato Costruzone Energe Manodopera Trasport Matere Prme

Dettagli

Norma UNI CEI ENV 13005: Guida all'espressione dell'incertezza di misura

Norma UNI CEI ENV 13005: Guida all'espressione dell'incertezza di misura orma UI CEI EV 3005: Guda all'espressone dell'ncertezza d msura L obettvo d una msurazone è quello d determnare l valore del msurando, n altre parole della grandezza da msurare. In generale, però, l rsultato

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

CAPITOLO IV CENNI SULLE MACCHINE SEQUENZIALI

CAPITOLO IV CENNI SULLE MACCHINE SEQUENZIALI Cenn sulle macchne seuenzal CAPITOLO IV CENNI SULLE MACCHINE SEQUENZIALI 4.) La macchna seuenzale. Una macchna seuenzale o macchna a stat fnt M e' un automatsmo deale a n ngress e m uscte defnto da: )

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

I SETTORI DELLA MECCANICA E DELL ELETTRONICA: ANALISI DEGLI INDICATORI DI PREZZO-QUALITÀ

I SETTORI DELLA MECCANICA E DELL ELETTRONICA: ANALISI DEGLI INDICATORI DI PREZZO-QUALITÀ I SETTORI DELLA MECCANICA E DELL ELETTRONICA: ANALISI DEGLI INDICATORI DI PREZZO-QUALITÀ d: Andrea Cosso *, Manuela Nenna** e Ottavo Rcch *** ABSTRACT Il lavoro analzza l andamento de valor med untar (VMU)

Dettagli

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26

CAPITOLO 3 Incertezza di misura Pagina 26 CAPITOLO 3 Incertezza d msura Pagna 6 CAPITOLO 3 INCERTEZZA DI MISURA Le operazon d msurazone sono tutte nevtablmente affette da ncertezza e coè da un grado d ndetermnazone con l quale l processo d msurazone

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica finanziaria aa 2012-2013 lezione 13: 24 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca fnanzara aa 2012-2013 lezone 13: 24 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/23? reammortamento uò accadere che, dopo l erogazone

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

La finanza locale. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a Dott.ssa Simona Scabrosetti

La finanza locale. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 Università Bocconi a.a Dott.ssa Simona Scabrosetti La fnanza locale Corso d Scenza delle Fnanze Cleam, classe 3 Unverstà Boccon a.a. 2011-2012 Dott.ssa Smona Scabrosett Modaltà d fnanzamento degl ent decentrat Gl ent terrtoral possono fnanzars con: - trbut

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 6 a. Analisi delle reti resistive

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 6 a. Analisi delle reti resistive Prncp d ngegnera elettrca Lezone 6 a Anals delle ret resste Anals delle ret resste L anals d una rete elettrca (rsoluzone della rete) consste nel determnare tutte le corrent ncognte ne ram e tutt potenzal

Dettagli

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI

MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI CONTROLLI AUTOMATICI Ingegnera Gestonale http://www.automazone.ngre.unmore.t/pages/cors/controllautomatcgestonale.htm MODELLISTICA DI SISTEMI DINAMICI Ing. Federca Gross Tel. 059 2056333 e-mal: federca.gross@unmore.t

Dettagli

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l

... ... ... DI GIOIOSA MAREA (ME) PORTO TURISTICO NELLA FRAZIONE SAN GIORGIO DEL COMUNE. 3. RICAVI E COSTI DI GESTIONE... l PORTO TURSTCO NELLA FRAZONE SAN GORGO DEL COMUNE D GOOSA MAREA (ME) PROGETTO PRELMNARE PANO ECOVOb'TCO E FNANZAF0 NDCE 1. PREMESSA...,.l 2. COSTO DELL'NTERVENTO...,...,...,..,,.,...,,.,,~...,.,.,.,,...l

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L.

MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura di L. MATERIALE PER IL CORSO DI INDAGINI E STATISTICHE PER IL TURISMO NON DIFFONDERE DA PERCORSI DI RICERCA SOCIALE (a cura d L.Bernard) 3.3. Dsegn d camponamento d Lorenzo Bernard 3.3.1. Una defnzone per ntrodurre

Dettagli

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006 Smulazone seconda prova Tema assegnato all esame d stato per l'abltazone alla professone d geometra, 006 roposte per lo svolgmento pubblcate sul ollettno SIFET (Socetà Italana d Fotogrammetra e Topografa)

Dettagli

LA COMPATIBILITA tra due misure:

LA COMPATIBILITA tra due misure: LA COMPATIBILITA tra due msure: 0.4 Due msure, supposte affette da error casual, s dcono tra loro compatbl quando la loro dfferenza può essere rcondotta ad una pura fluttuazone statstca attorno al valore

Dettagli

Il valore monetario del volontariato. Un esercizio sul caso napoletano

Il valore monetario del volontariato. Un esercizio sul caso napoletano Statstca & Socetà/Anno 2, N. 1/Lavoro, Economa, Fnanza 11 Il valore monetaro del volontarato. Un eserczo sul caso napoletano Marco Musella Drettore del Dpartmento d Scenze Poltche Unverstà degl Stud Federco

Dettagli

Tutti gli strumenti vanno tarati

Tutti gli strumenti vanno tarati L'INCERTEZZA DI MISURA Anta Calcatell I.N.RI.M S eseguono e producono msure per prendere delle decson sulla base del rsultato ottenuto, come per esempo se bloccare l traffco n funzone d msure d lvello

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

Fotogrammetria. O centro di presa. fig.1 Geometria della presa fotogrammetrica

Fotogrammetria. O centro di presa. fig.1 Geometria della presa fotogrammetrica Fotogrammetra Scopo della fotogrammetra è la determnazone delle poszon d punt nello spazo fsco a partre dalla msura delle poszon de punt corrspondent su un mmagne fotografca. Ovvamente, affnché questo

Dettagli

Allegato A. Modello per la stima della produzione di una discarica gestita a bioreattore

Allegato A. Modello per la stima della produzione di una discarica gestita a bioreattore Modello per la stma della produzone d una dscarca gestta a boreattore 1 Produzone d Bogas Nella letteratura tecnca sono stat propost dvers modell per stmare la produzone d bogas sulla base della qualtà

Dettagli

Macchine. 5 Esercitazione 5

Macchine. 5 Esercitazione 5 ESERCITAZIONE 5 Lavoro nterno d una turbomacchna. Il lavoro nterno massco d una turbomacchna può essere determnato not trangol d veloctà che s realzzano all'ngresso e all'uscta della macchna stessa. Infatt

Dettagli

Risoluzione quesiti I esonero 2011

Risoluzione quesiti I esonero 2011 Rsoluzone quest I esonero 011 1) Compto 1 Q3 Un azenda a a dsposzone due progett d nvestmento tra d loro alternatv. Il prmo prevede l pagamento d un mporto par a 100 all epoca 0 e fluss par a 60 all epoca

Dettagli

Programmazione e Controllo della Produzione. Analisi dei flussi

Programmazione e Controllo della Produzione. Analisi dei flussi Programmazone e Controllo della Produzone Anals de fluss Clent SERVIZIO Uscta Quanto al massmo produce l mo sstema produttvo? Quanto al massmo produce la ma macchna? Lo rsolvo con la smulazone? Sarebbe

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

Valutazione dei Benefici interni

Valutazione dei Benefici interni Corso d Trasport Terrtoro prof. ng. Agostno Nuzzolo Valutazone de Benefc ntern Valutazone degl ntervent Indvduazone degl effett rlevant La defnzone degl effett rlevant per un ntervento sul sstema d trasporto

Dettagli

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A.

Bonus Cap Certificates con sottostante Allianz SE, AXA SA, Assicurazioni Generali S.p.A. Bonus Cap Certfcates con sottostante Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Dal 7 febbrao fno al 1 marzo solo su ISIN: DE000HV8AKJ8 Sottostante: Allanz SE, AXA SA, Asscurazon General S.p.A. Scadenza:

Dettagli

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio Codce d Stoccaggo Captolo 7 Blancamento e rentegrazone dello stoccaggo 7.4 Corrspettv per servz d stoccaggo L UTENTE è tenuto a corrspondere a STOGIT, per la prestazone de servz, gl mport dervant dall

Dettagli

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013

Dipartimento di Statistica Università di Bologna. Matematica Finanziaria aa 2012-2013 Esercitazione: 4 aprile 2013 Dpartmento d Statstca Unverstà d Bologna Matematca Fnanzara aa 2012-2013 Eserctazone: 4 aprle 2013 professor Danele Rtell www.unbo.t/docent/danele.rtell 1/41? Aula "Ranzan B" 255 post 1 2 3 4 5 6 7 8 9

Dettagli

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi

Regressione Multipla e Regressione Logistica: concetti introduttivi ed esempi Regressone Multpla e Regressone Logstca: concett ntroduttv ed esemp I Edzone ottobre 014 Vncenzo Paolo Senese vncenzopaolo.senese@unna.t Indce Note prelmnar alla I edzone 1 Regressone semplce e multpla

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche hoògoò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà d Gursprudenza Como Corso d Laurea n Scenze Gurdche Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 Presentazone del Corso. Presso

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 598/2014/R/EEL ORIENTAMENTI PER LA RIFORMA DELLE INTEGRAZIONI TARIFFARIE PER LE IMPRESE ELETTRICHE MINORI NON INTERCONNESSE Documento per la consultazone per la formazone

Dettagli

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001

Verifica di efficacia di un Sistema di Gestione di Sicurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Relazone Verfca d effcaca d un Sstema d Gestone d Scurezza e Salute sul lavoro: l OHSAS 18001 Gl nfortun sul lavoro e le malatte professonal sono ad ogg uno de prncpal problem che afflggono l Itala e

Dettagli

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII

RETI TELEMATICHE Lucidi delle Lezioni Capitolo VII Prof. Guseppe F. Ross E-mal: guseppe.ross@unpv.t Homepage: http://www.unpv.t/retcal/home.html UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA Facoltà d Ingegnera A.A. 2011/12 - I Semestre - Sede PV RETI TELEMATICHE Lucd

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli