GUIDA BASE ALL SQL by DaD

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA BASE ALL SQL by DaD"

Transcript

1 GUIDA BASE ALL SQL by DaD Introduzione L'SQL, è un linguaggio per database anche se sarebbe meglio definirlo un sublinguaggio in quanto a differenza dei linguaggi veri e propri non possiede alcun comando di controllo e quindi possiamo dire che l'sql non è un linguaggio completo. Essendo un linguaggio per la gestione dei database dispone di tutte quelle funzioni che possono risultare utili per la manipolazione dei dati in essi contenuti, dalla definizione dei dati alla modifica fino alla lettura e alla eliminazione di quest ultimi. Da questa breve descrizione dell'sql possiamo concepire che questo linguaggio non sia di natura imperativa come la maggior parte dei linguaggi di programmazione, ma possiamo intendere come questo sia orientato alla programmazione modulare/dichiarativa, ed essendo tale non vi sono proprietà logiche ma esso viene diviso in tre sottoinsiemi: DDL [Data Definition Language] Grazie a questo sottoinsieme saremo in grado di creare, modificare e cancellare la struttura di un database. DML [Data Manipulation Language] E' con il DML che potremo interagire all'interno dei nostri database perchè potremo inserire, editare e eliminare i dati in esso inseriti. DCL [Data Control Language] Serve essenzialmente per la gestione dei permessi e degli utenti. Ritorneremo più avanti sulla suddivisione dell'sql adesso però dobbiamo trovare un'applicazione in grado di poter interpretare il linguaggio sql, la scelta può ricadere semplicemente su scelte personali oppure esigenze lavorative differenti, le maggiori applicazioni disponibili sono Oracle [http://www.oracle.com] che è uno dei maggiori sistemi usati dalla grandi e medie aziende per la gestione dei loro database, essendo un'applicazione di uso commerciale il suo funzionamento non è alla portata di tutti ma è di sicuro uno dei più potenti manager in circolazione. Oltre ad Oracle ed altre applicazioni a pagamento che possono fungere da manager per l sql vi sono anche delle alternative free ed open source come l ormai noto MySQL[http://mysql.com/] un ottimo e potente manager che può garantire una più che buona gestione dei nostri database. MySQL è sinceramente la scelta obbligata per chi vuole iniziare sia a gestire e a lavorare sui database che ad apprendere la sintassi dell'sql, quindi personalmente io consiglio MySQL per tutti quelli che stanno appena iniziando e poi anche questa miniguida si baserà proprio sull utilizzo di MySQL.

2 Installazione MySQL Siccome voglio porre più attenzione per quanto riguarda il codice dell'sql per l'installazione di MySQL vi rimanderò a dei link e non seguirò personalmente l'installazione anche perchè mi sembra abbastanza facile da installare e potrebbe sembrare uno spreco di spazio spiegarlo. Installazione MySQL su Windows Installazione MySQL su Linux In ogni caso consiglio l'installazione di XAMPP[http://www.apachefriends.org] che installerà oltre MySQL una serie di servizi che potrebbero risultare più che utili (vedi php, apache ecc...). Iniziamo a lavorare con MySQL Bene una volta installata il vostro manager (in questo caso credo MySQL) potremmo iniziare a lavorare con l'sql vero e proprio. Innanzitutto rechiamoci nella cartella bin di MySQL usando il prompt dei comandi, (ossia diamo il comando cd percorso per arrivare alla cartella bin ) dopodichè facciamo partire MySQL in questo modo; >> mysql -u [Nome Utente] -p Nota: Se non riuscite ad avviare MySQL con il vostro account (es. Pippo) digitate root al posto del vostro nome utente. Una volta inserita la password sarete all'interno di MySQL e potrete davvero iniziare a lavorare con l'sql. Ora possiamo ritornare al discorso dei tre sottoinsiemi che avevamo accennato nell'introduzione. DDL Il DDL ha il compito di gestire un intero database ma non da la possibilità di modificare o di gestire i dati in esso contenuti, ed è qui che subentra il DML (La parte che vedremo con più attenzione dei tre sottoinsiemi), c'è da dire però che non tutti gli utenti hanno accesso ai comandi per la gestione del DDL infatti ci sarà bisogno dei permessi adeguati per gestire in completa libertà un database ed è qui che entrerà in gioco il DCL. Come avete potuto notare i tre sottoinsiemi sono strettamente concatenati l uno all altro e nessuno dei tre avrebbe senso di esistere senza l esistenza dell altro, in questa miniguida però non tratteremo della semantica del DDL se ci saranno guide successive prenderò in considerazione anche questa parte dell'sql ma è pur vero che l'utente medio con difficoltà andrà a gestire questa parte del linguaggio quindi non esitate troppo a tralasciare questa parte se vi occorre solo una infarinatura generale su questo linguaggio.

3 DML E grazie al DML che da ora in poi potremo interagire in modo dinamico con il nostro database strutturato grazie al DDL, naturalmente solo se avremo i permessi adeguati forniteci dal DCL. All'interno del DML troviamo vari comandi, di svariata natura che potranno servirci per la gestione dei nostri database, prima di vederli però, dobbiamo conoscere i tipi di operatori presenti nell'sql che come in ogni linguaggio ne possiede molteplici. ~ Operatori di Confronto Sono i classici operatori che mettono a confronto due o più istruzioni, nell'sql di questo tipo ne troviamo molteplici. 1. = Esprime uguaglianza tra due valori numerici. 2. < Stabilisce se un valore è minore di un altro. 3. > Stabilisce se un valore è maggiore di un altro. 4. <= Stabilisce se un valore è minore o uguale di un altro. 5. >= Stabilisce se un valore è maggiore o uguale di un altro. 6. <> Stabilisce se due valori sono diversi tra loro. 7. LIKE Esprime somiglianza tra due valori letterali. 8. BETWEEN Recupera un valore compreso tra due valori. 9. IN Stabilisce se un valore è contenuto in una lista di valori possibili. 10. EXISTS Stabilisce se un determinato record esiste. ~ Operatori Aritmetici Questi operatori rendono possibili all interno dell sql le quattro operazioni matematiche fondamentali Effettua un'addizione Effettua una sottrazione. 3. * Effettua una moltiplicazione. 4. / Effettua una divisione. ~ Operatori Condizionali Nell'sql esiste solo un operatore di questo ramo ed è l'operatore WHERE che serve a definire i termini di alcune ricerche in modo più specifico e mirato. ~ Operatori Logici Esistono tre operatori logici nell'sql e servono per legare due o più istruzioni fra loro. 1. AND Restituisce tutte le condizioni per le quali le due o più condizioni espresse sono tutte vere contemporaneamente. 2. OR Restituisce tutte le condizioni per le quali le due o più condizioni per le quali anche soltanto una delle due (o più) condizioni espresse è vera. 3. NOT Quest'operatore inverte il valore ad esso associato: è vero restituisce un valore falso, mentre se è falso restituisce un valore vero.

4 [Thanks Wikipedia] Ora che conosciamo tutti gli operatori con cui dovremo lavorare possiamo iniziare davvero a mettere mano al codice. Creiamo un Database Una volta avviato MySQL possiamo visualizzare tutti i database contenuti in essi digitando il semplice comando; mysql> SHOW DATABASES; Con questo comando si visualizzeranno tutti i database presenti in MySQL. E' molto importante che ogni comando che digitate alla fine possegga sempre un ";" perchè è solo quando vi sarà, che l'istruzione potrà essere eseguita da MySQL. Adesso mettiamo il caso che dopo aver digitato il comando SHOW DATABSES; MySQL vi visualizzi pressappoco questa situazione: mysql> SHOW DATABASES; Empty set (0.00 sec) Cosa significa questo? Semplicemente che non vi sono database su cui poter operare, indi adesso ne creeremo uno sui cui poter lavorare. La sintassi per creare un database è la seguente; mysql> CREATE DATABASE [Nome del database]; In questo modo creeremo un database che noi da adesso chiameremo in modo simbolico Prova. Eseguendo di nuovo il comando SHOW DATABASES; adesso avremmo una situazione differente da quella precedente dato il fatto che abbiamo appena creato un database. mysql> SHOW DATABASES; Database Prova rows in set (0.00 sec) Bene abbiamo finalmente creato il nostro primo database! Adesso però un database senza contenuti non ha alcuno scopo quindi andiamo a creare una tabella all'interno del nostro nuovo database Prova. Creiamo una Tabella Prima di creare una tabella dobbiamo conoscere i tipi di dati con cui ci troveremo ad operare, siccome nell'sql di tipi di dati ce ne sono davvero tanti analizzeremo solo i più influenti e più usati.

5 CHARACTER(n) Una stringa a lunghezza fissa di esattamente n caratteri. CHARACTER può essere abbreviato con CHAR. CHARACTER VARYING(n) Una stringa a lunghezza variabile di al massimo n caratteri. CHARACTER VARYING può essere abbreviato con VARCHAR o CHAR VARYING. INTEGER Un numero intero con segno. Può essere abbreviato con INT. La precisione, cioè la grandezza del numero intero che può essere memorizzato in una colonna di questo tipo, dipende dall'implementazione del particolare DBMS. SMALLINT Un numero intero con segno con precisione non superiore a INTEGER. FLOAT(p) Un numero a virgola mobile, con precisione p. Il valore massimo di p dipende dall'implementazione del DBMS. E' possibile usare FLOAT senza indicazione della precisione, utilizzando quindi la precisione di default, anch'essa dipendente dall'implementazione. REAL e DOUBLE PRECISION sono dei sinonimi per un FLOAT con una particolare precisione. Anche in questo caso le precisioni dipendono dall'implementazione, con il vincolo che la precisione del primo non sia superiore a quella del secondo. DECIMAL(p,q) Un numero a virgola fissa di almeno p cifre e segno, con q cifre dopo la virgola. DEC è un'abbreviazione per DECIMAL. DECIMAL(p) è un'abbreviazione per DECIMAL(p,0). Il valore massimo di p dipende dall'implementazione. INTERVAL Un periodo di tempo (anni, mesi, giorni, ore, minuti, secondi e frazioni di secondo). DATE, TIME e TIMESTAMP Un preciso istante temporale. DATE permette di indicare l'anno, il mese e il giorno. Con TIME si possono specificare l'ora, i minuti e i secondi. TIMESTAMP è la combinazione dei due precedenti. I secondi sono un numero con la virgola, permettendo così di specificare anche frazioni di secondo. [Thanks tuoclick.ch] Bene detto questo andiamo ad analizzare la sintassi per la creazione di una tabella all'interno del nostro database;

6 CREATE TABLE `prima_tabella` ( `id` INT(11) NOT NULL, `nome` VARCHAR(250) NOT NULL, `cognome` VARCHAR(250) NOT NULL, `data_nascita` DATE, PRIMARY KEY (`id`) ); Analizziamo punto per punto il codice della nostra tabella: CREATE TABLE `prima_tabella` Con CREATE TABLE andiamo a creare una tabella, utilizzeremo sempre questo tipo di comando per creare le nostre tabelle, tra gli apici inseriamo il nome della nostra tabella. ( `id` INT(11) NOT NULL, `nome` VARCHAR(250) NOT NULL, `cognome` VARCHAR(250) NOT NULL, `data_nascita` DATE, Una volta dato il comando per la creazione della tabella dovremo inserire dei dati al suo interno, quindi apriamo una parentesi ed inseriamo i vari dati con i loro tipi corrispettivi, il primo è l'id che come poi vedremo è anche la chiave primaria della nostra tabella, il valore di id è intero e non può superare le 11 unità (INT(11)) e non può risultare nullo pena l'annullamento dell'informazione inserita (NOT NULL). I valori nome e cognome sono dei VARCHAR e come si può facilmente intendere il loro valore potrà variare da 1 a 25 e come l'id non potrà essere nullo. Infine vi è la data_nascita che ha il valore di DATE e qui non c'è molto da spiegare, come avrete potuto notare ogni valore inserito alla fine viene chiuso con una virgola, queste sono le regole di sintassi dell'sql e per creare una tabella senza incombere in errori più o meno frustranti deve essere sempre rispettata. PRIMARY KEY (`id`) ); Ecco qui che si ripresenta il dato id, come vedere il nostro id assume il valore di chiave primaria, grazie al comando PRIMARY KEY, le chiavi primarie possono assumere un ruolo molto importante quando la mole dei nostri database assume delle dimensioni molto elevate, ed infine per il confronto fra tabelle differenti le chiavi primarie assumono un ruolo fondamentale. Una volta inseriti tutti i nostri valori all'interno della tabella non dovremo far altro che chiudere la nostra parentesi tonda aperta in precedenza con l'aggiunta del già noto; Adesso che abbiamo il codice spostiamoci di nuovo su MySQL per vedere come inserirla al suo interno.

7 Eravamo rimasti alla creazione del nostro database Prova, ora dovremmo spostarci al suo interno per poter creare la nostra tabella, e lo faremo in questo modo: mysql> USE Prova; Database changed Con il comando USE ci siamo spostati all'interno del database Prova e adesso andremo ad inserire il codice della nostra tabella; mysql> CREATE TABLE `prima_tabella` ( -> `id` INT(11) NOT NULL, -> `nome` VARCHAR(250) NOT NULL, -> `cognome` VARCHAR(250) NOT NULL, -> `data_nascita` DATE, -> PRIMARY KEY (`id`) -> ); Query OK, 0 rows affected (0.13 sec) NOTA: Il puntatore '->' ci dice di completare l'istruzione, fino a quando non sarà completato o chiuso MySQL non ci farà eseguire alcun comando. Una volta inserita la nostra tabella con successo vorremmo anche visualizzarla e naturalmente l'mysql corre in nostro soccorso, digitando: mysql> DESCRIBE prima_tabella; Riceveremo in input la tabella appena creata, pressapoco così: Fie ld Type Nul l Key Defaul t Extra id in t (11) NO PRI nome varchar(250) NO cognome varchar(250) NO data_nasc i ta date YES NULL rows in set (0.05 sec) Inserimento Dati Fino ad ora abbiamo visto come creare un database e come creare una tabella all'interno del nostro database, però non siamo ancora riusciti a far lavorare

8 davvero il nostro database, è giunto il momento di inserire dei dati al suo interno. Riprendendo l'esempio della tabella precedente possiamo dire che i valori da inserire all'interno della nostra tabella sono quattro; id, nome, cognome, data_nascita. Procediamo a visionare il codice per l'inserimento dei dati all'interno della nostra tabella. INSERT INTO `prima_tabella` VALUES ('1', 'Luigi', 'Rossi', ' '); Bene analizziamo la prima parte del comando ossia INSERT INTO `prima_tabella` possiamo capire che con INSERT INTO diamo il comando iniziale per l'inserimento dei dati all'interno della nostra tabella. Dopodichè dovremo inserire i nostri da inserire nella tabella con il comando ('1', 'Luigi', 'Rossi', ' '); Una volta che abbiamo i dati da inserire nella nostra tabella riapriamo MySQL e inseriamoli. mysql> INSERT INTO `prima_tabella` -> ` VALUES ( -> `'1', 'Luigi', 'Rossi', ' ' -> ); Query OK, 1 row affected, 1 warning (0.13 sec) Una volta inviato il comando, avremo inserito i dati con successo, ora però è giunto il momento di visualizzare i dati inseriti nel nostro database. Query Bene adesso che abbiamo creato ed inserito dei dati all'interno della nostra tabella è arrivato il momento di visualizzare quei dati eseguendo una query sul nostro database! Dobbiamo introdurre quindi il comando SELECT che serve a punto per la visualizzazione dei nostri dati, ecco qui la sintassi per la visualizzazione dei nostri dati. SELECT * FROM `prima_tabella`; Spieghiamo il codice sovrastante; Come abbiamo già detto SELECT serve per visualizzare i nostri dati, l'asterisco sta per la totalità dei dati, cioè verrà mostrato tutto il contenuto senza alcuna limitazione o limite imposto da parte nostra, FROM `prima_tabella` e di facile intuizione, ci dice infatti che dovremo visualizzare i dati della prima_tabella, ricapitolando la sintassi della query è molto semplice e praticamente dice che;

9 VISUALIZZA (Tutto) DALLA `prima_tabella` Molto semplice quindi. Vediamo cosa ci restituisce quindi il comando, una volta inoltrato in MySQL. mysql> SELECT * FROM `prima_tabella`; id nome cognome data_nasc i ta Luigi Rossi row in set (0.00 sec) Come potete vedere viene visualizzata la query contenente Luigi Rossi (il nostro unico dato tra l'altro :P). Adesso effettueremo delle operazioni sulle query da far visualizzare quindi inseriamo altri due dati all'interno della nostra tabella, che adesso sappiamo andrà inserito con il comando INSERT INTO! Riporto qui per i più pigri due query di prova. INSERT INTO `prima_tabella` VALUES ('2', 'Mario', 'Bianchi', ' '); INSERT INTO `prima_tabella` VALUES ('3', 'Gianni', 'Verdi', ' '); Una volta inseriti andiamo avanti nella visualizzazione delle query. Adesso andremo a selezionare la nostra query settando però delle condizioni precise alla query, introducendo il concetto del comando WHERE. La sintassi del comando è molto semplice "WHERE `condizione da soddisfare`" un esempio per dimostrare la potenzialità del comando. SELECT * FROM `prima_tabella` WHERE `cognome` = 'Verdi'; Spieghiamo il codice partendo da WHERE, in questo caso poniamo la condizione che vedrà la query da mostrare solo se il valore cognome sia uguale a Verdi, nel caso che questo valore non sia soddisfatto la query mostrerà un errore perchè il valore che cerchiamo non esiste. Nel nostro caso invece la query risulterà positiva perchè abbiamo inserito il valore poco prima e quindi il risultato della query sarà il seguente; mysql> SELECT * FROM `prima_tabella` -> WHERE `cognome` = 'Verdi'; id nome cognome data_nascita Gianni Rossi row in set (0.00 sec) Abbiamo quindi visto come visualizzare una query esprimendo una condizione precisa adesso cerchiamo di dare una condizione dove possono presentarsi anche più di un risultato.

10 SELECT * FROM `prima_tabella` WHERE `data_nascita` >= ' '; In questo caso è facile intuire che saranno mostrati solo i dati che risulteranno maggiori o uguali alla data di nascita da noi impostata. Adesso andiamo ad inserire il comando in MySQL. mysql> SELECT * FROM `prima_tabella` -> WHERE `data_nascita` >= ' '; id nome cognome data_nasc i ta Mario Bianchi Gianni Ross i rows in set (0.00 sec) Come avevamo previsto, sono state mostrate solo le due query che risultavano uguali o maggiori della data da noi inserita come parametro di ricerca. Qui finisce la prima guida sull SQL spero che questa piccola introduzione vi possa spronare allo studio di questo facile linguaggio per la gestione di database :] ~ Nelle Prossime guide Prossimamente proseguirò questa guida descrivendo in modo più dettagliato e completo l utilizzo degli operatori di cui fa utilizzo l SQL all interno di query sempre più complesse che potremo gestire per le nostre ricerche. Inoltre una volta giunti ad un livello sufficiente inizierò anche una guida su come interagire con l SQL tramite altri linguaggi di programmazione e per altri linguaggi intendo php : D ~ Siti Utili big-bug.net, hackerforum.devil.it ~ Copyright Quest opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.

IL LINGUAGGIO SQL IDENTIFICATORI E TIPI DI DATI COMANDI E ISTRUZIONI

IL LINGUAGGIO SQL IDENTIFICATORI E TIPI DI DATI COMANDI E ISTRUZIONI IL LINGUAGGIO SQL Il linguaggio SQL ( Structured Query Languages) è un linguaggio non procedurale che è diventato uno standard tra i linguaggi per la gestione dei database relazionali. Il linguaggio procedurale

Dettagli

Corso sul linguaggio SQL

Corso sul linguaggio SQL Corso sul linguaggio SQL Modulo L2B (SQL) 2.1 Comandi sui database 1 Prerequisiti Introduzione ai DB Linguaggi per database Tipi fondamentali di dati 2 1 Introduzione In questa Unità introduciamo il linguaggio

Dettagli

L interfaccia a riga di comando di MySql

L interfaccia a riga di comando di MySql L interfaccia a riga di comando di MySql Una volta completata la procedura di installazione possiamo finalmente testare le funzionalità di MySQL. Sia che ci si trovi in ambiente Linux che Windows, l'interfaccia

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov.

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Appunti di MySql Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Indice generale avviare la shell mysql...2 comandi SQL per la gestione del database (DDL)...2 visualizzare l'elenco

Dettagli

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali INTRODUZIONE Il RDBMS MySQL, oltre a fornire un applicazione che abbia un interfaccia user-friendly, ha a disposizione anche un altro client, che svolge

Dettagli

I comandi del linguaggio DDL (Data Definition Language): CREATE E ALTER

I comandi del linguaggio DDL (Data Definition Language): CREATE E ALTER Caratteristiche generali del linguaggio SQL Il linguaggio SQL è il linguaggio usato per la gestione dei database relazionali, cioè dei database creati con un DBMS di tipo relazionale. Esso nacque nella

Dettagli

Concetti fondamentali dei database database Cos'è un database Principali database

Concetti fondamentali dei database database Cos'è un database Principali database Concetti fondamentali dei database Nella vita di tutti i giorni si ha la necessità di gestire e manipolare dati. Le operazioni possono essere molteplici: ricerca, aggregazione con altri e riorganizzazione

Dettagli

Corso sul linguaggio SQL

Corso sul linguaggio SQL Corso sul linguaggio SQL Modulo L2B (SQL) 2.2 Comandi sulle tabelle 1 Prerequisiti Introduzione ai DB Tabelle, relazioni e attributi Chiave primaria Chiave esterna Vincoli di integrità 2 1 Introduzione

Dettagli

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7. Il trattamento dei dati

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7. Il trattamento dei dati Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7 Il trattamento dei dati database: il linguaggio SQL seconda parte Prof. Valle D.ssa Folgieri Lez9 15.11.06 Trattamento dati. Database: il

Dettagli

Esercitazione: Il DBMS MySQL

Esercitazione: Il DBMS MySQL Laurea in Ingegneria Informatica SAPIENZA Università di Roma Insegnamento di Basi di Dati Esercitazione: Il DBMS MySQL Marco Console Aspetti Organizzativi Marco Console Sito: www.dis.uniroma1.it/~console

Dettagli

SQL Manuale introduttivo

SQL Manuale introduttivo SQL Manuale introduttivo SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 TIPI DI DATI... 3 STRINGHE DI CARATTERI... 3 NUMERI... 3 DATA/ORA... 4 COSTANTI STRINGA... 4 COSTANTI NUMERICHE... 4 COSTANTI DATA/ORA... 5 NOTE SULLA

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Lavorare con MySQL Parte Prima.

Lavorare con MySQL Parte Prima. Lavorare con MySQL Parte Prima. Data la particolarità dell argomento, ho deciso di dividerlo in due lezioni. Nella prima, si parlerà diffusamente di MySQL, cos è un DBMS, cos è l SQL, i campi supportati

Dettagli

Metodi per la Gestione dei Dati (lezioni di laboratorio)

Metodi per la Gestione dei Dati (lezioni di laboratorio) Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell Economia Corso di Laurea in Comunicazione e Marketing Titolare del corso: ing. Stefano SETTI Lezioni di laboratorio

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati

Laboratorio di Basi di Dati Laboratorio di Basi di Dati Docente: Alberto Belussi Lezione 1 SQL SQL (Structured Query Language) è stato definito nel 1973 ed è oggi il linguaggio più diffuso per i DBMS relazionali. Sono stati proposti

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati e Web

Laboratorio di Basi di Dati e Web Laboratorio di Basi di Dati e Web Docente: Alberto Belussi Lezione 1 SQL Structured Query Language SQL è stato definito nel 1973 ed è oggi il linguaggio più diffuso per i DBMS relazionali Il linguaggio

Dettagli

Introduzione ad SQL. 1. Introduzione. 2. Gli operatori. 3. Istruzione SELECT. 4. Istruzione INSERT. 5. Istruzione UPDATE. 6.

Introduzione ad SQL. 1. Introduzione. 2. Gli operatori. 3. Istruzione SELECT. 4. Istruzione INSERT. 5. Istruzione UPDATE. 6. Introduzione ad SQL Guida a cura di Rio Chierego 1. Introduzione 2. Gli operatori 3. Istruzione SELECT 4. Istruzione INSERT 5. Istruzione UPDATE 6. Istruzione DELETE 7. Istruzione CREATE, ALTER e DROP

Dettagli

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza)

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) 26/03/2013 SQL SQL -DDL Esercizio 4.3 Dare le definizioni SQL delle tre tabelle FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) rappresentando

Dettagli

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali.

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. (Structured Query Language) : Il linguaggio è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. prima versione IBM alla fine degli anni '70 per un prototipo di ricerca (System

Dettagli

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL Università Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. di Laurea in Matematica di Informatica Generale 1 Linguaggio SQL Marco (liverani@mat.uniroma3.it) Sommario Prima parte: le basi dati relazionali Basi di dati:

Dettagli

Corso di Informatica (Basi di Dati)

Corso di Informatica (Basi di Dati) Corso di Informatica (Basi di Dati) Lezione 6 (15 gennaio 2009) Linguaggio SQL: Data Definition Language (DDL) Da: Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone - Basi di Dati Lucidi del Corso di Basi di Dati 1, Prof.

Dettagli

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende.

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende. Programma 30 set 205 Installazione Macchina Virtuale Introduzione alla BI nelle Aziende Introduzione SQL Macchina Virtuale È un emulazione di un computer su un altro computer Stesso punto di partenza per

Dettagli

Data Base. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 6

Data Base. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 6 Data Base 1 Sommario I concetti fondamentali. Database Relazionale.. Query e SQL MySql, Creazione di un db in MySQL con PHPmyAdmin Creazione database e delle Tabelle Query Inserimento Ricerca Modifica

Dettagli

Preparazione. Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi. Accesso all area condivisa. Avvio Server MySQL

Preparazione. Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi. Accesso all area condivisa. Avvio Server MySQL Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi Stefania Marrara Elisa Quintarelli Lezione 1 2 ore a.a 2004/05 Preparazione Accesso all area condivisa Start -> Programs ->MySQL

Dettagli

MYSQL. Avviare MySQL Per avviare il server MySQL basta lanciare il Servizio Mysql presente (aggiunto) tra i servizi di sistema.

MYSQL. Avviare MySQL Per avviare il server MySQL basta lanciare il Servizio Mysql presente (aggiunto) tra i servizi di sistema. Documento creato da Andrea www.ceccherini.net Per informazioni : andrea@ceccherini.net MYSQL MySQL è un database piuttosto popolare, reso ancor più interessante da almeno due fattori: primo, la sua gratuità;

Dettagli

Basi di Dati. Laboratorio Ing. G. Laboccetta Dott.ssa. V. Policicchio. Corso di Laurea in Informatica. a.a. 2010-2011

Basi di Dati. Laboratorio Ing. G. Laboccetta Dott.ssa. V. Policicchio. Corso di Laurea in Informatica. a.a. 2010-2011 Corso di Laurea in Informatica Basi di Dati a.a. 2010-2011 Laboratorio Ing. G. Laboccetta Dott.ssa. V. Policicchio PROGETTAZIONE FISICA SQL-DDL OBIETTIVO: Rappresentare i dati della realtà di interesse

Dettagli

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS)

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) 1 SQL Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) a.a. 2014/2015 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/basi-dati/bd2014-15.htm dott.ssa Francesca A. Lisi francesca.lisi@uniba.it

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2011/2012

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2011/2012 Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9 Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2011/2012 Architettura di una applicazione Web Browser Web HTTP Server Web PHP Dati View Control

Dettagli

INDICI. Prevediamo di effettuare spesso interrogazioni simili alle seguenti:

INDICI. Prevediamo di effettuare spesso interrogazioni simili alle seguenti: Date le tabelle: Clienti := < id, nome, cognome, indirizzo,città > Ordini := < id, data_ora_ordine, id_prodotto, id_cliente, quantità> Prodotti := < id, nome, descrizione, costo,scorte > INDICI Prevediamo

Dettagli

Database e SQL. A cura del prof. Gennaro Cavazza

Database e SQL. A cura del prof. Gennaro Cavazza Database e SQL A cura del prof. Gennaro Cavazza Introduzione ai database La base di qualsiasi esigenza pratica da parte di una qualsiasi organizzazione è quella di gestire dei dati in maniera logica e

Dettagli

Basi di Dati Relazionali

Basi di Dati Relazionali Corso di Laurea in Informatica Basi di Dati Relazionali a.a. 2009-2010 Laboratorio Ing. G. Laboccetta Dott.ssa. V. Policicchio Coadiutore: Dott.ssa D. Nicotera PROGETTAZIONE FISICA SQL-DDL OBIETTIVO: Rappresentare

Dettagli

Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. SQL - Tipi di dato. SQL - Tipi di dato numerici. SQL - Tipi di dato numerici

Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. SQL - Tipi di dato. SQL - Tipi di dato numerici. SQL - Tipi di dato numerici Il linguaggio SQL Il linguaggio SQL il linguaggio SQL è un linguaggio per la definizione e la manipolazione dei dati, sviluppato originariamente presso il laboratorio IBM a San Jose (California) è diventato

Dettagli

SQL - Tipi di dato Il linguaggio SQL

SQL - Tipi di dato Il linguaggio SQL SQL - Tipi di dato Il linguaggio SQL I tipi di dato in SQL:1999 si suddividono in tipi predefiniti tipi strutturati tipi user-defined ci concentreremo sui tipi predefiniti i tipi predefiniti sono suddivisi

Dettagli

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R:

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Si consiglia di creare il data base, inserire i dati nelle tabelle, provare

Dettagli

SQL SQL. Definizione dei dati. Domini. Esistono 6 domini elementari:

SQL SQL. Definizione dei dati. Domini. Esistono 6 domini elementari: SQL SQL (pronunciato anche come l inglese sequel: acronimo di Structured Query Language (linguaggio di interrogazione strutturato Linguaggio completo che presenta anche proprietà di: DDL (Data Definition

Dettagli

User Tools: DataBase Manager

User Tools: DataBase Manager Spazio di lavoro Per usare T-SQL Assistant selezionare il link Simple Query e spostare a piacere la piccola finestra dove un menu a tendina mostra i diversi comandi SQL selezionabili, il pulsante Preview

Dettagli

MySQL Database Management System

MySQL Database Management System MySQL Database Management System http://www.mysql.com/ DATABASE RELAZIONALI Un database è una collezione strutturata di informazioni. I database sono delle strutture nelle quali è possibile memorizzare

Dettagli

Metodi per la Gestione dei Dati (lezioni di laboratorio)

Metodi per la Gestione dei Dati (lezioni di laboratorio) Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Scienze della Comunicazione e dell Economia Corso di Laurea in Comunicazione e Marketing Anno Accademico 2005/06 Metodi per la Gestione dei Dati

Dettagli

Istruzioni SQL 1. Query di selezione 2 Istruzione SELECT 2 Istruzione SELECT DISTINCT 2 ORDER BY 3 WHERE 3 La condizione LIKE 4 BETWEEN AND 5

Istruzioni SQL 1. Query di selezione 2 Istruzione SELECT 2 Istruzione SELECT DISTINCT 2 ORDER BY 3 WHERE 3 La condizione LIKE 4 BETWEEN AND 5 Istruzioni SQL Istruzioni SQL 1 Query di selezione 2 Istruzione SELECT 2 Istruzione SELECT DISTINCT 2 ORDER BY 3 WHERE 3 La condizione LIKE 4 BETWEEN AND 5 Query di inserimento 5 INSERT INTO 5 Query di

Dettagli

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL Basi di dati Il Linguaggio SQL Data Definition Language (DDL) Data Definition Language: insieme di istruzioni utilizzate per modificare la struttura della base di dati Ne fanno parte le istruzioni di inserimento,

Dettagli

Corso di Basi di Dati A.A. 2013/2014

Corso di Basi di Dati A.A. 2013/2014 Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Sapienza Università di Roma Corso di Basi di Dati A.A. 2013/2014 Tiziana Catarci, Andrea Marrella Ultimo aggiornamento : 29/03/2014 SQL : Structured Query Language

Dettagli

Manuale. Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons

Manuale. Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons Manuale Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons Premessa Gestione Biblioteca scolastica è un software che permette di gestire in maniera sufficientemente

Dettagli

Gestione delle tabelle

Gestione delle tabelle Linguaggio SQL: fondamenti Creazione di una tabella Modifica della struttura di una tabella Cancellazione di una tabella Dizionario dei dati Integrità dei dati 2 Creazione di una tabella (1/3) Si utilizza

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

Remote SQL Command Execution

Remote SQL Command Execution Remote SQL Command Execution Spesso si ha a che fare con SQL Injection se ci si trova nel campo della sicurezza informatica, ma non sempre si è a conoscenza di quanto una vulnerabilità del genere può essere

Dettagli

Il linguaggio SQL: DDL di base

Il linguaggio SQL: DDL di base Il linguaggio SQL: DDL di base Sistemi Informativi T Versione elettronica: 04.1.SQL.DDLbase.pdf SQL: caratteristiche generali SQL (Structured Query Language) èil linguaggio standard de facto per DBMS relazionali,

Dettagli

DUE GRUPPI DI COMANDI

DUE GRUPPI DI COMANDI LEZIONE16 SQL DDL PAG. 1 / 9 PROF. ANDREA ZOCCHEDDU LEZIONE16 SQL DDL LINGUAGGIO SQL DATA DESCRIPTION LANGUAGE DUE GRUPPI DI COMANDI I comandi del linguaggio SQL sono divisi in due grandi gruppi che formano

Dettagli

MANUALE ESSENZIALE MYSQL

MANUALE ESSENZIALE MYSQL Autore: Classe: Luciano Viviani TERZA INFORMATICA SERALE (3IS) Anno scolastico: 2003/2004 Scuola: Itis Euganeo MANUALE ESSENZIALE MYSQL Manuale La dispensa vuole fornire agli studenti delle classi quinte

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Basi di Da( MySQL & MySQL Workbench. Anna Monreale

Basi di Da( MySQL & MySQL Workbench. Anna Monreale Basi di Da( MySQL & MySQL Workbench Anna Monreale MySQL MySQL è un DBMS gratuito ed open- source (h@p://www.mysql.com) MySQL può essere uilizzato in Windows, Linux, MacOS X. MySQL è un RDBMS (relaional

Dettagli

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com 15.03.2006 Ver. 1.0 Scarica la versione pdf ( MBytes) Nessuno si spaventi! Non voglio fare né un manuale

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2012/2013

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9. Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2012/2013 Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL - Lezione 9 Andrea Marchetti IIT-CNR andrea.marchetti@iit.cnr.ita 2012/2013 Architettura di una applicazione Web Browser Web HTTP Server Web API Dati Presentation

Dettagli

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database PHP ed i database PHP 5 Accesso a database PHP funziona con molti database relazionale che includono: Oracle Access Postgres SQL Server MySQL Useremo MySQL poiché è semplice da usare, gratuito e molto

Dettagli

SQL. Alcune note sulla definizione dei dati

SQL. Alcune note sulla definizione dei dati SQL Alcune note sulla definizione dei dati Domini Domini elementari (predefiniti) Domini definiti dall'utente (riutilizzabili, possono servire per specificare vincoli di dominio propri di una certa applicazione)

Dettagli

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT Il linguaggio SQL è un linguaggio standard per la definizione, manipolazione e interrogazione delle basi di dati relazionali ed ha le seguenti caratteristiche: è dichiarativo; opera su multiset di tuple,

Dettagli

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER 19. LA PROGRAMMAZIONE LATO SERVER Introduciamo uno pseudocodice lato server che chiameremo Pserv che utilizzeremo come al solito per introdurre le problematiche da affrontare, indipendentemente dagli specifici

Dettagli

Linguaggio SQL: fondamenti D B M G. Gestione delle tabelle

Linguaggio SQL: fondamenti D B M G. Gestione delle tabelle Linguaggio SQL: fondamenti Creazione di una tabella Modifica della struttura di una tabella Cancellazione di una tabella Dizionario dei dati Integrità dei dati 2 2007 Politecnico di Torino 1 Creazione

Dettagli

--- PREMESSE INTRODUZIONE. .:luxx:.

--- PREMESSE INTRODUZIONE. .:luxx:. SQL INJECTION --- SICUREZZA.:luxx:. PREMESSE Questa guida accenna ad alcuni metodi di SQL injection e si sofferma sulla prevenzione di tali attacchi, per comprendere al meglio il testo è necessaria una

Dettagli

Unità 2.1 Comandi sui database

Unità 2.1 Comandi sui database (A) CONOSCENZA TERMINOLOGICA Dare una breve descrizione dei termini introdotti: Linguaggi ospite Domini predefiniti Comando CREATE DATABASE Comando DROP DATABASE Comando SHOW DATABASES Comando SELECT DATABASE()

Dettagli

Nozioni di base sull utilizzo di PHP e di MySQL

Nozioni di base sull utilizzo di PHP e di MySQL Nozioni di base sull utilizzo di PHP e di MySQL Che cos è PHP? Mi sento in dovere prima di iniziare ad illustrare le nozioni di base di PHP introdurre dicendo PHP che cos è in sostanza; fino a qualche

Dettagli

Basi di dati SQL. Standardizzazione di SQL. Linguaggi di Interrogazione: SQL. Prof.Angela Bonifati

Basi di dati SQL. Standardizzazione di SQL. Linguaggi di Interrogazione: SQL. Prof.Angela Bonifati Basi di dati Linguaggi di Interrogazione: SQL Prof.Angela Bonifati 1 SQL Il nome stava per Structured Query Language Più che un semplice linguaggio di query: si compone di una parte DDL e di una DML DDL:

Dettagli

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL. Andrea Marchetti IIT-CNR 2013/2014

Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL. Andrea Marchetti IIT-CNR 2013/2014 Laboratorio Progettazione Web PHP e MySQL Andrea Marchetti IIT-CNR 2013/2014 Architettura di una applicazione Web Browser Web HTTP Server Web API Dati Presentation Application Storage PHP e DataBase Quando

Dettagli

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger Lezione 8 Metadati, Viste e Trigger Pag.1 Metadati e catalogo di sistema I metadati sono dati a proposito dei dati (quali tabelle esistono?, quali campi contengono?, quante tuple contengono?, ci sono vincoli

Dettagli

Lezione V. Aula Multimediale - sabato 29/03/2008

Lezione V. Aula Multimediale - sabato 29/03/2008 Lezione V Aula Multimediale - sabato 29/03/2008 LAB utilizzo di MS Access Definire gli archivi utilizzando le regole di derivazione e descrivere le caratteristiche di ciascun archivio ASSOCIAZIONE (1:1)

Dettagli

Informatica per le discipline umanistiche 2 lezione 10

Informatica per le discipline umanistiche 2 lezione 10 Informatica per le discipline umanistiche 2 lezione 10 Parte III: il computer come strumento per l interazione e la comunicazione Si è parlato di identità Parte III: il computer come strumento per l interazione

Dettagli

PHP e Structured Query Language

PHP e Structured Query Language Esercitazioni del corso di Tecnologie per la Comunicazione Aziendale PHP e Structured Query Language Marco Loregian loregian@disco.unimib.it www.siti.disco.unimib.it/didattica/tca2008 Interrogazioni (ripasso)

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 2 Raffaella Gentilini 1 / 45 Sommario 1 Il DDL di SQL: Cancellazione ed Aggiornamento di una BD Cancellazione di Schemi, Tabelle, e Domini Aggiornamento di Tabelle

Dettagli

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI

RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Nicoletta Barbaro 4C Mercurio TRACCIA DEL PROBLEMA: RELAZIONE SCRITTA RELATIVA AL PROGRAMMA DI GESTIONE TABELLA ATTORI Un'azienda che distribuisce film in formato dvd chiede ad una software house(4c mercurio)

Dettagli

Linguaggio SQL. Structured Query Language

Linguaggio SQL. Structured Query Language Linguaggio SQL Structured Query Language Creato negli anni 70 presso IBM Inizialmente solo linguaggio di interrogazione Ora linguaggio di riferimento per DB relazionali Standardizzato grazie al lavoro

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Basi di dati Il linguaggio SQL teoria e pratica con Microsoft Access Riepilogando Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Riepilogando Basi di dati Il linguaggio SQL Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi degli attributi, domini, 2. una parte

Dettagli

PHP E MYSQL CREAZIONE DI UN NUOVO DATABASE DAL PHPMYADMIN

PHP E MYSQL CREAZIONE DI UN NUOVO DATABASE DAL PHPMYADMIN PHP E MYSQL CREAZIONE DI UN NUOVO DATABASE DAL PHPMYADMIN Il metodo migliore per creare nuovi DB è quello di usare l interfaccia del PHPMYADMIN (che viene installata automaticamente con il pacchetto easy

Dettagli

qui possiamo scegliere se creare un nuovo Database oppure aprire un Database già esistente. Fatto ciò avremo questa seconda schermata:

qui possiamo scegliere se creare un nuovo Database oppure aprire un Database già esistente. Fatto ciò avremo questa seconda schermata: Creare un Database completo per la gestione del magazzino. Vedremo di seguito una guida pratica su come creare un Database per la gestione del magazzino e la rispettiva spiegazione analitica: Innanzitutto

Dettagli

2. Costruire un database con Apache, PHP e MySql

2. Costruire un database con Apache, PHP e MySql 2. Costruire un database con Apache, PHP e MySql Lo scopo di questa esercitazione è realizzare un server web e costruire un database accessibile attraverso Internet utilizzando il server Apache, il linguaggio

Dettagli

CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE

CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE CREARE UNA TAB DI FACEBOOK SULLA PAGINA AZIENDALE Autore: KATIA D ORTA (@katiatrew) in collaborazione con MARISA FAUSONE (@Mfausone) 1 Questa guida è liberamente scaricabile sul sito cowinning.it 2 Questa

Dettagli

Lezione del modulo 7 SQL e database del giorno 04/05/2006 tot. ore 3. Lo Standard SQL

Lezione del modulo 7 SQL e database del giorno 04/05/2006 tot. ore 3. Lo Standard SQL Lezione del modulo 7 SQL e database del giorno 04/05/2006 tot. ore 3 Lo Standard SQL Il linguaggio SQL è un linguaggio non procedurale (o di tipo dichiarativo), divenuto, ormai da tempo, il linguaggio

Dettagli

Esercitazione 8. Basi di dati e web

Esercitazione 8. Basi di dati e web Esercitazione 8 Basi di dati e web Rev. 1 Basi di dati - prof. Silvio Salza - a.a. 2014-2015 E8-1 Basi di dati e web Una modalità tipica di accesso alle basi di dati è tramite interfacce web Esiste una

Dettagli

MySQL Database Management System

MySQL Database Management System MySQL Database Management System II parte Progetto gestione booking prenotazioni on-line 1. Progettazione e creazione struttura database che chiameremo booking. 2. Progettazione e creazione di un form

Dettagli

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: "storia"

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: storia SQL SQL: concetti base originariamente "Structured Query Language", ora "nome proprio" linguaggio con varie funzionalità: contiene sia il DDL sia il DML ne esistono varie versioni vediamo gli aspetti essenziali,

Dettagli

Basi di Dati e Sistemi Informativi. Structured Query Language

Basi di Dati e Sistemi Informativi. Structured Query Language Basi di Dati e Sistemi Informativi Structured Query Language Corso di Laurea in Ing. Informatica Ing. Gestionale Magistrale SQL come DDL e DML SQL non è solo un linguaggio di interrogazione Linguaggio

Dettagli

A CU R A DI FR A NCESCO DE DOMINICIS

A CU R A DI FR A NCESCO DE DOMINICIS GUIDA TASKLIST E TASKKILL A CU R A DI FR A NCESCO DE DOMINICIS Tasklist e Taskkill sono due tra i più utili comandi per DOS. Permettono infatti la completa gestione dei processi in esecuzione sul sistema

Dettagli

Tool. Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013

Tool. Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Tool Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Basi di Dati e Sistemi Informativi () PostgreSQL A.A. 2012-2013 1 / 26 Gli strumenti che vedremo Basi

Dettagli

IMSV 0.8. (In Media Stat Virtus) Manuale Utente

IMSV 0.8. (In Media Stat Virtus) Manuale Utente Introduzione IMSV 0.8 (In Media Stat Virtus) Manuale Utente IMSV è una applicazione che calcola che voti può'prendere uno studente negli esami che gli mancano per ottenere la media che desidera. Importante:

Dettagli

Structured Query Language parte 1

Structured Query Language parte 1 Consorzio per la formazione e la ricerca in Ingegneria dell'informazione Structured Query Language parte 1 Come interrogare una base di dati relazionale ed avere la risposta esatta Docente: Gennaro Pepe

Dettagli

Basi di Dati. Programmazione e gestione di sistemi telematici

Basi di Dati. Programmazione e gestione di sistemi telematici Basi di Dati. Programmazione e gestione di sistemi telematici Coordinatore: Prof. Paolo Nesi Docenti: Prof. Paolo Nesi Dr.sa Michela Paolucci Dr. Emanuele Bellini SQL SQL = Structured Query Language Linguaggio

Dettagli

Introduzione al linguaggio SQL

Introduzione al linguaggio SQL Introduzione al linguaggio SQL Structured Query Language (Linguaggio Strutturato di Interrogazione di Database) prof. Cleto Azzani IPSIA MORETTO BRESCIA (2004) Che cos è un Data Base (Base di dati) Insieme

Dettagli

SQL: Concetti Base -Prima Parte-

SQL: Concetti Base -Prima Parte- SQL: Concetti Base -Prima Parte- Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi Di Dati: Modelli e Linguaggi di Interrogazione, McGraw-Hill Italia Capitolo 4 SQL Structured Query Language Contiene: DDL (Data Definition

Dettagli

CREAZIONE DI UN DB RELAZIONALE IN ACCESS

CREAZIONE DI UN DB RELAZIONALE IN ACCESS CONTENUTI: CREAZIONE DI UN DB RELAZIONALE IN ACCESS Definizione della chiave primaria di una tabella Creazione di relazioni fra tabelle Uso del generatore automatico di Query A) Apertura del DB e creazione

Dettagli

Create la tabella Dipendenti:

Create la tabella Dipendenti: Create la tabella Dipendenti: create table Dipendenti( id int(3) not null auto_increment, livello int(1) not null, stipendio int(4) not null, primary key(id)); mysql> describe Dipendenti; --------+------+-----+---------+----------------+

Dettagli

DATA BASE MANAGEMENT SYSTEM

DATA BASE MANAGEMENT SYSTEM DATA BASE (1) Problematica gestione dati: oggetti delle elaborazioni, difficili da gestire, memorizzare, reperire, modificare; talvolta ridondanti/incongruenti; non sufficientemente protetti; spesso comuni

Dettagli

Structured Query Language. Informatica Generale - SQL Versione 1.0, aa 2005-2006 p.1/172

Structured Query Language. Informatica Generale - SQL Versione 1.0, aa 2005-2006 p.1/172 Structured Query Language Informatica Generale - SQL Versione 1.0, aa 2005-2006 p.1/172 Linguaggio SQL (1) Il linguaggio SQL, acronimo di Structured Query Language è un linguaggio per la definizione e

Dettagli

PHP 5. Accesso a database

PHP 5. Accesso a database PHP 5 Accesso a database PHP ed i database PHP funziona con molti database relazionali che includono: Oracle Access Postgres SQL Server MySQL Useremo MySQL poiché è semplice da usare, gratuito e molto

Dettagli

Tutte le interrogazioni possono essere condotte su qualsiasi campo della banca dati (ad esempio, Forma, Frequenza, Lunghezza, ecc...).

Tutte le interrogazioni possono essere condotte su qualsiasi campo della banca dati (ad esempio, Forma, Frequenza, Lunghezza, ecc...). ESEMPIO DI QUERY SUL FILE Formario_minuscolo Tutte le interrogazioni possono essere condotte su qualsiasi campo della banca dati (ad esempio, Forma, Frequenza, Lunghezza, ecc...). Durante l interrogazione,

Dettagli

Il linguaggio SQL: le basi

Il linguaggio SQL: le basi Il linguaggio SQL: le basi Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: SQLa-basi.pdf Sistemi Informativi L-A SQL: caratteristiche generali

Dettagli

SQL. Linguaggio di interrogazione per basi di dati relazionali. Relazione = tabella con attributi (a 1, a 2,, a n ): Funzionalità principali di SQL:

SQL. Linguaggio di interrogazione per basi di dati relazionali. Relazione = tabella con attributi (a 1, a 2,, a n ): Funzionalità principali di SQL: SQL Linguaggio di interrogazione per basi di dati relazionali Relazione = tabella con attributi (a 1, a 2,, a n ): Funzionalità principali di SQL: Creazione delle tabelle Interrogazione della base di dati

Dettagli

----------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------- APPUNTI DI SQL Gli appunti qui forniti vogliono essere un riferimento scritto di alcuni degli argomenti trattati a lezione per gli studenti a cui vengono messi a disposizione. Non viene fornita alcuna

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 1 Raffaella Gentilini 1 / 67 Sommario 1 Introduzine al Linguaggio SQL Concetti Preliminari 2 3 2 / 67 Concetti Preliminari Il linguaggio SQL SQL Acronimo per

Dettagli

DDL, VINCOLI D INTEGRITÁ, AGGIORNAMENTI E VISTE. SQL è più di un semplice linguaggio di interrogazione

DDL, VINCOLI D INTEGRITÁ, AGGIORNAMENTI E VISTE. SQL è più di un semplice linguaggio di interrogazione SQL DDL, VINCOLI D INTEGRITÁ, AGGIORNAMENTI E VISTE SQL è più di un semplice linguaggio di interrogazione! Linguaggio di definizione dati (Data-definition language, DDL):! Crea/distrugge/modifica relazioni

Dettagli