CRA: dal progetto Ipatech innovazione e sviluppo per le piccole e medie imprese agroalimentari dell Adriatico

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CRA: dal progetto Ipatech innovazione e sviluppo per le piccole e medie imprese agroalimentari dell Adriatico"

Transcript

1 CRA: dal progetto Ipatech innovazione e sviluppo per le piccole e medie imprese agroalimentari dell Adriatico

2 ECO: Ricerca: Cra per innovare Pmi agroalimentari bacino Adriatico :07 Ricerca Cra per innovare Pmi agroalimentari bacino Adriatico Da mini caseifici, a essiccatori portatili ad energia solare ROMA (ANSA) - ROMA, 12 GIU - Mettere a disposizione delle piccole e medie imprese dei Paesi che si affacciano sull'adriatico i macchinari innovativi prodotti dalla ricerca Cra di pari livello, se non superiori a quelle della grande industria, ma con dimensioni e costi accessibili. E' il progetto Ipatech, presentato dal Cra, Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l'analisi dell'economia agraria ad Expo, ad Expo, un esempio positivo di cooperazione pubblico-privato che comprende strutture pubbliche e private di 5 Paesi dell'area Adriatica, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Albania, Italia e Grecia. Ipatech, spiega il Cra, si basa sulle innovazioni miniaturizzate, realizzate nell'ambito di un progetto coordinato dal Cra Industria Agroalimentare di Milano, sulla trasformazione dei prodotti agroalimentari. Ecco macchinari 'formato ridotto' per la produzione di marmellate e passate, essiccatori ad energia solare, mini-caseificio e negozio mobile con banchi refrigerati ad energia solare. Ogni partner del progetto ha acquistato, grazie ai fondi disponibili, un macchinario miniaturizzato mettendolo a disposizione degli imprenditori della propria regione. In particolare il Cra e l'università di Teramo hanno acquistato i macchinari miniaturizzati per la produzione di passate e marmellate, il Fondo di Sviluppo Albanese, così come Bic Epiro hanno preferito un mini-caseificio, l'ente di Sviluppo Albanese con sede a Valona, ha optato per un minifrantoio, mentre l'ente di Sviluppo Rurale Croato ha acquistato un negozio mobile refrigerato con pannelli solari; infine, sia la Camera di Commercio Croata che l'associazione di Sviluppo Rurale di Brindisi hanno comprato un Essiccatore solare. La scelta della tipologia di macchinario è stata effettuata dopo una attenta valutazione delle aree pilota, che ha compreso anche interviste ad agricoltori e a portatori di interesse. (ANSA). Y49-NAN/ S04 QBJA

3 Industria in miniatura, arrivano i mini caseifici e i mini frantoi Articolo pubblicato il: 12/06/2015 Una linea 'formato ridotto' per la produzione di marmellate e passate ad alto valore aggiunto, degli essiccatori ad energia solare, un mini-caseificio e un negozio mobile con banchi refrigerati ad energia solare. Il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l analisi dell economia agraria (Cra) ha presentato oggi ad Expo il progetto Ipatech, coordinato dal Cra Orticoltura di Monsampolo del Tronto (AP) e finalizzato a favorire lo sviluppo delle imprese agroalimentari, medie e piccole, sulle sponde dell Adriatico, facilitando il loro accesso all innovazione tecnologica e ai prodotti della ricerca, in un ottica nazionale e transnazionale. Il partenariato comprende importanti strutture pubbliche e private di 5 Paesi dell Area Adriatica(Croazia, Bosnia-Erzegovina, Albania, Italia e Grecia) ed è un esempio positivo di cooperazione pubblico-privato. Alla base di Ipatech le conoscenze e le innovazioni miniaturizzate realizzate nell'ambito del progetto Mieri, coordinato dal Cra Industria Agroalimentare di Milano e incentrate, appunto, sulla trasformazione dei prodotti agroalimentari. Ogni partner del progetto ha acquistato, grazie ai fondi disponibili, un macchinario miniaturizzato fra quelli precedentemente descritti e lo ha reso accessibile e fruibile da parte degli imprenditori della propria regione.

4 EXPO: CRA PRESENTA PROGETTO IPATECH :06:15/13:00 - milano, (agra press) - il cra (consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) ha presentato oggi ad expo il progetto ipatech, coordinato dal cra orticoltura di monsampolo del tronto (ap) e finalizzato a favorire lo sviluppo delle imprese agroalimentari, medie e piccole, sulle sponde dell'adriatico, facilitando il loro accesso all'innovazione tecnologica e ai prodotti della ricerca, in un'ottica nazionale e transnazionale. il partenariato comprende importanti strutture pubbliche e private di 5 paesi dell'area adriatica (croazia, bosnia-erzegovina, albania, italia e grecia) ed e' un esempio positivo di cooperazione pubblico-privato.

5 Ipatech: innovazione e sviluppo per le imprese agroalimentari dell'adriatico Il progetto coordinato dal Cra Orticoltura di Monsampolo del Tronto (Ap) è stato presentato oggi a Milano a Expo Il progetto Ipatech facilita l'accesso delle piccole e medie imprese agroalimentari all innovazione tecnologica e ai prodotti della ricerca Il Cra, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria, ha presentato oggi ad Expo il progetto Ipatech, coordinato dal Cra Orticoltura di Monsampolo del Tronto (Ap) e finalizzato a favorire lo sviluppo delle imprese agroalimentari, medie e piccole, sulle sponde dell Adriatico, facilitando il loro accesso all innovazione tecnologica e ai prodotti della ricerca, in un ottica nazionale e transnazionale. Il partenariato comprende importanti strutture pubbliche e private di cinque Paesi dell Area adriatica (Croazia, Bosnia-Erzegovina, Albania, Italia e Grecia) ed è un esempio positivo di cooperazione pubblico-privato. Alla base di Ipatech le conoscenze e le innovazioni miniaturizzate realizzate nell'ambito del progetto Mieri, coordinato dal Cra Industria agroalimentare di Milano e incentrate, appunto, sulla trasformazione dei prodotti agroalimentari. Tra queste: una linea formato ridotto per la produzione di marmellate e passate ad alto valore aggiunto, degli essiccatori ad energia solare, un minicaseificio e un negozio mobile con banchi refrigerati ad energia solare. Ogni partner del progetto ha acquistato, grazie ai fondi disponibili, un macchinario miniaturizzato fra quelli precedentemente descritti e lo ha reso accessibile e fruibile da parte degli imprenditori della propria regione. L intento del progetto

6 afferma il professor Michele Pisante, subcommissario del Cra - è stato quello di mettere a disposizione delle piccole e medie imprese dei Paesi che si affacciano sull Adriatico i macchinari innovativi prodotti dalla ricerca. In tal modo, si è consentito anche a piccoli operatori, sparsi sul territorio, l accesso e l utilizzo di tecnologie di pari livello, se non superiori, a quelle della grande industria, ma con dimensioni e costi accessibili. Un modello vincente conclude Pisante di trasferimento della conoscenza volto ad uno sviluppo diffuso del territorio. In particolare: il Cra e l'università di Teramo hanno acquistato i macchinari miniaturizzati per la produzione di passate e marmellate, attualmente installate al Cra-Orticoltura; il Fondo di sviluppo albanese, così come Bic Epiro hanno preferito un mini-caseificio, che è stato messo a disposizione degli agricoltori rispettivamente all'università di Tirana e alla Scuola di formazione per prodotti caseari di Ioannina, in Grecia; Auleda, Ente di sviluppo albanese con sede a Valona, ha optato per un mini-frantoio; mentre Azrri, Ente di sviluppo rurale croato - con sede in Istria, a Pazin - ha acquistato un negozio mobile refrigerato con pannelli solari; infine, sia la Camera di commercio croata che l'associazione di sviluppo rurale di Brindisi hanno comprato un essiccatore solare. La scelta della tipologia di macchinario è stata effettuata dopo una attenta valutazione delle aree pilota, che ha compreso anche interviste ad agricoltori e a portatori di interesse. Il Cra-Orticoltura e l'università di Teramo hanno potuto verificare il successo delle produzioni realizzate con i nuovi macchinari, in particolare delle marmellate, in quanto, grazie alle temperature molto basse rispetto a quelle della trasformazione tradizionale, si preservano maggiormente le caratteristiche nutrizionali e organolettiche delle materie prime di base. Un caso emblematico della proattività positiva di Ipatech, è stato quello della Cooperativa sociale In-contro di Roseto degli abruzzi (Te), impegnata in attività con ragazzi disabili, che si è interessata al macchinario per la produzione di passate e marmellate e, pertanto, ha realizzato con frutta propria quattro differenti sperimentazioni. Il prodotto ottenuto è stato giudicato dalla stessa presidente della Cooperativa così valido da presentare un progetto presso un altro ente finanziatore per la compartecipazione al futuro acquisto del macchinario stesso. Nell'ambito del progetto, che si concluderà il 30 giugno prossimo, sono state promosse tra l altro: la creazione di database di potenziali utenti finali e portatori di interesse, di buone pratiche del settore agrofood nell Area adriatica e la nascita di Centri di Innovazione nell'agroalimentare nelle Regioni interessate dal Progetto;

7 incontri dimostrativi a fiere, convegni e openday nei territori interessati, volti non solo allo scambio e alla condivisione delle conoscenze, ma anche al lancio di un "network" europeo allargato ai Paesi non direttamente coinvolti nel progetto, per garantirne la sostenibilità e la sopravvivenza del progetto anche dopo la sua naturale conclusione. Nel sito e sulla apposita pagina Facebookè possibile sia reperire dettagli sulle sperimentazioni con i macchinari miniaturizzati sia conoscere le realtà istituzionali che hanno dato vita ad Ipatech e molto altro ancora.

8 Alimentare: Cra, da progetto Ipatech innovazione per pmi Adriatico 15:21 12 GIU 2015 (AGI) - Roma, 12 giu. - Il CRA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) ha presentato oggi ad Expo il progetto Ipatech, coordinato dal CRA Orticoltura di Monsampolo del Tronto (AP) e finalizzato a favorire lo sviluppo delle imprese agroalimentari, medie e piccole, sulle sponde dell'adriatico, facilitando il loro accesso all'innovazione tecnologica e ai prodotti della ricerca, in un'ottica nazionale e transnazionale. Il partenariato comprende importanti strutture pubbliche e private di 5 Paesi dell'area Adriatica(Croazia, Bosnia-Erzegovina, Albania, Italia e Grecia) ed e' un esempio positivo di cooperazione pubblico-privato. Alla base di Ipatech le conoscenze e le innovazioni "miniaturizzate" realizzate nell'ambito del progetto MIERI, coordinato dal CRA Industria Agroalimentare di Milano e incentrate, appunto, sulla trasformazione dei prodotti agroalimentari. Tra queste: una linea "formato ridotto" per la produzione di marmellate e passate ad alto valore aggiunto, degli essiccatori ad energia solare, un mini-caseificio e un negozio mobile con banchi refrigerati ad energia solare. Ogni partner del progetto ha acquistato, grazie ai fondi disponibili, un macchinario miniaturizzato fra quelli precedentemente descritti e lo ha reso accessibile e fruibile da parte degli imprenditori della propria regione. "L'intento del progetto - afferma il prof. Michele Pisante, subcommissario del CRA - e' stato quello di mettere a disposizione delle piccole e medie imprese dei Paesi che si affacciano sull'adriatico i macchinari innovativi prodotti dalla ricerca. In tal modo, si e' consentito anche a piccoli operatori, sparsi sul territorio, l'accesso e l'utilizzo di tecnologie di pari livello - se non superiori - a quelle della grande industria, ma con dimensioni e costi accessibili. Un modello vincente - conclude Pisante - di trasferimento della conoscenza volto ad uno sviluppo diffuso del territorio" In particolare: il CRA e l'universita' di Teramo hanno acquistato i macchinari miniaturizzati per la produzione di passate e marmellate, attualmente installate presso il CRA-Orticoltura; il Fondo di Sviluppo Albanese, cosi' come BIC Epiro hanno preferito un Mini-caseificio, che e' stato messo a disposizione degli agricoltori rispettivamente presso l'universita' di Tirana e presso la Scuola di formazione per prodotti caseari di Ioannina, in Grecia; AULEDA, Ente di Sviluppo Albanese con sede a Valona, ha optato per un mini-frantoio; mentre AZRRI, Ente di Sviluppo Rurale Croato - con sede in Istria, a Pazin - ha acquistato un negozio mobile refrigerato con pannelli solari; infine, sia la Camera di Commercio Croata che l'associazione di Sviluppo Rurale di Brindisi hanno comprato un Essiccatore solare. La scelta della tipologia di macchinario e' stata effettuata dopo una attenta valutazione delle aree pilota, che ha compreso anche interviste ad agricoltori e a portatori di interesse.

9 Il CRA-Orticoltura e l'universita' di Teramo hanno potuto verificare il successo delle produzioni realizzate con i nuovi macchinari, in particolare delle marmellate, in quanto, grazie alle temperature molto basse rispetto a quelle della trasformazione tradizionale, si preservano maggiormente le caratteristiche nutrizionali e organolettiche delle materie prime di base. Un caso emblematico della proattivita' positiva di Ipatech, e' stato quello della Cooperativa Sociale In- contro di Roseto degli abruzzi (Te), impegnata in attivita' con ragazzi disabili, che si e' interessata al macchinario per la produzione di passate e marmellate e, pertanto, ha realizzato con frutta propria 4 differenti sperimentazioni. Il prodotto ottenuto e' stato giudicato dalla stessa Presidente della Cooperativa cosi' valido da presentare un progetto presso un altro ente finanziatore per la compartecipazione al futuro acquisto del macchinario stesso.(agi) Bru

10 CRA: DAL PROGETTO IPATECH INNOVAZIONE E SVILUPPO PER PICCOLE EVMEDIE IMPRESE AGROALIMENTARI DELL ADRIATICO Pubblicato il 12/06/2015 Il CRA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l analisi dell economia agraria) ha presentato oggi ad Expo il progetto Ipatech, coordinato dal CRA Orticoltura di Monsampolo del Tronto (AP) e finalizzato a favorire lo sviluppo delle imprese agroalimentari, medie e piccole, sulle sponde dell Adriatico, facilitando il loro accesso all innovazione tecnologica e ai prodotti della ricerca, in un ottica nazionale e transnazionale. Il partenariato comprende importanti strutture pubbliche e private di 5 Paesi dell Area Adriatica(Croazia, Bosnia-Erzegovina, Albania, Italia e Grecia) ed è un esempio positivo di cooperazione pubblico-privato. Alla base di Ipatech le conoscenze e le innovazioni miniaturizzate realizzate nell ambito del progetto MIERI, coordinato dal CRA Industria Agroalimentare di Milano e incentrate, appunto, sulla trasformazione dei prodotti agroalimentari. Tra queste: una linea formato ridotto per la produzione di marmellate e passate ad alto valore aggiunto, degli essiccatori ad energia solare, un mini-caseificio e un negozio mobile con banchi refrigerati ad energia solare. Ogni partner del progetto ha acquistato, grazie ai fondi disponibili, un macchinario miniaturizzato fra quelli precedentemente descritti e lo ha reso accessibile e fruibile da parte degli imprenditori della propria regione. L intento del progetto afferma il prof. Michele Pisante, subcommissario del CRA è stato quello di mettere a disposizione delle piccole e medie imprese dei Paesi che si affacciano sull Adriatico i macchinari innovativi prodotti dalla ricerca. In tal modo, si è consentito anche a piccoli operatori, sparsi sul territorio, l accesso e l utilizzo di tecnologie di pari livello se non superiori a quelle della grande industria, ma con dimensioni e costi accessibili. Un modello vincente conclude Pisante di trasferimento della conoscenza volto ad uno sviluppo diffuso del territorio In particolare: il CRA e l Università di Teramo hanno acquistato i macchinari miniaturizzati per la produzione di passate e marmellate, attualmente installate presso il CRA-Orticoltura; il Fondo di Sviluppo Albanese, così come BIC Epiro hanno preferito un Mini-caseificio, che è stato messo a disposizione degli agricoltori rispettivamente presso l Università di Tirana e presso la Scuola di formazione per prodotti caseari di Ioannina, in Grecia; AULEDA, Ente di Sviluppo Albanese con sede a Valona, ha optato per un mini-frantoio; mentre AZRRI, Ente di Sviluppo Rurale Croato con sede in

11 Istria, a Pazin ha acquistato un negozio mobile refrigerato con pannelli solari; infine, sia la Camera di Commercio Croata che l Associazione di Sviluppo Rurale di Brindisi hanno comprato un Essiccatore solare. La scelta della tipologia di macchinario è stata effettuata dopo una attenta valutazione delle aree pilota, che ha compreso anche interviste ad agricoltori e a portatori di interesse. Il CRA-Orticoltura e l Università di Teramo hanno potuto verificare il successo delle produzioni realizzate con i nuovi macchinari, in particolare delle marmellate, in quanto, grazie alle temperature molto basse rispetto a quelle della trasformazione tradizionale, si preservano maggiormente le caratteristiche nutrizionali e organolettiche delle materie prime di base. Un caso emblematico della proattività positiva di Ipatech, è stato quello della Cooperativa Sociale Incontro di Roseto degli abruzzi (Te), impegnata in attività con ragazzi disabili, che si è interessata al macchinario per la produzione di passate e marmellate e, pertanto, ha realizzato con frutta propria 4 differenti sperimentazioni. Il prodotto ottenuto è stato giudicato dalla stessa Presidente della Cooperativa così valido da presentare un progetto presso un altro ente finanziatore per la compartecipazione al futuro acquisto del macchinario stesso. Nell ambito del progetto, che si concluderà il 30 Giugno prossimo, sono state promosse tra l altro: - la creazione di Database di potenziali utenti finali e portatori di interesse, di buone pratiche del Settore AgroFood nell Area Adriatica e la nascita di Centri di Innovazione nell Agroalimentare nelle Regioni interessate dal Progetto; - incontri dimostrativi presso Fiere, Convegni e open days nei territori interessati, volti non solo allo scambio e alla condivisione delle conoscenze, ma anche al lancio di un network europeo allargato ai Paesi non direttamente coinvolti nel progetto, per garantirne la sostenibilità e la sopravvivenza del progetto anche dopo la sua naturale conclusione. Nel sito e sulla apposita pagina Facebook è possibile sia reperire dettagli sulle sperimentazioni con i macchinari miniaturizzati sia conoscere le realtà istituzionali che hanno dato vita ad IPATECH e molto altro ancora.

12 AGROALIMENTARE: CRA, PROGETTO IPATECH PER INNOVAZIONE PMI ADRIATICO/FOTO 12 Giugno 2015 di Il CRA (Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l'analisi dell'economia agraria) ha presentato oggi ad Expo il progetto Ipatech, coordinato dal CRA Orticoltura di Monsampolo del Tronto (AP) e finalizzato a favorire lo sviluppo delle imprese agroalimentari, medie e piccole, sulle sponde dell'adriatico, facilitando il loro accesso all'innovazione tecnologica e ai prodotti della ricerca, in un'ottica nazionale e transnazionale. Il partenariato comprende strutture pubbliche e private di 5 Paesi dell'area Adriatica(Croazia, Bosnia-Erzegovina, Albania, Italia e Grecia) ed e' un esempio positivo di cooperazione pubblico-privato. Alla base di Ipatech le conoscenze e le innovazioni "miniaturizzate" realizzate nell'ambito del progetto MIERI, coordinato dal CRA Industria Agroalimentare di Milano e incentrate, appunto, sulla trasformazione dei prodotti agroalimentari. Tra queste una linea "formato ridotto" per la produzione di marmellate e passate ad alto valore aggiunto, degli essiccatori ad energia solare, un mini-caseificio e un negozio mobile con banchi refrigerati ad energia solare. Ogni partner del progetto ha acquistato, grazie ai fondi disponibili, un macchinario miniaturizzato fra quelli precedentemente descritti e lo ha reso accessibile e fruibile da parte degli imprenditori della propria

13 Terra e Gusto Caseifici portatili 'fai da te' per piccole imprese agricole Anche macchine per marmellate, prototipi realizzati da Cra 20 aprile 2015 minicaseificio mobile Un caseificio portatile dotato di mini caldaia e una macchina per produrre conserve e marmellate su piccola scala alimentata ad energia verde. A pensare alle micro e piccole imprese italiane e alla loro redditività è l'unità di ricerca per i processi dell'industria agroalimentare del Cra che ha realizzato questi prototipi con un occhio attento all'evoluzione del mercato della vendita diretta, soprattutto delle produzioni agroalimentari

14 locali, che produrre in grandi volumi sarebbe certamente antieconomico. ''Si fanno sempre più difficili da soddisfare i fabbisogni tecnologici delle piccole aziende agrarie che scelgono di offrire prodotti destinati alla vendita diretta - spiega Tiziana Cattaneo direttrice dell'unità di Milano - gli impianti di trasformazione disponibili sul mercato, infatti, sono quasi sempre calibrati per volumi e numeri decisamente più grandi, a costi poco praticabili per i 'piccoli'''. Da qui prende corpo il progetto Mieri ('Miniaturizzazione e semplificazione di linee di trasformazione per piccole produzioni agroalimentari e impiego di energie rinnovabili) di ricerca applicata, che guarda alla commercializzazione di prodotti cosiddetti 'di fattoria', caratterizzati da piccoli volumi, alta specificità, distribuzione e vendita di filiere corte. ''I macchinari sono tagliati su misura per le piccole produzioni aziendali - assicura Cattaneo - semplici da usare, efficienti e sicuri, in grado di fornire prodotti di elevata qualità sensoriale e igienica, il tutto a costi accessibili''. Il progetto Mieri ha sviluppato anche la possibilità di adottare fonti di energie rinnovabili per piccole produzioni alimentari. Il minicaseificio è una linea di trasformazione mobile per piccoli quantitativi di latte giornaliero, dai 60 ai 200 litri. Dedicato alla produzione di prodotti freschi e stagionati il macchinario è dotato anche di un mini impianto per il recupero dei reflui di caseificio con produzione di derivati innovativi ad elevato valore aggiunto.

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Risultati della Ricerca Titolo Negozio mobile con banchi di vendita refrigerati da energia rinnovabile Descrizione estesa del risultato Sicurezza e qualità alimentare sono i concetti che hanno suggerito

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Titolo Linee guida per la trasformazione casearia su piccola scala Risultati della Ricerca Descrizione estesa del risultato Il documento è stato redatto come frutto della ricerca sviluppata dalla UO CRA-FLC

Dettagli

Risultati della Ricerca

Risultati della Ricerca Risultati della Ricerca Titolo Linee guida per il trasporto e la vendita di prodotti alimentari deperibili a basso impatto ambientale Descrizione estesa del risultato La progettazione, realizzazione e

Dettagli

Progetto STABULUM e le filiere corte agroenergetiche nello sviluppo rurale 2014-2020

Progetto STABULUM e le filiere corte agroenergetiche nello sviluppo rurale 2014-2020 Progetto STABULUM e le filiere corte agroenergetiche nello sviluppo rurale 2014-2020 Obiettivi della Misura 124 (1) La Misura ha sostenuto progetti di cooperazione per lo sviluppo e la sperimentazione

Dettagli

Frutta nelle scuole, al via formazione delle insegnanti

Frutta nelle scuole, al via formazione delle insegnanti Frutta nelle scuole, al via formazione delle insegnanti Per conoscere gli alimenti anche come fonte di piacere sensoriale ed educare al gusto 10/02/2015 ROMA È ormai sempre più dimostrato che è tra i banchi

Dettagli

QUOTE LATTE ADDIO: QUALE FUTURO PER IL SETTORE BOVINO? Real Orto botanico, Napoli 13 maggio 2015

QUOTE LATTE ADDIO: QUALE FUTURO PER IL SETTORE BOVINO? Real Orto botanico, Napoli 13 maggio 2015 Università degli studi di Napoli Federico II Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali QUOTE LATTE ADDIO: QUALE FUTURO PER IL SETTORE BOVINO? Real Orto botanico, Napoli 13 maggio 2015 "I

Dettagli

Agricoltori si nasce o si diventa? Valentina Cattivelli Ricercatrice indipendente e docente a contratto Politecnico di Milano

Agricoltori si nasce o si diventa? Valentina Cattivelli Ricercatrice indipendente e docente a contratto Politecnico di Milano Agricoltori si nasce o si diventa? Valentina Cattivelli Ricercatrice indipendente e docente a contratto Politecnico di Milano Indice Le motivazioni del futuro imprenditore agricolo Le difficoltà Opportunità

Dettagli

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Newsletter n.2 La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Presentazione In questa seconda newsletter che accompagna il percorso formativo della nostra Comunità montana sulle opportunità offerte

Dettagli

AGRICOLTURA E ARTIGIANATO. Un analisi delle esperienze

AGRICOLTURA E ARTIGIANATO. Un analisi delle esperienze AGRICOLTURA E ARTIGIANATO. Un analisi delle esperienze Attività produttive Artigianato e Agricoltura Questo progetto si pone quattro diversi obiettivi: OBIETTIVO 1: Implementare un modello di economia

Dettagli

FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE (FEASR) PROGRAMMAZIONE 2014-2020. Consultazione online del partenariato - Le sottomisure del PSR

FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE (FEASR) PROGRAMMAZIONE 2014-2020. Consultazione online del partenariato - Le sottomisure del PSR FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE (FEASR) PROGRAMMAZIONE 2014-2020 Consultazione online del partenariato - Le sottomisure del PSR Indice dei contenuti 1. Premessa 2. Prima fase del percorso

Dettagli

Roma 30 novembre 2015. Giorgio Trentin Sezione Agroambiente, Settore Ricerca Innovazione e Diversificazione agricola Regione del Veneto

Roma 30 novembre 2015. Giorgio Trentin Sezione Agroambiente, Settore Ricerca Innovazione e Diversificazione agricola Regione del Veneto Tavola rotonda EIP AGRI Il Partenariato Europeo dell Innovazione: Agricoltura sostenibile e produttività L esperienza delle Regioni italiane nei network tematici e nei gruppi operativi Roma 30 novembre

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 della Regione Friuli Venezia Giulia SETTEMBRE 2014

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 della Regione Friuli Venezia Giulia SETTEMBRE 2014 IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 della Regione Friuli Venezia Giulia SETTEMBRE 2014 Attività di preparazione Ottobre 2010: La Commissione licenzia il Documento Europa 2020: per una crescita intelligente,

Dettagli

FARRO DELLA GARFAGNANA

FARRO DELLA GARFAGNANA FARRO DELLA GARFAGNANA Progetto Integrato di Filiera: Regione Toscana Decreto Dirigenziale n. 2359 del 26/05/2015 s.m.i. La Cooperativa Agricola Garfagnana Alta Valle del Serchio si propone come promotore

Dettagli

Verso la nuova PAC 2014-2020 per lo sviluppo rurale in Toscana

Verso la nuova PAC 2014-2020 per lo sviluppo rurale in Toscana Verso la nuova PAC 2014-2020 per lo sviluppo rurale in Toscana Roberto Pagni Regione Toscana Dirigente Settore Politiche Comunitarie e Regionali per la competitività Convegno Il sistema agroalimentare

Dettagli

UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE

UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE ROMA UN FUTURO DA COLTIVARE PER LE AREE METROPOLITANE Relatore: Claudio Destro - Presidente Confagricoltura di Roma I nuovi orizzonti dell agricoltura multifunzionale di Roma Milano, 6 settembre 2015 Evoluzioni

Dettagli

Acireale. Giornata di confronto del Centro per l'agrumicoltura e delle colture mediterranee in vista dell'expo

Acireale. Giornata di confronto del Centro per l'agrumicoltura e delle colture mediterranee in vista dell'expo Domenica 19 Aprile 2015 - Catania (Provincia) Pagina 40 Filiera cerealicola, innovazione e ricerca Acireale. Giornata di confronto del Centro per l'agrumicoltura e delle colture mediterranee in vista dell'expo

Dettagli

Eccellenze Agroalimentari del.

Eccellenze Agroalimentari del. Eccellenze Agroalimentari del. Aziende coinvolte: Parvus Flos (Basilico e piante aromatiche) Monterotondo M.mo Caseificio Paterno Monterotondo M.mo Vapori di Birra (Birrificio) Sasso Pisano 23/02/2015

Dettagli

L innovazione nello sviluppo rurale: il PEI AGRI e l esperienza della Regione Puglia

L innovazione nello sviluppo rurale: il PEI AGRI e l esperienza della Regione Puglia L innovazione nello sviluppo rurale: il PEI AGRI e l esperienza della Regione Puglia Roma, 30 Novembre 2015 Paolo Casalino Dirigente Regione Puglia Uff. Bruxelles I Partenariati Europei per l Innovazione

Dettagli

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure Misura 4 - Investimenti materiali (art. 17) La misura punta al miglioramento delle prestazioni economiche e ambientali delle aziende agricole e delle imprese rurali Finalità: rendere più efficiente il

Dettagli

Denominazione Corso:

Denominazione Corso: CODICE: 254 Addetto all approvvigionamento della cucina, conservazione delle materie prime e realizzazione di preparazioni di base Opera nelle diverse aziende della ristorazione commerciale e collettiva.

Dettagli

Risultati del percorso di ascolto del partenariato I FOCUS GROUP TEMATICI. Sabrina Speciale - Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca

Risultati del percorso di ascolto del partenariato I FOCUS GROUP TEMATICI. Sabrina Speciale - Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca Risultati del percorso di ascolto del partenariato I FOCUS GROUP TEMATICI Sabrina Speciale - Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca Il processo di programmazione a che punto siamo PARTENARIATO Strategia

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

Lo Sviluppo Rurale in Abruzzo nel 2014-2020

Lo Sviluppo Rurale in Abruzzo nel 2014-2020 Incontro con il Partenariato Lo Sviluppo Rurale in Abruzzo nel 2014-2020 Dall analisi alla costruzione della strategia Emanuele Blasi e Barbara Pancino Università degli Studi della Tuscia Viterbo Venerdì

Dettagli

IDENTIKIT delle FATTORIE DIDATTICHE della Regione EMILIA-ROMAGNA

IDENTIKIT delle FATTORIE DIDATTICHE della Regione EMILIA-ROMAGNA IDENTIKIT delle FATTORIE DIDATTICHE della Regione EMILIA-ROMAGNA Ottobre 2009 Sono passati dieci anni dall avvio del progetto regionale Fattorie Didattiche che ha creato nel periodo un apertura di dialogo

Dettagli

ALTERENERGY PROGETTO STRATEGICO «per una comunità adriatica delle energie rinnovabili»

ALTERENERGY PROGETTO STRATEGICO «per una comunità adriatica delle energie rinnovabili» CBC IPA ADRIATICO 2007/2013 ALTERENERGY PROGETTO STRATEGICO «per una comunità adriatica delle energie rinnovabili» Bari, Palace Hotel, 09 Settembre 2014 Claudio Polignano, Responsabile di progetto IL PROGETTO

Dettagli

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Nata nel 1957, l'associazione Nazionale delle Cooperative Agroalimentari

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA MOSSA

AZIENDA AGRICOLA MOSSA AZIENDA AGRICOLA MOSSA quando allevare gli animali significa curarne il benessere 1 L azienda agricola L azienda agricola Mossa pratica l allevamento della pecora di razza sarda. La conduttrice Francesca

Dettagli

IL PROGETTO STRATEGICO ALTERENERGY

IL PROGETTO STRATEGICO ALTERENERGY CBC IPA ADRIATICO 2007 2013 IL PROGETTO STRATEGICO ALTERENERGY ALTERENERGY (Energy Sustainability for Adriatic Small Communities) è la nuova sfida per la sostenibilità ambientale che punta a favorire la

Dettagli

PRIMA AZIENDA ITALIANA PER NUMERO DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI

PRIMA AZIENDA ITALIANA PER NUMERO DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PRIMA AZIENDA ITALIANA PER NUMERO DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Chi siamo rappresenta ad oggi la prima azienda italiana privata per numero di impianti fotovoltaici di proprietà, ovvero 6.750 impianti, con una

Dettagli

GIORNATA DI STUDIO. Innovazioni nelle produzioni agricole destinate all industria alimentare e farmaceutica

GIORNATA DI STUDIO. Innovazioni nelle produzioni agricole destinate all industria alimentare e farmaceutica GIORNATA DI STUDIO Innovazioni nelle produzioni agricole destinate all industria alimentare e farmaceutica Innovazione nei processi di trasformazione, conservazione e packaging di prodotti vegetali destinati

Dettagli

MAREMMA TERRA DI VINI. Progetto Integrato di Filiera: Regione Toscana Decreto Dirigenziale n. 2359 del 26/05/2015 s.m.i.

MAREMMA TERRA DI VINI. Progetto Integrato di Filiera: Regione Toscana Decreto Dirigenziale n. 2359 del 26/05/2015 s.m.i. MAREMMA TERRA DI VINI Progetto Integrato di Filiera: Regione Toscana Decreto Dirigenziale n. 2359 del 26/05/2015 s.m.i. La Cantina di Pitigliano si propone come promotore e soggetto capofila del Progetto

Dettagli

Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano

Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano E' tempo di bilancio per l'esposizione universale. Nei sei mesi della kermesse milanese tanti eventi e attività organizzati dall'ente per la ricerca agroalimentare

Dettagli

Le opportunità offerte dai nuovi PSR alla zootecnia biologica CREMONA 28 ottobre 2015 Flaminia Ventura Una misura dedicata la Misura 11 Agricoltura Biologica Aiuti a superficie per: Conversione alle pratiche

Dettagli

Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro. COORDINATORE SCIENTIFICO Prof. Ing. Danilo Monarca RESPONSABILE TECNICO Prof.

Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro. COORDINATORE SCIENTIFICO Prof. Ing. Danilo Monarca RESPONSABILE TECNICO Prof. Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro COORDINATORE SCIENTIFICO Prof. Ing. Danilo Monarca RESPONSABILE TECNICO Prof. Massimo Cecchini Il Dipartimento DAFNE Il Dipartimento di Scienze e Tecnologie

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014

Tavola rotonda. 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca. Dr. Francesco Bongiovanni. Roma 10 luglio 2014 Tavola rotonda 3. Governance e strumenti del Piano innovazione e ricerca Roma 10 luglio 2014 Dr. Francesco Bongiovanni Cosa intendiamo con il termine governance? L insieme di azioni che consentono la realizzazione

Dettagli

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato Costruiamo la strategia: dall analisi di contesto ai fabbisogni Luca Cesaro INEA Trentino Alto Adige Trento, 6 marzo 2014 Fasi di

Dettagli

il consorzio siamo noi.

il consorzio siamo noi. il consorzio siamo noi. Scelte consapevoli, vantaggi economici, etica del risparmio. Perchè il Consorzio Nel 2008 prendeva il via il progetto Rileggi la tua bolletta un gruppo d acquisto che veniva costituito

Dettagli

5 L AZIENDA DI PRODUZIONE. 14 ottobre 2005 Ragioneria Generale e Applicata 1

5 L AZIENDA DI PRODUZIONE. 14 ottobre 2005 Ragioneria Generale e Applicata 1 5 L AZIENDA DI PRODUZIONE 14 ottobre 2005 Ragioneria Generale e Applicata 1 Due principali tipologie di aziende Tutte le aziende esercitano attività di acquisizione, produzione ed uso dei beni economici

Dettagli

tauroessiccatori.com Soluzioni per l essiccazione professionale

tauroessiccatori.com Soluzioni per l essiccazione professionale tauroessiccatori.com Soluzioni per l essiccazione professionale Essiccatori professionali B.MASTER Essiccare per conservare Qualità da mettere a frutto Gli essiccatori professionali B.MASTER sono nati

Dettagli

Il SOLARE FOTOVOLTAICO

Il SOLARE FOTOVOLTAICO Il SOLARE FOTOVOLTAICO Ogni giorno il sole invia sulla terra una quantità di energia pari a 15000 volte il consumo mondiale di energia da parte dell'uomo. La terra e i suoi abitanti usano l'energia del

Dettagli

Workshop 13 aprile 2011, Roma. Filiere corte. Quale impatto sul mondo produttivo e sulla società. Silvio Franco Università della Tuscia, CURSA

Workshop 13 aprile 2011, Roma. Filiere corte. Quale impatto sul mondo produttivo e sulla società. Silvio Franco Università della Tuscia, CURSA Workshop 13 aprile 2011, Roma Filiere corte. Quale impatto sul mondo produttivo e sulla società RISULTATI DEL PROGETTO FILIERA CORTA Silvio Franco Università della Tuscia, CURSA Il progetto Filiere corte

Dettagli

PIANO REGIONALE DI CONSULENZA ALLA IRRIGAZIONE PER UN USO CONSAPEVOLE DELL ACQUA IN AGRICOLTURA

PIANO REGIONALE DI CONSULENZA ALLA IRRIGAZIONE PER UN USO CONSAPEVOLE DELL ACQUA IN AGRICOLTURA Assessorato all Agricoltura e alle Attività Produttive PIANO REGIONALE DI CONSULENZA ALLA IRRIGAZIONE PER UN USO CONSAPEVOLE DELL ACQUA IN AGRICOLTURA IL FATTORE ACQUA è per l agricoltura un fattore determinante

Dettagli

10 Salone Mediterraneo dell Agricoltura e Industrie Alimentari

10 Salone Mediterraneo dell Agricoltura e Industrie Alimentari 10 Salone Mediterraneo dell Agricoltura e Industrie Alimentari Presentazione Generale SMA MEDFOOD 2014 mostra biennale del settore Agricolo e dell Industria Alimentare nella sua 10a edizione a Sfax, in

Dettagli

PROGETTO CORSO DI FORMAZIONE ZOOTECNIA NEVIO LAVAGNOLI ***

PROGETTO CORSO DI FORMAZIONE ZOOTECNIA NEVIO LAVAGNOLI *** PROGETTO CORSO DI FORMAZIONE ZOOTECNIA NEVIO LAVAGNOLI *** 1. Soggetti Promotori Dipartimento di Scienze Ambientali e Facoltà di Scienze e Tecnologie dell Università di Camerino (UNICAM-DSA e UNICAM-FST)

Dettagli

FOCUS GROUP: LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ATTRAVERSO LE FILIERE CORTE E MODALITA DI COMMERCIALIZZAZIONE

FOCUS GROUP: LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ATTRAVERSO LE FILIERE CORTE E MODALITA DI COMMERCIALIZZAZIONE FOCUS GROUP: LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ATTRAVERSO LE FILIERE CORTE E MODALITA DI COMMERCIALIZZAZIONE Progettiamo insieme il piano di azione locale leader verso il 2020: partecipa anche tu!

Dettagli

Dal FEP al FEAMP: quale transizione

Dal FEP al FEAMP: quale transizione L attuazione della Politica Europea per la Pesca: Dal FEP al FEAMP Bologna, 08 ottobre 2014 Regione Emilia Romagna FEP: Misura 5.1 Assistenza tecnica Dal FEP al FEAMP: quale transizione Giulio Malorgio

Dettagli

Masserie Giovannelli

Masserie Giovannelli Masserie Giovannelli La forza della famiglia rurale 1 L azienda Masserie Giovannelli si trova a 1.000 msl nel Comune di Cercemaggiore in provincia di Campobasso, zona riconosciuta come Sito di Interesse

Dettagli

Finanza, Agricoltura e Industria: comportamento di consumo, strumenti finanziari e prospettive dell agroalimentare. Aprile 2015

Finanza, Agricoltura e Industria: comportamento di consumo, strumenti finanziari e prospettive dell agroalimentare. Aprile 2015 comportamento di consumo, strumenti finanziari e prospettive dell agroalimentare Aprile 2015 comportamento di consumo, strumenti finanziari e prospettive dell agroalimentare La Federazione Banche Assicurazioni

Dettagli

CREA: DONNE IN FORMA CON GUSTO GRAZIE ALL F MENU In edicola e on line la versione estiva con le ricette

CREA: DONNE IN FORMA CON GUSTO GRAZIE ALL F MENU In edicola e on line la versione estiva con le ricette CREA: DONNE IN FORMA CON GUSTO GRAZIE ALL F MENU In edicola e on line la versione estiva con le ricette Crea,ecco il nuovo menu estivo per donne in forma Tre piatti adatti anche a vegetariane Redazione

Dettagli

La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020

La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020 La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020 Dotazione finanziaria SPESA PUBBLICA: 1.092 Meuro FEASR: 471,3 Meuro STATO: 434,5 Meuro REGIONE: 186,2 Meuro (ca. 26 Meuro/anno) 2014 2015 2016 2017

Dettagli

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile Perché comunicare il Turismo Sostenibile La Facoltà di Sociologia dell Università degli Studi di Milano-Bicocca attiverà nel biennio 2013-2014 la seconda edizione del master di primo livello Comunicare

Dettagli

Per coltivare. un futuro sostenibile. Breve guida al PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia

Per coltivare. un futuro sostenibile. Breve guida al PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia Per coltivare un futuro sostenibile Breve guida al PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia CHE COS È IL PSR Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) è lo strumento di attuazione del Fondo Europeo Agricolo

Dettagli

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010 P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza Grazia Manca U.O.Informazione Comunitaria Dipartimento della Multifunzionalità dell Azienda Agricola e delle Filiere Agroalimentari per lo

Dettagli

IL TURISMO SOSTENIBILE uno strumento innovativo per lo Sviluppo Rurale. Andrea Zanfini EQO Srl

IL TURISMO SOSTENIBILE uno strumento innovativo per lo Sviluppo Rurale. Andrea Zanfini EQO Srl IL TURISMO SOSTENIBILE uno strumento innovativo per lo Sviluppo Rurale Giovedì 29 Marzo ore 14,30 18,30 Mercato Saraceno, Sala del Consiglio Andrea Zanfini EQO Srl Via Verde, 11 Bologna P.za Falcone Borsellino,

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA MONTESSU

AZIENDA AGRICOLA MONTESSU AZIENDA AGRICOLA MONTESSU Un agricoltura innovativa con l utilizzo delle risorse naturali 1 Azienda Montessu L azienda agricola Montessu nasce nel 2006 quando l avvocato Marco Secci con l aiuto del fratello

Dettagli

Coop agricole contro la fame

Coop agricole contro la fame Coop agricole contro la fame INDICE RASSEGNA STAMPA Coop agricole contro la fame 21/11/2012 Università di Trento Adige p. 12 Fame nel mondo 1 22/11/2012 Università di Trento Corriere Del Trentino p. 5

Dettagli

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini

Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms. Leonardo Casini Il carattere multifunzionale dell agricoltura: approcci teorici e ruolo delle family farms Leonardo Casini Questo è probabilmente l ettaro di terra più costoso del mondo: Burgundy, Vigneto Romanée Conti:

Dettagli

Agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo?

Agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo? Agricoltura del futuro: quali biotecnologie usare per garantire a tutti il diritto al cibo? SOSTENIBILITA Nel 'genome editing' la risposta alla sfida per l'agricoltura del futuro Roma, 24 set. (AdnKronos)

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

LA COOPERAZIONE AMBIENTALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL MEDITERRANEO

LA COOPERAZIONE AMBIENTALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL MEDITERRANEO LA COOPERAZIONE AMBIENTALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DEL MEDITERRANEO Alessandra Bianchi Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma, 8 Novembre 2011 IL QUADRO GENERALE (1)

Dettagli

Soluzioni innovative per la trasformazione e la vendita diretta dei prodotti agroalimentari MINICASEIFICIO MOBILE

Soluzioni innovative per la trasformazione e la vendita diretta dei prodotti agroalimentari MINICASEIFICIO MOBILE Soluzioni innovative per la trasformazione e la vendita diretta dei prodotti agroalimentari MINICASEIFICIO MOBILE COS È UN MINICASEIFICIO Sistema di trasformazione sufficiente per il latte di produzione

Dettagli

Energia dalla depurazione delle acque: a Collegno primo impianto industriale in Europa

Energia dalla depurazione delle acque: a Collegno primo impianto industriale in Europa Energia dalla depurazione delle acque: a Collegno primo impianto industriale in Europa Primo sistema in Europa di taglia industriale per trasformare il processo di depurazione in risorsa, grazie ad una

Dettagli

Proposta di regolamento generale

Proposta di regolamento generale Analisi delle priorità e degli obiettivi della in relazione alla proposta di regolamento generale dei Fondi del QSC Fondi del Quadro Strategico Comune (QSC) Obiettivi Una crescita intelligente: sviluppare

Dettagli

Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea

Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea Il Programma Nazionale dello Sviluppo Rurale (PNDR) 2014-2020 all esame della Commissione Europea Il Ministero dell Agricoltura e dello Sviluppo Rurale (MADR) ha trasmesso il 21 marzo alla Commissione

Dettagli

Km Zero e Farmer s Market Aspetti economici e sociali in alcune esperienze internazionali

Km Zero e Farmer s Market Aspetti economici e sociali in alcune esperienze internazionali Km Zero e Farmer s Market Aspetti economici e sociali in alcune esperienze internazionali Torino, 7 ottobre 2009 Federico Boario Conservatoire des Cuisines Méditerranéennes Conservatoria del Nord Ovest

Dettagli

Prodotti a Km 0 e Gruppi d'acquisto Solidali (G.A.S.)

Prodotti a Km 0 e Gruppi d'acquisto Solidali (G.A.S.) Prodotti a Km 0 e Gruppi d'acquisto Solidali (G.A.S.) Il viaggio dei prodotti del supermercato La globalizzazione e le attuali logiche di mercato stanno distanziato sempre più i produttori dai consumatori.

Dettagli

Energie nuove per l Italia

Energie nuove per l Italia con le amministrazioni locali per ridurre sprechi e bollette Fare Verde è impegnata da alcuni anni nella promozione di tecnologie e soluzioni per il contenimento dei consumi energetici e la diffusione

Dettagli

P.A. in tema di rinnovabili. Franco Colombo Presidente CONFAPI Varese

P.A. in tema di rinnovabili. Franco Colombo Presidente CONFAPI Varese Sinergie i tra aziende private e P.A. in tema di rinnovabili Franco Colombo Presidente CONFAPI Varese La sfida industriale dell energia rinnovabile Tecnologie a basso impatto ambientale ancora poco competitive

Dettagli

Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano

Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano Expo, il contributo del Crea alla Carta di Milano E' tempo di bilancio per l'esposizione universale. Nei sei mesi della kermesse milanese tanti eventi e attività organizzati dall'ente per la ricerca agroalimentare

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012

Il consulente aziendale di Richard Newton, FrancoAngeli 2012 Introduzione Chiedete a qualunque professionista di darvi una definizione dell espressione consulente aziendale, e vedrete che otterrete molte risposte diverse, non tutte lusinghiere! Con tale espressione,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE PROTOCOLLO DI INTESA TRA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA S.p.A.

Dettagli

Officina dell Innovazione. Progettazione e trasferimento tecnologico a supporto delle PMI

Officina dell Innovazione. Progettazione e trasferimento tecnologico a supporto delle PMI Officina dell Innovazione Progettazione e trasferimento tecnologico a supporto delle PMI Chi siamo Officina dell Innovazione si propone di sperimentare, mediante la sua struttura di innovazione e progettazione,

Dettagli

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA a smau firenze 014 la nuova dimensione espositiva dedicata a cluster, laboratori, spin-off e startup indice UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE

Dettagli

Tecnologia e servizio per merci al sicuro

Tecnologia e servizio per merci al sicuro Tecnologia e servizio per merci al sicuro Soluzioni in legno per lo stoccaggio e la movimentazione delle merci. Pallet, casse, telai e semilavorati funzionali, sicuri e a basso impatto ambientale: L IMBALLAGGIO

Dettagli

Consorzio Distretto Agroenergetico Lombardo. Il Distretto come capofila di una svolta energetica

Consorzio Distretto Agroenergetico Lombardo. Il Distretto come capofila di una svolta energetica Consorzio Distretto Agroenergetico Lombardo Il Distretto come capofila di una svolta energetica Scopo del Consorzio di Distretto Agroenergetico Lombardo Coordinare, promuovere e perseguire la politica

Dettagli

Le Misure del PSR proposte per la Montagna e le Foreste in attuazione del Documento Strategico Unitario (DSU) 2014 20 della Regione Piemonte

Le Misure del PSR proposte per la Montagna e le Foreste in attuazione del Documento Strategico Unitario (DSU) 2014 20 della Regione Piemonte Le Misure del PSR proposte per la Montagna e le Foreste in attuazione del Documento Strategico Unitario (DSU) 2014 20 della Regione Piemonte Assessorato allo Sviluppo della Montagna e alle Foreste Incontro

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/2013 ASSE IV LEADER. Programma di Sviluppo Locale del GAL Giarolo Leader CRESCERE IN RETE

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/2013 ASSE IV LEADER. Programma di Sviluppo Locale del GAL Giarolo Leader CRESCERE IN RETE PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007/2013 ASSE IV LEADER Programma di Sviluppo Locale del GAL Giarolo Leader CRESCERE IN RETE MISURA 431 Azione 2.b Informazione sull attività del GAL Attività di animazione

Dettagli

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO

IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO CORERAS IL CIRCUITO DIRETTO DELL AGROALIMENTARE SICILIANO La Sicilia sulle tavole italiane Legge Regionale N 25 del 2011, Art. 10 VETRINE PROMOZIONALI E PUNTI MERCATALI Allarghiamo gli orizzonti, accorciamo

Dettagli

LA NUOVA RETE RURALE NAZIONALE SI PRESENTA

LA NUOVA RETE RURALE NAZIONALE SI PRESENTA LA NUOVA RETE RURALE NAZIONALE SI PRESENTA @reterurale #giovani #agricoltori 2014-2020 Un idea di rete per un agricoltura giovane: sostenere l attività, favorire la circolazione di buone prassi e di innovazione

Dettagli

Il supporto della consulenza Agriventure sulle Agroenergie. Cagliari, 10 Ottobre 2012

Il supporto della consulenza Agriventure sulle Agroenergie. Cagliari, 10 Ottobre 2012 Il supporto della consulenza Agriventure sulle Agroenergie Cagliari, 10 Ottobre 2012 1 Perchè Agriventure?... perché lo sviluppo di un impresa passa anche attraverso precise strategie. Agriventure si propone

Dettagli

Provincia di Lecco Servizio Collocamento Disabili

Provincia di Lecco Servizio Collocamento Disabili Provincia di Lecco Servizio Collocamento Disabili IL PROGETTO Agricoltura Sociale Lombardia comprende un insieme di pratiche che coniugano l aspetto imprenditoriale dell agricoltura con un programma di

Dettagli

Immobili: Ag.Demanio, convenzione con Cra per gestione patrimonio

Immobili: Ag.Demanio, convenzione con Cra per gestione patrimonio Immobili: Ag.Demanio, convenzione con Cra per gestione patrimonio 12:24 ROMA (MF-DJ)--L'Agenzia del Demanio e il Consiglio per la Ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria hanno sottoscritto

Dettagli

ORIZZONTE AGROALIMENTARE NUOVA PROPOSIZIONE DI VALORE DEDICATA ALL AGROALIMENTARE PREMIO ABI PER L INNOVAZIONE NEI SERVIZI BANCARI 2014

ORIZZONTE AGROALIMENTARE NUOVA PROPOSIZIONE DI VALORE DEDICATA ALL AGROALIMENTARE PREMIO ABI PER L INNOVAZIONE NEI SERVIZI BANCARI 2014 ORIZZONTE AGROALIMENTARE NUOVA PROPOSIZIONE DI VALORE DEDICATA ALL AGROALIMENTARE PREMIO ABI PER L INNOVAZIONE NEI SERVIZI BANCARI 2014 Orizzonte Agroalimentare: l approccio innovativo Obiettivi Soddisfare

Dettagli

ADRIAFOOTOURING Adriatic food and tourism: innovating smes. Interreg IV A IPA Adriatico II bando

ADRIAFOOTOURING Adriatic food and tourism: innovating smes. Interreg IV A IPA Adriatico II bando ADRIAFOOTOURING Adriatic food and tourism: innovating smes Interreg IV A IPA Adriatico II bando In breve OBIETTIVO generale della proposta è di favorire lo sviluppo, nelle regioni coinvolte, di strumenti

Dettagli

FEASR SVILUPPO RURALE 2014-2020. dott. agr. Filippo Sbuelz Venerdì 3.10.2014 Sede EnAIP Gorizia Via del Boschetto, 37

FEASR SVILUPPO RURALE 2014-2020. dott. agr. Filippo Sbuelz Venerdì 3.10.2014 Sede EnAIP Gorizia Via del Boschetto, 37 FEASR SVILUPPO RURALE 2014-2020 dott. agr. Filippo Sbuelz Venerdì 3.10.2014 Sede EnAIP Gorizia Via del Boschetto, 37 1) DOTAZIONE FINANZIARIA UE 95,3 MILIARDI EURO Italia 10,4 MILIARDI EURO + cofinanziamento

Dettagli

PARTNER PER IL FUTURO

PARTNER PER IL FUTURO CHI SIAMO Dal 1995 forniamo servizi di consulenza strategica, con l obiettivo di accompagnare le aziende nel proprio percorso di crescita, attraverso modelli di project financing. Offriamo competenza e

Dettagli

Il GPL in Italia Notorietà e reputazione presso utenti e non. Giuseppe Minoia, Presidente Gfk Eurisko

Il GPL in Italia Notorietà e reputazione presso utenti e non. Giuseppe Minoia, Presidente Gfk Eurisko Il GPL in Italia Notorietà e reputazione presso utenti e non Giuseppe Minoia, Presidente Gfk Eurisko Questa ricerca Presentiamo i risultati, in sintesi, di una ricerca di AssoGasliquidi condotta da GfK

Dettagli

La Rassegna stampa di !" #$! # %& ' #( # $ ) # *+,-.,# /*,0 1 +# 22# 342 5*+,67*#222 8# & 9 :;+7 42+* *4-#*/ +*#222 + #+*. # 5 6 # $!! ;# $#" ; 1! 1 4-#222 ;# 3+#222 1 3 2 422 #(! 1# Ultimo aggiornamento

Dettagli

ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari. Istituto Paritario Scuole Pie Napoletane - Anno Scolastico 2012-13 -

ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari. Istituto Paritario Scuole Pie Napoletane - Anno Scolastico 2012-13 - ENERGIA SOLARE: Centrali fotovoltaiche e termosolari L A V E R A N A T U R A D E L L A L U C E La luce, sia naturale sia artificiale, è una forma di energia fondamentale per la nostra esistenza e per quella

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Giovedì 14 settembre 2006 UNA LAUREA PER GLI AGRICOLTORI ALL UNIVERSITÀ DI TERAMO: ECCO IL PROGETTO (ASTRA) - 13 set - Pescara Un corso di laurea ad hoc per gli agricoltori. E un progetto che l Università

Dettagli

Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo

Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo CASE STUDY Luci e ombre della cooperazione vitivinicola in Abruzzo Emilio Chiodo Il settore vitivinicolo in Abruzzo Il settore vitivinicolo riveste un importanza rilevante nell economia Abruzzese, così

Dettagli

Interventi. Strategie. siamo qui. Fabbisogni. Punti forza/debolezza/opportunità/minacce. Contesto generale

Interventi. Strategie. siamo qui. Fabbisogni. Punti forza/debolezza/opportunità/minacce. Contesto generale Il percorso logico Interventi Strategie siamo qui Fabbisogni Punti forza/debolezza/opportunità/minacce Contesto generale Analisi di contesto Indicatori di contesto (individuati dall UE obbligatori) Valutazione

Dettagli

ASKANEWS Articolo e Video http://www.askanews.it/economia/confindustria-intesa-sp-innovazione-export-per-far-crescerepmi_711636241.htm Confindustria-Intesa Sp: innovazione-export per far crescere Pmi A

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GALLINELLA, ZACCAGNINI, BENEDETTI, MASSIMILIANO BERNINI, GAGNARLI, L ABBATE, LUPO, PARENTELA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GALLINELLA, ZACCAGNINI, BENEDETTI, MASSIMILIANO BERNINI, GAGNARLI, L ABBATE, LUPO, PARENTELA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1223 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GALLINELLA, ZACCAGNINI, BENEDETTI, MASSIMILIANO BERNINI, GAGNARLI, L ABBATE, LUPO, PARENTELA

Dettagli

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Obiettivo: EQUITY! 0 Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Settembre 2012 IL PROGRAMMA Il Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Dettagli

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA. D.S. Patrizia Marini

NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA. D.S. Patrizia Marini 2015 NUTRIRE IL PIANETA ENERGIA PER LA VITA D.S. Patrizia Marini GLI OBIETTIVI DEL MILLENNIO Il tema Expo Milano 2015 è collegato ad alcuni degli Obiettivi del Millennio fissati dalle Nazioni Unite: Ridurre

Dettagli