I STITUTO DI I STRUZIONE S UPERIORE CARLO URBANI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I STITUTO DI I STRUZIONE S UPERIORE CARLO URBANI"

Transcript

1 M INISTERO P UBBLICA I STRUZIONE, UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I STITUTO DI I STRUZIONE S UPERIORE CARLO URBANI Presidenza e Segreteria: Via dell Idroscalo, Roma Distretto XXI - Municipio XIII Codice Istituzione RMIS03300B Codice fiscale Conto corrente postale SEDE DI OSTIA Tecnici delle gestioni aziendali e dei servizi turistici; Tecnici grafici pubblicitari SEDE DI ACILIA Odontotecnici; Tecnici dell industria grafica; Corso pilota integrato Operatori grafici editoriali; Test Center Aica per ECDL SISTEMA DI GESTIONE CERTIFICATO REG. N A UNI EN ISO 9001 :2000 Roma, 22 dicembre 2009 Circolare n. 94 Sedi di Acilia e di Ostia Ai Docenti Al personale ATA Al Dsga OGGETTO: cessazioni dal servizio, trattamento di quiescenza in favore del personale docente educativo ed A.T.A. dal 1 settembre 2010 Si rende noto che sono disponibili nel sito della scuola Area Riservata/Comunicazioni del Preside/Sala Docenti, la nota del 22/12/2009 prot. nr , riguardante l oggetto, con allegati A, B e C, nota operativa INPDAP nr. 14 e dichiarazione dei servizi di cui al D.M. n.95 del 15 dicembre 2009 e alla Circolare Ministeriale n.96 Prot. n. AOODGPER del 15 dicembre 2009 con relativi allegati, riguardante quanto in oggetto, recanti prescrizioni ed indicazioni operative riguardo gli adempimenti connessi alle cessazioni dal servizio dall 01/09/2010, nonché i provvedimenti in materia di quiescenza, compresa la trattazione delle domande di riscatto, computo, ricongiunzione e sistemazione contributiva del personale comparto scuola. Il D.M. succitato fissa, all art. 1, il termine finale del 16 gennaio 2010 per il personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario della scuola, quale termine perentorio sia per la presentazione delle domande di collocamento a riposo aventi decorrenza 01/09/2010 sia per la presentazione di eventuali revoche delle suddette istanze, nonché per coloro che manifestino la volontà di cessare prima della data finale prevista da un precedente provvedimento di permanenza. Il personale docente,educativo ed A.T.A che intende cessare,oppure permanere in servizio deve presentare e trasmettere entro il termine prefissato le domande in questione, compresa l eventuale revoca delle medesime, alla scuola di titolarità ( tramite la scuola di servizio se diversa da quella di titolarità), indirizzandola alla stessa scuola di titolarità e, per conoscenza, al competente USP. L accertamento del diritto al trattamento pensionistico resta, anche per il corrente anno scolastico, nelle competenze degli Uffici Scolastici Provinciali che dovranno verificare, per ciascun dipendente, il possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente alla data di cessazione. Quindi, l USP di Roma comunicherà, al personale che ha prodotto l istanza di cessazione, SOLO il mancato conseguimento del diritto al trattamento pensionistico, tramite la scuola di appartenenza. I docenti interessati di ambedue le sedi presenteranno le domande alla segreteria del Personale della sede di Ostia nei tempi succitati e nelle ore di ricevimento. IL DIRIGENTE SCOLASTICO (Prof. Paolo M. REALE)

2 Allegato A (in duplice copia) Da consegnare entro il 25 gennaio 2010 a mano presso la stanza 106 Ai sensi della circolare nr U.S.P. di Roma prot del 22/12/2009 (timbro lineare della scuola) Prot., All Ufficio Scolastico Provinciale Ufficio IX pensioni Piano 1 Segreteria stanza 106 Via Luigi Pianciani ROMA OGGETTO: Trasmissione istanze di collocamento a riposo dal 01/09/2010 nr. istanze di dimissioni volontarie nr. istanze di collocamento a riposo per limiti di età a domanda (nati dal al e se donne nate dal al ) nr. istanze di cessazioni per compiuto quarantennio di servizio utile nr. istanze di dimissioni volontarie con trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale IL DIRIGENTE SCOLASTICO

3 Al Dirigente Scolastico della sede di titolarità Allegato A1 e, p.c. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio U. S. P. di Roma - Uff. Pensioni Via Pianciani,32 ROMA oggetto: Domanda di collocamento a riposo per raggiunti limiti di età nel periodo compreso Il/La Sottoscritto/a Cognome Nome Cognome da coniugata Luogo di nascita (prov ) Data di nascita Residente in (cap ) ( prov ) Via/Piazza n Qualifica Classe di concorso Decorrenza della nomina in ruolo: Giuridica Economica CHIEDE in conformità alle vigenti disposizioni, di essere collocato a riposo dal , compiendo il 65 anno di età tra il 1 settembre e il 31 dicembre Allegati. Dichiarazione dei servizi ai fini del trattamento pensionistico ai sensi dell art.2 del D.P.R. 351/1998 Data Firma RISERVATO ALLA SCUOLA Timbro lineare della scuola La presente domanda è stata assunta al protocollo il con nr

4 Al Dirigente Scolastico della sede di titolarità Allegato A2 e, p.c. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio U. S. P. di Roma - Uff. Pensioni Via Pianciani,32 ROMA oggetto: Domanda di proroga della permanenza in servizio ai sensi dell art.15 della legge 473/73 e dell art comma 2 - del D.L.vo nr.297. (ai fini conseguimento della pensione nella misura massima e non oltre il 70 anno di età). Il/La Sottoscritto/a Cognome Nome Cognome da coniugata Luogo di nascita (prov ) Data di nascita Residente in (cap ) ( prov ) Via/Piazza n Qualifica Classe di concorso Decorrenza della nomina in ruolo: Giuridica Economica In servizio di ruolo o incaricato a tempo indeterminato alla data del 1/10/1974 si no (barrare la voce che interessa) CHIEDE La proroga della permanenza in servizio, ai sensi dell art. 15 della legge n. 477/73 e dell art. 509 c. 2 del D.Lvo 16/04/94 n. 297 per anni (fino ad un massimo di 5 anni). Allegati. Dichiarazione dei servizi ai fini del trattamento pensionistico ai sensi dell art.2 del D.P.R. 351/1998 Data Firma RISERVATO ALLA SCUOLA Timbro lineare della scuola La presente domanda è stata assunta al protocollo il con nr

5 Al Dirigente Scolastico della sede di titolarità Allegato A3 e, p.c. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio U. S. P. di Roma - Uff. Pensioni Via Pianciani,32 ROMA oggetto: Domanda di proroga della permanenza in servizio ai sensi dell art comma 3 - del D.L.vo nr.297. Il/La Sottoscritto/a Cognome Nome Cognome da coniugata Luogo di nascita (prov ) Data di nascita Residente in (cap ) ( prov ) Via/Piazza n Qualifica Classe di concorso Decorrenza della nomina in ruolo: Giuridica Economica CHIEDE La proroga della permanenza in servizio, ai sensi dell art comma 3 - del D.L.vo nr. 297 per un periodo massimo di 5 anni ai fini del raggiungimento dell anzianità contributiva minima richiesta per il conseguimento del diritto a pensione. Allegati. Dichiarazione dei servizi ai fini del trattamento pensionistico ai sensi dell art.2 del D.P.R. 351/1998 Data Firma RISERVATO ALLA SCUOLA Timbro lineare della scuola La presente domanda è stata assunta al protocollo il con nr

6 Al Dirigente Scolastico della sede di titolarità Allegato A4 e, p.c. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio U. S. P. di Roma - Uff. Pensioni Via Pianciani,32 ROMA oggetto: Domanda di rinuncia alla proroga della permanenza in servizio. Il/La Sottoscritto/a Cognome Nome Cognome da coniugata Luogo di nascita (prov ) Data di nascita Residente in (cap ) ( prov ) Via/Piazza n Qualifica Classe di concorso Decorrenza della nomina in ruolo: Giuridica Economica CHIEDE di essere collocato a riposo dal , rinunciando alla proroga della permanenza in servizio già concessa ai sensi dell art. 509 del D.L.vo nr Data Firma RISERVATO ALLA SCUOLA Timbro lineare della scuola La presente domanda è stata assunta al protocollo il con nr

7 Al Dirigente Scolastico della sede di titolarità Allegato A5 e, p.c. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio U. S. P. di Roma - Uff. Pensioni Via Pianciani,32 ROMA oggetto: Domanda di collocamento a riposo per compiuto sessantunennio ai sensi dell art. 2 c. 21 della legge n. 335/1995 così come modificato dall art. 22- ter del D.L. 78 convertito in legge n. 102/2009 La Sottoscritta Cognome Nome Cognome da coniugata Luogo di nascita (prov ) Data di nascita Residente in (cap ) ( prov ) Via/Piazza n Qualifica Classe di concorso Decorrenza della nomina in ruolo: Giuridica Economica CHIEDE il collocamento a riposo per compimento del sessantunesimo anno di età entro il 31/12/2010. Allegati. Dichiarazione dei servizi ai fini del trattamento pensionistico ai sensi dell art.2 del D.P.R. 351/1998 Data Firma RISERVATO ALLA SCUOLA Timbro lineare della scuola La presente domanda è stata assunta al protocollo il con nr

8 Al Dirigente Scolastico della sede di titolarità Allegato A6 e, p.c. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio U. S. P. di Roma - Uff. Pensioni Via Pianciani,32 ROMA oggetto: Domanda di dimissioni dal servizio a decorrere dal ai sensi dell art comma 1 del D.L.vo , nr. 297 ( per compiuto quarantennio di servizio utile) Il/La Sottoscritto/a Cognome Nome Cognome da coniugata Luogo di nascita (prov ) Data di nascita Residente in (cap ) ( prov ) Via/Piazza n Qualifica Classe di concorso Decorrenza della nomina in ruolo: Giuridica Economica CHIEDE le dimissioni dal servizio a decorrere dal , ai sensi dell art comma del D.L.vo , nr. 297, per compiuto quarantennio di servizio utile al pensionamento. Allegati. Dichiarazione dei servizi ai fini del trattamento pensionistico ai sensi dell art.2 del D.P.R. 351/1998 Data Firma RISERVATO ALLA SCUOLA Timbro lineare della scuola La presente domanda è stata assunta al protocollo il con nr

9 Al Dirigente Scolastico della sede di titolarità Allegato A7 e, p.c. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio U. S. P. di Roma - Uff. Pensioni Via Pianciani,32 ROMA oggetto: Domanda di dimissioni dal servizio a decorrere dal ai sensi dell art.1 del D.P. R. 351/1988 Il/La Sottoscritto/a Cognome Nome Cognome da coniugata Luogo di nascita (prov ) Data di nascita Residente in (cap ) ( prov ) Via/Piazza n Qualifica Classe di concorso Decorrenza della nomina in ruolo: Giuridica Economica CHIEDE Ai sensi delle disposizioni vigenti,le dimissioni dal servizio a decorrere dal Il sottoscritto dichiara altresì(*)... Allegati. Dichiarazione dei servizi ai fini del trattamento pensionistico ai sensi dell art.2 del D.P.R. 351/1998 Data Firma (*)nell ipotesi in cui l interessato desideri comunque interrompere il rapporto d impiego indipendentemente dall aver maturato o meno il diritto al trattamento di pensione, è tenuto a dichiararlo nell apposito spazio. RISERVATO ALLA SCUOLA Timbro lineare della scuola La presente domanda è stata assunta al protocollo il con nr

10 Allegato A8 Al Dirigente Scolastico della sede di titolarità e, p.c. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio U. S. P. di Roma - Uff. Pensioni Via Pianciani,32 ROMA e, p.c. Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio U. S. P. di Roma - Uff. Reclutamento Via Pianciani,32 ROMA oggetto: Domanda di dimissioni dal servizio con contestuale richiesta di trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale (L.662/96 art. 1 c D.M. 331/1997) Il/La Sottoscritto/a Cognome Nome Cognome da coniugata Luogo di nascita (prov ) Data di nascita Residente in (cap ) ( prov ) Via/Piazza n Qualifica Classe di concorso Decorrenza della nomina in ruolo: Giuridica Economica CHIEDE le dimissioni dal servizio a decorrere dal e contestualmente la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale. Dichiara che, in presenza di circostanze ostative all accoglimento dell istanza per il part-time, intende optare: per il collocamento a riposo a decorrere dalla medesima data; per la permanenza in servizio a tempo pieno. (barrare la casella che interessa) Allegati. Dichiarazione dei servizi ai fini del trattamento pensionistico ai sensi dell art.2 del D.P.R. 351/1998 Data Firma RISERVATO ALLA SCUOLA Timbro lineare della scuola La presente domanda è stata assunta al protocollo il con nr

11 ALLEGATO B DOCUMENTAZIONE DI RITO DEL SIG./RA CESSAZIONE DAL SERVIZIO DAL 01/09/2010 PER (causale cessazione) 1. i liquidazione del trattamento di pensione al 01/09/2010; (All.B 1) 2. dichiarazione relativa a: godimento o meno di altre pensioni (All.B 2); situazione debitoria ai fini della pensione (All. B 3); 3. domicilio eletto ai fini pensione con richiesta di accreditamento (All.B 4) e nota operativa INPDAP n.14 con modelli di accredito(file PDF) 4. dichiarazione ai fini fiscali (All. B 5); 5. dichiarazione relativa : agli adempimenti degli obblighi militari con indicazione delle situazioni attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio (All. B 6 - punto1); dichiarazione relativa ad altra attività lavorativa (All. B 6 - punto 2) dichiarazione di aver o meno prestato servizio a tempo parziale con l indicazione dei relativi anni scolastici (All. B 6 - punto 3) senza trattamento pensionistico dichiarazione di aver o meno prestato servizio a tempo parziale con l indicazione dei relativi anni scolastici (All. B 6 - punto 4) con trattamento pensionistico. 6. dichiarazione relativa a : situazione debitoria ai fini della buonuscita (All. B 7) domicilio eletto ai fini della buonuscita con richiesta di accreditamento (All. B 8); adesione alla Gestione Autonoma delle Prestazioni Creditizie INPDAP (All. B9) 7. dichiarazione del Dirigente Scolastico, attestante: l avvenuto recupero o meno di somme dovute a titolo di riscatto ai fini dell indennità di buonuscita effettuato direttamente dalle Istituzioni Scolastiche; 8. fotocopia estratto conto contributivo rilasciato dall I.N.P.S

12 Allegato B 1 All I.N.P.D.A.P. VIA ROMA Oggetto: Istanza di liquidazione della pensione l sottoscritt nat a il in servizio presso con la qualifica di collocato a riposo dal chiede, in base all anzianità anagrafica e/o contributiva, che venga liquidato il trattamento pensionistico ai sensi delle norme in vigore. Con osservanza, (firma) N.B.: L Istituzione Scolastica avrà cura di indicare la sede INPDAP territorialmente competente con riferimento al luogo di residenza dell interessato.

13 IN DUPLICE COPIA Allegato B 2 DICHIARAZIONE DI GODIMENTO PENSIONE l sottoscritt nat a il in servizio presso con la qualifica di, dichiara: di non essere in godimento di alcuna pensione o di altro trattamento da parte dello Stato o altri Enti. di essere in godimento della/e sottoindicata/e pensione/i: a) pensione I.N.P.S. sede di nr cat con decorrenza per un importo mensile di b) pensione nr con decorrenza per un importo mensile di c) altra/e pensioni Il sottoscritto/a è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi, nei casi previsti dalla legge, sono puniti dal codice penale e delle leggi speciali in materia (artt del Testo Unico sulla documentazione amministrativa D.P.R. 445/2000), (firma)

14 IN DUPLICE COPIA Allegato B 3 DICHIARAZIONE CIRCA LA POSIZIONE DEBITORIA AI FINI DEL TRATTAMENTO DI QUIESCENZA l sottoscritt nat a il, in servizio presso con la qualifica di, Ai fini della liquidazione del trattamento di quiescenza dichiara: di non avere debiti verso lo Stato o altri Enti di avere debiti per le seguenti causali: Ente debitore dal al A) Verso lo Stato contributo riscatto e/o ricongiunzione ai fini pensione Importo Mensile del debito per assegni di attività percepiti indebitamente altro B) Verso I.N.A. per assicurazione C) Verso I.A.C.P. (ex E.N.P.A.S.) per locazione o riscatto immobile D) Verso I.N.P.D.A.P.(gestione E.N.P.A.S.) per cessione stipendio. decennnale.. quinquennale.. per piccolo prestito Il sottoscritto/a è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi, nei casi previsti dalla legge, sono puniti dal codice penale e delle leggi speciali in materia (artt del Testo Unico sulla documentazione amministrativa D.P.R. 445/2000), (firma)

15 IN DUPLICE COPIA Allegato B 4 DICHIARAZIONE DEL DOMICILIO ELETTO AI FINI DEL TRATTAMENTO DI QUIESCENZA l sottoscritto/a nato/a ( ) il in servizio presso con la qualifica di, dichiara di essere residente in: Via /Piazza Comune di (Prov.) C.A.P Recapito tel di voler riscuotere la pensione: presso l Ufficio Postale nr sito in Via /Piazza oppure tramite: accreditamento in conto corrente bancario o su c/c postale. E necessario allegare compilato uno dei quattro modelli, che si allegano., (firma)

16 IN DUPLICE COPIA Allegato B 5 DICHIARAZIONE AI FINI FISCALI l sottoscritto/a nato/a ( ) il in servizio presso con la qualifica di, codice fiscale: DICHIARA che è titolare di pensione I.N.P.S. iscr.ne.nr cat che gode di altra pensione dal iscr.ne nr cat che sull pension iscr.ne nr e iscr.ne nr sopraspecificata/e non percepisce, l indennità integrativa speciale prevista dalle leggi nr. 324, nr. 364 e successive modificazioni. che presta opera retributiva alle dipendenze di dal di aver diritto a percepire l assegno per il nucleo familiare in rapporto alla composizione ed ai redditi del nucleo stesso appresso specificati e di cui si impegna a notificare le eventuali modifiche entro 30 giorni dal loro verificarsi: composizione e reddito nucleo familiare COGNOME E NOME data di nascita relazione parentela reddito

17 di aver diritto alle detrazioni di imposta per: redditi di lavoro dipendente, assimilati e di pensione;. il coniuge non legalmente ed effettivamente separato; per complessivi figli n.. di cui: primo figlio in sostituzione del coniuge Nr figli inferiori ad anni tre, nato il ; nella misura del % Nr figli disabili, nato il ; nato/a il ; nella misura del % Nr altre persone indicate nell art. 433 del codice civile che convivano con il richiedente o percepiscano assegni alimentari non risultanti da provvedimento dell Autorità giudiziaria ulteriore detrazione prevista per i pensionati se alla formazione del reddito complessivo concorrono soltanto trattamenti pensionistici, il reddito dell unità immobiliare adibita ad abitazione principale e delle relative pertinenze e redditi di terreni per un importo non superiore a annui Il sottoscritto/a è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi, nei casi previsti dalla legge, sono puniti dal codice penale e delle leggi speciali in materia (artt del Testo Unico sulla documentazione amministrativa D.P.R. 445/2000), (firma)

18 IN DUPLICE COPIA Allegato B 6 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA l sottoscritto/a nato/a ( ) il in servizio presso in qualità di quanto segue: DICHIARA 1) di non aver prestato servizio militare di aver prestato servizio militare nell Esercito/Marina/Aeronautica/altro presso il Distretto Militare di per i seguenti periodi: dal al dal al dal al dal al dal al di avere diritto ai benefici di cui all art.2 della legge 336/1970 e successive modificazioni quale (orfano di guerra, profugo,ecc...) 2) di non aver prestato altra attività lavorativa contemporanea al servizio statale di aver prestato altra attività lavorativa contemporanea al servizio statale dal dal dal dal dal al al al al al 3) di non aver prestato servizio part-time di aver prestato servizio part-time negli anni scolastici dal al ore dal al dal al dal al dal al

19 4) di essere già titolare di pensione a decorrere dal e mantenimento in servizio con rapporto di lavoro a tempo parziale (D.M. 29/07/97 nr. 331) dal al ore dal al dal al dal al dal al Il sottoscritto/a è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi, nei casi previsti dalla legge, sono puniti dal codice penale e delle leggi speciali in materia (artt del Testo Unico sulla documentazione amministrativa D.P.R. 445/2000), (firma)

20 IN DUPLICE COPIA Allegato B 7 DICHIARAZIONE CIRCA LA POSIZIONE DEBITORIA AI FINI DEL TRATTAMENTO DI FINE SERVIZIO ( Indennità di Buonuscita) l sottoscritt Nat a il, in servizio presso con la qualifica di, Ai fini della liquidazione del trattamento di fine servizio (indennità di buonuscita) dichiara: di non avere debiti verso lo Stato o altri Enti di avere debiti per le seguenti causali: dal al Importo Mensile Ente debitore del debito A) Verso l I.N.P.D.A.P.(gestione ex E.N.P.A.S.) per cessione stipendio. decennale. quinquennale.. per piccolo prestito di non aver corrisposto all I.N.P.D.A.P. (ex E.N.P.A.S) l intero ammontare del contributo per il riscatto dei periodi e servizi ai fini dell indennità di buonuscita; di aver corrisposto l intero importo al predetto Ente pari a ( ) per il riscatto dei periodi e servizi ai fini del trattamento di fine servizio; Il sottoscritto/a è consapevole che le dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l uso di atti falsi, nei casi previsti dalla legge, sono puniti dal codice penale e delle leggi speciali in materia (artt del Testo Unico sulla documentazione amministrativa D.P.R. 445/2000), (firma)

21 IN DUPLICE COPIA Allegato B 8 DICHIARAZIONE DEL DOMICILIO ELETTO AI FINI DEL TRATTAMENTO DI FINE SERVIZIO ( Indennità di Buonuscita) l sottoscritto/a nato/a ( ) il in servizio presso con la qualifica di, dichiara di essere residente in: Via /Piazza Comune di (Prov.) C.A.P Recapito tel codice fiscale: e di voler riscuotere il trattamento di fine servizio: presso il sottoindicato domicilio: Via /Piazza Comune di (Prov.) C.A.P ovvero: tramite accreditamento in conto corrente bancario IT PAESE CIN EUR CIN BANCA AGENZIA (CAB) NUMERO CONTO, (firma)

22 IN DUPLICE COPIA Allegato B 9 Modulo di adesione(da compilare solo in caso di adesione) Alla Sede Inpdap di Il/La sottoscritt nato/a a il C.F. residente a Via CAP in riferimento al trattamento pensionistico che dovrà essere erogata dalla Sede Provinciale/Territoriale Inpdap di dichiara, ai sensi e per gli effetti di quanto stabilito al comma 1 dell art. 3 bis della legge 222/2007, pubblicata sulla G.U. del 30/11/2007, di aderire alla Gestione Autonoma delle Prestazioni creditizie e sociali dell INPDAP istituita dall art.1, comma 242 e segg., della L. 662/96 In fede Firma leggibile Data

23 Allegato C (in duplice copia) Da consegnare a mano entro il 1 febbraio 2010 alla stanza n. 106 Ai sensi della circolare nr U.S.P. di Roma prot._nr del 22/12/ (timbro lineare della scuola) Prot., All Ufficio Scolastico Provinciale Ufficio IX pensioni Piano 1 Segreteria stanza 106 Via Luigi Pianciani ROMA OGGETTO: Trasmissione nominativi del personale da collocare a riposo dal 01/09/2010 Si trasmettono, per le categorie del personale di seguito evidenziato : o personale che cessa dal servizio per raggiunti limiti di età; o personale che cessa dal servizio per scadenza proroga; o personale che cessa dal servizio per rinuncia proroga; o personale che cessa dal servizio per rinuncia al part-time con pensione già in godimento. le documentazioni di rito del sottoindicato personale: 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Si trasmettono,altresì, i provvedimenti di determinazione del periodo di proroga a suo tempo emessi per il personale di cui sopra. IL DIRIGENTE SCOLASTICO 1

24 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio Scolastico Provinciale di Roma Ufficio IX Via Luigi Pianciani, Roma tel fax sito: - Roma, 22/12/2009 MPIA00USPRM registro ufficiale Prot. nr Uscita - Circolare nr. 24 AI DIRIGENTI SCOLASTICI delle Scuole ed Istituzioni Educative di ogni ordine e grado di Roma e Provincia. LORO SEDI AL DIRIGENTE Uff. VIII Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via Pianciani,32-Roma AL DIRIGENTE Uff. X Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via Pianciani,32- Roma AL DIRIGENTE Uff. I Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Via Pianciani,32- Roma AL MINISTERO per gli AFFARI ESTERI Direzione Generale R.C. - Ufficio V Rep. 2 Scuole Roma P.le della Farnesina ROMA All I.N.P.D.A.P. - Via Quintavalle, ROMA All I.N.P.D.A.P. - Via Beccaria, ROMA All I.N.P.D.A.P. - Via Spegazzini, ROMA. All I.N.P.D.A.P. - Via J.E.De Balaguer, ROMA Alle OO.SS.Provinciali Comparto Scuola Loro Sedi All U.R.P. SEDE OGGETTO:Istruzioni operative in materia di cessazioni, a domanda e d ufficio, dal servizio e trattamento di quiescenza, in favore del personale docente educativo ed A.T.A., con decorrenza 1 settembre

25 Si rende noto che sono disponibili nel sito INTRANET e nel sito INTERNET < WWW. ISTRUZIONE. IT > il D.M. 95 del 15 dicembre 2009 e la relativa Circolare Ministeriale n. 96 del 15 dicembre 2009, riguardante quanto in oggetto citato, recanti prescrizioni ed indicazioni operative riguardo gli adempimenti connessi alle cessazioni dal servizio dall 1/09/2010, nonché i provvedimenti in materia di quiescenza, compresa la trattazione delle domande di riscatto, computo, ricongiunzione e sistemazione contributiva del personale comparto scuola. Per quel che concerne, invece, l applicazione dell art. 72 comma 11,della legge 133/2008 di conversione del D.L. 112/2008,così come integrata e modificata dalla legge 15/2009 e dalla legge 102/2009 di conversione del D.L. 78/2009, recanti prescrizioni ed indicazioni in materia di recesso unilaterale del rapporto di lavoro da parte della Pubblica Amministrazione nei confronti del personale scolastico e dei dirigenti scolastici, verranno fornite successive indicazioni non appena emanata la apposita Direttiva e circolare Ministeriale. Ugualmente dovranno attendersi istruzioni ed indicazioni ministeriali per l applicazione del medesimo articolo 72, comma 7 della legge 133/2008 già citata. Come per il decorso anno scolastico., il D.M. succitato fissa, all art. 1, il termine finale del 16 gennaio 2010 per il personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario della scuola, quale termine perentorio sia per la presentazione delle domande di collocamento a riposo aventi decorrenza 01/09/2010 sia per la presentazione di eventuali revoche delle suddette istanze, nonché per coloro che manifestino la volontà di cessare prima della data finale prevista da un precedente provvedimento di permanenza in servizio. Pertanto, riguardo alla fattispecie in oggetto, qui di seguito si forniscono disposizioni e chiarimenti distinti per il personale docente educativo ed ATA e per i dirigenti scolastici. A) CESSAZIONI DAL SERVIZIO PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ed A T A ENTRO IL 16 gennaio 2010 Il personale docente, educativo, amministrativo, tecnico ed ausiliario può presentare: 1) istanze di cessazione relativamente alle seguenti fattispecie: compimento del 40 anno di servizio ; dimissioni volontarie ; cessazione anticipata rispetto alla data finale fissata in un precedente provvedimento di trattenimento in servizio; cessazione con contestuale trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale ai sensi del D.M. 331/97 del Ministro per la Funzione Pubblica; cessazione definitiva dal servizio qualora soggetto di un rapporto di lavoro a tempo parziale con contestuale trattamento pensionistico; 2) istanza di proroga di trattenimento in servizio oltre il 65 anno di età ai sensi dell art. 509 D.lvo 297/1994: comma 2 ( per il personale in servizio al 1 ottobre 1974 e per il conseguimento dell anzianità massima di servizio e comunque fino al 70 anno di età) comma 3 ( per il conseguimento dell anzianità minima e comunque fino al compimento del 70 anno di età). Relativamente alla fattispecie prevista dal comma 5 (che recepisce la proroga per un biennio di cui all art. 16 comma 1 del D.L.vo 503/1992, così come modificato per effetto dell art. 72 comma 7 della legge 133/2008 di conversione del D.L. 122/2008,) si attendono, come sopra specificato, indicazioni ed Istruzioni Ministeriali. 2

26 Per quel che concerne l istanza di dimissioni volontarie di precisa che i requisiti minimi richiesti per il diritto al trattamento pensionistico di anzianità ( secondo quanto previsto dall art. 1 comma 6 lettera a) della legge 243/2004, così come modificato dall art. 1 comma 2 della legge 247/2007 e le indicazioni al riguardo contenute nella Circolare n. 7 del 13 maggio 2008 dell INPDAP) sono: 59 anni d età e 36 anni di anzianità contributiva ( quota 95); 60 anni di età e 35 di anzianità contributiva ( quota 95); ancorchè maturati entro il 31 dicembre 2010, e che il possesso di tale anzianità può legittimare il personale scolastico a produrre la domanda di dimissione dal servizio con contestuale richiesta di trasformazione del rapporto di lavoro a part-time. I collocamenti a riposo d ufficio per raggiunti limiti d età, riguardano il personale, sia maschile che femminile che compie i sessantacinque anni entro il 31 agosto 2010, e,pertanto, il personale che compie i sessantacinque anni tra il 1^ settembre e il 31 dicembre 2010, qualora voglia cessare dal servizio per limiti d età deve produrre apposita istanza di cessazione volontaria. Per Il personale di sesso femminile che intende cessare al compimento dell anzianità anagrafica di 61 anni ( così come previsto dal D. L. 78/2009 convertito in legge 102/2009 art. 22-ter di modifica ed integrazione dell art. 2 comma 21, della legge 335/1995 e secondo le indicazioni dell INPDAP di cui alla nota operativa n. 50 del 7/10/2009) e godere del regime pensionistico di vecchiaia deve essere prodotta apposita istanza di cessazioni dal servizio. Per il suddetto personale il conseguimento del diritto a pensione si matura con 20 anni di anzianità contributiva, ovvero, con 15 anni di anzianità contributiva qualora in servizio, con ritenute in conto entrata tesoro, alla data del 31/12/1992. Il personale docente,educativo ed A.T.A che intende cessare,oppure permanere in servizio deve presentare e trasmettere, entro il termine prefissato, le domande in questione, compresa l eventuale revoca delle medesime, alla scuola di titolarità ( tramite la scuola di servizio se diversa da quella di titolarità), indirizzandola alla stessa scuola di titolarità e, per conoscenza, al competente USP. Per le varie tipologie di istanze di cessazioni le istituzioni scolastiche potranno avvalersi della modulistica indicata nell allegato A. B) CESSAZIONI DAL SERVIZIO PERSONALE DIRIGENTI SCOLASTICI Per quel che concerne le cessazioni dei Dirigenti Scolastici si fa presente che le indicazioni saranno fornite dall Ufficio X della Direzione Generale dell Ufficio Scolastico Regionale del Lazio, anche per quel che concerne l accertamento del diritto a percepire il trattamento pensionistico, nonché l eventuale comunicazione circa la mancata maturazione del diritto al trattamento pensionistico, al fine del ritiro dell istanza di dimissioni. Invece, il trattamento pensionistico sarà determinato da questo U.S.P. ai fini della trasmissione dei flussi informatici all INPDAP e, quindi, i Dirigenti Scolastici provvederanno all inoltro della medesima documentazione di rito prevista per il personale scolastico, nei tempi indicati per questi ultimi. Come per il decorso anno, lo scrivente ha predisposto una modulistica e stabilito uno scadenziario degli adempimenti, il cui rispetto è indispensabile per consentire all INPDAP l efficace e tempestivo svolgimento delle attività di liquidazione del 3

27 trattamento pensionistico. INDICAZIONI OPERATIVE A) INDICAZIONI RELATIVE ALL INSERIMENTO DATI AL SIDI Immediatamente dopo il 16 gennaio 2010 le segreterie scolastiche provvederanno, attraverso il collegamento diretto con il nuovo sistema centrale, all immissione dei dati del personale docente, educativo ed A.T.A. titolare presso la scuola, relativi alle seguenti causali di cessazioni : personale che ha prodotto domanda di dimissioni volontarie; personale femminile che chiede di cessare dal servizio per compimento di sessantuno anni d età; personale che chiede di cessare dal servizio per compimento del 40 anno di servizio; personale che cessa per limiti di età, ad esclusione del personale che ha prodotto istanza di proroga ; personale che chiede di cessare prima della data finale fissata in un precedente provvedimento di permanenza in servizio; personale che cessa alla data finale del provvedimento di permanenza in servizio personale, in regime di part-time e pensione che cessa definitivamente dal servizio; Invece, non devono essere inseriti i dati del personale che produce istanza della trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale con attribuzione contestuale del trattamento pensionistico. Gli inserimenti, e le eventuali cancellazioni dal SIDI, da parte delle istituzioni scolastiche dovranno essere effettuati entro il 15 febbraio 2010, in quanto successivamente l inserimento di tali dati, ad opera dell U.S.P. potrà avvenire dietro apposita motivata richiesta del Dirigente Scolastico. I dati delle cessazioni acquisiti al SIDI, infatti, verranno utilizzati per altri adempimenti amministrativi dell U.S.P. soprattutto per quelli attinenti ai trasferimenti ed agli organici e, pertanto, essi rivestono notevole importanza. B) INDICAZIONI RELATIVE ALLA DOCUMENTAZIONE Entro il termine indicato nel presente scadenziario,ossia entro il 25 gennaio 2010 le istituzioni scolastiche inoltreranno alla competente sede provinciale dell INPDAP le istanze di cessazione anticipata dal servizio prodotte dal personale docente educativo ed A.T.A, già acquisite al SIDI, ed altresì quelle formulate dal personale che chiede la trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale, con attribuzione contestuale del trattamento pensionistico ( si ribadisce da non acquisire al SIDI), non revocate. Contemporaneamente invieranno a questo Ufficio Scolastico copia delle suddette domande, in un unico plico, distinto per tipologia di personale ( ATA INFANZIA- PRIMARIA SECONDARIA ), consegnandolo a mano presso la segreteria dell Ufficio IXpensioni piano I stanza 106. Successivamente, ed entro il 1 febbraio 2010, le istituzioni scolastiche invieranno l elenco ( consegnandolo sempre a mano presso la stanza sopra indicata): di coloro che cessano per compiuti limiti di età ; 4

28 di coloro che cessano alla fine del periodo di trattenimento in servizio oltre il 65 anno d età. di coloro che manifestano la volontà di cessare prima della data finale fissata in un precedente provvedimento di permanenza in servizio (unitamente al provvedimento di proroga della permanenza in servizio già concesso); di coloro che, in regime di lavoro a part-time con pensione già in godimento, intendono cessare definitivamente Alle domande di cessazione anticipata,( comprese quelle per compimento del 40 anno si servizio utile, per cessazione per compimento per 61 anni, per le donne, e quelle con contestuale richiesta di trasformazione del rapporto di lavoro a tempo parziale)dovrà essere allegata la dichiarazione dei servizi di cui all art. 2 del D.P.R. 351/1998, indispensabile per consentire allo Scrivente di verificare, entro i prescritti termini, il possesso, per ciascun richiedente, dei requisiti previsti per la maturazione del diritto alla pensione. Al fine del celere espletamento delle domande di riscatto e ricongiunzione, ai sensi del D.P.R. 1092/73 e successive modifiche ed integrazioni, si invitano i diretti interessati a produrre ed allegare anche copia dell estratto contributivo rilasciato dall INPS. Sarà utile, sempre ai fini della conoscenza della maturazione del diritto a pensione l allegazione di copie di eventuali istanze di riscatto e/o ricongiunzioni eventualmente prodotte ed inviate all INPDAP. Si segnala, qualora già in possesso degli interessati, ovvero in corso di pagamento i relativi ratei, la necessità di allegare copia delle determine o deliberazioni emesse dall INPDAP, ai fini pensionistici e della buonuscita. Per il personale delle scuole dell infanzia e primarie è opportuno, altresì, trasmettere, allegati alla suddetta dichiarazione, anche i certificati dei servizi prestati fino alla decorrenza economica della nomina in ruolo, al fine di avere un riscontro preciso con quanto dichiarato dal dipendente. Ovviamente tutta la suindicata documentazione è utile, al fine della determinazione della misura della pensione, anche per coloro che cessano dal servizio per superato limite di età, per scadenza o rinuncia proroga. r il personale transitato dagli Enti Locali allo Stato dovranno essere prodotti ed allegati: Mod.PA04 (ex mod relativo al trattamento pensionistico) - mod. 350/P (relativo alla buonuscita) - Delibera ricongiunzione L. 29/79 - eventuali certificati servizi non di ruolo. Per tutti coloro che, indistintamente,e,quindi, anche per i dirigenti scolastici, accederanno al trattamento pensionistico dovranno essere prodotte ed allegate anche le documentazioni di rito indicate nell allegato B. C) INDICAZIONI RELATIVE ALLA CARRIERA Le istituzioni scolastiche, per tutto il personale che cesserà a qualsiasi titolo dall 1/09/2010, dovranno adoperarsi per l accertamento delle assenze ed aspettative, fruiti dal dipendente, che abbiano comportato una interruzione dal servizio. Tali informazioni, contenute in un prospetto con l indicazione della data di emissione dei relativi decreti, muniti ove possibile del visto degli organi di controllo ovvero della data di trasmissione agli organi di controllo, saranno consegnate a mano, all Ufficio Ruolo di questo USP ( piano II stanza 247 sig, Sofia Loredana) entro l 8 febbraio 2010, al fine della ricostruzione della carriera qualora questa non sia stata ancora predisposta dall U.S.P. Per lo stesso fine, si raccomanda di allegare copia degli attestati relativi a corsi di formazione seguiti dal periodo 4 agosto 1995 al 31 dicembre 1998 (ovvero fino al 01/06/1999) ai sensi del CCNL del relativo periodo, oppure attestazione negativa circa la 5

29 frequenza dei corsi. Comunque, in assenza di tale attestazione, l ufficio si vedrà costretto a considerare come non effettuate le ore di formazione. Nel caso in cui il provvedimento della carriera debba essere emesso dall istituzione scolastica si fa presente che dovrà essere emesso un primo decreto, utilizzando la funzione definizione progressione di carriera fino all applicazione del CCNL biennio economico , ed un secondo decreto,per l applicazione del CCNL biennio economico utilizzando la nuova funzione del SIDI fascicolo personalegestione giuridica- gestione della carriera definizione della progressione di carriera CCNL E invece opportuno provvedere all invio,e consegna questa volta all Ufficio Pensioni, dei provvedimenti di carriera predisposti dalle segreterie scolastiche sia manualmente (come ad esempio per i docenti di religione con incarico a tempo determinato),sia attraverso le procedure presenti sul SIDI ( in entrambi i casi la copia da consegnare deve essere debitamente firmata dal Dirigente scolastico) al fine di consentire all Ufficio pensioni la determinazione dell indennità di buonuscita. D) ACCERTAMENTO DEL DIRITTO AL TRATTAMENTO PENSIONISTICO Tale adempimento resta, anche per il corrente anno scolastico, nelle competenze degli Uffici Scolastici Provinciali che dovranno verificare, per ciascun dipendente, ed entro il termine del 31 di marzo 2010, il possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente alla data di cessazione. Quindi, questo Ufficio comunicherà, al personale che ha prodotto l istanza di cessazione, ed entro il termine sopraindicato, SOLO il mancato conseguimento del diritto al trattamento pensionistico, tramite la scuola di appartenenza. Tale comunicazione interesserà prioritariamente il personale docente della scuola primaria e successivamente il restante personale docente appartenente alla scuola dell infanzia, secondaria ed infine il personale A.T.A. Entro 5 giorni dal ricevimento della comunicazione, gli interessati hanno la facoltà di ritirare la domanda di risoluzione del rapporto di lavoro. L istituzione scolastica dovrà, appena ricevuta la revoca, cancellare la cessazione del dipendente al SIDI al fine del ripristino della sede di titolarità. Si raccomanda il rispetto delle scadenze stabilite, al fine di garantire il corretto e puntuale espletamento di tutti gli adempimenti collegati alle cessazioni dal servizio. Per quanto sopra, si pregano le ss. di rispettare i seguenti termini SCADENZIARIO DEGLI ADEMPIMENTI ENTRO IL 25 gennaio 2010 Le istituzioni scolastiche, devono provvedere, per le domande di cessazione anticipata e non revocate ossia, per quelle di dimissioni volontarie; del personale femminile che chiede di cessare dal servizio per compimento di sessantuno anni d età; del personale che chiede di cessare dal servizio per compimento del 40 anno di servizio; di dimissioni con contestuale trasformazione del rapporto di lavoro a part-time): alla trasmissione delle domande all INPDAP; 6

30 alla trasmissione delle domande a questo U.S.P. Segreteria dell Ufficio IX Pensioni piano I stanza 106, unitamente alla dichiarazione dei servizi, indispensabile per l accertamento del diritto al trattamento pensionistico,all estratto conto contributivo rilasciato dall INPS e, come sopra precisato, per il personale docente delle scuole dell infanzia e primaria, anche ai certificati di servizio prestati dal dipendente, fino alla decorrenza economica del ruolo. Altresì, per ciascuno dei nominativi, entro la data sopraindicata dovranno essere prodotti, in duplice copia, e consegnati i documenti di rito indicati nell allegato B. A tal proposito si suggerisce alle segreterie di attivarsi, con urgenza, al fine di contattare le scuole o gli Enti interessati presso i quali il dipendente ha svolto i suddetti servizi per farsi rilasciare i relativi certificati compilati con le modalità e le specifiche previste, soprattutto per quanto riguarda la natura della nomina, l Autorità che l ha a suo tempo conferita, le date di inizio e fine retribuzione e l Ente presso il quale i versamenti sono stati effettuati. ENTRO IL 1 febbraio 2010 Le segreterie scolastiche provvederanno, per le restanti tipologie di cessazione, all invio a questo USP, Segreteria dell Ufficio IX Pensioni -piano I stanza 106 dei nominativi di: coloro che cessano dal servizio per raggiunti limiti di età; coloro che cessano per scadenza proroga; coloro che rinunciano anticipatamente alla proroga già concessa; coloro che rinunciano al part-time già concesso contestualmente al trattamento di pensione Per ciascuno dei nominativi di cui agli elenchi suddetti, entro la data sopraindicata dovranno essere prodotti, in duplice copia, e consegnati i documenti di rito indicati nell allegato B. Entro il 15 APRILE 2010 A seguito dell invito di questo ufficio IX al personale che ha prodotto l istanza di cessazione, di provvedere al ritiro, per il mancato conseguimento del diritto al trattamento pensionistico della domanda di risoluzione del rapporto di lavoro, L istituzione scolastica dovrà, appena ricevuta l istanza di ritiro della domanda :. cancellare al S.I.D.I., i dati delle cessazioni del personale che ha revocato l istanza di cessazione dal servizio, per mancanza dei requisiti per l accesso al trattamento pensionistico, ovvero, se successivo al 15 febbraio 2010 chiedere formalmente all USP di procedere alla cancellazione della cessazione dal SIDI cessazione del dipendente al SIDI al fine del ripristino della sede di titolarità. trasmettere l istanza di ritiro della domanda dell interessato per mancata maturazione del diritto a pensione allo scrivente a mezzo fax, al seguente numero telefonico: 06/ e 06/ ; Entro il 31 di maggio

31 Questo Ufficio redigerà l elenco definitivo del personale docente educativo ed A.T.A. comprensivo del personale che cessa dal servizio per dimissioni volontarie, per limiti d età o di servizio con decorrenza 01/09/2010, inviandolo, via alla sede provinciale INPDAP ed alle scuole. L elenco dovrà essere affisso all Albo di ciascuna istituzione scolastica. Le istituzioni scolastiche dovranno verificare che i nominativi del personale incluso nell elenco coincidano con i dati delle cessazioni in loro possesso e da loro acquisiti al SIDI, segnalando eventuali discordanze. Entro il 31 di Maggio 2010 Le segreterie scolastiche provvederanno a comunicare per ciascun dipendente che verrà collocato in quiescenza il collocamento a riposo e la conseguente sospensione degli emolumenti di attività di servizio, specificando la decorrenza e la causale della cessazione. Si invitano le SS.LL. a dare massima diffusione della presente circolare a tutto il personale interessato in servizio presso le proprie istituzioni scolastiche. Si ringrazia per la fattiva e sperimentata collaborazione delle istituzioni ed uffici in indirizzo. RS IL DIRIGENTE f.to Giuseppe Minichiello ALLEGATI: Allegato A Modelli domande di cessazione e di richieste proroghe corredate da Modello dichiarazione dei servizi Allegato B Modelli relativi alle dichiarazioni e documentazioni di rito Nota operativa INPDAP n. 14 Allegato C Modello di trasmissione all U.S.P. personale da cessare 8

32 DICHIARAZIONE DEI SERVIZI E/O PERIODI VALUTABILI AI FINI DEL TRATTAMENTO PENSIONISTICO (ART. 2 D.P.R. 351/1998) Il/la sottoscritto/a Cod. Fisc. Nato/a a (prov. ) il in servizio presso con la qualifica di ( specificare se trattasi personale dipendente degli enti locali immessi in ruolo ex lege n. 124/ 1999) Classe di concorso Residente a CAP. Prov: ai fini dell accertamento del diritto al trattamento pensionistico, ai sensi dell art. 2 comma 1 del D.P.R n 351, D I C H I A R A Ai sensi del T..U. sulla documentazione amministrativa D.P.R. n. 445/2000, e a conoscenza delle sanzioni previste in caso di dichiarazioni false e mendaci, sotto la propria responsabilità,ai fini dell accertamento del diritto al trattamento di cui all art. 1, comma 5, del DPR 28/4/98 N. 351, i seguenti servizi e periodi, per i quali non gode di altro trattamento pensionistico: Anni Mesi Giorni SERVIZIO DI RUOLO dal al SERVIZIO NON DI RUOLO Con ritenute in Conto entrate Tesoro dal al Valutabile ex art (Serv. prestato dalla dec giur.) dal al Comune CPDEL dal al SERVIZIO GIA COMPUTATO E/O RISCATTATO SERVIZIO DA COMPUTARE E/O RISCATTARE CON DOMANDA VALIDA DPR 1092/73 e successive modifiche dal al Servizio Militare dal al Studi Universitari dal al SERVIZIO RICONGIUNTO SERVIZIO RICONGIUNGIBILE CON DOMANDA VALIDA Legge n. 29/79 e legge n.45/90 dal al Maternità Decreto Legislativo 151/01 dal al TOTALE Interruzioni del servizio senza trattamento economico da detrarre(*) TOTALE ANZIANITA VALIDA A PENSIONE Eventuali maggiorazioni del servizio TOTALE ANZIANITA UTILE A PENSIONE (*)Il sottoscritto si impegna a comunicare tempestivamente eventuali ulteriori interruzioni del servizio senza trattamento economico che si dovessero verificare dalla data odierna fino a quella del collocamento a riposo. Il sottoscritto/a è a conoscenza che, per la valutazione dei servizi o periodi suindicati, è necessaria la presentazione di apposita domanda ai sensi dell art. 147 del D.P.R. 1092/73 e successive modificazioni e/o integrazioni per il computo con o senza riscatto e, ai sensi delle leggi 523/54, 44/73, 29/79 e 45/90, per la ricongiunzione. Roma, Firma

33 istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel Fax Roma, 02/04/2008 Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati Agli Enti di Patronato e p.c. Ai Dirigenti Generali Centrali e Compartimentali NOTA OPERATIVA N.14 Ai Coordinatori delle Consulenze Professionali A Poste Italiane S.p.A. Divisione Bancoposta Direzione Operazione Prodotti Grandi Clienti Pensioni e Stipendi Viale Europa, R O M A OGGETTO: Pagamento delle pensioni mediante accreditamento sul conto corrente bancario, su conto Banco Posta e su libretto di risparmio postale. Si trasmettono gli uniti modelli che sostituiscono quelli allegati alla nota operativa n. 44 del 13/12/2007. I modelli in questione sono stati rielaborati a seguito degli incontri tenutisi con la Banca d Italia e con Poste Italiane S.p.A. IL DIRIGENTE GENERALE Dr. Costanzo GALA f.to Dr. Gala

34 Pagamento della pensione mediante accreditamento in conto corrente bancario Io sottoscritto/a Dati anagrafrici Cognome Nome C.F. cap. Iscrizione numero Via/P.zza. Residente in CHIEDO L ACCREDITO, IN VIA CONTINUATIVA, DELL IMPORTO DELLA PENSIONE ( D.P.R. n. 138 del 19 aprile 1986 e D.P.R. n. 429 dell 8 luglio 1986) sul proprio conto corrente bancario Coordinate IBAN Attenzione! Al fine di poter effettuare correttamente l accreditamento, La preghiamo di riempire tutti i campi di cui sopra sulla base delle coordinate riportate sull estratto conto inviato dalla banca, utilizzando solo lettere maiuscole o numeri e non altri caratteri ( es. *, ; - / ). In particolare il numero del conto corrente bancario dovrà obbligatoriamente essere in 12 caratteri. Dichiaro: a) di avere l obbligo di comunicare tempestivamente alla competente sede INPDAP il venire meno anche di una sola delle condizioni cui è subordinato il godimento del trattamento pensionistico e degli annessi assegni accessori; b) che l incompleta o la mancata segnalazione dei fatti o stati che incidono sul diritto e/o sulla misura del trattamento pensionistico comporta il recupero delle somme indebitamente riscosse; c) di autorizzare l eventuale prelevamento d ufficio di somme indebitamente accreditate sul conto; Luogo e data Firma del richiedente AVVERTENZE Le coordinate IBAN indicate con il presente modello potranno essere aggiornate dall INPDAP al fine di inoltrare correttamente la disposizione di pagamento della pensione, nel caso in cui la banca comunichi la modifica dell IBAN del conto beneficiario stesso. Tale modifica sarà segnalata con apposita comunicazione.

35 Pagamento della pensione presso Poste Italiane S.p.A Io sottoscritto/a Dati anagrafrici Cognome Nome C.F. cap. Iscrizione numero Via/P.zza. Residente in CHIEDO L ACCREDITO, IN VIA CONTINUATIVA, DELL IMPORTO DELLA PENSIONE ( D.P.R. n. 138 del 19 aprile 1986 e D.P.R. n. 429 dell 8 luglio 1986) Conto Banco Posta Libretto di risparmio postale ( in tal caso non è necessario indicare il codice IBAN ) COORDINATE IBAN (Il Codice IBAN è sempre di 27 caratteri, è pertanto necessario riempire tutte le caselle sottoposte. Il codice IBAN è indicato sull estratto del conto corrente o può essere richiesto al soggetto presso il quale il conto o il libretto è intrattenuto) Io sottoscritto titolare del conto corrente postale o libretto postale sopra indicato autorizzo Poste Italiane a prelevare d ufficio e/o a restituire i ratei mensili di pensione se non più dovuti per il decesso del pensionato o per altra causa e autorizzo Poste Italiane a stornare dal conto o libretto sopra indicato, su richiesta della sede Inpdap pagante e nei limiti di tale richiesta, le eventuali somme indebitamente accreditate, sollevando Poste Italiane da ogni responsabilità al riguardo. Luogo e data Firma del richiedente AVVERTENZE Il beneficiario delle competenze deve compilare il presente modulo ogni qualvolta decida di cambiare lo sportello postale sul quale localizzare il pagamento. Le coordinate segnalate con il presente modulo potranno comunque essere aggiornate dall Istituto al fine di inoltrare correttamente la disposizione di pagamento delle competenze qualora Poste Italiane S.p.A. comunichi la modifica delle coordinate che identificano lo sportello segnalato dal beneficiario. Tale modifica sarà comunicata nel cedolino della pensione inviato al beneficiario.

DOCUMENTAZIONE DI RITO DEL

DOCUMENTAZIONE DI RITO DEL ALLEGATO B DOCUMENTAZIONE DI RITO DEL SIG./RA CESSAZIONE DAL SERVIZIO DAL 01/09/2010 PER (cause cessazione) 1. i liquidazione del trattamento di pensione 01/09/2010; (All.B 1) 2. dichiarazione relativa

Dettagli

AOOUSPLT Latina, 18 settembre 2013 Prot. n. 10086 Allegati n. Rif. Prot. n. Modalità di spedizione Posta elettronica

AOOUSPLT Latina, 18 settembre 2013 Prot. n. 10086 Allegati n. Rif. Prot. n. Modalità di spedizione Posta elettronica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio UFFICIO XII Ambito territoriale per la provincia di Latina UFFICIO PENSIONI Via Legnano 34-04100 Latina

Dettagli

ALLEGATO B DOCUMENTAZIONE DI RITO DEL SIG./RA. CESSAZIONE DAL SERVIZIO DAL 01/09/2009 PER (causale cessazione)

ALLEGATO B DOCUMENTAZIONE DI RITO DEL SIG./RA. CESSAZIONE DAL SERVIZIO DAL 01/09/2009 PER (causale cessazione) ALLEGATO B DOCUMENTAZIONE DI RITO DEL SIG./RA CESSAZIONE DAL SERVIZIO DAL 01/09/2009 PER (cause cessazione) 1. richiesta di liquidazione del trattamento di pensione 01/09/2009; (All.B 1) 2. dichiarazione

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA PRATICA DI PENSIONE

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA PRATICA DI PENSIONE DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA PRATICA DI PENSIONE Documentazione di rito: Domanda pagamento pensione diretta ordinaria (triplice copia) su modulistica INPDAP. Richiesta detrazioni fiscali e assegni familiari

Dettagli

UFFICIO PENSIONI. PROT.n.30304/P/C Torino, 21/11/07 CIRC. N. 618

UFFICIO PENSIONI. PROT.n.30304/P/C Torino, 21/11/07 CIRC. N. 618 UFFICIO PENSIONI PROT.n.30304/P/C Torino, 21/11/07 CIRC. N. 618 OGGETTO: Domande di pensionamento per l anno 2008 Indicazioni Operative AI DIRIGENTI SCOLASTICI DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E

Dettagli

Roma, 13/12/2007. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. A tutte le Amministrazioni/Enti con personale iscritto all INPDAP

Roma, 13/12/2007. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. A tutte le Amministrazioni/Enti con personale iscritto all INPDAP istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 13/12/2007

Dettagli

OGGETTO: Pagamento delle pensioni mediante accreditamento sul conto corrente bancario, su conto Banco Posta e su libretto di risparmio postale.

OGGETTO: Pagamento delle pensioni mediante accreditamento sul conto corrente bancario, su conto Banco Posta e su libretto di risparmio postale. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 02/04/2008

Dettagli

Roma, 13/12/2007. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. A tutte le Amministrazioni/Enti con personale iscritto all INPDAP

Roma, 13/12/2007. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. A tutte le Amministrazioni/Enti con personale iscritto all INPDAP istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 13/12/2007

Dettagli

U. O. n 2 Ufficio 2. Prot. n. 1358/r Cosenza, 09/01/2015

U. O. n 2 Ufficio 2. Prot. n. 1358/r Cosenza, 09/01/2015 Prot. n. 1358/r Cosenza, 09/01/2015 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche Statali di ogni ordine e grado della provincia LORO SEDI e,p.c. All U. S. R. per la Calabria Via Lungomare 259 88100 CATANZARO

Dettagli

CORSO PRATICO DI FORMAZIONE IN SERVIZIO SUL TEMA CESSAZIONI DAL SERVIZIO. Materiale per attività in presenza

CORSO PRATICO DI FORMAZIONE IN SERVIZIO SUL TEMA CESSAZIONI DAL SERVIZIO. Materiale per attività in presenza CORSO PRATICO DI FORMAZIONE IN SERVIZIO SUL TEMA CESSAZIONI DAL SERVIZIO Materiale per attività in presenza A CURA DEL RESPONSABILE UFFICIO PREVIDENZA STEFANO GIORGINI 1 SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE

Dettagli

UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO

UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO Circolare nr. 377 Torino, 22 dicembre 2014 Prot. n. 21976/u. Ai DIRIGENTI Scolastici delle Scuole ed Istituti Scolastici di ogni ordine e grado-

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania CENTRO DI SERVIZI AMMINISTRATIVI BENEVENTO

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania CENTRO DI SERVIZI AMMINISTRATIVI BENEVENTO AREA DELLE RISORSE UMANE - Trattamenti giuridico - economici - Comparto scuola Prot. n. 8701 A 33 Benevento, 30.11.2006 Ai Dirigenti Scolastici della Provincia LORO SEDI e p.c. Alla Sede Provinciale dell

Dettagli

U. O. n 2 Ufficio 2. Prot. n. 323 Cosenza, 21/ 01 /2013

U. O. n 2 Ufficio 2. Prot. n. 323 Cosenza, 21/ 01 /2013 Prot. n. 323 Cosenza, 21/ 01 /2013 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche Statali di ogni ordine e grado della provincia LORO SEDI e,p.c. All U. S. R. per la Calabria Via Lungomare 259 88100 CATANZARO

Dettagli

UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE DI FOGGIA

UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE DI FOGGIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia-Direzione Generale UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE DI FOGGIA Prot. 6909 Foggia, 29 dicembre 2014 AI

Dettagli

Prot. n. 1443 Vicenza, 07/02/2013

Prot. n. 1443 Vicenza, 07/02/2013 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Ufficio XIII - Ufficio scolastico di Vicenza Borgo Scroffa 2-36100 Vicenza Prot.

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ufficio XII Ambito Territoriale Avellino

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ufficio XII Ambito Territoriale Avellino Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ufficio XII Ambito Territoriale Avellino Area 1 Ufficio Pensioni e Riscatti Avellino, 13 gennaio 2014

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia-Direzione Generale UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE DI FOGGIA CIRCOLARE N. 1 Prot. N.91 Foggia, 15 gennaio

Dettagli

chiede ...nat... il... a...c.f...nat... il... a...c.f...nat... il... a...c.f...nat... il... a...c.f...nat... il... a...c.f...

chiede ...nat... il... a...c.f...nat... il... a...c.f...nat... il... a...c.f...nat... il... a...c.f...nat... il... a...c.f... ALL I.N.P.D.A.P. Via Pacinotti, 3 39100 BOLZANO tramite: UFFICIO PENSIONI PERSONALE INSEGNANTE Via Dodiciville, 2 39100 BOLZANO Il/La sottoscritto/a..., Codice fiscale..., nato/a il... a..., in qualità

Dettagli

UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO

UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO Circolare nr. 375 Torino, 15/12/2014 Prot. n.21604/u Ai DIRIGENTI Scolastici delle Scuole ed Istituti Scolastici di ogni ordine e grado- LORO SEDI

Dettagli

PROT. N 593-2/a SEGNI, 12/02/2015 LL. SEDI

PROT. N 593-2/a SEGNI, 12/02/2015 LL. SEDI MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI VIA MARCONI, 15 Piazza Risorgimento, 27 00037 SEGNI tel./fax 06/9768153-06/9766199

Dettagli

Circolar Interna n. 46 Villa Cortese, 09/01/2014

Circolar Interna n. 46 Villa Cortese, 09/01/2014 Ministero della Pubblica Istruzione I.C.S. Villa Cortese via Olcella 24 20020 Villa Cortese (MI) Tel/Fax:0331/431069- Tel.0331/433690 Email: MIIC8DK00T@istruzione.it MIIC8DK00T@pec.istruzione.it Circolar

Dettagli

Prot. n. AOOUSPBR/120/2 Brindisi, 20/01/2016

Prot. n. AOOUSPBR/120/2 Brindisi, 20/01/2016 Prot. n. AOOUSPBR/120/2 Brindisi, 20/01/2016 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche della provincia di Brindisi p.c. Alle OO.SS. della Scuola della provincia di Brindisi Al Personale Sede Oggetto:

Dettagli

71121 FOGGIA - Via Rosati, 2 - tel. 0881/795111 e-mail: usp.fg@istruzione.it PEC: uspfg@postacert.istruzione.it sito web: http://www.ustfoggia.

71121 FOGGIA - Via Rosati, 2 - tel. 0881/795111 e-mail: usp.fg@istruzione.it PEC: uspfg@postacert.istruzione.it sito web: http://www.ustfoggia. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Ufficio V - Ambito territoriale per la Provincia di Foggia 71121 FOGGIA - Via Rosati, 2 - tel. 0881/795111

Dettagli

Prot. N 3922/C2 Pisa, 15 dicembre 2014 Ufficio Pensioni. All Ufficio Relazioni con il Pubblico S E D E

Prot. N 3922/C2 Pisa, 15 dicembre 2014 Ufficio Pensioni. All Ufficio Relazioni con il Pubblico S E D E Ministero della Pubblica Istruzione, Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio XV Ambito Territoriale della Provincia di Pisa Via Pascoli, 8-56100 Pisa - Tel.050.927511 Fax 050.927577 E-Mail:

Dettagli

Prot. n. AOOUSPNA.0005 Napoli, 04 gennaio 2016

Prot. n. AOOUSPNA.0005 Napoli, 04 gennaio 2016 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Ufficio VI - Ambito Territoriale di Napoli Ufficio Pensioni Prot. n. AOOUSPNA.0005 Napoli, 04 gennaio 2016 Ai

Dettagli

DICHIARAZIONE PERSONALE

DICHIARAZIONE PERSONALE DICHIARAZIONE PERSONALE... sottoscritt...... qualifica... collocato a riposo dal..., a conoscenza delle sanzioni previste, in caso di dichiarazioni mendaci, dall'art.76 del D.P.R.445/2000, dichiara sotto

Dettagli

AOOUSPLT Latina, 13 gennaio 2014 Prot. n. 201 Allegati n. 13 Rif. Prot. n. Modalità di spedizione Posta elettronica

AOOUSPLT Latina, 13 gennaio 2014 Prot. n. 201 Allegati n. 13 Rif. Prot. n. Modalità di spedizione Posta elettronica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio UFFICIO XII Ambito territoriale per la provincia di Latina UFFICIO PENSIONI Via Legnano 34-04100 Latina

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca C.M. n. 98 Roma, 20 dicembre 2012 Prot. n. AOODGPER 9733 Agli UFFICI SCOLASTICI REGIONALI Ai DIRIGENTI SCOLASTICI LORO SEDI Al Dipartimento Istruzione della Provincia Autonoma di TRENTO Alla Sovrintendenza

Dettagli

1. Requisiti anagrafici e contributivi per accedere al trattamento pensionistico

1. Requisiti anagrafici e contributivi per accedere al trattamento pensionistico Oggetto: D.M. n. 1058 del 23 dicembre 2013 (diramato con nota AOODPIT n.2855 del 23 dicembre 2013) - Cessazioni dal servizio dal 1 settembre 2014. Si fa riferimento alla nota AOODPIT n. 2855 del 23 dicembre

Dettagli

UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO

UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO UFFICIO VI PENSIONI E RUOLO Via Coazze, 18-10138 TORINO Circolare nr. 1 Torino, 08/01/2014 Prot. n.212/u Ai DIRIGENTI Scolastici delle Scuole ed Istituti Scolastici di ogni ordine e grado- LORO SEDI OGGETTO:

Dettagli

Ufficio XI - Ambito territoriale per la provincia di Forlì-Cesena Ufficio Pensioni. Prot. n. 6472 /C2/Pens. Forlì, 18/12/2014

Ufficio XI - Ambito territoriale per la provincia di Forlì-Cesena Ufficio Pensioni. Prot. n. 6472 /C2/Pens. Forlì, 18/12/2014 Prot. n. 6472 /C2/Pens. Forlì, 18/12/2014 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche Della Provincia Loro Sedi p.c. alle OO.SS. della Scuola Loro Sedi OGGETTO: CESSAZIONI DAL SERVIZIO CON DECORRENZA 01/09/2015

Dettagli

U.O. n 2 Ufficio I. Prot. n 25937 Cosenza, 22 dicembre 2009. All Albo dell Ufficio - SEDE-

U.O. n 2 Ufficio I. Prot. n 25937 Cosenza, 22 dicembre 2009. All Albo dell Ufficio - SEDE- U.O. n 2 Ufficio I Prot. n 25937, 22 dicembre 2009 Ai Dirigenti Scolastici delle Istituzioni Scolastiche Statali di ogni ordine e grado della provincia - LORO SEDI - e,p.c. U. S. R. per la Calabria Via

Dettagli

l sottoscritt nat_ a ( ) il / /, collocato a riposo dal / / C H I E D E la liquidazione del trattamento pensionistico e, pertanto, D I C H I A R A

l sottoscritt nat_ a ( ) il / /, collocato a riposo dal / / C H I E D E la liquidazione del trattamento pensionistico e, pertanto, D I C H I A R A MODELLO A ALL I. N. P. S. GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI (ex INPDAP) VIA GOLFO DI TARANTO SNC 74121 TARANTO l sottoscritt nat_ a ( ) il / /, collocato a riposo dal / / C H I E D E la liquidazione del trattamento

Dettagli

OGGETTO: COLLOCAMENTI A RIPOSO DAL 01/09/2015 PERSONALE DELLA SCUOLA. INDICAZIONI OPERATIVE

OGGETTO: COLLOCAMENTI A RIPOSO DAL 01/09/2015 PERSONALE DELLA SCUOLA. INDICAZIONI OPERATIVE Prot. n. 4279 /AA25 CIRCOLARE DOCENTI N. 99 del 18 /11/2014 CIRCOLARE ATA N. 95 del 18 /11/2014 A TUTTI I DOCENTI AL PERSONALE ATA (entrambe le sedi) OGGETTO: COLLOCAMENTI A RIPOSO DAL 01/09/2015 PERSONALE

Dettagli

AOOUSPLT Latina, 7 gennaio 2013 Prot. n. 223 Allegati n. 10 Rif. Prot. n. Modalità di spedizione Posta elettronica

AOOUSPLT Latina, 7 gennaio 2013 Prot. n. 223 Allegati n. 10 Rif. Prot. n. Modalità di spedizione Posta elettronica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio UFFICIO XII Ambito territoriale per la provincia di Latina UFFICIO PENSIONI Via Legnano 34-04100 Latina

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca C.M. n. 23 Prot. n. AOODGPER. 1814 Roma, 12 marzo 2012 Agli UFFICI SCOLASTICI REGIONALI Ai DIRIGENTI SCOLASTICI LORO SEDI Al Dipartimento Istruzione della Provincia Autonoma di TRENTO Alla Sovrintendenza

Dettagli

CIRCOLARE N 13 DEL 23 SET. 2013

CIRCOLARE N 13 DEL 23 SET. 2013 AREA RISORSE E SISTEMI Settore Personale e Sviluppo Organizzativo Unità Organizzativa Sitpendi e altri Compensi Unità Organizzativa Personale Tecnico ed Amministrativo e Dirigenti A tutto il Personale

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio XV Ambito Territoriale per la provincia di Palermo

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio XV Ambito Territoriale per la provincia di Palermo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio XV Ambito Territoriale per la provincia di Palermo Prot. 1768 Palermo, 8/3/2012 REP. IV Pensioni e Riscatti Ai Dirigenti Scolastici degli

Dettagli

OGGETTO : Certificazione del diritto alla prestazione pensionistica ai sensi dell articolo 1, comma 3 della legge 23 agosto 2004, n. 243.

OGGETTO : Certificazione del diritto alla prestazione pensionistica ai sensi dell articolo 1, comma 3 della legge 23 agosto 2004, n. 243. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Struttura di Progetto Costituzione Posizione

Dettagli

io chiedo la pensione subito

io chiedo la pensione subito io chiedo la pensione subito PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdap sede di 01011801 Acquisizione di fatti o stati del richiedente attraverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo Unico

Dettagli

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER MATRIMONIO DEL FIGLIO/A Rimborsabile in 5 anni (max - 15.493,73 lordi)

io chiedo All'Inpdap - sede di Prov. CHIEDO UN PRESTITO PER MATRIMONIO DEL FIGLIO/A Rimborsabile in 5 anni (max - 15.493,73 lordi) io chiedo PROTOCOLLO INPDAP All'Inpdap - sede di Cod. 02040201 Io sottoscritto/a Acquisizione di fatti o stati del richiedente attraverso l esibizione del suo documento di riconoscimento. (Art.45 del Testo

Dettagli

Alla Direzione Centrale per la Difesa Civile e le Politiche di Protezione Civile. Alla Direzione Centrale per l Emergenza e il Soccorso Tecnico

Alla Direzione Centrale per la Difesa Civile e le Politiche di Protezione Civile. Alla Direzione Centrale per l Emergenza e il Soccorso Tecnico Alla Direzione Centrale per la Difesa Civile e le Politiche di Protezione Civile Alla Direzione Centrale per l Emergenza e il Soccorso Tecnico Alla Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE. (Ai Sensi dell articolo 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445 e successive modificazioni )

AUTOCERTIFICAZIONE. (Ai Sensi dell articolo 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445 e successive modificazioni ) Al Dirigente Scolastico dell Istituzione scolastica di AUTOCERTIFICAZIONE (Ai Sensi dell articolo 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445 e successive modificazioni ) Io sottoscritto/a cognome nome Cod.

Dettagli

CIRC. N. 82 INSEGNANTI ( inviata via e mail) CIRC. N. 30 ATA Savigliano, 07 gennaio 2014

CIRC. N. 82 INSEGNANTI ( inviata via e mail) CIRC. N. 30 ATA Savigliano, 07 gennaio 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO Papa Giovanni XXIII Vicolo S. Eustacchio, 18-12038 SAVIGLIANO (CN) C.F. 95022920045 - tel. 0172.715522 - Fax 0172.713713 e-mail: CNIC85200G@istruzione.it PEC: CNIC85200G@pec.istruzione.it

Dettagli

Codice Fiscale : Sesso M F Data di nascita: / / Indirizzo di residenza: n : CAP: MODALITA DI EROGAZIONE

Codice Fiscale : Sesso M F Data di nascita: / / Indirizzo di residenza: n : CAP: MODALITA DI EROGAZIONE PERSEO SIRIO Fondo nazionale pensione complementare dei Dipendenti Pubblici e Sanità Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n 164 - Via Aniene, 14 00198 Roma - numero di telefono +390685304484 www.fondoperseosirio.it

Dettagli

l sottoscritt nat_ a ( ) il / /, collocato a riposo dal / / C H I E D E la liquidazione del trattamento pensionistico e di buonuscita, pertanto,

l sottoscritt nat_ a ( ) il / /, collocato a riposo dal / / C H I E D E la liquidazione del trattamento pensionistico e di buonuscita, pertanto, MODELLO A V ALL I. N. P. S. GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI (ex I.N.P.D.A.P.) IA GOLFO DI TARANTO SNC 74121 - TARANTO l sottoscritt nat_ a ( ) il / /, collocato a riposo dal / / C H I E D E la liquidazione

Dettagli

Mod. DOM/Inv.Inab. Domanda di Pensione Invalidità/Inabilità

Mod. DOM/Inv.Inab. Domanda di Pensione Invalidità/Inabilità Spett.le ENPACL Direzione Istituzionale Previdenza Area Prestazioni Ufficio Istruttoria Pensioni Viale del Caravaggio 78 00147 - Roma Tel. 06/510541 - Telefax 06/51054236 e-mail info@enpacl.it ; indirizzo

Dettagli

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P.

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio Scolastico Provinciale di Roma Via Luigi Pianciani, 32 00185 Roma sito: http:/www.lazio.istruzione.it/csa/csa_roma.shtml

Dettagli

Prot. 3766 Palermo, 18/04/2014. Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti Scolastici Statali di ogni ordine e grado Palermo e provincia

Prot. 3766 Palermo, 18/04/2014. Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti Scolastici Statali di ogni ordine e grado Palermo e provincia Prot. 3766 Palermo, 18/04/2014 REP. IV Pensioni e Riscatti Funzionario Coordinatore - Rosalia Marchese E mail: rosalia.marchese.pa@istruzione.it Ai Dirigenti Scolastici degli Istituti Scolastici Statali

Dettagli

Domanda di pensione per totalizzazione (Decreto legislativo 2 febbraio 2006, n. 42) nato/a il a prov. comune c.a.p. prov. CHIEDO

Domanda di pensione per totalizzazione (Decreto legislativo 2 febbraio 2006, n. 42) nato/a il a prov. comune c.a.p. prov. CHIEDO RACCOMANDATA All Associazione Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza a favore dei Ragionieri e Periti commerciali Via Pinciana, 35-00198 Roma Direzione Previdenza area Prestazioni Domanda di pensione

Dettagli

Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2013 - Istruzioni operative e nuova modulistica pratiche pensione -

Cessazioni dal servizio con decorrenza 01/09/2013 - Istruzioni operative e nuova modulistica pratiche pensione - Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio XV Ambito Territoriale per la provincia di Palermo Via S. Lorenzo, 312/G - 90146 Palermo Tel. 0916723011 Fax 091/516056-091/525668 Prot.

Dettagli

OGGETTO: Mobilità personale docente, educativo ed A.T.A. a. s. 2015/16. Indicazioni operative.

OGGETTO: Mobilità personale docente, educativo ed A.T.A. a. s. 2015/16. Indicazioni operative. U.O. 5 Prot. n. 811 Taranto, 26.2.2015 AI DIRIGENTI SCOLASTICI DEGLI ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO LORO SEDI ALLE OO.SS. DELLA SCUOLA LORO SEDI ALL UFF. RELAZIONI CON IL PUBBLICO SEDE ALL UFFICIO COMUNICAZIONE-

Dettagli

Documentazione di Rito

Documentazione di Rito Documentazione di Rito I requisiti generali di accesso al pubblico impiego (art. 2 DPR 487/94 e legge n.104/92), di norma, sono certificati con i seguenti documenti di rito: certificato di cittadinanza

Dettagli

MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE CHIEDE

MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE CHIEDE MODULO RICHIESTA DI ANTICIPAZIONE DELLA POSIZIONE INDIVIDUALE _l _ sottoscritt Cod. Fisc. Nat_ a: il / / Residente a prov. in Via: n. C.A.P. tel. cell. e-mail Data 1^ iscrizione a previdenza complementare

Dettagli

Al Comune di Ravenna Area Servizi e Partecipazione dei cittadini U.O Politiche Sociali e Pianificazione Socio Sanitaria Ufficio Politiche di Sostegno

Al Comune di Ravenna Area Servizi e Partecipazione dei cittadini U.O Politiche Sociali e Pianificazione Socio Sanitaria Ufficio Politiche di Sostegno Al Comune di Ravenna Area Servizi e Partecipazione dei cittadini U.O Politiche Sociali e Pianificazione Socio Sanitaria Ufficio Politiche di Sostegno RICHIESTA PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI IN FAVORE

Dettagli

Le regole da rispettare

Le regole da rispettare SCHEDA RIEPILOGATIVA NOTA MINISTERIALE PREMESSA Per poter andare in pensione con decorrenza 1 settembre 2016, gli interessati devono presentare DUE domande, a due soggetti diversi ( le due domande sono

Dettagli

OGGETTO: Articolo 72 della legge 28 dicembre 2001, n. 448. Indennizzo per la cessazione definitiva dell attività commerciale.

OGGETTO: Articolo 72 della legge 28 dicembre 2001, n. 448. Indennizzo per la cessazione definitiva dell attività commerciale. DIREZIONE CENTRALE DELLE PRESTAZIONI Roma, 21 gennaio 2002 Circolare n. 20 Allegati 3 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

OGGETTO: Modello PA04 Chiarimenti in merito alla documentazione da allegare.

OGGETTO: Modello PA04 Chiarimenti in merito alla documentazione da allegare. ISTITUTO Roma, 19/09/2005 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Pensioni Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori delle Sedi

Dettagli

ATA, UN LAVORO IMPORTANTE. Corso di formazione Le pensioni: il ruolo della segreteria. Proteo Fare Sapere Lombardia FLC CGIL Lombardia

ATA, UN LAVORO IMPORTANTE. Corso di formazione Le pensioni: il ruolo della segreteria. Proteo Fare Sapere Lombardia FLC CGIL Lombardia Proteo Fare Sapere Lombardia FLC CGIL Lombardia ATA, UN LAVORO IMPORTANTE Lavori e professionalità per la scuola dell autonomia. Gestire le risorse, conoscere la normativa, partecipare ai progetti Corso

Dettagli

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE INVIARE A:Piazza Cola Di Rienzo 80A 00192Roma 1. DATI DELL ADERENTE Comune di nascita: Prov: ( ) Tel.: Indirizzo di residenza: CAP: e-mail: 2. RICHIESTA ANTICIPAZIONE Il

Dettagli

ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI A CARICO REGOLAMENTO

ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI A CARICO REGOLAMENTO ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI A CARICO REGOLAMENTO Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 27 marzo 2014 Sommario Articolo 1 Oggetto del Regolamento... 2 Articolo 2 Definizione

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c.

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato. e, p.c. ISTITUTO Roma lì, 01/03/2004 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Trattamenti Pensionistici Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale della Scuola

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale della Scuola C.M. 33 Prot. 143/n/2004 Roma, lì 16 marzo 2004 Alle Direzioni Scolastiche Regionali Loro Sedi Ai Centri Servizi Amministrativi Loro Sedi Alla Sovrintendenza Scolastica della Provincia Autonoma di Alla

Dettagli

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO GLI ISCRITTI F.A.B.I. DELLE B.C.C. RAGGIUNTI I 10.000 FORTUNATI ESODATI CHE POTRANNO ACCEDERE ALLA PENSIONE DI ANZIANITÀ CON LA NORMATIVA PREVIGENTE L I.N.P.S., con messaggio 14952 del 14.04.05 fa sapere

Dettagli

Per la compilazione del Mod.PR1 attenersi a quanto di seguito riportato:

Per la compilazione del Mod.PR1 attenersi a quanto di seguito riportato: Reggio Calabria 15/12/2009 Prot. n. 29763 AGLI ISTITUTI SCOLASTICI DELLA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA Per il tramite dell Ufficio Scolastico Provinciale di Reggio Calabria csa.rc@istruzione.it OGGETTO:

Dettagli

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Al Dirigente Scolastico DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Il/La sottoscritto/a Cognome: Nome: -C.F. Luogo di nascita: (Prov. )- data di nascita: Luogo di residenza -Prov. - C.A.P. Indirizzo:

Dettagli

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE CHIEDE

MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE CHIEDE - 10137 TORINO Telefono 011/00.47617 - Fax 011/00.47973 MODULO RICHIESTA ANTICIPAZIONE..l.. sottoscritt...... nat.. a... il / / residente a... Via.......... n.... Prov.... Cap.... Codice Fiscale Telefono.

Dettagli

CIRCOLARE N. 17 Agli Enti di Patronato

CIRCOLARE N. 17 Agli Enti di Patronato ISTITUTO Roma lì, 23/05/2005 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Pensioni Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori delle

Dettagli

Comunicazione di debito e provvedimento di recupero di somme erogate indebitamente.

Comunicazione di debito e provvedimento di recupero di somme erogate indebitamente. Inpdap: la procedura per il recupero degli indebiti (Inpdap, Nota Operativa 20.6.2006 n. 39) Sono in arrivo le comunicazioni Inpdap relative alle somme indebitamente percepite dai pensionati. L istituto

Dettagli

OGGETTO: Legge 104/1992 art. 33 comma 3 (assistenza al parente con disabilità grave)

OGGETTO: Legge 104/1992 art. 33 comma 3 (assistenza al parente con disabilità grave) Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo S. Francesco di Paola - Messina OGGETTO: Legge 104/1992 art. 33 comma 3 (assistenza al parente con disabilità grave) Il/La sottoscritt nat a prov. ( ) il, qualifica

Dettagli

Roma, 14/03/2005. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato

Roma, 14/03/2005. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 14/03/2005

Dettagli

Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in didattica musicale:

Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in didattica musicale: Prot. n. 2107/C14 Montegalda, 23 Ottobre 2015 All albo on line dell Istituto comprensivo di Montegalda Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in didattica musicale: Tipologia

Dettagli

Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in psicomotricità:

Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in psicomotricità: Prot. n. 2141/C14 Montegalda, 27 Ottobre 2015 All albo on line dell Istituto comprensivo di Montegalda Bando di selezione pubblica per il reclutamento di un esperto esterno in psicomotricità: Tipologia

Dettagli

IL DIRIGENTE del SETTORE 02 RISORSE E INNOVAZIONE RENDE NOTO

IL DIRIGENTE del SETTORE 02 RISORSE E INNOVAZIONE RENDE NOTO AVVISO DI MOBILITA ESTERNA VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI POSTI DI ESECUTORE SCOLASTICO SPECIALIZZATO CON FUNZIONI DI CUOCO - CATEGORIA B1 A PART-TIME E A TEMPO INDETERMINATO AI SENSI DELL ART. 30 DEL

Dettagli

LICEO STATALE SANDRO PERTINI

LICEO STATALE SANDRO PERTINI / LICEO STATALE SANDRO PERTINI - Liceo Linguistico - Liceo delle Scienze Umane (con Opzione Economico-Sociale) Genova Liceo Musicale e Coreutic Novembre o Sez. Musicale Via C. Battisti 5, 16145 Genova

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE INTERNA PER CONFERIMENTO INCARICO DI RESPONSABILE DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA

AVVISO DI SELEZIONE INTERNA PER CONFERIMENTO INCARICO DI RESPONSABILE DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA Regione Campania AZIENDA OSPEDALIERA A. CARDARELLI Via A. CARDARELLI, 9 80131 - N A P O L I AVVISO DI SELEZIONE INTERNA PER CONFERIMENTO INCARICO DI RESPONSABILE DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA Ai sensi del

Dettagli

Messaggio N. 008381 del 15/05/2012. INPS gestione ex INPDAP Direzione Centrale Previdenza

Messaggio N. 008381 del 15/05/2012. INPS gestione ex INPDAP Direzione Centrale Previdenza Messaggio N. 008381 del 15/05/2012 INPS gestione ex INPDAP Direzione Centrale Previdenza Ai Direttori Centrali Ai Direttori Regionali Ai Direttori Provinciali Ai Direttori delle Agenzie Oggetto: Chiarimenti

Dettagli

ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI A CARICO REGOLAMENTO

ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI A CARICO REGOLAMENTO ADESIONE E CONTRIBUZIONE AL FONDO DA PARTE DEI FAMILIARI A CARICO REGOLAMENTO Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 28 giugno 2011 Sommario Articolo 1 Oggetto del Regolamento... 2 Articolo 2 Definizione

Dettagli

istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica

istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Roma, 30 Marzo 2007 DIREZIONE GENERALE istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica DIRIGENTI GENERALI CENTRALI E COMPARTIMENTALI DIRIGENTI CENTRALI E PERIFERICI DIRETTORI

Dettagli

PROGRAMMA SI.CON.TE Sistema di Conciliazione integrato

PROGRAMMA SI.CON.TE Sistema di Conciliazione integrato PROVINCIA DI PORDENONE UFFICIO POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO Largo San Giorgio, 12 Pordenone Marca da bollo 14,62 PROGRAMMA SI.CON.TE Sistema di Conciliazione integrato Spazio riservato al protocollo Regolamento

Dettagli

MODULO RICHIESTA LIQUIDAZIONE PREMORIENZA NON PUO ESSERE ACCETTATO VIA FAX 1. DATI DELL ADERENTE (compilazione a cura degli eredi/beneficiari)

MODULO RICHIESTA LIQUIDAZIONE PREMORIENZA NON PUO ESSERE ACCETTATO VIA FAX 1. DATI DELL ADERENTE (compilazione a cura degli eredi/beneficiari) INVIARE A: Piazza Cola Di Rienzo 80A 00192 Roma MODULO RICHIESTA LIQUIDAZIONE PREMORIENZA NON PUO ESSERE ACCETTATO VIA FAX 1. DATI DELL ADERENTE (compilazione a cura degli eredi/beneficiari) Cognome: Codice

Dettagli

PENSIONAMENTI DAL 1 SETTEMBRE 2014

PENSIONAMENTI DAL 1 SETTEMBRE 2014 PENSIONAMENTI DAL 1 SETTEMBRE 2014 Personale docente, educativo e ATA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE E LORO EVENTUALE REVOCA ENTRO IL 7 FEBBRAIO 2014 ESCLUSIVAMENTE ON LINE CON POLIS MODALITA DI PRESENTAZIONE

Dettagli

COGNOME E NOME recapito telefonico e-mail: NEONOMINATA/O IN RUOLO IL PROMEMORIA ADEMPIMENTI

COGNOME E NOME recapito telefonico e-mail: NEONOMINATA/O IN RUOLO IL PROMEMORIA ADEMPIMENTI COGNOME E NOME recapito telefonico e-mail: NEONOMINATA/O IN RUOLO IL PROMEMORIA ADEMPIMENTI Documenti di rito Dichiarazione dei servizi Istanza ex DPR 1092 del 1973 Istanza ex Legge 29 del 7/2/1979 Istanza

Dettagli

CHIEDO IL RISCATTO DELLA POSIZIONE PER IL SEGUENTE MOTIVO (INDICARE UNA SOLA OPZIONE):

CHIEDO IL RISCATTO DELLA POSIZIONE PER IL SEGUENTE MOTIVO (INDICARE UNA SOLA OPZIONE): Inviare il modulo a: FONDINPS VIA CESARE BECCARIA, 29 00196 ROMA MODULO DI LIQUIDAZIONE IO SOTTOSCRITTO/A CODICE FISCALE NATO/A A PROV. IL RESIDENTE A PROV. CAP VIA N. TEL. E-MAIL DATA CESSAZIONE ATTIVITA

Dettagli

CHIEDE DI ESSERE ISCRITTO NEL REGISTRO DEI PRATICANTI TENUTO DAL COLLEGIO GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI AREZZO.

CHIEDE DI ESSERE ISCRITTO NEL REGISTRO DEI PRATICANTI TENUTO DAL COLLEGIO GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI AREZZO. AUTOCERTIFICAZIONE BOLLO. 16,00 AL PRESIDENTE DEL COLLEGIO DEI GEOMETRI E GEOMETRI LAUREATI DI AREZZO IL SOTTOSCRITTO COGNOME NOME LUOGO DI NASCITA DATA DI NASCITA CODICE FISCALE N. CHIEDE DI ESSERE ISCRITTO

Dettagli

DOMANDA DI PENSIONE IN TOTALIZZAZIONE ai sensi del D.Lgs. n. 42/06

DOMANDA DI PENSIONE IN TOTALIZZAZIONE ai sensi del D.Lgs. n. 42/06 Associazione di Diritto Privato Via Mantova, 1 00198 - Roma C.F. 80021670585 DOMANDA DI PENSIONE IN TOTALIZZAZIONE ai sensi del D.Lgs. n. 42/06 Il/la sottoscritt / / fiscale (prov. ), Via c.a.p., tel.

Dettagli

Modulo per la richiesta di prestito I.N.F.N.

Modulo per la richiesta di prestito I.N.F.N. Alla Direzione Affari Generali e Ordinamento dell I.N.F.N. Amministrazione Centrale Via Enrico Fermi, 40 00044 Frascati (RM) Modulo per la richiesta di prestito I.N.F.N. (ai sensi dell art. 59 del DPR

Dettagli

ANTICIPAZIONE RISTRUTTURAZIONE

ANTICIPAZIONE RISTRUTTURAZIONE ANTICIPAZIONE RISTRUTTURAZIONE NON PUO ESSERE INVIATO VIA FAX 1. DATI DELL ADERENTE Cognome: Nome: Codice Fiscale: Sesso: M F Data di nascita: / / Comune di nascita: Prov: ( ) Tel.: Indirizzo di residenza:

Dettagli

Oggetto: Certificazione del diritto alla prestazione pensionistica ai sensi dell art.1, comma 3, della Legge 23 agosto 2004, n.243.

Oggetto: Certificazione del diritto alla prestazione pensionistica ai sensi dell art.1, comma 3, della Legge 23 agosto 2004, n.243. A tutto il personale SEDE Oggetto: Certificazione del diritto alla prestazione pensionistica ai sensi dell art.1, comma 3, della Legge 23 agosto 2004, n.243. La legge n.243/04, di riforma delle pensioni,

Dettagli

Domanda di pensione di invalidità. nato/a il a prov.

Domanda di pensione di invalidità. nato/a il a prov. RACCOMANDATA A/R Luogo e data All Associazione Cassa Nazionale di Previdenza ed Assistenza a favore dei Ragionieri e Periti commerciali Via Pinciana, 35-00198 Roma Direzione Previdenza area Prestazioni

Dettagli

COMUNE DI VOLPIANO Provincia di Torino Servizio Personale

COMUNE DI VOLPIANO Provincia di Torino Servizio Personale AVVISO DI MOBILITA ESTERNA AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 165/2001 E S.M.I. PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO E PIENO DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE TECNICO GEOMETRA CATEGORIA C IL RESPONSABILE DEL

Dettagli

OGGETTO: Dlgs 30 aprile 1997, n. 184 Chiarimenti in materia di prosecuzione volontaria.

OGGETTO: Dlgs 30 aprile 1997, n. 184 Chiarimenti in materia di prosecuzione volontaria. ISTITUTO Roma, 17 maggio 2006 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Generale Direzione Centrale Pensioni Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it

Dettagli

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE VIA GRAMSCI

ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE VIA GRAMSCI MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE VIA GRAMSCI INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING (VIA SCROCCAROCCO,

Dettagli

CIRCOLARE N. 34. Roma, 17/12/2003. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali e per il loro tramite:

CIRCOLARE N. 34. Roma, 17/12/2003. Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali e per il loro tramite: Roma, 17/12/2003 Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell amministrazione pubblica DIREZIONE GENERALE Ai Direttori delle Sedi Provinciali e Territoriali e per il loro tramite: - agli Enti

Dettagli

Codice Fiscale: Sesso: M F Data di nascita: / / Comune di residenza: Provincia: ( )

Codice Fiscale: Sesso: M F Data di nascita: / / Comune di residenza: Provincia: ( ) FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE N. 102 Albo Fondi Pensione Via C. B. Piazza 8 00161 ROMA 0644254842 FAX 0644118106 Mail previcooper@previcooper.it NON PUÒ ESSERE INVIATO VIA FAX 1. DATI DELL ISCRITTO Cognome:

Dettagli

La sezione I deve essere compilata dal soggetto richiedente che presenta domanda per il contributo quale sostegno al reddito.

La sezione I deve essere compilata dal soggetto richiedente che presenta domanda per il contributo quale sostegno al reddito. Il presente modulo di domanda, compilato in ogni sua parte e completo della documentazione richiesta, deve essere inviato (tramite raccomandata A/R) ad ARTEA Via San Donato 42/1, 50127 Firenze. La prima

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 13 DEL 5 MARZO 2007 CONCORSI

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 13 DEL 5 MARZO 2007 CONCORSI CONCORSI AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON - Via della Croce Rossa, 8-80122 - Napoli - Avviso pubblico per titoli per la formulazione di Graduatoria utilizzabile per la copertura

Dettagli

CIRPU Consorzio Irpino per la Promozione della Cultura, della Ricerca e degli Studi Universitari Avellino

CIRPU Consorzio Irpino per la Promozione della Cultura, della Ricerca e degli Studi Universitari Avellino AVVISO PUBBLICO di SELEZIONE per DOCENTI CORSO DI PREPARAZIONE PER I TEST DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA ad accesso programmato SEDE: Bagnoli Irpino (AV) IL PRESIDENTE VISTO lo Statuto del Consorzio

Dettagli

REGOLAMENTO DI ADESIONE E CONTRIBUZIONE PER I FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DELL ADERENTE

REGOLAMENTO DI ADESIONE E CONTRIBUZIONE PER I FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DELL ADERENTE REGOLAMENTO DI ADESIONE E CONTRIBUZIONE PER I FAMILIARI FISCALMENTE A CARICO DELL ADERENTE (approvato dal Consiglio di Amministrazione il 19 novembre 2013) Art. 1 Oggetto e destinatari 1.1 Con il presente

Dettagli

Compilare in stampatello, in modo chiaro e perfettamente leggibile DOMANDA CONCESSIONE PERMESSI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2014

Compilare in stampatello, in modo chiaro e perfettamente leggibile DOMANDA CONCESSIONE PERMESSI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2014 Compilare in stampatello, in modo chiaro e perfettamente leggibile DOMANDA CONCESSIONE PERMESSI DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2014 Termine di scadenza di presentazione della domanda al Dirigente scolastico:

Dettagli