Il PSR e le azioni agro climatico ambientali. Mario Perosino Giovanni Scanabissi Regione Piemonte Direzione Agricoltura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il PSR 2014 2020 e le azioni agro climatico ambientali. Mario Perosino Giovanni Scanabissi Regione Piemonte Direzione Agricoltura"

Transcript

1 Il PSR e le azioni agro climatico ambientali Mario Perosino Giovanni Scanabissi Regione Piemonte Direzione Agricoltura Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

2 La Pac ha subìto diverse modifiche nel tempo ( riforme ) a partire dall impostazione originaria (1962): Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

3 Il nuovo quadro strategico dell Unione europea Europa 2020 Crescita intelligente, sostenibile e inclusiva PAC competitività del settore agricolo gestione sostenibile delle risorse naturali e azione per il clima sviluppo territoriale equilibrato delle zone rurali Quadro strategico comune 11 obiettivi tematici 1 pilastro (FEAGA) 2 pilastro (FEASR) 6 priorità dell UE Horizon 2020 ricerca agricola Partenariato europeo per l innovazione produttività e sostenibilità dell agricoltura Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

4 Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

5 Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

6 Numero di aziende per tipologia areale Incidenza economica Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

7 Valore medio dei titoli (EUR/ha) < < < < Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

8 I regolamenti che disciplinano il nuovo periodo di programmazione dei fondi europei sono stati pubblicati sulla GU L 347 del 20 dicembre I principali sono: il R1303/2013 recante disposizioni comuni sui fondi strutturali e di investimento europei fondi SIE (FESR, FSE, FC, FEASR e FEAMP); il R1305/2013 sul sostegno allo sviluppo rurale; il R1306/2013 sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della PAC ; Il R1307/2013 recante norme sui pagamenti diretti agli agricoltori. Master WorkshopSostenibilità LIPU: Attività delrurale territorio e conservazionee della filiera della agroalimentare. biodiversità nei territori Torino, 24 montani maggio Torino, /6/2014

9 2. Il sostegno allo sviluppo rurale ridurre del 20% le emissioni di gas a effetto serra - portare al 20% il risparmio energetico - aumentare al 20% il consumo di fonti rinnovabili Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

10 Il quadro strategico comune (QSC) è riportato nell allegato I del regolamento (UE) n. 1303/2013. Esso riprende i principi orizzontali del sostegno dei fondi SIE: partenariato e governance a più livelli; sviluppo sostenibile; promozione della parità fra uomini e donne e non discriminazione; accessibilità (inclusione dei gruppi svantaggiati); fronteggiare il cambiamento demografico; mitigazione dei cambiamenti climatici e adattamento ai medesimi. Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

11 Schema dell intervento pubblico per favorire Costi sostenuti dalla società Costi sostenuti dagli agricoltori la fornitura di public goods Target ambientali Incentivi Compensazioni Strumenti basati sul mercato Livello di riferimento Regolamentazione e standard obbligatori (condizionalità) Fornitura incidentale di benefici ambientali Qualità ambientale Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

12 Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

13 CONDIZIONALITA Criteri di gestione obbligatori (CGO) Atti comunitari già in vigore, riguardanti il rapporto fra l agricoltura e l ambiente, la sanità pubblica e il benessere animale. (Reg. CE 73/09, alleg. 2) Buone condizioni agronomiche e ambientali (BCCA) Corretta conduzione agronomica dei terreni coltivati e di quelli ritirati dalla produzione. (Reg. CE 73/09, alleg. 3)

14 Secondo l art. 43 del regolamento sui pagamenti diretti, nell'ambito del regime di pagamento unico per superficie gli agricoltori sono tenuti ad applicare le seguenti pratiche agricole benefiche per il clima e l'ambiente (o pratiche equivalenti): a) diversificare le colture, b) mantenere il prato permanente esistente e c) avere un'area di interesse ecologico sulla superficie agricola. GREENING Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

15 Secondo l art. 46 del regolamento sui pagamenti diretti, le aziende con oltre 15 ettari a seminativi (riso escluso) devono adibire il 5%di tale superficie ad aree di interesse ecologico (ecological focus area), da individuare (entro il 1 agosto 2014) fra le seguenti: terreni lasciati a riposo; terrazze ed elementi caratteristici del paesaggio; fasce tampone; superfici imboschite e sistemi agroforestali (già sostenuti dal PSR o che lo saranno); fasce lungo le zone periferiche delle foreste; boschi cedui a rotazione rapida; superfici con colture intercalari o azotofissatrici. Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

16 Il sostegno allo sviluppo rurale nel nuovo periodo di programmazione dei fondi europei ( )

17 3. L elaborazione del PSR della Regione Piemonte Strategia Europa Definisce gli obiettivi generali e specifici dell Unione Quadro strategico comune (QSC) Include FEASR, FESR, FSE, Fondo di coesione e FEAMP - Traduce la strategia UE 2020 attraverso obiettivi tematici comuni, perseguiti con azioni-chiave per ciascun Fondo Position paper Accordo di partenariato Documento nazionale che inquadra l utilizzo dei Fondi nel perseguimento degli obiettivi UE 2020 Documento strategico unitario (DSU) della Regione Piemonte Politica di sviluppo rurale (FEASR) Altri fondi strutturali e di investimento (SIE) (FESR, FSE, FC e FEAMP) Priorità SR 1. Promuovere il trasferimento di conoscenze e l innovazione nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali 2. Potenziare la competitività dell'agricoltura in tutte le sue forme e la redditività delle aziende agricole 3. Promuovere l organizzazione della filiera agroalimentare e la gestione dei rischi nel settore agricolo 4. Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi dipendenti dall'agricoltura e dalle foreste 5. Incentivare l'uso efficiente delle risorse e il passaggio a un'economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima 6. Promuovere l inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali Programma(i) di sviluppo rurale Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

18 Il contributo dello sviluppo rurale agli obiettivi tematici 1. Trasferimento di conoscenze e innovazione 2. Redditività delle aziende e competitività dell agricoltura 3. Organizzazione della filiera e gestione dei rischi 4. Preservazione, ripristino e valorizzazione degli ecosistemi 5. Uso efficiente delle risorse e passaggio a un economia a basse emissioni di carbonio e resiliente 6. Inclusione sociale e sviluppo economico nelle zone rurali 1. Ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione 10. Istruzione e formazione finalizzate alle competenze e apprendimento permanente 3. Competitività delle PMI e del settore agricolo 5. Adattamento al cambiamento climatico, prevenzione e gestione dei rischi 6. Tutela ambiente e uso efficiente delle risorse 4. Transizione verso un economia a basse emissioni di carbonio 2. Migliorare accesso, impiego e qualità dell ICT 8. Occupazione e mobilità dei lavoratori 9. Inclusione sociale e lotta alla povertà e alla discriminazione Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

19 piemonte fondi strutturali europei Le 6 priorità dello SR sono articolate in 18 focus area Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

20 3. L elaborazione del PSR della Regione Piemonte Analisi di contesto e SWOT Competitività del settore agroalimentare, filiere, rischi (priorità 2 e 3) Ambiente e clima (priorità 4 e 5) Situazione socio economica delle aree rurali (priorità 6) Innovazione (priorità 1 trasversale) 2. Definizione e validazione dettagliata dei bisogni Per priorità e focus area 3. Strategia del PSR Scelta delle priorità e focus area rilevanti Definizione quantificata degli obiettivi Selezione delle misure e allocazione delle risorse finanziarie Valutazione ex ante e valutazione ambientale strategica Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

21 3. L elaborazione del PSR della Regione Piemonte I PSR devono contenere, per ogni focus area selezionata sulla base dell analisi SWOT e della valutazione ex ante: gli obiettivi da raggiungere, da esprimere con gli indicatori definiti nel sistema di monitoraggio e valutazione; la selezione delle misure, che deve basarsi su un oculata logica d intervento e sulla valutazione del contributo di ogni misura al conseguimento degli obiettivi delle diverse focus area. Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

22 fondi strutturali europei

23 3. L elaborazione del PSR della Regione Piemonte Le allocazioni finanziarie indicative per focus area 6,3% 12,7% 7,7% 8,5% 6,3% 1,1% 8,3% 3,3% 10,0% 6,3% 8,0% 0,4% 8,3% 4,6% 0,0% 8,2% Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

24 Il regolamento (UE) n. 1305/2013 conferma praticamente tutte le misure del periodo e introduce nuove misure. Le novità più importanti sono: l estensione al clima della finalizzazione dei pagamenti agro( climatico) ambientali (art. 28) e l allargamento delle categorie di beneficiari (associazioni di agricoltori, di altri gestori del territorio e miste); l allargamento del campo di applicazione della misura cooperazione (art. 35); lo scorporo dell agricoltura biologica (art. 29) e l introduzione di una misura sulla gestione del rischio (art. 36). Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

25 Le misure dello sviluppo rurale (definite come una serie di interventi che contribuiscono alla realizzazione di una o più priorità in materia di sviluppo rurale ) sono in complesso 20 (fra cui l assistenza tecnica al programma e una misura riservata alla Croazia), articolate in numerose sotto misure (una settantina). Eccole in ordine di articolo del regolamento (UE) n. 1305/2013: art. 14 (1) Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione (~ mis. 111); art. 15 (2) Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (~ mis. 114 e 115); Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

26 3. L elaborazione del PSR della Regione Piemonte art. 16 (3) Regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari (~ mis. 132); art. 17 (4) Investimenti in immobilizzazioni materiali (~ mis. 121, 123.1, 125 e 216); art. 18 (5) Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici e introduzione di adeguate misure di prevenzione (~ mis. 126); art. 19 (6) Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese (~ mis. 112, 113 e 311); - art. 20 (7) Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali (~ mis. 313, 321, 322 e 323); Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

27 3. L elaborazione del PSR della Regione Piemonte art. 21 (8) Investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste,con le sotto misure: art. 22 (8.1 e 8.2) Forestazione e imboschimento (~ mis. 221 e 223); art. 23 (8.3 e 8.4) Allestimento di sistemi agroforestali (~ mis. 222); art. 24 (8.5) Prevenzione e ripristino delle foreste danneggiate da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici (~ mis. 226); art. 25 (8.6) Investimenti diretti ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali (~ mis. 227) e art. 26 (8.7) Investimenti in nuove tecnologie silvicole e nella trasf. e commercial. dei prodotti delle foreste (~mis. 122 e 123.2); Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

28 3. L elaborazione del PSR della Regione Piemonte art. 27 (9) Costituzione di associazioni di produttori (~ mis. 144); art. 28 (10) Pagamenti agro climaticoambientali (~ mis. 214 p.p.); art. 29 (11) Agricoltura biologica (~ mis ); art. 30 (12) Indennità Natura 2000 e indennità connesse alla direttiva quadro sulle acque (~ mis. 213 e 224); art. 31 (13) Indennità a favore delle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici (~ mis. 211 e 212); art. 33 (14) Benessere degli animali (~ mis. 215); Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

29 3. L elaborazione del PSR della Regione Piemonte art. 34 (15) Servizi silvo climatico ambientali e salvaguardia delle foreste (~ mis. 225); art. 35 (16) Cooperazione (~ mis. 124 e oltre); art. 36 (17) Gestione del rischio (new); art. 32 del R1303/2013 (19) Sviluppo locale di tipo partecipativo (~ mis. asse 4 LEADER); artt (20) Assistenza tecnica (~ mis.511). Queste misure possono essere inserite all interno di sottoprogrammi tematici, fra cui: giovani agricoltori, piccole aziende agricole, zone montane, filiere corte, donne nelle zone rurali, mitigazione dei cambiam. climatici e biodiversità. Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

30 Priorità 4 Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all agricoltura e alla silvicoltura, con particolare riguardo ai seguenti aspetti ( focus area ): a) Salvaguardia, ripristino e miglioramento della biodiversità compreso nelle zone Natura 2000 e nelle zone soggette a vincoli naturali o ad altri vincoli specifici, nell'agricoltura ad alto valore naturalisticononché dell assetto paesaggistico. Master Sostenibilità del territorio e della filiera agroalimentare. Torino, 24 maggio 2014

31 Stato di attuazione delle direttive Natura 2000 tipo di area numero di siti Piani di gestione ex art. 6 della direttiva 92/43/CEE ( Habitat ) - 3 piani approvati; - 39 piani redatti ma non ancora approvati. ettari superficie % su Piemonte SIC ,1% ZPS ,1% totale Natura ,6% Aree protette ,2% totale rete ecologica regionale ,6%

32 1.1 Variazioni che hanno avuto un impatto diretto sull attuazione del PSR Lo scenario ambientale

33 2. Il sostegno allo sviluppo rurale In Piemonte sono presenti esempi di tutti e tre i tipi di agricoltura ad alto valore naturalistico (High Nature Value Farming, HNVF) così come definiti dalla manualistica dell Unione europea: - Tipo 1: aree agricole con un elevata proporzione di vegetazione semi naturale. CLC Tipo 2: areeagricolecaratterizzatedaunmosaico di agricoltura a bassa intensità e di elementi naturali e strutturali. CLC e CLC Tipo 3: aree agricole che ospitano specie rare oppure un elevata percentuale di popolazioni europee o mondiali. CLC Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

34 2. Il sostegno allo sviluppo rurale Tipo 1: (CLC 3.2.1) Aree a pascolo naturale e praterie d alta quota ( ha). Tipo 2: (CLC 2.4.2) Sistemi colturali e particellari complessi ( ha) e (CLC 2.4.3) Colture agrarie con spazi naturali importanti ( ha). Tipo 3: (CLC 2.1.3) Risaie ( ha). (Superficie territoriale del Piemonte: ha). Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

35 piemonte Fondi strutturali e di investimento europei : il PSR Il PSR della Regione Piemonte PRIORITA 5 (Incentivare l uso efficiente delle risorse ed il passaggio ad un economia a basse emissioni di C e resiliente al clima)

36 piemonte Fondi strutturali e di investimento europei : il PSR FOCUS AREA della PRIORITA' 5: 5a: uso efficiente dell acqua in agricoltura 5b: uso efficiente dell energia in agricoltura 5c utilizzo di fonti di energia rinnovabili 5c riduzione emissioni gas serra 5e conservazione e sequestro del carbonio 20/06/14

37 piemonte Fondi strutturali e di investimento europei : il PSR Misure rilevanti per le priorità 4 e 5 (reg. 1305/2013, allegato VI) Investimenti in campo forestale: forestazione e imboschimento; allestimento di sistemi agroforestali; interventi per accrescere il pregio ambientale di ecosistemi forestali; Pagamenti agro climatico ambientali; Agricoltura biologica Indennità natura 2000; Indennità per zone soggette a vincoli naturali; Servizi silvo climatico ambientali 20/06/14

38 Le azioni agroambientali nella nuova programmazione Nella nuova programmazione i pagamenti agroclimatico-ambientali continueranno a svolgere un ruolo di primo piano nel promuovere lo sviluppo sostenibile delle zone rurali e nel soddisfare la crescente domanda di servizi ambientali da parte della società. (1) (1) premesse al nuovo regolamento sullo sviluppo rurale 20/06/14

39 Azioni agro-climatico-ambientali e priorità del PSR (regolamento sviluppo rurale, allegato V) Preservare gli ecosistemi connessi all agricoltura: - biodiversità e paesaggio - acqua - suolo 5. Uso efficiente risorse; energie rinnovabili, cambiam.climatici - uso efficiente dell acqua - uso efficiente energia - energie rinnovabili, biomasse - riduz. emiss. gas-serra, ammoniaca - conservazione e sequestro del C 20/06/14

40 Riferimenti normativi e orientamenti comunitari e nazionali regolamenti di base della nuova PAC: regolamento sviluppo rurale regolamento orizzontale della PAC regolamento pagamenti diretti bozze di regolamenti applicativi linee guida comunitarie sulla redazione delle azioni agro climatico ambientali (maggio2013) orientamenti della Rete Rurale nazionale su definizione baseline ( novembre2013) piano azione nazionale fitofarmaci (novembre 2013)

41 Azioni agro-climatico-ambientali e baseline (art.29 del nuovo regolamento sullo sviluppo rurale) I pagamenti agro-climatico-ambientali potranno compensare soltanto le perdite di reddito derivanti dall attuazione di impegni volontari che oltrepassino un livello di riferimento (baseline). impegni PSR baseline 20/06/14

42 Azioni agro-climatico-ambientali composizione dellabaseline : - impegni di condizionalità (art.93., alleg. II reg. orizzontale) - attività minime mantenim. superfici agricole (art.4 reg. pagam. diretti) - requisiti minimi impiego di fertilizzanti e fitofarmaci (alleg.8 DM 30125/2009) - eventuali altri pertinenti requisiti della legislaz. nazionale -pratiche agricole ordinarie - greening impegni PSR baseline 20/06/14

43 Tipidioperazioniprevisti per l art. 28 (bozza): Migliore gestione/riduzione di fertilizzanti minerali e pesticidi (inclusa produzione integrata); agricoltura conservativa (soil cover, low tillage, ); tecniche di irrigazione e drenaggio; creazione/mantenimento di elementi ecologici; mantenimento di HNVF e conversione di seminativi in colture foraggiere permanenti; diversificazione e rotazione colturale; regimi alimentari e gestione degli effluenti; altri schemi (es.: pianificaz. ambientale integrata); risorse genetiche animali e vegetali. Workshop LIPU: Attività rurale e conservazione della

44 piemonte Fondi strutturali e di investimento europei : il PSR Azioni agro climatico ambientali (art. 28) (testo sottoposto al partenariato regionale) Produzione integrata Metodi di irrigazione a elevata efficienza Incremento e conservazione della s.organica del suolo (apporti, agricoltura conservativa) Rotazioni colturali; conversione seminativi in foragg. permanenti Interventi per la biodiversità nelle risaie Sistemipascoliviestensivi Mantenimento di siepi, filari, aree umide (collegata con mis. art. 17 lett.d Investimenti non produttivi ) coltivazione a perdere per la fauna selvatica; gestione fasce marginali dei campi 20/06/14

45 piemonte Fondi strutturali e di investimento europei : il PSR Azioni agro climatico ambientali (art. 28) (testo sottoposto al partenariato regionale) Allevamento razze locali Coltivazione di varietà locali 20/06/14

46 piemonte Fondi strutturali e di investimento europei : il PSR SOTTOMISURA: Investimenti non produttivi : Realizzazione di formazioni naturaliformi arbustive e arboree; realizzazione di aree umide; installazione di nidi artificiali, posatoi strutture per osservazione fauna, percorsi e aree di sosta; interventi per recupero di suolo ad attività agricola 20/06/14

47 piemonte Fondi strutturali e di investimento europei : il PSR MISURA 11: (art.29) biologica Agricoltura SOTTOMISURA: Conversione ai metodi dell agricoltura biologica Codice 11.1 SOTTOMISURA: Mantenimento dei metodi dell agricoltura biologica Codice /06/14

48 Linee guida della Commissione Europea: predisposizione di azioni agro-climatico-ambientali definizione chiara di baseline e impegni dimostrazione dei benefici ambientali verificabilità degli impegni giustificazione dei premi

49

50 Grazie per l attenzione Mario Perosino Giovanni Scanabissi Regione Piemonte Direzione Agricoltura Master Sostenibilità del territorio e della filiera agroalimentare. Torino, 24 maggio 2014

Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità

Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità ECORICE e le prospettive future Le misure dello sviluppo rurale a favore della biodiversità Mario Perosino Regione Piemonte Direzione Agricoltura mario.perosino@regione.piemonte.it ECORICE e le prospettive

Dettagli

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) FEASR 2014 2020

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) FEASR 2014 2020 PROGRAMMAZIONE 2014 2020 Valutazione Ambientale Strategica Programma Operativo Regionale FESR Programma di Sviluppo Rurale FEASR Forum Pubblico e prima Conferenza di Valutazione Il Programma di Sviluppo

Dettagli

Sviluppo rurale e approccio LEADER nella programmazione2014-2020. Pierpaolo Pallara

Sviluppo rurale e approccio LEADER nella programmazione2014-2020. Pierpaolo Pallara Sviluppo rurale e approccio LEADER nella programmazione2014-2020 Pierpaolo Pallara Mesagne, 7 marzo 2014 In quale contesto si inserisce il nuovo processo di programmazione della politica di sviluppo rurale

Dettagli

La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020

La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020 La proposta di PSR della Regione Piemonte 2014-2020 Dotazione finanziaria SPESA PUBBLICA: 1.092 Meuro FEASR: 471,3 Meuro STATO: 434,5 Meuro REGIONE: 186,2 Meuro (ca. 26 Meuro/anno) 2014 2015 2016 2017

Dettagli

il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR)

il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) Le priorità e le sfide da affrontare nella programmazione 2014-2020: il Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) Claudio Sacchetto Assessore all Agricoltura e foreste e alla caccia e pesca

Dettagli

Struttura e scelte del nuovo PSR

Struttura e scelte del nuovo PSR Incontro tecnico Sostenibilità ambientale dell'azienda agricola di domani Le misure del nuovo PSR Venerdì 12 settembre 2014 Ore 9,45 Tecnopolo di Reggio Emilia Piazzale Europa, 1 - Reggio Emilia Struttura

Dettagli

Lo Sviluppo Rurale in Abruzzo nel 2014-2020

Lo Sviluppo Rurale in Abruzzo nel 2014-2020 Incontro con il Partenariato Lo Sviluppo Rurale in Abruzzo nel 2014-2020 Dall analisi alla costruzione della strategia Emanuele Blasi e Barbara Pancino Università degli Studi della Tuscia Viterbo Venerdì

Dettagli

Verso la nuova PAC 2014-2020 per lo sviluppo rurale in Toscana

Verso la nuova PAC 2014-2020 per lo sviluppo rurale in Toscana Verso la nuova PAC 2014-2020 per lo sviluppo rurale in Toscana Roberto Pagni Regione Toscana Dirigente Settore Politiche Comunitarie e Regionali per la competitività Convegno Il sistema agroalimentare

Dettagli

Per coltivare. un futuro sostenibile. Breve guida al PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia

Per coltivare. un futuro sostenibile. Breve guida al PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia Per coltivare un futuro sostenibile Breve guida al PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia CHE COS È IL PSR Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) è lo strumento di attuazione del Fondo Europeo Agricolo

Dettagli

ORIENTAMENTI PAC PER LA MONTAGNA 2014 /2020. ESISTE UNA PAC AL FEMMINILE? Cristina Tinelli, e Euroconsulting Trento, 30 novembre 2013

ORIENTAMENTI PAC PER LA MONTAGNA 2014 /2020. ESISTE UNA PAC AL FEMMINILE? Cristina Tinelli, e Euroconsulting Trento, 30 novembre 2013 ORIENTAMENTI PAC PER LA MONTAGNA 2014 /2020. ESISTE UNA PAC AL FEMMINILE? Cristina Tinelli, e Euroconsulting Trento, 30 novembre 2013 La PAC e le donne La PAC non è una politica rosa L agricoltura è ancora

Dettagli

PSR 2014-2020. La Struttura e i contenuti del futuro programma. Bologna - luglio 2014

PSR 2014-2020. La Struttura e i contenuti del futuro programma. Bologna - luglio 2014 PSR 2014-2020 La Struttura e i contenuti del futuro programma Bologna - luglio 2014 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Europa 2020: linee guida generali Quadro Strategico Nazionale (QSC), Position Paper, e l Accordo

Dettagli

Lo Sviluppo Rurale verso il 2020 Accordo / Contratto di partenariato

Lo Sviluppo Rurale verso il 2020 Accordo / Contratto di partenariato Lo Sviluppo Rurale verso il 2020 Accordo / Contratto di partenariato Comitato di Sorveglianza PSR 2007/2013 Olof S. Roma, 31 Maggio 2012 Indice 1. Il contesto della riforma 2. L approccio alla programmazione

Dettagli

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013

La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 La Politica Agricola Comune, i Programmi di Sviluppo Rurale e la Rete Natura 2000 Stato attuale e quadro post 2013 Luigi Servadei Ministero Luogo e delle datapolitiche Agricole, D.G. Sviluppo Rurale Rete

Dettagli

Il 2 pilastro della PAC nuove prospettive per i PSR

Il 2 pilastro della PAC nuove prospettive per i PSR ARDAF e Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Roma Il 2 pilastro della PAC nuove prospettive per i PSR «La riforma della PAC e l attuazione del nuovo regime dei pagamenti diretti in Italia:

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana: attuazione. Roberto Pagni Regione Toscana 7 marzo 2016 Consiglio Regionale

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana: attuazione. Roberto Pagni Regione Toscana 7 marzo 2016 Consiglio Regionale Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Toscana: le opportunità e lo stato di attuazione Roberto Pagni Regione Toscana 7 marzo 2016 Consiglio Regionale 1 Le risorse Toscana: 962 milioni risorse

Dettagli

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato Costruiamo la strategia: dall analisi di contesto ai fabbisogni Luca Cesaro INEA Trentino Alto Adige Trento, 6 marzo 2014 Fasi di

Dettagli

NUOVA PROGRAMMAZIONE 2014-2020

NUOVA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 PSR 2007-20132013 Nuova programmazione 2014-20202020 La Spezia, 14 dicembre 2012 - Sede della Provincia (Via Vittorio Veneto, 2) SETTORE POLITICHE AGRICOLE E DELLA PESCA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2014-2020

Dettagli

IL SECONDO PILASTRO DELLA PAC: LA POLITICA DI SVILUPPO RURALE

IL SECONDO PILASTRO DELLA PAC: LA POLITICA DI SVILUPPO RURALE IL SECONDO PILASTRO DELLA PAC: LA POLITICA DI SVILUPPO RURALE L'ultima riforma della politica agricola comune (PAC) ha mantenuto la struttura a due pilastri di questa politica, e lo sviluppo rurale continua

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO Ipotesi e proposte nel contesto del nuovo ciclo di programmazione dei Fondi strutturali 2014/2020

LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO Ipotesi e proposte nel contesto del nuovo ciclo di programmazione dei Fondi strutturali 2014/2020 LE OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO Ipotesi e proposte nel contesto del nuovo ciclo di programmazione dei Fondi strutturali 2014/2020 Floriana Clemente Direzione Ambiente Robassomero, 11 dicembre 2013 Le risorse:

Dettagli

FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE (FEASR) PROGRAMMAZIONE 2014-2020. Consultazione online del partenariato - Le sottomisure del PSR

FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE (FEASR) PROGRAMMAZIONE 2014-2020. Consultazione online del partenariato - Le sottomisure del PSR FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE (FEASR) PROGRAMMAZIONE 2014-2020 Consultazione online del partenariato - Le sottomisure del PSR Indice dei contenuti 1. Premessa 2. Prima fase del percorso

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 4 5 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia

La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia La politica di sviluppo rurale e il PSR 2007-2013 della Lombardia Roberto Pretolani Dipartimento di Economia e Politica Agraria, Agro-alimentare e Ambientale Università degli Studi di Milano La politica

Dettagli

Le misure del nuovo PSR

Le misure del nuovo PSR Incontro tecnico Sostenibilità ambientale dell'azienda agricola di domani ARIA- SUOLO: NOVITA' PER IL PSR 2014-2020 Le misure del nuovo PSR Venerdì 12 settembre 2014 Ore 9,45 Tecnopolo di Reggio Emilia

Dettagli

Dsa3 Università di Perugia

Dsa3 Università di Perugia Dsa3 Università di Perugia Perugia, 3 ottobre 2014 Seminario Agricoltura familiare: riflessioni per una società più sostenibile La PAC 2014-2020 e l agricoltura familiare Angelo Frascarelli Docente di

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 della Regione Friuli Venezia Giulia SETTEMBRE 2014

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 della Regione Friuli Venezia Giulia SETTEMBRE 2014 IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 della Regione Friuli Venezia Giulia SETTEMBRE 2014 Attività di preparazione Ottobre 2010: La Commissione licenzia il Documento Europa 2020: per una crescita intelligente,

Dettagli

BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI. DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia

BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI. DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia Programma Sviluppo Rurale introduzione La prima bozza del Programma per

Dettagli

Il NUOVO PSR PUGLIA IISS L.G.M. Columella

Il NUOVO PSR PUGLIA IISS L.G.M. Columella Il NUOVO PSR PUGLIA IISS L.G.M. Columella Opportunità di Finanziamento per i Giovani Relatore: Dr. Agr. Andrea Antonio PANICO Lecce, li 21/02/2015 Confederazione Italiana Agricoltori Lecce- Nuovo PSR PUGLIA

Dettagli

LA NUOVA PAC 2014-2020

LA NUOVA PAC 2014-2020 GRUPPO 2013 LA NUOVA PAC 2014-2020 Un analisi delle proposte della Commissione A cura di Fabrizio De Filippis Contributi di: Ferdinando Albisinni, Giovanni Anania, Giuseppe Blasi, Vasco Boatto, Gabriele

Dettagli

Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 GAL Tuscia Romana. Crescere insieme: opportunità e risorse

Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 GAL Tuscia Romana. Crescere insieme: opportunità e risorse Piano di Sviluppo Locale 2014-2020 GAL Tuscia Romana Crescere insieme: opportunità e risorse MISURA 4 INVESTIMENTI IN IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI P1-6 4 MISURA 4 Investimenti in immobilizzazioni materiali

Dettagli

Programmazione 2014-2020

Programmazione 2014-2020 Programmazione 2014-2020 Enrica Addis Assessorato dell agricoltura e riforma agropastorale Servizio Programmazione, controllo e innovazione in agricoltura L agricoltura in Sardegna I dati del censimento

Dettagli

PSR 2014-2020 Guida alla consultazione online del Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Trento

PSR 2014-2020 Guida alla consultazione online del Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Trento PSR 2014-2020 Guida alla consultazione online del Programma di Sviluppo Rurale della Provincia Autonoma di Trento L agricoltura trentina prende quota! I 5 passi per consultare facilmente online il PSR

Dettagli

FEASR SVILUPPO RURALE 2014-2020. dott. agr. Filippo Sbuelz Venerdì 3.10.2014 Sede EnAIP Gorizia Via del Boschetto, 37

FEASR SVILUPPO RURALE 2014-2020. dott. agr. Filippo Sbuelz Venerdì 3.10.2014 Sede EnAIP Gorizia Via del Boschetto, 37 FEASR SVILUPPO RURALE 2014-2020 dott. agr. Filippo Sbuelz Venerdì 3.10.2014 Sede EnAIP Gorizia Via del Boschetto, 37 1) DOTAZIONE FINANZIARIA UE 95,3 MILIARDI EURO Italia 10,4 MILIARDI EURO + cofinanziamento

Dettagli

Dott. Augusto Buldrini Responsabile Servizio Aiuti alle imprese e promozione Regione Umbria

Dott. Augusto Buldrini Responsabile Servizio Aiuti alle imprese e promozione Regione Umbria Dott. Augusto Buldrini Responsabile Servizio Aiuti alle imprese e promozione Regione Umbria INFO(PAC)K: LA PAC INFORMA. Progetto cofinanziato dal PSR Umbria 2007-2013 misura 111, azione a) Attività informative:

Dettagli

PSR e agricoltura conservativa: quali opportunità per le aziende agricole?

PSR e agricoltura conservativa: quali opportunità per le aziende agricole? PSR e agricoltura conservativa: quali opportunità per le aziende agricole? Convegno «Agricoltura conservativa dalla teoria alla pratica Cover crop e fertilità del suolo» Chiara Carasi Regione Lombardia

Dettagli

il Programma di sviluppo rurale della Regione Piemonte 2014 2020

il Programma di sviluppo rurale della Regione Piemonte 2014 2020 contratto di lago Le opportunità di finanziamento. Ipotesi e proposte nel contesto del nuovo ciclo di programmazione dei Fondi europei: il Programma di sviluppo rurale della Regione Piemonte 2014 2020

Dettagli

Strumenti della nuova PAC per l attuazione del Piano nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari

Strumenti della nuova PAC per l attuazione del Piano nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Strumenti della nuova PAC per l attuazione del Piano nazionale sull uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Dr. Giuseppe CACOPARDI MIPAAF Direzione Generale Sviluppo Rurale PRIORITÀ DELL UNIONE IN MATERIA

Dettagli

Misura 2 Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole

Misura 2 Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-20 Misura 2 Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole Sottomisura 2.1 Sostegno ad avvalersi di servizi di consulenza

Dettagli

Progetto FA.RE.NA.IT

Progetto FA.RE.NA.IT Progetto FA.RE.NA.IT W kh R i Workshop Regione Molise M li Stato di attuazione delle misure del S di i d ll i d l PSR e prospettive future in Molise p p f Dott. For. Nicola Pavone Dott For Nicola Pavone

Dettagli

Reg. UE 1305/2013 Bozza PSR 2014 2020 Presentazione delle misure per l agricoltura

Reg. UE 1305/2013 Bozza PSR 2014 2020 Presentazione delle misure per l agricoltura Reg. UE 1305/2013 Bozza PSR 2014 2020 Presentazione delle misure per l agricoltura (Riccardo Brocardo) Torino, 20 febbraio 2014 Incontro con il partenariato 1 TRASFERIMENTO DI CONOSCENZE E AZIONI DI INFORMAZIONE

Dettagli

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA

UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA Regione Puglia FEASR 2007 -- 2013 Programma di Sviluppo Rurale 22 00 00 77 -- 22 00 11 33 M aa rr zz oo 22 00 11 00 MISURA 114 1. Titolo della Misura Utilizzo

Dettagli

Genova, Villa Bombrini, 19 marzo 2015 AUTORITA DI GESTIONE DEL PSR

Genova, Villa Bombrini, 19 marzo 2015 AUTORITA DI GESTIONE DEL PSR Genova, Villa Bombrini, 19 marzo 2015 AUTORITA DI GESTIONE DEL PSR Presentazione I finanziamenti per il mondo rurale : brevissima storia di un cambiamento Il PSR 2014/2020: come è nato e a che punto siamo

Dettagli

ALLEGATO _C_ Dgr n. 440 del 31/03/2015 pag. 53/74

ALLEGATO _C_ Dgr n. 440 del 31/03/2015 pag. 53/74 ALLEGATO _C_ Dgr n. 440 del 31/03/2015 pag. 53/74 REGIONE DEL VENETO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE PER IL VENETO 2014-2020 BANDO PUBBLICO REG UE 1305/2013, Art. 29 Priorità dello sviluppo rurale Focus area

Dettagli

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15)

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2 DESCRIZIONE DELLA MISURA 8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2.2.1 Base Giuridica Art.

Dettagli

Andando Verso il Nuovo. Piano di Sviluppo Rurale della Toscana 2014 2020.

Andando Verso il Nuovo. Piano di Sviluppo Rurale della Toscana 2014 2020. Andando Verso il Nuovo Piano di Sviluppo Rurale della Toscana 2014 2020. Report - Attività Professionale Periodo di Spesa 2007 2013. Fondo F.E.A.S.R. Codice Fiscale e P.IVA 02035130513 - Via C. Concini

Dettagli

Sviluppo rurale e programmi Life per la diffusione ed il sostegno dell'agricoltura conservativa e biologica Cremona, 3 marzo 2015

Sviluppo rurale e programmi Life per la diffusione ed il sostegno dell'agricoltura conservativa e biologica Cremona, 3 marzo 2015 Sviluppo rurale e programmi Life per la diffusione ed il sostegno dell'agricoltura conservativa e biologica Cremona, 3 marzo 2015 Alberto Lugoboni Regione Lombardia - DG Agricoltura Coordinatore LIFE 12/ENV//IT/578

Dettagli

Possibilità e convenienza della coltivazione di biomasse legnose

Possibilità e convenienza della coltivazione di biomasse legnose Possibilità e convenienza della coltivazione di biomasse legnose Dagli incentivi del prossimo P.S.R. al greening della nuova PAC Relatore: Dott. Alessandro Pasini Una nuova agricoltura compatibile con

Dettagli

PSR 2014-2020. Le novità. Bologna 22 maggio 2015

PSR 2014-2020. Le novità. Bologna 22 maggio 2015 PSR 2014-2020 Le novità Bologna 22 maggio 2015 Le condizionalità Ex ante Reg. Ue 1303/2013 - Articolo 2 Definizioni 33) "condizionalità ex ante applicabile": rappresenta un pre- requisito per l'efficace

Dettagli

Scheda informative sul Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Veneto

Scheda informative sul Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Veneto Scheda informative sul Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Veneto Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Veneto è stato formalmente adottato dalla Commissione Europea il 26

Dettagli

Il PSR 2014-2020 della Toscana

Il PSR 2014-2020 della Toscana Il PSR 2014-2020 della Toscana Roberto Pagni Regione Toscana Conferenza: Le opportunità offerte dalla nuova programmazione dei PSR per lo sviluppo sostenibile delle aree rurali, IFOA-AIAB Perugia, 21 novembre

Dettagli

La nuova Pac e lo sviluppo rurale. Area Economica Coldiretti

La nuova Pac e lo sviluppo rurale. Area Economica Coldiretti La nuova Pac e lo sviluppo rurale Area Economica Coldiretti Intero periodo (mlrd di a prezzi 2011) Budget agricolo QFP Totale Pac totale Aiuti diretti UE Italia UE Italia UE Italia QFP attuale 2007-13

Dettagli

Reg. UE 1305/2013 Bozza PSR 2014 2020

Reg. UE 1305/2013 Bozza PSR 2014 2020 Reg. UE 1305/2013 Bozza PSR 2014 2020 Misura 7 Servizi di base e rinnovamento dei villaggi Misura 19 LEADER Bianca Maria Eula Direzione opere pubbliche, difesa del suolo, economia montana e foreste Torino,

Dettagli

Progetto STABULUM e le filiere corte agroenergetiche nello sviluppo rurale 2014-2020

Progetto STABULUM e le filiere corte agroenergetiche nello sviluppo rurale 2014-2020 Progetto STABULUM e le filiere corte agroenergetiche nello sviluppo rurale 2014-2020 Obiettivi della Misura 124 (1) La Misura ha sostenuto progetti di cooperazione per lo sviluppo e la sperimentazione

Dettagli

Il sostegno allo sviluppo rurale nell ambito della PAC e della programmazione dei fondi strutturali e di investimento europei (SIE) 2014-2020

Il sostegno allo sviluppo rurale nell ambito della PAC e della programmazione dei fondi strutturali e di investimento europei (SIE) 2014-2020 Il sostegno allo sviluppo rurale nell ambito della PAC e della programmazione dei fondi strutturali e di investimento europei (SIE) 2014-2020 Mario Perosino Regione Piemonte Direzione Agricoltura mario.perosino@regione.piemonte.it

Dettagli

Cofinanziato dalla Commissione Europea

Cofinanziato dalla Commissione Europea Cofinanziato dalla Commissione Europea LA NUOVA PAC A partire da Gennaio 2015 Approccio più mirato e adattabile rispetto al passato Ampia scelta di regimi e misure facoltativi Possibilità di trasferimenti

Dettagli

La PAC dopo il 2014: condizionalità, greening e II pilastro

La PAC dopo il 2014: condizionalità, greening e II pilastro La PAC dopo il 2014: condizionalità, greening e II pilastro Patrizia Borsotto Agripiemonteform, 28 ottobre 2014 Presentazione Condizionalità CGO e BCAA Breve storia Post 2013 Sviluppo rurale Condizionalità,

Dettagli

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali

PSR 2014-2020: le prospettive provinciali PSR 2014-2020: le prospettive provinciali Incontro con il partenariato PSR: fra competitività e diversificazione Stella Caden Servizio Agricoltura - PAT Trento, 6 marzo 2014 Fasi principali della Programmazione

Dettagli

Infrastrutture verdi e greening in agricoltura: un ambito di contatto tra fondi SIE europei 2014-2020 e nuova PAC

Infrastrutture verdi e greening in agricoltura: un ambito di contatto tra fondi SIE europei 2014-2020 e nuova PAC Convegno CATAP Riflessi della nuova Politica Agricola Comune 2014-2020 sull ambiente e sul paesaggio in Italia. Roma, 19 giugno 2014 Infrastrutture verdi e greening in agricoltura: un ambito di contatto

Dettagli

Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia

Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia Zola fa agricoltura Il Mondo contadino dal seminativo alla zootecnia I sostegni alle imprese agricole per la competitività e la diversificazione dei redditi Zola Predosa 29 ottobre 2011 Zola fa agricoltura

Dettagli

Le linee strategiche del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020

Le linee strategiche del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 SERVIZIO AMBIENTE E AGRICOLTURA Le linee strategiche del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Lorenzo Bisogni Incontro con i Sindaci delle 5 Province settembre 2015 1 I temi della relazione Le strategie

Dettagli

MISURA 7 Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali. TOTALE DI MISURA 61.359.114,10 (QUOTA FEASR 26.458.050)

MISURA 7 Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali. TOTALE DI MISURA 61.359.114,10 (QUOTA FEASR 26.458.050) MISURA 7 Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone. (ex M. 313, M. 321, M. 322, 323, artt. 19 e 20 Reg. UE 1305/2013) TOTALE DI MISURA 61.359.114,10 (QUOTA FEASR 26.458.050) Per le spese ammissibili

Dettagli

Le Misure del PSR proposte per la Montagna e le Foreste in attuazione del Documento Strategico Unitario (DSU) 2014 20 della Regione Piemonte

Le Misure del PSR proposte per la Montagna e le Foreste in attuazione del Documento Strategico Unitario (DSU) 2014 20 della Regione Piemonte Le Misure del PSR proposte per la Montagna e le Foreste in attuazione del Documento Strategico Unitario (DSU) 2014 20 della Regione Piemonte Assessorato allo Sviluppo della Montagna e alle Foreste Incontro

Dettagli

Il PSR 2014 2020 e le azioni agro climatico ambientali. Patrizia Rossi Giovanni Soldato LIPU BirdLife Italia

Il PSR 2014 2020 e le azioni agro climatico ambientali. Patrizia Rossi Giovanni Soldato LIPU BirdLife Italia Il PSR 2014 2020 e le azioni agro climatico ambientali Patrizia Rossi Giovanni Soldato LIPU BirdLife Italia Regolamento 1305/2013 Articolo 14 Articolo 15 Articolo 16 Articolo 17 Articolo 18 Trasferimento

Dettagli

Il quadro normativo. 1 Si fa presente che per la definizione della scheda, si è utilizzato come documento di riferimento, per il FSE, l ultima

Il quadro normativo. 1 Si fa presente che per la definizione della scheda, si è utilizzato come documento di riferimento, per il FSE, l ultima Il quadro normativo Le proposte di Regolamento per la programmazione 2014-2020 vedono alcune innovazioni rispetto all attuale periodo di programmazione di particolare rilevanza e impatto per la definizione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3

AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 AVVISO PUBBLICO P R O G R A M M A D I S V I L U P P O R U R A L E D E L L A R E G I O N E C A L A B R I A 2 0 0 7-2 0 1 3 A S S E 2 : M I G L I O R A M E N T O D E L L A M B I E N T E E D E L L O S P A

Dettagli

La PAC dopo il 2014: condizionalità e greening

La PAC dopo il 2014: condizionalità e greening La PAC dopo il 2014: condizionalità e greening Patrizia Borsotto Agripiemonteform, 28 ottobre 2014 Presentazione Percorso storico della PAC Le tappe della nuova PAC Obiettivi della nuova PAC Strumento

Dettagli

Vercelli ARCA 2 luglio 2015 Nutrirsi di paesaggio TERRITORIO AGRARIO E NUOVA PAC, LE STRATEGIE EUROPEE

Vercelli ARCA 2 luglio 2015 Nutrirsi di paesaggio TERRITORIO AGRARIO E NUOVA PAC, LE STRATEGIE EUROPEE Vercelli ARCA 2 luglio 2015 Nutrirsi di paesaggio TERRITORIO AGRARIO E NUOVA PAC, LE STRATEGIE EUROPEE LA POLITICA AGRICOLA COMUNITARIA PRIMO PILASTRO (pagamenti diretti) PAGAMENTO UNICO AZIENDALE GREENING

Dettagli

GUIDA AL PSR PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE VENETO 2014-2020

GUIDA AL PSR PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE VENETO 2014-2020 GUIDA AL PSR PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE VENETO 2014-2020 Orientarsi nel mondo dello sviluppo rurale Le finalità della Guida al PSR Veneto 2014-2020 Il Programma di sviluppo rurale (PSR) è lo strumento

Dettagli

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave:

La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole chiave: 2 3 scheda SEZIONE C: SCHEDA La strategia di sviluppo rurale del Friuli Venezia Giulia 2014-2020 in breve La politica regionale di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020 sarà improntata a quattro parole

Dettagli

LA NUOVA PAC 2014-2020 BOLOGNA 6 FEBBRAIO 2 0 1 4

LA NUOVA PAC 2014-2020 BOLOGNA 6 FEBBRAIO 2 0 1 4 LA NUOVA PAC 2014-2020 BOLOGNA 6 FEBBRAIO 2 0 1 4 Regolamento su aspetti finanziari, gestionali e di monitoraggio per la PAC Politiche UE post 2013 1 PILASTRO 2 PILASTRO FONDI STRUTTURALI Aiuti di Mercato

Dettagli

Il Piano di Sviluppo Rurale 2014 2020 per il miglioramento dei boschi

Il Piano di Sviluppo Rurale 2014 2020 per il miglioramento dei boschi Franco Licini Direzione opere pubbliche, difesa del suolo, economia montana e foreste Il Piano di Sviluppo Rurale 2014 2020 per il miglioramento dei boschi IL VALORE DEL BOSCO PER IL PAESAGGIO Giovedì

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014 2020

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014 2020 Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2014 2020 2020 Indice PSR: introduzione Il percorso del PSR Veneto 2014 2020 Competenze nel PSR Veneto Struttura del PSR Veneto 2014 2020 I possibili beneficiari

Dettagli

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO

I pagamenti diretti 2015 2020 UN CANTIERE APERTO I pagamenti diretti 2015 2020 2020 UN CANTIERE APERTO Gli Obiettivi della Nuova PAC Gli Obiettivi della Nuova PAC La strategia Europa 2020 ha indicato la mission generale della nuova Pac, che si propone

Dettagli

Conferenza stampa APPROVAZIONE PSR BASILICATA 2014-2020

Conferenza stampa APPROVAZIONE PSR BASILICATA 2014-2020 Conferenza stampa APPROVAZIONE PSR BASILICATA 2014-2020 Assessore Regionale Luca Braia Giovanni Oliva - Vittorio Restaino Dipartimento Politiche Agricole e Forestali - Regione Basilicata Potenza - Sala

Dettagli

Il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013

Il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 Il Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 Le opportunità per le aziende agricole FINANZIAMENTI IN AGRICOLTURA FINANZIAMENTI COMUNITARI I PILASTRO Politica dei Mercati OCM PAC II PILASTRO Sviluppo rurale -

Dettagli

Il ruolo delle foreste nella Strategia Nazionale per la Biodiversità

Il ruolo delle foreste nella Strategia Nazionale per la Biodiversità Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Le risorse forestali nazionali e i servizi eco-sistemici Il ruolo delle istituzioni ROMA - 6 dicembre 2011 Il ruolo delle foreste nella Strategia

Dettagli

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 5.3.1.1.4 Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali 1. Denominazione della Misura: Ricorso a servizi di consulenza da parte degli imprenditori agricoli e forestali

Dettagli

Agroforestry e PAC in Italia

Agroforestry e PAC in Italia Agroforestry e PAC in Italia Andrea Pisanelli andrea.pisanelli@ibaf.cnr.it Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Biologia Agroambientale e Forestale Adolfo Rosati adolfo.rosati@entecra.it Consiglio

Dettagli

PIOPPI DI GRANDI DIMENSIONI CON LE PIANTAGIONI POLICICLICHE

PIOPPI DI GRANDI DIMENSIONI CON LE PIANTAGIONI POLICICLICHE PIOPPI DI GRANDI DIMENSIONI CON LE PIANTAGIONI POLICICLICHE PIANTAGIONI POLICICLICHE POTENZIALMENTE PERMANENTI (4P): PROPOSTE DEL LIFE+ INBIOWOOD Roberto Zampieri Roberto Zampieri Regione del Veneto INBIOWOOD:

Dettagli

Il piano di sviluppo rurale 2013-2020 in Italia

Il piano di sviluppo rurale 2013-2020 in Italia Il piano di sviluppo rurale 2013-2020 in Italia Il piano di sviluppo rurale 2013-2020 in Italia Un approccio Regionale in un quadro nazionale 21 piani regionali Le misure prevalenti per la castanicoltura

Dettagli

Piani di Sviluppo Rurale e sostegno finanziario delle misure previste dal PAN: l esperienza della Regione Veneto

Piani di Sviluppo Rurale e sostegno finanziario delle misure previste dal PAN: l esperienza della Regione Veneto Verona 9 aprile 2014 Piani di Sviluppo Rurale e sostegno finanziario delle misure previste dal PAN: l esperienza della Regione Veneto Regione Veneto Dipartimento Agricoltura e Sviluppo Rurale Sezione Agroambiente

Dettagli

VERSO IL NUOVO PSL 2014-2020 Incontro pubblico

VERSO IL NUOVO PSL 2014-2020 Incontro pubblico VERSO IL NUOVO PSL 2014-2020 Incontro pubblico Torre di Mosto, 12 novembre 2015 VeGAL: il PSL risultati 2007/13 ll Programma di Sviluppo Locale (PSL) Itinerari, paesaggi e prodotti della terra gestito

Dettagli

OPPORTUNITÀ DI FINANZA AGEVOLATA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 PER GLI INVESTIMENTI NELL AGRICOLTURA IN ROMANIA

OPPORTUNITÀ DI FINANZA AGEVOLATA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 PER GLI INVESTIMENTI NELL AGRICOLTURA IN ROMANIA OPPORTUNITÀ DI FINANZA AGEVOLATA DELLA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 PER GLI INVESTIMENTI NELL AGRICOLTURA IN ROMANIA A cura di: Adriana Zecchetto 20 Febbraio 2014 www.boscoloromania.ro 1 Contesto della programmazione

Dettagli

BIODIVERSITÀ NELL AGROECOSISTEMA

BIODIVERSITÀ NELL AGROECOSISTEMA BIODIVERSITÀ NELL AGROECOSISTEMA po p i l i F ri Alleg Zurla G ia Barbi er i nluca Luca 2^C a.s. 2013/2014 COS È LA BIODIVERSITÀ È LA VARIETÀ DI SPECIE ANIMALI E VEGETALI PRESENTI NELLA BIOSFERA PERCHÉ

Dettagli

Analisi di contesto, SWOT e identificazione dei fabbisogni per le TEMATICHE AMBIENTALI. una prima riflessione

Analisi di contesto, SWOT e identificazione dei fabbisogni per le TEMATICHE AMBIENTALI. una prima riflessione Analisi di contesto, SWOT e identificazione dei fabbisogni per le TEMATICHE AMBIENTALI una prima riflessione Sabrina Speciale - Servizio Agricoltura Forestazione e Pesca Un work in progress Gli indicatori

Dettagli

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Carlo Zaghi Dirigente Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali

Dettagli

Le opportunità offerte dai nuovi PSR alla zootecnia biologica CREMONA 28 ottobre 2015 Flaminia Ventura Una misura dedicata la Misura 11 Agricoltura Biologica Aiuti a superficie per: Conversione alle pratiche

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 808/2014 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 808/2014 DELLA COMMISSIONE L 227/18 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 31.7.2014 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 808/2014 DELLA COMMISSIONE del 17 luglio 2014 recante modalità di applicazione del 1305/2013 del Parlamento europeo

Dettagli

Capitolo POLITICA DI SVILUPPO RURALE

Capitolo POLITICA DI SVILUPPO RURALE Capitolo POLITICA DI SVILUPPO RURALE 4.1 Dallo sviluppo agricolo allo sviluppo rurale Le zone rurali (che costituiscono circa l 80% del territorio comunitario) sono generalmente caratterizzate da una prevalenza

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-20

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-20 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-20 Misura 10 Pagamenti agro climatico ambientali Sottomisura 10.1 Pagamenti per impegni agro climatico ambientali Tipo di operazione 10.1.5 Coltivazione delle varietà

Dettagli

QUADRO NAZIONALE DELLE MISURE FORESTALI

QUADRO NAZIONALE DELLE MISURE FORESTALI DOCUMENTO DI LAVORO Rete Rurale Nazionale GdL Foreste QUADRO NAZIONALE DELLE MISURE FORESTALI NELLO SVILUPPO RURALE (FEASR) 2014-2020 Quadro di riferimento e indirizzo per gli interventi forestali potenzialmente

Dettagli

CESAR - ASNACODI. Assisi, 31 gennaio 2014. Convegno IL FUTURO DELLA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTRA TRA CAMBIAMENTI CLIMATICI E NUOVA PAC

CESAR - ASNACODI. Assisi, 31 gennaio 2014. Convegno IL FUTURO DELLA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTRA TRA CAMBIAMENTI CLIMATICI E NUOVA PAC CESAR - ASNACODI Assisi, 31 gennaio 2014 Convegno IL FUTURO DELLA GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTRA TRA CAMBIAMENTI CLIMATICI E NUOVA PAC La riforma della Pac Europa 2020 e la gestione del rischio Angelo

Dettagli

LE POLITICHE DI SVILUPPO RURALE 2014 2020

LE POLITICHE DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 LA NUOVA POLITICA AGRICOLA COMUNE 2014-2020 LE POLITICHE DI SVILUPPO RURALE 2014 2020 Danilo Bertoni Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi Università degli Studi di Milano Regione

Dettagli

La Politica Agricola Comune verso il 2020

La Politica Agricola Comune verso il 2020 La Politica Agricola Comune verso il 2020 Senato della Repubblica Italiana audizione del 25 Marzo 2014 DG Agricoltura e Sviluppo Rurale Commissione UE Dr Innamorati Angelo Schema della presentazione 1.

Dettagli

Intervento alla Tavola Rotonda «Quali strumenti per una governanceefficace delle relazioni tra sistema agro-forestale e territorio?

Intervento alla Tavola Rotonda «Quali strumenti per una governanceefficace delle relazioni tra sistema agro-forestale e territorio? Convegno CATAP Riflessi della nuova Politica Agricola Comune 2014-2020 sull ambiente e sul paesaggio in Italia. Roma, 19 giugno 2014 Intervento alla Tavola Rotonda «Quali strumenti per una governanceefficace

Dettagli

CESAR - ASNACODI. Perugia, 21 gennaio 2012. Convegno GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTRA: LE SFIDE DELLA NUOVA PAC

CESAR - ASNACODI. Perugia, 21 gennaio 2012. Convegno GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTRA: LE SFIDE DELLA NUOVA PAC CESAR - ASNACODI Perugia, 21 gennaio 2012 Convegno GESTIONE DEL RISCHIO IN AGRICOLTRA: LE SFIDE DELLA NUOVA PAC La riforma della Pac post-2013 e la gestione del rischio in agricoltura Angelo Frascarelli

Dettagli

Ordine Agronomi di Venezia

Ordine Agronomi di Venezia Ordine Agronomi di Venezia S.Donà di Piave, 27 giugno 2014 Il ruolo dell agronomo nella gestione delle filiere sostenibili promosse dalla nuova Pac. Focus sulla coltura del mais. Angelo Frascarelli Docente

Dettagli

Titolo: Professionalità e competenze nell Audit aziendale. Dr. ssa Agr. Berna Enrica

Titolo: Professionalità e competenze nell Audit aziendale. Dr. ssa Agr. Berna Enrica Titolo: Professionalità e competenze nell Audit aziendale Dr. ssa Agr. Berna Enrica e-mail: enricaberna@libero.it Cosa è la Condizionalità Allegato III e IV del Reg. UE 1782/03 La Condizionalità è l insieme

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 ARTICOLO 5. PRIORITA DELL UNIONE IN MATERIA DI SVILUPPO RURALE 1. PROMUOVERE IL TRASFERIMENTO DI CONOSCENZE E L INNOVAZIONE NEL SETTORE AGRICOLO E FORESTALE E NELLE

Dettagli

Europa 2020 Obiettivi:

Europa 2020 Obiettivi: Europa 2020 Obiettivi: 1. Occupazione 2. R&S innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni) dell'ue aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE. Seduta del 9/03/2016

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE. Seduta del 9/03/2016 Deliberazione n. 21 del 9/03/2016 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI GESTIONE Seduta del 9/03/2016 OGGETTO: AIUTI PREVISTI DALLA MISURA 10 DEL P.S.R. 2014-2020 PER LA GESTIONE DI CANNEI, CARICETI,

Dettagli