del presidente CRM: tutti ne parlano Anif: tutti gli uomini MAGAZINE idee per il presente ed il futuro anno III numero 7 ottobre-dicembre 2006 e 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "del presidente CRM: tutti ne parlano Anif: tutti gli uomini MAGAZINE idee per il presente ed il futuro anno III numero 7 ottobre-dicembre 2006 e 1"

Transcript

1 idee per il presente ed il futuro anno III numero 7 ottobre-dicembre 2006 e 1 Trimestrale di informazione economica - In caso di mancato recapito restituire al mittente che si impegna a pagare la relativa tassa Anif: tutti gli uomini del presidente CRM: tutti ne parlano

2

3 di ROBERTO GIUSTI E D I T O R I A L E di Roberto Giusti M A R K E T I N G La filosofia del CRM di Carlo Alberto Bertucci No CRM, no party! di Mauro Gori A S S O C I A T I O N Tutti gli uomini del presidente di Ugo Bentivogli I N T E R V I E W Un destino da numero uno di Ugo Bentivogli F O C U S O N N E W S Martys a tutto corporate! di Francesco Reali Martys meeting di Sara Chiarugi C O N S U L T I N G Il business plan nel fitness club di Andrea Cerbioni C A S E H I S T O R Y Un uomo e il suo sogno di Alberto Balli C O N G R E S S A Verona in forum Anno III numero 7 - Ottobre-Dicembre 2006 Direttore editoriale: Roberto Giusti Direttore responsabile: Ugo Bentivogli Comitato di redazione: Alberto Balli, Mauro Gori, Francesco Reali Direzione, redazione e amministrazione: centro direzionale Leonardo da Vinci Via Rimini, Prato (PO) telefono fax Progetto grafico e impaginazione: Full Print - Ravenna Stampa: Tipografia Moderna - Ravenna Una copia e 1 - Abbonamento annuale (4 numeri) e 2 Registrazione presso il Tribunale di Prato del n. 1/2004 È vietata la riproduzione totale o parziale di articoli, fotografie e illustrazioni pubblicati su Scamper Magazine senza espressa autorizzazione dell editore Editoriale Coloro che compiono un passo nuovo, ma vogliono ancora mantenere qualcosa del vecchio, finiscono straziati dal proprio passato (P. Cohelo) T utti ne parlano. Il CRM ricorda il Graal e come il Graal è un icona misteriosa e ammaliatrice, che va oltre i confini di un processo aziendale e di un software e che, nella filosofia aziendale, da tempo costituisce un ideale ricorrente. Il CRM appare ovunque: nei convegni, nelle riviste, nelle discussioni. È un argomento che esercita un attrazione straordinaria, forse perché ai più sfugge una visione finita del CRM, forse perché il CRM gira intorno a bisogni archetipici dell impresa: profitti più alti, clienti più fedeli, minori costi. Ogni volta il CRM si presenta, come il Graal, sotto una nuova luce. Nella mia attività di consulente aziendale ho sentito usare il termine CRM in mille modi: francamente spesso a sproposito. Come se non bastasse, il concetto di CRM è diventato negli ultimi tempi anche l oggetto del dibattito sull informatizzazione delle aziende. Temi di non poco conto. Ma allora cos è il CRM? Ne parliamo ancora una volta su questo magazine. Tuttavia possiamo certamente anticipare che il CRM è un sistema olistico, un set di strumenti all interno di un più ampio contesto di processi e funzioni, e non certamente un singolo elemento specifico. Ecco perché occorre pianificare un nuovo passo, un progetto CRM che coinvolga tutte le risorse ed i processi aziendali. Il CRM, infatti, è innanzitutto una mentalità che deve partire dalla direzione aziendale e sulla quale occorre investire, in termini di tempo, risorse e credenza. Ridurlo ad un singolo elemento, come molti fanno per banalizzazione, è davvero errato: figurarsi ridurlo ad essere un pezzo in più di un qualsiasi software nato per gestire il controllo degli accessi. Il progetto CRM è un passo forte verso il futuro e l innovazione dell impresa, da farsi con l apporto di partner qualificati, in grado di aiutare e sostenere il cambiamento, con supporti di consulenza, formazione e con strumenti software CRM altamente professionali, web based. Con il progetto CRM si tratta di dare attuazione ad un cambiamento copernicano, capace di interessare ed integrare tutte le funzioni e processi dedicati al cliente: marketing, vendite ed assistenza. Come Amministratore delegato di Scamper posso raccontare la nostra esperienza di progetto interno Scampercrm, iniziata oltre quattro anni fa, che, oggi, è alla sua terza fase, con lo sviluppo anche di una nuova piattaforma software web based. Attraverso la leggenda medievale del Sacro Graal, ognuno di noi può fare un cammino personale verso la felicità che richiede il coraggio di entrare dentro noi stessi. Attraverso il progetto CRM, l impresa può intraprendere un cammino di profonda riorganizzazione verso quello che Francoise Tourniaire ha definito il Paradiso CRM. Buon cammino. Con entusiasmo. 1

4 M A R K E T I N G di CARLO ALBERTO BERTUCCI La filosofia del CRM L'obiettivo è massimizzare il valore delle relazioni tra il centro fitness e il cliente stesso Ogni componente del centro deve mettere il cliente a proprio agio. Con il CRM l'attenzione si sposta dalla cura della singola vendita di un abbonamento o di un singolo prodotto, alla cura della relazione con il cliente durante tutto il suo ciclo di vita. In sostanza, la redditività dell'azienda è vista come dipendente dal comportamento di acquisto dei suoi clienti nel medio-lungo periodo. Per poter fare questo, è necessario che dallo staff commerciale a quello tecnico, l obiettivo e la focalizzazione siano dirette a rafforzare e personalizzare la relazione con l utente. Solo la capacità di ascoltare il cliente e di anticipare con adeguate risposte le sue richieste, può effettivamente produrre il vantaggio competitivo ricercato. È importante sottolineare che un approccio di questo tipo non si traduce in un aumento della pressione commerciale su chi acquista. In buona sostanza il CRM è filosofia, è pensiero che permea l intera azienda e pone al suo centro il cliente, quindi deve essere parte costitutiva della mission e della vision dell impresa. Le palestre ed i centri fitness o wellness, ma anche i centri estetici, pur nelle accezioni del caso, vanno considerate vere e proprie aziende e come tali vanno gestite. Pensate a come sarebbe più gratificante per il centro e per i suoi frequentatori se l approccio quotidiano fosse come nella storia del Signor Prospect che vi sto per raccontare. La storia del Signor Prospect Il Signor Prospect, dopo anni di inattività, si vuole rimettere in forma e perdere i chili di troppo che ha accumulato. I centri oggi sono molto diversi da quelli che lui ricorda. Ha giocato molto a calcio in una squadra del suo paese, in palestra ci andava quando l allenatore lo costringeva e lì vedeva solo body builder e istruttori che lo guardavano di traverso, gli rispondevano a monosillabi, pensando: Non è dei nostri. Da allora non è più entrato in un centro fitness, ha sentito dire che le cose sono molto cambiate, ma non ci crede un gran ché. Pensa: È l entusiasmo dei maniaci del fitness: non pensano altro che ad allenarsi, a stare attenti a quel muscolo che è troppo piccolo, a quella ciccetta che esce dal body. Tuttavia ha preso una decisione, si vuole rimettere in forma, non vuole più sentirsi in affanno quando sale le scale, nemmeno si vuole sentire invecchiare come alcuni suoi coetanei che vede sempre più assomigliare ai loro padri, se non addirittura hai loro nonni. Vuole ritrovare un po della baldanza dei venti anni. Il Signor Prospect ha visto che vicino al suo ufficio c è un centro fitness: sa che qualche collega lo frequenta e ne parla con entusiasmo. Ha sentito che ci sono abbonamenti per le fasce orarie che gli interessano. Riflette: Vado lì, acquisto un mensile, se non mi trovo bene, o non mi piace poco importa. Un mese costa poco, magari acquisterò un abbonamento per allenarmi solo all ora di pranzo, spendendo meno. La visita Prende la borsa, entra nel centro e ad accoglierlo si presenta una ragazza, con un gran sorriso, gli dà la mano e si presenta. Anche il Signor Prospect, a quel 2

5 M A R K E T I N G punto le dice il suo nome. La ragazza, con la sua cartellina, inizia a parlare in modo molto amichevole, gli mostra il centro e chiede se ha mai frequentato un fitness club, come mai ha deciso di ricominciare e, conversando, ogni tanto si sofferma dove vede che il Signor Prospect poggia lo sguardo e gli presenta l istruttore che in quel momento è in sala. Il Signor Prospect osserva e pensa fra sé e sé: Ma come è carina questa ragazza, mi chiama sempre per nome, sembra che sappia già quali sono le mie curiosità e mi risponde, saluta tutti, anche quel vecchio signore che passeggia sul tapis roulant e la ragazzina che sta aspettando la lezione di danza. Devo riconoscere che le cose sono cambiate: almeno questa palestra è diversa da come me la ricordavo io. Poi ancora: Sicuramente sono tutti così gentili perché mi devono vendere l abbonamento, una volta accalappiato le cose cambieranno, verrò qui e nessuno si curerà di me. Intanto la ragazza continua a parlare e a porre domande, annota spesso con cura quello che il Signor Prospect le dice, soprattutto quando le spiega perché si è deciso a tornare in palestra e quali sono i suoi obiettivi. Alla fine del giro, la ragazza fa accomodare il Signor Prospect nel suo ufficio ed inizia ad illustrare l abbonamento che, in base alla chiacchierata fatta, risponde alle sue esigenze: è un annuale con degli ingressi alla zona termale. Il Signor Prospect a questo punto spiega gentilmente che aveva intenzione di acquistare un abbonamento mensile. Ma alla fine della trattativa, il Signor Prospect si convince che la proposta fatta è la migliore, ed acquista. L allenamento Ormai si è fatto tardi e decide di iniziare ad allenarsi il giorno seguente. Sulla via del ritorno ripensa a quello che ha comprato e ha qualche dubbio. È chiaro che il Signor Prospect è un cliente che si può perdere se non ritrova l ambiente o la situazione che hanno reso l acquisto un esperienza positiva. A questo punto, il centro, tutto lo staff commerciale e tecnico, ha l opportunità di rendere anche l allenamento del Signor Prospect un esperienza esaltante e, se riescono a realizzare tutto questo, allora il Signor Prospect continuerà a frequentare sempre più, poiché tutti vogliamo rivivere esperienze gratificanti. Non solo: al raggiungimento dei suoi obiettivi se ne porrà di nuovi, parlerà del centro con entusiasmo e trascinerà altre persone. Continuiamo la nostra storia. La mattina del giorno seguente, il Signor Prospect riceve dal centro un sms, di ringraziamento. E pensa: Però, carini! Sarà sicuramente la prassi. Il Signor Prospect dunque si reca al centro, è un po nervoso, la mattinata al lavoro non è andata bene, ha avuto una brutta discussione, ed ora l idea dell allenamento sembra un peso. Pensa di non ritrovare l atmosfera solare del giorno precedente, poiché la ritiene una strategia per indurlo all acquisto. Alla reception c è una ragazza diversa, il Signor Prospect si dice: Lo sapevo sarà tutto diverso da ieri. Invece anche questa ragazza lo accoglie con un gran sorriso, il Signor Prospect si presenta, lei lo fa passare e dice: La stanno aspettando. Il Signor Prospect rimane piacevolmente colpito: Mi stanno aspettando?. Entra in sala e gli si fa incontro un istruttore piuttosto giovane, magro ed atletico che lo saluta chiamandolo per nome. Il Signor Prospect è sollevato. L istruttore, sembra già sapere tutto di lui, e dei suoi obiettivi. Gli prepara una scheda di allenamento e lo segue con attenzione, ma anche con discrezione. Alla fine della seduta il Signor Prospect è sempre più contento e convinto della scelta fatta. Quando se ne va, c è ancora una ragazza diversa alla reception ed anche questa lo saluta con entusiasmo ed un gran sorriso, lo chiama per nome e gli chiede come è andata. Il Signor Prospect risponde felice: Benissimo grazie. Ed è veramente soddisfatto! Il Signor Prospect fa amicizia con gli altri clienti e, piano piano, considera quell ora in palestra come il momento migliore della sua settimana. Certo ci sono anche i problemi: ieri la doccia era fredda, quel tizio è antipatico, molto antipatico. Ma succede: non importa c è sempre qualcuno che fa in modo tutto funzioni. Un anno dopo È ormai passato un anno, il Signor Prospect ha frequentato con assiduità il centro, ha addirittura arricchito il proprio abbonamento con altri servizi che man mano gli sono stati 3

6 M A R K E T I N G Il centro dell attenzione col CRM diventa il cliente, non il guadagno immediato. proposti, proprio in base a ciò di cui aveva bisogno, a testimonianza che si sente parte di qualcosa: ha acquistato capi di abbigliamento del centro, per Natale ha regalato un abbonamento a sua moglie ed ha convinto alcuni suoi amici ad iscriversi. Soprattutto si sente meglio. Sicuramente il Signor Prospect rinnoverà il suo annuale. Che valore ha un cliente come il Signor Prospect? Altissimo, come altissimo è il suo Life Time Value. Come possiamo far sì che tutti i nostri clienti, o almeno la maggior parte di essi diventino come il Signor Prospect? Con il CRM. Come ben evidenzia la storia che abbiamo raccontato, il Customer Relationship Management è un pensiero che coinvolge tutto il centro, come un sistema composito nel quale ogni elemento assolve la sua funzione. In ogni caso, ciò che è importate, è che tutti i componenti del centro devono mettere il cliente a suo agio. Ognuno è coinvolto nella gestione della clientela dall imprenditore che trasmette questa forma mentis a tutti gli altri. La filosofia del CRM L essenza del CRM sta nel convogliare le azioni di ognuno verso un unico obiettivo: il cliente. Questo è ciò che significa CRM ed è fondamentale chiarirlo, affinché tutti gli strumenti che si debbono utilizzare seguano questa filosofia. Abbiamo visto come il Signor Prospect si meravigli che tutti lo conoscano, che tutti sappiano di cosa ha bisogno, che gli propongano i servizi che vorrebbe, che siano lì per esaudire i suoi sogni. Ma, in pratica, come è possibile ottenere questo risultato? Occorrono strumenti che garantiscano il successo. Ma gli strumenti da soli (vedi articolo Il CRM, strategia di valore, Scamper Magazine n. 6), non sono sufficienti a garantire il raggiungimento dell obiettivo. Un sistema CRM è composto da tutto ciò che abbiamo detto in precedenza e dal supporto software che permette di realizzarlo. Il sistema di CRM, quindi, necessita un software che sia in grado di: Monitorare continuamente i clienti raccogliendo dati. Consentire di analizzare questi dati in modo da permettere di impostare azioni di recupero dei vecchi clienti, di acquisizione dei nuovi clienti e mantenimento degli attuali. Permettere analisi ed operazioni di data mining, ovvero consentire di dar vita ad operazioni di cross selling o up selling (cioè dare il prodotto/servizio al cliente giusto nel momento ottimale). Facilitare, a tutti gli operatori coinvolti, l accesso ai dati necessari per garantire l eccellenza del servizio, il che si può anche tradurre nella gestione dei reclami. (La cura di casi e soluzioni condivise permettono rapidità ed efficacia nella gestione delle diverse situazioni). Facilitare la gestione e la pianificazione delle campagne o promozioni, con invio massificato di . Permettere l automatizzazione delle procedure commerciali (ad esempio il recall telefonico) e tecniche (ad esempio il banale cambio scheda). Consentire la comunicazione interna. Permettere la gestione delle risorse (ad esempio le diverse sale). Avere agende condivise per la gestione degli appuntamenti ed essere quindi in grado di dare in ogni momento risposte immediate e di qualità al cliente. Garantire la sicurezza dei dati trattati (alcuni sono dati sensibili). Garantire l accesso degli operatori, anche in modo remoto, così da poter comunicare in tempo reale con clienti, fornitori e collaboratori. In poche parole, una soluzione on demand. Garantire alta flessibilità e personalizzazione. Infine Ormai il mercato presenta una pluralità di soluzioni software. Ciò che fa la differenza e che permette l utilizzo di un sistema CRM di successo è la sua implementazione, flessibilità e personalizzazione. Questo deve essere il frutto di un lavoro a tutto tondo che va dalla formazione del personale sia in termini organizzativi sia tecnici, passando dall implementazione delle procedure e degli strumenti fino ad arrivare a definire i reali bisogni, istallando il software che si identifichi con le sue esigenze. Tutto ciò garantisce il funzionamento di un vero sistema CRM ed il successo, nel medio lungo termine, che il centro persegue. Buon allenamento Signor Prospect! u 4

7 di MAURO GORI M A R K E T I N G No CRM, no party! Il Life Time Value del cliente e il Customer Relationship Management: ecco un esempio pratico Q uesto articolo comincia con un aneddoto che ho raccolto durante un pranzo di lavoro in compagnia dell amministratore delegato della controllata Italia di una multinazionale americana (per rispetto della privacy lo chiameremo George). Lo scopo è quello di introdurre l argomento del Life Time Value e del CRM in maniera pratica, facendo riferimento ad un episodio che, sono sicuro, è capitato a tutti. George: L anno scorso sono stato dieci volte negli Stati Uniti, sempre per lavoro, ed ogni volta ho volato da Milano a New York. Per sei voli ho usato KLM- Northwest e per quattro la Linea Aerea che chiamerò B. Gli orari di entrambe le compagnie sono convenienti ed i prezzi sempre allineati. Ultimamente sto cercando di concentrare i voli su un unico vettore in modo da accumulare miglia. Sia con KLM sia con la Linea Aerea B ho avuto alcuni problemi legati a ritardi o alla consegna dei bagagli. L atteggiamento delle due compagnie alle mie rimostranze è stato però molto diverso. Aneddoto 1. KLM-Northwest In un transito per Amsterdam il volo da New York arriva in ritardo. Il gate per il volo su Milano è distante e per arrivare in tempo devo correre un buon 15 minuti carico di valige come un mulo. Niente auto elettrica in vista per il trasferimento da un gate all altro. Sinceramente ero un po scocciato, nonché parecchio sudato Senza che chiedessi niente al ritorno vengo messo in business class nel viaggio verso l Italia. Poiché nel transito una valigia non aveva fatto in tempo ad arrivare e nella notte passata ad Amsterdam mi avevano rubato un maglione, mando una lettera alla KLM per chiedere il rimborso. In 15 giorni, senza neanche contestare il valore del maglione o altro, mi arriva un assegno accompagnato da una lettera di scuse. Aneddoto 2. Linea Aerea B Prenoto il volo online of course biglietto elettronico. Dopo pochi giorni salta fuori un impegno imprevisto e devo cambiare la data del ritorno. Chiamo la Linea Aerea B e mi fanno pagare 150 dollari per il cambio data. Va bene. Il giorno del ritorno mi alzo alle 4,45, ahimè: il volo, infatti, partiva alle 7,25, operato da Air France, la compagnia partner di Linea Aerea B. Al check-in mi dicono che, al momento del cambio data, la Linea Aerea B non aveva rivalidato il biglietto elettronico. Morale della favola devo aspettare che apra la biglietteria Linea Aerea B di Malpensa alle 9 per risolvere il problema. Intanto perdo il volo. Alle 9 in punto la biglietteria apre ed il problema viene risolto nel giro di 90 secondi, in senso esattamente letterale. Parto alle 10,35 per Parigi dove aspetto 7 ore in aeroporto il volo Linea Aerea B per New York. Tornato a casa, mando un fax di protesta alla Linea Aerea B. Questo il succo: Vi ho pagato 150 dollari per cambiare una prenotazione che voi non avete poi rispettato per motivi burocratico-amministrativi 5

8 M A R K E T I N G Il Life Time Value rappresenta il valore del cliente nel tempo, non solo per l ultimo acquisto ma anche per quelli futuri. e non avete avuto alcun problema nel farmi buttare via una giornata tra un aeroporto e l altro: rivoglio indietro i miei 150 dollari. Dopo una settimana mi chiamano e mi dicono che non possono fare niente: ogni volta che la prenotazione cambia si devono pagare 150 dollari, e basta. Risultato L aneddoto è molto interessante e ci offre l opportunità per espandere questa esperienza al concetto di Life Time Value del cliente. Il tutto si lega, poi, alle applicazioni di CRM, e vedremo il perchè. Il risultato dell aneddoto ci dice che George: 1. Non viaggerà più con la Linea Aerea B, se possibile. 2. Viaggerà sempre con KLM, se possibile. 3. Almeno quattromila persone leggeranno questo articolo. Il concetto di Life Time Value del cliente Il concetto non è per nulla nuovo e ad alcuni sembrerà quasi banale dedicarvi un articolo. Quello che intendo fare qui, in effetti, non è osannare la bontà del servizio alla clientela quale leva strategica di fidelizzazione del consumatore, bensì proporre un metodo di misura economica del fenomeno per aiutare a valutare le azioni di retention del cliente. Quindi, tornando al concetto di LTV, si tratta di comprendere che un cliente non vale per quanto ha appena comprato da noi, non vale solo per il suo ultimo acquisto, bensì per tutti i potenziali acquisti che potrà effettuare presso di noi, in futuro. Mettere a rischio la relazione col cliente comporta, dunque, la perdita di tutto il flusso di affari generato dal cliente nel corso del tempo. Tempo e denaro, i due elementi chiave di tutte le valutazioni di convenienza economica. Cominciamo col tempo: LTV è Il flusso di affari generato dal cliente nel corso del tempo. Quanto tempo? Dipende dal tipo di bene e dallo scenario dell economia e della concorrenza. Se sono il vostro panettiere d angolo, se siete sui anni, e se la casa dove abitate è di vostra proprietà, allora è logico immaginarsi un LTV calcolato su periodi lunghi: anche anni. Stesso scenario ma avete 28 anni, in carriera, e siete in affitto: 1-2 anni al massimo. Calcolare il LTV di un cliente Propongo di mutuare dalla finanza il metodo del Net Present Value (NPV) altrimenti noto come Metodo dei Flussi di Cassa Scontati. Possiamo dire che il LTV del cliente può essere equiparato al NPV dei flussi di cassa, generati dal cliente in un certo numero di anni futuri. In pratica si tratta di questo: prendo il valore di tutte le transazioni future generate dal cliente il valore dei suoi acquisti, in altre parole le sconto ad un tasso di interesse prefissato e le sommo. Quello è il NPV generato dal cliente, il valore ad oggi di tutti gli incassi futuri, in altre parole è il suo Life Time Value visto che stiamo ponendo NPV=LTV. Un metodo come un altro per calcolare il LTV del cliente, non è detto che non se ne possano usare altri. In questo modo, il calcolo del LTV dipende da diverse variabili: 1. Dall arco temporale considerato (problema appena affrontato). Per quanti anni sarà cliente? È chiaro che più anni considero più alto sarà il LTV. 2. Dal tasso di interesse scelto per scontare il valore delle transazioni. Più alto è il tasso, minore sarà il NPV (o LTV, che dir si voglia). 3. Dal valore monetario (ticket di spesa) delle transazioni generate dal cliente: più alto è questo valore, più alto sarà il NPV. Per gli amanti delle formule, questa è l equazione per il calcolo del NPV: NPV = FC1/(1+i) 1 + FC2/(1+i) 2 + FC3/(1+i) 3 + FCn/(1+i) n 6

9 M A R K E T I N G Dove: FC = flusso di cassa i = tasso d interesse di sconto n = numero dei periodi Passando ad un esempio concreto calcoliamo il LTV di George per la Linea Aerea B: Arco temporale (n) = 3 anni Voli per anno = 10 Costo medio biglietto = 500 dollari Tasso di sconto (i) = 6% FC = $ 500 x 10 = $ 5.000, in pratica la spesa annua in biglietteria aerea Questo il calcolo del NPV: Anno 1: $ 5.000/1,060 = $ Anno 2: $ 5.000/1,062 = $ Anno 3: $ 5.000/1,063 = $ NPV = $ $ $ = $ Volendo raffinare ancora di più l analisi prendiamo il bilancio della Linea Aerea B e vediamo che il Margine Operativo Lordo (MOL) per l anno precedente era stato dell 11%. Questo vuol dire che i dollari di acquisti di biglietteria aerea di George, se fatti tutti con la Linea Aerea B, genererebbero un MOL pari a dollari. L ipotesi è che la percentuale del MOL nei prossimi 3 anni non cambi. Ipotesi spannometrica ma accettabile. Morale della favola Possiamo dire che il Life Time Value di George, in termini di margine operativo lordo, per la Linea Aerea B è di dollari, che i suoi acquisti di biglietteria aerea genererebbero nei 3 anni a venire. La Linea Aerea B non gli rimborsa i 150 dollari che ha speso per il cambio prenotazione, nonostante non abbia rispettato i termini della prenotazione, e si gioca dollari per i prossimi 3 anni. Miope ed arrogante. La KLM gli ha prontamente rimborsato il costo di un maglione (100 dollari), lo ha messo in business class una volta (costo marginale zero perchè comunque il posto c era) e in cambio guadagna i dollari di MOL perchè volerà sempre con loro, ogni volta che ci saranno posti disponibili. LTV & CRM Cosa c entra tutto questo con il CRM? Tantissimo. Soprattutto se parliamo di un CRM via internet integrato con il sito ed il sistema di acquisto e prenotazione dei servizi, cosa che oggi sta diventando fattibile anche nei centri fitness. Tanto per essere chiari: la Linea Aerea B non aveva alcun obbligo legale a rimborsare i 150 dollari pagati per il cambio prenotazione. Si tratta di una pura considerazione commerciale: perdere 150 dollari oggi e mantenerne Oppure tenersi i 150 dollari e sperare che al cliente passi l arrabbiatura per l arroganza ed il trattamento ricevuto ma è assai difficile che accada e voli ancora con loro. E se invece di 150 dollari la richiesta fosse stata di 500? I termini della faccenda sarebbero stati diversi? Un sistema di CRM può contribuire a velocizzare e facilitare il processo decisionale, basandolo su criteri condivisi. Usando sistemi di profilazione delle abitudini di acquisto online, la Linea Aerea B può sapere quante volte George ha volato negli ultimi 12 mesi e quindi calcolare il suo LTV: pensate che paga addirittura con una carta di credito emessa dalla Linea Aerea B, anche quando compra biglietti di altri vettori! Il dato, integrato in un sistema di CRM, viene aggiornato continuamente con i dati provenienti dalla navigazione e con le informazioni che, volontariamente, il cliente fornisce: viene messo a disposizione in rete a tutti i front office prenotazioni, check-in, biglietteria, servizio assistenza clienti della compagnia, in maniera tale che, chiunque venga contattato, sappia come trattare il cliente in maniera uniforme. Oltre alle linee guida su come trattare clienti corrispondenti a diversi livelli di LTV, il sistema può anche suggerire offerte e promozioni che si adattino al profilo del consumatore. No CRM, no party! u Un perfetto sistema integrato di CRM consente all azienda di far centro e conoscere al meglio le necessità del cliente. 7

10 A S S O C I A T I O N di UGO BENTIVOGLI Tutti gli uomini del presidente Anif-EuroWellness oltre al lavoro di Giampaolo Duregon è viva e attiva grazie al gruppo dei Soci Benemeriti S ono lo zoccolo duro: quelli che ci hanno creduto davvero e che stanno facendo da traino per il resto del settore. È anche grazie al loro impegno costante se, oggi, Anif-EuroWellness, l Associazione Nazionale dei Gestori di Impianti Fitness e Sport, ha assunto un importanza dominante nel panorama italiano. Sono i 23 Soci Benemeriti di Anif: si son fatti carico delle problematiche e, assieme al presidente Giampaolo Duregon e al segretario generale Gianfranco Mazzia, hanno permesso all Associazione di avere un futuro. Ecco il pensiero di sette di loro. L Associazione Pietro Tornaboni del Due Ponti di Roma è anche il fiduciario del Lazio. Il nostro comitato regionale funziona piuttosto bene dice L obiettivo primario è, oggi, garantire al settore un rapporto con le istituzioni e credo che il passaggio della sede da Bologna a Roma, oltre al grande impegno di tutti, abbia favorito il dialogo. Siamo in grado di avere quasi rapporti diretti con il Sindaco di Roma e la Regione, riuscendo a dar forza ai nostri pensieri. Del resto, oggi, siamo circa 300 associati e rappresentiamo un numero sempre più rilevante di persone: siamo una forza politica da tenere in considerazione. Il nostro impegno è stato volto ad avere norme chiare in un ambiente che non aveva normative specifiche: l obiettivo è, poi, quello di arrivare ad avere standard di qualità che certifichino quali servizi sono offerti dal singolo centro. Laura Castiglioni, consigliere di Down Town e Skorpion di Milano ha pensieri precisi sui passi avanti di Anif nelle ultime stagioni. All inizio ero un po titubante nei confronti dell Associazione: pensavo all iscrizione e niente più. Le problematiche della nostra struttura, con più centri, 12 mila metri quadrati e 250 collaboratori, sono numeri da realtà importante. Ma ho scoperto una persona molto in gamba come Duregon e un segretario generale come Mazzia che si fa in quattro per supportare i soci. Insomma Anif è davvero molto efficiente. Non ultimo il passaggio a srl sportiva: è stato piuttosto importante e devo ringraziare l Associazione per averci indirizzato verso questa decisione. Anche per questo, ma non solo per questo, mi sono sentita in dovere di entrare nel gruppo dei Soci Benemeriti. L impegno sociale La battaglia a sostegno della ricerca sull Alzheimer è stato uno dei fiori all occhiello di Anif nel 2006 e il 2007 vedrà ancora i gestori dei club accrescere l impegno nel sociale: Abbiamo sempre sostenuto l impor- Walter Casenghi Laura Castiglioni Livio Leardi 8

11 A S S O C I A T I O N SOCI BENEMERITI Danilo Appolloni Walter Casenghi Laura Castiglioni Lodovico Cazzaro Francesco Chiavaro Massimo Cicognani Delfino Colombo Giorgio Dalla Bona Marco De Lillo Giampaolo Duregon Andrea Farabini Alberto e Luca Gamba Alfredo Gianni Livio Leardi Renato Malfatti Marco Morotti Adriano Nicolè Alessandro Rocchi Paolo Savioli Reno Sellan Pietro Tornaboni Renzo Turbian Lucio Zanchi e Paolo Cima Nettuno Club Collatina di Roma Forum Sport Center di Roma Downtown e Skorpion di Milano Isola di Noale (VE) Royal Fitness Club di Roma C.S. Rondò dei Pini di Monza Ondaverde Acquasporting Club di Corbetta (MI) Europa Sporting Club di Brescia Gregory Gym di Roma Villa Aurelia Sporting Club di Roma Palestra di Fano (PU) Centri Sportpiù di Curno (BG) Akros F.C. di Roma Get Fit di Milano Ego Wellness Area di Lucca L'Incontro di Novara Forum di Padova Empire Sport&Resort di Roma Jolly S.C. di Roma Olympia's Center di Sacile (PN) Due Ponti S.C. di Roma Bobadilla Athletic Center di V. Veneto (TV) Millennium Sport & Fitness di Brescia Pietro Tornaboni Andrea Farabini Reno Sellan Paolo Cima e Lucio Zanchi tanza della coesione raccontano assieme Paolo Cima e Lucio Zanchi, Millennium di Brescia, i promotori della campagna pro-ricerca in ogni tipo di iniziativa, anche nella solidarietà. Se non ci uniamo non possiamo raggiungere nessun tipo di obiettivo, assieme invece rappresentiamo una forza importante, che può e deve avere il riconoscimento che merita. Una nuova mentalità Il passaggio di EuroWellness, qualche anno fa, da Bologna a Roma ha portato certamente ottimi risultati, in ogni settore dell Associazione. Per tre anni siamo stati solo noi a parlare nel deserto racconta Walter Casenghi, Forum Sport Center di Roma oggi invece alcuni concetti base sono stati assimilati: abbiamo portato avanti tante proposte che ora vengono recepite dalle istituzioni. Si è creata una mentalità di gruppo che sta formando una squadra operativa forte e importante. Con il nostro impegno siamo riusciti a riempire un vuoto istituzionale: se abbiamo qualcosa da dire, siamo ascoltati con interesse, là dove si prendono le decisioni. Livio Leardi, Get Fit di Milano, ha tuttavia qualche rimprovero, per i colleghi che non condividono il valore delle associazioni di categoria: Non c è ancora la sensibilità degli operatori spiega con un certo rammarico Per ora sono troppo pochi quelli che ci credono: c è l abitudine, ormai radicata, di arrangiarsi come capita, senza gestire l impresa nella corretta maniera. Anche per questo, l associazione sarebbe ancor più importante: avere piena coscienza delle problematiche comuni e provare a risolverle assieme. Il settore è importante: svolge un attività che ha una valenza sociale e come tale dovrebbe essere visto. E Anif si è impegnata e si sta impegnando moltissimo in questa direzione. La crescita È solo con il confronto che si può crescere: Sono, ormai, da 10 anni in EuroWellness illustra Andrea Farabini, Palestra di Fano (PU) credo sia fondamentale il rapporto con i colleghi per uno sviluppo collettivo e individuale: paragoni le tue problematiche a quelle degli altri e cerchi obiettivi comuni. Credo che qualche anno fa il settore non comprendesse pienamente l importanza di creare un associazione forte: ora, con la sede a Roma, questa forza si avverte completamente. Reno Sellan, Olympa s Center di Sacile (PN), ha idee chiarissime: Ho voluto aderire e mi sono impegnato come Socio Benemerito: credo in questo progetto e nei suoi sviluppi. Noi, imprenditori del fitness, non siamo commercianti ma neppure artigiani, siamo un entità strana e un Associazione forte riesce a darci un identità, qualcosa che ci unisca. E l unione, si sa, fa la forza. Sempre. u 9

12 I N T E R V I E W di UGO BENTIVOGLI Un destino da numero uno Giampaolo Duregon si racconta a Scamper Magazine: uno sguardo a presente, passato e futuro di Anif-EuroWellness Giampaolo Duregon con il presidente del Coni Giovanni Petrucci e don Giovanni D Ercole, religioso e giornalista. Essere ascoltati nella stanza dei bottoni, dove si prendono le decisioni che cambiano il mondo. O almeno il nostro mondo, è cosa di fondamentale importanza. Il fitness professionale, pur muovendo milioni di euro e coinvolgendo centinaia di migliaia di persone, non era mai riuscito a partecipare alle decisioni importanti per il vivere civile. Da qualche anno a questa parte, tutto questo accade. Accade grazie a Giampaolo Duregon e all associazione Anif-EuroWellness che lui presiede da quasi un lustro: Abbiamo combattuto per anni racconta lo stesso presidente Duregon per far riconoscere i risvolti sociali della nostra attività: si lavora con l uomo e per l uomo. Ma sto vedendo, con grande soddisfazione, che cresce il senso di appartenenza alla categoria: si stanno fondendo le due anime del settore, lo spirito commerciale dei club del Centro-Nord con quello associazionistico, proprio dei club del Centro-Sud. Nasce così il futuro. Un futuro in cui ci sarà da lottare, ma che vedo sempre più interessante. Il Duregonpensiero è chiaro, le battaglie da combattere sono molte, ma guardandosi alle spalle, si vede quanta strada è già stata percorsa: ecco passato, presente e futuro nelle parole del presidente. Qual era lo stato dell Associazione al momento del suo insediamento? EuroWellness è nata nel 1996, ed ha avuto come presidenti Livio Leardi, Lodovico Cazzaro e Massimo Cicognani. Uno dei soci fondatori, la Fondazione Alessandri, finanziava l Associazione e i soci non versavano alcuna quota: questa situazione, malgrado l impegno di tutti i partecipanti, non favoriva il fondamentale supporto della base. Stimo da sempre Nerio Alessandri: è l unico che abbia fatto coincidere i suoi interessi con quelli pubblici. Tuttavia l immagine che ne derivava era che una sola: EuroWellness emanazione di Technogym. Nel 2002 il debito accumulato era di circa 400 milioni e si sarebbe andati verso la fine di questa idea: ma noi gestori abbiamo deciso di riunirci e di impegnarci in prima persona perché il tutto continuasse. Tuttavia, era indispensabile che si verificassero tre condizioni: che Nerio Alessandri uscisse ufficialmente dall Associazione, pur mantenendo con lui un importante confronto, che la sede si trasferisse da Bologna a Roma e che EuroWellness avesse un autonomia economica. Ci impegnammo con un versamento di un paio di milioni a testa eravamo 20 soci a partecipare in maniera attiva per ricavare un importo che consentisse di far fronte alle necessità immediate. Oggi, posso dirlo con soddisfazione, ci sono 300 soci tutti paganti e più di 20 Soci Benemeriti che versano una quota quasi dieci volte superiore a quella normale. Quali sono le tappe fondamentali della crescita avvenuta in questi ultimi anni? La presa di coscienza del settore è determinante: era fondamentale rientrare nel mondo dello sport da dove proveniamo. Il fitness aveva preso un altra strada, anche perché il Coni non aveva accettato i tentativi fatti per entrare nelle Federazioni sportive: io ho spinto molto perché questo avvenisse. Rappresentiamo un mondo di sette milioni di praticanti: il fitness è sport e soprattutto sport della salute. Senza dimenti- 10

13 I N T E R V I E W care che chiunque fa sport, ad ogni livello, fa comunque fitness. Quindi, la Legge 289, la cosiddetta Legge Pescante ha introdotto la srl sportiva, con l obbligo di reinvestire gli utili, ma con il riconoscimento della nostra realtà. Reputo, poi, l ingresso in Confindustria assolutamente rilevante per il nostro futuro di imprenditori. Quali sono, secondo lei, le conquiste più significative ottenute sotto il suo mandato? Molto importante essere riusciti ad abbattere, di oltre dieci volte, quanto dovuto alla Siae. Recentemente siamo stati gli unici convocati dal Ministero delle Finanze per alcune considerazioni sugli studi di settore: è fondamentale essere chiamati in sede decisionale. Siamo così riusciti a far abbassare sensibilmente i parametri, anche per la grande valenza sociale del nostro lavoro, e per considerazioni oggettive sui margini operativi dei centri sportivi e fitness club. Credo, inoltre, che siano stati davvero importanti per la nostra crescita, anche le convenzioni con società private come Scamper, oppure i contatti con i Ministeri di Lavoro, Salute e Sport, nonché con le Università. Qual è stata la battaglia più complicata che avete combattuto e vinto? La più complicata è far comprendere ai gestori che, unendosi e raggiungendo un numero importante, riusciremo ad avere una forza quasi inimmaginabile, come accade in Gran Bretagna: basti pensare che il nostro omologo inglese ha un fatturato di 6/7 milioni di euro. Ma negli ultimi anni le cose si stanno evolvendo rapidamente anche da noi. Non voglio poi dimenticare la sfida per far riconoscere questo settore come fondamentale per la salute: pur cambiando il Governo, è stato portato avanti il lavoro della Commissione, all interno della quale eravamo stati chiamati. Oggi siamo riusciti ad ottenere una deducibilità parziale di quanto speso dalle famiglie per l attività fisica dei giovanissimi: l obiettivo dichiarato è quello di ottenerne una totale, senza limiti di età. Non dimentichiamo che per gli anziani e per alcune patologie, l attività fisica è determinante, come hanno dimostrato le ricerche sull Alzehimer che abbiamo appoggiato anche come Associazione. Purtroppo, ancora oggi, da un sondaggio effettuato su 1870 anziani, solo lo 0,8% si è visto proporre dal proprio medico l attività fisica. Tre buoni motivi per iscriversi ad Anif-EuroWellness? Aderendo si contribuisce alla crescita del settore così da poter far rispettare meglio i propri diritti. Oggi, poi, i nostri soci sono costantemente informati su ogni novità fiscale e legale. Infine una sorta di orgoglio di classe che altri settori prima di noi hanno trovato. Quali sono gli obiettivi per il futuro? L attività fisica è un farmaco fondamentale per la salute e soprattutto senza controindicazioni. E questo torrentello sta diventando un fiume in piena: dovrà esserlo sempre più. u Giampaolo Duregon presidente di Anif-EuroWellness in carica dal

14 F O C U S O N di FRANCESCO REALI martys a tutto corporate! Aumenta il successo del programma incentive ideato da Scamper grazie all opzione corporate L a risorsa più importante per qualsiasi centro fitness è una e una sola: il cliente. È il cliente che con i suoi comportamenti regala slancio al club, permette lo sviluppo, la crescita e la sua esistenza. Tutto gira intorno a lui. Questa preziosa risorsa è condivisa, spesso, con altre attività commerciali limitrofe al centro sportivo: il nostro cliente è anche cliente del negozio di articoli sportivi della zona, oppure del ristorante più in, o del rivenditore di articoli Hi-Tech e di tanti altri. Il centro fitness ha un vantaggio competitivo su questi esercizi commerciali: il contatto continuo e costante con il cliente. Mentre il cliente visita il negozio di articoli sportivi una, forse due volte al mese, la frequenza presso la palestra è di due, tre volte a settimana! E tutto questo può essere, e deve essere, utilizzato dal centro in qualche modo. Inoltre, nel club si crea il senso di appartenenza ad un gruppo e nascono relazioni sociali, a volte anche molto importanti. Tutto questo significa che il club è un luogo appetibile per gli esercizi commerciali che condividono lo stesso bacino di utenza, per svolgere le proprie iniziative di marketing. Tutto quello che serve per creare business tra gli esercizi commerciali e il centro fitness, è un idea di successo. Ed ecco che, dalla creatività e dal centro ricerche Scamper, già ideatore del programma fedeltà martys, nasce martys corporate. Martys corporate Il cliente del centro fitness, all interno del quale si svolge l operazione martys, è incentivato e motivato a svolgere i famosi comportamenti premianti: l allenamento regolare, il passaparola, il rinnovo del proprio abbonamento e così via. Oltre a questi comportamenti, legati direttamente all attività del centro, il cliente viene incentivato e premiato anche per l acquisto in altri esercizi commerciali della zona. Quindi il cliente riceverà i punti martys anche se decide di acquistare presso uno dei negozi convenzionati con l operazione fedeltà. Si tratta, quindi, di creare un vero e proprio circuito locale, nel quale al cliente viene riconosciuto un premio per i suoi acquisti: il nuovo taglio di capelli, la nuova felpa, una cena con gli amici o il rinnovo del proprio abbonamento in palestra, concorreranno all accumulo di punti necessari a richiedere il premio desiderato. Il centro fitness è il centro e il cuore di questo circuito! È il fulcro del sitema: è qui che il cliente può iscriversi a martys, è qui che il cliente riceve il suo regalo, è qui che viene a conoscenza degli esercizi convenzionati e di quanto gli acquisti in queste realtà facciano crescere il suo bottino di martys point. I vantaggi Per il cliente iscritto a martys il vantaggio è semplice da intuire e assolutamente immediato: sarà premiato non solo per l acquisto, la frequenza e il passaparola presso il centro, ma accumulerà punti anche se sceglierà di acquistare presso i punti vendita aderenti al circuito martys. In questo maniera cambiare palestra sarà, naturalmente, ancora più difficile. Anche per i partner commerciali i benefici sono ovvi: i clienti del centro saranno incentivati costantemente 12

15 F O C U S O N attraverso un meccanismo di facile assimilazione ad acquistare presso di loro, ogni volta che necessitano di un acquisto. E per il centro fitness? Il vantaggio è enorme: martys avrà un investimento pari a zero! Infatti, ogni esercizio commerciale interessato a far parte di questo circuito di valore, riconosce al club un piccolo canone mensile: per il centro basterà creare un circuito di negozi per abbattere l investimento martys. E, comunque, l investimento per gli esercizi commerciali non sarà tale da spaventarli e allontanarli dall iniziativa. Un esempio concreto Un club che gestisce in un anno circa 500 clienti può organizzare la sua campagna martys, fornita chiavi in mano da Scamper, acquistando il pacchetto Flat500, che richiede un investimento di soli 299 euro al mese. Bene. Organizzando un circuito di soli 5 negozi che riconoscono al club una quota di 59 euro al mese, per il Club l investimento di martys è pari a zero. Se poi il club decide di creare un circuito più ampio, gli incassi aumentano ancora, e addirittura il centro fitness si trova, non solo ad avere a costo zero la sua campagna fedeltà va ricordato ormai ampiamente collaudata e perfettamente a norma con le leggi vigenti ma addirittura ad ottenere un certo guadagno. L opzione corporate Martys corporate è un opzione di martys : il club può scegliere di organizzare la campagna fedeltà solo internamente, oppure di allargarla ai suoi partner. I consulenti martys sono in grado di fornire tutti gli strumenti per creare, gestire e armonizzare il circuito di partner. Oltre a fornire la propria esperienza sul metodo migliore per creare il circuito, Scamper fornisce il contratto per formalizzare l accordo tra il centro fitness e il partner, gli strumenti per la presentazione al partner dell iniziativa, la comunicazione necessaria per informare i clienti dell esistenza del circuito e lo studio del regolamento ad hoc per gestire l iniziativa. La relazione tra centro fitness e il mercato locale è un opportunità che va colta al volo! u Body Line Center: i segreti del mio successo Andrea Rizzo, il titolare di Body Line Center di Conselve (PD) ha fatto centro con martys corporate. In poche settimane e prima della partenza della campagna martys è riuscito a coinvolgere nel progetto martys corporate ben 17 esercizi commerciali di varie categorie merceologiche: da un agenzia di viaggi ad un parruchiere, da un erboristeria ad un ristorante. È riuscito, così, a creare un ulteriore business intorno al suo centro e a triplicare il ritorno sull investimento di martys, prima ancora di iniziare. Il segreto del mio successo sostiene Andrea Rizzo è stato presentarmi ai partner in beach wear, proponendo l organizzazione di un giro di shopping per i clienti della palestra, con tanta semplicità ed entusiasmo. Inoltre, prima di iniziare il lavoro di contatto, ho stilato una lista dei clienti di Body Line che hanno un attività e potevano essere facilmente contattati. Infine, gli strumenti forniti da Scamper, come la presentazione e l accordo per il partner, sono risultati molto utili ed efficaci. Martys è ancora una volta la scelta che ti premia! Andrea Rizzo, titolare del Body Line Center di Conselve (Padova), in poche settimane è riuscito a creare un importante progetto martys corporate coinvolgendo ben 17 aziende. 13

16 N E W S di SARA CHIARUGI m a r t y s m e e t i n g Il road show di Scamper diventa itinerante: prendeteci in giro! Un immagine del primo martys meeting. Martys, l esclusiva campagna a premi che con successo si è affermata in tutta Italia, è ancora più vicina ai centri fitness! Questo non solo attraverso il continuo studio per il miglioramento e la ramificazione del programma stesso, ma anche grazie ad una nuova iniziativa, promossa da Scamper, che permetterà a martys di venire a trovarvi! Il martys meeting, l evento informativo e gratuito, è una presentazione dettagliata del sistema martys : l opportunità esclusiva per poter conoscere il funzionamento del programma e per sapere come questo possa essere adattato al vostro centro. Infatti martys è uno strumento flessibile che viene disegnato ed adattato a qualsiasi realtà, piccola o grande che sia, producendo in ogni modo grandi risultati. La prima tappa dell esclusivo road show, targato Scamper, ha avuto luogo a Prato il 9 maggio scorso (foto a destra). Un caso di successo, dettato prima di tutto da una forte adesione da parte dei centri fitness di tutta la Toscana e confermato poi, dall entusiasmo dimostrato dai presenti, che, durante la giornata, hanno partecipato attivamente alla presentazione, interloquendo con i relatori e facendo quanta più chiarezza possibile sul programma martys e tutte le sue possibili ramificazioni. E stata, infatti, molto apprezzata la possibilità di fare domande di approfondimento durante l evento, cosa che, oltre a rendere la presentazione più dinamica, ha permesso ai partecipanti di condividere le loro impressioni e di confrontarsi, esponendo liberamente ogni chiarimento relativo al programma martys. Martys in viaggio Perché fare un road show itinerante? Per offrire la possibilità di essere informati sui progressi del programma e per permettere a tutti di conoscere un operazione che, fin dalla sua partenza, ha avuto risultati eccellenti, aumentando in media del 13% la fidelizzazione della clientela, portando un 17% di passaparola in più in un anno ed un ROI (ritorno sull investimento) del 250%. Perché partecipare? Il martys meeting è comunque un occasione non formale di confronto, rispetto al prodotto ma anche rispetto alle altre realtà che sono presenti all evento. Scamper, dalla sua, mette a completa disposizione dei partecipanti al meeting niente meno che Mauro Gori, presidente Scamper, e Francesco Reali, project manager martys, ovvero i relatori della presentazione stessa. Cogli l occasione di partecipare alla nuova iniziativa Scamper: prendici in giro! u m a r t y s m e e t i n g Le tappe Dicembre 2006 Febbraio 2007 Aprile 2007 Giugno 2007 Roma Verona Bologna Genova Riserva subito il tuo posto: tel

17 N E W S Un Associazione per tutti Intensa ed articolata l attività degli incontri organizzati da Anif-EuroWellness, anche negli ultimi mesi del 2006 Non si ferma un attimo l attività di Anif- EuroWellness, neppure al termine di un 2006 ricchissimo di incontri e convegni. Il prossimo appuntamento, al quale saranno presenti anche il presidente Giampaolo Duregon e il segretario generale Gianfranco Mazzia, sarà venerdì 24 novembre (ore 10,30) a Prato, presso la sede Scamper via Rimini, 27 e sarà riservato ai gestori della regione Toscana. Un occasione per affrontare i temi di interesse generale riguardanti la gestione dell impianto sportivo, ma anche per verificare l ipotesi della costituzione di un comitato regionale Anif-EuroWellness toscano, sull esempio di quanto già accaduto in Lombardia, Lazio e Umbria. Sarà certamente l opportunità per un importante scambio di idee su presente e futuro. Incontri a Roma Ad inizio novembre si è tenuto a Roma, esattamente in Campidoglio, un incontro promosso da Anif- EuroWellness, con il contributo scientifico del prestigioso centro di ricerca sul morbo di Alzheimer IRCCS Fatebenefratelli. Questo appuntamento ha ricevuto anche una spinta determinante dal successo raggiunto dalla manifestazione Fitness&Solidarietà che si è svolta, lo scorso settembre, in oltre 30 centri associati, nell ambito della settimana mondiale sull Alzheimer. La manifestazione è stata promossa quattro anni fa da Lucio Zanchi e Paolo Cima, del Millennium di Brescia, per sensibilizzare la cittadinanza sul morbo, per affermare che l esercizio fisico previene le malattie neurodegenerative in generale e per raccogliere fondi per la ricerca svolta al Fatebenefratelli di Brescia. Incontri a Milano Da una grande città all altra: nel corso del Wellness Worl Exhibition, tenuto lo scorso ottobre a Milano, Anif-EuroWellness ha promosso un convegno dal titolo Impresa Sport: gestione, fisco, lavoro e strategie motivazionali. Il seminario ha visto la presenza di oltre duecento gestori che hanno così avuto la possibilità di affinare la propria organizzazione aziendale. Nella sezione su Fidelizzazione e Sviluppo, uno dei relatori è stato anche il presidente di Scamper, Mauro Gori, che ha sviscerato il tema sulle Metodologie di rinforzo motivazionale nel club, ovvero come organizzare strategie di loyalty. Tema questo in cui Scamper è all avanguardia, avendo creato e strutturato il primo programma di loyalty nel fitness: martys. u La sessione di Mauro Gori a Milano. Sono aperte le adesioni 2007 ad ANIF-EUROWELLNESS CONFINDUSTRIA FEDERVARIE Q U O T E A S S O C I A T I V E e 200,00 Socio Ordinario e 1.500,00 Socio Benemerito INFO: Tel Via Cornelia, Roma - Tel Fax

18 C O N S U L T I N G di ANDREA CERBIONI Il business plan nel fitness club Come strutturare il piano d impresa, il documento che contiene le idee, il progetto e tutti gli obiettivi aziendali S pesso nella nostra attività consulenziale conosciamo persone che desiderano realizzare il sogno della loro vita: crescere come imprenditori. È il caso dei proprietari di centri fitness che vogliono implementare nuove aree strategiche, oppure ridimensionare la loro attività in modo da poterla gestire direttamente. Tutti pongono le stesse domande: si può fare? Ci sono persone che mi possono finanziare? Voglio verificare come sto raggiungendo la mia meta, qual è il sistema migliore? Di quali collaboratori ho bisogno? In quanto tempo potrò raggiungere il mio obiettivo? Un business plan è ciò che può dare le risposte a tutte queste domande. L imprenditore L impresa da parte sua vive attraverso diverse fasi: l avvio, lo sviluppo, la maturità ed il declino. L imprenditore, cioè colui che ha il rischio di impresa, è chiamato a rispondere in modo diverso ai diversi momenti della vita dell azienda: ogni volta deve rilanciare e giocare una nuova partita, per rispondere alle esigenze del mercato. Negli anni 80 e 90 le strutture dei centri fitness accoglievano i body builder, gli sportivi alla ricerca della prestazione: passata questa fase, alle palestre si sono avvicinati, sempre più, tutti coloro che volevano apparire esteticamente in forma. Oggi frequentano un centro fitness coloro che sono alla ricerca del semplice star bene, della socializzazione, del divertimento. Chi decide di aprire un centro fitness deve affrontare qualcosa di nuovo e decisamente diverso: spesso ha un idea chiara nella sua testa, ha un sogno, ma come metterlo in pratica? Come pianificarlo accuratamente e con precisione? Tutti noi, quando scegliamo di andare in vacanza, in cuor nostro, decidiamo qual è l obiettivo: vogliamo rilassarci, ci vogliamo divertire oppure vogliamo vedere cose nuove. In ogni caso programmiamo la destinazione, la spesa e cosa fare. Dall intuizione dell imprenditore, dal suo sogno, dalla sua business idea, deve scaturire un attento processo di pianificazione dei tempi, delle risorse economico-finanziarie ed umane per verificarne la fattibilità, le probabilità di successo e prevedere le eventuali strategie di emergenza riducendo, quindi, i tempi di realizzazione al minimo. Il piano d impresa Il business plan o piano d impresa è il documento che contiene tutto il progetto imprenditoriale dall idea alla sua realizzazione concreta ed il suo obiettivo è quello di descrivere accuratamente l attività che l imprenditore, o potenziale tale, intende intraprendere. Definiamo a questo punto a chi e a cosa è utile un business plan. 16

19 C O N S U L T I N G È utile per il neoimprenditore Dal punto di vista del neoimprenditore il business plan è una specie di strumento di autocoscienza. In particolare: 1. Consente una verifica distaccata ed obiettiva della fattibilità tecnica, commerciale, economica e finanziaria dell iniziativa. 2. Permette di individuare i fattori chiave di successo ed i punti di debolezza dell idea iniziale. 3. Costituisce uno strumento di navigazione per l impresa. 4. Definisce le posizioni e le responsabilità dei componenti del gruppo imprenditoriale. Lo strumento del business plan, dunque, offre la possibilità di capire se il proprio business sia realizzabile e quali siano le prospettive concrete. Grazie anche all'utilizzo di sofisticati strumenti professionali è possibile osservare e valutare la simulazione d impresa (in genere a 3/5 anni) in una messa a fuoco interattiva del miglior progetto possibile. La preparazione accurata del progetto rappresenta un opera eccezionale di esplorazione degli aspetti della nuova impresa e stimola una definizione organica, a tutto tondo, delle strategie e delle loro implicazioni. Anche se l imprenditore, o aspirante tale, non può avere certezze sul futuro della propria attività, grazie ad uno studio professionale del business plan può aumentare le probabilità di successo e limitare i rischi di fallimento dell iniziativa. Il business plan costituisce, nella fase operativa dell impresa, uno strumento orientativo da utilizzarsi come punto di riferimento per il controllo di gestione. Il piano d impresa permette di testare anche la motivazione, la determinazione, la coesione e le capacità distintive di un eventuale gruppo di imprenditori, favorendo l individuazione delle linee di condotta e delle responsabilità di ogni componente. È utile per gli investitori Dal punto di vista dei potenziali investitori, il business plan ricopre due funzioni essenziali: 1. Si propone come strumento privilegiato per il reperimento dei fabbisogni finanziari (sia a titolo di finanziamenti esterni sia di apporto di capitale proprio). 2. Si presenta come uno strumento di immagine della futura impresa. Il business plan ha un ruolo di primaria importanza per la ricerca di investitori e finanziatori. Un piano dettagliato e leggibile rappresenta un elemento basilare di analisi per i potenziali investitori-finanziatori e favorisce un giudizio complessivamente positivo sulla formula imprenditoriale. Il piano d impresa, peraltro, è uno strumento obbligatorio in quasi tutti gli iter per l ottenimento di contributi, erogati dagli enti preposti, e di finanziamenti agevolati. Un altra funzione del progetto è quella di costituire un mezzo di comunicazione dell immagine del neoimprenditore e della futura azienda: un vero e proprio biglietto da visita, idoneo a creare consenso e fiducia attorno all azienda e ai suoi promotori. Le componenti essenziali Avendo fin qui descritto il business plan al pari di un alchimia, verrà da chiedersi quali sono i suoi componenti essenziali. Un business plan non può fare a meno di contenere questi elementi: L idea che è alla base del progetto, la mission e la vision dell azienda, ovvero i motivi della nascita di questa impresa. I veri obiettivi che intende raggiungere nei prossimi 5 anni, i bisogni che vuole soddisfare e il mercato di riferimento. L imprenditore o gli imprenditori, ovvero le loro capacità, il know how che mettono a disposizione, i loro punti di forza e le loro aree di miglioramento. L ambiente, ovvero il contesto competitivo in cui si troverà ad agire, la concorrenza, i suoi punti di forza e quelli di debolezza. Le risorse, ovvero le disponibilità umane e finanziarie, ma anche la struttura e gli impianti ad hoc, i macchinari necessari e l accesso ai metodi formativi per il personale. Concludendo A tutto ciò risponde il business plan, un processo in itinere che si adegua man mano ai risultati conseguiti e corregge la rotta a seconda dei mutamenti che si manifestano: in poche parole è il piano di volo di cui necessita ogni pilota. u Un corretto business plan è la chiave del successo d impresa. 17

20 C A S E H I S T O R Y di ALBERTO BALLI Un uomo e il suo sogno La storia del centro Planet Fitness di Cernusco sul Naviglio e del suo imprenditore, Davide Di Pierro L uglio Giornata torrida. Una di quelle mattine che ti tengono legato al letto, spossato sia dal caldo della nottata, sia dalla stanchezza accumulata la sera prima che ti ha visto quasi vagabondare alla ricerca di refrigerio. Mi alzo presto, prestissimo, per arrivare in orario. Un nuovo cliente mi aspetta e non voglio far tardi proprio il giorno del primo appuntamento. Nei circa 300 chilometri che separano casa mia da Planet Fitness ho modo di pensare a quello che sarà l incontro odierno e cerco di organizzarlo mentalmente. Conosco la situazione generale del club, ma oggi devo entrare in contatto con la persona più importante, l imprenditore che sta dietro a tutto, colui che ha deciso di investire tempo e danaro nella nostra consulenza per mettersi in gioco, per scoprire i propri punti di forza e, soprattutto, per migliorare il migliorabile. Tutto preso da questi pensieri, in un batter d occhio mi ritrovo ad aver volato sugli Appennini, aver raggiunto la tangenziale di Milano ed essere sbarcato a Cernusco sul Naviglio. È così che ho conosciuto Davide Di Pierro e Planet Fitness. Il sogno Da quando collaboro con Scamper, questo tipo di esperienza l ho vissuta in moltissime occasioni ed è veramente piacevole scoprire che ogni volta è diversa dall altra: hai sempre l opportunità di metterti in discussione per cercare di capire fino in fondo chi hai davanti, quali sono i sogni che ha il tuo interlocutore, dove vuole arrivare, quali sono i valori che lo hanno spinto ad intraprendere un attività imprenditoriale non priva di rischi e responsabilità. Soprattutto in un settore che, troppo spesso e dai più, è considerato più un hobby che una vera e propria attività lavorativa. Dopo due anni di stretta collaborazione con Planet Fitness, abbiamo lanciato insieme un progetto molto ambizioso che intende perseguire pienamente il sogno di Davide Di Pierro: soddisfare il cliente Planet Fitness con la massima professionalità ed efficienza. Un progetto che vede coinvolti tutti i collaboratori dell azienda, tutta la struttura e l utilizzo di strumenti innovativi. La prossima stagione sarà caratterizzata dal ritorno di martys, la campagna a premi SCAMPER OGGI Scamper è società leader in Italia per soluzioni marketing, management e formazione. Il network di consulenti e formatori Scamper è l'espressione di una struttura moderna e dinamica, in grado di realizzare sinergicamente servizi progettati intorno al tutte le esigenze aziendali e professionali. Grazie al suo avanzato expertise professionale Scamper è in grado di fornire soluzioni innovative e personalizzate per fitness club, centri sportivi, piscine, spa, beauty farm, centri benessere, centri estetici, saloni di bellezza, centri medici e riabilitativi. 18

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Affidati al monitoraggio di ADAPT e Repubblica degli Stagisti ben 3mila racconti: il problema principale sono i lunghi

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

Clienti davvero fedeli ecco come fare

Clienti davvero fedeli ecco come fare Clienti davvero fedeli ecco come fare Che avere clienti fedeli sia un balsamo per i risultati aziendali nessuno lo mette in dubbio. Il problema è che la fedeltà dei clienti, soprattutto quelli migliori,

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma Produzioni dal Basso Manuale di utilizzo della piattaforma FolkFunding 2015 Indice degli argomenti: 1 - CROWDFUNDING CON PRODUZIONI DAL BASSO pag.3 2 - MODALITÁ DI CROWDFUNDING pag.4 3- CARICARE UN PROGETTO

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli