INCONTRI INTERNAZIONALI B2B Applicazioni innovative della metrologia per l innovazione di prodotto e di processo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INCONTRI INTERNAZIONALI B2B Applicazioni innovative della metrologia per l innovazione di prodotto e di processo"

Transcript

1 1 INCONTRI INTERNAZIONALI B2B Applicazioni innovative della metrologia per l innovazione di prodotto e di processo Applicazioni metrologiche innovative sulle macchine utensili: la MMT (Measuring Machine Tool) Ing. Gianfranco Malagola Alesamonti Barasso (VA) L azienda 2 Alesamonti è un costruttore di alesatrici, fresatrici e foratrici dal Ha una produzione per commessa su modelli di macchine di tre tipologie: - a montante fisso e tavola mobile; - a montante mobile e tavola fissa; - a montante mobile e tavola mobile. In questi ultimi anni Alesamonti ha cercato di rispondere alle esigenze del mercato migliorando l efficienza delle proprie macchine. Efficienza vuol dire produrre macchine che funzionano sempre ed intervenire rapidamente quando il cliente ha bisogno. Efficienza vuol anche dire porre attenzione al mantenimento delle prestazioni ottimali delle macchine nel tempo attraverso le più efficaci innovazioni di prodotto e di servizio. efficienza + innovazione 1

2 Le macchine utensili per Work Shop 3 Nell ambito dei sistemi di lavorazione Alesamonti produce macchine utensili (MU) per workshop; esse sono sistemi complessi di lavorazione in grado di spostare un utensile in un sistema di coordinate spaziali. Compito di queste macchine è produrre pezzi meccanici complessi e differenziati, generalmente in piccoli lotti, in base a specifiche tecniche definite nel disegno meccanico del pezzo. Varietà di parti SISTEMI DI LAVORAZIONE Work Shop MU a CNC Celle di lavorazione FMC FMS Linee di lav. fless. Linee di lav. rigide Q.tà tot annue Il disegno meccanico contiene tutte le informazioni necessarie alla costruzione del pezzo e per ogni caratteristica geometrica prescrive delle tolleranze che devono essere verificate tramite attività di misurazione. La macchina utensile durante l esercizio Una macchina utensile è un mezzo di produzione che durante il suo ciclo di vita deve essere mantenuto in buone condizioni di efficienza se si vuole che esso possa operare entro i limiti stabiliti dal costruttore. Le macchine infatti degradano le loro prestazioni nel tempo ed inoltre perdono di affidabilità; per questo motivo ogni macchina deve essere periodicamente verificata per sapere esattamente in quale stato si trova e per poter definire gli interventi necessari per mantenere la macchina il più possibile nelle condizioni e nelle prestazioni originarie. Un operatore, per quanto esperto, non può compensare le imprecisioni di lavorazione della macchina tanto più se queste non sono state accuratamente individuate. Per conoscere quindi lo stato della macchina occorre impostare un programma sistematico di controllo periodico dei mezzi di produzione per conoscere in termini reali la potenzialità dei mezzi di produzione e quindi la loro capacità di realizzare quanto prescritto nei disegni. 4 2

3 Gli errori ed i limiti operativi della macchina utensile Una macchina utensile nell ambito di un processo di produzione può essere correttamente utilizzata se si conoscono i suoi errori ed i suoi limiti operativi. Gli errori che la macchina presenta sono relativi a: - geometrie strutturali delle guide (rettilineità, parallelismi e perpendicolarità) - geometrie dei suoi assi di rotazione (rotondità, ondeggiamento, ecc.); - accuratezza dei suoi sistemi di misura - efficienza dei suoi sistemi di interpolazione Questi errori sono in genere valutabili tramite collaudi in relazione alle norme ISO 230. I limiti operativi sono riferiti a: - condizioni ambientali in cui la macchina opera per quanto riguarda la loro stabilità nel tempo e la loro uniformità spazio; - caratteristiche del processo di lavorazione in relazione alla tipologia degli utensili impiegati ed alle caratteristiche metallurgiche e strutturali del pezzo da sottoporre a lavorazione; - condizioni di piazzamento e di staffaggio del pezzo da lavorare. Sia gli errori che i limiti operativi sono elementi che, in base alla loro variabilità, riducono le precisioni di lavorazione che la macchina avrebbe se la sua geometria fosse perfetta e se i processi di lavorazione non introducessero errori difficili da tenere sotto controllo come quelli termici o di deformazione. 5 La produzione di pezzi meccanici complessi in piccoli lotti 6 Quando poi si entra nelle problematiche della produzione di pezzi meccanici complessi in piccoli lotti occorre ricordare alcune tipiche criticità di questi processi: - difficoltà e complessità dello staffaggio del pezzo sulla tavola; questa operazione può richiedere anche parecchie ore ed è di fondamentale importanza per la buona riuscita della lavorazione; - complessità del ciclo di lavorazione che può richiedere molti utensili, attrezzature particolari e tempi di lavorazione che possono arrivare anche a parecchi giorni/macchina; - difficoltà a mantenere condizioni ambientali stabili ed uniformi i per tutto tt il tempo di lavorazione. Risulta quindi importante durante o al termine del ciclo di lavorazione effettuare delle attività di controllo per verificare la conformità dei pezzi prodotti alle specifiche di disegno. 3

4 Generalmente quando si parla di pezzi meccanici complessi la verifica di conformità alle specifiche avviene tramite macchine di misura a coordinate (CMM) che, lavorando in ambienti controllati e in regime di riferibilità metrologica, sono in grado di misurare le caratteristiche geometriche del pezzo e consentire la verifica delle tolleranze dimensionali e di forma. Quindi il pezzo prodotto dalla macchina utensile deve essere trasportato sulla CMM. La verifica del pezzo (Offline part inspection) 7 Nella verifica di un pezzo meccanico complesso su di una CMM occorre considerare che: - può essere necessario un tempo considerevolmente lungo per togliere gli staffaggi del pezzo sulla macchina utensile (specie per i controlli interoperazionali) e per stabilizzarlo prima di portarlo nell ambiente di misura della CMM; - è necessario avere una CMM con dimensioni compatibili con il pezzo da misurare (problema particolarmente sentito per pezzi complessi di grandi dimensioni); diversamente è necessario trasportare il pezzo all esterno presso un centro di controllo (con problemi logistici ed ambientali) - se il pezzo dopo la misurazione risulta non conforme alle specifiche ed è necessario rilavoralo sulla macchina utensile, occorre verificare la disponibilità della macchina utensile e ristaffare il pezzo in macchina; - occorre definire un part-program di misura ed una strategia di misura. Inefficienze del sistema produttivo 8 L intero processo di produzione di pezzi meccanici complessi in piccoli lotti presenta quindi delle evidenti inefficienze che si possono così riassumere: - grande dispendio di tempo dovuto a ripetuti staffaggi e spostamenti dei pezzi; - onerosi investimenti in macchine di misura di grandi dimensioni con conseguenti costi per la realizzazione di ambienti di misura condizionati; - elevati tempi totali di produzione del pezzo quando sono richiesti controlli interoperazionali i e finali anche inrelazione ai tempi di stabilizzazione i term. del pezzo; - elevata probabilità di produrre pezzi non conformi (scarti) se non si eseguono accurati controlli interoperazionali; -elevaticosti di movimentazione dei pezzi tenendo conto che spesso le aziende che producono non hanno a disposizione CMM idonee e quindi le verifiche del pezzo devono essere fatte presso sale metrologiche esterne; ciò ha conseguenze negative sulla mobilità, sulla sicurezza e sull ambiente; -elevatitempitempi morti sulle macchine utensili in attesa del risultato del controllo. Questo ed altro creano inefficienze i nel sistema produttivo industriale che si trasformano in mancanza di competitività quando si opera in mercati globalizzati ove è necessario ridurre al minimo i costi della manodopera non specializzata (manodopera comunque ad alto costo nel mondo occidentale) ed i costi della qualità (misurazioni, controlli, scarti). L ideale sarebbe misurare direttamente il pezzo in macchina. 4

5 Perché è difficile misurare il pezzo in macchina (online part inspection)? 9 Affinché il risultato di una misurazione sia valido e possa essere utilizzato correttamente, esso deve essere ottenuto seguendo scrupolose regole sia sulla gestione degli strumenti sia sui metodi adottati per misurare. In particolare lo strumento deve essere in stato di taratura. La taratura dello strumento conferisce al risultato della misurazione la proprietà della riferibilità consistente nel poterlo riferire a campioni appropriati, generalmente nazionali o internazionali, attraverso una catena ininterrotta i tt di confronti tuttitti aventi incertezza dichiarata. Quindi se si vuole misurare il pezzo in macchina ed ottenere misure riferibili è necessario tarare la macchina utensile. 3 1 Campioni nazionali 2 λ K Tarare una macchina utensile richiede una strumentazione costosa, tempi lunghi ed andrebbe eseguita prima di ogni misurazione, stante i continui cambiamenti dello stato della macchina Perché è difficile misurare il pezzo in macchina? 10 Inoltre se il risultato di una misurazione serve per prendere delle decisioni sulla conformità o non conformità del pezzo alle specifiche è necessario conoscere l incertezza della misura ed applicare la UNI EN ISO al fine di definire la zona di sicura conformità. Calcolare l incertezza di misura di una macchina utensile può essere molto complesso in relazione alla conoscenza dei suoi errori e delle altre grandezze di influenza (ambiente, operatore, ecc.) Un caso particolare è la misura per comparazione con un artefatto identico al pezzo (master workpiece). In questo caso molti problemi metrologici possono essere risolti ma questa tecnica è difficilmente applicabile a pezzi meccanici complessi prodotti in piccoli lotti. 5

6 Perché è difficile misurare il pezzo in macchina? 11 Quindi è necessario ricordare che la prassi di mettere un tastatore sulla macchina utensile per effettuare misurazioni assolute ha senso solo se si è tarata la macchina utensile (o se si effettua una verifica delle prestazioni in relazione ad un errore massimo ammesso) e se si è in grado di valutare l incertezza del processo di misurazione. Inoltre occorre essere sicuri che gli errori geometrici della macchina siano stabili ovvero non abbiano variazioni causate dalle attività di lavorazione della macchina dopo l ultima taratura. La ISO Il problema di utilizzare una macchina utensile per effettuare misurazioni è da tempo dibattuto in ambito ISO; su questo argomento nel 2007 è stato emesso un working draft nell ambito della famiglia di norme ISO 230 Test code for machine tool. La ISO/WD Test code for machine tools Part 10: determination ti of the measuring performance of a numerically controlled machine tool ha quindi lo scopo di verificare le prestazioni metrologiche di una macchina utensile a controllo numerico quando viene equipaggiata con un sistema tastatore. La norma identifica i seguenti campi applicativi: - misure delle caratteristiche degli utensili (raggio, lunghezza, offset); - misure del posizionamento dell utensile prima della lavorazione; - misure del posizionamento del pezzo prima della lavorazione; - misure delle caratteristiche del pezzo dopo la lavorazione quando è ancora in macchina. Risulta quindi evidente l interesse del mondo industriale a semplificare i processi produttivi portando sulla macchina utensile anche le attività di misurazione. 6

7 Un progetto di ricerca: la MMT 13 Trasferire le capacità metrologiche di una CMM su di una macchina utensile potrebbe sicuramente portare grandi vantaggi al processo produttivo (inline part inspection). La MMT (Measuring Machine Tool) è proprio questo. MMT Alesamonti sta lavorando per un progetto di ricerca che coinvolge centri di ricerca italiani ed europei per definire questa nuova tipologia di macchina in grado di rivoluzionare i concetti organizzativi della produzione industriale. Le basi concettuali della MMT Una macchina utensile è concettualmente composta da tre carri che si muovono nello spazio. Assimilando questi tre carri a dei corpi rigidi che si muovono lungo una retta possiamo ritenere che il loro movimento sia affetto da sei errori per carro e cioè: - errore di perpendicolarità dell asse rispetto al piano formato dagli atri due assi; - errore di rettilineità nel piano orizzontale; - errore di rettilineità nel piano verticale; - errore angolare di beccheggio; - errore angolare di rollio; - errore angolare di imbardata. Quindi sei errori per ogni asse portano ad un modello di 18 errori a cui vanno aggiunti i tre errori di linearità dei sistemi di misura sugli assi. La presenza di questi errori geometrici fa in modo che esista un errore nel posizionamento del punto centrale dell utensile (TCP: Toool Central Point). yaw pitch rol l 7

8 Le basi concettuali della MMT 15 Una MMT è in grado di riconoscere e valutare i sei errori geometrici ed i tre errori di linearità per ogni asse grazie ad un sistema di artefatti metrologici già presenti nella struttura della macchina (taratura online). Questi artefatti sono riferibili ai campioni nazionali o internazionali e quindi, correggendo i sei errori per ogni asse tramite un software di compensazione volumetrica si è in grado di correggere il posizionamento del centro dell utensile e quindi di riportarsi in una condizione ideale. Se in questa condizione si pone un tastatore di misura sul mandrino della macchina è possibile effettuare misurazioni riferibili in quanto gli errori di posizionamento del centro dell utensile sono stati compensati e comunque verificati essere entro i limiti massimi ammessi. Inoltre la MMT, conoscendo anche le proprie condizioni termiche in relazione alla temperatura ambiente, è in grado di compensare le proprie deformazioni termiche e quelle del pezzo. Con la conoscenza degli effetti delle grandezze d influenza sul processo di misurazione, si è in grado di calcolare l incertezza di misura con cui lavora la MMT e fornire un corretta valutazione della conformità del pezzo eseguito alle specifiche prescritte applicando la norma UNI EN ISO Modalità operative della MMT 16 Le modalità di funzionamento di una MMT consentono le seguenti attività: - all accensione della macchina si attiva un ciclo di verifica degli errori geometrici (check iniziale) che consente di valutare se la macchina lavorerà entro gli errori massimi assegnati dal costruttore; in caso contrario viene attivato un processo di tele-assistenza che consente al costruttore di collegarsi direttamente con il sistema di controllo della macchina e verificare in tempo reale eventuali problemi della macchina; - se il controllo iniziale ha dato esito favorevole, la MMT inizia la lavorazione del pezzo in relazione al partprogramm acquisito tramite CAD; - se, dopo una fase di lavorazione, è richiesto un controllo interoperazionale la MMT effettua la taratura online, riconosce i propri errori ed il proprio stato termico ed attiva il software di compensazione degli errori; utilizzando un tastatore esegue la misura della caratteristica del pezzo e verifica la sua conformità alle specifiche tenendo conto della sua incertezza di misura; - nel caso il pezzo risultasse non conforme alle specifiche la MMT verifica la possibilità di attivare un processo di rilavorazione del pezzo modificando il part-programm e richiamando nuovi utensili o accessori. ISDN 8

9 Modalità operative della MMT 17 - alla fine del processo di lavorazione la MMT ripete l operazione di taratura online, compensa gli errori rilevati e verifica tutte le caratteristiche del pezzo sottoposte a tolleranza, emettendo un rapporto di conformità del pezzo alle specifiche con garanzia di riferibilità ai campioni nazionali o internazionali; - periodicamente la MMT è in grado di attivare un processo di manutenzione preventiva e predittiva, esaminando ogni possibile degrado delle sue caratteristiche meccaniche ed anticipando o posticipando le attività di manutenzione in funzione delle analisi effettuate. In questo modo la MMT rende disponibile al gestore della produzione le reali prestazioni della macchina in termini di accuratezza di lavorazione, consentendo di orientare la produzione dei pezzi coerentemente con le tolleranze richieste. Una ipotesi di fabbrica del futuro 18 modelli di cono oscenza determinare le reali prestazioni delle macchine utensili nelle diverse condizioni operative e, grazie alle funzioni integrate di controllo della qualità del pezzo, reagire alle variabili di processo adattando il ciclo di lavorazione, le attrezzature ed eventualmente riconfigurare la produzione su altre macchine valutate idonee allo scopo sviluppare modelli di manutenzione preventiva e predittiva basandosi sulle informazioni geometriche, termiche e funzionali provenienti dalle MMT (teleservice) rivoluzionare la logistica dei materiali ed i layout di fabbrica integrando produzione e controllo ottimizzare il progetto della macchina in relazione alle informazioni sulle deformazioni rilevate sperimentalmente (OEM) costruire data base tecnologici sugli errori di lavorazione in grado di guidare gli operatori alle rilavorazioni dei pezzi (in modo automatico o manuale) bus per informazioni inerenti lo stato geometrico, termico e funzionale della macchina e del pezzo prodotto alesatrici centri di lavoro rettifiche torni MMT (Measuring Machine Tool) level for variable small batch production 9

10 Conclusioni 19 La ricerca finalizzata alla realizzazione di una MMT porterà quindi i seguenti vantaggi per il sistema industriale: - miglioramento delle lavorazioni grazie ad un accurato controllo del deterioramento delle prestazioni della macchina tramite periodiche attività di verifica; - miglioramento del layout di fabbrica con snellimento dei percorsi dei materiali; - riduzione del tempo totale di produzione attraverso la completa integrazione delle attività di lavorazione e misurazione nel ciclo di produzione; - riduzione dei tempi morti sulla macchina utensile derivanti dalle attese delle verifiche dimensionali e geometriche nel reparto di Controllo Qualità con conseguente raggiungimento della saturazione della macchina; - riduzione degli scarti di produzione attraverso controlli interoperazionali che riducono l accumulo degli errori durante il ciclo di lavorazione; - riduzione del carico di lavoro del reparto di Controllo Qualità che può dedicarsi ad attività metrologiche più accurate; - riduzione delle attività di rilavorazione del pezzo intervenendo immediatamente all insorgere del problema; - riduzione dei costi di logistica e trasporto dei pezzi che non possono essere controllati internamente quando le dimensioni del pezzo eccedono le capacità interne di controllo; questo significa minor consumo di combustibili, minor consumo di energia elettrica per carri ponte, minor consumi di imballi per il trasporto; - attivazione di una politica di manutenzione preventiva e predittiva per ridurre il deterioramento della macchina. Bibliografia 20 G. Malagola, A. Ponterio, La metrologia dimensionale per l industria meccanica, Edizioni Augusta, Torino (www.metrologiadimensionale.it) G. Malagola, Misurare per mantenere, Manutenzione, Tecnica e Management, Anno X, 11/2003 G. Malagola, A. Ponterio, La valutazione sperimentale dell incertezza di misura in ambito industriale, Tutto_Misure 01/2003 G. Malagola, A. Ponterio, La misura dei diametri interni ed esterni nell industria meccanica, Tutto_Misure 02/2003 G. Branca, G. Malagola, Problematiche di misura dell umidità relativa Dossier Manutenzione Civile Manutenzione, Tecnica e Management 04/2005 Malagola G., Ponterio A., Determinazione dell incertezza strumentale in funzione dell errore massimo ammesso II Congresso Italiano di Metrologia & Qualità Milano 2001 G. Malagola, A. Ponterio, Valutazione della incertezza di misura con calibri a corsoio, Tutto_Misure 1/

27 BI-MU Milano 5-9 Ottobre 2010 PIANETA GIOVANI. Il controllo numerico, la macchina, l'utensile: sinergia di tecnologie per eccellere

27 BI-MU Milano 5-9 Ottobre 2010 PIANETA GIOVANI. Il controllo numerico, la macchina, l'utensile: sinergia di tecnologie per eccellere 1 27 BI-MU Milano 5-9 Ottobre 2010 PIANETA GIOVANI Il controllo numerico, la macchina, l'utensile: sinergia di tecnologie per eccellere L evoluzione delle macchine utensili ad asportazione di truciolo

Dettagli

Condizioni ambientali per le le macchine utensili. Ing. Gianfranco Malagola Alesamonti Barasso (VA)

Condizioni ambientali per le le macchine utensili. Ing. Gianfranco Malagola Alesamonti Barasso (VA) 1 Condizioni ambientali per le le macchine utensili Ing. Gianfranco Malagola Alesamonti Barasso (VA) Condizioni ambientali 2 Per garantire le migliori prestazioni della macchina utensile è necessario mantenere

Dettagli

Applicazioni pratiche della ISO/TR 16907, Machine tools Numerical compensation of geometric errors

Applicazioni pratiche della ISO/TR 16907, Machine tools Numerical compensation of geometric errors Convegno QUALITÀ, SICUREZZA E AMBIENTE: LE NORME A SUPPORTO DELLA COMPETITIVITÀ NEL SETTORE DELLE MACCHINE UTENSILI BI-MU 2014 Applicazioni pratiche della ISO/TR 16907, Machine tools Numerical compensation

Dettagli

SIMULAZIONE E ANALISI SOFTWARE PER MACCHINE UTENSILI

SIMULAZIONE E ANALISI SOFTWARE PER MACCHINE UTENSILI SIMULAZIONE E ANALISI SOFTWARE PER MACCHINE UTENSILI Antonio Scippa u macchine utensili u Ottimizzare i parametri per una lavorazione di fresatura su macchina a controllo numerico significa sfruttare in

Dettagli

La Qualità il Controllo ed il Collaudo della macchina utensile. Dr. Giacomo Gelmi

La Qualità il Controllo ed il Collaudo della macchina utensile. Dr. Giacomo Gelmi La Qualità il Controllo ed il Collaudo della macchina utensile Dr. Giacomo Gelmi Che cosa è una macchina utensile? E uno spazio fisico in cui si collocano, sostenuti da adeguate strutture ed in posizioni

Dettagli

Aumentate le prestazioni della vostra produzione sfruttando la nostra esperienza nel controllo di processo

Aumentate le prestazioni della vostra produzione sfruttando la nostra esperienza nel controllo di processo Soluzioni metrologiche per il controllo dei processi produttivi Aumentate le prestazioni della vostra produzione sfruttando la nostra esperienza nel controllo di processo e Process Pyramid Più produttività

Dettagli

SISTEMI DI PRODUZIONE

SISTEMI DI PRODUZIONE SISTEMI DI PRODUZIONE 1/49 Tipologia di sistemi produttivi Volume Sistema rigido Sistema flessibile Varietà parti 2/49 Modelli di Sistemi di produzione Sono basati sulla ripetitività delle operazioni di

Dettagli

FORMAZIONE 2012 CATALOGO CORSI ALBERTO ZAFFAGNINI CONSULENZE PER LA METROLOGIA E LA QUALITA NELL INDUSTRIA

FORMAZIONE 2012 CATALOGO CORSI ALBERTO ZAFFAGNINI CONSULENZE PER LA METROLOGIA E LA QUALITA NELL INDUSTRIA FORMAZIONE 2012 CATALOGO CORSI ALBERTO ZAFFAGNINI CONSULENZE PER LA METROLOGIA E LA QUALITA NELL INDUSTRIA Rev. 0 - gennaio 2012 INTRODUZIONE La formazione del personale è complementare alla sua istruzione

Dettagli

NOTA: i pezzi di uno stesso lotto sono fra di loro intercambiabili, ma non è detto che siano intercambiabili con i pezzi di un altro lotto.

NOTA: i pezzi di uno stesso lotto sono fra di loro intercambiabili, ma non è detto che siano intercambiabili con i pezzi di un altro lotto. 1 T I P I D I P R O D U Z I O N E Per PRODUZIONE s intende l insieme delle lavorazioni, dei controlli, dei montaggi necessari alla realizzazione di un particolare o di un complessivo. La produzione può

Dettagli

BI-MU Milano 3-7 Ottobre 2008 CONVEGNO MACCHINE UTENSILI: NOVITÀ NEL CAMPO DELLE VERIFICHE E DEI COLLAUDI

BI-MU Milano 3-7 Ottobre 2008 CONVEGNO MACCHINE UTENSILI: NOVITÀ NEL CAMPO DELLE VERIFICHE E DEI COLLAUDI 1 BI-MU Milano 3-7 Ottobre 2008 CONVEGNO MACCHINE UTENSILI: NOVITÀ NEL CAMPO DELLE VERIFICHE E DEI COLLAUDI Obiettivi e funzionalità di di misura misura affidate alla alla macchina utensile. Il Il Progetto

Dettagli

L automazione. L automazione. Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa

L automazione. L automazione. Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa L automazione 1 L automazione Insieme delle tecniche e dei metodi per sostituire o ridurre l intervento umano in un attività lavorativa Politecnico di Torino 1 Automazione delle macchine utensili (M.U.)

Dettagli

LaserControlNT. controllo utensile affidabile notevole precisione controllo usura estremamente preciso

LaserControlNT. controllo utensile affidabile notevole precisione controllo usura estremamente preciso LaserControlNT controllo utensile affidabile notevole precisione controllo usura estremamente preciso LaserControlNT I Sistemi Laser Blum costituiscono lo standard riconosciuto nella misura utensili. Innumerevoli

Dettagli

VTL VLP VTF VTM VTMP

VTL VLP VTF VTM VTMP VTL VLP VTF VTM VTMP Il vostro partner nella tornitura verticale multifunzionale TORNI VERTICALI E CENTRI DI TORNITURA, FRESATURA, FORATURA, RETTIFICA VTL - VLP - VTF - VTM - VTMP VTL VLP Maggior precisione,

Dettagli

PROCESSI PRODUTTIVI E LOGISTICA I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN

PROCESSI PRODUTTIVI E LOGISTICA I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN PROCESSI PRODUTTIVI E LOGISTICA I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN A.S. 2014/15 Innovazione e ciclo di vita di un prodotto La progettazione di un prodotto e di conseguenza il suo processo produttivo dipende dalla

Dettagli

ISO/IEC 17025 : 2005 per i Laboratori di Prova

ISO/IEC 17025 : 2005 per i Laboratori di Prova ISO/IEC 17025 : 2005 per i Laboratori di Prova Perugia, 30 giugno 2005 D.ssa Daniela Vita ISO/IEC 17025:2005 1 Differenza tra UNI EN ISO 9001:2000 e ISO/IEC 17025:2005 La norma UNI EN ISO 9001:2000 definisce

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

120 Luglio/Agosto 2015 www.techmec.it

120 Luglio/Agosto 2015 www.techmec.it Innse Berardi, conosciuta nei vari mercati per le sue macchine utensili a sostentamento idrostatico ad alto livello di personalizzazione, opera nell ambito delle lavorazioni pesanti e ha ben chiare le

Dettagli

MTL1 OPTICAL MEASURING MACHINE. Italian Version

MTL1 OPTICAL MEASURING MACHINE. Italian Version MT1 OPTICA MEASURING MACHINE Italian Version 2 Molteplici misure con un unico strumento: MT1 MT1 Una grande area di misura pari a 300x60 mm in una pratica e compatta macchina di misura per pezzi torniti.

Dettagli

Tecnologia di piegatura economica: TruBend Serie 3000. Macchine utensili / Utensili elettrici Tecnologia laser / Elettronica Tecnologia medicale

Tecnologia di piegatura economica: TruBend Serie 3000. Macchine utensili / Utensili elettrici Tecnologia laser / Elettronica Tecnologia medicale Tecnologia di piegatura economica: TruBend Serie 3000 Macchine utensili / Utensili elettrici Tecnologia laser / Elettronica Tecnologia medicale Riferimento nella piegatura. Indice Riferimento nella piegatura.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC

PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC PROGRAMMAZIONE EIA/ISO Macchine Utensili CNC A cura di Massimo Reboldi Versione 2.0 7/1/14 La programmazione EIA/ISO! Introduzione! Assi e Riferimenti! Linguaggio di programmazione! Grammatica;! Lessico;!

Dettagli

Capitolo quindici. Produzione globale, outsourcing e logistica. Caso di apertura

Capitolo quindici. Produzione globale, outsourcing e logistica. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo quindici Produzione globale, outsourcing e logistica Caso di apertura 15-3 Quando ha introdotto la console video-ludica X-Box, Microsoft dovette decidere se produrre

Dettagli

Metrologia industriale Carl Zeiss. DuraMax. Macchina di misura per officina.

Metrologia industriale Carl Zeiss. DuraMax. Macchina di misura per officina. Metrologia industriale Carl Zeiss DuraMax. Macchina di misura per officina. DuraMax. Misurare può essere davvero semplice. DuraMax come sostituto di calibri complessi Costruita per l officina e la produzione

Dettagli

GESTIONE DELLE APPARECCHIATURE

GESTIONE DELLE APPARECCHIATURE Procedura Operativa 11/02/11 Pag. 1 di 8 GESTIONE DELLE APPARECCHIATURE PER MISURAZIONI E MONITORAGGI 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 3.1. Norme... 2 3.2. Moduli /

Dettagli

La norma UNI EN ISO 14001:2004

La norma UNI EN ISO 14001:2004 La norma COS È UNA NORMA La normazione volontaria Secondo la Direttiva Europea 98/34/CE del 22 giugno 1998: "norma" è la specifica tecnica approvata da un organismo riconosciuto a svolgere attività normativa

Dettagli

FATTI DI MANUTENZIONE

FATTI DI MANUTENZIONE FATTI DI MANUTENZIONE MCM SpA 8 giugno 2005 Gardaland (Italia) MACHINING CENTERS MANUFACTURING SpA VIGOLZONE (PC) ITALY 1978-2005 LA DITTA I PRODOTTI I CLIENTI La Ditta C METALDYNE VIDEO Società privata

Dettagli

INFORMAZIONI SUL PRODOTTO DEA PIONEER. La Macchina di Misura a Coordinate dalla qualità accessibile

INFORMAZIONI SUL PRODOTTO DEA PIONEER. La Macchina di Misura a Coordinate dalla qualità accessibile INFORMAZIONI SUL PRODOTTO DEA PIONEER La Macchina di Misura a Coordinate dalla qualità accessibile DEA PIONEER... DEA PIONEER è la soluzione perfetta sia per i costruttori che acquistano la loro prima

Dettagli

IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL

IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL IL PROCESSO DI VALUTAZIONE DI UN SITO PRODUTTIVO: IL CASO ABBOTT DOPO L ACQUISIZIONE DI KNOLL Prof. 1Corso: Supply chain management Docente: 1 Considerazioni di sintesi L azienda si posiziona tra le prime

Dettagli

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC Riferimento al linguaggio di programmazione STANDARD ISO 6983 con integrazioni specifiche per il Controllo FANUC M21. RG - Settembre 2008

Dettagli

Informazioni sul prodotto. Macchine di misura a portale mobile

Informazioni sul prodotto. Macchine di misura a portale mobile Informazioni sul prodotto PIONEER Macchine di misura a portale mobile PIONEER... PIONEER è la soluzione perfetta sia per utilizzatori che acquistano la loro prima macchina di misura a coordinate sia per

Dettagli

EasyPLAST. Siamo riusciti a trasferire in EasyPLAST tutte le informazioni e le procedure che prima erano gestite con fogli excel

EasyPLAST. Siamo riusciti a trasferire in EasyPLAST tutte le informazioni e le procedure che prima erano gestite con fogli excel Abbiamo completamente eliminato i costi di personalizzazione e di continuo sviluppo per cercare di adattare un prodotto software orizzontale e generalista alle problematiche del nostro settore Un software

Dettagli

I modelli normativi. I modelli per l eccellenza. I modelli di gestione per la qualità

I modelli normativi. I modelli per l eccellenza. I modelli di gestione per la qualità 1 I modelli di gestione per la qualità I modelli normativi I modelli per l eccellenza Entrambi i modelli si basano sull applicazione degli otto principi del TQM 2 I modelli normativi I modelli normativi

Dettagli

Sviluppo delle norme ISO sul collaudo geometrico

Sviluppo delle norme ISO sul collaudo geometrico Sviluppo delle norme ISO sul collaudo geometrico ISO 10791-1 Centri di lavorazione orizzontali ISO 17543-1 Teste accessorie per macchine orizzontali ISO 3070-2 Alesatrici orizzontali ISO 13041-2 Centri

Dettagli

MISURE DIMENSIONALI MISURE DIMENSIONALI: - Sistemi a contatto. - Sistemi senza contatto.

MISURE DIMENSIONALI MISURE DIMENSIONALI: - Sistemi a contatto. - Sistemi senza contatto. MISURE DIMENSIONALI Modello: tubo cilindrico misurato con forcelle del calibro caratterizzate da superfici piane e parallele fra loro. MISURE DIMENSIONALI: D Diametro del tubo misurato con calibro. Ripetendo

Dettagli

Analisi dei Sistemi di Misurazione - MSA

Analisi dei Sistemi di Misurazione - MSA Data: 16 Marzo 2011 Indice Il processo zione impiego specifico Cenni di SPC e di MSA 2 CARATTERISTICA DA CONTROLLARE, TOLLERANZA E RELATIVA CLASSE DI IMPORTANZA METODO DI CONTROLLO STRUMENTO DI MISURA

Dettagli

INFORMAZIONI SUL PRODOTTO. m&h PRESETTING LASER Misurare sulle macchine utensili rapido e preciso

INFORMAZIONI SUL PRODOTTO. m&h PRESETTING LASER Misurare sulle macchine utensili rapido e preciso INFORMAZIONI SUL PRODOTTO m&h PRESETTING LASER Misurare sulle macchine utensili rapido e preciso m&h PRESETTING LASER... Applicazioni e programmi di misura Una qualità della produzione costante richiede

Dettagli

SCHEMA. Mandato CEN M/120 Prodotti metallici per impieghi strutturali e loro accessori.

SCHEMA. Mandato CEN M/120 Prodotti metallici per impieghi strutturali e loro accessori. SCHEMA per la certificazione del controllo di produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE dei prodotti di alluminio e di leghe di alluminio cui alla norma UNI EN 15088:2006 0 STORIA Edizione 0 08/06/2012

Dettagli

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA

MATERIA: LABORATORIO DI MECCANICA UF1 - PRODURRE ALLA FRESATRICE Norme del disegno tecnico. Tolleranze di lavorazione. Lettura degli strumenti di misura e di controllo Conoscenza degli utensili per fresare Calcolo dei parametri di taglio.

Dettagli

MMSC3 Sistema di calibrazione per guida robot bidimensionale e tridimensionale basato su visione artificiale

MMSC3 Sistema di calibrazione per guida robot bidimensionale e tridimensionale basato su visione artificiale Atti del V Congresso Metrologia & Qualità (Marzo 2007) MMSC3 Sistema di calibrazione per guida robot bidimensionale e tridimensionale basato su visione artificiale M. GALIMBERTI (1), R.SALA (2), N.CAPELLI

Dettagli

I controlli e le verifiche degli apparecchi di sollevamento secondo il Testo Unico

I controlli e le verifiche degli apparecchi di sollevamento secondo il Testo Unico Dipartimenti Territoriali e Centri di Ricerca I controlli e le verifiche degli apparecchi di sollevamento secondo il Testo Unico Dott. Ing. Amalia Nuzzo Bari, 23 Ottobre 2009 CONVEGNO La sicurezza delle

Dettagli

Lezioni del Corso di Fondamenti di Metrologia Meccanica

Lezioni del Corso di Fondamenti di Metrologia Meccanica Facoltà di Ingegneria Lezioni del Corso di Fondamenti di Metrologia Meccanica A.A. 2005-2006 Prof. Paolo Vigo Indice 1. Errori ed Incertezze 2. Errori Sistematici ed Accidentali 3. Proprietà degli Strumenti

Dettagli

Just-In-Time (JIT) eliminate tutte le motivazioni che costringono un sistema produttivo alla costituzione di scorte di materiali

Just-In-Time (JIT) eliminate tutte le motivazioni che costringono un sistema produttivo alla costituzione di scorte di materiali Just-In-Time (JIT) Filosofia produttiva nata presso l azienda giapponese Toyota negli anni 70. Ha l obiettivo di soddisfare la domanda del cliente in termini di cosa e quanto produrre, configurando l intero

Dettagli

Corso di Metrologia applicata alla Meteorologia 20 Marzo 2013 Nozioni di metrologia Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica INRiM Torino g.lopardo@inrim.it Sommario Riferibilità Metrologica Incertezza

Dettagli

Misurare sulle macchine utensili Soluzioni software per la misura

Misurare sulle macchine utensili Soluzioni software per la misura Misurare sulle macchine utensili Soluzioni software per la misura Controllo in macchina Controllo di processo Soluzioni Software a scalare m&h Inprocess Messtechnik GmbH, leader tecnologico per la misura

Dettagli

Minicorso Regole di Disegno Meccanico

Minicorso Regole di Disegno Meccanico Parte 3 Minicorso Regole di Disegno Meccanico di Andrea Saviano Tolleranze dimensionali di lavorazione Accoppiamenti mobili, stabili e incerti Giochi e interferenze Posizione della zona di tolleranza e

Dettagli

FRESATRICI CLASSIFICAZIONE DELLE FRESATRICI

FRESATRICI CLASSIFICAZIONE DELLE FRESATRICI FRESATRC CLASSFCAZONE DELLE FRESATRC Le fresatrici si distinguono principalmente per la disposizione dell albero portafresa e per le possibilità di movimento della tavola portapezzo. Si classificano in

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5

LA PROGRAMMAZIONE N10 G0 X5 Y5 LA PROGRAMMAZIONE Un programma per una Macchina Utensile CNC è costituito da una sequenza logica di informazioni geometriche, tecnologiche ed ausiliarie (fasi di lavoro). Le informazioni geometriche riguardano

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi)

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da prof. A. Rossi) DISCIPLINA : TECNICA DELLA PRODUZIONE A.S. 2012/2013 di dipartimento individuale del/i docente/i...... per la/e classe/i 5^ TIM 1) PREREQUISITI Conoscenza delle macchine utensili più comuni e dei principali

Dettagli

Elementi in legno massiccio: lavorazione completamente automatizzata

Elementi in legno massiccio: lavorazione completamente automatizzata Elementi in legno massiccio: lavorazione completamente automatizzata Centro di lavoro WMP per pareti PIU VALORE Competenza: l elemento base per le innovazioni E il mercato che decide e la WEINMANN è in

Dettagli

Capitolo XIV. La gestione della produzione

Capitolo XIV. La gestione della produzione Capitolo XIV La gestione della produzione La funzione di produzione Approvvigionamenti La funzione di produzione riguarda il processo di trasformazione dei beni, ossia l insieme l di operazioni mediante

Dettagli

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP004 0.1 DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP004 0.1 DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO SCHEMA per la certificazione del controllo della produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE dei profilati cavi di acciai non legati e a grano fine per impieghi strutturali di cui alle norme UNI

Dettagli

Communicato Stampa. Ginevra, settembre 2013

Communicato Stampa. Ginevra, settembre 2013 Communicato Stampa I servizi preventivi avanzati di GF AgieCharmilles aumentano il tempo di funzionamento e massimizzano il ritorno sull'investimento nella macchina I Customer Services di GF AgieCharmilles

Dettagli

Il Laser misura il diametro in-linea: una realta oggi affermata. Nota tecnica Aeroel. A. Spizzamiglio - Aeroel - Italia SOMMARIO:

Il Laser misura il diametro in-linea: una realta oggi affermata. Nota tecnica Aeroel. A. Spizzamiglio - Aeroel - Italia SOMMARIO: Nota tecnica Aeroel SOMMARIO: Il Laser misura il diametro in-linea: una realta oggi affermata La tecnologia laser nel mondo produttivo Che cos è e come funziona un calibro laser I vantaggi della tecnologia

Dettagli

NEAR MISS. Condizione sbagliata Comportamento sbagliato Near miss

NEAR MISS. Condizione sbagliata Comportamento sbagliato Near miss NEAR MISS Si definisce near miss o quasi infortunio qualsiasi evento, correlato al lavoro, che avrebbe potuto causare un infortunio o danno alla salute (malattia) o morte ma, solo per puro caso, non lo

Dettagli

TECNOLOGIE DI BROCCIATURA INNOVATIVE

TECNOLOGIE DI BROCCIATURA INNOVATIVE TECNOLOGIE DI BROCCIATURA INNOVATIVE REALIZZAZIONE DI PROFILI COMPLESSI Tecniche di brocciatura innovative. La brocciatura costituisce il processo produttivo più razionale per le produzioni in grande serie

Dettagli

NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI:

NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI: NORME TECNICHE PER LE COSTRUZIONI: UNI EN 3834 -Requisiti per la qualità della saldatura UNI EN ISO 9001 -Sistemi di gestione qualità UNI EN ISO 9001 -Sistemi di gestione qualità Centri di trasformazione:

Dettagli

EN9100:2003 * I requisiti aggiuntivi rispetto alla ISO 9001. Torino, 6 Luglio 2005 Caserta, 12 luglio 205

EN9100:2003 * I requisiti aggiuntivi rispetto alla ISO 9001. Torino, 6 Luglio 2005 Caserta, 12 luglio 205 EN9100:2003 * I requisiti aggiuntivi rispetto alla ISO 9001 Torino, 6 Luglio 2005 Caserta, 12 luglio 205 Sommario Come è nata la EN 9100 Gli Standard Aerospaziali Emessi In studio La Norma EN 9100 - I

Dettagli

Conformità dei pezzi alle specifiche : tarare o verificare gli strumenti di misura?

Conformità dei pezzi alle specifiche : tarare o verificare gli strumenti di misura? Conformità dei pezzi alle specifiche : tarare o verificare gli strumenti di misura? Gianfranco Malagola, Aldo Ponterio 1- Introduzione Quando si parla di verifiche di conformità è ormai consuetudine far

Dettagli

GESTIONE QUALITA : DAL TQM ALLE CERTIFICAZIONI ISO 9000

GESTIONE QUALITA : DAL TQM ALLE CERTIFICAZIONI ISO 9000 GESTIONE QUALITA : DAL TQM ALLE CERTIFICAZIONI ISO 9000 Seminario del corso Progetto e misura della qualità a cura di Michele Incagli 1 Contenuti del seminario/1 Qualità: introduzione e cenni storici Definizione

Dettagli

LA LEAN MANUFACTURING E TOYOTA. QualitiAmo La Qualità gratis sul web

LA LEAN MANUFACTURING E TOYOTA. QualitiAmo La Qualità gratis sul web LA LEAN MANUFACTURING E TOYOTA GLI SPRECHI DA EVITARE Quali erano gli sprechi che Toyota voleva evitare, applicando la Produzione snella? Essenzialmente 3: le perdite di tempo legate alle rilavorazioni

Dettagli

On the way to Industrie 4.0 Digitalization in Machine Tool Manufacturing

On the way to Industrie 4.0 Digitalization in Machine Tool Manufacturing On the way to Industrie 4.0 Digitalization in Machine Tool Manufacturing Joachim Zoll Head of Machine Tools Systems Siemens AG siemens.com/emo Principali sfide e driver nel panorama industriale Ridurre

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015. INDIRIZZO: Produzioni industriali. DISCIPLINA: Tecniche di produzione e di organizzazione. CLASSI: Terze Quarte PA

Anno Scolastico 2014-2015. INDIRIZZO: Produzioni industriali. DISCIPLINA: Tecniche di produzione e di organizzazione. CLASSI: Terze Quarte PA ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO E. BERNARDI PADOVA Anno Scolastico 2014-2015 INDIRIZZO: Produzioni industriali DISCIPLINA: Tecniche di produzione e di organizzazione CLASSI: Terze

Dettagli

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali

La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali La prove dinamiche sugli edifici II parte strumentazione e analisi dei segnali Luca Facchini e-mail: luca.facchini@unifi.it Introduzione Quali strumenti vengono utilizzati? Le grandezze di interesse nelle

Dettagli

- - - - produzioni su commesse singole - produzioni su commesse ripetitive - produzioni per il magazzino produzioni su commesse singole

- - - - produzioni su commesse singole - produzioni su commesse ripetitive - produzioni per il magazzino produzioni su commesse singole 1 SISTEMI PRODUTTIVI CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI PRODUTTI: - modalità di manifestazione della domanda - modalità di manifestazione dell offerta - modalità di esecuzione del prodotto modalità di manifestazione

Dettagli

La piegatura tangenziale si afferma.

La piegatura tangenziale si afferma. TruBend Center: La piegatura tangenziale si afferma. Macchine utensili / Utensili elettrici Tecnologia laser / Elettronica Piegatura senza precedenti. Indice Piegatura senza precedenti. 2 Funzioni convincenti.

Dettagli

Progettare la manutenzione (a cura di Paolo Stefanini)

Progettare la manutenzione (a cura di Paolo Stefanini) Progettare la manutenzione (a cura di Paolo Stefanini) Progettare la manutenzione significa determinare il miglior sistema di gestione delle fasi che compongono tale processo, vale a dire trovare il giusto

Dettagli

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP003 0.1 DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP003 0.1 DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO SCHEMA per la certificazione del controllo della produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE dei prodotti laminati a caldo di acciai per impieghi strutturali di cui alla norma UNI EN 10025-1, edizione

Dettagli

INDICAZIONE DELLA FINITURA SUPERFICIALE E DELLE TOLLERANZE DI LAVORAZIONE DAL PROGETTO AL PRODOTTO

INDICAZIONE DELLA FINITURA SUPERFICIALE E DELLE TOLLERANZE DI LAVORAZIONE DAL PROGETTO AL PRODOTTO INDICAZIONE DELLA FINITURA SUPERFICIALE E DELLE TOLLERANZE DI LAVORAZIONE DAL PROGETTO AL PRODOTTO Il progetto, dalla parola latina proiectus, è un insieme di operazioni che hanno lo scopo di realizzare

Dettagli

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Le norme cosiddette organizzative definiscono le caratteristiche ed i requisiti che sono stati definiti come necessari e qualificanti per le organizzazioni al

Dettagli

Il controllo qualità con GOM nel settore Automotive

Il controllo qualità con GOM nel settore Automotive Il controllo qualità con GOM nel settore Automotive La riduzione dei tempi di sviluppo prodotto e la riduzione dei costi forzano le aziende ad aumentare la loro efficienza. Parte importante di questo sforzo

Dettagli

non è mai troppo tardi per fare una scelta migliore!

non è mai troppo tardi per fare una scelta migliore! IL FUTURO IL PASSATO non è mai troppo tardi per fare una scelta migliore! 1 IL FUTURO 2 LA TECNOLOGIA 3 LA RICERCA 6 1 5 2 4 3 4 LA STORIA 5 L ESPERIENZA 6 IL PASSATO 6 1 5 2 IL FUTURO 4 3 LA SICUREZZA

Dettagli

www.dmgmori.com torni automatici plurimandrino applicazioni Serie GMC / GM albero di trasmissione perno filettato

www.dmgmori.com torni automatici plurimandrino applicazioni Serie GMC / GM albero di trasmissione perno filettato www.dmgmori.com torni automatici plurimandrino Serie GMC / GM applicazioni gm albero di trasmissione perno filettato gmc albero a camme valvola albero sterzo connettore gildemeister italiana s.p.a. dmg

Dettagli

Imetric: sinonimo di affidabilità e qualità

Imetric: sinonimo di affidabilità e qualità Imetric: sinonimo di affidabilità e qualità 2 La tecnologia di precisione Swiss-made Vicino alla catena montuosa del Giura, in una regione che è famosa per la sua industria orologiera e probabilmente conosciuta

Dettagli

IMPIANTI MINIEOLICI 2013

IMPIANTI MINIEOLICI 2013 Sede Amministrativa e Commerciale: Viale Vittorio Veneto, 115-94018 Troina (EN) Cell: 329/4857300 Ufficio di Rappresentanza: Via Alcide De Gasperi, 18 24123 Bergamo (BG) - Cell: 328/3515308 Via Cavour,

Dettagli

4-5 6-7 8-9 10-11 12 13 14 15

4-5 6-7 8-9 10-11 12 13 14 15 WALDRICH COBURG è leader mondiale nella costruzione di grandi macchine utensili. I principi guida includono standard di alta qualità e una costante attenzione al cliente. Presso la sede a Coburg, un team

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE

ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE SISTEMA NAZIONALE PER L'ACCREDITAMENTO DI LABORATORI DT-000/ ESEMPI APPLICATIVI DI VALUTAZIONE DELL INCERTEZZA NELLE MISURAZIONI ELETTRICHE INDICE parte sezione pagina. Misurazione di una corrente continua

Dettagli

LaserControl NT. controllo utensile affidabile notevole precisione controllo usura estremamente preciso

LaserControl NT. controllo utensile affidabile notevole precisione controllo usura estremamente preciso LaserControl NT controllo utensile affidabile notevole precisione controllo usura estremamente preciso LaserControl NT I Sistemi Laser Blum costituiscono lo standard riconosciuto nella misura utensili.

Dettagli

Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l intelligenza che si vincono i campionati. Michael Jordan

Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l intelligenza che si vincono i campionati. Michael Jordan Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l intelligenza che si vincono i campionati Michael Jordan METROLOGIA pagina 12 SALA METROLOGICA La METROLOGIA è la scienza e la tecnica

Dettagli

A member of the UNITED GRINDING Group. The Art of Grinding. BluePlus. Misure per aumentare l efficienza energetica

A member of the UNITED GRINDING Group. The Art of Grinding. BluePlus. Misure per aumentare l efficienza energetica The Art of Grinding. A member of the UNITED GRINDING Group BluePlus Misure per aumentare l efficienza energetica Il fabbisogno energetico mondiale aumenta a ritmo costante. Per contrastare il sempre maggiore

Dettagli

10 CONTROLLO STATISTICO DELLA QUALITÀ

10 CONTROLLO STATISTICO DELLA QUALITÀ 10 CONTROLLO STATISTICO DELLA QUALITÀ 10.2.2 Il controllo di un processo Considerazioni sulle carte di controllo A fianco del numero di elementi non conformi delle carte di controllo p e pn e del numero

Dettagli

GLI INDICATORI AMBIENTALI

GLI INDICATORI AMBIENTALI GLI INDICATORI AMBIENTALI L identificazione e l utilizzo di adeguati indicatori ambientali si dimostra indispensabile per misurare e tenere sotto controllo il miglioramento delle prestazioni ambientali

Dettagli

Il meglio della produttività con la flessibilità del CNC

Il meglio della produttività con la flessibilità del CNC Il meglio della produttività con la flessibilità del CNC Produttiva. Precisa. Mikron Multistar NX-24 Mikron Multistar NX-24 Per un imbattibile costo del pezzo Desiderate produrre in grandi quantità pezzi

Dettagli

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 Percorsi di ampliamento dei campi di applicazione gestiti in modo

Dettagli

Corso di Automazione industriale

Corso di Automazione industriale Corso di Automazione industriale Lezione 11 Macchine utensili e controllo numerico Programmazione CNC Università degli Studi di Bergamo, Automazione Industriale, A.A. 2015/2016, A. L. Cologni 1 Introduzione

Dettagli

58 tecnologie meccaniche Febbraio 2013 www.techmec.it

58 tecnologie meccaniche Febbraio 2013 www.techmec.it Fornire supporto alle aziende lungo l intero processo manifatturiero è il core business di Protesa. La società imolese, forte di un esperienza tecnologica e organizzativa maturata all interno del Gruppo

Dettagli

DIMINUIRE I COSTI CON IL SISTEMA QUALITA

DIMINUIRE I COSTI CON IL SISTEMA QUALITA DIMINUIRE I COSTI CON IL SISTEMA QUALITA Lo so che è un argomento impopolare; la mia tesi è che si puo' usare un sistema qualità per abbassare i costi invece che fabbricare carte false. L idea mi è venuta

Dettagli

C. D. G. chi siamo. la struttura. i nostri servizi. trovaci CORPORATE IDENTITY MILANO

C. D. G. chi siamo. la struttura. i nostri servizi. trovaci CORPORATE IDENTITY MILANO C. D. G MILANO chi siamo la struttura i nostri servizi trovaci CORPORATE IDENTITY CHI SIAMO PIATTAFORMA DIGITALE TEAM AFFIATATO LAB PREMEDIA 2 CREDIAMO FORTEMENTE NEL NOSTRO LAVORO CAPACE DI CONFERIRE

Dettagli

Introduzionee principali classificazioni

Introduzionee principali classificazioni Introduzionee principali classificazioni Roberto Pinto Dipartimento di Ingegneria Gestionale, dell Informazione e della Produzione (DIGIP) Università di Bergamo Di cosa parliamo in questo corso? Il termine

Dettagli

MF1500BB/6P. Macchina a 8 assi ad alta tecnologia per la foratura di circuiti di raffreddamento complessi in stampi di grandi dimensioni.

MF1500BB/6P. Macchina a 8 assi ad alta tecnologia per la foratura di circuiti di raffreddamento complessi in stampi di grandi dimensioni. ITALIAN TECHNOLOGY MF1500BB/6P Macchina a 8 assi ad alta tecnologia per la foratura di circuiti di raffreddamento complessi in stampi di grandi dimensioni. Ingombro massimo del pezzo in rotazione (diametro)

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE MECCANICA;PRODUZIONE E MANUTENZIONE DI MACCHINE;IMPIANTISTICA Processo Lavorazioni Meccaniche

Dettagli

PROGR. PRODUZIONE:PROGR. BIGLIA 26-02-2010 12:28 Pagina 1 PROGRAMMA DI PRODUZIONE

PROGR. PRODUZIONE:PROGR. BIGLIA 26-02-2010 12:28 Pagina 1 PROGRAMMA DI PRODUZIONE PROGR. PRODUZIONE:PROGR. BIGLIA 26-02-2010 12:28 Pagina 1 PROGRAMMA DI PRODUZIONE PROGR. PRODUZIONE:PROGR. BIGLIA 26-02-2010 12:28 Pagina 2 I NUOVI TRAGUARDI DI PRODUTTIVITÀ, AFFIDABILITÀ E PRECISIONE

Dettagli

[ significa: Connubio perfetto di stabilità e dinamica. FAmup Linearmill 600. Centro di lavoro a 5 assi ad elevate prestazioni

[ significa: Connubio perfetto di stabilità e dinamica. FAmup Linearmill 600. Centro di lavoro a 5 assi ad elevate prestazioni [ E[M]CONOMy] significa: Connubio perfetto di stabilità e dinamica. FAmup Linearmill 600 Centro di lavoro a 5 assi ad elevate prestazioni FAmup Linearmill 600 [Magazzino utensili] - Magazzino utensili

Dettagli

BASAMENTO IN GRANITO. Basso coefficiente dilatazione termica Ottima rigidità Assorbimento delle vibrazioni

BASAMENTO IN GRANITO. Basso coefficiente dilatazione termica Ottima rigidità Assorbimento delle vibrazioni IGU Rettifiche per interni di alta precisione Torretta rotante con mandrini multipli e strumenti di misura Rettifiche controllate da CNC Guide lineari a rulli Movimento degli assi per mezzo di viti a sfere

Dettagli

La revisione delle norme ISO 3070 sulle fresatrici e alesatrici a mandrino orizzontale

La revisione delle norme ISO 3070 sulle fresatrici e alesatrici a mandrino orizzontale Convegno QUALITÀ, SICUREZZA E AMBIENTE: LE NORME A SUPPORTO DELLA COMPETITIVITÀ NEL SETTORE DELLE MACCHINE UTENSILI BIMU 2012 La revisione delle norme ISO 3070 sulle fresatrici e alesatrici a mandrino

Dettagli

Corso di controllo numerico (Cnc iso)

Corso di controllo numerico (Cnc iso) Corso di controllo numerico (Cnc iso) A cura di Ferrarese Adolfo. - Copyright 2007 - Ferrarese Adolfo - Tutti i diritti riservati - 1 Prefazione: Il corso si articola in 8 sezioni: 7 lezioni più un'ampia

Dettagli

Il collaudo geometrico di una macchina utensile

Il collaudo geometrico di una macchina utensile R 3.2 gennaio 2007 Il collaudo geometrico di una macchina utensile OR 3: Precision Engineering Responsabile Area 3: prof. ing. Giovanni Moroni Ricercatori: ing. Raffaele Lefemine Laboratorio MUSP- Macchine

Dettagli

Lo stabilimento di Costa Volpino, una delle più grandi trafile a freddo in Europa, vanta una tradizione di oltre cinquant anni nello sviluppo e

Lo stabilimento di Costa Volpino, una delle più grandi trafile a freddo in Europa, vanta una tradizione di oltre cinquant anni nello sviluppo e Lo stabilimento di Costa Volpino, una delle più grandi trafile a freddo in Europa, vanta una tradizione di oltre cinquant anni nello sviluppo e fornitura di prodotti di medio e grande diametro con elevate

Dettagli

ALLEGATO A 1/3 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO 2008-2009. Laboratorio Tecnologico SPECIFICA TECNICA

ALLEGATO A 1/3 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO 2008-2009. Laboratorio Tecnologico SPECIFICA TECNICA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Enrico Fermi Via Capitano Di Castri, 144-72021 FRANCAVILLA FONTANA (BR) Specializzazioni: COSTRUZIONI AERONAUTICHE - ELETTRONICA E TELECOM. - ELETTROTECNICA E AUTOM.

Dettagli

Un buon allineamento riduce in gran parte i costi operativi delle macchine rotanti.

Un buon allineamento riduce in gran parte i costi operativi delle macchine rotanti. PRUFTECHNIK, inventore dei sistemi di allineamento laser, da oltre 30 anni produce e sviluppa strumenti, sistemi, servizi per la manutenzione predittiva e apparecchiature di controlli non distruttivi per

Dettagli

Il noleggio crea ricchezza ed aiuta le vendite. Il noleggio dei beni strumentali.

Il noleggio crea ricchezza ed aiuta le vendite. Il noleggio dei beni strumentali. Il noleggio crea ricchezza ed aiuta le vendite. Il noleggio dei beni strumentali. Franco De Michelis - Direttore Generale Assodimi Assonolo Il noleggio dei beni strumentali. Una nuova opportunità di business,

Dettagli

per il settore MECCANICO

per il settore MECCANICO per il settore MECCANICO L industria meccanica italiana ha sempre ricoperto una posizione strategica nell economia del paese. Questo settore sta affrontando sfide importanti, come il continuo incremento

Dettagli