SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA"

Transcript

1 SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE: CROCE ROSSA ITALIANA Ente proponente il progetto: CROCE ROSSA ITALIANA SEDE CENTRALE NAZIONALE COMITATO PROVINCIA GRANDA DI CUNEO Codice di accreditamento: Albo e classe di iscrizione: ALBO NAZIONALE NZ CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: AIUTACI AD AIUTARE CN 2018 Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Area A, Settore Assistenza, Codice 08 Pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente invalidanti e/o in fase terminale Le 2 ASL della provincia di Cuneo hanno stipulato convenzioni con le 29 sedi di attuazione di progetto della Croce Rossa di competenza territoriale, attraverso il Comitato Provincia Granda per le seguenti prestazioni: Trasporto infermi intra ed extraospedalieri Interventi di soccorso integrato con il Sistema 118 Servizi di Telesoccorso e Pronto -farmaco recapito di terapia a domicilio Trasporto urgente sangue e/o organi Trasporto Dializzati Il Progetto propone al Volontario del Servizio Civile di partecipare a tutte le attività che quotidianamente vengono svolte dalle singole Unità Locali. Il servizio svolto permette al Volontario di migliorare la propria capacità di relazionarsi con gli altri e di lavorare in team, aumentando il proprio bagaglio culturale e professionale necessario per un suo futuro inserimento nel mondo del lavoro. Inoltre il soggetto avrà modo di acquisire le tecniche basilari di assistenza e prevenzione ed acquisirà un modus operandi che gli permetterà di affrontare con stabilità emotiva e sicurezza situazioni stressanti allorché viene a cessare il Servizio Civile. Si calcola che gli obiettivi specifici con l incremento dei Volontari nei diversi ruoli e servizi, possano dare un incremento medio pari all 6% dei Servizi resi attualmente. 1

2 Obiettivi del progetto: Obiettivi Generali prevedono due aree di intervento: 1) - Le attività e i servizi propri della Croce Rossa che consistono nel prevenire e alleviare le sofferenze umane in ogni circostanza, promuovere la protezione della vita, della salute e il rispetto della persona; 2) - attività formativa dei Volontari del Servizio Civile contribuendo alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani Volontari che prestano Servizio civile. Si rinvia inoltre a quanto previsto per gli obiettivi generali nella scheda del sistema di progettazione (vedi mod. S/PROG). L Ente intende implementare il personale disponibile per la realizzazione delle attività in essere in campo socio-sanitario, migliorando, attraverso il confronto con nuove esperienze, la capacità del personale già in servizio di affrontare le problematiche oggetto delle sue iniziative. Intende inoltre aumentare la propria offerta di servizi sia in termini di quantità sia di qualità, al fine di garantire una sempre maggior presenza sul territorio e nella realtà sociale con l intento di soddisfare il più possibile le richieste di servizio fino ad ora rimaste inevase. Gli Obiettivi specifici prevedono un incremento quantitativo e qualitativo dei servizi resi dalla Croce Rossa alla popolazione. Si prevede di aumentare, tra i servizi svolti nel 2016 e il numero di servizi che si pongono come obiettivo del progetto, con l apporto dei Volontari del Servizio Civile, per il 2018/19, un aumento medio dei servizi del 6/7% Obiettivi per i Volontari del Servizio Civile: acquisire la cultura della solidarietà vivere e lavorare in equipe confrontarsi operando in situazioni di emergenza inserirsi nel mondo del Volontariato organizzato ESSERE e non solo fare il Volontario, è una grande occasione di crescita che permette di fare qualcosa per gli altri e al tempo stesso di capire meglio sé stessi con la possibilità di proseguire l esperienza come Volontari C.R.I. La Croce Rossa offre inoltre un impegno di tipo professionale in cui ci si deve continuamente aggiornare sperimentando quanto appreso in prima persona, sul campo e con esercitazioni strutturate e ripetute nel tempo. Offre inoltre la possibilità di mettere in pratica le conoscenze acquisite, di misurarsi con realtà difficili, con persone in difficoltà, di vivere una realtà complessa e articolata che arricchisce e contribuisce ad aprire gli orizzonti ai giovani che si apprestano ad entrare nel mondo del lavoro e ad affrontare la vita in modo autonomo. : 2

3 Numero dei volontari da impiegare nel progetto: Numero posti con vitto e alloggio: Numero posti senza vitto e alloggio: Numero posti con solo vitto: 50 == 50 == Numero ore di servizio settimanali dei volontari, ovvero monte ore annuo: 1400 ore nell arco dell anno di servizio Giorni di servizio a settimana dei volontari (minimo 5, massimo 6) : 5 giorni la settimana Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio: Flessibilità nell orario di servizio, indossare le divise cri durante il servizio e restituzione delle stesse a fine attività, adesione ai principi CRI, osservanza delle normative dell associazione, disponibilità al pernottamento in sede dove eccezionalmente si rendesse necessario per motivi di servizio e ad effettuare missioni presso le 31 Sedi di attuazione di progetto. 3

4 CARATTERISTICHE ORGANIZZATIVE 3) Sede/i di attuazione del progetto ed Operatori Locali di Progetto: N. Sede di attuazione del progetto Comune Indirizzo Cod. ident. sede N. vol. per sede COMITATO PROVINCIA 1 GRANDA CUNEO P.LE CROCE ROSSA, CRI ALBA ALBA VIA COCITO, ALBARETTO 3 CRI ALBARETTO T. TORRE P.MONVISO, CRI BARGE BARGE P. GARIBALDI, BORGO S. 5 CRI BORGO S. D. DALMAZZO VIA BOVES, CRI BUSCA BUSCA C.SO ROMITA, CRI CARAGLIO CARAGLIO VIA DANTE ALIGHIERI, n CRI CENTALLO CENTALLO V. S. MICHELE, CRI CUNEO CUNEO P.LE CROCE ROSSA, CRI DEMONTE DEMONTE PIAZZA RENZO SPADA, CRI DRONERO DRONERO REG.TIRO A SEGNO, CRI LIMONE P.TE LIMONE P.TE PIAZZA S. SEBASTIANO, CRI MANTA MANTA P.ZZA A. DAMIANO, CRI MELLE MELLE VIA TRE MARTIRI, CRI MONDOVI MONDOVI VIA CROCE ROSSA, CRI MONESIGLIO MONESIGLIO VIA CORSINI, CRI MONTA MONTA D ALBA VIA S. ROCCO, CRI MORETTA MORETTA VIA ROMA, 34/B CRI MOROZZO MOROZZO VIA GALIMBERTI, CRI NEIVE NEIVE PIAZZA GARIBALDI, CRI PAESANA PAESANA VIA MARGARIA, CRI PEVERAGNO PEVERAGNO VIA A. CAMPANA, CRI RACCONIGI RACCONIGI VIA PRIOTTI, CRI SAMPEYRE SAMPEYRE VIA DEGLI ORTI, CRI S. MICHELE S. MICHELE VIA A. MICHELOTTI, CRI SAVIGLIANO SAVIGLIANO V. STEVANO, SOMMARIVA DEL 27 CRI SOMMARIVA BOSCO P. UMBERTO I, VILLANOVA 28 CRI VILLANOVA M.Vì MONDOVI VIA ROCCAFORTE, I.P.CENTRO DI 29 FORMAZIONE CUNEO C. FRANCIA Totale 50 4

5 CARATTERISTICHE DELLE CONOSCENZE ACQUISIBILI 1. Conseguiranno l attestato di Volontario Soccorritore riconosciuto e certificato dalla Regione Piemonte ai sensi della Legge Regionale n 42 del che consente al Volontario l inserimento come Soccorritore Volontario presso Enti ed Associazioni di Volontariato in convenzione con il Servizio Emergenza 118 della Regione Piemonte (Allegato n. 1) 2. Conseguiranno l attestato all uso del defibrillatore semiautomatico in sede extraospedaliera rilasciato dalla Centrale operativa 118 Regione Piemonte ai sensi della Legge Regionale 03/04/2001 n 120 e della legge 15/03/2004 n. 69 che consente al Volontario l uso del defibrillatore semiautomatico in sede extraospedaliera come Soccorritore Volontario presso Enti ed Associazioni di Volontariato in convenzione con il Servizio Emergenza 118 della Regione Piemonte (Allegato n. 2) 3. Conseguiranno l attestato rilasciato e riconosciuto dalla Croce Rossa in base alla formazione acquisita sulla Rianimazione Cardiopolmonare e alle performance ottenute che costituirà titolo preferenziale in concorsi pubblici per l assunzione di personale della Croce Rossa Italiana. (Allegato n. 3) 4. Conseguiranno l attestato di Incaricato dell attività di Primo Soccorso Cat.B rilasciato e riconosciuto dalla Croce Rossa in base alla formazione acquisita e alle performance ottenute che costituirà titolo preferenziale in concorsi pubblici per l assunzione di personale della Croce Rossa Italiana. Potrà inoltre essere presentate come titolo preferenziale in concorsi pubblici per l assunzione di personale addetto a Servizi Sanitari in Enti, aziende ospedaliere, Case di Cura e di Riposo, etc. (Allegato n. 4) 5. Conseguiranno l attestato di Trasporto Infermi e Assistenza Disabili Brevetto Europeo di Primo Soccorso rilasciato e riconosciuto dalla Croce Rossa in base alla formazione acquisita e alle performance ottenute che costituirà titolo preferenziale in concorsi pubblici per l assunzione di personale della Croce Rossa Italiana. Potrà inoltre essere presentate come titolo preferenziale in concorsi pubblici per l assunzione di personale addetto a Servizi Sanitari in Enti, aziende ospedaliere, Case di Cura e di Riposo. (Allegato n. 5) 6. Conseguiranno l attestato di Abilitazione al Trasporto Infermi dalla Regione Piemonte ai sensi della Legge Regionale n 42 del 29/10/92 art. 3, che consente al Volontario l attività di trasporto infermi in convenzione con le ASL. (Allegato n. 6) 7. I volontari in servizio dovranno frequentare con esito positivo un corso di formazione specifico per conseguire la necessaria abilitazione allo svolgimento dei servizi d istituto dell Ente C.R.I. oltre alla patente CRI, modello 138/2005, necessaria per la guida dei veicoli CRI. (Allegato n. 7) 8. Conseguiranno l attestato per il Servizio prestato come VSC in Croce Rossa (Allegato n. 8) 9. Conseguiranno l attestato di Istruttore di rianimazione cardiopolmonare adulto e pediatrico ed utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno DAE (Allegato n.9) Formazione specifica (relativa al singolo progetto) dei volontari Corso per il Brevetto Europeo Primo Soccorso (B.E.P.S) D. Lgs. 81/08 Corso P.S.T.I - Pronto Soccorso e Trasporto Infermi Il BLS Basic Life Support (Corso di R.C.P. Respirazione cardio-polmonare per adulti Principi teorici - Traumatologia - Tecniche di immobilizzazione con supporti sanitari - Epidemiologia e prevenzione 5

6 - Apparato respiratorio - Apparato cardio-circolatorio - - Il Sistema nervoso. - Apparato digerente - Urgenze pediatriche e ginecologiche - Il sistema urinario. - Servizi vari: - I servizi di front office Relazioni con il pubblico - Servizi radio con unità mobili - Adempimenti e registrazioni di routine. - Rapporti di viaggio - Rapporti d intervento - Esempi pratici di piccole operazioni per il mantenimento di una sede C.R.I. - Corso per l abilitazione alla guida di mezzi C.R.I.(categoria 4) 6

CROCE ROSSA ITALIANA

CROCE ROSSA ITALIANA CROCE ROSSA ITALIANA C o m i t a t o C e n t r a l e SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE Codice di

Dettagli

CARATTERISTICHE PROGETTO

CARATTERISTICHE PROGETTO PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI INSERVIZIO CIVILE NELLE SEDI C.R.I. DELLA PROVINCIA DI CUNEO - ANNO 2009-2010 ENTE: CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE DI CUNEO 1) Ente proponente il progetto:

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: 2015: LA CROCE ROSSA NELLA TERRA DEI SANTI SOCIALI. SETTORE e Area di Intervento:

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: 2015: LA CROCE ROSSA NELLA TERRA DEI SANTI SOCIALI. SETTORE e Area di Intervento: ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: 2015: LA CROCE ROSSA NELLA TERRA DEI SANTI SOCIALI SETTORE e Area di Intervento: SETTORE ASSISTENZA (riferita alla tutela dei diritti sociali

Dettagli

Centro di Formazione ANPAS ER Percorsi Formativi

Centro di Formazione ANPAS ER Percorsi Formativi Centro di Formazione ANPAS ER Percorsi Formativi Marzo 2012 Delibera Num.44 del 26/01/2009 Requisiti specifici per l accreditamento. Il percorso formativo DEVE essere acquisito esclusivamente da ASL della

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: IN PIU SI PUO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: A-08 Pazienti affetti da patologia temporaneamente e/o permanentemente invalidanti e/o in fase

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: PREFETTURA DI ROMA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVER 2) Codice di accreditamento:

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: CAMMINIAMO INSIEME ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: A08 OBIETTIVI DEL PROGETTO Per meglio descrivere gli obiettivi che il progetto si pone

Dettagli

CROCE VERDE Incontro di Presentazione 4 Dicembre 2015

CROCE VERDE Incontro di Presentazione 4 Dicembre 2015 CROCE VERDE Incontro di Presentazione 4 Dicembre 2015 CORSI ESTERNI Responsabile: Dott.ssa Francesca Bertamini Coordinatore: Inf. Federico Bortoluzzi LA CULTURA DEL SOCCORSO La Scuola di Formazione della

Dettagli

OSPEDALE SS. ANNUNZIATA SAVIGLIANO Via Ospedali, 14 -

OSPEDALE SS. ANNUNZIATA SAVIGLIANO Via Ospedali, 14 - ALLEGATO A DISTRIBUTORI AUTOMATICI DA INSTALLARE PRESSO LA SEDE DI SAVIGLIANO EX ASL 17 OSPEDALE SS. ANNUNZIATA SAVIGLIANO Via Ospedali, 14 - Piano terra - Atrio ingresso scala centrale N. 3 Distributore

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: A casa con nonno SETTORE e Area di Intervento: Assistenza-Area anziani OBIETTIVI DEL PROGETTO: Nel Comune di Lagonegro non ci sono ancora

Dettagli

- UNA RAGAZZA o UN RAGAZZO tra i 18 ed i 28 anni non ancora compiuti - CITTADINO ITALIANO e SENZA CONDANNE PENALI

- UNA RAGAZZA o UN RAGAZZO tra i 18 ed i 28 anni non ancora compiuti - CITTADINO ITALIANO e SENZA CONDANNE PENALI IL SERVIZIO CIVILE E una opportunità per i GIOVANI di impegnarsi nella società ed accrescere le proprie conoscenze 1 ANNO è il tempo di impiego dei giovani volontari 433 EURO è la retribuzione mensile

Dettagli

PROGRAMMA REGIONALE PER LA DIFFUSIONE E L UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI (DAE)

PROGRAMMA REGIONALE PER LA DIFFUSIONE E L UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI (DAE) Al PROGRAMMA REGIONALE PER LA DIFFUSIONE E L UTILIZZO DI DEFIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI (DAE) UDINE 23 aprile 2012 dott.ssa Vandamaria Forcella Area servizi sanitari territoriali e ospedalieri RIFERIMENTI

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale VAL DI FASSA Gruppo di Moena

CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale VAL DI FASSA Gruppo di Moena CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale Val di Fassa Gruppo di Moena La Croce Rossa di Moena propone: SERVIZIO C.R.I. ESTIVO IN VAL DI FASSA La presente proposta è rivolta a tutti i V.d.S. e Pionieri d Italia.

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA allegato 6 SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Confederazione Nazionale delle Misericordie d Italia 2) Codice di accreditamento:

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Antichità locali ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore D: Patrimonio artistico e culturale area 03: Valorizzazione storie e culture locali

Dettagli

Giugno 2010 Febbraio 2013 Ospedale Policlinico Madonna della Consolazione di Reggio Calabria

Giugno 2010 Febbraio 2013 Ospedale Policlinico Madonna della Consolazione di Reggio Calabria FORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Residenza/Domicilio Telefono E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale Pasquale Olinto Via C/da Saracinello Ravagnese

Dettagli

ELENCO PROGETTI DELLA PROVINCIA DI CUNEO ANNO 2013

ELENCO PROGETTI DELLA PROVINCIA DI CUNEO ANNO 2013 ELENCO PROGETTI DELLA PROVINCIA DI CUNEO ANNO 2013 N.B.: I PROGETTI PREVEDONO UN IMPEGNO COMPLESSIVO DI 1400 ORE DI SERVIZIO ANNUE CON UNA PRESENZA MEDIA DI 30 ORE SU 5 GIORNI A SETTIMANA PER CIASCUN VOLONTARIO

Dettagli

Titolo progetto: LA CRI AL SERVIZIO DEI PIÙ DEBOLI

Titolo progetto: LA CRI AL SERVIZIO DEI PIÙ DEBOLI Croce Rossa Italiana GRADUATORIA PROVVISORIA SELEZIONE ASPIRANTI VOLONTARI S.C.N. Comitato Provinciale CRI Cuneo Codice Ente NZ00588 Codice progetto: NAZNZ0058814100560GNAZ Titolo progetto: LA CRI AL SERVIZIO

Dettagli

PARTE DI PERSONALE NON SANITARIO

PARTE DI PERSONALE NON SANITARIO Allegato parte integrante Disciplina Assessorato alla Salute e Solidarietà sociale Dipartimento Salute e Solidarietà sociale Servizio Politiche Sanitarie e per la non autosufficienza Ufficio formazione

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) ROBERTA CARTA Indirizzo(i) VIA BOLDRINI N 1 Cap. 36016 Città Thiene Prov. VICENZA Telefono(i) 0445-571061 Cellulare

Dettagli

APPLICATIVO WEB / MOBILE

APPLICATIVO WEB / MOBILE APPLICATIVO WEB / MOBILE che permette di aumentare il livello di cura e la qualità della vita dei bambini/adolescenti affetti da disabilità e malattie complesse e rare ABILITA è un servizio dedicato al

Dettagli

CORSI avviati o di prossima attivazione LUGLIO 2016

CORSI avviati o di prossima attivazione LUGLIO 2016 CORSI avviati o di prossima attivazione LUGLIO 2016 Periodo di svolgimento: 20 luglio Periodo di svolgimento: 5 luglio GIUGNO 2016 Carrù Periodo di svolgimento: 28 giugno Periodo di svolgimento: 21 giugno

Dettagli

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI

PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI INTEGRIAMOCI: "IMPRONTE SOCIALI" Settore Assistenza Disabili SEDE Congregazione delle Suore Ancelle dell

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: N.O.I. ( Nuove Opportunità Internazionali )

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: N.O.I. ( Nuove Opportunità Internazionali ) ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: N.O.I. ( Nuove Opportunità Internazionali ) SETTORE: Servizio civile all estero Area di Intervento: F 11 - Educazione e promozione culturale

Dettagli

L Associazione Scientifica CARDIO PULSAFETY in col aborazione con propone l evento formativo R GBY SENZA

L Associazione Scientifica CARDIO PULSAFETY in col aborazione con propone l evento formativo R GBY SENZA L Associazione Scientifica CARDIO PULSAFETY in collaborazione con propone l evento formativo RUGBY SENZA PAURA corso di Rianimazione Cardiopolmonare BLS-D e di Primo Soccorso in Campo rivolto ad Allenatori

Dettagli

COD. PRATICA: 2014-001-1020. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1720 DEL 22/12/2014

COD. PRATICA: 2014-001-1020. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1720 DEL 22/12/2014 MODULO DG1 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 1720 DEL 22/12/2014 OGGETTO: Attuazione del punto 3 dell'allegato B del decreto interministeriale 18 marzo 2011 "Determinazioni

Dettagli

daniele.cafini@gmail.com PEC daniele.cafini@ca.omceo.it

daniele.cafini@gmail.com PEC daniele.cafini@ca.omceo.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Daniele CAFINI Indirizzo Via S. Satta n. 5 09127 CAGLIARI Telefono 070 663562 - cel 3471085837 Fax E-mail daniele.cafini@gmail.com PEC

Dettagli

Sicurezza nei luoghi di lavoro e uso del defibrillatore (DAE)

Sicurezza nei luoghi di lavoro e uso del defibrillatore (DAE) Sicurezza nei luoghi di lavoro e uso del defibrillatore (DAE) Catalogo corsi 2015-2016 Azienda con sistema di qualità certificato ISO 9001:2008 Format Trentino s.a.s. di Telloli Silvano & C. Azienda con

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: NETTUNO ROMAGNA 016 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETT e Area di Intervento: Ao8 Area:assistenza Settore:pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente

Dettagli

Scienze e tecniche psicologiche PSICOLOGIA

Scienze e tecniche psicologiche PSICOLOGIA Scienze e tecniche psicologiche PSICOLOGIA PSICOLOGIA CORSO DI LAUREA Scienze e Tecniche Psicologiche CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Psicologia COR Via Sant Agostino, 8 27100 PAVIA - Tel. +39 0382 984218 -

Dettagli

E-MAIL segreteriacroceoro@tiscali.it LE ISCRIZIONI SI RICEVERANNO SINO AL GIORNO 24 NOVEMBRE 2015.

E-MAIL segreteriacroceoro@tiscali.it LE ISCRIZIONI SI RICEVERANNO SINO AL GIORNO 24 NOVEMBRE 2015. AI SENSI DEL DGR IX/4717 DEL 23-1-2013 LA PUBBLICA ASSISTENZA CROCE ORO GAGGIANO ONLUS, CON IL PATROCINIO DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DANZA SPORTIVA LOMBARDIA & MIDAS E LIETA DI INFORMARE CHE IN DATA 12

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAVALLARO DANIELA Indirizzo VIA XXIV MAGGIO, 3E/1 LENDINARA (RO) Telefono 0425.600361 Fax E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

CORSI avviati o di prossima attivazione LUGLIO 2016

CORSI avviati o di prossima attivazione LUGLIO 2016 CORSI avviati o di prossima attivazione LUGLIO 2016 Cuneo Periodo di svolgimento: 20 luglio Cuneo Periodo di svolgimento: 5 luglio GIUGNO 2016 Carrù Periodo di svolgimento: 28 giugno Cuneo Periodo di svolgimento:

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI CUNEO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI CUNEO POSTI DISPONIBILI PER SUPPLENZE POSTI ACCANTONATI N. 0 CLASSE DI CONCORSO A028 - ARTE E IMMAGINE Classe di concorso Posto orario SEDE Sede completamento DOCENTE

Dettagli

Approvata definitivamente dalla Camera dei deputati il 19 dicembre 2012

Approvata definitivamente dalla Camera dei deputati il 19 dicembre 2012 Disposizioni in materia di professioni non organizzate Approvata definitivamente dalla Camera dei deputati il 19 dicembre 2012 Art. 1. (Oggetto e definizioni). 1. La presente legge, in attuazione dell

Dettagli

V.I.T.A. COMUNE DI SAN VERO MILIS ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Valorizzare Il Tesoro degli Anziani

V.I.T.A. COMUNE DI SAN VERO MILIS ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Valorizzare Il Tesoro degli Anziani ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO COMUNE DI SAN VERO MILIS TITOLO DEL PROGETTO: V.I.T.A. Valorizzare Il Tesoro degli Anziani SETTORE e Area di Intervento: Settore: Assistenza Area di intervento:

Dettagli

Bodanza Antonino BDNNNN63M03F158L. C.so Vinzaglio 31 10121 Torino. antoninobodanza @ yahoo.it. 03 agosto 1963 a Messina

Bodanza Antonino BDNNNN63M03F158L. C.so Vinzaglio 31 10121 Torino. antoninobodanza @ yahoo.it. 03 agosto 1963 a Messina C U R R I C U L U M V I T A E ANTONINO BODANZA I N F O R M A Z I O N I P E R S O N A L I Nome Codice Fiscale Indirizzo Bodanza Antonino BDNNNN63M03F158L C.so Vinzaglio 31 10121 Torino Telefono 011.5690685

Dettagli

Indice. ELABORATO DA: Area Formazione e Aggiornamento provider ECM Settore Formazione Strategica. Descrizione Emissione

Indice. ELABORATO DA: Area Formazione e Aggiornamento provider ECM Settore Formazione Strategica. Descrizione Emissione Pagina 1 di 5 Indice 1 SCOPO E CAMPOD APPLICAZIONE.2 2 RIFERIMENTI....2 3 DEFINIZIONI E ACRONIMI.2 4 RESPONSABILITÀ.2 5 MODALITÀ OPERATIVE.. 3 6 ARCHIVIAZIONE... 5 7 ALLEGATI.. 5 PROPOSTO DA: Area Formazione

Dettagli

PRESIDIO OSPEDALIERO FATEBENEFRATELLI Beata Vergine Consolata. Via Fatebenefratelli, 70 San Maurizio C.se (TO)

PRESIDIO OSPEDALIERO FATEBENEFRATELLI Beata Vergine Consolata. Via Fatebenefratelli, 70 San Maurizio C.se (TO) SETTORE ENTE SEDE PRIVATO PRESIDIO OSPEDALIERO FATEBENEFRATELLI Beata Vergine Consolata Via Fatebenefratelli, 70 San Maurizio C.se (TO) Programma di Tirocinio Laurea Magistrale E Post Lauream U.O Alzheimer

Dettagli

Comitato CRI Alto Adige - Südtirol

Comitato CRI Alto Adige - Südtirol Comitato CRI Alto Adige - Südtirol Consiglio Comunale di Merano Seduta 15.06.2016 Cenni storici La Croce Rossa a Merano è presente da prima della 1^ Guerra Mondiale Ma dal 1945 Tutti i grandi alberghi,

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome: Claudio VALERANI SPERIENZE LAVORATIVE GESTIONE E COORDINAMENTO ATTIVITÀ AMP, SERVIZIO A MARE, TUTELA AMBIENTALE

Dettagli

biagiofarace@gmail.com

biagiofarace@gmail.com F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARACE BIAGIO Indirizzo Via Delle Rose, 28-87020 Santa Maria Del Cedro ( Cs ) Telefono Cell. : 3382025788 / 3936619367 Tel.: 0985 42043

Dettagli

Modelli e risultati nello sviluppo dei servizi territoriali

Modelli e risultati nello sviluppo dei servizi territoriali Convegno Regionale Modelli e risultati nello sviluppo dei servizi territoriali L esperienza delle Case della Salute di Arezzo Branka Vujovic Direttore Sanitario ASL 8 Arezzo dalla sperimentazione.a modello

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Foto INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail ZUCCA FABRIZIO Nazionalità Luogo di nascita Data di nascita ESPERIENZA

Dettagli

g.barberio@email.it Unità di Terapia Intensiva Libero professionale associato allo studio ISAC Assistenza intensiva in qualità di infermiere

g.barberio@email.it Unità di Terapia Intensiva Libero professionale associato allo studio ISAC Assistenza intensiva in qualità di infermiere F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome BARBERIO GIANFRANCO Indirizzo VIA FORNACE GALLOTTI 43 40026 IMOLA BOLOGNA Telefono +39 349 5214068 Fax E-mail

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Aschenez a Sud del Sud ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: A 8 OBIETTIVI DEL PROGETTO L obiettivo centrale del Progetto Aschenez a Sud del Sud

Dettagli

Tutte le chiamate sono registrate Il numero del chiamante è sempre identificato

Tutte le chiamate sono registrate Il numero del chiamante è sempre identificato 1 Comporre su qualsiasi telefono il numero 118 La chiamata è gratuita Non occorre gettone o tessera Non è possibile chiamare il 118 da telefoni cellulari privi di scheda, in queste situazioni è possibile

Dettagli

EVENTI FORMATIVI. 3 Corsi da 8 ore per un totale di 24 ore di aggiornamento. 2 Corsi da 8 ore per un totale di 16 ore di aggiornamento

EVENTI FORMATIVI. 3 Corsi da 8 ore per un totale di 24 ore di aggiornamento. 2 Corsi da 8 ore per un totale di 16 ore di aggiornamento EVENTI FORMATIVI DI AGGIORNAMENTO IN MATERIA DI PREVENZIONE INCENDI, FINALIZZATI AL MANTENIMENTO DELL ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DI CUI ALL ART. 7 DEL D.M. 5 AGOSTO 2011. EVENTI FORMATIVI 3

Dettagli

VALORE P.A. AVVISO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CORSI DI FORMAZIONE 2016

VALORE P.A. AVVISO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CORSI DI FORMAZIONE 2016 VALORE P.A. AVVISO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CORSI DI FORMAZIONE 2016 INDICE PREMESSA 1. IL PROGETTO 2. ADESIONE E RILEVAZIONE DEL FABBISOGNO FORMATIVO 3. RICERCA E SELEZIONE DEI CORSI DI FORMAZIONE

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA REGIONE PUGLIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA REGIONE PUGLIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO 2) Codice di accreditamento: NZ04463 3) Albo e classe

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2015

BILANCIO PREVENTIVO ANNO 2015 BILANCIO ANNO Approvato dall Assemblea regionale del 23 aprile 1 BILANCIO AL 31 DICEMBRE Dati espressi in unità di euro CONTO ECONOMICO VALORE ATTIVITA' ISTITUZIONALE COMPONENTI POSITIVI DI REDDITO ENTRATE

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 22-12-2014 (punto N 70 ) Delibera N 1256 del 22-12-2014 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

Saluzzo, il 05/12/2013. Spett.le Comune di Cuneo 12100 CUNEO. OGGETTO: Curriculum Consorzio Nuovi Orizzonti

Saluzzo, il 05/12/2013. Spett.le Comune di Cuneo 12100 CUNEO. OGGETTO: Curriculum Consorzio Nuovi Orizzonti Saluzzo, il 05/12/2013 Spett.le Comune di Cuneo 12100 CUNEO OGGETTO: Curriculum Consorzio Nuovi Orizzonti IDENTITA DEL CONSORZIO PROFILO DEL CONSORZIO Denominazione: CONSORZIO NUOVI ORIZZONTI SOCIETA COOPERATIVA

Dettagli

AZIENDA U.S.L. N 6 di Livorno PRESIDIO OSPEDALIERO U.O.C. DIABETOLOGIA E MALATTIE METABOLICHE Direttore: Dott. Graziano Di Cianni

AZIENDA U.S.L. N 6 di Livorno PRESIDIO OSPEDALIERO U.O.C. DIABETOLOGIA E MALATTIE METABOLICHE Direttore: Dott. Graziano Di Cianni AZIENDA U.S.L. N 6 di Livorno PRESIDIO OSPEDALIERO U.O.C. DIABETOLOGIA E MALATTIE METABOLICHE Direttore: Dott. Graziano Di Cianni ASL 6 LIVORNO RETE DIABETOLOGICA AZIENDALE Mission L U.O.C. di Diabetologia,

Dettagli

Oggetto: Nomine con contratto a tempo determinato scuola primaria - Anno scolastico 2014/15.

Oggetto: Nomine con contratto a tempo determinato scuola primaria - Anno scolastico 2014/15. Prot. n. 6438/C.07.a AREA A - PERSONALE SCUOLA - Ufficio Organico e reclutamento docenti scuola infanzia Ufficio Organico e reclutamento docenti scuola primaria Ufficio Organico e reclutamento docenti

Dettagli

QUESTI I CASI PIU NOTI MA GLI ALTRI MENO IMPATTANTI DA UN PUNTO DI VISTA MEDIATICO

QUESTI I CASI PIU NOTI MA GLI ALTRI MENO IMPATTANTI DA UN PUNTO DI VISTA MEDIATICO QUESTI I CASI PIU NOTI MA GLI ALTRI MENO IMPATTANTI DA UN PUNTO DI VISTA MEDIATICO IMPIANTO SPORTIVO Piano Sanitario Responsabilità precise Personale professionista (Medici e Infermieri E/U) Soccorritori

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Confederazione Nazionale delle Misericordie d Italia 2) Codice di accreditamento: NZ00042 3)

Dettagli

Strategie di mitigazione: il ruolo dei Servizi Sociali. Massimo Zucchini Area Benessere di Comunità

Strategie di mitigazione: il ruolo dei Servizi Sociali. Massimo Zucchini Area Benessere di Comunità Strategie di mitigazione: il ruolo dei Servizi Sociali Massimo Zucchini Area Benessere di Comunità Sommario: Definizione di servizio sociale RETE: elemento fondante delle strategie messe in campo dai servizi

Dettagli

Arrivare. prima. diagnosi precoce. lotta per la vita. corretti stili di vita. prevenzione prevenzione oncologica. assistenza. volontario.

Arrivare. prima. diagnosi precoce. lotta per la vita. corretti stili di vita. prevenzione prevenzione oncologica. assistenza. volontario. Arrivare Scuola di Formazione del Volontario assistenza campagne contro il fumo prima. 17 spazi di prevenzione assistenza volontario prevenzione prevenzione oncologica ricerca accompagnamento alle terapie

Dettagli

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI

LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti. Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Guida ai cambiamenti Croce Rossa Italiana Gruppo Nazionale Formatori BLSD CRI LINEE GUIDA ILCOR 2010 Contenuto della presentazione I principali cambiamenti nei protocolli di BLS

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA C o m i t a t o C e n t r a l e

CROCE ROSSA ITALIANA C o m i t a t o C e n t r a l e SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO CENTRALE 2) Codice di accreditamento: NZ 00588 3) Albo e classe

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI CUNEO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI CUNEO POSTI DISPONIBILI PER RUOLO E SUPPLENZE POSTI ACCANTONATI N. 0 CLASSE DI CONCORSO A028 - ARTE E IMMAGINE legenda: R= ruolo UT=utilizzo AP= ass.provv. Classe di concorso

Dettagli

CORSO AVANZATO DI RIANIMAZIONE NEONATALE PER ESECUTORI

CORSO AVANZATO DI RIANIMAZIONE NEONATALE PER ESECUTORI CORSO AVANZATO DI RIANIMAZIONE NEONATALE PER ESECUTORI Promosso dal Gruppo di Studio di Rianimazione Neonatale FOGGIA 28-29 gennaio 2016 PIANO FORMATIVO SOCIETÀ DI NEONATOLOGIA ITALIANA Provider SIN n.

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI SARAMONDI LUISA VIA BRESCIA 17, 25011 CALCINATO, BRESCIA, ITALIA ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI SARAMONDI LUISA VIA BRESCIA 17, 25011 CALCINATO, BRESCIA, ITALIA ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo SARAMONDI LUISA VIA BRESCIA 17, 25011 CALCINATO, BRESCIA, ITALIA Telefono 0309969575 Fax E-mail Nazionalità ITALIANA Data

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Via IV novembre n 10,12016,PEVERAGNO CN. alessio_voltolin@alice.it. italiana ESPERIENZA LAVORATIVA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Via IV novembre n 10,12016,PEVERAGNO CN. alessio_voltolin@alice.it. italiana ESPERIENZA LAVORATIVA CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Via IV novembre n 10,12016,PEVERAGNO CN Telefono 347/9042939 349/0533493 Fax E-mail alessio_voltolin@alice.it Nazionalità italiana Data di nascita

Dettagli

PROCEDURA DI SELEZIONE DI UN ADDETTO AL RECUPERO CREDITI

PROCEDURA DI SELEZIONE DI UN ADDETTO AL RECUPERO CREDITI PROCEDURA DI SELEZIONE DI UN ADDETTO AL RECUPERO CREDITI DOMANDA DI AMMISSIONE La domanda deve essere accompagnata da copia di un documento di riconoscimento Spettabile Obiettivo Lavoro spa Via Giuseppe

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE

INFORMAZIONI PERSONALI TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE INFORMAZIONI PERSONALI Nome BENVENUTI STEFANO Data di nascita 27/12/61 Qualifica Medico Chirurgo Incarico attuale Dirigente Medico di Medicina e Chirurgia d Accettazione e Urgenza Numero telefonico 56567913

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome CONTI MARIO Indirizzo Telefono 095276428 Fax E-mail VIA DUSMET 7 95021 ACICASTELLO m.conti58nwind.it Nazionalità

Dettagli

SOCIALE 1: La Banca Del Tempo

SOCIALE 1: La Banca Del Tempo SOCIALE 1: La Banca Del Tempo Un istituto di credito particolare: si deposita il tempo, le conoscenze, i saperi e le abilità. La regola base è lo scambio: si dà per ricevere, ogni socio offre ciò che sa

Dettagli

Area Anziani. Componente dell U. d. P. referente e responsabile d Area

Area Anziani. Componente dell U. d. P. referente e responsabile d Area Area Componente dell U. d. P. referente e responsabile d Area Nome e cognome Enrichetta La Ragione - Antonietta Albanese Anna Sardo Antonio Scotto Di Uccio Angela Ferrara Indirizzo e sede Via Vigna, 29

Dettagli

TOTALE DOMANDE PRESENTATE PER LA SELEZIONE ASPIRANTI VOLONTARI S.C.N. IL TRASPORTO INFERMI E IL SOCCORSO A CHI E NEL BISOGNO.

TOTALE DOMANDE PRESENTATE PER LA SELEZIONE ASPIRANTI VOLONTARI S.C.N. IL TRASPORTO INFERMI E IL SOCCORSO A CHI E NEL BISOGNO. TOTALE DOMANDE PRESENTATE PER LA SELEZIONE ASPIRANTI VOLONTARI S.C.N. Codice Ente NZ00588 Codice progetto: NAZNZ0058813102876NNA Titolo progetto: IL TRASPORTO INFERMI E IL SOCCORSO A CHI E NEL BISOGNO.

Dettagli

residente a Fraz. Vigo Lomaso, 42 COMANO TERME (TRENTO ) Tel. 0465-779824 bruna.dalponte@apspgiudicarieesteriori.it

residente a Fraz. Vigo Lomaso, 42 COMANO TERME (TRENTO ) Tel. 0465-779824 bruna.dalponte@apspgiudicarieesteriori.it INFORMAZIONI PERSONALI Bruna Dalponte nata a Tione di Trento, il 01/12/1964 ITALIANA residente a Fraz. Vigo Lomaso, 42 COMANO TERME (TRENTO ) Tel. 0465-779824 bruna.dalponte@apspgiudicarieesteriori.it

Dettagli

REGOLAMENTO XXI GARA NAZIONALE DI PRIMO SOCCORSO

REGOLAMENTO XXI GARA NAZIONALE DI PRIMO SOCCORSO REGOLAMENTO XXI GARA NAZIONALE DI PRIMO SOCCORSO Il presente Regolamento di Gara si compone di 30 (trenta) articoli. 1. La competizione di Primo Soccorso si articola in numerose simulazioni di incidenti

Dettagli

I. MODULO ORGANIZZATIVO GESTIONE DEL CONTENZIOSO MEDICO LEGALE

I. MODULO ORGANIZZATIVO GESTIONE DEL CONTENZIOSO MEDICO LEGALE L Unità operativa di Medicina legale dell Azienda USL di Ferrara svolge le seguenti attività: accertamenti collegiali di Invalidità/handicap; accertamenti collegiali per patenti di guida speciali e a validità

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Dichiara:

CURRICULUM VITAE. Dichiara: CURRICULUM VITAE La sottoscritta: LAURA ODETTO nata a Pinerolo il 04 gennaio 1969 residente a Torino, via Pramollo 2/F telefono 011/3472380 cellulare 338/1275232 334/6453182 mail: laura_odetto@virgilio.it

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Servizio Affari Legali e Amministrativi Generali delegato dal Direttore Generale dell Azienda

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA ISPETTORATO REGIONALE V.d.S. PIEMONTE

CROCE ROSSA ITALIANA ISPETTORATO REGIONALE V.d.S. PIEMONTE CROCE ROSSA ITALIANA ISPETTORATO REGIONALE V.d.S. PIEMONTE COMMISSIONE REGIONALE FORMAZIONE V.d.S. ed EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMA DEL CORSO PER ASPIRANTI VOLONTARI DEL SOCCORSO C.R.I. Argomenti B1.

Dettagli

con pillole di cultura TIPO DI PROGETTO Progetto sperimentale di promozione della salute AREA TEMATICA Stili di vita DATI GENERALI DEL PROGETTO

con pillole di cultura TIPO DI PROGETTO Progetto sperimentale di promozione della salute AREA TEMATICA Stili di vita DATI GENERALI DEL PROGETTO con pillole di cultura TIPO DI PROGETTO Progetto sperimentale di promozione della salute AREA TEMATICA Stili di vita DATI GENERALI DEL PROGETTO Soggetto attuatore Gruppo Salute è Benessere Quartiere 4

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E ELENCO DEI TITOLI DA VALUTARE F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome e Cognome

Dettagli

CURRICULUM VITAE. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi art. 46 del DPR 28/12/2000 n. 445)

CURRICULUM VITAE. DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi art. 46 del DPR 28/12/2000 n. 445) Il sottoscritto Dott. Armido QUADRI Codice Fiscale QDRRMD43D27B102V Nato a Bovezzo (BS) il 27/04/1943 Residente a omissis CURRICULUM VITAE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi art. 46

Dettagli

Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico BLSD Basic Life Support Defibrillation OBIETTIVI FORMATIVI: Il corso BLSD ha l'obiettivo principale di far acquisire

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI FINO MORNASCO 2) Codice di accreditamento: NZ00378 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio. Le parole chiave SCHEDA

Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio. Le parole chiave SCHEDA Il Piano Strategico della Città e del suo Territorio Le parole chiave SANITÀ SCHEDA Gennaio 2005 AVVERTENZA Quanto contenuto nei materiali di ogni parola chiave è stato raccolto nel secondo semestre del

Dettagli

3a) DRG LEA Non Chirurgici per Residenza, DRG e Struttura - Anno 2012 ( con Mobilità Passiva anno 2011)

3a) DRG LEA Non Chirurgici per Residenza, DRG e Struttura - Anno 2012 ( con Mobilità Passiva anno 2011) 3a) DRG LEA Non Chirurgici per Residenza, DRG e Struttura - Anno 2012 ( con Mobilità Passiva anno ) 013 sclerosi multipla e atassia cerebellare 904 010904 00 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA Presidio

Dettagli

VI Bando Bersani. Profilo di impresa (Business Plan)

VI Bando Bersani. Profilo di impresa (Business Plan) VI Bando Bersani Profilo di impresa (Business Plan) DENOMINAZIONE IMPRESA Allegato 2 Business Plan Nome impresa Indirizzo (sede legale) Forma giuridica Data di costituzione Numero dei soci Capitale sociale

Dettagli

TITOLO: L ANALISI DEI PROCESSI: INDICATORI E STRUMENTI DI MISURA.

TITOLO: L ANALISI DEI PROCESSI: INDICATORI E STRUMENTI DI MISURA. FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di Diritto Pubblico 27100 PAVIA Viale Golgi, 19 FORMAZIONE AZIENDALE Tel. 0382/503634 0382/501476 Data consegna:

Dettagli

Nucleo Cinofilo Salvataggio in Acqua Associazione di Volontariato ONLUS ambito Protezione Civile

Nucleo Cinofilo Salvataggio in Acqua Associazione di Volontariato ONLUS ambito Protezione Civile PRIMO SOCCORSO BLS-D 2009... VALUTA LA SCENA VALUTA L INFORTUNATO verifica la sicurezza dell'ambiente, eventualmente neutralizza le situazioni di pericolo ancora attive. In caso di pericolo per se stessi

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo FONTANA, Andrea Via X Giornate, 151, 25063, Gardone Val Trompia, BS Telefono 030 9994205 Fax 030

Dettagli

Comune di Mottalciata Provincia di Biella Regione Piemonte

Comune di Mottalciata Provincia di Biella Regione Piemonte Comune di Mottalciata Provincia di Biella Regione Piemonte via Martiri della Libertà 15 -C.A.P. 13874 Mottalciata (BI) - Cod. Fisc. 00374120020 Tel. 0161.857112 Fax 0161.857612 sito web www.comune.mottalciata.bi.it

Dettagli

Esperienze Lavorative

Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Dr.ssa Frasca Jlenia Psicologo Psicoterapeuta Nome / Cognome Jlenia Frasca Studio Corso Vallisneri 17/V Scandiano, RE c/o Centro Salus via A. Einstein 9 RE c/o Centro CMM Viale C. Prampolini,

Dettagli

NOVARA ci sta a CUORE

NOVARA ci sta a CUORE NOVARA ci sta a CUORE CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI NOVARA e COMUNE DI NOVARA PATROCINATI DA Azienda Ospedaliera Universitaria Maggiore della Carità di Novara Fondazione Banca Popolare di Novara

Dettagli

Le Cure Palliative erogate in Rete

Le Cure Palliative erogate in Rete Le Cure Palliative erogate in Rete La normativa nazionale e regionale Codigoro - 29 settembre 2012 Mauro Manfredini Focus sulla Rete No Terapia del dolore No Cure Palliative Pediatriche LEGGE n. 39 26

Dettagli

CITTÀ DI MOTTOLA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI VOLONTARIATO. Articolo 1 FINALITA

CITTÀ DI MOTTOLA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI VOLONTARIATO. Articolo 1 FINALITA CITTÀ DI MOTTOLA Provincia di Taranto REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE ATTIVITA DI VOLONTARIATO Articolo 1 FINALITA L Amministrazione comunale di Mottola, nell ottica di garantire nell ambito del proprio

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Dentro la quotidianità dell affido SETTORE e Area di Intervento: Settore: Assistenza Area di intervento: 02 Minori OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

riconoscere e dare visibilità alle storie, alle esperienze, ai valori ed alla memoria di cui gli anziani sono

riconoscere e dare visibilità alle storie, alle esperienze, ai valori ed alla memoria di cui gli anziani sono ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Anziani e Giovani Insieme SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione culturale Aree di intervento: E01 ( Centri di aggregazione

Dettagli

CONTRATTO REGIONALE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL LAZIO (IN ATTUAZIONE DELL ART. 1, COMMA 1, LETTERA A DEL CCNL FP 2007 2010)

CONTRATTO REGIONALE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL LAZIO (IN ATTUAZIONE DELL ART. 1, COMMA 1, LETTERA A DEL CCNL FP 2007 2010) CONTRATTO REGIONALE DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE DEL LAZIO (IN ATTUAZIONE DELL ART. 1, COMMA 1, LETTERA A DEL CCNL FP 2007 2010) Art. 1 Relazioni sindacali e diritti sindacali 1. Le relazioni sindacali,

Dettagli

Corso destinato agli Incaricati per i Sistemi di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso destinato agli Incaricati per i Sistemi di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso destinato agli Incaricati per i Sistemi di Gestione Ambientale UNI EN ISO 14001:2004 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor: Dott. Ing.

Dettagli

Allegato alla deliberazione della Giunta regionale n. 2750 del 25 novembre 2011

Allegato alla deliberazione della Giunta regionale n. 2750 del 25 novembre 2011 Allegato alla deliberazione della Giunta regionale n. 2750 del 25 novembre 2011 PROGRAMMA REGIONE VALLE D AOSTA PER LA DIFFUSIONE DEI DEFRIBRILLATORI SEMIAUTOMATICI ESTERNI - Decreto interministeriale

Dettagli

Dirigente medico ASL Napoli 3 Sud II Fascia Direttore Sanitario Distretto 58 di Pompei

Dirigente medico ASL Napoli 3 Sud II Fascia Direttore Sanitario Distretto 58 di Pompei INFORMAZIONI PERSONALI Curriculum Vitae Agnese Borrelli AGNESE BORRELLI ds58@aslnapoli3sud.it Sesso F Data di nascita 10/07/1953 Nazionalità ITALIANA OCCUPAZIONE PER LA QUALE SI CONCORRE POSIZIONE RICOPERTA

Dettagli