L organizzazione di un laboratorio di controllo/monitoraggio: scelte tecniche e strategiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L organizzazione di un laboratorio di controllo/monitoraggio: scelte tecniche e strategiche"

Transcript

1 L organizzazione di un laboratorio di controllo/monitoraggio: scelte tecniche e strategiche Dr. Giorgio Varisco Giornata di studio La contaminazione agroalimentare Roma 16 marzo 2011 Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna Brescia (Italy)

2 Settore Chimico Costantemente sotto pressione 400 metodi (stima) da utilizzare e mantenere sotto controllo Accreditamento di un numero crescente di metodi Caratterizzato da sempre nuove emergenze / problematiche In continua espansione Necessità di continui investimenti ed innovazione

3 Controlli chimici Composizione Nutrizionale Composizione Merceologica Caratteristiche Organolettiche Diossine Additivi Alimenti Allergeni Stato di conservazione Farmaci Anabolizzanti Micotossine Pesticidi Metalli Pesanti

4 Finalità Prevenzione emergenze (melamina, rosso congo) Valutazione frodi o sofisticazioni (permeati proteici nel latte, grasi vegetali ) Proteggere le produzioni Tradizionali Nazionali Migliorare i processi produttivi Alimentare sistemi informativi per la valutazione del rischio Nuovi elementi di valutazione dell alimentazione Informazione al consumatore

5 Caratteristiche del Metodo ideale 1) Accurato 7) Preciso 2) Sensibile 8) Rapido 3) Ampia Applicabilità 9) Selettivo 4) Automatizzato 10) Adattabile 5) Economico 11) Facile 6) Robusto 12) Pochi rifiuti

6 Scelta del procedimento analitico Costo dell analisi Impegno del personale Tempi di risposta Affidabilità del risultato Qualità (accreditamento)

7 Prospettive - Tendenze Riduzione tempi d'analisi Riduzione consumi solventi Flessibilità Ampliamento spettro analitico Nuove tecniche analitiche Combinazioni di tecniche Micro Strumenti Nano Strumenti

8 Metodologia Ricerca specifica - Targeted approach Applicazione protocolli standardizzati Ricerca marker specifici Automazione robotizzazione Microarray Multiplex Approccio olistico - Untargeted approach Metodi rapidi - Mappature NIR FTIR MALDI TOF-TOF MS alta risoluzione GC-GC Sensori Omics (Metabolomica, Proteomica, Lipodomica)

9 Analisi Targeted Basata su esperienze/conoscenze precedenti Ricerca di un pre-selezionato gruppo di composti/adulteranti

10 Esempio di analisi targeted Analisi gascromatografica (GC) Analisi in cromatografi liquida (HPLC) DNA: metodi PCR Immuno assays Etc.

11 Targeted analysis Disponibilità di molti metodi convenzionali anche con tecnologie avanzate In letteratura sono disponibili soluzioni per risolvere e verificare le modalità di adulterazione riscontrate in passato

12 High Performance Liquid Chromatography (HPLC) vs Ultra Performance Liquid Chromatography (UPLC) Riduzione dei tempi di analisi

13 Microarray -Biochip Consentono la rilevazione di molti analiti contemporaneamente Utilizzano gli stessi principi dei test ELISA

14 Multi Plex Array Misura simultanea fino a analiti Risparmio di tempo Risparmio di risorse Elevata specificità Elevata sensibilità Misure quantitative Piccoli volumi di campione Automazione

15 Cromatogramma bidimensionale GCxGC Creazione di vere e proprie mappe caratteristiche per ogni alimento Cromatogramma strutturato le classi di composti si dispongono in maniera ordinata e organizzata

16 Analisi Untargeted Compatibile con un Sistema di allerta Rapido Evidenzia le frodi emergenti Coniuga ricerca e monitoraggio Necessita di dati ed esperienze Indirizza le attività target

17 Untargeted fingerprinting Approach Basata su registrazione di fingerprints (spettri) di gruppi numerosi campioni rappresentativi di situazioni normali e di campioni non conformi. Sviluppo e ottimizzazione di modelli statistici validati in grado di differenziare i due gruppi di campioni Analisi di campioni incogniti, con predizione dell identità (normale/non normale)

18 Altre possibili tecniche di Fingerprint + Chemiometria IRMS SNIF-NMR Isotope Ratio Mass Spectrometry Site-Specific Natural Isotope Fractionation Nuclear Magnetic Resonance NIR XRF FFFS Sensori PyMS Profilo Aromi GCxGC - 2DGC Near InfraRed spectroscopy X Ray Fluorescence Front Face Fluorescence Spectroscopy Electronic Nose - Electronic Tongue Pyrolysis Mass Spectrometry GC/MS-HS o GC-SPME Multidimensional Gas Chromatography

19 Predizione dei rischi emergenti I differenti sistemi di analisi tradizionale non sono concepiti per evidenziare le nuove frodi. L approccio Olistico per prevenire le crisi derivanti da frodi sembra essere promettente ma richiede ulteriori studi e ricerche Lo scambio e la condivisione delle informazioni è l elemento chiave per il successo di questa strategia per combattere le frodi alimentari

20 Conclusioni I sistemi di prevenzione attiva delle nuove frodi alimentari è all inizio L approccio untargeted fingerprints sembra essere molto promettente La fase di screening untargeted deve essere sempre accompagnata da indagini specifiche di conferma (identificazione e quantificazione) dei composti chimici.

21 Grazie per l attenzione Thank you for your attention 21

Giorgio Varisco Direttore Sanitario Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna Centro di Referenza Nazionale per i

Giorgio Varisco Direttore Sanitario Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna Centro di Referenza Nazionale per i Giorgio Varisco Direttore Sanitario Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna Centro di Referenza Nazionale per i rischi emergenti in Sicurezza Alimentare Rischi emergenti

Dettagli

Servizi. e Monitoraggio di Processo e prodotto. Innovazione e tecnologia a tutela della qualità dei vostri prodotti

Servizi. e Monitoraggio di Processo e prodotto. Innovazione e tecnologia a tutela della qualità dei vostri prodotti Servizi per la Tracciabilità Autenticità e Monitoraggio di Processo e prodotto Innovazione e tecnologia a tutela della qualità dei vostri prodotti SPIN OFF UNIMORE La Società ChemSTAMP Srl nasce come Spin-Off

Dettagli

Scopo del lavoro è. Studio dell Istituto zooprofilattico di Brescia Rapporto tra acidi grassi saturi e insaturi nel latte bovino

Scopo del lavoro è. Studio dell Istituto zooprofilattico di Brescia Rapporto tra acidi grassi saturi e insaturi nel latte bovino Un valore che influenza la qualità nutrizionale, tecnologica e soprattutto organolettica dei prodotti finiti di Giuseppe Delle Donne, Antonio Marcolini, Giorgio Zanardi, Giuseppe Bolzoni Studio dell Istituto

Dettagli

Allegato 3. COD_TD2 MATERIE E PROVE DI ESAME

Allegato 3. COD_TD2 MATERIE E PROVE DI ESAME MATERIE E PROVE DI ESAME 1 Profilo 1 Esperto in tecnologie di pastificazione e spettrometria RAMAN Produzione di pasta Utilizzo del RAMAN Pasta di grano duro L amido La spettroscopia Raman 2 Profilo 2

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DI UN LABORATORIO DI AUTOCONTROLLO: SCELTE TECNICHE E STRATEGICO-POLITICHE AI DIFFERENTI LIVELLI DELL AZIENDA AGROALIMENTARE.

L ORGANIZZAZIONE DI UN LABORATORIO DI AUTOCONTROLLO: SCELTE TECNICHE E STRATEGICO-POLITICHE AI DIFFERENTI LIVELLI DELL AZIENDA AGROALIMENTARE. L ORGANIZZAZIONE DI UN LABORATORIO DI AUTOCONTROLLO: SCELTE TECNICHE E STRATEGICO-POLITICHE AI DIFFERENTI LIVELLI DELL AZIENDA AGROALIMENTARE. ROMA, 16 MARZO 2011 SOMMARIO: PRESENTAZIONE DELL AZIENDA SCELTE

Dettagli

Dott. Vincenzo Mazzilli

Dott. Vincenzo Mazzilli Dott. Vincenzo Mazzilli Dipartimento di Chimica Università degli Studi di Bari Aldo Moro APULIAN FOOD FINGERPRINT: VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI PUGLIESI MEDIANTE ANALISI DI RISONANZA MAGNETICA

Dettagli

Allegato 1. COD_TD2 ATTIVITA PRESTAZIONALI PER CIASCUN PROFILO

Allegato 1. COD_TD2 ATTIVITA PRESTAZIONALI PER CIASCUN PROFILO ATTIVITA PRESTAZIONALI PER CIASCUN PROFILO Profilo 1 Esperto in tecnologie di pastificazione e spettrometria RAMAN L esperto dovrà operare presso la Piattaforma di Tecnologie Alimentari, laboratorio di

Dettagli

ExoNanoDi. Giorgia Radano Researcher

ExoNanoDi. Giorgia Radano Researcher ExoNanoDi Studio per l Identificazione di Nanomateriali Funzionalizzati idonei alla Purificazione, Quantificazione e Caratterizzazione degli Exosomi dai Fluidi Biologici: Approccio Innovativo nella Diagnostica

Dettagli

Analisi ATR-FTIR per la valutazione della sofisticazione del latte materno

Analisi ATR-FTIR per la valutazione della sofisticazione del latte materno Analisi ATR-FTIR per la valutazione della sofisticazione del latte materno Università della Calabria Dipartimento di Farmacia e Scienze della Salute e della Nutrizione, Rende (CS) Gruppo di Ricerca in

Dettagli

Il laboratorio opera dal 2004 nel controllo delle contaminazioni da aflatossina M1 e B1

Il laboratorio opera dal 2004 nel controllo delle contaminazioni da aflatossina M1 e B1 Attività del Laboratorio ARAS nel controllo delle contaminazioni da Il laboratorio opera dal 2004 nel controllo delle contaminazioni da aflatossina M1 e B1 Attività del Laboratorio ARAS nel controllo delle

Dettagli

Scuola APP-MS. Scuola Avanzata di Spettrometria di Massa Applicata e Tecniche Complementari. Agenda Preliminare

Scuola APP-MS. Scuola Avanzata di Spettrometria di Massa Applicata e Tecniche Complementari. Agenda Preliminare Scuola APP-MS Scuola Avanzata di Spettrometria di Massa Applicata e Tecniche Complementari Agenda Preliminare MODULO 1 Milano, 10 14 marzo 2014 Lunedì 10 marzo 2014 10:00 Apertura dei lavori e registrazione

Dettagli

Linea Guida UNICHIM. Marta Ranieri ArpaER SGI:SQE. Bologna, 5 giugno 2014

Linea Guida UNICHIM. Marta Ranieri ArpaER SGI:SQE. Bologna, 5 giugno 2014 Linea Guida UNICHIM Marta Ranieri ArpaER SGI:SQE Bologna, 5 giugno 2014 1 Linea Guida UNICHIM La Qualità del dato analitico in campo ambientale Bozza in Revisione 7 del 14/02/14 2 In campo ambientale La

Dettagli

5 laboratori di prima istanza. Laboratorio di revisione. S. Michele Udine MILANO Verona TORINO. Asti. Modena Genova Pisa FIRENZE BOLOGNA ANCONA

5 laboratori di prima istanza. Laboratorio di revisione. S. Michele Udine MILANO Verona TORINO. Asti. Modena Genova Pisa FIRENZE BOLOGNA ANCONA TORINO S. Michele Udine MILANO Verona Brescia CONEGLIANO Asti Modena Genova Pisa FIRENZE BOLOGNA Perugia ANCONA 5 laboratori di prima istanza Laboratorio di revisione ROMA Pescara Campobasso NAPOLI Potenza

Dettagli

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE

LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE, TECNOLOGIE E GESTIONE DEL SISTEMA AGRO-ALIMENTARE Classe 78/S - Scienze e Tecnologie agroalimentari Coordinatore: prof. Marco Gobbetti Tel. 0805442949; e-mail: gobbetti@ateneo.uniba.it

Dettagli

Impiego di tecniche rapide (e non distruttive) di analisi nella filiera maidicola

Impiego di tecniche rapide (e non distruttive) di analisi nella filiera maidicola Impiego di tecniche rapide (e non distruttive) di analisi nella filiera maidicola Paolo Berzaghi. Università di Padova AGRIPOLIS, Viale dell Università, 16 (PD) Legnaro 35020. labnirs.scienzeanimali@unipd.it

Dettagli

Analisi multitossina: potenzialità, problematiche, prospettive - prime esperienze

Analisi multitossina: potenzialità, problematiche, prospettive - prime esperienze Analisi multitossina: potenzialità, problematiche, prospettive - prime esperienze Mauro De Paoli Servizio fitosanitario, chimico-agrario, analisi e certificazione Laboratorio fitofarmaci e contaminanti

Dettagli

LA QUALITÀ NUTRIZIONALE E L IMPATTO DEGLI ALIMENTI SULLA SALUTE NHACCP

LA QUALITÀ NUTRIZIONALE E L IMPATTO DEGLI ALIMENTI SULLA SALUTE NHACCP LA QUALITÀ NUTRIZIONALE E L IMPATTO DEGLI ALIMENTI SULLA SALUTE Sorveglianza di sostanze di uso agricolo e zootecnico e di contaminanti negli alimenti Prodotto nazionale sicuro Attività coordinata di filiera

Dettagli

Sara Pelligra Polo Alimenti. Il controllo chimico negli alimenti: dal campionamento alla valutazione del risultato 5 e 6 febbraio 2014 Torino

Sara Pelligra Polo Alimenti. Il controllo chimico negli alimenti: dal campionamento alla valutazione del risultato 5 e 6 febbraio 2014 Torino Sara Pelligra Polo Alimenti Il controllo chimico negli alimenti: dal campionamento alla valutazione del risultato 5 e 6 febbraio 2014 Torino 1 CONTROLLO UFFICIALE monitoraggio e sorveglianza ispezioni

Dettagli

Formazione per le Aziende Catalogo CORSI

Formazione per le Aziende Catalogo CORSI Formazione per le Aziende Catalogo CORSI Ufficio Formazione permanente e continua Via Festa del Perdono n. 7 20122 Milano www.unimi.it AREA ALIMENTARE La shelf life di alimenti e bevande confezionati Alimenti

Dettagli

Spett. le Parco Industriale di Rende Contrada Lecco 87036 Rende (CS)

Spett. le Parco Industriale di Rende Contrada Lecco 87036 Rende (CS) Spett. le Parco Industriale di Rende Contrada Lecco 87036 Rende (CS) Oggetto : Convenzione servizi Geo Lab è una società di servizi, con un laboratorio d analisi interno. Offriamo servizi analitici e di

Dettagli

Il contributo del Sistema Nazionale per la Protezione dell'ambiente alla Sicurezza Alimentare: l'esperienza di Arpa Piemonte

Il contributo del Sistema Nazionale per la Protezione dell'ambiente alla Sicurezza Alimentare: l'esperienza di Arpa Piemonte Il contributo del Sistema Nazionale per la Protezione dell'ambiente alla Sicurezza Alimentare: l'esperienza di Arpa Piemonte Angelo ROBOTTO Direttore Generale ARPA Piemonte Ambiente Sano per una Alimentazione

Dettagli

www.protezione-ambientale.it

www.protezione-ambientale.it www.protezione-ambientale.it Chi Siamo Una struttura all avanguardia in grado di offrire un ampia gamma di prestazioni a soggetti pubblici e privati per il corretto adempimento di quanto previsto dalla

Dettagli

Abbiamo visto nelle relazioni precedenti come le analisi di laboratorio siano importanti per definire la qualità del prodotto, ma solo una piccola

Abbiamo visto nelle relazioni precedenti come le analisi di laboratorio siano importanti per definire la qualità del prodotto, ma solo una piccola Abbiamo visto nelle relazioni precedenti come le analisi di laboratorio siano importanti per definire la qualità del prodotto, ma solo una piccola parte dei controlli rivela situazioni non conformi, quindi

Dettagli

PROCESSI E TECNOLOGIE PER LA VALORIZZAZIONE DI BIOMASSE E RIFIUTI

PROCESSI E TECNOLOGIE PER LA VALORIZZAZIONE DI BIOMASSE E RIFIUTI PROCESSI E TECNOLOGIE PER LA VALORIZZAZIONE DI BIOMASSE E RIFIUTI Istituto di Ricerche sulla Combustione Consiglio Nazionale delle Ricerche STRUTTURA 2 Ripensare agli sprechi Superare la resilienza attraverso

Dettagli

Analisi del caffè mediante spettroscopia NIR

Analisi del caffè mediante spettroscopia NIR Analisi del caffè mediante spettroscopia NIR 1 Introduzione I metodi analitici conventionali sono stati usati per monitorare i principali parametri del caffé. Normalmente, i costi ed il lavoro necessario

Dettagli

Alimenti, salute e sicurezza: il progetto Pl.A.S.S.

Alimenti, salute e sicurezza: il progetto Pl.A.S.S. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dello Sviluppo Economico investiamo nel vostro futuro Alimenti, salute e sicurezza: il progetto Pl.A.S.S. Università di Foggia Il progetto

Dettagli

Casi studio/aspetti pratici delle analisi su alimenti e della ricerca di contaminanti Lucia Chiappetta

Casi studio/aspetti pratici delle analisi su alimenti e della ricerca di contaminanti Lucia Chiappetta Casi studio/aspetti pratici delle analisi su alimenti e della ricerca di contaminanti Lucia Chiappetta LE SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER LA CARTA DI MILANO LOTTA ALLE CONTRAFFAZIONI, DIAGNOSTICA PER CONTROLLO

Dettagli

LOMBARDIA E DELL'EMILIA Staff - Reparto Chimica degli Alimenti di Origine Animale

LOMBARDIA E DELL'EMILIA Staff - Reparto Chimica degli Alimenti di Origine Animale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Gasparini Mara Data di nascita 17/01/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Chimico Dirigente Staff - Reparto Chimica degli Alimenti

Dettagli

Sensori, trasduttori e trasmettitori: Evoluzioni e tendenze

Sensori, trasduttori e trasmettitori: Evoluzioni e tendenze Piero G. Squizzato Sensori, trasduttori e trasmettitori: Evoluzioni e tendenze Nell automazione l elemento fondamentale è una precisa e affidabile misura delle variabili fisiche e chimiche, identificanti

Dettagli

Dr. Francesco Beccari. Diessechem Srl, Via Meucci 61/b, 20128 Milano

Dr. Francesco Beccari. Diessechem Srl, Via Meucci 61/b, 20128 Milano RAMAN SORS per l identificazione delle materie prime attraverso il contenitore originale e RAMAN TRS per la misura spettrofotometrica della content uniformity Dr. Francesco Beccari Diessechem Srl, Via

Dettagli

AVVISO SELEZIONE DI 15 RICERCATORI PER ATTIVITÀ DI RICERCA, SVILUPPO E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO

AVVISO SELEZIONE DI 15 RICERCATORI PER ATTIVITÀ DI RICERCA, SVILUPPO E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO AVVISO SELEZIONE DI 15 RICERCATORI PER ATTIVITÀ DI RICERCA, SVILUPPO E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO Porto Conte Ricerche Srl indice una selezione, per titoli, eventuale colloquio e prova pratica, per il conferimento

Dettagli

PNAA biennio 2006-2007- Esami condotti nella Regione Lazio sui mangimi per animali destinati alla produzione di derrate alimentari Bovini da latte

PNAA biennio 2006-2007- Esami condotti nella Regione Lazio sui mangimi per animali destinati alla produzione di derrate alimentari Bovini da latte CONTROLLI NELLA FILIERA ALIMENTARE PER LA RICERCA DI RESIDUI DI SOSTANZE INDESIDERATE DA PARTE DEI SERVIZI DI SANITA PUBBLICA VETERINARIA DELLA REGIONE LAZIO Le diossine sono un gruppo di 210 sostanze

Dettagli

CLUSTER TECNOLOGICI NAZIONALI

CLUSTER TECNOLOGICI NAZIONALI CLUSTER TECNOLOGICI NAZIONALI Leda Bologni ASTER Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura CINECA 22 aprile 2015 AGENDA L iniziativa CTN I cluster costituiti Le attività di sistema I progetti di R&S

Dettagli

Caratterizzazione chimico fisica di matrici note, incognite e complesse. M. Priola

Caratterizzazione chimico fisica di matrici note, incognite e complesse. M. Priola Caratterizzazione chimico fisica di matrici note, incognite e complesse M. Priola priola@ssc.it Area analisi chimico fisiche Lab. Liquidi Grezzi Lab. Solidi Lab. Gas Lab. Spettoscopia AA 2 Laboratorio

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FARMACIA

DIPARTIMENTO DI FARMACIA TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI A PAGAMENTO 15 NOVEMBRE 2013 1) Supervisione della documentazione chimico-farmaceutica e tecnico analitica approntata da terzi per la registrazione di specialità farmaceutica

Dettagli

fornitore globale per la GDO

fornitore globale per la GDO fornitore globale per la GDO evision srl è specializzata in soluzioni software per le aziende della Grande Distribuzione (alimentare e non), per le piattaforme ortofrutticole e per le aziende manifatturiere.

Dettagli

BONGRID: Tecnologie di bonifca, analisi dei costi e metodologie di analisi per il monitoraggio dei siti inquinati

BONGRID: Tecnologie di bonifca, analisi dei costi e metodologie di analisi per il monitoraggio dei siti inquinati Progetto GRIDA 3 Applicazioni Ambientali e Teconologie GRID abilitanti Alessandro Concas 1, Selena Montinaro 2, Massimo Pisu 1 e Giacomo Cao 1,2 1 CRS4 Energy and Environment Program - Process Engineering

Dettagli

La qualità di un dato alimento, e soprattutto la qualità percepita

La qualità di un dato alimento, e soprattutto la qualità percepita Stefano Sforza Dipartimento di Scienze degli Alimenti Università di Parma stefano.sforza@unipr.it Le molecole dell autenticità L autenticità degli alimenti può essere oggettivamente verificata impiegando

Dettagli

Analisi. Analisi Esame organolettico, Analisi chimica, Analisi microbiologica

Analisi. Analisi Esame organolettico, Analisi chimica, Analisi microbiologica Analisi Esame organolettico, Analisi chimica, Analisi microbiologica Tecniche analitiche: alcune vedute L ocratossina nel vino: si tratta di una sostanza tossica prodotta da particolari muffe (micotossina).

Dettagli

LA PRESENZA DI AMIANTO NEI SITI INQUINATI: STIMA DELL'ESPOSIZIONE, IMPATTO SANITARIO E PRIORITA' PER LE BONIFICHE. -Stima dell'esposizione a fibre

LA PRESENZA DI AMIANTO NEI SITI INQUINATI: STIMA DELL'ESPOSIZIONE, IMPATTO SANITARIO E PRIORITA' PER LE BONIFICHE. -Stima dell'esposizione a fibre LA PRESENZA DI AMIANTO NEI SITI INQUINATI: STIMA DELL'ESPOSIZIONE, IMPATTO SANITARIO E PRIORITA' PER LE BONIFICHE. -Stima dell'esposizione a fibre nei siti inquinati con presenza di amianto -Linee guida

Dettagli

COME VIENE REALIZZATA UNA RICERCA SPERIMENTALE IN BIOLOGIA MOLECOLARE?

COME VIENE REALIZZATA UNA RICERCA SPERIMENTALE IN BIOLOGIA MOLECOLARE? COME VIENE REALIZZATA UNA RICERCA SPERIMENTALE IN BIOLOGIA MOLECOLARE? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO E - SISTEMA PROFESSIONALE 0. RICHIESTA DI STUDIARE E/O INDIVIDUARE

Dettagli

Avete un problema di automazione industriale? Per ogni problema esiste la soluzione, e se siete qui l avete già trovata.

Avete un problema di automazione industriale? Per ogni problema esiste la soluzione, e se siete qui l avete già trovata. Avete un problema di automazione industriale? Per ogni problema esiste la soluzione, e se siete qui l avete già trovata. Dal 1987 risolvo problemi di automazione industriale. Aziende leader nei settori

Dettagli

ForIndLog. Miglioramento della capacità di ricerca ed innovazione delle risorse umane nell ambito della Logistica e del Trasporto

ForIndLog. Miglioramento della capacità di ricerca ed innovazione delle risorse umane nell ambito della Logistica e del Trasporto ForIndLog Miglioramento della capacità di ricerca ed innovazione delle risorse umane nell ambito della Logistica e del Trasporto Fondo Sociale Europeo Misura D.4 Miglioramento delle risorse umane nel settore

Dettagli

I SOA: VERIFICA SUL CAMPO DI UN SISTEMA PER CQ

I SOA: VERIFICA SUL CAMPO DI UN SISTEMA PER CQ I SOA: VERIFICA SUL CAMPO DI UN SISTEMA PER CQ C. Ricci, a U. Bersellini, a E. Dalcanale b a Laboratori Centrali, Barilla Alimentare SpA (PR) (carlottaricci@tin.it) b Dipartimento di Chimica Organica e

Dettagli

Impatto delle nuove tecnologie nell ottimizzazione della diagnostica microbiologica indiretta. Danila Bassetti

Impatto delle nuove tecnologie nell ottimizzazione della diagnostica microbiologica indiretta. Danila Bassetti Impatto delle nuove tecnologie nell ottimizzazione della diagnostica microbiologica indiretta Danila Bassetti Responsabile Struttura Semplice Sierologia Autoimmunità Microbiologia e Virologia Ospedale

Dettagli

Spettroscopia Nir per l olio d oliva

Spettroscopia Nir per l olio d oliva Impiego della spettroscopia Nir nel controllo e nella standardizzazione del processo di produzione dell olio extravergine di oliva Dr Giovanni Presti - Spettroscopia NIR e NIR-imaging per monitoraggio

Dettagli

Non in distribuzione negli Stati Uniti URINALYSIS LAB FORWARD

Non in distribuzione negli Stati Uniti URINALYSIS LAB FORWARD Non in distribuzione negli Stati Uniti URINALYSIS LAB FORWARD I laboratori per l analisi delle urine richiedono sia tecnologia avanzata che strategie davvero innovative. Per questo motivo Beckman Coulter

Dettagli

L impatto della Chemiometria sulla qualità ed autenticità degli alimenti

L impatto della Chemiometria sulla qualità ed autenticità degli alimenti L impatto della Chemiometria sulla qualità ed autenticità degli alimenti Lucia Bertacchini Ordine dei Chimici di Modena lucia.bertacchini@chemstamp.it www.chemstamp.it Chi siamo Tecniche spettroscopiche

Dettagli

Calendario 2015 Corsi di Formazione. Programmi e Date

Calendario 2015 Corsi di Formazione. Programmi e Date Calendario 2015 Corsi di Formazione Programmi e Date Manutezione & Troubleshooting strumentazione Agilent R1914A Manutenzione & Troubleshooting GC (Agilent 7890) (1 giorno) Il corso introduce l operatore

Dettagli

N. identificativo progetto: IZS SA 08/09 RC. Sicurezza alimentare: garanzie e informazioni sulla presenza di sostanze allergeniche negli alimenti

N. identificativo progetto: IZS SA 08/09 RC. Sicurezza alimentare: garanzie e informazioni sulla presenza di sostanze allergeniche negli alimenti N. identificativo progetto: IZS SA 08/09 RC Sicurezza alimentare: garanzie e informazioni sulla presenza di sostanze allergeniche negli alimenti Relatori: Dr.ssa M.R. Mancuso Dr.ssa B. Soro Sviluppo di

Dettagli

PROGETTO TECNOPOLO ENEA BOLOGNA

PROGETTO TECNOPOLO ENEA BOLOGNA PROGETTO TECNOPOLO ENEA BOLOGNA Laboratorio LECOP Laboratori ENEA per l Ambiente Laboratorio LAERTE Efficienza Energetica Laboratorio CROSS TEC Interoperabilità e virtualizzazione dei processi per reti

Dettagli

Caratteristiche di un controllo di qualità esterno (VEQ) ed interno per test HPV primario di screening: presentazione documento aggiornato

Caratteristiche di un controllo di qualità esterno (VEQ) ed interno per test HPV primario di screening: presentazione documento aggiornato Convegno Nazionale GISCi 2015 Finalborgo (SV), 21-22 maggio 2015 Caratteristiche di un controllo di qualità esterno (VEQ) ed interno per test HPV primario di screening: presentazione documento aggiornato

Dettagli

Linea SORTEX B. Ottimizzare la selezione tradizionale.

Linea SORTEX B. Ottimizzare la selezione tradizionale. Linea. Ottimizzare la selezione tradizionale. . Ottimizzare la selezione tradizionale. Cambiare le regole del gioco - impegnarsi ad aiutare gli operatori nel settore ad ottimizzare il processo di selezione

Dettagli

Corso di Formazione: La spettrometria di massa delle biomolecole: applicazioni in ambito clinico, proteomico, alimentare.

Corso di Formazione: La spettrometria di massa delle biomolecole: applicazioni in ambito clinico, proteomico, alimentare. Corso di Formazione: La spettrometria di massa delle biomolecole: applicazioni in ambito clinico, proteomico, alimentare 1-2 luglio 2014 Politecnico di Milano Aula Rogers, via Ampere 2, Milano Direzione

Dettagli

Deformulazione di materiali mediante TGA-FT-IR-GC-MS

Deformulazione di materiali mediante TGA-FT-IR-GC-MS Deformulazione di materiali mediante TGA-FT-IR-GC-MS Serena Santacesaria SRA Instruments SpA santacesaria@srainstruments.com Tecniche di caratterizzazione Analisi Termica FT-IR TGA-FT-IR Analisi Termica:

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e l Unione delle Province d Italia UPI VISTI il

Dettagli

ESTRATTO DELLA DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE N. 33 DEL 29/1/2009 ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL EMILIA ROMAGNA

ESTRATTO DELLA DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE N. 33 DEL 29/1/2009 ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL EMILIA ROMAGNA ESTRATTO DELLA DELIBERA DEL DIRETTORE GENERALE N. 33 DEL 29/1/2009 ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA LOMBARDIA E DELL EMILIA ROMAGNA PIANO FORMATIVO ANNO 2009. Il piano formativo aziendale dell

Dettagli

CERTIFICAZIONE NEL SETTORE AGROALIMENTARE -Qualita - - Sicurezza - - Tracciabilita -

CERTIFICAZIONE NEL SETTORE AGROALIMENTARE -Qualita - - Sicurezza - - Tracciabilita - CERTIFICAZIONE NEL SETTORE AGROALIMENTARE -Qualita - - Sicurezza - - Tracciabilita - LA FIDUCIA DEL CONSUMATORE NEI CONFRONTI DEL COMPARTO PRODUTTIVO SI E NOTEVOLMENTE RIDOTTA NEGLI ULTIMI ANNI Industrializzazione

Dettagli

Ruolo e accreditamento dei laboratori per la sicurezza alimentare

Ruolo e accreditamento dei laboratori per la sicurezza alimentare Convegno L ACCREDITAMENTO DEI LABORATORI PER LA SICUREZZA ALIMENTARE Ruolo e accreditamento dei laboratori per la sicurezza alimentare Rosa Draisci ISS ORL Roma 25-26 ottobre 2005 Laboratori ufficiali

Dettagli

Cromatografia liquida ad alta performance (HPLC)

Cromatografia liquida ad alta performance (HPLC) Cromatografia liquida ad alta performance (HPLC) La cromatografia in fase liquida viene utilizzata per la separazione di miscele complesse di molecole e/o biomolecole. Riducendo il diametro delle particelle

Dettagli

Test HPV primario e organizzazione del laboratorio

Test HPV primario e organizzazione del laboratorio GISCi - Convegno Nazionale 2013 Riva del Garda (TN), 22-24 maggio 2013 Test HPV primario e organizzazione del laboratorio Annarosa Del Mistro - IOV IRCCS, Padova Francesca Maria Carozzi ISPO, Firenze Nello

Dettagli

LABORATORI AUTORIZZATI

LABORATORI AUTORIZZATI L accreditamento dei laboratori che effettuano la ricerca delle sostanze d abuso con finalità medico-legale in Regione Lombardia: lo spirito della DGR n. VIII/9097 del 13 marzo 2009 Mario Cassani Nadia

Dettagli

Linea progettuale 2: Organizzazione e realizzazione della sorveglianza ambientale nelle aree di indagine

Linea progettuale 2: Organizzazione e realizzazione della sorveglianza ambientale nelle aree di indagine inea progettuale 2: rganizzazione e realizzazione della sorveglianza ambientale nelle aree di indagine biettivi specifici li obiettivi della inea Progettuale 2 sono i seguenti: 1. a realizzazione di inee

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

I N OSTRI NOSTRI CONTROLLI CONTROLLI: DALLE PRODUZIONI.

I N OSTRI NOSTRI CONTROLLI CONTROLLI: DALLE PRODUZIONI. I NOSTRI CONTROLLI: DALLE PRODUZIONI. Maria Cesarina Abete Mangimi e sicurezza alimentare La sicurezza degli alimenti di origine animale inizia con la sicurezza dei mangimi L alimentazione animale è un

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. PETTENI ANTONIO Data di nascita 06/03/1953

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. PETTENI ANTONIO Data di nascita 06/03/1953 INFORMAZIONI PERSONALI Nome PETTENI ANTONIO Data di nascita 06/03/1953 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio MEDICO VETERINARIO ISTITUTO Responsabile - SERVIZIO ASSICURAZIONE

Dettagli

CHIMICA DEGLI ALIMENTI

CHIMICA DEGLI ALIMENTI CHIMICA DEGLI ALIMENTI Alimento: sostanza che l organismo può assumere e metabolizzare per produrre l energia ed il calore necessari allo svolgimento delle funzioni vitali. Derrata alimentare (Codex Alimentarius,

Dettagli

Contaminazione delle varie Filiere Produttive in seguito all impiego di ingredienti di largo utilizzo (SUDANSUDAN I nel peperoncino)

Contaminazione delle varie Filiere Produttive in seguito all impiego di ingredienti di largo utilizzo (SUDANSUDAN I nel peperoncino) Contaminazione delle varie Filiere Produttive in seguito all impiego di ingredienti di largo utilizzo (SUDANSUDAN I nel peperoncino) Maria Grazia Molinaro Sudan I Colorante utilizzato nelle industrie che

Dettagli

Biobanche e Centri di Risorse Biologiche per la Salute umana e degli animali

Biobanche e Centri di Risorse Biologiche per la Salute umana e degli animali Associazione Giuseppe Dossetti Biobanche e Centri di Risorse Biologiche per la Salute umana e degli animali Roma, 21 Marzo 2013 Leonardo Santi Presidente Comitato Scientifico CNRB Presidente Onorario Comitato

Dettagli

NASCITA: DATA DI NASCITA: 11/08/'63 RESIDENZA: via Ugo Foscolo n 18-00040 Castel Gandolfo - (Rm) STATO CIVILE: Separato SERVIZIO

NASCITA: DATA DI NASCITA: 11/08/'63 RESIDENZA: via Ugo Foscolo n 18-00040 Castel Gandolfo - (Rm) STATO CIVILE: Separato SERVIZIO Via Ugo Foscolo 18 Castel Gandolfo - Marino - Roma Tel.: 3351572723 e-mail fbusico@inwind.it CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI NOME: Fabio COGNOME: Busico LUOGO DI Roma NASCITA: DATA DI NASCITA: 11/08/'63

Dettagli

L USO DI BOTTIGLIE IN PET PER IL CONFEZIONAMENTO DI ACETO DI VINO

L USO DI BOTTIGLIE IN PET PER IL CONFEZIONAMENTO DI ACETO DI VINO L USO DI BOTTIGLIE IN PET PER IL CONFEZIONAMENTO DI ACETO DI VINO dr. Michele Moretti, Ponti S.p.A. 1 Perché sostituire il vetro? Logica di mercato confezioni in materiale plastico già presenti in tutta

Dettagli

CHEMI LAB LABORATORIO DI ANALISI CHIMICO-ECOLOGICHE. Con l attività del nostro laboratorio contribuiamo alla salvaguardia del territorio

CHEMI LAB LABORATORIO DI ANALISI CHIMICO-ECOLOGICHE. Con l attività del nostro laboratorio contribuiamo alla salvaguardia del territorio Con l attività del nostro laboratorio contribuiamo alla salvaguardia del territorio CHEMI LAB LABORATORIO DI ANALISI CHIMICO-ECOLOGICHE Utilizziamo strumentazioni innovative e tecnologicamente avanzate

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GALILEO FERRARIS RELAZIONE

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GALILEO FERRARIS RELAZIONE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE GALILEO FERRARIS RELAZIONE VISITA D ISTRUZIONE PRESSO IL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE (CNR), ISTITUTO PER I POLIMERI, COMPOSITI E BIOMATERIALI (IPCB) Catania

Dettagli

Milano 16 Dicembre 2014. A cura del Comune di Milano - DC Sport benessere e qualità della vita - Servizio qualità della vita

Milano 16 Dicembre 2014. A cura del Comune di Milano - DC Sport benessere e qualità della vita - Servizio qualità della vita Milano 16 Dicembre 2014 A cura del Comune di Milano - DC Sport benessere e qualità della vita - Servizio qualità della vita 31 marzo 2014 5 maggio 2014 4 giugno 2014 Sottoscrizione accordo per la valorizzazione

Dettagli

UR UNINA Obiettivo della ricerca eseguita Descrizione della ricerca eseguita

UR UNINA Obiettivo della ricerca eseguita Descrizione della ricerca eseguita PRIN 2009 UR UNINA per esteso 1 Obiettivo della ricerca eseguita Il programma di ricerca svolto dall UO UNINA ha riguardato: A1/A5/A6: l ottenimento di oli extravergini di oliva campani e di altre regioni

Dettagli

Caratterizzazione dei digestati da fermentazione anaerobica ai fini del corretto uso agronomico

Caratterizzazione dei digestati da fermentazione anaerobica ai fini del corretto uso agronomico Caratterizzazione dei digestati da fermentazione anaerobica ai fini del corretto uso agronomico Andrea Manfredini**, Marco Negri**, Giovanni Cabassi* **Dipartimento di Produzione Vegetale Sez. Agronomia

Dettagli

Verona, 2 ottobre 2015

Verona, 2 ottobre 2015 Buongiorno Ringrazio tutti i presenti per l attenzione, il direttivo Fitelab per l opportunita. Il Dr. Boni, Dr. Piro (oggi izs-ve) e gli attuali dirigenti del Lab. Merceologia IZS-BS Verona, 2 ottobre

Dettagli

Controllo ufficiale degli OGM nel settore agroalimentare

Controllo ufficiale degli OGM nel settore agroalimentare Controllo ufficiale degli OGM nel settore agroalimentare Ugo Marchesi Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana Centro di Referenza Nazionale per la ricerca di OGM ugo.marchesi@izslt.it ORGANISMI

Dettagli

Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo

Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo Aziende speciali, multiutility e servizi ambientali Supporto allo sviluppo Executive Summary Il settore delle utilities è fra quelli che avranno una maggiore crescita nei valori economici e nell occupazione.

Dettagli

Lezione 2. Il rating. Il rating. Sistemi di rating, il rating esterno

Lezione 2. Il rating. Il rating. Sistemi di rating, il rating esterno Lezione 2 Sistemi di rating, il rating esterno Il rating Il modo con cui si combinano: Probabilità di inadempienza (PD) Perdita in caso di inadempienza (LGD) Esposizione all inadempienza (LGD) Scadenza

Dettagli

ALIMENTA. Informazioni ufficiostampa@lombardia.coop.it daniele.deluca@comune.milano.it

ALIMENTA. Informazioni ufficiostampa@lombardia.coop.it daniele.deluca@comune.milano.it Il carrello utilizzato per la raccolta dei prodotti alimentari per cani e gatti. ALIMENTA Informazioni ufficiostampa@lombardia.coop.it daniele.deluca@comune.milano.it La salvaguardia dell ambiente, la

Dettagli

INNOVHUB STAZIONI SPERIMENTALI PER L INDUSTRIA

INNOVHUB STAZIONI SPERIMENTALI PER L INDUSTRIA INNOVHUB STAZIONI SPERIMENTALI PER L INDUSTRIA Divisione SSOG Attività Laboratorio Oli e Grassi 3 Relatore Liliana Folegatti E-mail: liliana.folegatti@ssog.it Milano, 10 Febbraio 2012 LABORATORIO OLI GRASSI

Dettagli

UTILIZZO DI LIQUIDI BIOLOGICI URINARI NEGLI ACCERTAMENTI TOSSICOLOGICI Dott.ssa Barbara Candiani

UTILIZZO DI LIQUIDI BIOLOGICI URINARI NEGLI ACCERTAMENTI TOSSICOLOGICI Dott.ssa Barbara Candiani UTILIZZO DI LIQUIDI BIOLOGICI URINARI NEGLI ACCERTAMENTI TOSSICOLOGICI Dott.ssa Barbara Candiani Giuristi&diritto.it dirittoi fattori che influenzano il risultato derivante da test preliminari su matrice

Dettagli

Campionamento e analisi delle micotossine

Campionamento e analisi delle micotossine Campionamento e analisi delle micotossine Emma Tealdo, Veneto Agricoltura 5.1 Introduzione Un corretto campionamento è il presupposto essenziale per un metodo analitico affidabile, tenendo presente che

Dettagli

L accreditamento e le implicazioni per i laboratori di controllo e autocontrollo dei prodotti alimentari

L accreditamento e le implicazioni per i laboratori di controllo e autocontrollo dei prodotti alimentari Convegno Le disposizioni in materia di sicurezza alimentare applicate ai Laboratori Accreditati Roma, 15-16 novembre 2011 L accreditamento e le implicazioni per i laboratori di controllo e autocontrollo

Dettagli

SUstainable Management of FLOriculture in WEstern Riviera. Gestione Sostenibile della Floricoltura nella Riviera di Ponente

SUstainable Management of FLOriculture in WEstern Riviera. Gestione Sostenibile della Floricoltura nella Riviera di Ponente LIFE+ Environment Policy and Governance 2009 SUstainable Management of FLOriculture in WEstern Riviera Gestione Sostenibile della Floricoltura nella Riviera di Ponente 25 maggio 2012 LIFE + 09ENV/IT/000067

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale

PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale PRESENTAZIONE DI UN CASE REPORT FILIERA PRODOTTI APISTICI : Gelatina Reale Prof. Luigi Bonizzi (direttore DIVET), Dr.ssa Sara Panseri, Dr. Luca Chiesa DIVET-LSA (Lab. Sicurezza Alimentare) Dipartimento

Dettagli

GESTLabs Laboratorio Materiali & Servizi per l Industria

GESTLabs Laboratorio Materiali & Servizi per l Industria GESTLabs Laboratorio Materiali & Servizi per l Industria Polo Tecnologico di Vimercate 29/03/2012 Tino Taddei - C.L.O GESTLabs 1 STORIA 25 anni e piu di esperienza acquisiti in vari ambiti aziendali quali

Dettagli

20 anni al servizio. delle imprese. alimentari. consulenti e comunicatori della qualità alimentare

20 anni al servizio. delle imprese. alimentari. consulenti e comunicatori della qualità alimentare 20 anni al servizio delle imprese alimentari consulenti e comunicatori della qualità alimentare i numeri di TQF 150.000 le norme alimentari monitorate, interpretate e aggiornate nel mondo 147 5.000 i servizi

Dettagli

Qualità ambientale allo stato puro

Qualità ambientale allo stato puro Qualità ambientale allo stato puro Proteggere l ambiente è un impresa globale L ambiente è un patrimonio di tutti. Di fronte ai cambiamenti climatici, alla contaminazione dei terreni, al prosciugamento

Dettagli

La soluzione per pesare, selezionare, etichettare

La soluzione per pesare, selezionare, etichettare La soluzione per pesare, selezionare, etichettare www.hsc350.it Pesare, selezionare, etichettare Tecnologia innovativa per prestazioni senza compromessi HSC350 è il risultato di oltre 30 anni di ricerca

Dettagli

Determinazione degli acidi grassi su latte fresco e congelato: confronto tra la spettroscopia nel medio e vicino infrarosso Andrea Revello Chion Daniele Giaccone Associazione Regionale Allevatori del Piemonte

Dettagli

Debic zuccherata 6x700ML

Debic zuccherata 6x700ML 7170600 Descrizione del prodotto Panna Spray n Informazioni Generali Identificazione del Prodotto Descrizione Articolo Marchio Descrizione Articolo (come fornito) Descrizione Articolo (breve) Descrizione

Dettagli

Debic TIRAMISÙ 6x1L. Descrizione

Debic TIRAMISÙ 6x1L. Descrizione Informazioni Generali Identificazione del Prodotto Descrizione Articolo Marchio Descrizione Articolo (come fornito) Descrizione Articolo (breve) Descrizione Debic Debic TIRAMISÙ 6x1L DEBIC TIRAMISÙ 6X1L

Dettagli

STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL NODO REGIONALE DEL VENETO E GESTIONE OPERATIVA DEI NODI DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI

STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL NODO REGIONALE DEL VENETO E GESTIONE OPERATIVA DEI NODI DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI UNITA DI PROGETTO VETERINARIA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL NODO REGIONALE DEL VENETO E GESTIONE OPERATIVA DEI NODI DELLE AZIENDE SANITARIE LOCALI Dario Pandolfo 1 29/11/2012 - Montecchio Precalcino (VI)

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 PRODUZIONI ALIMENTARI Processo Trasformazione e produzione alimentare Sequenza di processo Progettazione,

Dettagli

LA STRUTTURA OPERATIVA DEL PROGETTO IL PROGETTO DI RICERCA

LA STRUTTURA OPERATIVA DEL PROGETTO IL PROGETTO DI RICERCA IL PROGETTO DI RICERCA Il progetto Applicazione di biotecnologie molecolari e microrganismi protecnologici per la caratterizzazione e valorizzazione delle filiere lattiero-casearia e prodotti da forno

Dettagli

MSOffice1 REGIONE LAZIO

MSOffice1 REGIONE LAZIO MSOffice1 La Tutela dell Ambiente garanzia della salubrità e sicurezza del nostro cibo L impatto sulla sicurezza alimentare. dall autocontrollo al controllo ufficiale Ugo Della Marta Dirigente Area Sanità

Dettagli

l evoluzione della casa

l evoluzione della casa MART Domotica ed Efficienza Energetica: la EN 15232 I consumi Nazionali. I pianti internazionali. La EN 15232. Metodi di calcolo. Risultati Ottenibili con i sistemi HBES 1 I consumi... Energia impiegata

Dettagli