Local Authorities GI-based web sites and spatial governance: Towards an evaluation framework.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Local Authorities GI-based web sites and spatial governance: Towards an evaluation framework."

Transcript

1 Local Authorities GI-based web sites and spatial governance: Towards an evaluation framework. Michele Campagna, Giancarlo Deplano Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di Ingegneria del Territorio Piazza d Armi 16, Cagliari (IT) Tel (+39) Fax (+39) Abstract Recent policies at the European, national and local levels are leading to the development of Information Communication Technology driven forms of e-government. The exploitation of Public Sector Information (PSI) is promoted as economic resource as well as a mean to bring transparency into the government processes. Geographic Information (GI) plays a major role in supporting the development of online forms of spatial e-government (-nance). While technology might be considered ready for the development of high tech planning support systems online, still Public Administrations (PA) often show difficulties in acquiring technology in every day practice due mainly to organizational, institutional, and cultural constraints. With this premises, in this paper, special attention has been paid to spatial planning and development processes of e-government (-ance), and an evaluation methodology for Public Administration GI-based web sites (PAGIWEB) evaluation developed by the authors (Campagna and Deplano, forthcoming) is further extended and applied to the Italian case. Introduction High-speed digital communication technology is affecting the way physical fabric and people activities develop in the city (Mitchell, 1999). Global and local community networks are growing as the virtual arenas where public and private sectors, and citizens play the exchange of information, services, and bargains. Many cities have nowadays a digital clone, a digital space where people interact digitally. The metaphors used to build a digital city may vary as the scopes for they are built. Hence difference interpretation of the concept of digital city can be given, different types of digital city can be built, referring to different terms such as digital city, virtual city, cyber city and so

2 forth. In other words, the term digital city may refer to the digital communication network infrastructure (figure 1a), to digital models of the real cities (figure 1b), to virtual communities, which interact in digital spaces (figure 1c), and so forth. Figure 1a IP addresses distribution over London (Shiode & Dodge, 1999) Figure 1b Virtual Tokyo (www.planet9.com) Figure 1c ActiveWorld (wwwactiveworlds.com) In the digital city, Geographic Information (GI) plays different roles such as the data that feed the 3D digital model of the city, the object of business, or the mean to deliver a service or a message to the users. The latter aspect is of particular interest here for it concerns the use of GI, which can be done by public sector to carry on transparent form of e-government. GI and related technology, offers a reliable support to the delivery of information and services related to space, being them, for instance, tourism, regional marketing, spatial development or planning. Recent research results of the authors have shown the different ways Public Administration provide GI through the web to citizens in Italy (Campagna & Deplano, forthcoming). Different Geographic Information Technologies are currently used to develop web applications, which allow users to have access to raw GI data and GI-based services. However, in spite of internet GIT development (Peng, 2001), nevertheless it may be still considered difficult to implement application such as Planning Support Systems (Brail & Klosterman, 2001; Geertman & Stillwell, 2003) or Public Participation GIS (Craig et Al, 2002), as support to such a complex process as planning due to institutional, organizational, socio-cultural constraints. Hence, applications, and their level of development, vary widely in different cases due also to different level of acquisition of technology and research results these constraints may cause. Thus, the observation of the real examples might be of help in understanding how to apply PSS and PPGIS advanced research results to everyday practice, and eventually suggests guideline for implementation. To this ends, a method is proposed to evaluate Public Administration GI-based web sites (PAGIWEB). Towards a PAGIWEB evaluation method. Recently, quantitative and qualitative studies on the diffusion and consistency of GI/GIS in Italian Local Authorities have been presented (Ciancarella et Al., 1998; Fiducia, 2001; Campagna and Deplano, 2002; Salvemini, 2002). While they offer a reliable knowledge in SDI policy tuning, a qualitative analysis focused on the applications may offer useful hints for GI/GIS exploitation for (spatial) e-government initiatives. The observation of best practices suggests tremendous possibilities for application development in this field. Thus, the analysis of existing examples in different geo-political contexts, across

3 European Countries and regions, may offer useful hints for drawing guidelines within an application development framework. The authors have recently proposed (Campagna and Deplano, forthcoming) a rapid evaluation method based on two main variables: GI content and GI Technology. According to the method proposed, once analyzed the planning system framework and the overall diffusion of Public Administration (PA), for a given geo-political context (a whole country or a region), Public Administration GI-based web sites (PAGIWEBs) are classified by mean of a matrix which axis are the main variables of analysis (Campagna e Deplano, ibidem), the so called GI-content /GItechnology matrix (CTM) The reasons for the need of preliminary analysis of the planning system and of PA web sites frameworks are twofold. Firstly, in general, as the two frameworks may present sound differences in different geo-political contexts, the nominal scales in the CTM matrix axis might demand minor tuning. As an example, we may note how the local planning system framework defines the admitted public participation degree in a planning process; the latter may change from the public right to know to the public making decision (in the extreme instance), and this variability may affect the scale definition ( do I need a class where I can classify bi-directional flows of information- PA to Public and Public to PA- if there is no way to take information from the public into account? ). Likewise, the overall digital uptake may change widely by countries, and as in different continents Internet diffusion, online public, PA web presence and e-government capacity varies (Ronhagan, 2002), still the application of the CTM in countries which present extreme e-government benchmarks may demand for a scale refining. Secondly, the two frameworks may help in having a better insight in the CMT application and interpretation of the results. However, within macro-geopolitical regions, such as the European Community, the CMT may be applied to national and regional contexts without substantial variation if the scope is a comparative analysis between them. Hence, the CMT method may be used locally to have an insight on a specific context, or in a comparative way, to outline differences within a macro-region. To this end, the spatialisation of the CMT has been proposed (Campagna and Deplano, ibidem) to facilitate cross-regional comparison. The CMT method has been applied to the Italian case study at national, regional, and local level: results have shown it as a reliable method to have a first insight in the use of GI PAs do with special reference to urban and regional planning. The method resulted agile enough to be applied to a large and comprehensive set of sample PAGIWEBs. However, to better understand opportunities and threats of existing PAGIWEBs, and critical success or failure factors of best and worst practices, more dimensions may integrate the CTM matrix. Hence, in this paper further dimensions are considered in order to extend the CTM method analysis capabilities. The CTM method extension has been though in a such form that resulting method still can be quickly applied, thus being still suitable to examine a large number of samples. While the descriptive analysis of the planning system framework gave a substantial aid in the CTM axis definition and in its application result interpretation, it treats institutional conditions only implicitly. Hence, the need to improve the insight offered by the CTM by defining more variables concerning with the role of GI and role of public participation in planning, the development of the Spatial Data Infrastructure, and the e-government capacity as found in the regional laws.

4 In the reminder of this paper, the analysis of these issues applied to the Italian case study is presented, together with the spatialisation of the CTM extended with the new variables, as a support for PAGIWEB evaluation and comparative study development. Extending the GI-content / GI-technology Matrix: looking for new variables. The application of the CTM to consistent geo-political frameworks may offer a reliable support for PAGIWEB comparative study and case study classification. However, the original objective for its development was the availability of a tool capable to supply quickly a first insight in PAGIWEB typology trends in order to research critical success/failure factors. As mentioned earlier in this paper, the PAGIWEB development should not be considered dependent by merely technological factors, but, rather, as for the digital city, its successful implementation faces institutional, organizational, socio-cultural problems. As starting point for further development the CTM methodology, the analysis of local legal acts concerning with SDI and GIS development, the use of GIS as planning support, the public participation and subsidiarity in planning, and e-government is then proposed. The regional law database developed by the Italian Chamber of Deputies (http://www.camera.it/) has been used by for a comprehensive keyword search scan of the regional acts. As shown in table 1, there is not homogeneity in the way how different Regional Governments deals with the issues of concern. In some cases, such as Abruzzo and Basilicata, a set of normative acts regarding SDI and GIS development have been found with explicit reference to spatial planning and environment protection, while in some other Regions no act concerning the concerns of interest have been found. In Tuscany, the law framework presents the most comprehensive set of tools, which potentially offers a favorable ground for web-based collaborative planning support system (WPSS) development. In the following paragraphs, results are describes in more details, while their Spatial Distribution is given in Appendix 1. Spatial Data Infrastructure Where as in many Regional Acts references are found to consistency of cartography and spatial database ( SDI-consistency in table 1), funding programs for cartography production and GIS implementation ( SDI-econ ), and the competence different public administration have within a Region ( SDI-competence ), only few Regions issued a comprehensive law on SDI / GIS development. Among them we find Abruzzo, Basilicata, and Valle d Aosta. GIS in planning Widely spread among the regional law are references to GIS as normative support for planning. In some cases they refer directly to environmental protection and impact assessment while in some other cases to urban and regional planning, transportation, rural development, health.

5 SDI PLANNING REGION CONSISTENCY ECON COMPETENCE ENVIRONMENT PLANNING PARTICIPATION SUBSIDIARITY e-gov Bolzano-Bozen (Prov) Trento (Prov) Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige Umbria Valle d'aosta Veneto Table 1 Presence of the issues of concern in the Law system in Italian Regions. Public Participation and Subsidiarity Many of the acts related to planning refer to public participation and subsidiarity. Some of the acts reflect European Spatial Development Perspective (ESDP, 1999) guidelines. Rarely, however, particular attention is given to community participation to spatial decision-making; directives are rather generic. Usually acts refer to public participation as the public right to know. Often, subsidiarity among public bodies as well as public participation is only stated, but reference to any form of regulation have not been found.

6 Information Society and e-government It is difficult to find reference to forms of e-government as such. In some cases references is given to regional portal development, which usually are devoted to sector development programs (tourism, economic development). Emilia Romagna Region issued a comprehensive act oriented to the development of e-government initiatives for public access to pubic information and service delivery to citizens. The extension of the CMT The CMT as been designed to classify PAGIWEB according to its two variables so that it can be used to understand which PAGIWEB typologies are more spread in a given geo-political context. The spatialisation of the CTM in figure 2 shows the PAGIWEB typologies with reference to the Italian Regions in early Figure 2 The CMT spatialisation applied to Italian Region PAGIWEB (2003) The spatialised view of the CTM may be used for spatio-temporal comparison. In figure 3 is presented the comparison between the same contexts, the Italian Regions, in two different points in time. The two images show a development in the provision of GI related to planning in However the development in the content does not seem followed by a development in the use of GIT.

7 Figure 3a: year 2001 Figure 3a: year 2003 The spatialised view can be further developed to take into account the new variables related to the institutional framework synthesized in table 1 (figure 4, 5). Figure 4 CTM and SDI In figure 4, the level of development of the legal framework related to SDI at regional level in Italy has been added to the CTM spatialisation as third dimension for every given PAGIWEB typology. Figure 5 shows the same kind of representation applied to the issue of the use of GIS in planning. Figure 5 CTM and Planning

8 As figure 4 and 5 show, there is no evident relationship between the development of the legal frameworks with the PAGIWEB typology development. This kind multidimensional of representation may be used for comparative analysis as well. Conclusion A methodology for the evaluation of the PAGIWEB is proposed in this paper. Based on the application of the CMT the methodology, it is further extended with the aim of taking into account the relationships between PAGIWEB diffusion, their typology, and the local legal frameworks with reference to SDI, the use of GIS in planning, Public Participation and E-government. The original methodology, consisting of the following steps: National planning system analysis, Digital cities diffusion assessment, PAGIWEB search, GI content / GI Technology Matrix application, CTM spatialisation, has been augmented with two more steps: Regional/local legal system framework analysis, Visual integration of results. While the methodology proposed may be perfectible, the overall approach adopted shows the possibilities for comparative study development in time and space. Given the blowing of a great number of new applications at all institutional levels (national, regional, local) this methodology may offer the advantage of supplying a first insight in the PAGIWEB landscape, which can be used to select best practices for more detailed analysis.

9 References Brail R, Klosterman R, (eds), Planning Support Systems: Integrating Geographic Information Systems, Models and Visualization Tools, Esri Press, 2001 Campagna M, Deplano G, 2002, Public administration, governance, planning and GIS: Italian experiences in the e-europe. Michael Gould, Maurici Ruiz and Jerònia Ramon (Eds.)5th AGILE CONFERENCE Proceedings on Geographic Information Science ISBN Palma (Mallorca, Spain) April 2002 Campagna M, Deplano G, "Evaluating Geographic Information provision within Public Administration web sites", Environment and Planning B: Planning and Design, forthcoming Ciancarella, L. - Craglia, M. - Ravaglia, E. - Secondini, P. - Valpreda, E. La diffusione dei GIS nelle Amministrazioni Locali Italiane. Franco Angeli Milano, 1998 Craig W, Harris T, Weiner D, Community Participation and Geographical Information Systems, Taylor and Francis, 2002 ESDP - Commission for the European Communities: The European Spatial Development Perspective. Brussels: CEC, 1999 Fiducia A, Web-mapping e portali. Dall offerta d informazione geografica non specialistica alla nascita dei servizi Internet di seconda generazione. Mondo GIS VI-27, 2001 Geertman S, Stillwell J, Planning Support Systems in Practice, Springer: Berlin, 2003 Mitchell W, E-topia: Urban Life, Jim But Not As We Know It (MIT Press), 1999 Peng Z-R, Internet GIS for Public Participation Environment and Planning B: Planning and Design , 2001 Salvemini M, GI for the governance of Local Authorities:Critical aspects and technical solutions. 8th EC-GI & GIS WORKSHOP Proceedings: ESDI - A Work in Progress Dublin, Ireland July 3-5, 2002

10 APPENDIX 1: Spatial distribution of the issues of concern within Regional Acts* *Presence in dark SDI contents SDI econ SDI competence *Presence in dark Environment Planning

11 *Presence in dark Public Participation Subsidiarity ICT / e-gov *The darker the higher SDI PLANNING E-GOV

12 APPENDIX 2: ITALIAN REGIONAL ACTS REFERENCES Bolzano-Bozen (Province) Trento (Province) Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria LEGGE PROVINCIALE N. 10 DEL REGIONE BOLZANO (Prov.) << Riordinamento della struttura dirigenziale della Provincia Autonoma di Bolzano >> LEGGE PROVINCIALE N. 22 DEL REGIONE TRENTO (Prov.) Ordinamento urbanistico e tutela del territorio LEGGE REGIONALE N. 60 DEL REGIONE ABRUZZO Norma per l' impiego, la conservazionee la manutenzione del sistema informativo territoriale regionale. LEGGE REGIONALE N. 91 DEL REGIONE ABRUZZO Integrazione dell' art. 6 della Legge Regionale 20 giugno 1980, n. 67 Settore Informatica >>. LEGGE REGIONALE N. 95 DEL REGIONE ABRUZZO Nuova disciplina per il funzionamento dell' Istituto Abruzzese di Ricerche e Sviluppo ( IARES). LEGGE REGIONALE N. 16 DEL REGIONE ABRUZZO Bilancio di previsione per l' esercizio finanziario 1991 e Bilancio pluriennale LEGGE REGIONALE N. 81 DEL REGIONE ABRUZZO Norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo LEGGE REGIONALE N. 32 DEL REGIONE ABRUZZO Bilancio di previsione per l' esercizio Bilancio pluriennale LEGGE REGIONALE N. 18 DEL REGIONE ABRUZZO Bilancio di previsione per l' esercizio Bilancio pluriennale 1993/ 95. LEGGE REGIONALE N. 18 DEL REGIONE ABRUZZO Bilancio di previsione per l' esercizio finanziario Bilancio pluriennale 1994/ 96. LEGGE REGIONALE N. 7 DEL REGIONE ABRUZZO Bilancio di previsione per l' esercizio finanziario 1995 LEGGE REGIONALE N. 13 DEL REGIONE ABRUZZO Bilancio di previsione per l' esercizio finanziario LEGGE REGIONALE N. 42 DEL REGIONE ABRUZZO Bilancio di previsione per l' esercizio finanziario Bilancio pluriennale 1997/ 99 LEGGE REGIONALE N. 3 DEL REGIONE ABRUZZO BILANCIO DI PREVISIONE PER L ESERCIZIO BILANCIO PLURIENNALE 1999/2001 LEGGE REGIONALE N. 23 DEL REGIONE BASILICATA TUTELA, GOVERNO ED USO DEL TERRITORIO LEGGE REGIONALE N. 3 DEL REGIONE BASILICATA MODIFICHE ED INTEGRAZIONI ALLA L.R. N. 23 DELL RECANTE NORME PER: TUTELA, GOVERNO ED USO DEL TERRITORIO LEGGE REGIONALE N. 19 DEL REGIONE CALABRIA Disciplina dei servizi di sviluppo agricolo nella Regione Calabria LEGGE REGIONALE N. 17 DEL REGIONE CALABRIA Interventi a sostegno di iniziative infrastrutturali ed imprenditoriali per lo sviluppo della New Economy in Calabria LEGGE REGIONALE N. 19 DEL REGIONE CALABRIA Norme per la tutela, governo ed uso del territorio Legge Urbanistica della Calabria. // LEGGE REGIONALE N. 42 DEL REGIONE EMILIA-ROMAGNA NORME IN MATERIA DI BIBLOTECHE E ARCHIVI STORICI DI ENTI LOCALI O DI INTERESSE LOCALE LEGGE REGIONALE N. 33 DEL REGIONE EMILIA-ROMAGNA NORME IN MATERIA DI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI LEGGE REGIONALE N. 20 DEL REGIONE EMILIA-ROMAGNA DISCIPLINA GENERALE SULLA TUTELA E L USO DEL TERRITORIO LEGGE REGIONALE N. 63 DEL REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA Disposizioni in materia di cartografia regionale e di sistema informativo territoriale cartografico. LEGGE REGIONALE N. 13 DEL REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA Disposizioni collegate alla Legge finanziaria "LEGGE REGIONALE N. 23 DEL REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA Assestamento del bilancio 2002 e del bilancio pluriennale ai sensi dell articolo 18 della legge regionale 16 aprile 1999, n. 7." LEGGE REGIONALE N. 33 DEL REGIONE FRIULI-VENEZIA GIULIA Istituzione dei Comprensori montani del Friuli Venezia Giulia. LEGGE REGIONALE N. 24 DEL REGIONE LAZIO PIANIFICAZIONE PAESISTICA E TUTELA DEI BENI E DELLE AREE SOTTOPOSTI A VINCOLO PAESISTICO. LEGGE REGIONALE N. 53 DEL REGIONE LAZIO ORGANIZZAZIONE REGIONALE DELLA DIFESA DEL SUOLO IN APPLICAZIONE DELLA LEGGE 18 MAGGIO 1989, N LEGGE REGIONALE N. 38 DEL REGIONE LAZIO "NORME SUL GOVERNO DEL TERRITORIO" LEGGE REGIONALE N. 8 DEL REGIONE LAZIO Legge finanziaria regionale per l esercizio 2002 (legge regionale 20 novembre 2001 n. 25 articolo 11). LEGGE REGIONALE N. 36 DEL REGIONE LIGURIA

13 Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Legge urbanistica regionale. LEGGE REGIONALE N. 32 DEL REGIONE LOMBARDIA Censimento e catasto delle acque - piani in materia di tutela delle acque dall' inquinamento. LEGGE REGIONALE N. 66 DEL REGIONE LOMBARDIA << Norme per l' erogazione di contributi per la formazione di strumenti urbanistici generali >>. "LEGGE REGIONALE N. 10 DEL REGIONE LOMBARDIA DISPOSIZIONI PER LA VALORIZZAZIONE, LO SVILUPPO E LA TUTELA DEL TERRITORIO MONTANO IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 97/1994." LEGGE REGIONALE N. 4 DEL REGIONE LOMBARDIA NORME PER L ATTUAZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE REGIONALE E PER LA MODIFICA E L INTEGRAZIONE DI DISPOSIZIONI LEGISLATIVE. LEGGE REGIONALE N. 30 DEL REGIONE MARCHE Organizzazione amministrativa della Regione LEGGE REGIONALE N. 60 DEL REGIONE MARCHE Istituzione dell' agenzia regionale per la protezione ambientale delle Marche (ARPAM) "LEGGE REGIONALE N. 10 DEL REGIONE MARCHE Riordino delle funzioni amministrative della Regione e degli Enti locali nei settori dello sviluppo economico ed attività produttive, del territorio, ambiente e infrastrutture, dei servizi alla persona e alla comunità, nonché dell'ordinamento ed organizzazione amministrativa" LEGGE REGIONALE N. 14 DEL REGIONE MOLISE Ordinamento della struttura organizzativa della Regione. "LEGGE REGIONALE N. 15 DEL REGIONE MOLISE INTERVENTI PER LA TUTELA, LO SVILUPPO E LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO MONTANO" LEGGE REGIONALE N. 42 DEL REGIONE PIEMONTE Norme sull' organizzazione degli uffici della Regione Piemonte LEGGE REGIONALE N. 60 DEL REGIONE PIEMONTE Istituzione dell' Agenzia regionale per la protezione ambientale LEGGE REGIONALE N. 20 DEL REGIONE PUGLIA Norme generali di governo e uso del territorio. LEGGE REGIONALE N. 18 DEL REGIONE SARDEGNA Disposizioni per la formazione del bilancio annuale della Regione (legge finanziaria 1989). LEGGE REGIONALE N. 71 DEL REGIONE SICILIA Norme integrative e modificative della legislazione vigente nel territorio della Regione siciliana in materia urbanistica. LEGGE REGIONALE N. 5 DEL REGIONE TOSCANA Norme per il governo del territorio LEGGE REGIONALE N. 66 DEL REGIONE TOSCANA Istituzione dell' Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Toscana. "LEGGE REGIONALE N. 88 DEL REGIONE TOSCANA Attribuzione agli enti locali e disciplina generale delle funzioni amministrative e dei compiti in materia di urbanistica e pianificazione territoriale, protezione della natura e dell'ambiente, tutela dell'ambiente dagli inquinamenti e gestione dei rifiuti, risorse idriche e difesa del suolo, energia e risorse geotermiche, opere pubbliche, viabilità e trasporti conferite alla Regione dal decreto legislativo 31 marzo 1998, n " LEGGE REGIONALE N. 17 DEL REGIONE TOSCANA Rete escursionistica della Toscana e disciplina delle attività escursionistiche. LEGGE REGIONALE N. 42 DEL REGIONE TOSCANA Norme per il trasporto pubblico locale. LEGGE REGIONALE N. 43 DEL REGIONE TOSCANA Legge finanziaria per l'anno Trentino-Alto Adige Umbria Valle d'aosta // "LEGGE REGIONALE N. 53 DEL REGIONE UMBRIA Prime norme di politica urbanistica." LEGGE REGIONALE N. 31 DEL REGIONE UMBRIA Disciplina della pianificazione urbanistica comunale e norme di modificazione delle LL.RR. 2 settembre 1974, n. 53, 18 aprile 1989, 26, 17 aprile 1991, n. 6 e 10 aprile 1995, n. 28. LEGGE REGIONALE N. 39 DEL REGIONE VALLE D'AOSTA Norme per la costituzione del Sistema Informativo Territoriale Regionale( SITR). LEGGE REGIONALE N. 41 DEL REGIONE VALLE D'AOSTA Istituzione dell' Agenzia regionale per la protezione dell' ambiente (ARPA) e creazione, nell' ambito dell' Unità sanitaria locale della Valle d' Aosta, del Dipartimento di prevenzione e dell' Unità operativa di microbiologia LEGGE REGIONALE N. 48 DEL REGIONE VALLE D'AOSTA Interventi regionali in materia di finanza locale LEGGE REGIONALE N. 37 DEL REGIONE UMBRIA Norme in materia di trasporto pubblico locale in attuazione del decreto legislativo 19 novembre 1997, n LEGGE REGIONALE N. 1 DEL REGIONE VALLE D'AOSTA Finanziamenti di spesa nei diversi settori regionali di intervento e rideterminazione delle autorizzazioni di spesa di leggi regionali in vigore, assunti in coincidenza con l'approvazione del bilancio di previsione per l'anno finanziario 1999 e per il triennio (Legge finanziaria per gli anni 1999/2001).

14 Veneto Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE VALLE LEGGE REGIONALE N. 27 DEL REGIONE VALLE D'AOSTA Disciplina dell'organizzazione del servizio idrico integrato. LEGGE REGIONALE N. 12 DEL REGIONE VALLE D'AOSTA Disposizioni in materia di cartografia e di sistema cartografico e geografico regionale. LEGGE REGIONALE N. 18 DEL REGIONE VALLE D'AOSTA Approvazione del piano socio-sanitario regionale per il triennio 2002/2004 LEGGE REGIONALE N. 50 DEL REGIONE VENETO Norme in materia di musei, biblioteche, archivi di enti locali o di interesse locale. LEGGE REGIONALE N. 3 DEL REGIONE VENETO Piano Socio - Sanitario LEGGE REGIONALE N. 5 DEL REGIONE VENETO Piano Socio - Sanitario regionale per il triennio 1996/ 1998

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi 1) information goes to work 2) model the way Quale migliore prospettiva

Dettagli

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015

4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 me Ho CALL FOR PAPERS: 4th International Conference in Software Engineering for Defence Applications SEDA 2015 Software Engineering aims at modeling, managing and implementing software development products

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

Participatory Budgeting in Regione Lazio

Participatory Budgeting in Regione Lazio Participatory Budgeting in Regione Lazio Participation The Government of Regione Lazio believes that the Participatory Budgeting it is not just an exercise to share information with local communities and

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento:

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

Il Consortium Agreement

Il Consortium Agreement Il Consortium Agreement AGENDA Il CA in generale La govenance Legal and Financial IPR Cos è il CA? Il CA è un accordo siglato fra i partecipanti ad un azione indiretta (ad es. un progetto) finanziata nell

Dettagli

4 6 7 7 8 8 9 10 11 14 15 17 21 25 Riassunto Realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale per la sorveglianza sanitaria della fauna nel Parco Nazionale della Majella tramite software Open Source

Dettagli

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014

Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT. Incontro del 22 luglio 2014 Gruppo di lavoro 1 Metadati e RNDT Incontro del 1 Piano di lavoro 1. Condivisione nuova versione guide operative RNDT 2. Revisione regole tecniche RNDT (allegati 1 e 2 del Decreto 10 novembre 2011) a)

Dettagli

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.12437 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Modifiche al Manuale delle Corporate Actions - Amendment to the Corporate Action -

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

3d geological modelling and education: teaching geological sections and geological mapping with MVE Move

3d geological modelling and education: teaching geological sections and geological mapping with MVE Move 3d geological modelling and education: teaching geological sections and geological mapping with MVE Move Fabrizio Berra, Fabrizio Felletti, Michele Zucali Università degli Studi di Milano, Dip. Scienze

Dettagli

Eco-REFITec: Seminary and Training course

Eco-REFITec: Seminary and Training course Eco-REFITec: Seminary and Training course About Eco-REFITec: Eco-REFITEC is a research project funded by the European Commission under the 7 th framework Program; that intends to support repair shipyards

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

IP TV and Internet TV

IP TV and Internet TV IP TV e Internet TV Pag. 1 IP TV and Internet TV IP TV e Internet TV Pag. 2 IP TV and Internet TV IPTV (Internet Protocol Television) is the service provided by a system for the distribution of digital

Dettagli

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing

Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Learning session: costruiamo insieme un modello per una campagna di marketing Roberto Butinar Cristiano Dal Farra Danilo Selva 1 Agenda Panoramica sulla metodologia CRISP-DM (CRoss-Industry Standard Process

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

GOOD PRACTICE SUSTAINABLE BUILDINGS

GOOD PRACTICE SUSTAINABLE BUILDINGS MountEE - mountee: Energy efficient and sustainable building in European municipalities in mountain regions IEE/11/007/SI2.615937 GOOD PRACTICE SUSTAINABLE BUILDINGS CONTO ENERGIA - IT www.mountee.eu info@mountee.eu

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

L impresa sociale come fattore trainante di innovazione sociale

L impresa sociale come fattore trainante di innovazione sociale L impresa sociale come fattore trainante di innovazione sociale Social enterprise as a driving factor of social innovation Giornata di studio / Study Day Martedì 19 maggio 2015 Aula Magna SUPSI Trevano

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Testi del Syllabus Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Corso di studio: 5003 - AMMINISTRAZIONE E DIREZIONE AZIENDALE

Dettagli

TRANSFORMation Dialogue

TRANSFORMation Dialogue TRANSFORMation Dialogue Genova 16 & 17.06.2014 Smart cities Horizon2020 e oltre Simona Costa IL CONTESTO: perché le città? ~70%della popolazione europea ~70%di concentrazione di consumo energetico ~75%gas

Dettagli

"CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI"

CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI "CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI" Marco Beltrami COMPA, Novembre 2004 COMPA Bologna 2004 IBM oggi non solo Information Technology! L ottava società mondiale per dimensione 45%

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE Paolo Salvaneschi A1_1 V2.2 Ingegneria del Software Il contesto industriale del software Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile

Dettagli

Politecnico de Milano Dipartamento di Architettura e Pianificazione Laboratorio di Qualità Urbana e Sicurezza Laboratorio Qualità urbana e sicurezza Prof. CLARA CARDIA URBAN SAFETY AND QUALITY LABORATORY

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007 La struttura della ISO 26000 Antonio Astone 26 giugno 2007 Description of operational principles (1/2) Operational principles guide how organizations act. They include: Accountability an organization should

Dettagli

IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel Cloud Computing: la visione di IBM

IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel Cloud Computing: la visione di IBM Raffaella D Alessandro IBM GTS Security and Compliance Consultant CISA, CRISC, LA ISO 27001, LA BS 25999, ISMS Senior Manager, ITIL v3 Roma, 16 maggio 2012 IBM SmartCloud Le regole per la Sicurezza nel

Dettagli

E-Business Consulting S.r.l.

E-Business Consulting S.r.l. e Rovigo S.r.l. Chi siamo Scenario Chi siamo Missione Plus Offerti Mercato Missionedi riferimento Posizionamento Metodologia Operativa Strategia Comunicazione Digitale Servizi Esempidi consulenza Clienti

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

PATENTS. December 12, 2011

PATENTS. December 12, 2011 December 12, 2011 80% of world new information in chemistry is published in research articles or patents Source: Chemical Abstracts Service Sources of original scientific information in the fields of applied

Dettagli

A free and stand-alone tool integrating geospatial workflows to evaluate sediment connectivity in alpine catchments

A free and stand-alone tool integrating geospatial workflows to evaluate sediment connectivity in alpine catchments A free and stand-alone tool integrating geospatial workflows to evaluate sediment connectivity in alpine catchments S. Crema, L. Schenato, B. Goldin, L. Marchi, M. Cavalli CNR-IRPI Outline The evaluation

Dettagli

La rete dei National Contact Point in Italia

La rete dei National Contact Point in Italia La rete dei National Contact Point in Italia Caterina BUONOCORE NCP HEalth, wellbeing demographic change. APRE www.apre.it APRE 2013 The Italian NCP System : APRE the Agency for the Promotion of the European

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente NEGRI FRANCESCA Matricola: 204035. Insegnamento: 1005205 - SOCIAL MEDIA MARKETING. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente NEGRI FRANCESCA Matricola: 204035. Insegnamento: 1005205 - SOCIAL MEDIA MARKETING. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente NEGRI FRANCESCA Matricola: 204035 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1005205 - SOCIAL MEDIA MARKETING Corso di studio: 5007 - TRADE MARKETING E STRATEGIE COMMERCIALI Anno

Dettagli

FP7 Environment nel quadro delle altre iniziative territoriali-ambientali EU

FP7 Environment nel quadro delle altre iniziative territoriali-ambientali EU Antonio Speranza 1 FP7 Environment nel quadro delle altre iniziative territoriali-ambientali EU Antonio Speranza Consorzio Interuniversitario Nazionale Fisica Atmosfere e Idrosfere Indice 1. Programmazione

Dettagli

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY

NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY NORME E GUIDE TECNICHE PROGRAMMA DI LAVORO PER INCHIESTE PRELIMINARI TECHNICAL STANDARDS AND GUIDES PROGRAMME OF WORKS FOR PRELIMINAR ENQUIRY Il presente documento viene diffuso attraverso il sito del

Dettagli

SOLUZIONI PER IL FUTURO

SOLUZIONI PER IL FUTURO SOLUZIONI PER IL FUTURO Alta tecnologia al vostro servizio Alta affidabilità e Sicurezza Sede legale e operativa: Via Bologna, 9 04012 CISTERNA DI LATINA Tel. 06/96871088 Fax 06/96884109 www.mariniimpianti.it

Dettagli

La capacità del sistema sanitario di rispondere alle aspettative dei cittadini Health system responsiveness

La capacità del sistema sanitario di rispondere alle aspettative dei cittadini Health system responsiveness Seminario SINDIS Roma 15 Giugno 2004 La capacità del sistema sanitario di rispondere alle aspettative dei cittadini Health system responsiveness Il razionale Oltre il miglioramento della salute e l assicurare

Dettagli

Sponsorship opportunities

Sponsorship opportunities The success of the previous two European Workshops on Focused Ultrasound Therapy, has led us to organize a third conference which will take place in London, October 15-16, 2015. The congress will take

Dettagli

ILLY AND SUSTAINABILITY

ILLY AND SUSTAINABILITY ILLY AND SUSTAINABILITY DARIA ILLY BUSINESS DEVELOPMENT - PORTIONED SYSTEMS DIRECTOR NOVEMBER 14 THE COMPANY Trieste 1 9 3 3, I t a l y R u n b y t h e I l l y f a m i l y D i s t r i b u t e d i n m o

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Usage guidelines. About Google Book Search

Usage guidelines. About Google Book Search This is a digital copy of a book that was preserved for generations on library shelves before it was carefully scanned by Google as part of a project to make the world s books discoverable online. It has

Dettagli

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti.

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. ERRATA CORRIGE N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) DEL 31 luglio 2009 NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) TITOLO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti Punto della norma Pagina Oggetto

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

SPACE TECHNOLOGY. Per la creazione d impresa. for business creation. and environmental monitoring. ICT and microelectronics. e monitoraggio ambientale

SPACE TECHNOLOGY. Per la creazione d impresa. for business creation. and environmental monitoring. ICT and microelectronics. e monitoraggio ambientale Green economy e monitoraggio ambientale Green economy and environmental monitoring Navigazione LBS Navigation LBS ICT e microelettronica ICT and microelectronics Per la creazione d impresa SPACE TECHNOLOGY

Dettagli

why? what? when? where? who?

why? what? when? where? who? why? l azienda overview l innovazione innovation WeAGoo è un azienda italiana specializzata nella raccolta di informazioni turistiche brevi ed essenziali a carattere storico, artistico, culturale, naturalistico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

The development of geo-visualization tools for planning within the Code24 Project

The development of geo-visualization tools for planning within the Code24 Project DAL CODE24 ALL EGTC - STRATEGIE DI COOPERAZIONE TERRITORIALE LUNGO IL CORRIDOIO GENOVA - ROTTERDAM L esperienza del Code24 nello sviluppo di strumenti di geo-visualizzazione per la pianificazione The development

Dettagli

Comunicato Stampa. Press Release

Comunicato Stampa. Press Release Comunicato Stampa Come previsto dal Capitolo XII, Paragrafo 12.4 del Prospetto Informativo Parmalat S.p.A. depositato presso la Consob in data 27 maggio 2005 a seguito di comunicazione dell avvenuto rilascio

Dettagli

La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca

La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca tecnologica insieme all'attenzione per il cliente, alla ricerca della qualità e alla volontà di mostrare e di far toccar con

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA DELL AMBIENTE E DEL TURISMO SOSTENIBILE (Classe 28: Scienze Economiche)

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA DELL AMBIENTE E DEL TURISMO SOSTENIBILE (Classe 28: Scienze Economiche) REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA DELL AMBIENTE E DEL TURISMO SOSTENIBILE (Classe 28: Scienze Economiche) Articolo 1 Denominazione del Corso di Laurea e relativa classe di appartenenza 1. È istituito

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

Francesco M. Sacco Università dell Insubria e SDA Bocconi Ex membro Steering Board per l'attuazione dell'agenda Digitale presso il Governo Italiano

Francesco M. Sacco Università dell Insubria e SDA Bocconi Ex membro Steering Board per l'attuazione dell'agenda Digitale presso il Governo Italiano 13 maggio 2014 Costruire il Futuro Sostenibile ICT Trade 2014 Ferrara Francesco M. Sacco Università dell Insubria e SDA Bocconi Ex membro Steering Board per l'attuazione dell'agenda Digitale presso il

Dettagli

Collection of Italian Government recommendations, laws, and policies aiming at the simplification of bureaucratic language.

Collection of Italian Government recommendations, laws, and policies aiming at the simplification of bureaucratic language. Collection of Italian Government recommendations, laws, and policies aiming at the simplification of bureaucratic language. BEFORE 2000 Legge 7 agosto 1990, n. 241: right to access documents Simplification

Dettagli

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010

Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 Risultati del Questionario sulla soddisfazione degli utenti di Technology Innovation - 2010 User satisfaction survey Technology Innovation 2010 Survey results Ricordiamo che l intervallo di valutazione

Dettagli

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013

Ingegneria del Software Testing. Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 Ingegneria del Software Testing Corso di Ingegneria del Software Anno Accademico 2012/2013 1 Definizione IEEE Software testing is the process of analyzing a software item to detect the differences between

Dettagli

Scienze della comunicazione e dell'animazione socioculturale Curriculum Crediti formativi 3

Scienze della comunicazione e dell'animazione socioculturale Curriculum Crediti formativi 3 Principali informazioni sull insegnamento Denominazione italiana Laboratorio di comunicazione aziendale Corso di studio Scienze della comunicazione e dell'animazione socioculturale Curriculum Crediti formativi

Dettagli

MISSION TEAM CORPORATE FINANCE BADIALI CONSULTING TAX & COMPANY NETWORK CONTATTI

MISSION TEAM CORPORATE FINANCE BADIALI CONSULTING TAX & COMPANY NETWORK CONTATTI MISSION TEAM BADIALI CONSULTING CORPORATE FINANCE TAX & COMPANY NETWORK CONTATTI MISSION "contribuire al successo dei nostri clienti attraverso servizi di consulenza di alta qualitá" "to contribute to

Dettagli

Approcci agili per affrontare la sfida della complessità

Approcci agili per affrontare la sfida della complessità Approcci agili per affrontare la sfida della complessità Firenze, 6 marzo 2013 Consiglio Regionale della Toscana Evento organizzato dal Branch Toscana-Umbria del PMI NIC Walter Ginevri, PMP, PgMP, PMI-ACP

Dettagli

UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA

UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA UNIVERSITÀ DI PISA FACOLTÀ DI INGEGNERIA CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI Tesi di Laurea Analisi statistica di propagazione di campo elettromagnetico in ambiente urbano. Relatori:

Dettagli

Service Design Programme

Service Design Programme Service Design Programme SERVICE DESIGN - cosa è Il Service Design è l attività di pianificazione e organizzazione di un servizio, con lo scopo di migliorarne l esperienza in termini di qualità ed interazione

Dettagli

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa Cosa fa IBM Cognos Scorecards & Dashboards Reports Real Time Monitoring Supporto? Decisionale Come stiamo andando? Percezione Immediate immediata

Dettagli

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni al Regolamento IDEM: Theoretical Fair Value (TFV)/Amendments

Dettagli

I plotter della serie COLORSCAN sono tra i più avanzati sistemi di decorazione digitale

I plotter della serie COLORSCAN sono tra i più avanzati sistemi di decorazione digitale INTESA S.p.A. è una società del GRUPPO SACMI specializzata nella produzione e fornitura di tecnologie per la smaltatura e la decorazione di piastrelle ceramiche. Nata dall esperienza di SACMI e INGEGNERIA

Dettagli

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group)

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) Opportunità di finanziamento europee per la Ricerca e lo Sviluppo - The New EU Framework Programme for Research and Innovation- Horizon 2014-2020 and LIFE opportunities

Dettagli

Iris and SJU Project P15.2.6 Iris Public Event 04/02/2013 University of Salzburg Unipark P. Tavernise P15.2.6 PM. Ref.:

Iris and SJU Project P15.2.6 Iris Public Event 04/02/2013 University of Salzburg Unipark P. Tavernise P15.2.6 PM. Ref.: Iris and SJU Project P15.2.6 Iris Public Event 04 University of Salzburg Unipark P. Tavernise P15.2.6 PM R Content Project 15.2.6: Main objective Project 15.2.6: Project in brief Project 15.2.6: Specific

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente CRISTINI GUIDO Matricola: 004533. Insegnamento: 12446 - MARKETING OPERATIVO. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente CRISTINI GUIDO Matricola: 004533. Insegnamento: 12446 - MARKETING OPERATIVO. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente CRISTINI GUIDO Matricola: 004533 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 12446 - MARKETING OPERATIVO Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento: 2012 CFU: 9

Dettagli

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS Il Costo dell Impreparazione Informatica nella Pubblica Amministrazione Locale e le sfide dell Agenda Digitale Milano, 17 Maggio 2011 Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS La governance interregionale Le

Dettagli

Corso di Ottimizzazione MODELLI MATEMATICI PER IL PROBLEMA DELLO YIELD MANAGEMENT FERROVIARIO. G. Di Pillo, S. Lucidi, L. Palagi

Corso di Ottimizzazione MODELLI MATEMATICI PER IL PROBLEMA DELLO YIELD MANAGEMENT FERROVIARIO. G. Di Pillo, S. Lucidi, L. Palagi Corso di Ottimizzazione MODELLI MATEMATICI PER IL PROBLEMA DELLO YIELD MANAGEMENT FERROVIARIO G. Di Pillo, S. Lucidi, L. Palagi in collaborazione con Datamat-Ingegneria dei Sistemi s.p.a. YIELD MANAGEMENT

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA IN Beni Culturali Insegnamento: Applicazioni informatiche all archeologia Docente Giuliano De Felice S.S.D. dell insegnamento L-ANT/10 Anno

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

Verso un indicatore sintetico delle misure di deprivazione a partire dall'indagine EU-SILC

Verso un indicatore sintetico delle misure di deprivazione a partire dall'indagine EU-SILC Verso un indicatore sintetico delle misure di deprivazione a partire dall'indagine EU-SILC Claudia Rinaldelli ISTAT Direzione Centrale per le indagini su condizioni e qualità della vita Introduzione al

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali COMPLESSIVE - anno scolastico 2014-2015 a.s. 2011/12 a.s. 2012/13 a.s. 2014/15 rispetto a.s. 2011/12 a b c d e=d-a Abruzzo 5.195 5.124 5.119 5.118-77 Basilicata

Dettagli

Seeking brain. find Italy

Seeking brain. find Italy Seeking brain find Italy braininitaly Our challenge - la nostra sfida To promote the Italian circle of international production chains, while enhancing aspects of creativity, identity, and even cultural

Dettagli

INDUSTRIAL AUTOMATION

INDUSTRIAL AUTOMATION INDUSTRIAL AUTOMATION INDUSTRIAL AUTOMATION PRELIMINARY VERIFICATION DESIGN CONSTRUCTION INSTALLATIONS START SYSTEM INDUSTRIAL AUTOMATION Gli impianti industriali di produzione sono completati da apparecchiature

Dettagli

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Sede AICA Liguria Competenze Professionali per l Innovazione Digitale Le competenze per la SOA-Service Oriented Architecture I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Roberto Ferreri

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente FERRETTI MARCO Matricola: 006288

Testi del Syllabus. Docente FERRETTI MARCO Matricola: 006288 Testi del Syllabus Docente FERRETTI MARCO Matricola: 006288 Anno offerta: Insegnamento: Corso di studio: Anno regolamento: 2014 CFU: Settore: Tipo attività: 2014/2015 1005960 - PROGRAMMAZIONE, CONTROLLO

Dettagli

Diversity: un opportunità per il business Diversity: a key business opportunity. Che cos è Parks What is Parks?

Diversity: un opportunità per il business Diversity: a key business opportunity. Che cos è Parks What is Parks? Diversity: un opportunità per il business Diversity: a key business opportunity In un clima economico in cui ogni azienda si trova di fronte alla necessità di razionalizzare le proprie risorse e di massimizzare

Dettagli

Destinazioni turistiche come network

Destinazioni turistiche come network 5 e 6 settembre 2013 La Salle, Aosta 26 novembre 2013 Aosta Destinazioni turistiche come network Tripodi C., Università della Valle d Aosta e SDA Bocconi Turci L., Università della Valle d Aosta e Oxford

Dettagli

Telecontrol systems for renewables: from systems to services

Telecontrol systems for renewables: from systems to services ABB -- Power Systems Division Telecontrol systems for renewables: from systems to Adrian Timbus - ABB Power Systems Division, Switzerland Adrian Domenico Timbus Fortugno ABB - Power ABB Power Systems Systems

Dettagli

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA LA STORIA ITI IMPRESA GENERALE SPA nasce nel 1981 col nome di ITI IMPIANTI occupandosi prevalentemente della progettazione e realizzazione di grandi impianti tecnologici (termotecnici ed elettrici) in

Dettagli

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between and The Scuola Normale Superiore, Pisa Preamble 1. The Faculty of Arts and Humanities (FAH) of (UCL) and the Scuola Normale Superiore of Pisa (SNS) have agreed

Dettagli

Microsoft Dynamics CRM Live

Microsoft Dynamics CRM Live Microsoft Dynamics CRM Live Introduction Dott. Fulvio Giaccari Product Manager EMEA Today s Discussion Product overview Product demonstration Product editions Features LiveGRID Discussion Product overview

Dettagli

FOREIGN MIGRATION: INTEGRATION INDICATORS AND MEASURES

FOREIGN MIGRATION: INTEGRATION INDICATORS AND MEASURES FIERI International and European Forum of Migration Research La Sapienza University of Rome Department of Demographic Science FOREIGN MIGRATION: INTEGRATION INDICATORS AND MEASURES Prof. Antonio Golini,

Dettagli

In calo la spesa per l ambiente delle amministrazioni regionali

In calo la spesa per l ambiente delle amministrazioni regionali 10 gennaio 2014 Anni 2004-2011 LA SPESA AMBIENTALE DELLE AMMINISTRAZIONI REGIONALI Nel 2011 l ammontare della spesa ambientale delle amministrazioni regionali italiane è pari a 4.094 milioni di euro, con

Dettagli

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 TECHNICAL REPORT RAPPORTO TECNICO no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 This technical report may only be quoted in full. Any use for advertising purposes must be granted in writing. This report is

Dettagli

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant UNIONE DELLA A Solar Energy Storage Pilot Power Plant DELLA Project Main Goal Implement an open pilot plant devoted to make Concentrated Solar Energy both a programmable energy source and a distribution

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

The Best Practices Book Version: 2.5

The Best Practices Book Version: 2.5 The Best Practices Book Version: 2.5 The Best Practices Book (2.5) This work is licensed under the Attribution-Share Alike 3.0 Unported license (http://creativecommons.org/ licenses/by-sa/3.0/). You are

Dettagli

Website of the PAYS.MED.URBAN Project

Website of the PAYS.MED.URBAN Project CDP Bergamo 27-28/1/21 Website of the PAYS.MED.URBAN Project CDP - Bergamo 27/28 January 21 Umbria Region Management for Agriculture Division for Protected Areas and Valorisation of Natural heritage and

Dettagli

INTERIOR DESIGN INTERNI

INTERIOR DESIGN INTERNI INTERNI CREDITO COOPERATIVO BANK BANCA DI CREDITO COOPERATIVO Date: Completed on 2005 Site: San Giovanni Valdarno, Italy Client: Credito Cooperativo Bank Cost: 3 525 000 Architectural, Structural and

Dettagli

Energia libera s.r.l via Sergente Luigi Cosentino,1 95049 Vizzini (CT) Italy Tel./Fax +39 0933067103 info@solargroupcostruzioni.it

Energia libera s.r.l via Sergente Luigi Cosentino,1 95049 Vizzini (CT) Italy Tel./Fax +39 0933067103 info@solargroupcostruzioni.it IL SOLE è IL NOSTRO FUTURO La passione per lo sviluppo e la diffusione delle energie rinnovabili, a favore di una migliore qualità della vita, ci guida nel nostro cammino. Il nostro desiderio è quello

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

Combinazioni serie IL-MIL + MOT

Combinazioni serie IL-MIL + MOT Combinazioni tra riduttori serie IL-MIL e MOT Combined series IL-MIL + MOT reduction units Combinazioni serie IL-MIL + MOT Sono disponibili varie combinazioni tra riduttori a vite senza fine con limitatore

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI

L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI XXXIII CONFERENZA ITALIANA DI SCIENZE REGIONALI L INFORMAZIONE GEOGRAFICA NELLA RILEVAZIONE DEI NUMERI CIVICI Marina BERTOLLINI 1, Antonietta ZULLO 2, SOMMARIO Il largo impiego delle informazioni geografiche

Dettagli