LAZIO O P I N I O N I. GLOSSARIO WEB Pag. 16. MOBBING e dintorni Pag. 22. ANNO 6 n ,00 IL MENSILE NATO PER ESSERE LETTO E NON SFOGLIATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LAZIO O P I N I O N I. GLOSSARIO WEB Pag. 16. MOBBING e dintorni Pag. 22. ANNO 6 n. 02-2012 3,00 IL MENSILE NATO PER ESSERE LETTO E NON SFOGLIATO"

Transcript

1 Lazio Opinioni ,00 LAZIO O P I N I O N I Anche nelle edicole convenzionate ANNO 6 n Periodico di Informazione Culturale e di Opinioni APOLITICO, ACONFESSIONALE, DI LIBERO PENSIERO IL MENSILE NATO PER ESSERE LETTO E NON SFOGLIATO PER ABBONARSI E PER NUMERI ARRETRATI VEDERE A PAG. 2 Pag. 7 MOBBING e dintorni Pag. 22 GLOSSARIO WEB Pag. 16

2 Lazio Opinioni SOMMARIO HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO Redazionale pag. 3 News da Banca della Consulenza srl pag. 4 Apre Confimprenditori Viterbo e Provincia pag. 7 RAI: molto di tutto e anche di più... pag. 8 Osservatorio nazionale sui furti di rame pag. 9 Servizio fitosanitario Regionale: un nuovo sito pag. 10 Telefono Verde AIDS e IST: nuovo servizio pag. 12 Glossario di web marketing pag. 15 Come difendersi dai cattivi pagatori pag. 20 Mobbing e dintorni pag. 22 Marchi storici italiani migrati all estero pag. 25 Partita a scacchi in Medio Oriente pag. 26 Corruzione, la banalità del male pag. 27 L impotenza dei cretini pag. 28 Irresponsabilità dei magistrati pag. 29 Io dallo psicologo? Non sono mica matto! pag. 30 Malattia di Dupuytren pag. 32 Inchiesta tempi d attesa per esami sanitari pag. 33 Lettera al giornale pag. 34 Alzheimer: una specie di diabete? pag. 35 Campagna: VOGLIO VIVERE SENZA DOLORE pag. 36 Apertura nuovo Centro Assistenza Fiscale pag. 40 Mauro Luigi Navone Simona Mingolla Regione Lazio Banca della Consulenza Confimprenditori Stelio W. Venceslai Tiziano Marelli Ministero dell Interno Ministero della Salute Paolo D Arpini Cecco d Ascoli Sir Vester Sabina Pani Carlo Mochi Sismondi Ass.ne Contro tutte le mafie Avv. Antonio Giangrande Altroconsumo Cittadini Genitori d Italia Valentano (VT) Valentano (VT) Roma Valentano (VT) Valentano (VT) Roma Roma Roma Roma Roma Roma Roma Latina Roma Avetrana (TA) Avetrana (TA) Roma Lazio Opinioni si può acquistare nelle edicole convenzionate oppure riceverlo comodamente a casa. Se condividi quanto diffuso dal giornale, SOSTIENILO! Per abbonarsi a 11 numeri: Socio ordinario 26,00 Pensionati ultrasessantenni e disabili 23,00 Soci Banca della Consulenza srl e Confartigianato 20,00 Socio sostenitore a partire da 48,00. Copie arretrate 3,60. Modalità di pagamento: Bollettino postale c/c intestato a: Banca della Consulenza srl oppure, bonifico bancario su POSTE ITALIANE IT-33-I oppure, direttamente in Redazione o da nostro incaricato munito di tessera di riconoscimento. Specificare SEMPRE la causale del versamento (abbonamento a Lazio Opinioni) ed i dati utili alla spedizione del giornale. La ricevuta di pagamento si identifica con quella del bollettino

3 Lazio Opinioni REDAZIONALE di Mauro Luigi Navone Libero Pensatore LIDH (Ligue Interregionale des Droits de l Homme) C è chi ha le idee ancor più chiare delle mie su certi argomenti. Allora è giusto dargli spazio, soprattutto se si tratta di un libero pensatore DOC. Liberalizzare senza paura di Stelio W. Venceslai I tassinari. Non li trovo mai, vanno prenotati. A notte, sono rari come i canguri. Costano e parlano troppo. Sono preziosi ed onesti, ma si cerca di farne a meno. Quando vado in Spagna o negli Stati Uniti, scendo per strada e faccio un cenno. Ce ne sono sempre in giro, a prezzi modici. Percorrono continuamente le strade della città, anche in periferia. Sono un servizio pubblico, nel senso che sono a disposizione del pubblico. In Italia sono un servizio privato che si fa pagare caro e con qualche disagio per l utente. Perché è così difficile farli funzionare in Italia? Il sistema delle licenze crea aree di privilegio. Sono intollerabili. Facciamo loro sconti consistenti sulla benzina, ma devono girare, non ammucchiarsi soltanto alla stazione ed all aeroporto. In città, le aree dove dovrebbero concentrarsi sono sempre vuote. I farmacisti. Vivono in una situazione di privilegio. Di farmacie ce ne sono poche. In fondo, sono dei negozi. Perché devono essere limitati? Un tempo il farmacista era un preparatore galenico. Oggi, vende prodotti industriali e, se gli va, profumi, dentifrici e cosmetici. I medicinali liberi li vendono, ormai, dovunque, e non è morto nessuno. Per gli altri, ci vuole la ricetta medica. Questo giustifica una situazione di monopolio e l ereditarietà delle farmacie? No. Di notte, se uno a necessità, pochissime sono le farmacie disponibili in città. Figuriamoci nei paesi. Puoi morire. Questo è un aspetto da rivedere, perché i turni devono essere moltiplicati. I notai. Se devi fare una qualunque stupidaggine, tipo l autentica di una firma, fai la fila e pagare un sacco di soldi, solo per un timbro distratto. I costi notarili, ingiustificati, perché gli porti la carta da bollo ed il testo già pronto, al massimo, sono di qualche decina di euro. Al contrario, si pagano cifre sproporzionate. Il loro Ordine ha fissato tariffe esose, da gran tempo. Ma perché deve essere così? C è tutta una serie di atti che devono essere de-notarizzati. E poi, perché il numero dei notai deve essere limitato? Sono dei professionisti, o almeno tali si considerano. Perché loro sono contingentati e gli avvocati o i medici no? I commercialisti. A parte il lavoro che fanno, complicato e repellente per la gran massa di coloro che si rivolgono loro, perché sono così liberi da non essere economicamente responsabili delle dichiarazioni dei redditi da loro compilate? Questa irresponsabilità fa sì che orecchianti, piccoli truffatori contabili e gente senza alcuna esperienza professionale si travesta da commercialista, vantando lauree inesistenti, amicizie mafiose al Catasto od all Agenzia delle entrate e lucri cifre ingenti. Ma se succede qualcosa, loro non c entrano per nulla. Se intascano i soldi e non fanno i versamenti, è sempre Pantalone a pagare. Questa è un area troppo liberalizzata. Va disciplinata. Lo Stato, tempo fa, ha liberalizzato molti adempimenti prima onerosi. Ad esempio, oggi è possibile fare le auto certificazioni. Da quando lo Stato ha liberalizzato, i privati sono diventati più restrittivi. Non accettano le auto certificazioni. Questa è una cosa inammissibile. Se allo Stato va bene così, deve andar bene anche ai privati. Non capisco le proteste dei bottegai per la libertà di orario. Dovrebbero essere contenti di vendere a qualunque ora. Se uno lavora tutto il giorno e deve fare la spesa, quando la fa, quando i negozi sono chiusi? Oppure solo ai supermercati che, già da tempo, terminano tardi ed aprono la domenica? Di notte, se hai bisogno di un po di latte o di un panino, puoi morire di fame. Non parliamo, poi, dei benzinai. Anche i loro orari dovrebbero essere liberalizzati. Non illudiamoci sui servizi automatici notturni, spesso serviti da oscuri individui che (poveracci, non è colpa loro) sembrano dei tagliagola. Quando infili i soldi nelle macchinette, non sai mai se ti daranno il carburante o se spariranno nel ventre del distributore. Vogliamo parlare delle tariffe aeree? Liberalizzazione sì, ma fino ad un certo punto. Come è possibile che si possa andare a New York con un prezzo inferiore a quello per andare a Milano? Chilometri e consumo di carburanti dovrebbero pur valere qualcosa. Ma non è così. Siamo all arbitrio assoluto. Prenoto, pago e se poi non parto, perdo tutto. Ma è giusto? E un appropriazione indebita. Perché si tollera questa situazione? Casi a parte, sta di fatto che quest aria di novità, liberalizzando, dovrebbe far bene al Paese e dare lavoro a più gente. Certamente sarà uno stimolo per lo sviluppo della concorrenza. Servirà a svecchiare il Paese. Ma che questo possa migliorare la nostra situazione finanziaria è piuttosto dubbio. Il fatto è che, con la resa incondizionata della politica di fronte alla assunzione di responsabilità, il governo Monti è, forse, in grado di attuare una riforma. Se non l attua, per l opposizione del Parlamento, dopo averla sbandierata, perde quel poco di faccia che ha e, se pone la fiducia, si apre la crisi. Se riesce ad attuarla, è il Parlamento a perdere definitivamente la faccia. Non è un bene, ma è quel che si merita.

4 Lazio Opinioni Ti sei mai posto alcune di queste domande? 1. Ho una piccola azienda e vorrei ottenere un finanziamento a condizioni favorevoli. Ho strumenti a mia disposizione? 2. Ho una piccola impresa e ho difficoltà ad accedere ad un finanziamento. Posso trovare chi mi aiuta a fornire maggiori garanzie? 3. La mia impresa ha difficoltà a rispettare le scadenze di rimborso dei prestiti bancari, anche per l allungamento dei tempo di incasso dei crediti. Posso sospendere parzialmente il pagamento delle rate? 4. Ho fornito beni e/o servizi ad una Pubblica Amministrazione, ma non riesco ad ottenere il pagamento né a cedere la fattura. È una situazione che posso risolvere? 5. Vorrei chiedere un finanziamento alla banca, portando come garanzia un credito vantato nei confronti della Pubblica Amministrazione: esiste una specifica procedura? 6. Sono una grande impresa e voglio trasformare la crisi in opportunità, espandendo la mia attività all estero. Posso coprire i rischi e ottenere finanziamenti? 7. Per prepararmi adeguatamente alla ripresa, devo introdurre alcune innovazioni e/o potenziare il settore della Ricerca e Sviluppo della mia azienda. Posso chiedere un finanziamento a condizioni vantaggiose? 8. Lavoro in una azienda in difficoltà e sono in cassa integrazione. Posso ottenere un anticipo dell assegno di cassa integrazione? 9. Ho perso il lavoro/sono in cassa integrazione. Posso far sospendere il pagamento della rata del mutuo? 10.Alla mia impresa (o alla mia famiglia) non è stato concesso o rinnovato un finanziamento e ritengo invece di avere le carte in regola. Posso fare qualcosa? Se la risposta è SI, chiama Banca della Consulenza srl al e potrai ottenere le risposte più idonee per il tuo caso.

5 Lazio Opinioni Concluso l accordo fra Banca della Consulenza srl e Poste Italiane per l applicazione di sconti a chi paga i servizi con le carte Banco Posta Descrizione dell Iniziativa Sconti BancoPosta Sconti BancoPosta è un iniziativa organizzata, promossa e gestita da Poste Italiane S.p.A. - società con socio unico -, finalizzata ad incentivare l utilizzo delle carte di credito o di pagamento già emesse e in corso di emissione, distribuite da Poste Italiane S.p.A. (di seguito Carte ), al fine di limitare l uso del contante nelle transazioni commerciali. Sconti BancoPosta riunisce catene di distribuzione organizzata, anche virtuale (cd. online ), piccole catene locali e singoli punti vendita, anche virtuali (cd. online ), (di seguito Esercizi Convenzionati ) in quanto aderenti ad un grande circuito a livello nazionale (di seguito Circuito ), con l obiettivo di offrire sconti su acquisti effettuati presso gli Esercizi Convenzionati, rivolti a quei Clienti che utilizzeranno le Carte come strumento di pagamento in luogo dei contanti. L adesione all Iniziativa è gratuita ed automatica per tutti i Clienti BancoPosta, possessori delle Carte volta per volta abilitate. Fermo restando quanto indicato nel prosieguo, alla data del 23 giugno 2011, le Carte abilitate sono: Carta Postamat, Carta Postamat Click, Carta BancoPosta Più, e carte Postepay; per le imprese: Carta Postamat In Proprio, Carta Postamat Office, Carta Postamat Impresa e carte Postepay. Tutti i Clienti possessori delle Carte potranno consultare il controvalore degli Sconti accumulati contattando il Servizio Clienti BancoPostarisponde (numero gratuito ) o, limitatamente a Carta Postamat, connettendosi al sito previa identificazione tramite login e password. Tutte le carte Postamat Maestro e Postamat BancoPosta Click attivate tra il 1 e il 31 di ogni mese verranno automaticamente iscritte a Sconti BancoPosta e cominceranno ad accumulare sconti dal 15 del mese successivo a quello di attivazione. Gli Esercizi Convenzionati, tra cui Banca della consulenza srl di Valentano, aderenti al Circuito sono riconoscibili per l esposizione nel punto vendita del Marchio Sconti BancoPosta. In ogni caso, gli elenchi ufficiali degli Esercizi Convenzionati e delle Carte tempo per tempo abilitate a generare gli Sconti nonché il valore dello Sconto offerto presso ciascun punto vendita sono resi disponibili tramite il Servizio Clienti BancoPostarisponde al numero gratuito , attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 20:00 e, limitatamente a Carta Postamat, connettendosi al sito previa identificazione tramite login e password. Gli elenchi ufficiali degli Esercizi Convenzionati e delle Carte tempo per tempo abilitati a generare gli Sconti sono comunque resi pubblicamente disponibili nel sito Gli Sconti non dovranno essere richiesti dai Clienti ma saranno automaticamente accordati dagli Esercizi Convenzionati e calcolati in corrispondenza di ciascun pagamento effettuato con una delle Carte presso un Esercizio Convenzionato. I prodotti e generi che hanno prezzo imposto oppure regolato in applicazione di quanto previsto dalla normativa vigente, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, francobolli, bolli, tabacchi, lotterie, giochi pubblici, sono esclusi dagli Sconti. Alcuni Esercizi Convenzionati potrebbero applicare altre limitazioni, restrizioni e/o particolari condizioni all accumulo degli Sconti. Tali limiti, ove presenti, saranno riportati nelle pagine dedicate agli stessi Esercizi Convenzionati e incluse nel sito nella sezione descrittiva dell Iniziativa Sconti BancoPosta. Il Cliente acquisisce il diritto incondizionato allo Sconto al momento del pagamento con la Carta. Tuttavia, per motivi tecnico-operativi, il controvalore degli Sconti maturati dal Cliente, al raggiungimento di 10 euro o multipli di 10 euro o comunque al 31 dicembre, viene erogato da Poste Italiane S.p.A. tramite accredito sul conto corrente di regolamento della Carta utilizzata dal Cliente o, laddove non esistesse un conto corrente collegato alla Carta, tramite accredito sulla Carta stessa. L accredito degli Sconti avverrà di norma entro 10 giorni lavorativi dalla contabilizzazione delle transazioni da parte di Poste Italiane S.p.A. (a seguito del raggiungimento della soglia di 10 euro). In caso di estinzione della Carta o di estinzione del con- to corrente di regolamento della Carta, e in ogni caso al 31 dicembre, Poste

6 Lazio Opinioni RIPORTIAMO NUOVAMENTE CIO CHE ABBIAMO RICEVUTO E PUBBLICATO SUL NUMERO PRECEDENTE Comunicato stampa di Banca della Consulenza srl Conclusa la collaborazione e l affiliazione con Confartigianato Imprese di Viterbo. In ottemperanza alla responsabilità sociale e al Codice Etico di Banca della Consulenza srl e a seguito di comportamenti che hanno violato i nostri princìpi messi in atto subdolamente nei nostri confronti, e non solo, da Confartigianato Imprese di Viterbo e Fidimpresa Viterbo e perpetrati da alcuni professionisti interni a queste realtà, il Consiglio dei partner della struttura di Valentano (VT) ha deciso di sospendere ogni tipo di rapporto con la sede di Viterbo attendendo, per eventuali nuovi futuri accordi, l esito delle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio di amministrazione di Confartigianato Imprese Viterbo. Per questo motivo, Banca della Consulenza srl sta valutando anche gli elementi necessari per eventualmente adire le vie legali e non solo per i danni patiti su più fronti. Invitiamo chiunque abbia qualcosa da aggiungere in merito a mettersi in contatto con il nostro numero verde gratuito LE ATTIVITÀ DI PATRONATO, CAF, ASSISTENZA FISCALE, DIFESA DEI CONSUMATORI COSÌ COME TUTTE LE ALTRE ATTIVITÀ CHE VENIVANO GESTITE ATTRAVERSO CONFARTIGIANTO IMPRESE DI VITERBO, SONO REGO- LARMENTE SVOLTE DA BANCA DELLA CONSULENZA SRL ATTRAVERSO NUOVI PARTNER SERI TRA CUI CON- FIMPRENDITORI. PER APPROFONDIMENTI SI INVITA A VISITARE IL SITO WEB L ufficio stampa NUOVA APERTURA della SEDE PROVINCIALE Di CONFIMPRENDITORI A VALENTANO (VT) di

7 Lazio Opinioni Confimprenditori è una Confederazione Nazionale, riconosciuta dal Ministero del Lavoro, nata con lo scopo di essere espressione cosciente di un associazionismo che vuole rappresentare e promuovere la piccola e media impresa, il commercio, l'edilizia e le attività del terziario. Manifestazione di un associazionismo attuale e consapevole, l'organizzazione (associativa, partecipativa e senza fini di lucro) esprime le idee culturali, sociali ed economiche che sono cardine della stessa, tutelando e promuovendo le attività imprenditoriali, gli enti, le istituzioni pubbliche e private, le amministrazioni e le organizzazioni sindacali che rappresenta. Nel credo Confimprenditori vi è dunque, un chiaro impegno a difendere, proteggere e sostenere lo sviluppo, l'innovazione e la crescita delle piccole e medie imprese, fornendo alle stesse gli strumenti necessari per essere competitive e qualificate nel mercato attraverso i valori aggiunti che l'associazione fornisce, quali informazione, formazione, consulenza e assistenza. Già aderente all'associazione Confindustria Italia, Confimprenditori, in continua crescita e sviluppo, è andata assumendo negli anni una configurazione sempre più vasta, fino a comprendere un numero sempre crescente di associati e organizzando Sedi Territoriali e Sedi Regionali su tutto il territorio nazionale. Nell'ottica del potenziamento del servizio offerto alle imprese rappresentate, orientata e sempre aperta al nuovo, impegnata a incoraggiare e diffondere qualsiasi iniziativa che possa costituire crescita per i propri associati, il 21 dicembre 2011, Confimprenditori ha fondato un importante Ente Bilaterale Nazionale Paritetico per la Formazione e la Sicurezza sul Lavoro, denominato EDILFOR- MA. L'Ente, autofinanziato, ha lo scopo di formare e perfezionare il personale di ogni settore. A sostegno dell'iniziativa, è stato costituito anche il Fondo Interprofessionale per la Formazione Continua nelle Imprese, denominato FONDO BASE, con il quale si promuovono e si finanziano tutte le iniziative per lo sviluppo e la formazione continua delle imprese. A conseguenza di ciò, nel mese di dicembre 2011 è stata costituita anche la NUOVA SCUOLA EDILE, con la quale ( e per la prima volta in Italia), si intendono formare e specializzare tutti i lavoratori del settore edile e delle costruzioni. L'iniziativa è stata opportunamente sostenuta e rafforzata dalla costituzione della NUOVA CASSA EDILE, un progetto fortemente voluto dal Presidente Nazionale Confimprenditori, il quale si è sempre battuto per il riconoscimento dell'assistenza, della formazione, del riconoscimento dell'integrazione salariale, dell'infortunio, della malattia e dell'anzianità professionale dei lavoratori edili. La nosta forza è il lavoro di squadra, la voglia di lavorare insieme verso una visione comune, verso un obiettivo organizzato che sia anche realizzazione personale di ognuno dei nostri iscritti. LA DIFFERENZA TRA IL NORMALE E LO STRAORDINARIO STA NELLA DIREZIONE IN CUI TI MUOVI PER RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI. COSTRUIAMO L'ITALIA CHE VINCE! SCEGLI CONFIMPRENDITORI, L'ASSOCIAZIONE CHE TI RAPPRESENTA E TI TUTELA! CONFIMPRENDITORI DIAMO FORZA ALL'IMPRESA CHE CRESCE!

8 Lazio Opinioni molto di tutto e anche di più. Per fartelo pagare... ma poi non è vero niente! di Tiziano Marelli Un decreto regio che risale addirittura al 1938 (esattamente il 246esimo della serie umbertina, datato 21 febbraio di quell anno) prova a trasformare il cavallo simbolo della Rai pari pari in quello di Troia, nel tentativo suo di penetrare galoppando - anche con l ausilio di una serie martellante di spot - nelle nostre case già assediate da una pesante crisi generalizzata. Il tutto per sostenere, francamente, il quasi impossibile: far pagare il canone del nostro ente televisivo di Stato anche a chi possiede pc (basta il monitor!), tablet, videofonini, Ipad ma pure videoregistratori e impianti di videosorveglianza! E fra l altro, la vera e propria gabella non si vorrebbe applicata solo ad aziende e imprese private e pubbliche, ma anche ai semplici cittadini, e per una semplice e del tutto paradossale ragione: lo stesso decreto antelucano non fa assolutamente distinzione fra queste e quelli, limitandosi a stabilire (cito testualmente) che il versamento riguarda chiunque detenga uno o più apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni. Stiamo parlando di una cifra che nelle intenzioni della Rai può variare fra i 112 euro classici per il canone annuale per famiglia fino ai per le aziende, con tutta una serie di cifre intermedie a seconda delle tecnologie possedute, per nulla di lieve entità. Ora, che i regi legislatori intendessero che la tassa fosse allora applicata ai soli apparecchi radiofonici (la televisione non c era ancora, ma lì l estensione dell interpretazione, dalla nascita dell apparecchio in vigore come oggi, ci può stare) e avessero mai potuto per nulla immaginare che cosa sarebbero stato un personal computer quasi un secolo dopo è assolutamente evidente, come è altrettante chiaro che mai avrebbero potuto essere tanto lungimiranti da servire un assist del genere ad un ente di Stato decenni dopo (fra l altro repubblicano, dal 48 in poi). Si converrà, il tutto riveste i connotati dell incredibile e del surreale, e visto che è la rete quella ad essere la più toccata dal provvedimento, è stata subito la stessa rete a rispondere a quella che viene considerata una tesi impossibile da sostenere, oltre che una vera e propria provocazione. E lo ha fatto proprio con l arma della contro-provocazione, usando twitter per far giungere diciamo così il fermo e democratico dissenso all iniziativa. Usando un hastag che tutti possono ritrovare e adottare (e che qui evitiamo di citare, ma che è facilmente reperibile) la comunità del tweet si è scatenata, e la creatività è esplosa, di pari passo con la (giusta, ci sentiamo di affermare) rabbia ed incredulità. Levate di scudi bipartisan si sono alzate anche dai partiti, dalle associazioni di consumatori, dalle imprese; unico silenzio assordante fino ad ora è quello del Governo e in particolare del ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera: in fondo, spiegare come sia trasparente e giusta una forzatura economica del genere (che è stato calcolato potrebbe comportare fino a un miliardo di euro in insperati introiti) non dev essere impresa facile per nessuno. Ma non ci si disperi: magari è solo questione di tempo e prima o poi qualche bocca ufficiale si scucirà, e non potrà far altro che profferire parole d equilibrio. In attesa di chiarimenti e sviluppi sull argomento c è comunque da sottolineare che la Rai di questi giorni si sta facendo notare per una insolita e variegata vitalità. Passando velocemente sulla notizia recentissima che con un contratto da precario (e a partita Iva) una lavoratrice incinta può essere licenziata su due piedi (chissà se la direttrice generale Lorenza Lei, sposata e con un figlio, quando è stata assunta nel 1997 nella nostra azienda radiotelevisiva ha vissuto un periodo di precariato e ha mai dovuto temere per il suo posto di lavoro nel periodo della gravidanza), un altra chicca è venuta alla luce nelle ultime ore. Avete presente le imperdibili performances di Adriano Celentano al Festival di San Remo appena concluso? Volete forse riviverle a posteriori per provare brividi di piacere mentre l improbabile tele-predicatore premiatissimo dall Auditel sorseggia acqua minerale per riprendersi dall ultimo sproloquio e cogitare faticosamente sul prossimo? Bene, se ne avete intenzione sappiate che non potete farlo, per la semplice ragione che la Rai che produce San Remo - non ha acquistato i diritti da Celentano stesso! Se non ci credete potete andare sul sito e rendervene conto di persona leggendo la didascalia ben evidente sotto il video. Ergo: vista questa gravissima e intollerabile mancanza cultural-editoriale, quasi quasi viene voglia di protestare vibratamente e affermare che a queste condizioni non si paga il canone per le nuove tecnologie che ci vuole adesso essere imposto, proprio no! E che qualcuno provi a obbligarci: minacceremo di chiamare in tv l Adriano nazionale (gratis, però: altri 350mila euro dei nostro soldi impediremo alla Rai di scucirli) per difendere i nostri diritti di tele-utenti. Poi avremo anche la lungimiranza di chiedere al nostro pala-

9 Lazio Opinioni dino la liberatoria per poterlo poi rivedere con calma in rete, e magari anche dal mezzo hi tech che più ci aggrada. Costi (ma si fa per dire, eh?) quel che costi! AGGIORNAMENTO del 22 febbraio 2012 Un comunicato stampa diffuso dalla Rai chiarisce che dopo un confronto con il Ministero dello Sviluppo Economico non ha mai richiesto il pagamento del canone per il mero possesso di un personal computer collegato alla rete, i tablet e gli smartphone. La lettera inviata dalla Direzione Abbonamenti Rai si riferisce esclusivamente al canone speciale dovuto da imprese, società ed enti nel caso in cui i computer siano utilizzati come televisori (digital signage) fermo restando che il canone speciale non va corrisposto nel caso in cui tali imprese, società ed enti abbiamo già provveduto al pagamento per il possesso di uno o più' televisori. Ciò quindi limita il campo di applicazione del tributo ad una utilizzazione molto specifica del computer rispetto a quanto previsto in altri Paesi europei per i loro broadcaster (BBC ) che nella richiesta del canone hanno inserito tra gli apparecchi atti o adattabili alla ricezione radiotelevisiva, oltre alla televisione, il possesso dei computer collegati alla Rete, i tablet e gli smartphone. Si ribadisce pertanto che in Italia il canone ordinario deve essere pagato solo per il possesso di un televisore.. Un ulteriore prova della forza della rete? Febbraio 2012: nasce l Osservatorio nazionale sui furti di rame. Fonte: Ministero dell Interno Siglato al Viminale dal ministro dell'interno il protocollo d intesa tra le Forze dell ordine, l Agenzia delle dogane e le aziende interessate dal fenomeno. Il ministro dell Interno Annamaria Cancellieri (nella foto): «Un punto di partenza per un problema che si va trascinando da anni». È un fenomeno criminale in crescita, tra i più remunerativi ed insidiosi perché colpisce sia le aziende, con ingenti perdite economiche, che le infrastrutture provocando l interruzione di pubblici servizi essenziali, con possibili implicazioni per la sicurezza e l ordine pubblico. Per rafforzare la prevenzione e il contrasto di questa tipologia di reato, è stato firmato oggi al Viminale il protocollo d intesa che istituisce l Osservatorio nazionale sui furti di rame tra il ministero dell Interno, l Agenzia delle dogane, le Ferrovie dello Stato italiane, l Enel, Telecom Italia e la Federazione nazionale imprese elettrotecniche ed elettroniche (Anie). Cancellieri ha commentato la nascita del nuovo organismo definendolo «un punto di arrivo ma anche di partenza per un problema che si va trascinando da anni. Un fenomeno ha proseguito dalle tante sfaccettature» che coinvolge il piccolo ladruncolo che rischia la vita fino alla grande organizzazione criminale che gestisce la filiera, dal furto all esportazione del prezioso metallo all estero. I dati sull entità del fenomeno sono stati illustrati dal capo della Polizia Antonio Manganelli che ha evidenziato come, a fronte di un incremento dei reati del 50% rispetto all anno precedente, ci sia stata una «impennata positiva» anche nel contrasto da parte delle Forze dell ordine, che ha registrato un aumento del 78% dei casi scoperti. Ma il «dato più gratificante», ha sottolineato Manganelli, è l aumento del 90% di coloro che sono stati denunciati o arrestati. Nella maggioranza dei casi si tratta di cittadini italiani, seguiti subito dopo da rumeni che insieme rappresentano l 85% degli autori dei furti. Particolare soddisfazione è stata espressa dal presidente dell Anie Claudio Gemme per la firma di questa intesa che «apre una nuova era di collaborazione» tra istituzioni e mondo produttivo. Uno dei settori maggiormente colpiti, ha ricordato l amministratore delegato di Enel Fulvio Conti, è la rete di distribuzione dell energia elettrica che conta decine di migliaia di cabine, con 1 milione di chilometri di cavi in rame che servono l 85% del territorio nazionale. Particolarmente grave la situazione in alcune province della Puglia e della Sicilia, dove si sono verificati circa casi di furto. L Osservatorio, ha sottolineato Conti, «rappresenta un opportunità in più nel contrasto ai furti». Un ruolo di primo piano nel contrasto a questo fenomeno spetterà all Agenzia delle dogane che, come ha illustrato il direttore generale Giuseppe Peleggi, «attraverso il proprio circuito doganale di controllo, potrà effettuare l analisi dei flussi, ricostruendo la filiera della logistica di riconversione e di esportazione del rame». Anche l amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato italiane Mauro Moretti ha sottolineato la necessità di «ricostruire la filiera per giungere ai committenti dei furti», ricordando i gravi disservizi causati alla rete di trasporto ferroviario e come siano allo studio tecniche per sporcare il rame, così da scoraggiarne il furto. «Un positivo esempio di collaborazione tra pubblico e privato». Così il direttore della Security di Telecom Italia Damiano Toselli ha definito l intesa, ribadendo l importanza di risalire alla filiera, dal semplice furto alla ricettazione fino all esportazione dell oro rosso.

10 Lazio Opinioni Un sito nuovo per il Servizio fitosanitario della Regione E attiva sul sito dell assessorato alle Politiche agricole del Lazio la nuova pagina web sulle attività svolte dal servizio fitosanitario regionale. Lo ha dichiarato Angela Birindelli (nella foto), assessore alle Politiche agricole della Regione Lazio. Un operazione di trasparenza che abbiamo fortemente voluto per rendere gli agricoltori ben informati e responsabili ed eliminare il diffondersi di inutili allarmismi come quello che si è verificato recentemente tra alcune imprese agricole dell agro pontino in occasione della comunicazione sulle misure da attuare per la lotta obbligatoria contro il parassita diabrotica del mais. Grazie a questo nuovo strumento di comunicazione e dialogo tra la Regione e il territorio - ha aggiunto l assessore Birindelli - gli agricoltori e i consumatori potranno ricevere in tempo reale, in modo corretto e completo, tutte le particolari indicazioni disposte dai nostri uffici tecnici per il monitoraggio e la tutela delle produzioni agricole.. La pagina web del servizio fitosanitario della Regione Lazio è improntata in particolar modo a diffondere l importanza della prevenzione dai rischi fitosanitari e a informare su tutte le attività di monitoraggio, ricerca e verifica a favore della sicurezza alimentare e della salvaguardia dell ambiente. Gli approfondimenti riguardano il vivaismo, il commercio dei vegetali, la certificazione import export, la distribuzione razionale dei fitofarmaci, le attività di assistenza e di divulgazione sulle strategie di controllo delle avversità delle colture, la normativa fitosanitaria vigente e le tariffe applicate Grande attenzione è riservata alle attività di monitoraggio sulla diffusione di parassiti delle colture agrarie e forestali e sulle prescrizioni per l eradicazione dei focolai o per il contenimento delle infestazioni che vengono indicate e prescritte dall ufficio fitosanitario del Lazio in ottemperanza ai decreti di lotta obbligatoria emessi a livello nazionale e comunitario per la protezione del territorio. Si può accedere direttamente al sito digitando l indirizzo Approfondimento IL SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE Il Servizio Fitosanitario Regionale (SFR) è inserito nella DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA e fa parte dell' AREA SERVIZIO FITOSANITARIO REGIONALE E INNOVAZIONE IN AGRICOLTURA (dirigente dott.ssa G. Sinatra). Le competenze del Servizio Fitosanitario Regionale provengono dal disciolto Regio Osservatorio per le Malattie delle Piante, già organo tecnico del Ministero per l'agricoltura e Foreste dal Ha assunto la sua attuale struttura e denominazione per effetto del D.Lgs. 536/92 recepito con la L.R. 11 Giugno 1996, n. 20. Attualmente svolge la sua attività conformemente al D. Lgs. 19/8/2005, n. 214 e s.m.i. (DD.MM. 12/4/2006 e D.M. 26/9/2006). Il SFR si occupa della tutela delle produzioni agricole, vivaistiche e forestali sotto il profilo fitosanitario, in esecuzione di normative internazionali, comunitarie e nazionali. Esso rappresenta il filtro contro il pericolo di introduzione di nuovi organismi nocivi alle piante e alla loro diffusione nel territorio comunitario, dovuto all'eliminazione delle barriere ed all'intensificazione degli scambi commerciali, per evitare ricadute economiche e sociali, dannose per il sistema agroalimentare.

11 Lazio Opinioni L' area servizio fitosanitario regionale e innovazione in agricoltura ha competenze anche in materia di RISORSE GENETICHE, VIGILANZA OGM, RICERCA E SPERIMENTA- ZIONE e si occupa dei seguenti segmenti di attività: - CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DI VARIETÀ DI PIANTE E DI RAZZE ANIMALI TRADIZIONALI DEL LAZIO che rischiano l'estinzione (L.R. 1/3/2000, n.15), in collaborazione con l'agenzia Regionale di Sviluppo e Innovazione Agricola del Lazio (ARSIAL), attraverso alcune attività principali: - riscoperta e catalogazione delle varietà e delle razze locali, da iscrivere nel REGISTRO REGIONALE; - gestione di una RETE DI CONSERVAZIONE che comprende agricoltori, Enti locali, Enti Parco e Istituzioni scientifiche, i quali possono coltivare, moltiplicare e selezionare le varietà di piante e le razze locali di interesse culturale, scientifico ed economico al fine di impedirne l'estinzione. Per la conservazione di alcune razze animali e varietà di piante sono previsti aiuti economici alle aziende agricole nell'ambito del Piano di Sviluppo Rurale. - COORDINAMENTO DEL CONTROLLO CONCERNENTE GLI ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI per verificare la corretta applicazione delle norme di sicurezza e per tutelare l'ambiente, allo scopo, in particolare, di evitare il trasferimento di geni modificati alle piante spontanee e coltivate presenti nel territorio. Il controllo viene effettuato dall'arsial nelle aree dove sono sperimentate le nuove varietà di piante geneticamente modificate. In applicazione del principio di precauzione l'area promuove le azioni utili a prevenire i possibili rischi sulla salute umana e sull'ambiente, derivanti dalla coltivazione e dall'uso a scopi alimentari di organismi geneticamente modificati o di prodotti da essi derivati. - RICERCA E SPERIMENTAZIONE AGRICOLA, AGROAM- BIENTALE, AGROALIMENTARE ED AGROINDUSTRIALE, definite dal programma nazionale per la ricerca di cui al D.Lgs. n. 204/1998, dai programmi di ricerca dell'ue, dai progetti finalizzati di ricerca del MiPAAF e dagli specifici interventi di rilevanza strategica previsti dal fondo integrativo speciale per la ricerca di cui all'articolo 1, comma 3, del D. Lgs. n. 204/1998. Con l'art. 94 della L.R. 7 Giugno 1999, n. 6, la Regione Lazio ha istituito un apposito FONDO SPECIALE ed ha previsto che i criteri e le modalità per il concorso della Regione al finanziamento di tale attività siano definiti in uno specifico programma, di durata triennale aggiornato annualmente, approvato dal Consiglio regionale, su proposta della Giunta. Per la sua predisposizione ed aggiornamento, l'assessorato all'agricoltura può avvalersi di un tavolo di consultazione permanente composto da rappresentanti del MIPAAF, del MURST, del CNR, dell'enea e delle maggiori istituzioni pubbliche di ricerca regionali integrate eventualmente dai rappresentanti di istituzioni di ricerca private e del mondo produttivo. - MONITORAGGIO DEI RESIDUI DEI FITOFARMACI sulle colture agrarie e sui terreni agricoli per la razionalizzazione del loro impiego e per indirizzare l'assistenza tecnica fitopatologia. Nell'ambito dei programmi interregionali in agricoltura promossi dal MiPAAF, sono controllate circa 30 colture e relativi prodotti trasformati, terreni ed acque. Il SFR coordina le azioni divulgative e di assistenza tecnica specialistica effettuate dalle Aree Decentrate Agricoltura, sulle particolari problematiche emerse in seguito al monitoraggio. In collaborazione con la Asl-LT e con il CRA (Istituto Sperimentale per la Patologia Vegetale ed Istituto per la nutrizione delle piante), effettua lo studio sulla presenza di sostanze organoclorurate nei terreni e nelle colture agrarie della provincia di Latina, al fine di consentire la coltivazione di alcune specie ortive ad alto reddito in condizioni di sicurezza per i consumatori e di effettuare la mappatura dei terreni a rischio. SEDE Giunta Regionale del Lazio Direzione Regionale Agricoltura Area Servizio Fitosanitario Regionale e Innovazione in agricoltura Via Rosa Raimondi Garibaldi n ROMA Telefono: telefax: Struttura operativa presso l'aeroporto di Fiumicino CARGO CITY Palazzina Servizi Comuni - 1 p., st. 85 Orario al pubblico: 8,30/12,30-15/17 Tel Fax

12 Lazio Opinioni Nuovo servizio sul Telefono Verde Aids e IST Per avere informazioni scientifiche e aggiornate sull'infezione Hiv, sull'aids e sulle malattie sessualmente trasmesse, si può telefonare da qualsiasi parte d'italia al Numero Verde dell Istituto Superiore di sanità. Istituito nel 1987, dal 2010 ha cambiato il suo nome da Telefono Verde Aids a Telefono Verde Aids e Infezioni Sessualmente Trasmesse (TVA/IST). Co-finanziato dal Ministero della Salute, svolge attività di counselling telefonico in modo gratuito e anonimo per le persone direttamente o indirettamente coinvolte nelle problematiche. Il servizio dispone di sei linee telefoniche, attive dal lunedì al venerdì, dalle ore alle Gli esperti rispondono oltre che in lingua italiana anche in lingua inglese, francese e portoghese. Dal 1 febbraio 2012 il TVA/IST si avvale della competente consulenza di un legale esperto nell area della tutela dei diritti delle persone con Hiv e delle loro famiglie. Il legale, presente presso il servizio due volte a settimana, risponde in lingua italiana e in lingua inglese. Approfondimento Che cos'è l'aids? AIDS (Acquired Immune Deficiency Sindrome) significa "Sindrome da Immunodeficienza Acquisita". Nelle persone malate di AIDS le difese immunitarie normalmente presenti nell'organismo sono state fortemente indebolite a causa di un virus denominato HIV (Human Immunodeficiency Virus) e non sono più in grado di contrastare l'insorgenza di infezioni e malattie - più o meno gravi - causate da altri virus, batteri o funghi (infezioni/malattie opportunistiche). E' questo il motivo per cui l'organismo di una persona contagiata subisce malattie e infezioni che, in condizioni normali, potrebbero essere curate più facilmente. L'infezione non ha una propria specifica manifestazione, ma si rivela esclusivamente attraverso gli effetti che provoca sul sistema immunitario. Una persona contagiata viene definita sieropositiva all HIV. Pur essendo sieropositivi, è possibile vivere per anni senza alcun sintomo e accorgersi del contagio solo al manifestarsi di una malattia opportunistica. Sottoporsi al test della ricerca degli anticorpi anti-hiv è, quindi, l'unico modo di scoprire l'infezione. I progressi della ricerca scientifica e l'uso della terapia HAART efficace (Highly Active Anti-Retroviral Therapy) hanno reso possibile allungare la vita di una persona sieropositiva per molti anni. Come si trasmette il virus. Il virus dell'hiv è presente nei seguenti liquidi biologici: sangue liquido pre-eiaculatorio, Sperma, secrezioni vaginali, latte materno. Il virus si trasmette quindi attraverso: sangue infetto (stretto e diretto contatto tra ferite aperte e sanguinanti, scambio di siringhe), rapporti sessuali (vaginali, anali, orogenitali), con persone con Hiv, non protetti dal preservativo, da madre con Hiv a figlio durante la gravidanza, il parto oppure l allattamento al seno. Trasmissione attraverso il sangue. A partire dal 1985 la selezione dei donatori di sangue, mirata all individuazione di comportamenti a maggior rischio di esposizione al virus responsabile dell AIDS e lo screening delle unità di sangue, effettuata attraverso la ricerca di anticorpi specifici anti-hiv, con l uso di metodiche validate e kit appositi, hanno ridotto il rischio di contagio attraverso le terapie emotrasfusionali. Il miglioramento delle metodiche in linea con le conoscenze scientifiche ha di fatto contribuito in breve tempo all abbattimento del rischio di contagio trasfusionale con HIV. La trasmissione attraverso il sangue rappresenta, invece, la principale modalità di contagio responsabile della diffusione dell infezione nella popolazione dedita all uso di droga per via endovenosa. L infezione avviene a causa della pratica, diffusa tra i tossicodipendenti, di scambio della siringa contenente sangue infetto. Con la stessa modalità è possibile la trasmissione sia dell HIV che di altri virus tra i quali quelli responsabili dell epatite B e C, infezioni anch esse molto diffuse tra i tossicodipendenti.

13 Lazio Opinioni Trasmissione sessuale. La trasmissione sessuale è nel mondo la modalità di trasmissione più diffusa dell infezione da HIV. I rapporti sessuali, sia eterosessuali che o m o s e s s u a l i, non protetti dal profilattico possono essere causa di trasmissione dell infezione. Tale trasmissione avviene attraverso il contatto tra liquidi biologici infetti (secrezioni vaginali, liquido pre-eiaculatorio, sperma, sangue) e mucose -anche integre- durante i rapporti sessuali. Ovviamente, tutte le pratiche sessuali che favoriscano traumi o lesioni delle mucose possono provocare un aumento del rischio di trasmissione. Per questo motivo i rapporti anali sono a maggior rischio: la mucosa anale è, infatti, più fragile e meno protetta di quella vaginale e quindi il virus può trasmettersi più facilmente. Ulcerazioni e lesioni dei genitali causate da altre patologie possono far aumentare il rischio di contagio. I rapporti sessuali non protetti possono essere causa di trasmissione non solo dell HIV. Esistono, infatti, oltre 30 malattie sessualmente trasmissibili (MST). Il coito interrotto non protegge dall'hiv, così come l'uso della pillola anticoncezionale, del diaframma e della spirale. Le lavande vaginali, dopo un rapporto sessuale, non eliminano la possibilità di contagio. Trasmissione verticale e perinatale (da madre a figlio). La trasmissione da madre sieropositiva al feto o al neonato può avvenire durante la gravidanza, il parto o l allattamento al seno. Il rischio per una donna sieropositiva di trasmettere l infezione al feto è circa il 20% (cioè 1 su 5). Oggi è possibile ridurre questo rischio al di sotto del 4% se viene somministrata la terapia antiretrovirale alla madre durante la gravidanza e al neonato per le prime sei settimane di vita. Per stabilire se è avvenuto il contagio il bambino deve essere sottoposto a controlli in strutture specializzate per almeno i primi due anni di vita. Tutti i bambini nascono con gli anticorpi materni. Per questa ragione, il test HIV effettuato sul sangue di un bambino nato da una donna sieropositiva risulta sempre positivo. Anche se il bambino non ha contratto l HIV gli anticorpi materni possono rimanere nel sangue fino al diciottesimo mese di vita, al più tardi entro i due anni. Il bambino viene sottoposto a test supplementari per verificare se è veramente portatore del virus o se ha ricevuto solo gli anticorpi materni. Sieropositività all'hiv e AIDS. Occorre sottolineare il fatto che la sieropositività è quella condizione in cui viene riscontrata la presenza di anticorpi anti-hiv, ma non sono ancora comparse le infezioni opportunistiche. In questo periodo il soggetto può aver bisogno di farmaci antiretrovirali che combattono l'infezione. La Sindrome da Immunodeficienza Acquisita (AIDS) è, invece, quella situazione in cui si presentano infezioni opportunistiche. Ciò si verifica quando le difese immunitarie sono state talmente indebolite dall HIV da non proteggere l'organismo da microrganismi che potrebbero essere innocui. L'introduzione di terapie antiretrovirali (HAART), che riducono e bloccano la replicazione virale, ha migliorato la qualità di vita e prolungato la sopravvivenza delle persone sieropositive. Come non si trasmette il virus. Il virus non si trasmette attraverso: strette di mano, abbracci, vestiti baci, saliva, morsi, graffi, tosse, lacrime, sudore, muco, urina e feci bicchieri, posate, piatti, asciugamani e lenzuola punture di insetti. Il virus non si trasmette frequentando: palestre, piscine, docce, saune e gabinetti scuole, asilo e luoghi di lavoro ristoranti, bar, cinema e locali pubblici mezzi di trasporto. Come si evita il contagio. L uso corretto del profilattico può annullare il rischio di infezione durante ogni tipo di rapporto sessuale con ogni partner. Nei rapporti sessuali il preservativo è l'unica reale barriera protettiva per difendersi dall'hiv. Non vanno usati lubrificanti oleosi (vaselina, burro) perché potrebbero alterare la struttura del preservativo e provocarne la rottura. E' necessario usare il preservativo all inizio di ogni rapporto sessuale (vaginale, anale, orogenitale) e per tutta la sua durata. Anche un solo rapporto sessuale non pro-

14 Lazio Opinioni tetto potrebbe essere causa di contagio. Per un uso corretto del profilattico è importante: leggere le istruzioni accluse indossarlo dall inizio alla fine del rapporto sessuale usarlo solo una volta srotolarlo sul pene in erezione, facendo attenzione a non danneggiarlo con unghie o anelli conservarlo con cura: lontano da fonti di calore (cruscotto dell'auto ed altro) e senza ripiegarlo (nelle tasche, nel portafoglio). La pillola, la spirale e il diaframma sono metodi utili a prevenire gravidanze indesiderate, ma non hanno nessuna efficacia contro il virus dell HIV. L uso di siringhe in comune con altre persone sieropositive costituisce un rischio di contagio pertanto è necessario utilizzare siringhe sterili. Sarebbe opportuno sottoporsi ad agopuntura, mesoterapia, tatuaggi e piercing utilizzando aghi monouso e sterili. Le trasfusioni, i trapianti di organo e le inseminazioni, nei Paesi europei, sono sottoposti a screening e ad accurati controlli per escludere la presenza dell'hiv. al test. La Legge italiana (135 del giugno 1990) garantisce che il test sia effettuato solo con il consenso della persona. Il test non è obbligatorio, ma se si sono avuti comportamenti a rischio sarebbe opportuno effettuarlo. Per eseguire il test, nella maggior parte dei servizi, non serve ricetta medica; è gratuito e anonimo. Le persone straniere, anche se prive di permesso di soggiorno, possono effettuare il test alle stesse condizioni del cittadino italiano. Per tutte le coppie che intendono avere un bambino sarebbe opportuno sottoporsi al test per la sicurezza del neonato. Il risultato del test viene comunicato esclusivamente alla persona che lo ha effettuato. Sapere precocemente di essere sieropositivi al test dell HIV consente di effettuare tempestivamente la terapia farmacologica che permette oggi di migliorare la qualità di vita e vivere più a lungo. l test HIV Per sapere se si è stati contagiati dall HIV è sufficiente sottoporsi al test specifico per la ricerca degli anticorpi anti-hiv che si effettua attraverso un normale prelievo di sangue. Il test anti-hiv è in grado di identificare la presenza di anticorpi specifici che l organismo produce nel caso in cui entra in contatto con questo virus. Se si sono avuti comportamenti a rischio è bene effettuare il test dopo 3 mesi (periodo finestra) dall ultimo comportamento a rischio. Tale periodo di tempo è necessario all'organismo per sviluppare gli anticorpi specifici contro l'hiv. E' opportuno fare sempre riferimento alla valutazione del medico che prescrive l'esame o del medico del Centro diagnostico-clinico, in quanto il periodo finesta potrebbe variare a seconda della tipologia del test utilizzato. Bisogna tenere presente che durante il periodo finestra (periodo di tempo che va dal momento del contagio a quello della comparsa degli anticorpi) è comunque possibile trasmettere il virus pur non risultando positivi

15 Lazio Opinioni Glossario di web marketing (o Internet marketing) Abandonment Rate: tasso di abbandono misurato in termini percentuali. In genere si riferisce al tasso di abbandono di una pagina o di un sito we. Il termine è di uso frequente in fase di web analysis, valutando i dati che gli strumenti di web analytics più avanzati mettono a disposizione. ACORN: classificazione di aree residenziali in base alle tipologie di abitanti; è molto utilizzata nelle ricerche sui consumatori. Account Director: figura professionale che in un agenzia ha la responsabilità del servizio clienti. Account Executive: funzionario di un agenzia di pubblicità che ha il compito di curare i rapporti con il cliente, di interpretarne le esigenze e di trasmetterle correttamente all interno dell agenzia affinché il reparto creativo produca messaggi conformi agli obiettivi di comunicazione voluti. AdSense: tipo di pubblicità PPC contestuale di Google. Advertiser: colui o coloro che investono in forme pubblicitarie, sia persone fisiche che società. Advertising Manager: manager che in azienda gestisce la pubblicità e tiene i rapporti con l agenzia pubblicitaria. AdWords: annunci contestuali che vengono visualizzati nella pagina dei risultati di Google. AIDA: acronimo di Attenzione, Interesse, Desiderio, Azione, che rispecchiano i requisiti di una buona campagna pubblicitaria. Anchor text: testo inserito all interno dei link (nel tag HTML < a >) Art Buyer: nell agenzia di pubblicità è la persona che ha l incarico di reperire materiali o cercare luoghi adatti ad effettuare servizi fotografici, secondo certe linee stilistiche ben precise, dettate dalla coerenza alla costruzione della immagine. Article Marketing: strumento di web marketing che consiste nel pubblicare ondine, su testate gratuite oppure a pagamento, articoli, guide e manuali, descrittivi e verticali su un argomento. Tali testate che diffondono questo genere di informazioni permettono a coloro che contribuiscono con la pubblicazione dei loro articoli, di poterli firmare con nome cognome ed URL del proprio sito web. In questo modo è possibile acquisire facilmente back link, popolarità e rilanciare il proprio brand. Inoltre molte testate permettono di inserire link nel corpo degli articoli, aumentando le possibilità di utilizzare questo strumento fondamentale per i MDR. Back Link: link proveniente da altri siti web. La quantità e la qualità dei backlink sono fondamentali per i MDR ai fini del ranking nelle SERP. Maggior valore ha un backlink tanto maggiore è il valore della pagina che ci linka, sia in termini di Google Page Rank, Alexa Rank, contenuti della pagina inerenti con la pagina linkata, anchor text contenente le keyword di interesse. Banner: striscia pubblicitaria posta su un sito Web, generalmente posizionata in testa alle pagine e di formato stretto e lungo. La dimensione più classica è di pixel, ma ne esistono anche di formati diversi. Il banner riporta, in genere, nome, logo o immagine dell azienda inserzionista o di un suo prodotto: cliccando sul banner l utente arriva sul sito pubblicizzato. Obiettivo del banner è di generare visite (click through), ma può anche risultare utile in termini di brand awareness sul marchio. Benchmark: indicatore, misura, parametro di riferimento in base al quale un azienda valuta le proprie prestazioni relativamente a prodotti, servizi, processi aziendali. Blind Test: test in cui diversi prodotti vengono presentati in forma anonima, cioè senza marca, ad un gruppo di potenziali consumatori che sono chiamati a esprimere le loro preferenze. Serve a valutare la capacità del consumatore di distinguere le caratteristiche proprie del prodotto senza essere influenzato dalla notorietà della marca. Brain Storming: metodo decisionale consistente in sessioni intensive di dibattito volte a stimolare proposte e a identificare la soluzione migliore. Le regole generali di una seduta di brain storming sono: esclusione di ogni giudizio critico; accettazione di ogni forma di proposta;

16 Lazio Opinioni produzione di un gran numero di idee; sintesi delle idee espresse. Brand: nome o segno distintivo attraverso il quale un impresa contraddistingue il proprio prodotto da altri dello stesso genere. Letteralmente l espressione significa marca o marchio di fabbrica. Brand Awareness: capacità dei consumatori di riconoscere un marchio e di associarlo correttamente a un prodotto, a una linea di prodotti o a un impresa. Può essere rilevato e misurato attraverso analisi di mercato, come ad esempio le indagini a campione e i focus group. Su Internet, lo sviluppo di Brand awareness avviene in genere mediante estese campagne banner o sponsorizzazioni che ripetono il logo dell azienda o di un suo prodotto, sviluppando di conseguenza il ricordo da parte del visitatore. Brand Image: immagine di marca. Brand Positioning: posizione e ruolo di una marca in relazione ai bisogni che intende soddisfare. Brand Strategy: tutto ciò che concerne gli aspetti della marca, dalla distribuzione al packaging, e che costituisce parte del piano di marketing. Branding: processo effettuato dalle imprese allo scopo di differenziare il proprio prodotto da altri analoghi o dello stesso genere, utilizzando nomi o simboli distintivi. Questo processo comprende aspetti formali ma anche sostanziali. B2B Business To Business: attività aziendale (in genere di comunicazione) rivolta a un altra impresa e non al consumatore finale. Con la sigla B2B s identificano tutte quelle iniziative tese ad integrare le attività commerciali di un azienda con quella dei propri clienti o dei propri fornitori, dove però il cliente non sia anche il consumatore finale del bene o del servizio venduti ma sia un partner attraverso il quale si raggiungono, appunto, i consumatori finali. In quei settori dove il canale distributivo è tipicamente indiretto (cioè dove il produttore non vende direttamente al consumatore finale), un approccio di tipo B2B può risultare molto utile a rendere più efficiente il processo di acquisto. Un ulteriore miglioramento che può essere introdotto grazie al B2B è quello relativo alla catena logistica; grazie ad un integrazione anche a monte dell azienda, con i fornitori, è infatti possibile delegare direttamente a questi ultimi l evasione degli ordini, con conseguenti risparmi sulle immobilizzazioni di magazzino. B2C Business To Consumer: identifica tutte quelle iniziative tese a raggiungere il consumatore finale dei beni o dei servizi venduti. Le ragioni che possono indurre un impresa ad intraprendere un iniziativa B2C possono essere molteplici; quelle principali riguardano: l opportunità di completare le proprie opzioni di vendita con il canale on line, la necessità di stabilire un contatto diretto con i propri clienti finali o la scelta di integrare, con quelli on line, i servizi offerti attraverso i canali tradizionali. Ciascuna delle ragioni può avere un impatto diverso sia sul business esistente sia sui rapporti intercorrenti con i partner attuali. Se il nuovo canale può causare conflitti con quello tradizionale, il posizionamento dell iniziativa di commercio elettronico dovrà essere studiato accuratamente in modo da non danneggiare il normale fatturato. Viceversa, un sito che oltre a effettuare delle vendite dirette, permetta anche di comprendere meglio le abitudini di acquisto dei clienti, le informazioni che se ne trarranno potranno incrementare le vendite sia on line sia del canale tradizionale. Call to Action: chiamata all azione; elementi posti all interno di una pagina web per indurre il visitatore a compiere un azione (es.: comprare o compilare un modulo) Case History: caso esemplare, usato per formazione e dimostrazione, da cui si può trarre insegnamento. Cloaking: tecnica che consente (mediante appositi script) di mostrare ai motori di ricerca un contenuto diverso da quello mostrato ai visitatori Comunicati Stampa: strumento utilizzato nel web marketing che consiste nel pubblicare online, su testate gratuite oppure a pagamento, comunicati stampa aziendali. Le testate che diffondono questo genere di informazioni permettono a coloro che sottopongono i propri comunicati stampa (CS), di poterli firmare con nome cognome ed URL del proprio sito web. In questo modo è possibile acquisire facilmente back link, popolarità e rilanciare il proprio brand. Inoltre molte testate permettono di inserire link nel corpo del testo, aumentando le possibilità di utilizzare questo strumento fondamentale per i MDR. Community Building: questa espressione inglese, ormai invalsa nell uso, esprime la capacità di aggregare una comunità di utenti attorno ad un sito Internet, ovvero indica le attività volte a costruire comunità on-line all interno delle quali esista una rete intrecciata di rapporti e uno scambio continuo di valori condivisi. Obiettivo delle attività di community building è stabilire relazioni fra i membri che durino nel tempo, creino storie comuni e determinino un senso di appartenenza sociale alla comunità e al sito che la ospita. Competitor: concorrente, concorrenza. L espressione indica le aziende che si fanno concorrenza in uno stesso mercato. Conversione: termine utilizzato in ambito di web analysis per indicare, nel caso si tratti di una conversione su

17 Lazio Opinioni Internet, di: vendita ondine di beni o servizi, richiesta informazioni in cui si reperiscono i dati di proprio interesse dell utente che si è dimostrato interessato e propenso alla fase successiva. Conversion Rate: capacità di conversione espressa in percentuale, che si può riferire sia ad un sito web, sia ad una singola pagina web. Contextual Advertising: il contextual (o content) advertising, è gestito attraverso l utilizzo di tecnologie che identificano l argomento o gli argomenti presenti in una pagina web, fornendo link sponsorizzati per le keyword dell inserzionista, che paga solamente i click ricevuti. Copy: parte di testo di un messaggio pubblicitario. Copywriter: chi nell agenzia ha il compito di ideare i testi pubblicitari. Svolge la sua attività creativa in stretto collegamento con l art director. CPA Cost Per Action: costo attribuibile ad un azione dell utente a cui si può arrivare con l utilizzo di strumenti di web analytics. Si ottiene dividendo la spesa di una campagna per il numero di azioni (più precisamente di conversioni) avute. Es. Se abbiamo speso 1000 di PPC su Google e da questi abbiamo avuto 250 richieste informazioni, il CPA è di 4. CPC Cost Per Click: costo del singolo click avuto su un annuncio pubblicitario testuale o su banner. CPI Cost Per Impression: costo di ogni singola visualizzazione di una creatività testuale o banner, che rientra nel contesto più ampio e venduto sotto forma di CPM CPM Cost Per Mille: costo identificabile nella visualizzazione di 1000 annunci testuali e/o banner (usato nelle campagne pubblicitarie di tipo PPI, Pay Per Impression). CTR Click-Trough: termine che identifica la percentuale di click di un link. Crawler: vedi Spider Customer Care: letteralmente, cura del cliente. Nel linguaggio del marketing, la tecnica (che può assurgere fino al ruolo di orientamento strategico) che consente di implementare il CRM per raggiungere la Customer Satisfaction. Customer Satisfation: soddisfazione del cliente. Rappresenta l obiettivo principale dell azienda orientata al marketing, i cui sforzi tendono allo sviluppo di una relazione di qualità con la clientela e alla sua conseguente fidelizzazione. Direct Marketing: tecnica di marketing attraverso la quale l impresa comunica direttamente singoli utenti specifici (cliente o potenziali clienti finali). Si rivolge a un pubblico mirato per ottenere risposte misurabili, attraverso strumenti interattivi. I mezzi più usati sono: gli annunci stampa con coupon, gli invii postali (direct mail, i comunicati radio/televisione, il telefono, il telemarketing). Direct Repsonse: vedi Direct Marketing. Directory: sito dove vengono classificati i siti web e vengono divisi per categorie (es.: Dmoz e Yahoo! Directory) Dmoz: vedi Directory Doorway page: pagine introduttive di un sito, non pensate per gli umani ma ottimizzate per i motori di ricerca (black hat seo) Dry Test: test tipico del direct marketing, consistente in una proposta di vendita formulata al cliente potenziale prima del lancio di un prodotto. Il test consente di scegliere il messaggio più efficace e di ottimizzare le dimensioni della campagna di mailing prima di correre i rischi insiti nella produzione del prodotto. Ecommerce: commercio elettronico. Emarketing: vedi Internet Marketing. Fidelizzazione: insieme di tecniche e di attività di marketing che mirano ad agevolare l instaurazione di un rapporto duraturo nel tempo con il consumatore. Geomarketing: il Geomarketing viene molto spesso inteso come accurata segmentazione di un vasto mercato, poniamo quello europeo, nelle singole realtà nazionali, che vengono studiate in modo molto dettagliato, specie per quanto riguarda l identificazione dei consumatori in target. Il Geomarketing è quindi divenuto uno strumento della globalizzazione, per meglio coprire le eventuali differenze di realtà locali che interessano. E il noto principio del Think global, act local : e cioè Strategie globali, ma tattiche locali. Headline: in un annuncio pubblicitario è la parte del testo che apre il messaggio e che viene messa in risalto, usando tra l altro caratteri di stampa più grandi (e di solito in maiuscolo) per attirare l attenzione. Solitamente sintetizza il tema della comunicazione o della campagna. Questo termine viene ora utilizzato al posto di slogan, parola non amata dai pubblicitari. Hit: identifica il dato relativo al volume di traffico su un sito web, qualsiasi file di qualunque tipo sia presente sul sito (testo, immagine, video, etc.), richiamato da utenti o altri fattori esterni genera 1 hit. Il dato Hits può essere

18 Lazio Opinioni fornito da sistemi di tracciamento basati sull analisi dei file di log del server. Inbound Link: termine che indica i link diretti ad una pagina web. Indicizzazione: processo che consiste nel rendere visibile un sito per i motori di ricerca. Una corretta indicizzazione avviene quando tutte le pagine che costituiscono un sito sono presenti negli indici dei motori di ricerca di interesse. Internet Marketing: tutte le azioni di marketing che sfruttano in canale Internet per studiare il mercato e sviluppare i rapporti commerciali (promozione/pubblicità, distribuzione, vendita, assistenza alla clientela, etc.) Keyphrase: a differenza della parola chiave (1 sola parola) è una frase composta da parole chiave. La parola chiave in questo caso è l intera frase. Keyword o Parola Chiave: indica una parola particolarmente importante per la sua attinenza su un determinato argomento, trattato in una pagina web. Keyword Advertising: qualsiasi tipo di pubblicità che è collegato a parole chiave (es.: Google AdSense). Keyword Density: densità di parole chiave in una pagina in rapporto al numero totale di parole contenute nel testo. KPI Key Performance Indicators: sono degli indicatori chiave di prestazione utilizzati nella web analytics per misurare le performance di un web site attraverso per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Landing Page: pagina di atterraggio. La pagina che il visitatore raggiunge dopo aver cliccato un link apposito o una pubblicità. Lead: interesse dimostrato da un cliente in seguito ad un iniziativa promozionale, che si può poi concretizzare nell avvio di una trattativa commerciale. Lead Generation: generazione di liste contatti altamente qualificati e motivati all acquisto. Link Popularity: indica i link ricevuti da altri siti web, ed è molto importante ai fini del posizionamento tra le SERP dei MDR. I valori che i MDR danno alla link popularity non sono identici, ma i fattori che vengono esaminati per la valutazione sono pressoché gli stessi: numero di link, Google page rank della pagina, Alexa rank, anchor text, pagine linkate da altre pagine a tema, mancanza di spam o comportamenti ritenuti scorretti dalla pagina che linka, quantità del numero di link provenienti dalla pagina che ci linka (maggiore è il numero di link tanto minore è il valore che essi acquistano), etc. Link Sponsorizzati: nel search engine marketing indica una soluzione di advertising basata sulla possibilità di far comparire, sopra o a margine dei risultati naturali di ricerca, dei link testuali abbinati a chiavi di ricerca attinenti o correlate. Long Tail Keyword: keyword composte da due o più termini (keyphrase). Mailing List: strumento Internet che si avvale di un elenco di nominativi di persone fisiche o società cui recapitare per posta elettronica materiale promozionale o una proposta di vendita. Marketing Virale: insieme di azioni online che favoriscono la circolazione spontanea e a catena di messaggi informativi su di un organizzazione o un prodotto. Merchandising: complesso di attività che hanno lo scopo di promuovere le vendite una volta che la merce abbia raggiunto il punto di vendita stesso; per esempio confezione, esposizione, sconti, offerte speciali, distribuzione di materiale promozionale. Tale attività può essere svolta dal fornitore, dal venditore o da entrambi. Meta Tag: sono delle funzioni che è possibile e consigliato inserire nelle pagine web. Fino a poco tempo giocavano un ruolo fondamentale per un ottimo posizionamento sui motori di ricerca, al giorno d oggi questo valore è diminuito,ma è sempre consigliato inserirli. Mission: insieme degli obiettivi guida che costituiscono i valori di

19 Lazio Opinioni un azienda, e dei comportamenti desiderati per raggiungere gli obiettivi da essa stabiliti. Newsletter: pubblicazione, in genere di poche pagine, che riporta notizie scritte in modo sintetico. Ha per oggetto settori specifici e viene distribuita normalmente su abbonamento o allegata a giornali. Nicchia di Mercato: segmento di mercato con ambiti e confini specifici: in termini quantitativi qualora i bisogni soddisfatti siano propri di un numero ristretto di clienti - o in termini di specializzazione del prodotto o servizio, che risultano offerti da poche aziende. Opt-In: modalità di iscrizione alla newsletter. L interessato si abbona fornendo il proprio consenso a ricevere i futuri messaggi. Opt-Out: modalità di iscrizione alla newsletter. L utente è stato abbonato a sua insaputa senza aver fornito il suo consenso esplicito. Nel messaggio di che riceve ci sono le istruzioni per l eventuale cancellazione dalla newsletter. Questa modalità, in base alle regole della Netiquette, è da considerarsi spamming. Outsourcing: assegnazione della gestione di determinate attività o processi produttivi a imprese esterne, al fine di concentrare le proprie risorse su attività a maggior valore aggiunto e/o sul core business. Deriva dalla contrazione di outside resourcing, reperimento di risorse all esterno. PPA Pay Per Action: modello di pagamento per le campagne pubblicitarie online che paga quando viene compiuta una determinata azione (compilazione di un form, iscrizione ad una newsletter, click, vendita, etc.). PPC Pay Per Click: modello di pagamento per le campagne pubblicitarie online che paga per ogni click effettuato sugli annunci. PPI Pay Per Impression: modello di pagamento per le campagne pubblicitarie online che paga ogni tot visualizzazioni dell annuncio (di solito 1.000). PPL Pay Per Lead: modello di pagamento per le campagne pubblicitarie online dove gli affiliati ricevano dei compensi nel caso l utente effettui una registrazione o richieda informazioni sul sito dell inserzionista attraverso il sito che ospita la pubblicità. PPS Pay Per Sale: modello di pagamento per le campagne pubblicitarie online che paga per ogni vendita effettuata. Ranking: il ranking è la posizione che un motore di ricerca, attribuisce ad un sito, nella classifica risultante da molti fattori, tra i quali la link popularity e l attinenza più o meno alta con il termine che avete cercato. Naturalmente siti più rilevanti appariranno prima di altri. Referrer: URL di una pagina HTML che rimanda i visitatori a un sito. Robot: vedi Spider ROI Return on Investment: identifica un sistema per misurare il raggiungimento degli obiettivi fissati attraverso dei parametri, prima di una campagna pubblicitaria. Segmentazione del Mercato: processo di selezione che porta al frazionamento di un vasto mercato di consumatori in segmenti, ovvero -gruppi di persone che possiedono una percezione simile di un bisogno, delle sue caratteristiche e delle motivazioni che a questi si accompagnano, diversa da quella degli altri gruppi di consumatori, che li porta a sviluppare un comportamento omogeneo nella soluzione del problema rappresentato dal bisogno (Vescovi, 1996). SEM Search Engine Marketing: ramo del web marketing che si applica ai motori di ricerca, cioè comprende tutte le attività atte a generare traffico qualificato verso un determinato sito web. SEO Search Engine Optimization: tutte le azioni di ottimizzazione di un sito o di una pagina affinché risulti ben posizionata nei risultati dei motori di ricerca. SERP Search Engine Result Page: pagina dei risultati dei motori di ricerca (la prima, delle tante pagine di risultati ottenuti, è la più importante). Spider: è un programma usato dai motori di ricerca per visitare i siti, seguendo in modo autonomo, ogni collegamento ipertestuale presente. Target: obiettivo che si vuole raggiungere con una determinata azione o campagna. Può anche essere sinonimo di mercato-obiettivo, segmento, pubblico di riferimento. TrustRank: tecnica di analisi dei link di un sito web per distinguere le pagine web utili ai fini della navigazione dallo spam. Web Advertising: qualsiasi tipo di pubblicità che viene effettuata sul Web. Web Analytics: riguarda la misurazione, la raccolta, l analisi di dati Internet al fine di capire e ottimizzare l uso del web. Web Marketing: vedi Internet Marketing.

20 Lazio Opinioni Le scuse adottate dai clienti cattivi pagatori e il metodo per evitarle! di Sir Vester Oggi giorno molte imprese si trovano in difficoltà, non solo per il crescere dei costi e delle tasse, ma anche per il mancato pagamento di prodotti e servizi erogati da parte di committenti che non sempre versano in cattive acque, ma che fanno del rimando dei pagamenti una strategia per prendere tempo con i creditori e far fruttare (o sfruttare!) diversamente le loro liquidità. Pur tenendo conto che fra la rosa dei debitori c è chi ha serie e veritiere motivazioni che giustificano il ritardato/mancato pagamento, di seguito voglio elencare quelle che sono solitamente le scuse (spesso fantasiose) più adottate dai clienti cattivi pagatori : la crisi economica; momento di difficoltà improvviso; lavoro non soddisfacente (anche se in realtà è perfetto); mi fa male una gamba e non posso venire; domani passo (e così passano i mesi); È caro hmm e se te lo pago a 100 euro al mese? (e poi loro vanno in giro in Jaguar!); Accidenti! Ho finito il blocchetto degli assegni; Etc. Ecco, questi soggetti vanno evitati come la peste. clienti, ma si guadagna in salute. All inizio non ero così, lo sono diventato dopo il terzo cliente che ho dovuto inseguire per ottenere il pagamento. Certo, con questo sistema non si eliminano i perditempo, quelli purtroppo rimangono. Non sai quante persone mi contattano e mi fanno perdere tempo chiedendo informazioni, per poi dileguarsi nel nulla non appena si parla di soldi. Si sa, di persone con il braccino corto ce ne sono tante. Anzi, personalmente ho incontrato parecchie persone addirittura senza braccia. Qualcuno dice che se chiedi tutti i soldi anticipatamente, perderai molti clienti. È vero, ma è meglio così. Si tratta in fondo di un filtro: così i potenziali perditempo, quelli che ci ripensano o i cattivi pagatori, vengono eliminati alla fonte. Meglio un solo cliente che paga piuttosto che 5 clienti cattivi pagatori. Del resto nessuno si sognerebbe mai di acquistare un prodotto su Internet e di pagarlo solo a consegna avvenuta. Prima paghi e poi ti arriva la merce. Certo, c è il pagamento in contrassegno, ma non è molto diffuso su Internet. Alcune persone ritengono che il pagamento anticipato dell intera somma dovuta sia praticabile solo quando si parla di cifre modeste. Non è vero. Anzi, l entità della somma è un ulteriore filtro contro i cattivi pagatori: chi non è disposto a spendere entro una soglia minima, è bene che stia alla larga. Del resto nessuno si aspetterebbe mai di pagare cifre da discount per la parcella di un notaio o di un avvocato, giusto? Perché dovrebbe essere diverso per chi lavora su Internet? Cari clienti, le competenze sono il frutto di anni di studi e di esperienza sul campo (almeno per quanto mi riguarda): vogliamo remunerarlo questo know-how? Sono finiti i tempi del sito fatto dal figlio del cugino dell amico. Un ultimo consiglio per farti pagare tutto anticipatamente: offri uno sconto. Paghi tutto subito? Allora ti faccio uno sconto del 20%. Il metodo Sir Vester Io ho un metodo infallibile che sto adottando ultimamente nel mio settore, l informatica, e che può essere applicabile soprattutto nei settori consulenziali : mi faccio pagare tutto anticipatamente. Certo, si perdono molti

21 Lazio Opinioni Praticamente Fac simile messa in mora di Sir Vester Di solito molti professionisti agiscono seguendo un iter che più o meno è il seguente: firmare un contratto dove si evidenziano costi, tempi di realizzazione e modalità di pagamento. Definire un anticipo per inizio lavori (di solito il 30% o anche il 50%) e stabilire le modalità di pagamento del saldo residuo. Consegnare i lavori alla scadenza prefissata nel contratto ed emettere fattura al momento dell incasso. In caso di mancato pagamento nei termini, telefonare al cliente. Se il sollecito telefonico non produce effetto, inviare un sollecito scritto entro 7 giorni dalla data di scadenza della fattura. Il sollecito è un avviso di messa in mora mediante raccomandata con ricevuta di ritorno, dove si suggerisce di pagare entro un termine accettabile (di solito 15 giorni) pena il ricorso ad un legale. Di solito prima di questa missiva, puoi inviare un primo sollecito più soft dal tono amichevole. Se non funziona, entro 30 giorni dalla data di scadenza della fattura inviare un secondo sollecito. Se non funziona, entro giorni dalla data di scadenza della fattura, rivolgersi ad un legale che provvederà a far emettere un decreto di ingiunzione dal giudice di pace (per importi fino a 2.582,28 euro). Spett. NOME e INDIRIZZO dell INSOLVENTE OGGETTO: AVVISO DI MESSA IN MORA IN ALLEGATO: copia conforme all originale della fattura XXXXX. Luogo e data Spett. NOME DELL INSOLVENTE, facendo seguito a quanto già contestato più volte telefonicamente, per e-mai e per raccomandata, la invitiamo a procedere al pagamento della nostra fattura n. XXXX del XX/XX/XXXX di euro XXXX,XX entro 10 giorni dal ricevimento della presente raccomandata A.R. In caso di mancata ricezione del pagamento entro tali termini, ai sensi degli art. 1218, 1219 e 1282 del C.C., agiremo per via giudiziaria con decreto ingiuntivo, senza ulteriori avvisi e con addebito di interessi, costi e spese legali. C E CHI LA PENSA COSI SUL DENARO L'oro non è tutto. C'è anche il platino. Paperon de' Paperoni Il denaro è un ottimo mezzo per sopportare la povertà. Alphonse Allais Il denaro è come il sesso: quando uno ce l'ha, pensa a tutt'altro, e quando non ce l'ha, non pensa ad altro. James Baldwin Il denaro non è tutto. Un uomo con venti miliardi può essere altrettanto felice di uno con ventuno miliardi. Jackie Gleason La mia famiglia viveva in una tale miseria che quando finalmente siamo diventati poveri abbiamo fatto una festa. Max Greggio I soldi non fanno la felicità, dicono. Senza dubbio stanno parlando dei soldi degli altri. Sacha Guitry Se qualcuno vi dice: "Non è per i soldi ma per una questione di principio", state sicuri che è per i soldi. Kin Hubbard Naturalmente nella vita ci sono un mucchio di cose più importanti del denaro. Ma costano un mucchio di soldi. Groucho Marx I ricchi non sono mai generosi. Se fossero generosi non sarebbero ricchi. Paperon de' Paperoni Il denaro somiglia alla carta igienica: quando serve, serve con una certa urgenza. Upton Sinclair Quand'ero giovane pensavo che il denaro e il potere mi avrebbero reso felice. Avevo ragione. Graham Wilson

22 Lazio Opinioni In un libro la dura realtà del MOBBING, una tragedia che forse cominciamo ad affrontare. di Simona Mingolla È da qualche tempo in libreria "Mobbing storia di una donna che non si arrende, edito dalla romana Memori. L autrice del libro, Caterina Ferraro Pelle, è anche la protagonista della vicenda: una dirigente della Pubblica Amministrazione romana che, apparentemente per futili motivi (invece tutt altro che futili), diventa improvvisamente bersaglio dei vertici della struttura nella quale opera professionalmente. Il volume è una cronaca carica di intense emozioni e narra di continui trasferimenti, vessazioni, costrizioni all isolamento oltreché di vere e proprie aggressioni e intimidazioni subite in un ampio e incredibile lasso di tempo. In pratica, un incubo che sembra non finire mai. Si tratta della vicenda umana di una donna che si mostra decisa a reagire e a rispondere colpo su colpo: dal punto di vista psicologico e spirituale, ma anche concretamente, disponendosi ad affrontare - e alla fine a vincere la sua guerra in tribunale, anche se l incredibile condizione a tutt oggi non è mai cambiata, in barba alla sentenza - le faticose battaglie che la vedranno combattere, ottenendo alfine il reintegro al posto di lavoro. Alle parti autenticamente drammatiche si alternano brani nei quali l autrice analizza il fenomeno (deleterio e sempre più diffuso) del mobbing, arrivando anche a fornire suggerimenti pratici per affrontarne coraggiosamente l incredibile condizione: in pratica, una guida di autodifesa in un contesto dove la sicurezza del posto del lavoro è messa in discussione continuamente e anche - il libro ne è l esempio lampante - nei modi più tristi, violenti e impensati. Dopo l uscita del libro la stessa Caterina Ferraro Pelle ha animato su facebook una pagina Mobbing, contiamoci per contare per raccogliere storie parimenti destruenti: il numero degli iscritti, nel giro di poco tempo, ha raggiunto le 100 unità (in pratica, tutti gli iscritti sono altrettanti mobbizzati ), animando anche con dibattiti accesi eventuali iniziative e azioni comuni da intraprendere a difesa della dignità personale e professionale dei tantissimi professionisti toccati dal fenomeno presenti nel nostro Paese e sparsi in ogni angolo del territorio. Ulteriore prova, questa, della scarsità di strumenti normativi a disposizione di chi è stato colpito da questa scure (e il termine ci sta tutto, perché si tratta di autentiche mazzate dalle quali è difficilissimo riprendersi): un fai-da -te quasi necessario visto l abbandono al quale sono state relegate migliaia di persone, ad ogni livello della scala lavorativa. In verità anche in un recente passato alcune iniziative istituzionali - con il coinvolgimento di diversi attori - avevano tentato di analizzare e contrastare il fenomeno, non riuscendo però a produrre niente di concreto. In particolare, nel corso del secondo e del terzo Governo Berlusconi ( ) con i ministri per la funzione pubblica che in quei differenti periodi si sono succeduti (Frattini, Mazzella, Baccini) il Dipartimento della Funzione Pubblica impostò una ricerca e un intervento sul tema del benessere organizzativo nel pubblico impiego, con particolare riferimento proprio al tema del mobbing; nonostante il lavoro che ne scaturì non si arrivò alla stesura di una legge organica, ma il contrasto al fenomeno da allora è entrato nella contrattazione sindacale e ha dato luogo all istituzione di paritetici comitati antimobbing non dotati però di poteri sanzionatori, ma solo di segnalazione. Recentemente, con l approvazione del Collegato Lavoro (il Disegno di legge delega in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l impiego, di incentivi all occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro) si sono finalmente istituiti comitati unici di garanzia contro tutte le forme di discriminazione che dovrebbero unificare i comitati per le pari opportunità e i comitati anti-mobbing su base non più negoziale, ma con cogenza di legge. Magari è solo un primo passo, ma pare si stia finalmente muovendo qualcosa. Caterina Ferraro Pelle, i suoi cento amici di facebook e le migliaia di altri mobbizzati italiani che non riescono a far sentire alta la loro voce di discriminati possono forse cominciare a sperare in qualcosa di concreto che li aiuti ad uscire dall irragionevole ghetto in cui sono stati cacciati.

23 Lazio Opinioni Il mobbing, fra mobber e mobbizzato. Ma chi è il vero malato? di Simona Mingolla Continuo la trattazione del grave problema del mobbing prendendo spunto da quanto emerso al convegno Mobbing in uniforme, organizzato dal Pdm (il partito per la tutela e diritti dei militari) che si è tenuto recentemente a Roma. Infatti, alcuni dati che ne sono scaturiti mi sembrano di particolare interesse. Anzitutto, conviene sapere che in ambito privato i contenziosi relativi al mobbing sono spesso caratterizzati da risoluzioni anticipate fra le parti, perseguite anzitutto dalle aziende che vogliono evitare una nomea negativa qualora si arrivasse a giudizio. Quindi, se in casi del genere la percentuale di addetti che ne è toccato arriva al 20% per il mobbing e al 14% per il demansionamento, lo spegnersi concordato del problema dovuto ad un accordo fra le parti nel privato fa balzare in testa a questa particolare classifica proprio la pubblica amministrazione e la difesa, con il 7% di casi di vessazioni e il 10% di demansionamenti; segue la sanità con l'8% (le donne, in generale, sono la maggioranza, e toccano il 55% dei casi). Nel particolare, come ha sottolineato nell occasione il segretario del Pdm Luca Comellini, Il problema è che la Difesa non riconosce che vi sia il mobbing tra i militari, eppure si continuano a ricevere segnalazioni da militari, Guardia di Finanza e Carabinieri, di vessazioni, demansionamenti, avanzamenti di carriera bloccati. Non è un caso che negli ultimi dieci anni si siano registrati 228 suicidi di carabinieri con l'arma d'ordinanza. Invece, secondo Mauro Di Fresco del Nursind (il sindacato delle professioni infermieristiche), la figura del mobbizzato per eccellenza è quella dell'infermiere, vessato da medici, pazienti e direzione sanitaria. Al di là di queste dichiarazioni settoriali, da una ricerca presentata nell occasione è risultato che il mobbing comporta pesante isolamento lavorativo, familiare, sociale, e che con il suo perpetrarsi la vittima arriva fino alla espulsione e alla perdita del lavoro tout court. Le diverse forme di mobbing implicano sindromi e patologie psicologiche e morali che costringono all assenza dal posto di lavoro per curarsi, e che di conseguenza comportano gravissimi danni alla salute. Il percorso perverso che deve subire un mobbizzato è equiparabile ad un autentico calvario: questi diviene un capro espiatorio per i problemi legati all ambiente di lavoro, è costretto a trasferimenti continui, a vedersi rifilare incarichi minori, passando dalla malattia all esclusione dal lavoro ed all ingresso nel campo delle problematiche sociali (leggesi: disoccupazione) con conseguente aumento dei problemi e del disagio, per arrivare infine ed ineluttabilmente al prepensionamento. È a questo punto che il problema diventa di tutti, quindi sociale, per le cure e le garanzie che alla vittima in questione devono essere garantite. E qui viene la parte più interessante, a voler essere un po cinici. Sì, perché ad una prima lettura del fenomeno si potrebbe pensare che il problema è quasi privato, giocato sul filo della contrapposizione fra due soli soggetti: il mobbizzante e il mobbizzato, e che le eventuali implicazioni economiche siano da restringere in questo doppio ambito. E invece non è così, perché un episodio di mobbing, nel suo complesso, costa alla collettività il 190% in più dello stipendio (in termini di salario medio annuo) per improduttività, spese mediche, spese legali, spese previdenziali, malattia e (appunto) prepensionamento. In parole povere, è facile fare i duri (il mobbizzante) quando poi a pagarne (in tutti i sensi) sono gli altri, cioè noi. Vogliamo vedere come si può anche verbalizzare questo essere duri e crudeli? Dal campionario di modi e termini che la casistica legale finora ha accumulato possiamo trarre qualche spunto illuminante, e quelle che seguono sono tutte pesanti offese realmente formulate, e riconosciute come reato dalla Cassazione. Anzitutto, si deve sapere che le ingiurie sul posto di lavoro sono considerate mobbing se ripetitive e finalizzate ad umiliare, vessare e costringere il lavoratore a lasciare il posto di lavoro o a piegarsi alla volontà della maggioranza o del superiore gerarchico. Fra queste compaiono vere azioni da cuor di leone, come: spintonare il vessato o addirittura sputargli addosso (avete letto bene), oppure rivolgersi a lui con frasi da veri gentiluomo del tipo: non

24 Lazio Opinioni capisci un cazzo, vai a cagare, sei un ricchione o (figurarsi se poteva mancare!) sei una cicciona ; molto gettonato in termini sessisti anche per questo lavoro serve un uomo, e di particolare creatività hai una natura lewinskiana, fai delle farneticazioni uterine (doppia puntualizzazione che testimonia del grado di finezza dell autore). Il classico vaffa merita una puntualizzazione prontamente colta dai nostri legislatori, testuale: è reato solo se si mostra il dito medio; non è reato anche se si mostra il dito medio ma si deve litigare incidentalmente cioè senza conoscersi; se invece ci si conosce è reato. Quello che ho pensato leggendo quest ultimo elenco è che il vero malato di tutta questa storia deve essere proprio considerato il persecutore, e al volo mi è venuta in soccorso la stessa ricerca sopracitata, ed è questa la chicca che volevo riservare per il gran finale. Infatti, molti studi hanno comprovato che il mobber è un autentico frustrato che scarica i suoi problemi personali sugli altri, un istigatore alla ricerca di nuove cattiverie, un megalomane con una propria visione distorta di quanto lo circonda e, dulcis in fundo, un narcisista perverso. Questi ultimi, secondo la psicoterapeuta familiare francese Marie France Hirigoyen sono soggetti psicotici senza sintomi che trovano il loro equilibrio scaricando su altri il dolore che non sono capaci di provare, e le contraddizioni interne che rifiutano di prendere in considerazione. Questo transfert del dolore permette la loro valorizzazione a spese dell altro. Quindi, per finire, lancio una proposta operativa : la cosa più importante da fare quando si palesa un caso di mobbing non è tanto andare a cercarne le cause, ma piuttosto risalire alla sua origine - cioè a chi lo ha procurato - e intervenire subito per curare il sadico vessatore, mettendolo anche il più in fretta possibile nella condizione di non combinare altri disastri del genere. È pur vero che le spese sanitarie saranno anche in questo caso a nostro carico e sapendo che razza di soggetto mandiamo a curare ci potrebbe passare la voglia, ma così facendo può essere pure che si risparmia. Vinciamo la ritrosia, allora, che alla lunga ne può valere senz altro la pena, e alla fin fine ne guadagneremo tutti in salute.

25 Lazio Opinioni Marchi storici che non sono più italiani tira la cura per far naufragare l Italia di Paolo D Arpini Sono passati in mani straniere marchi storici dell agroalimentare italiano per un fatturato di oltre 5 miliardi di euro nell ultimo anno, anche per effetto della crisi che ha reso più facili le operazioni di acquisizione nel nostro Paese. E l allarme lanciato dal Presidente della Coldiretti Sergio Marini in occasione dell inaugurazione della Fieragricola di Verona, dove al padiglione 3 stand C2 è stato allestito lo scaffale del Made in Italy che non c è più. Ad essere presi di mira sono sopratutto i prodotti simbolo dell Italia e della dieta mediterranea, dall olio al vino fino alle conserve di pomodoro. Nello spazio di dodici mesi sottolinea Marini sono stati ceduti all estero tre pezzi importanti del Made in Italy alimentare che sta diventando un appetibile terra di conquista per gli stranieri con la tutela dei marchi nazionali che è diventata una priorità per il Paese, da attuare anche con una apposita task force. Si è iniziato con l importare materie prime dall estero per produrre prodotti tricolori. Poi si è passati ad acquisire direttamente marchi storici e il prossimo passo rischia di essere la chiusura degli stabilimenti italiani per trasferirli all estero. Un processo continua il presidente di Coldiretti favorito dalla crisi di fronte al quale occorre accelerare nella costruzione di una filiera agricola tutta italiana che veda direttamente protagonisti gli agricoltori per garantire quel legame con il territorio che ha consentito ai grandi marchi di raggiungere traguardi prestigiosi. Ed è per questo che all interno della Fieragricola la Coldiretti ha aperto la Bottega di Campagna Amica che si affianca alla grande distribuzione e ai negozi di prossimità e che va ad integrare la rete già attiva delle oltre cinquemila aziende agricole trasformate in punti vendita e dei mille mercati degli agricoltori già presenti su tutto il territorio nazionale. Si tratta della prima catena di vendita diretta organizzata degli agricoltori italiani che offre esclusivamente Made in Italy garantito dalla Fondazione Campagna Amica. L ultimo pezzo da novanta del Made in Italy a tavola a passare in mani straniere è stata ricorda la Coldiretti la Ar Pelati, acquisita dalla società Princes controllata dalla Giapponese Mitsubishi. Poche settimane prima era toccato alla Gancia, casa storica per la produzione di spumante, essere acquistata dall oligarca Rustam Tariko, proprietario della banca e della vokda Russki Standard. La francese Lactalis è stata, invece protagonista sottolinea la Coldiretti dell operazione che ha portato la Parmalat finire sotto controllo transalpino. Ma andando indietro negli anni non mancano altri casi importanti, dalla Bertolli, acquisita nel 2008 dal gruppo spagnolo SOS, alla Galbani, anche questa entrata in orbita Lactalis, nel Lo stesso anno gli spagnoli hanno messo le mani pure sulla Carapelli, dopo aver incamerato anche la Sasso appena dodici mesi prima. Nel 2005 continua la Coldiretti la francese Andros aveva acquisito le Fattorie Scaldasole, che in realtà parlavano straniero già dal 1985, con la vendita alla Heinz. Nel 2003 hanno cambiato bandiera anche la birra Peroni, passata all azienda sudafricana SABMiller, e Invernizzi, di proprietà da vent ani della Kraft e ora finita alla Lactalis. Negli anni Novanta erano state Locatelli e San Pellegrino ad entrare nel gruppo Nestlè, anche se poi la prima era stata girata alla solita Lactalis (1998). La stessa Nestlè conclude la Coldiretti possedeva già dal 1995 il marchio Antica gelateria del corso e addirittura dal 1988 la Buitoni e la Perugina. Secondo uno studio Coldiretti/Eurispes, il risultato è stato che oggi circa un terzo (33 per cento) della produzione complessiva dei prodotti agroalimentari venduti in Italia ed esportati deriva da materie prime agricole straniere, trasformate e vendute con il marchio Made in Italy, per un fatturato stimato in 51 miliardi. Da qui la necessità per la Coldiretti di applicare con trasparenza la legge nazionale sull obbligo di indicare la provenienza in etichetta su tutti gli alimenti approvata dal Parlamento all unanimità lo scorso anno. Marchi Made in Italy che non ci sono più 2012 PELATI AR, ANTONINO RUSSO Acquisito nel 2012 dalla società Princes controllata dalla Giapponese Mitsubishi 2011 PARMALAT Acquisita dalla francese Lactalis 2011 GANCIA Acquisito dall oligarca Rustam Tariko, proprietario della banca e della vokda Russki Standard 2008 BERTOLLI Venduta a Unilever e quindi acquisita dal gruppo spagnolo SOS 2006 GALBANI Acquisita dalla francese Lactalis 2006 CARAPELLI Acquisita dal gruppo spagnolo SOS 2005 SASSO Acquisita dal gruppo spagnolo SOS 2005 FATTORIE SCALDASOLE Venduta a Heinz nel 1995 e quindi acquisita dalla francese Andros 2003 PERONI Acquisita dall azienda sudafricana SABMiller 2003 INVERNIZZI Venduta a Kraft nel 1985 e quindi acq u isita dalla francese Lactalis 1998 LOCATELLI Venduta a Nestlè e quindi acquisita d a l l a francese Lactalis SAN PELLEGRINO Acquisito nel 1998 dalla svizzera Nestlè 1993 ANTICA GELATERIA DEL CORSO Acquistata dalla svizzera Nestlè BUITONI Acquisito dalla svizzera Nestlè PERUGINA Acquisito dalla svizzera Nestlè. (Fonte: Coldiretti)

26 Lazio Opinioni Partita a scacchi in Medio Oriente di Stelio W. Venceslai La tensione nei Paesi del Golfo arabico sta salendo a dismisura. Se le ventilate minacce dell Iran di chiudere lo stretto di Ormuz dovessero concretizzarsi, gli Stati del Golfo, dal Kuweit al Quatar, dagli Emirati a Bahrein, si troverebbero le rotte petrolifere bloccate e non potrebbero più esportare petrolio. L unica alternativa sarebbe transitare nell interno verso il Sultanato di Oman o, in una prospettiva di medio periodo, costruire un oleodotto che arrivi fino ai porti saudiani o yemeniti. Dallo stretto di Ormuz passa circa un terzo del petrolio per via marittima a livello mondiale e un sesto in assoluto del petrolio commerciale nel mondo. In caso di ostruzione dello stretto, con l affondamento di alcune navi mercantili, l effetto immediato sarebbe quello di un impennata straordinaria del prezzo del petrolio che, secondo alcune stime, potrebbe superare i 180 $ al barile da un giorno all altro. Si tratta di una prospettiva che apre scenari inquietanti non solo sul traffico petrolifero ma sulla pace in questo importante scacchiere strategico. La flotta americana è posizionata al largo dello stretto di Ormuz, in attesa. La tensione derivante dalle minacce iraniane è molto forte. D altra parte, nel punto più stretto, la distanza dalla costa iraniana è appena di 40 km. L Iran mostra i muscoli, ma forse è solo una delle tante minacce al mondo occidentale ed ai vicini e ricchissimi Paesi arabi del Golfo. Ma un altro elemento inquietante è dato dalla presenza pervasiva iraniana in tutto il Medio oriente. Da ultimo, l Iran ha stipulato un accordo importante con l Egitto che ha determinato la rottura delle relazioni fra quest ultimo Paese e gli Emirati. L Iran predomina sugli Hezbollah libanesi e sulle frange e- stremistiche palestinesi, come Hamas. L Iran protegge la Siria e sostiene il regime traballante e sanguinario di Damasco. L Iran sta svolgendo un opera di penetrazione e di sobillazione nel nuovo Iraq, dove i rancori lasciati dalla guerra e dall occupazione americana sono molto forti. Infine, l Iran sta concludendo la sua preparazione nucleare, che certamente è quella che incute maggior timore in Israele. Il fatto è che se si scatenasse un conflitto nucleare, due o tre bombe atomiche iraniane potrebbero distruggere completamente Israele, la cui estensione territoriale è modesta, oltre ad inquinare il Mediterraneo orientale. Israele, come è logico, non è disposto ad attendere la distruzione. A fronte del rischio del collasso nucleare, è molto probabile che si pensi ad un attacco preventivo sulle basi nucleari iraniane, per annientare il loro dispositivo di offesa. In tutto il Medio oriente si stanno vivendo giornate di aspettazione e di angoscia. Ci sarà la guerra? Obama, in una lunga conferenza stampa, ha cercato di rassicurare il mondo sulle pacifiche intenzioni americane. Gli Stati Uniti non intendono, almeno al momento, aprire un ulteriore fronte militare, dopo aver chiuso malamente quello iraqeno ed essendo tutt ora impegnati nella disgraziata guerra afghana. Ma se Israele dovesse attaccare, nonostante le ammonizioni di Obama, e non riuscisse a neutralizzare completamente l arsenale atomico iraniano, sarebbe inevitabile una forte reazione di Teheran. Cosa farebbero, in questo caso, gli Stati Uniti? E se, viceversa, fosse l Iran ad attaccare? Si tratta di uno scenario terribilmente inquietante. La questione siriana diventa, allora, il nodo centrale da sciogliere. La caduta del regime di Damasco interromperebbe quella contiguità territoriale ed ideologica che lega gli Hezbollah ed Hamas alla politica di Teheran. Alla caduta del regime siriano, però, si oppongono Russia e Cina. Ma fino a che punto? La partita che si sta giocando in Medio o- riente è diplomatica, politica e militare, non è soltanto questione della sopravvivenza di Israele o di un maggiormente limitato approvvigionamento petrolifero. Rischia d essere una questione di vita o di morte. Israele non ha nessuna intenzione di morire. Per questo, la vera incognita è il suo atteggiamento. La partita si giocherà a maggio/giugno, in un senso od in un altro, pace o guerra.

27 Lazio Opinioni Corruzione: la banalità del male di Carlo Mochi Sismondi Accostare il fenomeno carsico e diffuso della corruzione al male supremo dell Olocausto, evocato dal titolo del celeberrimo e terribile libro di Hannah Arendt, è forse ardito, ma la tranquilla protervia, la serena perseveranza nell aderire e nutrire un sistema di continua corruttela, e quindi di continuo sopruso, che emerge ogni giorno da luoghi diversi e da tante e diverse istituzioni del Paese, mi inquietano profondamente. Delle cronache giudiziarie quotidiane mi allarma appunto la normalità delle procedure, la banale contabilità delle elargizioni in denaro o natura, la sicurezza dell impunità, l attesa e scontata assoluzione da parte di gran parte dell opinione pubblica ormai rassegnata, perché così va il mondo, la scarsa fantasia, che spesso confina con una sconcia sfrontatezza, delle scuse addotte quando le inchieste scoprono qualche mano nella marmellata. Come sarebbe stato impossibile il male indicibile del nazismo senza un adesione esplicita o silenziosa di una gran parte del popolo tedesco, così è impossibile lottare con successo contro la corruzione e la mal amministrazione senza una precisa consapevolezza di quanto essa sia diffusa, ma soprattutto percepita come normale dagli addetti ai lavori e dai cittadini, ne partecipino o meno. I danni di questo stato di cose sono gravissimi e vanno almeno in due direzioni: da una parte il danno economico, tanto più grave ora che con fatica ci scopriamo tanto più poveri di quel che avevamo immaginato; danno che deriva non solo dall aggravio dei costi, dalla scelta non meritocratica delle forniture e delle persone, dalla mortificazione della concorrenza, ma anche e forse di più, dalla diffidenza diffusa che suggerisce, proprio mentre ci arrendiamo al male, procedure e toppe sempre più complicate che deresponsabilizzano chi deve scegliere e lo mettono in uno stato di continuo sospetto. È per questo che in Italia il sistema del procurement pubblico è così inefficiente ed è, ad esempio, così incapace di comprare innovazione, ma al massimo riesce ad acquistare ad un nominale massimo ribasso pezzi di ferro e linee di codice, senza mai chiedersi qual è l outcome del progetto nel suo complesso. Ma il danno peggiore è certamente quello che nasce appunto dalla normalità che viene attribuita alla ricerca dell interesse privato, comunque sia, al sistema dello scambio di favori, dell accordo sottobanco, dell appropriazione degli uffici pubblici, non più servizio, ma status e privilegio. Da qui, di converso, viene la percezione dell anormalità del fare il proprio dovere. Un segno chiaro e scandaloso di questo l ho letto nella reazione stizzita (e per me oscena) di alcuni politici contro i controlli diffusi della Guardia di Finanza e dell Agenzia delle Entrate a Cortina. Una cosa normale appunto (non chiamatelo blitz per favore!), svolta banalmente dove ci sono i soldi ---perché l anormalità sarebbe stata fare un blitz a Tor Bella Monaca!--- diventa appunto eccezione, pietra di inciampo, disturbo colpevole.

28 Lazio Opinioni L impotenza dei cretini di Cecco d Ascoli Il caso dei due marò in galera nel Kerala è emblematico dell impotenza del nostro Paese, della scarsa considerazione dei suoi diritti e dell imperante cretinismo nei nostri circoli amministrativi, diplomatici e politici. Veniamo ai fatti. Da cinque o sei anni le rotte marittime dal Mar Rosso a quelle asiatiche non sono più sicure. Dopo l abbandono della Somalia al suo tristissimo destino, la pirateria marittima ha fatto la sua ricomparsa. Nessuno provvede. Tutti strillano, ma intanto le navi mercantili e da crociera navigano in acque pericolose, spesso sono sequestrate, ogni tanto c è qualche morto e si pagano riscatti. Pompeo, a suo tempo, sterminò i pirati della Cilicia, ma il solerte e tecnologico mondo occidentale se ne guarda bene. Le flotte da guerra dei Paesi rivieraschi o non sono in grado di contrastare i pirati o cercano di farne a meno e, magari di lucrarci sopra. Una petroliera italiana naviga in acque internazionali nei pressi delle coste del Kerala, in India. A bordo ci sono alcuni marò della nostra Marina militare. Sempre meglio del nulla, anche se le navi in rotte perigliose andrebbero scortate da un cacciatorpediniere. Ma lasciamo stare. Nella zona, negli ultimi sei mesi, ci sono stati oltre venti attacchi dei pirati. Presunte barche di pescatori si avvicinano. Evidentemente, non rispondono ai segnali di richiesta della nave italiana. Sono pirati? Vallo a sapere. I marò sparano. E un loro diritto, dopo l avvertimento. In oltre, si è in acque internazionali. La cosa è indubitabile, perché così dicono le registrazioni satellitari. Muoiono due pescatori. La nave si allontana. Fulmini e tragedie. L India reclama soddisfazione. La nave torna indietro. Sale a bordo la polizia indiana. Interrogatori. La buona fede, così viene chiamata ufficialmente dalla nostra diplomazia, fa sì che si entri nel mare territoriale indiano. Collaboriamo. I due marò scendono a terra per spiegazioni. Naturalmente, sono interrogati, poi messi in stato di fermo, infine messi in galera. Le armi a bordo della nave italiana, vengono sigillate. Gli straordinari buoni uffici del nostro Ministero degli Affari Esteri ottengono che i nostri due marò, in galera in attesa di processo, non si mescolino con gli altri detenuti e possano mangiare la pasta asciutta. Ora si è in attesa del processo. Tiriamo alcune conclusioni. E un pasticcio enorme in cui tutti sono colpevoli e, quel che è più grave, l impressione, per un osservatore esterno, è che gli Italiani siano cretini. Primo: acque internazionali o no? Qui non c è da discutere. Le registrazioni parlano chiaro. Secondo: perché la nave italiana è tornata indietro? Chi ha dato gli ordini? Il Comandante o il nostro Ministro degli Esteri? Terzo: è accettabile che la polizia indiana sigilli le armi in una nave italiana? No. Per questo non si doveva entrare nel mare indiano. Quarto: perché i marò sono stati autorizzati a mettersi nelle mani della polizia prima e della giustizia indiana poi? Chi lo ha fatto? Il Ministero della difesa o quello degli Esteri o tutti e due? Quinto: un Sottosegretario agli Esteri sta lì da quindici giorni, a farsi sbeffeggiare dalle autorità del Kerala. Che sta a fare? Ad assicurare gli spaghetti ai nostri marò? Sesto: laddove c è pirateria esiste un preciso obbligo internazionale per le autorità costiere a pattugliare il mare ed a vigilare che non si verifichino incursioni. L India l ha mai fatto? In questo caso, lo stava facendo? Immaginiamo che la Corte suprema del Kerala confermi l arresto ed il conseguente giudizio penale nei confronti dei nostri marò. Che si fa? Paghiamo un riscatto favoloso (tanto ci siamo abituati) alle famiglie e chiediamo scusa al Governo indiano, oppure li lasciamo marcire nelle galere indiane, nei cui confronti le nostre carceri sono alberghi a quattro stelle? C è da restare allibiti. M immagino se un fatto del genere fosse accaduto alla Francia od alla Germania. Non parliamo, poi, degli Stati Uniti. In Israele avrebbero già mandato delle unità speciali per liberare i marò. La nostra pomposa marina non fa che segnalare disastri. Quelli mercantili, passi, ma quelli militari, no. E una vergogna. Il nostro Ministro degli Esteri è come se non ci fosse: placare, parlare, negoziare, essere disponibili. Questa è la politica che si è sempre fatta, quella dell acquiescenza. Risultati: zero. Il nostro Governo? Se si tratta di torchiare, va tutto bene, se si devono levare le castagne dal fuoco a partiti, idem, se si tratta di sventolare una bandiera, sul serio, latita. Tanto per ridere, infine, la Procura di Roma apre un fascicolo nei confronti dei nostri marò che hanno fatto solo il loro dovere. Il nostro Paese affonda nella vergogna dell impotenza e dell irresponsabilità. Non si tratta di crisi finanziaria. E una crisi morale, molto più profonda e devastante. Il caso indiano ne è la riprova.

29 Lazio Opinioni 29 IRRESPONSABILITA DEI MAGISTRATI. Avv. Antonio Giangrande Lettera per il Direttore e la redazione: solo per amor di verità. Tanto fumo per niente. Il problema vero e taciuto non è chi paga per l errore commesso dal magistrato (se solo lo Stato od anche il magistrato), ma se e quando la responsabilità è acclamata. Per i poveri mortali il principio di responsabilità afferma che chi per dolo o colpa semplice arreca danno ingiusto ad altri: paga. Per i magistrati questo non vale. Sempre al di la ed al di fuori della legge. La normativa a cui tutti vogliono mettere mano, da sempre ed a parole, prevede che se il magistrato sbaglia, ma solo con colpa grave, quindi mai, non è lui a pagare, ma lo Stato, ossia noi cittadini. Scherzi della politica e dell informazione. Fanno apparire un cataclisma, quello che è una piccola toccatina. Dal 1987, con l approvazione del referendum, si cerca di mettere argine all abuso di potere della magistratura, ma niente: nonostante lodi e progetti di legge, non si muove foglia. Ogni tentativo va a sbattere sulla casta delle toghe e sui loro alleati politici e mediatici, che hanno il comune obiettivo di abbattere il nemico politico. Toccare i giudici è considerato un attentato alla Costituzione. Insomma nulla è cambiato confronto a prima, solo l eventualità di chiamare in causa direttamente il magistrato che, con la statuizione vivente, mai sarà chiamato a rispondere per i suoi errori. Basti ricordare che da gennaio 2001 a febbraio 2010 lo Stato ha sborsato 423 milioni di euro di risarcimenti per custodie cautelari e arresti preventivi illegittimi, oltre che per errori giudiziari. Responsabilità dei magistrati: solo 4 condanne - «Dal 1988 ad oggi, su 400 cause avviate, ci sono state solo 4 condanne di giudici - ha spiegato Enrico Costa (Pdl) dopo il sì dell'aula alla responsabilità civile dei magistrati oltre i casi di dolo e colpa grave - Di queste aggiunge Costa sono state dichiarate inammissibili, 49 attendono pronuncia di ammissibilità e 70 attendono l'impugnazione per la decisione di inammissibilità. 34 risultano ammissibili, ma di queste 16 sono pendenti e 14 respinte». Qualcuno dice, va bè, ma lo Stato poi si rifà sul responsabile fino ad un terzo del suo stipendio. Bene. Bisogna sapere che oggi per un magistrato la vita e la reputazione di una persona vale la stipula di una polizza assicurativa. E basta poco a tacitare le coscienze. Nota: il premio viene stabilito in Euro 145,50= complessivi (polizza di Responsabilità Civile e polizza di Tutela Legale -non è possibile sottoscrivere le polizze separata mente) per le adesioni che avverranno nel periodo 15/04-15/10 di ogni anno, mentre è pari ad Euro 72,75= per le adesioni che avverranno nel periodo 16/10-14/04 di ogni anno. La Copertura assicurativa decorre dalla data del versamento. I magistrati, specie di sinistra, si ribellano alla norma votata alla Camera: attentato alla Costituzione!!! E c è qualcuno di loro, noti rappresentanti della categoria che, intervistati, hanno il coraggio di dire: è in contrasto con la normativa europea e la Costituzione Italiana (Giuseppe Cascini, segretario ANM); ovvero è difficile rispondere a chi non sa nemmeno di cosa si sta parlando (Luca Palamara, presidente ANM). A questi risponde il Dr. Antonio Giangrande, scrittore, autore della collana editoriale L Italia del Trucco, l Italia che siamo, e presidente dell Associazione Contro Tutte le Mafie: «La sentenza 13 giugno 2006 della grande sezione della Corte di Giustizia del Lussemburgo afferma che la Legge 117/88 viola i principi dell Ordinamento Comunitario nella parte in cui la norma limita arbitrariamente l ambito della responsabilità civile dei Magistrati. Il diritto comunitario osta ad una legislazione nazionale che limiti la sussistenza di tale responsabilità ai soli casi di dolo o colpa grave ""inescusabile"" del giudice, ove una tale limitazione conducesse ad escludere la sussistenza della responsabilità dello Stato membro interessato in altri casi (semplice colpa) in cui sia stata commessa una violazione manifesta del diritto.» I Magistrati dovrebbero solo applicare la legge, e dai risultati che appaiono sotto gli occhi di tutti spesso non ci riescono, ma questi vorrebbero anche emanarla. E questo sì che è un attentato alla Costituzione!!! Presidente Dr. Antonio Giangrande ASSOCIAZIONE CONTRO TUTTE LE MAFIE ONLUS

30 Lazio Opinioni Io dallo psicologo? Non sono mica matto! Tutte le iniziative del MIP5 a Viterbo, con il Patrocinio della Provincia e del Comune. Sono ancora molte le persone che reagiscono in questo modo di fronte al consiglio di chiedere un aiuto professionale per superare un momento critico della propria esistenza, o per imparare a far ricorso alle proprie risorse interne in modo più funzionale. Per sfatare questo luogo comune, erroneo e dannoso, gli psicologi aderenti alla più grande comunità professionale online PSYCOMMUNITY continuano ad adoperarsi con l iniziativa MIP Maggio di Informazione Psicologica, quest anno giunta alla quinta edizione. A Viterbo quest anno saranno attive 6 psicologhe che a Maggio terranno seminari esperienziali e colloqui individuali (tutti gratuiti, ma con prenotazione obbligatoria), presentati nel corso di una Conferenza pubblica che si svolgerà presso la Sala della Provincia, Via Saffi 49, il 5 maggio 2012 dalle ore 16 alle ore 18 sul tema CONOSCIAMO LA PSICOLOGIA, MIGLIORIAMO IL BEN- ESSERE: PRESENTAZIONE DELLE INIZIATIVE MIP5 A VI- TERBO. L escalation di interesse che di anno in anno si accende per le iniziative del MIP di per sé definisce e quantifica il 'bisogno' di psicologia avvertito dalla gente, eppure permangono zone d ombra e talvolta diffidenza verso questa disciplina scientifica. Per tale ragione le psicologhe aderenti al MIP5 a Viterbo nel corso della Conferenza pubblica del 5 maggio illustreranno gli ambiti e le modalità di intervento dello Psicologo soprattutto per quanto attiene alla promozione della salute e alla prevenzione del disagio. Concetti, questi, che implicano dinamismo, e quindi c a m b i a m e n t o, adattamento, durante l intero ciclo di vita. Conoscersi meglio psicologicamente, avere un buon dialogo interiore, poter contare su buone relazioni affettive, amicali, sociali, migliorare le proprie risorse interne grazie all'autoconoscenza ed all'insight, costituire un buon e- sempio per i propri figli, rappresentano gli ingredienti fondamentali per una sicurezza di base che dovrebbe permettere all'individuo di affrontare i molteplici problemi dell'esistenza in modo autentico ed efficace. Quindi, conoscere se stessi e migliorare le proprie competenze, sia come progetto educativo, sia utilizzando il counseling psicologico e la psicoterapia, è sempre necessario per assicurarsi livelli adeguati di benessere e di salute psicofisica e relazionale. Lo scopo del MIP nel suo complesso e, nello specifico, della Conferenza del 5 maggio presso la Provincia di Viterbo, dunque, è la diffusione di un adeguata informazione, a partire anche dalla curiosità e dalle domande che i partecipanti vorranno porre. Infatti, contrariamente al preconcetto, tanto diffuso, che vuole che lo psicologo si occupi dei matti, il suo intervento è volto alle persone (normali, sane) che intendano trovare strategie adeguate per migliorare la qualità della propria vita, promuovendo il benessere personale, familiare, lavorativo, affettivo, e per potenziare ed esprimere le proprie risorse al fine di superare le situazioni problematiche che la vita inevitabilmente comporta, ad esempio a scuola, all università per il superamento di alcuni esami, di fronte a cambiamenti (di lavoro, di città), nascita di figli, separazioni, lutti, diagnosi di malattie, ecc. Solo gli psicologi clinici e gli psicoterapeuti si dedicano precipuamente all ascolto e al trattamento del disagio psichico e delle psicopatologie. Verranno, infine, presentate le attività seminariali che si svolgeranno nell arco del mese di maggio, come da programma nella pagina seguente. Al termine delle iniziative MIP, gratuite, i partecipanti riceveranno del materiale informativo sulla Psicologia e sul fare professionale degli psicologi. Per prenotazioni:

31 Lazio Opinioni maggio ore Dott.ssa Claudia Urbani - Demenze: tra cognizione e relazione Via Rosmini, 8 - Viterbo 12 maggio ore Dott.ssa Elisa Fumarola - Il post-adozione: il bambino, la famiglia, la scuola c/o Ass. Murialdo, Via Murialdo, 51 - Viterbo 12 maggio ore 17,30-19,30 Dott.ssa Marisa Nicolini - Sintomi e disturbi d ansia: come liberarsene per una migliore qualità della vita Via Alessandro Polidori, 5 - Viterbo 15 maggio ore Dott.ssa Claudia Urbani - Orientamento sessuale, identità di genere, identità Via Rosmini, 8 - Viterbo 18 maggio ore Dott.ssa Elisa Fumarola - Affido eterofamiliare: presentazione di una idea e dei suoi significati psicologici c/o Ass. Murialdo, Via Murialdo, 51 - Viterbo 18 maggio ore Dott.ssa Monia Cosimi - Gestione dello stress con la meditazione Via Zepponami, 6/d - Montefiascone 19 maggio ore Dott.ssa Marisa Nicolini - Credi in te stesso, figlio mio! Principi educativi per la costruzione dell autostima Via Alessandro Polidori, 5 - Viterbo 23 maggio ore Dott.ssa Stefania Trapè - Saper ascoltare, essere ascoltati, credo in te figlio, credo in te mamma e papà Via Zepponami, 6/d - Montefiascone 26 maggio ore Dott.ssa Deborah Marcellini - Posso dire No senza sentirmi in colpa: la comunicazione assertiva Largo S. Bernardino da Siena, 10 - Viterbo 29 maggio ore Dott.ssa Monia Cosimi - La gabbia dell ansia Via Zepponami, 6/d - Montefiascone

32 Lazio Opinioni Malattia di Dupuytren: sintomi, cause e possibili cure. di Sabina Pani Si aggiudica un posto d onore tra le malattie più diffuse della mano, che colpisce, secondo le stime ufficiali ben il 13% della popolazione del Vecchio Continente, ma che, troppo spesso, cifre alla mano, è una famosa sconosciuta per molti: la malattia di Dupuytren, che prende il nome dal chirurgo francese che, per primo, ne identificò caratteristiche e peculiarità nel 1834, è ignorata, o, meglio, non conosciuta dal 75% della popolazione italiana. I più colpiti sono gli uomini (10 a 1 rispetto alle donne): la malattia di Dupuytren compromette, stadio dopo stadio, il normale svolgimento delle attività quotidiane, dal lavoro, alla vita sociale e di relazione. E una patologia difficile da gestire, da comprendere e con la quale convivere. Il suo sintomo principale, cioè la riduzione dell estensione delle dita, che vengono attirate progressivamente, come per una sorta di innaturale effetto magnetico, verso il palmo della mano, limita o, addirittura, impedisce, ogni movimento, anche il più banale. Allacciarsi le scarpe, come annodare la cravatta diventano, per colpa di questa malattia vere imprese impossibili. Si tratta di una patologia a carico dell aponeurosi palmare, una membrana che si trova tra la cute e i piani profondi. Se avessimo sul palmo della mano la stessa cute mobile che è presente a livello del dorso, gli oggetti scivolerebbero via come saponette. Nei pazienti che hanno la predisposizione genetica a questa malattia, la deposizione di collagene è sbilanciata rispetto al riassorbimento e questa membrana esagera nella sua funzione, quindi tiene troppo. Clinicamente questo tenere troppo si manifesta all inizio con dei banali noduli nel palmo della mano che il paziente può scambiare per banali calli. Gradualmente, dato che l aponeurosi interessa tutto il palmo e quindi prosegue lungo le dita, le articolazioni del dito colpito si piegano; dapprima la metacarpofalangea, cioè la base del dito, e progressivamente anche le articolazioni che stanno a metà del dito ha spiegato il professor Giorgio Pajardi, Direttore della Scuola di Specializzazione in Chirurgia Plastica dell Università degli Studi di Milano, U.O.C. di Chirurgia della Mano IRCCS MultiMedica - O- spedale San Giuseppe di Milano e Presidente della Società Italiana di Chirurgia della Mano. Si tratta di una patologia con una possibilità di recidiva molto elevata, dipendente in particolar modo dalla localizzazione dei cordoni che impediscono il movimento e dalla severità dell ispessimento. E ovvio che, se si interviene per tempo, le possibilità di una completa guarigione, con una bassa recidiva, sono molto alte. E necessario non attendere che la malattia si cronicizzi, così come evitare di arrivare ad un punto di severità tale da impedire i movimenti del soggetto colpito. Un test, abbastanza empirico se vogliamo, ma assolutamente pratico e determinante è il test della tavola, test che sarà positivo quando non si è in grado di appoggiare in modo completo e senza particolare sforzo il palmo della mano e la superficie palmare delle dita sulla superficie di una tavola. E in questo momento che si consiglia l intervento chirurgico, sia per ridurre i disturbi funzionali sia per prevenire la degenerazione e il peggioramento della malattia. Come abbiamo detto, il problema più importante che la malattia di Dupuytren comporta è la recidiva a seguito di intervento chirurgico, recidiva che può verificarsi addirittura nel 50% dei casi. Questo rende ancor più importante il fatto di non sottovalutare la malattia all insorgere dei primi sintomi, in modo da poter programmare l eventuale intervento nei tempi e nei modi migliori. Vi è infatti da tener presente che, in caso di malattia troppo avanzata, per la quale l intervento chirurgico non sarebbe consigliato visto che non sortirebbe l effetto sperato, resta solo l amputazione come strada percorribile. Il tipo di intervento chirurgico maggiormente utilizzato è la aponeurectomia, che a sua volta può essere totale o selettiva, a seconda dell importanza dell intervento stesso. L aponeurectomia selettiva è caratterizzata dall asportazione del solo tessuto patologico, mentre l aponeurectomia totale prevede l asportazione dell intera aponeurosi palmare eviene praticata molto raramente perché i rischi sono troppo alti rispetto ai benefici che si potrebbero ottenere da un simile intervento. Vi è poi un altro tipo di intervento, la dermofascectomia, con il quale si procede ad asportare totalmente la fascia palmare patologica e la superficie cutanea sovrastante, mentre le strutture profonde non vengono intaccate minimamente e in seguito si procede con un trapianto di pelle per sistemare esteticamente la mano del paziente. Questo tipo di intervento, seppur più complesso, viene preferito particolarmente nei casi di recidive della malattia oppure in tutti quei soggetti particolarmente giovani che statisticamente sono più a rischio di recidiva. Vi è infine la fasciotomia percutanea, tecnica interventistica chirurgica poco invasiva, che può essere adottata solo nei casi in cui si decida di intervenire precocemente, quando la mobilità delle dita e della mano non è ancora stata particolarmente compromessa, praticamente quando la malattia è ancora in fase di esordio. Ha il vantaggio di una minore recidiva e una maggior velocità di guarigione.

33 Lazio Opinioni Per la malattia di Dupuytren, come detto in precedenza, la sola terapia che possa ottenere dei risultati, è la terapia chirurgica, a prescindere dal tipo di intervento scelto e dal momento nel quale questo si andrà a fare. Altre terapie, farmacologiche o riabilitative, lasciano il tempo che trovano e possono solo ritardare, e nemmeno più di tanto, il momento dell intervento. Anzi, ricorrervi potrebbe essere addirittura dannoso, in quanto si potrebbe ritardare l intervento a tal punto da renderlo quasi inefficace, senza dimenticare che si potrebbe essere costretti addirittura a ricorre all amputazione, che se questa evenienza è fortunatamente molto rara, praticamente la così detta ultima spiaggia. Per non correre un rischio del genere, è quindi necessario non sottovalutare il problema e correre prontamente ai ripari. LA SALUTE PUO ATTENDERE: INCHIESTA TEMPI D ATTESA ESAMI SANITA PUBBLICA. Per una gastroscopia a Bari si può aspettare anche 300 giorni. Sette mesi per un ecografia all addome a Torino. Con l aggravio del superticket, introdotto della manovra finanziaria dello scorso agosto, che prevede 30 euro di pagamento per esame oculistico o ortopedico; dai 46 euro di Campania e Lazio ai 52,80 euro di Lombardia e Piemonte per l ecografia. L alternativa? Andare privatamente a pagamento: per l ecografia in privato non si spende molto di più euro. Non si sono fatti attendere i risultati dell inchiesta condotta da Altroconsumo su 80 strutture sanitarie pubbliche di cinque città: Bari, Milano, Napoli, Roma, Torino. Sono stati contattati i Centri unici di prenotazione (Cup) su quattro esami e visite molto comuni: ecografia addome, gastroscopia, visita oculistica, visita ortopedica. L indagine è consultabile su e sarà inviata agli assessorati regionali a cui riferiscono le città coinvolte. Contattando il Cup a Roma non è possibile prenotare un ecografia prima di 6 mesi ben 188 giorni. A Torino i tempi s accorciano, ma di poco: 117 giorni, ben 4 mesi. A Bari per lo stesso esame i giorni d attesa sono 106, per una gastroscopia 126. Se si è disposti ad andare fuori città i tempi si accorciano visibilmente, ma non sempre la differenza vale il viaggio, quindi la soluzione più comoda può essere la visita privata. I tempi medi sono altissimi e le medie città per città sono eloquenti, come mostra l istogramma che segue, e sforano quasi sempre le indicazioni comprese nel Piano nazionale di governo delle liste d attesa sui tempi massimi da rispettare che determinano 30 giorni per una visita e 60 per un esame diagnostico. Pur riconoscendo l utilità e il vantaggio del Cup (un unico numero/punto di riferimento gestisce le prenotazioni delle strutture pubbliche della città) non sempre il cittadino riesce a trovare una visita in tempi ragionevoli in VISITA OCULISTICA una struttura adeguata alle proprie VISITA ORTOPEDICA esigenze di mobilità. ECOGRAFIA ADDOME GASTRSCOPIA Per informazioni: ufficio stampa Altroconsumo Liliana Cantone - tel

Capitolo 6 infezione da hiv e aids sindrome da immunodeficienza acquisita SIDA acquired immune defi- ciency syndrome AIDS hiv

Capitolo 6 infezione da hiv e aids sindrome da immunodeficienza acquisita SIDA acquired immune defi- ciency syndrome AIDS hiv Infezione da HIV e AIDS Capitolo 6 La sindrome da immunodeficienza acquisita (SIDA) o acquired immune deficiency syndrome (AIDS) è una malattia del sistema immunitario umano causata dal virus dell immunodeficienza

Dettagli

Il nome AIDS deriva dalle iniziali di Sindrome da Immuno-Deficienza Acquisita, nella sua dizione inglese ( Acquired Immuno-Deficiency Syndrome).

Il nome AIDS deriva dalle iniziali di Sindrome da Immuno-Deficienza Acquisita, nella sua dizione inglese ( Acquired Immuno-Deficiency Syndrome). IL VIRUS HIV L AIDS Il nome AIDS deriva dalle iniziali di Sindrome da Immuno-Deficienza Acquisita, nella sua dizione inglese ( Acquired Immuno-Deficiency Syndrome). L Aids è causato dal virus Hiv (Virus

Dettagli

Che cosa è la infezione da HIV?

Che cosa è la infezione da HIV? Che cosa è l HIV? L HIV - human immunodeficiency virus è un virus che progressivamente distrugge le difese del nostro corpo contro le infezioni e alcuni tumori Che cosa è la infezione da HIV? L infezione

Dettagli

PROGETTO DI PREVENZIONE HIV-AIDS/MTS

PROGETTO DI PREVENZIONE HIV-AIDS/MTS PROGETTO DI PREVENZIONE HIV-AIDS/MTS in 2 parole... HIV = virus che causa l infezione Human Immunodeficiency Virus AIDS = Malattia in atto Acquired Immuno Deficency Syndrome 2 SIEROPOSITIVO SIGNIFICA AVERE

Dettagli

QUESITI RIVOLTI AGLI ESPERTI DELL UNITÀ OPERATIVA TELEFONO VERDE AIDS

QUESITI RIVOLTI AGLI ESPERTI DELL UNITÀ OPERATIVA TELEFONO VERDE AIDS QUESITI RIVOLTI AGLI ESPERTI DELL UNITÀ OPERATIVA TELEFONO VERDE AIDS 800.861.061 Reparto Epidemiologia Dipartimento Malattie Infettive, Parassitarie e Immunomediate Istituto Superiore di Sanità QUESITI

Dettagli

Uno studio pilota sulla conoscenza dell HIV/AIDS tra gli immigrati.

Uno studio pilota sulla conoscenza dell HIV/AIDS tra gli immigrati. Corso di Laurea Magistrale In Lavoro, cittadinanza sociale, interculturalità Tesi di Laurea Uno studio pilota sulla conoscenza dell HIV/AIDS tra gli immigrati. Relatore Prof. Alessandro Battistella Correlatore

Dettagli

Bollettino Epidemiologico n. 102. e-mail: sep@aslbenevento1.it. AIDS: un'epidemia dimenticata

Bollettino Epidemiologico n. 102. e-mail: sep@aslbenevento1.it. AIDS: un'epidemia dimenticata Dipartimento di Prevenzione E&P ASL - Benevento La malattia Bollettino Epidemiologico n. 102 Servizio Epidemiologia e Prevenzione - 0824 308286-9 Fax 0824-308302 e-mail: sep@aslbenevento1.it AIDS: un'epidemia

Dettagli

Che cos è l AIDS. Il virus H.I.V. è la causa dell immunodeficienza acquisita

Che cos è l AIDS. Il virus H.I.V. è la causa dell immunodeficienza acquisita HIV e AIDS Che cos è l AIDS L A.I.D.S. o S.I.D.A. è una sindrome da immunodeficienza acquisita. E una malattia del sistema immunitario che ne limita e riduce le funzioni. Le persone colpite sono più suscettibili

Dettagli

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A L AIDS MARTINA ZAMINATO CLASSE 3 A ANNO SCOLASTICO 2012/2013 AIDS e HIV: sintomi - cause - test - trasmissione Introduzione AIDS (Acquired Immune Deficiency Syndrome) sta per sindrome da immunodeficienza

Dettagli

HIV: PERCORSO PER LA TUA SALUTE TEST POSITIVO

HIV: PERCORSO PER LA TUA SALUTE TEST POSITIVO HIV: PERCORSO PER LA TUA SALUTE TEST POSITIVO 1 COSA PROVI? LE PRIME DOMANDE LE PRIME INFORMAZIONI COSA SAPERE ORA? LE TUE EMOZIONI 2 Hai scoperto da poco di essere una persona con HIV tramite la positività

Dettagli

4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV

4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV 4USA IL PRESERVATIVO 4SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV conosci 1/2 Ho 21 anni, sono una ragazza carina Con l ultimo ragazzo è durata tre mesi e, ahimè, ci sono stati rapporti non protetti...ora

Dettagli

ODG: RICHIESTA DI UN IMPEGNO STRAORDINARIO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PER CAMPAGNE INFORMATIVE DI PREVENZIONE/INFORMAZIONE CONTRO L HIV/AIDS

ODG: RICHIESTA DI UN IMPEGNO STRAORDINARIO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PER CAMPAGNE INFORMATIVE DI PREVENZIONE/INFORMAZIONE CONTRO L HIV/AIDS ODG: RICHIESTA DI UN IMPEGNO STRAORDINARIO DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PER CAMPAGNE INFORMATIVE DI PREVENZIONE/INFORMAZIONE CONTRO L HIV/AIDS SALUTE A 360 Educare le persone sin dalla prima infanzia

Dettagli

Malattie sessualmente trasmesse

Malattie sessualmente trasmesse Malattie sessualmente trasmesse Che cosa sono le malattie sessualmente trasmesse? Le malattie sessualmente trasmesse (MST) sono infezioni che si possono contrarre attraverso i rapporti sessuali. Sono causate

Dettagli

a cura di Doriana Scocco e Giulia Linguanti - 2 -

a cura di Doriana Scocco e Giulia Linguanti - 2 - a cura di Doriana Scocco e Giulia Linguanti - 2 - CORRADO RACCONTA LA SUA STORIA In concomitanza con la giornata mondiale di lotta all AIDS nel dicembre 2008, abbiamo assistito alla testimonianza di Corrado,

Dettagli

IL VIRUS HIV e L AIDS

IL VIRUS HIV e L AIDS IL VIRUS HIV e L AIDS Il nome AIDS deriva dalle iniziali di Sindrome da Immuno-Deficienza Acquisita, nella sua dizione inglese ( Acquired Immuno-Deficiency Syndrome). L Aids è causato dal virus Hiv (Virus

Dettagli

Gli strumenti e le fasi dello studio

Gli strumenti e le fasi dello studio Studio prospettico tra i donatori di sangue in Italia: comportamenti a rischio di infezione da HIV e qualità delle informazioni fornite dal donatore durante la fase di selezione Gli strumenti e le fasi

Dettagli

Malattie a trasmissione sessuale

Malattie a trasmissione sessuale Malattie a trasmissione sessuale 1 Definizione Sono infezioni che colpiscono sia gli organi genitali che altre parti del corpo e che si trasmettono mediante i rapporti sessuali con persone infette. 2 Inquadramento

Dettagli

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS Un emergenza da non dimenticare A livello globale, l epidemia di HIV-AIDS pare essersi stabilizzata. Il tasso di nuove infezioni è in costante diminuzione dalla

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale di Sesto San Giovanni Gruppo Pionieri. Attività Per i Giovani Educazione Sanitaria Scuole Elementari A.I.D.S.

CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale di Sesto San Giovanni Gruppo Pionieri. Attività Per i Giovani Educazione Sanitaria Scuole Elementari A.I.D.S. CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale di Sesto San Giovanni Gruppo Pionieri Attività Per i Giovani Educazione Sanitaria Scuole Elementari A.I.D.S. COSA E L A.I.D.S.? Il sistema immunitario Il corpo umano

Dettagli

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Glossario di marketing Accettazione: pubblico. misura l accoglimento di un annuncio pubblicitario da parte del Account: figura professionale che svolge

Dettagli

Introduzione. Origine e diffusione

Introduzione. Origine e diffusione Aids Introduzione La Sindrome da Immunodeficienza Acquisita (da cui l'acronimo SIDA in francese, in spagnolo e italiano) o Acquired Immune Deficiency Syndrome (AIDS in inglese, utilizzato comunque anche

Dettagli

GUIDA ALL USO. COme pagare OnLIne e vivere tranquilli.

GUIDA ALL USO. COme pagare OnLIne e vivere tranquilli. GUIDA ALL USO. Come pagare online e vivere tranquilli. Indice PayPal, il tuo conto online...pag.3 Ti sei appena registrato? Completa l attivazione del conto in 3 passi...pag.4 1. Conferma il tuo indirizzo

Dettagli

HIV e AIDS. Corso Ed. Sessualita` e Prevenzione MST Bresso, 5-8 gennaio 2011. Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino

HIV e AIDS. Corso Ed. Sessualita` e Prevenzione MST Bresso, 5-8 gennaio 2011. Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino Corso Ed. Sessualita` e Prevenzione MST Bresso, 5-8 gennaio 2011 Emanuele Biolcati Gruppo Pionieri di Torino Parleremo di... Introduzione HIV Definizione Metodi di contagio Test AIDS Statistiche 2 Commenti

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA PER L ISTITUZIONE DELL OSSERVATORIO NAZIONALE SUI FURTI DI RAME TRA MINISTERO DELL INTERNO AGENZIA DELLE DOGANE

PROTOCOLLO D'INTESA PER L ISTITUZIONE DELL OSSERVATORIO NAZIONALE SUI FURTI DI RAME TRA MINISTERO DELL INTERNO AGENZIA DELLE DOGANE PROTOCOLLO D'INTESA PER L ISTITUZIONE DELL OSSERVATORIO NAZIONALE SUI FURTI DI RAME TRA MINISTERO DELL INTERNO AGENZIA DELLE DOGANE FERROVIE DELLO STATO ITALIANE SPA ENEL SPA TELECOM ITALIA SPA ANIE 1

Dettagli

USA IL PRESERVATIVO SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV

USA IL PRESERVATIVO SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV USA IL PRESERVATIVO SE HAI AVUTO RAPPORTI NON PROTETTI FAI IL TEST HIV CONOSCI 1/2 Ho 21 anni, sono una ragazza carina Con l ultimo ragazzo è durata tre mesi e, ahimè, ci sono stati rapporti non protetti...ora

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

PERDITA DELLA COMPETENZA IMMUNITARIA E TERZA ETA : IL VISSUTO DI ANZIANI HIV POSITIVI. Eugenio Bonfanti FIDES ONLUS (TO)

PERDITA DELLA COMPETENZA IMMUNITARIA E TERZA ETA : IL VISSUTO DI ANZIANI HIV POSITIVI. Eugenio Bonfanti FIDES ONLUS (TO) PERDITA DELLA COMPETENZA IMMUNITARIA E TERZA ETA : IL VISSUTO DI ANZIANI HIV POSITIVI Eugenio Bonfanti FIDES ONLUS (TO) NUMERO DI SIEROPOSITIVI: 40.000.000 Mondo 740.000 Europa 120.000 Italia DATI O.M.S.

Dettagli

Caro Donatore / Cara Donatrice,

Caro Donatore / Cara Donatrice, ASSOCIAZIONE VOLONTARI ITALIANI DEL SANGUE VIA LIVIO BORRI 40-41122 MODENA (MO) TEL. 059 36 84 911 www.avis.it/modena Caro Donatore / Cara Donatrice, Ti ringraziamo della tua adesione alla nostra Associazione

Dettagli

MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE (MTS)

MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE (MTS) MALATTIE A TRASMISSIONE SESSUALE (MTS) COSA SONO? Sono malattie provocate da virus, batteri, parassiti o funghi; l infezione viene trasmessa attraverso i rapporti sessuali con persone malate o portatrici

Dettagli

Consulta Nazionale delle Associazioni per la lotta contro l AIDS. Coordinamento scientifico nazionale: Bruna Zani

Consulta Nazionale delle Associazioni per la lotta contro l AIDS. Coordinamento scientifico nazionale: Bruna Zani Consulta Nazionale delle Associazioni per la lotta contro l AIDS Responsabile scientifico per il progetto Bruna Zani Responsabile scientifico per il progetto Pina Lalli Coordinamento scientifico nazionale:

Dettagli

L epidemia di HIV/AIDS nel mondo

L epidemia di HIV/AIDS nel mondo 08/02/2011 L epidemia di HIV/AIDS nel mondo Gennaio 2011 Dipartimento di HIV/AIDS - OMS Dr. Antonio Gerbase L'infezione e la trasmissione 1 L'infezione, la malattia HIV (virus dell'immunodeficienza umana)

Dettagli

Reagire alla crisi: Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE

Reagire alla crisi: Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE Reagire alla crisi: 610 Credito e Liquidità per Imprese e Famiglie 1 2 3 4 5 7 8 9 LE TUE DOMANDE, LE NOSTRE RISPOSTE 10 Reagire alla crisi Se sei un imprenditore e hai bisogno di nuovi finanziamenti o

Dettagli

POLITICA PRIVACY E COOKIES PRIVACY E NOTE LEGALI DATI SOCIETARI

POLITICA PRIVACY E COOKIES PRIVACY E NOTE LEGALI DATI SOCIETARI POLITICA PRIVACY E COOKIES AUREA MATER / politica privacy e cookies PRIVACY E NOTE LEGALI DATI SOCIETARI Note Legali Il presente sito (di seguito il Sito ) è realizzato da AUREA MATER Coop. Soc. ONLUS

Dettagli

REGOLAMENTO del concorso a premi Sky ti porta a Misano 2015

REGOLAMENTO del concorso a premi Sky ti porta a Misano 2015 REGOLAMENTO del concorso a premi Sky ti porta a Misano 2015 IMPRESA PROMOTRICE SKY ITALIA S.r.l. con sede legale in Milano Via Monte Penice, 7 P. IVA 04619241005 (di seguito Sky ). TIPOLOGIA Concorso di

Dettagli

PREVENZIONE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI ASP RAGUSA - SERT VITTORIA DOTT.SSA M. CAPUZZELLO DOTT.SSA D. DI STEFANO

PREVENZIONE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI ASP RAGUSA - SERT VITTORIA DOTT.SSA M. CAPUZZELLO DOTT.SSA D. DI STEFANO PREVENZIONE MALATTIE SESSUALMENTE TRASMISSIBILI ASP RAGUSA - SERT VITTORIA DOTT.SSA M. CAPUZZELLO DOTT.SSA D. DI STEFANO Cosa sono le MST? Le malattie sessualmente trasmissibili, dette anche malattie veneree,

Dettagli

Dr. Giuliana Battistini Servizio Igiene Pubblica AUSL Parma

Dr. Giuliana Battistini Servizio Igiene Pubblica AUSL Parma Tattoo e piercing La protezione dell operatore Parma 18 marzo 2013 Dr. Giuliana Battistini Servizio Igiene Pubblica AUSL Parma Tutti i pazienti possono essere portatori di microorganismi trasmissibili

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO ABITARE Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.12 Raggiungere

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE DI SVILUPPO ECONOMICO E RURALE DIREZIONE GENERALE PER LO SVILUPPO AGROALIMENTARE, QUALITÀ E TUTELA DEL CONSUMATORE

Dettagli

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS ALLEGATO A Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE E L INFEZIONE DA HIV/AIDS IN PIEMONTE Con l introduzione dei

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Igiene ed autoprotezione

Igiene ed autoprotezione Igiene ed autoprotezione Alessio Riitano Istruttore PSTI Croce Rossa Italiana Recapiti: E-mail: alessio.riitano@gmail.com Web: http://www.aleritty.net Creative Commons BY-NC-SA Riepilogo Il nostro organismo

Dettagli

Breve viaggio alla scoperta delle Malattie Sessualmente Trasmissibili

Breve viaggio alla scoperta delle Malattie Sessualmente Trasmissibili Breve viaggio alla scoperta delle Malattie Sessualmente Trasmissibili Materiale elaborato con la supervisione della dott.ssa Barbara Ricciardi dai partecipanti al corso di formazione per volontari Comunicare

Dettagli

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E IL LAVORO PUBBLICO TRA VINCOLI E PROCESSI DI INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E di Francesco Verbaro 1 La

Dettagli

Fertilgest: Partnership e Catalogo On Line

Fertilgest: Partnership e Catalogo On Line Fertilgest: Partnership e Catalogo On Line INDICE Gli obiettivi del portale 5 La classificazione dei fertilizzanti 7 Home Page 9 Ricerca rapida Ricerca avanzata Risultati della ricerca 5 Calcola asporti

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

Informazioni ai sensi del d.lgs. 9 aprile 2003. n. 70

Informazioni ai sensi del d.lgs. 9 aprile 2003. n. 70 Informazioni ai sensi del d.lgs. 9 aprile 2003. n. 70 Il nome a dominio www.albertplaza.it è registrato dalla ditta Plaza Group di Alberto Piazza, corrente in Via Padule n 153 (81034) Mondragone. Per ogni

Dettagli

HandyLex.org La storia, il successo

HandyLex.org La storia, il successo HandyLex.org La storia, il successo DAL 1995 IN LINEA! Dal 1995 HandyLex.org è in linea per offrire documentazione, approfondimenti, risposte e divulgazione sulla normativa in materia di disabilità. È

Dettagli

LA FABBRICA DEL CITTADINO

LA FABBRICA DEL CITTADINO COMUNE DI CHIAVERANO COMUNICATO STAMPA LA FABBRICA DEL CITTADINO Chiaverano, 29 agosto 2015 Dal 10 Settembre anche nel Comune di Chiaverano, primo Comune nel Canavese e tra i primi in Italia, apre La Fabbrica

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

Store.Valtellina.it. Descrizione iniziativa

Store.Valtellina.it. Descrizione iniziativa Store.Valtellina.it Descrizione iniziativa Sondrio, 28 Maggio 2010 1 STORE.VALTELLINA.IT - INFORMATIVA ALLE IMPRESE 1.1 Introduzione Store.Valtellina.it nasce per promuovere i prodotti di eccellenza del

Dettagli

HIV FAQ le FAQ di. (NETWORK PERSONE SIEROPOSITIVE) http://www.npsitalia.net/

HIV FAQ le FAQ di. (NETWORK PERSONE SIEROPOSITIVE) http://www.npsitalia.net/ HIV FAQ le FAQ di NPS (NETWORK PERSONE SIEROPOSITIVE) http://www.npsitalia.net/ Le seguenti FAQ sono state riportate sul forum lilachat (http://www.lilachat.it/) dall'utente Darkelsix. Domanda Che cos'è

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Contratto relativo all attività di fornitura di servizi di Web Marketing

Contratto relativo all attività di fornitura di servizi di Web Marketing Contratto relativo all attività di fornitura di servizi di Web Marketing Valido dal 01/01/2009 TRA ClickADV s.r.l via Marie Curie 25-80010 Quarto (NA), P.Iva 06116871218 di seguito PAYCLICK Per le persone

Dettagli

ROUND. 1. Stipula del contratto. 2. Oggetto dell accordo

ROUND. 1. Stipula del contratto. 2. Oggetto dell accordo ROUND 4Business srl (di seguito Ad-Round.com ) amministra e gestisce in internet un network grazie ad un sistema di affiliazione online accessibile attraverso il sito www.ad-round.com. L affiliazione al

Dettagli

I 5 errori più frequenti

I 5 errori più frequenti I 5 errori più frequenti degli ottici su di Mauro Gamberini In questo report scoprirai: i 5 errori più frequenti commessi dagli Ottici su FB Qual è l errore principale e perché non commetterlo i 5 motivi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

ADOLESCENZA DROG HE E AIDS

ADOLESCENZA DROG HE E AIDS P rogramma Regionale sulle Dipendenze n 05 Anno 2009 ADOLESCENZA DROG HE E AIDS Programma Regionale sulle Dipendenze - Regione Veneto TEEN s PAPER n 05 - Anno 2009 A cura di: Dipartimento delle Dipendenze

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI GUIDA AL SITO ANIN MANUALE DI ISTRUZIONI Prima Sezione COME MUOVERSI NELL AREA PUBBLICA DELL ANIN Seconda Sezione COME MUOVERSI NELL AREA RISERVATA DELL ANIN http://www.anin.it Prima Sezione 1) FORMAZIONE

Dettagli

PROGETTO SCONTI BANCOPOSTA

PROGETTO SCONTI BANCOPOSTA PROGETTO SCONTI BANCOPOSTA Gentile CDG One/CDG Service, nell ottica di ampliare sempre di più le aree di Business del proprio network, CDG- ONE ha sottoscritto un accordo quadro con COBRA ITALIA per un

Dettagli

Qual è la spesa minima con AdWords? Non vi è minimo di spesa. Puoi decidere un budget giornaliero appropriato per i tuoi obiettivi.

Qual è la spesa minima con AdWords? Non vi è minimo di spesa. Puoi decidere un budget giornaliero appropriato per i tuoi obiettivi. FAQ Come si paga la pubblicità su Google? Con AdWords di Google sei tu a decidere l'importo da pagare per la tua pubblicità. A parte la quota di attivazione una tantum di 5, puoi controllare il costo del

Dettagli

AGROAMBIENTELAZIO.IT

AGROAMBIENTELAZIO.IT AGROAMBIENTELAZIO.IT IL PORTALE WEB A SUPPORTO DELLA LOTTA AI PARASSITI DELL'OLIVO NEL LAZIO 1. IL PROGETTO OP LATIUM, con il sostegno del PSR Lazio - misura 124 e in collaborazione con il CRA - Patologia

Dettagli

Questa farmacia si impegna a rispettare e divulgare i 14 diritti della Carta Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva, ed

Questa farmacia si impegna a rispettare e divulgare i 14 diritti della Carta Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva, ed CARTA DELLA QUALITà DELLA FARMACIA 2 Questa farmacia si impegna a rispettare e divulgare i 14 diritti della Carta Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva, ed assicura: accessibilità,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1 CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO WWW.OROVILLA.COM Le presenti Condizioni Generali di Contratto disciplinano le modalità di erogazione da parte di 8853 S.p.A. del servizio piano di accumulo di oro, argento,

Dettagli

www.italyontheroad.it

www.italyontheroad.it www.italyontheroad.it Woman s health Salute della Donna e pianificazione familiare. Informazioni generali e consigli. E importante che ogni Donna dopo i 21 anni vada, ogni 3 anni, presso un CONSULTORIO

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

NORME SULLA PRIVACY. Trattamento dei Dati Personali

NORME SULLA PRIVACY. Trattamento dei Dati Personali Trattamento dei Dati Personali NORME SULLA PRIVACY I Dati Personali e i Dati di Navigazione (di seguito cumulativamente intesi come i Dati ) raccolti automaticamente dal presente sito web (di seguito:

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

Diritto d autore e aspetti giuridici

Diritto d autore e aspetti giuridici Diritto d autore e aspetti giuridici 1. Copyright e diritto d autore I programmi per computer sono equiparati alle opere dell ingegno di carattere creativo, e quindi tutelati dal diritto d autore. La violazione

Dettagli

Progetto di legge n. 83/9^

Progetto di legge n. 83/9^ Consiglio regionale della Calabria Seconda Commissione Progetto di legge n. 83/9^ Norme per il sostegno dei gruppi di acquisto solidale (GAS), dei gruppi organizzati per la domanda offerta, e la promozione

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy db contocarta. Guida all uso. db contocarta. Le caratteristiche. db contocarta è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

L.R. 06 Novembre 2006, n. 15 Disposizioni urgenti in materia di organismi geneticamente modificati (1) SOMMARIO

L.R. 06 Novembre 2006, n. 15 Disposizioni urgenti in materia di organismi geneticamente modificati (1) SOMMARIO L.R. 06 Novembre 2006, n. 15 Disposizioni urgenti in materia di organismi geneticamente modificati (1) SOMMARIO Art. 1 Oggetto e finalità Art. 2 Divieti di coltivazione e di allevamento di OGM. Disposizioni

Dettagli

MEDIO PADANA SERVICE Rea.297022 Related Services Railway Station

MEDIO PADANA SERVICE Rea.297022 Related Services Railway Station MEDIO PADANA SERVICE Rea.297022 Reggio Emilia 09/01/2015 Register. Prot.0010051.15. Privacy e Cookie La tua privacy è importante per noi. Apprezziamo molto la fiducia che hai in noi e ci impegniamo a proteggere

Dettagli

FAQ AVVOCATO. Circa 6.000 partner.

FAQ AVVOCATO. Circa 6.000 partner. FAQ AVVOCATO DOMANDE Come faccio per aderire? Devo superare qualche esame o selezione? Devo spendere soldi per far parte del Vostro network? Posso abbellire il mio studio con Vs quadri, con le vostre grafiche,

Dettagli

ISCRIZIONI ON-LINE MANUALE PER CIRCOLI AFFILIATI E CAVALIERI

ISCRIZIONI ON-LINE MANUALE PER CIRCOLI AFFILIATI E CAVALIERI ISCRIZIONI ON-LINE MANUALE PER CIRCOLI AFFILIATI E CAVALIERI 4 giugno 2012 Sommario INTRODUZIONE... 2 1. RICHIESTA DELLA CARTASI FISE... 3 2. CARTASI FISE, LA CARTA DEDICATA AI CAVALIERI... 5 3. PROCEDURA

Dettagli

IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE. Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi

IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE. Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi IL PAPILLOMA VIRUS E LA CAMPAGNA VACCINALE Sandra Fabbri Fondazione ONLUS Attilia Pofferi LA COMUNICAZIONE SULLA VACCINAZIONE CHIAREZZA E CONDIVISIONE DEGLI OBIETTIVI DI SANITÀ PUBBLICA SUL VACCINO CONTRO

Dettagli

Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 09/07/2012 BIBLIOTECA CIVICA DI LATISANA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET

Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 09/07/2012 BIBLIOTECA CIVICA DI LATISANA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 09/07/2012 BIBLIOTECA CIVICA DI LATISANA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET Art. 1 OGGETTO 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

REGIONE LAZIO Comitato Regionale per le Comunicazioni ***********

REGIONE LAZIO Comitato Regionale per le Comunicazioni *********** REGIONE LAZIO Comitato Regionale per le Comunicazioni *********** REGOLAMENTO PER L ACCESSO RADIOFONICO E TELEVISIVO REGIONALE Approvato dal Corecom Lazio con delibera n. 1 del 19 settembre 2011 Articolo

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE DOMANDA DI ISCRIZIONE COGNOME E NOME... Codice Fiscale... Luogo di nascita... Prov... Data... CITTA...Via... Cap... Prov... Telefono casa... Cellulare... Indirizzo di posta Elettronica... Luogo di lavoro...ditta...

Dettagli

L ASSICURAZIONE CONTRO LE CALAMITA ED AVVERSITA ATMOSFERICHE

L ASSICURAZIONE CONTRO LE CALAMITA ED AVVERSITA ATMOSFERICHE Presidenza Tel. 080/ 574. 77. 30 Bari 11 settembre 2006 Direzione Tel. 080/ 574. 46. 52-574. 48. 80 Centro Oper. Prov. Tel. 080/ 574. 48. 26-574. 47. 33 Telefax 080/ 527.73.42 L ASSICURAZIONE CONTRO LE

Dettagli

Introduzione 6. Pubblici Personalizzati 23. Pubblici da indirizzi Email 25. Il Pixel di Facebook 32. Il Tracciamento delle Conversioni 53

Introduzione 6. Pubblici Personalizzati 23. Pubblici da indirizzi Email 25. Il Pixel di Facebook 32. Il Tracciamento delle Conversioni 53 Introduzione 6 Premessa 7 Perché darò maggiore attenzione agli aspetti tecnici e meno a quelli creativi 11 Ripasso argomenti base 21 Pubblici Personalizzati 23 Pubblici da indirizzi Email 25 Come creare

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

Portale dei Pagamenti MANUALE UTENTE. Versione 3.0 del 01/04/2015 ELENCO VERSIONI. Versione Descrizione e Impatto della modifica Da Emissione

Portale dei Pagamenti MANUALE UTENTE. Versione 3.0 del 01/04/2015 ELENCO VERSIONI. Versione Descrizione e Impatto della modifica Da Emissione Portale dei Pagamenti MANUALE UTENTE Versione 3.0 del 01/04/2015 ELENCO VERSIONI Versione Descrizione e Impatto della modifica Da Emissione Versione 3 L acquisto online dei Voucher Virtuali è consentito

Dettagli

HIV INCONSAPEVOLE IN AUMENTO NEL VENETO I CASI DI SIEROPOSITIVITÀ

HIV INCONSAPEVOLE IN AUMENTO NEL VENETO I CASI DI SIEROPOSITIVITÀ UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Ufficio Stampa Via VIII febbraio 2, 35122 Padova - tel. 049/8273041-3066-3520 fax 049/8273050 e-mail: stampa@unipd.it per la stampa: http://www.unipd.it/comunicati Padova,

Dettagli

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it

rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it rielaborazione dal fascicolo I SOCIAL NETWORK RIFLESSIONI E PRECAUZIONI reperibile su: www.garanteprivacy.it 1 COSA SONO? piazze virtuali, luoghi in cui, via Internet, ci si ritrova portando con sé e condividendo

Dettagli

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Legge Regione Umbria n. 21 del 20/08/2001 Disposizioni in materia di coltivazione, allevamento, sperimentazione, commercializzazione e consumo di organismi

Dettagli

Se non sei d'accordo con la presente Informativa, ti invitiamo a non partecipare al concorso a premi.

Se non sei d'accordo con la presente Informativa, ti invitiamo a non partecipare al concorso a premi. INFORMATIVA SULLA PRIVACY PER IL CONCORSO A PREMI Gioca con Sapientino e viaggia con Alpitour Introduzione Noi di Clementoni S.p.a. consideriamo fondamentale la tutela della privacy dei nostri utenti,

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

LEGGE REGIONALE 11 dicembre 2013, n. 39

LEGGE REGIONALE 11 dicembre 2013, n. 39 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 166 del 17-12-2013 41605 LEGGE REGIONALE 11 dicembre 2013, n. 39 Tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario, forestale e zootecnico. IL

Dettagli

EPATITI EPATITE A EPATITE B EPATITE C EPATITE D EPATITE E

EPATITI EPATITE A EPATITE B EPATITE C EPATITE D EPATITE E EPATITI EPATITE A EPATITE B EPATITE C EPATITE D EPATITE E EPATITE B Il virus dell epatite B (Hbv) è un virus a Dna Resiste nell ambiente, ma è sensibile ai disinfettanti comuni (ipoclorito di sodio) EPATITE

Dettagli

Guida all'acquisto. Contenuti:

Guida all'acquisto. Contenuti: Guida all'acquisto Contenuti: Questa guida cercherà di essere quanto più dettagliata possibile per aiutarvi passo passo all'acquisto dei prodotti su MaintStore. E' rivolta a chi per la prima volta vuole

Dettagli

REGOLAMENTO del concorso a premi Sky ti porta al Padiglione del Vino

REGOLAMENTO del concorso a premi Sky ti porta al Padiglione del Vino REGOLAMENTO del concorso a premi Sky ti porta al Padiglione del Vino IMPRESA PROMOTRICE SKY ITALIA S.r.l. con sede legale in Milano Via Monte Penice, 7 P. IVA 04619241005 (di seguito Sky ). TIPOLOGIA Concorso

Dettagli

L'idea nasce dal proverbio: l'unione fa la forza e perché non utilizzarlo adesso per far fronte al periodo di crisi che stiamo attraversando?

L'idea nasce dal proverbio: l'unione fa la forza e perché non utilizzarlo adesso per far fronte al periodo di crisi che stiamo attraversando? L'idea nasce dal proverbio: l'unione fa la forza e perché non utilizzarlo adesso per far fronte al periodo di crisi che stiamo attraversando? Si tratta di organizzare un pool di attività con caratteristiche

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro S.P.I.S.A.L. Indicazioni Operative per

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI SICUREZZA. Modena 29 giugno 2009

CORSI DI FORMAZIONE TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI SICUREZZA. Modena 29 giugno 2009 CORSI DI FORMAZIONE TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI SICUREZZA Modena 29 giugno 2009 CENNI DI EPIDEMIOLOGIA E PREVENZIONE DELLE PRINCIPALI INFEZIONI TRASMISSIBILI PER VIA PARENTERALE Epatite B Epatite

Dettagli

DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI PREVENTIVI PER LE IST

DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI PREVENTIVI PER LE IST Linee Guida per la gestione del paziente con infezione sessualmente trasmessa (IST). Italia, SIMAST 2010. DEFINIZIONE DEGLI STRUMENTI PREVENTIVI PER LE IST La prevenzione delle IST si rivolge ad un comportamento,

Dettagli

RISCHIO BIOLOGICO. Titolo X D. Lgs. 81/08 D.M. 28/9/90. Tecnico della prevenzione dr Claudio MARESCA

RISCHIO BIOLOGICO. Titolo X D. Lgs. 81/08 D.M. 28/9/90. Tecnico della prevenzione dr Claudio MARESCA Titolo X D. Lgs. 81/08 D.M. 28/9/90. Tecnico della prevenzione dr Claudio MARESCA Definizione Il rischio biologico è legato alla possibilità che ha l agente biologico di penetrare nell organismo e di provocare

Dettagli

Legge nazionale n.309 del 31 /10 /1990 (modifiche della legge n.45 del 18/02/99)

Legge nazionale n.309 del 31 /10 /1990 (modifiche della legge n.45 del 18/02/99) Legge nazionale n.309 del 31 /10 /1990 (modifiche della legge n.45 del 18/02/99) Titolo/argomento: _T.U. delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura

Dettagli

cüxyxààâüx wxäät exz ÉÇx ixçxàé Provincia di Vicenza Comune di Rovigo

cüxyxààâüx wxäät exz ÉÇx ixçxàé Provincia di Vicenza Comune di Rovigo PROTOCOLLO D INTESA PER LA LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE E ALLA PERICOLOSITÀ DEI PRODOTTI A TUTELA DELLA CONCORRENZA LEALE E DELLA SICUREZZA E SALUTE DEI CONSUMATORI TRA GLI ENTI cüxyxààâüx wxäät exz ÉÇx ixçxàé

Dettagli

NORME PER LA PROMOZIONE E LA DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA

NORME PER LA PROMOZIONE E LA DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LEGGE REGIONALE 26 luglio 2012, n. 33 NORME PER LA PROMOZIONE E LA DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO la seguente legge: IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA CAPO

Dettagli