Comune di Cutrofiano

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di Cutrofiano"

Transcript

1 Allegato 1 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL CANILE SANITARIO E DEL CANILE RIFUGIO COMUNALE SITO IN VIA DEL CIMITERO - IMPORTO A BASE D ASTA EURO 1,46 GIORNALIERI PER UNITA, OLTRE I.V.A.. DURATA DELL APPALTO ANNI TRE. IMPORTO STIMATO: ( 1,46 x 365 gg. x 63 cani) x 3 = ,10 iva esclusa. CIG: B3B. Art. 1 Oggetto dell appalto Il Servizio ha per oggetto la gestione del canile sanitario e del canile rifugio comunale (che d ora in poi viene chiamata, per comodità, col solo nome di canile comunale ) e le attività che competono all aggiudicatario, nonché le modalità delle stesse inerenti il ricovero, la custodia, la cura ed il sostentamento dei cani ricoverati, come meglio specificato appresso. Per lo svolgimento di tali attività e servizi, l aggiudicatario utilizza e gestisce il canile in oggetto, con ricettività di n ventidue (22) cani nel canile rifugio e n venti (20) cani nel canile sanitario, dove devono essere ospitati, pertanto, tutti gli animali per cui sussiste l obbligo di custodia da parte del Comune di Cutrofiano, tenuto conto dei limiti posti dalle condizioni strutturali e dalla vigente normativa in materia (n. 42 animali in totale). Alla data del 30 aprile 2014, sono presenti nella struttura canile sanitario e rifugio n. 63 cani, per effetto di ordinanza sindacali contingibili ed urgenti in deroga. L aggiudicatario si impegna a: - garantire la gestione del canile comunale, ispirandosi a principi di salvaguardia della vita e del benessere degli animali custoditi, nella scrupolosa osservanza anche delle disposizioni generali vigenti in materia di igiene e profilassi veterinaria; - operare per ridurre o evitare la custodia in canile, sia provvedendo ad una celere individuazione dei proprietari dei cani smarriti, sia incentivando la pratica dell adozione con attività mirate; - collaborare con il Servizio Veterinario della ASL LE/1 (d ora in poi chiamato, per comodità, solo Servizio ASL) nelle attività istituzionali ed extraistituzionali svolte a favore degli animali custoditi, ai sensi della Legge 281/1991; - provvedere, in collaborazione col Servizio ASL, allo smaltimento delle carcasse di cani deceduti, a mezzo ditta specializzata. Art. 2 Compiti dell aggiudicatario L aggiudicatario si impegna a svolgere i servizi nel pieno rispetto della Legge , n. 281 e successive modifiche ed integrazioni e della Legge Regionale 3 Aprile 1995, n. 12, come di seguito si riporta: L aggiudicatario, in particolare, deve: 1. accudire gli animali ospitati, provvedendo a tutte le loro necessità (alimentazione, fornitura di acqua ad uso alimentare, pulizia individuale ed ambientale, sgambatura, toelettatura, etc.); 2. garantire la pulizia giornaliera dei box e della struttura, compresi i locali destinati ad ufficio, ambulatorio o deposito, la disinfezione ambientale mediante l utilizzo periodico e sistematico di idonei disinfettanti, effettuare almeno una volta al mese la disinfestazione e derattizzazione generale o quando richiesta dal Servizio ASL, nonché la manutenzione ordinaria (sfalcio dell erba spontanea all interno, piccoli lavori); 1

2 3. garantire l apertura al pubblico dalle ore 10,00 alle ore 12,00 di tutti i giorni feriali e di domenica. 4. garantire una corretta e puntuale gestione amministrativa, provvedendo all annotazione di tutta la movimentazione degli animali (presenze, ingressi, catture, riconsegne, affidi, decessi o soppressioni a norma di legge con relativa certificazione del Servizio A.S.L., etc.), alla compilazione di schede individuali (caratteristiche, interventi di profilassi, condizione ed interventi sanitari, numero di box, e quanto altro necessario), comunicando al Servizio ASL ed al Servizio comunale competente ( a mezzo pec al Settore Vigilanza), periodicamente e, quindi, con cadenza mensile tutti i dati relativi agli animali, come sopra. Per quanto concerne gli ingressi degli animali nel canile, è fatto assoluto divieto di accoglienza in assenza di regolare ordinanza di ricovero, previo parere del Servizio ASL, considerando il rapporto spazio-numerico della struttura in oggetto, sentito sempre e comunque il Servizio comunale interessato; 5. attivare progetti per incentivare le adozioni, perseguendo l obiettivo di diminuire progressivamente la media di permanenza degli animali presso il canile ed il numero medio di presenze, garantendo comunque che non venga aumentato il numero dei cani presenti, se non per motivi eccezionali e indipendenti dalla volontà del gestore; 6. curare la manutenzione ordinaria della struttura, delle aree di pertinenza e delle attrezzature che verranno affidate mediante apposito verbale; 7. provvedere alla consegna delle carcasse degli animali deceduti ad apposita Ditta specializzata, con le modalità stabilite dal Servizio ASL e dal Servizio comunale competente, a mezzo di apposita Ditta incaricata e a proprie spese; 8. provvedere al servizio di pulizia e smaltimento liquami della fossa settica alla raccolta e conferimento dei rifiuti liquidi rivenienti dalle deiezioni dei cani e della pulizia dei box, a mezzo ditta qualificata appositamente incaricata. 9. obbligo di istituire e mantenere costantemente aggiornato il registro dei cani accalappiati, affidati e deceduti, riportando il n. di microchip, la data di ingresso ed il provvedimento sindacale che lo ha disposto. Occorre riportare, per ciascun cane, una foto frontale al fine di facilitarne l identificazione. Lo stesso dovrà essere tenuto sul posto, essere prontamente aggiornato in ogni caso di adozioni, re immissioni, ingressi o decessi ed esibito a richiesta degli organi di vigilanza; 10. curare gli animali accuditi, assicurando la loro condizione di vivibilità anche mediante passeggiate nell area di gestione; 11. provvedere tutti i giorni, alla somministrazione di cibo mediante apposita dieta bilanciata, da concordare con il Servizio Veterinario dell A.S.L. LE/1, nonché alla pulizia delle celle degli animali; 12. assicurare in collaborazione con il Servizio Veterinario dell A.S.L. LE/1, gli adempimenti previsti dalla normativa vigente (Assistenza e vigilanza sanitaria, anagrafe canina, applicazione microchips, sterilizzazione, etc.); 13) dovrà essere garantita, per tutta la durata dell appalto, la presenza di medico veterinario libero professionista che provveda all'assistenza medico-veterinaria di base consistente in: controllo dello stato sanitario generale dei cani, da eseguirsi almeno una volta al mese, con invio a questa Amministrazione di report trimestrali; visite cliniche e chirurgiche specifiche su animali sintomatici, da eseguirsi immediatamente al verificarsi del bisogno; interventi di piccola chirurgia (ferite e lesioni cutanee); gestione di eventuali emergenze sanitarie del caso; interventi di Pronto Soccorso, da eseguirsi con urgenza. 2

3 14. verificare, all ingresso dei cani, la presenza del codice di riconoscimento ( microchip ) segnalando l eventuale assenza al servizio veterinario competente e quindi inserire tempestivamente il microchip. In caso di cani identificati, dovrà essere contattato il legittimo proprietario invitandolo a ritirare l animale. 15. comunicare all inizio dell attività l elenco delle persone che operano all interno della struttura, siano essi dipendenti, incaricati o volontari, le mansioni ad essi affidate ed ogni modifica che si dovesse verificare. 16. comunicare il responsabile organizzativo della struttura o referente. 17. gli operatori presenti nella struttura, siano essi volontari, dipendenti o incaricati dovranno portare un cartellino di riconoscimento. L aggiudicataria è inoltre, tenuta all osservanza di tutta la normativa nazionale, regionale, vigente in materia, nonché ai regolamenti comunali. 18. Al fine di agevolare la comunicazione e consentire il risparmio di spesa, l aggiudicatario dovrà dotarsi di casella di posta elettronica certificata, da comunicare all Ente. E fatto obbligo al concessionario, di fornire un numero telefonico di reperibilità nelle fascia orario dalle ore 7,00 sino alle ore 23,00 di tutti i giorni, festivi compresi. Art. 3 Canone Per i servizi di cui agli artt. 1 e 2 del presente Capitolato, è stabilito un canone, a base d asta, pari a euro 1,46 giornalieri per unità, oltre IVA, in ragione della durata della concessione in gestione. Art. 4 Modalità circa la cattura e chiusura dei cani randagi I cani catturati, esclusivamente a seguito di ordinanza sindacale verranno preliminarmente ospitati presso il canile sanitario, tenuti sotto osservazione da parte del personale del Servizio Veterinario della A.S.L. e, quindi, trasferiti nel canile, fino a reimmissione sul territorio o ad eventuale affidamento a terzi. Art. 5 Organici L aggiudicatario deve garantire i servizi di cui agli artt. 1 e 2 della presente Convenzione, tenuto conto dei limiti posti dalle condizioni strutturali e dalla vigente normativa in materia, a mezzo di proprio personale dipendente o incaricato, nel rispetto dei contratti collettivi nazionali di lavoro di settore, degli accordi sindacali integrativi, delle norme sulla sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro nonché di tutti gli adempimenti di legge nei confronti dei lavoratori dipendenti e/o soci. L aggiudicatario deve garantire, inoltre, che il personale dipendente o incaricato e gli occasionali prestatori d opera, che presteranno la loro attività presso la struttura, nonché i volontari che collaborano all attività di gestione del Canile, siano preventivamente formati ed in possesso delle necessarie cognizioni tecniche, pratiche e delle eventuali abilitazioni professionali per prestazioni specifiche, che vengono richieste per lo svolgimento del servizio convenzionato. Art. 6 - Responsabilità 3

4 L aggiudicatario risponde direttamente, sollevando da ogni responsabilità il Comune di Cutrofiano dei danni alle persone, agli animali e alle cose provocati nello svolgimento del servizio nell ambito della struttura e delle aree di pertinenze, restando a suo completo ed esclusivo carico qualsiasi risarcimento, senza diritto a rivalsa o a compensi da parte del suddetto Comune. Il Comune di Cutrofiano declina ogni responsabilità per incidenti alle persone o cose che, nell ambito del servizio, venissero provocati dall aggiudicatario nel corso della durata del contratto. A tal fine dovrà stipulare apposita polizza di responsabilità civile che copra ogni possibile danno alle persone, agli animali e alle cose, provocati nello svolgimento del servizio. Art. 7 Controllo del Comune E riservato al Comune di Cutrofiano ogni potere di controllo sulle attività svolte e sulla documentazione presente all interno del canile. Il Comune può esercitare tale controllo con propri dipendenti e/o tramite altri Servizi competenti in materia, in ogni momento e senza preavviso alcuno, anche attraverso incontri periodici, visite sul posto e colloqui con i fruitori delle attività stesse, che l aggiudicatario rispetti i termini del presente capitolato, collabori col Servizio ASL nello svolgimento delle attività istituzionali previste presso il canile, che le attività siano svolte perseguendo il benessere degli animali ed il rispetto della normativa vigente in materia, che nei confronti dei cittadini siano tenuti comportamenti corretti, trasparenti e finalizzati a favorire la pratica delle adozioni. Art. 8 Spese a carico del Comune di Cutrofiano Sono a carico del Comune di Cutrofiano: - spese per la manutenzione straordinaria del Canile; - le spese per le utenze ed in particolare, le spese di luce, di acqua e di gas; - eventuali interventi straordinari che dovessero essere richiesti dalla ASL. Art. 9 Durata La durata dell appalto è stabilita in anni 3 (tre), decorrenti dalla data di sottoscrizione della Convenzione. Art. 10 Modalità di pagamento del corrispettivo Il Comune di Cutrofiano, per lo svolgimento dei servizi, che sono oggetto del presente Capitolato, effettuerà il pagamento delle rette giornaliere per la custodia e mantenimento dei cani ricoverati e si impegna a corrispondere all Aggiudicataria il corrispettivo per ogni cane ospitato. Compenso che verrà erogato in rate mensili posticipate, sulla base della documentazione delle presenze, risultanti da apposito registro allegato alla fattura che l Aggiudicataria dovrà presentare al Comune Art Fidejussione 4

5 A garanzia del puntuale assolvimento delle obbligazioni assunte, l aggiudicatario presenta, al momento della stipulazione del contratto, una fideiussione bancaria o assicurativa, per un importo pari al 10% del valore dell appalto, sulla base dell offerta economica presentata. In caso di inadempimento o di inesatto adempimento o di inosservanza degli obblighi previsti nel presente Capitolato, il Comune di Cutrofiano, si riserva il diritto di risoluzione della Convenzione. Art. 12 Penalità Nell ipotesi di inadempimento dei punti sopra elencati nell art. 2 compiti dell aggiudicatario, nei punti da 1 a 18, il responsabile dell affidamento potrà procedere alla contestazione con comminatoria di penalità. Qualora, nel corso dell espletamento del servizio, si accerti inadempimento da parte del Concessionario, ciò verrà tempestivamente contestato per iscritto. A seguito della suddetta contestazione, il Concessionario è tenuto a fornire, entro i successivi dieci giorni, dettagliate giustificazioni in merito. Resta inteso che l Amministrazione Comunale può a suo insindacabile giudizio, accogliere le giustificazioni addotte oppure considerare accertato l inadempimento. Le giustificazioni eventualmente presentate oltre il termine sopra indicato non saranno comunque prese in considerazione; anche in questo caso, pertanto, si considererà accertato l inadempimento contestato. Per ogni inadempienza agli obblighi contrattuali da parte dell aggiudicatario, il Comune provvede ad applicare una penale di euro 300,00 (trecento/00) con trattenuta sul compenso mensile successivo. Al verificarsi del terzo inadempimento accertato, verrà applicata una detrazione, a titolo di penalità, pari al 3% dell importo totale annuale. Nel caso di recidiva per mancato rispetto delle clausole contrattuali, che ha comportato l applicazione di penalità a carico del concessionario, l Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di avvalersi della clausola risolutiva del contratto. Nel caso di risoluzione della Convenzione, all Aggiudicatario saranno corrisposti i soli diritti maturati sino alla data di risoluzione del contratto. Per l applicazione delle disposizioni contenute nel presente articolo, il Comune si rivarrà sulla fidejussione assicurativa senza bisogno di diffida o altra formalità. Art. 13 Spese contrattuali La presente Convenzione verrà stipulata solo in caso di necessità con spese a carico del richiedente. Art.14 - Foro competente Tutte le controversie che non possono venire risolte in via amichevole o arbitrale verranno deferite al Foro di Lecce. Art Posizioni di Rinvio Per quanto non espressamente previsto nel presente Capitolato, si rinvia a quanto disposto dalle norme vigenti in materia. Il Responsabile del Settore Vigilanza Ten. Dott. Mino DURANTE 5

Comune di S. PANCRAZIO SALENTINO

Comune di S. PANCRAZIO SALENTINO Comune di S. PANCRAZIO SALENTINO PIAZZA UMBERTO I N.4 - tel. Fax 0831/666026 SETTORE V - POLIZIA MUNICIPALE CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL CANILE COMUNALE IN SAN PANCRAZIO SALENTINO

Dettagli

COMUNE DI GIOIOSA JONICA

COMUNE DI GIOIOSA JONICA COMUNE DI GIOIOSA JONICA Via Garibaldi n. 16/18-89042 Provincia di Reggio Calabria Comando Polizia Municipale (Partita IVA 00288960800 - Tel. e Fax 0964/51537 e-mail: pmgioiosaionica1957@tiscali.it ) CAPITOLATO

Dettagli

Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto.

Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto. &2081(',0('( 3URYLQFLDGL3DYLD!#"%$ &!' ' $$ 5(*2/$0(172 &$1,/(&2081$/( $577LWRODULWj Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto. $57*HVWLRQH Il canile è gestito di norma dal

Dettagli

COMUNE DI SCIARA. 1 Settore POLIZIA MUNICIPALE e AMMINISTRATIVO

COMUNE DI SCIARA. 1 Settore POLIZIA MUNICIPALE e AMMINISTRATIVO COMUNE DI SCIARA L i b e r o C o n s o r z i o C o m u n a l e d i P a l e r m o 1 Settore POLIZIA MUNICIPALE e AMMINISTRATIVO CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CATTURA, RICOVERO, VITTO E MANTENIMENTO IN

Dettagli

REGOLAMENTO CANILE COMUNALE

REGOLAMENTO CANILE COMUNALE COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 55 DEL 30.12.2005 MODIFICATO CON DELIBERA C.C. N. 31 DEL 03.06.2008 REGOLAMENTO CANILE COMUNALE INDICE Art. 1 - Titolarità... 3 Art. 2

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO E CUSTODIA DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO DEL PARCO DEL MOLENTARGIUS. Art. 1 Oggetto dell appalto Oggetto del presente

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PISTA CICLABILE DI C.DA ACQUAFREDDA ART. 1 - OGGETTO DELLA CONCESSIONE La concessione ha per oggetto la gestione della

Dettagli

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139 Comune di Triggiano SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139 CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E FUNZIONAMENTO DEL CANILE RIFUGIO DI SAN LAZZARO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E FUNZIONAMENTO DEL CANILE RIFUGIO DI SAN LAZZARO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E FUNZIONAMENTO DEL CANILE RIFUGIO DI SAN LAZZARO DELIBERA DI CONSIGLIO n. 11 del 02-03-2012 - Pag. 1 - COMUNE DI GUALDO TADINO Articolo 1- Oggetto del regolamento TITOLO 1

Dettagli

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO

FRA 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO CONTRATTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DELLA CCIAA DI LODI PER IL PERIODO - 01/01/2011-31/12/2013 CIG 06218796C7 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI

Dettagli

COMUNE DI PIANA DI MONTE VERNA PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI PIANA DI MONTE VERNA PROVINCIA DI CASERTA COMUNE DI PIANA DI MONTE VERNA PROVINCIA DI CASERTA REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI Allegato alla delibera di Consiglio comunale n. 32 del 27/11/2009 INDICE ART. 1 - OGGETTO ART. 2 - MODALITA DI ADESIONE

Dettagli

L anno duemiladodici il giorno.. del mese di Maggio presso la sede legale del Consorzio del Parco in Cagliari, via La Palma (Edificio Sali Scelti).

L anno duemiladodici il giorno.. del mese di Maggio presso la sede legale del Consorzio del Parco in Cagliari, via La Palma (Edificio Sali Scelti). Affidamento del servizio di custodia, ricovero e cura dei cani abbandonati o randagi catturati nel territorio del Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline, nell ambito della lotta e della prevenzione

Dettagli

CITTA DI GRAVINA IN PUGLIA

CITTA DI GRAVINA IN PUGLIA CITTA DI GRAVINA IN PUGLIA Provincia di Bari COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Servizio: Randagismo -Iigiene Urbana- Verde Pubblico Via Tagliamento - tel. 080/3267463 - Fax :080/3267672 CAPITOLATO SPECIALE D

Dettagli

COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari

COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari COMANDO POLIZIA LOCALE Oggetto: Capitolato speciale d appalto per la gestione del servizio di ricovero, custodia e mantenimento dei cani randagi catturati nel

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE CAPITOLATO PER AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO ACCALAPPIAMENTO E TRASPORTO CANI RANDAGI E COLONIE FELINE SU TUTTO IL TERRITORIO AFFERENTE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 28 REGISTRO DELIBERAZIONI COMUNE DI CASTELL ARQUATO Provincia di Piacenza.. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE... OGGETTO: GESTIONE DEL CANILE COMUNALE DI CASTELL ARQUATO DENOMINATO RIFUGIO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI COMUNE DI SAN GIULIANO DEL SANNIO PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI Adottato con delibera di Consiglio comunale n. 3 del 07.03.2014 INDICE ART. 1 - OGGETTO ART. 2 - MODALITA DI

Dettagli

COMUNE DI. PROVINCIA DI ALESSANDRIA

COMUNE DI. PROVINCIA DI ALESSANDRIA COMUNE DI. PROVINCIA DI ALESSANDRIA CONVENZIONE PER: - IL SERVIZIO DI CATTURA DI CANI RANDAGI E IL SUCCESSIVO RICOVERO PRESSO IL CANILE SANITARIO; - IL RICOVERO, IL MANTENIMENTO, LA CURA E LA PULIZIA DI

Dettagli

Comune di Bagnolo San Vito Via Roma, 29 46031 Bagnolo San Vito

Comune di Bagnolo San Vito Via Roma, 29 46031 Bagnolo San Vito Comune di Bagnolo San Vito Via Roma, 29 46031 Bagnolo San Vito REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI CATTURATI SUL TERRITORIO COMUNALE DI BAGNOLO SAN VITO Art. 1 La

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO Art. 1 - Finalità. Art. 2 - Oggetto del Regolamento. Art. 3 - Definizioni e principi generali.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI COMUNE DI FRATTAMINORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI Allegato alla delibera di Consiglio comunale n.23 del 29/09/2008 INDICE ART.1 OGGETTO ART.2 MODALITA DI ADESIONE ART.3 INCENTIVI

Dettagli

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI D IGIENE URBANA. L'anno ( ), il giorno. - Il Comune di Campi Bisenzio, con sede il Piazza Dante,

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI D IGIENE URBANA. L'anno ( ), il giorno. - Il Comune di Campi Bisenzio, con sede il Piazza Dante, CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI D IGIENE URBANA VETERINARIA E ATTIVITA CONGIUNTE ALLA TUTELA DEGLI ANIMALI TRA IL COMUNE DI CAMPI BISENZIO E L AZIENDA SANITARIA ASL 10 DI FIRENZE L'anno ( ),

Dettagli

Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 35 del 05.06.2013

Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 35 del 05.06.2013 COMUNE DI PALO DEL COLLE Provincia di Bari REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI RICOVERATI NEL CANILE RIFUGIO CONVENZIONATO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 35 del 05.06.2013

Dettagli

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 58 ORIGINALE DATA 28/06/2013 OGGETTO: DETERMINA DI AFFIDAMENTO DIRETTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ACCALAPPIAMENTO, MANTENIMENTO E CUSTODIA DEI

Dettagli

COMUNE DI CAMPODIPIETRA PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI

COMUNE DI CAMPODIPIETRA PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI COMUNE DI CAMPODIPIETRA PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 45 del 29.09.2009 INDICE ART. 1 OGGETTO ART. 2 MODALITA DI ADESIONE

Dettagli

Cod. Determ: DTPI32501 Pag. 1. Registro Generale n. 1228 del 2013 Reg. del Settore n. 466 / 2013 CITTA' DI COSENZA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Cod. Determ: DTPI32501 Pag. 1. Registro Generale n. 1228 del 2013 Reg. del Settore n. 466 / 2013 CITTA' DI COSENZA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Cod. Determ: DTPI32501 Pag. 1 Registro Generale n. 1228 del 2013 Reg. del Settore n. 466 / 2013 CITTA' DI COSENZA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Settore 10 - INFRASTRUTTURE Oggetto: Cooperativa sociale Donnici.

Dettagli

C A P I T O L A T O DI GARA SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE CIG 6017118AD8

C A P I T O L A T O DI GARA SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE CIG 6017118AD8 C A P I T O L A T O DI GARA SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE CIG 6017118AD8 Art. 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto disciplinato

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA PROVINCIA DI ORISTANO CONVENZIONE. tra il Comune di Terralba con sede in via Baccelli n.1 C.F. N. 00063150957

COMUNE DI TERRALBA PROVINCIA DI ORISTANO CONVENZIONE. tra il Comune di Terralba con sede in via Baccelli n.1 C.F. N. 00063150957 COMUNE DI TERRALBA PROVINCIA DI ORISTANO CONVENZIONE tra il Comune di Terralba con sede in via Baccelli n.1 C.F. N. 00063150957 nella persona del Dr. Stefano Dessani, funzionario responsabile del IV Servizio

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE AMBIENTE U.O.S. AFFARI ANIMALI

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE AMBIENTE U.O.S. AFFARI ANIMALI CATTURA MANTENIMENTO CUSTODIA CANI RANDAGI DISCIPLINARE Pag. 1 di 1 COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE AMBIENTE U.O.S. AFFARI ANIMALI Documentazione complementare al bando relativa al DISCIPLINARE per il Servizio

Dettagli

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI Premesso che l Istituzione per i Servizi alla Persona del Comune di Livorno interviene per garantire il trasporto

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-151.0.0.-45

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-151.0.0.-45 DIREZIONE AMBIENTE, IGIENE, ENERGIA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2012-151.0.0.-45 L'anno 2012 il giorno 09 del mese di Ottobre il sottoscritto Risso Ornella in qualita' di dirigente di Direzione Ambiente,

Dettagli

SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DI CANI CATTURATI O PER I QUALI NON E POSSIBILE LA RESTITUZIONE AI PROPRIETARI O L AFFIDAMENTO

SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DI CANI CATTURATI O PER I QUALI NON E POSSIBILE LA RESTITUZIONE AI PROPRIETARI O L AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DI CANI CATTURATI O PER I QUALI NON E POSSIBILE LA RESTITUZIONE AI PROPRIETARI O L AFFIDAMENTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Canile_Capitolato_rev2.doc Pagina

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI CAPOTERRA CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari 5 Settore - Servizio Polizia Locale CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RICOVERO E MANTENIMENTO CANI CANILE RIFUGIO Art.1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto disciplinato dal presente Capitolato ha

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE NUMERO GARA 2367978 CIG 229069989B CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RIMINI E.. PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI MATERIALE A FAVORE DEI SERVIZI ED ISTITUZIONI FACENTI

Dettagli

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007

A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 A.S.L. 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER OPERE DI FALEGNAME - VETRAIO - FABBRO ANNO 2007 1 Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento della manutenzione ordinaria, programmata

Dettagli

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste.

L anno il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. COMUNE DI TRIESTE N. Cod. Fisc. e Part. IVA 00210240321 Rep. n Area Risorse Economiche-Finanziarie e di Sviluppo Economico Prot. n OGGETTO: Affidamento servizio di assistenza tecnica in relazione alla

Dettagli

COMUNE DI MOGORO PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI MOGORO PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI MOGORO PROVINCIA DI ORISTANO CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO REGALA UNA CASA A UN AMICO A 4 ZAMPE Approvato con deliberazione della G.C. n. 32 del 05.04.2016 1/5 Art.1 - Finalità La

Dettagli

LINEE GUIDA FINALIZZATE ALL ADOZIONE DI CANI RANDAGI NEL COMUNE DI CANICATTINI BAGNI (SR) PROGETTO ADOTTA UN CITTADINO A 4 ZAMPE!.

LINEE GUIDA FINALIZZATE ALL ADOZIONE DI CANI RANDAGI NEL COMUNE DI CANICATTINI BAGNI (SR) PROGETTO ADOTTA UN CITTADINO A 4 ZAMPE!. Allegato A alla delibera di Giunta n. 179_ del_26/09/2011 LINEE GUIDA FINALIZZATE ALL ADOZIONE DI CANI RANDAGI NEL COMUNE DI CANICATTINI BAGNI (SR) PROGETTO ADOTTA UN CITTADINO A 4 ZAMPE!. Art. 1 FINALITÀ

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 29.12.2015 1 INDICE

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO STRUTTURA DIDATTICA SPECIALE VETERINARIA Largo Paolo Braccini n. 2-5, cap. 10095 Grugliasco (TO) IL DIRETTORE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO STRUTTURA DIDATTICA SPECIALE VETERINARIA Largo Paolo Braccini n. 2-5, cap. 10095 Grugliasco (TO) IL DIRETTORE PROT. N. 586 DEL 15/07/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO CONTRATTO DI AFFIDAMENTO DI SERVIZI DESTINATI ALLA STRUTTURA DIDATTICA SPECIALE VETERINARIA (SDSV) DELL UNIVERISTA DEGLI STUDI DI TORINO, AI

Dettagli

A V V I S O P U B B L I C O OGGETTO: ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO E CUSTODIA DEI

A V V I S O P U B B L I C O OGGETTO: ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO E CUSTODIA DEI A V V I S O P U B B L I C O OGGETTO: ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO E CUSTODIA DEI CANI PRESSO IL RIFUGIO UBICATO IN COMUNE DI TALAMELLO LOCALITA FAGNANO DI SOTTO. PROGETTO DI GESTIONE.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN VITO E L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO OGLIASTRA SOCCORSO AMICI DEGLI ANIMALI.

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN VITO E L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO OGLIASTRA SOCCORSO AMICI DEGLI ANIMALI. Allegato A) alla determinazione del Servizio AA.GG. n. 103 del 24/04/2013 Il Responsabile del Servizio F.to Dott.ssa Veronica Anedda COMUNE DI SAN VITO PROVINCIA DI CAGLIARI SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE L anno duemiladieci. Il giorno del mese di dicembre, presso la Residenza Municipale TRA Il Comune di Marzabotto (BO) P.I. 00530261205, C.F., rappresentato

Dettagli

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI

AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI AREA VIII DISCIPLINA DEL MERCATO P.O. CONTRATTUALISTICA E CONCORRENZA CONTRATTO TIPO PER APPALTO DI SERVIZI DI PULIZIA PRESSO I CONDOMINI 1 CONTRATTO PER APPALTO DEI SERVIZI DI PULIZIA TRA Il Condominio

Dettagli

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI CONVENZIONE/CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RICOVERO, MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI RINVENUTI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI RIETI CONVENZIONE/CAPITOLATO PER

Dettagli

Scheda tecnica servizio di accompagnamento al trasporto

Scheda tecnica servizio di accompagnamento al trasporto SCHEDA TECNICA N. 4 SERVIZIO DI ASSISTENZA AL TRASPORTO SCOLASTICO PER GLI ALUNNI DELLE SCUOLE DELL INFANZIA, DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO, NONCHE PER GLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI 1 Scheda

Dettagli

COMUNE DI VOLLA ( Provincia di Napoli) Via A. Moro n 1 80040 Volla (NA) UFFICIO ECOLOGIA-AMBIENTE-TERRITORIO

COMUNE DI VOLLA ( Provincia di Napoli) Via A. Moro n 1 80040 Volla (NA) UFFICIO ECOLOGIA-AMBIENTE-TERRITORIO COMUNE DI VOLLA ( Provincia di Napoli) Via A. Moro n 1 80040 Volla (NA) UFFICIO ECOLOGIA-AMBIENTE-TERRITORIO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI. Art.

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

Unione Montana dei Comuni del Mugello All. B)

Unione Montana dei Comuni del Mugello All. B) Unione Montana dei Comuni del Mugello All. B) Città Metropolitana di Firenze SCRITTURA PRIVATA APPALTO DI SERVIZIO PER ATTIVITA INCENTIVANTI LE ADOZIONI DEI CANI RANDAGI CATTURATI SUI TERRITORI COMUNALI

Dettagli

COMUNE DI LOCATE DI TRIULZI (MI)

COMUNE DI LOCATE DI TRIULZI (MI) Alleg. C COMUNE DI LOCATE DI TRIULZI (MI) CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RICOVERO E MANTENIMENTO DEGLI ANIMALI RANDAGI DA AFFEZIONE RINVENUTI SUL TERRITORIO L anno........ il giorno.........

Dettagli

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E LA SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE L ARCA AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 1, DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991, N. 381 (ESENTE DA BOLLO AI SENSI D.L. 4.12.1997 N. 460

Dettagli

Repubblica Italiana. COMUNE della CITTA di SARSINA. Provincia Forlì-Cesena CONTRATTO REGOLANTE I RAPPORTI TRA IL COMUNE DI SARSINA E IL

Repubblica Italiana. COMUNE della CITTA di SARSINA. Provincia Forlì-Cesena CONTRATTO REGOLANTE I RAPPORTI TRA IL COMUNE DI SARSINA E IL Repubblica Italiana COMUNE della CITTA di SARSINA Provincia Forlì-Cesena CONTRATTO REGOLANTE I RAPPORTI TRA IL COMUNE DI SARSINA E IL DOTT. PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI FISIOTERAPIA DA SVOLGERSI PRESSO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO Per

SCHEMA DI CONTRATTO Per SCHEMA DI CONTRATTO Per L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA PER LA VALUTAZIONE DEGLI ASPETTI ECONOMICO AZIENDALI SOTTOSTANTI ALL IPOTESI DI INTERNALIZZAZIONE DELL ATTIVITA DI GESTIONE DEI

Dettagli

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (Art. 10 L.R. n. 23/2006) tra

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (Art. 10 L.R. n. 23/2006) tra CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (Art. 10 L.R. n. 23/2006) L anno 2011, il giorno., del mese di tra l Amministrazione Comunale di Cavarzere, con sede legale in Cavarzere

Dettagli

COMUNE ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS DISCIPLINARE PER L ADOZIONE DEI CANI

COMUNE ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS DISCIPLINARE PER L ADOZIONE DEI CANI COMUNE ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS DISCIPLINARE PER L ADOZIONE DEI CANI Approvato con Deliberazione G.C. n. 34 del 25.03.2015 INDICE - PREMESSA ART. 1 - OGGETTO ART. 2 - MODALITA DI ADESIONE ART. 3 -

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109 Estratto web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109 OGGETTO: APPROVAZIONE BOZZA DI

Dettagli

N. 100. COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE

N. 100. COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE DELIBERATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON VERBALE N. 75 DEL 15/11/2012 N. 100 ARTICOLO

Dettagli

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti

COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti COMUNE DI POLLUTRI Provincia di Chieti V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E NUMERO 105 DATA 10.12.2013 OGGETTO: Adozione dei cani randagi accalappiati nel Comune

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

Allegato B ) alla determina n. 74 del 15/05/2014. Città di Randazzo

Allegato B ) alla determina n. 74 del 15/05/2014. Città di Randazzo Allegato B ) alla determina n. 74 del 15/05/2014 Città di Randazzo CAPITOLATO D ONERI Servizio per il ricovero, il mantenimento e la cura dei cani randagi catturati nel territorio del Comune di Randazzo

Dettagli

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE

IL AREA AMMINISTR.CONTABILE OGGETTO: Manutenzione ordinaria arredo urbano. Affidamento alla Cooperativa Promozione Lavoro di San Bonifacio. IL AREA AMMINISTR.CONTABILE RICHIAMATA la delibera di Giunta Comunale n. 13 del 01.03.2012,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE INDICE Titolo I. - Adozione...2 Art. 1 Finalità...2 Art. 2 Requisiti per l affidamento dell animale...2 Art. 3 Modalità

Dettagli

Determina Ambiente e protezione civile/0000066 del 11/12/2013

Determina Ambiente e protezione civile/0000066 del 11/12/2013 Comune di Novara Determina Ambiente e protezione civile/0000066 del 11/12/2013 Area / Servizio Servizio Ambiente e Mobilità (10.UdO) Proposta Istruttoria Unità Servizio Ambiente e Mobilità (10.UdO) Proponente

Dettagli

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA)

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (Prov. NA) CONVENZIONE PER L INCARICO PROFESSIONALE DI DIRETTORE OPERATIVO DEI LAVORI DI manutenzione istituti scolastici e immobili comunali, comprensive degli impianti

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI 1 SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SERVIZI ASSISTENZIALI SANITARI E ALTRI SERVIZI AUSILIARI Codice CIG L anno duemila, il giorno del mese di nella sede della Casa per Anziani Umberto I - Piazza della Motta

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO ART.2 - MANUTENZIONE PROGRAMMATA CAPITOLATO SPECIALE PER LA MANUTENZIONE PROGRAMMATA E STRAORDINARIA DEGLI AUTOMEZZI SOCIETARI ART.1 OGGETTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di manutenzione programmata e straordinaria

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Lavori Pubblici Mobilità Urbana e Ambiente DIRETTORE PAGLIARINI ing. MARCO Numero di registro Data dell'atto 1579 21/10/2015 Oggetto : Approvazione per l'anno

Dettagli

TRA LE PARTI. E Affidatario: Cooperativa sociale... nella persona... nato a.. il... e residente in.. via n. Codice Fiscale...

TRA LE PARTI. E Affidatario: Cooperativa sociale... nella persona... nato a.. il... e residente in.. via n. Codice Fiscale... COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore Servizi Sociali 30031, Via Cairoli n.39 041.5121911 Fax 041.410665 www.provincia.venezia.it/comune.dolo e-mail comune.dolo@provincia.venezia.it P.IVA 00655760270

Dettagli

Capitolato speciale per la concessione del servizio di gestione del canile rifugio comunale

Capitolato speciale per la concessione del servizio di gestione del canile rifugio comunale SETTORE AFFARI GENERALI E ATTIVITA PRODUTTTIVE Capitolato speciale per la concessione del servizio di gestione del canile rifugio comunale Art.1 Oggetto L'appalto ha per oggetto, così come definito ai

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

COMUNE DI SANT ELENA SANNITA

COMUNE DI SANT ELENA SANNITA COMUNE DI SANT ELENA SANNITA (Provincia di Isernia) C O P I A DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO N.25 DEL 14-03-2013 Oggetto: SERVIZIO DI CUSTODIA E MANTENIMENTO CANI RANDAGI. DETERMINAZIONI.

Dettagli

Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA. Contratto di appalto. L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento

Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA. Contratto di appalto. L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento Presidenza della Regione Siciliana Rep. n. REPUBBLICA ITALIANA Contratto di appalto L anno il giorno del mese di nella sede del Dipartimento Regionale della Programmazione della Presidenza della Regione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI Allegato alla deliberazione della C.S. n. 74 del 21/06/2011 COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI PROGETTO ADOTTA UN AMICO Progetto adotta un amico 1 Indice Articolo 1 Oggetto...

Dettagli

Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO

Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO COMUNE DI CALCIO REP. N. Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO SCOLASTICO ANNI 2010/2011/2012-

Dettagli

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA -

COMUNE DI CADREZZATE PROVINCIA DI VARESE - AREA TECNICA - CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI PERIODO 01 GIUGNO 2009 31 MAGGIO 2011. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Formano oggetto del seguente appalto le prestazioni relative a

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI

COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI Tel. 0873.913121-913106 Fax 0873.913175 P.I. 00243570694 Piazza Donato Iezzi, 15 66020 Torino di Sangro PEC protocollo@comunetorinodisangro.legalmail.it www.comune.torinodisangro.ch.it

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

COMUNE DI CORLETO PERTICARA Provincia di Potenza

COMUNE DI CORLETO PERTICARA Provincia di Potenza COMUNE DI CORLETO PERTICARA Provincia di Potenza CAPITOLATO TECNICO (prescrizioni contrattuali specifiche) Art.1 Oggetto dell appalto Il presente appalto ha per oggetto il servizio, limitatamente al territorio

Dettagli

Città di Troia Provincia di Foggia

Città di Troia Provincia di Foggia Città di Troia Provincia di Foggia REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RANDAGI RINVENUTI SUL TERRITORIO COMUNALE ART. 1 (OGGETTO E FINALITÀ) Il presente regolamento disciplina l'adozione da parte di privati

Dettagli

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 di COMUNE DI TORTORA P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 tel. 0985-7660240-7660216 (ufficio tecnico) fax 0985-7660400

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI PRESSO IL RIFUGIO DI VALLATA

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI PRESSO IL RIFUGIO DI VALLATA COMUNITA MONTANA ALTA VALMARECCHIA AMBITO TERRITORIALE ZONA A SEDE DI NOVAFELTRIA (PU) REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI PRESSO IL RIFUGIO

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona

COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona COMUNE DI GAZZO VERONESE Provincia di Verona SETTORE TECNICO SERVIZIO LAVORI PUBBLICI E PATRIMONIO Concessione di area pubblica parco 1 Maggio e per la gestione del chiosco-bar destinato all esercizio

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

!"#$%&!"!"'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE

!#$%&!!'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE DELLE CONDOTTE E DELLE OPERE IDRAULICHE Avellino, IL PRESIDENTE f.to dott. Michele

Dettagli

C O M U N E D I C E R R E T O D E S I (Provincia di Ancona) CAPITOLATO D ONERI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE

C O M U N E D I C E R R E T O D E S I (Provincia di Ancona) CAPITOLATO D ONERI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE C O M U N E D I C E R R E T O D E S I (Provincia di Ancona) - CAPITOLATO D ONERI GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE Art.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente Capitolato d Oneri è la gestione in appalto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI CATTURA, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI.

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI CATTURA, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI. CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI CATTURA, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI. Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente capitolato ha per oggetto l insieme delle norme che costituiscono

Dettagli

Servizio di ricovero, custodia e mantenimento in vita di cani randagi.

Servizio di ricovero, custodia e mantenimento in vita di cani randagi. All. A alla D.D. nr. 27 del 16/06/09 Sett. VII COMUNE DI CORATO PROVINCIA DI BARI CAPITOLATO D APPALTO Servizio di ricovero, custodia e mantenimento in vita di cani randagi. Art. 1 - Oggetto La gara ha

Dettagli

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del

Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente contratto disciplina la concessione del COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DI SERVIZIO RELATIVA ALL AREA DI PARCHEGGIO PUBBLICO DI PIAZZA SASSI. Art. 1) Oggetto del contratto. Il presente

Dettagli

COMUNE DI CANEGRATE. (Provincia di Milano) CONVENZIONE TRA COMUNE DI CANEGRATE SOCIALE DI TIPO B AI SENSI DELL ART.5 DELLA LEGGE 8

COMUNE DI CANEGRATE. (Provincia di Milano) CONVENZIONE TRA COMUNE DI CANEGRATE SOCIALE DI TIPO B AI SENSI DELL ART.5 DELLA LEGGE 8 Rep. N. COMUNE DI CANEGRATE (Provincia di Milano) CONVENZIONE TRA COMUNE DI CANEGRATE E COOPERATIVA SOCIALE DI TIPO B AI SENSI DELL ART.5 DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991 N 381 E S.M.I., PER IL SERVIZIO DI

Dettagli

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE Tra le sottoscritte parti: CASALE SPORTIVA SRL, con sede in Mirandola (MO), Via Giovanni Pico, 51, p. iva

Dettagli