Allegato 1: Modifiche approvate alle tabelle B e C del Rapporto Istruttorio Gennaio 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allegato 1: Modifiche approvate alle tabelle B e C del Rapporto Istruttorio Gennaio 2014"

Transcript

1 Allegato 1: Modifiche approvate alle tabelle B e C del Rapporto Istruttorio Gennaio 2014 a Tabella B del Rapporto Istruttorio Gennaio 2014 (approvato con DD n.4769/2014) viene aggiornata come segue; sono riportate in grassetto e in rosso le modifiche richieste dal gestore e approvate Tabella B dettaglio rifiuti pericolosi ammessi alle operazioni e R13 in zone A e B CER Descrizione Operazione Cisterna di stoccaggio Olio usato * scarti di olio minerale per motori, ingranaggi e lubrificazione, non -R * oli minerali per macchinari, * oli minerali per macchinari, non * oli sintetici per macchinari * oli minerali per circuiti idraulici, * oli minerali per circuiti idraulici, non * oli sintetici per circuiti idraulici * oli per circuiti idraulici, facilmente biodegradabili * altri oli per circuiti idraulici * scarti di olio minerale per motori, ingranaggi e lubrificazione, * scarti di olio sintetico per motori, ingranaggi e lubrificazione * olio per motori, ingranaggi e lubrificazione, facilmente biodegradabile -R * altri oli per motori, ingranaggi e lubrificazione * oli minerali isolanti e termoconduttori, diversi da quelli di cui alla voce * oli minerali isolanti e termoconduttori non * oli sintetici isolanti e termoconduttori * oli isolanti e termoconduttori, facilmente biodegradabili * altri oli isolanti e termoconduttori * oli prodotti dalla separazione olio/acqua * altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, contenenti sostanze * oli e grassi diversi da quelli di cui alla voce

2 Emulsioni oleose * emulsioni e soluzioni per macchinari, contenenti alogeni * emulsioni e soluzioni per macchinari, non contenenti alogeni -R * emulsioni clorurate * emulsioni non clorurate * altre emulsioni Ulteriori rifiuti pericolosi * soluzioni acquose di lavaggio * rifiuti prodotti da processi di sgrassatura a vapore * acque oleose prodotte dalla separazione olio/acqua * olio combustibile e carburante diesel -R * rifiuti contenenti olio -R * rifiuti contenenti altre sostanze -R * soluzioni acquose di scarto, contenenti sostanze * concentrati acquosi, contenenti sostanze * rifiuti liquidi acquosi e concentrati acquosi prodotti dalle operazioni di risanamento delle acque di falda, contenenti sostanze a Tabella C del Rapporto Istruttorio Gennaio 2014 (approvato con DD n.4769/2014) viene aggiornata come segue; sono riportate in grassetto e in rosso le modifiche richieste dal gestore e approvate Tabella C dettaglio rifiuti pericolosi e non ammessi alle operazioni e R13 in zona C2 CER Descrizione Operazione Stato fisico Modalità di stoccaggio Rifiuti non pericolosi fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce FP fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce FP pitture e vernici di scarto, diverse da quelle di cui alla voce fanghi acquosi contenenti pitture e vernici, diversi da quelli di cui alla voce Sospensioni acquose contenenti pitture e vernici, diverse da quelle di cui alla voce SP- Big FP polveri di scarto di rivestimenti SP Fusti Big 2

3 toner per stampa esauriti, diversi da quelli di cui alla voce adesivi e sigillanti di scarto, diversi da quelli di cui alla voce rifiuti liquidi acquosi contenenti inchiostro scarti di inchiostro, diversi da quelli di cui alla voce Rifiuti liquidi acquosi contenenti adesivi e sigillanti, materiale abrasivo di scarto, diverso da quello di cui alla voce corpi d'utensile e materiali di rettifica esauriti, diversi da quelli di cui alla voce assorbenti, materiali filtranti, stracci e indumenti protettivi, diversi da quelli di cui alla voce pastiglie per freni, diverse da quelle di cui alla voce componenti non specificati altrimenti batterie alcaline (tranne ) altre batterie ed accumulatori Soluzioni acquose di scarto, diverse da quelle di cui alla voce fanghi prodotti da altri trattamenti delle acque reflue industriali, diversi da quelli di cui alla voce R 13 D 15 SP- Fusti Big - Big SP - Fusti Big - R13 SP - Fusti R 13 D 15 Fusti Big - R13 Fusti Big R 13 D 15 R 13 D 15 R 13 D 15 SP - Big Contenitori in plastica Contenitori in plastica FP carbone attivo esaurito Fusti Big batterie e accumulatori diversi da Contenitori in R 13 D 15 quelli di cui alla voce plastica Rifiuti pericolosi * rifiuti agrochimici contenenti SP - sostanze * fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, contenenti sostanze * fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, contenenti sostanze * pitture e vernici di scarto, contenenti solventi organici o altre sostanze * fanghi prodotti da pitture e vernici, contenenti solventi organici o altre sostanze * fanghi acquosi contenenti pitture e vernici, contenenti solventi organici o altre sostanze * fanghi prodotti dalla rimozione di pitture e vernici, contenenti solventi FP - FP - - SP- Big FP - FP - FP - 3

4 organici o altre sostanze * sospensioni acquose contenenti pitture e vernici, contenenti solventi organici o altre sostanze * residui di pittura o di sverniciatori SP * scarti di inchiostro, contenenti sostanze * toner per stampa esauriti, contenenti sostanze R 13 D 15 SP- Fusti Big * adesivi e sigillanti di scarto, Big contenenti solventi organici o altre - sostanze * rifiuti liquidi acquosi contenenti adesivi o sigillanti, contenenti solventi organici o altre sostanze * soluzioni di sviluppo e attivanti a base acquosa * soluzioni fissative * soluzioni di lavaggio e soluzioni di arresto-fissaggio * cere e grassi esauriti Fusti Big R 13 D 15 - Cisternette * materiale abrasivo di scarto, contenente sostanze SP Fusti Big * corpi d'utensile e materiali di rettifica esauriti, contenenti sostanze - R13 SP - Fusti * oli per circuiti idraulici contenenti PCB (1) * oli isolanti e termoconduttori, contenenti PCB * altri carburanti (comprese le FP - R13 miscele) * altri solventi e miscele di solventi alogenati * altri solventi e miscele di solventi - R * fanghi o rifiuti solidi, contenenti FP - solventi alogenati * fanghi o rifiuti solidi, contenenti altri FP - Big- solventi * imballaggi contenenti residui di sostanze o contaminati da tali sostanze R 13 D 15 Fusti Big * imballaggi metallici contenenti matrici solide porose (ad esempio amianto), compresi i contenitori a pressione vuoti R 13 D 15 Fusti Big * assorbenti, materiali filtranti (inclusi filtri dell'olio non specificati altrimenti), stracci e indumenti protettivi, contaminati da sostanze R 13 D 15 Fusti Big 4

5 * filtri dell'olio R 13 D 15 Fusti Big * liquidi per freni * liquidi antigelo contenenti sostanze * componenti pericolosi diversi da quelli di cui alle voci da a , e R 13 Fusti Big * sostanze chimiche di laboratorio contenenti o costituite da sostanze, comprese le miscele di sostanze chimiche di laboratorio SP * batterie al piombo R 13 Contenitori in plastica * batterie al nichel-cadmio R 13 Contenitori in plastica * batterie contenenti mercurio R 13 Contenitori in plastica * elettroliti di batterie ed accumulatori, oggetto di raccolta differenziata * rifiuti contenenti olio * fanghi contenenti sostanze prodotti da altri trattamenti delle acque reflue industriali * batterie e accumulatori di cui alle voci , e nonché batterie e accumulatori non suddivisi contenenti tali batterie Olio usato * oli minerali per macchinari, * oli minerali per macchinari, non * oli sintetici per macchinari * oli minerali per circuiti idraulici, * oli minerali per circuiti idraulici, non * oli sintetici per circuiti idraulici * oli per circuiti idraulici, facilmente biodegradabili * altri oli per circuiti idraulici * scarti di olio minerale per motori, ingranaggi e lubrificazione, * scarti di olio minerale per motori, ingranaggi e lubrificazione, non * scarti di olio sintetico per motori, ingranaggi e lubrificazione * olio per motori, ingranaggi e lubrificazione, facilmente biodegradabile * altri oli per motori, ingranaggi e lubrificazione R 13 Contenitori in plastica -R13 FP - FP - R 13 Contenitori in plastica -R13 5

6 * oli minerali isolanti e termoconduttori, diversi da quelli di cui alla voce * oli minerali isolanti e termoconduttori non * oli sintetici isolanti e termoconduttori * oli isolanti e termoconduttori, facilmente biodegradabili * altri oli isolanti e termoconduttori * oli prodotti dalla separazione olio/acqua * altri rifiuti (compresi materiali misti) prodotti dal trattamento meccanico dei rifiuti, contenenti sostanze * oli e grassi diversi da quelli di cui alla voce Emulsioni oleose * emulsioni e soluzioni per macchinari, contenenti alogeni * emulsioni e soluzioni per macchinari, non contenenti alogeni -R * emulsioni clorurate * emulsioni non clorurate * altre emulsioni Ulteriori rifiuti pericolosi * soluzioni acquose di lavaggio * rifiuti prodotti da processi di FP - sgrassatura a vapore * fanghi di prodotti di separazione FP - olio/acqua * acque oleose prodotte dalla separazione olio/acqua * olio combustibile e carburante diesel - R * rifiuti contenenti altre sostanze FP - -R * soluzioni acquose di scarto, contenenti sostanze * concentrati acquosi, contenenti sostanze * rifiuti liquidi acquosi e concentrati acquosi prodotti dalle operazioni di risanamento delle acque di falda, contenenti sostanze Perugia, lì 14/09/2017 Istruttore Dott. Paolo Grigioni 6

Regione Umbria Giunta Regionale

Regione Umbria Giunta Regionale COD. PRATICA: 2017-002-10410 Regione Umbria Giunta Regionale DIREZIONE REGIONALE AGRICOLTURA, AMBIENTE, ENERGIA, CULTURA, BENI CULTURALI E SPETTACOLO Servizio Autorizzazioni ambientali (AIA e AUA) DETERMINAZIONE

Dettagli

TABELLA 1 Elenco CER in ingresso all impianto Liguroil S.r.l. CER Descrizione SITI R 13. Destinazione di smaltimento e/o recupero in Liguroil (*) R 4

TABELLA 1 Elenco CER in ingresso all impianto Liguroil S.r.l. CER Descrizione SITI R 13. Destinazione di smaltimento e/o recupero in Liguroil (*) R 4 TABELLA 1 Elenco CER in ingresso all impianto Liguroil S.r.l. Legenda delle operazioni di miscelazione sui rifiuti: OP 1 Travaso, Filtrazione, Miscelazione, Scrematura, Separazione fisica per decantazione

Dettagli

ALLEGATO A RIFIUTI NON PERICOLOSI

ALLEGATO A RIFIUTI NON PERICOLOSI ALLEGATO A Rifiuti in entrata e modalità di gestione degli stessi: RIFIUTI NON PERICOLOSI CER DESCRIZIONE Operaz. gestione Quantità (t/anno) 010413 010413 rifiuti prodotti dalla lavorazione della pietra,

Dettagli

1,5 0,005 1,5 R12-R13 D14-D15

1,5 0,005 1,5 R12-R13 D14-D15 Tab.1: rifiuti non pericolosi ALLEGATO A 02 01 03 Scarti di tessuti vegetali 1,5 0,005 1,5 R12-R13 D14-D15 02 01 04 Rifiuti plastici ad esclusione degli imballaggi 1,2 0,004 1,2 R12-R13 D14-D15 03 01 01

Dettagli

fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce

fanghi prodotti dal trattamento in loco degli effluenti, diversi da quelli di cui alla voce RIFIUTI ELENCO CODICI RIFIUTI AUTORIZZATI Il presente documento fa parte della normativa ufficiale di AMAMBIENTE S.r.l.. È vietata la riproduzione e/o divulgazione anche parziale senza previa autorizzazione

Dettagli

autostrada del Brennero

autostrada del Brennero SOCIETÀ PER AZIONI AUTOSTRADA DEL BRENNERO TRENTO autostrada del Brennero SERVIZIO BIENNALE DI PRELIEVO, TRASPORTO E RECUPERO/SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI E URBANI PRODOTTI LUNGO L INFRASTRUTTURA E

Dettagli

p_vr.p_vr.registro UFFICIALE

p_vr.p_vr.registro UFFICIALE p_vr.p_vr.registro UFFICIALE.0009391.24-01-2013! #!%!& () +,, #!&! (, %./ / 001 2! # # %& 3 4%4506 006! 4/0.506 4006! ( 7 8 8 8 0%504500 (, %150! 7 8 8 4%4506 0505006 ( # ) &!9#8&! %1/ )6%!:. ) #; ;!!

Dettagli

categoria Tipo iscrizione Classe Stato Causale sospensione Sospesa dal Sospesa fino al Inizio Data scadenza Sotto categoria

categoria Tipo iscrizione Classe Stato Causale sospensione Sospesa dal Sospesa fino al Inizio Data scadenza Sotto categoria categoria Tipo iscrizione Classe Stato Causale sospensione Sospesa dal Sospesa fino al Inizio Data scadenza Sotto categoria 2-bis - 07/04/2014 07/04/2024 4 Ordinaria F 02/07/2012 02/07/2017 5 Ordinaria

Dettagli

sali e loro soluzioni, diversi da quelli di cui alle voci e

sali e loro soluzioni, diversi da quelli di cui alle voci e sub allegato B1 Ditta ECO ERIDANIA S.p.A. - Autorizzazione integrata ambientale Elenco rifiuti autorizzati Codice CER Descrizione Destinazione 020104 rifiuti plastici (ad esclusione degli imballaggi) 020109

Dettagli

Modulo Offerta Economica

Modulo Offerta Economica (da inserire nella busta C) Modulo Offerta Economica Procedura aperta BANDO 12/2018 - servizio biennale di prelievo, trasporto e recupero/smaltimento dei rifiuti speciali e urbani prodotti lungo l infrastruttura

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 361 del 10/08/2012

Decreto Dirigenziale n. 361 del 10/08/2012 Decreto Dirigenziale n. 361 del 10/08/2012 A.G.C.5 Ecologia, tutela dell'ambiente, disinquinamento, protezione civile Settore 2 Tutela dell'ambiente Oggetto dell'atto: ART. 208 D.LGS. 152/06 E S.M.I. IMPIANTO

Dettagli

Allegato A al DSR n. 96 del pag. 1/7

Allegato A al DSR n. 96 del pag. 1/7 giunta regionale Allegato A al DSR n. 96 del 10.12.2013 pag. 1/7 Impianto per lo smaltimento e il recupero di rifiuti pericolosi e non pericolosi ubicato in Comune di Montebello Vicentino (VI) Ditta Umwelt

Dettagli

ELENCO RIFIUTI AMMISSIBILI ALL IMPIANTO

ELENCO RIFIUTI AMMISSIBILI ALL IMPIANTO Sito di intervento: COMUNE DI CITTA SANT ANGELO (PESCARA) Committente: RIAB SRL Rif.: STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE PER LA COSTRUZIONE E L'ESERCIZIO DI IMPIANTO DI TRATTAMENTO RIFIUTI SPECIALI PERICOLOSI

Dettagli

autostrada del Brennero

autostrada del Brennero SOCIETÀ PER AZIONI AUTOSTRADA DEL BRENNERO TRENTO autostrada del Brennero SERVIZIO BIENNALE DI PRELIEVO, TRASPORTO E RECUPERO/SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI E URBANI PRODOTTI LUNGO L INFRASTRUTTURA E

Dettagli

autostrada del Brennero

autostrada del Brennero SOCIETÀ PER AZIONI AUTOSTRADA DEL BRENNERO TRENTO autostrada del Brennero SERVIZIO BIENNALE DI PRELIEVO, TRASPORTO E RECUPERO/SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI E URBANI PRODOTTI LUNGO L INFRASTRUTTURA E

Dettagli

Prezzi Base d'asta al Kg. Kg in 18 mesi. Codice CER. Descrizione CER

Prezzi Base d'asta al Kg. Kg in 18 mesi. Codice CER. Descrizione CER Descrizione 06 03 14 RIFIUTI PROVENIENTI DA ATTIVITA' DI LABORATORIO CHIMICO E BATTERIOLOGICO Sali e loro soluzioni, diversi da quelli di cui alle voci 060311 e 060313 15,00 4,36 06 04 05 Rifiuti contenenti

Dettagli

Appendice I. Rifiuti autorizzati in ingresso all impianto, quantità (t/anno) e operazioni di gestione. Carta e cartone

Appendice I. Rifiuti autorizzati in ingresso all impianto, quantità (t/anno) e operazioni di gestione. Carta e cartone Appendice I ALLEGATO 1 Rifiuti autorizzati in ingresso all impianto, quantità (t/anno) e operazioni di gestione MACROTIPOLOGIA DI Carta e cartone 200101 DI CARTA Imballaggi in carta e cartone 150101 Imballaggi

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 207 del 30/05/2012

Decreto Dirigenziale n. 207 del 30/05/2012 Decreto Dirigenziale n. 207 del 30/05/2012 A.G.C.5 Ecologia, tutela dell'ambiente, disinquinamento, protezione civile Settore 2 Tutela dell'ambiente Oggetto dell'atto: ART. 208 D.LGS. 152/06 E S.M.I. IMPIANTO

Dettagli

APPALTO GTT N. 180/2015 SERVIZIO TRIENNALE DI SMALTIMENTO RIFIUTI E NOLEGGIO CASSONI DI STOCCAGGIO. PROCEDURA APERTA. SETTORI ORDINARI.

APPALTO GTT N. 180/2015 SERVIZIO TRIENNALE DI SMALTIMENTO RIFIUTI E NOLEGGIO CASSONI DI STOCCAGGIO. PROCEDURA APERTA. SETTORI ORDINARI. APPALTO GTT N. 180/2015 SERVIZIO TRIENNALE DI SMALTIMENTO RIFIUTI E NOLEGGIO CASSONI DI STOCCAGGIO. PROCEDURA APERTA. SETTORI ORDINARI. ERRATA CORRIGE Si precisa che l offerta richiesta è riferita al triennio

Dettagli

ALLEGATO 9 Lista CER base di gara

ALLEGATO 9 Lista CER base di gara ALLEGATO 9 Lista CER base di gara CER Procedura Aperta, per la conclusione di un Accordo Quadro, per l affidamento del Servizio di trattamento o smaltimento o recupero rifiuti pericolosi e non pericolosi

Dettagli

Elenco Codici CER autorizzati

Elenco Codici CER autorizzati Allegato A Autorizzazione in via definitiva all esercizio di un impianto mobile di recupero o smaltimento di rifiuti della società ECOTHERM SITE ASSESSMENT S.r.l., con sede legale via Vaccareccia, 43/d

Dettagli

TABELLA RIFIUTI NON PERICOLOSI

TABELLA RIFIUTI NON PERICOLOSI TABELLA RIFIUTI NON PERICOLOSI quantità massime stoccabili giornaliere quantità massime trattabili giornaliere quantità annue rifiuti destinati allo stoccaggio quantità annue rifiuti destinati al trattamento

Dettagli

PROVINCIA DI COMO SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE

PROVINCIA DI COMO SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE PROVINCIA DI COMO SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE ALLEGATO 1 AL P.D. N. 201/A/ECO DEL 01/06/2016 SCHEDE DI MISCELAZIONE AUTORIZZATE AI SENSI DEL COMMA 2 DELL ART. 187 D.LGS. 152/06 E S.M.I. Sono autorizzate,

Dettagli

Classificazione dei rifiuti - Decisione UE 2014/955 e Regolamento UE 1357/2014

Classificazione dei rifiuti - Decisione UE 2014/955 e Regolamento UE 1357/2014 Con la Decisione della Commissione UE 2014/955/UE è stato modificato l Elenco Europeo dei rifiuti. La Decisione, entrata in vigore in data 1 giugno 2015, sostituisce l allegato D alla parete IV del D.Lgs.

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ACQUA E RIFIUTI

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ACQUA E RIFIUTI PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ACQUA E RIFIUTI Prot. Generale N. 0051823 / 2014 Atto N. 2182 OGGETTO: DEL-CA ECOLOGIA S.A.S., MODIFICA

Dettagli

codice CER descrizione Quantitativo istantaneo

codice CER descrizione Quantitativo istantaneo Allegato n.3 Operazioni Rifiuti liquidi e fangosi pericolosi R13 06 01 01* acido solforico ed acido solforoso 2 t 10 t/anno 06 01 02* acido cloridrico 06 01 05* acido nitrico e acido nitroso 06 01 06*

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI LOTTO 1 IIT GENOVA - CIG C5

ELENCO PREZZI UNITARI LOTTO 1 IIT GENOVA - CIG C5 Il/La sottoscritto/a C.F. in qualità di del seguente operatore economico DICHIARA - di avere, direttamente o con delega a persona dipendente, esaminato tutti i documenti di gara e di essersi recato sul

Dettagli

ELENCO CODICI RIFIUTI AUTORIZZATI

ELENCO CODICI RIFIUTI AUTORIZZATI C.E.R. DESCRIZIONE RIFIUTO ELENCO CODICI RIFIUTI AUTORIZZATI 02 01 08* rifiuti agrochimici contenenti sostanze pericolose 02 01 09 rifiuti agrochimici diversi da quelli della voce 02 01 08 02 02 04 fanghi

Dettagli

Allegati tecnici al Piano di gestione dei Rifiuti Speciali

Allegati tecnici al Piano di gestione dei Rifiuti Speciali PROVINCIA DI COMO Settore Ecologia e Ambiente Allegati tecnici al Piano di gestione dei Rifiuti Speciali Direttiva 42/2001/CE Direttiva Habitat (92/43/CEE) Direttiva uccelli (79/409/CEE) D.lgs 22/1997

Dettagli

Modalità CODIC E CER stoccaggio

Modalità CODIC E CER stoccaggio Rifiuti prodotti dal taglio e dalla segagione della 010413 pietra, diversi da quelli di cui alla voce 010407 Rifiuti plastici (ad 020104 esclusione degli imballaggi) 020107 Rifiuti della silvicoltura Rifiuti

Dettagli

AREA DELLA RICERCA DI ROMA 2 TOR VERGATA. Via del Fosso del Cavaliere, Roma COMPUTO METRICO

AREA DELLA RICERCA DI ROMA 2 TOR VERGATA. Via del Fosso del Cavaliere, Roma COMPUTO METRICO AREA DELLA RICERCA DI ROMA 2 TOR VERGATA Via del Fosso del Cavaliere, 100 00133 Roma COMPUTO METRICO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA AI SENSI DELL ART. 61 DEL D.LGS. 50/2016, DEL SERVIZIO DI RITIRO,

Dettagli

ALLEGATO TECNICO CONDIZIONI DA RISPETTARE NELLA CONDUZIONE DELL IMPIANTO DI DOSAGGIO, MISCELATURA E STOCCAGGIO DI RIFIUTI

ALLEGATO TECNICO CONDIZIONI DA RISPETTARE NELLA CONDUZIONE DELL IMPIANTO DI DOSAGGIO, MISCELATURA E STOCCAGGIO DI RIFIUTI ALLEGATO TECNICO CONDIZIONI DA RISPETTARE NELLA CONDUZIONE DELL IMPIANTO DI DOSAGGIO, MISCELATURA E STOCCAGGIO DI RIFIUTI Gestore: Astra Ecologica S.r.l. P.IVA: 01675950602 Sede Legale ed Operativa: Via

Dettagli

I massimi quantitativi di rifiuti stoccati sono stati fissati in 85 t complessive così suddivise:

I massimi quantitativi di rifiuti stoccati sono stati fissati in 85 t complessive così suddivise: All A Ecorec Premesse La Ditta Eco-Rec è titolare di un impianto di stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi ubicato in Loc. Poggio a Gagliardo nel comune di Montescudaio. In vista della

Dettagli

Monitoraggio rifiuti speciali

Monitoraggio rifiuti speciali Monitoraggio rifiuti speciali 2005-2008 (Provincia di Como Monitoraggio dei Rifiuti Speciali 31/12/2010) 1 Indice delle tavole 1/A Produzione presso l unità locale 1/B Produzione fuori dall unità locale

Dettagli

Modello 7 - MODULO OFFERTA - SERVIZIO DI RITIRO TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI PERICOLOSI E NON PRODOTTI PRESSO LE SEDI DALL'ARPAS

Modello 7 - MODULO OFFERTA - SERVIZIO DI RITIRO TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI PERICOLOSI E NON PRODOTTI PRESSO LE SEDI DALL'ARPAS Modello 7 - MODULO OFFERTA - SERVIZIO DI RITIRO TRASPORTO E SMALTIMENTO RIFIUTI PERICOLOSI E NON PRODOTTI PRESSO LE SEDI DALL'ARPAS l sottoscritt, titolare/legale rappresentante della con sede in, via

Dettagli

ALLEGATO TECNICO CONDIZIONI DA RISPETTARE NELLA CONDUZIONE DELL IMPIANTO DI TRATTAMENTO E STOCCAGGIO RIFIUTI PERICOLOSI E NON PERICOLOSI

ALLEGATO TECNICO CONDIZIONI DA RISPETTARE NELLA CONDUZIONE DELL IMPIANTO DI TRATTAMENTO E STOCCAGGIO RIFIUTI PERICOLOSI E NON PERICOLOSI ALLEGATO TECNICO CONDIZIONI DA RISPETTARE NELLA CONDUZIONE DELL IMPIANTO DI TRATTAMENTO E STOCCAGGIO RIFIUTI PERICOLOSI E NON PERICOLOSI Gestore: Società Servizi per l Agricoltura e per l Ambiente S.A.A.

Dettagli

termica invece viene calcolato in base al consumo di metano ed annotato su apposito registro con cadenza mensile. Le suddette registrazioni sono dispo

termica invece viene calcolato in base al consumo di metano ed annotato su apposito registro con cadenza mensile. Le suddette registrazioni sono dispo Alla Giunta Regionale della Campania Settore Provinciale Ecologia, Tutela Ambiente, Disinquinamento, Protezione Civile di Salerno Via Generale Clark, 103-84131 SALERNO Oggetto: D.Lgs. 59/2005 Inoltro documentazione

Dettagli

Di Berardino Valutazione Impatto Ambientale Pagina 1 di 3

Di Berardino Valutazione Impatto Ambientale Pagina 1 di 3 Di Berardino Valutazione Impatto Ambientale Pagina 1 di 3 Tabelle integrative 1. POTENZIALITÀ Tipologia 3.1 Tipologia: rifiuti di ferro, acciaio e ghisa [120102] [120101] [100210] [160117] [150104] [170405]

Dettagli

ALL.2 ALLA LETTERA DI INVITO

ALL.2 ALLA LETTERA DI INVITO DITTA INDIRIZZO ALL.2 ALLA LETTERA DI INVITO SCHEDA OFFERTA - PAGINA 1 PARTITA IVA/CODICE FISCALE PREZZO ANNUO DELL'APPALTO A BASE D'ASTA 4.053.067,00 OLTRE ONERI SULLA SICUREZZA PARI AD URO 4.000,00 (importo

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 643 del 03/10/2011

Decreto Dirigenziale n. 643 del 03/10/2011 Decreto Dirigenziale n. 643 del 03/10/2011 A.G.C.5 Ecologia, tutela dell'ambiente, disinquinamento, protezione civile Settore 2 Tutela dell'ambiente Oggetto dell'atto: ART. 208 D.LGS. 152/06 E S.M.I. STOCCAGGIO

Dettagli

Monitoraggio rifiuti speciali

Monitoraggio rifiuti speciali Monitoraggio rifiuti speciali 2001-2004 (Provincia di Como - Monitoraggio dei Rifiuti Speciali 31/12/2010) 1 Indice delle tabelle 1/A Produzione presso l unità locale 1/B Produzione fuori dall unità locale

Dettagli

nel territorio della Repubblica di San Marino (Decreto Delegato /2012 e s.m.i.)

nel territorio della Repubblica di San Marino (Decreto Delegato /2012 e s.m.i.) COLLEGIO TECNICO Commissione Tutela Ambientale DELIBERA N. 13 Seduta del 21 gennaio 2019/1718 d.f.r. Oggetto: Autorizzazione GESTIONE RIFIUTI - Variante non sostanziale per impianto nel territorio della

Dettagli

ALLEGATO 3 - MODELLO OFFERTA ECONOMICA

ALLEGATO 3 - MODELLO OFFERTA ECONOMICA ALLEGATO 3 - MODELLO OFFERTA ECONOMICA MARCA DA BOLLO All AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE DELLA PUGLIA Corso Trieste n. 27-70126 Bari OGGETTO: Procedura aperta per l

Dettagli

SCHEDA DI OMOLOGA DEL RIFIUTO

SCHEDA DI OMOLOGA DEL RIFIUTO Compilare in maniera completa tutti campi e barrare con una "X" la/e casella/e di interesse. 1.1 ANAGRAFICA PRODUTTORE / DETENTORE Indirizzo luogo produzione: Se impianto trattamento rifiuti: Autorizzazione

Dettagli

ELENCO DEI RIFIUTI SPECIALI

ELENCO DEI RIFIUTI SPECIALI PROCEDURA NEGOZIATA TRAMITE SISTEMA MEPA (R.D.O.) PER, AI SENSI DELL ART. 36, COMMA 2, LETTERA B), D. LGS 50/16, PER L AFFIDAMENTO, MEDIANTE ACCORDO QUADRO QUADRIENNALE, DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, TRASPORTO

Dettagli

R13/R12/D15/D13 X X

R13/R12/D15/D13 X X Quantità massima istantanea in stoccaggio Quantità massima annua Area 1 Area 2 Area 3 Area 4 Area 5 Area 6 Area 7 Area 8 Area 9 Area 10 Detergenti Oli minerali, contenenti emulsioni Imballi vuoti Toner

Dettagli

PROVINCIA DI COMO SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE ALLEGATO 1- SCHEDE DI MISCELAZIONE AL P.D. N. 229/A/ECO DEL 18/06/2015

PROVINCIA DI COMO SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE ALLEGATO 1- SCHEDE DI MISCELAZIONE AL P.D. N. 229/A/ECO DEL 18/06/2015 PROVINCIA DI COMO SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE ALLEGATO 1- SCHEDE DI MISCELAZIONE AL P.D. N. 229/A/ECO DEL 18/06/2015 RIFIUTI NON PERICOLOSI In questa sezione sono presentate le schede di miscelazione autorizzate

Dettagli

Comune di Manocalzati (AV) % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile

Comune di Manocalzati (AV) % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile Raccolta differenziata Dati di produzione e percentuale di raccolta differenziata Anno 2014 % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug

Dettagli

L elenco e la descrizione dei processi richiesti per ciascuna tipologia di rifiuto è descritta nel documento A01-Relazione Tecnica Primo stralcio.

L elenco e la descrizione dei processi richiesti per ciascuna tipologia di rifiuto è descritta nel documento A01-Relazione Tecnica Primo stralcio. Elenco dei rifiuti contenenti di cui si richiede autorizzazione allo stoccaggio e/o recupero e/o smaltimento nel Primo stralcio di progetto L elenco e la descrizione dei processi richiesti per ciascuna

Dettagli

CER PERICOLOSI. (in vigore dal 01_06_2015)

CER PERICOLOSI. (in vigore dal 01_06_2015) CER PERICOLOSI (in vigore dal 01_06_2015) 01 03 04* sterili che possono generare acido prodotti dalla lavorazione di minerale solforoso 01 03 05* altri sterili contenenti sostanze 01 03 07* altri rifiuti

Dettagli

ALLEGATOA2 alla Dgr n. 940 del 22 giugno 2016 pag. 1/11

ALLEGATOA2 alla Dgr n. 940 del 22 giugno 2016 pag. 1/11 ALLEGATOA2 alla Dgr n. 940 del 22 giugno 2016 pag. 1/11 sub allegato A2 ELENCO MISCELE (NON IN DEROGA) AUTORIZZATE 161102 161104 161106 Miscela n. 1 : RIFIUTI LITOIDI rivestimenti e materiali refrattari

Dettagli

Comune di Positano (SA) % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile

Comune di Positano (SA) % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile Raccolta differenziata Dati di produzione e percentuale di raccolta differenziata Anno 2011 % di r.d. calcolata dalla fonte dati disponibile 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Gen Feb Mar Apr Mag Giu

Dettagli

CODICI C.E.R. QUANTITA RIFIUTI NON PERICOLOSI QUANTITA COMPLESSIVA ANNUALE: t/anno

CODICI C.E.R. QUANTITA RIFIUTI NON PERICOLOSI QUANTITA COMPLESSIVA ANNUALE: t/anno ALLEGATO A STOCCAGGIO ISTANTANEO DEI RIFIUTI NON PERICOLOSI operazione Rifiuti non pericolosi (ton.) D15 1750 R13 1750 CODICI C.E.R. QUANTITA RIFIUTI NON PERICOLOSI QUANTITA COMPLESSIVA ANNUALE: 85.000

Dettagli

Ditta richiedente: De Matteis Agroalimentare SpA Sito di ZONA INDUSTRIALE ASI VALLE UFITA (AV) SCHEDA I_rev1 SCHEDA «I»: RIFIUTI 1

Ditta richiedente: De Matteis Agroalimentare SpA Sito di ZONA INDUSTRIALE ASI VALLE UFITA (AV) SCHEDA I_rev1 SCHEDA «I»: RIFIUTI 1 SCHEDA «I»: RIFIUTI 1 LEGENDA - IMPIANTI E/O AREE DI PROVENIENZA RIFIUTI 2 M-MOLITURA M1 M2 M3 M4 RICEVIMENTO E STOCCAGGIO GRANO CONDIZIONAMENTO MACINAZIONE STOCCAGGIO SEMOLA O SOTTOPRODOTTI P-PASTIFICAZIONE

Dettagli

Trasmissione solo via PEC

Trasmissione solo via PEC PROT. N. 150241/15 Lì 2/11/2015 ECOLOGIA RF/ED da citare nella risposta chiave ditta: 27102 pratica n. 2015/847 Trasmissione solo via PEC Spett.le ditta FERCART S.r.l. Via del Lavoro, 1 5044 MONTAGNANA

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 86 del pag. 1 /5

Allegato A al Decreto n. 86 del pag. 1 /5 Allegato A al Decreto n. 86 del 05.11.2013 pag. 1 /5 Elenco dei rifiuti gestibili presso l impianto secondo codice CER Ditta Z.A.I. srl: sede legale Impianto Tangenziale E. Mattei 14, 30026 Portogruaro

Dettagli

originale digitale n 3467 del 30/07/2014firmata digitalmente da GENNARINO COSTABILE, esecutiva dal 30/07/2014

originale digitale n 3467 del 30/07/2014firmata digitalmente da GENNARINO COSTABILE, esecutiva dal 30/07/2014 Allegato "A" Allegato "B" Allegato D CER 10000 Elenco rifiuti non pericolosi Descrizione RIFIUTI DERIVANTI DA PROSPEZIONE, ESTRAZIONE DA MINIERA O CAVA, NONCHÉ DAL TRATTAMENTO FISICO O CHIMICO DI MINERALI

Dettagli

GRUPPO OMOGENEO. VETRO Imballaggi in vetro R5 R (R5 R13) 15 (R13/D15) urbano. Quantità Max (t/anno) Quantità stoccata (t/giorno)

GRUPPO OMOGENEO. VETRO Imballaggi in vetro R5 R (R5 R13) 15 (R13/D15) urbano. Quantità Max (t/anno) Quantità stoccata (t/giorno) 1 Atto n. 806/09 Allegato A facente parte integrante del presente atto GRUPPO OMOGENEO CER TIPOLOGIA Operazioni di recupero Allegati B e C parte IV D. Lgs. 152/06 e s.m.i. CARTA 15 01 01 Imballaggi in

Dettagli

Allegato 3 SCHEDA OFFERTA ECONOMICA

Allegato 3 SCHEDA OFFERTA ECONOMICA Marca da Bollo da 16,00 ogni 4 facciate Allegato 3 SCHEDA OFFERTA ECONOMICA Spett.le Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Basilicata Via della Fisica, 18 C/D 85100 Potenza OGGETTO: PROCEDURA

Dettagli

Decreto Dirigenziale n del 06/12/2010

Decreto Dirigenziale n del 06/12/2010 Decreto Dirigenziale n. 1254 del 06/12/2010 A.G.C.5 Ecologia, tutela dell'ambiente, disinquinamento, protezione civile Settore 2 Tutela dell'ambiente Oggetto dell'atto: ART. 208 D.LGS. 152/06 E S.M.I.

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 90 del 11/07/2016

Decreto Dirigenziale n. 90 del 11/07/2016 Decreto Dirigenziale n. 90 del 11/07/2016 Dipartimento 52 - Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale 5 - Direzione Generale per l'ambiente e l'ecosistema U.O.D. 16 - UOD Autorizzazioni

Dettagli

DESCRIZIONE C.E.R. FREQUENZA DI RITIRO QUANTITA PRESUNTA ANNUA (KG)

DESCRIZIONE C.E.R. FREQUENZA DI RITIRO QUANTITA PRESUNTA ANNUA (KG) PROCEDURA DI AFFIDAMENTO MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO DEL SERVIZIO ANNUALE DI RITIRO, TRASPORTO E SMALTIMENTO DI RIFIUTI SPECIALI PERICOLOSI E NON, COMPRENSIVO DELLA FORNITURA DEI CONTENITORI, PER LE DIVERSE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE L ASSESSORE

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE L ASSESSORE D.A. 182/GAB REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE L ASSESSORE lo Statuto della Regione Siciliana, convertito in legge costituzionale 26.02.1948, n. 2, e le successive

Dettagli

SCHEDA «I»: RIFIUTI 1 1/7

SCHEDA «I»: RIFIUTI 1 1/7 Segatura da vagliatura e lavaggio chip, condotta su legno vergine Polvere di levigatura, trucioli da taglio e squadratura del pannello MDF Toner per stampa esauriti contenenti sostanze pericolose Adesivi

Dettagli

Ordinanza del DATEC sulle liste per il traffico di rifiuti

Ordinanza del DATEC sulle liste per il traffico di rifiuti [Signature] [QR Code] Questo testo è una versione provvisoria. Fa stato unicamente la versione pubblicata nella Raccolta ufficiale. Ordinanza del DATEC sulle liste per il traffico di rifiuti Modifica del

Dettagli

CHE la stessa ditta, con nota assunta al prot. d ufficio n del , ha chiesto la proroga a 10 anni dell autorizzazione succitata;

CHE la stessa ditta, con nota assunta al prot. d ufficio n del , ha chiesto la proroga a 10 anni dell autorizzazione succitata; A.G.C. 05 - Ecologia, Tutela dell'ambiente, Disinquinamento, Protezione Civile - Settore Tutela dell'ambiente, Disinquinamento - Decreto dirigenziale n. 656 del 16 luglio 2009 Art. 208 D.Lgs. 152/06 e

Dettagli

Descrizione rifiuto Codice CER Deposito max istantaneo (mc.) 070501* 070703* 2 m 3 (deposito) 160506*

Descrizione rifiuto Codice CER Deposito max istantaneo (mc.) 070501* 070703* 2 m 3 (deposito) 160506* Descrizione rifiuto Codice CER Rifiuti liquidi pericolosi soluzioni acquose di lavaggio ed acque madri - Acque 070501* di lavaggio di laboratorio solventi organici alogenati, soluzioni di lavaggio ed 070703*

Dettagli

IL DIRETTORE STINQ - UD/AIA/94. Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale);

IL DIRETTORE STINQ - UD/AIA/94. Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale); STINQ - UD/AIA/94 Voltura e modifica dell Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) di cui al decreto n. 2459 del 8 novembre 2012, relativa all esercizio dell installazione di cui ai punti 5.1 e 5.3, dell

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SMALTIMETO RIFIUTI DICMAPI

CAPITOLATO SPECIALE SMALTIMETO RIFIUTI DICMAPI CAPITOLATO SPECIALE SMALTIMETO RIFIUTI DICMAPI Oggetto: Prelievo, trasporto e smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, presso DICMaPI. La ditta iscritta all albo dei gestori ambientali

Dettagli

Tabella A: Elenco RIFIUTI PERICOLOSI Quantitativo massimo in ingresso MG/a Capacità di stoccaggio: 730 MG

Tabella A: Elenco RIFIUTI PERICOLOSI Quantitativo massimo in ingresso MG/a Capacità di stoccaggio: 730 MG Tabella A: Elenco RIFIUTI PERICOLOSI Quantitativo massimo in ingresso - 11.500 MG/a di : 730 MG 01 03 04* sterili che possono generare acido prodotti di minerale solforoso 01 03 05* altri sterili contenenti

Dettagli

originale digitale n 3779 del 02/09/2015firmata digitalmente da RICCARDO GADDI, esecutiva dal 02/09/2015

originale digitale n 3779 del 02/09/2015firmata digitalmente da RICCARDO GADDI, esecutiva dal 02/09/2015 Allegato D CER 10000 Descrizione Elenco rifiuti non pericolosi Operazioni t/a Area stoccaggio * RIFIUTI DERIVANTI DA PROSPEZIONE, ESTRAZIONE DA MINIERA O CAVA, NONCHÉ DAL TRATTAMENTO FISICO O CHIMICO DI

Dettagli

ALLEGATO 4. SCHEDA I RIFIUTI (prot del 22/02/2016) SCHEDA INT 4 RECUPERO RIFIUTI (prot del 01/09/2011)

ALLEGATO 4. SCHEDA I RIFIUTI (prot del 22/02/2016) SCHEDA INT 4 RECUPERO RIFIUTI (prot del 01/09/2011) ALLEGATO 4 SCHEDA I RIFIUTI (prot. 0122898 del 22/02/2016) SCHEDA INT 4 RECUPERO RIFIUTI (prot. 0513941 del 01/09/2011) CODICI CER - QUANTITA MAX GIORN. E ANNUE DI RIFIUTI STOCCATI E TRATTATI (prot. 0513941

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI LAVORAZIONE RIFIUTI PRESSO LE PIATTAFORME DI VALORIZZAZIONE - ALLEGATO A.2 -

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI LAVORAZIONE RIFIUTI PRESSO LE PIATTAFORME DI VALORIZZAZIONE - ALLEGATO A.2 - Strada Vecchia per Bosco Marengo 15067 NOVI LIGURE (Alessandria) Tel. 0143 744.516 - Fax 0143 321.556 - www.srtspa.it - e-mail: srtspa@srtspa.it Cod. Fisc./Part. IVA/R.I. AL n 02021740069 - R.E.A. n 219668

Dettagli

Allegato 1 TABELLA DEI RIFIUTI TRATTATI CON RELATIVE QUANTITA GIORNALIERE ED ANNUALI. fonte:

Allegato 1 TABELLA DEI RIFIUTI TRATTATI CON RELATIVE QUANTITA GIORNALIERE ED ANNUALI. fonte: Allegato 1 TABELLA DEI RIFIUTI TRATTATI CON RELATIVE QUANTITA GIORNALIERE ED ANNUALI 3756,0 4695,0 12,0 15,0 D5 02.01.04 RIFIUTI DI PLASTICA 800 3756,0 4695,0 12,0 15,0 R3 D17 02.01.06 FECI ANIMALI, URINE

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 220 del 15/10/2013 pag. 1/9

Allegato A al Decreto n. 220 del 15/10/2013 pag. 1/9 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 220 del 15/10/2013 pag. 1/9 Elenco Codici CER autorizzati: 010 408 Scarti di ghiaia e pietrisco, diversi di quelli di cui alla voce 01 04 07 010 409 Scarti di

Dettagli

IL DIRETTORE STINQ - PN/AIA/29R

IL DIRETTORE STINQ - PN/AIA/29R STINQ - PN/AIA/29R Voltura e modifica dell Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) di cui al decreto n. 125 del 31 gennaio 2014, come prorogata, volturata e modificata con i decreti n. 535 del 7 aprile

Dettagli

Tariffario rifiuti speciali 2017

Tariffario rifiuti speciali 2017 Servizi offerti L ACR accetta tutti i rifiuti speciali elencati nella nuova Ordinanza sul traffico dei rifiuti (OTRif). L ACR accetta anche gli apparecchi elettrici ed elettronici ed altri rifiuti soggetti

Dettagli

Rifiuti prodotti da trattamenti chimici e fisici di minerali non metalliferi

Rifiuti prodotti da trattamenti chimici e fisici di minerali non metalliferi Gruppo 01 01 04 Rifiuti derivanti da prospezione, estrazione da miniera o cava, nonché dal trattamento fisico o chimico dei minerali Rifiuti prodotti da trattamenti chimici e fisici di minerali non metalliferi

Dettagli

Determinazione del Dirigente della Direzione Rifiuti, Bonifiche e Sicurezza Siti Produttivi

Determinazione del Dirigente della Direzione Rifiuti, Bonifiche e Sicurezza Siti Produttivi Determinazione del Dirigente della DATA: 04/02/2019 39 1331 / 2019 N. emanazione - protocollo / anno OGGETTO: AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE N. 262-37514/2014 DEL 23/10/2014 E S.M.I. - PROVVEDIMENTO

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 253 del 15/10/2014

Decreto Dirigenziale n. 253 del 15/10/2014 Decreto Dirigenziale n. 253 del 15/10/2014 Dipartimento 52 - Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale 5 - Direzione Generale per l'ambiente e l'ecosistema U.O.D. 18 - UOD Autorizzazioni

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 17 del pag. 1/5

Allegato A al Decreto n. 17 del pag. 1/5 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 17 del 15.03.2016 pag. 1/5 OGGETTO: C.I.P.A. Consorzio Industriali Protezione Ambiente della Provincia di Belluno I.S.E. S.r.l. Discarica per rifiuti non pericolosi

Dettagli

Tabella codici CER, operazioni di recupero R13

Tabella codici CER, operazioni di recupero R13 Allegato 1 Tabella codici CER, operazioni di recupero R13 Codice CER (t/g) 020103 scarti di tessuti vegetali prodotti da agricoltura, orticoltura, acquacoltura, selvicoltura, caccia e pesca R13 0,6 20

Dettagli

STINQ - UD/AIA/94 IL DIRETTORE. Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale);

STINQ - UD/AIA/94 IL DIRETTORE. Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Norme in materia ambientale); STINQ - UD/AIA/94 Voltura e modifica dell Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) di cui al decreto n. 2459 del 8 novembre 2012, relativa all esercizio dell installazione di cui ai punti 5.1 e 5.3, dell

Dettagli

Tariffario rifiuti speciali 2019

Tariffario rifiuti speciali 2019 Servizi offerti L ACR accetta tutti i rifiuti speciali elencati nella nuova Ordinanza sul traffico dei rifiuti (). L ACR accetta anche gli apparecchi elettrici ed elettronici ed altri rifiuti soggetti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI LAVORAZIONE RIFIUTI PRESSO LE PIATTAFORME DI VALORIZZAZIONE - ALLEGATO A.1 -

CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI LAVORAZIONE RIFIUTI PRESSO LE PIATTAFORME DI VALORIZZAZIONE - ALLEGATO A.1 - Strada Vecchia per Bosco Marengo 15067 NOVI LIGURE (Alessandria) Tel. 0143 744.516 - Fax 0143 321.556 - www.srtspa.it - e-mail: srtspa@srtspa.it Cod. Fisc./Part. IVA/R.I. AL n 02021740069 - R.E.A. n 219668

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio Pianificazione e Gestione Rifiuti, Bonifiche, Sostenibilità Ambientale

Determinazione del Dirigente del Servizio Pianificazione e Gestione Rifiuti, Bonifiche, Sostenibilità Ambientale Determinazione del Dirigente del Servizio Pianificazione e Gestione Rifiuti, Bonifiche, Sostenibilità Ambientale DATA: 04/12/2017 308 32526 / 2017 N. emanazione - protocollo / anno OGGETTO: AUTORIZZAZIONE

Dettagli

LOTTO: 1 - Azienda U.L.S.S. n. 1 Dolomiti

LOTTO: 1 - Azienda U.L.S.S. n. 1 Dolomiti LOTTO: 1 - Azienda U.L.S.S. n. 1 Dolomiti Aliquota iva (al 06 03 14 - SALI E LORO SOLUZIONI, DIVERSI DA QUELLI DI CUI ALLE VOCI 06 03 11 E 06 03 13 5.148 0,50 06 04 04 * - RIFIUTI CONTENENTI MERCURIO 1

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Del 04/09/2018 n. 901

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Del 04/09/2018 n. 901 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Del 04/09/2018 n. 901 Settore IV 4.2 Area Tutela e valorizzazione dell'ambiente, rifiuti, suolo 4.2.1 UO Gestione rifiuti OGGETTO: D.LGS. 12/2006, ART. 208 DITTA SIDER ROTTAMI

Dettagli

Determinazione del Dirigente del Servizio Pianificazione e Gestione Rifiuti, Bonifiche, Sostenibilità Ambientale

Determinazione del Dirigente del Servizio Pianificazione e Gestione Rifiuti, Bonifiche, Sostenibilità Ambientale Determinazione del Dirigente del Servizio Pianificazione e Gestione Rifiuti, Bonifiche, Sostenibilità Ambientale DATA: 17/11/2017 288-31457 / 2017 N. emanazione - protocollo / anno OGGETTO: AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Vallerano VT. Rinnovo autorizzazione alla gestione dei rifiuti ai sensi dell'art. 210 del D.Lgs.152/06. IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE

Vallerano VT. Rinnovo autorizzazione alla gestione dei rifiuti ai sensi dell'art. 210 del D.Lgs.152/06. IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO ISTITUZIONALE Determinazione A1748 del 22.05.08 OGGETTO: Saa s.r.l. con sede legale ed impianto in Viale Trieste snc 01030 Vallerano VT. Rinnovo autorizzazione alla gestione dei rifiuti ai sensi dell'art. 210 del D.Lgs.152/06.

Dettagli

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di prestazione di servizi

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di prestazione di servizi AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza Telefono 0971612677 Fax 0971612551 e-mail: provveditore@ospedalesancarlo.it Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Contratto ad

Dettagli

UNA SOLUZIONE SEMPLICE VADEMECUM RIFIUTI

UNA SOLUZIONE SEMPLICE VADEMECUM RIFIUTI LA TUA IMPRESA HA BISOGNO DI UNA SOLUZIONE SEMPLICE VADEMECUM RIFIUTI SICUREZZA Districarsi nel complicato mondo delle norme che regolano la gestione dei rifiuti non è cosa semplice anche per chi vi opera

Dettagli

C.E.R. Descrizione Pericoloso

C.E.R. Descrizione Pericoloso 01 RIFIUTI DERIVANTI DA PROSPEZIONE, ESTRAZIONE DA MINIERA O CAVA, NONCHE' DAL TRATTAMENTO FICO O CHIMICO DI MINERALI 01 04 00 rifiuti derivanti da trattamenti chimici e fisici di minerali non metalliferi

Dettagli

DETERMINAZIONE. Estensore FRANZESE MAURIZIO. Responsabile del procedimento FRANZESE MAURIZIO. Responsabile dell' Area F. TOSINI

DETERMINAZIONE. Estensore FRANZESE MAURIZIO. Responsabile del procedimento FRANZESE MAURIZIO. Responsabile dell' Area F. TOSINI REGIONE LAZIO Direzione Regionale: : TERRITORIO, URBANISTICA, MOBILITA E RIFIUTI CICLO INTEGRATO DEI RIFIUTI DETERMINAZIONE N. G08415 del 07/07/2015 Proposta n. 10672 del 06/07/2015 Oggetto: Astra Ecologica

Dettagli

Identificazione del Complesso IPPC

Identificazione del Complesso IPPC ALLEGATO TECNICO Rinnovo AIA Identificazione del Complesso IPPC Ragione sociale Sede Legale Sede Operativa Tipo di impianto Codice e attività IPPC LODIGIANA RECUPERI S.r.l. Via Leonardo da Vinci, 4 Comune

Dettagli

m_amte.dva.registro UFFICIALE.I

m_amte.dva.registro UFFICIALE.I m_amte.dva.registro UFFICIALE.I.0021259.24-09-2018 Allegato 1 Centrale di Fiume Santo Nella presente scheda, si riportano quelli che si ritengono gli elementi essenziali delle istanze di modifica non sostanziale,

Dettagli

SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE AUTORIZZAZIONE N. 62 / 2018

SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE AUTORIZZAZIONE N. 62 / 2018 Provincia di Como SETTORE ECOLOGIA E AMBIENTE AUTORIZZAZIONE N. 62 / 2018 Class. p_co 09.03 - Fascicolo n. 2016/5 OGGETTO: ECOCHIMICA DI RIGAMONTI LORENZO CON SEDE LEGALE E IMPIANTO SITI IN COMUNE DI FIGINO

Dettagli

ELENCO RIFIUTI SUDDIVISI PER CENTRI DI PRODUZIONE

ELENCO RIFIUTI SUDDIVISI PER CENTRI DI PRODUZIONE ELENCO RIFIUTI SUDDIVISI PER CENTRI DI PRODUZIONE Allegato A al Capitolato Speciale d Appalto Dati storici relativi alla tipologia (codici ) e quantità dei rifiuti prodotti da ARPA suddivisi per centri

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 574/2004 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 574/2004 DELLA COMMISSIONE 27.3.2004 L 90/15 REGOLAMENTO (CE) N. 574/2004 DELLA COMMISSIONE del 23 febbraio 2004 che modifica gli allegati I e III del regolamento (CE) n. 2150/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo

Dettagli