Indice. Il manuale è stato promosso da PromoVeneto e dalle Camere di Commercio di Belluno, Verona e Vicenza.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. Il manuale è stato promosso da PromoVeneto e dalle Camere di Commercio di Belluno, Verona e Vicenza."

Transcript

1

2 Il manuale è stato promosso da PromoVeneto e dalle Camere di Commercio di Belluno, Verona e Vicenza. Indice La riedizione ampliata e aggiornata dei testi è stata curata da Maria Antonietta Pelliccioni e Federico Belloni. Editing: Elisa Cimatti. Hanno collaborato alla realizzazione: Carla Padovan, Vladimiro Riva e Serafina Santoliquido. Copyright 2005 by Teamwork srl, Rimini, Italy (seconda edizione) È vietata la riproduzione, anche parziale o ad uso interno o didattico, con qualsiasi mezzo, non autorizzata dagli autori. Il mailing efficace per il successo dell albergo (seconda edizione) è distribuito da PromoVeneto e utilizzato da Teamwork per la formazione aziendale. Presentazione pg. 5 Introduzione pg Raggiungere direttamente il cliente pg Il direct mail, ovvero scrivere per conquistare pg I vantaggi del direct mail per l albergo pg Personalizzare la comunicazione pg La scheda cliente pg Nomi, indirizzi e liste: la mailing list e l archivio clienti pg Liste interne ed esterne pg La gestione dell archivio clienti pg. 25 via Enrico Fermi Vicenza tel fax via Angherà Rimini tel fax Gli strumenti del direct mail pg La lettera pg Alcuni consigli per scrivere una buona lettera pg E adesso, iniziamo a riflettere pg Le occasioni per scrivere pg La cartolina pg La newsletter pg Programmazione e tempi di invio pg Come scrivere: alcuni esempi di lettera pg L marketing pg La comunicazione elettronica pg La redazione dell formato, stile e contenuto pg La e-newsletter pg. 80 Bibliografia pg Indice 3

3 Presentazione Questo manuale esce nella sua seconda edizione, dopo quella del 1999, da tempo esaurita, per aiutare gli operatori a migliorare la propria offerta di ospitalità attraverso una comunicazione scritta corretta ed efficace, data la fondamentale importanza che riveste la comunicazione appunto per raggiungere la clientela. Ci auguriamo che questa nuova edizione aggiornata ed ampliata fornisca agli operatori spunti interessanti e soprattutto rappresenti un efficace punto di riferimento per migliorare l immagine e la vendita dei servizi alberghieri. Saper scrivere correttamente, riuscire a comunicare con chiarezza ed incisività, superando le barriere dell ordinarietà e della prevedibilità, diventano obiettivi importanti a cui i manager dell ospitalità devono tendere, se vogliono consolidare o migliorare il loro successo. Anche questo manuale si inserisce all interno del progetto Marchio di Qualità delle Imprese Alberghiere, che vede PromoVeneto da anni impegnato a diffondere conoscenza, cultura, innovazione per continuare il cammino sulla strada della Qualità. Vladimiro Riva Segretario Generale PromoVeneto Giuseppe Lorenzini Presidente PromoVeneto 4 Presentazione 5

4 Introduzione Il nostro modo di comunicare è molto immediato, brevissimo, rapido. Tra sms ed ci scriviamo e rispondiamo nella frazione di pochi secondi. Non badiamo alla forma, mentre stile e sintassi sono decisamente maltrattati: nei messaggi via telefono chi lo sostituiamo con ki, un po diventa un pò, dove sei si trasforma in dove 6, per è x e così via. Grazie al sistema di scrittura intelligente t9, il telefono interpreta i nostri messaggi e li compone. In questo modo ci siamo abituati a non rileggere quanto scriviamo e a volte il risultato è del tutto diverso da quello che intendevamo: pensiamo di scrivere scusa ma spediamo paura, scriviamo io e inviamo ho e così via. L immediatezza della comunicazione ci fa sottovalutare gli errori di battitura e anche le che mandiamo e riceviamo ci arrivano pasticciate, prive di impaginazione, sporcate dagli elementi che ne identificano la provenienza come il simbolo >, la data e l ora di invio, il mittente (che comunque è già presente nel campo da ), oltre ai precedenti testi digitati che ci trasciniamo dietro ad ogni invio e ricezione di messaggio. Come abbiamo già detto, tendiamo a non rileggere ciò che scriviamo oppure a farlo per sommi capi. E anche se riusciamo a schivare errori di battitura o grammaticali, a volte scivoliamo sul senso che intendiamo dare alla nostra comunicazione: crediamo di essere spiritosi e di fare una battuta e ci ritorna una risposta dal tono risentito da parte di chi reputa di essere stato offeso da noi. Un limite della scrittura, infatti, è legato all impossibilità di guardarsi negli occhi o di ascoltare il timbro della voce del nostro interlocutore. Le parole, da sole, devono sostituire il supporto visivo (che ci permette di cogliere l espressione del volto di chi parla) e quello uditivo (dal timbro della voce capiamo meglio il significato delle parole che ci vengono dette). Per questo è assolutamente importante saper scrivere e saper scrivere bene e chiaro. Una lettera o una hanno bisogno di tempo per essere redatte. La fretta non solo non ci fa arrivare al risultato sperato, ma rischia di crearci dei problemi. Attenzione allora a come e cosa scriviamo. Il direct mail è un mezzo di 6 Introduzione 7

5 comunicazione eccellente, ma bisogna saperlo usare. Iniziamo a capirne i vantaggi: è economicamente conveniente, perché permette di concentrare le proprie energie su un preciso e selezionato target di mercato; è misurabile, in quanto si sa con precisione quante lettere (o ) sono state spedite, a chi, a quali costi, quante risposte sono state ottenute, quanti i risultati; è selettivo, dato che possiamo scrivere a chi e quando vogliamo; è personalizzabile, visto che ci dà la libertà di rendere unica la nostra comunicazione, adattandola ai gusti e alle esigenze di chi ci leggerà; è flessibile, perché possiamo scegliere se scrivere una cartolina, una lettera, una oppure inviare un regalo, una promozione, un premio; è versatile, in quanto lo utilizziamo per tante ragioni diverse: farci conoscere, farci ricordare, recuperare ex-clienti, rafforzare la fedeltà, consolidare un rapporto, rimediare un errore, creare un legame Il direct mail è dunque una forma di comunicazione personalizzata, è un colloquio scritto, tramite il quale si cerca di convincere o fidelizzare clienti attuali o potenziali, utilizzando argomenti commerciali mirati a quel preciso segmento di clientela. L obiettivo principale del direct mail è quello di provocare nel cliente una reazione misurabile, visibile e quantificabile, ricevendo da lui una risposta affermativa. Per tali motivi, Teamwork e PromoVeneto hanno realizzato questo manuale con l intento di fornire agli imprenditori alberghieri linee guida e suggerimenti per realizzare efficaci azioni di direct mail che portino al successo commerciale dell albergo. 1. Raggiungere direttamente il cliente Il direct marketing continua ad essere uno dei metodi più efficaci per personalizzare il rapporto con il cliente, renderlo fedele nel tempo e misurare e controllare più agevolmente costi e ricavi di ogni azione promo-commerciale. 8 Il direct marketing è un processo strategico di marketing che utilizza strumenti interattivi per comunicare con un pubblico ben definito e spingerlo ad un azione che dia risposte misurabili. In questa definizione si parla di processo strategico in quanto la nostra azione non è casuale né il frutto della voglia del momento, ma è pianificata, studiata, preparata con attenzione. Perché parliamo di strumenti interattivi? Se pensiamo al mezzo sul quale ci stiamo concentrando in questo manuale, ovvero il direct mail, per strumenti interattivi intendiamo una comunicazione a due vie: noi lanciamo un messaggio che richiede un azione di risposta: prenota, richiedi il nostro materiale, acquista la promozione. Non sempre però il nostro obiettivo è ricevere una risposta immediata. Possiamo usare il direct mail anche per catturare l attenzione del cliente, per farci ricordare da lui, per suscitargli un emozione, per ringraziarlo. Il nostro scopo, quindi, non sarà quello di ottenere un acquisto istantaneo da parte sua, quanto di consolidare un rapporto di stima e fiducia reciproca, oppure di avviarlo. Le risposte che vogliamo ottenere saranno misurabili: l azione che noi facciamo possiamo valutarla, misurarla ed eventualmente correggerla in 8 Introduzione Raggiungere direttamente il cliente 9

6 qualche sua parte se ci accorgiamo che ha degli errori. Dato che il direct mail spinge il nostro referente ad un azione, se questa azione si realizza nei numeri e nel tipo di risposta che ci aspettavamo, allora il nostro investimento ha funzionato. Spesso però attiviamo questo mezzo senza valutarne il ritorno, senza misurarlo. Eppure, visto che uno dei vantaggi del direct mail è proprio il fatto che ci permette di farlo, facciamolo! Pensiamo alla pubblicità, per la quale occorrono di solito investimenti importanti, ma di cui purtroppo difficilmente riusciamo a quantificare i risultati. Come sosteneva Henry Ford: Il 50% della mia pubblicità non funziona. ma non so di quale 50% si tratti!. La caratteristica principale del direct mail è la selettività. Il suo scopo è quello di rivolgersi e parlare al singolo individuo: per questo è importante raccogliere il maggior numero di informazioni possibili su di lui, in modo da parlargli nella sua lingua ed ottenere così una risposta. Riassumendo, il direct mail richiede e permette di: > operare su target selezionati e ben identificati; > conoscere con precisione e in tempi brevi i risultati dell azione (in termini di contatti generali, richieste di informazioni ottenute, vendite effettuate, etc.); > valutare esattamente l efficacia e la validità dei mezzi usati. Direct mail e telemarketing, sono i principali strumenti del direct marketing. Quest ultimo però è considerato molto invasivo, in quanto negli ultimi anni se ne è davvero abusato e quindi va utilizzato con grande cautela. 2. Il direct mail, ovvero scrivere per conquistare Lo abbiamo già accennato: per scrivere, bisogna esserne capaci. Anche chi di mestiere non fa lo scrittore o il poeta, ma è costretto ad usare carta e penna o la tastiera di un computer per vendere la sua offerta, deve conoscere alcune tecniche, oltre ad avere una certa padronanza della lingua italiana. Per fortuna, scrivere è soprattutto una tecnica e, in quanto tale, la si può apprendere, anche se non si possiede un talento da romanziere. Spesso, quando se ne parla, gli operatori si difendono nascondendosi dietro a scuse come: Non so scrivere e non imparerò mai, Ho sempre scritto in questo modo ed ha sempre funzionato, A scuola non sono mai stato forte in italiano. Sicuramente, la scuola non ci ha aiutato a diventare abili comunicatori e tanto meno dei creativi. Ma lasciando perdere per il momento la creatività (fondamentale nella scrittura e anche questa caratterizzata da ampi spazi di miglioramento) concentriamoci sulle tecniche che, senza nulla togliere al proprio stile e alla propria personalità, vanno apprese e applicate, se si vuole ottenere un buon risultato finale. Teniamo conto anche del fatto che gli errori più comuni della comunicazione non riguardano solo il contesto del messaggio, ma anche tutto quanto ci sta intorno. Vediamoli:! inviare materiale informativo privo di una lettera di accompagnamento;! sbagliare l intestazione, chiamando spettabile una persona ed egregia una donna;! lasciar cadere una richiesta di invio di informazioni, senza quindi darle seguito; 10 Raggiungere direttamente il cliente Il direct mail, ovvero scrivere per conquistare 11

7 ! scrivere il nome o l indirizzo del destinatario in modo errato;! voler dire tutto, senza identificare i reali bisogni del cliente a cui scriviamo;! non firmare o mettere un generico la Direzione con uno scarabocchio;! inviare un duplicato alla stessa persona;! avere tempi di risposta troppo lunghi (questo vale ancora di più nel caso delle ). Seppur in modo ancora non molto diffuso, le imprese alberghiere italiane stanno scoprendo le potenzialità del direct mail come strumento commerciale per conquistare e fidelizzare i propri clienti. Con il direct mail, infatti, è possibile vendere in maniera privata ed esclusiva un prodotto, sia che si tratti di un ospite fidelizzato che di un cliente potenziale. Inoltre, permette di decidere quando, come e a chi rivolgere l azione. In più, rispetto alla telefonata, non invade la privacy del cliente e lascia a lui la scelta di decidere se e quando aprire la propria posta. Naturalmente, il nostro obiettivo è quello di spingere il destinatario ad agire positivamente e al più presto. 2.1 I vantaggi del direct mail per l albergo Attraverso una gestione adeguata del direct mail è possibile controllare chi riceverà il messaggio pubblicitario, quando e con quale frequenza, il formato fisico delle copie e quanto verrà a costare. Quando si inizia un attività di comunicazione utilizzando gli altri media (pensiamo alla pubblicità), qualsiasi tipologia di clientela può intercettare il messaggio ed è praticamente impossibile raggiungere un audience del 100% relativamente alla clientela desiderata. Invece, attraverso una mailing list (ovvero la lista con i nominativi e gli indirizzi dei clienti a cui vogliamo rivolgere la nostra campagna di comunicazione) aggiornata e ben segmentata, usando il direct mail siamo in grado di raggiungere solo il target stabilito, aumentando così la probabilità di ottenere un ritorno maggiore. Esistono però delle pre-condizioni necessarie senza le quali l esito della campagna può essere pregiudicato: Un archivio clienti aggiornato e ben segmentato. L archivio clienti va segmentato in modo appropriato e tenuto costantemente aggiornato e pulito. Infatti, se una campagna di direct mail non funziona, probabilmente dipende dalla correttezza della mailing list. Ciò che conta non è tanto la sua ampiezza, quanto la sua corretta segmentazione. Facciamo nostra la regola: meglio 10 nominativi di clienti potenzialmente interessati di generici. Potremmo avere il miglior prodotto esistente sul mercato, ma se lo offriamo alle persone sbagliate ci rimettiamo solo del denaro. Tempi di programmazione. Il direct mail richiede tempi di pianificazione e programmazione. Mentre la preparazione di una lettera comporta al massimo alcune ore di lavoro, buona parte delle campagne di direct mail prevedono la spedizione, accanto alla lettera, di brochure, offerte speciali, gadget o altro materiale di supporto, che richiedono specifici tempi di realizzazione. Capacità e voglia di distinguersi. Oggi i clienti ricevono per posta solo fatture, bollette, pubblicità. Niente di piacevole insomma. Per questa ragione, una lettera da parte di un albergo, scritta bene e con attenzione, è qualcosa di diverso dal resto e può attrarre l attenzione del nostro destinatario. Per evitare di finire nel cestino, per non dare al cliente una cattiva impressione iniziale, la comunicazione scritta va curata sotto tutti gli aspetti. Ciò può essere 12 Il direct mail, ovvero scrivere per conquistare Il direct mail, ovvero scrivere per conquistare 13

8 fatto realizzando buste, lettere ed eventuale materiale allegato piacevoli, di semplice comprensione, che contengano offerte e promozioni invitanti e visibilmente vantaggiose per il cliente. Suscitare curiosità ed interesse è il primo obiettivo di chi svolge attività di direct mail. Pianificando una campagna di direct mail, è bene ricordare la regola del : > il 60% del successo dipende dall utilizzo di una corretta mailing list > il 30% dalla capacità di fare la giusta offerta > il 10% dalla creatività della comunicazione. La mailing list, dunque, influisce in maniera determinante sul successo della nostra attività di comunicazione. 10 ragioni per usare il direct mail 3. L effetto di una campagna di direct mail è realmente misurabile, non ci sono ipotesi o congetture da fare e potete verificare direttamente ciò che ha prodotto. I turisti e anche le aziende generalmente sono ricettivi ad una buona campagna di direct mail. 4. Il direct mail è un potente strumento che può far aumentare il fatturato della vostra azienda in modo esponenziale. 5. Il direct mail ha ancora enormi potenzialità di sviluppo nel settore alberghiero. Le ricerche internazionali indicano un costante incremento di questa attività, soprattutto grazie ad Internet. 6. Che ci si creda o meno, più del 50% di coloro che ricevono il direct mail lo legge e può trovarvi informazioni utili. 7. Il direct mail continua a dimostrarsi un proficuo mezzo di comunicazione e quindi di vendita. 8. Il direct mail è il miglior modo di raggiungere un target e comunicare con il cliente direttamente one-to-one. 9. Il direct mail è flessibile: si possono cambiare i messaggi, le offerte, il formato e così via. 10. Il direct mail è un mezzo che si finanzia da sé, perché quando è ben fatto dà immediatamente i risultati che giustificano l investimento. 1. Con il direct mail potete aumentare il successo di una promozione. Le ricerche indicano che, mediamente, per ogni euro speso in attività di direct mail c è un ritorno moltiplicato per 10 nelle vendite. 2. Avete la possibilità di raggiungere clienti potenziali che in realtà vorrebbero contattarvi. Più della metà dei turisti apprezzano il direct mail o vorrebbero ricevere del materiale illustrativo prima di decidere la destinazione della loro vacanza. 14 Il direct mail, ovvero scrivere per conquistare Il direct mail, ovvero scrivere per conquistare 15

9 3. Personalizzare la comunicazione Per un efficace azione di direct mail in primo luogo occorre capire con chi stiamo comunicando, immaginare di essere davanti a lui, quasi pensare che sia l unica persona a cui stiamo mandando quel messaggio. Per poter identificare il cliente occorre suddividere il mercato in segmenti distinti, ognuno dei quali avrà un differente profilo. A grandi linee, i segmenti di clientela si suddividono in questo modo: Clienti Suspect, sono tutti i clienti che è possibile raggiungere per trasformarli in clienti potenziali o acquisiti (gruppi sportivi, categorie professionali, famiglie, senior, gruppi organizzati, etc.). Clienti Prospect, sono i clienti potenziali ovvero quelli potenzialmente interessati all offerta perché hanno chiesto informazioni o perché già si rivolgono alla concorrenza. Clienti Attivi, sono i clienti effettivi di ogni albergo che si possono suddividere in: - clienti per la prima volta - clienti fedeli - clienti sporadici Clienti Inerti (o vecchi clienti), sono quelli che hanno soggiornato in albergo in passato, ma non sono più tornati (in un arco di tempo significativo). Intermediari, tour operator o agenzie dettaglianti che vendono servizi alberghieri. Prima di iniziare una campagna di direct mail è necessario considerare alcuni punti molto importanti che permettono di non sprecare tempo e denaro verso la conquista di segmenti che non sono interessati al prodotto o che l albergo non intende conquistare. Quest ultimo dovrà quindi decidere a quali segmenti di mercato intende rivolgersi per una particolare azione commerciale, determinando le caratteristiche e le esigenze specifiche di ciascun segmento, ma anche i vantaggi che l albergo può offrire alle diverse tipologie di clientela. Il direct mailing è, infatti, uno sforzo di sollecitazione indirizzato ad un segmento di mercato specifico. Le lettere che vengono preparate per una campagna di direct mail sono identiche o simili per ogni segmento individuato, ma sono differenti rispetto a quelle indirizzate ad altri segmenti. Più sarà precisa la segmentazione e più successo avrà il mailing, perché consentirà di scegliere con precisione il gruppo di clientela più adatto ad una particolare azione commerciale. Teniamo conto che siamo in un epoca di frammentazione dei target di clientela in tante nicchie, ovvero piccoli e a volte piccolissimi gruppi di turisti accomunati da una passione. Questa potrà essere indirizzata verso gli oggetti e le attività più disparate e bizzarre. Riuscire a capire e possibilmente condividere l entusiasmo e l esigenza di queste persone permette ad un albergo di diventare il punto di riferimento di queste tribù, a volte anche molto numerose (pensiamo agli appassionati di auto d epoca o ai giocatori di frisbee). Rimanendo sulle macro suddivisioni, vediamo alcuni esempi di target: - Clientela vacanziera (famiglie, giovani, gruppi con tour operator, ospiti dei week-end, ospiti di passaggio). - Clientela d affari (per seminari, congressi, fiere, di passaggio). 16 Personalizzare la comunicazione Personalizzare la comunicazione 17

10 - Clientela sportiva (cicloturisti, gruppi sportivi, squadre in ritiro, etc.). In questo caso la suddivisione è stata effettuata in base a motivazione di viaggio e caratteristiche. Si tratta di una segmentazione molto ampia, all interno della quale si può restringere il raggio d azione ed individuare tipologie di clientela sempre più specifiche. È chiaro che più si segmenta e più risulta mirata la comunicazione. Idealmente, ogni cliente dovrebbe ricevere una lettera unica, realizzata solo per lui. Dato che ciò non è possibile, è comunque importante riuscire a distinguere le principali caratteristiche della propria clientela in modo da suddividerla in segmenti il più possibile omogenei. La maggiore o minore precisione nella segmentazione dipende anche dal livello di specializzazione dell offerta proposta. Ad esempio, un albergo che intende specializzarsi per i cicloturisti (quindi offrire servizi e prodotti su misura per loro) dovrà preparare una lettera da spedire esclusivamente a questa tipologia di clientela. È inutile mandare la stessa lettera anche ad altra clientela sportiva che non ha le stesse esigenze. Invece, un albergo situato in una località montana può realizzare una lettera adatta a tutta la sua clientela vacanziera, elencando in breve i servizi e le offerte interessanti per tutti i clienti appartenenti a questo target. La segmentazione può anche essere trasversale, ovvero attraversare segmenti diversi di clientela, utilizzando altri elementi di distinzione: il più comune è il grado di fedeltà o infedeltà, suddividendo la propria clientela tra clienti attuali, fedeli e fedelissimi, ed ex-clienti che non vengono più da 1 anno, 3 anni, da oltre 5 anni. Per ciascuno di questi target possono essere predisposti messaggi diversi. La segmentazione quindi può basarsi su diverse variabili. Ecco le principali: > luogo di provenienza > tipologia di clientela (affari, congressi, vacanze, etc.) > età > lavoro > reddito > periodo e anno di soggiorno > grado di fedeltà > tipologia di camera scelta > propensione alla spesa > hobby e interessi > numero e durata dei soggiorni precedenti A questo punto, sarà necessario sviluppare un vero e proprio archivio interno che contenga i diversi profili dei clienti, da utilizzare in ogni operazione di comunicazione dell albergo, interna ed esterna. Costruire dei profili di clientela consente di stabilire una comunicazione più diretta e mirata con ogni cliente. 3.1 La scheda cliente Per realizzare l archivio clienti occorre partire dalla scheda cliente. Questa dovrà essere compilata dal receptionist all arrivo dell ospite in albergo, aggiornata alla partenza e ogni volta che si raccolgano informazioni utili per rendere le comunicazioni più mirate e personalizzate. 18 Personalizzare la comunicazione Personalizzare la comunicazione 19

11 Esempio di Scheda Cliente Nome...Cognome... Indirizzo...Cap... Città...Nazione... Tel...Fax Data di nascita...luogo di nascita... Professione... Nucleo famigliare: Nome del coniuge...data di nascita... Nome dei figli... Età figli... Durata del soggiorno...periodo del soggiorno... Tipo di camera:...tariffa:... Livello di spesa: alto medio basso Tipo di trattamento: B&B HB FB Per delineare il profilo del cliente ci si basa sulle informazioni raccolte nella scheda cliente. Più i nominativi e le informazioni risultano dettagliati e ordinati secondo un criterio logico, più semplice risulterà aggiornarli e più corretta sarà la segmentazione della clientela e la costruzione del profilo dei diversi segmenti. Profilo del cliente Tipo di cliente: Nuovo cliente Vecchio cliente Cliente abituale VIP Media giorni di presenza:... Media numero di soggiorni:... Periodo preferito:... Tipo di soggiorno:... Camera preferita:... Desideri particolari:... Eventuali reclami:... Sistema di pagamento: assegno contanti carta credito voucher Sistema di prenotazione: telefono lettera fax Mezzo di trasporto: auto treno aereo bus altro (specificare...) Tipologia cliente: individuale organizzato Come ha conosciuto l albergo: pubblicità mailing visita diretta passaparola (specificare...) intermediari (specificare...) Motivazione del soggiorno: vacanza congresso/affari (specificare...) manifestazione sportiva (specificare...) altro (specificare...) Livello di soddisfazione sul soggiorno: alto medio basso Richieste particolari/note Personalizzare la comunicazione Personalizzare la comunicazione 21

12 4. Nomi, indirizzi e liste: la mailing list e l archivio clienti La mailing list, lo abbiamo visto, è l elemento base per una buona campagna di direct mail. Ogni albergo che ha una storia possiede una serie di dati ed informazioni relativi ai clienti ospitati, che sono stati raccolti nel corso degli anni. Questo è quello che comunemente viene definito portafoglio clienti, ovvero la banca dati dell albergo. Per un efficace azione di direct mail i dati disponibili devono però essere organizzati, completati ed aggiornati costantemente. Per facilitare una corretta ed utile segmentazione del portafoglio clienti è necessario l ausilio di un apposito data base elettronico che consenta di suddividere rapidamente la clientela in segmenti omogenei, inserire nuovi indirizzi e aggiornare i vecchi, ma anche personalizzare la comunicazione. A questo proposito, è opportuno ricordare che una comunicazione efficace può risultare vana se: - le liste clienti non sono aggiornate; - gli indirizzi non sono corretti e completi in ogni loro parte; - mancano informazioni importanti (età, ultimo soggiorno,...). Il costante aggiornamento dell archivio clienti e la strutturazione di una corretta ed esaustiva scheda-cliente sono dunque fondamentali. 4.1 Liste interne ed esterne La creazione di un archivio clienti inizia inserendo le informazioni relative alla propria clientela. È possibile arricchire il file acquistando liste anagrafiche all esterno (ad esempio da società come Kompass, SEAT Pagine Gialle, CEMIT, Address Vitt) valutandone naturalmente i costi, le caratteristiche dei contatti e l area geografica di riferimento. Nuovi nominativi si possono ottenere dai propri clienti (che possono lasciare l indirizzo di loro amici o parenti a cui inviare una proposta commerciale), dall ufficio del turismo locale, dal biglietto da visita lasciato dal cliente che entra solo per ricevere informazioni, dall indirizzo ottenuto da chi ha telefonato per lo stesso motivo. L importante è sfruttare ogni occasione di contatto, usando sempre tatto e professionalità, nel rispetto della legge sulla privacy. Teniamo conto, infatti, che per poter utilizzare i dati personali raccolti, occorre il consenso degli stessi individui che devono firmare un apposito modulo. Anche le fiere sono un ottima occasione per arricchire il proprio data base chiedendo direttamente alle persone incontrate di lasciare il proprio nominativo e indirizzo, in modo da ricevere le informazioni sull albergo. Una volta raccolte, le informazioni andranno memorizzate nell archivio clienti che quindi dovrà contenere (oltre ai nominativi dei clienti attuali): l elenco di coloro che hanno contattato l albergo ma poi non vi hanno soggiornato (mancanza di disponibilità, albergo chiuso, si sono rivolti alla concorrenza); l elenco di chi ha chiesto informazioni durante le fiere turisriche; l elenco degli ex-clienti che dopo un certo periodo hanno smesso di frequentare l albergo (in genere si risale fino a 4-5 anni indietro, ma in caso di ex-clienti di particolare interesse si può valutare il caso di ricontattarli anche a distanza di un maggior numero di anni); gli elenchi esterni, acquistati da società specializzate o recuperati in altri modi, che rientrano nel segmento di mercato a cui intendiamo rivolgerci. 22 Nomi, indirizzi e liste: la mailing list e l archivio clienti Nomi, indirizzi e liste: la mailing list e l archivio clienti 23

13 Grazie a queste informazioni, un albergo possiederà due tipi di elenchi inseriti sul data base: > lista interna: tutti coloro che hanno già preso contatto con l albergo; > lista esterna: tutti coloro che potrebbero essere interessati all albergo ma che ancora non lo conoscono. Lista interna È l archivio di nominativi dei clienti che almeno una volta ha avuto un contatto con l albergo. Fanno parte di questa lista: - clienti attivi - ex clienti - clienti potenziali che hanno telefonato o chiesto informazioni. Ogni nominativo della lista dovrà avere indicato l anno di riferimento per sapere se il signor Rossi ha chiesto informazioni o ha soggiornato in albergo qualche mese fa, lo scorso anno o 3 anni fa. A seconda del periodo, il tipo di messaggio e il tono utilizzati cambieranno ed assumeranno sfumature diverse. Lista esterna Si tratta di una lista di nomi proveniente da una fonte esterna all albergo, acquistata per estendere il proprio archivio e aumentare le possibilità di attirare nuova clientela. Le liste esterne solitamente sono attinte da: elenchi telefonici da cui si possono estrarre i nominativi delle aziende locali a cui proporre meeting package. Se si vuole ampliare il proprio raggio d azione, esistono guide specializzate che contengono gli elenchi delle aziende italiane identificate per zona, settore d attività, numero di dipendenti, etc.; annuario delle agenzie di viaggio; catalogo delle aziende che partecipano a fiere e convegni locali; liste di circoli culturali e sportivi che possono diventare interessanti bacini di clientela (spesso organizzano riunioni, celebrazioni, manifestazioni insieme ad altri circoli, etc.); liste di CRAL e sindacati operanti nelle principali aree di provenienza della propria clientela. liste tipologiche che possono essere acquistate da società specializzate nel mailing. Attenzione però ad utilizzare queste liste, soprattutto se riguardano privati e non aziende. Mentre queste ultime sono abituate a ricevere ogni tipo di comunicazione pubblicitaria, i singoli individui possono provare più un senso di fastidio, di lesione della propria privacy nel ricevere materiale promopubblicitario da alberghi che neppure conoscono. Anche se il loro nome è inserito in una lista autorizzata da loro stessi (di solito succede quando sottoscrivono la liberatoria sulle riviste specializzate), difficilmente poi chi riceve materiale informativo da un azienda che non conosce collegherà le due cose, liberatoria su un mezzo di comunicazione e ricevimento di posta da un altro soggetto. Queste liste risultano comunque interessanti per l albergatore in quanto forniscono ulteriori notizie sui soggetti inseriti. Ad esempio, se la lista arriva da una rivista per appassionati cicloturisti, si può sapere quali altre passioni accomunano queste persone; di conseguenza, sarà possibile affinare ulteriormente la propria comunicazione e arricchire l offerta proposta. 4.2 La gestione dell archivio clienti Perché un archivio clienti dia i risultati che ci si attende, occorre effettuare il suo costante aggiornamento, inserendo ogni possibile notizia che riguardi ciascun cliente e che aiuti a personalizzare l offerta e, quindi, la comunicazione scritta. 24 Nomi, indirizzi e liste: la mailing list e l archivio clienti Nomi, indirizzi e liste: la mailing list e l archivio clienti 25

10 errori e-mail da evitare!

10 errori e-mail da evitare! 10 errori e-mail da evitare! Dal sito PILLOLE DI MARKETING WEB Le e-mail sono parte integrante dell attività di business come mezzo di contatto e di relazione e come tali diffondono l immagine di aziende

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La Fiera di successo Una Guida per gli espositori.

La Fiera di successo Una Guida per gli espositori. La Fiera di successo Una Guida per gli espositori. Pagina 5 Introduzione Indice Indice LA PREPARAZIONE DELLA FIERA Pagina GLI OBIETTIVI DI PARTECIPAZIONE Definite gli obiettivi prima di agire! 4 LA PIANIFICAZIONE

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda.

Questa lettera informativa è quindi dedicata a tutti gli imprenditori che vogliono aumentare le vendite della loro azienda. [D q Una delle domande più frequenti è: Cosa può fare la mia azienda per generare più richieste, avere più clienti e aumentare le vendite? Quasi tutte le aziende, anche le più piccole, oggi investono in

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

La lettera di presentazione

La lettera di presentazione La lettera di presentazione Aggiornato a novembre 2008 La lettera di presentazione è necessaria nel caso di autocandidatura e facoltativa (quando non richiesta esplicitamente dall'azienda) negli altri

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA

PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA PROVE DI APPRENDIMENTO di ITALIANO CLASSE II MEDIA Comprensione della lettura Es. 1 Leggere il testo LA SIGNORINA MONICA e rispondere alle domande Tempo previsto per lo svolgimento : 1 h Punteggio massimo:

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

E-mail, come scrivere l oggetto vincente

E-mail, come scrivere l oggetto vincente Le guide di E-mail marketing LAB E-mail, come scrivere l oggetto vincente E-mail marketing LAB Introduzione Immaginate di aver realizzato la campagna e-mail più bella del mondo, con newsletter e pagine

Dettagli

In collaborazione Gestionale per Hotel

In collaborazione Gestionale per Hotel In collaborazione Gestionale per Hotel Caratteristica Fondamentali E un programma di gestione alberghiera facile e intuitivo, in grado di gestire le prenotazioni, il check-in, i conti e le partenze in

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma

Produzioni dal Basso. Manuale di utilizzo della piattaforma Produzioni dal Basso Manuale di utilizzo della piattaforma FolkFunding 2015 Indice degli argomenti: 1 - CROWDFUNDING CON PRODUZIONI DAL BASSO pag.3 2 - MODALITÁ DI CROWDFUNDING pag.4 3- CARICARE UN PROGETTO

Dettagli

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Guida pratica all utilizzo della gestione crediti formativi pag. 1 di 8 Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Gentile avvocato, la presente guida è stata redatta per

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Chimica Suggerimenti per lo studio

Chimica Suggerimenti per lo studio Chimica Suggerimenti per lo studio Dr. Rebecca R. Conry Traduzione dall inglese di Albert Ruggi Metodo di studio consigliato per la buona riuscita degli studi in Chimica 1 Una delle cose che rende duro

Dettagli

Viva le vacanze! Leitfaden

Viva le vacanze! Leitfaden Viva le vacanze! Viva le vacanze! è un corso ideato per un pubblico adulto, senza preconoscenze della lingua italiana ed interessato ad acquisire una competenza linguistica e culturale di base, soprattutto

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Tratto dal corso Ifoa UN CASO CONCRETO DI VALUTAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Recentemente, si sono sviluppati numerosi modelli finalizzati a valutare e a controllare il livello di soddisfazione

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli