ISTITUTO BUON PASTORE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO BUON PASTORE"

Transcript

1 ISTITUTO BUON PASTORE

2 Istituto Buon Pastore , con documenti dal mazzi e registri L'opera pia "Istituto Buon Pastore" venne fondata nel 1843 a Torino dal re Carlo Alberto e affidata alle suore di Nostra Signora della Carità, dette del Buon Pastore. Essa fu dichiarata ente di natura laica il 30 agosto 1868 dall'amministrazione del fondo per il culto; lo statuto organico venne approvato con R.D. 13 febbraio Scopo dell'opera era provvedere gratuitamente al ricovero, mantenimento, educazione, istruzione ed eventuale correzione di ragazze povere di età compresa tra i 10 e i 20 anni, distinte nelle due sezioni "educande" e "corrigende"; lo stesso servizio era fornito a ragazze non povere dietro pagamento di una retta. La sezione delle "Maddalene" comprendeva le assistite giunte a maggiore età che rimanevano a servizio dell'istituto. Un'ultima sezione, "alterate di mente", offriva ricovero a pagamento donne di agiata condizione che "per lo stato di loro mente avessero bisogno di speciali cure oppure di vita calma e ritirata" (statuto organico del 1914, 2). Il materiale conservato comprende atti costitutivi e concernenti la storia e l'amministrazione dell'istituto, i verbali del consiglio di direzione e amministrazione, la contabilità, l'assistenza delle minori e delle donne ricoverate, più alcuni mazzi di carte miscellanee. Atti costitutivi e storia dell'istituto Statuto organico Altra documentazione relativa allo statuto si trova nel m. 148 ("Documenti vari"). n. 1 Statuto organico anni Storia e amministrazione dell'istituto I due mazzi contengono numerose copie dei seguenti opuscoli: "Regolamento interno della sezione delle signore malate di mente", Torino 1911 e T. FRISETTI, "L'Istituto del Buon Pastore di Torino. Cenni storico-amministrativi", Torino 1886 (n. 2); P. BOTTINI, "Cenni storico-amministrativi per il decennio ", Torino 1910, "Relazioni amministrativa e tecnica pel trasloco della sede dell'istituto", Torino 1890 (n. 4). Il n. 4 contiene anche le pratiche relative al nuovo statuto organico, approvato con R.D. 1 ottobre I nn. 3 e 5 constano di due cartelle rilegate in cuoio, presentate rispettivamente all'esposizione generale italiana di Torino del 1898 e a quella internazionale di Torino del 1911, entro le quali sono rilegati opuscoli a stampa volti a illustrare le attività dell'istituto e le copie calligrafiche del conto consuntivo del 1896, del bilancio preventivo del 1898 (n. 3) e del consuntivo del 1910 (n. 5) n. 2 Libricini storici amministrativi 1876 n. 3 Storia e amministrazione (esposizione generale italiana, Torino 1898) 1896 n. 4 Libricini storici amministrativi n. 5 Storia e amministrazione (esposizione internazionale, Torino 1911)

3 Verbali del consiglio di direzione, poi consiglio d'amministrazione n. 6 Verbali del consiglio di direzione n. 7 Verbali del consiglio di direzione n. 8 Verbali del consiglio di direzione n. 9 Verbali del consiglio di direzione n. 10 Verbali del consiglio di direzione n. 11 Verbali del consiglio di direzione n. 12 Verbali del consiglio di amministrazione Patrimonio Immobili Pratiche per la costruzione e l'amministrazione degli immobili di proprietà dell'istituto n. 13 Immobili n. 14 Immobili Inventario dei beni immobiliari patrimoniali n. 15 Inventario dei beni immobiliari patrimoniali 1938 Copialettere n. 16 Copialettere n. 17 Copialettere Protocollo ; n. 18 Protocollo corrispondenza d ufficio n. 19 Protocollo corrispondenza n. 20 Protocollo corrispondenza n. 21 Protocollo corrispondenza Contabilità Conti consuntivi Una copia del conto consuntivo del 1910 è nel n. 5 ("Storia e amministrazione dell'istituto"). 1894;1896; 1921; 1923; ; ; 1950; ; 1971;

4 n. 22 Conto consuntivo 1894; 1896 n. 23 Conto consuntivo 1921; 1923 n. 24 Conto consuntivo n. 25 Conto consuntivo n. 26 Conto consuntivo n. 27 Conto consuntivo 1932 n. 28 Conto consuntivo n. 29 Conto consuntivo 1934; 1935 n. 30 Conto consuntivo 1936 n. 31 Conto consuntivo n. 32 Conto consuntivo 1939 n. 33 Conto consuntivo n. 34 Conto consuntivo n. 35 Conto consuntivo n. 36 Conto consuntivo 1950; 1952 n. 37 Conto consuntivo n. 38 Conto consuntivo 1955; 1956 n. 39 Conto consuntivo 1957 n. 40 Conto consuntivo 1958 n. 41 Conto consuntivo 1959 n. 42 Conto consuntivo 1960 n. 43 Conto consuntivo 1961 n. 44 Conto consuntivo 1962 n. 45 Conto consuntivo 1963 n. 46 Conto consuntivo 1964 n. 47 Conto consuntivo 1965 n. 48 Conto consuntivo 1966 n. 49 Conto consuntivo 1967 n. 50 Conto consuntivo 1967 n. 51 Conto consuntivo 1968 n. 52 Conto consuntivo 1971 n. 53 Conto consuntivo 1971 n. 54 Conto consuntivo 1973 n. 55 Conto consuntivo 1974 n. 56 Conto consuntivo 1975 Conti finanziari e consuntivi In allegato si conservano ruoli delle entrate ordinarie e straordinarie, e registri giornali di esazioni e pagamenti ; n. 57 Conti finanziari e consuntivi n. 58 Conti finanziari e consuntivi n. 59 Conti finanziari e consuntivi n. 60 Conti finanziari e consuntivi n. 61 Conti finanziari e consuntivi n. 62 Conti finanziari e consuntivi Bilanci preventivi Copia del bilancio del 1898 si conserva nel n. 3 ("Storia e amministrazione dell'istituto")

5 n. 63 Bilanci preventivi n. 64 Bilanci preventivi ; Mandati di pagamento ; n. 65 Mandati di pagamento n. 66 Mandati di pagamento n. 67 Mandati di pagamento n. 68 Mandati di pagamento n. 69 Mandati di pagamento n. 70 Mandati di pagamento 1901 n. 71 Mandati di pagamento n. 72 Mandati di pagamento n. 73 Mandati di pagamento 1966 n. 74 Mandati di pagamento 1969 n. 75 Mandati di pagamento n. 76 Mandati di pagamento n. 77 Mandati di pagamento Distinte delle esazioni e dei pagamenti ; n. 78 Distinte delle esazioni e dei pagamenti n. 79 Distinte delle esazioni e dei pagamenti n. 80 Distinte delle esazioni e dei pagamenti n. 81 Distinte delle esazioni e dei pagamenti n. 82 Distinte delle esazioni e dei pagamenti Giornale di cassa Tabulati dell Istituto Bancario San Paolo di Torino con giornali di cassa per gli anni e prospetto generale dell esercizio n. 83 Giornale di cassa Registri bollettari per lavoro, affitti, pensioni Bollettari di diversa natura: ricevute per gli affitti, le pensioni delle educande e delle donne malate di mente, le entrate relative ai lavori eseguiti dalle ricoverate, contributi benefici. n. 84 Registri bollettari per lavoro, affitti, pensioni Minori ricoverate Registro delle ricoverate Registro delle minori ricoverate con l'indicazione di nome, nascita, lettera di affidamento all'istituto, sentenza del tribunale, durata della sorveglianza, data di entrata e uscita, osservazioni. 4

6 n. 85 Registro delle ricoverate Movimenti mensili Tabelle nominative "delle variazioni avvenute nelle minorenni corrigende", e tabelle di riepilogo mensili con l'indicazione di variazioni numeriche, giornate di presenza, ricoverate presenti e ricoverate che si trovino all'esterno dell'istituto n. 86 Movimenti mensili n. 87 Movimenti mensili n. 88 Movimenti mensili n. 89 Movimenti mensili n. 90 Movimenti mensili Registro delle giornate di presenza delle minori Registro recante per ogni minorenne ricoverata l'indicazione di nome, data e luogo di nascita, numero della lettera ministeriale di assegnazione, titolo del ricovero, data di entrata e uscita, giornate di presenza annuali, osservazioni. n. 91 Registro delle giornate di presenza delle minori Elenco delle minori presenti n. 92 Elenco delle minori presenti n. 93 Elenco delle minori presenti Registro cronologico giornaliero Registro suddiviso per tabelle mensili, con l'indicazione del numero delle ricoverate per rieducazione, in osservazione, in licenza, in ospedale ed evase. n. 94 Registro cronologico giornaliero Minori ricoverate Fascicoli personali con l'indicazione delle date di entrata e uscita delle minori, contenenti corrispondenza coi servizi sociali relativa alle minori e alle famiglie di provenienza. 1952; n. 95 Minori ricoverate n. 96 Minori ricoverate n. 97 Minori ricoverate n. 98 Minori ricoverate n. 99 Minori ricoverate n. 100 Minori ricoverate 1952 n. 101 Minori ricoverate n. 102 Minori ricoverate n. 103 Minori ricoverate n. 104 Minori ricoverate n. 105 Minori ricoverate n. 106 Minori ricoverate n. 107 Minori ricoverate

7 n. 108 Minori ricoverate 1964 n. 109 Minori ricoverate 1964 n. 110 Minori ricoverate 1965 n. 111 Minori ricoverate n. 112 Minori ricoverate 1966 n. 113 Minori ricoverate 1967 n. 114 Minori ricoverate n. 115 Minori ricoverate 1968 n. 116 Minori ricoverate n. 117 Minori ricoverate 1969 n. 118 Minori ricoverate 1970 n. 119 Minori ricoverate 1970 n. 120 Minori ricoverate 1970 n. 121 Minori ricoverate n. 122 Minori ricoverate 1972 n. 123 Minori ricoverate Madri minori con bimbo Fascicoli personali con relazioni mediche, psicologiche, sociali, corrispondenza a carattere amministrativo, libretti di conto corrente n. 124 Madri minori con bimbo n. 125 Madri minori con bimbo Documenti delle minori Il n. 128 contiene corrispondenza con la questura e il tribunale dei minori di Torino, carte relative all'amministrazione dell'edificio e dell'istituto e fascicoli personali delle minori; gli altri mazzi contengono unicamente i fascicoli personali n. 126 Documenti delle minori n. 127 Documenti delle minori n. 128 Documenti delle minori n. 129 Documenti delle minori n. 130 Documenti delle minori n. 131 Documenti delle minori n. 132 Documenti delle minori Minori dimesse Fascicoli personali con relazioni mediche, psicologiche, sociali, corrispondenza a carattere amministrativo n. 133 Minori dimesse n. 134 Minori dimesse

8 Prove d'esame Documentazione (giudizi, temi ed esercizi svolti etc.) relativa alle prove d'esame sostenute dalle minori in steno-dattilografia, calcolo meccanico, paghe e contributi. n. 135 Prove d'esame Signore ricoverate Registro delle signore ricoverate Il registro indica per ogni ricoverata nome, paternità, luogo e data di nascita, luogo di provenienza, diagnosi, data di ammissione, data del ricovero provvisorio e di quello definitivo, a spese di chi è mantenuta, osservazioni. n. 136 Registro delle signore ricoverate Rubrica delle signore entrate n. 137 Rubrica delle signore entrate fine XIX secolo Documenti delle signore ricoverate Fascicoli personali delle donne ricoverate, corredati della relativa tabella nosografica, ordinati in base alla data di entrata nell'istituto n. 138 Documenti delle signore ricoverate n. 139 Documenti delle signore ricoverate n. 140 Documenti delle signore ricoverate n. 141 Documenti delle signore ricoverate n. 142 Documenti delle signore ricoverate Registro del corredo delle signore n. 143 Registro del corredo delle signore Amministrazione Repertorio degli atti soggetti a tassa registro n. 144 Repertorio degli atti soggetti a tassa registro Statistiche Corrispondenza con l'istituto Centrale di Statistica; relazioni annuali con notizie di carattere generale sull'istituto, con allegati elenchi delle ricoverate n. 145 Statistiche n. 146 Statistiche

9 Documenti vari Documenti di varia natura, non ordinati: servizio di cassa, distinte, fatture, contratti, locazioni, atti di vendita, atti di lite, transazioni e convenzioni, assicurazioni, circolari ecc. Il n. 148 contiene inoltre opuscoli a stampa (statuto, relazioni tecnicoamministrative...), alcuni dei quali si conservano in copia anche ai nn. 2 e n. 147 Documenti vari n. 148 Documenti vari n. 149 Documenti vari n. 150 Documenti vari n. 151 Documenti vari n. 152 Documenti vari n. 153 Documenti vari n. 154 Documenti vari n. 155 Documenti vari n. 156 Documenti vari n. 157 Documenti vari n. 158 Documenti vari

10 Indice Introduzione.. 1 Atti costitutivi e storia dell'istituto... 1 Statuto organico Storia e amministrazione dell Istituto.. 1 Verbali del consiglio di direzione, poi consiglio d amministrazione... 2 Patrimonio Immobili... 2 Inventario dei beni immobiliari patrimoniali... 2 Copialettere Protocollo Contabilità... 2 Conti consuntivi Conti finanziari e consuntivi.. 3 Bilanci preventivi... 3 Mandati di pagamento Distinte delle esazioni e dei pagamenti... 4 Giornale di cassa... 4 Registri bollettari per lavoro, affitti, pensioni.. 4 Minori ricoverate Registro delle ricoverate.. 4 Movimenti mensili Registro delle giornate di presenza delle minori.. 5 Elenco delle minori presenti... 5 Registro cronologico giornaliero.. 5 Minori ricoverate... 5 Madri minori con bimbo.. 6 Documenti delle minori Minori dimesse Prove d esame... 7 Signore ricoverate Registro delle signore ricoverate.. 7 Rubrica delle signore entrate. 7 Documenti delle signore ricoverate. 7 Registro del corredo delle signore

11 Amministrazione Repertorio degli atti soggetti a tassa registro.. 7 Statistiche Documenti vari

REGIONE LIGURIA AZIENDA SANITARIA LOCALE N.4 Chiavarese Via G.B. Ghio, 9-16043 Chiavari (Ge) Codice Fiscale e P. Iva 01038700991 VITTORIO LEONARDI

REGIONE LIGURIA AZIENDA SANITARIA LOCALE N.4 Chiavarese Via G.B. Ghio, 9-16043 Chiavari (Ge) Codice Fiscale e P. Iva 01038700991 VITTORIO LEONARDI SCATOLA N. ANNO CONTENUTO 1 1611-1947 Statuto Organico del Personale Regolamenti Interni Sanitari 2 3 1741-1954 1855-1942 1701 1923 1528-1960 Cause /Ricorsi /Suppliche /Titoli di rendita pubblica/ Contratti

Dettagli

Scuola di commercio maschile serale Angelo Bargoni

Scuola di commercio maschile serale Angelo Bargoni ARCHIVIO DI STATO DI CREMONA Scuola di commercio maschile serale Angelo Bargoni Inventario (1906-1973) La scuola serale maschile di commercio di Cremona fu istituita il 22 gennaio 1894, per iniziativa

Dettagli

Inventario Congregazione di Carità

Inventario Congregazione di Carità Congregazione di Carità poi E.C.A. Soc. Coop. Studio 87 Comune di Sant Antioco Progetto di recupero e valorizzazione archivio storico Comune di Sant Antioco Finanziamento L.R. 28/84 art. 10/bis Inventario

Dettagli

ISTITUTO FERRANTE APORTI

ISTITUTO FERRANTE APORTI ISTITUTO FERRANTE APORTI Ferrante Aporti Centro clinico, infermeria, ufficio del sanitario Pratiche per visite ambulatoriali Registro carico/scarico dei medicinali Registro con elenco visite mediche dei

Dettagli

MASSIMARIO DI SCARTO DELLA DOCUMENTAZIONE D ARCHIVIO

MASSIMARIO DI SCARTO DELLA DOCUMENTAZIONE D ARCHIVIO 58 16.05.2013 MASSIMARIO DI SCARTO DELLA DOCUMENTAZIONE D ARCHIVIO Il presente massimario si compone di due parti: - la prima indica la documentazione fondamentale che deve essere conservata senza limiti

Dettagli

Albero delle strutture

Albero delle strutture Albero delle strutture Comune di Valfloriana, 1522-1994 Comune di Valfloriana, 1522-1962 (con doc. fino al 1994) 1934) Documentazione della comunità e del comune di Valfloriana ordinata nel 1908, 1522-1908

Dettagli

CASA CIRCONDARIALE DI TORINO LE NUOVE

CASA CIRCONDARIALE DI TORINO LE NUOVE CASA CIRCONDARIALE DI TORINO LE NUOVE Casa Circondariale di Torino Centro clinico, infermeria, ufficio del sanitario Cartelle cliniche Diario clinico Documenti infermeria Pratiche per visite ambulatoriali

Dettagli

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche 6 SCHEDA DI RILEVAZIONE - COMPLESSO ARCHIVISTICO 3 Codice Ente Codice complesso Qualifica del complesso archivistico fondo uniformata locale

Dettagli

Statuti e Regolamenti del Municipio di Livorno e Opere Pie gestite 1865-1963 13 NO SI

Statuti e Regolamenti del Municipio di Livorno e Opere Pie gestite 1865-1963 13 NO SI Archivio Storico del Comune di Livorno - C. L. A. S. Periodo numero schedato e rilevato pezzi informatizzato in elenchi di Serie consistenza dettagliati Statuti e Regolamenti del Municipio di Livorno e

Dettagli

Banco di Chiavari e della Riviera Ligure Archivio storico Elenco di consistenza

Banco di Chiavari e della Riviera Ligure Archivio storico Elenco di consistenza Banco di Chiavari e della Riviera Ligure Archivio storico Elenco di consistenza L elenco di consistenza che qui di seguito si propone si basa sulle indicazioni riportate sulle coste di registri e faldoni,

Dettagli

Proposta di titolario di ente pubblico economico per l edilizia residenziale integrato con piano di conservazione

Proposta di titolario di ente pubblico economico per l edilizia residenziale integrato con piano di conservazione Proposta di titolario di ente pubblico economico per l edilizia residenziale integrato con piano di conservazione Titolo I. Amministrazione generale, organi di governo e gestione Il titolo riguarda i documenti

Dettagli

3. Quali sono le principali attività dell amministratore in merito alla gestione delle spese per la manutenzione delle parti comuni?

3. Quali sono le principali attività dell amministratore in merito alla gestione delle spese per la manutenzione delle parti comuni? LE FUNZIONI DELL AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO (ART. 1130 C.C.) A cura di: Avv. Alessandro Re - ASSOCOND 1.Quali sono le principali funzioni dell amministratore del condominio in merito all assemblea e

Dettagli

ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO

ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO ADEMPIMENTI PER LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO CONTROLLI 1. Controllare attentamente che tutti i beni siano stati venduti, non ci siano crediti da riscuotere (eventualmente cederli e abbandonare quelli inesigibili)

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE Contabilità generale CONTABILITA GENERALE Sono raccolte in questa serie tutte le carte relative alla contabilità generale: bilanci, contabilità e riepilogativi, mastri e mastrini, libri di cassa, rapporti

Dettagli

COMUNE DI PUTIGNANO - Provincia di Bari - www.comune.putignano.ba.it

COMUNE DI PUTIGNANO - Provincia di Bari - www.comune.putignano.ba.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI A DENARO E A MATERIA APPROVATO CON ATTO COMMISSARIALE. NR. 50 DEL 17/06/2004, CON I POTERI DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

NORME PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ECONOMATO

NORME PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ECONOMATO ALLEGATO AL REGOLAMENTO DI CONTABILITA NORME PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ECONOMATO I N D I C E 1 Oggetto e scopo del Servizio 2 Organizzazione del Servizio di Economato 3 - Indennità maneggio valori

Dettagli

Convenzione sulle conseguenze del divorzio 1

Convenzione sulle conseguenze del divorzio 1 Convenzione sulle conseguenze del divorzio 1 tra (Nome, cognome, data di nascita, via, NAP, luogo) rappresentata/o da (Nome, cognome, via, NAP, luogo) e (Nome, cognome, data di nascita, via, NAP, luogo)

Dettagli

Albero delle strutture

Albero delle strutture Albero delle strutture Comune di Tenno, 1211-1963 Comune di Tenno, 1464-1944 (con docc. fino al 1963) Comunità e comune di Tenno (ordinamento italico e austriaco), 1464-1923 (con docc. fino al 1925) Deliberazioni

Dettagli

COMUNE DI ENNA REGOLAMENTO DEGLI AGENTI CONTABILI DEL COMUNE DI ENNA

COMUNE DI ENNA REGOLAMENTO DEGLI AGENTI CONTABILI DEL COMUNE DI ENNA COMUNE DI ENNA REGOLAMENTO DEGLI AGENTI CONTABILI DEL COMUNE DI ENNA APPROVATO CON DELIBERA CONSILIARE N. 14 DEL 21.03.2012 INDICE Art.1 - Compiti ed attribuzioni delle funzioni Art.2 - Incassi e versamenti

Dettagli

GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE N.2 Addetti corrispondenti a: 1 posto part-time 24 ore Contributo orario di 18 ore ( parziale di posto intero 1)

GESTIONE FINANZIARIA E CONTABILE N.2 Addetti corrispondenti a: 1 posto part-time 24 ore Contributo orario di 18 ore ( parziale di posto intero 1) AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE n. 2 Addetti corrispondenti a : 1 posto intero Contributo orario di 12 ore( parziale di posto intero 1) Contributo orario di 12 ore ( nomina a tempo determinato) Contributo

Dettagli

Allegato B. Domanda di Partecipazione al Bando Fondazione BNL. Servizi Residenziali per Minori

Allegato B. Domanda di Partecipazione al Bando Fondazione BNL. Servizi Residenziali per Minori Allegato B Domanda di Partecipazione al Bando Fondazione BNL Servizi Residenziali per Minori Il sottoscritto (nome e cognome) In qualità di legale rappresentante di (denominazione dell Ente) Vista la documentazione

Dettagli

MASSIMARIO DI SCARTO

MASSIMARIO DI SCARTO 1 MASSIMARIO DI SCARTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA Documentazione da conservare senza limiti di tempo 1) Verbali del Consiglio di Amministrazione; 2) Verbali del Senato Accademico; 3) Verbali del Senato

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ DEGLI AGENTI CONTABILI

REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ DEGLI AGENTI CONTABILI REGOLAMENTO DELL ATTIVITÀ DEGLI AGENTI CONTABILI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n.278 del 23 settembre 1996 esecutiva ai sensi di legge e modificato con Deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

1 Registro Giornale della contabilità 1966 Registro. 2 Registro Giornale della contabilità 1968 Registro

1 Registro Giornale della contabilità 1966 Registro. 2 Registro Giornale della contabilità 1968 Registro ENTE numero progressivo provvisorio titolo estremi atti amministrativi estremi cronologici numero pagine note tipologia del materiale 1 Giornale della contabilità 1966 2 Giornale della contabilità 1968

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO AREA SERVIZI FINANZIARI Viale Umbria 36

COMUNE DI FOLIGNO AREA SERVIZI FINANZIARI Viale Umbria 36 COMUNE DI FOLIGNO AREA SERVIZI FINANZIARI Viale Umbria 36 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI A DENARO E A MATERIA APPROVATO CON ATTO C.C. NR. 224

Dettagli

TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE per gli archivi delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende ospedaliere

TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE per gli archivi delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende ospedaliere TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE per gli archivi delle Aziende Sanitarie Locali e delle Aziende ospedaliere TITOLO I Area amministrativa I/1 AFFARI ISTITUZIONALI I/1.1 I/1.2 I/1.3 I/1.4 I/1.5 I/1.6 I/1.7 I/2

Dettagli

COMUNE DI TOIRANO. Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO

COMUNE DI TOIRANO. Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO COMUNE DI TOIRANO Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO TITOLO I Disposizioni generali Art. 1 Oggetto e scopo del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le procedure di acquisto,

Dettagli

FONDAZIONE GEROLAMO GASLINI NUOVO STATUTO. Art. 1 (Denominazione e Sede)

FONDAZIONE GEROLAMO GASLINI NUOVO STATUTO. Art. 1 (Denominazione e Sede) FONDAZIONE GEROLAMO GASLINI NUOVO STATUTO Art. 1 (Denominazione e Sede) La Fondazione "Gerolamo Gaslini", costituita dal Fondatore Gerolamo Gaslini con atto Notaio Schiaffino del 28 Novembre 1949, ha personalità

Dettagli

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali

INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI. DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali INDIVIDUAZIONE E ARTICOLAZIONE DEI SERVIZI AMMINISTRATIVI E GENERALI DOTT.SSA Forgione Roberta responsabile dei servizi amministrativi e generali COGNOME E NOME ORARIO MANSIONI ATTRIBUITE Sigla DI BIASE

Dettagli

GUIDA PER I BENENFICIARI AMMESSI AL CONTRIBUTO SULLA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE

GUIDA PER I BENENFICIARI AMMESSI AL CONTRIBUTO SULLA RENDICONTAZIONE DELLE SPESE REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO 11 CULTURA- ISTRUZIONE RICERCA SCIENTIFICA AVVISO PUBBLICO PER LA REALIZZAZIONE DI SPECIFICI PERCORSI FORMATIVI ED ITINERARI DIDATTICI INTEGRATIVI NELL AMBITO DELL INIZIATIVA

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

A cura di: Elena D Alessandro. Centro di servizio per il Volontariato di Verona 1

A cura di: Elena D Alessandro. Centro di servizio per il Volontariato di Verona 1 A cura di: Elena D Alessandro Centro di servizio per il Volontariato di Verona 1 formulario per le Associazioni di Volontariato Centro di servizio per il Volontariato di Verona 2 Centro di servizio per

Dettagli

Deliberazione del Direttore Generale. n. 161 del registro

Deliberazione del Direttore Generale. n. 161 del registro ISTITUTO TUMORI Giovanni Paolo II ISTITUTO DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO Viale Orazio Flacco, 65 70124 Bari BARI Deliberazione del Direttore Generale n. 161 del registro OGGETTO: BILANCIO

Dettagli

Organizzazione A. S. 2013/2014

Organizzazione A. S. 2013/2014 Pubblicato su I.T.C.G. "Manlio Capitolo" (http://www.itcgtursi.gov.it) Le tipologie di procedimento svolte da ciascun ufficio, le informazioni dettagliate sulla consegna di documenti, eventuali contatti,

Dettagli

Comune di Stigliano (Prov. Matera)

Comune di Stigliano (Prov. Matera) Comune di Stigliano (Prov. Matera) REPUBBLICA ITALIANA BOLL O SCHEMA DI C O N V E N Z I O N E per il conferimento in appalto del servizio di tesoreria L anno duemila... (...), il giorno... (...) del mese

Dettagli

RIFORMA DEL CONDOMINIO E GESTIONE CONTABILE

RIFORMA DEL CONDOMINIO E GESTIONE CONTABILE RIFORMA DEL CONDOMINIO E GESTIONE CONTABILE Marco Castioni Corso Anaci 2013 2014 BUONA GESTIONE E TRASPARENZA minaccia esonero su richiesta anche di un solo condomino. Considerati casi di gravi irregolarità

Dettagli

Archivio di Stato di Udine

Archivio di Stato di Udine Ministero per i Beni e le Attività Culturali Archivio di Stato di Udine SCHEDA FONDO 3.1.3 Data/e 3.1.4 Livello di descrizione 3.1.5 Consistenza e supporto dell'unità archivistica 3.2.1 Denominazione del

Dettagli

A CONTI A FAT CONTI TI

A CONTI A FAT CONTI TI A CONTI FATTI 3 LA CONTABILITÀ DELLE ODV IL REGISTRO REGIONALE 7 10 RACCOLTE FONDI E 5x1000 Reg. Trib. Potenza n.272 del 22.2.2000 DIRETTORE RESPONSABILE: Cristiana Corrado EDITORE: CSV Basilicata REDAZIONE:

Dettagli

Fondazione Deutsche Bank Italia

Fondazione Deutsche Bank Italia Fondazione Deutsche Bank Italia STATUTO Articolo 1 Costituzione Denominazione Sede È costituita una fondazione denominata Fondazione Deutsche Bank Italia, con durata illimitata, avente sede in Milano,

Dettagli

Albo Comunale delle Associazioni Regolamento

Albo Comunale delle Associazioni Regolamento COMUNE DI NICOTERA Prroviinciia dii Viibo Valenttiia REGOLAMENTO ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI Nicotera 01 Marzo 2013 1 Albo Comunale delle Associazioni Regolamento Premesso che: L articolo 3, dello

Dettagli

DPR 630 30\6\1959 OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEI SERVIZI ANTINCENDI E DELLA PROTEZIONE CIVILE

DPR 630 30\6\1959 OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEI SERVIZI ANTINCENDI E DELLA PROTEZIONE CIVILE DPR 630 30\6\1959 OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEI SERVIZI ANTINCENDI E DELLA PROTEZIONE CIVILE (Eretta in Ente Morale con D.P.R. a 630 del 30giugno 1959) STATUTO Approvato con D.P.R.

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO NONA LEGISLATURA PROGETTO DI LEGGE N. 116 PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa dei Consiglieri Lazzarini, Finco, Cenci, Cappon, Caner, Baggio, Corazzari, Furlanetto, Bozza, Possamai,

Dettagli

OSPEDALE MAGGIORE S. GIOVANNI BATTISTA di TORINO E OPERA DELLE PARTORIENTI (1736-1800)

OSPEDALE MAGGIORE S. GIOVANNI BATTISTA di TORINO E OPERA DELLE PARTORIENTI (1736-1800) OSPEDALE MAGGIORE S. GIOVANNI BATTISTA di TORINO E OPERA DELLE PARTORIENTI (1736-1800) 1 Con manifesto del Vicario di Torino del 19 giugno 1728 è reso noto che presso l Ospedale S. Giovanni Battista è

Dettagli

AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI DI PESCHIERA BORROMEO REGOLAMENTO DI FINANZA E CONTABILITÀ' TITOLO I GENERALITÀ' Art. 1 Scopo del regolamento

AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI DI PESCHIERA BORROMEO REGOLAMENTO DI FINANZA E CONTABILITÀ' TITOLO I GENERALITÀ' Art. 1 Scopo del regolamento AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI DI PESCHIERA BORROMEO REGOLAMENTO DI FINANZA E CONTABILITÀ' TITOLO I GENERALITÀ' Art. 1 Scopo del regolamento Il presente Regolamento disciplina l'attività contabile

Dettagli

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative.

Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. Allegato A Bando pubblico contenente modalità e criteri per l assegnazione di contributi a progetti d investimento delle imprese cooperative. 1. Soggetti beneficiari Sono beneficiarie di contributi di

Dettagli

Archivio Storico dell Educandato della SS. Annunziata. Inventario. a cura di Francesco Bettarini e Edoardo Lanzarini. (incipitss@gmail.

Archivio Storico dell Educandato della SS. Annunziata. Inventario. a cura di Francesco Bettarini e Edoardo Lanzarini. (incipitss@gmail. Archivio Storico dell Educandato della SS. Annunziata Inventario a cura di Francesco Bettarini e Edoardo Lanzarini (incipitss@gmail.com) L Educandato della SS. Annunziata in Firenze fu fondato da Ferdinando

Dettagli

Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria

Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria Allegato B REGOLAMENTO SERVIZIO TESORERIA Art. 1 Oggetto e affidamento del servizio di tesoreria 1. Il servizio di tesoreria consiste nel complesso delle operazioni riflettenti la gestione finanziaria

Dettagli

Procedura Amministrativo-Contabile Servizio di Cassa Interno. Gestione Servizio di Cassa Interno

Procedura Amministrativo-Contabile Servizio di Cassa Interno. Gestione Servizio di Cassa Interno Procedura Amministrativo-Contabile Servizio di Cassa Interno Gestione Servizio di Cassa Interno 1. OBIETTIVO Il presente documento descrive le attività amministrativo-contabili inerenti alla gestione del

Dettagli

Rendiconto economico-finanziario delle attività anno 2011.

Rendiconto economico-finanziario delle attività anno 2011. Associazione Il Buonarroti Rendiconto economico-finanziario delle attività anno 2011. In data 04 febbraio 2012 si riunisce presso la sede legale dell Associazione Il Buonarroti Via Matteotti 8 di Monfalcone

Dettagli

OPERA PIA CEPPI DI BAIROLS

OPERA PIA CEPPI DI BAIROLS OPERA PIA CEPPI DI BAIROLS ERETTA IN CERCENASCO STATUTO ORGANICO UMBERTO I PER GRAZIA DI DIO E VOLONTA DELLA NAZIONE RE D ITALIA Sulla proposta del Nostro Ministro Segretario di Stato per gli affari dell

Dettagli

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012

PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 PIANO PROVINCIALE ORIENTAMENTO OBBLIGO ISTRUZIONE E OCCUPABILITA 2010-2012 Disposizioni di dettaglio per la gestione e il controllo della realizzazione di progetti mirati alla lotta alla dispersione scolastica

Dettagli

FONDAZIONE NICOLO PICCOLOMINI PER L ACCADEMIA D ARTE DRAMATICA 00165 ROMA- VIA AURELIA ANTICA N. 164-TEL./ FAX. 06.63 74 227 STATUTO ORGANICO

FONDAZIONE NICOLO PICCOLOMINI PER L ACCADEMIA D ARTE DRAMATICA 00165 ROMA- VIA AURELIA ANTICA N. 164-TEL./ FAX. 06.63 74 227 STATUTO ORGANICO FONDAZIONE NICOLO PICCOLOMINI PER L ACCADEMIA D ARTE DRAMATICA 00165 ROMA- VIA AURELIA ANTICA N. 164-TEL./ FAX. 06.63 74 227 STATUTO ORGANICO ART.1 La Fondazione Nicolò Piccolomini per l Accademia di Arte

Dettagli

Conto consuntivo. Il conto consuntivo è predisposto dal DSGA, entro il 15 marzo di ogni anno, poi approvato entro 45 giorni dal Consiglio di Istituto.

Conto consuntivo. Il conto consuntivo è predisposto dal DSGA, entro il 15 marzo di ogni anno, poi approvato entro 45 giorni dal Consiglio di Istituto. Conto consuntivo Il conto consuntivo è predisposto dal DSGA, entro il 15 marzo di ogni anno, poi approvato entro 45 giorni dal Consiglio di Istituto. L'obiettivo della scuola non è quello di risparmiare,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO AUTOVETTURE DI PROPRIETA PROVINCIALE. Approvato con Deliberazione consiliare n. 8792/1 del 4 aprile 1984

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO AUTOVETTURE DI PROPRIETA PROVINCIALE. Approvato con Deliberazione consiliare n. 8792/1 del 4 aprile 1984 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO AUTOVETTURE DI PROPRIETA PROVINCIALE Approvato con Deliberazione consiliare n. 8792/1 del 4 aprile 1984 Articolo 1 - Competenze degli uffici provinciali sul servizio autovetture

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ENTI PUBBLICI E SOGGETTI PRIVATI (art. 7 L.R. 31 LUGLIO 1993 n. 13) APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 08 DI DATA

Dettagli

COMUNE DI CASTELNUOVO DEL GARDA Provincia di Verona

COMUNE DI CASTELNUOVO DEL GARDA Provincia di Verona COMUNE DI CASTELNUOVO DEL GARDA Provincia di Verona N. 150 Reg. Gen. COPIA DETERMINAZIONE N. 36 del 21-03-2012 AREA ECONOMICO FINANZIARIA OGGETTO: IMPEGNO E LIQUIDAZIONE ACCONTO CONTRIBUTO ORDINARIO 2012

Dettagli

COMUNE DI MONASTIR (Provincia di Cagliari) Regolamento comunale per l assegnazione di contributi per lo sviluppo dello sport

COMUNE DI MONASTIR (Provincia di Cagliari) Regolamento comunale per l assegnazione di contributi per lo sviluppo dello sport COMUNE DI MONASTIR (Provincia di Cagliari) Regolamento comunale per l assegnazione di contributi per lo sviluppo dello sport 1. SOSTEGNO ALL ASSOCIAZIONISMO SPORTIVO A. CONTRIBUTI PER L ATTIVITA ORDINARIA

Dettagli

Archivio storico del Comune di Mese. Inventario d archivio Serie particolari

Archivio storico del Comune di Mese. Inventario d archivio Serie particolari Archivio storico del Comune di Mese Inventario d archivio Serie particolari Mese, dicembre 2010 Comune di Mese Archivio storico del Comune di Mese Inventario d archivio, Serie particolari Progetto ed interventi

Dettagli

C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI

C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI C O M U N E D I O R B E T E L L O (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO COMUNALE E DI BENEFICI ECONOMICI Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Regolamento di contabilità

Regolamento di contabilità Regolamento di contabilità Approvato con atto del Consiglio di Amministrazione n. 25 del 14/09/2012 14/09/2012 Pag. 1 Articolo 1 Oggetto del Regolamento INDICE Articolo 2 Documenti obbligatori Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DELLE OT

REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DELLE OT REGOLAMENTO DI AMMINISTRAZIONE E CONTABILITA DELLE OT Deliberato dal Consiglio Federale il 30 marzo 2014 R.A.C. OT DELIBERATO DAL CF IL 30 MARZO 2014 1 INDICE CAPO I INTRODUZIONE ART. 1 PRINCIPI GENERALI..

Dettagli

Articolazione degli Uffici

Articolazione degli Uffici Articolazione degli Uffici Dirigenza e Direzione Dirigente scolastico Chiara Riello Primo collaboratore del Dirigente Alessandra Brotto Direttore dei Servizi Generali e Amm.vi Stefania Vivian Uffici di

Dettagli

REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE

REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE REGOLAMENTO PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE Articolo 1:Contesto normativo 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di pubblicazione sul sito informatico dell'istituto Comprensivo di Castellucchio di

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE UFFICIO III - ATTIVITA CONCORSUALI N. 333-B/12S.4.11 DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA IL CAPO DELLA POLIZIA DIRETTORE GENERALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA VISTA

Dettagli

REGOLAMENTO PROGETTO METANO

REGOLAMENTO PROGETTO METANO REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO OPERATIVO DELLA CONVENZIONE DI COMUNI PROGETTO METANO Ufficio Progetto Metano - Comune di Torino 1 Art. 1 FINALITA 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

Amministrazione e Contabilità

Amministrazione e Contabilità Amministrazione e Contabilità Elementi del regolamento di Amministrazione e Contabilità per la gestione nei dipartimenti universitari 2 febbraio 2007 a cura di Noemi Rossi 1 Ambito di applicazione e finalità

Dettagli

AVVISO PUBBLICO AI SENSI DELLA DGR 10/4/2015 N

AVVISO PUBBLICO AI SENSI DELLA DGR 10/4/2015 N ALLEGATO alla Delibera ASL n. 190 del 29/4/2015 AVVISO PUBBLICO AI SENSI DELLA DGR 10/4/2015 N. 3384 PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO A TUTELA DEI CONIUGI SEPARATI O DIVORZIATI, IN CONDIZIONE

Dettagli

CONGREGAZIONE DI CARITÀ

CONGREGAZIONE DI CARITÀ CITTÀ DI CUNEO CONGREGAZIONE DI CARITÀ ARCHIVIO STORICO inventario a cura di Dimitri Brunetti e Daniela Cabella Maggio 2002 Comune di Cuneo. Archivio storico - Fondo Congregazione di carità 155 CONGREGAZIONE

Dettagli

Candidata/o: Cognome e nome:.. Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Cantone Ticino Direzione dei Corsi per Adulti

Candidata/o: Cognome e nome:.. Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Cantone Ticino Direzione dei Corsi per Adulti Candidata/o: Cognome e nome:.. Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport Cantone Ticino Direzione dei Corsi per Adulti ESAME CANTONALE DI CONTABILITÀ II CORSO (Sabato, 17 maggio 2008) TEMPO

Dettagli

VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE PRESSO I BENEFICIARI FINALI

VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE PRESSO I BENEFICIARI FINALI UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO CENTRO REGIONALE DI PROGRAMMAZIONE POR SARDEGNA 2000 2006 VADEMECUM SULLA TENUTA DEL FASCICOLO

Dettagli

Professione Revisore degli enti locali Pisa, dal 28 ottobre al 19 novembre 2015

Professione Revisore degli enti locali Pisa, dal 28 ottobre al 19 novembre 2015 Professione Revisore degli enti locali Pisa, dal 28 ottobre al 19 novembre 2015 Patrocinato dall ordine dei Dottori commercialisti ed esperti contabili di Pisa ANCREL Liguria - Toscana Destinatari Dottori

Dettagli

REGOLAMENTO PER EROGAZIONI CONTRIBUTI ORDINARI E STRAORDINARI. Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

REGOLAMENTO PER EROGAZIONI CONTRIBUTI ORDINARI E STRAORDINARI. Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. REGOLAMENTO PER EROGAZIONI CONTRIBUTI ORDINARI E STRAORDINARI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 03 del 21/02/1991 CAP 1 Oggetto della concessione Il Comune interviene con erogazioni

Dettagli

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007.

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. ALLEGATO 1 Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. L anno il giorno del mese di in Roma, con la presente

Dettagli

GUIDA DI SUPPORTO ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI SUL

GUIDA DI SUPPORTO ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI SUL Unione Europea GUIDA DI SUPPORTO ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI SUL BANDO PER LA CREAZIONE E LO SVILUPPO DI UNITÁ DI RICERCA 1^ scadenza e 2^ scadenza: DGR n. 1988/2011 e successive modificazioni

Dettagli

Istituto Regionale di Studi Giuridici del Lazio Arturo Carlo Jemolo

Istituto Regionale di Studi Giuridici del Lazio Arturo Carlo Jemolo DI AFFIDARE al dott. Lorenzo Silipigni la responsabilità dei seguenti procedimenti amministrativi: (Affari istituzionali e amministrazione - Informazione e comunicazione) AFFARI ISTITUZIONALI E AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Archivio della Direzione dell'om Fiat di Milano

Archivio della Direzione dell'om Fiat di Milano Archivio della Direzione dell'om Fiat di Milano 1 di 10 Archivio della Direzione dell'om Fiat di Milano Soggetto conservatore Associazione Archivio del lavoro Tipologia del livello di descrizione archivio

Dettagli

T.T.20/17 ART. 1 -PRINCIPI GENERALI -

T.T.20/17 ART. 1 -PRINCIPI GENERALI - T.T.20/17 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI A SOCIETA E ASSOCIAZIONI SPORTIVE AVENTI SEDE NEL TERRITORIO COMUNALE (Approvato con delibera del Consiglio Comunale n.19 del 20.04.2009)

Dettagli

Dr. Paolo Barillà Avv. Margherita Marcianò. Via Aquileja n 12/A 20021 Baranzate (MI) Tel./Fax 023561245 Linea Emergenze 339-1799881.

Dr. Paolo Barillà Avv. Margherita Marcianò. Via Aquileja n 12/A 20021 Baranzate (MI) Tel./Fax 023561245 Linea Emergenze 339-1799881. Amministrazione Condominiale Immobiliare Professionale e Studio Legale Dr. Paolo Barillà Avv. Margherita Marcianò Dove siamo Via Aquileja n 12/A 20021 Baranzate (MI) Tel./Fax 023561245 Linea Emergenze

Dettagli

Regolamento di contabilità e tesoreria del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Vicenza

Regolamento di contabilità e tesoreria del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Vicenza Regolamento di contabilità e tesoreria del Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Vicenza TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 - Ambito applicativo 1. Il presente regolamento disciplina le procedure

Dettagli

I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel

I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel APPROVATO CON DELIBERAZIONE N.2002/67 DEL 3/12/2002 I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel raccoglitore

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE PATRIMONIALE, ECONOMICA E FINANZIARIA REGOLAMENTO APPROVATO DALLA GIUNTA DI UNIONCAMERE LAZIO CON DELIBERAZIONE N. 64 DEL 30 SETTEMBRE 2013 Articolo 1 Definizione 1. L Unioncamere

Dettagli

MANUALE di ISTRUZIONI d USO

MANUALE di ISTRUZIONI d USO MANUALE di ISTRUZIONI d USO INU NAZIONALE INU REGIONALI Approvato, come allegato al Regolamento INU, dall assemblea nazionale dei soci in Verona, 2 ottobre 2009 Responsabilità Istituzionali del PRESIDENTE

Dettagli

tutto quanto bisogna sapere

tutto quanto bisogna sapere CASSA PER L ASSISTENZA SANITARIA PER IL PERSONALE DEL GRUPPO INTESA tutto quanto bisogna sapere a cura di Elisa Malvezzi Dicembre 2004 ciclostilato in proprio ad uso interno Durante la gravidanza la Cassa

Dettagli

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda

5. PROCEDURE. 5.1 Presentazione della domanda 5. PROCEDURE 5.1 Presentazione della domanda Le domande di contributo dovranno essere predisposte e presentate esclusivamente utilizzando gli appositi servizi on-line ad accesso riservato, integrati nel

Dettagli

Regolamento in materia di pubblicità e trasparenza dei dati e delle informazioni concernenti l organizzazione e l attività della Banca d Italia

Regolamento in materia di pubblicità e trasparenza dei dati e delle informazioni concernenti l organizzazione e l attività della Banca d Italia Regolamento in materia di pubblicità e trasparenza dei dati e delle informazioni concernenti l organizzazione e l attività della Banca d Italia LA BANCA D ITALIA Visto l art. 1, comma 15, della legge 6

Dettagli

Regolamento di contabilità CAPO I FINALITA E CONTENUTO

Regolamento di contabilità CAPO I FINALITA E CONTENUTO Regolamento di contabilità Indice CAPO I FINALITA E CONTENUTO Art. 1 CAPO II BILANCIO E PROGRAMMAZIONE CAPO III GESTIONE DEL BILANCIO CAPO IV BILANCIO D ESERCIZIO CAPO V REVISIONE ECONOMICO-FINANZIARIA

Dettagli

Oggetto: Biennio Formativo 200_/200_ - DGR n. del Avvio corsi Corsi di Terza Area.

Oggetto: Biennio Formativo 200_/200_ - DGR n. del Avvio corsi Corsi di Terza Area. su carta intestata dell Istituto Prot. n Cod. Ente Direzione Istruzione Oggetto: Biennio Formativo 200_/200_ - DGR n. del Avvio corsi Corsi di Terza Area. Corso n Titolo Ore Allievi iscritti Sede Il sottoscritto

Dettagli

CONSERVATORIO DI MUSICA LUIGI CHERUBINI ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI

CONSERVATORIO DI MUSICA LUIGI CHERUBINI ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI Regolamento di Organizzazione degli Uffici e dei Servizi del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze approvato dal Consiglio di Amministrazione il 28 marzo 2011 Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE. Disciplinare per la gestione del Fondo Economale

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE. Disciplinare per la gestione del Fondo Economale ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE Disciplinare per la gestione del Fondo Economale pagina 2 indice Articolo 1 Principi generali... pag. 3 Articolo 2 Costituzione del fondo economale... pag. 3 Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA. Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE

REGOLAMENTO DI CONTABILITA. Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA Dell UFFICIO D AMBITO DELLA PROVINCIA DI MILANO AZIENDA SPECIALE Approvato con delibera n. 09 del C.D.A del 6 Agosto 2013 1 INDICE ART 1 NORMATIVA DI RIFERIMENTO... pag 3 ART

Dettagli

Lavori in corso in Archivio Storico Il Fondo delle Scuole Mauriziane

Lavori in corso in Archivio Storico Il Fondo delle Scuole Mauriziane Lavori in corso in Archivio Storico Il Fondo delle Scuole Mauriziane Relazione di intervento conservativo e censimento Stato di fatto Il fondo archivistico relativo alle Scuole Mauriziane è conservato

Dettagli

PROCEDURA GESTIONE SERVIZIO DI SEGRETERIA 02 30/09/2006 SOMMARIO

PROCEDURA GESTIONE SERVIZIO DI SEGRETERIA 02 30/09/2006 SOMMARIO Pagina 1 di 5 SOMMARIO 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2 RESPONSABILITÀ...2 3 FLOW ATTIVITÀ...ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. 4 RACCOLTA DATI E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONEERRORE. IL SEGNALIBR

Dettagli

I.S.A. "G. PALIZZI" Indice 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITÀ 4. PROCEDURA

I.S.A. G. PALIZZI Indice 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITÀ 4. PROCEDURA I.S.A. POCEDUA per Pagina 1 di 8 Indice 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. ESPONSABILITÀ 4. POCEDUA 4.1 Iscrizione 4.1.1 Iscrizione al primo anno 4.1.2 Iscrizione agli anni successivi 4.2 Trasferimenti

Dettagli

OGGETTO: 2^ VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017 E RELATIVI ALLEGATI CON ESTINZIONE ANTICIPATA MUTUO. IL CONSIGLIO COMUNALE

OGGETTO: 2^ VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017 E RELATIVI ALLEGATI CON ESTINZIONE ANTICIPATA MUTUO. IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: 2^ VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015-2017 E RELATIVI ALLEGATI CON ESTINZIONE ANTICIPATA MUTUO. Su relazione dell assessore al Bilancio Cinzia Vallone PREMESSO CHE IL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

Comune di Mazzano REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI BENEFICI FINANZIARI E VANTAGGI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI

Comune di Mazzano REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI BENEFICI FINANZIARI E VANTAGGI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI Comune di Mazzano REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI BENEFICI FINANZIARI E VANTAGGI ECONOMICI ALLE ASSOCIAZIONI Art. 1 Finalità, principi e criteri. Il Comune può intervenire con la concessione di contributi,

Dettagli

REGOLAMENTO concernente L APPLICAZIONE DELLE TASSE PER GLI OSPITI DEL CENTRO DIURNO PER ANZIANI 2015

REGOLAMENTO concernente L APPLICAZIONE DELLE TASSE PER GLI OSPITI DEL CENTRO DIURNO PER ANZIANI 2015 Regolamento d applicazione delle tasse REGOLAMENTO concernente L APPLICAZIONE DELLE TASSE PER GLI OSPITI DEL CENTRO DIURNO PER ANZIANI 2015 Nome del file: DIRETTIVA - Regolamento d applicazione delle tasse

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITÀ E TESORERIA DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI

REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITÀ E TESORERIA DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI REGOLAMENTO INTERNO DI CONTABILITÀ E TESORERIA DEL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI Il Consiglio dell'ordine di Padova visto l'art. 24 comma 3 della Legge 247/2013che prevede che gli Ordini Circondariali

Dettagli

REGOLAMENTO DI ECONOMATO - CASSA

REGOLAMENTO DI ECONOMATO - CASSA Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate - - - - - * * * * - - - - - REGOLAMENTO DI ECONOMATO - CASSA Approvato con delibera n. 7 del 22/11/2006 Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Giustizia, litigiosità, criminalità

Giustizia, litigiosità, criminalità Giustizia, litigiosità, criminalità Procedimenti civili esauriti con sentenza Procedimenti di cognizione ordinaria La rilevazione sui singoli procedimenti di cognizione ordinaria è stata condotta dall

Dettagli

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche

SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche SIUSA Sistema Informativo Unificato Sovrintendenze Archivistiche 17 SCHEDA DI RILEVAZIONE - COMPLESSO ARCHIVISTICO 2 Codice Ente Codice complesso Qualifica del complesso archivistico uniformata locale

Dettagli