Le Tecnologie Digitali per lo Sviluppo del Progetto Paese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le Tecnologie Digitali per lo Sviluppo del Progetto Paese"

Transcript

1 Le Tecnologie Digitali per lo Sviluppo del Progetto Paese 21 Ottobre 2009 Stefano Pileri Presidente CSIT Vice Presidente UIR

2 LE TECNOLOGIE DIGITALI PER LO SVILUPPO DEL PROGETTO PAESE Il Gap Digitale delle Imprese La Situazione Infrastrutturale Verso un nuovo Progetto Paese Il Vademecum per il rilancio delle Imprese Stefano Pileri Presidente CSIT

3 Alfabetizzazione digitale nelle imprese La diffusione di internet nel mondo business prosegue: nel 2008 il 66% delle aziende italiane erano on-line Il mercato delle medio-grandi imprese sembra vicino alla saturazione: negli ultimi tre anni gli scostamenti sono marginali. A causa della forte incidenza delle piccole imprese (oltre 4,2 milioni pari al 95% del totale), complessivamente 1/3 delle aziende continua a non essere in rete (e tra le microimprese il tasso sale al 43%) Migliaia imprese Aziende Aziende internet internet e e penetrazione penetrazione sull universo sull universo 61% % 66% Imprese % Imprese Aziende Aziende internet: internet: SOHO SOHO vs vs PMI PMI (2006-8) (2006-8) 49% 46% 43% 51% 54% 57% 8% 7% 7% 92% 93% 93% 100% 80% 60% 40% 20% 0% % Imprese Fonte: Elaborazioni Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici su dati Between, Base: aziende con 1+ dipendenti. Interviste ad un campione rappresentativo di imprese 3

4 L ICT è ancora poco associato allo sviluppo del business ICT ICT motore motore di di sviluppo sviluppo per per il il business business -- Benefici Benefici attesi attesi dall ICT dall ICT La percezione dell IT 60% finalizzata alla riduzione costi è ancora troppo 50% radicata 40% Solo per 1/3 ca. delle aziende l ICT l è visto come 30% miglioramento della 20% conoscenza dei clienti, miglioramento 10% dell assistenza, incremento della visibilità sul mercato. 0% 1-9 add add 50 + add Totale Sviluppo ricavi 14% 17% 19% 14% Contenimento dei costi 51% 48% 47% 51% Sviluppo innovazione tecn. 14% 12% 12% 14% Maggiore qualità dei servizi offerti 18% 19% 17% 18% Diversificazione dei servizi offerti 2% 3% 4% 2% Base: aziende con 1+ dipendenti. Interviste ad un campione rappresentativo di imprese Fonte: Elaborazioni Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici su dati Between,

5 Motivazioni del non utilizzo della larga banda e di internet Inutilità Motivazioni Motivazioni del del non non uso uso della della larga larga banda banda 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 1-9 add add 50 + add Totale Ci collegheremo nei prossimi 12 mesi 11% 14% 6% 11% Stiamo valutando 5% 13% 0% 6% Non conosco questi collegamenti 1% 0% 0% 1% La nostra zona non è coperta 17% 64% 69% 21% I collegamenti sono troppo costosi 4% 4% 10% 4% Questi collegamenti non servono 66% 2% 0% 61% E troppo complicato 3% 0% 0% 3% Costano troppo i PC, l'abbonamento al servizio o i costi telefonici per navigare Fonte: Elaborazioni Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici su dati Between, % 60% 40% 20% 0% in 12 mesi 11% 46% 0% 10% Stiamo valutando 15% 0% 0% 14% Non serve 71% 54% 0% 75% Non viene garantita la sicurezza dello scambio di informazioni e dati Digital Divide Costo Motivazioni Motivazioni del del non non uso uso di di internet internet 1-9 add add 50 + add Totale 0% 29% 0% 2% 20% 0% 0% 18% 5

6 Imprese digitali: il benchmarking con l Europa Percentuale Percentuale di di imprese imprese (10-49 (10-49 addetti) addetti) con con collegamento collegamento internet internet a a larga larga banda banda Spagna Francia Belgio Svezia Regno Unito UE Paesi Bassi Germania Irlanda Italia Portogallo Danimarca Austria Grecia Fonte: Elaborazioni Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici su dati Eurostat, 2008 Percentuale Percentuale di di imprese imprese che che hanno hanno ricevuto ricevuto ordinativi ordinativi tramite tramite strumenti strumenti di di rete rete (EDI (EDI o o internet) internet) Regno Unito Paesi Bassi Irlanda Germania Danimarca Portogallo Svezia UE Belgio Finlandia Austria Francia : : 13 Spagna Lussemburgo Grecia Italia N.B: sono considerate nel dato solo le imprese che hanno venduto almeno l 1% on-line Fonte: Elaborazioni Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici su dati Eurostat,

7 La Spesa IT nel 2008 nelle Imprese Italiane Fonte: Rapporto Assinform 2009 per dimensioni di impresa (dati in M ) Una spesa IT ridotta rispetto ai Paesi Europei (es Francia: 55B ) e particolarmente ridotta tra le PMI 7

8 LE TECNOLOGIE DIGITALI PER LO SVILUPPO DEL PROGETTO PAESE Il Gap Digitale delle Imprese La Situazione Infrastrutturale Verso un nuovo Progetto Paese Il Vademecum per il rilancio delle Imprese Stefano Pileri Presidente CSIT

9 Il problema del Digital Divide La connessione in fibra ottica della centrale telefonica alla rete di trasporto e la presenza di apparati DSLAM nelle centrali telefoniche sono le condizioni abilitanti per la diffusione di servizi ad alta velocità Nel 2008 il 5% della popolazione italiana risiedeva in zone caratterizzate da situazioni di digital divide di lungo periodo, mentre il 7% si trovava in aree di digital divide di medio periodo Digital Digital Divide Divide e Vincoli Vincolistrutturali Vincoli strutturali Popolazione % Senza DSLAM, senza fibra 3% Linee lunghe (centrali con 2% DD lungo clienti a oltre 3-4 km) Con MUX, senza fibra 3% Con mini DSLAM, senza fibra DD medio 4% Con DSLAM e fibra 88% TOTALE 100% Coperto Elaborazioni Confindustria Servizi Innovativi su dati vari 9

10 Piano Romani: un impegno del Governo per abbattere il Digital Divide (1471 mln ) Obiettivi di di riduzione del del Digital DigitalDivide Divide del del Piano Piano Romani Soluzioni proposte N. Nodi Incidenza su DD (%) % soluzioni Mobile % soluzioni Fisse Incidenza su DD da soluzioni Mobile Incidenza su DD da soluzioni Fisso Centrali non servite da BB Centrali con MiniDslam Linee lunghe (al netto di quelle su apparati) Apparati mux/ concentratori ,0% 67% 33% 2,0% 1,0% ,0% 12% 88% 0,5% 3,5% ,8% 86% 14% 1,5% 0,3% ,4% 40% 60% 1,4% 2,0% 12,2% 5,4% 6,8% 10

11 REGIONI Abruzzo Abruzzo Abruzzo Basilicata Basilicata Calabria Calabria Campania Campania Campania Emilia Romagna Emilia Romagna Emilia Romagna Emilia Romagna Emilia Romagna Friuli Friuli Friuli Lazio Lazio Lazio Lazio Liguria Liguria Lombardia Lombardia Lombardia Lombardia Lombardia Lombardia Lombardia Lombardia Lombardia Lombardia Marche Marche Piemonte Piemonte Piemonte Piemonte Puglia Puglia Sardegna Sicilia Sicilia Sicilia Toscana Toscana Toscana Toscana Trentino Alto Adige Trentino Alto Adige Umbria Umbria Veneto Veneto Veneto Veneto Veneto DISTRETTI Atessa Teramo - Pescara Val di Sangro Matera Metapontino Bisignano Sibari Avellino Marcianese Solofra Bologna Carpi Mirandola Parma - Langhirano Sassuolo Pordenone Pordenone San Daniele Civitavecchia Frosinone Guidonia Roma La Spezia Riviera di Ponente Brenta Castel Goffredo Gallaratese Lumezzane Monza Brianza Serico Comasco Val Seriana Valle dell'arno Varese Vimercate Fermano-Maceratese Pesaro Biella Borgomanero Canavese Verbano-Cusio-Ossola Bari Lecce Calangianus-Tempio Pausania Mazzara de Vallo Palermo Siracusa Arezzo Capannori Massa Carrara Prato Trentino Trentino Deruta Marsciano Belluno Montebelluna Treviso - Vicenza Verona Verona SETTORI Apparecchiature elettriche Mobile Automotive Mobile Agroalimentare Agroalimentare Alimentare Vitivinicolo Orafo Conciario Motoristico Abbigliamento Biomedicale Agroalimentare Ceramica Sedia Mobile Agroalimentare Nautica Carta Lapideo Aerospaziale Nautico - Cantieristica Agricolo - Florovivaistico Calzaturiero Tessile Abbigliamento Rubinetteria Mobile Tessile Tessile Meccanica Termoelettromeccanica HiTech Calzaturiero Mobile Tessile Metalmeccanico Stampaggio Lamiere Casalinghi HiTech Nanotecnologie Sughero Pesca Meccatronica Meccanica Orafo Carta Marmo Tessile Tecnologico Porfido Ceramica Arredamento e Metalmeccanico Occhiale Sportsystem Moda Moda Termomeccanica Le Tecnologie Digitali per lo Sviluppo del Progetto Paese Distretti Industriali: una priorità per le Imprese da rispettare Occorre dare priorità ai 60 distretti industriali selezionati da Confindustria per il progetto pilota sulla Larga Banda. Copertura Copertura ADSL ADSL Lorda Lorda dei dei distretti distretti industriali industriali italiani italiani Lista Lista dei dei distretti distretti industriali industriali selezionati selezionati da da Confindustria Confindustria Numero Distretti Industriali Distriduzione Numero Distretti Industriali per % di copertura ADSL 156 Totale Distretti Industriali 1 5 0% >0% - <50% 6 50% - <70% 10 70% - <80% % di copertura lorda 27 80% - <90% 84 90% - <100% % 11

12 ANALISI INFRASTRUTTURE Copertura a Larga Banda nel Lazio, nella Provincia e nel Comune di Roma Accesso Fisso Copertura broadband a fine 2008 Amministrazioni Copertura Broadband lorda Copertura Broadband netta ( ) Copertura IPTV Regione Lazio 96,8% 94,2% 64,8% Provincia di Roma 99,0% 97,0% 77,3% Comune Roma 99,6% 97,8% 86,4% Evoluzione copertura Broadband netta Amministrazioni Regione Lazio 94,2% 94,4% 95,9% Provincia di Roma 97,0% 97,2% 98,1% Comune Roma 97,8% 98,0% 99,0% ( ) per effetto degli apparati in rete di accesso; si stima che fino a 2 punti percentuali siano soggetti al fenomeno delle linee lunghe Accesso Mobile ( ) Amministrazioni Copertura UMTS Popolazione Copertura GSM Popolazione Regione Lazio 82,70% 99,70% Provincia di Roma 89,70% 99,80% Comune di Roma 96,20% 99,90% Evoluzione copertura UMTS/HSDPA (popolazione) Amministrazioni Regione Lazio 82,7% 85,7% 88,7% Provincia di Roma 89,7% 92,7% 95,7% Comune Roma 96,2% 97,4% 98,6% ( ) Dati riferiti alla rete Telecom Italia 12

13 ANALISI INFRASTRUTTURE Copertura Servizi Broadband a Roma fino a 20Mb/s (IP e ADSL2+) fino a 7Mb/s con servizio a 20Mb/s parzialmente coperta da Minidslam con servizio a 7Mb/s parzialmente coperta da Minidslam coperta parzialmente da Minidslam senza copertura o con servizio chiuso al provisioning Copertura Servizio Fast Ethernet FO Servizi Broadband, copertura della popolazione telefonica del Comune di Roma: Servizio ADSL (min 640 Kbit/s): 99,5 %. Servizio ADSL2+ (min 7 Mbit/s): 97,4%. Servizio IPTV (20 Mbit/s): 86,38% Servizio Fast Ethernet FO (10 Mbit/s bidirez.): 23% 13

14 ANALISI INFRASTRUTTURE: Roma e Milano ROMA E MILANO: infrastrutture a confronto / Rete Fissa Dimensioni di riferimento (Comune) ROMA MILANO Note Numero di Unità immobiliari Fonte: Numero di edifici Fonte: Estensione rete viaria (km di strade) Fonte: Tele Atlas Infrastrutture di telecomunicazioni ROMA MILANO Note Aree di Centrale Fonte: Telecom Italia (TI) Infrastrutture (km di tracciato) (TI ) 300 (FW) MW TI FW (parziale sovrapp.) Fonti: Telecom Italia (TI) Metroweb (MW) Fastweb (FW) La rete di distribuzione in rame (km cavo) Fonte: Telecom Italia (TI) TI Fonti: Telecom Italia (TI) MW TI La rete in fibra ottica esistente (km cavo) Metroweb (MW) FW FW Fastweb (FW) Stime per la Rete di Nuove generazione Stima dei km cavo in fibra ottica da posare per cablare tutti gli edifici (in aggiunta a quelli già disponibili) Stima dei km di scavo per cablare tutti gli edifici (in aggiunta a quelli gia' disponibili) Percentuale di edifici raggiunti da infrastrutture utili (anche di terze parti ) per la posa di fibra ottica Building potenzialmente raggiungibili in f.o. senza opere di scavo di cui building passed/connected in f.o. da TI e FW ROMA MILANO ~ ~1600 ~3200 ~100 ~12% ~82% ~ ~ ~ TI (sedi business) FW ~ (7200 NGN FTTx TI ( FTTH FW) Note Elaborazione TI con dati MW (per Milano) Elaborazione TI con dati MW (per Milano) Elaborazione TI con dati MW (per Milano) Elaborazione Telecom Italia Fonte: Telecom Italia Fastweb 14

15 LE TECNOLOGIE DIGITALI PER LO SVILUPPO DEL PROGETTO PAESE Il Gap Digitale delle Imprese La Situazione Infrastrutturale Verso un nuovo Progetto Paese Il Vademecum per il rilancio delle Imprese Stefano Pileri Presidente CSIT

16 Verso un nuovo Progetto Paese Innovare è una priorità di Sistema L Innovazione Digitale costituisce oggi una priorità non più dilazionabile, infatti essa ha impatti diretti sulla crescita del PIL dei Paesi in quanto migliora la produttività, migliora l occupazione ed incrementa gli investimenti. Il Progetto Paese Italia Digitale richiede di: Sviluppare il Know how Digitale tramite la Scuola, la promozione del Governo e dell Industria (e di Confindustria); Sviluppare i Servizi Digitali (offerta di e-government della PA, e-banking, delle BANCHE, e-commerce) Stimolare l utilizzo dei Servizi Digitali nelle Imprese, nella PA e nelle Famiglie ( Norme per lo Switch Off assistito dalle Reti Amiche) Sviluppare l Infrastruttura Digitale a banda larga: eliminare il Digital Divide, sviluppare le reti di nuova generazione (NGN) Know How Digitale Infrastrutture Digitali Offerta di Servizi Digitali Domanda di Servizi Digitali 16

17 La Crescita della Ricerca e dell Innovazione Nel Merito... Promuovere la ricerca su Internet di nuova generazione Stimolare la ricerca sulle Tecnologie per Nuovi Servizi (wireless, ottica, Networking, IT), tecniche di Efficienza Energetica, Monitoraggio Ambientale, Sicurezza delle reti ICT Indirizzare le Università ed il mondo della scuola verso la preparazione di profili professionali interessanti per le imprese del settore ICMT Promuovere trasferimento scientifico e tecnologico a livello nazionale ed internazionale... e nel Metodo Know How Digitale Infrastrutture Digitali CNR Offerta di Servizi Digitali Domanda di Servizi Digitali Raccordo con Industria 2015 e nuovo programma ICT Sviluppare la diffusione di Know How tra le nostre PMI Accordi e collaborazione con i centri di eccellenza nazionali ed internazionali 17

18 Sviluppare le Infrastrutture Digitali Attuazione del Piano Romani per l eliminazione del Digital Divide di prima e seconda generazione (1471 M ) ed avvio della realizzazione NGN Know How Digitale Sviluppo di Infrastrutture Digitali Offerta di Servizi Digitali Domanda di Servizi Digitali Innovazione della Normativa per il forte stimolo allo sviluppo di reti ottiche di nuova generazione ( infrastrutture leggere, condivisione di infrastrutture, nuovi piani regolatori per le infrastrutture, sistematico sviluppo dei piani Innovazione della Regolamentazione NGN secondo i principi del Risk Premium e del Risk Sharing per la massimizzazione del ritorno sui notevoli investimenti necessari Sviluppo del Piano di Switch Off al Digitale Terrestre come opportunità di arricchimento dei contenuti digitali e di accesso ad Internet a Larga Banda per i non PC - user 18

19 Sviluppare la Domanda Digitale Imprese Know How Digitale Infrastrutture Digitali Utilità: Necessità e convenienza all utilizzo di Internet per la fruizione dei servizi delle PA (Sviluppo servizi e-government nei comuni, sportello unico di accesso impresa in un giorno,..), Sicurezza, Green Enterprise. Offerta di Servizi Digitali Domanda di Servizi Digitali Know How ed Incentivazione: Diffondere la cultura dell azienda in rete (Benchmarks, Seminari di aggiornamento, Corsi online, ecc.), (Road Show Confindustria), defiscalizzazione. Semplicità: semplificare le offerte, anche con le nuove tecnologie IT (Cloud Computing ed Outsourcing) e investire sulle funzioni di help desk ed assistenza tecnica Copertura: Eliminazione del Digital Divide nelle Aree di Sviluppo Industriale e nei Distretti per soddisfare la domanda inestressa da parte delle Aziende 19

20 Sviluppare l Offerta Digitale Piano Brunetta (+ Ministri competenti) per e-government (priorità per Comuni, Scuole, Sanità, Giustizia ma poi Turismo e Beni Culturali, Sicurezza, Energia ed Ambiente) Know How Digitale Infrastrutture Digitali Offerta di Servizi Digitali Domanda di Servizi Digitali Innovazione Normativa per il forte stimolo alla erogazione e fruizione dei servizi pubblici online (l interazione on-line deve diventare un diritto dovere con assistenza delle Reti Amiche). Ruolo attivo dell Industria ICT e delle Banche per facilitare lo sviluppo dei grandi sistemi digitali project financing ed innovazione tecnologica (Cloud Comp, SaaS), velocizzazione pagamenti della PA Necessità di un opportuno finanziamento del Governo almeno nella fase iniziale del lancio dei progetti ( % new, % all interno della spesa IT corrente della PAC e PAL). 20

21 L incentivazione: una necessità per le Imprese nel progetto i2012 Nelle relazioni con la PA, può essere proposto una soluzione ICT Impresa-PA Digitale per Gli adempimenti necessari alla creazione di imprese on line tramite SUAP L impiego della Firma Elettronica e della Posta Elettronica Certificata La Gestione della Fatturazione Elettronica La Digitalizzazione della Documentazione d impresa e la sua Conservazione accedendo a forme di Incentivazione da promuovere presso la PA - Aumento delle agevolazioni fiscali (su IRES e IVA) per le aziende che adottano servizi a Banda Larga - Sgravi per le imprese che investono in attività di R&D associate alla Digitalizzazione - Sgravi per le Imprese che investono in ICT per il dialogo con la PA - Riduzione degli oneri contributivi per le aziende che assumono personale specificamente dedicato ad attività ICT, secondo i profili EUCIP 21

22 La piattaforma Roma Digitale UNA ROMA PIU MODERNA, SICURA, PRODUTTIVA, VIVIBILE Servizi Sicurezza e Monitoraggio degli accessi e delle aree critiche Controllo ambiente Info-Mobilità E-Health (Sanità Elettronica) Telemedicina Formazione e Teledidattica Efficienza della PA Efficienza Energetica Promozione del Patrimonio Culturale ed Artistico Piattaforma Applicazioni e Soluzioni a beneficio di Cittadini e delle Imprese Reti a larga e larghissima banda, fisse e mobili (Fattore Abilitante) 22

23 CONTENUTI PROGETTUALI: possibili applicazioni Sicurezza pubblica E-Health Pubblica Amm. Infomobilita Beni culturali Scuola Ambiente Produttivita d impresa Telesorveglianza, supporti specifici per ambiti istituzionali (polizia, pompieri,..) Fascicolo Elettronico, Digitalizzazione dei dati, Prescrizioni online, Telemedicina Gestione pratiche paperless, digitalizzazione documenti Informazioni su traffico in tempo reale e sul trasporto pubblico, Telepayment Informazioni turistiche, mappe, servizi di localizzazione via mobile Larga banda, Wifi, PC low cost, biblioteca digitale Efficienza energetica, controllo basato su sensor networks Asssistenza remota, CRM, ERP, Sales Force Management, Work Force Management 23

24 La Sicurezza a tutela del Cittadino e dei Beni Pubblici La digitalizzazione infrastrutturale delle PA, attuata con la piattaforma di rete e i data center di nuova generazione, costituiscono il naturale supporto per servizi con elevate performance e capillarità Beni Culturali Territorio Cittadino Infrastrutture Pubbl. Tutela del patrimonio e dei siti Controllo dei flussi Analisi dei percorsi nei siti Monitoraggio opere Integrazione con i sistemi anti-intrusione intrusione e anti-incendio incendio Videosorveglianza discreta ed integrata negli ambienti Sicurezza dei cittadini Tutela del patrimonio artistico Monitoraggio del traffico Sistemi antiterrorismo Monitoraggio zone sensibili (Stazioni, Parchi, Scuole, etc.) Tutela del centro storico con Zone a Traffico Limitato (ZTL) Sicurezza dei viaggiatori tifosi autorità etc. Tutela infrastrutture e rete di trasporto Sistemi antiterrorismo Sistemi identificazione persone Monitoraggio zone sensibili Integrazione con le attività di pubblica sicurezza SICUREZZA CITTADINI E BENI PUBBLICI 24

25 LE TECNOLOGIE DIGITALI PER LO SVILUPPO DEL PROGETTO PAESE Il Gap Digitale delle Imprese La Situazione Infrastrutturale Verso un nuovo Progetto Paese Il Vademecum per il rilancio delle Imprese Stefano Pileri Presidente CSIT

26 Il Vademecum per l Impresa Digitale Roadmap per il rilancio delle Imprese attraverso le risorse dell ICT e linee guida progettuali per una Digital Platform utilizzando i building blocks. Application Application & People People based based Services Services Desk. & Lan Mgt. Application Services SaaS Cloud Comput. Digitalizzazione IT/TLC IT/TLC Services Services Unified Commun. Security Services Storage Services Backup Services DRaaS Virtualization IT/TLC IT/TLC Infrastracture Infrastracture Office Internet Broadband IaaS LAN Data Center Sviluppo delle Infrastrutture e del Business 26

27 Le nuove dotazioni tecnologiche per l Impresa Digitale, semplice ma evoluta Un solo numero verde! Portale di amministrazione Non è necessario fare un progetto! Vantaggi per l Impresa Ottimizzazione dello spazio ed abilitazione ai servizi di voce evoluta Un solo cablaggio dati e fonia in aggiunta al risparmio energetico 27

28 Processi nelle Imprese e mapping delle soluzioni ICT Dematerializzazione PEC Fatturazione Elettronica 28

29 Le soluzioni e la ricaduta sulla produttività Piena valorizzazione della Larga Banda e delle opportunità di Business dell Impresa in Rete Sviluppo di soluzioni sia per l ottimizzazione dei costi sia per lo sviluppo del business aziendale tramite l ICT (extended enterprise) Sviluppo di soluzioni integrate, basate su IP e WEB ( Unified Communication ), soluzioni WEB Centriche, secondo il paradigma della Virtualizzazione delle risorse e del Cloud Computing Focalizzazione sulle semplificazione e dematerializzazione (Sportello Unico e aggiornamento Normative) Customizzazione e Caring per le esigenze delle singole imprese e categorie (negozi, studi professionali, aziende) Possibilità di bundling e combinazione di soluzioni sia infrastrutturali (sia come IT che come TLC) che applicative Aggregazione di Partners commerciali, con molteplicità di soluzioni e dei modelli di business (es. Open Source) Fonte: Commissione Europea, DG Infomation Society - The ICT impact on growth and productivity,

30 Il Progetto Paese Crescita delle Infrastrutture Crescita dei Servizi e Migliore operatività Superamento DD Next Generation Network Cloud Computing Tecnologie IT Investimenti Pubblico e Privato Le Reti di Impresa e-gov 2012 Normativa Efficace Incentivazione ICT Opportunità di Crescita per le Imprese del Paese 30

31 Backup Stefano Pileri Presidente CSIT

32 Cloud computing, the next generation IT, i servizi digitali nelle Imprese SaaS Markets Connectors Cloud Development Platforms Integration Standards Multi-tenancy Architecture Internet-caching technologies vcloud Infrastructure Virtualization Local caching Rich Internet Applications 32

33 Ufficio Virtuale Integrato Una Consolle WEB integrata per tutti I servizi di dicomunicazione aziendale della PMI Attivazione diretta one click dai PC Aziendali Toolbar personalizzate Backup Locale / Remota Dei Documenti del PC Link Diretto al Service Provider (CRM, Trouble Ticketing, ) Barra Aggiuntiva Personalizzabile Unified Messaging (Fax, SMS, MMS, Voice, ) A/V Comunicazione PC 2 PC Archivio MAIL Posta Elettronica Accesso e Gestione Documentazione Aziendale Gestione sale Riunioni E Web Conference Instant Messaging Segreteria Vocale 33

34 Gestione Documentale Digitale La Normativa in in vigore favorisce la la Dematerializzazione documentale anche per le le PMI T.U. sulla docum. amministrativa D.P.R. 445/2000 e successive modifiche DL 23/01/2004 e Delibera CNIPA 19/02/2004 n 11 DL 20/02/2004 n 52, Decreto Presid. CM 13/01/2004 (G.U. 27/04/2004) Codice dell Amministrazione Digitale, DL n.82/2005, articolo 23 comma 4 e 5 Circolari dell Agenzia delle Entrate n 45 (19/10/2005) e n 36 (06/12/2006) DL 185/2008 (Art 16) su gestione e trasmissione dei documenti di Impresa Un costo per le PMI (1-9 addetti) Stimato in 11B /anno La legislazione permette di eliminare buona parte dei documenti cartacei (es. Libro Soci per le srl) e la semplificazione di tutta la documentazione di Impresa La dematerializzazione presuppone l esistenza di un sistema elettronico di ricerca, di ordinamento e di certificazione, di Posta Elettronica Certificata (PEC) e Firma Digitale La conservazione dei dati deve garantire accessibilita e integrità nel tempo, nel rispetto delle procedure fissate per legge Le Soluzioni Web Based si stanno dimostrando tra le piu efficaci ed affidabili 34

35 La Fatturazione Elettronica La normativa La legge Finanziaria 2008 prevede l'abbandono del documento cartaceo per tutti gli operatori che hanno relazioni con la Pubblica Amministrazione (decreti in predisposiz.) Il tasso di adozione di questo documento a fine 2008 era inferiore al 5% Da stime TI, la Fatturazione elettronica rappresenta il 15% circa del valore complessivo dell intero mercato della gestione documentale digitale. A livello Italia, l adozione completa della fatturazione elettronica integrata nei processi aziendali comporterebbe benefici per circa 60 B e risparmi per la PA di 2B L uso della F.E. consente notevoli risparmi alle aziende per ciclo di fatturazione 1-2 con sola archiviazione 5-8 con scambio dati strutturato con piena digitalizzazione dell intero ciclo buyer/seller (fonte: Politecnico Milano, 2009) 35

36 Archiviazione delle mail in crescente diffusione presso le PMI: Utilizzo massivo mail per comunicazioni ufficiali Diffusione della PEC Tracciabilità scambio di documenti con PA e partners Documentazione sostitutiva Si stima che circa il 20% delle oltre 2M mailbox di PMI necessiti archiviazione, per un totale di circa 1 GB/anno/addetto Funzionalità di Riferimento Controllo messaggi in tempo reale Archiviazione automatica messaggi mail archiviare automaticamente su server centrale i messaggi rendendoli accessibili in qualsiasi momento tramite web Assegnazione automatica di un numero di protocollo univoco in modo centralizzato, anche in funzione delle policy di interesse dell azienda (solo alcuni account, tipologie di documenti, posta interna, etc.). Archiviazione automatica dei documenti/mail protocollate e sua conservazione sicura in linea con le leggi Italiane sulla Privacy (ad es. conservazione per 5 anni) Protocollazione automatica messaggi mail Gestione Policy per messaggi inbound/outbound Integrazione con Firma Digitale Spazio Mailbox virtualmente infinito Funzionalità Digital Rights Management (DRM) Alter Ego (gestione ininterrotta della corrispondenza via mail) Archiviazione Sostitutiva Gestione ciclo di vita dei documenti Integrazione con sistemi gestionali Supporto alla fatturazione elettronica 36

37 Posta Elettronica Certificata Una mail con valore legale per lo scambio di documenti, fatture, DPR 68/05, DL 185/08, DL 2/09 Obbligatorio disporre di PEC per Imprese, Professionisti e Pubblica Amministrazione entro il 2011 Esteso ai cittadini che ne fanno richiesta (DPCM del 6/5/09) I Gestori PEC devono essere accreditati da CNIPA A Marzo Gestori Accreditati da CNIPA, con soluzioni certificate 37

38 Antispam/Antivirus Network Centric Una fascia consistente di PMI dispone di server di posta presso la propria sede o in outsourcing ma privo di protezioni di antispam e antivirus Internet Prima Dopo Dominio cliente Si ritiene che questa situazione possa riguardare circa 250k Imprese Mail server del cliente AS Network Centric IDC Redirezione del traffico (SMTP) destinato verso il dominio di posta delle aziende verso i sistemi di filtraggio del Service Provider, attraverso una opportuna configurazione del DNS. Nessuna installazione HW/SW in azienda, con gestione automatica delle attivazioni e e degli aggiornamenti presso il SP, inclusi dimensionamenti e ridondanze dei server antispam ed antivirus Minore carico sui sistemi dell azienda azienda: i tentativi di spam o diffusione virus sono bloccati prima che arrivino sul server di posta elettronica, con riduzione del traffico della rete e del server mail Indipendenza dal server di posta: la soluzione anti-spam ed antivirus esterna funziona direttamente sul protocollo standard di trasmissione delle mail (SMTP), Modello di prezzo basato sulle effettive caselle postali impiegate 38

Il Progetto Italia Digitale Tecnologie e Servizi: un rapporto in continua evoluzione. 18 Maggio 2010 - Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari - Milano

Il Progetto Italia Digitale Tecnologie e Servizi: un rapporto in continua evoluzione. 18 Maggio 2010 - Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari - Milano Il Progetto Italia Digitale Tecnologie e Servizi: un rapporto in continua evoluzione 18 Maggio 2010 - Palazzo Mezzanotte, Piazza Affari - Milano 1 Italia Digitale oggi: Le Famiglie La penetrazione della

Dettagli

La Liguria all interno del contesto nazionale

La Liguria all interno del contesto nazionale La Liguria all interno del contesto nazionale François de Brabant Between 24 Novembre 2009 La banda: tra l uovo e la gallina sistema paese infrastrutture servizi mercato 2 Il cruscotto regionale della

Dettagli

Infrastrutture a banda larga ed evoluzione della domanda di servizi innovativi nelle regioni italiane

Infrastrutture a banda larga ed evoluzione della domanda di servizi innovativi nelle regioni italiane 1 FORUM REGIONALE SULLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE Infrastrutture a banda larga ed evoluzione della domanda di servizi innovativi nelle regioni italiane Cristoforo Morandini Ancona, 2 aprile 2004 2 APRILE

Dettagli

Banda Larga e ultra larga: un opportunità per le imprese Perché connettersi, perché avere connessioni veloci.

Banda Larga e ultra larga: un opportunità per le imprese Perché connettersi, perché avere connessioni veloci. 2014 Banda Larga e ultra larga: un opportunità per le imprese Perché connettersi, perché avere connessioni veloci. I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 Antonello Fontanili

Dettagli

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio Banda larga Asset strategico per la competitività del territorio La strategia digitale di Confindustria Verona Iniziative volte a promuovere la riduzione del digital divide culturale e infrastrutturale:

Dettagli

9a Giornata dell Economia

9a Giornata dell Economia 9a Giornata dell Economia Ravenna, 6 maggio 2011 L economia digitale: quale futuro? G. Andrea Farina Presidente & Amministratore Delegato Gruppo Itway 1 INNOVAZIONE ED ECONOMIA DIGITALE l l primo dominio

Dettagli

La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo. Novembre 2012

La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo. Novembre 2012 La copertura delle reti a Banda Larga dal Digital Divide alle reti NGAN Salvatore Lombardo Novembre 2012 Agenda Digitale Europea 2 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte

Dettagli

Banda larga e ultralarga: lo scenario

Banda larga e ultralarga: lo scenario Banda larga e ultralarga: lo scenario Il digitale per lo sviluppo della mia impresa Ancona, 4 luglio 2013 L importanza della banda larga per lo sviluppo economico L Agenda Digitale Europea: obiettivi e

Dettagli

Piano egov 2012: gli obiettivi

Piano egov 2012: gli obiettivi Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Paola Tarquini Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione tecnologica Ufficio Studi e progetti per l innovazione

Dettagli

Il Mercato ICT 2015-2016

Il Mercato ICT 2015-2016 ASSINFORM 2016 Il Mercato ICT 2015-2016 Anteprima Giancarlo Capitani Milano, 15 Marzo 2016 ASSINFORM 2016 Il mercato digitale in Italia nel 2015 Il Mercato Digitale in Italia (2013-2015) Valori in mln

Dettagli

CBI 2011 Corporate Banking and Electronic Invoice

CBI 2011 Corporate Banking and Electronic Invoice CBI 2011 Corporate Banking and Electronic Invoice Dematerializzazione e Transazioni elettroniche: una necessità per lo sviluppo 0 Paolo Angelucci Presidente Assinform Milano, 1 dicembre 2011 Il profilo

Dettagli

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS

Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS Il Costo dell Impreparazione Informatica nella Pubblica Amministrazione Locale e le sfide dell Agenda Digitale Milano, 17 Maggio 2011 Lucia Pasetti Vice Presidente CISIS La governance interregionale Le

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE Lucia Picardi Responsabile Marketing Servizi Digitali Chi siamo 2 Poste Italiane: da un insieme di asset/infrastrutture

Dettagli

I servizi ICT avanzati resi disponibili dalla banda larga sul territorio biellese e vercellese

I servizi ICT avanzati resi disponibili dalla banda larga sul territorio biellese e vercellese I servizi ICT avanzati resi disponibili dalla banda larga sul territorio biellese e vercellese Stato dell arte, criticità ed opportunità per il sistema imprenditoriale locale Progetto finanziato da 16

Dettagli

RAPPORTO SULLA BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA

RAPPORTO SULLA BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA RAPPORTO SULLA BANDA LARGA NELLA PROVINCIA DI ROMA PRESENTAZIONE Marco Mena - Between 1 CONTENUTI 1. ANALISI DELLA DOMANDA NELLA PROVINCIA DI ROMA 2. INFRASTRUTTURE E SERVIZI A BANDA LARGA NELLA PROVINCIA

Dettagli

Quale rotta verso il Cloud? Le scelte per una adozione su misura Stefano Pileri, AD Italtel

Quale rotta verso il Cloud? Le scelte per una adozione su misura Stefano Pileri, AD Italtel Quale rotta verso il Cloud? Le scelte per una adozione su misura Stefano Pileri, AD Italtel I nuovi device, il trend BYOD, cambiano l IT 2 There will be 5B mobile devices and 2B M2M nodes Global mobile

Dettagli

LA DIFFUSIONE DELLA BANDA LARGA NEL PAESE

LA DIFFUSIONE DELLA BANDA LARGA NEL PAESE LA DIFFUSIONE DELLA BANDA LARGA NEL PAESE FORUM P.A. - 12 maggio 2005 François de Brabant BETWEEN 1 SUPERATA LA VETTA DEI 4,5 MILIONI DI ACCESSI IN ITALIA (Dic. 2004) Milioni accessi 5,0 4,5 4,0 3,5 3,0

Dettagli

Roma, 20 dicembre 2010. Principali evidenze

Roma, 20 dicembre 2010. Principali evidenze Roma, 20 dicembre 2010 Principali evidenze Indice 2 Capitolo 1: Rapporto cittadino-pa: principali evidenze Capitolo 2: Sanità digitale: principali evidenze e Capitolo 3: Scuola e Università digitale: principali

Dettagli

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa Confartigianato Imprese Mantova CONVEGNO RILANCIO DELL EDILIZIA COME USCIRE DAL TUNNEL Proposte per cittadini e imprese Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa A cura di Licia

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

10 Giornata dell Economia

10 Giornata dell Economia 0 Giornata dell Economia La banda larga nella provincia di Forlì-Cesena: stato, esigenze e prospettive Cristoforo Morandini Associated Partner, Between 0 giornata dell'economia - 7 giugno 0 - Riservato

Dettagli

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità

CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità CloudComputing: scenari di mercato, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Milano, 7 Giugno 2012 Cloud Computing: una naturale evoluzione delle ICT Trend n. 1 - ICT Industrialization

Dettagli

company profile struttura operativa 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE

company profile struttura operativa 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE DARIO TECCHIO partner - direttore area customer MASSIMO TECCHIO partner - direttore area delivery LUCA GIUMAN direttore generale STEFANO RAGNO direttore commerciale Infonet NW company profile Infonet Solutions

Dettagli

Infratel Italia. marzo 2014

Infratel Italia. marzo 2014 Infratel Italia marzo 2014 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte le aree sottoutilizzate del Paese, attraverso la realizzazione e l integrazione d infrastrutture di

Dettagli

Scuola Digitale Distretto scolastico 2.0

Scuola Digitale Distretto scolastico 2.0 N.1 Scuola Digitale Distretto scolastico 2.0 Potenza, 11th March 2015 Salvatore Panzanaro Regione Basilicata -Ufficio Società dell informazione N.2 L Agenda Digitale della Regione Basilicata superamento

Dettagli

Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili

Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili Sviluppi della copertura WIMAX e servizi abilitabili Una estesa e moderna rete in Fibra Ottica Retelit è l operatore indipendente leader nel mercato wholesale grazie a Una rete costruita lungo le strade

Dettagli

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010

IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES. Roma, 20 aprile 2010 OSSERVATORIO SULLA DIFFUSIONE DELLE RETI TELEMATICHE E DEI SERVIZI ON LINE IL FUTURO DELLA RETE LA DOMANDA DI INTERNET LE RETI E LE INIZIATIVE PUBBLICHE PER LA BANDA LARGA KEY FIGURES Roma, 20 aprile 2010

Dettagli

BANDA ULTRA LARGA BUL Progetto Sirmione

BANDA ULTRA LARGA BUL Progetto Sirmione BANDA ULTRA LARGA BUL Progetto Sirmione Questionario Manifestazione d Intresse APRILE 2015 Sommario SEZIONE I. Descrizione dell iniziativa... 3 SEZIONE II. Dati Anagrafici Azienda... Errore. Il segnalibro

Dettagli

Il ruolo delle Infrastrutture nello sviluppo dei servizi a Banda Larga

Il ruolo delle Infrastrutture nello sviluppo dei servizi a Banda Larga Il ruolo delle Infrastrutture nello sviluppo dei servizi a Banda Larga Salvatore Lombardo Infratel Italia spa La Banda Larga Strade Acqua Gas Energia Banda larga La possibilità di accedere a servizi a

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

STRUTTURA OPERATIVA 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE DARIO TECCHIO LUCA GIUMAN MASSIMO TECCHIO

STRUTTURA OPERATIVA 1AREA CUSTOMER 1AREA DELIVERY 1AREA SUPPORT 1AREA DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE DARIO TECCHIO LUCA GIUMAN MASSIMO TECCHIO DARIO TECCHIO partner - direttore area customer LUCA GIUMAN direttore generale MASSIMO TECCHIO partner - direttore area delivery ROBERTO TECCHIO partner -direttore area support amministratore unico STRUTTURA

Dettagli

IL MONDO DEI PICCOLI E MEDI OPERATORI INTERNET: ANALISI E DATI DI SETTORE

IL MONDO DEI PICCOLI E MEDI OPERATORI INTERNET: ANALISI E DATI DI SETTORE INTERNET SERVICE PROVIDER ITALIANI una risorsa ed una opportunità per il Paese IL MONDO DEI PICCOLI E MEDI OPERATORI INTERNET: ANALISI E DATI DI SETTORE Fabrizio D Ascenzo - Francesco Bellini Dipartimento

Dettagli

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in

Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli obiettivi delle attività previste in PROGRAMMA STRATEGICO TRIENNALE 2011-2013 Per La Realizzazione Del Sistema Informativo Regionale Con DGR n. 447 del 14/10/2011 è stato approvato il nuovo Piano Strategico Triennale, atto che definisce gli

Dettagli

Le opportunità offerte dal Cloud Computing

Le opportunità offerte dal Cloud Computing Le opportunità offerte dal Cloud Computing Ing. Alessandro Piva Politecnico di Milano Alessandro.piva@polimi.it Agenda L impatto sulla catena del valore La definizione di Cloud Computing Le variabili decisionali

Dettagli

LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE

LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE LIVELLO DI INFORMATIZZAZIONE 10 9 8 7 74% 10 88% 74% 91% 67% 74% 10 89% 82% 25% 6 57% 75% 5 4 44% SI NO Base: totale aziende Fonte: EY-TOW, 2015 Il livello di informatizzazione delle aziende Piemontesi

Dettagli

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia Bollettino Flash 17 marzo 2014 Confagricoltura ha espresso più volte la propria preoccupazione

Dettagli

Il Piano industriale dell innovazione. Roma, 2 ottobre 2008

Il Piano industriale dell innovazione. Roma, 2 ottobre 2008 Il Piano industriale dell innovazione Roma, 2 ottobre 2008 1 Il Piano industriale dell innovazione Il Piano passa: dalla logica dell offerta a quella della domanda dalla logica dei prototipi a quella dei

Dettagli

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra soci effettivi e soci aggregati) 62 Sezioni Territoriali (presso le Unioni Provinciali di Confindustria) Oltre 1 milione

Dettagli

ASSINFORM 2016. Il mercato digitale in Italia nel 2015

ASSINFORM 2016. Il mercato digitale in Italia nel 2015 ASSINFORM 2016 Il mercato digitale in Italia nel 2015 Il Mercato Digitale in Italia (2013-2015) Valori in mln di Euro e in % 65.162-1,4% 64.234 +1,0% Fonte: Assinform / NetConsulGng cube, Marzo 2016 64.908,1

Dettagli

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Innovare i territori Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 1 La Federazione CSIT Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra

Dettagli

Infrastrutture digitali per lo sviluppo del territorio Giuseppe Tilia - Palermo, 01 Aprile 2014. Business

Infrastrutture digitali per lo sviluppo del territorio Giuseppe Tilia - Palermo, 01 Aprile 2014. Business Infrastrutture digitali per lo sviluppo del territorio Giuseppe Tilia - Palermo, 01 Aprile 2014 La Digital Agenda for Europe (DAE) 1. Mercato digitale unico e dinamico 2. Interoperabilità e standard 3.

Dettagli

Le imprese di telecomunicazioni

Le imprese di telecomunicazioni Le imprese di telecomunicazioni Anno 2004 6 giugno 2006 L Istat rende disponibili i principali risultati, relativi al 2004, della rilevazione annuale sulle imprese di telecomunicazioni. L indagine, di

Dettagli

Telex telecomunicazioni. Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali

Telex telecomunicazioni. Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali Telex telecomunicazioni Soluzioni per le telecomunicazioni e le infrastrutture tecnologiche aziendali Agenda 1 azienda 2 organizzazione 3 offerta 4 partner 5 referenze Storia Azienda Nasce 30 anni fa Specializzata

Dettagli

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide)

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide) COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA (in rosso le aree in Digital Divide) AL VIA BANDI PER 900 MLN DI EURO PER AZZERARE DIGITAL DIVIDE E BANDA ULTRALARGA Internet veloce per 7 mln. di cittadini, 5000 nuovi

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

TELECOM ITALIA@ICT TRADE. Claudio Contini Telecom Italia Digital Solutions Ferrara 13 maggio 2014

TELECOM ITALIA@ICT TRADE. Claudio Contini Telecom Italia Digital Solutions Ferrara 13 maggio 2014 TELECOM ITALIA@ICT TRADE Claudio Contini Telecom Italia Digital Solutions Ferrara 13 maggio 2014 Il Gruppo Telecom Italia oggi Ricavi 23.407 M.ni di Dipendenti 65.623 Unità Investimenti Industriali 4.400

Dettagli

Il Progetto Italia Digitale Linee Guida del Progetto Paese di CSIT per l Italia Digitale

Il Progetto Italia Digitale Linee Guida del Progetto Paese di CSIT per l Italia Digitale Il Progetto Italia Digitale Linee Guida del Progetto Paese di CSIT per l Italia Digitale Versione 2 1 La sintesi dei risultati da: Osservatorio Italia Digitale 2.0 2 Le Famiglie Digitali oggi Alfabetizzazione

Dettagli

CITTÀ DI MODENA La Rete di Nuova Generazione di Telecom Italia

CITTÀ DI MODENA La Rete di Nuova Generazione di Telecom Italia GRUPPO TELECOM ITALIA OPEN ACCESS CITTÀ DI MODENA La Rete di Nuova Generazione di Telecom Italia Dotti Massimiliano Modena, 12 Febbario 2014 Technology Open Access Access Op Area 37 2 Come la Rivoluzione

Dettagli

La Nuvola Italiana di Telecom Italia. Simone Battiferri Direttore Top Clients Domestic Market Operation

La Nuvola Italiana di Telecom Italia. Simone Battiferri Direttore Top Clients Domestic Market Operation La Nuvola Italiana di Telecom Italia Simone Battiferri Direttore Top Clients Domestic Market Operation Spesa ICT delle Imprese Italiane Incidenza Imprese su Mercato ICT Italia 2009 Caratteristiche Chiave

Dettagli

TELEFONIA AZIENDALE, VIDEOSORVEGLIANZA, TRASMISSIONE DATI, CONNETTIVITÀ VOCE E INTERNET, CONSULENZA NELLE TELECOMUNICAZIONI AZIENDALI

TELEFONIA AZIENDALE, VIDEOSORVEGLIANZA, TRASMISSIONE DATI, CONNETTIVITÀ VOCE E INTERNET, CONSULENZA NELLE TELECOMUNICAZIONI AZIENDALI LA TUA GUIDA NELLE TELECOMUNICAZIONI TELEFONIA AZIENDALE, VIDEOSORVEGLIANZA, TRASMISSIONE DATI, CONNETTIVITÀ VOCE E INTERNET, CONSULENZA NELLE TELECOMUNICAZIONI AZIENDALI Operatore pubblico. ST è titolare

Dettagli

TELEFONIA AZIENDALE, VIDEOSORVEGLIANZA, TRASMISSIONE DATI, CONNETTIVITÀ VOCE E INTERNET, CONSULENZA NELLE TELECOMUNICAZIONI AZIENDALI

TELEFONIA AZIENDALE, VIDEOSORVEGLIANZA, TRASMISSIONE DATI, CONNETTIVITÀ VOCE E INTERNET, CONSULENZA NELLE TELECOMUNICAZIONI AZIENDALI LA TUA GUIDA NELLE TELECOMUNICAZIONI TELEFONIA AZIENDALE, VIDEOSORVEGLIANZA, TRASMISSIONE DATI, CONNETTIVITÀ VOCE E INTERNET, CONSULENZA NELLE TELECOMUNICAZIONI AZIENDALI IL GRUPPO Costruire il successo

Dettagli

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply

Abstract. Reply e il Cloud Computing: la potenza di internet e un modello di costi a consumo. Il Cloud Computing per Reply Abstract Nei nuovi scenari aperti dal Cloud Computing, Reply si pone come provider di servizi e tecnologie, nonché come abilitatore di soluzioni e servizi di integrazione, volti a supportare le aziende

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011

Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 Premio Innovazione ICT Smau business Bari 2011 0 La metodologia Rilevanza per l impresal Innovatività Benefici di business Candidature 81 Imprese e PA finaliste 16 Imprese e PA vincitrici 6 1 Le categorie

Dettagli

LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI FISCALMENTE RILEVANTI

LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI FISCALMENTE RILEVANTI LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI DOCUMENTI FISCALMENTE RILEVANTI A cura di Mario Carmelo Piancaldini Agenzia delle entrate - Direzione Centrale Accertamento Settore Analisi e Strategie Torino 27 novembre 2012

Dettagli

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA

Knowledge Box Spring 2011. Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Knowledge Box Spring 2011 Il nuovo CAD Per valorizzare il patrimonio informativo e conoscitivo delle PA Maria Pia Giovannini DigitPA Responsabile Ufficio Sistemi per l efficienza della gestione delle risorse

Dettagli

Dalla strategia all implementazione: proposte concrete per l innovazione nella P.A.

Dalla strategia all implementazione: proposte concrete per l innovazione nella P.A. Milano, 18 novembre 2009 Gestione della conformità alle normative, Dematerializzazione e Collaborazione in tempo reale: il valore di una piattaforma integrata per gli Enti Pubblici Locali Dalla strategia

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 Architettura delle reti di telecomunicazioni e contesto infrastrutturale regionale 1 Indice Architettura delle reti di Telecomunicazioni Banda Larga nella

Dettagli

UNA SOLUZIONE COMPLETA

UNA SOLUZIONE COMPLETA P! investimento UNA SOLUZIONE COMPLETA La tua azienda spende soldi per l ICT o li investe sull ICT? Lo scopo dell informatica è farci lavorare meglio, in modo più produttivo e veloce, e questo è l obiettivo

Dettagli

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Luca Zanetta Uniontrasporti I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 1 / 22 Sommario Cos è il cloud computing

Dettagli

Innovation Forum 2007 Innovazione tecnologica, di prodotto e di processo per la competitività del sistema paese

Innovation Forum 2007 Innovazione tecnologica, di prodotto e di processo per la competitività del sistema paese Innovation Forum 2007 Innovazione tecnologica, di prodotto e di processo per la competitività del sistema paese Il mercato italiano delle PMI: i distretti industriali del futuro di Stefano Micelli Roma,

Dettagli

ICT Information &Communication Technology

ICT Information &Communication Technology ICT Information &Communication Technology www.tilak.it Profile Tilak Srl, azienda specializzata in soluzioni in ambito Communication Technology opera nell ambito dei servizi di consulenza, formazione e

Dettagli

Osservatorio Italia Digitale 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER IL PAESE. Executive summary

Osservatorio Italia Digitale 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER IL PAESE. Executive summary Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l innovazione tecnologica Osservatorio Italia Digitale 2.0 SERVIZI INNOVATIVI PER IL PAESE Executive

Dettagli

Quale rotta verso il Cloud? Le scelte per una adozione su misura Stefano Pileri, AD Italtel

Quale rotta verso il Cloud? Le scelte per una adozione su misura Stefano Pileri, AD Italtel Quale rotta verso il Cloud? Le scelte per una adozione su misura Stefano Pileri, AD Italtel Cosa sta cambiando nel mondo ICT? I nuovi device, il trend BYOD, e le APPS cambiano l ICT 3 There will be 5B

Dettagli

Infratel: dalla fase di start - up..

Infratel: dalla fase di start - up.. INFRASTRUTTURE DI RETE PER IL MEZZOGIORNO Il piano Infratel Salvatore Lombardo Resp Infrastrutturazione RETE Catania 19 Maggio 2006 1 Infratel: dalla fase di start - up.. 13 Novembre 2003 22 Dicembre 2003

Dettagli

Relazione annuale 2011. sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Relazione annuale 2011. sull attività svolta e sui programmi di lavoro Relazione annuale 2011 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Indice 1. L ecosistema digitale 1.1. Introduzione...................................15 1.2. La catena del valore..............................18

Dettagli

Elenco Istituti Tecnici Superiori

Elenco Istituti Tecnici Superiori Elenco Istituti Tecnici Superiori N. Regione Provincia ITS Area tecnologica Ambiti 1 Abruzzo CHIETI 2 Abruzzo L'AQUILA Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Sistema Meccanica Istituto Tecnico

Dettagli

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014

Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino. Roma, 27 marzo 2014 Il Community Cloud per il Sistema Pubblico Trentino Roma, 27 marzo 2014 Informatica Trentina: società di sistema Società a capitale interamente pubblico per la diffusione di servizi ICT al comparto pubblico

Dettagli

GRANDE INTERESSE DEI CIO ITALIANI VERSO IL CLOUD: TREND RILEVANTE PER IL

GRANDE INTERESSE DEI CIO ITALIANI VERSO IL CLOUD: TREND RILEVANTE PER IL GRANDE INTERESSE DEI CIO ITALIANI VERSO IL CLOUD: TREND RILEVANTE PER IL 66% Una survey del Politecnico di Milano mostra dati positivi sia per la rilevanza percepita sia per la diffusione dei progetti.

Dettagli

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011

COMUNE di PORTOGRUARO - PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2011 SEZIONE A Sistema informativo comunale, rete e sicurezza Nell ambito del sistema informativo, degli applicativi in uso, della rete e del sistema di sicurezza va mantenuta e migliorata l efficienza intervenendo

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology

Cloud Computing....una scelta migliore. ICT Information & Communication Technology Cloud Computing...una scelta migliore Communication Technology Che cos è il cloud computing Tutti parlano del cloud. Ma cosa si intende con questo termine? Le applicazioni aziendali stanno passando al

Dettagli

Company profile 2014

Company profile 2014 Company profile 2014 Chi siamo Digimetrica è una società specializzata in: Sicurezza informatica Networking e gestione di infrastrutture informatiche Outsourcing di soluzioni internet e cloud computing

Dettagli

Open. City Platform. Il Cloud Computing per lo Smart Government. Eugenio Leone TD Group. Firenze 04 Aprile 2013

Open. City Platform. Il Cloud Computing per lo Smart Government. Eugenio Leone TD Group. Firenze 04 Aprile 2013 Open Il Cloud Computing per lo Smart Government City Platform Eugenio Leone TD Group Firenze 04 Aprile 2013 Agenda 2 Open City Platform: il Partneriato Il progetto 18 Comuni, 1 Comunità Montana e 2 Unioni

Dettagli

Il Gruppo Poste Italiane e la Piattaforma PosteGov. Una Rete delle Reti per un reale contributo all efficientamento della Pubblica Amministrazione

Il Gruppo Poste Italiane e la Piattaforma PosteGov. Una Rete delle Reti per un reale contributo all efficientamento della Pubblica Amministrazione Il Gruppo Poste Italiane e la Piattaforma PosteGov Una Rete delle Reti per un reale contributo all efficientamento della Pubblica Amministrazione L azienda Poste Italiane Il Gruppo Posteitaliane si rivolge

Dettagli

Aemcom nuovi servizi IT per i propri clienti. Novembre 2013 EMC Forum Milano, 16 Novembre 2013

Aemcom nuovi servizi IT per i propri clienti. Novembre 2013 EMC Forum Milano, 16 Novembre 2013 Aemcom nuovi servizi IT per i propri clienti Novembre 2013 EMC Forum Milano, 16 Novembre 2013 Agenda Gruppo LGH: la storia e la mission Aemcom: l evoluzione nel tempo Le Sfide Aemcom L architettura IT

Dettagli

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Raffaello Balocco School of Management Politecnico di Milano 26 Giugno 2012 Il mercato del cloud mondiale: una crescita inarrestabile According to IDC Public

Dettagli

NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT

NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT NUOVA ENERGIA PER L INTEGRAZIONE IT Dalla consulenza alla systems integration, alla completa gestione delle soluzioni IT, LUNACOM guida le performance del vostro business. REGOLA NUMERO UNO: COMPRENDERE

Dettagli

Smart Services. Infrastrutture intelligenti per vivere la città in sicurezza

Smart Services. Infrastrutture intelligenti per vivere la città in sicurezza Smart Services. Infrastrutture intelligenti per vivere la città in sicurezza 24 novembre 2010 Andrea Costa, Vertical Marketing & Smart Services Telecom Italia sta giocando una partita chiave per l innovazione

Dettagli

Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale. Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC

Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale. Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC Il Rapporto sull innovazione nelle regioni d Italia Ad oggi, citate, ma mai approfondite

Dettagli

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter

Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Scenario competivivo e previsioni di sviluppo del mercato italiano dei servizi di datacenter Elena Vaciago Senior Associate Consultant IDC Italia ICT4Green Conference Nhow Hotel, Milano 17 Febbraio 2009

Dettagli

Chi siamo e le nostre aree di competenza

Chi siamo e le nostre aree di competenza Chi siamo e le nostre aree di competenza Telco e Unified Communication Software as a Service e Business Intelligence Infrastrutture digitali Smartcom è il primo business integrator europeo di servizi ICT

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bari 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO BOOKINGSHOW Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far evolvere

Dettagli

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA

Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Forum Banche e PA 2012 Roma, 23 24 Febbraio 2012 Il Cloud Computing nel mondo dei servizi: prospettive per Banche e PA Monica Pellegrino Research Analyst, ABI Lab Roma, 23 Febbraio 2012-1- Agenda L evoluzione

Dettagli

Il Carrier Italiano della Banda Larga wired e wireless

Il Carrier Italiano della Banda Larga wired e wireless www.retelit.it Il Carrier Italiano della Banda Larga wired e wireless 12 Giugno 2008 1 Profilo Aziendale 4 Operatore di telecomunicazioni indipendente e neutrale, proprietario di una delle più estese reti

Dettagli

Perché il rapporto RIIR (1/2)

Perché il rapporto RIIR (1/2) Perché il rapporto RIIR (1/2) Ministero dell Economia Informazioni sull innovazione Ministero dell Industria Ministero per la P. A. e l Innovazione Ministero dell Interno Ministero.. Imprese (Assinform)

Dettagli

Piano Nazionale per la Larga Banda

Piano Nazionale per la Larga Banda Piano Nazionale per la Larga Banda Paolo Corda Infratel Italia spa Piano Nazionale per la Larga Banda Dipartimento per le Comunicazioni Obiettivo principale del Piano Nazionale è raggiungere il 95,6% della

Dettagli

FORUM PA 2014 «La scuola e la didattica nell era digitale» Stefano Mattevi Telecom Italia

FORUM PA 2014 «La scuola e la didattica nell era digitale» Stefano Mattevi Telecom Italia FORUM PA 2014 «La scuola e la didattica nell era digitale» Stefano Mattevi Telecom Italia Il difficile accesso degli studenti italiani alla didattica digitale Fonte: Unione Europea, «Survey of Schools:

Dettagli

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità

Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Cloud Computing: Mercato in Italia, trend e opportunità Stefano Mainetti stefano.mainetti@polimi.it Legnano, 24 maggio 2012 Risorse computazionali 2041 The Time, 2011 I nuovi dispositivi Videocamera Console

Dettagli

La Posta Elettronica Certificata

La Posta Elettronica Certificata Associazione Industriali LU La Posta Elettronica Certificata 1 Giugno 11 2 Novembre 2011 Indice Profilo Aziendale InfoCert L offerta di Posta Certificata InfoCert 3 Novembre 2011 InfoCert Profilo Aziendale

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRALARGA SUL TERRITORIO NAZIONALE VERSO GLI OBIETTIVI EU2020

ACCORDO QUADRO PER PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRALARGA SUL TERRITORIO NAZIONALE VERSO GLI OBIETTIVI EU2020 ACCORDO QUADRO PER PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRALARGA SUL TERRITORIO NAZIONALE VERSO GLI OBIETTIVI EU2020 (ai sensi della delibera CIPE 6 agosto 2015, n.65) L anno 2016, il giorno 11 del mese di febbraio,

Dettagli

Prospettive. La visione strategica di INVA S.p.A. Relatore: Dr. Enrico Zanella. Aosta, 8 maggio 2015

Prospettive. La visione strategica di INVA S.p.A. Relatore: Dr. Enrico Zanella. Aosta, 8 maggio 2015 Prospettive dell Innovazione Digitale La visione strategica di INVA S.p.A. Relatore: Dr. Enrico Zanella Aosta, 8 maggio 2015 Modello in house Fonte: rapporto Assinter Chi siamo INVA S.p.A. è una società

Dettagli

Il sostegno delle istituzioni ai processi di innovazione e di sviluppo del territorio. Alberto Daprà Milano, 26 Maggio 2009

Il sostegno delle istituzioni ai processi di innovazione e di sviluppo del territorio. Alberto Daprà Milano, 26 Maggio 2009 Il sostegno delle istituzioni ai processi di innovazione e di sviluppo del territorio Alberto Daprà Milano, 26 Maggio 2009 Contenuti Lombardia: un territorio fertile per l innovazione Il sostegno delle

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA L azienda pag. 1 Gli asset strategici pag. 2 L offerta pag. 3 Il management Pradac Informatica pag. 5 Scheda di sintesi pag. 6 Contact: Pradac Informatica Via delle

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento al 31 dicembre 2014) Il monitoraggio di Unioncamere sui Contratti di rete, su dati Infocamere, mette in luce che al 31 dicembre

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Padova 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO CARRARO GROUP Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE II Cap.9 Far

Dettagli