Situazione al quarto trimestre 2003

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Situazione al quarto trimestre 2003"

Transcript

1 IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY Situazione al quarto trimestre 2003 In collaborazione con

2 Tavola dei contenuti 1. Temperatura Sistema Italia La situazione al 4 trimestre L audience della Rete La banda larga Il Nuovo Mercato Volume di ecommerce Approfondimento PMI Connettività e acquisti online Utilizzo del sito aziendale Glossario indicatori Indice delle figure Figura 1 - Sito più visitato (dicembre 2003)... 7 Figura 2 - Abbonati larga banda consumer in Italia... 8 Figura 3 - Confronto tariffe ADSL consumer... 9 Figura 4 - Nuovo mercato: capitalizzazione e società quotate Figura 5 - Volume di ecommerce Figura 6 - Tipologia di connettività (storico) Figura 7 - Connettività e acquisti online per settore merceologico Figura 8 - Utilizzo del sito aziendale Pagina 2 di 17

3 Premessa La Rete è ormai una realtà imprescindibile per l economia e la società nel suo complesso. Le nuove tecnologie web based rappresentano una grande opportunità che le aziende devono conoscere e saper realisticamente sfruttare adattando non solo il modello organizzativo e di business aziendale (problema essenzialmente culturale), ma anche la capacità di risposta alle esigenze di un mercato allargato e, in generale, più consapevole. Alla luce di quanto detto, il termometro della Net Economy intende monitorare il livello di pervasività dell economia digitale attraverso una selezione di Net Indicatori in grado di misurare le principali variabili - chiave collegate al suo sviluppo. Gli indicatori presi in considerazione sono:! L audience della Rete! La banda larga: penetrazione nel mercato residenziale ed evoluzione delle tariffe! Il Nuovo Mercato: capitalizzazione e società quotate! Il volume di ecommerce: transazioni B2B e B2C! La Piccola e Media Impresa: connettività, acquisti online ed utilizzo del sito. Il primo indicatore misura preferenze e abitudini di comportamento degli utenti della Rete. L indice mette a confronto il mercato Italiano, francese e britannico e sarà aggiornato con periodicità trimestrale. Il livello di utilizzo della banda larga misura il grado di evoluzione della connettività, driver dello sviluppo della Net Economy nel prossimo futuro. L indicatore prende in considerazione il mercato residenziale (consumer) e sarà aggiornato con una periodicità trimestrale. Pagina 3 di 17

4 L andamento del Nuovo Mercato è un importante cartina di tornasole degli umori e delle aspettative del mercato. L indicatore considera sia il livello di capitalizzazione che il numero di società quotate e sarà aggiornato con una frequenza trimestrale. Il livello degli scambi online misura il grado di maturità nell utilizzo della Rete come canale di business. L indicatore considera sia le transazioni tra imprese (B2B), che quelle tra l azienda e il consumatore finale (B2C). L indice sarà aggiornato con periodicità semestrale. Infine un attenzione particolare è dedicata al segmento delle piccole e medie imprese, tradizionalmente più restie a modificare processi e metodi di business di tipo tradizionale. Gli elementi analizzati riguardano:! La tipologia di connessione e la percentuale di aziende che si stanno dotando di soluzione per la gestione online degli acquisti, suddivise per settore merceologico di appartenenza (Industria, Commercio e Servizi)! L utilizzo del sito aziendale, da semplice vetrina a canale complementare di business. I dati prendono in considerazione circa 600 PMI monitorate all interno dell Osservatorio Net Economy di Commercio Elettronico Italia MATE, e saranno aggiornati con frequenza semestrale. Pagina 4 di 17

5 1. Temperatura Sistema Italia Si può considerare il 2003 come un anno di transizione per la Net Economy (dopo che il 2002 non fu molto positivo a causa della congiuntura economica sfavorevole accompagnata dall acuirsi delle tensioni internazionali). Già alla fine dell anno passato si sono registrati molti segnali positivi dopo i primi mesi di generale incertezza. Le aziende non hanno smesso di investire, ma lo fanno in maniera molto più mirata nonostante molte siano ancora orientate a logiche di breve periodo. Si assiste ad un maggior grado di consapevolezza del ruolo delle nuove tecnologie sul livello di competitività generale dell azienda. In Italia, le transazioni B2C nell anno solare 2003 sono state di circa milioni di euro, cifra che diventa significativa se si considera che l anno passato non toccava il miliardo e l anno prima era praticamente inesistente. Significativo anche il dato del B2B, che ha avuto una crescita superiore al 27% rispetto al 2002, raggiungendo la quota di 26,7 miliardi di euro, circa un decimo del valore Europeo. Un ulteriore sintomo positivo del mercato viene dal trend di crescita del Nuovo Mercato, che dopo due anni negativi ha invertito la tendenza raggiungendo una capitalizzazione superiore ai 10 miliardi di euro. Ciò sta a indicare buone performace e ottimismo sugli andamenti futuri. Le connessioni a larga banda hanno registrato una decisiva accelerazione nella loro diffusione e si stanno affermando come un fenomeno di accettazione di massa da parte delle famiglie italiane. Questo è dovuto soprattutto ad un offerta molto dinamica, con l introduzione di abbonamenti sempre più diversificati (ultima l offerta a consumo), e collegamenti di maggior qualità oltre al lancio di nuovi servizi fruibili via Internet. Si ipotizza che il 2004 confermerà questa tendenza, con una possibile ulteriore accelerazione nel caso in cui anche l offerta di content specifici per la banda larga si amplierà, soddisfacendo aspettative finora disattese. Pagina 5 di 17

6 Quindi l Internet pervasivo si consolida non giocando più sulla quantità, ma lavorando sulla qualità e sull efficienza, sia nel mondo consumer che nel mondo imprese. 2. La situazione al 4 trimestre 2003 Per la valutazione dell andamento generale della Net Economy del quarto trimestre verranno presi in considerazioni i seguenti indicatori:! L audience della Rete;! La larga banda;! Il Nuovo Mercato L audience della Rete Gli utenti attivi collegati ad Internet continuano ad aumentare: hanno quasi raggiunto la soglia dei 15 milioni in Italia, mentre in Francia sono circa 13,8 milioni e più di 20 milioni in Gran Bretagna. Pagina 6 di 17

7 Figura 1 - Sito più visitato (dicembre 2003) 9, ,777 Unique visitors (Milioni) ,578 Reach: 47,63% Reach: 63,67% Reach: 47,56% 1 0 Italia Francia Regno Unito Fonte: MATE - IT Research and Consulting Le preferenze dei navigatori rimangono sostanzialmente stabili con una netta concentrazione delle visite sui portali generalisti, particolarmente aggressivi con l offerta di prodotti e contenuti accessibili via wap, web e MMS. In Italia Virgilio rimane il dominio più visitato, in Francia resiste Wanadoo mentre nel Regno Unito avanza Google. Si noti come, a partire da Agosto 2003, sono cambiati alcuni parametri di misurazione del traffico su Internet per quanto riguarda il dominio MSN. In conseguenza di ciò, dove Microsoft risulta il sito più visitato, si è scelto di indicare gli unique visitors del secondo sito più visitato (caso di Francia e UK) La banda larga La velocità sta diventando un esigenza per chi naviga molto in Rete, oltre che un vincolo per l offerta di servizi evoluti. Lo confermano i dati di diffusione della banda larga in numerosi paesi. Gli Stati Uniti hanno visto una crescita dal 2002 al 2003 di circa il 50% di abbonati. In Europa, il paese con il maggior numero di abbonati è il Regno Unito, mentre Pagina 7 di 17

8 l Italia, insieme a Francia e Germania, presenta ritmi di crescita sostenuti. Anche il Sudest asiatico registra uno sviluppo significativo, con particolare attenzione a Cina, Giappone e Singapore. Nel corso del mese di dicembre, in Italia il numero di abbonamenti ha superato i 2,2 milioni di unità, evidenziando una crescita percentuale superiore al trimestre precedente (13,9% tra settembre e dicembre contro il 9,8% registrato nel trimestre precedente). Da questi dati si evince come il mercato della banda larga sia ancora lontano dalla saturazione, e come l offerta sia molto dinamica nella ricerca di nuove soluzioni per attrarre il maggior numero di clienti. Figura 2 - Abbonati larga banda consumer in Italia Abbonamenti (x000) Dic.'00 Dic.'01 Dic.'02 Mar.'03 Giu.'03 Set.'03 Dic. '03 Fonte: MATE IT Research and Consulting Da segnalare l aumento della velocità massima in download della rete ADSL di Telecom (e di conseguenza anche degli altri operatori che utilizzano la stessa rete) passata da 320 kbps a 640 kbps, a partire da marzo 2004 in concomitanza con il lancio del portale effettuato in data 15/03. La tariffa per gli abbonamenti che hanno avuto l upgrade non è cambiata, mentre per gli abbonamenti di fascia superiore il prezzo è stato riveduto e portato al livello dei primi. Anche in Francia c è stato un upgrade della velocità di connessione, mentre non si registra nessun cambiamento nel Regno Unito. Pagina 8 di 17

9 Figura 3 - Confronto tariffe ADSL consumer Euro/mese Italia Francia Regno Unito Fonte: MATE IT Research and Consulting 2.3. Il Nuovo Mercato Il primo trimestre del 2003 si è chiuso in negativo (come tutto il 2002 dove si è registrata una perdita di oltre il 50%), toccando i valori più bassi in assoluto. Ma già a partire dal mese successivo i valori sono migliorati, evidenziano un trend che sembra mantenere la direzione al rialzo. Rialzo che è continuato nonostante il numero delle aziende quotate sia diminuito di una ulteriore unità nel corso dell anno in seguito all istanza di fallimento con decorrenza 09/12/2003 della Opengate Group. A dicembre 2003 la capitalizzazione del Nuovo Mercato ha superato la soglia dei 10 miliardi di euro (10,196). Questa crescita non si è ancora attenuata, infatti anche a febbraio 2004 l indice ha continuato ad incrementare sfiorando gli 11 miliardi di euro. Ciò sta a indicare buone performace e ottimismo sugli andamenti futuri. Pagina 9 di 17

10 Figura 4 - Nuovo mercato: capitalizzazione e società quotate Capitalizzazione Mln euro Dic. '99 Giu. ' Dic. '00 Giu. '01 Dic. '01 Giu. '02 Capitalizzazione NM Dic. '02 Mar. '03 Giu. '03 Set. '03 Dic. '03 Feb. '04 Società quotate NM Fonte: MATE IT Research and Consulting Numero società quotate Da segnalare alcune operazioni di fusione e nuova ammissione a quotazione che non hanno però cambiato il numero complessivo delle società quotate: nel 2003 esce Bioserch Italia a causa della fusione per incorporazione in Versicor che successivamente ha cambiato denominazione in Vicuron Pharmaceuticals Inc; nel 2004 è uscita Novuspharma a causa di una fusione per incorporazione in Cell Therapeutics con conseguente nuova ammissione di quest ultima a quotazione Volume di ecommerce Il 2003 ha sancito definitivamente la ripresa nel mondo del commercio elettronico. Sia il B2B che il B2C hanno visto incrementare i loro valori assoluti. Il B2B ha fatto registrare 26,7 miliardi di euro nel 2003, con una crescita del 27% rispetto al 2002, mentre il B2C ha segnato un più 66% toccando quota 1,5 miliardi di euro (contro gli 0,9 miliardi del 2002). Pagina 10 di 17

11 Figura 5 - Volume di ecommerce Miliardi di Euro ,9 0,38 11,1 0,52 12,5 0,63 14,2 0,87 0 I sem 2002 II sem 2002 I sem 2003 II sem 2003 B2B B2C Fonte: MATE IT Research and Consulting Il B2C presenta elementi di stagionalità legati alla merceologia acquistata. Stagionali sono infatti i viaggi e lo shopping natalizio, due elementi in grado di influenzare i volumi complessivi. Un elemento di destagionalizzazione viene dalla spesa online, il cui impatto sul B2C inizia a farsi sentire. Le previsioni per il futuro sono positive, anche guardando come si comportano i mercati esteri, USA in testa. L economia americana è tornata su tassi di crescita abbastanza sostenuti, a cui ha seguito anche un incremento dell ecommerce Approfondimento PMI Il 2002 è stato caratterizzato da un clima di generale prudenza. Le imprese (non solo quelle di minori dimensioni) hanno intrapreso politiche di riduzione dei costi e di limitazione dei rischi, razionalizzando gli investimenti e adottando solo le nuove tecnologie in grado di garantire un ritorno nel breve periodo. Nel complesso, tuttavia, le aziende mostrano un maggior grado di consapevolezza ed un approccio più maturo all ebusiness, riconoscendo alla Rete un ruolo strategico all aumento della produttività e della competitività aziendale, anche se persistono Pagina 11 di 17

12 evidenti divergenze dal punto di vista dimensionale (grandi aziende vs PMI) che settoriale (Industria, Commercio, Servizi) Connettività e acquisti online Il collegamento alla Rete è ormai un fenomeno generalizzato che riguarda la quasi totalità delle aziende (oltre il 97%). In generale, si registra una progressiva penetrazione delle tecnologie a larga banda a scapito dei collegamenti tradizionali (dial up analogico e ISDN). Nel primo semestre del 2003 si è avuto il passaggio del testimone da parte della narrowband a favore della broadband. La DSL raggiunge il 56% delle aziende italiane a cui bisogna aggiungere un 3% di collegamenti in fibra ottica. Quest ultimo valore è ancora molto basso, ma i suoi tassi di crescita sono molto sostenuti. Il collegamento veloce ha eroso prima la connessione tradizionale dial-up e ora sta sostituendo l ISDN, la quale ha perso quasi 20 punti percentuali nell ultimo anno. Persistono tuttavia evidenti disomogeneità sia dal punto di vista sia settoriale che dimensionale. I tassi di penetrazione della DSL sono infatti sensibilmente maggiori nel settore dei Servizi e del Commercio e nelle aziende che superano i 50 addetti. Pagina 12 di 17

13 Figura 6 - Tipologia di connettività (storico) 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 6% 12% 82% 6% 35% 59% 17% 42% 41% 1% 6% 59% 34% 10% 4% 61% 25% 1% 35% 2% 50% 12% 3% 56% 2% 31% % Dial up analogico ISDN Linea dedicata DSL Fibra ottica Fonte: MATE IT Research and Consulting Un aspetto particolarmente significativo é l interesse crescente ad utilizzare le soluzioni Internet per la gestione degli acquisti. In media, le PMI che stanno investendo in questa direzione sono circa il 18%, con punte del 21% nel settore del Commercio. Nell ultimo semestre la media italiana non è cambiata a differenza del primo semestre del 2003 (dove era passata dal 15% al 18%), ma è da notare come il settore dell industria stia continuando la crescita, facendo diminuire il gap che aveva verso gli altri settori. E bene ricordare che le logiche sottostanti all ecommerce da parte delle piccole e medie imprese sono ancora legate a risparmi ottenibili sul prezzo d acquisto, mentre meno rilevanti sono, per le PMI, gli aspetti più qualitativi come la razionalizzazione dei tempi e dei costi generali di processo. Pagina 13 di 17

14 Figura 7 - Connettività e acquisti online per settore merceologico % aziende che 100% fanno acquisti 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 3% 18% 56% 2% 31% 8% 2% 19% 44% 3% 39% 12% 65% 2% 23% 6% 4% 6% 21% 15% 70% 11% 1% 12% Media Italia Industria Commercio Servizi Dial-up analogico ISDN Linea dedicata DSL Fibra ottica Fonte: MATE IT Research and Consulting Utilizzo del sito aziendale A dicembre 2003 oltre il 75% delle PMI dispone di un sito aziendale e un ulteriore 5% si dichiara intenzionata a farlo nei prossimi 12 mesi. Se si considerano le aziende con oltre i 100 addetti, la presenza di un sito supera la soglia del 90%. La presentazione della società è l uso principale, spesso esclusivo, del sito aziendale che rimane sostanzialmente una vetrina nel 65% dei casi. Da notare come il dato sia diminuito in modo significativo rispetto alla fine del 2002, momento in cui il valore era pari al 75%. Anche nel secondo semestre del 2003 il catalogo è l attività principale svolta mediante il web, ma la percentuale di cataloghi dinamici è notevolmente aumentata, passando dal 19% (dato di dicembre 2002) ad oltre il 29%. L utilizzo del sito come vero e proprio webstore, invece, non ha avuto ancora uno sviluppo significativo. Da questi dati si evince come le aziende stiano recependo le grandi opportunità che Internet offre, spostando l utilizzo del sito da semplice vetrina promozionale a vero e proprio strumento di business. Pagina 14 di 17

15 Figura 8 - Utilizzo del sito aziendale Catalogo dinamico 29% Webstore 6% Vetrina 65% Fonte: MATE IT Research and Consulting Pagina 15 di 17

16 Glossario indicatori Audience della Rete: Misura comportamenti e preferenze degli utenti che navigano tra le pagine del web. La misura dell'audience della Rete é indicata sia in termini assoluti che relativi. Nel primo caso si fa riferimento al numero di unique visitors - cioé di singoli visitatori - stimati sulla base dei singoli PC che si connettono ad un sito in un determinato periodo di tempo. Nel secondo caso si riporta il livello di reach, cioè la percentuale di inique visitors sulla totalità degli utenti che si sono collegati ad Internet nel periodo di tempo considerato. Banda larga consumer: Misura la penetrazione delle connessioni a banda larga dell utenza privata. Si considerano a larga banda le tecnologie di accesso xdsl, satellite e fibra ottica che permettono una fruizione veloce dei contenuti veicolati su Internet. La banda larga rappresenta pertanto il driver per lo sviluppo dei prossimi anni, su cui gli operatori hanno riposto grandi aspettative (ad esempio, in relazione all offerta di servizi innovativi e contenuti multimediali: elearning, telelavoro, ecc). Nuovo Mercato: Il Nuovo Mercato è la piazza in cui vengono scambiati i titoli tecnologici, cioè le azioni di società innovative ad alto potenziale di crescita. La numerosità delle aziende quotate indica le iniziative che hanno raggiunto una maturità tale da essere proposte sul mercato. Il livello di capitalizzazione misura il valore totale del mercato in un determinato momento. Esso è dato dalla somma delle capitalizzazione di tutti i titoli quotati (valore di mercato delle azioni x numero di azioni), e riflette gli umori e le aspettative di sviluppo delle aziende del settore da parte degli esperti. Volume di ecommerce: misura il grado di maturità nell utilizzo della Rete come canale di business. L indicatore considera sia le transazioni tra imprese (B2B), che quelle tra l azienda e il consumatore finale (B2C). Pagina 16 di 17

17 PMI - Connettività e acquisti online: La tipologia di connessione, cioè la tecnologia con la quale le aziende sono collegate alla Rete, indica la maturità dell'utilizzo di Internet per un più rapido ed efficiente scambio di dati e accesso alle informazioni. La percentuale di PMI che fanno acquisti online misura il grado di consapevolezza raggiunto dalle aziende di minore dimensioni circa l impatto (positivo) della Rete e delle tecnologie Internet based nella gestione dii processi tradizionali. PMI - Utilizzo del sito: L utilizzo del sito aziendale da semplice vetrina a webstore - misura la velocità alla quale il sistema delle PMI si muovono verso l ecommerce. Documento reperibile, assieme ad altre monografie, nella sezione Dossier del sito Documento pubblicato su licenza di MATE - IT RESEARCH AND CONSULTING Copyright MATE - IT RESEARCH AND CONSULTING Fonte: Osservatorio Net Economy - Commercio Elettronico Italia - MATE

Situazione al quarto trimestre 2004

Situazione al quarto trimestre 2004 IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY Situazione al quarto trimestre 2004 In collaborazione con Tavola dei contenuti 1. Temperatura Sistema Italia... 7 2. La situazione al 4 trimestre 2004... 8 2.1. L audience

Dettagli

IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY. Situazione al secondo trimestre 2005

IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY. Situazione al secondo trimestre 2005 IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY Situazione al secondo trimestre 2005 In collaborazione con Destinazione >>... Tavola dei contenuti 1. Temperatura Sistema Italia... 6 2. La situazione al 2 trimestre 2005...

Dettagli

L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE

L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE Federcomin/MIT Osservatorio permanente della Società dell Informazione Sintesi a cura del Centro Studi Giugno 2005 Sommario 1. Il settore ICT in Italia...

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita 1 Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita L Osservatorio semestrale della Società dell Informazione, realizzato da Federcomin, analizza semestralmente lo stato e le dinamiche

Dettagli

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1 E-BUSINESS IN CIFRE 1. PREMESSA Valutare il grado di penetrazione dell e-business nelle Pmi significa analizzare qual è il ruolo che le tecnologie sono chiamate a svolgere all interno delle aziende: nelle

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce, vendere sul web Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@polimi.it Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce: una definizione Il termine e-commerce indica

Dettagli

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO Un indagine di ANIE Energia analizza le possibili evoluzioni del mercato interno di inverter, sistemi di accumulo e colonnine di ricarica.

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 30 giugno 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer

Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer Le tariffe per l abbonamento ADSL in Europa: analisi su prezzi e velocità proposti dai principali Provider europei INDICE p. 1 1. Le tariffe ADSL in Europa e in

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11giugno 2014 Prime luci in fondo al tunnel I dati del mese di aprile mostrano un estensione dei segnali di miglioramento, con una graduale risalita degli impieghi dai valori

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Venezia VENEZIA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Venezia Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo 267,1 milioni di Euro di ricavi, in crescita del 26% rispetto al primo trimestre 2003 Crescita

Dettagli

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE L ITALIA DELL E-FAMILY RAPPORTO 2005 In collaborazione con Niche Consulting EXECUTIVE SUMMARY 1.1 LA TECNOLOGIA IN CASA: NEL 2004 UNA CRESCITA DIFFERENZIATA Per quasi un decennio e fino al 2003 la diffusione

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio Banda larga Asset strategico per la competitività del territorio La strategia digitale di Confindustria Verona Iniziative volte a promuovere la riduzione del digital divide culturale e infrastrutturale:

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 21 1 Pagina Pagina Pagina Demografia delle imprese reggiane Andamento congiunturale Fallimenti Pagina Pagina Protesti Credito

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI Elena Molignoni Mercato dei capannoni industriali Il comparto dei capannoni industriali ha evidenziato nel

Dettagli

Lunedì 4 marzo 2002. Amministratore Delegato E-Venture

Lunedì 4 marzo 2002. Amministratore Delegato E-Venture Seminario Lunedì 4 marzo 2002 Amedeo Levorato Amministratore Delegato E-Venture Embedded Internet Da Media a Mezzo Chi guarda le auto che passano? 1 Lo scenario macroeconomico L economia europea ha vissuto

Dettagli

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Rimini - 23 giugno 2005 Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Esiste il digital divide nei territori periferici? La discriminazione nasce dalla carenza di infrastrutture o da

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 13 maggio 2015 I primi effetti del QE! I dati di marzo 2015 del sistema bancario italiano 1 mostrano i primi effetti del Quantitative Easing della BCE. L effetto di questa misura

Dettagli

Ecommerce, opportunità digitale per aziende e consumatori. Roberto liscia Presidente Netcomm

Ecommerce, opportunità digitale per aziende e consumatori. Roberto liscia Presidente Netcomm Ecommerce, opportunità digitale per aziende e consumatori Roberto liscia Presidente Netcomm 10-11 Ottobre 2012 SOCI Le attività del Consorzio Netcomm ATTIVITÀ DI LOBBYNG RICERCHE NETWORKING AREA BLOG WORKSHOP

Dettagli

Il sistema creditizio in provincia di Pisa

Il sistema creditizio in provincia di Pisa Il sistema creditizio in provincia di Pisa Consuntivo anno 2013 Pisa, 31 luglio 2014. La presenza bancaria in provincia di Pisa risente del processo di riorganizzazione che sta attraversando il sistema

Dettagli

RILEVANZA E PRIME VALUTAZIONI DEGLI EFFETTI DELLA E- ECONOMY

RILEVANZA E PRIME VALUTAZIONI DEGLI EFFETTI DELLA E- ECONOMY Numero 00-13 26 luglio 2000 NOTA DAL C.S.C. RILEVANZA E PRIME VALUTAZIONI DEGLI EFFETTI DELLA E- ECONOMY Giovanni Foresti La diffusione della e-economy sta determinando cambiamenti radicali nel modo di

Dettagli

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002 Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Tiscali ha approvato i risultati del quarto trimestre 2002. Raggiunto l obiettivo del pareggio a livello di EBITDA per l esercizio 2002 EBITDA pari a 13,2 milioni

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7 Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 Iscritta alla Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese di Firenze al n. 68220/ Tribunale di

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) - Aggiornamento al 31 Dicembre 2011 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management CONCESSIONARIE DI PUBBLICITA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management DEFINIZIONI DEL SETTORE Il settore delle «concessionarie di pubblicità» si occupa della vendita di spazi

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Roma, 9 luglio 2013 AGENDA 2 Introduzione L ecosistema digitale: la dieta degli italiani

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 9 luglio 2014 Ancora luci ed ombre I dati presentati in questo aggiornamento sono interlocutori. Da un lato, in negativo, abbiamo il credito, ancora in territorio negativo, e

Dettagli

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*)

Creazione di valore. di Massimo Lazzari (*) Il settore delle telecom, tra crescita e creazione di valore di Massimo Lazzari (*) Prosegue con questo contributo il filone dedicato all analisi di una serie di settori industriali tipicamente Business

Dettagli

LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE

LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE Giampio Bracchi Presidente Fondazione Politecnico di Milano Convegno ABI Internet e la Banca Roma,1 dicembre 2003 Economia della rete nel mondo, trasformazione e crescita:

Dettagli

Aprile 2006: Numero 7

Aprile 2006: Numero 7 Aprile 2006: Numero 7 NEWSLETTER FINANZIARIA POLIGRAFICA SAN FAUSTINO La Newsletter è disponibile online all indirizzo www.psf.it Alberto Frigoli In questo numero: - Lettera del Presidente - Evoluzione

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 14 dicembre 2015 Credito alle imprese in stallo I dati di ottobre 2015 del sistema bancario italiano 1 confermano la ripresa del settore creditizio, con l unica nota stonata

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER 1 Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER ADSL E TELEFONIA DOMESTICA: LE MIGLIORI SOLUZIONI PER CONNETTERSI E TELEFONARE DA CASA INDICE p. 1 1. Introduzione p.2 2. I profili di consumo: l utilizzo di

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE PREVISIONI DI ANDAMENTO DELL INDUSTRIA IN LIGURIA NEL TERZO TRIMESTRE 2013 Le previsioni delle imprese manifatturiere liguri per il terzo trimestre 2013 hanno confermato alcuni

Dettagli

Sta cambiando qualcosa?

Sta cambiando qualcosa? Andrea Corti, SymphonyIRI Group Fabrizio Pavone, Qberg 1 Lo scenario La Distribuzione Italiana continua ad investire molto nei volantini promozionali (in-store flyers) che vengono distribuiti nei punti

Dettagli

CONGIUNTURA, TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA, TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO Marzo 2003 CONGIUNTURA, TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO Primo Semestre 2003 Dati a cura del Evoluzione Industria (Valori in milioni di Euro) CONSUNTIVI 2001 VALORI CONSUNTIVI 2002 VALORI 02/01

Dettagli

Monitoraggio sulla conversione dei prezzi al consumo dalla Lira all Euro

Monitoraggio sulla conversione dei prezzi al consumo dalla Lira all Euro ISTAT 17 gennaio 2002 Monitoraggio sulla conversione dei prezzi al consumo dalla Lira all Euro Nell ambito dell iniziativa di monitoraggio, avviata dall Istat per analizzare le modalità di conversione

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) - Settembre 211 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni e stime dell

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 12 marzo 2015 Timidi segnali di risveglio I dati di gennaio 2015 1 confermano, al netto di alcuni salti statistici, il lento miglioramento nella dinamica delle più importanti

Dettagli

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE

GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE 118 GLI INTERVENTI PER LA DIFFUSIONE E LO SVILUPPO DELL INNOVAZIONE IL PROGETTO DIADI La diffusione dell innovazione presso le piccole e medie imprese è una costante delle politiche dei Fondi Strutturali

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 10 novembre 2014 Verso quota 0% I più recenti dati sul sistema bancario 1 confermano il lento trend di miglioramento in corso da alcuni mesi: le variazioni annue dello stock

Dettagli

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 15 giugno 2 Italia Marzo 2 ha convalidato il leggero miglioramento

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 SIMONE CAPECCHI * Cresce ancora la domanda di credito da parte delle imprese ma si raffredda negli ultimi 2 trimestri. Al

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Cagliari, 14 maggio 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 31 marzo 2013. Ricavi consolidati

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11 Marzo 2013 Rallentano gli impieghi, aumentano le sofferenze RALLENTANO GLI IMPIEGHI, AUMENTANO LE SOFFERENZE Si protrae la fase di contrazione degli impieghi a famiglie e

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

DATI E TENDENZE SUL CREDITO ALLE IMPRESE IN ITALIA AL: 31 LUGLIO 2015

DATI E TENDENZE SUL CREDITO ALLE IMPRESE IN ITALIA AL: 31 LUGLIO 2015 REPORT No. 20 del 24 settembre 2015 INDICE DATI E TENDENZE SUL CREDITO ALLE IMPRESE IN ITALIA AL: 31 LUGLIO 2015 Premessa e definizione degli aggregati creditizi sottoposti a monitoraggio 1. Evoluzione

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2011/2012

Executive Summary Rapporto 2011/2012 Executive Summary Rapporto 2011/2012 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Dati macro Il settore del Management Consulting rappresenta un mercato molto frammentato, dove sono presenti circa

Dettagli

Il Il mercato ICT Digitale 2015 2015 (1 sem)

Il Il mercato ICT Digitale 2015 2015 (1 sem) Il Il mercato ICT Digitale 2015 2015 (1 sem) Anteprima dati Assinform presentazione agli Associati/ Conferenza Stampa Gli andamenti congiunturali e i trend Giancarlo Capitani Il Il mercato ICT Digitale

Dettagli

La tv digitale: innovazione ed economia

La tv digitale: innovazione ed economia La tv digitale: innovazione ed economia Giuseppe Richeri Università della Svizzera Italiana, Lugano Il processo d innovazione in atto L applicazione delle tecniche digitali ai mezzi di comunicazione oggi

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

Rapporto PMI Mezzogiorno 2015

Rapporto PMI Mezzogiorno 2015 Rapporto PMI Mezzogiorno 2015 Il Rapporto PMI Mezzogiorno 2015 Gli effetti della crisi sulle PMI meridionali Il rischio delle PMI meridionali Le prospettive e le misure necessarie per favorire la ripresa

Dettagli

TOD S S.p.A. i ricavi del Gruppo nel 2014 sono pari a 965,6 milioni di Euro, allineati all anno precedente; +4,5% nel quarto trimestre.

TOD S S.p.A. i ricavi del Gruppo nel 2014 sono pari a 965,6 milioni di Euro, allineati all anno precedente; +4,5% nel quarto trimestre. Sant Elpidio a Mare, 22 gennaio 2015 TOD S S.p.A. i ricavi del Gruppo nel sono pari a 965,6 milioni di Euro, allineati all anno precedente; +4,5% nel quarto trimestre. Approvati dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano 20 Maggio 2014 L Osservatorio ecommerce B2c L Osservatorio ecommerce

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Cagliari, 27 agosto 2010 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 30 giugno 2010. Risultato

Dettagli

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle famiglie: a ottobre ancora vivace la domanda di mutui (+42,5%) e prestiti finalizzati (+17,8%). In controtendenza, si consolida la flessione dei prestiti

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: LA REALTA E LE

COMMERCIO ELETTRONICO: LA REALTA E LE INDIS Istituto Nazionale Distribuzione e Servizi Unioncamere PROGETTO INDICATORI DELL E-COMMERCE COMMERCIO ELETTRONICO: LA REALTA E LE ASPETTATIVE DELLE PMI Roma, agosto 2004 Il Progetto è stato coordinato

Dettagli

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI

MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI MIGLIORA PER LE IMPRESE ITALIANE L ACCESSO AI FINANZIAMENTI Silvano Carletti * Nei suoi primi cinque appuntamenti (l ultimo a fine settembre 2015) il Targeted Longer-Term Refinancing Operations (TLTRO)

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) -Aggiornamento al 31 marzo 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE

UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE UFFICO DI BEIRUT LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE I.T. & PROSPETTIVE FUTURE Beirut, dicembre 2013 Il mercato libanese dell IT sta ancora procedendo a piccoli passi verso la piena realizzazione di una tecnologia

Dettagli

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013

Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 VALORI % Sintesi dell Osservatorio Risparmi delle Famiglie 2013 Abbiamo alle spalle ancora un anno difficile per le famiglie La propensione al risparmio delle famiglie italiane ha evidenziato un ulteriore

Dettagli

Agenda digitale europea

Agenda digitale europea Agenda digitale europea A cura di: Giancarlo Cervino Dottore Commercialista Politecnico di Torino - 25 novembre 2011 Comunicazione COM (2010) 245 definitivo/2 del 26 agosto 2010 Lo scopo generale dell

Dettagli

PROGETTO LOCAL CASA Local Casa è il progetto mirato sul territorio

PROGETTO LOCAL CASA Local Casa è il progetto mirato sul territorio PROGETTO LOCAL CASA Il mercato immobiliare ha trovato in internet un utile alleato per dare risposte rapide ed efficaci come mai era stato possibile in passato. Il trend degli ultimi anni conferma tale

Dettagli

Il punto sul Fotovoltaico in Italia

Il punto sul Fotovoltaico in Italia Il punto sul Fotovoltaico in Italia Gerardo Montanino Direttore Operativo GSE, 22 novembre 2012 Il Fotovoltaico in Italia senza incentivi Hfv Agenda I risultati del Conto Energia Il Quinto Conto Energia

Dettagli

Rapporto ITMedia Consulting sulla TV Digitale in Europa. Studio realizzato per la Terza Conferenza DGTVi

Rapporto ITMedia Consulting sulla TV Digitale in Europa. Studio realizzato per la Terza Conferenza DGTVi Rapporto ITMedia Consulting sulla TV Digitale in Europa Studio realizzato per la Terza Conferenza DGTVi Introduzione La diffusione della televisione digitale in Europa Negli ultimi 18 mesi il digitale

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche in Francia Cifre del 2010

Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche in Francia Cifre del 2010 RÉPUBLIQUE FRANÇAISE Giugno 211 Le cifre chiave delle comunicazioni elettroniche in Francia Cifre del 21 Caratteristiche degli operatori Salvo precisazione contraria, le cifre presentate in questo documento

Dettagli

Il legno-arredo italiano in Cina: Quali prospettive e sfide per la conquista di un mercato enorme

Il legno-arredo italiano in Cina: Quali prospettive e sfide per la conquista di un mercato enorme Il legno-arredo italiano in Cina: Quali prospettive e sfide per la conquista di un mercato enorme Giuliano Noci, School of Management La produzione cinese (1/2) La Cina è il maggiore produttore ed esportatore

Dettagli

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI

Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2010 COMUNICARE DOMANI Milano, 30 Giugno 2010 Scaricato da www.largoconsumo.info Il mercato della comunicazione mondiale Le previsioni per

Dettagli

La Stampa in Italia 2008 2010

La Stampa in Italia 2008 2010 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia 2008 2010 Roma 13 aprile 2011 Le ricadute della crisi economica sul settore dell editoria giornalistica nel biennio 2008-2009 sono state pesanti.

Dettagli

Banda larga e ultralarga: lo scenario

Banda larga e ultralarga: lo scenario Banda larga e ultralarga: lo scenario Il digitale per lo sviluppo della mia impresa Torino, 26 novembre 2013 L importanza della banda larga per lo sviluppo economico L Agenda Digitale Europea: obiettivi

Dettagli

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione ATTIVITÀ FINANZIARIE Le previsioni al 2016: valore aggiunto, produttività ed occupazione Il settore dell intermediazione monetaria e finanziaria ha acquistato rilevanza nel corso degli ultimi vent anni:

Dettagli

Come far ripartire l'italia? Annamaria Di Ruscio

Come far ripartire l'italia? Annamaria Di Ruscio Come far ripartire l'italia? Annamaria Di Ruscio Amministratore Delegato - NetConsulting cube Crescita 2015E/2014 Incertezza economica con qualche segnale di ripresa Crescite anno su anno del PIL 8% 7%

Dettagli

Sviluppo Strategico dell'internet Marketing. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it

Sviluppo Strategico dell'internet Marketing. d.ssa Barbara Bonaventura barbara.bonaventura@mentis.it Sviluppo Strategico dell'internet Marketing Obiettivo del marketing è il conseguimento di un vantaggio competitivo attraverso il perseguimento della soddisfazione del cliente. FASE OPERATIVA - Prodotto/Contenuto

Dettagli

La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012

La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012 Sintesi del Rapporto 1 La filiera delle TLC ha confermato il suo periodo di difficoltà, accentuato dalla crisi economica, con un ulteriore diminuzione dei ricavi nel 2012 Ulteriore peggioramento della

Dettagli

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015

La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 CONGIUNTURA & APPROFONDIMENTI Report n. 7 Maggio 2015 La situazione congiunturale per l industria manifatturiera trevigiana al primo trimestre 2015 A cura dell Area Studi e Sviluppo Economico Territoriale

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli