Coni -Scuola dello Sport, Roma dic SNaQ Sistema Nazionale delle Qualifiche INQUADRAMENTO. SNaQ - FSI. Marcello Perrone - Consigliere FSI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Coni -Scuola dello Sport, Roma 19 21 dic 2014. SNaQ Sistema Nazionale delle Qualifiche INQUADRAMENTO. SNaQ - FSI. Marcello Perrone - Consigliere FSI"

Transcript

1 INQUADRAMENTO SNaQ - FSI 1

2 Livelli Ex Qualifica FSI Qualifica SNaQ Crediti 1 livello divulgativo Insegnante Elementare Istruttore Scolastico Divulgativo 9 1 livello Istruttore di Base Istruttore di Base 10 2 livello Istruttore Giovanile Istruttore Nazionale 20 3 livello Formatore Istruttore Capo 20 4 livello Tecnico di 4 livello (Scuola dello Sport) 50 2

3 Nuovi Albi ufficiali FSI - Albo Istruttori Albo Tutor/Formatori Albo Scuole di Scacchi 3

4 Una Qualifica viene acquisita attraverso il sistema dei Crediti Formativi Ogni Credito Formativo è il risultato di un programma di formazione in un percorso di studio, disciplinato da Unità di Apprendimento: Unità Esperienziali e Unità Didattiche. Le Unità si realizzano in termini di Conoscenze/Competenze e Abilità. I punti-credito vengono attribuiti, per Abilità e Conoscenze/Competenze con lezioni frontali e studio domestico (mod blended). Le competenze acquisite saranno sempre oggetto di Valutazione finale. Il Sistema SNaQ è dinamico in quanto prevede un aggiornamento continuo. 4

5 ABILITA Crediti di Base Attività agonistica (Cat. Naz.) Sessioni di Tirocinio Attività professionale pertinente Stages Nazionali e/o Internazionali Titoli di Studio Pubblicazioni Ricerca.. 5

6 CONOSCENZE/COMPETENZE Altri Crediti Corso di Formazione in presenza e a distanza Materie Specifiche Lavori di TIROCINIO certificati da Istruttori di livello superiore Aspetti propri della disciplina Scacchi (Tattica e Strategia) Elementi Tecnici e Didattici (Protocolli di Riferimento) Materie Generali Metodologia dell Insegnamento Metodologia dell Allenamento 6

7 Istruttore Scol. Div. Istruttore di Base Istruttore Nazionale Istruttore Capo Tecnico di 4 livello Attività valutabili Crediti Crediti Crediti Crediti Crediti A Abilità (UE) Materie Specifiche B Disciplina Scacchi C Materie Generali (UD) D Valutazione E Produzione Personale TOT

8 CREDITI SPECIALI Convocati per Olimpiadi Campionati del Mondo Campionati Europei Giochi del Mediterraneo Universiadi Mitropa Cup direttamente ai Corsi per ISTRUTTORE CAPO 8

9 ALTRI CREDITI SPECIALI Qualifiche internazionali riconosciute dalla FIDE: Crediti di Titolo FIDE Ammissione Abilità Developmental Instructor 1 livello tecnico- Istruttore di Base 4 Fide National Instructor 2 livello tecnico- Istruttore Nazionale 6 Fide Instructor 3 livello tecnico- Istruttore Capo 6 Fide Trainer/Senior Trainer 4 livello tecnico- Formatore CONI 10 9

10 Attività di DOCENZA e TUTORAGGIO Tutor/ Formatori FSI Formatori CONI (competenza CONI) Visiting Professor (su temi di alto livello o liv specifico) 10

11 Tutor /Formatore FSI Corsi riservati di Formazione tra FSI Scuola dello Sport CONI E inserito in apposito ALBO Coni -Scuola dello Sport, Roma dic 2014 Ammissione: Ex Formatori FSI o Istruttori Capo regolarmente tesserati, Ex Istruttori Giovanili o Istruttori Nazionali tesserati con questo titolo da almeno 3 anni consecutivi e che abbiano svolto attività di docenza in Corsi per Istruttori di qualunque livello o che abbiano diretto per almeno 2 anni una Scuola di Scacchi di qualunque livello, Esperti tecnici della Scuola dello Sport CONI. 11

12 Strutture organizzative e di gestione Commissione per la Formazione FSI (collaborazione CONI) Comitati Regionali Coni -Scuola dello Sport, Roma dic 2014 Mantenimento delle qualifiche Le qualifiche sono a vita. Il mancato rinnovo della Tessera Istruttori/Tutor esclude dall Albo relativo. Istruttori e Tutor, entro 2 anni dall acquisizione della nuova qualifica, devono partecipare ad un evento di Aggiornamento/Formazione(Naz o Reg) di 16 ore in presenza con relazione dettagliata sull attività svolta nell ultimo biennio. 12

13 Corsi di Formazione FSI - Livello centrale o periferico (Comitati Regionali). Autorizzazione Commissione Formazione FSI Programma del corso Protocolli didattici di riferimento Logistica per la messa in opera Tutor/Formatori interessati e iscritti all Albo Nominativi per la Commissione d esame (3-4 componenti, iscritti all Albo). Autorizzazione - entro 30 giorni. 13

14 Corsi di Formazione Rimborsi kilometrici e vitto alloggio per Docenti e Commissari come da normativa FSI (spese a carico del Comitato Regionale e/o degli organizzatori locali). Programma dei Corsi conforme alle tabelle dei Modelli Didattici. Materie Specifiche della Disciplina (Moduli B) - Tutor/Formatori FSI Materie Generali - Allenam/Insegn (Moduli C) - Formatori CONI Temi di particolare livello didattico curati da Visiting Professors (10% ore in presenza). 14

15 Categoria di gioco: NC Istruttore Scolastico Divulgativo Abilità Individuali Docenza in scuole di qualsiasi ordine e grado 1 Capitano di squadre CIS o GSS/CGS 1 Partecipazione Seminari agg. CONI,FSI 1 Corsi di Formazione psico-pedagogica 1 Collaborazione didattica o Tirocinio in Attività di allenamento/insegnamento di Scacchi nelle Istituzioni Publiche, Private e Scolastiche, nelle Scuole di Scacchi FSI e/o nei Circoli FSI fino a 2 Istruttore di Scacchi presso gli Enti di Promozione Sportiva 1 Conoscenza di almeno una lingua straniera certificata 1 Conoscenza e uso di strumenti sportivi pertinenti (DGT, scacchiere elettron, dbase; software omologati per tornei individuali e a squadre, )

16 Corsi di Formazione 1 livello divulgativo - Istruttore Scolastico Divulgativo Ammissione al corso: Possesso di tutti i Requisiti minimi e almeno tre dei Requisiti aggiuntivi del profilo. Requisiti minimi: Maggiorenne. In regola con il tesseramento FSI annuale. In regola con la scuola dell obbligo scolastico e formativo. Requisiti aggiuntivi del profilo: Conoscenza elementare del gioco (quiz). Collaborazione nelle Attività di allenamento/insegnamento nei GSS e/o CGS. Docente di Scuola dell infanzia, primaria o secondaria (incarico a tempo indeterminato/determinato.). Tesserato agonistico, almeno 1 competizione a variaz. ELO e/o CIS nell ultimo biennio. Collaborazione Didattica di Scacchi nelle Istituzioni Pubbliche, Private o nei Circoli FSI. 16

17 Corsi di Formazione Istr Scol Divulgativo Durata dei Corsi: 2 Fine Settimana consecutivi (tempo equivalente) con Esame finale in 1-4 mesi 1 liv div Moduli Materie h pr h st CF Abilità 3 Aspetti disciplina scacchi Materie Generali Modulo B0.1 Ruoli e responsabilità degli Istruttori Modulo B0.2 Fondamenti della disciplina Progettazione Modulo B.0 4 Modulo C0.1 Metodologia dell Allenamento Modulo C0.2 Metodologia dell Insegnamento Progettazione Modulo C Tot

18 Corsi di Formazione Il livello di competenze del 1 livello divulgativo consente attività amatoriali nelle Scuole, Pubbliche o Private, nei Circoli, nelle Strutture turistiche, nelle Associazioni di vario tipo... sotto la guida di un Istruttore min del 2 livello Per completare il 1 livello occorre: Attività Agonistica o Tirocinio 3^N entro 1 anno dall acquisizione del titolo Tirocinio certificato (Istr 2 /3 ) 96 ore (9-10 mesi) In entrambi i casi si può presentare all esame di 1 liv come privatista 18

19 Istruttore di Base Abilità Individuali Categoria di gioco 3^N 1 Categoria di gioco >3^N 2 Docenza in scuole di qualsiasi ordine e grado 1 Capitano/Componente di squadre CIS o GSS/CGS 1 Arbitro Regionale o Superiore 1 Partecipazione Seminari agg. CONI, FSI, Conferenze 1 Partecipazione a Stage formativi pertinenti 1 Aiuto Istruttore di Scacchi presso Istituzioni Pubbliche e/o Private 1 Aiuto Allenatore di Scacchi presso le Società, le Scuole e le Scuole di Scacchi 1 Istruttore di Scacchi presso gli Enti di Promozione Sportiva 1 Conoscenza di almeno una lingua straniera certificata 1 Conoscenza e uso di strumenti sportivi pertinenti (DGT, scacchelettron, dbase; software omologati per tornei indiv e a sq, ) certificata da un ACN

20 Corsi di Formazione 1 livello tecnico - Istruttore di Base Ammissione al corso: Possesso di tutti i Requisiti minimi e almeno tre dei Requisiti aggiuntivi del profilo. Requisiti minimi: Maggiorenne. In regola con il tesseramento FSI annuale. In regola con la scuola dell obbligo scolastico e formativo. Superamento di un Test di ingresso sulle competenze scacchistiche generali. Requisiti aggiuntivi del profilo: Eventuale possesso del titolo di Istruttore Scolastico Divulgativo. Buona conoscenza del gioco; Aperture, Strategia e Tattica nel medio gioco, Finali fondamentali. Collaborazione nelle Attività di allenamento/insegnamento nei GSS e/o CGS. Docente di Scuola dell infanzia, primaria o secondaria (incarico a tempo indeterminato o determinato). Tesserato agonistico, almeno 1 competizione a variazione ELO e/o CIS negli ultimi 2 anni. Collaborazione all Insegnamento degli scacchi nelle Scuole di Scacchi o nei Circoli Scacchistici e o nelle Istituzioni Pubbliche e o Private. Sono ammessi i possessori del titolo Fide Developmental Instructor e i possessori del titolo FSI Istruttore Scolastico Divulgativo, cui vengono riconosciuti 4 Crediti per le Abilità. 20

21 Corsi di Formazione Istruttore di Base Test di Ingresso 1 livello Moduli Materie h pr h st CF Abilità 4 Aspetti disciplina scacchi Tirocinio 48* 2 Modulo B1.1 Modulo B1.2 Ruoli e responsabilità degli Istruttori. Leggi e Regolamenti Apprendimento e Insegnamento tecnicotattico della disciplina Materie Generali Modulo C1.1 Metodologia dell Allenamento 8h 16h 1,5 Modulo C1.2 Metodologia dell Insegnamento 8h 16h 1,5 Tot

22 Istruttore Nazionale Abilità Individuali Categoria di gioco 1^N 1 Categoria di gioco CM 2 Dirigente/Tecnico Allenatore nelle Scuole di Scacchi 1 Allenatore presso le società 1 Assistenza sul 1 livello divulgativo 1 Capitano di squadre CIS o GSS/CGS 1 Partecipazione Seminari agg. CONI, FSI, a Stage formativi 1 Arbitro Regionale o Superiore 1 Dirigente a livello Regionale 1 Componente di Commissioni Nazionali 1 Dirigente Nazionale 2 Attività di ricerca, Partecipazione certificata come relatore a Convegni Nazionali e/o Internazionali Conoscenza di almeno una lingua straniera certificata 1 Conoscenza e uso di strumenti sportivi pertinenti (DGT, scacchelettron, dbase; software omologati per tornei indiv e a sq, ) certificata da un ACN

23 Corsi di Formazione 2 livello tecnico - Istruttore Nazionale Ammissione al corso: Possesso di tutti i Requisiti minimi e almeno tre dei Requisiti aggiuntivi del profilo. Requisiti minimi Qualifica del 1 livello tecnico: Istruttore di Base. Maggiorenne. In regola con il tesseramento FSI annuale. In regola con l obbligo scolastico e formativo. Requisiti aggiuntivi del profilo: Ottima conoscenza del gioco. Attività GSS e/o CGS Nazionale. Tesserato agonistico, almeno 1 competizione di livello internazionale a variaz. ELO FIDE e/o CIS (Serie A e/o B) negli ultimi 2 anni. Docenza a livello tecnico medio-alto nelle Scuole di Scacchi o nei Circoli Scacchistici o nelle Istituzioni Pubbliche o Private. Pianificazione e Allenamento Tecnico-Tattico. Sono ammessi i possessori del titolo FIDE National Instructor, cui vanno i 6 Crediti per le Abilità. 23

24 Corsi di Formazione Istruttore Nazionale 2 livello Moduli Materie h pr h st CF Abilità 6 Aspetti disciplina scacchi Materie Generali Coni -Scuola dello Sport, Roma dic 2014 Tirocinio 144* 8 Modulo B2.1 Norme generali e Regolamenti Tecnici Modulo B2.2 Modulo C2.1 Modulo C2.2 Tattica e Strategia avanzata. Finali fondamentali, Aperture Psicologia e fisiologia della prestazione negli scacchi Coaching, motivazione e programmazione tecnica, etica dello sport Tot

25 Istruttore Capo Abilità Individuali Categoria di gioco M, MF 2 Categoria di gioco IM, GM 3 Dirigente/Tecnico Allenatore nelle Scuole di Scacchi 1 Assistenza e Tutoraggio sui livelli inferiori di istruzione 1 Allenatore/Giocatore/Capitano di squadre CIS (serie Master) o GSS/CGS o manifestazioni ufficiali FIDE/ECU Arbitro Nazionale o Internazionale 1 Commissario Tecnico Nazionale 1 Partecipazione Seminari agg. CONI, FSI, Stage formativi 1 Allenatore presso le Società 1 Dirigente a livello Regionale 1 Componente di Commissioni Nazionali 1 Dirigente Nazionale 2 Attività di ricerca, Partecipazione come relatore a Convegni Nazionali e/o Internaz. fino a 2 Conoscenza di una lingua straniera certificata 1 Conoscenza di 2 o più lingue straniere certificate

26 Corsi di Formazione 3 livello tecnico - Istruttore Capo Ammissione al corso: Possesso di tutti i Requisiti minimi e almeno tre dei Requisiti aggiuntivi del profilo. Requisiti minimi Qualifica del 2 livello tecnico: Istruttore Nazionale. Maggiorenne. In regola con il tesseramento FSI annuale. In regola con l obbligo scolastico e formativo. Requisiti aggiuntivi del profilo: Ottima conoscenza del gioco. Attività agonistica di eccellenza. Attività GSS e/o CGS Nazionale. Tesserato agonistico, almeno 1 competizione di livello internazionale a variaz. ELO FIDE e/o CIS (Serie Master) negli ultimi 2 anni. Docenza ad alto livello tecnico nelle Scuole di Scacchi o nei Circoli Scacch. o nelle Istit Pubbl o Private. Pianificazione e Allenamento Tecnico-Tattico. Sono ammessi i possessori del titolo FIDE Instructor e FIDE Trainer/Senior Trainer, cui sono riconosciuti 6 Crediti per le Abilità. I FIDE Trainer/Senior Trainer sono ammessi ai Corsi di 4 livello. 26

27 Corsi di Formazione Istruttore Capo 3 livello Moduli Materie h pr h st Abilità 6 Aspetti disciplina scacchi Materie Generali Coni -Scuola dello Sport, Roma dic 2014 Tirocinio 96 4 Modulo B3 Tattica e Strategia di alto livello. Finali, Aperture.. C F Modulo C3.1 Teoria e metodologia dell allenamento sportivo applicate agli scacchi Modulo C3.2 Coaching e attività sportiva di alto livello. Management. Trattamento dati TESI 4 Relazione 1 Tot

28 SANATORIA Entro 2 anni dalla pubblicazione del protocollo SNaQ tutti i Formatori e gli Istruttori presenti nel vecchio Albo potranno transitare nelle nuove qualifiche corrispondenti ( ). La qualifica è attribuita a seguito di partecipazione con profitto a un Corso di aggiornamento/formazione appositamente organizzato dalla FSI a livello quantomeno Regionale con 16 ore in presenza. Le qualifiche saranno ratificate dal Consiglio Federale con il parere della Commissione Formazione. 28

29 SANATORIA Materie di Studio (min 16 h): Inquadramento SNaQ Psicomotricità Scacchi e Matematica Tecnica di Scacchi applicata al profilo Metodologia dell allenamento sportivo Psicologia dello Sport Test di verifica Totale 2h 4h 3h 3h 2h 2h 16h 29

30 30

Il CRU - COMITATO REGIONALE UMBRO della FSI. La SCUOLA DELLO SPORT REGIONALE del CONI UMBRIA

Il CRU - COMITATO REGIONALE UMBRO della FSI. La SCUOLA DELLO SPORT REGIONALE del CONI UMBRIA Il CRU - COMITATO REGIONALE UMBRO della FSI in collaborazione con La SCUOLA DELLO SPORT REGIONALE del UMBRIA e con l autorizzazione della Federazione Scacchistica Italiana - Commissione Formazione/SNAQ

Dettagli

Assemblea dei Comitati Regionali SNaQ Sistema Nazionale delle Qualifiche INQUADRAMENTO. SNaQ - FSI. Marcello Perrone - Consigliere FSI

Assemblea dei Comitati Regionali SNaQ Sistema Nazionale delle Qualifiche INQUADRAMENTO. SNaQ - FSI. Marcello Perrone - Consigliere FSI INQUADRAMENTO SNaQ - FSI Livelli Ex Qualifica FSI Qualifica SNaQ Crediti 1 livello divulgativo Insegnante Elementare Istruttore Scolastico Divulgativo 9 1 livello Istruttore di Base Istruttore di Base

Dettagli

Regolamento Istruttori e Scuola Sistema Nazionale delle Qualifiche (RISNAQ)

Regolamento Istruttori e Scuola Sistema Nazionale delle Qualifiche (RISNAQ) Federazione Scacchistica Italiana INDICE Regolamento Istruttori e Scuola Sistema Nazionale delle Qualifiche (RISNAQ) 1. Disposizioni di carattere generale 1.1 Principi generali sull insegnamento 1.2 Abilitazione

Dettagli

Progetto SNaQ Scuola Magistrale

Progetto SNaQ Scuola Magistrale 1 PROGETTO SCUOLA MAGISTRALE ARGOMENTI TRATTATI Sistema Nazionale di Qualifica dei Tecnici; Qualifiche e Competenze; Crediti formativi; I Quattro Livelli di Qualifica dei Tecnici Sportivi; Formazione permanente.

Dettagli

14 CORSO NAZIONALE CONI PER TECNICI DI IV LIVELLO EUROPEO. Anno 2014 BANDO DI AMMISSIONE

14 CORSO NAZIONALE CONI PER TECNICI DI IV LIVELLO EUROPEO. Anno 2014 BANDO DI AMMISSIONE 14 CORSO NAZIONALE CONI PER TECNICI DI IV LIVELLO EUROPEO Anno 2014 BANDO DI AMMISSIONE Il presente Bando espone le caratteristiche fondamentali e le norme di ammissione al 14 Corso Nazionale CONI per

Dettagli

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI

COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI COMITATO REGIONALE CAMPANO SCACCHI Con il patrocinio della Federazione Scacchistica Italiana novembre/dicembre 2014 Organizza il: CORSO DI FORMAZIONE PER LA QUALIFICA DI Istruttore Elementare-Insegnante

Dettagli

Corsi di formazione per: Insegnanti Elementari Istruttori di base Istruttori Giovanili Linee guida

Corsi di formazione per: Insegnanti Elementari Istruttori di base Istruttori Giovanili Linee guida Corsi di formazione per: Insegnanti Elementari Istruttori di base Istruttori Giovanili Linee guida La Federazione Scacchistica Italiana Comitato Regionale Pugliese in collaborazione con il C.O.N.I. Comitato

Dettagli

ISTRUTTORE DI BASE (1 livello)

ISTRUTTORE DI BASE (1 livello) ISTRUTTORE DI BASE (1 livello) Caratteristiche delle attività dell'istruttore di Base: Area professionale Attività amatoriale avanzata: promozionale, divulgativa, semiagonistica. Allenamento e Istruzione

Dettagli

Il Comitato Regionale Emilia Romagna della FSI. la Scuola dello Sport regionale del CONI Emilia Romagna L A.s.d. Circolo Scacchistico Bolognese

Il Comitato Regionale Emilia Romagna della FSI. la Scuola dello Sport regionale del CONI Emilia Romagna L A.s.d. Circolo Scacchistico Bolognese Il Comitato Regionale Emilia Romagna della in collaborazione con la Scuola dello Sport regionale del Emilia Romagna L A.s.d. Circolo Scacchistico Bolognese e con l autorizzazione della Federazione Scacchistica

Dettagli

Il Comitato Regionale Marche

Il Comitato Regionale Marche Il Comitato Regionale FSI Marche in collaborazione con la Scuola Regionale dello Sport del CONI e con il Circolo Scacchistico Senigalliese organizza un corso di formazione per conseguire la qualifica di:

Dettagli

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Scherma F.I.S.

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Scherma F.I.S. Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Scherma F.I.S. Protocollo d intesa tra il COMITATO ITALIANO PARALIMPICO e la FEDERAZIONE ITALIANA SCHERMA Il Comitato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE CLASSE DELLE LAUREE IN SERVIZIO SOCIALE L-39 Ai sensi del D.M. 270/2004 (Social Service) A.A. 2014/2015 TITOLO

Dettagli

Programma di Formazione per Allenatore di Apnea Sportiva Indoor

Programma di Formazione per Allenatore di Apnea Sportiva Indoor FEDERAZIONE ITALIANA PESCA SPORTIVA E ATTIVITÀ SUBACQUEE Settore Programma di Formazione per Allenatore di Apnea Sportiva Indoor Federazione Italiana Pesca Sportiva e Brevetto di Allenatore di Apnea Sportiva

Dettagli

BANDO CORSO AGGIORNAMENTO E

BANDO CORSO AGGIORNAMENTO E 3/9/2015 FITET BANDO CORSO AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE TECNICI SPORTIVI FITET, DI ABILITAZIONE ALLA QUALIFICA DI TERZO LIVELLO [Digitare il sottotitolo del documento] Matteo CORSO DI FORMAZIONE ED ABILITAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO SETTORE INSEGNAMENTO (Modificato con Delibera del CF n.34 del 07/06/2014)

REGOLAMENTO SETTORE INSEGNAMENTO (Modificato con Delibera del CF n.34 del 07/06/2014) FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO BRIDGE REGOLAMENTO SETTORE INSEGNAMENTO (Modificato con Delibera del CF n.34 del 07/06/2014) INDICE TITOLO I L INSEGNAMENTO DEL BRIDGE Capo I - Principi generali dell Insegnamento

Dettagli

ISTRUTTORE SCOLASTICO DIVULGATIVO

ISTRUTTORE SCOLASTICO DIVULGATIVO ISTRUTTORE SCOLASTICO DIVULGATIVO Caratteristiche delle attività dell'istruttore Scolastico Divulgativo: Area professionale Condizioni di attività Pubblico di riferimento Attività amatoriale: promozionale

Dettagli

REGOLAMENTO NAZIONALE. Settore Formazione Tecnici e Sicurezza

REGOLAMENTO NAZIONALE. Settore Formazione Tecnici e Sicurezza REGOLAMENTO NAZIONALE Settore Formazione Tecnici e Sicurezza REGOLAMENTO Pagina 1 SETTORE FORMAZIONE TECNICI E SICUREZZA STRUTTURA CONSIGLIO FEDERALE COMMISSIONE TECNICI SICUREZZA ALBO NAZIONALE STUTTURE

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO TECNICI SPORTIVI

CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO TECNICI SPORTIVI 6Maggio2014 FITET /04/2014 Corso Nazionale di aggiornamento e formazione Tecnici Sportivi FITeT. Di abilitazione alla qualifica di secondo livello Allenatore FITeT CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIORNAMENTO

Dettagli

Livelli di Formazione

Livelli di Formazione C.O.N.I. FEDERAZIONE SCACCHISTICA ITALIANA Piano di formazione dei Quadri Tecnici Livelli di Formazione degli Istruttori di Scacchi Compiti, profili di attività, competenze, conoscenze e struttura della

Dettagli

Il Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia in collaborazione con

Il Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia in collaborazione con Il Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia in collaborazione con La Scuola dello Sport Regionale del CONI CR Friuli Venezia Giulia e con l autorizzazione della Federazione Scacchistica Italiana Commissione

Dettagli

Ordinamento e Formazione degli Istruttori Istituzionali UITS. Unione Italiana Tiro a Segno

Ordinamento e Formazione degli Istruttori Istituzionali UITS. Unione Italiana Tiro a Segno Ordinamento e Formazione degli Istruttori Istituzionali UITS Unione Italiana Tiro a Segno Ottobre 2010 ART. 1 ORDINAMENTO Gli Istruttori dell attività Istituzionale vengono distinti secondo le seguenti

Dettagli

CORSO NAZIONALE PER ALLENATORI DI TERZO GRADO Nona Edizione

CORSO NAZIONALE PER ALLENATORI DI TERZO GRADO Nona Edizione FEDERAZIONE ITALIANA PALLAVOLO Settore Tecnico CORSO NAZIONALE PER ALLENATORI DI TERZO GRADO Nona Edizione Stagione Sportiva 2011/2012 BANDO DI AMMISSIONE Il presente Bando contiene le norme di ammissione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea in Scienze dell educazione e della formazione (Classe di Laurea XVIII )

REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea in Scienze dell educazione e della formazione (Classe di Laurea XVIII ) 1 REGOLAMENTO DIDATTICO del Corso di Laurea in Scienze dell educazione e della formazione (Classe di Laurea XVIII ) Articolo 1 - Denominazione del Corso di Studio e classe di appartenenza 1. E istituito

Dettagli

Ordinanza del DDPS sulla Scuola universitaria dello sport di Macolin

Ordinanza del DDPS sulla Scuola universitaria dello sport di Macolin Ordinanza del DDPS sulla Scuola universitaria dello sport di Macolin (Ordinanza SUFSM, O-SUFSM) Modifica del 12 marzo 2016 Il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello

Dettagli

REGOLAMENTO COMITATO NAZIONALE ALLENATORI PATTINAGGIO di FIGURA C.N.A. F.

REGOLAMENTO COMITATO NAZIONALE ALLENATORI PATTINAGGIO di FIGURA C.N.A. F. FEDERAZIONE ITALIANA SPORT GHIACCIO REGOLAMENTO COMITATO NAZIONALE ALLENATORI PATTINAGGIO di FIGURA C.N.A. F. Approvato con Delibera del Consiglio Federale N. 3-11/190 del 29 Aprile 2011 ART. 1 - DEFINIZIONE

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 CORSO ABILITANTE al GRADO di ALLIEVO ALLENATORE 1 LIVELLO GIOVANILE

STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 CORSO ABILITANTE al GRADO di ALLIEVO ALLENATORE 1 LIVELLO GIOVANILE STAGIONE SPORTIVA 2015 2016 CORSO ABILITANTE al GRADO di ALLIEVO ALLENATORE 1 LIVELLO GIOVANILE Novembre 2015 Il Comitato Provinciale di Padova indice per la stagione sportiva 2015 / 2016 il Corso per

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE 9 CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO NAZIONALE FIT, COLLEGATO AL 13 CORSO NAZIONALE CONI PER TECNICI DI IV LIVELLO EUROPEO

BANDO DI AMMISSIONE 9 CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO NAZIONALE FIT, COLLEGATO AL 13 CORSO NAZIONALE CONI PER TECNICI DI IV LIVELLO EUROPEO 9 CORSO DI FORMAZIONE PER TECNICO NAZIONALE FIT, COLLEGATO AL 13 CORSO NAZIONALE CONI PER TECNICI DI IV LIVELLO EUROPEO Anno 2013 BANDO DI AMMISSIONE Il presente Bando espone le caratteristiche fondamentali

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIONAMENTO TECNICI SPORTIVI FITeT

CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIONAMENTO TECNICI SPORTIVI FITeT CORSO DI FORMAZIONE ED AGGIONAMENTO TECNICI SPORTIVI FITeT CORSO DI ABILITAZIONE PER IL TECNICO SPORTIVO DI SECONDO LIVELLO QUALIFICA ALLENATORE FITeT Premessa Bando di Selezione La Federazione Italiana

Dettagli

Federazione Ginnastica d'italia

Federazione Ginnastica d'italia Federazione Ginnastica d'italia Regolamento Quadri Tecnici (approvato dalla Giunta Nazionale del C.O.N.I. il 1 marzo 2011) Premessa Il Regolamento dei Quadri Tecnici ha lo scopo di dettare una normativa

Dettagli

COMITATO REGIONALE CALABRIA COMMISSIONE REGIONALE ALLENATORI

COMITATO REGIONALE CALABRIA COMMISSIONE REGIONALE ALLENATORI COMITATO REGIONALE CALABRIA COMMISSIONE REGIONALE ALLENATORI PIANO REGIONALE DI FORMAZIONE CNA CALABRIA 2011 INTRODUZIONE Il piano di regionalizzazione della formazione nasce con il chiaro intento di favorire

Dettagli

TITOLO I APPARTENENZA AGLI ORGANICI TECNICI GIOVANILI FIB E RELATIVI ELENCHI

TITOLO I APPARTENENZA AGLI ORGANICI TECNICI GIOVANILI FIB E RELATIVI ELENCHI REGOLAMENTO QUADRI TECNICI GIOVANILI 1 TITOLO I APPARTENENZA AGLI ORGANICI TECNICI GIOVANILI FIB E RELATIVI ELENCHI ARTICOLO 1 APPARTENENZA AGLI ORGANICI TECNICI DELL AREA SCUOLA FIB E DELL AREA GIOVANILE

Dettagli

Regolamento del Biennio sperimentale di II livello ad indirizzo interpretativo-compositivo

Regolamento del Biennio sperimentale di II livello ad indirizzo interpretativo-compositivo Regolamento del Biennio sperimentale di II livello ad indirizzo interpretativo-compositivo Il seguente regolamento, redatto a suo tempo per il biennio dell a.a. 2004-2005, non ha a tutt oggi subito modifiche.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

REGOLAMENTO Settore Giovanile, Minibasket e Scuola (SGMS) COSTITUZIONE, SCOPI E COMPITI

REGOLAMENTO Settore Giovanile, Minibasket e Scuola (SGMS) COSTITUZIONE, SCOPI E COMPITI REGOLAMENTO Settore Giovanile, Minibasket e Scuola (SGMS) COSTITUZIONE, SCOPI E COMPITI Art. 1 FUNZIONI E SEDE 1. Il Settore Giovanile Minibasket e Scuola (SGMS) costituisce un organismo tecnico di settore

Dettagli

CSTF marzo/2009 REGOLAMENTO DEGLI ALLENATORI E ISTRUTTORI

CSTF marzo/2009 REGOLAMENTO DEGLI ALLENATORI E ISTRUTTORI REGOLAMENTO DEGLI ALLENATORI E ISTRUTTORI PREMESSA La FIBa si avvale di due agenti di formazione per la preparazione dei propri quadri tecnici: il settore tecnico, allenatori ed istruttori, ed il settore

Dettagli

Sommario. 2 FIHP - Regolamento SIRi - Artistico

Sommario. 2 FIHP - Regolamento SIRi - Artistico Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio REGOLAMENTO SIRi Artistico Delibera del Consiglio Federale N. 10/2012 Delibera del Consiglio Federale N. 76/2014 Delibera del Consiglio Federale N. 94/2015 Delibera

Dettagli

5 Bando di Concorso 2014-15

5 Bando di Concorso 2014-15 Certificazione di Qualità Attività Giovanile 5 Bando di Concorso 2014-15 5 Bando di Concorso - Certificazione Qualità Attività Giovanile 2014-15 1 / 3 5 Bando di Concorso Certificazione di Qualità Attività

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER I DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO E BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI a.a. 2012/2013 Direttore del corso:

Dettagli

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Bocce F.I.B.

Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Bocce F.I.B. Protocollo d intesa tra Comitato Italiano Paralimpico C.I.P. e Federazione Italiana Bocce F.I.B. Protocollo d intesa tra il COMITATO ITALIANO PARALIMPICO e la FEDERAZIONE ITALIANA BOCCE Il Comitato Italiano

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

1. Disposizioni di carattere generale

1. Disposizioni di carattere generale Federazione Scacchistica Italiana REGOLAMENTO ISTRUTTORI, INSEGNAMENTO E SCUOLA - RIS INDICE 1. Disposizioni di carattere generale 1.1Principi generali sull insegnamento 1.2 Abilitazione all insegnamento

Dettagli

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (Legge 19/11/1990 n. 341 art. 6, co. 2, lett. C ) in NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO (500 ore 20 Crediti Formativi Universitari) Anno

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO DI SECONDO LIVELLO IN CFO- DIREZIONE AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO DI GESTIONE Seconda Edizione Articolo 1 «E istituito presso l Università Carlo Cattaneo -

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY

FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY COMITATO REGIONALE PUGLIESE FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY PROGETTO SCUOLA Premessa La scuola intesa come azienda preordinata alla formazione della persona e parallelamente alla realizzazione dell apprendimento,

Dettagli

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE

D.R. N. 1002/14 IL RETTORE D.R. N. 1002/14 IL RETTORE Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168, istitutiva del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica; Vista la Legge n. 240 del 30 dicembre 2010; Visto lo

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI

REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI MASTER UNIVERSITARI (emanato con Decreto Rettorale N. 645 del 12/03/2003) ART. 1 - Ambito di applicazione... 2 ART. 2 - Titoli per l accesso...

Dettagli

Referenti Regionali CIP INAIL Referenti Regionali CIP Scuola. Ufficio Promozione e Scuola

Referenti Regionali CIP INAIL Referenti Regionali CIP Scuola. Ufficio Promozione e Scuola Roma, 22 novembre 2010 Referenti Regionali CIP INAIL Referenti Regionali CIP Scuola Ufficio Promozione e Scuola Chi sono i Referenti Regionali INAIL e Scuola? Il Referente Regionale CIP INAIL ed il Referente

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà MARKETING E COMUNICAZIONE 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

Tab.2 ATTIVITÀ PER LE QUALI SONO RICONOSCIUTI CREDITI Cod. Credito Attività Accertamento Accumulo crediti ATTIVITÀ TECNICA A1 0,5 Attività di allenamento con almeno 1 atleta partecipante al trofeo Pinocchio

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURIA FIDUCIARIO REGIONALE ARBITRI

COMITATO REGIONALE LIGURIA FIDUCIARIO REGIONALE ARBITRI COMITATO REGIONALE LIGURIA FIDUCIARIO REGIONALE ARBITRI CORSO DI FORMAZIONE E ESAMI PER ARBITRI CANDIDATI NAZIONALI 14-15 Novembre 2015 29 Novembre 2015 - Esami c/o CONI CR Liguria - Palazzo delle Federazioni

Dettagli

Un nuovo indirizzo dei Licei per offrire ai giovani studenti l opportunità di lavorare professionalmente nello sport

Un nuovo indirizzo dei Licei per offrire ai giovani studenti l opportunità di lavorare professionalmente nello sport Un nuovo indirizzo dei Licei per offrire ai giovani studenti l opportunità di lavorare professionalmente nello sport Attività e insegnamenti 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Lingue e letteratura italiana 4 4 4 4 4 Lingua

Dettagli

Commissione Arbitrale Federale Fiduciario Regionale Arbitri della Calabria Fiduciario Regionale della Campania

Commissione Arbitrale Federale Fiduciario Regionale Arbitri della Calabria Fiduciario Regionale della Campania Commissione Arbitrale Federale Fiduciario Regionale Arbitri della Calabria Fiduciario Regionale della Campania Corso di Formazione per Arbitri Regionali Arbitri Candidati Nazionali 18-19-20 maggio 2012

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F.

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. Art. 1 - Istituzione del Master in Criminologia Forense MA.CRI.F. E istituito presso l Università Carlo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DELLE BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DEL PERCORSO FORMATIVO COMUNE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MATEMATICA Art. 1 - Finalità, durata, e modalità di assegnazione 1. La

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO - FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO PER IL RICONOSCIMENTO DEI CREDITI 1

UNIVERSITA DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO - FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO PER IL RICONOSCIMENTO DEI CREDITI 1 UNIVERSITA DEGLI STUDI G. d ANNUNZIO - FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI REGOLAMENTO PER IL RICONOSCIMENTO DEI CREDITI 1 Art. 1 - Riconoscimento dei crediti universitari. Art. 2 - Competenza. 1 ART. 23 Regolamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Scienze per la formazione

Dettagli

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO

CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO DIREZIONE Viterbo, REGIONALE LAZIO CONVENZIONE TRA AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA DI VITERBO PER : TIROCINIO FORMATIVO STUDENTI ; RICONOSCIMENTO

Dettagli

Articolo 1 (Definizioni)

Articolo 1 (Definizioni) REGOLAMENTO IN MATERIA DI CORSI PROFESSIONALIZZANTI: MASTER UNIVERSITARI, CORSI DI ALTA FORMAZIONE, CORSI DI FORMAZIONE PERMANENTE E SUMMER / WINTER SCHOOL Articolo 1 (Definizioni) Ai sensi del presente

Dettagli

Allegato 9 - SCHEMA RIEPILOGATIVO REQUISITI PER IL RICONOSCIMENTO DELLE SCUOLE DI CALCIO - STAGIONE SPORTIVA 2010/2011 Tipologia requisito

Allegato 9 - SCHEMA RIEPILOGATIVO REQUISITI PER IL RICONOSCIMENTO DELLE SCUOLE DI CALCIO - STAGIONE SPORTIVA 2010/2011 Tipologia requisito REQUISITI PRIMARI NECESSARI PER TUTTI 1. diffusione obbligatoria e consegna della Carta dei Diritti del Bambino (vedi sito: www.settoregiovanile.figc.it) ai giovani calciatori, ai tecnici, ai dirigenti

Dettagli

9 CORSO di SPECIALIZZAZIONE per PREPARATORE FISICO della PALLACANESTRO. Stagione Sportiva 2012/2013

9 CORSO di SPECIALIZZAZIONE per PREPARATORE FISICO della PALLACANESTRO. Stagione Sportiva 2012/2013 9 CORSO di SPECIALIZZAZIONE per PREPARATORE FISICO della PALLACANESTRO Stagione Sportiva 2012/2013 BANDO DI AMMISSIONE Il presente Bando contiene le norme di ammissione ed il programma didattico del Settimo

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

Piano Nazionale di Formazione degli Ufficiali di Gara

Piano Nazionale di Formazione degli Ufficiali di Gara Piano Nazionale di Formazione degli Ufficiali di Gara OBIETTIVI PIANO NAZIONALE DI FORMAZIONE UFFICIALI DI GARA ARBITRO LIVELLO PROVINCIALE Permettere lo svolgimento di gare locali. Far acquisire esperienza

Dettagli

Regolamento Scuole di Motociclismo della Federazione Motociclistica Italiana

Regolamento Scuole di Motociclismo della Federazione Motociclistica Italiana Regolamento Scuole di Motociclismo della Federazione Motociclistica Italiana Approvato con deliberazione n. 519 assunta dal Consiglio Federale n. 17 del 22-23 giugno 2012 e successivamente modificato con

Dettagli

SCUOLA KRIYA YOGA MAHA SADHANA K.Y.M.S. Milano, Via Menabrea 24 tel 02 6683138 e mail:info@kriyayoga.mi.it www.kriyayoga.mi.it - www.kyms.

SCUOLA KRIYA YOGA MAHA SADHANA K.Y.M.S. Milano, Via Menabrea 24 tel 02 6683138 e mail:info@kriyayoga.mi.it www.kriyayoga.mi.it - www.kyms. 1/9 Regolamento corsi di formazione per Insegnanti di Yoga e relativi esami da sostenere CERTIFICAZIONI E QUALIFICHE 2/9 La certificazione di insegnante Yoga USacli/Asd.KYMS garantisce la qualifica nella

Dettagli

Regolamenti ISIA Firenze

Regolamenti ISIA Firenze Regolamenti ISIA Firenze Regolamento di transizione dei corsi accademici di secondo livello di indirizzo specialistico Il Consiglio Accademico dell ISIA di Firenze VISTA la legge 21 dicembre 1999, n. 508,

Dettagli

CORSO NAZIONALE di FORMAZIONE PER ESPERTI in PREPARAZIONE FISICA NELLA PALLAVOLO Undicesima Edizione

CORSO NAZIONALE di FORMAZIONE PER ESPERTI in PREPARAZIONE FISICA NELLA PALLAVOLO Undicesima Edizione AREA SVILUPPO E FORMAZIONE Settore Tecnico CORSO NAZIONALE di FORMAZIONE PER ESPERTI in PREPARAZIONE FISICA NELLA PALLAVOLO Undicesima Edizione Stagione Sportiva 2014/2015 BANDO DI AMMISSIONE Il presente

Dettagli

In FITETREC-ANTE sono ammesse tutte le tipologie di monta sostenute da una storiografia tecnica univocamente riconosciuta senza alcuna distinzione.

In FITETREC-ANTE sono ammesse tutte le tipologie di monta sostenute da una storiografia tecnica univocamente riconosciuta senza alcuna distinzione. FORMAZIONE FEDERALE NORMATIVA PATENTI e BREVETTI Turismo Equestre- TREC- MdL- MdL Veloce Cross Country 2015 2016 In FITETREC-ANTE sono ammesse tutte le tipologie di monta sostenute da una storiografia

Dettagli

LIBERTAS. REGOLAMENTO AREA FORMATIVA UNI EN ISO 9001: 2008 Req. 7.3. File: SPEC 01 Pagina 0 di 8 Rev. 4 del 12/12/2013

LIBERTAS. REGOLAMENTO AREA FORMATIVA UNI EN ISO 9001: 2008 Req. 7.3. File: SPEC 01 Pagina 0 di 8 Rev. 4 del 12/12/2013 0 LIBERTAS AREA FORMATIVA Pagina 0 di 8 Rev. 4 del 12/12/2013 Pagina 1 di 31 2013/2016 Revisione n. 4 approvata dalla Giunta Nazionale del 12 dicembre 2013 Pagina 2 di 31 STRUTTURA DIPARTIMENTO FORMAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA AZIENDALE XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011)

REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO. (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) REGOLAMENTO PER L ATTIVAZIONE E L ORGANIZZAZIONE DEI MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO (Emanato con D.R. n. 409 in data 07/04/2011) TITOLO I MASTER UNIVERSITARI DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO

Dettagli

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITÀ. Nessuna parte può essere riprodotta senza autorizzazione La violazione comporta sanzioni penali

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITÀ. Nessuna parte può essere riprodotta senza autorizzazione La violazione comporta sanzioni penali Scuola di specializzazione in Adolescentologia Clinica Anno di attivazione 2011 Corsi precedenti Corso di specializzazione sperimentale (tre anni)e Master Scientifico (tre anni) : 1987-1995 DIAGNOSI DEL

Dettagli

Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica. Corsi di formazione e di informazione. Fuoriclasse cup. Comunicato Ufficilale N 1

Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica. Corsi di formazione e di informazione. Fuoriclasse cup. Comunicato Ufficilale N 1 Stagione sportiva 2006/2007 Comunicato Ufficilale N 1 4 Attività di formazione, attività promozionale e attività scolastica Corsi di formazione e di informazione Fuoriclasse cup C. ATTIVITA PROMOZIONALE

Dettagli

6 Bando di Concorso 2016-17

6 Bando di Concorso 2016-17 Certificazione di Qualità Attività Giovanile 6 Bando di Concorso 2016-17 6 Bando di Concorso - Certificazione Qualità Attività Giovanile 2016-17 1 / 3 6 Bando di Concorso Certificazione di Qualità Attività

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK CENTRO STUDI RICERCA E FORMAZIONE GUIDA ALLA FORMAZIONE DEI QUADRI TECNICI

FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK CENTRO STUDI RICERCA E FORMAZIONE GUIDA ALLA FORMAZIONE DEI QUADRI TECNICI FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK CENTRO STUDI RICERCA E FORMAZIONE GUIDA ALLA FORMAZIONE DEI QUADRI TECNICI (aggiornamento al Consiglio Federale n.202 del 24/25.07.09 delib. n. 150) INDICE - PREMESSA.

Dettagli

Tabella dei crediti relativi alle abilità individuali (è necessario il possesso di 3 crediti)

Tabella dei crediti relativi alle abilità individuali (è necessario il possesso di 3 crediti) Il Comitato Regionale Piemonte della Federazione Scacchistica Italiana, in collaborazione con la Scuola Regionale dello Sport del Coni Piemonte, organizza un Corso per Istruttori di 1 livello divulgativo

Dettagli

Settore Giovanile Minibasket Scuola

Settore Giovanile Minibasket Scuola Italia medaglia d argento ai Giochi Olimpici di Atene 2004 Settore Giovanile Minibasket Scuola Scuola/RMA/adg Roma, 2 ottobre 2006 Prot. n 347 - Agli Uffici Scolastici Regionali - Agli Uffici Scolastici

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE. 1. Finalità. 2. Requisiti per l ammissione alla selezione

BANDO DI AMMISSIONE. 1. Finalità. 2. Requisiti per l ammissione alla selezione 1 Bando di Concorso per l ammissione al Corso di formazione per il conseguimento della qualifica di Direttore dei Centri Estivi Federali per l anno 2014 BANDO DI AMMISSIONE La Mario Belardinelli Società

Dettagli

ELISABETTA RANIERI DOCENTE DI LINGUA E CULTURA INGLESE NELLA SCUOLA SECONDARIA II GRADO

ELISABETTA RANIERI DOCENTE DI LINGUA E CULTURA INGLESE NELLA SCUOLA SECONDARIA II GRADO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail ELISABETTA RANIERI Nazionalità ITALIANA Data di nascita 16\01\1963 ESPERIENZA

Dettagli

Bando interno Selezione Tutor

Bando interno Selezione Tutor ISTITUTO PROF. LE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO F. ENRIQUES Via E. Gianturco, 7 80055 Portici (NA) Tel. 081475684-081471484 Fax 081482920 NARIO70002 www.istitutoenriques.it C.F. 80033540636

Dettagli

INDIZIONE DEL CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE 2013/2014

INDIZIONE DEL CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE 2013/2014 INDIZIONE DEL CORSO ALLIEVO ALLENATORE PRIMO LIVELLO GIOVANILE 2013/2014 I Centri di Qualificazione Provinciale, in collaborazione con il Centro di Qualificazione Regionale e le Commissioni Provinciali

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO. a.a. 2012/2013

REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO. a.a. 2012/2013 REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO DIDATTICA E PSICOPEDAGOGIA PER ALUNNI CON DISABILITÀ INTELLETTIVE a.a. 2012/2013 Direttore del corso: Giuliana Sandrone Commissione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI INSEGNAMENTO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI INSEGNAMENTO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI INSEGNAMENTO Emanato con D.R. n. 128 del 06/05/2013 Modificato con D.R. n. 107 del 28/02/2014. TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI CLASSE DELLE LAUREE MAGISTRALI IN SERVIZIO SOCIALE E POLITICHE SOCIALI (LM-87) Ai

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei IL MINISTRO

Dettagli

III Edizione PSICOMOTRICITÀ

III Edizione PSICOMOTRICITÀ MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2015-2016 III Edizione PSICOMOTRICITÀ Il Master è organizzato dall Università LUMSA in convenzione con il Consorzio Universitario Humanitas DIRETTORI:

Dettagli

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA STIPULA DI CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO A TITOLO ONEROSO O GRATUITO E DI ATTIVITA INTEGRATIVE AI SENSI DELL ART. 23 DELLA LEGGE 240/2010 Emanato con DR. 11460/I/003

Dettagli

PROGETTO DI AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO PER GLI ALLENATORI ED I PREPARATORI FISICI DI PALLACANESTRO 2014-2015

PROGETTO DI AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO PER GLI ALLENATORI ED I PREPARATORI FISICI DI PALLACANESTRO 2014-2015 PROGETTO DI AGGIORNAMENTO OBBLIGATORIO PER GLI ALLENATORI ED I PREPARATORI FISICI DI PALLACANESTRO 2014-2015 1. PREMESSA L acquisizione e lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze degli allenatori

Dettagli

Master Universitario di I livello- Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale

Master Universitario di I livello- Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze della Formazione Master Universitario di I livello- Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale IN Didattica e psicopedagogia per i Disturbi

Dettagli

REGOLAMENTO INDICE. Art.1 Scopo e ambito di applicazione dell associazione..pag.2. Art.2 Formazione e aggiornamento pag.2

REGOLAMENTO INDICE. Art.1 Scopo e ambito di applicazione dell associazione..pag.2. Art.2 Formazione e aggiornamento pag.2 IL REGOLAMENTO REGOLAMENTO INDICE Art.1 Scopo e ambito di applicazione dell associazione..pag.2 Art.2 Formazione e aggiornamento pag.2 Art.3 Requisiti formatori.pag.5 Art.4 Requisiti di accesso per gli

Dettagli

Scuola di Formazione in Psicoterapia Transpersonale

Scuola di Formazione in Psicoterapia Transpersonale Scuola di Formazione in Psicoterapia Transpersonale Condizioni generali del contratto (allegato 2) Art. 1 - Domanda Possono iscriversi alla Scuola di Formazione in Psicoterapia Transpersonale (di seguito

Dettagli

PRIMO BIENNIO. Primo Anno I Semestre Pedagogia generale CFU 7 Letteratura italiana CFU 7 Storia romana CFU 7 Laboratori CFU 3 (1) Tirocinio CFU 6 (2)

PRIMO BIENNIO. Primo Anno I Semestre Pedagogia generale CFU 7 Letteratura italiana CFU 7 Storia romana CFU 7 Laboratori CFU 3 (1) Tirocinio CFU 6 (2) PIANO DI STUDI PRIMO BIENNIO Primo Anno Pedagogia generale CFU 7 Letteratura italiana CFU 7 Storia romana CFU 7 Didattica generale CFU 7 Geografia CFU 7 Educazione comparata CFU 3,5 Storia della Pedagogia

Dettagli

A - diploma di Istruttore di Vela di I Livello. Natura della certificazione: o Accademico Professionale X abilitazione.

A - diploma di Istruttore di Vela di I Livello. Natura della certificazione: o Accademico Professionale X abilitazione. Tipologia : Certificazione: Istruttore I Livello A - diploma di Istruttore di Vela di I Livello Natura della certificazione: o Accademico Professionale X abilitazione X formazione iniziale X formazione

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO

LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO LINEE DI INDIRIZZO per GLI ESAMI DI STATO Definizione e significato degli esami di stato L Esame di Stato per l abilitazione alla professione di assistente sociale e di assistente sociale specialista consiste

Dettagli

Docente di ruolo in anno di prova di matematica e fisica (classe di concorso A049) presso Liceo Scientifico Pitagora Roma via Tuscolana

Docente di ruolo in anno di prova di matematica e fisica (classe di concorso A049) presso Liceo Scientifico Pitagora Roma via Tuscolana F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Telefono +39-06-121122925 E-mail presidenza@liceocroceroma.it Nazionalità Italiana Data di nascita 19 GIUGNO 1966 ESPERIENZA LAVORATIVA

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA

CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Università degli Studi di Cagliari Regolamento Didattico del Corso di Studi in Ingegneria Elettrica, A.A. 2007/08 CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA ELETTRICA Art. 1. Articolazione del Corso di Laurea in Ingegneria

Dettagli

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art.

SEZIONE III - Corsi di Aggiornamento, Perfezionamento e di Formazione professionale. SEZIONE I Disposizioni generali. Art. Regolamento per l istituzione e la gestione dei Master universitari di I e di II livello, dei Corsi di aggiornamento, perfezionamento e di formazione professionale SEZIONE I- Disposizioni generali SEZIONE

Dettagli

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA IN COLLABORAZIONE CON CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO DI TECNOLOGIE FARMACEUTICHE

Dettagli