N. 4 / Novembre 2015 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis. La forza dell amore. Solothurn. La Chaux-de-Fonds.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N. 4 / Novembre 2015 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis. La forza dell amore. Solothurn. La Chaux-de-Fonds."

Transcript

1 N. 4 / Novembre 2015 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis La forza dell amore SH Schaffhausen 8 domande a Notizie regionali La Chaux-de-Fonds Yverdon-les-Bains NE Rheinfelden Basel Pratteln Delémont Olten Aarau JU SO AG Solothurn Langenthal Biel/Bienne LU Burgdorf Luzern Neuchâtel Bern Sarnen BE Fribourg OW Thun Frauenfeld Amriswil TG Winterthur Zihlschlacht ZH St. Gallen Baden Herisau Zürich AR Wattwil AI Appenzell In Vietnam con Andreas Pröve Zug Pfäffikon SG ZG SZ Glarus Sargans Brunnen Stans GL NW Altdorf Chur UR Ilanz Prilly VD FR Lausanne GR Samedan

2 2 Editoriale Cari amici e amiche di Pro Infirmis, tra la mamma e il piccolo Stephen si percepisce un legame fortissimo, instauratosi sin dall inizio della gravidanza, anche se la donna non si è accorta subito di quel che stava succedendo. Tra lavoro, seri problemi di salute (disturbi renali e pressione alta) e il possibile inizio di una menopausa precoce, le sue giornate erano piuttosto frenetiche. Sono quindi trascorsi mesi prima che si rendesse conto di essere in dolce attesa. Una gravidanza inattesa, un problema ai reni. Dopo molti esami, si fa largo l eventualità di dover abortire, dato che il piccolo non riceve nutrimento a sufficienza attraverso la placenta. Domande difficili che richiedono risposte rapide. La mamma è disperata, non sa a chi rivolgersi con le sue paure e preoccupazioni. Pregare in silenzio in chiesa le dà il conforto che cerca, ancora oggi è così. Il bimbo starà bene? Come potrò fare, donna sola che ha sempre lavorato, a mantenere me e mio figlio? Che shock! La donna doveva prendere dei farmaci per il problema ai reni e contro l ipertensione, ed era preoccupata per la salute del piccolo. Aveva 47 anni e all improvviso si è ritrovata preda di forti emozioni. Dal vivace racconto della donna possiamo solo intuire quanto difficile deve essere stato quel periodo. Quando Stephen si avvicina gorgogliando e gattonando, si capisce che il suo sviluppo è ritardato, madre e figlio trasmettono tuttavia un calore e un amore tali che facilmente si scorda che è già un miracolo che Stephen sia vivo. Jacqueline Brunner Redazione il punto. Ogni progresso, anche il più piccolo, è un segno dell indomabile voglia di vivere di Stephen.

3 3 Sopravviverà? «Scoprire che ero incinta è stato uno shock. Mi sono subito chiesta se il bimbo sarebbe stato sano. Ma il peggio doveva ancora venire, ho dovuto infatti decidere se tenerlo o no.» Ancora oggi traspare quanto quel periodo è stato difficile e sconvolgente per la mamma. I medici premevano per avere una risposta, ma l incertezza era tanta, un alternanza continua tra sì e no. L unica costante era quel profondo legame con la vita che stava crescendo in lei, con l esserino a cui parlava in continuazione. Alla fine, i medici le hanno proposto di far decidere al bambino se voleva vivere. La mamma si è detta d accordo, ma poi la paura è tornata a sopraffarla: e se il bambino muore quando è ancora in pancia? Dopo un lungo e sofferto fine settimana, i medici e la mamma hanno concordato di procedere a un taglio cesareo. Tutto questo si è svolto nel giro di un mese. Stephen è venuto al mondo nel marzo dell anno scorso, dopo sole 26 settimane. Pesava 410 grammi ed era lungo 27 centimetri. Era un miracolo che fosse vivo. «Era così minuscolo e fragile, il suo pianto sembrava un pigolìo. Quando lo tenevo, avevo paura di addormentarmi e schiacciarlo.» La voce della mamma è ancora oggi piena di meraviglia quando racconta dei primi tempi. Stephen ha dimostrato di voler vivere: in totale, ha trascorso sei mesi in ospedale, dove la mamma andava a trovarlo tutti i giorni, tenendolo sul cuore per ore. Anche quando il piccolo si è preso un infezione che lo ha ridotto in fin di vita e i medici dubitavano che sarebbe sopravvissuto, la donna non ha mai smesso di parlare al suo bimbo: «Ce la fai tesoro, sei forte. Ne usciamo insieme». Stephen aveva troppo CO 2 nel sangue, così quando si svegliava gli veniva somministrato un farmaco e subito veniva di nuovo sedato. È andata avanti così per una settimana, con la mamma sempre accanto al piccolo, che ha tenuto duro e ce l ha fatta. Ancora una volta. La mamma è felice e sorride radiosa quando guarda il suo coraggioso ometto. La gestione della sonda gastrica necessita di mani esperte. Con la sonda gastrica va meglio Quando, dopo sei mesi di ospedale, ha potuto portare Stephen a casa, nulla lasciava presagire quello che sarebbe capitato. All inizio Stephen mangiava poco, poi più niente. Dopo il trauma della nascita era pure stato intubato reagiva male a qualsiasi tocco sul viso o sulla bocca. Non mangiava e non beveva nulla, ogni giorno era una lotta. Anche il sondino naso-gastrico, inseritogli alla nascita, cominciava a essere un problema. «Il sondino era un corpo estraneo in gola che lo infastidiva ulteriormente, per questo si è passati alla sonda gastrica.» La mamma racconta tranquilla di quel periodo non certo semplice. «La sonda deve essere pulita ogni giorno. Stephen ha una malformazione della laringe e Pro Infirmis Con le donazioni, Pro Infirmis aiuta Stephen e sua madre fornendo consulenza e cercando fonti di finanziamento per l assistenza di Stephen coordinando con il case management la rete di medici e terapisti sostenendo e accompagnando la madre nel reinserimento sul posto di lavoro procedendo ad accertamenti in materia di diritto delle assicurazioni sociali L amore materno racchiude un grande potere, come dimostra lo sviluppo di Stephen.

4 4 Glossario Intubazione Introduzione come dice il nome stesso di un tubo in un orifizio del corpo o in un organo cavo. In genere, il termine è inteso come introduzione di un tubo attraverso la bocca o il naso per la respirazione. Paralisi cerebrale La paralisi cerebrale è una paralisi parziale del cervello. Con questo non si intende che il cervello è paralizzato, bensì che sussiste una disfunzione permanente di alcune cellule cerebrali causata da un danno subìto dal cervello infantile nelle prime fasi dello sviluppo. Questa malattia colpisce i centri deputati alla postura e al movimento, con conseguenti svariate forme di disturbo del normale sviluppo motorio. Le persone affette non sono in grado di muovere i muscoli in modo controllato (alterazioni del tono muscolare, anomalie posturali, disturbi della coordinazione e movimenti incontrollati). La gravità e la manifestazione di affezioni concomitanti dipendono dall estensione e dall ubicazione del danno cerebrale. Fino a pochi mesi fa, nessuno avrebbe nemmeno sperato che il piccolo riuscisse a stare seduto da solo. della trachea, quindi di momenti difficili ce ne sono tanti, ma non mi voglio lamentare, sono sempre stata aiutata molto.» Aiuti finanziari «Ero giunta al limite, stavo per impazzire, da sola non avrei più retto a lungo, rischiavo di farmi travolgere dalla montagna di carte e documenti, quando la consulente materna mi ha segnalato Pro Infirmis.» Giusto in tempo, perché l assistente sociale di Pro Infirmis ha constatato che mancavano appena tre giorni alla scadenza del termine per presentare domanda all AI e ottenere così il pagamento delle fatture. Sarebbe stato un disastro, dato che, pur lavorando quasi al 100 per cento, lo stipendio della donna non è alto e il nutrimento per Stephen e tutte le altre misure sono costosi. «Non so che ne sarebbe stato di me senza Pro Infirmis. Ero disperata. La mia assistente sociale mi ha aiutata a rimettermi in carreggiata. Abbiamo beneficiato di un sostegno finanziario e mi ha dato una mano con tutte le carte, era così complicato!» La gratitudine e la gioia per questo nuovo ini- zio sono chiaramente percepibili. Come pure il sollievo per l appoggio di Pro Infirmis durante i colloqui con il datore di lavoro. «Lavoro in una casa anziani da quasi vent anni e dovevamo vedere come fare con il mio grado di occupazione. La signora S., la mia assistente sociale, mi ha accompagnata ai colloqui, aiutandomi a capire tutto bene. Magari posso lavorare un po meno. Con l aiuto di Pro Infirmis, dovrei riuscirci.» Sarebbe importante che la mamma passasse più tempo a casa, perché Stephen ha un leggero disturbo motorio di origine cerebrale che, unito agli altri handicap, rende necessarie terapie regolari. La logopedista si reca al loro domicilio una volta la settimana e pure lo spitex pediatrico interviene. Una solida rete di persone di sostegno e l aiuto del nipote di 22 anni che con grande senso di responsabilità segue il cugino contribuiscono a gestire le difficoltà quotidiane. Tutto questo consente al piccolo di crescere nelle migliori condizioni possibili. Nonostante le mille avversità, il legame tra madre e figlio è forte e solido, e tale rimarrà.

5 5 8 domande a Rita Roos-Niedermann, residente a Lichtensteig nel Togghenburgo (SG) Direttrice di Pro Infirmis da 10 anni Sposata Rita Roos Perché lavora per Pro Infirmis e da quando? In qualità di avvocata, sono stata spesso interpellata da persone con handicap e in veste di Granconsigliera mi sono battuta in favore dell accessibilità quando è stata rivista la legge edilizia. Durante un soggiorno di perfezionamento negli USA, ho visto che cosa significa pari opportunità a livello di mezzi pubblici: i passeggeri di un bus affollato aspettano pazienti senza borbottare finché un veterano di guerra trova posto con la sua sedia a rotelle elettrica. Ho una sorella paraplegica e da 38 anni vedo da vicino quanto è tuttora difficile condurre una vita autonoma in Svizzera. Con il mio lavoro in seno a Pro Infirmis, posso fornire seppure indirettamente un contributo fattivo affinché le persone con handicap possano beneficiare di un sostegno competente e condurre così l esistenza autonoma di loro scelta. Di che cosa si occupa esattamente? Detengo la massima direzione operativa e la responsabilità di circa 1600 dipendenti. Sono a capo dei miei cinque colleghi della Direzione e coordino il lavoro dei vari dipartimenti, oltre a guidare l assistente di Direzione, altre due assistenti e il settore Personale. Per me è importante che tutto il nostro operato sia sempre incentrato sulle persone in situazione di handicap. centrale di Zurigo con tutto il personale di Pro Infirmis. Lea era felicissima. Per me è stato un momento molto toccante. E qual è stato l episodio più triste? La notizia dell improvviso decesso dell'appena cinquantenne Direttore cantonale di Pro Infirmis Soletta. Quali sono i suoi passatempi preferiti? Il mio cane Isa, un bovaro dell Entlebuch di dodici anni con un difetto congenito alla zampa anteriore destra. È vivacissima e ha una spiccata personalità. È sveglia, adora nuotare e ci dà un bel daffare. In più mi piace leggere, apprezzo i film, la musica e la cucina di mio marito. Sono diventati un passatempo anche gli incontri con i passeggeri del treno che prendo tutti i giorni per andare al lavoro a Zurigo, uno dei vantaggi dell essere una pendolare. Dove trascorrerà le prossime vacanze? In autunno andremo in Engadina, a Sils Maria. Che cosa augura al mondo? Rispetto e stima per la vita e la natura, e protezione dell integrità di esseri umani e animali. Pace, comprensione, tolleranza e partecipazione. Qual è stato l episodio più bello che le è capitato da quando lavora per Pro Infirmis? È stato il battesimo di una locomotiva delle FFS con la piccola Lea, una bimba con handicap che assieme al suo papà è stata una dei protagonisti di una nostra campagna di affissioni. Quel giorno cadeva per caso il suo terzo compleanno. L ho presa in braccio per «battezzare» la locomotiva con la foto di Lea e il nostro logo, cantando poi la tradizionale canzoncina di buon compleanno sul binario della stazione Che cosa desidera dire ai nostri donatori? La loro empatia e generosità ci consentono di offrire ogni anno un valido sostegno a più di 20'000 persone in situazione di handicap. Gli incontri con i donatori mi colpiscono ogni volta: molte persone che già hanno poco effettuano sempre una donazione, perché sanno quanto ogni contributo sia prezioso.

6 6 In breve Notizie regionali SH Schaffhausen Basel Rheinfelden Frauenfeld Amriswil TG Pratteln Winterthur Zihlschlacht ZH St. Gallen Baden Delémont Olten Herisau Aarau Zürich AR JU SO Wattwil AI AG Appenzell Solothurn Langenthal Zug Pfäffikon SG Biel/Bienne LU ZG La Chaux-de-Fonds Burgdorf Luzern SZ Neuchâtel Brunnen Glarus Sargans NE Stans Bern GL Sarnen NW BE Altdorf Chur Yverdon-les-Bains Fribourg OW Thun UR Ilanz VD FR GR Prilly Lausanne Samedan VD: CAMPIONI SULLA LINEA DI PARTENZA Pro Infirmis Vaud non ha sostenuto i Mondiali di paracycling tenutisi a Yverdon-les-Bains soltanto in veste di sponsor, bensì anche con numerosi tifosi. Gli atleti svizzeri hanno portato a casa nove medaglie, un risultato fantastico che fa ben sperare per le Paralimpiadi 2016 di Rio de Janeiro. GE Genève Monthey Martigny Sion VS Sierre Brig Locarno TI Bellinzona Massagno Sedi cantonali Servizi di consulenza Servizi di consulenza di organizzazioni partner Scuole di vita autonoma BE/SO: IL FLUSSO DELL ARTE Nel centro diurno di Pro Infirmis a Gerlafingen, lavorano persone che non riescono a trovare un occupazione a causa di una malattia o un handicap. 24 partecipanti hanno preso parte alla mostra «Kunstfluss» (letteralmente: flusso d arte) e ad Attiswil, sulle rive del ruscello del paese, hanno presentato un opera collettiva, un installazione di grandi dimensioni composta di ciotole realizzate dai partecipanti che raccolgono e convogliano l acqua del torrente. Una dimostrazione di grande creatività e fantasia. GR: ESPERIENZE IN SEDIA A ROTELLE Le persone in sedia a rotelle e ipovedenti si scontrano spesso con ostacoli architettonici difficili, se non impossibili, da superare. Affinché il grande pubblico ne prenda coscienza, Pro Infirmis Grigioni ha creato un percorso molto speciale, composto di vari ostacoli di legno modulabili a scelta. In occasione di eventi, i visitatori di ogni età scoprono così che cosa significa essere limitati nella mobilità e nell autonomia. SG: DIFENDERE I PROPRI INTERESSI In un corso specifico, le persone con un leggero disturbo cognitivo imparano a difendere i propri interessi personali e politici, acquisendo conoscenze di base sul sistema politico svizzero e sulla situazione sociale delle persone con handicap. Applicare nella quotidianità le nuove competenze infonde la motivazione e il coraggio necessari ad attivarsi in prima persona e ad assumersi responsabilità.

7 7 Andreas Pröve Scene di ordinaria follia Mi sento parte di un immenso banco di pesci, all interno del quale una miracolosa armonia rimpiazza qualsiasi regola stradale. Pare quasi che Budda ci abbia messo lo zampino Mi trovo in posizione rialzata sul marciapiede con una splendida vista sulla maggiore attrazione della città: il traffico. Il mio cervello si rifiuta di comprendere quello che vedo, un paradosso che farebbe la gioia di qualsiasi adepto della teoria del caos. Davanti ai miei occhi sfrecciano in ogni direzione centinaia di motorini guidati da persone con caschi di ogni foggia e colore. Ovunque volga lo sguardo, prevedo scontri, sento già il rumore delle lamiere e delle plastiche che rovinano sull asfalto ma nulla di tutto questo succede. Deve essere un miracolo. O queste persone dispongono forse di un sesto senso a me sconosciuto che permette loro di uscire indenni da questa impenetrabile giungla di dueruote? Sono affascinato. E provo una sconfinata ammirazione per coloro che svoltano a sinistra, perché devono immettersi a tutta velocità nel traffico di senso contrario. Un suicidio. Impavidi individui si evitano la fatica guidando direttamente sul lato sinistro. E se la situazione si fa troppo caotica, rimane sempre il marciapiede. Che questo pauroso spettacolo rispecchi la mentalità vietnamita? Se è così, deve indubbiamente trattarsi di un popolo di liberi pensatori, anarchici e partigiani. Mi piacciono. Dopo un attenta osservazione, credo di avere capito qual è il trucco per sopravvivere. Deve essere il contatto visivo. Deve per forza. Il segreto sta nel comunicare con gli occhi, dato che il clacson non viene praticamente usato e la gestualità è inesistente. Sono a Ho Chi Minh City e sto per sottopormi al suo rito di iniziazione. Aggancio la bici a manovella alla sedia a rotelle e inserisco la prima. Mi aspetta una grande sfida e non ho nessuna idea di come andrà a finire. Seguo il marciapiede finché non si abbassa e poi mi infilo nella corrente. Devo dire che me la cavo piuttosto bene. Finché non devo superare un incrocio manca tanto così e mi spiaccico contro un bus. Benché cerchi sorridendo lo sguardo degli altri utenti della strada e tutti rispondono con un cordiale sorriso non riesco a imitarli e mi muovo come un corpo estraneo. Alla prima occasione mi rifugio sul marciapiede. Evidentemente mi manca qualcosa per riuscire ad attraversare la strada. Sarà una questione di occhio... Non mi do per vinto e ci riprovo. Ogni volta divento più bravo e soprattutto scopro qualcosa che in realtà già immaginavo: qui, al mio mezzo largo sessantacinque centimetri sembrano bastarne anche sessanta per passare. All improvviso, come se qualcuno avesse azionato un comando, divento anch io parte della massa in movimento. Svoltare a sinistra? Nessun problema, come per magìa si apre un passaggio. Un paio di manovre azzardate? Nessuno se la prende. E ora la grande prova: bruciare il semaforo e penetrare nel traffico di senso contrario. Funziona. Maggiori informazioni:

8 8 Le voci dei donatori: grazie a queste persone e a voi possiamo prestare importanti aiuti. «Abbiamo già incominciato in estate a preparare le stelle di Natale.» Oltre una ventina di persone del laboratorio Drahtzug ha lavorato per mesi alle stelle di Natale destinate a Pro Infirmis. Si è trattato di una prova di abilità, pazienza e resistenza sia per i collaboratori sia per i responsabili. Drahtzug è un istituto sociale moderno che ha come compito l integrazione di chi fatica ad accedere al mondo del lavoro. Tale integrazione avviene innanzitutto per mezzo di una collaborazione che crea valore aggiunto nel quadro di un ampia offerta di prestazioni inserite nel ciclo economico orientato al profitto. Drahtzug offre a oltre 300 persone lavoro e formazione, un laboratorio con assistenza diurna e alloggi accompagnati. Ramin Nassiri (nella foto a destra) è uno dei responsabili che con pazienza e umorismo aiuta tutti coloro che ne hanno bisogno. Una breve occhiata per controllare che tutto venga fatto come stabilito è parte della routine. Ma il lavoro non è mai noioso. Anche se le procedure sono sempre le stesse, le persone che necessitano di un sostegno particolare sono imprevedibili e seguirle individualmente nel rispetto delle esigenze della clientela dell economia privata è una sfida che si rinnova ogni giorno per tutte le parti. Ogni stella viene realizzata e imballata con grande cura e pazienza affinché ai donatori di Pro Infirmis vada un bel regalo. Maggiori informazioni su Drahtzug al sito Jacqueline Brunner Donazione sportiva Nel giugno di quest anno, 585 podisti si sono dati appuntamento di fronte all imponente Carlisle Castle per attraversare l Inghilterra da ovest a est. Thomas Waldmeier, sulla linea di partenza a nome dell AVIA, era uno di loro. Il percorso di 111 km lo ha portato lungo il Vallo di Adriano fino a Newcastle attraverso prati fioriti e pascoli. Dei 585 concorrenti iniziali, 434 hanno raggiunto il traguardo entro il limite di 26 ore. Thomas Waldmeier ci è riuscito in 11 ore e 31 minuti, un risultato che gli è valso il quattordicesimo posto in graduatoria. Dopo di che, ha appeso le sue scarpe da corsa al proverbiale chiodo nella consapevolezza che, per celebrare degnamente il suo ritiro, le aziende del Gruppo AVIA hanno unito ancora una volta le forze per consentirgli di donare a Pro Infirmis più di 6000 franchi. Ringraziamo di cuore Thomas Waldmeier per il suo grande impegno! Impressum il punto. N. 4, novembre 2015; appare quattro volte l anno Redazione ed edizione: Pro Infirmis, casella postale, 8032 Zurigo Tel , fax Jacqueline Brunner (responsabile), Stefanie Huber, Ellen Thiele, Gaby Ullrich Ceresa Fotografie: Ursula Meisser, Andreas Pröve Grafica: bartók GmbH, Zurigo Produzione: Prowema GmbH, Pfäffikon Abbonamento annuale: fr. 5. compreso nella donazione. Conto per le donazioni: CP

PADRINATI. Aiuti diretti per le persone in situazione di handicap che vivono nella vostra regione

PADRINATI. Aiuti diretti per le persone in situazione di handicap che vivono nella vostra regione PADRINATI Aiuti diretti per le persone in situazione di handicap che vivono nella vostra regione Lenire il bisogno, donare gioia, aiutare le famiglie. Care madrine, cari padrini, vi ringrazio sentitamente

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni

Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni Holcim (Svizzera) SA Cornelia Eberle, HR Business Partner, datrice di lavoro con Franz Schnyder, ex responsabile del Settore Servizi interni In una riunione del Comitato di direzione, la nostra direzione

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

N. 1 / Marzo 2013 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis. Solothurn. La Chaux-de-Fonds. Neuchâtel. Yverdon-les-Bains.

N. 1 / Marzo 2013 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis. Solothurn. La Chaux-de-Fonds. Neuchâtel. Yverdon-les-Bains. N. 1 / Marzo 2013 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis «L essere umano è forte e sopporta molto.» SH Schaffhausen 8 domande a Notizie regionali La Chaux-de-Fonds Yverdon-les-Bains NE

Dettagli

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete

TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista. PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete TAVOLA ROTONDA Programmazione della gravidanza e diabete: i diversi punti di vista PENSO ALLA GRAVIDANZA ed ho il diabete Una cosa sola è certa del mio futuro... VOGLIO avere dei figli! il diabete non

Dettagli

Lettera di ringraziamento di pazienti trapiantati

Lettera di ringraziamento di pazienti trapiantati Una breve lettera dal grande effetto Lettera di ringraziamento di pazienti trapiantati Egregio paziente trapiantato, Gentile paziente trapiantata, se riceviamo un regalo, sentiamo l impulso di ringraziare

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

L albero di cachi padre e figli

L albero di cachi padre e figli L albero di cachi padre e figli 1 Da qualche parte a Nagasaki vi era un bell albero di cachi che faceva frutti buonissimi. Per quest albero il maggior piacere era vedere i bambini felici. Era il 9 agosto

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Il datore di lavoro Sandra Meier La signora F. è impiegata nella nostra azienda al servizio clienti. Lavora alla Helsana da oltre 20 anni. L ho conosciuta nel 2006 al

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Ristorante "Il Rusticone, Bienne

Ristorante Il Rusticone, Bienne Ristorante "Il Rusticone, Bienne Il datore di lavoro Salvatore Trovato È stata una coincidenza felice: quando M. mi ha proposto di lavorare da me al ristorante "Rusticone", stavo giusto cercando un nuovo

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO

LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO LEARNIT DONNE NEL SETTORE INFOMATICO CLAIRE (UK) Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2

Scuola media di Giornico. tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio. Progetto sostenuto dal GLES 2 Scuola media di Giornico L affettività e la sessualità, tra stimoli artistici e nozioni scentifiche. Il fotolinguaggio Progetto sostenuto dal GLES 2 Dai sensi all azione Sensi Sensazioni Emozioni Sentimenti

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Proposta di intervento rieducativo con donne operate al seno attraverso il sistema BIODANZA

Proposta di intervento rieducativo con donne operate al seno attraverso il sistema BIODANZA Proposta di intervento rieducativo con donne operate al seno attraverso il sistema BIODANZA Tornare a «danzare la vita» dopo un intervento al seno Micaela Bianco I passaggi Coinvolgimento medici e fisioterapiste

Dettagli

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010).

Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). ARRIETTY Per i più grandi. Un film di Hiromasa Yonebayashi. Titolo originale: Karigurashi no Arrietty. Animazione. Durata 94 min. Giappone (2010). Sotto il pavimento di una grande casa nella campagna di

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Progetto dell UNICEF Svizzera. «Il mio quarto bimbo è sopravvissuto: è venuto al mondo senza HIV» Marafelie Khechane, Lesotho

Progetto dell UNICEF Svizzera. «Il mio quarto bimbo è sopravvissuto: è venuto al mondo senza HIV» Marafelie Khechane, Lesotho Progetto dell UNICEF Svizzera «Il mio quarto bimbo è sopravvissuto: è venuto al mondo senza HIV» Marafelie Khechane, Lesotho Quasi ogni minuto nasce un bebè sieropositivo. Senza un oppo la metà di loro

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

Reusser Bau GmbH, Recherswil (SO)

Reusser Bau GmbH, Recherswil (SO) Reusser Bau GmbH, Recherswil (SO) Andi Reusser, datore di lavoro Circa quattro anni fa la signora Mercatali, insegnante alla scuola di pedagogia curativa di Soletta (Heilpädagogische Schule Solothurn,

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

«Un bambino è per la vita!»

«Un bambino è per la vita!» N. 1 / Marzo 2015 Periodico per le donatrici e i donatori di Pro Infirmis «Un bambino è per la vita!» 8 domande a Notizie regionali nds NE Rheinfeld Basel Pratteln Delémont Olten JU SO Solothurn Langen

Dettagli

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari

LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI. La Biblioteca per i Pazienti. Impressioni dei Volontari LA BIBLIOTECA PER I PAZIENTI SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO Anno 2005/2006 La Biblioteca per i Pazienti Impressioni dei Volontari Gloria Lombardo, Valeria Bonini, Simone Cocchi, Francesca Caffarri, Riccardo

Dettagli

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI

ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI ADOZIONE E ADOLESCENZA: LA COSTRUZIONE DELL IDENTITÀ E RICERCA DELLE ORIGINI DOTT. CARLOS A. PEREYRA CARDINI - PROF.SSA ALESSANDRA FERMANI PROF.SSA MORENA MUZI PROF. ELIO RODOLFO PARISI UNIVERSITÀ DEGLI

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005

ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005 ESEMPIO DELLA PROVA DI ITALIANO DI FINE AGOSTO 2005 Storie lunghe un binario E Tickets il titolo del film che Olmi, Kiarostami e Loach hanno firmato insieme. Lo hanno presentato al Festival del Cinema

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

Missioni cristiane per i ciechi nel mondo. Desideri. per una vita diversa. Ecco che cosa desiderano i bambini disabili

Missioni cristiane per i ciechi nel mondo. Desideri. per una vita diversa. Ecco che cosa desiderano i bambini disabili Desideri per una vita diversa Missioni cristiane per i ciechi nel mondo dona la luce Ecco che cosa desiderano i bambini disabili Il mio fratellino è cieco. Vorrei qualcuno che lo aiuti. Christina (9 anni)

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

AMIGOS DE MATTEO I PICCOLI DISABILI DI BOA VISTA APPUNTI VARI A NOVEMBRE 2012

AMIGOS DE MATTEO I PICCOLI DISABILI DI BOA VISTA APPUNTI VARI A NOVEMBRE 2012 AMIGOS DE MATTEO I PICCOLI DISABILI DI BOA VISTA APPUNTI VARI A NOVEMBRE 2012 RUBEN JUNIOR NASCIMENTO, nato il 12/08/2010, vive a Sal Rei (BV) Conosciuto a gennaio 2011. Il bambino riesce a stare in piedi

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

inclinazione del terreno ostacoli voluminosi

inclinazione del terreno ostacoli voluminosi Unità 7 Macchine agricole e infortuni CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi scritti sulla sicurezza in agricoltura le parole relative alla sicurezza in agricoltura e all uso delle macchine

Dettagli

Serena vive, scrive, comunica

Serena vive, scrive, comunica Serena vive, scrive, comunica Serena Negrisolo SERENA VIVE, SCRIVE, COMUNICA Poesie alla mia cara mamma a Marcella al mio papà Introduzione Sono Pino, il papà di Serena. Al termine del terzo anno di

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com

200 Opportunities to Discover ITALIAN. www.second-language-now.com BASIC QUESTIONS 200 Opportunities to Discover ITALIAN Basic Questions Italian INDICE 1. SEI CAPACE DI?...3 2. TI PIACE?...4 3. COME?...5 4. QUANDO?...6 5. CHE?...7 6. COSA?...8 7. QUALE?...9 8. QUANTO?...10

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette

Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Tutti i giorni con me, i miei consigli e le mie ricette Introduzione... 7 Ti lascio una ricetta... 9 Ottobre... 13 Novembre... 51 Dicembre... 89 Gennaio...127 Febbraio...167 Marzo... 203 Aprile... 241

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata.

Canzoncina. Di qui potete vedere Come sia innocuo il bere. Canto di un amata. Canzoncina I. C era una volta un tizio A diciottanni prese il vizio Di bere, e per questa china Lui andò in rovina. Morì a ottantant anni e il perché È chiaro a me e a te. 2. C era una volta un piccolo,

Dettagli

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013

Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Diego e Ilaria 26 Luglio 2013 Musica J.Pachelbel, Canone R. Wagner, Marcia Nuziale da Lohengrin Poesia di: Alan Douar Quando ti chiedo cos è l amore, immagina due mani ardenti che si incontrano, due sguardi

Dettagli