COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA. OGGETTO: Integrazioni e modificazioni al Regolamento comunale per i servizi funebri e cimiteriali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA. OGGETTO: Integrazioni e modificazioni al Regolamento comunale per i servizi funebri e cimiteriali"

Transcript

1 COPIA Deliberazione Consiglio Comunale N. 4 del COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: Integrazioni e modificazioni al Regolamento comunale per i servizi funebri e cimiteriali L anno duemilaquattordici il giorno cinque del mese di febbraio alle ore 20:30, nella sala delle adunanze consiliari, convocato dal Sindaco con avvisi scritti, notificati a ciascun consigliere, si è riunito il consiglio Comunale in seduta pubblica Fatto l appello nominale risultano: ALUNNI PROIETTI MASSIMO Presente LAGETTI MASSIMO Presente CHIODINI GIACOMO Presente TABORCHI LUCIANO Presente BALDONI IVO Presente PAPARELLI MONICA Presente ORECCHINI GIULIANA Presente SORDI GIANCARLA Presente MAGHINI ELEONORA Presente CONTINI LANDO Presente MICCIO FABRIZIO Presente ANNETTI NAZARENO Presente MONTANELLI SAURO Presente OLLIERI MASSIMO Presente CARROZZA GIULIANO Presente MENCONI MARCO Presente RUBECA FRANCESCO Presente BIZZARRI STEFANO Presente ALVISI GIORGIO Presente PIETROPAOLI ELISA Presente TUFO CRISTINA Presente Assume la presidenza il SINDACO MASSIMO ALUNNI PROIETTI nella sua qualità di Presidente del Consiglio. Partecipa alla seduta il Segretario LUIGI LEPORE. Vengono nominati scrutatori i Signori: GIANCARLA SORDI MASSIMO OLLIERI FRANCESCO RUBECA (min.) E il Presidente, riconosciuta legale l adunanza, invita il Consiglio a trattare l argomento iscritto all O.D.G. Pag. 1

2 COPIA Deliberazione Consiglio Comunale N. 4 del OGGETTO: Integrazioni e modificazioni al Regolamento comunale per i servizi funebri e cimiteriali Il Sindaco Presidente nel procedere alla trattazione dell argomento iscritto all O.d.g. illustra la seguente proposta di delibera. RICHIAMATI: il D.P.R. 396/2000 Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile, a norma dell'articolo 2, comma 12, della L. 15 maggio 1997, n. 127; il D.P.R. 285/1990 Approvazione del regolamento di polizia mortuaria; Dato atto che la proposta di deliberazione è stata istruita dal Responsabile dell Area Attività Produttive e culturali e dal Responsabile dell Area Segreteria generale con l assistenza e la consulenza giuridica del Segretario Generale; Acquisito il parere di regolarità tecnica di cui all art. 49, c.1, D.Lgs. n.267/2000, espresso in termini positivi sulla predetta proposta dal Responsabile dell Area Attività Produttive e culturali e dal Responsabile dell Area Segreteria generale; Dato atto che non viene richiesto il parere di regolarità contabile in conformità a quanto statuito dall'art.49, c.1, D. Lgs. n.267/2000 in quanto la proposta non esplica effetti diretti o indiretti sulla situazione economicofinanziaria e sul patrimonio dell ente; PREMESSO CHE: Alla luce dell esperienza applicativa del vigente regolamento comunale per i servizi funebri e cimiteriali, adottato con deliberazione consiliare n. 22 del 26/02/1999, è emersa l esigenza di apportarvi modificazioni ed integrazioni dal punto di vista operativo nonché per adeguarlo alla vigente normativa; Tali modificazioni ed integrazioni sono state elaborate dal Responsabile dell Area Attività Produttive e culturali e dal Responsabile dell Area Segreteria generale con l assistenza e la consulenza giuridica del Segretario Generale e vengono di seguito illustrate e precisate: l articolo 2 viene così integrato: dopo il comma 1 viene aggiunto il comma 1 bis: Le funzioni di polizia mortuaria di competenza del Comune sono esercitate dal Sindaco quale Ufficiale di governo ed Autorità Sanitaria Locale e possono essere delegate agli Ufficiali di Stato Civile ; all art. 16 comma 2 dopo:.. il Sindaco vengono aggiunte le parole o suo delegato ; all art. 19 comma 1 dopo:.. il Sindaco vengono aggiunte le parole o suo delegato ; l articolo 21 viene così integrato: dopo il comma 2 viene aggiunto il comma 2 bis: Il Sindaco può delegare il rilascio delle autorizzazioni di cui ai commi 1 e 2 del presente articolo all Ufficiale di Stato Civile ; l art. 39 comma 3 terzo periodo viene così sostituito: Tutto ciò che durante le operazioni di esumazione ed estumulazione viene rinvenuto dovrà essere smaltito nel rispetto delle vigenti norme sanitarie. all art. 41 comma 1 dopo:.. D.P.R. 285/90 vengono aggiunte le parole come modificato ed integrato dalla Legge n. 130 del 30 marzo Tali disposizioni integrano e sostituiscono le successive disposizioni di cui agli artt. 42, 43 e 44 del presente Regolamento qualora in contrasto ; l oggetto dell art. 63 viene modificato nel modo seguente: Rinuncia a concessione di loculo a tempo determinato di durata fino a 99 anni ; TUTTO CIO PREMESSO, Aperto il dibattito consiliare: Chiuso il dibattito consiliare, Con votazione svolta in forma palese, il cui esito è proclamato dal Sindaco nei seguenti termini: consiglieri presenti: consiglieri votanti: Pag. 2

3 COPIA Deliberazione Consiglio Comunale N. 4 del astenuti: voti favorevoli: voti contrari: DELIBERA 1) 2) 3) 4) di approvare le modificazioni ed integrazioni al vigente regolamento comunale per i servizi funebri e cimiteriali, adottato con deliberazione consiliare n. 22 del come di seguito riportate: l articolo 2 viene così integrato: dopo il comma 1 viene aggiunto il comma 1 bis: Le funzioni di polizia mortuaria di competenza del Comune sono esercitate dal Sindaco quale Ufficiale di governo ed Autorità Sanitaria Locale e possono essere delegate agli Ufficiali di Stato Civile ; all art. 16 comma 2 dopo:.. il Sindaco vengono aggiunte le parole o suo delegato ; all art. 19 comma 1 dopo:.. il Sindaco vengono aggiunte le parole o suo delegato ; l articolo 21 viene così integrato: dopo il comma 2 viene aggiunto il comma 2 bis: Il Sindaco può delegare il rilascio delle autorizzazioni di cui ai commi 1 e 2 del presente articolo all Ufficiale di Stato Civile ; l art. 39 comma 3 terzo periodo viene così sostituito: Tutto ciò che durante le operazioni di esumazione ed estumulazione viene rinvenuto dovrà essere smaltito nel rispetto delle vigenti norme sanitarie. all art. 41 comma 1 dopo:.. D.P.R. 285/90 vengono aggiunte le parole come modificato ed integrato dalla Legge n. 130 del 30 marzo Tali disposizioni integrano e sostituiscono le successive disposizioni di cui agli artt. 42, 43 e 44 del presente Regolamento qualora in contrasto ; l oggetto dell art. 63 viene modificato nel modo seguente: Rinuncia a concessione di loculo a tempo determinato di durata fino a 99 anni ; di trasmettere la presente deliberazione ai Responsabili di Area ed all Organo di Revisione economicofinanziaria; di dare atto che il presente regolamento entrerà in vigore dopo che la relativa deliberazione sarà divenuta esecutiva e dopo la pubblicazione per ulteriori quindici giorni all albo pretorio del Comune, ai sensi dell art. 63, comma 2, dello Statuto vigente; di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell art. 134, c.4, D. Lgs. n. 267/2000, ricorrendo le circostanze d urgenza, previa ulteriore votazione in forma palese, il cui esito è proclamato dal Sindaco nei seguenti termini: consiglieri presenti: consiglieri votanti: astenuti: voti favorevoli: voti contrari: Aperto il dibattito consiliare ****************** SINDACO Questa è una pratica seppur di routine, ha l obbligo di essere presentata, votata dal Consiglio Comunale per ragioni istituzionali, giuridiche e anche procedurali, non è altro che una rivisitazione, correzione o meglio puntualizzazione del regolamento che viene esercitato per l attività anagrafica dello stato civile nel suo insieme, ma in maniera specifica per i defunti qualora transitano nel Comune di Magione, quindi nei cimiteri del Comune di Magione, quindi è un aggiornamento, un riallineamento delle competenze del funzionario e quindi vanno anche a raccogliere quelle che sono state normative ultime recepite o comunque abbiamo anche migliorato e comunque anche perfezionato l iter che il cittadino in quel momento deve fare, tutto ciò per rendere meno burocratica la procedura e comunque più puntuale e più precisa e anche più attenta, ammesso che comunque su argomenti di questo genere, l attenzione è obbligatoria. Pag. 3

4 COPIA Deliberazione Consiglio Comunale N. 4 del Niente di eccezionale, ovviamente la delega dello stato civile la esercita il Sindaco che può comunque nominare funzionari con tale esercizio, proprio perché possa esercitarlo anche in assenza del Sindaco stesso. Devo anche ringraziare o meglio mettere in evidenza la capacità, la bravura certosina anche la dedizione e puntualità dell ufficio stato civile e stato anagrafe anche in tempi e momenti o in giorni differenti da quelli ordinari che vanno dal lunedì al venerdì, nel mentre il sabato c è un turno di reperibilità, la domenica comunque qualora ci siano le condizioni, le necessità, ovviamente c è sempre comunque una deroga e quindi il Sindaco o l ufficiale di Stato civile, concede l autorizzazione per tumulazione, estumulazione, traslazione, trasferimenti o operazioni cimiteriali di vario genere, non sono poche, ma mi fermo qui perché non voglio allungare né rubare tempo e spazio ai punti successivi. Questa pratica è stata esaminata dalla Terza Commissione, ha ricevuto almeno da quanto ho letto dal verbale, quanto ho anche ascoltato, ero presente, non è stato obiettato nessun tipo di rilievo, per cui se ci sono interventi invito i consiglieri a intervenire, altrimenti passerò alla votazione. CONS. BIZZARRI Brevemente perché le modifiche effettivamente come ricordavi te, sono modifiche parziali, dove spesso negli articoli, nei commi, vedi il 16, il 19, il 21, il 39 spesso alla parola Sindaco si aggiunge Sindaco che delega l ufficiale i miei dubbi sono è che il regolamento cimiteriale sarebbe stato opportuno lavorarci con un po più di calma e non vedo perché questi aggiornamenti, dato che si fa riferimento alla legge 130 che risale al 2001 debbono essere fatte in così breve tempo e così rapido. Poi per quanto riguarda in pratica vorrei chiedere dei chiarimenti rispetto all art. 63, dove si parla a una rinuncia a concessione di loculo a tempo determinato fino a 99 anni, questo è un punto interrogativo che mi piace praticamente chiarire, anche perché ho espresso un concetto che non mi è rimasto chiaro, significa che dopo 99 anni in pratica il comune ritorna in possesso perfettamente del loculo, senza però che ci sia un addebito ulteriore da parte di chi ne ha usufruito perché spesso, quando ci sono le rimozioni o ci sono le riesumazioni, vedo anche in altri comuni la necessità di versare senza nessun servizio da parte del comune, la necessità, questo succede per esempio nel Comune di Perugia, di versamenti in bollettini che sono nell ordine di 200/300 Euro per le famiglie, poi la famiglia è costretta a rivolgersi comunque a un impresa funebre quindi anche una semplice riesumazione, se la riesumazione poi va in una certa direzione, che si possono utilizzare dei piccoli contenitori la spesa per la famiglia è 300 più l impresa funebre, se sono necessarie le casse quelle a schiacciamento perché magari il defunto è mummificato, il costo per una famiglia sono praticamente anche di migliaia di Euro, il chiarimento su questo art. 63 penso che sia legato al fatto, sia necessario che non ci sia un aggravio economico per quanto riguarda una famiglia che viene momentaneamente cointeressata. SINDACO Intanto le normative generali ovviamente sono uguali per tutti i comuni d Italia, quindi la legislazione è nazionale, è altrettanto comprensibile che ogni comune magari adegua con il regolamento le proprie consuetudini, abitudini o comunque metodi comportamentali, non voglio richiamare ciò che succede a Perugia, dovrei dire che a Perugia il loculo te lo danno 18 ore dopo il decesso, voglio invece valorizzare ciò che vanno migliaia di comuni, ma anche il Comune di Magione, il quale permette ai cittadini di prenotare abbondantemente, vorrei aggiungere, anzitempo ma anche decenni. La seconda precisazione, visto che entri nel particolare, anche nel nostro ordinamento ci sono loculi di proprietà perenne, quindi ci sono cittadini che hanno acquistato gli spazi tantissimi anni fa e ne sono proprietari, è la parola più ufficiale che conosciamo, come pure ci sono edicole funerarie che sono andate in proprietà alla persona o alle persone, o alla famiglia poi successivamente si è inserita una norma, una legge, una normativa che stabilisce che il comune non vende i loculi e non vende neanche le aree cimiteriali, ma concede a chi ne fa richiesta, l utilizzo di quegli spazi tanto che siano locali singoli che gruppi di loculi o terreni per la costruzione di edicole funerarie per cui ci sono dei loculi che hanno un tempo di 99 anni di concessione, quelli di ultima generazione, ci sono concessioni di loculi che durano 50 anni! Quindi noi paghiamo la concessione, ma non paghiamo la proprietà del loculo e comunque dopo 50 anni dobbiamo restituire il loculo perché è in concessione, ma dico cose banali, forse troppo banali, ma forse anche poco conosciute perché molti nell immaginario collettivo c è l intenzione, la credenza popolare di dire: siccome ho comprato il mio No, sono concessioni, quindi non si può neanche fare mercato tra cittadini perché è vietato, non si può vendere al mercato, si deve restituire, qualora il cittadino ha la facoltà o la necessità di Pag. 4

5 COPIA Deliberazione Consiglio Comunale N. 4 del restituire, il comune si riprende anche il loculo e se era di proprietà in alcuni casi abbiamo restituito il valore di quel loculo sempre aggiornato ai prezzi di mercato, comunque aggiornato secondo la vetustà del loculo stesso. Ma credo che comunque la conclusione di questa mia risposta non è tanto incentrata sulla consegna o sulla costruzione, perché la crisi economica di fatto ha raffreddato il mercato anche cimiteriale, quindi ci sono un numero abbondante di spazi, toccate ferro magari, ma c è un numero abbondante di spazi per la popolazione di Magione, considerato che negli anni passati c è stato anche un accaparramento un po esagerato rispetto al numero delle persone, della famiglia o comunque della parentela, quindi si è un po esagerato, ma c erano le condizioni economiche, oggi c è invece una controtendenza, quindi anche i progetti di ampliamento che abbiamo messo in atto, come quello presso il Comune di Magione, ampliamento di aree per edicole funerarie o comunque ampliamento per la costruzione di loculi, abbiamo visto che nel corso di almeno un anno e mezzo non ci sono state richieste o comunque non c è per niente la fila, per cui forse dovremmo ripensare anche a quell aspetto finale della nostra vita o meglio per chi richiesta, perché chi va il problema lo risolve immediatamente. Quindi il regolamento non è che siamo arrivati in anticipo, in ritardo, ci sono delle procedure che ci hanno dato qualche problema di carattere burocratico, anche di tempo, anche di disponibilità del personale, quindi abbiamo razionalizzato e concentrato la delega all ufficiale anagrafico che può essere comunque delegato dal Sindaco o può essere comunque più di uno, quindi non è detto che debba essere uno per forza, quindi c è questo margine, credo che i costi del Comune di Magione sono estremamente relativi, comunque il Comune di Magione ha appaltato il servizio cimiteriale, ha appaltato un azienda che fa questo lavoro, naturalmente il comune riconosce il servizio dell azienda cimiteriale, quindi si è sostituita ai famosi necrofori comunali o becchini, quindi anche il comune ha dei costi secchi sulla gestione, non solo dello stato civile, non solo della semplice tumulazione, ma anche sulla gestione, manutenzione straordinaria, manutenzione ordinaria e comunque sulla custodia e comunque su ciò che poi di fatto meglio di me potete vedere e quindi anche questa parte delle strutture o del patrimonio del comune ha un costo giornaliero, quindi di fatto lo sostiene il bilancio del comune e quindi lo sosteniamo tutti noi. CONS. CARROZZA Ne approfitto del discorso sul regolamento, approfitto per fare una segnalazione più che altro, ho visto che i terreni per le inumazioni, per mettere le salme dentro la terra non sui loculi o su cappelle, ho visto che il terreno è esaurito e secondo me ci dovrebbero essere delle norme che nell ambito dello spazio cimiteriale devono essere riservate tante quantità di terreno a disposizione per questa utilizzazione, ho visto che quel poco di terreno che è a sinistra, andando su è bello e che completato, se dovessero esserci altre richieste anche per ragioni economiche si tenderà anche a questo, sono gli spazi disponibili, quindi sempre questi nuovi spazi, perché mi sembra sono assolutamente insufficienti. SINDACO Mentre sui cimiteri delle frazioni o comunque dei paesi del territorio, c è il rispetto della percentuale relativa al campo comune o comunque allo spazio collettivo o anche allo spazio inerente o a disposizione addirittura come dice il regolamento, anche per catastrofi e anche per epidemie o anche per situazioni di evenienze straordinarie, anche nel cimitero del capoluogo di Magione vige la regola della percentuale del rispetto delle aree che sono a disposizione delle tumulazioni a terra e quindi si cerca sempre di rispettare questa proporzione anche sommando spazi o spicchi di terreni distribuiti lungo i corridoi della parte vecchia, della parte antica e della parte anche nuova, ma soprattutto il progetto che abbiamo approvato e abbiamo anche messo a disposizione di ipotetici, probabili acquirenti, rispetta lo stesso principio e lo stesso metodo della percentuale dello spazio o del terreno comune, quindi l ampliamento ha, a sua volta, messo a disposizione in percentuale perché è una regola fissa che adesso non ricordo perché non mi è capitato neanche di leggerlo, ma è questa la norma, per cui è giusto tenere conto anche di queste esigenze o di queste volontà che la pubblica amministrazione deve, nei confronti dei cittadini, magari c è da fare un equazione architetto, nei cimiteri delle grandi città ci sono le liste di attesa, nei cimiteri dei comuni come quello di Magione, obiettivamente fino a oggi abbiamo risposto a tutte le esigenze di qualsiasi genere anche quelle della cremazione, che ha una procedura complessa o coloro che dichiarano di voler essere tumulati nel terreno comunque senza occupare altri spazi, per cui l Amministrazione Comunale è attenta e lo sta facendo giorno Pag. 5

6 COPIA Deliberazione Consiglio Comunale N. 4 del per giorno in base a quanto riesce a vendere le concessioni dei loculi, magari facendo ricognizioni che durano qualche anno, quindi tutti i giorni non abbiamo ovviamente né il tempo e neanche la necessità, quando si fanno ristrutturazioni o ampliamenti, si verifica anche lo spazio del campo comune così come in gergo viene chiamato per cui c è soddisfazione che fino a oggi abbiamo garantito e rispettato. Chiuso il dibattito consiliare *************** Vista la sopraestesa proposta di delibera; Udita la discussione che ne è scaturita in aula; Riscontrata la propria competenza; Visto lo Statuto Comunale; IL CONSIGLIO COMUNALE Con votazione legalmente resa in forma palese che dà il seguente risultato: Consiglieri presenti: n. 21 Consiglieri astenuti: n. 7 (Rubeca, Bizzarri, Alvisi, Menconi, Carrozza, Pietropaoli, Tufo) Consiglieri votanti: n. 14 Consiglieri favorevoli: n. 14 Consiglieri contrari: n. 0 DELIBERA 1) Di approvare la sopraestesa proposta di delibera al cui contenuto ci si richiama per relationem, dando atto che è stato reso il parere di cui all art. 49 del T.U.E.L.; 2) Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art.134, comma 4, del D.Lgs 18 agosto 2000, n.267, ricorrendo le circostanze d'urgenza, previa apposita e separata votazione resa in forma palese, per alzata di mano, che dà il seguente esito, proclamato dal SindacoPresidente: Consiglieri presenti: n. 21 Consiglieri astenuti: n. 7 (Rubeca, Bizzarri, Alvisi, Menconi, Carrozza, Pietropaoli, Tufo) Consiglieri votanti: n. 14 Consiglieri favorevoli: n. 14 Consiglieri contrari: n. 0 Il Presidente passa alla trattazione del successivo punto iscritto all O.d.g. Pag. 6

7 COPIA Deliberazione Consiglio Comunale N. 4 del PROPOSTA DI DELIBERAZIONE: Integrazioni e modificazioni al Regolamento comunale per i servizi funebri e cimiteriali In ordine alla Regolarita' tecnica si esprime il seguente parere Favorevole Magione, lì: IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO f.to PAOLA IPPOLITO In ordine alla Regolarita' tecnica si esprime il seguente parere Favorevole Magione, lì: IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO f.to ROBERTA AMBROSI Pag. 7

8 COPIA Deliberazione Consiglio Comunale N. 4 del CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE X Si attesta, su conforme dichiarazione dell addetto alla pubblicazione, che la presente deliberazione viene affissa all Albo Pretorio del Comune dal al con N. 467 del registro delle pubblicazioni. X E stata dichiarata immediatamente eseguibile (art. 134 del D.lgs. 18/08/2000 n.267) Magione, lì CERTIFICATO DI ESECUTIVITA` DELL ATTO Il sottoscritto Segretario Generale, visti gli atti d ufficio, ATTESTA che la presente deliberazione è divenuta esecutiva in data per decorrenza dei termini di rito Magione, lì PER COPIA CONFORME ALL ORIGINALE Addì, L ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO Pag. 8

9 COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA C.F./P.I Tel. 075/ Fax AREA SEGRETERIA GENERALE Il presente Regolamento Comunale concernente: Integrazioni e modificazioni al regolamento comunale per i servizi funebri e cimiteriali 1) è stato approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 22 del 26/02/1999; 2) è stato modificato con deliberazione di Consiglio comunale n. 4 del 05/02/2014; 4) è stato pubblicato all Albo Pretorio per 15 giorni consecutivi dal 25/02/2014 al 12/03/2014 al n. 467; 5) è stato ripubblicato all Albo Pretorio per 15 giorni consecutivi dal 13/03/2014 al 28/03/2014 al n. 555; 6) sarà pubblicato nel sito istituzionale del Comune nella Sezione In Comune, nella sottosezione Regolamenti ; 7) è entrato in vigore il giorno 29/03/2014 ai sensi dell art. 62 del vigente Statuto Comunale. Magione, 03/04/2014 f.to Luigi Lepore

ORIGINALE Deliberazione Consiglio Comunale N. 53 del 19-08-2014 COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA

ORIGINALE Deliberazione Consiglio Comunale N. 53 del 19-08-2014 COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) - APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI PER L'ANNO 2014. L anno duemilaquattordici il giorno diciannove del mese di

Dettagli

COPIA Deliberazione Giunta Comunale N. 64 del 14-04-2011 COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA

COPIA Deliberazione Giunta Comunale N. 64 del 14-04-2011 COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA COMUNE DI MAGIONE PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: PROPOSTA DI DELIBERA DA SOTTOPORRE AL CONSIGLIO COMUNALE AVENTE AD OGGETTO: "UTILIZZAZIONE INDENNITA' DI DISAGIO AMBIENTALE (ART. 41 L.R. 13.05.2009, N.

Dettagli

COMUNE DI SUNO. Provincia di NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI SUNO. Provincia di NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA Delibera n 39 COMUNE DI SUNO Provincia di NOVARA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: MODIFICA ED INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA E CIMITERIALE. L'anno

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO DELLA GIUNTA COMUNALE N.63

PROVINCIA DI TORINO DELLA GIUNTA COMUNALE N.63 C o p i a COMUNE DI TAVAGNASCO PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.63 OGGETTO: LEGGE REGIONALE 31 OTTOBRE 2007 N 20: " DISPOSIZION I IN MATERIA DI CREMAZIONE, AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CAMPO NELL ELBA Provincia di Livorno ****** VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Deliberazione n.

COMUNE DI CAMPO NELL ELBA Provincia di Livorno ****** VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Deliberazione n. COMUNE DI CAMPO NELL ELBA Provincia di Livorno ****** VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Deliberazione n. 55 del 18/08/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO Provincia di Sondrio

CITTÀ DI MORBEGNO Provincia di Sondrio CITTÀ DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 39 In data: 06/03/2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE VARIAZIONI ALLE TARIFFE CIMITERIALI L'anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 84 del 22/12/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 84 del 22/12/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 84 del 22/12/2011 ================================================================= OGGETTO: DETERMINAZIONE TARIFFE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MOLTENO Provincia di Lecco ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 43 Reg. Delib. Oggetto: TARIFFE PER LE CONCESSIONI E I SERVIZI CIMITERIALI PER L'ANNO 2013. L'anno duemilatredici il

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA Provincia di Verona VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 47 O G G E T T O ISTITUZIONE DEL REGISTRO COMUNALE PER LA CREMAZIONE AI SENSI DELL ART. 48 DELLA LEGGE

Dettagli

Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale

Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale ORIGINALE COMUNE DI ERACLEA Provincia di Venezia Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Prot. N. DELIBERAZIONE N. 22 DEL 27/09/2006 OGGETTO: APPROVAZIONE MODIFICHE - INTEGRAZIONE AL REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO. Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO. Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale copia COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO Verbale di deliberazione n. 30 della Giunta Comunale OGGETTO: Adeguamento tariffe per i servizi cimiteriali anno 2014. L anno duemilaquattordici addì ventisei

Dettagli

COMUNE DI POMPIANO. Provincia di Brescia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI POMPIANO. Provincia di Brescia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI POMPIANO Provincia di Brescia Copia DELIBERAZIONE N. 20 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: Modifica del Regolamento dei servizi funerari, necroscopici, cimiteriali e di

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO VERBALE N. 32 DEL 08.03.2011 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: INTEGRAZIONE DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.233 DEL 28/12/2010

Dettagli

Comune di Torre de Negri

Comune di Torre de Negri Comune di Torre de Negri G.C. 5 13/02/2012 PROVINCIA DI PAVIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Incarico a Ditta esterna per esumazioni/inumazioni, tumulazioni/ estumulazioni e servizi connessi.

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia di Olbia - Tempio

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia di Olbia - Tempio COPIA COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia di Olbia - Tempio VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 5 Del 09-02-10 Oggetto: APPROVAZIONE INTEGRAZIONE DELL'ART. 42 DEL "REGO= LAMENTO DI POLIZIA

Dettagli

N. 14/2013 Seduta del 29.04.2013

N. 14/2013 Seduta del 29.04.2013 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 14/2013 Seduta del 29.04.2013 OGGETTO APPROVAZIONE CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CREMAZIONE DI SALME E DI RESTI MORTALI/OSSEI PRESSO L IMPIANTO CREMATORIO DEL COMUNE

Dettagli

COMUNE DI CORNUDA PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI CORNUDA PROVINCIA DI TREVISO COPIA Delibera N. 49 del 23/04/2015 COMUNE DI CORNUDA PROVINCIA DI TREVISO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E OGGETTO: SCADENZA CONCESSIONI DI LOCULI CIMITERIALI

Dettagli

COMUNE DI POMPIANO Provincia di Brescia

COMUNE DI POMPIANO Provincia di Brescia COMUNE DI POMPIANO Provincia di Brescia VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA N 48 del 26/11/2013 OGGETTO: MODIFICA DEL REGOLAMENTO DEI SERVIZI FUNERARI, NECROSCOPICI, CIMITERIALI E DI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 7 DEL 03/04/2009 Originale VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA L'anno duemilanove, addì tre del mese di aprile

Dettagli

COMUNE DI TICENGO. P r o v i n c i a d i C r e m o n a. Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI TICENGO. P r o v i n c i a d i C r e m o n a. Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE N.14 COMUNE DI TICENGO P r o v i n c i a d i C r e m o n a Adunanza del 16/04/2015 Codice ente: 10807 7 Ticengo Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: TARIFFE CIMITERIALI

Dettagli

COMUNE DI OFFLAGA ORIGINALE PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI OFFLAGA ORIGINALE PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI OFFLAGA ORIGINALE PROVINCIA DI BRESCIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Numero 3 Del 25-02-2014 Oggetto: APPROVAZIONE SECONDA MODIFICA DEL REGOLAMENTO DEI SERVIZI FUNERARI, NECROSCOPICI,

Dettagli

COMUNE DI SANT'AGATA BOLOGNESE

COMUNE DI SANT'AGATA BOLOGNESE C O P I A DELIBERA N. 21 COMUNE DI SANT'AGATA BOLOGNESE Provincia di Bologna GIUNTA COMUNALE OGGETTO: AGGIORNAMENTO TARIFFE ANNO 2011 PER PRESTAZIONI CIMITERIALI NEL COMUNE DI SANT'AGATA BOLOGNESE L'anno

Dettagli

Comune di San Martino Buon Albergo

Comune di San Martino Buon Albergo COPIA Delibera nº Data 39 23/06/2009 Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale adunanza di prima convocazione - Seduta pubblica Oggetto: MODIFICA

Dettagli

COMUNE DI PRESEGLIE Provincia di Brescia

COMUNE DI PRESEGLIE Provincia di Brescia COMUNE DI PRESEGLIE Provincia di Brescia CODICE ENTE 10403 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 24 DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: DETERMINAZIONE DEI RIMBORSI PER SERVIZI CIMITERIALI PER L'anno duemilaquindici,

Dettagli

C O MUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani

C O MUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani C O MUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 43 del Reg. OGGETTO: approvazione del regolamento per i servizi funebri e cimiteriali DATA: 18.06.2015 L anno

Dettagli

TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI A PAGAMENTO

TARIFFE DEI SERVIZI CIMITERIALI A PAGAMENTO COPIA COMUNE DI ALBIANO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 16 del Consiglio Comunale Oggetto: SERVIZI CIMITERIALI. APPROVAZIONE TARIFFE ANNO 2014 L anno duemilaquattordici, il giorno quattordici maggio alle ore

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO DELLA GIUNTA COMUNALE N.62

PROVINCIA DI TORINO DELLA GIUNTA COMUNALE N.62 O r i g i n a l e COMUNE DI TAVAGNASCO PROVINCIA DI TORINO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.62 OGGETTO: LEGGE REGIONALE 31 OTTOBRE 2007 N 20 " DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CREMAZIONE, CONSERVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Deliberazione n. 109 del 13-09-2012 immediatamente eseguibile Comunicata ai capigruppo consiliari il 25-09-2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO PROVINCIA DI LECCE

COMUNE DI RUFFANO PROVINCIA DI LECCE COPIA COMUNE DI RUFFANO PROVINCIA DI LECCE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 27 del 29/09/2008 OGGETTO:ESTERNALIZZAZIONE SERVIZI CIMITERIALI. ATTO DI INDIRIZZO. L'anno duemilaotto, il giorno ventinove

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA Provincia di Verona VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 32 O G G E T T O ASSESTAMENTO GENERALE DEL BILANCIO DI PREVISIONE E.F. 2010. ART. 175, COMMA 8, DEL D.

Dettagli

Città di Minerbio Provincia di Bologna

Città di Minerbio Provincia di Bologna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 114 del 19/12/2012 C O P I A OGGETTO: DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI PER L'ANNO 2013 Oggi diciannove Dicembre duemiladodici alle ore 13:00 nella Casa Comunale,

Dettagli

COMUNE DI FOGLIZZO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 46

COMUNE DI FOGLIZZO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 46 ESTRATTO Provincia di Torino COMUNE DI FOGLIZZO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 46 OGGETTO : TARIFFE PER I SERVIZI CIMITERIALI ANNO 2015. L anno duemilaquindici addì diciotto del mese

Dettagli

C O M U N E di M O Z Z O

C O M U N E di M O Z Z O C O M U N E di M O Z Z O Provincia di Bergamo ORIGINALE DELIBERAZIONE N. 10 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Rilascio concessioni cimiteriali - Rideterminazione e ricognizione tariffe.

Dettagli

COMUNE DI QUART REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE D'AOSTA. Deliberazione della Giunta Comunale N. 114

COMUNE DI QUART REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE D'AOSTA. Deliberazione della Giunta Comunale N. 114 C O P I A COMUNE DI QUART REGIONE AUTONOMA DELLA VALLE D'AOSTA Deliberazione della Giunta Comunale N. 114 OGGETTO: REGOLAMENTO DI POLIZIA MORTUARIA: MODIFICHE, INTEGRAZIONE E APPROVAZIONE. L anno duemilatredici

Dettagli

Comune di San Michele Salentino Provincia di Brindisi

Comune di San Michele Salentino Provincia di Brindisi Comune di San Michele Salentino Provincia di Brindisi COPIA DELL'ORIGINALE IN PRIMA BATTUTA DELLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 6 DEL 01/04/2015 OGGETTO: Approvazione progetto di aggiornamento

Dettagli

COMUNE DI TERRASSA PADOVANA Provincia di Padova

COMUNE DI TERRASSA PADOVANA Provincia di Padova COMUNE DI TERRASSA PADOVANA Provincia di Padova VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE - N. 7 /2012 OGGETTO: CIMITERI - INDIRIZZI ART. 4 DEL D. LGS. N. 165 DEL 2001. DETERMINAZIONE TARIFFE SPECIALI.

Dettagli

COMUNE DI MORUZZO PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI MORUZZO PROVINCIA DI UDINE COPIA N. 15 del Reg. Delibere COMUNE DI MORUZZO PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Tariffe servizi cimiteriali anno 2010.- L anno duemiladieci, il giorno venticinque

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 78 O G G E T T O RATEIZZAZIONE PAGAMENTO LOCULO CIMITERIALE. L anno 2013 addì CINQUE del mese di DICEMBRE

Dettagli

COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA

COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA COPIA COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA DELIBERAZIONE N. 30 DEL 16/04/2009 ESTRATTO DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MOLTENO Provincia di Lecco ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 31 Reg. Delib. Oggetto: TARIFFE PER LE CONCESSIONI E I SERVIZI CIMITERIALI PER L'ANNO 2014. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO Verbale di deliberazione n. 07 del Consiglio comunale

COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO Verbale di deliberazione n. 07 del Consiglio comunale copia COMUNE DI FORNACE PROVINCIA DI TRENTO Verbale di deliberazione n. 07 del Consiglio comunale OGGETTO: PROVVEDIMENTI IN MERITO ALLA CONSERVAZIONE DELLE CENERI DI CREMAZIONE L anno duemilasette addì

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA Comune di Morciano di Romagna Provincia di Rimini DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA SEDUTA: PUBBLICA NON PUBBLICA N. 164 IN DATA 23/12/2008 O G G E T T O APPROVAZIONE NUOVE TARIFFE DEI SERVIZI

Dettagli

INTEGRAZIONI ALLA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N. 87 DEL 16/07/2008: APPROVAZIONE DISPOSIZIONI IN MERITO ALL'EDILIZIA CIMITERIALE

INTEGRAZIONI ALLA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N. 87 DEL 16/07/2008: APPROVAZIONE DISPOSIZIONI IN MERITO ALL'EDILIZIA CIMITERIALE COPI A DELIBERAZIONE N.115 --------------------- COMUNE DI GUASTALLA PROVINCIA DI REGGIO NELL EMILIA ------------------- Verbal e di del i berazi one del l a GIUNTA COMUNALE OGGETTO: INTEGRAZIONI ALLA

Dettagli

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 10 del 17/02/2014

COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 10 del 17/02/2014 Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 10 del 17/02/2014 OGGETTO: SERVIZIO DI ONORANZE FUNEBRI - DETERMINAZIONI.- L'anno duemilaquattordici, il giorno

Dettagli

COMUNE DI ORIOLO ROMANO

COMUNE DI ORIOLO ROMANO COMUNE DI ORIOLO ROMANO PROVINCIA DI VITERBO ORIGINALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DATA 21-05-2014 OGGETTO: Regolamento Comunale per la concessione di loculi cimiteriali. Integrazione.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33 O R I G I N A L E VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33 SESSIONE STRAORDINARIA - SEDUTA PUBBLICA 1^ CONVOCAZIONE Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Lobascio Giuseppe

Dettagli

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA @II@ ESTRATTO COMUNE DI NONANTOLA Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale N. 18 del 17/02/2011 OGGETTO: NOMINA RAPPRESENTANTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI NONANTOLA NEL CONSIGLIO DELL'UNIONE COMUNI

Dettagli

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE ANNO 2013 N. 112 del Registro Delibere OGGETTO: Approvazione ed aggiornamento delle tariffe

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COPIA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA Provincia di Verona VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 21 O G G E T T O ESTINZIONE ANTICIPATA MUTUI CONTRATTI CON CASSA DEPOSITI E PRESTITI E CON BANCA

Dettagli

COMUNE DI CARISOLO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 19

COMUNE DI CARISOLO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 19 COMUNE DI CARISOLO Provincia di Trento ( 0465 501176 (n. 2 linee) Fax 0465 501335 sito: www.carisolo.com e mail comune@carisolo.com segreteria@carisolo.com C.F. e P.IVA: 00288090228 VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

VÉÅâÇx w _xààéåtçéññxääé ;cüéäa w cxávtüt< COPIA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE

VÉÅâÇx w _xààéåtçéññxääé ;cüéäa w cxávtüt< COPIA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE VÉÅâÇx w _xààéåtçéññxääé ;cüéäa w cxávtüt< COPIA DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N 12 Data 22/04/201 0 OGGETTO: REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI INTERNI.

Dettagli

C O M U N E DI S A L T A R A

C O M U N E DI S A L T A R A C O M U N E DI S A L T A R A PROVINCIA DI PESARO E URBINO DELIBERAZIONE ORIGINALE del CONSIGLIO COMUNALE Numero 16 del 08-04-2014 Oggetto: Integrazione deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 del 26.04.2013

Dettagli

COMUNE DI TRINITA P R O V I N C I A D I C U N E O

COMUNE DI TRINITA P R O V I N C I A D I C U N E O COMUNE DI TRINITA P R O V I N C I A D I C U N E O V E R B A LE DI DELIBERAZI ONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO N. 4 del 29/04/2015 «REGOLAMENTO COMUNALE PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Estratto dal Verbale delle Deliberazioni del Consiglio Comunale OGGETTO APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA.

COMUNE DI NOVARA Estratto dal Verbale delle Deliberazioni del Consiglio Comunale OGGETTO APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA. COMUNE DI NOVARA Estratto dal Verbale delle Deliberazioni del Consiglio Comunale Deliberazione N 53 OGGETTO APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA. L anno duemilaquattordici, mese di GIUGNO,

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 74

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 74 Estratto web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 74 OGGETTO: RETROCESSIONE DEL LOCULO

Dettagli

riunita la Giunta Comunale alle ore 18:30 con l'intervento dei Sigg. :

riunita la Giunta Comunale alle ore 18:30 con l'intervento dei Sigg. : COMUNE DI SANT'OMERO Provincia di Teramo Copia DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. Data 80 30/05/2013 Oggetto: DETERMINAZIONE TARIFFE CIMITERIALI - ANNO 2013 L'anno DUEMILATREDICI, addì TRENTA, del

Dettagli

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA

COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA CODICE ENTE 012022 COPIA ALBO ON LINE COMUNE DI BRISSAGO VALTRAVAGLIA PROVINCIA DI VARESE Via Bernardino Luini n. 6; C.A.P. 21030; TEL.: 0332 575103 -FAX: 0332576443 E-MAIL: combrissago@comune.brissago-valtravaglia.va.it

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA PROVINCIA di BERGAMO

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA PROVINCIA di BERGAMO DELIBERAZIONE N. 3 ORIGINALE COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA PROVINCIA di BERGAMO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: TARIFFE PER SERVIZI CIMITERIALI. CONFERMA ANNO 2015 L anno duemilaquindici,

Dettagli

COMUNE DI CORNUDA PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI CORNUDA PROVINCIA DI TREVISO COPIA Delibera N. 72 del 11/06/2015 COMUNE DI CORNUDA PROVINCIA DI TREVISO V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE PER CONCESSIONI

Dettagli

Provincia di Alessandria COPIA Deliberazione n.23 del 30.04.2011 ore 09.00 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Provincia di Alessandria COPIA Deliberazione n.23 del 30.04.2011 ore 09.00 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE rovincia di Alessandria COIA Deliberazione n.23 del 30.04.2011 ore 09.00 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO:REGOLAMENTO OLIZIA CIMITERIALE revio esaurimento delle formalità prescritte

Dettagli

Comune di POGGIO RENATICO

Comune di POGGIO RENATICO Comune di OGGIO RENATICO DELIBERAZIONE N. 41 rovincia di Ferrara VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria - Adunanza in rima convocazione - Seduta ubblica OGGETTO: RINNOVO CONVENZIONE

Dettagli

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale

COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI MONTESCUDO PROVINCIA DI RIMINI ORIGINALE di deliberazione della Giunta Comunale N. 11 Reg. Seduta del 19/02/2015 OGGETTO: SERVIZI CIMITERIALI - DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE. L anno duemilaquindici,

Dettagli

COMUNE DI VEDANO OLONA Provincia di Varese

COMUNE DI VEDANO OLONA Provincia di Varese COPIA Deliberazione n 106 in data 09/08/2010 COMUNE DI VEDANO OLONA Provincia di Varese Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: Aggiornamento tariffe di concessione loculi e modalità di

Dettagli

CITTA DI COSSATO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

CITTA DI COSSATO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE CITTA DI COSSATO COPIA OGGETTO: APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLA TARIFFA PUNTUALE CORRISPETTIVA PER LA COPERTURA DEI COSTI DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI VERBALE DI

Dettagli

********************** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

********************** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA ORIGINALE COMUNE DI SCARMAGNO Provincia di Torino ********************** VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA N. 75 Del 19/10/2015 Oggetto: MODALITA' DI CONCESSIONE LOCULI CIMITERIALI, CELLETTE OSSARIO

Dettagli

COMUNE DI LAJATICO PROVINCIA DI PISA

COMUNE DI LAJATICO PROVINCIA DI PISA COMUNE DI LAJATICO VERBALE DI DELIBERAZIONE ORIGINALE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 1 DEL 21-01-2015 OGGETTO: LOCALI PER CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI. DETERMINAZIONE L anno duemilaquindici addì ventuno del

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Pubb. dal 19/06/2014 al COMUNE DI VILLA SANT ANTONIO Provincia di Oristano -Via Maria Doro 9, - P.I./C.F. 00074670951 (E-Mail comunevsa@libero.it - web. www.comune.villasantantonio.or.it) Tel. 0783/964017.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CODICE COMUNE N. 11137 Pag.n. 1 Comune di Zibido S. Giacomo Provincia di Milano SIGLA G.C. N 78 DATA 11/04/2011 Oggetto: APPROVAZIONE E RIARTICOLAZIONE DEL NUOVO SERVIZIO CIMITERIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI FRASSINORO PROVINCIA DI MODENA C O P I A Comunicata ai Capigruppo Consiliari ai sensi dell'art. 125 D.Lgs. 267/2000 il 03/04/2013 Nr. Prot. 1470 Affissa all'albo

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COPIA Provincia di Verona VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 30 O G G E T T O ASSESTAMENTO GENERALE DEL BILANCIO DI PREVISIONE E.F. 2012. ART. 175, COMMA 8, D.

Dettagli

PROVINCIA DI TO DELLA GIUNTA COMUNALE N.133 OGGETTO: TARIFFE PER LA FRUIZIONE DEI BENI E SERVIZI COMUNALI ANNO 2012. DETERMINAZIONI.

PROVINCIA DI TO DELLA GIUNTA COMUNALE N.133 OGGETTO: TARIFFE PER LA FRUIZIONE DEI BENI E SERVIZI COMUNALI ANNO 2012. DETERMINAZIONI. C o p i a Al b o COMUNE DI CUMIANA PROVINCIA DI TO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.133 OGGETTO: TARIFFE PER LA FRUIZIONE DEI BENI E SERVIZI COMUNALI ANNO 2012. DETERMINAZIONI. L anno duemilaundici

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI CALOLZIOCORTE Provincia di Lecco Codice Ente 10046 N.65 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Registro Deliberazioni OGGETTO: CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA DEI CIMITERI

Dettagli

DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 6 DEL 4/03/2013

DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 6 DEL 4/03/2013 DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N 6 DEL 4/03/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE ATTO NOTARILE DI DONAZIONE DELLA CAPPELLA CIMITERIALE DENOMINATA ORATORIO DI SAN FELICE-CAPPELLA GIULINI SITA NEL CIMITERO DI

Dettagli

Comune di Suisio Provincia di Bergamo

Comune di Suisio Provincia di Bergamo Comune di Suisio Provincia di Bergamo Codice: 10209 C.C. Numero 39 del 15-11-2010 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DI BORSE DI STUDIO

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto) COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA (Provincia di Grosseto) VERBALE delle DELIBERAZIONI della GIUNTA COMUNALE (DELIBERAZIONE N 34 del 13/02/2014) OGGETTO: TARIFFE LOCULI E AREE CIMITERIALI, LAMPADE VOTIVE,

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. Tipo n. reg. Data ritrov. VELOCIPEDE DA DONNA MARCA SHADOWS 020/2012 24/10/2012

LA GIUNTA COMUNALE. Tipo n. reg. Data ritrov. VELOCIPEDE DA DONNA MARCA SHADOWS 020/2012 24/10/2012 CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 65 In data: 17/04/2014 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ACQUISIZIONE AL PATRIMONIO COMUNALE DEI VEICOLI RINVENUTI ABBANDONATI SUL

Dettagli

COMUNE DI POLIZZI GENEROSA Provincia di Palermo

COMUNE DI POLIZZI GENEROSA Provincia di Palermo ORIGINALE/COPIA Provincia di Palermo Deliberazione del Commissario Straordinario per le Funzioni della Giunta Municipale N. 26 del Registro Anno 2013 OGGETTO: Assunzione a carico del Comune delle onoranze

Dettagli

DELIBERA N. 110 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERA N. 110 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERA N. 110 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: MODIFICA ALLA DELIBERA DI GIUNTA COMUNALE N.67 DEL 27/04/2011 - MODALITA' DI ASSEGNAZIONE LOCULI PRESSO IL CIMITERO DI GAVARNO.

Dettagli

Comune di San Donà di Piave

Comune di San Donà di Piave COPIA Comune di San Donà di Piave PROVINCIA DI VENEZIA Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale Deliberazione n 18 del 26/03/2014 OGGETTO APPROVAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA

Dettagli

COMUNE DI LATERINA (Provincia di Arezzo)

COMUNE DI LATERINA (Provincia di Arezzo) COMUNE DI LATERINA (Provincia di Arezzo) Deliberazione del Consiglio Comunale Deliberazione n. 26 del Registro in data 02-04-2014 COPIA OGGETTO: Addizionale Comunale all'irpef (Imposta sul reddito delle

Dettagli

COMUNE DI CASTELVISCONTI Provincia di Cremona

COMUNE DI CASTELVISCONTI Provincia di Cremona COMUNE DI CASTELVISCONTI Provincia di Cremona DELIBERAZIONE N. 02 Codice Ente 10730 9 Castelvisconti Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Rideterminazione prezzi e durata concessioni

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta dell Unione NR. 84 DEL 29-12-2011 DETERMINAZIONE TARIFFE DEI SERVIZI NECROFORICI. ANNO 2012.

Verbale di Deliberazione della Giunta dell Unione NR. 84 DEL 29-12-2011 DETERMINAZIONE TARIFFE DEI SERVIZI NECROFORICI. ANNO 2012. UNIONE BASSA EST PARMENSE (Provincia di Parma) Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà, n 1 Sede amministrativa: Sorbolo, Via del Donatore, n 2 Telefono 0521/669611, fax 0521/669669 (C.A.P. 43058) partita

Dettagli

COMUNE DI CARTOCETO (Provincia di Pesaro e Urbino)

COMUNE DI CARTOCETO (Provincia di Pesaro e Urbino) COMUNE DI CARTOCETO (Provincia di Pesaro e Urbino) COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NUM. 37 DEL 09-09-2014 Oggetto: NOMINA DEI RAPPRESENTANTI DEL COMUNE DI CARTOCETO NEL CONSIGLIO DELL' UNIONE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA DI PRIMA CONVOCAZIONE SEDUTA PUBBLICA

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA DI PRIMA CONVOCAZIONE SEDUTA PUBBLICA COMUNE DI COLOGNO AL SERIO Provincia di Bergamo Deliberazione n. 65 del 23/10/2007 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA DI PRIMA CONVOCAZIONE SEDUTA PUBBLICA OGGETTO: REGOLAMENTO DI

Dettagli

COMUNE DI ORCIANO PISANO (Provincia di Pisa)

COMUNE DI ORCIANO PISANO (Provincia di Pisa) COMUNE DI ORCIANO PISANO (Provincia di Pisa) DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Numero 41 del 05/08/2013 OGGETTO: DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE E CONTRIBUTI DIRETTI

Dettagli

COMUNE DI VALDOBBIADENE Provincia di Treviso VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI VALDOBBIADENE Provincia di Treviso VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI VALDOBBIADENE Provincia di Treviso COPIA N 70 del 30-12-2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: Approvazione aliquote tassa sui servizi indivisibili TA.S.I. - anno 2015

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO

IL RESPONSABILE DEL SETTORE ECONOMICO-FINANZIARIO COMUNE DI CAPUA PROVINCIA DI CASERTA Medaglia d Oro al Valor Civile di deliberazione del Numero Data O g g e t t o 58 19.11.2010 Programma di rinegoziazione dei prestiti concessi dalla Cassa Depositi e

Dettagli

COMUNE DI MONTALTO DI CASTRO Provincia di Viterbo

COMUNE DI MONTALTO DI CASTRO Provincia di Viterbo 1/5 COMUNE DI MONTALTO DI CASTRO Provincia di Viterbo CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE COPIA n. 49 del 28-11-2014 OGGETTO: RINEGOZIAZIONE DEI PRESTITI ORDINARI DELLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI S.P.A. L'anno

Dettagli

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta

COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COMUNE di CAPUA Provincia di Caserta COPIA di DELIBERAZIONE della GIUNTA MUNICIPALE N 36 del 23.02.2012 Oggetto: Prestazioni di Servizi cimiteriali a domanda Aggiornamento tariffe Ambito di Settore:Urbanistica

Dettagli

N. 54/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 54/2013 Seduta del 20.11.2013 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 54/2013 Seduta del 20.11.2013 OGGETTO GARANZIA SUSSIDIARIA PER L ASSUNZIONE DI MUTUO DA PARTE DELL UNIONE DEI COMUNI DEL MEDIO BRENTA PER LA REALIZZAZIONE DELLA

Dettagli

COMUNE DI BOTRUGNO Provincia di Lecce

COMUNE DI BOTRUGNO Provincia di Lecce COMUNE DI BOTRUGNO rovincia di Lecce COIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NUMERO 5 del Registro Seduta del: 29.01.2015 OGGETTO: REGOLAMENTO COMUNALE ER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI. AROVAZIONE.

Dettagli

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio

CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio CITTA DI MORBEGNO Provincia di Sondrio Deliberazione numero: 87 In data: 30/04/2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AMMISSIONE, A TITOLO GRATUITO, AL SERVIZIO

Dettagli

C.C. Oggetto: NOMINA DEI COMPONENTI DELLA COMMISSIONE CONSILIARE ANTIMAFIA E ANTICORRUZIONE. Originale Verbale di deliberazione di Consiglio Comunale

C.C. Oggetto: NOMINA DEI COMPONENTI DELLA COMMISSIONE CONSILIARE ANTIMAFIA E ANTICORRUZIONE. Originale Verbale di deliberazione di Consiglio Comunale Città di Corbetta C.C. Numero Oggetto: NOMINA DEI COMPONENTI DELLA COMMISONE CONLIARE ANTIMAFIA E ANTICORRUZIONE Originale Verbale di deliberazione di Consiglio Comunale Adunanza Straordinaria di 1^ convocazione

Dettagli

COMUNE DI PALOMONTE PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI PALOMONTE PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI PALOMONTE PROVINCIA DI SALERNO COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 3 del 08/02/2013 Oggetto: TARIFFE CONCESSIONE LOCULI. MODIFICA REGOLAMENTO CIMITERIALE. L'anno duemilatredici

Dettagli

COMUNE DI CANZO PROVINCIA DI COMO

COMUNE DI CANZO PROVINCIA DI COMO COMUNE DI CANZO PROVINCIA DI COMO ESTRATTO DAL REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE N. 9 del Registro Deliberazioni OGGETTO: DETERMINAZIONE TARIFFE: CONCESSIONI CIMITERIALI E DIRITTI SERVIZI

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI PIERANICA Provincia di Cremona DELIBERAZIONE N. 34 Adunanza del 28/11/2011 Codice Ente 10776 9 Pieranica Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: EROGAZIONE BORSE DI STUDIO A.S.

Dettagli

COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Torino)

COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Torino) COPIA COMUNE DI BRUSASCO (Provincia di Torino) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 78 OGGETTO: PROGRAMMA TRIENNALE OPERE PUBBLICHE 2015/2017 ED ELENCO ANNUALE 2015 MODIFICA DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

COMUNE DI VILLA D ALMÉ Provincia di Bergamo

COMUNE DI VILLA D ALMÉ Provincia di Bergamo COMUNE DI VILLA D ALMÉ Provincia di Bergamo Nr. 31 Del 09/04/2009 Cod. Ente 10243 AUTORIZZAZIONE A RESISTERE IN GIUDIZIO, AVANTI LA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI BERGAMO, AL RICORSO IN MATERIA

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI COMACCHIO Provincia di Ferrara Reg. delib. N. 1 Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Seduta del 08/01/2008 alle ore 09.30. In seguito ad inviti si è riunita nell apposita sala della

Dettagli

COMUNE DI NUVOLENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE

COMUNE DI NUVOLENTO. VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE COMUNE DI NUVOLENTO ORIGINALE COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE del CONSIGLIO COMUNALE N. 26 DEL 28.09.2010 GIUGNO 2009, N. 69, RIGUARDANTE L'ALBO PRETORIO INFORMATICO. ESAME ED APPROVAZIONE. L anno DUEMILADIECI

Dettagli