rapine, la città si difende

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "rapine, la città si difende"

Transcript

1 SGRT notizie Q colonne Quattro Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in A.P. 70% regime libero ANNO XXII n OttObre 2013 AUt.Dr/CbPA/CeNtrO1 VALIDA DAL 27/04/07 Cronaca Aumenta il numero dei sistemi di allarme installati in casa dei perugini rapine, la città si difende Intanto riprende a Firenze il processo per l omicidio di Meredith che sconvolse Perugia sei anni fa negli ultimi tre anni sono cresciuti i casi di furti violenti. a perugia i proprietari cercano di proteggersi come possono, ma prevenire una rapina non è certo cosa semplice. nel frattempo di nuovo a giudizio Knox e sollecito dopo l annullamento dell assoluzione. servizi alle pagg. 2-3 «Q Conversazioni Quando piange il telefono uando chiami tu mi dice sempre: digli che non ci sono». Un inconsolabile innamorato resta appeso alla cornetta a parlare con una bambina, mentre la madre si nega. Piangeva il telefono di Domenico Modugno, che lo cantava nel E piange oggi, sommerso da trilli sempre più indiscreti ai quali, però, ci si può facilmente sottrarre. Un tempo si trascorrevano ore in casa, inchiodati al telefono, temendo che non suonasse. Ora che ci squilla in tasca, è la telefonata a spaventarci. Un clic per rispondere, ovunque siamo. Lo stesso con cui si può declinare una chiamata, anche se non è indesiderata. Come fosse un peso, e non un piacere, l essere cercati da qualcuno che desidera dialogare con noi, reclamando qualche minuto del nostro tempo, da concedere a fatica. Eppure, in media, trascorriamo con lo smartphone in mano un terzo della nostra giornata. Ma non a parlare. Dita frenetiche si intrecciano sulla tastiera per digitare , chat e messaggi. Ubiqui e immediati. Una tastiera che ci invita, seduttiva, a connetterci virtualmente al mondo intero. Cattura la nostra attenzione, perché non la pretende. Ci si aggrappa alle parole scritte su di lei, come ad accarezzare le nostre solitudini, a preservarci dal contatto fisico con l altro, che ci consuma. C è da rimpiangere la sfuriata con l impiegato del call center, quando si inveisce contro la voce metallica e preregistrata del servizio clienti. Abbiamo rincorso la smania di essere sempre raggiungibili per divenirlo, paradossalmente, sempre di meno. alessandra Borella PALLAVOLO Arriva dalla Formula 1 il manager che fa volare il Todi femminile in B1 servizio a pag. 6 Inchiesta niente crisi per il matrimonio «Vi dichiaro marito e moglie»: la cerimonia, il rito, il sogno e le spese nonostante i dati Istat fotografino la progressiva diminuzione delle unioni celebrate in chiesa, il sogno di convolare a nozze non tramonta mai. Che a spiegarlo sia un sacredote, una fresca sposa o una sociologa della famiglia, la PASSIONI Il sì di Chandler e MonICa, protagonisti della famosa serie tv friends riends Armature spade e balestre: viaggio a Gubbio, nel negozio dove rivive il Medioevo servizio a pag. 8 forza della tradizione resiste al passare degli anni. tanto che c è chi arriva a chiedere in banca prestiti da 10 mila euro pur di fare del proprio matrimonio una cerimonia da favola. Una favola, però, da organizzare nei minimi dettagli. servizi alle pagg. 4-5 GIOVANI TALENTI Scherma, basket, tennis, judo: ecco chi sono le promesse umbre servizio a pag. 7 «C neomamme parcheggi gratuiti se hai il pancione era una vodka sempre in mano e oggi c è un bimbo di sei mesi». È una mamma che non si sente tanto mamma Lucrezia Sarnari, rimasta incinta a trent anni, sola e con un lavoro precario a Perugia. Mille dubbi, mille paure. E la sensazione che un passo del genere avrebbe potuto essere vissuto con meno disagi se solo avesse saputo delle facilitazioni alle quali aveva diritto. I medici spesso danno per scontate cose che non lo sono. Esiste un servizio consultoriale gratuito e accessibile anche senza prescrizione del medico di famiglia, né una prenotazione al Cup. Semplice, comodo, a saperlo. Come sarebbe stato utile sapere che le analisi e le ecografie, a Perugia, vanno prenotate con largo anticipo perché altrimenti si rischia di avere due appuntamenti lo stesso giorno: quello per l ecografia morfologica e quello per il parto. E anche gli enti locali potrebbero informare di più. Il Comune di Perugia dovrebbe pubblicizzare meglio il fatto che mette a disposizione delle donne un permesso rosa che consente la sosta gratuita nelle aree blu, la sosta illimitata nei parcheggi col disco orario, il transito e la sosta gratuita nelle aree Ztl all interno di tutto il territorio comunale. Il permesso viene rilasciato dal sesto mese di gravidanza fino al sesto mese del neonato e, valido per due targhe, è utilizzabile anche dal padre. Per ottenerlo la procedura è semplice. Basta consegnare all ufficio Permessi del Comune la domanda con allegato il certificato medico. Niente altro. fotografia ValentIna rossini Umbria, immagini d autore e iphone Quando la pellicola diventa pixel, la foto d autore si confronta con un mondo di fotografi improvvisati, un tempo nascosti dietro una piccola fotocamera automatica, oggi capaci di raccontarci il mondo in un clic. Così, se l Umbria più spirituale e suggestiva viene impressa sulla pellicola di uno dei mostri sacri della fotografia, Steve McCurry, l Umbria meno conosciuta arriva, corredata di hashtag, direttamente sui social network. Twitter, Instagram, Facebook. Un clic per scattare, un clic per inviare le foto in rete. L ultimo concorso lanciato in regione, marcaato dall hashtag #YOUmbria, ha raccolto oltre 5mila foto. È il fenomeno degli instagramers, soprannominati igers. L altro lato della fotografia per un fine che è lo stesso delle cento fotografie scattate da Steve McCurry per il progetto Sensational Umbria : promuovere la bellezza del paesaggio umbro. Dalla pellicola di una reflex ai pixel di uno smartphone. Un clic e il gioco è fatto: la tecnologia fissa sullo schermo lo sguardo del cittadino comune. Sensational Umbria e #YOUmbria: se in una si vive la spiritualità dei luoghi di Francesco d Assisi, nell altra si racconta la vita quotidiana. E non è un caso che entrambe le iniziative promuovano allo stesso modo la candidatura di Perugia-Assisi come capitale della cultura Sintesi di due mondi che ormai convivono con successo. CeCIlIa andrea BaCCI

2 2 CRONACA 31 OttOBRE 2013 La prima udienza del nuovo processo si è tenuta il 30 settembre. Depositati i risultati della perizia sul coltello di Raffaele Meredith, si riparte da firenze Assenti i due imputati: Raffaele è a Santo Domingo. Amanda, ormai negli Usa, non sembra avere intenzione di tornare in Italia Una nuova perizia sul coltello che l accusa considera l arma del delitto. E la testimonianza del pentito di camorra Luciano Aviello, che in primo grado aveva accusato dell omicidio suo fratello, nel frattempo morto. Sono questi gli elementi nuovi da cui è ripartito il quarto processo a Raffaele Sollecito e Amanda Knox, dopo che a marzo la Cassazione aveva annullato le assoluzioni dei due giovani che erano state decise in appello, nell ottobre Il procedimento, dopo il colpo di scena della scorsa primavera, ha preso il via dalla Corte di assise di Firenze: obbligato lo spostamento da Perugia, visto che nel capoluogo umbro c è una sola corte di appello. Il 30 settembre scorso la prima udienza, con i due imputati entrambi assenti, e dichiarati contumaci. Amanda, subito dopo l assoluzione di Sul coltello sono state ritrovate solo tracce del Dna di Amanda due anni fa, è tornata nella sua Seattle, e sembra non avere nessuna intenzione di venire in Italia per il processo. Sollecito, che si trova a Santo Domingo per motivi di studio e lavoro, ha invece fatto sapere, tramite la sua legale Giulia Bongiorno, che potrebbe presentarsi a sorpresa in aula per il terzo dibattimento, il 6 novembre. La perizia su quel coltello che per l accusa ha ucciso Meredith Kercher è stata depositata dai Ris il 30 ottobre, e i risultati saranno discussi in aula il 6. Le indiscrezioni della vigilia sono state confermate, come spiega Luciano Ghirga, principale avvocato di Amanda Knox: «Sul coltello ci sono solo alcune tracce del Dna di Amanda, una cosa perfettamente normale visto che la ragazza lo usava per cucinare a casa del suo fidanzato dell epoca, Raffaele». Ghirga non nasconde una certa soddisfazione per l esito di un esame che l accusa considerava cruciale, visto che eventuali tracce di Dna di Meredith o Rudy Guedè su un coltello ritrovato a casa di Sollecito sarebbero risultate quasi schiaccianti: «Hanno cercato di segnare un bel colpo, ma il tentativo è andato a vuoto. Ora diranno che il reperto si doveva esaminare prima, ma le tracce di Dna erano state considerate minime, e comunque in precedenza nessuno aveva chiesto di prenderlo in considerazione.» Luciano Aviello è stato ascoltato nella seconda udienza, il 4 ottobre. L ex collaboratore di giustizia, che in passato era stato compagno di cella di Sollecito, è tornato ad accusare suo fratello Antonio, anche lui camorrista e morto anni fa, dell omicidio di Meredith. Secondo Aviello, che ha dichiarato di chiamarsi Lucia e di essere in attesa di un cambio di sesso, la giovane inglese sarebbe stata uccisa durante una rapina da suo fratello e da un uomo albanese, e Amanda e Raffaele sarebbero totalmente estranei. Il testimone, che negli scorsi processi era stato indagato per calunnia per le sue dichiarazioni, ha spesso ritrattato la sua versione, e non viene, quindi, considerato attendibile neanche dagli avvocati dei due imputati. La verità giudiziaria su quella notte di sei anni fa arriverà, se finalmente si riuscirà a raggiungerla, dalle tracce ritrovate sul luogo del delitto. Indizi che avevano inizialmente inchiodato Raffaele e Amanda, poi ritenuti inattendibili dalle nuove perizie decise in appello. Ma in seguito la Cassazione ha demolito le prove scientifiche su cui si è basata la sentenza di secondo grado, e ha messo in relazione con l omicidio il tentativo di Amanda di depistare le indagini accusando il congolese Patrick Lumumba: un successo per l accusa, che ha visto accogliere tutte le sue richieste. L unico punto fermo, finora, è la condanna definitiva di Rudy Guede per concorso in omicidio. Ma chi ha agito con lui? Questa è la domanda a cui si cercherà di rispondere. antonello paciolla la notte dell omicidio Meredith Kercher è uccisa la notte tra il primo e il due novembre sul posto la polizia trova la coinquilina amanda Knox e il fidanzato, l italiano raffaele sollecito. le loro versioni dei fatti non sono ritenute attendibili e vengono arrestati. rudy guede, amico di amanda la cui presenza viene attestata sul luogo del delitto, viene raggiunto in germania. le prime condanne nel 2009 amanda e raffaele vengono condannati in pri - mo grado, rispettivamente a 26 e 25 anni. rudy guede sceglie il rito abbreviato e per lui la pena è di 30 anni, ridotti a 16 in via definitiva dalla Cas - sazione nel le sentenze parlano di un movente erotico sessuale violento. ad incastrarli, le tracce di dna ritrovate sul luogo dell omicidio. l assoluzione la prima svolta arriva nell ottobre del 2011: la Corte d assise di appello di perugia condanna amanda per calunnia ma scagiona lei e sollecito dall accusa di omicidio. amanda torna subito negli Usa. le nuove perizie hanno rovesciato completamente la sentenza di primo grado, smentendo la loro presenza al momento del delitto. angelo o diavolo? amanda vista da vicino La giovane è ormai una star mentre l opinione pubblica, in Italia e Usa, resta divisa su di lei amanda Knox Film, libri, documentari, trasmissioni televisive. L attenzione mediatica nei suoi confronti è stata, a tratti, morbosa. E torna, prepotente, non appena riappare in pubblico qualcosa che la riguarda. Che sia la pubblicazione delle sue confessioni o l annullamento della sentenza che l ha assolta dall accusa di omicidio. Come spesso accade per gli scottanti casi di cronaca, quasi ci si dimentica della vittima mentre i media si concentrano sul principale indiziato. E l opinione pubblica si divide tra innocentisti e colpevolisti. Questo è un po quanto accaduto ad Amanda Knox, tendenzialmente etichettata come colpevole dall opinione pubblica italiana. Sarà per le accuse, totalmente infondate da lei rivolte a Patrick Lumumba. O per quello sguardo sveglio e furbo in quel viso angelico. Così ne parla Leo, cantante degli Hot, gruppo rock di Orvieto. «Abbiamo suonato per la prima volta nel carcere di Perugia l 8 marzo 2011». Da allora è iniziato, tra i due, un rapporto epistolare costante sfociato poi in una collaborazione. «Ad Amanda piaceva una nostra canzone che parla di libertà e ci ha dato delle idee per la sceneggiatura del videoclip». Nel video trovano spazio anche delle immagini girate durante i concerti degli Hot a Capanne. Nel pubblico si nota l illustre detenuta, che canta e balla. Lei è inizialmente d accordo per la pubblicazione del video così com è, ma la firma di Amanda Knox e le scene che la riprendono nel carcere fanno gola a molti. Da più parti arrivano offerte di denaro al gruppo rock in cambio della cessione dei diritti, ma la band si dimostra sempre contraria. Intanto, Amanda è stata dichiarata innocente ed è tornata a Seattle. «Da quel momento ci è sembrata un po cambiata, più attenta alla costruzione del suo personaggio e ai risvolti economici che tutta questa storia poteva portare» continua Leo. Gli Hot le inviano il video finito ma Amanda chiede di rimuovere le immagini del carcere con le quali, conclude il cantante, «lei e il suo entourage vedevano evaporare la loro esclusiva sui diritti d immagine». Anche Rocco Girlanda, sottosegretario al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ha conosciuto personalmente Amanda, che definisce una ragazza intelligente e colta, diversa, in termini positivi, dalla sue coetanee. «All epoca, ero presidente della Fondazione Italia-Usa. A quel primo colloquio ne sono seguiti altri fino ad instaurare con lei una vera e propria amicizia». Da questa esperienza è scaturito un libro: Io vengo con te. Colloqui in carcere con Amanda Knox. Non c era in aula Amanda il 30 settembre, quando a Firenze si è aperto il nuovo processo. «Non tornerà mai in Italia», dice Barbie Latza Nadeau, giornalista americana autrice di un libro su Amanda Knox dal titolo Faccia d angelo.. La posizione della giornalista si discosta notevolmente da quella dominante tra l opinione pubblica americana, da sempre schierata a difesa della giovane connazionale. Persino l allora segretario di stato Hillary Clinton aveva espresso il suo forte scetticismo sulla condanna di Amanda. Secondo la Nadeau, Amanda ha posto molta cura e attenzione nella costruzione della propria immagine: «Ha ingaggiato come portavoce un vero guru delle pubbliche relazioni, David Marriott. È incaricato di tradurre in inglese tutta la documentazione relativa al processo. Così ha modellato i testi, riscrivendoli in modo tale che favorissero la propria cliente. Questi testi sono poi circolati per tutti gli Stati Uniti contribuendo non poco a costruire un immagine distorta che ha fatto passare Amanda come una vittima del sistema giudiziario italiano». Al libro della Nadeau è ispirato un film le cui riprese inizieranno a novembre a Firenze, sotto la direzione del regista inglese Michael Winterbottom. «Il mio libro si basa sui fatti, non su interpretazioni. Per questo spero che attraverso il libro e il film che ne verrà tratto, l opinione pubblica americana possa finalmente conoscere tutta la verità e non solo una parte dei fatti». antonella spinelli tutto da rifare a marzo del 2013, la Cassazione accoglie il ricorso presentato dalla procura di perugia. le sentenze di assoluzione del processo di appello vengono annullate e il procedimento è rinviato alla Corte di assise di appello. Il 30 settembre si è tenuta la prima udienza al tribunale di firenze. amanda Knox e raffaele sollecito erano assenti. gli altri protagonisti Patrick lumumba: «Amanda è colpevole, altrimenti non mi avrebbe calunniato». Così si esprime l ex datore di lavoro della giovane americana. «In questa vicenda ci sono due vittime: la prima è Meredith, la seconda sono io». Lumumba ora vive in Polonia con la sua famiglia. La Corte d appello di Perugia ha stabilito un risarcimento di 8000 euro per l ingiusta detenzione di 14 giorni. Il suo avvocato ne aveva chiesto 516mila. Rudy guede: originario della Costa d Avorio ma arrivato in Italia da piccolo. Aveva 23 anni all epoca dei fatti. Venne arrestato in Germania, dove era fuggito, un mese dopo la morte di Meredith Kercher. Ha chiesto il rito abbreviato. Sta scontando una pena di 16 anni.i dirigenti del carcere di Viterbo dov è detenuto lo definiscono un detenuto modello, assiduo frequentatore della biblioteca. R affaele sollecito: l annullamento delle assoluzioni è arrivato proprio il giorno del suo ventinovesimo compleanno, quando ormai pensava solo a rifarsi una vita. Adesso il ragazzo pugliese laureato in Informatica è a Santo Domingo per imparare lo spagnolo, dice, e progettare il suo futuro lavorativo. Sollecito ha detto che vuole un futuro lontano dall Italia. Dove, però, è ripartito il processo che su quel futuro dovrà decidere.

3 31 OttOBRE 2013 CRONACA 3 Case a soqquadro, spariscono gioielli soldi e ricordi. Ma a lasciare le cicatrici più profonde sono le minacce e la violenza dei rapinatori rapine, l incubo dei perugini Tutto inizia nel 2010, negli ultimi anni i colpi nelle abitazioni sono sensibilmente aumentati e con essi l ansia di essere le prossime vittime toccherà a me sta notte? A elencare gli ultimi casi di furti e rapine nel Perugino, sembra di leggere un bollettino di guerra. Lo sanno bene i residenti lungo quel tratto della strada Marscianese che va da Montebello a San Martino in Colle. I derubati iniziano a confrontare le proprie esperienze in assemblee pubbliche e addirittura alcuni sono stati ricevuti nel comando provinciale dei carabinieri di piazzale Bove. Si sono messi a disposizione delle forze di sicurezza pur di arginare il fenomeno che negli ultimi tempi sta terrorizzando non poche famiglie. A dar loro ragione sono anche le statistiche. La sicurezza resta uno dei nodi dolenti per Perugia, appena 68esima nella classifica delle province criminali de Il Sole 24Ore. Il dato più allarmante è quello relativo alla crescita dei furti nelle case (+ 47,5%), come evidenziato da altri studi. Finiti i tempi dei ladri professionisti, che sparivano senza lasciar traccia. I moderni malviventi molto spesso sono bande alle prime armi: entrano nelle case con l obiettivo di arraffare quanto più possibile. Non vivono nelle zone che hanno intenzione di colpire, ma prendono di mira un determinato territorio con l aiuto del basista. Sono squadre modulari, formate da alcune figure fisse e altri elementi che vengono ingaggiati a seconda del tipo di colpo da sferrarelo scopo è quello di massimizzare i bottini nel minor tempo possibile. In parecchi casi, però, non sono in grado di gestire la tensione. Questo è uno dei motivi per cui negli NON DESIDERARE LA ROBA D ALTRI furto: in base all art. 624 bis del codice penale si rischiano da uno a sei anni di reclusione e una multa che può andare dai 309 ai euro. La pena può arrivare fino a 10 anni di carcere laddove siano rilevate circostanze aggravanti: tra queste il possesso di armi o narcotici anche se non ne viene fatto uso. rapina: secondo l art.628 del codice sono previsti da tre a 10 anni di galera e una multa che può arrivare fino a euro. Se il rapinatore fa in modo che il malcapitato non sia in grado di reagire, o lo minaccia con arma, può addirittura guadagnarsi fino a 20 anni di reclusione. «Quella notte mi perseguita» Parla la madre di Luca Rosi, ucciso per aver difeso i suoi cari Sono i ricordi il peggior nemico di Ivana Rosi, che ha perso il figlio Luca poco più di un anno fa, ucciso a colpi di pistola durante una rapina in villa. I ricordi di quella notte le si sono infilati dentro, incastrati così in profondità che non c è modo di tirarli fuori e lì rimangono, destinati a infettarle l esistenza come delle schegge sotto pelle. «Mi emoziono, non riesco a parlarne», è questa la sua premessa, la voce che già si incrina un poco. Eppure le parole sgorgano, si inceppano e si alternano con i singhiozzi, ma continuano a scivolare oltre le sue labbra una dopo l altra, a dipingere il quadro di quella notte che non riesce a dimenticare. Luca Rosi è morto nella villetta dei genitori, la sera del 2 marzo Di solito passava di lì il sabato o la domenica, ma quel venerdì era andato a trovare la madre che aveva un ginocchio dolorante. Con lui c era la sua fidanzata, Mery Mirabassi, e a casa c era anche il nipotino, figlio della sorella Mariagrazia. «Quando ci si mette il destino!», esclama Ivana, il respiro che si rompe intorno a un singhiozzo. Racconta che poco prima che entrassero i rapinatori Luca e Mery stavano per andar via, ma non hanno fatto in tempo. I rapinatori hanno fatto irruzione e Luca ha opposto resistenza, preoccupato per i suoi cari; voleva difendere la sua ragazza, il ricordo della rapina-stupro di Resina ancora fresco. È stato allora che i rapinatori lo hanno trascinato in un altra stanza e gli hanno sparato. Sono queste le scene che la signora Rosi dice di rivivere giorno dopo giorno. Il semplice, e atroce, fatto di vivere nella casa in cui tutto è accaduto è sufficiente per garantire che i ricordi non sbiadiscano mai. «È un dolore terribile ed è sempre vivo nella mia mente Ivana tenta di spiegare Ormai la mia vita è così, con i ricordi». Un film costantemente rimandato al punto di partenza, gli stessi fotogrammi che si ripetono sempre più vividi. «Più si va avanti, più ho tutto vivo nella mente», dice. Al piano di sopra ci sono ancora tutte le cose di Luca. Sotto il dolore di una madre che non può evitare di domandarsi «perché lui, perché non io», c è anche l incredulità, l incapacità di capire il perché di quella violenza. Non solo perché «a una morte per malattia ti ci prepari, ma a una cosa così mai», ma anche perché fino a qualche anno fa lei e la sua famiglia non si immaginavano di poter diventare vittime di una rapina così violenta. «tenevamo sempre tutto aperto qui», ricorda Ivana, mentre adesso gli episodi di questo tipo sono aumentati e con essi la paura della gente. Sono tante le domande che la signora Ivana si pone nel suo calvario quotidiano, ma quando il nipotino le chiede di quella notte di inizio marzo non sa cosa rispondere. la signora IVana rosi, Madre di luca CaterIna VIlla ultimi anni i classici furti in villa hanno ceduto il passo a episodi che hanno scioccato le coscienze di una città che non era stata abituata a tanta efferatezza. Marco Chiacchiera, capo della Mobile di Perugia, spiega che tutto è iniziato all incirca tre anni fa. «Nell inverno 2010 abbiamo avuto la prima ondata, oltre 15 colpi in pochissimo tempo e in un area circoscritta. tra gli sfortunati c è stato anche l allenatore Serse Cosmi. Abbiamo capito che si trattava di un unica banda, che alla fine siamo riusciti ad arrestare». Quello che sembrava un capitolo chiuso si è però riaperto a distanza di alcuni mesi. Il 2012 è l anno degli omicidi di Ramazzano e Cenerente nel giro di poche settimane. La prima impressione è quella di un escalation di violenza, ma non sembra esserci un filo rosso che colleghi questi casi. Come sottolineano in questura, occorre fare riferimento ai singoli episodi. Di volta in volta, infatti, tutto dipende dalla personalità dei rapinatori. Allo stesso modo, non è scontato che ci sia un legame così forte tra l aumento di furti e la crisi economica. «È ovvio che in queste situazioni sia inevitabile immedesimarsi, dal momento che le famiglie colpite sono assolutamente normali continua Chiacchiera Se ci si pensa quasi tutti una volta nella vita hanno subito almeno un furto. Ma una cosa sono le emozioni e un altra l analisi obiettiva dei fatti». Prevenire un furto o una rapina non è cosa semplice, molto spesso per sgominare una banda sono necessarie lunghe indagini, che contrastano con l esigenza di dare una risposta immediata a cittadini spaventati. Cogliere in flagranza il ladro spesso non basta, perché ne deriva una pena più lieve rispetto a quella prevista laddove ci siano prove di un attività continuata. «Sappiamo chi sono, pensiamo di conoscere i loro basisti conclude Chiacchiera - ma a volte ci sembra davvero una lotta contro il tempo». alessia MarzI CaterIna VIlla antifurti: quanto costa la paura Per sentirsi al sicuro sempre più famiglie non badano a spese SSistemi di allarme perimetrali, doppi vetri, porte blindate e serrature di ultima generazione. Le famiglie perugine non si sentono al sicuro e sempre più persone scelgono di armarsi e allarmarsi. Come? Rivolgendosi a imprese che offrono sistemi antifurto con soluzioni (più o meno) per tutte le tasche. Così si finisce per pagare quella che sembra essere una vera e propria tassa occulta sulla sicurezza, a beneficio di un industria che non conosce crisi. I fratelli Valeri lavorano nel settore e non hanno dubbi: negli ultimi tre anni si è registrato un sensibile aumento della domanda. «Una volta i nostri clienti erano solo i proprietari di villette isolate, in campagna, oggi invece molte persone che ci commissionano gli interventi vivono in appartamenti ai piani alti; negli ultimi tempi l allarme in casa è diventato un vero e proprio vincolo condominiale». Sono entrati dal mio vicino di casa, ho bisogno di una serratura nuova Chi fa questo lavoro, spie - gano, si rende conto di come furti e rapine sembrano essersi trasformati in un morbo che si espande a mac chia d olio. «Quest anno 2012: un anno da dimenticare 3 febbraio, resina Due rapinatori fuggono con 20mila euro in gioielli e denaro dopo aver stuprato una donna sudamericana e terrorizzato sua nipote per due ore prima che tornasse il cognato della vittima 2 marzo, ramazzano tre romeni entranoa volto coperto in una villetta. Il figlio dei proprietari, Luca Rosi, viene ucciso con quattro colpi di pistola mentre tentava di proteggere i familiari. 6 aprile, Cenerente Sergio Scoscia, orafo di 52 anni, viene massacrato a colpi di martello davanti alla madre Maria Raffaelli, che muore di infarto. La banda cercava l oro che l uomo teneva in casa sono passati per Ponte San Giovanni, Deruta e Ferro di Cavallo, mentre proprio in questi giorni c è una banda che sta ripulendo Magione», raccontano i titolari, che vengono chiamati sempre dai vicini di casa di chi ha subito un furto la notte prima. Quando i fratelli Valeri rispondono al telefono del loro ufficio, la metà delle volte si trovano a dover intervenire con urgenza per soddisfare le richieste di chi si è convinto che sarà la prossima vittima. Modificare la serratura di una vecchia porta può costare fino a 1770 euro, mentre il costo di un allarme per appartamento oscilla tra i 2500 e i 5000 euro. «Esistono sistemi anti-intrusione da mettere sulle porte, costano meno di 20 eurospiegano i fratelli- ma tutti sanno che per fermare i veri professionisti ci vuole decisamente qualcosa in più». Se poi questi investimenti siano davvero una garanzia di sicurezza è un altra storia. Secondo una ricerca presentata da Stefano Anastasia e tamar Pitch, professori dell Università di Perugia, il vero problema è il panico creato dai casi più gravi, rimbalzati sulle pagine di tutti i giornali. Il 62,7% del campione intervistato ritiene che la criminalità in Italia sia aumentata negli ultimi dodici mesi (a preoccuparsi di più sono donne, casalinghe e pensionati), ma l 81% degli intervistati dichiara di non aver subito alcun reato negli ultimi dodici mesi. Nel dubbio, meglio cambiare la serratura di casa. alessia MarzI

4 STORIE E INTERVISTE In chiesa o in comune, festa mondana o con gli amici di sempre: il giorno del si rimane un istituzione. Racconti e testimonianze di chi, crisi permettendo, all altare ci arriva per scelta e chi per lavoro matrimonio: il sogno che resiste STORIE E INTERVISTE sì, lo voglio : la frase intramontabile i fiori d arancio ai tempi del business loro pensano a tutto... o quasi Organizzare un matrimonio non è cosa da poco. Progettare un ponte al confronto sembrerebbe un gioco da ragazzi. Il primo problema, come dice chi lavora nel settore, è trovare i luoghi adatti. C è chi vuole la classica chiesa medioevale umbra, chi la sala del consiglio comunale e chi magari qualcosa di più particolare. E poi le foto, il menu giusto nel ristorante giusto, i fiori, la trafila dei ricevimenti, la lista dei regali. Come ciliegina sulla torta non possono mancare le manie e le voglie, alcune davvero assurde, di chi quel giorno deve arrivare all altare (o magari davanti ad un sindaco). Francesca Batori organizza una media di venti matrimoni all anno dal 2007 per l agenzia Nozze e dintorni e ne ha viste di tutte i colori: «C è stata una sposa che si è tagliata completamente i capelli il giorno delle nozze a metà del ricevimento, cambiandosi anche di abito. Dal bianco al rosso fuoco per fare una sorpresa al marito. Non immaginate quanto una cosa del genere scombussola tutti i piani che uno può fare. C è anche chi si è voluto sposare di mattina facendo il pranzo con uno straniante effetto notte al lume di candele. In fondo io sono qui anche per questo no?». Francesca ama il suo lavoro ma guai a chiamarla wedding planner (organizzatrice di ma- Francesca Batori event manager un immagine di elena nel giorno delle nozze trimoni ndr), lei è una event manager, una che crea eventi. Preferibilmente, matrimoni. «Oggi la famiglia è un sostegno sempre più morale e sempre meno pratico a tutto quello che concerne un matrimonio- spiega la Batori- per questo nascono le nostre professioni. E poi quel giorno è diventato un momento di festa, di divertimento con centinaia di cose da organizzare nel dettaglio». «Mi piacecontinua come un fiume in piena- un matrimonio su misura degli sposi. Certo, le coppie che vengono da noi sono sempre un po spaventate. I programmi televisivi che fanno vedere quanto sia difficile e costoso organizzare un matrimonio non aiutano! Tutto, se ci si affida al professionista capace e qualificato, è in realtà molto più facile e bello! In fondo, diciamocelo, è la realizzazione di un sogno, di una fiaba che molti di noi cullano fin da quando sono dei bambini». In questo universo fatto di fiori d arancio piccoli vizi e tanti sogni c è chi è approdato nel grande business del sì dopo una storia da fotoreporter di guerra in Bosnia per i più importanti quotidiani italiani. Lì ha rischiato la vita ed è tornato in Italia. tre anni di convivenza io e (ora posso dirlo!) mio marito abbiamo deciso di fare il grande pas- «Dopo so. Volevamo costruire la nostra famiglia. Questo perché crediamo nel matrimonio e per noi essere famiglia significa sposarsi». Il ricordo del grande giorno di Elena è ancora fresco: a settembre ha sposato Francesco. Prima del sì sull altare ha frequentato un corso di preparazione spirituale, obbligatorio per tutti coloro che intendano sposarsi in chiesa. Infatti, nell iter previsto dal sacramento matrimoniale, la mancanza di scelta su questo passaggio vincola non poco la coppia di promessi sposi, soprattutto dal punto di vista degli orari e dell impegno dedicato. Ma la ricchezza e l utilità delle testimonianze di coppie che stanno insieme da anni - e che partecipano agli incontri portando la loro esperienza - è qualcosa di impagabile. Quando chiediamo ad Elena se da piccola sognava l abito bianco, essere accompagnata all altare da suo padre, pronunciare la formula di rito Sì, lo voglio, non ha dubbi: «È stato proprio come mi aspettavo, un giorno carico di emozioni». Elena e Francesco hanno scelto una festa sobria, senza troppi sfarzi, anche grazie all aiuto economico delle loro famiglie: il contributo principale è servito a pagare la cena con amici e parenti. Uno che di matrimoni se ne intende, per averne celebrati moltissimi, è monsignor Luciano Tinarelli, parroco della chiesa di Santa Maria Assunta a Monteluce. Ha 87 anni, 68 dei quali vissuti da sacerdote: entusiasmo e cordialità arricchiscono le sue parole profonde. Cita Papa Francesco: «Non sposandosi si maltratta la tradizione, la promessa, il progetto». Poi aggiunge: «L importanza del corso di preparazione al matrimonio sta nella possibilità per i celebranti di verificare la condivisione di una volontà, una volontà che risiede nelle cellule di ognuno, dove nasce la forza d amarsi ed essere amati. Questa forza ti precede, nasce prima ancora che tu nasca perché deriva da Dio. Per questo la separazione è una ferita insanabile ed un offesa a Lui». Per monsignor Tinarelli la fedeltà «è la perla più grande e preziosa della vita matrimoniale. Nel mio vissuto di ministro della Chiesa ho offerto un esperienza, mostrando ai fedeli che è volontà di Dio che due persone si incontrino, si sposino, si amino. La Chiesa è e deve essere aperta all intervento di altre forze, che irrobustiscono il sacramento del matrimonio. Ma l energia più grande viene dal Cielo». Bastano queste due sole testimonianze per capire quanto resista in Italia la tradizione matrimoniale. Sebbene, infatti, sposarsi in chiesa sia meno diffuso rispetto agli ultimi anni (anche grazie all aumento delle convivenze e del matrimonio civile), il sogno dei fiori d arancio resta ben radicato nel patrimonio culturale del nostro paese. I dati Istat lo certificano: a partire dagli anni Sessanta il tasso di nuzialità è in costante diminuzione. Ciò significa che sono sempre meno le coppie che decidono di convolare a nozze in chiesa. Si è innalzata l età media in cui ci si sposa, sono aumentate le separazioni e i divorzi. Da dove nasce, allora, questo appeal, questa insormontabile tradizione? Lo abbiamo chiesto alla professoressa Elisabetta Donati, docente di sociologia della famiglia all Università di Torino: «Il matrimonio è insieme un istituzione tenace e porosa, la cui funzione rimane basilare, mutando nel tempo il modo, le relazioni e i significati con cui le persone lo praticano. Per questo è da sempre un istituto ad alto rischio. Che resista, quindi, è un dato storico: negli anni si è arricchito di simboli e pratiche ma le sua pelle è mutata. Ed è proprio questo che ha portato all aumento delle unioni civili. Le ragioni per cui si fa un matrimonio, il modo in cui le relazioni fra i coniugi sono stabilite e i motivi che rendono possibile scioglierlo sono molto cambiate: la sequenza non è più cerimonia, sessualità, procreazione». Se allora dovessimo dare una spiegazione strettamente sociale al resistere del matrimonio in Italia, chiameremmo in causa altri fattori che in questa scelta sono comunque determinanti, come l età fino a cui si vive in famiglia. Ci spiega la professoressa Donati: «Le nozze rimangono in Italia la ragione principale per cui, al di là degli studi, si esce di casa. Segna l autonomia abitativa ma in forme che spesso con i matrimoni di vecchia generazione hanno poco in comune». Insomma, a sentire Elena, don Luciano e la professoressa Donati, tante volte si dirà ancora Sì, lo voglio. antonio Bonanata Si tratta di Michele Pero, una vita con la macchina fotografica a tracolla a fare scatti in tutto il mondo e con una scuola da dirigere la dark room di Firenze, ha inaugurato una nuova moda: quella del fotoreportage. Ora è la cosa tredy che c è. Lui lavora soprattutto tra la Toscana e l Umbria. Una volta, una decina di anni fa, un suo caro amico gli chiese di immortalare il giorno delle nozze: Gli risposi che andava bene ma avrei fatto come mi pareva. quando mi presentai nessuno sapeva che ero il fotografo ufficiale e per questo sono riuscito a rubare immagini uniche. Così è andata e da quel momento è iniziata una nuova avventura. Di cosa si tratta? «Semplice, come se fosse un racconto di immagini. Uno sguardo, un sorriso, una mano che accarezza il velo, una intimità di intesa. Insomma la storia vera della vostra giornata più bella. Dimenticate gli sposi in posa, le foto artefatte e finti sorrisi». Michele realizza quegli album fotografici, molti dei quali ormai pubblicati sui social network, che non annoieranno mai amici e parenti: «Passatemi la battuta, mi muovo nell ombra, il mio stile non è invadente e vuole cogliere l attimo, non ricrearlo artificialmente». michele pero inventore del matrimonio-reportage nicola mechelli I matrimoni in Umbria celebrati nel % Si sono sposati con rito religioso 45% Si sono sposati con rito civile il teatro più piccolo del mondo a monte castello di vibio, una atmosfera magica per un momento indimenticabile le nuove tradizioni iola ti posso sposare?» Dimenticate la ce- al lume di candela, dimenticate il pano- «Vna rama mozzafiato o il week end a Parigi. C è chi a Perugia preferisce chiedere alla sua fidanzata di sposarsi al ritmo del rock and roll. Bernardo Romizi è giovane un architetto. Una vita tra il lavoro, gli amici, il baseball e la musica.. Ma niente di tutto questo avrebbe sapore se al suo fianco non ci fosse la sua Viola.Ne lei e ne le oltre quattrocento persone presenti dimenticheranno il momento della sua Bernardo romizi sul palco durante uno dei suoi concerti 40 anni L età media dello sposo dichiarazione di matrimonio. Era il 15 febbraio e Bernardo stava suonando con il suo gruppo musicale in un locale del centro di Perugia: «Sì, lo so a raccontarla fa un po ridere ma è stato il modo che più mi rappresenta. Nessuno quella sera sapeva che avrei chiesto a Viola di sposarci. Ho preso coraggio e durante un pezzo, nel pieno del divertimento, l ho chiamata sul palco, mi sono inginocchiato e gli ho detto se mi voleva sposare. Volete sapere una cosa? Lo rifarei altre cento volte». Non è una favola ma Bernardo e Viola si sono sposati il 30 agosto di quest anno e vivono felici e contenti n.m. nozze umbre in cifre 34 anni L età media della sposa 15 anni La durata media di un matrimonio 60% Si sposa nei mesi di giugno, luglio e sttembre euro Il costo medio di un matrimonio luoghi insoliti, rito antico Tenute di campagna, ville, castelli, agriturismi: l Umbria offre i migliori scenari per il matrimonio country, la nuova tendenza per chi decide di convolare a nozze. Alla ricerca di spazi insoliti per una cerimonia che si vuole indimenticabile, le coppie umbre - e non solo - scelgono sempre più riti sull erba, chiesette sperdute o (per matrimoni civili) cappelle sconsacrate. Oppure il teatro più piccolo del mondo, come viene definito e pubblicizzato. Si trova a Monte Castello di Vibio, un borgo fra Todi e Marsciano. 99 posti, poco più di cento metri quadrati, due secoli di storia. Riaperto nel 93, ha cominciato ad accogliere coppie di fidanzati 17 anni fa e da allora vi sono stati celebrati circa 300 riti la chiesa di san pietro ad assisi civili. Quasi la metà di quelli che decidono di scambiarsi gli anelli nel Teatro della concordia vengono da tutta Italia; il 40% sono stranieri e solo il 10% umbri. Basta una tariffa comunale di 500 euro per prenotare un luogo d eccezione come questo e coronare il proprio sogno d amore. Affrettatevi, però: potreste non trovare posto, come nelle chiesa di San Pietro ad Assisi. Qui l attesa è di mesi. a.b. Non ho mai idealizzato il matrimonio, l ho sempre pensato come un processo di costruzione. Non era il mio sogno di bambina. Dopo tre mesi dal giorno delle nozze sono sempre più convinta che sia sbagliato dare troppa importanza alla data in se, ciò che conta davvero comincia l indomani». Maria, perugina di 28 anni, lavora nella reception di un azienda. Lo scorso 27 luglio ha percorso la navata della chiesa di San Sisto. Ad aspettarla all altare c era Tommaso, 36anni, geologo e ric ercatore all università di Perugia. Fidanzati dal 2009, hanno pensato al matrimonio fin da subito: «Volevo costruire un futuro con lui, un progetto di vita insieme. Io sono cattolica, lui no. Nonostante questo ha accettato di sposarmi in chiesa, è stato un grande gesto d amore nei miei confronti e verso la mia famiglia». Maria è felice adesso, ma il mondo che ha conosciuto durante i preparativi l ha delusa. Ha dovuto arrendersi alla realtà e con l amaro in bocca è costretta ad ammettere che dietro le nozze si nasconde un vero e proprio bussiness. Chi si occupa dell organizzazione, chi ti vende le bomboniere o il vestito spiega Maria non lavora per te gratuitamente, anzi. Loro fanno affari giocando sulla tua emotività, ribadisce. Il matrimonio non è solo un progetto razionale di crescita e condivisione, è anche il paradigma di una tradizione secolare: lo stereotipo perfetto del lieto fine. Chi ti aiuta a confezionarlo non fa sconti, approfitta dell entusiasmo e della frenesia del momento per convincerti che quanti più soldi spendi tanto più sarai felice. Aspettative che non sempre vengono soddisfatte. nella buona e nella povera sorte «No, quello non è stato il giorno più bello della mia vita. Lo rifarei adesso solo per non fare tanti errori. Prima cosa: avere troppe aspettative è sbagliato, a cominciare dal vestito. Rischi di impazzire e di spendere un sacco di soldi per un abito che indosserai solo per mezza giornata». Maria prima di scegliere il vestito è andata in sette negozi, voleva trovare un compromesso tra bello, ma accessibile. Quando finalmente l ha acquistato si è accorta di essere stata imbrogliata. «Me l hanno venduto spacciandolo maria e tommaso subito dopo il sì Dove vanno gli italiani dopo essersi promessi amore per l eternità? A quanto pare, la risposta è: in banca. I matrimoni costano e, se in tempi di crisi i soldi accumulati negli anni non sono sufficienti, è prassi ormai diffusa pagare la cerimonia con rivolgendosi ad una finanziaria. Secondo un indagine dei portali Prestiti.it e Facile.it che hanno condotto una ricerca su circa richieste di finanziamento, nel periodo , la percentuale di prestiti richiesti per sostenere le spese per la cerimonia nunziale ha avuto un incremento del 41%. Bomboniere, ristorante, pranzo da offrire agli ospiti, chiesa, addobbi floreali, fotografo, vestiti, automobile, confetti: sono in tanti a non voler rinunciare a nulla pur di ricordare quel giorno come il più bello della vita. In media, in banca viene chiesto un prestito di euro da restituire in 5 anni; a richiederlo i giovani trentenni, ma soprattutto i loro genitori. Sono gli ultracinquantenni che bussano alle porte delle banche pur di garantire ai loro figli una cerimonia da favola. La spesa complessiva parte dai euro per un matrimonio low cost, una cifra che può lievitare in fretta visto che quasi il 20% delle nozze costa più di euro. E chi non si indebita come fa? Il presidente dell Adoc Umbria, Angelo Garofalo, spiega quali sono le tendenze nella nostra regione: «I matrimoni sono diminuiti del 10% e quasi nessuno si sposa prima dei trent anni. Prima di questa età è raro poter contare su una stabilità economica su cui costruire una vita di coppia. Abbiamo ricevuto delle telefonate di donne che ci chiedevano informazioni su come spendere di meno. Il problema è che molte di loro sono restie a certe soluzioni. Spesso consigliamo di noleggiare l abito, risparmierebbero fino al 77%. In fondo l abito da sposa lo usi un giorno e poi lo metti in soffitta. In poche si fanno convincere». Che il vestito da sposa sia ancora il simbolo di un sogno e di una tradizione lunga secoli, lo conferma Claudia che di questi sogni ne vende da anni: «La sposa vuole sentirsi una principessa e non è un luogo comune dire che l abito bianco non passa mai di moda. Quel che è cambiato rispetto al passato è che la prima cosa che queste ragazze chiedono è il prezzo, un tempo si innamoravano del vestito poi veniva il portafoglio». Un cambiamento facile a capirsi alla luce dell attuale congiuntura economica. Sono aumentate le convivenze, ma anche le separazioni di fatto: anche le parcelle degli avvocati sono un bene di lusso. Tuttavia sposarsi non è un impresa impossibile se si sostituisce la creatività al lusso. Lo sostiene Angelo Garofalo: «Puntando sul fai-da-te e su soluzioni economiche ma non meno originali si può spendere il 55% in meno rispetto al matrimonio tradizionale. Per esempio, inviando le partecipazioni via sms o a mano si risparmia il 90%, realizzando le bomboniere a mano l 86%. Sostituendo il pranzo o la cena con un aperitivo come un abito della collezione sposa Un giorno navigando su internet ho scoperto che era del Ovviamente al di là dell immagine, la differenza la faceva il prezzo. Più un vestito è nuovo più costa. E loro su questo speculano. I titolari del negozio non hanno mai ammesso la verità, mi hanno detto che era talmente bello che era stato inserito nella nuova collezione con delle piccole modifiche.non sapevano cosa inventarsi, alla fine mi hanno fatto solo un piccolissimo sconto. Non è un ambiente trasparente: le commesse chiaramente ti dicono che sei meravigliosa qualsiasi cosa indossi. Quando chiedi il prezzo, ti rispondono sempre: ci pensiamo dopo. Il fatto che andassi da sola nei negozi veniva visto con diffidenza. Si aspettavano una sfilata di mamme, amiche, zie. Insomma alla fine ho speso 1800 euro». L incubo non finisce al vestito: «Non parliamo della lista di nozze. I titolari del negozio ti convincono che qualunque cosa loro vendano corrisponde ad un oggetto a cui non puoi rinunciare. E tu finisci per crederci, dopo ti accorgi che sono tutti bisogni indotti. Loro ti offrono la cosa prima che tu lo percepisca come necessaria. Io e Tommaso non avevamo mai convissuto, sarebbe stato meglio scoprire insieme nel corso del tempo le nostre necessità. Adesso abbiamo la casa piena di roba inutile. Molto meglio farsi regalare dei soldi, così con calma capisci cosa desideri davvero». Le cose di cui Maria è più fiera sono quelle create da lei, come le bomboniere e le partecipazioni: «Visto l infinita quantità di soldi che abbiamo speso per vestito e ristorante, abbiamo pensato che fosse giusto risparmiare. Ci siamo fatti venire un idea: per le partecipazioni sono andata direttamente in tipografia, ho risolto con cento euro. Una signora che conosco, madre di 11 figli, mi ha fatto le bomboniere artigianalmente. Almeno ho dato i miei soldi a chi ne aveva bisogno. Sono rimasta davvero soddisfatta. Vorrei dire una sola cosa a chi decide di sposarsi oggi: fatelo, ma ricordatevi che il matrimonio non è quel giorno, il matrimonio vero è dopo». michela mancini seguito dal taglio della torta si risparmia quasi il 100%». In nome della crisi si può accantonare la tradizione delle grandi e cerimonie. In fondo, mettere da parte lo sfarzo non significa certo rinunciare all amore. m.m. claudia la venditrice di sogni

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Claudio Baglioni A modo mio

Claudio Baglioni A modo mio Claudio Baglioni A modo mio Contenuti: revisione passato prossimo, lessico, espressioni italiane. Livello QCER: B1 Tempo: 2 h Claudio Baglioni è un grande cantautore italiano, è nato a Roma il 16 maggio

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

GUIDA PER PIANIFICARE IL TUO MATRIMONIO

GUIDA PER PIANIFICARE IL TUO MATRIMONIO GUIDA PER PIANIFICARE IL TUO MATRIMONIO 1. Leggere questa storia La ragazza guardò per la millesima volta l anello che brillava sul suo dito, come i suoi occhi. Ieri, Paolo, il suo fidanzato, le aveva

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA

DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA DISTRUGGERE IL MURO DEL SILENZIO: SCHIACCIAMO L'ABUSO PSICOLOGICO TAVOLA ROTONDA E DIBATTITO MACERATA PALASPORT FONTESCODELLA INTERVENTO DEL DR ANDREA MAZZEO PRESENTAZIONE Il mio compito è quello di parlarvi

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

La Felicità con gli occhi di

La Felicità con gli occhi di La Felicità con gli occhi di Di Paolo Sichel, Giorgia Zanierato e Sidney Fontana Classe 4 BSU Indice Felicità: Con la spensieratezza di un bambino Con la grinta dell adolescente Con la serenità di un adulto

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software.

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. PREFAZIONE Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. Ho costituito, oltre 29 aziende in Italia e all estero, ed ormai ho una certa

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015

La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 La XXIV giornata mondiale della salute mentale: il 10 Ottobre 2015 Evento Flashmob Pensieri raccolti nel gruppo: Sabato ci siamo trovati al Centro e dopo aver indossato le magliette siamo andati tutti

Dettagli

365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO. La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda!

365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO. La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda! 365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda! - 12 mesi: se siete legate ad una data in particolare iniziate prenotando

Dettagli

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro LEZIONE 1 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso volevo arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. Ci siamo conosciuti venti

Dettagli

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù.

Come vivere senza ansia con accanto un amico di nome Gesù. PREFAZIONE Voglio sottolineare che questo libro è stato scritto su dettatura di Gesù Cristo. Come per il libro precedente, desidero con questo scritto arrivare al cuore di tante persone che nella loro

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3

Corso ITALIANO Prof.ssa S. DOTTI Liv. 3 24 CHE invariabile senza preposizioni PRONOMI RELATIVI CHE = Il quale - i quali masch. La quale -le quali femm. Es. Le persone, che vedi, sono i miei amici = Le persone, le quali vedi, sono i miei amici

Dettagli

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con

A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo. Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con LEZIONE 1 ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso (volere) arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. (conoscersi) venti giorni fa a

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e

Aiutato da due suoi amici della stessa età, Junior e Christian, Benjamin si procurò degli occhiali a raggi x in grado di vedere dentro le case e Natale a Sonabilandia Era la mattina di Natale e a Sonabilandia, un paesino dove tutti sono sempre felici, non c'era buon umore e in giro non si vedeva neanche un sorriso; questo perché in tutte le case

Dettagli

Domande frequenti sull elaborazione del lutto

Domande frequenti sull elaborazione del lutto Domande frequenti sull elaborazione del lutto La situazione in cui ti trovi è straordinaria e probabilmente molto lontano da qualsiasi esperienza tu abbia avuto prima. Quindi, potresti non sapere cosa

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce.

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. Consiglio Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. La mia famiglia Federico ci presenta la sua famiglia. Guarda il disegno e completa con i nomi della famiglia.

Dettagli

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo?

Si ricorda cosa le hanno detto, come l ha saputo? Intervista rilasciata su videocassetta dalla Sig.ra Miranda Cavaglion il 17 giugno 2003 presso la propria abitazione in Cascine Vica, Rivoli. Intervistatrice: Prof.ssa Marina Bellò. Addetto alla registrazione:

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono?

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono? io sono l alternativa non alternativa L'Aura Abela è l'artista forse più conosciuta presente nel nuovo cd di Enrico Ruggeri dal titolo "Le canzoni ai testimoni" uscito il 24 gennaio. L'Aura è colei che

Dettagli

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori.

Sin dalla nostra nascita, la camera da letto è testimone della nostra vita, delle nostre trasformazioni, delle gioie e dei dolori. CAMPO FAMIGLIE 2010 SI SEPPE CHE GESU ERA IN CASA LA CAMERA DA LETTO Luogo dell intimità Quando preghi entra nella tua camera Mt. 6,6 IL SIGNIFICATO ANTROPOLOGICO Sin dalla nostra nascita, la camera da

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront

La famiglia. La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. Donne in carriera l ora del dietrofront La famiglia La famiglia fa notizia Collega le foto all articolo corrispondente. b. a. c. d. f. e. Nonni a scuola dai nipoti oggi lezione di Internet Nove scuole, 900 anziani, 900 ragazzi Obiettivo: creare

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo#

LA#SCOPERTA## Giardino#dei#Gius5# # # #Associazione#Gariwo# LA#SCOPERTA##!!!!!!Giardino#dei#Gius5# #####Associazione#Gariwo# CHI#SONO#I#GIUSTI#,#PROF?## LA#NOSTRA#SCELTA## Un#nome#fra#tuC#con5nuava#a# tornare#con#insistenza## !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Educare#al#coraggio#civile#!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Svetlana#Broz#

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Ad un avvocato conviene oggi seguire clienti col patrocinio a spese dello Stato? di Tiziano Solignani*

Ad un avvocato conviene oggi seguire clienti col patrocinio a spese dello Stato? di Tiziano Solignani* Ad un avvocato conviene oggi seguire clienti col patrocinio a spese dello Stato? di Tiziano Solignani* Ciao Tiziano, disturbo per chiederti cortesemente alcune indicazioni in merito alla Vostra esperienza

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Un compleanno speciale

Un compleanno speciale Testo teatrale ideato dalla classe 5D Un compleanno speciale ATTO UNICO Sceneggiatura a cura di Monica Maglione. Coreografia: Elisa Cattaneo / Alessandro Riela. Musiche: Papi, Sexy Back. Narratore: Davide

Dettagli

benedizione papale di papa Francesco a Belen

benedizione papale di papa Francesco a Belen benedizione papale di papa Francesco a Belen Grazie per la sua benedizione. #sonotroppoemozionata #troppo #troppoperme. Siamo agli scoccioli, agli ultimi particolari sul matrimonio Belen Rodríguez La showgirl,

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani,

CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO. Cari castellani, CASTELLO NEWS N 1 SUBITO AL LAVORO Cari castellani, è la prima occasione utile per sentirci con un po' più di calma dopo queste due settimane, a parte qualche post su Facebook che ha tentato di dar conto

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli