I Distretti rilanciano il commercio Bergamo modello vincente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I Distretti rilanciano il commercio Bergamo modello vincente"

Transcript

1 Anno 7 - n. 72 Novembre/Dicembre 2013 Mensile della Confesercenti di Bergamo Aut. Trib. BG n 10 del 3/4/84 - Dir. resp.: Marco Birolini Poste Italiane S.p.A. Spediz. in a.p. - D. L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N 46 art. 1, comma 1 DCB (Bergamo) - Stampa: PressR3 - Almenno S. Bartolomeo (BG ) Il V bando premia le realtà della nostra provincia I Distretti rilanciano il commercio Bergamo modello vincente Le reti sorte sul territorio danno prova di dinamismo: tante le iniziative e i progetti avviati. L assessore Cavalli: L esempio orobico trascinerà tutti a pag Cucine stellari La Regione ha perso un occasione Giorgio Ambrosioni Presidente Confesercenti BG 444 Le linee di sviluppo del commercio approvate dalla Regione Lombardia hanno forse perso un'occasione per porre finalmente un freno al dilagare della grande distribuzione. a pag. 4 4 E-commerce, consigli utili Un nuovo servizio aiuterà chi apre una bottega virtuale. a pag. 5 4 a pag. 4 4 Expo 2015 porta il mondo in città 444 Expo 2015 è sempre più vicino. Bergamo non vuole farsi trovare impreparata e si muove in anticipo. Dal 29 al 31 gennaio in Fiera arriveranno 350 delegati da oltre 70 Paesi. Tre giorni importantissimi, che serviranno alle imprese orobiche per interpretare al meglio le esigenze delle delegazioni, che trascorreranno almeno sei mesi a Milano. Sono attesi oltre 20 milioni di visitatori e la nostra provincia, vicina alla metropoli, diventerà una piattaforma logistica privilegiata. a pag. 5 4 Fioristi da legare La categoria vuole unirsi per far valere le sue ragioni. a pag. 8 4 Il Punto Informativo di Lecco a pag. 6 a pag.11

2 2 Novembre/Dicembre 2013 I Distretti del commercio orobici fanno centro In quattro ai primi posti del bando regionale 444 I distretti del commercio bergamaschi occupano i primi quattro posti nella gra duatoria del V Bando Ver so l Expo 2015, promosso da Regione Lombar - dia per la valorizzazione delle attività commerciali e pubblicato oggi sul Bollet - tino Ufficiale (BURL - Se - zio ne Ordinaria n. 44). Si tratta del Distretto diffuso del commercio dell Alta Valle Seriana Clusone, di cui fanno parte i comuni di Clu - sone, Parre, Ponte Nos sa, Ro - vetta, Piario, Songa vazzo, del distretto Morus Alba con Stezzano, Azzano San Paolo, Grassobbio, Orio al Serio, Zanica, del distretto Fontium et Mercatorum Valle Seri - na e San Pelle grino con Brac ca, San Pel le gri no, Seri - na, Costa Seri na, Oltre il Colle, Cornalba e del distretto urbano di Treviglio. Quattro realtà che hanno ottenuto il massimo del punteggio, classificandosi al primo, al secondo, al terzo e al quarto posto con 113 punti Alta Valle Seriana Clusone, 109 Morus Alba, 108 Fontium et Merca torum e 104 Treviglio. Al V Bando hanno partecipato 20 sui 28 distretti bergamaschi; di questi, oltre ai quattro che hanno raggiunto la votazione più alta, hanno ottenuto un finanziamento altre tredici realtà. Soddisfatte le Associazioni di categoria, Ascom e Con fe L'assessore regionale al Turismo e commercio Al - berto Cavalli si complimenta con i Distretti del com mercio bergamaschi. Il territorio è fecondo e innovativo ha spiegato Cavalli sercenti, che hanno contribuito nella realizzazione dei progetti presentati in Regio ne che sono punto di riferimento sul territorio delle attività dei distretti del commercio. Dalla Regione arriveranno circa 800 mila euro per sostenere iniziative e progetti durante il convegno che si è tenuto sul tema all'urban Center Quello orobico è un modello di riferimento. Inte - ressante l'attenzione alla nuove tecnologie digitali, eccezionale strumento di di promozione, valorizzazione delle eccellenze, innovazione di filiera, franchising e formazione, che richiedono investimenti per circa due milioni di euro. In più, a poche ore dalla pubblicazione della graduatoria, la Giunta Regionale è I distretti ammessi e finanziati 444 Diciotto sono i distretti ammessi al V bando e finanziati: Alta Val le Seriana Clusone (Clu so - ne, Parre, Ponte Nossa, Ro - vetta, Piario, Songavaz zo), Cividate al Piano, Mo rus Alba (Stezzano, Azza no San Paolo, Grassobbio, Orio al Serio, Zanica), Fon - tium et Mercatorum Valle Serina e San Pel le - grino (Bracca, San Pelle - grino, Serina, Costa Serina, Oltre il Colle, Cornalba), Treviglio, Asta del Serio (Val bondione, Gandellino, Gromo, Oltressenda Alta, Ardesio, Villa d Ogna, Pre - molo, Valgoglio), Dal Se - bi no all Oglio (Sarnico, Credaro, Villongo), Ville e Torri dell Isola (Ponte San Pietro, Ambivere, Ma - pello, Terno d'isola, Brem - bate Sopra), La Porta della Valle Brembana: distretto del commercio fra storia e territorio (Zogno, Se dri na, Brambilla), Cin - promozione. Cavalli ha invitato però a sfruttare al meglio le sinergie: Turismo e shopping si devono aiutare a vicenda ha sottolineato Nei Distretti deve inoltre entrare anche la cultura: penso intervenuta per rifinanziare i distretti ammessi per 1.2 milioni di euro ad integrazione dei 4 milioni già deliberati, "un segnale importante" commenta Ambrosioni "che rafforza ulteriormente le aspettative riposte dall'as - ses sorato nei distretti come utile risposta alla crisi". Nella provincia di Bergamo si contano 28 distretti, per un totale di 130 comuni coinvolti e più di 10 mila attività imprenditoriali. Dodi ci sono i distretti bergamaschi certificati con il marchio di qualità Tocema Eu rope: Bergamo, Treviglio, Val Gandino, Area di Zin go nia, Asta del Serio, Dal Sebi no all Oglio, Fon - tium et Mercatorum, Honio, La porta della Val Brembana, Ville e Torri dell Isola, Mo - rus Alba. que Terre della Val Gan - dino (Gandino, Leffe, Caz - zano S. Andrea, Casnigo, Pe ia), Bergamo, Area di Zin gonia (Osio Sotto, Cise - rano, Verdello, Verdellino, Boltiere), Romano di L o m b a r d i a, Intercomunale 525 (Dalmine, Osio Sopra, Tre - violo, Lallio), Lovere-Bos - sico e Castro, Honio (Ver - to va, Colzate, Fiorano, Gaz zaniga e Cene), Seria - te, Antegnate. L assessore Cavalli: Il modello orobico è vincente a biblioteche, musei e teatri. La Lombardia poi ha la grande occasione dell'expo: i Distretti sono soggetti su cui potremo contare per mettere in vetrina le nostre eccellenze. L'asses sore ha an - Ambrosioni: Ottimo risultato 444Il presidente di Confe - sercenti Bergamo Giorgio Ambrosioni sottolinea con soddisfazione la performance dei Distretti bergamaschi: «Gli esiti del bando esaltano l ottimo lavoro che le associazioni di categoria, molti amministratori locali e le imprese stanno compiendo da molti anni in particolare nella nostra provincia. Le risorse assegnate non sono moltissime, ma fa piacere constatare che quasi tutte le richieste dei distretti bergamaschi siano state accolte e che le più avanzate sotto il profilo progettuale siano state riconosciute nei primissimi posti della graduatoria, ciò che contribuisce ad elevare il clima di fiducia attorno a questi strumenti e continuare a lavorare per sfruttarne le grandi potenzialità». che annunciato che a gennaio scatterà un nuovo bando per ristoranti, bar e alberghi: sul piatto ci saranno risorse destinate a finanziare ristrutturazioni, rinnovo arredi e ampliamenti.

3 Novembre/Dicembre L Alta Valle Seriana si gioca la carta virtuale: lo smartphone porterà i turisti nei negozi 444 Ormai il turista è digitale e bisogna attrezzarsi di conseguenza. Lorenzo Bal duzzi, assessore al Com - mercio e al turismo di Clu - sone, introduce così l'ultima iniziativa hi tech del Di - stretto dell'alta Valle Seria - na. Abbiamo progettato un'applicazione destinata agli smartphone che guiderà i clienti verso i negozi di loro interesse. Basterà fotografare i QR code presenti sulle vetrine per ricevere delle vere e proprie carte vir tuali con tutte le offerte commerciali del territorio. Grazie alla sincronizzazione con Facebook, in primo pia - no ci saranno i prodotti ritenuti più appetibili per l'uten- te, che comunque po trà navigare tra le vetrine digitali di oltre ottanta esercizi commerciali. Le adesioni infatti sono state numerose e dovrebbero addirittura aumentare. L'innovativo pro getto, che sarà finanziato dal V bando regionale dei Di - stretti, dovrebbe partire en - tro Natale. Nell'applica - zione saranno anche integrati i servizi già disponibili sulla fidelity card di Promo - serio: in questo modo gli utenti avranno un ventaglio di scelte ancora più grande. Balduzzi ha registrato qualche diffidenza di troppo verso lo strumento tecnologico, a suo avviso del tutto infondata: Ormai tutti han - no uno smartphone, non si tratta di un giocattolo per bambini ma di uno strumento che la gente utilizza anche per fare acquisti. Secondo noi si tratta di una grande opportunità per il territorio. Anche perché la applicazione diventa una vera e propria guida: una volta scelto il negozio, indica all'utente la via più breve per raggiungerlo. La nuo va app servirà anche a raccogliere dati a fini statistici: sarà così possibile elaborare strategie di marketing sempre più mirate. Infine, rafforzerà il legame di fidelizzazione tra esercente e consumatore, perché tra loro si stabilirà un contatto via Internet. San Pellegrino in viaggio studio alle terme di Pré St. Didier 444 Una delegazione del Distretto Fontium et Mer ca - torum (San Pellegrino e paesi vicini) si è recata in visita di studio a Pré St.Didier, dove il centro termale attira ogni giorno centinaia di visitatori. Il viaggio è stato compiuto in previsione della prossima apertura delle nuove terme della località brembana, prevista entro settembre La spa valdostana non è stata scelta a caso, visto che è amministrata dalla Quadrio Curzio, la stessa società che gestirà San Pellegrino. Sia mo saliti in Val d'aosta per capire cosa bisogna fare per farsi trovare pronti spiega Francesco Traini, responsabile Turi - smo di Confeser centi che ha partecipato alla missione - Ad esempio, occorrerà adattare gli orari di apertura alle esigenze di chi si reca alle terme. A Pré St.Didier si cena verso le 22, perché dopo lo sci si va alle terme e solo dopo tre ore di relax si cerca il ristorante. Sarà importante dunque dare prova di flessibilità, ma anche di spirito di squadra. Co - ordinare non solo gli orari ma anche le iniziative sarà la vera carta in più da potersi giocare. Le terme hanno avuto ricadute positive non solo sul piccolo comune ma sull'intero territorio. Sarà così anche per San Pelle - grino, che può vantare infrastrutture e potenzialità persino maggiori. È vero che Pré St-Didier gode della vicinanza di importanti stazioni sciistiche, ma anche la Val Brembana possiede una grande tradizione nel turismo bianco. In più può contare sulla vicinanza a Mila no e sulla presenza dell'aeroporto. Le nuove terme saranno insomma una grande occasione da sfruttare in pieno. I benefici ricadranno non solo su San Pellegrino ma sull'intera valle. La Val Gandino è un vulcano di idee 444 Il Distretto delle Cin - que Terre della Val Gandino è uno dei più dinamici della Bergamasca. In questi primi anni di vita ha saputo valorizzare non solo il piccolo commercio, ma anche la tradizione tessile, il patrimonio artistico-religioso e quello enogastronomico (attraverso la riscoperta del celebre mais spinato di Gandino). Si è rivelato un laboratorio di iniziative, che ha generato ricadute molto positive sul territorio. Tra le più brillanti, l'idea di realizzare un album molto particolare, a km zero. Un anno fa abbiamo lanciato una raccolta di figurine dedicata al territorio spiega Giambattista Gherardi, responsabile della promozione del Distret to Le regalano i negozianti quando si fanno acquisti. Tutti le possono collezionare. Anzi ché le facce dei calciatori, i ragazzini hanno iniziato a scambiarsi le immagini delle bellezze artistiche della nostra valle. L'iniziativa è andata talmente bene che la ripro- porremo sicuramente. L'album nostrano, una volta completato, si trasforma anche in un'originale guida del territorio. I turisti apprezzano, stranieri com - pre si: le didascalie sono scritte in italiano e in inglese. Ora il Distretto si prepara alle Feste natalizie. Un punto di attrazione sarà costituito dal museo del presepe, uno dei più visitati di tutta Europa. Vi sono raccolte 500 opere provenienti da tutto il mondo: c'è anche un presepe appartenuto a Giovanni Paolo II. Ma nel santuario della Madonna d'erbia è conservata anche la veste che Papa Wojtyla indossò l'ultima volta in cui si affacciò su piazza San Pietro - aggiunge Gherardi Una reliquia preziosissima, considerato che mancano pochi mesi alla sua santificazione. Al tro motivo d'interesse sarà il tradizionale mercatino natalizio di Cazzano Sant'An drea, un appuntamento da non perdere per chi va in cerca di regali originali.

4 4 Novembre/Dicembre 2013 L enogastronomia bergamasca si conferma ancora una volta ai massimi livelli La creatività arriva in Anteprima Lo chef Facen: La stella è un sogno 444 La Guida Michelin Italia 2014 promuove ancora una volta le eccellenze enogastronomiche bergamasche. La bibbia del mangiar bene ha infatti confermato i magnifici dieci ristoranti bergamaschi stellati che già comparivano nella scorsa edizione. Oltre alle 3 stelle di Da Vittorio a Brusa por to, seguono con una stella Frosio di Almé, l'antica Oste ria dei Camelì di Ambi vere, L'Oste ria di via Solata a Bergamo, il Roof vorando per unirsi al gruppo. Quello che ne esce è un panorama molto diversificato: ognuno di noi offre proposte diverse, quindi ce n'è davvero per tutti i gusti. E mi piace ricordare che tra noi cuochi c'è molto affiatamento, spesso portiamo avanti iniziative comuni. Lui, Facen, rappresenta la punta d'avanguardia del movimento. Piatti creativi, basati sulla tecnica della cucina molecolare. Lo chef scompone i cibi, restituendoli al palato in forme diverse ma sempre genuine. Un procedimento che riesce ad esaltare ancora di più i sapori originali. E guai a chi gli dice che la sua è una cucina sofisticata. Può sem brarlo ma non lo è puntualizza In realtà manteniamo la qualità della materia prima in modo quasi maniacale. Io continuo a studiare per riuscire a coinvolgere tutti i sensi di chi si siede a tavola. L'obiettivo è colpire la fantasia e regalare due ore di divertimento e relax a chi viene da noi. Credo che non ci dimentichiamo di un piatto se in qualche modo ci fa tornare bambini: è bello pensare che una cena ti fa entrare in un mondo quasi magico. L'A'Anteprima è un laboratorio dove si sperimenta continuamente. Pensiamo sempre a piatti nuovi. L'ulti - mo è ispirato allo stagno. Gli ingredienti? Foglie, acqua e rane. Il tutto riletto in un modo personale e stravagante. La banalità uccide, diceva qualcuno. Ci sono dieci ristoranti bergamaschi nel firmamento della guida Michelin Garden di Berga mo, A Antepri ma di Chiudu no, Al Vigneto di Gru - mello, LoRo di Tre score Bal - nea rio, San Marti no di Tre - viglio e l'oste ria della Bru - ghiera di Villa d'al mé. Per il territorio orobico si tratta di un biglietto da visita decisamente appetitoso, soprattutto in chiave Expo 2015: la rassegna si concentrerà proprio sul tema dell'alimentazione corretta e sostenibile. La nuova edizione della gui - da Michelin Italia raccoglie segnali molto positivi nello scenario della ristorazione del nostro Paese e con so lida la seconda posizione sul podio mondiale con 329 ristoranti stellati, confermando l'eccellente qua lità della cucina italiana. 444 Avere una stella Mi - chelin significa essere riu - scito a coronare un sogno inseguito fin da quando ero bambino. Perderla sarebbe un vero disastro, me la tengo ben stretta. Daniel Facen, vulcanico chef dell'a An te prima di Chiu - du no, non nasconde la sua soddisfazione per esser stato menzionato anche quest'anno dalla prestigiosa guida gastronomica. È dal 2009 che il ristorante compare nell'esclusivo firmamento. Altri lo hanno seguito, adesso sono ben dieci da Vittorio in giù, al top con tre stelle - i locali bergamaschi presenti nella bibbia del mangiar bene. Per Berga - mo questa è decisamente una bella carta da giocare sottolinea Facen - È davvero tanta roba, considerando che la nostra è una provincia media. Credo che il nostro territorio sia tra quelli a più alta densità stellare d'italia. E non dimentichiamo che c'è anche chi sta lasegue da pag. 1 La Regione ha perso un occasione Giorgio Ambrosioni Presidente Confesercenti BG 444 Il testo votato dal Consiglio, se da un lato contiene alcune indicazioni condivisibili dalla nostra Associazione - in particolare per quanto attiene il divieto di utilizzo di aree agricole a scopo commerciale e l adeguata attenzione e sostegno rivolta ai Duc, i Distretti Urbani del commercio - dall altro evidenzia aspetti che giudichiamo preoccupanti poiché potrebbero di fatto riaprire le porte ad uno sviluppo incontrollato della grande distribuzione. Alla luce di tutto ciò, abbiamo invitato in queste settimane Regione Lombardia a dotarsi di nuovi e concreti strumenti di pianificazione capaci di declinare in maniera cogente sul piano urbanistico la programmazione commerciale, al fine anche di garantire uno sviluppo equilibrato delle diverse forme distributive. Ciò avrebbe assicurato un reale presidio del territorio per contrastare forme sempre più diffuse di desertificazione del servizio commerciale tradizionale e degli stessi centri urbani. Ora la parola passa alla Giunta regionale, motivo per cui rivolgiamo al Presidente Maroni e all Assessore Ca - valli un ultimo e pressante appello affinché i provvedimenti attuativi che la Giunta stessa è chiamata ad approvare in tempi brevi sappiano recuperare criteri chiari concreti ed inequivocabili in grado di fornire le adeguate risposte che le Mpmi commerciali lombarde da tempo attendono.

5 Novembre/Dicembre E-commerce, i consigli pratici di Confesercenti per chi vuole aprire una bottega virtuale Questo paio è perfetto, devo comprarlo subito online da qualche parte. Qual è la vostra password wifi?" 444 Confesercenti, in collaborazione con Assonet, ha avviato un nuovo servizio per affiancare le Pmi bergamasche che desiderano utilizzare l'e-commerce in mo do professionale ed efficace. Dopo la realizzazione di una guida pratica, Confesercenti e Assonet hanno iniziato a fornire consulenze mirate sulle esigenze specifiche del singolo imprenditore, per guidarlo nella scelta della strategia migliore. A dicembre, inoltre, il Cescot (l'en te di formazione di Con fesercenti) proporrà un corso di avvicinamento al commercio elettronico. Durante il seminario di presentazione del servizio, è emerso come ormai il mercato abbia assunto una dimensione "multi canale": il tradizionale punto vendita fisico deve infatti convivere e possibilmente integrarsi con Inter net. Il consumatore è al centro di diverse opzioni, che gli permettono di confrontare in tempo reale qualità, caratteristiche e soprattutto prezzi dei prodotti che interessano. "Negli anni '60 la gente si lamentava della costruzione dell'autostrada del Sole: assisteva ai lavori senza capire che avrebbe portato vantaggi - ha spiegato Giovan ni Bo - nati, presidente Asso net - Poi lungo il percorso sono sorte tantissime attività. Oggi accade la stessa cosa con le autostrade digitali: i negozi restano a guardare. Ma se sapran- no cambiare pelle, potranno sfruttare grandi opportunità". "L'e-commerce in questo momento è frenato dal ritardo nell'adozione di nuove tecnologie, ma anche dalla resistenza delle stesse aziende, che hanno una scarsa propensione all'innovazione - sottolinea il presidente di Confe - sercenti Giorgio Am brosioni - bisogna invertire questa tendenza se si vuole ritrovare competitività su un mercato sempre più aperto e dinamico, in mutamento continuo. Alle nostre imprese serve un salto di qualità". Filippo Caselli, vicedirettore di Confesercenti, ha aggiunto: "La rete influenza ormai in modo decisivo gli acquisti di molte persone. Il bene si cerca sul motore di ricerca e poi, una volta trovato, lo si compra direttamente". L esperto: Il cliente ormai si è evoluto 444 "ll mestiere del commerciante si evolve. Il contesto è totalmente cambiato. Oltre il 50% della popolazione appartiene alla categoria del consumatore multi canale, che cioè non utilizza solo gli strumenti tradizionali. A parlare è il professor Andrea Boaretto della School of management del Politecnico di Milano, massimo esperto di e-commerce. Il tempo speso per acquistare sui mezzi digitali è sempre più consistente aggiunge - Ora i consumatori interagiscono non solo con le aziende, ma anche con gli altri consumatori. Molti sono legati ancora al pc (7.7 milioni), ma 10.7 milioni si possono considerare social shopper: si tratta di soggetti che vanno abitualmente su Groupon e simili. In generale, per l'84% delle persone Internet è ormai la prima fonte di informazione. E sempre più consumatori confrontano i prezzi in Rete. Tanti si informano in negozio e poi comprano sul Web. E se uno non ha il sito, si compra altrove". È il cosiddetto rischio showrooming. Secondo le statistiche, la percentuale di chi si informa in negozio e poi compra online è cresciuta dal 26 al 34% negli ultimi due anni. Expo 2015, a gennaio Bergamo si presenta Sono in arrivo 350 delegati da tutto il mondo 444Expo 2015 è sempre più vicino. Bergamo non vuole farsi trovare impreparata e si muove in anticipo. Dal 29 al 31 gennaio in Fiera arriveranno 350 delegati da oltre 70 Paesi. Tre giorni importantissimi, che serviranno alle imprese orobiche per interpretare al meglio le esigenze delle delegazioni, che trascorreranno almeno sei mesi a Milano. Sono attesi oltre 20 milioni di visitatori e anche la nostra provincia, per la vicinanza alla metropoli, diventerà una piattaforma logistica privilegiata, oltre che ricettiva. Bergamo sarà la prima città ad ospitare i rappresentanti di tutte le nove aree tematiche o cluster, ovvero gli spazi espositivi innovativi che interpretano in un progetto architettonico il tema centrale dell'alimentazione, condiviso da tutti i Paesi partecipanti. I Cluster - Riso, Cacao, Caffè, Cereali e Tuberi, Frutta e Legumi, Spe - zie, BioMediterraneum, Isole, Mare e Cibo, Agricoltura e Nu tri zione in Zone Aride - rom pe ranno per la prima volta Focus group di Confesercenti 444 Confesercenti ha costituito un gruppo di studio per valutare e cogliere tutte le opportunità offerte da Expo All'invito hanno risposto alcuni imprenditori di grande esperienza, in grado di contribuire alla costruzione di una visione che possa coinvolgere le piccole e medie imprese bergamasche. Oltre a raccogliere dati e informazioni sull'evento, il gruppo tenterà di mettere a fuoco idee e contenuti innovativi, che possano generare progetti e strategie d'azione in vista dell'importante evento. I componenti del gruppo, coordinato dal direttore di Confesercenti Giacomo Salvi (affiancato da Filippo Caselli e Francesco Traini) sono: Sergio Anesa, Simona Zanchi, Roberto Amaddeo, Mauro Freschi, Stefano Cardaci, Matteo Marcassoli, Mario Medini e Elena Fontana. nella lunga storia dell Espo - sizione Universale l organizzazione per padiglioni, abbracciando la globalizzazione in una logica di filiera e rete. I primi due giorni dell'incontro serviranno a mettere in mostra il territorio e i suoi prodotti tipici. Il terzo giorno si entrerà nel vivo dei rapporti commerciali, con le imprese protagoniste: toccherà a loro convincere gli ospiti stranieri che avranno bisogno dei partner bergamaschi. Il sottosegretario alle po litiche agricole, forestali e ali mentari con delega ad Ex po, Maurizio Martina ha spiegato: "La piattaforma bergamasca è fondamentale per la connessione ad Expo. È l'occasione per raccontare il territorio e portare avanti obiettivi precisi, supportando la partecipazione all'esposi zione nei sei mesi che precedono l'evento". Stefano Gat ti, direttore generale Parti cipi ants Division di Expo 2015, ha sottolineato come Berga mo possa dare un grande contributo alla rassegna: L obiet tivo è mettere a punto i dettagli tecnici per allestire le nove aree tematiche, offrendo un supporto anche logistico. Con la sua vocazione produttiva Bergamo può intessere importanti relazioni dall area del Maghreb ai Balcani fino al Sud est asiatico. Il primo incontro con l Espo si zione Uni versale per Berga mo vede al lavoro - sotto la regia della Camera di Commercio - le associazioni di categoria, Comune, Provin - cia, Turismo Bergamo, Uni - ver sità, Dioce si. Ci sarà un portale dedicato all accoglienza, con una sezione riservata alle imprese, agli eventi e agli itinerari turistici e culturali sarà la vetrina del territorio, fortemente voluta dalla Ca - me ra. L obiettivo è valorizzare l'imprenditorialità orobica e conquistare nuovi mercati.

6 6 Novembre/Dicembre 2013 /Lecco Lecco si gusta la Fiera del cioccolato 444Il cioccolato è stato il protagonista in assoluto della prima edizione della Festa del Cioccolato svol ta nella splendida cornice di piazza Cermenati. L'evento, promosso dal Comune di Lecco in collaborazione con Confeser centi Bergamo e Lec - co, ha visto la partecipazione di tantissimi appassionati visitatori. I golosi, per quattro giorni, hanno avuto la possibilità di assaggiare e acquistare vere e proprie leccornie preparate dai migliori mastri cioccolatai d'italia che hanno deciso di aderire all'iniziativa. La preparazione della ma xi tavoletta di oltre 20 me tri e la realizzazione di una scultura di cioccolato con tema I Pro - messi Sposi donata al Comune nella giornata conclusiva sono stati i momenti clou di questa manifestazione, accolta con favore dall'amministrazione e dai numerosi cittadini soddisfatti. Un evento che ha regalato alla città l opportunità di inserirsi nel circuito delle rassegne enogastronomiche di alto livello. Dopo mezzanotte non si gioca Confesercenti Lecco ormai da qualche anno ha aderito al Gruppo territoriale sul gioco d azzardo promuovendo varie iniziative sul territorio. Anche l amministrazione comunale, per tamponare il problema delle ludopatie che in questi anni di crisi si è accentuato in maniera progressiva a Lecco, corre ai ripari. A seguito della deliberazione n. 69 del 14 ottobre 2013 con la quale il Consiglio comunale ha approvato le linee di indirizzo per la disciplina degli orari per l esercizio delle attività del gioco lecito sul territorio comunale, il sindaco di Lecco ha emesso l ordinanza che stabilisce gli orari massimi di esercizio di apparecchi e congegni automatici da gioco: si potrà giocare dalle 10 alle 24. Un intervento che l amministrazione comunale ha voluto proporre, seppur la materia sia delicata e regolamentata da norme nazionali, perché il problema sta assumendo proporzioni sempre più preoccupanti. E-cig, cade il divieto di fumarle in pubblico 444È caduto il divieto di fumare le sigarette elettroniche nei luoghi pubblici. La proibizione è venuta meno con la conversione in legge del decreto Istruzione. In virtù dell emendamento 4.25 presentato dal presidente della previste per i tabacchi. Can - cellando proprio quest ultima frase, come ha scoperto venerdì 8 novembre l agenzia di stampa parlamentare Public Policy, di fatto viene reso possibile svapare la bionda elettronica dove invece percreare con il decreto di luglio che era eccessivamente restrittivo e per esempio proibiva di fatto la pubblicità persino sulle vetrine dei negozi che vendono le sigarette elettroniche. Le nor me erano più restrittive di quelle per il tabacco e il testo, che è stato riformulato tre volte, originariamente chiedeva semplicemente l equiparazione delle sigarette elettroniche con quelle tradizionali. Galan ha poi sottolineato: Ho recepito - ha spiegato - l appello proveniente da una nuova filiera produttiva, per altro in forte espansione, massacrata da tassazione e da pesanti divieti di utilizzo e pubblicità a causa di un intervento normativo improvviso e forse poco approfondito. commissione Cultura della Camera Giancarlo Galan (Pdl) e approvato dai deputati il 23 ottobre scorso, è stata stralciata l ultima parte del comma 10-bis dell articolo 51 della legge Sirchia (introdotto appunto con il dl Iva-Lavoro), con la quale erano state applicate alle sigarette elettroniche le norme «in materia di tutela della salute dei non fumatori mane il divieto per le sigarette tradizionali: uffici, ristoranti, cinema, mezzi pubblici e bar. La sigaretta elettronica resta comunque vietata nelle scuole. Nessuna svista ha spiegato il presidente della commissione Cultura della Ca - mera, Giancarlo Galan (Pdl), autore dell emendamento. Si doveva correggere una situazione venutasi a Lo studio: aiutano a perdere il vizio della sigaretta vera 444 La sigaretta elettronica aiuta a smettere di fumare le sigarette vere. O comunque contribuisce a ridurre il numero di sigarette fumate ogni giorno. Lo dimostra uno studio dell Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano, che ha coinvolto anche l ospedale San Raffaele e il Centro Cardiologico Monzino. I tre centri hanno infatti reclutato 71 pazienti malati di tumore o con un recente infarto del miocardio, forti fumatori di almeno 10 sigarette al giorno da almeno 10 anni, con un età media di 55 anni, ai quali è stato proposto di testare la e-cig come strumento che li aiutasse a liberarsi dal loro vizio. Chi usa la sigaretta elettronica smette di fumare nel 60 per cento dei casi, contro il 32 per cento di chi non la utilizza. Questo dicono i risultati della ricerca ha spiegato Carlo Cipolla, direttore della divisione di Cardiologia allo Ieo -. E chi non è riuscito a dire completamente addio al tabacco, è almeno riuscito a ridurre il numero di sigarette quotidiane a meno di sei (mentre senza e-cig si scende in media a meno 10). Nel complesso, l 80 per cento dei partecipanti alla sperimentazione giudica la e-cig un buon metodo per smettere di fumare. Come sottolineano gli stessi autori dello studio, servono poi conferme su numeri più ampi di pazienti e con un periodo di osservazione più lungo (per poter valutare al meglio le eventuali ricadute dei fumatori), ma questo è un importante primo passo per cercare di rispondere scientificamente a una domanda finora senza risposta: le e-cig posso essere utili come strumento antifumo?

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma I PROMOTORI I promotori del progetto DAT COMUNE DI MORBEGNO ENTE CAPOFILA TRAONA DAZIO- CIVO MELLO CERCINO COSIO VALTELLINO - MANTELLO ROGOLO - VALMASINO

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Venerdì 27 febbraio 2015 (0) Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Lunedì 2 marzo a partire dalle 15,30 il ciclista Ivan Basso, oggi corridore per il team Tinko!- Saxo,

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

SE MI LASCI NON CRESCI

SE MI LASCI NON CRESCI F.S.E. Fai Scuola con l'europa Evento di lancio del nuovo POR FSE 2014-2020 REGOLAMENTO CONCORSO VIDEO SE MI LASCI NON CRESCI RIVOLTO AGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI II GRADO Regolamento del

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

La Camera è più rosa Fontana in giunta: Largo alle donne. a pag. 7 4 a pag.11

La Camera è più rosa Fontana in giunta: Largo alle donne. a pag. 7 4 a pag.11 Anno 9 - n. 86 Aprile 2015 Mensile della Confesercenti di Bergamo Aut. Trib. BG n 10 del 3/4/84 - Dir. resp.: Marco Birolini Poste Italiane S.p.A. Spediz. in a.p. - D. L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della GENOVA 2015-2030 UNA FINESTRA SUL FUTURO Ricerca tipo Delphi a cura della Sezione Terziario di Confindustria Genova Coordinamento della ricerca Sergio Di Paolo PERCHÉ IL FUTURO Immaginare il futuro aiuta

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET Per circa il 70% dei consumatori e degli imprenditori i negozi tradizionali tra dieci anni avranno ancora un ruolo importante, ma solo se

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO

Ufficio studi IL LAVORO NEL TURISMO Ufficio studi I dati più recenti indicano in oltre 1,4 milioni il numero degli occupati nelle imprese del turismo. Il 68% sono dipendenti. Per conto dell EBNT (Ente Bilaterale Nazionale del Turismo) Fipe,

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli