Mauro Lusetti è il nuovo presidente dell Alleanza Cooperative Italiane

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mauro Lusetti è il nuovo presidente dell Alleanza Cooperative Italiane"

Transcript

1 Visita il sito Anno XXV - N giugno 2014 Primo piano Mauro Lusetti è il nuovo presidente dell Alleanza Cooperative Italiane Il presidente di Legacoop è stato eletto al vertice dall Assemblea riunita a Roma a pagina 2-3 Ritratti Riflessi di Sicilia creatività, stile e tradizione Maria Stella Pucci di Benisichi, Katia Conigliaro insieme a Luigi Maggiore e Giusy Anello, hanno rimesso in campo con stile le loro professionalità sopite e dato vita alla cooperativa Riflessi di Sicilia. Un brand italiano ispirato alla loro terra, da proporre in Italia ed all estero. L impresa cooperativa nasce ad Agosto del 2012 da... Legacoop Fondi comunitari Accordo di partenariato Opportunità per la cooperazione Accordo di partenariato Opportunità per la cooperazione.... Settori Acpl Costituita la macroarea Campania- Basilicata-Puglia Si è costituita il 28 maggio a Potenza la macroarea territoriale dell associazione.. Territori Lombardia Oggi a Milano seminario sul Jobs Act Il Provvedimento Jobs Act Le prime disposizioni in materia di lavoro a termine e di apprendistato Questa il tema al centro del dibattito del seminario organizzato da Legacoop Lombardia in collaborazione con Nord Ovest Servizi che si svolgerà a Milano Venerdì 6 giugno 2014, alle ore 14.00, presso Unipol Banca, Sala Riunioni (Piazza Castello 13) Programma Relatori: Prof. Lucio Imberti, Dipartimento... Imprese CMC Chiude il 2013 con più di un miliardo di fatturato L Assemblea generale dei soci Cmc ha approvato sabato 31 maggio, il bilancio dell esercizio Nel 2013 ha detto il Presidente, Massimo Matteucci, nella sua relazione il fatturato consolidato del Gruppo Cmc è stato di milioni di euro, con una crescita di oltre il 10% rispetto al Cmc, ai primi posti fra le imprese di costruzione italiane, ha chiuso l anno con un risultato netto di... leggi Sondaggio Osservatorio SWG Elezioni Europee: chi spera va con Renzi, gli esclusi con Grillo Il Pd conquista le piccole imprese, dilaga tra giovanissimi e cattolici praticanti, ma i poveri e i disoccupati preferiscono Grillo. L inclusione diviene sfida del Paese e dell Europa. Renzi piglia tutti, o quasi. Un plebiscito tra chi come i piccoli imprenditori vede la luce in fondo al tunnel. Ma arriva anche l investitura dei cattolici praticanti oggi più pragmatici e rassicurati dal ricambio ai vertici del partito e dei nuovi elettori... Nota della redazione Questo numero è stato chiuso il 5 giugno 2014 alle ore 14,30 Segreteria di Redazione: Anna Colomberotto Tel Fax Organo ufficiale della Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue Settimanale di notizie a cura dell Ufficio Stampa di Legacoop Direttore Responsabile: Dora Iacobelli Registrazione al Tribunale di Roma n /90 del

2 Primo piano 2 Mauro Lusetti è il nuovo presidente dell Alleanza: Tre proposte algovernoperl emergenza lavoro Il presidente di Legacoop è stato eletto al vertice dall Assemblea riunita a Roma. Acceleriamo il percorso coinvolgendo tutte le cooperative Mauro Lusetti, presidente di Legacoop nazionale, è stato eletto presidente dell Alleanza delle Cooperative Italiane dall Assemblea generale riunita oggi a Roma. Nei prossimi mesi ha dichiarato vogliamo produrre un accelerazione del percorso avviato in gennaio per la creazione dell associazione unica e unitaria della cooperazione italiana, coinvolgendo il maggior numero di soci e di cooperative. Vogliamo costruire insieme una nuova identità, non dar corso a una fusione a freddo, mettendo al centro della nostra attenzione i problemi del Paese, a cominciare dall emergenza lavoro. Proprio sul dramma della disoccupazione giovanile l Assemblea dell Alleanza ha approvato oggi tre proposte che saranno presentate al Governo per estendere a tutte le nuove imprese le agevolazioni previste per le start up innovative, favorire l assunzione di under 40, contrastare il lavoro irregolare. Per risolvere il problema del lavoro ha spiegato Lusetti è indispensabile puntare su un rapporto forte tra Stato, imprese e persone, in cui ognuno si assuma fino in fondo le proprie responsabilità. La prima richiesta dell Alleanza delle Cooperative riguarda l estensione delle agevolazioni previste per le start up innovative a tutte le nuove imprese. In questa situazione ha spiegato Lusetti la vera innovazione è fare impresa, avere il coraggio di scommettere su di sé e questa scelta deve essere sostenuta in ogni modo. L Alleanza propone che per 4 anni vengano applicate norme semplificate, come una tassa onnicomprensiva ad aliquota unica, e le agevolazioni previste dal DL 179/12 per le start up innovative. Il secondo intervento dovrà essere indirizzato a facilitare il ricambio generazionale, sperimentando la possibilità di agevolare l assunzione di under 40 a tempo pieno e indeterminato, a fronte di pensione anticipata dei lavoratori con almeno anni di età. L Alleanza delle Cooperative chiede infine un azione congiunta delle istituzioni e delle forze sociali con ispezioni anche interforze (ispettori, carabinieri, finanza ) e un piano straordinario del Ministero per lo Sviluppo economico per assicurare regolare revisione delle cooperative non aderenti a centrali cooperative. A fronte di queste richieste, l Alleanza delle Cooperative a partire dal Protocollo di collaborazione che nell ambito dello Youth Guarantee sta per essere firmato con il Ministero del Lavoro,si impegna ad offrire su tutto il territorio, attraverso le xxx sedi delle tre centrali cooperative, servizi di consulenza e tutoraggio gratuito per costituire nuove cooperative e opportunità di dialogo con le imprese per assunzioni e tirocini, in modo continuativo. "Gli auguri a Mauro Lusetti nuovo presidente. Con lui il compito di costruire non un semplice coordinamento, ma una vera centrale unica. Non la sommatoria delle tre, ma un'organizzazione nuova, che sarà n grado di fare da sola più della sommatoria dell'attività delle tre centrali. Costruiremo la più grande organizzazione cooperativa d'europa dove vogliamo incidere di più per promuovere lo sviluppo cooperativo e arginare il processo di omologazione di impresa. Vogliamo promuovere la costituzione di migliaia di cooperative che realizzino centinaia di migliaia di posti di lavoro. Job Acts, riforma PA, Youth Guarantee, Line guida riforma terzo settore sono i cantieri sui quali siamo impegnati. Se aumentano i cantieri del governo, aumentano i cantieri della cooperazione. Noi ci siamo, come ci siamo sul contrasto alla cooperazione spuria. Non abbasseremo la guardia. L'Alleanza vuole intensificare, con il governo, le azioni di contrasto alla concorrenza sleale di cui siamo i primi a essere danneggiati, noi non ci stiamo". Così, Maurizio Gardini copresidente dell'alleanza delle Cooperative e presidente di Confcooperative. Il Presidente di AGCI e Co-presidente dell Alleanza delle Cooperative Italiane, Rosario Altieri, saluta l elezione di Mauro Lusetti a Presidente di Legacoop ed esprime la sua soddisfazione per l unanime consenso con il quale lo stesso è stato chiamato a guidare il Coordinamento unitario della Cooperazione in continuità con la presidenza di Giuliano Po- Continua>>

3 Primo piano 3 letti. Il cammino dell unità tra le tre storiche Centrali cooperative ha affermato Altieri riprende con maggiore vigore, forte com è della piena consapevolezza di tutti i cooperatori italiani che lungo la strada unitaria saranno raggiunte mete di assoluta valenza ideale, economica e sociale. Lusetti è Uomo di Cooperazione, convinto assertore, come tutti noi, della necessità di presentare il volto migliore di questa forma di impresa che coniuga al meglio e senza alcuna conflittualità le ragioni e gli interessi del capitale e del lavoro. Sono certo, ha aggiunto Altieri, che sotto la sua guida, l Alleanza farà significativi passi avanti ed avvicinerà con speditezza l obiettivo della costruzione della Casa Comune dei Cooperatori italiani. Un forte in bocca al lupo a Mauro Lusetti!. IL PROTOCOLLO Un plafond per garantire più credito alle imprese femminili e alle libere professioniste Più credito per le imprese femminili e le libere professioniste. È questo l obiettivo del Protocollo sottoscritto oggi dalla Presidenza del consiglio dei Ministri Dipartimento per le pari opportunità, dal Ministero dello Sviluppo economico, dall Associazione Bancaria Italiana, dall Alleanza delle Cooperative Italiane e dalle altre associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello nazionale. Grazie all intesa saranno resi disponibili specifici plafond a tassi agevolati, finalizzati all erogazione di finanziamenti che potranno essere assistiti dalla garanzia della sezione del Fondo di garanzia per le PMI dedicata alle imprese femminili. ln Italia la partecipazione delle donne al mercato del lavoro è ancora modesta: come attesta l ultimo rapporto Istat la quota di donne occupate è del 46,5%, di 12,2 punti inferiore al valore medio della Ue28. In questo contesto spicca il dato positivo della cooperazione, dove l occupazione femminile raggiunge il 52,2% del totale.anche grazie alle imprese cooperative a prevalenza femminile, l insieme delle imprese femminili sono una realtà capillarmente diffusa nel nostro Paese, in cui le imprenditrici e lavoratrici autonome rappresentano il 16% delle donne occupate, a fronte di una media europea del 10%; dal che si desume il rilievo sociale che il fenomeno assume, anche dal punto di vista economico. In base all intesa tra Governo, ABI e associazioni di categoria le banche e gli intermediari finanziari dovranno costituire uno specifico plafond dedicato a iniziative per l imprenditoria femminile e le lavoratrici autonome. Tre le linee di intervento, finalizzate rispettivamente a sostenere la costituzione di nuove imprese e l avvio della libera professione; nuovi investimenti per lo sviluppo dell attività; la ripresa delle PMI e delle lavoratrici autonome che, per effetto della crisi, attraversano una temporanea situazione di difficoltà. I finanziamenti saranno concessi a condizioni competitive, migliorabili ancora grazie all intervento della sezione speciale del Fondo di garanzia per le PMI in favore dell imprenditoria femminile. Il Protocollo prevede inoltre la possibilità di interrompere fino a 12 mesi il rimborso del capitale in caso di maternità; grave malattia dell imprenditrice, del coniuge o convivente o di un figlio; malattia invalidante di un congiunto convivente entro il terzo grado. La sospensione può essere richiesta una sola volta e non cambierà le condizioni dei tassi di interesse. L Alleanza delle Cooperative sostiene Dora Iacobelli, vicepresidente Legacoop e presidente della Commissione Pari opportunità ha deciso di accompagnare il Protocollo con uno specifico progetto per favorire l accesso al credito e agli strumenti finanziari delle cooperative femminili, al quale hanno aderito tutti i principali strumenti finanziari che fanno capo all Alleanza. Il progetto consentirà a breve la realizzazione di un Vademecum per accompagnare le cooperative femminili ad individuare le soluzioni finanziarie migliori nelle diverse fasi del loro ciclo di vita. È un primo passo per una sistematizzazione della strumentazione esistente che rappresenterà anche il presupposto per poter progettare e proporre nuovi prodotti e servizi. Il Protocollo è stato sottoscritto dai Presidenti delle tre organizzazioni cooperative che hanno costituito l Alleanza delle Cooperative Italiane: Rosario Altieri, presidente AGCI; Maurizio Gardini, presidente Confcooperative; Mauro Lusetti, presidente Legacoop. Alla firma erano presenti le tre presidenti degli organismi di parità delle tre organizzazioni: Sandra Miotto, presidente Coordinamento Donne AGCI; Giovanna Zago, presidente Commissione Dirigenti cooperatrici Confcooperative; Dora Iacobelli, presidente Commissione Pari opportunità Legacoop.

4 Primo piano 4 RITRATTI DI NUOVE COOPERATIVE Riflessi di Sicilia creatività e stile all insegna della tradizione culturale mediterranea Maria Stella Pucci di Benisichi, Katia Conigliaro insieme a Luigi Maggiore e Giusy Anello, hanno rimesso in campo con stile le loro professionalità sopite e dato vita alla cooperativa Riflessi di Sicilia. Un brand italiano ispirato alla loro terra, da proporre in Italia ed all estero. L impresa cooperativa nasce ad Agosto del 2012 da una precedente esperienza come associazione culturale. Il restringimento delle attività con il pubblico principale committente, ha motivato i soci a risvegliare un vecchio sogno chiuso nel cassetto da tempo: lanciarsi nel campo della moda. Come è nata la vostra nuova idea imprenditoriale? L esperienza è nata collegando creazioni di moda, accanto ad eventi turistici, culturali e sociali racconta Katia Conigliaro come una forma di investimento sulle nostre competenze ed insieme contributo alla passione. Dopo anni passati ad organizzare eventi culturali e istituzionali - dice Katia- è stato naturale pensare di estendere l attività con un occhio verso l estero e grazie alla professionalità di Maria Stella nel design della moda e ripescando idee, bozzetti e disegni - sottolinea - è nata una collezione di abiti da sposa e l attività di event planner. Organizziamo ogni tipo di evento, battesimi, compleanni e matrimoni a tema, con formule nuove e personalizzate spiega - come il Wedding Day Bio per coloro che scelgono la via del biologico e del cruelty free, Urban Mood per chi ama i contesti metropolitani e location inserite negli scorci artisti della città,ed ancora Eco Chic tra le vigne siciliane dell entroterra e cerchiamo di accogliere anche clienti stranieri. È stato difficile affrontare questa nuova sfida? Riflessi di Sicilia è stata la prima azienda che la Regione Sicilia ha deciso di portare a Milano Sposa Italia, insieme ad altri grandi imprenditori racconta Katia. Vogliamo mantenere vivo l artigianato locale - spiega Katia - le nostre creazioni sono sartoriali ed è quindi difficile produrre per grandi numeri. Durante la manifestazione abbiamo presentato una linea di abiti da sposa, realizzati per donne dinamiche, studiando le tradizioni, con tessuti particolari come sete, coralli e pietre dure, dall aria orientale. L esperienza della fiera ci ha permesso comunque di testare le creazioni. Abbiamo mostrato anche la collezione blossoms - sottolinea- con abiti da cerimonia, low cost diventata in un secondo tempo pret a porter. Cosa consiglieresti a chi ha voglia di mettersi in gioco con un impresa cooperativa? Nel momento in cui si crede e si ha una idea, - spiega Katia - la forma cooperativa è la migliore in assoluto. In Italia manca sinergia tra le aziende e senso di solidarietà, ma senza mettersi insieme difficilmente si varca il territorio. Un giovane che voglia diventare produttore da solo dovrebbe sobbarcarsi grandi spese. Costituendo una cooperativa, nel nostro caso di produzione e lavoro, -racconta - abbiamo unito le forze per darci una opportunità di lavoro. Nel mondo della cooperazione si gioca tutti insieme, chi ha una idea imprenditoriale la propone all assemblea dei soci per poter far parte della squadra. Da poco - racconta - abbiamo aperto la porta all ingresso di un nuovo socio per creare candele botaniche, pot-pourri, tavolette in cera vegetale, prodotte con materiali naturali come cera d api, essenze di aromaterapia e piante coltivate. È una esperienza che rifarei sottolinea Katia - perché mi ha permesso di esprimermi in autonomia, ogni persona è presa in considerazione tanto quanto l altra. Mi sento una persona che ha una identità in un mondo dove tutto è molto precario. Prospettive per il futuro? Ad Agosto apriremo un punto vendita in un locale commerciale di Palermo vicino al porto racconta - dove approdano navi da crociera. Abbiamo inoltre aderito a negozi on-line con alcuni nostri capi ed investiamo nel sito internet per presentarci al meglio ai clienti e sempre in modo nuovo. Siamo riusciti a coprire i costi spiega- e proviamo a reinvestire quello che entra con la prospettiva di valorizzare il made in Italy. Affrontare il mercato non è facile, bisogna aiutare le giovani imprese a tagliare i costi della burocrazia per poter crescere.

5 Legacoop 5 >> Seminari fondi comunitari SEMINARIO FONDI COMUNITARI Accordo di partenariato Opportunità per la cooperazione Accordo di partenariato Opportunità per la cooperazione. Questo il tema al centro del seminario promosso dal dipartimento Funzione Progetti interterritoriali e intersettoriali di Legacoop, che si terrà a Roma, il 17 giugno, presso Legacoop - Sala Basevi (Via Guattani, 9). Il seminario sarà finalizzato all esame del definitivo accordo di partenariato, alla valutazione delle fasi successive ed al ruolo che la cooperazione può ed intende svolgere per approfondire i contenuti attuativi del programma Registrazione partecipanti Prima sessione Inizio lavori Saluto di Giorgio Bertinelli - Vice Presidente Vicario Legacoop Giorgio Gemelli - Resp. Funzione Progetti interterritoriali e intersettoriali Legacoop I Fondi Europei ed il ruolo della cooperazione Sabina De Luca - Capo Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica Lo stato dell arte della programmazione e la redazione dei PON nazionali e POR regionali: progettualità e ruolo delle forze economiche Interventi tematici e domande Seconda sessione Coordina i lavori Annarita Bergianti consulente Inforcoop Valutazione delle schede di rilevazione e contributi pervenuti Definizione di un percorso di lavoro: obiettivi e tempistiche Termine dei lavori Per ulteriori informazioni

6 Settori 6 >> ANCPL >> COOP >> ANCD >> Legapesca >> Cooperative di comunità >> Abita.Net ANCPL Costituita la macroarea Campania-Basilicata-Puglia Si è costituita il 28 maggio a Potenza la macroarea territoriale dell associazione di settore Ancpl, formata dalle cooperative di produzione e lavoro di Campania, Basilicata e Puglia aderenti a Legacoop. La semplificazione dell assetto territoriale, in linea con quanto deciso durante l ultimo congresso nazionale dell associazione e dalle decisioni assunte con il documento Il mezzogiorno oltre la crisi recepito all unanimità in quell occasione, servirà ad aprire nuovi spazi di mercato, a stipulare nuove politiche di alleanza, a instaurare maggiori relazioni tra Nord/Sud e tra cooperative nazionali, consorzi e cooperative locali, a cogliere infine tutte le opportunità fornite dalla nuova programmazione comunitaria dato che le tre regioni rientrano nella regioni meno sviluppate e quindi più interessate dai fondi strutturali europei. L assemblea territoriale, presieduta dal consigliere delegato al Mezzogiorno dell associazione Paolo Laguardia e conclusa dalle riflessioni del direttore di Ancpl Rossano Rimelli, dopo l intervento del presidente di Legacoop Puglia Carmelo Rollo, ha eletto Vittorio Di Vuolo (responsabile PL Campania) coordinatore politico e Loredana Durante (responsabile Pl Basilicata) coordinatore tecnico. Il coordinamento è formato da sei cooperative per ciascuna regione, in rappresentanza dei settori industriale, costruzioni e progettazione; per la Basilicata ne fanno parte Innocenzo Guidotti (Coserplast), Mario Zagaria (Com), Donato Scavone (Prisma), Cosimo Guida (Polidrica), Adriano Armento (Ergon), Vincenzo Doti (Area). Delle 116 cooperative di produzione e lavoro della macroarea Campania-Puglia-Basilicata di Ancpl, venti sono lucane. Di queste, quattro sono di nuova costituzione e derivanti da riconversione di imprese in difficoltà, a dimostrazione di come, in un momento di crisi generale, proprio la cooperazione rappresenti una risposta concreta per la tenuta e il rilancio del sistema. COOP La spesa green cresce del 70% A qualcuno (e sono sempre più numerosi) piace acquistare green. Non fanno difetto rispetto a questa tendenza i soci e consumatori Coop che sembrano aver elaborato una strategia di acquisto orientata a privilegiare prodotti bio e/o ecologici rispetto agli analoghi convenzionali. E tutto ciò avviene nonostante la crisi e quindi mostrando una sensibilità al tema che è tale da poter sopportare anche differenze di prezzo. I dati sono oggetto della presentazione di Marco Pedroni, presidente di Coop Italia (la prima catena della grande distribuzione in Italia), all iniziativa di Coldiretti Lavorare e vivere green in Italia in occasione della Giornata Mondiale dell Ambiente. Dal 2009 al 2013 la linea Vivi Verde Coop (che raccoglie più di 400 prodotti, dall alimentare alla chimica ideati per chi vuole vivere all insegna della sostenibilità ambientale) è cresciuta del 70% (nell ultimo anno ha superato il +12%). Se poi si scende nel dettaglio paragonando le scelte di acquisto dei prodotti frutto di agricoltura bio rispetto a agricoltura convenzionale ci si accorge che i primi risultano di gran lunga quelli che crescono di più. E cosi per la pasta di semola bio +55% rispetto al +6% della pasta di semola tradizionale (il dato è riferito a aprile 2014 su aprile 2013), per il latte +7% a fronte di un + 1 del convenzionale, le uova +6% rispetto al +3. E lo stesso discorso vale per le conserve rosse +11% rispetto al -1%, il riso +17% a fronte di un -3% e anche nella chimica (detersivi per la casa ma anche prodotti cosmetici) l attenzione per un minore impatto ambientale dei prodotti fa la differenza: la linea Vivi Verde fa registrare un + 21%, mentre la linea omologa tradizionale flette di un -5%. Ma non si acquista solo green, si privilegia il concetto del riutilizzo. Coop fa da apripista ed è grazie a questa modalità se nel

7 Settori 7 corso del 2013 sono stati venduti 221 milioni di shopper biodegradabili compostabili (ma erano il doppio solo l anno prima) a fronte di 6,2 milioni di sporte riutilizzabili con un trend di crescita di queste ultime impressionante: erano appena nel Il riutilizzo come strategia di spesa giustifica anche la scelta fatta da Coop di proporre la vendita di prodotti per la detergenza a marchio Coop però sfusi allargando fino ai 200 i punti vendita attualmente interessati. ANCD Privacy, seminario su videosorveglianza e profilazione dei dati Si è tenuto il 20 maggio a Roma, presso la sede di Confcooperative, un seminario sulla tutela dei dati personali nella videosorveglianza e nell attività di profilazione della clientela. L incontro, organizzato dal coordinamento di ACI DISTRIBUZIONE AL DETTAGLIO, ha visto la partecipazione di numerosi rappresentanti delle imprese Conad, Sigma e Crai. L incontro è stato aperto da Livio Camilli, direttore di Federconsumo ed introdotto da Piero Cardile, responsabile legislazione e ufficio studi di Ancd-Conad. La relazione è stata svolta da Giuseppe Staglianò, responsabile dipartimento realtà economiche e produttive dell Autorità Garante per la protezione dei dati personali mentre le conclusioni sono state affidate a Sergio Imolesi, segretario generale Ancd-Conad. Numerosi gli interventi da parte dei partecipanti che hanno avuto l occasione di ottenere direttamente dal Garante i necessari chiarimenti riguardo ai diritti spettanti ai lavoratori nell attività di videosorveglianza e dei consumatori nella profilazione dei propri dati personali. In particolare sul tema della videosorveglianza Staglianò ha ricordato come sia possibile per gli operatori commerciali installare impianti di videosorveglianza al fine di prevenire e contrastare i fenomeni di taccheggio e rapina, ma sempre e comunque dopo un preventivo accordo con le organizzazioni sindacali di rappresentanza. E stato fatto cenno, inoltre, alla possibilità per i punti vendita dotati di tali sistemi di detenere le immagini fino ad un massimo di sette giorni ma sempre per comprovate necessità legate alla sicurezza dell esercizio. La seconda parte del seminario ha visto un approfondimento sulla gestione dei dati personali nell attività di profilazione dei clienti con particolare riferimento alla gestione delle fidelity card. Anche in questo caso il Garante ha tenuto a precisare come tale trattamento debba essere proporzionato e non eccedente le finalità legate all attività di fidelizzazione del cliente. LEGAPESCA Proficuo incontro con Repubblica Indonesiana Proseguono con l avvio di un proficuo confronto con il governo della Repubblica Indonesia le attività di internazionalizzazione intraprese da Lega Pesca, con il supporto della Ong. Halieus. Nell ambito della visita di lavoro in Italia di rappresentanti del Consiglio Regionale dell Indonesia, competente per legislazione e investimenti del settore pesca, avvenuta sotto gli auspici del viceambasciatore Priyo Iswanto, il presidente nazionale dell Associazione, Ettore Ianì, ha ricevuto a Roma, presso la sede di Legacoop, il ministro indonesiamo consigliere per gli affari politici, Agus Prihatin Saptono, alla guida di una nutrita delegazione di consiglieri dei principali distretti ittici (Maluku Settentrionale Yogyakarta Bangka Belitung Kalimatan Occidentale Bali Sulawesi Meridionale Papua Java Centrale Jakarta). Per Lega Pesca, hanno partecipato all incontro, illustrando le attività dell Associazione e delle sue diverse strutture nazionali ed internazionali, il Direttore, Antonio Angotti, Francesca Ottolenghi, responsabile relazioni internazionali, Elena Ghezzi, area legislativa, Flavia Binda, Consorzio mediterraneo, area sicurezza alimentare, Paolo Guerriero, direttore della Associazione di organizzazioni di produttori Italiana Produttori Ittici, Federico Zacchia, project officer Halieus Ong. Esprimendo apprezzamento per l elevata specializzazione delle diverse attività di supporto, trasferimento di know how, formazione e promozione degli investimenti di Lega Pesca, il ministro indonesiano Agus Prihatin Saptono ha manifestato interesse ad avvalersi del contributo dell associazione per l elaborazione di una nuova legge nazionale per lo sviluppo dell economia ittica. Di rilievo anche le possibilità di investimento di imprese italiane per la cattura e l importazione di tonno, risorsa abbondante in particolare nelle regioni di Maluku e Papua (Indonesia Est). Si è convenuto di tradurre gli impegni comuni di questa collaborazione in un protocollo di intesa tra il Governo e l Associazione. Un primo incontro di approfondimento sarà condotto il prossimo 9 giugno a Roma, in occasione della riunione biennale del COFI Commissione Pesca della FAO. Lega Pesca è molto interessata a contribuire allo sviluppo responsabile e sostenibile della pesca e dell acquacoltura, con particolare attenzione alla pesca artigianale, per migliorare la gestione delle risorse naturali e biologiche e delle attività produttive in linea con gli obiettivi di uno sviluppo sostenibile delle comunità locali. L incontro costituisce lo sviluppo di rapporti avviati a Bali nel 2005 in occasione della riunione della World Aquacolture Society. L Indonesia è tra i primi 5 Paesi produttori al mondo di prodotti ittici. La produzione totale supera i 5,6 milioni di tonnellate, per un valore di oltre 5,7 miliardi di dollari, in cui ammonta a 1,6 miliardi di dollari il valore delle esportazioni ( FAO, 2004). La filiera ittica gioca un ruolo fondamentale per l occupazione, dando lavoro a più di 6 milioni di addetti diretti (3,8 milioni di pescatori e 2.2 milioni di acquacoltori). COOPERATIVE DI COMUNITÀ Al convegno Legambiente si discute di piccoli comuni Un panel di relatori autorevole e competente ha discusso, il 27 maggio, di piccoli comuni, futuro green e bellezza, per rilanciare le aree interne e costruire lavoro. Temi su cui il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha portato un contributo di esperienza (l attenzione per le cooperative di comunità) e di proposta (le novità in materia di lavoro). Poletti ha sostenuto la necessità di alleggerire e semplificare il carico norma-

8 Settori 8 tivo che le popolazioni che vivono nei piccoli comuni devono affrontare per le loro modeste ma preziose attività economiche e di servizio, attività che consentono la sopravvivenza di tante località colpite da pesanti fenomeni di emigrazione e di invecchiamento. Al convegno hanno parlato fra gli altri il Ministro degli Affari Regionali Maria Carmela Lanzetta, il Presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza, vari parlamentari (Ermete Realacci, Enrico Borghi, Patrizia Terzoni) e rappresentanti di associazioni di settore e di altri enti intermedi. Oreste Torri, della cooperativa di comunità Valle dei Cavalieri, ha raccontato l esperienza di Succiso, che ha visto un gruppo di cittadini reagire al declino demografico, economico e sociale attraverso la costituzione di una cooperativa che oggi gestisce attività di allevamento pecore, produzione di formaggio, agriturismo, bar, negozio di alimentari, centro visita del Parco Nazionale, centro fitness, trasporto bambini con pullmino ecc. affrontando però pesanti difficoltà di ordine normativo ai limiti del paradosso. Maurizio Davolio, Responsabile Turismo di Legacoop, ha parlato delle iniziative che riguardano le cooperative di comunità, sul piano legislativo, dell assistenza tecnica, del coordinamento, e della ricerca. ABITA.NET I nuovi modelli collaborativi di rete Le cooperative di abitanti e lo sviluppo di nuovi modelli collaborativi di rete. Questo il tema al centro dell incontro, organizzato da Abita.net che si terrà a Milano il 10 giugno presso l Hotel Michelangelo. Programma presentazione dell iniziativa Luciano Caffini, presidente di Abita.net presentazione del progetto di comunicazione, logo Abita.net e video istituzionale Luciano Pantaloni, direttore Coop Andria Il Progetto di rete delle Cooperative di Abitanti Prof. Riccardo Prandini, Dip.to di Sociologia e Diritto dell Economia, Facoltà di Scienze Politiche Università di Bologna Dott. Vincenzo Marrone, Dip.to di Sociologia e Diritto dell Economia, Facoltà di Scienze Politiche Università di Bologna Focus Group con le cooperative della Rete Coordina Barbara Farina, Direttrice Legacoop Lombardia Conclusione Mauro Lusetti, presidente Legacoop Parteciperà ai lavori Luca Bernareggi, presidente Legacoop Lombardia

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle regioni per implementare il progetto nel territorio

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle regioni per implementare il progetto nel territorio COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani: sono 119.092 i giovani che si sono registrati, 13.770 sono stati già convocati dai servizi per il lavoro e 5.860 hanno già ricevuto il primo colloquio di orientamento;

Dettagli

CONTEST START UP FOOD, PREMIATE LE PRIME TRE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI CON UN PREMIO DA

CONTEST START UP FOOD, PREMIATE LE PRIME TRE MIGLIORI IDEE IMPRENDITORIALI CON UN PREMIO DA Roma, 9 Ottobre 2015 I giovani presi in carico sono 485.327. A più di 181 mila è stata proposta almeno una misura. Prosegue il successo di Crescere in Digitale: oltre 31.500 gli iscritti a quattro settimane

Dettagli

Pur in presenza della crisi economica Nordiconad continua a crescere ed a investire

Pur in presenza della crisi economica Nordiconad continua a crescere ed a investire Comunicato stampa Pur in presenza della crisi economica Nordiconad continua a crescere ed a investire Il bilancio consuntivo 2013 Nordiconad è una delle otto cooperative associate a Conad ed è presente

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all Estero. Expo 2015, un opportunità e una sfida per le imprese e il Territorio

XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all Estero. Expo 2015, un opportunità e una sfida per le imprese e il Territorio XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all Estero Expo 2015, un opportunità e una sfida per le imprese e il Territorio Monza, 9 13 novembre 2013 ABSTRACT PREMESSA La crescita del nostro

Dettagli

DALLA GREEN ECONOMY 102 MLD DI VALORE AGGIUNTO (IL 10,3%) E QUASI 3 MLN DI POSTI DI LAVORO

DALLA GREEN ECONOMY 102 MLD DI VALORE AGGIUNTO (IL 10,3%) E QUASI 3 MLN DI POSTI DI LAVORO I DATI DI GREENITALY DI FONDAZIONE SYMBOLA E UNIONCAMERE DALLA GREEN ECONOMY 102 MLD DI VALORE AGGIUNTO (IL 10,3%) E QUASI 3 MLN DI POSTI DI LAVORO 372MILA IMPRESE (24,5% DEL TOTALE) PUNTANO SULLA GREEN

Dettagli

Linee generali dell'attività di Coopfond

Linee generali dell'attività di Coopfond INCONTRO CON I PARTECIPANTI AL MASTER DI 2 LIVELLO SULL'IMPRESA COOPERATIVA Linee generali dell'attività di Coopfond Aldo Soldi Direttore Generale Roma, 30 ottobre 2013 0 AGENDA 1 Cos è Coopfond 2 La rendicontazione

Dettagli

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Il Comune di Bologna promuove l impegno di tutti per la cura e la gestione dei beni

Dettagli

Roma, 17 Giugno 2014. Legacoop - Via G. A. Guattani, 9 - Salone Basevi

Roma, 17 Giugno 2014. Legacoop - Via G. A. Guattani, 9 - Salone Basevi FONDI COMUNITARI 2014-2020 I FONDI EUROPEI ED IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE Roma, 17 Giugno 2014 Legacoop - Via G. A. Guattani, 9 - Salone Basevi Giorgio Gemelli Resp. Funzione Progetti interterritoriali

Dettagli

Women empowerment in Cultural and Economic Institutions

Women empowerment in Cultural and Economic Institutions 16 MARZO 2015 Osservatorio Interuniversitario di Genere, Parità e Pari Opportunità Il nuovo ruolo delle donne: educazione, arte, scienza, economia e politica Women empowerment in Cultural and Economic

Dettagli

ALLEGATO 1 C SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI

ALLEGATO 1 C SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI ALLEGATO 1 C SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI SINTESI DEL PROGRAMMA OPERATIVO PER I CITTADINI La Regione Emilia-Romagna giunge all appuntamento con il nuovo periodo di programmazione dei

Dettagli

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE 07 EDIZIONE 2013/2014 Per presentare il vostro progetto d impresa cooperativa dovete compilare una scheda di partecipazione. 6 Si tratta di una griglia standard,

Dettagli

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA

OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA OSSERVATORIO COOPERAZIONE AGRICOLA ITALIANA 2015 Cooperazione agroalimentare La cooperativa è un associazione autonoma di persone unite volontariamente per soddisfare le loro aspirazioni e bisogni economici,

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015 C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA ESTRATTO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 51 DEL 02/09/2015 OGGETTO: CENTRO EUROPEO PER LE POLITICHE AMBIENTALI E "CHARTA DI

Dettagli

L evento. L ente promotore: AICCON. I soci di AICCON

L evento. L ente promotore: AICCON. I soci di AICCON PROGRAMMA UFFICIALE L evento Le Giornate di Bertinoro per l Economia Civile rappresentano il laboratorio di analisi e confronto che anticipa le sfide future del Terzo settore con l obiettivo di elaborare

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 870 MILA UNITÀ, OLTRE 9 MILA IN PIÙ NELL ULTIMA SETTIMANA Roma, 20 Novembre 2015 I giovani presi in carico sono 537.671. A più di 228 mila è stata proposta almeno una misura. Crescere in Digitale: oltre 35.100 gli iscritti a dieci settimane dal lancio I GIOVANI

Dettagli

Il REPORT SONO OLTRE 888 MILA I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA, QUASI 772 MILA AL NETTO DELLE CANCELLAZIONI. Roma, 4 Dicembre 2015

Il REPORT SONO OLTRE 888 MILA I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA, QUASI 772 MILA AL NETTO DELLE CANCELLAZIONI. Roma, 4 Dicembre 2015 Roma, 4 Dicembre 2015 I giovani presi in carico sono 553.507. A più di 239 mila è stata proposta almeno una misura. Crescere in Digitale: oltre 38.000 gli iscritti a dodici settimane dal lancio. A partire

Dettagli

CONFESERCENTI Martedì, 21 aprile 2015

CONFESERCENTI Martedì, 21 aprile 2015 CONFESERCENTI Martedì, 21 aprile 2015 CONFESERCENTI Martedì, 21 aprile 2015 21/04/2015 Gazzetta di Modena Pagina 25 Jobs Act e Garanzia Giovani, un incontro 1 21/04/2015 La Nuova Prima Pagina Pagina 17

Dettagli

Lista dei candidati per la nomina del Consiglio di Amministrazione della Cassa dei Risparmi di Forlì S.p.A. per il triennio 2012-2014

Lista dei candidati per la nomina del Consiglio di Amministrazione della Cassa dei Risparmi di Forlì S.p.A. per il triennio 2012-2014 Lista dei candidati per la nomina del Consiglio di Amministrazione della Cassa dei Risparmi di Forlì S.p.A. per il triennio 2012-2014 La nomina sarà deliberata dall Assemblea Ordinaria degli azionisti

Dettagli

P.Iva: 05974470964 Tel e Fax: (0039) 02.82.40.321 - Mobile: (0039) 338.45.34.114 www.e-ventimediterranei.it - info@e-ventimediterranei.

P.Iva: 05974470964 Tel e Fax: (0039) 02.82.40.321 - Mobile: (0039) 338.45.34.114 www.e-ventimediterranei.it - info@e-ventimediterranei. LA STORIA, I PROFUMI, I COLORI, I SAPORI DELLE NOSTRE TERRE RICERCHIAMO LE MIGLIORI PRODUZIONI ENO E AGRO ALIMENTARI ITALIANE OFFRIAMO SUPPORTO ALLE AZIENDE AGRICOLE E ARTIGIANE DI ECCELLENZA REALIZZIAMO

Dettagli

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it Mercoledì 24 luglio 2013 1 2 Data: 18 /07/2013 Diffusione: PROGRAMMA OPERATIVO FESR, VIA ALLE CONSULTAZIONI Spacca: Innovazione e Macroregione, le strade da seguire per recuperare le risorse - Ancona -

Dettagli

Il REPORT GARANZIA GIOVANI IN ITALIA E IN EUROPA. Roma, 26 Marzo 2015

Il REPORT GARANZIA GIOVANI IN ITALIA E IN EUROPA. Roma, 26 Marzo 2015 Roma, 26 Marzo 2015 I giovani avviati ad una misura prevista dal Programma Garanzia Giovani sono 49.190, un valore in crescita, nell ultimo mese, del 43,1%. Con la Toscana e la Basilicata continua la presentazione

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa Dott.ssa Elisabetta Grigoletto Sezione Formazione Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Berlino 2014 1 Il progetto interregionale Creazione

Dettagli

Progetto PercoRSI. Rete responsabile. Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare

Progetto PercoRSI. Rete responsabile. Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare Progetto PercoRSI Rete responsabile Cambiamento = Apertura = Saper Co. COnnettersi, COndividere, COllaborare, COprogettare Con il contributo di: Partner operativo Finalità generali di PercoRSI Dal 2004

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Tabella 1. Registrazioni ai portali Grafico 1. Registrazioni ai portali - Valori % 41%

COMUNICATO STAMPA. Tabella 1. Registrazioni ai portali Grafico 1. Registrazioni ai portali - Valori % 41% COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani entra nel vivo: sono 110.333 i giovani che si sono registrati, 10.241 sono stati già chiamati dai servizi per il lavoro per il primo colloquio e profilazione; 2.743 le

Dettagli

IL CONTRIBUTO DEL PORE ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AI PROGRAMMI COMUNITARI A GESTIONE DIRETTA

IL CONTRIBUTO DEL PORE ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AI PROGRAMMI COMUNITARI A GESTIONE DIRETTA IL CONTRIBUTO DEL PORE ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AI PROGRAMMI COMUNITARI A GESTIONE DIRETTA Ernesto Somma Coordinatore Struttura di missione P.O.R.E., Presidenza del Consiglio dei Ministri Venezia,

Dettagli

ELEZIONI EUROPEE 25 MAGGIO 2014. www.lorenapesaresi.eu

ELEZIONI EUROPEE 25 MAGGIO 2014. www.lorenapesaresi.eu ELEZIONI EUROPEE 25 MAGGIO 2014 www.lorenapesaresi.eu Il PD nel PSE per l Europa Lavoro. Il PSE vuole una nuova politica industriale, la promozione di tecnologie verdi e tutele per i lavoratori; rilancio

Dettagli

Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro

Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro Parma, 06/06/2012 Ai Consulenti del Lavoro di Parma Ai Praticanti Consulenti del Lavoro Prot. n. 115 di Parma Oggetto: Circolare n. 18_2012. A) Sostegno ai Colleghi colpiti dal terremoto. B) Comunicazioni

Dettagli

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE EDIZIONE 2014/2015

progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE EDIZIONE 2014/2015 progetto impresa ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE 08 EDIZIONE 2014/2015 Per presentare il vostro progetto d impresa cooperativa dovete compilare una scheda di partecipazione. 6 Si tratta di una griglia standard,

Dettagli

Aggiornamento: maggio 2015

Aggiornamento: maggio 2015 BOLOGNA CONSUMI RESPONSABILI Aggiornamento: maggio 2015 Descrizione del progetto Diffusione di orientamenti e pratiche di consumerismo socialmente responsabile per promuovere il capitale sociale del territorio,

Dettagli

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY:

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: SCUOLA DI COMUNICAZIONE Proposta di MASTER di Primo livello in MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: Promozione enogastronomica e valorizzazione delle eccellenze del territorio A.A.2014-15 Premessa

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani, i nuovi dati: sono 169.076 i giovani che si sono registrati, 36.566 sono stati già convocati dai servizi per il lavoro e 23.469 hanno già ricevuto il primo colloquio

Dettagli

Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico

Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico Reti d impresa: opportunità e prime esperienze nel settore turistico Udine, 10 ottobre 2013 Sommario Introduzione alle Reti di Impresa Prime esperienze nel settore turistico-alberghiero L approccio alle

Dettagli

PROGETTO. Festival del Giornalismo Alimentare International Food Journalism Festival. Torino 25-26-27 febbraio 2016

PROGETTO. Festival del Giornalismo Alimentare International Food Journalism Festival. Torino 25-26-27 febbraio 2016 PROGETTO Festival del Giornalismo Alimentare International Food Journalism Festival Torino 25-26-27 febbraio 2016 Aggiornamento 28 settembre 2015 SCENARIO In Italia, manca una manifestazione di respiro

Dettagli

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI

MISSIONE IMPRESA. capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI MISSIONE IMPRESA capaci di farsi grandi CORSI DI FORMAZIONE PER GIOVANI IMPRENDITORI AGRICOLI REALIZZATI DA: FINANZIATI con le risorse del fondo per lo sviluppo dell imprenditoria giovanile in agricoltura

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare

Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Reti di sostegno a distanza costruiscono comunità solidali che rigenerano welfare Primo incontro dei partner di progetto 17-18 ottobre 2014 Borgo Pio, 10, Roma Illustrazione del progetto: motivazioni,

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 02/07/2015 Il Resto del Carlino Pagina 24 PEREGO ACHILLE Gli italiani tornano formichine Consumi, oggi parte il test dei saldi

Dettagli

! " #$ www.coolhunteritaly.it

!  #$ www.coolhunteritaly.it www.coolhunteritaly.it % & COOL HUNTER Italy TRADE SHOW è il salone interamente dedicato ai giovani fashion designer Made in Italy. La manifestazione fieristica promossa da COOL HUNTER Italy si svolge

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin

Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin Incontri nel territorio della regione FVG per l ascolto e il confronto sulla proposta del governo Promossi dall On. Giorgio Zanin Al nostro Paese serve una BUONA SCUOLA Perché è l unica risposta alla nuova

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

Consiglio comunale straordinario Faenza, sabato 28 novembre 2015

Consiglio comunale straordinario Faenza, sabato 28 novembre 2015 Consiglio comunale straordinario Faenza, sabato 28 novembre 2015 Manuela Rontini Consigliere regionale Presidente della Commissione «Territorio Ambiente Mobilità» dell Emilia-Romagna «Lavoro, lavoro, lavoro:

Dettagli

Beni ed Attività Culturali. (Delibera CIPE 92/2012)

Beni ed Attività Culturali. (Delibera CIPE 92/2012) Teatro Pubblico Pugliese Programma Operativo Regione Puglia Unione Europea Fondo per lo sviluppo e coesione 2007/2013. Accordo di programma quadro rafforzato Beni ed Attività Culturali. (Delibera CIPE

Dettagli

Il REPORT. I giovani Neet registrati

Il REPORT. I giovani Neet registrati Roma, 7 Novembre 2014 L adesione al programma da parte dei giovani continua. Al 6 novembre 2014 1 si sono registrati a Garanzia Giovani 283.317 giovani, di questi il 52% (146.983 giovani) lo ha fatto attraverso

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri Il Ministro per il Turismo ACCORDO QUADRO TRA il Ministro per il Turismo, On. Michela Vittoria Brambilla E il Presidente dell Associazione Nazionale Comuni Italiani,

Dettagli

VOLONTARIATO, EXPO 2015 ED IL SISTEMA DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO

VOLONTARIATO, EXPO 2015 ED IL SISTEMA DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO VOLONTARIATO, EXPO 2015 ED IL SISTEMA DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO PREMESSA L Italia, che ospiterà l Esposizione Universale del 2015, si caratterizza per un tessuto associativo tra i più

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI PROTOCOLLO D INTESA Tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e l Agenzia Nazionale per i Giovani in relazione alle attività e

Dettagli

Presentazione della Società. Maggio 2014

Presentazione della Società. Maggio 2014 Presentazione della Società Maggio 2014 La Società La Struttura Produttiva Il Sistema di Competenze Il Posizionamento I Dati Economico - Finanziari 2 La Società La Storia 2004 Costituzione della StraDe

Dettagli

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

EVENTI E INIZIATIVE NEWS

EVENTI E INIZIATIVE NEWS INDICE 1. EVENTI E INIZIATIVE: - 22 MAGGIO, A BRESCIA IL SEMINARIO LE MAFIE IN LOMBARDIA: I RISCHI DEL TERRITORIO BRESCIANO - 7 MAGGIO, BENVENUTA IMPRESA: LA CAMERA DI COMMERCIO DI MILANO PER EXPO 2015

Dettagli

Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE

Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE Data: 26/02/2014 Estratto da pagina 1 FONDI EUROPEI 2014-2020? TUTTO QUELLO CHE È NECESSARIO SAPERE Sarà l'auditoriurn 'Adriano Luzi' di Comunanza a ospitare domani la carovana di ascolto che la Regione

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO 2014-2020 DEL FONDO SOCIALE EUROPEO DELLA TOSCANA INVESTIMENTI A FAVORE DELLA CRESCITA, DELL OCCUPAZIONE E DEL FUTURO DEI GIOVANI

PROGRAMMA OPERATIVO 2014-2020 DEL FONDO SOCIALE EUROPEO DELLA TOSCANA INVESTIMENTI A FAVORE DELLA CRESCITA, DELL OCCUPAZIONE E DEL FUTURO DEI GIOVANI PROGRAMMA OPERATIVO 2014-2020 DEL FONDO SOCIALE EUROPEO DELLA TOSCANA INVESTIMENTI A FAVORE DELLA CRESCITA, DELL OCCUPAZIONE E DEL FUTURO DEI GIOVANI PROGRAMMA OPERATIVO 2014-2020 DEL FONDO SOCIALE EUROPEO

Dettagli

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012 Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica Venerdì 1 giugno 2012 Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori

Dettagli

CARTA ETICA DEL TURISMO SCOLASTICO

CARTA ETICA DEL TURISMO SCOLASTICO Hanno promosso la redazione della carta i seguenti soggetti: CARTA ETICA DEL TURISMO SCOLASTICO La gita, uno dei rituali scolastici più amati dagli studenti, si rivela spesso come momento di discrepanza

Dettagli

Fondo Centrale di Garanzia. Sezione speciale per le imprese femminili

Fondo Centrale di Garanzia. Sezione speciale per le imprese femminili Fondo Centrale di Garanzia Sezione speciale per le imprese femminili Aprile 2013 Crisi e imprenditoria femminile: quale risposta Nel momento di difficoltà che il nostro Paese sta attraversando, l imprenditoria

Dettagli

Il piano di rafforzamento amministrativo A cura della redazione

Il piano di rafforzamento amministrativo A cura della redazione Bollettino mensile N. 9 ottobre 2014 Ultime da fuori Il piano di rafforzamento amministrativo A cura della redazione Migliore capacità di spesa e maggiore efficacia di FESR e FSE: questi i principali obiettivi

Dettagli

C S R N E W S N o t i z i a r i o s u l l a r e s p o n s a b i l i t à s o c i a l e d i m p r e s a

C S R N E W S N o t i z i a r i o s u l l a r e s p o n s a b i l i t à s o c i a l e d i m p r e s a C S R N E W S N o t i z i a r i o s u l l a r e s p o n s a b i l i t à s o c i a l e d i m p r e s a N. V II/2 ffebb rra io i 2011 I N D I C E F O C U S Concluso il ciclo di formazione per imprenditori

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i 60 anni dalla nascita 3 dicembre 2014. A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena

RASSEGNA STAMPA. Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i 60 anni dalla nascita 3 dicembre 2014. A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena RASSEGNA STAMPA Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i 60 anni dalla nascita 3 dicembre 2014 A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena COMUNICATO STAMPA Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 1053 Seduta del 05/12/2013

DELIBERAZIONE N X / 1053 Seduta del 05/12/2013 DELIBERAZIONE N X / 1053 Seduta del 05/12/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

9 RAPPORTO SOCIALE DI CONAD CENTRO NORD

9 RAPPORTO SOCIALE DI CONAD CENTRO NORD 9 RAPPORTO SOCIALE DI CENTRO NORD Il Rapporto Sociale è la sintesi del Bilancio Sociale di Conad Centro Nord Società cooperativa. Sono entrambi strumenti che vogliono documentare la Responsabilità Sociale

Dettagli

E' Pistoia la nuova capitale italiana della cultura

E' Pistoia la nuova capitale italiana della cultura E' Pistoia la nuova capitale italiana della cultura Area centrale urbana, ampiezza dei settori toccati, qualità e completezza del progetto. Con queste motivazioni è stata Pistoia città toscana ad aggiudicarsi

Dettagli

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015

IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 IDEE IN COMUNE DESTINATION EXPO MILANO 2015 CALL RISERVATA AI COMUNI ITALIANI E AI LORO TERRITORI PER LA PRESENZA NEL PADIGLIONE DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione a Milano

Dettagli

EUROPA CREATIVA: I FONDI EUROPEI 2014-2020 PER LA CULTURA E IL TURISMO

EUROPA CREATIVA: I FONDI EUROPEI 2014-2020 PER LA CULTURA E IL TURISMO CORSO DI FORMAZIONE OBIETTIVO EUROPA srl EUROPA CREATIVA: I FONDI EUROPEI 2014-2020 PER LA CULTURA E IL TURISMO Edizione Extra BOLOGNA 29 30 MARZO 2014 FOCUS TEMATICO DEL CORSO Questo corso, della durata

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

Modera e introduce: - Roberto Rampi - Parlamentare, Commissione cultura della Camera dei Deputati

Modera e introduce: - Roberto Rampi - Parlamentare, Commissione cultura della Camera dei Deputati Progetto Il prossimo 25 ottobre, nell ambito del Palinsesto ExpoinCittà, Milano ospiterà gli MTV Europe Music Awards. Questo momento di spettacolo, riconosciuto a livello internazionale, coinvolgerà numerosi

Dettagli

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI PREMESSA La presente premessa costituisce parte integrante del regolamento. Alcuni anni fa, in un momento in cui la realtà giovanile ha cominciato a prendere maggiormente

Dettagli

MANIFESTO PER UN SISTEMA MONDIALE DI COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI

MANIFESTO PER UN SISTEMA MONDIALE DI COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI 1 MANIFESTO PER UN SISTEMA MONDIALE DI COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI Quest iniziativa è lanciata, in occasione di Expo 2015, dalle reti internazionali degli attori pubblici, associativi e

Dettagli

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani NOVEMBRE 2010 S ommario Premessa pag. 4 Un impegno che ha una storia pag. 6 La proposta 2010/2011 pag. 8 Concittadini pag. 10 Fasi

Dettagli

UISP Emilia-Romagna APERTA, INTEGRATA E INNOVATIVA

UISP Emilia-Romagna APERTA, INTEGRATA E INNOVATIVA UISP Emilia-Romagna APERTA, INTEGRATA E INNOVATIVA Sintesi del Documento Programmatico in occasione dei Congressi Territoriali UISP in Emilia Romagna gennaio 2013 - Mauro Rozzi 1. Premessa: le riflessioni/visione

Dettagli

REGOLAMENTO E CONDIZIONI GENERALI FASHION PUGLIA 2015. La storia e gli obiettivi

REGOLAMENTO E CONDIZIONI GENERALI FASHION PUGLIA 2015. La storia e gli obiettivi REGOLAMENTO E CONDIZIONI GENERALI FASHION PUGLIA 2015 La storia e gli obiettivi Fashion Puglia è la kermesse d alta moda emergente dedicata ai giovani fashion designers italiani siano essi stilisti, creativi,

Dettagli

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR

Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Per valorizzare e dare visibilità alle iniziative di responsabilità sociale, stimolando l innovazione e contribuendo allo sviluppo della CSR Il Sodalitas Social Award acquista respiro europeo Promuovere

Dettagli

Ciclo di seminari. La multifunzionalità nelle aziende agricole: l agriturismo, i servizi ambientali, la didattica e la vendita dei prodotti aziendali

Ciclo di seminari. La multifunzionalità nelle aziende agricole: l agriturismo, i servizi ambientali, la didattica e la vendita dei prodotti aziendali Ciclo di seminari La multifunzionalità nelle aziende agricole: l agriturismo, i servizi ambientali, la didattica e la vendita dei prodotti aziendali Sala Parlamentino Ministero delle Politiche Agricole

Dettagli

De Vinco confermato Gaetano De Vinco

De Vinco confermato Gaetano De Vinco 52notizie Modena Economica Numero 1 gennaio-febbraio 2012 De Vinco confermato alla guida di Confcooperative Gaetano De Vinco è stato riconfermato alla presidenza di Confcooperative Modena nella 19 a Assemblea

Dettagli

Fondazione Palazzo delle Stelline Sala San Carlo Borromeo Quali politiche, per quali giovani? Riflessioni e prospettive sulle politiche giovanili e

Fondazione Palazzo delle Stelline Sala San Carlo Borromeo Quali politiche, per quali giovani? Riflessioni e prospettive sulle politiche giovanili e Fondazione Palazzo delle Stelline Sala San Carlo Borromeo Quali politiche, per quali giovani? Riflessioni e prospettive sulle politiche giovanili e sulle linee di intervento della Regione Lombardia Milano,

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

DOCUMENTO DI MANDATO PREMESSA

DOCUMENTO DI MANDATO PREMESSA DOCUMENTO DI MANDATO PREMESSA Il 39 Congresso nazionale di Legacoop approva la relazione del Presidente Mauro Lusetti e fa proprio il Documento Cooperazione 2020 approvato dalla Direzione nazionale del

Dettagli

Obiettivi, percorso organizzativo e modalità di partecipazione. Roma, 6 settembre 2012

Obiettivi, percorso organizzativo e modalità di partecipazione. Roma, 6 settembre 2012 Obiettivi, percorso organizzativo e modalità di partecipazione Roma, 6 settembre 2012 Cosa sono Gli Stati Generali della Green Economy si terranno il 7-8 Novembre a Rimini, presso la Fiera di Rimini durante

Dettagli

Il progetto e le altre iniziative di prevenzione dei rifiuti Filippo M. Bocchi Corporate Social Responsibility Gruppo Hera

Il progetto e le altre iniziative di prevenzione dei rifiuti Filippo M. Bocchi Corporate Social Responsibility Gruppo Hera Il progetto e le altre iniziative di prevenzione dei rifiuti Filippo M. Bocchi Corporate Social Responsibility Gruppo Hera Verso il Programma Nazionale di Prevenzione dei Rifiuti: partire dalle esperienze

Dettagli

Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale Cattedra Edoardo Garrone 3ª edizione

Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale Cattedra Edoardo Garrone 3ª edizione Scuola di Alti Studi in Economia del Turismo Culturale Cattedra Edoardo Garrone 3ª edizione Costruire reti cooperanti di turismo e cultura Siracusa, 13 ottobre / 22 novembre 2008 PUNTO 1 Norme Generali

Dettagli

SCHEDA COE. Volontari richiesti: N 3

SCHEDA COE. Volontari richiesti: N 3 IN ITALIA PER UN IMPEGNO INTERNAZIONALE COMO/VARESE/LECCO SCHEDA COE Volontari richiesti: N 3 SEDE DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: Barzio, Saronno. INTRODUZIONE NUMERO ORE DI SERVIZIO SETTIMANALI DEI VOLONTARI:

Dettagli

Ha presenziato ai lavori l Ing. Mancurti Capo del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica.

Ha presenziato ai lavori l Ing. Mancurti Capo del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica. PROGRAMMA DI ASSISTENZA TECNICA TRA ISTITUTZIONI (PATTI) Italia-Albania Dipartimento per le Politiche Regionali della Presidenza del Consiglio Roma, 12 aprile 2011 Seconda riunione Si è svolta a Roma lo

Dettagli

AL SERVIZIO DELL ECONOMIA. Economia che cambia. Programma di attività 2015 della Camera di commercio di Bolzano

AL SERVIZIO DELL ECONOMIA. Economia che cambia. Programma di attività 2015 della Camera di commercio di Bolzano AL SERVIZIO DELL ECONOMIA Economia che cambia Programma di attività 2015 della Camera di commercio di Bolzano AL SERVIZIO DELL ECONOMIA Economia che cambia Una sfida da affrontare on. Michl Ebner dott.

Dettagli

EXECUTIVE MASTER IN BUSINESS DEVELOPMENT

EXECUTIVE MASTER IN BUSINESS DEVELOPMENT EXECUTIVE MASTER IN BUSINESS DEVELOPMENT per Piccole & Medie Imprese EDIZIONE 2007 FACOLTÀ DI ECONOMIA PRESENTAZIONE Le scelte strategiche di molte imprese italiane di piccola e media dimensione si stanno

Dettagli

Supporti pratici per la professione, agevolazioni e tutele per gli iscritti, incentivazione per il lavoro:

Supporti pratici per la professione, agevolazioni e tutele per gli iscritti, incentivazione per il lavoro: PRINCIPALI attività e servizi svolti dall Ordine Architetti Asti anni 2009-2013 La segreteria: Servizio di segreteria con orario di apertura: lunedì 9,30/12,30 15,30/18,30 martedì 15,30/18,30 mercoledì

Dettagli

DMC Destination Management Company Tele-fax: 0931.5977OO Mobile: 338.8081010 dmceventi@gmail.com

DMC Destination Management Company Tele-fax: 0931.5977OO Mobile: 338.8081010 dmceventi@gmail.com Pachino, 10/06/2013 Oggetto: proposta di partecipazione Isola del Gusto presso Festival del Cinema di Frontiera Caro Produttore, desideriamo inviarvi la proposta di partecipazione all isola del gusto che

Dettagli

LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E LA SOSTENIBILITÀ

LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E LA SOSTENIBILITÀ L SSOIZIONI I VOLONTRITO L SOSTNIILITÀ lle ssociazioni di volontariato del riuli Venezia iulia lle ssociazioni di promozione sociale del riuli Venezia iulia La sostenibilità, che viene declinata nella

Dettagli

Imola, 23 dicembre 2008. Cari Consiglieri,

Imola, 23 dicembre 2008. Cari Consiglieri, Imola, 23 dicembre 2008 Cari Consiglieri, Con l approssimarsi della fine dell anno, colgo l occasione per fare un bilancio dell anno 2008 e contestualmente del primo triennio di mandato dell attuale CdA

Dettagli

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1 Milano Sharing City Le sfide globali contemporanee possono, se ben gestite, determinare lo sviluppo di importanti processi di innovazione in grado di portare benessere e crescita economica diffusa. In

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

NEWS. Credito d imposta per la creazione di lavoro stabile nel Mezzogiorno

NEWS. Credito d imposta per la creazione di lavoro stabile nel Mezzogiorno NEWS Credito d imposta per la creazione di lavoro stabile nel Mezzogiorno È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Interministeriale del 24 maggio 2012 che fissa le disposizioni di attuazione

Dettagli

CORSO IN ESPERTO DI METODI E TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI DALL UNIONE EUROPEA

CORSO IN ESPERTO DI METODI E TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI DALL UNIONE EUROPEA CORSO IN ESPERTO DI METODI E TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA GESTIONE DI PROGETTI FINANZIATI DALL UNIONE EUROPEA SEDE del Corso: EuropeAurum, Largo Gardone Riviera Pescara QUOTA D ISCRIZIONE CON BORSA

Dettagli

L esperienza del Laboratorio Sud della Fondazione Tertio Millennio - Onlus JOB CREATION, RETE, TERRITORIO

L esperienza del Laboratorio Sud della Fondazione Tertio Millennio - Onlus JOB CREATION, RETE, TERRITORIO L esperienza del Laboratorio Sud della Fondazione Tertio Millennio - Onlus JOB CREATION, RETE, TERRITORIO Cinzia Ministeri Palermo 11 maggio 2011 Cos è la Fondazione Tertio Millennio La Fondazione Tertio

Dettagli

Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità

Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità Azioni di sensibilizzazione ed educazione alla mondialità I annualità Obiettivi. costruire capacità di comunicazione e dialogo interculturale tra gli studenti delle scuole secondarie superiori italiane;.

Dettagli