Determinazione Risultato Unità Limiti di riferimento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Determinazione Risultato Unità Limiti di riferimento"

Transcript

1 METABOLITI SIERICI E URINARI P-Lattato 1,00 mmol/l 0,62-2,35 P-Ammonio 80 µg/dl S-Bilirubina totale 1,80 mg/dl Fino a 1,20 S-Bilirubina esterificata 0,40 mg/dl Fino a 0,30 S-Bilirubina non esterificata 1,40 mg/dl Fino a 0,90 S-Urato 3,0 mg/dl Maschi: 2,5-7,0 Femmine: 2,4-5,7 U-Urato 60 mg/dl nelle 24 ore: mg S-Urea 20 mg/dl U-Urea 2000 mg/dl nelle 24 ore: g S-Creatinina 1,00 mg/dl Adulti M: 0,70-1,20 F: 0,50-0,95 Bambini: <1 anno: 0,15-0, anni: 0,20-0, anni: 0,25-0, anni: 0,35-0,60 >11 anni: 0,45-0,75 Neonati: 0,30-0,90 U-Creatinina 70 mg/dl nelle 24 ore: mg Pagina 1

2 Clearance della creatinina 39 ml/min Livelli decisionali per la Velocità di Filtrazione Glomerulare (GFR): normale: >89 lievemente ridotta: moderatamente ridotta: severamente ridotta: insufficienza renale: <15 Nota: la valutazione della clearance della creatinina deve essere eseguita in condizioni di opportuna idratazione, al fine di ottenere una diuresi giornaliera almeno superiore a 1500 ml. Per diuresi inferiori a tale volume, il calcolo della clearance può risultare non attendibile. S-Glucosio 80 mg/dl U-Glucosio 10 mg/dl 0-15 nelle 24 ore: <500 mg S-Fruttosamina 230 µmol/l Curva da carico di glucosio (OGTT) Glucosio (P) digiuno 95 mg/dl Fino a 110 Glucosio (P) dopo 2 ore 100 mg/dl Fino a 140 Curva da carico di glucosio (in gravidanza) Glucosio (P) digiuno 85 mg/dl Fino a 92 Glucosio (P) dopo 1 ora 100 mg/dl Fino a 180 Glucosio (P) dopo 2 ore 100 mg/dl Fino a 153 LIPIDI E LIPOPROTEINE S-Colesterolo totale 180 mg/dl Fino a 190 (valore desiderabile) S-Colesterolo HDL 50 mg/dl Maschi: >39 (valore desiderabile) Femmine: >43 (valore desiderabile) S-Colesterolo LDL 118 mg/dl Fino a 115 (valore desiderabile) S-Trigliceridi 60 mg/dl Fino a 180 (valore desiderabile) Pagina 2

3 S-Apolipoproteina A-I (Apo A-I) 3,00 g/l >1,20 (valore desiderabile) S-Apolipoproteina B (Apo B) 1,50 g/l Fino a 0,90 (valore desiderabile) S-Lipoproteina(a) 1,00 g/l Livello decisionale: >0,30 ELETTROLITI S-Sodio 136 mmol/l P-Sodio (infusione ipertonica) - 30 min. 240 mmol/l basale 242 mmol/l + 30 min. 243 mmol/l + 60 min. 250 mmol/l + 90 min. 246 mmol/l min. 243 mmol/l min. 240 mmol/l min. 237 mmol/l S-Potassio 4,0 mmol/l 3,5-5,0 S-Cloruro 100 mmol/l U-Sodio 50 mmol/l nelle 24 ore: mmol U-Potassio 40 mmol/l nelle 24 ore: mmol U-Cloruro 100 mmol/l nelle 24 ore: mmol MINERALI S-Calcio totale 9,0 mg/dl Adulti: 8,5-10,5 Adolescenti: 9,0-11,0 Neonati: 7,7-11,7 U-Calcio totale 20,0 mg/dl 8,3-26,6 nelle 24 ore: mg Pagina 3

4 S-Fosfato inorganico 3,0 mg/dl Adulti: 2,5-4,5 Bambini: 4,0-7,0 S-Fosfato inorganico (curva da carico con peptoni) - 15 min. 3,9 mg/dl basale 4,0 mg/dl + 15 min. 4,1 mg/dl + 30 min. 4,8 mg/dl + 45 min. 4,7 mg/dl + 60 min. 4,5 mg/dl + 90 min. 4,0 mg/dl min. 3,8 mg/dl U-Fosfato inorganico 40 mg/dl nelle 24 ore: mg S-Magnesio 2,0 mg/dl 1,4-2,4 U-Magnesio 10,0 mg/dl 5,0-17,5 nelle 24 ore: mg ENZIMI S-Creatinchinasi (CK) 30 U/L Maschi: Femmine: S-Lattato deidrogenasi (LDH) 130 U/L Adulti: Bambini: S-Aspartato aminotransferasi (AST) 30 U/L Fino a 35 S-Alanina aminotransferasi (ALT) 45 U/L Maschi: Fino a 60 Femmine: Fino a 42 Rapporto AST/ALT 0,7 < 1 S-Fosfatasi alcalina (ALP) 200 U/L 4-15 anni: Maschi anni: >60 anni: Femmine anni: >60 anni: Pagina 4

5 S-Gamma-glutamiltransferasi (GGT) 40 U/L Maschi: Fino a 70 Femmine: Fino a 40 S-Lipasi pancreatica 40 U/L Livello decisionale diagnosi di pancreatite acuta: >180 S-Amilasi pancreatica 40 U/L S-Macroamilasi (ricerca) 83 % > 30 S-Colinesterasi (CHE) 10,0 ku/l 5,3-13,0 PROTEINE S-Proteine totali 70 g/l S-Albumina 40 g/l U-Albumina 120 mg/24 ore <30 U-Albumina (campione estemporaneo) 33 mg/g creatinina <30 S-Alfa-1-antitripsina 1,00 g/l 0,90-2,00 S-Alfa-1-glicoproteina acida 0,60 g/l 0,50-1,20 S-Aptoglobina 0,70 g/l 0,30-2,00 S-Transtiretina (Prealbumina) 0,30 g/l 0,20-0,40 S-Ceruloplasmina 0,50 g/l 0,20-0,60 S-Rame 80 µg/dl Maschi: Femmine: Pagina 5

6 F-Emoglobina 200 µg/l Fino a 100 S-Proteina C reattiva (PCR) 5,0 mg/l Fino a 10,0 S-Proteina C reattiva (PCR) 25,0 mg/l Come indicatore di infiammazione: <10 Come indicatore di rischio cardiovascolare relativo: - rischio basso: <1,0 - rischio medio: 1,0-3,0 - rischio alto: >3,0 MARCATORI EMATOLOGICI S-Ferro 80 µg/dl Maschi: Femmine: S-Transferrina Concentrazione 3,00 g/l 2,00-3,60 Saturazione 19,0 % 20,0-55,0 P-Omocisteina 9,0 µmol/l Valore desiderabile: fino a 10 moderatamente elevato: elevato: molto elevato: >30 DROGHE-SOSTANZE STUPEFACENTI (Determinazioni eseguite esclusivamente a scopo clinico, non eseguite con procedure a valenza medico-legale) U-Amfetamine concentrazioni >500 µg/l Concentrazione 300 µg/l U-Barbiturati concentrazioni >300 µg/l Concentrazione 200 µg/l Pagina 6

7 U-Cannabinoidi concentrazioni >50 µg/l Concentrazione 30 µg/l U-Cocaina concentrazioni >300 µg/l Concentrazione 200 µg/l U-Oppiacei concentrazioni >300 µg/l Concentrazione 200 µg/l FARMACI VARI U-Benzodiazepine concentrazioni >100 µg/l Concentrazione 95 µg/l INDAGINI SU ALTRI LIQUIDI BIOLOGICI Bilirubina totale 10,00 mg/dl Urato 10,0 mg/dl Urea 80 mg/dl Creatinina 2,00 mg/dl Glucosio 80 mg/dl Colesterolo totale 180 mg/dl Trigliceridi 80 mg/dl Pagina 7

8 Sodio 145 mmol/l Potassio 5,0 mmol/l Cloruro 100 mmol/l Calcio totale 12,0 mg/dl Lattato deidrogenasi (LDH) 200 U/L Amilasi pancreatica 30 U/L Assente Albumina 50 g/l Pagina 8 Referto già stampato in data: 22/06/2010 alle ore 13:18

Lotto 1 - Sistemi diagnostici per l esecuzione di test di chimica clinica, immunochimica, droghe, epatite e proteine specifiche 58296581F8

Lotto 1 - Sistemi diagnostici per l esecuzione di test di chimica clinica, immunochimica, droghe, epatite e proteine specifiche 58296581F8 PRODOTTI DATI Numero test presunti/ anno CODICE AZIENDA ULSS N. 13 Prodotto Denominazione Commerciale Nome del Produttore Quantità per confezione Nr. Confezioni necessarie per effettuare gli esami annui

Dettagli

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso

NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA. Dott. Adolfo Affuso NUTRIZIONE IN TERAPIA INTENSIVA Dott. Adolfo Affuso La nutrizione artificiale è parte integrante della terapia del paziente Un adeguato apporto nutrizionale migliora l outcome del malato INDICAZIONI ALLA

Dettagli

Argomenti di Patologia Clinica Esami della funzione renale Rene e laboratorio Perché esaminare la funzionalità renale? Per identificare le disfunzioni renali Per diagnosticare le patologie renali Per monitorare

Dettagli

Tabella 1 : Glucosio Età

Tabella 1 : Glucosio Età Tabella 1 : Glucosio Età V.R. (mg/dl) Fino a 2 giorni 40 60 Da 2 giorni a 1 mese 50 80 Da 1 mese a 12 anni 60 110 Da 12 anni a 60 anni 70 105 Da 60 anni a 70 anni 80 115 Oltre 70 anni 83 105 Tabella 2

Dettagli

TIPOLOGIA DELLE PROVETTE

TIPOLOGIA DELLE PROVETTE Pag. 1 di 7 EMATOLOGIA - URGENZE Emocromo EMATOLOGIA (provetta PEDIATRICA) Emocromo Reticolociti Emocromo + Formula CONTA LEUCOCITI SU LIQUIDI CAVITARI PARASSITA MALARICO ESAMI IN SERVICE Ciclosporina

Dettagli

Esami-PdL.xls 11/12/2008

Esami-PdL.xls 11/12/2008 Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Dipartimento di Medicina di Laboratorio Ufficio Sistema Informativo dipartimentale - Laboratori Patologia clinica e Microbiologia e virologia S. Chiara Tabella

Dettagli

LISTINO PREZZI PER ORDINE VETERINARI DI PERUGIA

LISTINO PREZZI PER ORDINE VETERINARI DI PERUGIA Biochimica Clinica LISTINO PREZZI PER ORDINE VETERINARI DI PERUGIA Esame Prezzo listino Prezzo Lancio Tempi di Materiale esecuzione Albumina 2,50 2,00 In giornata Siero ALP (fosfatasi alcalina) 2,50 2,00

Dettagli

Centro Regionale di Riferimento di Biostatistica e Controllo di Qualità in Laboratorio Ciclo 2015

Centro Regionale di Riferimento di Biostatistica e Controllo di Qualità in Laboratorio Ciclo 2015 Doc: 481/13 RAZIONALE PROGRAMMI V.E.Q. Rev. 17 Sede legale: Largo G.A. Brambilla, 3-50134 FIRENZE C.F. e P.I.: 04612750481 - tel. 055 794.111 (centralino) aouc@aou-careggi.toscana.it - aoucareggi@pec.it

Dettagli

TIPOLOGIA DELLE PROVETTE

TIPOLOGIA DELLE PROVETTE Pag. 1 di 7 EMATOLOGIA - URGENZE Emocromo EMATOLOGIA (provetta PEDIATRICA) Emocromo Reticolociti Emocromo + Formula BNP (Peptide Natriuretico) CONTA LEUCOCITI SU LIQUIDI CAVITARI 2 ml EDTA k2 454024 PARASSITA

Dettagli

STORIA NOTA 13 14/11/2012 26/03/2013 04/01/2007 19/06/2014 23/02/2007 06/06/2012 O DETERMINA 29/10/2004

STORIA NOTA 13 14/11/2012 26/03/2013 04/01/2007 19/06/2014 23/02/2007 06/06/2012 O DETERMINA 29/10/2004 STORIA NOTA 13 O DETERMINA 29/10/2004 O DETERMINA 04/01/2007 O DETERMINA 23/02/2007 O DETERMINA 06/06/2012 O DETERMINA 14/11/2012 O DETERMINA 26/03/2013 O DETERMINA 19/06/2014 il target per la terapia

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA Pagina 1 di 16 Contenitore Note gg di refert Telefono ACE (angiotensin converting enzime) U/L Il soggetto non deve assumere ACE inibitori 6 2151-2147 Acido micofenolico (micofenolato) Provetta tappo viola,

Dettagli

Laboratorio analisi. scheda 02.05 Esami strumentali

Laboratorio analisi. scheda 02.05 Esami strumentali Laboratorio analisi scheda 02.05 Esami strumentali Cos è Profili di laboratorio Il di MediClinic è una struttura organizzata secondo gli standard più moderni e attrezzata con tecnologie di ultima generazione.

Dettagli

Caso clinico 2. Pz. di 50 anni, obeso (IMC: 32Kg/mq) Familiarità per diabete mellito. Asintomatico. Glicemia plasmatica di 130 mg/dl.

Caso clinico 2. Pz. di 50 anni, obeso (IMC: 32Kg/mq) Familiarità per diabete mellito. Asintomatico. Glicemia plasmatica di 130 mg/dl. Caso clinico 1 Pz di 15 anni, di sesso femminile, lievemente sottopeso (IMC: 18Kg/mq). Manifesta nausea, vomito, dolori addominali, poliuria, polidipsia e dispnea. Nel giro di poche ore, manifesta obnubilamento

Dettagli

IL DIABETE MELLITO NON INSULINODIPENDENTE (NIDDM) GESTIONE DA PARTE DEL MMG

IL DIABETE MELLITO NON INSULINODIPENDENTE (NIDDM) GESTIONE DA PARTE DEL MMG IL DIABETE MELLITO NON INSULINODIPENDENTE (NIDDM) GESTIONE DA PARTE DEL MMG A cura di Marco Pietro Mazzi e Maria Chiara Cressoni (SIMG-FIMMG ASL 22) PREMESSA Nella gestione del paziente diabetico l obiettivo

Dettagli

NEFROLITIASI ACUTA. Più raro dolore addominale prevalemtemete anteriore

NEFROLITIASI ACUTA. Più raro dolore addominale prevalemtemete anteriore NEFROLITIASI ACUTA Dolore costante e non colico, localizzato al fianco eo irradiato all inguine. Micro-macroematuria. Sovente nausea e vomito. Più raro dolore addominale prevalemtemete anteriore NEFROLITIASI

Dettagli

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE

VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE VALUTAZIONE DEL LIVELLO DELLA FUNZIONE RENALE La stima del Filtrato Glomerulare (FG) èil miglior indicatore complessivo della funzione renale. La sola creatininemia non deve essere usata come indice di

Dettagli

Appendice A: tabelle descrittive residenti

Appendice A: tabelle descrittive residenti Appendice A: tabelle descrittive residenti 1. PARAMETRI EMATOCHIMICI DI BASE Nelle tabelle 1-12 sono riportati in dettaglio i risultati delle analisi descrittive riguardanti i parametri ematochimici di

Dettagli

ALLEGATO B Lotto n. 1 - CHIMICA CLINICA SCHEDA DI VALUTAZIONE ECONOMICA

ALLEGATO B Lotto n. 1 - CHIMICA CLINICA SCHEDA DI VALUTAZIONE ECONOMICA Lotto n. 1 - CHIMICA CLINICA Glicemia n test 15.000 Creatinina n test 15.000 Acido Urico n test 15.000 Amilasi n test 7.000 Azotemia n test 15.000 Bilirubina n test 7.000 Colesterolo HDL n test 15.000

Dettagli

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA Malattie renali PREMESSA: In tutti i casi di malattia a carico dell emuntorio renale deve essere richiesta la visita specialistica nefrologica con allegati esami ematochimici

Dettagli

SINDROME NEFROSICA. Sindrome clinica caratterizzata da: - Edema (volto, piedi, mani) - Proteinuria (>3 g/die) - Ipoalbuminemia - Ipercolesterolemia

SINDROME NEFROSICA. Sindrome clinica caratterizzata da: - Edema (volto, piedi, mani) - Proteinuria (>3 g/die) - Ipoalbuminemia - Ipercolesterolemia SINDROME NEFROSICA SINDROME NEFROSICA Sindrome clinica caratterizzata da: - Edema (volto, piedi, mani) - Proteinuria (>3 g/die) - Ipoalbuminemia - Ipercolesterolemia SINDROME NEFROSICA - EPIDEMIOLOGIA

Dettagli

UOC MEDICINA 2 - UOS DIABETOLOGIA UOCMEDICINA E CHIRURGIA ACCETTAZIONE URGENZA. Protocollo rispetto qualità della diagnosi secondo criterio APRO3

UOC MEDICINA 2 - UOS DIABETOLOGIA UOCMEDICINA E CHIRURGIA ACCETTAZIONE URGENZA. Protocollo rispetto qualità della diagnosi secondo criterio APRO3 UOC MEDICINA 2 - UOS DIABETOLOGIA UOCMEDICINA E CHIRURGIA ACCETTAZIONE URGENZA Protocollo rispetto qualità della diagnosi secondo criterio APRO3 Diabete Il Diabete Mellito rappresenta uno dei problemi

Dettagli

Ogni fiala di polvere per soluzione iniettabile contiene 5 mg di idrossocobalamina. Ogni ml contiene 2,5 mg di idrossocobalamina dopo ricostituzione.

Ogni fiala di polvere per soluzione iniettabile contiene 5 mg di idrossocobalamina. Ogni ml contiene 2,5 mg di idrossocobalamina dopo ricostituzione. RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE OHB12 5 mg/2 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ogni fiala di polvere

Dettagli

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE A

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE A LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE A cura della Dott.ssa Donatella Pia Dambra Medico responsabile gestione per la qualità e UdR Sezione EMAROMA Aurelia Hospital Capire e interpretare gli esami di laboratorio

Dettagli

Facoltà di Scienze MM.FF.NN.

Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Facoltà di Scienze MM.FF.NN. PROGRAMMA DEL CORSO DI BIOCHIMICA CLINICA Per gli studenti del corso di Laurea in Biotecnologie/ Scienze Biologiche Anno accademico 2010/2011 1) Analitica strumentale UNIVERSITA

Dettagli

Carta dei Servizi. Novolabs Impresa Sociale Srl Via Corfù 71, 25124 Brescia

Carta dei Servizi. Novolabs Impresa Sociale Srl Via Corfù 71, 25124 Brescia Carta dei Servizi Novolabs Impresa Sociale Srl Via Corfù 71, 25124 Brescia La presente Carta dei Servizi è redatta in conformità al DPCM del 19 maggio 1995 Schema generale di riferimento della Carta dei

Dettagli

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE Capire e interpretare gli esami di laboratorio è compito del medico. I valori dei test ematici, infatti, molto raramente dicono qualcosa presi singolamente. Possono assumere

Dettagli

I D A I B A E B T E E

I D A I B A E B T E E IL DIABETE Quali sono le indagini laboratoristiche per le quali i dati scientifici a disposizione ne testimoniano la utilità pratica con rapporto costo/beneficio favorevole e quali per le conoscenze attuali

Dettagli

Standard di Prodotto U.O. di Laboratorio di Analisi

Standard di Prodotto U.O. di Laboratorio di Analisi Gestore del Documento: dott.ssa R.Misson Redattore/i: Responsabile U.O. dott.ssa E.Misson Approvazione ed Emissione: Direzione sanitaria Pareri specialistici: Destinatari: utenza Altri interessati: N ed

Dettagli

ELENCO ESAMI ESEGUTII

ELENCO ESAMI ESEGUTII Pag. 1 di 7 Descrizione MAX (GG) 1 PRELIEVO VENOSO 3,10 91,49,2 in sede 2 PRELIEVO BATTERIOLOGICO 3,10 91,49,3 In sede 21 EMOCROMO COMPLETO 4,10 1 90,62,2 in sede 24 RETICOLOCITI 5,45 90,74,5 in sede 26

Dettagli

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE Ad ogni donazione, dovunque venga fatta, il sangue prelevato viene sottoposto ad analisi dal Centro Trasfusionale dell Ospedale San Michele ( Brotzu ) ed i relativi risultati

Dettagli

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO

BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO BREVE SINTESI E GLOSSARIO SUL DIABETE MELLITO 1. Definizione 2. Classificazione 2.1. Diabete mellito di tipo 1 2.2. Diabete mellito di tipo 2 2.3. Diabete gestazionale 2.4. Altre forme di diabete 2.5.

Dettagli

PROTOCOLLO PER L'UTILIZZO DI DONATORI anti-hcv + IN PAZIENTI anti-hcv + NEL TRAPIANTO DI RENE

PROTOCOLLO PER L'UTILIZZO DI DONATORI anti-hcv + IN PAZIENTI anti-hcv + NEL TRAPIANTO DI RENE Versione aggiornata al 1 agosto 2003 PROTOCOLLO PER L'UTILIZZO DI DONATORI anti-hcv + IN PAZIENTI anti-hcv + NEL TRAPIANTO DI RENE Principi generali Razionale La carenza di donatori d organo rappresenta

Dettagli

LOTTO 30 Sub-lotto A: Sistema macchina-reattivi per l'esecuzione degli esami diagnostici di Laboratorio per la validazione delle unità di sangue

LOTTO 30 Sub-lotto A: Sistema macchina-reattivi per l'esecuzione degli esami diagnostici di Laboratorio per la validazione delle unità di sangue U.O.C. SIMT, U.O.C. CAPE LOTTO 30 Sub-lotto A: Sistema macchina-reattivi per l'esecuzione degli esami diagnostici di Laboratorio per la validazione delle unità di sangue NB: I sub-lotti A e B del lotto

Dettagli

Come fare una scelta terapeutica personalizzata nel paziente con diabete mellito tipo 2 CASO CLINICO

Come fare una scelta terapeutica personalizzata nel paziente con diabete mellito tipo 2 CASO CLINICO Come fare una scelta terapeutica personalizzata nel paziente con diabete mellito tipo 2 CASO CLINICO CASO CLINICO P.M., uomo, 59 anni Anamnesi familiare Familiarità di primo grado per diabete mellito e

Dettagli

Jama, 2001, 285(19):2486-2496

Jama, 2001, 285(19):2486-2496 Sommariio esecutiivo delllle lliinee-guiida ATP-III per lla prevenziione delllle mallattiie coronariiche Jama, 2001, 285(19):2486-2496 FASE 1. DETERMINARE IL PROFILO LIPIDICO-LIPOPROTEICO NEL SOGGETTO

Dettagli

L ASSISTENZA INTEGRATA ALLA PERSONA CON DIABETE MELLITO TIPO 2

L ASSISTENZA INTEGRATA ALLA PERSONA CON DIABETE MELLITO TIPO 2 L ASSISTENZA INTEGRATA ALLA PERSONA CON DIABETE MELLITO TIPO 2 La patologia diabetica mostra una chiara tendenza, in tutti i paesi industrializzati, ad un aumento sia dell incidenza sia della prevalenza.

Dettagli

Versione aggiornata al 1 marzo 2005

Versione aggiornata al 1 marzo 2005 Versione aggiornata al 1 marzo 2005 PROTOCOLLO PER L UTILIZZO DI DONATORI POSITIVI PER L ANTIGENE DI SUPERFICIE DEL VIRUS B DELL EPATITE (HBsAg +) NEL TRAPIANTO DI CUORE E/O POLMONE E/O RENE. Razionale

Dettagli

www.centrodimedicina.com

www.centrodimedicina.com www.centrodimedicina.com 2 Presentazione Generale Il Centro di Medicina è una rete di strutture sanitarie private che opera nel Veneto Nord Orientale, con sedi nei principali centri delle province di Treviso,

Dettagli

VADEMECUM PER ESECUZIONE CHECK-UP INFORMAZIONI GENERALI

VADEMECUM PER ESECUZIONE CHECK-UP INFORMAZIONI GENERALI VADEMECUM PER ESECUZIONE CHECK-UP INFORMAZIONI GENERALI I check-up vengono eseguiti presso il Poliambulatorio della BIOS S.p.A. di Via D. Chelini n. 39 - VI piano, in un area appositamente dedicata, tutti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAMERINO Facoltà di Scienze e Tecnologie Scuola di specializzazione in Biochimica Clinica Indirizzo Analitico Tecnologico AUMENTO DELLA SIGNIFICATIVITA DEL DATO ANALITICO MEDIANTE

Dettagli

DAI DI MEDICINA DI LABORATORIO Direttore FF: dott. Giorgio Paladini

DAI DI MEDICINA DI LABORATORIO Direttore FF: dott. Giorgio Paladini Servizio Sanitario Regionale AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA "Ospedali Riuniti" di Trieste Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione ( D.P.C.M. 8 aprile 1993) DAI DI MEDICINA DI LABORATORIO

Dettagli

DIABETE MELLITO TIPO 2 Presentazione PDTA ULSS 6 Vicenza. Vicenza 20 Maggio 2014

DIABETE MELLITO TIPO 2 Presentazione PDTA ULSS 6 Vicenza. Vicenza 20 Maggio 2014 DIABETE MELLITO TIPO 2 Presentazione PDTA ULSS 6 Vicenza Vicenza 20 Maggio 2014 Percorso Diagnostico Terapeutico tra MMG delle MGI dell ULSS 6 Vicenza e la Diabetologia Gli Obiettivi HbA1c < 53 mmol/mol

Dettagli

www.bayes.it - Intervalli di riferimento (vedi nota a piè di pagina) - ver 1.0 Pagina 1 di 32

www.bayes.it - Intervalli di riferimento (vedi nota a piè di pagina) - ver 1.0 Pagina 1 di 32 www.bayes.it - Intervalli di riferimento (vedi nota a piè di pagina) - ver 1.0 Pagina 1 di 32 du-17-chetosteroidi M fino a anni 6 2,30 mg du-17-chetosteroidi F fino a anni 6 2,20 mg du-17-chetosteroidi

Dettagli

Caso clinico. Legionellosi nel paziente con infezione da HIV AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI FERRARA. U.O.Malattie Infettive

Caso clinico. Legionellosi nel paziente con infezione da HIV AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI FERRARA. U.O.Malattie Infettive AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI FERRARA U.O.Malattie Infettive Caso clinico Legionellosi nel paziente con infezione da HIV Dr.ssa Daniela Segala Uomo, 42 anni, msm HIV+ dal 1997 CDC A3 DATI SIEROLOGICI

Dettagli

Piano Sanitario Regionale 2008-2010 LA SANITA DI INIZIATIVA IN AMBITO TERRITORIALE

Piano Sanitario Regionale 2008-2010 LA SANITA DI INIZIATIVA IN AMBITO TERRITORIALE Piano Sanitario Regionale 2008-2010 LA SANITA DI INIZIATIVA IN AMBITO TERRITORIALE PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE PER PAZIENTI CON DIABETE MELLITO TIPO II Versione III Maggio 2013 1 FASE

Dettagli

PROTOCOLLO PER L'UTILIZZO DI DONATORI anti-hcv + IN PAZIENTI anti-hcv + o anti-hcv - IN LISTA PER TRAPIANTO DI CUORE E/O POLMONE

PROTOCOLLO PER L'UTILIZZO DI DONATORI anti-hcv + IN PAZIENTI anti-hcv + o anti-hcv - IN LISTA PER TRAPIANTO DI CUORE E/O POLMONE Versione aggiornata al 1 agosto 2003 PROTOCOLLO PER L'UTILIZZO DI DONATORI anti-hcv + IN PAZIENTI anti-hcv + o anti-hcv - IN LISTA PER TRAPIANTO DI CUORE E/O POLMONE Principi generali La carenza di donatori

Dettagli

La nuova nota 13 AIFA

La nuova nota 13 AIFA La nuova nota 13 AIFA Ovvero: visto che ci tocca usiamola al meglio E stata recentemente pubblicata l ennesima nota 13 AIFA. E ben noto che SIMG non condivide la necessità di una nota, qualsiasi essa sia,

Dettagli

LA CHETOACIDOSI DIABETICA DR LUIGI DI RUZZA U.O.C. PEDIATRIA P.O. FROSINONE

LA CHETOACIDOSI DIABETICA DR LUIGI DI RUZZA U.O.C. PEDIATRIA P.O. FROSINONE LA CHETOACIDOSI DIABETICA DR LUIGI DI RUZZA U.O.C. PEDIATRIA P.O. FROSINONE La Chetoacidosi Diabetica Definizione La chetoacidosi diabetica è causata da una carenza assoluta o relativa di insulina con

Dettagli

VobisNewSMagazinE Anno V - Febbraio 2015

VobisNewSMagazinE Anno V - Febbraio 2015 VobisNewSMagazinE Anno V - Febbraio 2015 Linee Guida NICE 2014: denso affollamento in area RCV (ESC/EAS, AHA/ACC, Nota 13 ) A cura di: Luigi Santoiemma MMG Modugno (BA) Lora Accettura Corso di Formazione

Dettagli

29-3-2013. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 75 ALLEGATO 2 ACQUA PER PREPARAZIONI INIETTABILI PER IRRIGAZIONI

29-3-2013. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 75 ALLEGATO 2 ACQUA PER PREPARAZIONI INIETTABILI PER IRRIGAZIONI ALLEGATO 2 ACQUAPERPREPARAZIONIINIETTABILI PERIRRIGAZIONI RIASSUNTODELLECARATTERISTICHEDELPRODOTTO 1. DENOMINAZIONEDELMEDICINALE Acquaperpreparazioniiniettabiliperirrigazioni 2. COMPOSIZIONEQUALITATIVAEQUANTITATIVA

Dettagli

CHECK UP COS'E'? PERCHE'? COME. Scheda informativa

CHECK UP COS'E'? PERCHE'? COME. Scheda informativa Scheda informativa COS'E'? Con il termine CHECK-UP si intende una serie di esami e visite mediche di controllo effettuate al fine di studiare e valutare accuratamente il nostro organismo, per portare alla

Dettagli

LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE OSPEDALIERA E DOMICILIARE. ASPETTI CLINICI, GESTIONALI E NORMATIVI. Formulare un programma per Nutrizione Parenterale

LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE OSPEDALIERA E DOMICILIARE. ASPETTI CLINICI, GESTIONALI E NORMATIVI. Formulare un programma per Nutrizione Parenterale LA NUTRIZIONE ARTIFICIALE OSPEDALIERA E DOMICILIARE. ASPETTI CLINICI, GESTIONALI E NORMATIVI. Formulare un programma per Nutrizione Parenterale QUALE TIPO DI NUTRIZIONE PARENTERALE (NP)? NP parziale NP

Dettagli

Centrale Regionale di Acquisto. Area plasma: - ematologia - coagulazione. Quantitativo di test annuo P.O. Sampierdarena ASL 3

Centrale Regionale di Acquisto. Area plasma: - ematologia - coagulazione. Quantitativo di test annuo P.O. Sampierdarena ASL 3 Centrale Regionale di cquisto GR PER SISTEMI DI DIGNOSTIC PER LBORTORIO NLISI LLEGTO 1-2 - Fabbisogni e Prezzi a base d'asta rea plasma: - ematologia - coagulazione LOTTO 1 Test Quantitativo di test annuo

Dettagli

INCONTRO CON L ASSOCIAZIONE DEI DIABETICI SANVITESI

INCONTRO CON L ASSOCIAZIONE DEI DIABETICI SANVITESI INCONTRO CON L ASSOCIAZIONE L DEI DIABETICI SANVITESI Dott. Nazzareno Trojan diabetologo ed endocrinologo Ospedale Santa Maria dei Battuti San Vito al Tagliamento DIABETE MELLITO TRANSIZIONE EPIDEMIOLOGICA

Dettagli

PREPARAZIONE AGLI ESAMI DI LABORATORIO

PREPARAZIONE AGLI ESAMI DI LABORATORIO PREPARAZIONE AGLI ESAMI DI LABORATORIO Il corretto comportamento del paziente prima di un esame di laboratorio contribuisce in modo importante all'accuratezza diagnostica della procedura. Viceversa, il

Dettagli

DISLIPIDEMIE. Dr. Alessandro Bernardini DISLIPIDEMIA

DISLIPIDEMIE. Dr. Alessandro Bernardini DISLIPIDEMIA HOME DISLIPIDEMIE DISLIPIDEMIE Dr. Alessandro Bernardini DISLIPIDEMIA Rispetto al termine iperlipidemia, è più appropriato utilizzare dislipidemia,, che comprende sia livelli anormalmente elevati di lipoproteine

Dettagli

I N T R O D U Z I O N E

I N T R O D U Z I O N E LABORATORIO di PATOLOGIA CLINICA MURICCHIO di Dott.sa Daniela Fasce & C. s.a.s. via Rattazzi, 36 19121 La Spezia tel. /fax 0187 22953 C.F. P. IVA 00762660116 I N T R O D U Z I O N E ORARIO APERTURA Lunedì

Dettagli

Versione aggiornata al 1 agosto 2003

Versione aggiornata al 1 agosto 2003 Versione aggiornata al 1 agosto 2003 PROTOCOLLO PER L UTILIZZO DI DONATORI POSITIVI PER GLI ANTICORPI DIRETTI CONTRO L ANTIGENE CORE (HBcAb-IgG) DEL VIRUS B DELL EPATITE (HBV) NEL TRAPIANTO DI FEGATO.

Dettagli

IL LATTE. Le femmine dei mammiferi cominciano a produrre latte al termine della gravidanza in seguito a stimoli neuroendocrini.

IL LATTE. Le femmine dei mammiferi cominciano a produrre latte al termine della gravidanza in seguito a stimoli neuroendocrini. IL LATTE DEFINIZIONE GENERALE Per latte alimentare si intende il prodotto ottenuto dalla mungitura regolare, ininterrotta e completa di animali in buono stato di salute e di nutrizione. Le femmine dei

Dettagli

MANUALE QUALITA Doc. 13 Preparazione del paziente al prelievo venoso e raccomandazioni per la raccolta dei campioni biologici

MANUALE QUALITA Doc. 13 Preparazione del paziente al prelievo venoso e raccomandazioni per la raccolta dei campioni biologici Indice!"#$"%!&$'!(!""$'!)$%&*$%+, $'!(!""$'!)$%&*$%+, $'!$!"$'+, $-+$./ " 0/ *!'# 1 ( #2 / 3 1 3 2 $ 3 + 4 -(4 -( 5 5 6-6 - # 7 78 '7 Prelievo venoso 1) PREPARAZIONE DEL PAZIENTE PRIMA DEL PRELIEVO E importante

Dettagli

Gravidanza fisiologica e a rischio

Gravidanza fisiologica e a rischio WOMAN IN CHANGE Donne che cambiano Modena, 25 / 26 / 27 marzo 2010 Gravidanza fisiologica e a rischio Dr.ssa Rossana Bellucci Direttore Laboratorio Test Modena Durante la gravidanza tutte le donne si sottopongono

Dettagli

AZIENDA ULSS N. 3 DI BASSANO DEL GRAPPA LABORATORIO DI ANALISI ELENCO DELLE PRESTAZIONI

AZIENDA ULSS N. 3 DI BASSANO DEL GRAPPA LABORATORIO DI ANALISI ELENCO DELLE PRESTAZIONI GASTRINEMIA, SIERO Giorni di Esecuzione: Martedì e Giovedì Codice Regionale: 90.26.1 Codice LIS: 509 La gastrina è un ormone secreto dalle cellule G dell'antro gastrico, la cui funzione principale è quella

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO GARA N. 5926418

CAPITOLATO TECNICO GARA N. 5926418 ASL n 7 Carbonia CAPITOLATO TECNICO GARA N. 5926418 FORNITURA DI CONTROLLI DI QUALITÀ INTRA ED INTER-LABORATORIO E LA PARTECIPAZIONE AD UN PROGRAMMA DI VALUTAZIONE ESTERNA DELLA QUALITÀ (VEQ) OGGETTO DELL

Dettagli

Lo stress ossidativo: dal Laboratorio alla pratica clinica

Lo stress ossidativo: dal Laboratorio alla pratica clinica Lo stress ossidativo: dal Laboratorio alla pratica clinica Bologna 21 Marzo 2009 Dr.ssa G.Cenni Laboratorio Analisi Caravelli srl .e infine il laboratorio Quali sono i test di laboratorio che possono routinariamente

Dettagli

LINEE GUIDA E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO

LINEE GUIDA E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL PAZIENTE DIABETICO Il documento è finalizzato ad individuare modalità operative che consentano una più agevole integrazione tra assistenza

Dettagli

Il Diabete Mellito. Mariarosaria Cristofaro UOC Diabetologia-Endocrinologia ASReM Campobasso. Campobasso 19 marzo 2014

Il Diabete Mellito. Mariarosaria Cristofaro UOC Diabetologia-Endocrinologia ASReM Campobasso. Campobasso 19 marzo 2014 Il Diabete Mellito Mariarosaria Cristofaro UOC Diabetologia-Endocrinologia ASReM Campobasso Campobasso 19 marzo 2014 DIABETE MELLITO Definizione Il diabete mellito è una malattia cronica caratterizzata

Dettagli

I TUOI RENI SONO OK? Come rispondere in modo semplice a una domanda difficile

I TUOI RENI SONO OK? Come rispondere in modo semplice a una domanda difficile I TUOI RENI SONO OK? Come rispondere in modo semplice a una domanda difficile Prof Giuseppe Piccoli L International Federation of National Kidney Foundations, della quale fa parte la Fondazione Italiana

Dettagli

Dieta ipoproteica, dieta vegetariana, dieta vegana: per quali pazienti? Incontro tenuto da Dott.ssa Ilaria De Simone Ospedale Bassini

Dieta ipoproteica, dieta vegetariana, dieta vegana: per quali pazienti? Incontro tenuto da Dott.ssa Ilaria De Simone Ospedale Bassini Dieta ipoproteica, dieta vegetariana, dieta vegana: per quali pazienti? Incontro tenuto da Dott.ssa Ilaria De Simone Ospedale Bassini Dal greco diaita Dieta: ieri - modo di vivere volto alla salute - stile

Dettagli

hs-crp ed MPO: Punto di vista del Clinico

hs-crp ed MPO: Punto di vista del Clinico hs-crp ed MPO: Punto di vista del Clinico IL LABORATORIO NELLE URGENZE ED EMERGENZE Roma, 2-3 Ottobre 2009 Riccardo Morgagni Cardiologia Università Tor Vergata Roma Contesto clinico Sindromi Coronariche

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

Parametri di laboratorio nell esercizio fisico

Parametri di laboratorio nell esercizio fisico Giuseppe Banfi Università di Milano, Biochimica Clinica Direttore Scientifico IRCCS Galeazzi Milano Direttore Generale Fondazione Centro San Raffaele Milano Parametri di laboratorio nell esercizio fisico

Dettagli

Seconda giornata 24 gennaio 2004 Lavoro in piccoli gruppi

Seconda giornata 24 gennaio 2004 Lavoro in piccoli gruppi Seconda giornata 24 gennaio 2004 Lavoro in piccoli gruppi L esercitazione è stata volta ad evidenziare vantaggi e criticità collegati al trasferimento nella pratica di quanto raccomandato dalla linea guida,

Dettagli

Alcune considerazioni Sul diabete. Anna Carla Babini

Alcune considerazioni Sul diabete. Anna Carla Babini Alcune considerazioni Sul diabete Anna Carla Babini Quali argomenti Assolutamente pratici Criteri diagnostici metformina come utilizzarla insulina basale? QUALE VOI VORRETE HbA1c 6,5% il cut-point diagnostico

Dettagli

Valutazione Esterna di Qualità MANUALE per i LABORATORI INDICE

Valutazione Esterna di Qualità MANUALE per i LABORATORI INDICE pag. 1/51 INDICE 1. - INTRODUZIONE... 2 1.1 CONFERMA DI ISCRIZIONE... 2 1.2 MODALITÀ DI SPEDIZIONE... 2 1.3 SOFTWARE... 2 2. CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI... 3 2.1 PACCHETTO INTEGRATO PER CHIMICA CLINICA,

Dettagli

APPROPRIATEZZA DELLA DIAGNOSTICA DI LABORATORIO: PROFILI PER LA DIAGNOSI E IL FOLLOW UP DEL DIABETE MELLITO ESAMI QUANDO E PERCHE

APPROPRIATEZZA DELLA DIAGNOSTICA DI LABORATORIO: PROFILI PER LA DIAGNOSI E IL FOLLOW UP DEL DIABETE MELLITO ESAMI QUANDO E PERCHE APPROPRIATEZZA DELLA DIAGNOSTICA DI LABORATORIO: PROFILI PER LA DIAGNOSI E IL FOLLOW UP DEL DIABETE MELLITO ESAMI QUANDO E PERCHE Dr. Gaiti Dario Reggio Emilia 08.05.2013 Sintomi+ PG >200 mg/dl oppure

Dettagli

STANDARD di PRODOTTO rev. 8 INDICE

STANDARD di PRODOTTO rev. 8 INDICE pag. 1/58 INDICE 1. - INTRODUZIONE... 2 1.1 SVOLGIMENTO DEI PROGRAMMI DI VEQ... 2 1.2 COMUNICAZIONE... 2 1.3 MODALITÀ DI SPEDIZIONE... 2 2. CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI... 3 2.1 CHIMICA CLINICA, IMMUNOMETRIA

Dettagli

CASO CLINICO Alessandro Ciresi

CASO CLINICO Alessandro Ciresi Nuovi orientamenti terapeutici nel fallimento secondario agli ipoglicemizzanti orali: Analoghi dell insulina CASO CLINICO Alessandro Ciresi Università degli Studi di Palermo Facoltà di Medicina e Chirurgia

Dettagli

La chimica negli alimenti

La chimica negli alimenti La chimica negli alimenti Come rendere attuale una materia astratta e far divertire i ragazzi Daniela Tofani 1 Chimica laboratoriale Alto contenuto didattico Ampio spazi di discussione con gli studenti

Dettagli

PROTOCOLLO PER L'UTILIZZO DI DONATORI anti-hcv + IN PAZIENTI anti-hcv positivi o anti-hcv negativi IN LISTA PER TRAPIANTO DI FEGATO

PROTOCOLLO PER L'UTILIZZO DI DONATORI anti-hcv + IN PAZIENTI anti-hcv positivi o anti-hcv negativi IN LISTA PER TRAPIANTO DI FEGATO Versione aggiornata al 1 agosto 2003 PROTOCOLLO PER L'UTILIZZO DI DONATORI anti-hcv + IN PAZIENTI anti-hcv positivi o anti-hcv negativi IN LISTA PER TRAPIANTO DI FEGATO Principi generali Razionale La carenza

Dettagli

CArPeDIAB.O. CAmpagna di Prevenzione del DIABete Mellito nella Popolazione Adulta della Toscana. Responsabile del Progetto Prof.

CArPeDIAB.O. CAmpagna di Prevenzione del DIABete Mellito nella Popolazione Adulta della Toscana. Responsabile del Progetto Prof. CArPeDIAB.O CAmpagna di Prevenzione del DIABete Mellito nella Popolazione Adulta della Toscana Responsabile del Progetto Prof. Stefano Del Prato Centro Regionale di Riferimento per il Diabete Mellito in

Dettagli

Razionalizzazione e consolidamento dei processi nei Laboratori dell Ospedale Santa Chiara di Trento

Razionalizzazione e consolidamento dei processi nei Laboratori dell Ospedale Santa Chiara di Trento Razionalizzazione e consolidamento dei processi nei Laboratori dell Ospedale Santa Chiara di Trento I supporti legislativi Legge 27 dicembre 2006, n. 296 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale

Dettagli

Condizioni e fattori di rischio di DMT2

Condizioni e fattori di rischio di DMT2 Condizioni e fattori di rischio di DMT2 IFG o IGT o pregresso diabete gestazionale Età >45 anni, specie se con BMI >25 od obesità centrale Età 25) e una o più fra le seguenti

Dettagli

Dott.ssa Serena Paoli Ospedale San Donato di Arezzo U.O.C. Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva Direttore: Dott.

Dott.ssa Serena Paoli Ospedale San Donato di Arezzo U.O.C. Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva Direttore: Dott. CASO CLINICO Dott.ssa Serena Paoli Ospedale San Donato di Arezzo U.O.C. Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva Direttore: Dott.Fabrizio Magnolfi ANAMNESI PATOLOGICA RECENTE maschio, 26 anni inviato

Dettagli

MANUALE DEL LABORATORIO PER UNITA OPERATIVE CASE DI CURA OSPEDALI

MANUALE DEL LABORATORIO PER UNITA OPERATIVE CASE DI CURA OSPEDALI UOC Laboratorio Analisi do Borgo Trento IU 301555 703 Pagina 1 di 24 MANUALE DEL LABORATORIO PER UNITA OPERATIVE CASE DI CURA OSPEDALI LABORATORIO ANALISI do OCM Verona Laboratorio Accreditato CPA dal

Dettagli

IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE GLOBALE: IL CRUSCOTTO DEL CUORE

IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE GLOBALE: IL CRUSCOTTO DEL CUORE Lega Friulana per il Cuore IL RISCHIO CARDIOVASCOLARE GLOBALE: IL CRUSCOTTO DEL CUORE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

STRUTTURA COMPLESSA INTERAZIENDALE FARMACIA OSPEDALIERA Direttore: Dott.ssa Elisabetta di Lenardo

STRUTTURA COMPLESSA INTERAZIENDALE FARMACIA OSPEDALIERA Direttore: Dott.ssa Elisabetta di Lenardo REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA Offre informazioni, indicazioni sull organizzazione dell Azienda, richieste o segnalazioni. Fornisce indicazioni sull accoglienza dei parenti dei malati. L

Dettagli

Classificazione e Definizione del Diabete Mellito

Classificazione e Definizione del Diabete Mellito Università degli Studi di Roma Tor Vergata Classificazione e Definizione del Diabete Mellito Davide Lauro Centro di Riferimento Diabete di Tipo 2 d.lauro@uniroma2.it La parola Diabete deriva dal verbo

Dettagli

Valutazione dell IG di Frollini tradizionali e preparati con farina con l aggiunta del % di Freno SIGI.

Valutazione dell IG di Frollini tradizionali e preparati con farina con l aggiunta del % di Freno SIGI. Valutazione dell IG di Frollini tradizionali e preparati con farina con l aggiunta del % di Freno SIGI. Premessa L'indice glicemico (IG) di un alimento, definito come l'area sotto la curva (AUC) della

Dettagli

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione

ALIMENTAZIONE. Appunti di lezione ALIMENTAZIONE Appunti di lezione CORRETTA ALIMENTAZIONE Un adolescente (13-15 anni) Ha bisogno per crescere di: Energia e Nutrienti Ossia di alimentarsi, ma con misura nè troppo, ne troppo poco. Il termine

Dettagli

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA FUNZIONE RENALE NELLA PRATICA CLINICA Andrea MAGNANO Dirigente Nefrologo UOC Medicina Interna Ospedale Santa Maria di Borgo Val di Taro Azienda USL di Parma DEFINIZIONE THE

Dettagli

Ittero e Colestasi. Ittero. Colorazione giallastra della cute e delle mucose visibili conseguente all aumento della bilirubina plasmatica.

Ittero e Colestasi. Ittero. Colorazione giallastra della cute e delle mucose visibili conseguente all aumento della bilirubina plasmatica. Ittero e Colestasi Ittero Colorazione giallastra della cute e delle mucose visibili conseguente all aumento della bilirubina plasmatica Colestasi Una sindrome clinica con eziologia multipla, caratterizzata

Dettagli

Il cammino, come attività aerobica di moderata intensità, aumenta la densità minerale ossea nei pazienti in trattamento con c-art

Il cammino, come attività aerobica di moderata intensità, aumenta la densità minerale ossea nei pazienti in trattamento con c-art 6 workshop nazionale CISAI Genova, 8 febbraio 2013 Il cammino, come attività aerobica di moderata intensità, aumenta la densità minerale ossea nei pazienti in trattamento con c-art Bonato M, Bossolasco

Dettagli

La VEQ: esperienze a confronto

La VEQ: esperienze a confronto Gli strumenti di assicurazione della Qualità in Medicina di Laboratorio: i Programmi di VEQ e gli Indicatori di Qualità del Centro di Ricerca Biomedica Sandra Secchiero, Laura Sciacovelli, Alessia Faggian,

Dettagli

DELL OBESITA IN RELAZIONE ALLA LOCALIZZAZIONE

DELL OBESITA IN RELAZIONE ALLA LOCALIZZAZIONE LE COMPLICANZE ADIPOSA DELL OBESITA IN RELAZIONE ALLA LOCALIZZAZIONE E sempre più chiaro che non è tanto l entità della massa adiposa a incidere negativamente sulla salute, quanto la distribuzione del

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Introduzione al Corso

Introduzione al Corso La Biochimica Clinica Introduzione al Corso Studio e Valutazione delle modificazioni i i dei parametri biochimici del sangue con definizione degli scostamenti dalla media Scaricato da www.sunhope.it 1

Dettagli

GUIDA PER LE PROVE FUNZIONALI E PER LA CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE E ALTRE FORME DI INTOLLERANZA AL GLUCOSIO

GUIDA PER LE PROVE FUNZIONALI E PER LA CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE E ALTRE FORME DI INTOLLERANZA AL GLUCOSIO DIPARTIMENTO DI MEDICINA DI LABORATORIO GUIDA PER LE PROVE FUNZIONALI E PER LA CLASSIFICAZIONE DEL DIABETE E CODICE: IOP.CPOsan.09 REV 6 del 06/07/10 Pag. 1 di 5 1. SCOPO E APPLICABILITA Scopo di questa

Dettagli

Nota 8 : Ab Anti EBV VCA IgG VCA IgM EBNA IgG EARLY TOT Negativo < 20 < 20 < 5 < 10 Dubbio 20 40 5 20 10 40 Positivo > 40 > 20 > 40

Nota 8 : Ab Anti EBV VCA IgG VCA IgM EBNA IgG EARLY TOT Negativo < 20 < 20 < 5 < 10 Dubbio 20 40 5 20 10 40 Positivo > 40 > 20 > 40 Nota 1 : Ab Anti Beta-2-Glycoproteina I IgG (U/ml) IgM (U/ml) < 10.0 < 12.0 Dubbio 10.0 14.0 12.0 17.0 Positivo > 14.0 > 17.0 Nota 2 : Anticorpi anti CagA IgG V.R. (U) < 10 Debolmente Positivo 10 15 Positivo

Dettagli

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Risultati dell'iniziativa qualità della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) per le patologie renali La

Dettagli

La registrazione e la gestione delle non conformità del campione

La registrazione e la gestione delle non conformità del campione La registrazione e la gestione delle non conformità del campione Marco Nundini Laboratorio di Analisi Chimico Cliniche ed Ematologiche Ospedale Civile Maggiore Azienda Ospedaliera di Verona IL 70% DELLE

Dettagli